PDA

Visualizza la versione completa : Il 2010, anno storico per le auto elettriche



en.ergo
26-05-2010, 23:52
Se tra 20 anni l’auto elettrica sarà la norma ricorderemo il 2010 quale “anno zero” della sua apparizione sul mercato. Potrebbe essere l’anno storico in cui si è iniziata, a livello internazionale, la produzione industriale delle auto elettriche, l’anno in cui, dopo gli oltre cento anni dell’incontrastato motore a scoppio, le prime grandi “major” automobilistiche le inseriscono a listino.

Questo è quanto, in effetti, sembra stia per accadere. Tre le case
automobilistiche in questione con altrettanti modelli: la Leaf Nissan (http://www.omniauto.it/magazine/12359/nissan-leaf-prezzi-europei), il modello C-ZERO (http://www.quattroruote.it/auto_novita/articolo.cfm?codice=212520) della Citroen e la Peugeot iON (http://www.newstreet.it/articolo_id_1832_peugeot_ion_2010.html).

Purtroppo tra i primi a poter ascquistare un'auto elettrica di serie non ci saranno gli italiani, bensì i giapponesi, gli americani, gli inglesi, gli olandesi, belgi e portoghesi.

L'altro fattore tuttora limitante resta legato ai prezzi ancora difficilmente accessibili: siamo nell’ordine dei 30.000 euro di listino dai quali detrarre qualche migliaio di euro in base agli incentivi concessi in diversa misura dai vari Paesi. Il costo elevato è comunque non intrinseco nella tecnologia ma piuttosto connesso alla necessaria maturazione economica del mercato e della produzione, soprattutto per quanto riguarda le batterie.
Quando le catene di produzione sforneranno auto elettriche a ritmo serrato molto probabilmente i prezzi non saranno così distanti dai prezzi delle auto con motore a scoppio.

Chi vivrà vedrà ma, se quanto annunciato risulterà vero, quest’anno inizia la nuova era del trasporto individuale.

Cosa ne pensate?

SIEL
27-05-2010, 06:44
Non vedo l'ora.... sto attendendo con ansia l'arrivo delle auto elettriche / ibride plug-in ma mi sa che dobbiamo attendere ancora 1-2 anni.
Mi sono iscritto al gruppo d'acquisto di veicoli elettrici ma non ho mai avuto notizie in merito alle attività ed alle possibilità di acquisto.
Ciao

energiaverde2
27-05-2010, 08:19
Sono convinto che le recenti scoperte ( vedi batteria -condensatore da nanotechnologie sotto forma di vernice su carta comune) in merito appunto all'accumulo dell'energia, amplieranno sensibilmente le potenzialità del trasporto e della mobilità elettroveicolati.
E' l'alba di una nuova era.

mariomaggi
27-05-2010, 09:36
Purtroppo il mercato dell'auto elettrica pura non puo' decollare improvvisamente, non essendo ancora pronta tutta la filiera necessaria. Bisognera' attraversare una fase con un sostanzioso aumento della produzione di auto ibride, pero' con la parte elettrica predominante rispetto a quella endotermica, non come avviene oggi.
Ho proposto ad alcune aziende di produrre una "pacco di emergenza" contenente un piccolo serbatoio di carburante, un motore endotermico ad alta velocita' ed un generatore elettrico, da installare sull'auto elettrica pura quando si affronta un viaggio al limite della percorrenza teorica. Questo "pacco" avrebbe un ingombro di circa 10 litri e permettere di rientrare a casa anche a batteria scarica. Nessuna reazione da parte di nessuna ditta. L'oggetto potrebbe essere paragonabile a quei generatori che si usano nei mercati all'aperto, con la differenza che girerebbero ad altissima velocita' e quindi sarebbero piu' piccoli e piu' leggeri.
Ciao
Mario

furion2012
27-05-2010, 09:47
ma se le auto elettriche esistono già dagli anni 30 con l auto di tesla.
poi negli anni 50 è stata inventata un auto a gas H2O2 che va ad acqua, la ford ha acquisito il brevetto. e adesso ne escono con l auto elettrica inventata nel 2010, cavolo siamo alle solite. non cambieremmo mai.

Valmax
27-05-2010, 12:06
furion, qui stiamo parlando di prodotti veri, non di auto spinte ad etere. Un po' di serieta almeno di fronte a qualche buona nuova!

pippolucalee
27-05-2010, 12:45
Da noi in italia ne riparleremo fra 5 o 6 anni di commercializazzione auto elettrica pura(si accettano scommesse):closedeyes:.I motivi sono semplicemente politico economici visto che chi dirige e influenza queste cose sono i soliti noti.Da quanti anni si parla della bollore' pininfarina,in compenso la fiat va in u.s.a a fare l'elettrico.Sono pessimista come ca... puoi vendere una macchina elettrica a 30 o 40000 euro più magari noleggio di batterie:ranting:.Tira via il motore a benza con tutti gli accessori vicino radiatore olio scarico serbatoio benza,e tutto il resto e viene fuori 40000 euro??????Diranno si ma 15 20 o 30 kw di batterie costano tanto,balla i prezzi sono gonfiati
apposta per tenere il termico a prezzi concorrenziali anzi vantaggiosi,sai quanti soldi solo in accise di benza andrebbe a perdere questo governo ladro se domani entrasse l'elettrico
con numeri seri?Comunque saluti a tutti e speriamo che qualcuno
di quelli che contano cambi idea sull'elettrico.:bye1:

Valmax
27-05-2010, 13:13
pippo, pur condividendo in parte quanto dici, cioè che per esempio la FIAT farà il possibile per tenersi i suoi privilegi con il tipo di macchine che produce & vende in un mercato dopato come il nostro, è anche vero che qualunque tecnologia innovativa è sempre venuta sul mercato a prezzi maggiori, dal computer al DVD ai televisori. Dopodiché, mano a mano che il prodotto viene diffuso sul mercato, ne cala il costo. Poi, se vuoi approfondire ulteriormente, andiamo 'ai confini'.

furion2012
27-05-2010, 21:06
ma veramente l auto elettrica di tesla esiste ed è pure in vendita, basta che ti informi un po di più. un altra cosa , ma perche dobbiamo cambiare l intero parco auto? quando basta una semplice modifica per farla andare con acqua di mare. forse non hai ancora capito come funziona il mercato. esempio, non esiste nessuna differenza fra un euro 2 e un euro 4 diesel , stesse emissioni, (senza contare elettronica o altro le emissioni inquinanti sono le stesse) ma ci ficcano in testa certe cose, solo allo scopo di vendere altre auto.
prima di criticare questa affermazione prendi un euro 4 nuova e un euro 2 nuova portale ad un centro revisione e misura le emissioni, poi mi dici chi ha ragione.
altra cosa la fiat già dagli anni 80 aveva sviluppato motori ad idrogeno, invece negli anni 50 si sviluppo un motore ad acqua che formava il gas H2O2, filmato da una rete locale, provata, perfettamente funzionante , bastava prendere un comune motore a benzina , fare una modifica all iniezione per adattarla al gas , e mettere una serie di celle in acciaio per produrre gas H2O2, attaccare le celle all alternatore e batteria e hai tutto il gas che vuoi, la cella sfrutta il principio della cella di joe, consuma una fesseria e produce molto gas, e lo stesso gas (h liquido + ossigeno )usato dalla nasa per mandare in orbita qualsiasi razzo vettore . volendo se uno ha già un impianto a gas, può sostituire l alimentazione, modificare la fase, ed ecco l auto ad emissioni zero senza cambiare la propria auto, e spese zero di carburante , spendendo meno di 1000 euro.

en.ergo
27-05-2010, 21:31
Siel, abbi fede, il gruppo di acquisto si farà, solo che, quando ci siamo resi conto che le grandi case erano davvero intenzionate a produrre le elettriche di serie abbiamo ritenuto rischioso coinvolgere degli artigiani per il retrofitting, abbiamo deciso di aspettare l'auto di serie, ma il gruppo di acquisto si farà.

Come dice Mario il problema sono le batterie, secondo la mia opinione (simile a quella di Mario) l'auto che potrebbe avere il maggior successo a breve potrebbe essere una ibrida plug-in con un pacco batterie sufficiente per una trentina di km, in situazioni normali andrei sempre in configurazione elettrica, quando occasionalmente dovessi fare lunghi tragitti avrei cmq un auto adatta allo scopo

Ovviamente sappiamo tutti che la prima auto fu elettrica, che ci sono stati vari tentativi di partire con la produzione, sappiamo tutti che esiste la Tesla motors ( che di recente è stata quasi acquistata dalla Toyota Zeroemission.Tv - Toyota e Tesla insieme per l’elettrica sportiva (http://www.zeroemission.tv/Objects/Pagina.asp?ID=9014) ) ma rimane un auto di lusso per pochi, resta il fatto che probabilmente solo da quest'anno le grandi case iniziano la produzione di serie, è di per sè un fatto storico.

L'idrogeno sarà in futuro se inteso quale strategia per ottimizzare l'accumulo energetico delle fonti discontinue, produrlo fine a se stesso è energeticamente antieconomico.

oetzi
30-05-2010, 19:13
L'argomento è interessante, e vorrei dire anche la mia.
Per Mario: se pensassi che dare suggerimenti a un'azienda (per giunta automobilistica) possa servire a qualcosa, vorrei darne uno di altro tipo: Perché non progettano e costruiscono auto con motore puramente elettrico e generatore serie, in cui il generatore sia un motore Stirling?
Questa soluzione avrebbe molti vantaggi: lo Stirling è intrinsecamente silenzioso e richiede una manutenzione molto ridotta; funzionando a regime di giri costante (serve solo per ricaricare le batterie) avrebbe meno stress e quindi maggiore durata, e minore consumo; non ci sarebbe bisogno di un pacco di emergenza: l'emergenza sarebbe coperta dal carburante (che potrebbe essere tranquillamente gas di qualunque tipo) necessario ad alimentare il generatore, che interverrebbe solo in caso di necessità.
Già circolano a Roma autobus che adottano questa soluzione, ma il generatore è un normale motore a combustione interna, piuttosto rumoroso, e non so che tipo di combustibile utilizzi.

Per en.ergo: produrre l'idrogeno è antieconomico (e antiecologico) se per produrlo si utilizzano i mezzi tradizionali. Se invece si utilizzano metodi alternativi, come l'elettrolisi alimentata ad esempio da un generatore Dish Stirling (vedi ad es. qui: Motori Stirling: 50 milioni di $ per Infinia. Le nuove parabole solari ad alta efficienza, 3,5 KW da una tecnologia di 2 secoli fa (http://www.genitronsviluppo.com/2008/02/13/motori-stirling-50-milioni-di-per-infinia-le-nuove-parabole-solari-ad-alta-efficienza-35-kw-da-una-tecnologia-di-2-secoli-fa/) ) o, al limite, da celle fotovoltaiche (ma lo Stirling è molto più efficiente delle celle), quindi in ultima analisi dal sole, la produzione di idrogeno diventa economica e pulita. E' questo che la gente non vuole capire: non è necessario usare il reforming degli idrocarburi o un generatore di energia a gasolio per ottenere l'energia per l'elettrolisi, basta il sole!
Sto studiando il modo di realizzare un modello dimostrativo (se ancora ce ne fosse bisogno) di questo processo. Altrove è già stato fatto (vedi ad es. qui: YouTube - Stirling Engine Model Demonstration (http://www.youtube.com/watch?gl=IT&hl=it&v=7Q4UENGN_Yk)), ma qui in Italia le cose vanno molto a rilento, siamo fuori dal mondo; parlare dello Stirling è come parlare di fantascienza ...
Saluti a tutti

en.ergo
01-06-2010, 23:17
ciao Oetzi,

a prescindere dal motore utilizzato per ricaricare le batterie, sarebbe interessante avere un'auto elettrica con autonomia delle batterie per 30-50 km (per le mie esigenze basterebbe di 30 km) e un motore per ricaricarle quando, ad esempio, vado in vacanza, in questo modo andrei per oltre il 90% con le batterie ricaricate dalla rete e solo per il rimanente con le batterie ricaricate da motore accoppiato ad un generatore. Capisci che in questo caso il passo avanti sarebbe già notevole, se poi il motore è altamente efficiente e altamente ecologico tanto meglio ma non ne farei una battaglia....migliorerei l'efficienza totale del sistema di qualche punto percentuale...è importante invece introdurre il concetto (auto ibrida con pacco batterie sufficiente per percorrere anche poche decine di km) quanto prima! la tecnologia per un sistema simile è disponibile da decenni, se fosse stata adottata da tempo oggi saremmo molto più avanti anche con l'elettrica pura!

riguardo all'idrogeno intendevo dire 2 cose:

1) a prescindere da come lo produci, nell'idrogeno ritrovi al massimo il 60% dell'energia che hai utilizzato per produrlo.

2) se ho energia elettrica conviene utilizzarla tale e quale su un'auto elettrica, senza trasformarla in idrogeno per alimentare una fuel cell, infatti nel primo caso avrei un'efficienza dell'80% circa (dal contatore di rete all'uscita del motore elettrico ), nel secondo caso avrei un'efficienza al massimo del 50%

Ci sono sistemi solari temodinamici ad alta temperatura che sulla carta risultano essere interessanti per la produzione di idrogeno con sistemi di idrolisi termochimica, staremo a vedere, per il momento dal sole il processo rimane produzione di energia elettrica-elettrolisi.

greeenmind
21-06-2010, 20:12
il mercato 2010 vola
Ambiente: auto elettriche e' boom - Top News - ANSA.it (http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/06/21/visualizza_new.html_1844740740.html)

pippolucalee
22-06-2010, 14:23
Adesso che sappiamo che le macchine elettriche vendono alle grande mi dici da che concessionario posso prendere una vettura omologata per 4 posti che possa andare in autostrada e che abbia un'autonomia pari o superiore a 150 200 km???:bye1: Saluti.

greeenmind
22-06-2010, 16:28
simpatica domanda retorica...ultimamente qua alla gente piace proprio fare i cabarettisti.. effettivamente la distribuzione non è ancora granchè... e OVVIAMENTE l'articolo si riferiva anche ad auto non del tutto elettriche...

Poi però se ti va e perdi un po' di tempo, e fai qualche giro di concessionari, alla fine trovi qualcosa che ti può soddisfare di più della tua attuale auto.. vero?

pippolucalee
23-06-2010, 10:27
Caro Greenmind la mia non è retorica è una constatazione le uniche macchine elettriche valide cioè omologate per 4 persone
e guidabili anche in autostrada le produce la mes-dea,tipo la panda
la twingo e adesso penso anche la nuova 500.Tempo addietro
mi ero informato sui prezzi se non ricordo male 34.000 euro senza iva per la twingo autonomia 110 km velocità max110 km all'ora,batteria della zebra.Quindi non sono qui a sparare c......
in effetti l'unica auto(quadriciclo pesante a due posti)con batterie al litio
ed un'autonomia in eco-mode di 140 km e la tazzari-zero
la puoi vedere sul sito tazzarizero.com prezzo di 24.000 euro
con iva mi pare.Tutto il resto sono solo ciance fino a chè non potrò andare in un concessionario magari citroen,fiat,peugeot
o altri ed ordinarmi un'auto elettrica seria ed a un prezzo non astronomico fino ad allora la situazione perlomeno quà in italia
e questa.Ho già uno scooter elettrico il tikey al piombo e non disdegnerei una macchina totalmente elettrica da usare come seconda per me e la famiglia quindi sarò uno dei primi a comprarne una,quando questo sarà possibile. :bye1::bye1:Saluti!!!

cenlui
26-06-2010, 07:50
ho appena installato un impianto fotovoltaico (5,98 kw), sovradimenzionato di circa 1500 - 2000 kw annui in previsione di aumentare i consumi, ma anche in previsione che vengano a breve commercializzate delle auto elettriche con un buon rapporto prezzo-prestazioni. Io utilizzerei l'auto tutti i giorni con orario 07,00 - 14,00 per circa 60 km giornalieri, quindi potrei ricaricarla dalle 14,00 in poi quando ancora ho una discreta produzione, la mattinata la utilizzerei per una partenza programmata della lavatrice - lavastoviglie, cosa ne pensate della mia idea? Ho visto che Peugeut ha in programma una utilitaria interessante, anche Nissan, non ne conosco i prezzi.
<!-- / message -->

carest
08-01-2011, 23:54
.... mi dici da che concessionario posso prendere una vettura omologata per 4 posti che possa andare in autostrada e che abbia un'autonomia pari o superiore a 150 200 km???:bye1: Saluti.

Per adesso puoi provare qui:
Micro-Vett SpA veicoli elettrici (http://www.micro-vett.it/veicoli.php?C=7)
l'unico problema è il prezzo....

oppure se attendi metà del 2011 ad un prezzo inferiore potrai trovare l'auto dell'anno:
http://www.energeticambiente.it/categoria-m1-es-auto-elettriche/14736835-nissan-leaf-auto-dellanno-2011-a.html#post119154409

F.B.I.
14-08-2011, 12:31
Aspetta la metà del 2012 che la ZOE è la più interessante ed appetibile...
La Peugeot o Citroen(è lo stesso veicolo) è talmente bella che neanche una talpa la vorrebbe, linee peggiori della multipla o prius credevo non fosse possibile creare...
Per fortuna Renault guarda avanti, purtroppo sono ben conosciuti i problemi elettronici delle case francesi, e ahimè produrre un auto elettrica con lo storico negativo nell'elettronica non stà avendo grande riscontro, almeno per gli adetti ai lavori...
Vi dò una bella news o "dato mancante"(TIPICO DI QUESTO FORUM)da ricercare:
il litio in che paese viene estratto?