PDA

Visualizza la versione completa : Nano generatore idroelettrico con ventilatore tangenziale



andreabon85
17-06-2010, 10:45
Ciao a tutti, vi volevo chiedere un consiglio per un progettino da fare con alcuni ragazzini per la sensibilizzazione ale energie alternative e rinnovabili. Ho recuperato da un vecchio ventilconvettore due ventilatori tangenziali di 20 cm circa di diametro e vorrei sfruttarli per creare un nano generatore idroelettrico portatile da installare nei ruscelli della zona.
Non ho bisogno di creare quantità spaventose di corrente, avevo in mente di accendere un paio di lampadine per illuminare dei lavatoi da campo.

Come alternatore ho trovato un motorino elettrico a magneti permanenti di un vecchio trapano, però la mia paura è che debba girare ad un regime troppo elevato per creare la quantità giusta di Volt.

Cosa mi consigliate? Sapete dove potrei trovare un generatore adatto al mio caso?

Grazie mille a tutti

andreabon85
18-06-2010, 12:30
Secondo voi sarebbe il caso di rifare gli avvolgimenti del motorino elettrico di cui ho parlato sopra? Io sono un termotecnico e sinceramente di scossa non me ne intendo, ma penso che facendo un numero maggiore di avvolgimenti si riesca a tirar fuori più tensione con un minor numero di giri, se sbaglio qualcosa correggetemi!!!

Alla fine il ventilatore tangenziale funzionerebbe come una ruota di un mulino, secondo voi si riesce a tirar fuori qualcosa?

mariomaggi
18-06-2010, 16:24
Guarda questa soluzione, pensavi a qualcosa di simile?

http://www.zotloeterer.com (http://www.zotloeterer.com/)

Precisa a quale velocita' di rotazione massima pensi di ruotare la girante, e quale velocita' nominale ha il motore attuale (che probabilmente e' troppo veloce per quell'impiego, meglio cercarne uno con una velocita' piu' vicina a quella della girante.

Ciao
Mario

Dugajimi
19-06-2010, 13:22
Proprio in questi giorni ho terminato lo studio e la realizzazione di una turbina Pelton in una 5 IPSIA Meccanica. Il lavoro sarà presentato come tesina all'esame di maturità.
La turbina è stata realizzata in alluminio alle macchine utensili cmq si può fare anche il tutto in legno come previsto dal progetto originale. Intanto ti posto il link alla pagina facebook del progetto e il video dei test su youtube.
Per Facebook cerca il gruppo: Turbina Pelton Lumezzane.
Su youtube ci sono diversi video (4 video) a mio nome, quello del collaudo finale è il seguente: YouTube - Prova finale Turbina Pelton.mp4 (http://www.youtube.com/watch?v=ov_N_x01rtc)

Ciao e facci sapere.
Dugajimi

andreabon85
21-06-2010, 07:50
@ mariomaggi

La forma della turbina/ventilatore, è molto simile a quella del link che hai postato, l'unica cosa è che la mia ha molte più palette ovviamente più ravvicinate. Io non la userei come viene usata in quel link, ma come una specie di ruota idraulica (vecchio mulino) dove l'acqua colpisce le palette da un lato in quanto avevo intenzione di utilizzarla sotto ad una cascatina di 2 metri circa.

Ho trovato il generatore adatto, forse...
E' un motore a corrente continua da 190 V e, eccitandolo con una batteria da 24V (consumo del circuito di eccitazione 30 mA) e girandolo a mano piano piano riesco ad accendere tranquillamente un lampadina da 6 V, proprio quello che dovevo fare!!!

L'unica cosa che mi scoccia è l'eccitazione con la batteria, ma non so proprio come fare!!!

Consigli?!?!?

andreabon85
21-06-2010, 07:56
@ mariomaggi

Ah, dimenticavo, coma faccio a sapere a quale regime può girare la mia "turbina" secondo me devo solo provare, se riesco a far funzionare il tutto sarebbe una gran botta di ...., se non funziona ho perso 1,5 ore della mia vita!!! hihi

Ripeto che la cosa me deve servire solo per far capire a dei ragazzini di 13 anni che esistono metodi puliti per creare energia...e, ovviamente, per illuminare alla sera un angolino di bosco.

Grazie mille

Vi invio un'immagine di come si presenta a grandi linee la mia turbina, ovviamente la mia è costituita solo dal ventilatore senza tutta la carcassa.

http://img.directindustry.it/images_di/photo-g/ventilatore-tangenziale-369310.jpg

esux
21-06-2010, 08:46
non sarà facile ricavare della potenza così come vuoi fare tu.
forse puoi pensare di replicare questo progetto (in piccolo).
Hydro Electric Experiment (http://www.otherpower.com/scotthydro2.html)

ma fondamentale sarebbe capire la morfologia del torrentello che vuoi sfruttare.
Sto pensando che potresti recuperare un paio di rotoli di manichette antincendio. Ne trovi parecchie dismesse dalle aziende non più a norma.
Penso alle manichette per la facilità di trasporto e posa temporanea.
se in 50 metri riesci a ottenere un discreto dislivello (qualche metro) puoi pensare di costruire un piccolo diffusore che accoppierai alla tua "ventola".
rimane da capire il generatore che utilizzerai il numero di giri ecc.
sembra facile, ma non lo è affatto, anche per fare 10 w.
una ventola immersa in un corso di acqua, non darà alcun risultato credo.

andreabon85
21-06-2010, 09:11
Guarda, il progetto del link che hai postato è praticamente uguale al mio, il ventilatore è quasi uguale al mio, l'unica cosa è che le palette sono più piccole e fitte.
Il torrente non lo conosco e quindi non ti so dire che portata abbia nel periodo in cui verrà installata la "turbina", però l'idea di prendere un paio di manichette (che ho già) per incanalare parte del flusso di acqua non è per niente male.
Secondo me, guardando la conformazione del torrente, con una manichetta da 25 metri potrei realizzare un salto di almeno 10 metri, visto che è veramente molto in discesa e sono presenti varie cascatelle...
Poi con della lamiera potrei realizzare un piccolo diffusore con due imbocchi, in modo da poter usare due manichette invece che una sola, con un getto relativamente stretto per dare all'acqua più velocità, visto che comunque le palette sono proprio piccoline.

Mmm, potrebbe funzionare...ora rimane solo l'incognita del generatore...

esux
21-06-2010, 09:47
questa è l'unica soluzione.
a parità di acqua, più salto avrai e proporzionalmente più potenza avrai.
rimane il problema del generatore appunto.
comunque le potenze che otterrai saranno basse.. per accendere qualche led.
non farti grandi illusioni.

l'idea delle manichette mi è venuto in mente quando le ho viste sostituire in un supermercato (coop).
figurati quanti centinaia di metri saranno stati.

andreabon85
21-06-2010, 10:33
Mhà, il generatore mi sembra buono, ti dico, facendolo girare a mano senza sforzo mi faceva accendere una lampadina da 6V, sempre tenendo il tutto eccitato con una batteria da 24V. Dovrei trovare il modo di autoeccitare il tutto, ma io di scossa non ne capisco nulla o quasi...sono un maledetto termotecnico!!!

Secondo me, a questo punto, l'unica cosa da fare è provare e vedere se riesco ad accendere 3/4 lampadine!!! MAGARIIII!!!!

andreabon85
21-06-2010, 18:28
Allora, prima ho provato a collegare la ventola alla dinamo eccitata a 24V, facendola muovere con il tubo dell'acqua dell'acquedotto (mettendoci il dito davanti per simulare un diffusore) sono riuscito a fare 12V di tensione, non mi sembra male...ovviamente le portate in gioco con il ruscello saranno sicuramente maggiori, voi cosa dite?!?!

Grazie a tutti!!!

andreabon85
22-06-2010, 11:04
ahah, mi viene un dubbio...ma io posso senza problemi (di ordine legislativo) deviare parte di un corso d'acqua per due settimane? Se passa la forestale o chi che sia, potrebbe farmi dei problemi? Non vorrei che per fare un po' di luce di notte non ci ritroviamo con una multa esagetata per niente!!! Non riesco a trovare nulla a riguardo...confido in voi!!!

Ciao ciao