PDA

Visualizza la versione completa : caldaia a legna fiamma invers



sergiof
16-07-2010, 15:08
salve,
vorrei sostituire uina vecchia caldaia a legna della unical la gasogen 40 del 1996 perchè mi dava dei problemi, (precisamente se dimenticavo la leva del by pass aperta dopo il caricamento della legna sovente rischio che mi pernda fuoco il camino un disatro, l'ultima volta mi è successo a marzo e ho detto basta..), ho visto parecchie caldaie a fiamma a gassificazione e sono indeciso tra le austriche che costano parecchio e sono:
eta, o herz il costo è abbastanza simile caldaia+puffer e accessori vari circa euro10.500 +iva

oppure la mescoli a legna caldaia+puffer e accessori €uro 6500+iva
oppure la mescolia legna/peller gaselle hi-tech con due camere di combustione separate caldai+puffer eaccessori € 10.400+iva

naturalmente questo investimento è conveniete solo perchè fino a dicembre si accede ancora al recupero del 55% in cinque anni, altrimenti conviene scaldarsi a meteno.
saluti
sergio

turbogen
16-07-2010, 15:41
ciao, in attesa che i moderatori spostino il tutto nella sezione appropriata,ti consiglio di provare a dare un'occhiata al sito dell'arca caldaie, specialmente alla aspiro se vuoi andare solo a legna, o alla spiro duo teck,che ti permette si sfruttare anche il pellet, tramite un bruciatore applicato alla portina superiore della camera di combustione, per quello che riguarda puffer e accessori prova a dare un'occhiata nel sito della solarbayer, hanno ottimi prezzi....per i prezzi ti rimando ai due siti che ti ho indicato, visto che qui non si potrebbe parlarne....per quanto riguarda le austriache non si discutono,ma hanno dei prezzi veramente esagerati, per quello che è il mio metro di giudizio(non che l'arca te le regali, sia ben chiaro, anzi...),la mescoli la fanno a vignola, ed è una caldaia che sì va bene, ma senza infamia nè lode, le autriache e l'arca sono anni luce avanti(ad esempio, per quello che riguarda l'arca ho la possibilità di gestire tramite la centralina elettronica della caldaia tutte le vaie pompe, il boiler o il puffer, e perfino gli eventuali pannelli solari,ho tre giri di fumo, la modulazione dell'aria in aspirazione,ecc...)tutte cose che la mescoli si sogna....ciao

alexraffa
16-07-2010, 16:07
Ciao,

io ho investito su una froling, la macchina va bene, ma è nuova e quindi non ho problemi, il servizio invece è molto buono ed i tecnici competenti.

Ciao
Alex

tom-tom
16-07-2010, 22:34
la mescoli la fanno a vignola, ed è una caldaia che sì va bene, ma senza infamia nè lode, le autriache e l'arca sono anni luce avanti(ad esempio, per quello che riguarda l'arca ho la possibilità di gestire tramite la centralina elettronica della caldaia tutte le vaie pompe, il boiler o il puffer, e perfino gli eventuali pannelli solari,ho tre giri di fumo, la modulazione dell'aria in aspirazione,ecc...)tutte cose che la mescoli si sogna....ciao
Turbogen,visto che parli in prima persona "ho la possibilità di gestire" "ho tre giri di fumo" ma sei tu la caldaia ? questa caldaia ha tanti pregi anche quello di parlare ? Scusate ma già altre volte mi sono sentito in dovere di intervenire,non ritengo giusto che si sminuiscono altre marche quando non c'è contraddittorio,non è giusto,se si vuole lodare una marca si faccia senza denigrarne altre,caro turbogen tu pensi che quelli della mescoli sono gli ultimi arrivati? io ho una d'alessandro che mi fa anche il caffè l'arca se lo sogna di farlo

biomassoso
16-07-2010, 23:55
la mescoli la fanno a vignola, ed è una caldaia che sì va bene, ma senza infamia nè lode, le autriache e l'arca sono anni luce avanti

basta vedere cosa uno intende per "anni luce", che stranamente la Mescoli ha una resa maggiore dell'Arca......:devilred:

turbogen
17-07-2010, 06:24
solo tu la paragoni alla turbogen, io all'aspiro,leggete bene ragazzi...e soprattutto non scordarti che per l'arca la turbogen è la entry level, cioè quella che costa meno di tutte, la caldaia"da prezzo"(ventilatore soffiato, due giri di fumo, pannello di controllo elettromeccanico..)mentre per la mescoli hai preso il top di gamma,per fortuna che non me l'hai paragonata alla turbogen in versione base,che non ha nemmeno l'intercooler(qui volevo metterci uno o due diavoletti,ma nella lista delle emoticons non li trovo, peccato, ci stavano proprio bene.....)i pagagoni, se li vogliamo fare, facciamoli fatti bene, confrontando caldaie equivalenti, no???....x tom tom:...spero che il caffè te lo faccia veraveramente buono....a parte gli scherzi,perchè non ce la descrivi,potrebbe essere pure una validissima alternativa...ragazzi, cerchiamo di portare esempi in modo costruttivo,sono quelli che interessano a sergio.ciao ciao:bye1::bye1:

tom-tom
17-07-2010, 08:13
<o:smarttagtype namespaceuri="urn:schemas-microsoft-com<img src=" http:="" www.energeticambiente.it="" images="" smilies="" redface.gif="" border="0" alt="" title="Embarrassment" smilieid="2" class="inlineimg"></o:smarttagtype><!--[if gte mso 9]><xml> <w:WordDocument> <w:View>Normal</w:View> <w:Zoom>0</w:Zoom> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone> <w:PunctuationKerning/> <w:ValidateAgainstSchemas/> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText> <w:Compatibility> <w:BreakWrappedTables/> <w:SnapToGridInCell/> <w:WrapTextWithPunct/> <w:UseAsianBreakRules/> <w:DontGrowAutofit/> </w:Compatibility> <w:BrowserLevel>MicrosoftInternetExplorer4</w:BrowserLevel> </w:WordDocument> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="156"> </w:LatentStyles> </xml><![endif]--><!--[if !mso]><object classid="clsid:38481807-CA0E-42D2-BF39-B33AF135CC4D" id=ieooui></object> <style> st1\:*{behavior:url(#ieooui) } </style> <![endif]--><style> <!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} @page Section1 {size:595.3pt 841.9pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:35.4pt; mso-footer-margin:35.4pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} --> </style><!--[if gte mso 10]> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} </style> <![endif]--> Turbogen,mi dici a cosa serve descriverti la mia caldaia se la tua si trova anni luce avanti,unitamente alle austriache? io ti descrivo la caldaia e tu ,in qualità di giudice decidi se “potrebbe essere una valida alternativa “ detto questo,ti accontento :fermo restando che il paragone non si possa fare in quanto la mia è una caldaia a triti ma tu puoi trovare di paragonarla ad un’altra dell’arca,io ho una csi 40kw d’alessandro,300 kg di ferraglia,elettromeccanica per scelta e non per risparmio e collegata in parallelo ad un termocamino ed ognuno si gestisce da solo ho i pannelli solari da più di 15 anni della solahart a circolazione naturale anche loro si gestiscono da soli dal momento che ho insegnato a tutti e tre di gestirsi e la caldaia deve fare quello che io gli dico di fare, mi trovo benissimo, non vedo il motivo perché io debba spendere delle somme spropositate su di una macchina che gestisce anche i pannelli solari, ma cosa me ne frega di fargli gestire i pannelli solari, quando il fine è riscaldare casa……adesso non uscirti che è un conto viaggiare col mercedes e un conto viaggiare con la punto, tutti e due impiegano lo stesso tempo per percorrere <st1:metricconverter productid="100 km" w:st="on">100 km</st1:metricconverter> ,tu non impieghi meno tempo di me per raggiungere lo stesso obiettivo,non sei d’accordo.Comunque sia non facciamo orecchie da mercante il tema della discussione non è trovare ” una valida alternativa “ alla tua caldaia e spero che nessuno risponda al tuo invito,Turbogen ,cambia indirizzo, dai retta a un fesso questo forum ha bisogno di persone che diano si consigli o facciano informazione, almeno questi consigli e questa informazione facciamoli viaggiare su una strada a più sensi di marcia

turbogen
17-07-2010, 09:45
allora, per ordine:io non ritengo nessuna caldaia un'ammasso di ferraglia,e non lo penso nemmeno, anzi,tutt'altro, semplicemente ritengo l'arca(ASPIRO)più avanzata della mescoli, è il mio parere,ho citato delle caratteristiche che a mio avviso gli danno quel qualcosa in più,che anche se non fondamentale a qualcosa pure conterà e così come rispetto il tuo parere e quello di bio, così come quello di tutti quelli che scrivono sul forum, gradirei pure che fosse rispettato il mio,io non sono il giudice di nulla e di nessuno, esprimo semplicemente il mio parere,come facciamo tutti ,del resto..ora, posso assicurarti che non me ne uscirò mai con paragoni con mercedes, ferrari fiat o altre robe simili, e che non paragonerò mai la tua d'alessandro con nessuna arca, in primis perchè proprio non la conosco,e poi perchè mi fidi di quello che dici, sei una persona preparata,anche più di mè,e questo non ho nessuna difficoltà ad ammetterlo,e per ultimo, se mi volete concedere un pò di ot, vi farò un'elenco di tutto quello che non mi piace dell'arca, sperando di farvi finalmente contenti:in primis ritengo in prezzi un pò troppo alti, infatti adesso hanno dovuto introdurre le caldaie in versione base, per proporre qualcosa di seppur valido ma dal costo abbordabile, il costo di boiler, puffer e compagnia bella è spropositato,sarà roba valida, ma costa più del doppio di roba altrettanto valida,come caldaie non ritengo un prodotto molto valido la granola manuale,volete che nel 2010 non abbiano ancora trovato un modo di fare una caldaia a combustibili triti ad accensione automatica???(la granola automatica funziona solo a pellet...)per ultimo, prima me n'ero scordato, la pulizia del terzo giro di fumi, quello per intenderci con le lamiere saldate a mò di V all'incontrario, da pulire con lo scovolo triangolare, utilizzando legna molto umida, o che comunque forma molto catrame, può diventare molto difficoltoso da pulire.....ragazzi, cerchiamo di non fare polemiche un pò pretestuose,io qui di reali consigli sulla domanda iniziali, a parte i miei e quelli di alex, devo ancora vederne,ho solo visto un qualche tentativo di denigrare me e l'arca, io come ho già detto esprimo il mio parere, e lo torno a ripetere un'altra volta, non mi sono mai sognato di dire che le mescoli siano degli ammassi di ferraglia, ho solo detto che ritengo quella mescoli indietro rispetto all'arca aspiro, tutto qui...per il resto, ci era stato chiesto consiglio su che caldaia e accessori montare, che ora possiamo tornare tutti a parlare di queste due domande????speriamo che il linciaggio sia finito...ciao ciao:bye1::bye1:

tom-tom
17-07-2010, 10:56
<meta http-equiv="Content-Type" content="text/html; charset=utf-8"><meta name="ProgId" content="Word.Document"><meta name="Generator" content="Microsoft Word 11"><meta name="Originator" content="Microsoft Word 11"><link rel="File-List" href="file:///C:%5CDOCUME%7E1%5CAugusto%5CIMPOST%7E1%5CTemp%5Cms ohtml1%5C01%5Cclip_filelist.xml"><!--[if gte mso 9]><xml> <w:WordDocument> <w:View>Normal</w:View> <w:Zoom>0</w:Zoom> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone> <w:PunctuationKerning/> <w:ValidateAgainstSchemas/> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText> <w:Compatibility> <w:BreakWrappedTables/> <w:SnapToGridInCell/> <w:WrapTextWithPunct/> <w:UseAsianBreakRules/> <w:DontGrowAutofit/> </w:Compatibility> <w:BrowserLevel>MicrosoftInternetExplorer4</w:BrowserLevel> </w:WordDocument> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="156"> </w:LatentStyles> </xml><![endif]--><style> <!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} @page Section1 {size:595.3pt 841.9pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:35.4pt; mso-footer-margin:35.4pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} --> </style><!--[if gte mso 10]> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} </style> <![endif]--> Turbogen, tu non puoi cantartela e suonartela a tuo piacimento,in primis nessuno ti sta linciando,per adesso, le frasi che ho citato le hai dette tu “potrebbe essere una valida alternativa” con detta affermazione ti sei già posto un gradino più in alto,tu hai detto che l’arca è anni luce avanti denigrando la mescoli il “sognare”cosa lascia intendere?detto questo adesso non fare la vittima essi cooerente, mi permetto,se consentitomi,di rimproverarti questo, non puoi elogiare la tua caldaia a scapito di altre ,vuoi consigliare l’arca?bene ,fallo ma nel rispetto delle altre case anche se ritenute da te meno valide,perché alla fine questo hai detto o sono scemo oppure ho capito male,ripeto io ho una d’alessandro trovami un post che ho enfatizzato ovvero sbandierato che la mia caldaia è migliore della tatano o della pasqualicchio o della risparmiala ecc.ecc.,se non comprendi questo io non posso farti nulla,quindi ti consiglio di cambiare politica.Ti vanti che sei l’unico che ha dato un consiglio e gli altri hanno taciuto,certo…non abbiamo valide alternative da proporre.Inoltre per quanto mi riguarda io rispetto tutti i pareri ,ci mancherebbe altro che non rispetti il tuo, ma a condizione che non denigri altre marche.Nessuno ti ha accusato di aver detto ammasso di ferraglia quello l’ho detto io e lo confermo, è una mia opinione in primis per la d’alessandro seguite da tutte le altre italiane, austriache ecc.ecc,quando hai tolto qualche componente sempre ferraglia resta

turbogen
17-07-2010, 11:42
secondo me sei tu che non continui a voler capire,io non penso di avere sbagliato assolutamente nulla ad esprimere un mio legittimo parere, hi semplicemente detto, e lo torno a ripetere che l'arca può essere"una valida alternativa" sia alle austriache che alla mescoli, così come torno a ribadire che dal mio punto di vista la mescoli è una caldaia tecnologicamente un pò più indietro dell'arca(questo te lo concedo, anni luce era un pò esagerato),i motivi di questa affermazione gli ho già spiegati prima, con questo non voglio assolutamente dire che le mescoli siano degli emeriti bidoni, sono caldaie sicuramente valide(riporto dal mio primo post: è una caldaia che sì va bene, ma senza infamia nè lode.....non mi sembra di avere denigrato un bel nulla,ho solo espresso un parere, tra l'altro, per completezza di informazione, un mio cliente ne ha una, un modello di 6 ani fa a fiamma rovesciata, penso sia il tipo prima di quella portata in esempio,,a me paragonata all'arca non mi piace, e lo torno a ripetere, ma lui ne è soddisfattissimo, ed è questo alla fine dei conti che importa)e ora, che qualcuno ha qualcosa di più serio da portare per la discussione(caldaie, puffer, ecc...)????non penso che al nostro amico che ha posto la domanda gliene possa fregare di meno di queste diatribe....a,visto che hai detto che per adesso non è ancora un linciaggio(riporto dal tuo post:nessuno ti sta ancora linciando, per adesso)......mah, spero di avere capito male, non hai detto una cosa molto bella.....sei una persona molto intelligente, a buon intenditore poche parole, spero che capirai.....io non me lo sarei mai sognato di dire una cosa simile(si intende il per adesso....)

caponord23
17-07-2010, 11:56
sergiof mi contatti via mail?
schema28@gmail.com

tom-tom
17-07-2010, 12:04
ti dico solo questo e poi chiudo,non prendere alla lettera "per adesso"di linciaggio hai parlato tu riferito al fatto che ti contestiamo le tue affermazioni, se continui sulla linea tenuta e vedo che non hai intenzione di rinunciarvi e continui sempre a dire le stesse cose vedrai che altri ti contesteranno questo, pertanto linciaggio = dissentire,nessuno vuole tirarti le pietre,detto questo non accusarci di manifestazioni nei tuoi confronti che non rispecchiano la realtà,se tu continui a tenere questa linea di condotta permetti che io tengo la mia,detto questo se la mia mia giustificazione non è stata convincente ti porgo le mie scuse per il "per adesso "

turbogen
17-07-2010, 12:10
grazie, scuse accettate
per il resto vedo che almeno su questa cosa la pensiamo uguale,io continueròtranquillamente a proprre il mio modo di vedere le cose, così come tu e gli altri ragazzi continuerete a proporre il vostro, siamo in democrazia, e se qualcuno me lo contesterà gli risponderò educatamente spiegandogli le mie ragioni,così comeè stato fino adesso.e ora speriamo che si possa finalmente tornare a parlare di caldaie e puffer.ciao ciao:bye1::bye1:

LuGa59
18-07-2010, 16:28
buongiorno a tutti

ciao sergiof

partendo dal tuo post , a mio giudizio , vorrei sottolineare che , alla fine , hai centrato il discorso .
La convenienza o meno di una caldaia a biomassa è da valutare qualora il costo del nostro riscaldamento annualmente è superiore ai 4000,00 € . Quando questo costo è intorno alla metà , stando ben caldi , non c'è convenienza alcuna nè verso le caldaie straniere ( lavoro per Froling ) nè tantomeno per le caldaie italiane anche con il 55% .

Poi tutti ci diciamo che è bello tagliare la legna , che la comperiamo in stanga perchè costa meno etc , etc : proviamo a dare un minimo costo orario al ns lavoro per questa attività, agli spazi necessari , a quante volte maneggiamo il materiale , al deperimento e al costo dei mezzi meccanici e ai rischi di farci male .

Valutiamo prima se più conveniente coibentare , anche solo in parte , l'abitazione soprattutto quando la spesa per il riscaldamento è intorno ai 2000 € .

mignek
18-07-2010, 16:59
la tua riflessione non mi trova particolarmente d'accordo; io sto passando alle biomasse(l'inizio è molto complicato) in quanto devo scaldare una casa di 150 mq su tre livelli. Attualmente uso gas metano e, con una spesa direi superiore ai 2000euro, non ho molto caldo; anche io all'inizio avevo pensato di coibentare bene la casa ma, dopo la ritrutturazione che ho dovuto fare, i soldi non erano più molti. Quindi classica coperta corta con decisione del passaggio alle biomasse

Dott Nord Est
18-07-2010, 18:03
io medio....
se la spesa è limitata, direi 800/1000 eruo annui, non conviene, l'ammortamento sarebbe troppo lungo.
se invece spendo di +, allora c'è da pensarci.
per la biomassa si può partire anche con una spesa ridotta, dipende sempre cosa vuole fare una persona.
l'importante è sapere che la biomassa comporta un pò di lavoro e l'ammortamento non dovrebbe essere superiore ai 5/7 anni.

claudio5
19-07-2010, 22:04
salve,
vorrei sostituire uina vecchia caldaia a legna della unical la gasogen 40 del 1996 perchè mi dava dei problemi, (precisamente se dimenticavo la leva del by pass aperta dopo il caricamento della legna sovente rischio che mi pernda fuoco il camino un disatro, l'ultima volta mi è successo a marzo e ho detto basta..), ho visto parecchie caldaie a fiamma a gassificazione e sono indeciso tra le austriche che costano parecchio e sono:
sergio

Io di Unical gasogen 40 ho gia la seconda la prima è durata 14 anni e da 4 anni ho la nuova , e la leva del BY PASS NON c'è più si apre con la porta e si chiude quando la chiudi e aspirata e consuma meno della vecchia , io non vendo caldaie le uso e la comodità di togliere una e mettere la nuova senza cambiare molto nell'idraulica " non ha prezzo " 4 ore di lavoro (specie d'inverno).

Saluti claudio

Ps: a gas non so quanto consumerei non l'ho mai usato

renato&soleil
20-07-2010, 11:33
Purtroppo l'esperienza di un mio vicino con arca aspiro inox non è molto positiva ,dopo un anno e mezzo la culla dove batte la fiamma si è fusa e non gli è stata cambiata in garanzia
la motivazione è stata che ha usato anche tronchetti di truccioli pressati e questi rialzano troppo la temperatura della fiamma ,forse doveva bruciare paglia o fogli di giornale .
sarà una mia opinione personale ma paragonarle a certe austriache ritengo sia un po azzardato

turbogen
20-07-2010, 17:51
ciao renato, come da condizioni di garanzia dell'arca i barrotti(queli che tu chiami culla della fiamma) in ghisa sono considerati materiale di consumo, e quindi non sono coperti da garanzia,c'è da dire che è un problema che onestamente ai miei clienti, usando legna normalissima non è mai successo niente, è molto probabile che la spiegazione sia da cercare proprio nell'uso nei tronchetti di legna pressata...p.s:l'unica cosa che cambia dalla versione inox a quella normale è il tipo di acciaio e lo spessore,5 mm per la versione inox e 8 mm per quella in acciaio normale,tutto il resto è uguale

tom-tom
20-07-2010, 18:26
Purtroppo l'esperienza di un mio vicino con arca aspiro inox non è molto positiva ,dopo un anno e mezzo la culla dove batte la fiamma si è fusa e non gli è stata cambiata in garanzia
la motivazione è stata che ha usato anche tronchetti di truccioli pressati e questi rialzano troppo la temperatura della fiamma
Sicuramente se era successa a me una cosa del genere con quella risposta, sicuramente l'arca veniva invitata davanti G di P.Ma stiamo scherzando,i tronchetti sempre segatura pressata sono.Sarei stato curioso davanti ad un giudice come facevano a dimostrare,se pure fosse vero che la causa sia stata quella,che erano stati bruciati tronchetti anzichè legna.Ma quando si acquista una caldaia Arca viene detto quale legna bruciare?quercia,faggio,castagno ecc..ecc..io chiedo, non lo so, ci sono delle limitazione,sono scritte chiaramente.Ma questi tronchetti di segatura pressata sono tipo fiamma ossidrica?perchè altrimenti non si spiega ovvero la caldaia è delicatina

giuggiolo0107
20-07-2010, 18:49
non so i tronchetti .... ma se bruci delle traversine da ferrovia la caldaia fa presto a scaldarsi!!!! (fermo restando l'assoluto divieto di bruciarle, ma una volta lo si faceva.....:bored::bored:)

turbogen
20-07-2010, 18:54
tomtom, voglio vedere a cosa ti appellavi, sulla garanzia che tu avresti firmato e sul libretto di uso e manutenzione c'è chiaramente scritto che vengono considerati materiale di usura, e quindi la vedo dura spuntarci qualcosa.....
detto questo, quanto ci scommettiamo che l'amico di renato bruciandoci solo normalissima legna(cioè bruciandoci quello per cui è nata la caldaia) non avrà mai problemi, per molti, moooolti anni???

tom-tom
20-07-2010, 19:19
allora diciamo questo,io per principio non scommetto mai se lo faccio vuol dire che ho già vinto detto questo ti chiedo questi barrotti che funzione hanno,che valore hanno in soldi compreso di lavoro,inoltre tu dici che sono soggetti ad usura bene,dei supporti non so cosa siano, a contatto con il calore, si sciolgono?io ti faccio un esempio le candelette nelle caldaie si possono guastare, ma non sciogliere, se si scioglie non è usura,inoltre ancora , non hanno detto che è materiale di consumo, ma hanno detto che non passa in garanzia perchè ha usato i tronchetti ,questo loro debbono dimostrare,ma sti cosi quanto costano, ho l'impressione che si sono persi per niente

turbogen
20-07-2010, 19:35
allora, i barrotti sono fondalmentamente delle griglie al di sopra dei quali vi è la brace nel magazzino legna, hanno delle fenditure attraverso cui passa la fiamma che va a finire al di sotto nella camera di combustione, se sei curioso puoi scaricarti un qualsiasi libretto di uso e manutenzione delle caldaie a legna dal sito dell'arca....come costo onestamente non lo so,non mi è mai capitato di cambiarne, penso al massimo, esagerando, 100-200€una serie(non è un'unico pezzo, sono divisi l'uno dall'altro, il numero dipende dalla potenza della caldaia, più è potente più ve ne sono)comunque, come puoi ben capire, sono il pezzo più sollecitato termicamente della caldaia,ed è proprio per questo che vengono considerati materiali di consumo,evidentemente quei bricchetti di legna sviluppavano un potere calorifico ben superiore a quello della normale legna,ecco spiegato il perchè dell'accaduto...
io ti posso dire che se fossi stato il centro assistenza chiamato a intervenire avrei provato a telefonare in fabbrica a chi di dovere,poi magari non riuscivo a farli passare in garanzia lo stesso, ma tentar non nuoce..
ti voglio aiutare, faccio copia-incolla del libretto di uso e manutenzione nel paragrafo relativo ai barrotti:

I barrotti della griglia sono costruiti in materiale ad elevata resistenza alle alte temperature e all’attacco acido
dei gas di combustione. Pertanto sono idonei al funzionamento per un numero imprecisato di ore
proporzionale alla temperatura di lavoro (che dipende dal tipo di legna, dall’umidità, dal potere calorico della
legna, dalla temperatura di lavoro della caldaia, dalle soste più o meno frequenti della caldaia, dal contenuto
di acido acetico della legna ecc.), all’acidità della fiamma, alla pulizia e manutenzione della zona griglia, al
corretto funzionamento di tutta la caldaia.
Sono pertanto esclusi dalle condizioni generali di garanzia e debbono essere considerati a tutti gli effetti
materiale di consumo.

come ti ho già detto, con della normalissima legna(sia castagno supertriste o ottima quercia)problemi non se ne presentano in nessun modo...

tom-tom
20-07-2010, 19:48
dopo 1 1/2 non mi puoi dire che è materiale soggetto ad usura e non mi puoi dire che la causa sono i tronchetti , neanche se lo vedo ci credo, ma allora se bruciavo dei castagnoli secchi si scioglieva anche la caldaia,comunque sia questi barrotti erano difettosi e l'arca senza discutere doveva sostituirli e chiedere scusa per il disagio,comunque sia e bene che queste cose si sappiano,dove si scaricano i libretti?

turbogen
20-07-2010, 19:51
infatti nessuno si lamenta del fatto che sta cosa sia saltata fuori, torno a ripetere che usando della normalissima legna non sarebbe successo un bel niente,spero che l'amico di renato adesso segua il mio semplice consiglio.ciao
scusa, non avevo letto la tua ultima domanda, basta che vai sul sito dell'arca,cliccando su prodotti segui il menu finchè non arrivi al prodotto che ti interessa,ci clikki sopra e dovrebbe apparirti una semplice descrizione del prodotto con infondo il link per scaricare il libretto, se non ci riesci fammi sapere che ti invio io il link per scaricarti il libretto.ciao

Le caldaie di elevata potenza vengono spesso usate da clienti che hanno processi produttivi nel settore della
lavorazione del legno.
I residui della lavorazione del legno vengono introdotti in caldaia come combustibile.
Molto spesso tali residui sono molto secchi e oltre a legno naturale contengono resine, vernici o altri materiali
che non dovrebbero essere usati in caldaia.In tal modo il potere calorifico del combustibile risulta essere
molto elevato;di conseguenza aumenta molto la potenza della caldaia e la temperatura dei fumi allo scarico.
ATTENZIONE!: se la temperatura fumi a piena potenza della caldaia va oltre i 200°C, possono sorgere
problemi con il motore di aspirazione (si secca il grasso lubrificante), con i bardotti (possono usurarsi
rapidamente), con i catalizzatori, ecc..
Pertanto è fortemente consigliato controllare la temperatura e, nel caso sia troppo alta, ridurre la potenza
della caldaia, riducendo l’aria di alimentazione e suggerendo al cliente di mescolare alla legna molto secca o
ai residui di lavorazione del legno ad elevato potere calorifico, altro combustibile meno secco e con inferiore
potere calorifico.
Per un bon funzionamento del sistema la temperatura fumi della caldaia deve essere compresa tra i 150°C e
i 180°C.
Se risulta inferiore possono sorgere problemi di condensa e corrosione.
Se risulta superiore possono deteriorarsi il ventilatore, i barrotti e il catalizzatore.
Ovviamente la taratura della caldaia risulta risulta necessaria a causa delle notevoli differenze di potere
calorifico dei combustibili solidi utilizzati.

come potrete tutti ben capire da quest'altro stralcio del libretto di uso e manutenzione, sarebbe bastato probabilmente regolare la combustione della caldaia in finzione del combustibile, e non sarebbe sorto nessun problema....

tom-tom
20-07-2010, 20:09
se tu sei convinto che la causa sono stati i tronchetti che vuoi che ti dica,rimani della tua convinzione,tu convieni con me che l'arca si è persa in un bicchier d'acqua ?credo che qualche migliaio di euro ci costi 6/7/8/ o + non ho la minima idea del costo

turbogen
20-07-2010, 20:17
io ti ho già detto come la penso, portando dei fatti a sostegno(mi sarebbe piaciuto vedere la temperatura dei fumi di quella caldaia...),probabilmente se quei pezzi fossero stati sostituiti in garanzia, senza regolare la combustione in funzione del tipo di combustibile, si sarebbero tornati a fondere molto presto, voglio sperare che adesso stia usando della legna, o che se sta continuando a usare i tronchetti abbia fatto regolare la combustione di conseguenza( e se non lo ha ancora fatto voglio sperare che lo faccia in fretta...)sul libretto è ben specificato cosa usare e cosa non usare, e le accortezze da tenere, se poi uno legge i libretti di sfuggita, oppure non li legge, di questo non può essere incolpata l'arca,nè nessuna altra marca di caldaie..ciao:bye1:

tom-tom
20-07-2010, 20:32
ok,va bene così,rimane di fatto che ha bruciato tronchetti di segatura pressata e non vernici,saluti

alexraffa
21-07-2010, 06:15
Turbogen,

attento alla troppa fiducia nei prodotti, questa caldaia ha modo di fare un minimo di regolazione in automatico? La mia caldaia rogola in continuo la velocità del ventilatore in base alla T dei fumi e all'O2 rsiduo, sonda lambda così la combustione si auto-adatta.

Ciao
Alex

turbogen
21-07-2010, 06:23
certo, nel tipo nuovo fuori da circa un'anno c'è la sonda fumi e il ventilatore a velocità variabile, oltre alla modulazione dell'aria, nel tipo vecchio invece vi era solo la modulazione dell'aria in aspirazione.ciao:bye1:

leone sandri
21-07-2010, 08:14
Quando stavo valutando l'acquisto della mia futura caldaia mi sono imbattuto in questo problema, sono andato a visitare alcuni utilizzatori con caldaie di diversi produttori ed ho riscontrato il problema sopradescritto, ovvero le piastre di alcune caldaie fondono regolarmente, naturalmente ho ascoltato i proprietari, quindi non posso garantire cosa ci hanno bruciato, ma alla domanda se erano soddisfatti "la caldaia và benissimo l'unico difetto è che fonde le piastre una o + volte all'anno"(costo intorno ai 100-200 euro).
Sbalordito ho rivolto la mia attenzione ad altre caldaie diverse, la mia ha due piastre che separano la camera di combustione 900-1100° in refrattario dal vano carico, sono raffreddate dall'immissione dell'aria secondaria che le lambisce da sotto, dopo una stagione di utilizzo nessuna fusione e spero di non doverle cambiare a breve, sulla garanzia della mia caldaia non ho trovato scritto da nessuna parte che sono materiale di conusmo, il che mi fà ben sperare.

sergiof
21-07-2010, 09:15
ciao turbogen
dalla trua risposta mi sembre sei molto interessato all'arca, sei un venditore o altro?
per i barrotti anche se sono considerati materiali di consumo dovrebbero avere un minimo di durata, l'utente deve anche bruciare solo legna, quando usi altri prodotti devi fare attenzione. E' quasi come se compro un'auto diesel ci metto kerosene. Penso comunque che una ditta seria ti dovrebbe darti un'auito o passarli in garanzia per la prima volta o a prezzi scontati.

margiop
21-07-2010, 09:19
molte caldaie a legna a fiamma rovesciata prevedono la possibilità di bruciare i bricchetti, vedi atmos, che ne lo prevede espressamente.
capisco che ci siano dei limiti nelle condizioni di utilizzo, ma una caldaia a biomassa dovrebbe essere progettata per essere di bocca buona.

Riparazione caldaia a legna (http://www.fuocoelegna.it/editoriali/000106.php)

queste sono cose che possono succedere, tuttavia è sempre antipatico affrontarle, specie se si sono spesi 7k eurozzi.

Fuochista
21-07-2010, 09:48
Purtroppo gli ugelli del bruciatore in metallo sono sempre soggetti a deformazioni...nelle nostre caldaie quella zona è tutta in refrattario ceramico.Per carità è sempre soggetto ad usura ma almeno si fanno varie stagioni prima di intervenire ciò perchè la resistenza alle alte temperature è molto superiore...;)

turbogen
21-07-2010, 10:45
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

ciao sergio, io sono un semplice idraulico e centro assistenza autorizzata dell'arca caldaie, tutto qui.
per il resto, vi torno a confermare che su quella tipologia di caldaie c'è chi ha ancora i suoi barrotti originali dopo 16 anni, e non parlo di pochi casi, a me personalmente non è mai capitato di sostituirne, sarà questione di fortuna..ciao ciao:bye1::bye1:

Dover
29-07-2010, 12:15
Ma come mai in questa discussione vengono fuori anche dei pareri negativi sull'arca caldaie e invece in quella sulla durata delle caldaie tutti pareri positivi?:rolleyes:

alexraffa
29-07-2010, 15:03
Ciao

magari i problemi delle caldaie non sono enecessariamento legati alla scarsa durata (o supposta tale) per cui anche se dura anni, ma è un inferno da pulire (ad esempio), si avranno commenti negativi...

Saluti,
Alex

turbogen
29-07-2010, 15:23
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

mah, è un mistero.....io parto dal presupposto,conoscendole molto bene, che sono buone caldaie, che sicuramente oltre ad avere molti pregi hanno anche qualche difetto(nessuno è perfetto, ad esempio come ho già detto se uno tende a bruciare legna molto umida o peggio quasi marcia, e si tende a formare molto catrame, può diventare un pò difficoltoso pulire il terzo giro di fumi, viceversa usando legna "normale", pure del castagnaccio, non si pongono preblemi..)però a mio avviso,e anche ad avviso di molti utilizzatori, i pregi sono molto di più, e ben più importanti, dei pochi difetti..ciao

renato&soleil
11-08-2010, 21:37
Mi sono recato dal mio amico per costatare cosa era veramente accaduto alla caldaia ,il modello èArca aspiro inox 52kw e il problema è che si sono fusi i barrotti e anche la piastra catalizzatrice detta culla ,ora la nuova che gli hanno venduta è materiale refrattario si spera che duri un po di piu ,ho pero notato che non è facile pulire la cenere settimanalmente (evviva la mia misera LOHE tutta in refrettario e tubi di scambio verticali,naturalmente ho gia sostituioto la culla ,me la sono costruita con materiale da alto forno)

Fuochista
11-08-2010, 23:17
:rolleyes: Come dicevo il refrattario è MOLTO più stabile del metallo quando si raggiungono alte temperature, tipiche delle fiamma inversa...:bye1:

turbogen
12-08-2010, 07:22
mah, se solo avesse usato della normalissima legna scommetto quello che volete che il problema si sarebbe difficilmente presentato, forse al limite tra una decina d'anni o giù di lì.......mi sembra strano che gli sia stato sostituito il catalizzatore superiore(la culla superiore si chiama così) con una in refrattario, so che il refrattario nei catalizzatori era in uso fin verso una decina di anni fa, e fu poi sostituito dalla ghisa(da non confondere coi barrotti, quelli sono sempre stati in ghisa...)senza che siano mai stati riscontrati grandi problemi col cambiamento di materiale(e penso pure che un pò di malta refrattaria costi meno della ghisa...),renato voglio sperare che il tuo amico abbia capito che la caldaia è nata per bruciare legna allo stato di tagliata dagli alberi, non altra roba....ciao:bye1:
ops, mi scordavo:ricordiamoci che il catalizzatore superiore va girato o capovolto periodicamente(tutte le volte che si pulisce la caldaia)proprio per evitare che la fiamma batta sempre nello stesso punto.

Fuochista
12-08-2010, 07:48
mi sembra strano che gli sia stato sostituito il catalizzatore superiore(la culla superiore si chiama così) con una in refrattario, so che il refrattario nei catalizzatori era in uso fin verso una decina di anni fa

Se dai un'occhiata alle caldaie a legna austriache, il non plus ultra sul mercato, il 95% usa refrattari ad alta resistenza, di colore bianco (ben diverso da quello di colore giallognolo) con mix di componenti che conferiscono una grande stabilità termica abbinata ad una buona resistenza nel tempo. ;)

uncino
03-08-2013, 09:06
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

anche la Unical oggi produce caldaie con le medisime caratteristiche che non hanno più il by-pass manuale ma automatico, visto che la caldaia ti ha servito egregiamente per tanti anni guarda anche loro...

giuggiolo0107
03-08-2013, 12:36
discussione di 3 anni orsono......o ha gia fatto o è morto di freddo!!!!!!

VSSPLA
09-09-2013, 22:31
Salve a tutti, sono nuovo del forum per cui chiedo scusa in anticipo se sbaglio sezione per postare! sono in procinto di sostituire la mia caldaia a legna (un arca da 43 kwl) con una lohe aspirata solo innova da 30 kw con valvola termostatica termovar, circolatore per carico tampone, valvola di bilancimaento, valvola di scarico termico e accessori vari, il tutto abbinato ad un serbatoio tampone in acciaio da 1400 litri con scambiaoti per produzione di ACS integrati, completo di tutti gli accessori vari per il funzionamento. Secondo voi quanto viene a costare un impianto del genere? io mi sono fatto fare un preventivo e sono sugli 11000 €, e devo dire che lo trovo caro.. questo idraulico so che lavora veramente bene, ma cosa ne pensate voi che siete esperti in materia? chiedo scusa se ho dimenticato di specificare qualcosa..

LuGa59
10-09-2013, 18:11
ciao , VSSPLA ,

premesso che mi limito a fare il commerciale , ma visto che sono legato a questo mondo dove c'entrano i lavori di installazione , quando dici " lo trovo caro ...." non si capisce bene a cosa ti riferisci .

mi spiego : alle tue aspettative , ai prezzi di un tuo conoscente , oppure più semplicemente rispetto al preventivo dei medesimi prodotti ma proposto da altro installatore ?

se è l'ultimo caso , per giudicare , dovresti avere capitolato di lavoro e distinta prodotti forniti da ambedue gli installatori .

ciao

VSSPLA
11-09-2013, 21:58
Ciao LuGa59,
dicevo che quel prezzo mi sembra sia caro rapportato al fatto che una caldaia del genere dovrebbe costare sui 4000€ (fonte SOLO INNOVA PLUS LOHE CALDAIA A LEGNA - annunci Elettrodomestici/Casalinghi a Asti (http://www.affarilandia.com/annunci/annuncio.asp?IDAnnuncio=5618)) e quindi tra puffer e valvole varie mi sembra eccessivo 7000 € come prezzo..

Giovanni Colombo
23-12-2014, 09:22
SONO FURENTE acquistata nel 2008, dopo 6 anni l'azienda tramite il rappresentante mi comunica che posso GETTARLA! montata a regola d'arte cosa ne pensate, mi conviene comprare made in Cina nel futuro????

Giovanni Colombo
23-12-2014, 09:25
6 anni mi è durata la gasogen III una vergogna. compro italiano per la qualità e mi do del mona, era meglio acquistare cinese!

FaGa86
23-12-2014, 09:37
Buongiorno Giovanni, te cosa intendi per installazione a regola d'arte?

Dott Nord Est
23-12-2014, 09:51
6 anni mi è durata la gasogen III una vergogna.

perchè devi buttarla?
inizia a dire come è montata..... Puffer o no? Vac o no ?

Giovanni Colombo
23-12-2014, 09:58
Buongiorno Giovanni, te cosa intendi per installazione a regola d'arte?

a regola d'arte vuol dire che la caldaia è stata montata senza nulla eccepire sia dall'assistenza UNICAL della mia città, neza nulla eccepire dal rappresentante della casa ed in ultimo dal mio tecnico. C'è da dire che il rappresentante unical , dopo che è stato a visionare l'impianto, ha pio ancora inviato il mio tecnico per fare le foto all'impianto. Insomma la caldaia è montata bene. il problema ora è la CALADAIA che la UNICAL mi ha detto di gettare.... sono FURENTE!

Giovanni Colombo
23-12-2014, 10:00
devo gettarla perchè si è bucata. Bollitore da 1000 lt alimentato da caldaia a legna, gas e solare. sono registrato come ecoleader livello platino.

Dott Nord Est
23-12-2014, 10:02
bollitore o puffer?
inoltre, hai la valvola anticondensa?
fai uno schizzo di come è installata

(cosa centra e cosa vuol dire livello platino?)

Giovanni Colombo
23-12-2014, 10:09
si ha la valvola anticondensa, una pompa superiore ed una inferiore , in piu' buttava l'acqua sempre nel bollitore, ( non ci fosse il bollitore....) tutto nuovo ....oltre 40.000 euro di impianto.. ero soddisfatto fino a 5 giorni fa oggi sono stra...zz..to. la Unical so che ha ritirato una marea di caldaie due anni fa. ma non era per questo motivo. la caldaia ha " due anni" di garanzia sul corpo centrale... ma che ditta è? la conoscete? ma come è possibile? ma se compravo cinese facevo un affare.... quando la avreui ammortizzata sta bestiaccia?
il bollitore ha i vari collegamenti per il solare in basso e la caldaia a condenzazione a gas in alto e in mezzo ( circa) entrava la caldaia Gasogen 32 kw NON HO PAROLE sono affranto, disgustato.

FaGa86
23-12-2014, 10:09
Per Valvola anticondensa Intendo un sistema che garantisca un ritorno in caldaia al di sopra di una certa T che può essere fatto: valvola con bulbo, valvola motorizzata oppure sistema con doppia pompa (una sul ritorno e una sul TEE di discesa dalla mandata. Bollitore o puffer? Caldaia a vaso aperto o vaso chiuso? Da come descrivi l'impianto la caldaia lavorava si e no su 300 litri di acqua tecnica.

Dott Nord Est
23-12-2014, 10:12
giovanni, bisogna vedere se è montato tutto giusto (appunto per questo serve uno schizzo)
poi, se si è bucata, bisogna capire il perchè.
indipendentemente dalla ditta, anche la Ferrari a volte si ferma....
come dice FaGa, se la caldaia lavorava su circa 300 lt, dovresti incazzarti con chi te l'ha montata così....... :clapping::devilred:

Giovanni Colombo
23-12-2014, 10:19
vedi foto:44388

FaGa86
23-12-2014, 10:26
Giovanni se quelle che indichi in foto sono mandata e ritorno caldaia, il collegamento è sbagliato.

Considera che secondo me, dovevi utilizzare non meno di 1500-2000 litri di puffer (sempre se quello in foto è un puffer) per la sola caldaia a legna.

E non ci dici se è stata montata a vaso aperto o vaso chiuso.

Giovanni Colombo
23-12-2014, 10:27
443894439044391 il bollitore è da 1000 lt

Giovanni Colombo
23-12-2014, 10:29
devo gettarla perchè si è bucata. Bollitore da 1000 lt alimentato da caldaia a legna, gas e solare. sono registrato come ecoleader livello platino.

FaGa86
23-12-2014, 10:34
Giovanni io vedo una sola pompa e nessun sistema anticondensa, anche perchè sulle porte e nella stessa caldaia di formazione di "catrame" ce n'è parecchio.

Giovanni Colombo
23-12-2014, 10:36
io sono solo un " povero pirla" che ha pagato. faccio un altro mestiere e non il tecnico termico installatore. dico solo che sia l'assistenza UNICAL della mia città dice è montata bene, con conferma anche del rappresentante ufficiale UNICAL. A questo punto lancio la palla alla UNICAL per la risoluzione del problema. certo di comprare ancora unical me ne guardo bene!

FaGa86
23-12-2014, 10:42
Nessuno te ne fa una colpa, ma se non c'è un vero e proprio sistema anticondesa la caldaia non si preserva dal problema di fori.

Il sistema anticondensa come detto prima preserva ritorni di acqua fredda in caldaia e la preserva.

Poi la caldaia lavorava su si e no 300 litri di acqua tecnica e peggiorava ancora maggiormente il funzionamento della caldaia (sarà sempre stata in mantenimento).

Hai altre foto dell'impianto?

Giovanni Colombo
23-12-2014, 10:51
si sono presente. io ho sentito che parlavano che è attivo il sistema anticondensa con la pompa superiore che vedi in foto, so che c'è un altra pompa piu' in basso, so che c'è un vaso ( aperto) per l'acqua. so che di riscaldamento sono oltre 600 lt e c.ca 400 per i cinque bagni che servo. e ripeto tutto sarebbe stato fatto bene. e non lo dico io o un tecnico x, lo dice il rappres. UNICAL. e cio' mi basta!! di che foto potresti aver bisogno per vedere meglio? in piu' l'acqua girava sempre a non meno di 60 gradi dal bollitore. la temperatura del mostro era dai 60 ai 80 gradi di media, a volte aumentavo a 90 per pulire dal catrame dello sportello. tutto regolabile e fattibile dal mostro con apposito potenziometro.

FaGa86
23-12-2014, 10:54
Dietro la caldaia per vedere l'altra pompa e altri particolari. Ripeto la caldaia lavorava solo su 300 litri di acqua, quando invece andava collegata ad almeno 1500 litri di puffer.

Giovanni Colombo
23-12-2014, 11:03
44392443934439444395

fabriziowhite
23-12-2014, 11:07
vedendo l'ultima delle quattro foto sembra che il sistema anticondensa sia fatto dalla pompa a destra che prende acqua dalla mandata e la butta sul ritorno, magari sbaglio........

FaGa86
23-12-2014, 11:15
In teoria la pompa sulla mandata doveva essere montata sul ritorno. Dipende a che T si attivavano le due pompe. Il vaso chiuso se non ben chiuso ossigena l'impianto quindi con possibili problemi di buchi in caldaia e/o puffer

Dott Nord Est
23-12-2014, 11:50
il problema per il povero giovanni non è stata la caldaia, ma chi l'ha montata.....

Giovanni, hai uno schema da postare? altrimenti non si capisce nulla...
mi sembra di intuire poi che il 1000 lt sia un kombi....
inoltre, la caldaia a legna non scarica diretta, ma su una serpentina (altrimenti avresti dovuto avere uno scambiatore)

Giovanni Colombo
23-12-2014, 11:52
Noi siamo costretti a seguire bene i clienti, ci confrontiamo con loro e ci chiedono parecchi consigli su come migliorare le loro abitudini ecologiche. Mi auguro solo che la UNICAL si comporti da azienda italiana seria ci contatti per la risoluzione del problema. 44398

Giovanni Colombo
23-12-2014, 11:55
lo schema è tale quale quello che c'è sul manuale gasogen 3, si c'è la serpentina, ne ho sentito parlare tra loro. non scarica diretta. grazie a tutti!!

masao
23-12-2014, 12:29
Ogni quanto la pulivi la caldaia? Perché se ci sono depositi di catrame, cenere eccecc nel focolare, crei un punto di rugiada e ciao ciao caldaia. Anche dopo 2 anni. Le caldaie a fiamma rovesciata richiedono un'attenta manutenzione per avere l'efficienza promessa, e la pulizia é al primo posto.

Giovanni Colombo
23-12-2014, 12:36
il catrame è regolare. ovviamente 2 volte alla settimana si puliscono le ceneri, per il catrame bastava mettere la temperatura del termostato al massimo e si puliva sola diventando il portello di color grigio-bianco.

FaGa86
23-12-2014, 16:31
Se la caldaia non la facevi lavorare a 80°, facendola erroneamente lavorare ad esempio a 65°, puoi dire anche tu "mea culpa" di quello che è capitato e poi ci aggiungi l'impianto errato e la truppa che ti sta dicendo che è stato fatto tutto a regola d'arte.

Poi se vuoi rimanere convinto di quanto hai affermato, qui nessuno vuole farti cambiare idea.

harry potter
23-12-2014, 19:54
bè dare colpe a lui non mi sembra corretto, povero cristo si è affidato a terzi per l'impianto e saranno loro che gli han spiegato di farla lavorare cosi.
comunque non è detto che tutto è perduto , se non puoi fargli causa (come?) cerca qualcuno che sà saldare e magari riesci a sistemarla..
se non riesci a ripararla, te la smaltisco io a gratis :spettacolo:

Giovanni Colombo
23-12-2014, 20:29
sono abbastanza buono, almeno mi ritengo cosi'perchè tante volte mi fregano.... ma sono anche stato capace di andare, per una sciocchezza a "mi manda rai tre", ...come una volta di ricorrere ad un CTU e vincere. la caldaia è stata posata ed installata bene, a sentire quello della UNICAL, quindi? io mi sono limitato a leggere le istruzioni ed applicarle perchè era , tra l'altro conveniente usarla al meglio. il resto se la vedrà la UNICAL se no mi toccherà chiamare ancora una volta il CTP e poi CTU. Io non ho alcuna intenzione di spendere altro, per quel che mi riguarda una caldaia a legna DEVE durare 25 anni. 25-6 esigo una caldaia che mi duri altri 19 anni e la voglio gratuita!

FaGa86
23-12-2014, 21:03
Giovanni continui a non rispondere alla mia domanda: a quale T utilizzavi la caldaia?Perché se la utilizzavi a 65* la caldaia continuava ad accendersi e spegnersi, a creare catrame e quindi successiva foratura. Mai nessuna caldaia se non collegata correttamente durerà non più di 5/7 anni. Per una durata di almeno 14/15 anni serve un impianto adeguato e una corretta manutenzione e cura della caldaia. Quelli della Unical non si abbasseranno mai a dire che il loro collegamento o che un loro tecnico ha sbagliato.

harry potter
23-12-2014, 21:07
bè se sai come muoverti è già buono.

comunque tanto per la cronaca, guardando il sito della unical GASOGEN 3 2S | Unical AG S.p.A. (http://www.unicalag.it/prodotti/domestico-50/legna/157/gasogen-3-2s)
sempre che il modello sia lo stesso.
-la caldaia è già dotata di suo di anticondensa termostatica
-nel manuale d'uso c'è scritto che la temp minima è 65 gradi, ma l'utente può regolare SOLO tra i 75 gradi e gli 85 gradi

vedendo il tubo fumo cosi scuro, non è che oltre ai problemi di modulazione visto il basso litraggio, lavorava con temperature elevate di fumi ? a 200 gradi un tubo inox non dovrebbe conciarsi in quel modo.

FaGa86
23-12-2014, 21:28
Il tubo fumi diventa di quel colore quando si hanno problemi di condensa all'interno della stessa. Il sistema all'interno della caldaia mantiene solo una certa T costante nella camera di combustione. Nel manuale di installazione è espressamente specificato che con il puffer andrebbe montato il sistema anticondensa Unical. I disegni tecnici sono chiari. Caldaia, anticondensa e puffer.

harry potter
23-12-2014, 21:52
mi sfugge come la condensa possa cambiare il colore del tubo , da specchio a giallo violastro.

si i disegni sono chiari e l'hanno allacciata appunto come da schemi unical con il kit ricircolo
visto che un puffer non c'è essendo collegata alla serpentina.

dopo son d'accordo che anch'io l'avrei allacciata diretta al puffer a vaso chiuso

FaGa86
24-12-2014, 14:27
Harry se guardi bene gli schemi la caldaia non è stata collegata come da loro schemi.

harry potter
24-12-2014, 15:41
guardando meglio sempre che ora abbia capito , sotto sul ritorno caldaia ci andava un T dove collegare il flessibile e il ritorno della serpentina del puffer.
invece dalla foto non vedo il T (magari è in basso nascosto) ma anche se ci fosse comunque è collegato il carico del vaso aperto e non il ritorno della serpentina che invece hanno collegato sul carico dove c'è la valvola di scarico termico.

ma se c'è il vaso aperto perchè c'è la valvola di scarico termico? :preoccupato:

Dott Nord Est
24-12-2014, 16:24
mi sembra di capire che la confusione regna sovrana........
Giovanni !!! uno schema da postare, no ????

Giovanni Colombo
24-12-2014, 16:25
la valvola di scarico termico c'è.. è un tubo che va ad un imbutino in metallo? il flessibile va in basso su un tubo e poi viene dalla pompa piu' bassa. ragazzi, non prendetemi in giro, di impianti non me ne intendo ma se preferite vi faccio foto più dettagliate, ditemi bene dove?

Dott Nord Est
24-12-2014, 16:28
giovanni, più che foto che poco spiegano, quando hai installato il tutto non avevi uno schema che l'installatore seguiva?

Giovanni Colombo
24-12-2014, 16:35
4441044411444124441344414

FaGa86
24-12-2014, 16:36
Giovanni nessuno ti sta prendendo in giro, ma se prima dici che era stata installata a regola d'arte ma si è bucata e dalle foto si evince che comunque qualcosa di sbagliato è stato fatto non devi prendertela con noi. Si sta cercando di aiutarti e capire se è stato commesso un errore che ha provocato il problema nella caldaia. Oltre a uno schema o disegno progettuale potresti anche spiegarci come utilizzavi la caldaia. Ad esempio T di esercizio, pulizia ecc ecc

Altra curiosità Giovanni la scatola di derivazione elettrica con il termometro è il termostato cosa comanda?

Giovanni Colombo
24-12-2014, 16:40
auguri anche a VOI ! e grazie per la passione che ci mettete.. perchè probabilmente sarà forse anche di aiuto a voi e questa vedo che è proprio passione! lo schema è quello che ho in casa con il libretto della caldaia. l'altro giorno, quando erano in tre a verificare, nessuno ha ricriminato sul montaggio, nè tantomeno sul mio utilizzo della caldaia, perche' , a mia domanda: era troppo bassa la temperatura di 60° mi hanno risposto che se hanno posizionato un manometro dove l'utente puo' intervenire ed abbassare e aumentare a proprio piacimento, la cosa "sarebbe" fattibile... ( quindi se c'è un manometro, termostato) la colpa è della UNICAL !! e su questo condivido, perche' se no mettevano fisso alla temperatura desiderata dalla casa ;) ..... poi è tornato il solo installatore che ha fotografato lo schema elettrico su richiesta della UNICAL. Vi terro' informati sull'evoluzione....

Giovanni Colombo
24-12-2014, 16:45
FaGa, lì hai il comando della pompa, della ventola, il termostato che decidi se farlo andare dai 45° agli 80° , quando si staccava a 80° poi ovviamente saliva sui 90° , c'è un fusibile e null'altro. il termostato comanda la ventola per " rinfocolare e quindi aumentare la temperatura..

Giovanni Colombo
10-01-2015, 15:10
allora novita': il corpo in acciaio in carbonio da 8,00 mm che tanto decanta la UNICAL è visibile allesterno. Oggi il fabbro la ha aperta da dietro per arrivare al buco che si è procurato. vicino alla fiamma, dove c'è stata la rottura c'è una lamiera di mm 2,5 quindi si puo' dire tranquillamente che è una caldaia del .... perchè dove è piu' importante la tenuta riducono lo spessore dell'acciao ( acciaio che attacca alla calamita...mahhh) . in ogni caso vediamo se riusciamo a risolvere :( .
in piu' vi chiedo: e vedete bene le foto il contenitore dell'acqua che si è danneggiato, all'interno presento un livello dell'acqua che non è pieno ma c'è una linea di massimo dell'acqua. E' normale perchè va in ebollizione e deve essere piu' basso? perche' è proprio a quel livello che si è danneggiata e presentato il buco. come si suol dire work in progress per la riparazione...

Giovanni Colombo
10-01-2015, 15:17
44798foto retro calcaia UNICAL

masao
10-01-2015, 16:09
C'è rimasta dell'aria dentro??? Qualche cosa allora non va. Cosa c'è subito al di fuori del raccordo di mandata della caldaia?

FaGa86
10-01-2015, 16:15
Buongiorno Giovanni,

dalla foto che hai postato mi sembra più un danno dovuto a una sovrapressione.

Riusciresti a fare una foto più grande per capire meglio dove si trova il danno.

Giovanni Colombo
10-01-2015, 18:09
44802ecco!

Giovanni Colombo
10-01-2015, 18:13
io faccio tante foto ma il portale non mi accetta tute... provero' da piu' lontano!

Giovanni Colombo
10-01-2015, 18:16
44804fronte caldaia

Giovanni Colombo
10-01-2015, 18:21
4480544806

Giovanni Colombo
15-01-2015, 16:32
probabilmente la UNICAL mi manda giu' in sostituzione un corpo caldaia. speriamo! Vi tengo informati anche sulla serietà dell'azienda! L'istallatore ha detto che secondo lui e forse anche loro.... se non riempiva a livello l'acqua il problema è proprio il corpo caldaia.

FaGa86
15-01-2015, 16:34
Potrebbe essere che il sistema interno anticondensa a bulbo abbia fatto cilecca è creato il problema.

Giovanni Colombo
15-01-2015, 16:46
non penso che c'entri nulla la condensa.. la fiamma era a vivo contatto con l'acciaio ...perchè dall'altra parte l'acqua mancava... poi lascio a voi le considerazioni piu' tecniche. Forse il bulbo non permettava un ingresso dell'acqua normale...ciao! :)

FaGa86
15-01-2015, 16:55
Esatto. Una delle cause potrebbe essere quella.

Rob983
15-01-2015, 20:49
Bel buco...spero per te che la UNICAL si riveli una ditta seria...
Anche se l'anticondensa non avesse funzionato bene, l'aria non è che si crea dal nulla...
Secondo me il segno del livello dell'acqua è stato lasciato dopo che la caldaia si è bucata. L'acqua sarà rimasta parecchi giorni a quel livello, considerando che ci sarà stato un buon ricambio con acqua ossigenata dovuto all'intervento del gruppo di carico (se era aperto) quando si è bucata.

Strano anche che le lamiere siano piegate verso l'interno, se fosse un problema di pressione le lamiere di sarebbero dovute piegare verso l'esterno...

Giovanni Colombo
24-01-2015, 10:21
BEEENEEEE !! il rappresentante UNICAL si è dimostrato quello che è e quello che puo' fare questa GRANDE AZIENDA: mi darebbe un corpo caldaia ( ovvio senza gli accessori che sono nuovi : ventola gruppo elettrico ecc.) al modico prezzo di euro 1700 piu' iva... ndr nuova solo 1000 euro in piu'. rinuncia alla provvigione! B R A V O !! e vai pure a proporre il tuo meraviglioso marchio ad altra gente. adesso la saldo, fra due anni ( spero) quando morirà definitivamente vado in AUSTRIA o SLOVENIA dove hanno piu' esperienza di legna e fanculo al made in ITALY. .. e cio' mi dspiace :( in velocità ne ho viste anche a 1.500 euro. divulgate gente divulgate!! ciao a tutti.

Dott Nord Est
24-01-2015, 13:33
giovanni, mai fare di tutta l'erba un fascio......
altri si comportano meglio magari !!

Giovanni Colombo
24-01-2015, 20:45
5 ANNI DI GARANZIA : e forse rientro anche nei certificati bianchi GSE !! KOTEL NA TRDA GORIVA TOPLING TKP 35 KW - Ogrevanje in hlajenje (http://www.merkur.si/ogrevanje-in-hlajenje/kotel-na-trda-goriva-topling-tkp-35-kw)

Dott Nord Est
24-01-2015, 20:53
dovresti cercare la lingua italiana.... con le varie descrizioni.....
ma credo che ai certificati non ci arrivi, eheheheheheh......visto che manco una centralina ha....

harry potter
24-01-2015, 21:07
giovanni quella mi sembra na caldaia tradizionale .. se è come la mia passi dalla padella alla brace!
ti tocca diventare fuochista (come mi chiama il mio vecchio) ahah

se proprio guarda qui Kotły CO, piece, bojlery, grzejniki, kocioł per eko, piec, bojler, ogniwo Z wentylatorem wyciągowym (http://kotly.com/index.php/cPath/169_208) almeno sono a fiamma inversa .

Dott Nord Est
24-01-2015, 21:12
una curiosità...
ma ste caldaie comprate di qua e di la esterofile, senza assistenza qui, se si hanno problemi, cosa fate ?

harry potter
24-01-2015, 21:49
a mè personalmente la garanzia non ha mai interessato , sia che si tratti di un'auto moto che di una caldaia
dove tecnicamente sono in grado di metterci mano cerco sempre il prezzo migliore, cosi non sono legato a nessuno per la manutenzione.

tu sei venditore, se vendi una caldaia e la installa tizio senza abilitazioni e fà lui la manutenzione, se si rompe qualcosa rispondi?
non penso , come fanno tutti i venditori (e non posso dargli torto).

Dott Nord Est
24-01-2015, 21:51
certo, i pezzi sono sempre in garanzia, indipendentemente da chi installa.
se poi la rottura è dovuta a errori di installazione, allora è altro discorso....

harry potter
24-01-2015, 22:16
appunto : "errori di installazione"... dopo magari tu sei più elastico con i tuoi clienti, ma personalmente parto prevenuto
del sottoscritto posso fidarmi, ma di terzi la mano sul fuoco non ce la metto, in 12 anni lavorativi in svariati settori ne ho viste forse troppe :bored:

Dott Nord Est
24-01-2015, 22:20
beh, se io vendo un'impianto che non viene installato da mio personale, il cliente deve installare solo su nostro schema o su schema del suo tecnico (che eventualmente se ne assume la responsabilità. Il 100% delle volte se ha il suo tecnico, ne discuto a voce con quest'ultimo)
ma penso sia la prassi questa.... si parla di buon senso sia commerciale che legale.

Giovanni Colombo
25-01-2015, 04:16
una curiosità...
ma ste caldaie comprate di qua e di la esterofile, senza assistenza qui, se si hanno problemi, cosa fate ?

ti assicuro che se compro a 1, 5 km da qui, ( slovenia) in un negozio e la faccio istallare da loro o da un tecnico di loro fiducia ti garantiscono l'assistenza, e come qui pure in Austria, pero' a questo punto essendo gli sloveni professionali al pari degli austriaci, per comodità la prendero' qui. Dispiace , credimi tanto, per il rivenditore Unical di Udine che si è fatto in quattro per risolvermi il problema ma che probabilmente non ha avuto la forza di mandare a quel paese la UNICAL esigendo un'assistenza meno interessata nel rivendere un pezzo nuovo!

Dott Nord Est
25-01-2015, 07:26
io non sto assolutamente prendendo le difese della UNICAL, visto che è pure una mia concorrente....:spettacolo:
dicevo che non tutti sono uguali, anche in Italia.... credimi.
Magari pochi... ma ci sono.