PDA

Visualizza la versione completa : Come regolare una caldaia elettromecanica in base alla temperatura dei fumi?



DCM caldaia
15-08-2010, 11:34
Possiedo una caldaia a biomassa DCM standar da 40.000Kw depotenziata a 25.700kw tramite una strozzatura che limita il passaggio del pellet.....

http://www.pctunerup.com/up/results/_201008/20100815121608_regolazione.jpg

per misurare la temperatura dei fumi ho acquistato un termometro di precisione, ho forato la canna fumaria praticando un foro da 3mm di diametro, nel foro ho infilato la sonda del termometro, inseguito ho regolato il passaggio del pellet al minimo, ho chiuso completamente serranda dell'aria, misurando con il calibro ho aperto la serranda dell'aria di 2.5mm dopo qualche secondo la temperatura dei fumi arrivava a 140/150 gradi
ho aperto la serranda di altri 10.0mm e la temperatura dei fumi è salita a 160/170 gradi
dal momento che le temperature salivano ho aperto di altri 5mm la serranda dell'aria per un'apertura totale di 15mm a questa apertura la temperature dei fumi erano a 175/185 gradi aprendo di + la serranda le temperature calavano segno che l'aria raffredava il bruciatore....
il metodo è corretto?
la vite che trasporta il pellet gira fino a quando il termostato della temperatura dell' acqua non raggiunge la temperatura selezionata in queste condizioni mi sembra giusto cercare di mantenre la temperatura dei fumi + alta posibbile al fine di spremere dal pellet tutto il calore possibile....
tuttavia alzando la temperatura dei fumi la temperatura della caldaia non mi sembra salire + in fretta....
osservando la fiamma non appare vigorosa anzi è piutosto fiacca

http://www.pctunerup.com/up/results/_201008/th_20100815123052_fiamma.jpg (http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_201008/20100815123052_fiamma.jpg)
nelle condizioni del test la caldaia per portare 300 litri d'acqua da 35 gradi a 65 ha impiegato 3 ore....


la caldaia per scaldare 80 metri quadri consuma 70/80Quintali di pellet all'anno, la casa ha doppi vetri su tutte le finestre pavimenti e soffiti doppi in legno, non possiedo altri isolanti, vivo al nord a 660 metri d'altezza, accendo la caldaia da metà ottobre fino alla fine di maggio mantengo 18 gradi di notte e 20 di giorno....
consuma mediamente 2 sacchi di pellet al giorno, nei giorni + freddi ne consuma 3, mi piacerebbe ottimizzare i consumi con l'aiuto del termometro voi cosa ne pensate?

tom-tom
15-08-2010, 12:18
metti i turbolatori e poi fai le regolazioni vedrai che avrai benefici

Dott Nord Est
15-08-2010, 13:56
difficile far regolare da sola una caldaia meccanica che non ha la scheda elettronica.... che gestisce "un'insieme" di parametri, e non solo la T° fumi.

direi pure io di usare eventualmente i turbolatori, e lasciar perdere il resto (anche per questioni di garanzia)

biomassoso
15-08-2010, 14:31
Possiedo una caldaia a biomassa DCM standar da 40.000Kw depotenziata a 25.700kw °°°°°°°°°
la caldaia per scaldare 80 metri quadri consuma 70/80Quintali di pellet all'anno, la casa ha doppi vetri su tutte le finestre pavimenti e soffiti doppi in legno, non possiedo altri isolanti, vivo al nord a 660 metri d'altezza, accendo la caldaia da metà ottobre fino alla fine di maggio mantengo 18 gradi di notte e 20 di giorno....


Bah.....forse ti converrebbe chiedere a quel genio che ti ha consigliato un pentolone che potrebbe scaldare tranquillamente 3 case come la tua: più i fumi son alti più le calorie ti scappano dalla canna fumaria, puoi rallentarne la velocità ma il tuo spreco è dato dal tenerla accesa.....unico rimedio per sopperire in parte all'immane stro@zata? installare un capiente accumulo tank in tank da caricare a palla da cui prelevare per riscaldamento e ACS e poi spegnere e lasciare (purtroppo) raffreddare completamente il pentolone!

tom-tom
15-08-2010, 14:39
dcmcaldaia,fai una cosa procurati o ti costruisci i turbolatori, poi regoli la caldaia con i fumi a 180° una volta regolata inserisci i turbo e vedi che i fumi ti si abbassano ,quello stà a significare maggiore resa, logicamente vedi come va la combustione intervenendo sulle regolazioni se ritieni d'intervenire

DCM caldaia
15-08-2010, 18:03
difficile far regolare da sola una caldaia meccanica che non ha la scheda elettronica.... che gestisce "un'insieme" di parametri, e non solo la T° fumi.

direi pure io di usare eventualmente i turbolatori, e lasciar perdere il resto (anche per questioni di garanzia)

La garanzia ormai è scaduta da tempo, la caldaia ha 6 anni...
non so se la DCM vende dei turbolatori per le sue caldaie....
visitando il sito ho notato che vendono una sorta di inserto in materiale refratario da montare sopra al bruciatore per migliorare il rendimento della caldaia, vi mostro una foto dell'inserto:
http://www.dcmcaldaie.it/ddnews/archivio/inserti.JPG
Oltre a rubare spazio alla legna non vedo altre utilità... forse la cupola permette di bruciare il combustibile nel bruciatore in modo uniforme, finora la fiamma brucia solo il lato destrodel bruciatore, la cupola evita al calore di scappare subito per i giri di fumo spingendo il calore lungo le pareti della camera del bruciatore... mi ispirano di + i turbolatori....
se i turbolatori devo farli in casa posso reallizarli come in questo mio disegno...
usando come supporto una barra filettata M12, alla barra avvito dei dadi che stringono le rondelle in lamiera...
voi cosa ne dite?
l'elica è impossibile farla in casa......

http://www.pctunerup.com/up/results/_201008/20100815185155_turbolatori.jpg




Bah.....forse ti converrebbe chiedere a quel genio che ti ha consigliato un pentolone che potrebbe scaldare tranquillamente 3 case come la tua: più i fumi son alti più le calorie ti scappano dalla canna fumaria, puoi rallentarne la velocità ma il tuo spreco è dato dal tenerla accesa.....unico rimedio per sopperire in parte all'immane stro@zata? installare un capiente accumulo tank in tank da caricare a palla da cui prelevare per riscaldamento e ACS e poi spegnere e lasciare (purtroppo) raffreddare completamente il pentolone!

il primo giorno l'installatore me l'ha regolata a occhio, perlomeno io ho un termometro in mano.... non me la sento di regalargli altri soldi...
quando mi hanno installato la caldaia non ci capivo nulla di caldaie, ai tempi l'installatore si vantava della potenza della caldaia da ben 40Kw!! ora rimpiango tutti i 15000 euro spesi, sapete com'è quando si fa un'acquisto errato ci si rimangia le unghie tutti i santi giorni....
dal momento che la possiedo tanto vale cercare di farla rendere al massimo....
ho già proveduto ad isolare lo spazio tra il corpo della caldia e le lamiere esterne con lana di roccia in modo da contenere la dispersione termica...
piutosto che montare un'altro serbatoio d'accumulo demolisco l'attuale caldaia e ne compro una nuova tattano o d'alessandro ma al momento non posso spendere soldi in un'altra caldaia


dcmcaldaia,fai una cosa procurati o ti costruisci i turbolatori, poi regoli la caldaia con i fumi a 180° una volta regolata inserisci i turbo e vedi che i fumi ti si abbassano ,quello stà a significare maggiore resa, logicamente vedi come va la combustione intervenendo sulle regolazioni se ritieni d'intervenire

i turbolatori se devo farli a casa posso farli come nel disegno ma non lo so, renderanno oppure è + il danno del guadagno?

:bye1:

tom-tom
15-08-2010, 18:14
quelli non sono turbolatori quelli riducono solo l'uscita dei fumi per farli semplici una piattina spiegazzata,i tubi fumo ogni quanto li pulisci

Dott Nord Est
15-08-2010, 18:26
una curiosità: 15.000 euro di cosa???

rubo i disegni a biomassoso..... ehehehe
ecco come sono i turbolatori:

tom-tom
15-08-2010, 19:41
dcm,non ho capito che problemi ti da la caldaia,pensi che con le marche che hai citato vai meglio?,non penso che ti possa lamentare più di tanto con i consumi,fai anche acs ?

boooxer
15-08-2010, 19:55
i turbolatori se devo farli a casa posso farli come nel disegno ma non lo so, renderanno oppure è + il danno del guadagno?

:bye1:

a mano si possono fare tagliando una lama inox, poi piegata continuamente a 45° x tutta la lunghezza, sopra /sotto, x rendere sicuramente ci sarà un miglioramento. :bye1:

giuggiolo0107
15-08-2010, 19:57
15000 euro .... 40kw.....80 mq.....:smileysex::smileysex::eek::shocked::shocke d:...... se ci metti un puffer da 10 qli .... oltre alla beffa, vai a dormire in cortile!!!! ok non ne sapevi niente..... ma chi ti ha cosigliato?? idraulico , termotecnico, o il vicino?? (o chi ti ha venduto la caldai!:closedeyes:)scusa , se ne sento troppe in giro e un esempio come il tuo deve servire da monito ad altri che si avventurano in un'ipresa del genere senza un minimo di informazione e fidandosi .... la colpa poi non è neanche tua, ma di chi ti ha consigliato!!! infondo non dobbiamo essere sempre informati di tutto!!! ........:bye1::bye1:

DCM caldaia
15-08-2010, 20:09
quelli non sono turbolatori quelli riducono solo l'uscita dei fumi per farli semplici una piattina spiegazzata,i tubi fumo ogni quanto li pulisci

Posso fare un giro al faidate e vedere che lamiere vendono, i tubi li pulisco mediamente una volta ogni 2/3 giorni.....


una curiosità: 15.000 euro di cosa???

rubo i disegni a biomassoso..... ehehehe
ecco come sono i turbolatori:

Grazie per i disegni!

La fattura sui lavori eseguiti nel 2004:

Caldaia DCM policombustibile + scambiatore + collegamenti idraulici €6.479+iva
Bollitore solare da 300L + collegamenti idraulici €1.658+iva
canna fumaria esterna doppia parete in rame acciaio inox, 8metri € 3,477 +iva

totale 13936€ iva comp

collegamenti elettrici 500€
opere murarie: soletta di sostegno caldaia chiusura locale caldaia apertura porta esterna €1500

Totale 15936.8€

incentivo statale sconto del 36% sul importo totale equivalente a 5.736€ rimborsati in busta paga in 10 anni

Totale con lo sconto statale €10.200

nel mio caso non ho la strada vicino alla casa quindi trasportare la caldaia a mano fa salire il prezzo dell'installazione inoltre dalla cantina al tetto ho 7 metri quindi devono installare una canna fumaria in rame bella lunga con quello che costa....




dcm,non ho capito che problemi ti da la caldaia,pensi che con le marche che hai citato vai meglio?,non penso che ti possa lamentare più di tanto con i consumi,fai anche acs ?

Si la caldaia scalda anche l'acs per 4 persone per tutto l'anno, d'estate l'accendo per un paio d'ore ogni 2 giorni per scaldare l'acqua poi la lascio spenta, qua sul forum vedo che mediamente chi ha una tatano consuma come me ma scalda 180Metri quadri:cry:... quindi mi sembra che la mia caldaia per scaldare solo 80metri quadrati scarsi consumi un pò troppo, mi rimangerei le unghie se tra qualche anno mi rendessi conto che settando l'aria a dovere avrei consumato la metà! per questo mi sono comprato un termometro per cercare d'ottimizzare i consumi... al di là dei costi non avendo la strada vicino alla casa ogni sacco che devo portarmi a casa è fatica....

giuggiolo0107
15-08-2010, 20:25
be un po le spese si spiegano..... ma credo che il problema principale rimanga.... hai una caldaia troppo grossa per il tuo uso.... solo per mandarla in temperatura ogni 2 gg quanto consumi?? lo so che parlo con il portafoglio degli altri.. ma cambiare caldaia no??? la tua ha 6 anni , se ha lavorato bene prendi ancora qualcosina(molto potente, quindi costa di + rispetto a una 22 kw...).... se riesci a trovare un buon usato con scheda elettronica......l'impianto l'hai già ... un po di idraulico...... :bye1::bye1:

Dott Nord Est
15-08-2010, 20:40
dcm.... beh, cosa dirti?
hai consumi esagerati per i tuoi 80 m2...... si, molto esagerati.
Una curiosità: hai lo scambiatore a piastre, per caso, la pompa che fà girare il fluido tra caldaia e scambiatore, è sempre in funzione?

un'altra domanda: la fiamma che si vede nella prima foto che hai messo, è sempre così quando la caldaia funziona? perchè è completamente sregolata così.....
eccoti degli esempi di semplici consigli: http://www.tatanoassistenza.eu/ita/Utenti/VideoGuide/VideoGuide.htm#LivelloCombustibile

tom-tom
15-08-2010, 21:02
dcm,per scambiatore intendi la serpentina interna presumo,non è così 180 mt caldaia accesa 24 ore, 20 di giorno e 18 di notte 2 sacchi di pellet è un sogno, che i consumi siano un po superiori non c'è dubbio, solo per acs hai calcolato quanto consumi il periodo estivo,Una domanda quanti radianti hai e a che temperatura lavora la caldaia,i radiatori hanno valvole termostatiche ?Sono in ghisa o alluminio

Dott Nord Est
15-08-2010, 21:52
con 80 m2 secondo me dovresti consumare almeno un 25% in meno del consumo che hai ora.
per farti acs per 4 persone per i 6 mesi estivi, dovresti consumare circa 12/15 ql di pellet

Fuochista
16-08-2010, 00:08
Confermo anche io che dalla foto si vede che la caldaia lavora in eccesso d'aria.C'è da considerare che le caldaie di Mario D'Ovidio hanno un braciere in inox particolare ben diverso da quelli in ghisa che molti di voi conoscono, tutto forato (ottimo per la sansa ed il nocciolino, ma esagerato col pellet...) per l'aria secondaria, quindi arrivare in eccesso d'aria è un'attimo...
Poi la canna che hai in inox di calore te ne porterà via parecchio.
Ti conviene prima provare a ridurre l'aria, per ottimizzare i consumi, abbassando la temp fumi ed evitando di sparare pellet ovunque. Ti conviene farti dire il tiraggio che consigliano e magari fartelo rilevare da qlc per capire se la canna tende a portarti via molto calore. Se riducendo l'aria non migliori, allora chiedi che ti diano i turbolatori, so che li dovrebbero fare. (o te li fai tu se li sai fare...) ;)

Dott Nord Est
16-08-2010, 06:55
allora siamo in due ad avere la stessa impressione.......
inoltre, per abbassare ulteriormente la T° dei fumi, oltre ai turbolatori, metti una valvola di regolazione tiraggio fumi.

tom-tom
16-08-2010, 08:22
Confermo anche io che dalla foto si vede che la caldaia lavora in eccesso d'aria. chiedi che ti diano i turbolatori, so che li dovrebbero fare. (o te li fai tu se li sai fare...) ;)
fuochista, ho l'impressione che sia troppa aria e poco materiale quella non è una fiamma per una 40 kw anche se depotenziata

margiop
16-08-2010, 08:35
18 gradi di notte e 20 di giorno ... mettiamo in media 19 gradi al giorno

80 mq x 3 mt (altezza) x 30 calorie al metro cubo x 24 ore x 180 giorni = circa 36.000 kwh

se un kg di pellet bruciando sviluppa 4 kwh puliti, gli servono 9000 kg, ovvero 90 quintali.

non mi sembra che consumi troppo. ovviamente se queste ipotesi sono vere.

PS e non ho contato l'acs e i giorni di riscaldamento sono effettivamente 210. abita al nord a 660 metri, mica a taormina.

mignek
16-08-2010, 08:55
scusa margiop, è proprio giusta quella formula? mi sembra che escano dei consumi molto alti

margiop
16-08-2010, 08:58
in realtà sono le 30 calorie a metro cubo per ora che sono molte.

certo che se tiene acceso 24h/24h ...

tom-tom
16-08-2010, 09:54
<meta http-equiv="Content-Type" content="text/html; charset=utf-8"><meta name="ProgId" content="Word.Document"><meta name="Generator" content="Microsoft Word 11"><meta name="Originator" content="Microsoft Word 11"><link rel="File-List" href="file:///C:%5CDOCUME%7E1%5CAugusto%5CIMPOST%7E1%5CTemp%5Cms ohtml1%5C01%5Cclip_filelist.xml"><!--[if gte mso 9]><xml> <w:WordDocument> <w:View>Normal</w:View> <w:Zoom>0</w:Zoom> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone> <w:PunctuationKerning/> <w:ValidateAgainstSchemas/> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText> <w:Compatibility> <w:BreakWrappedTables/> <w:SnapToGridInCell/> <w:WrapTextWithPunct/> <w:UseAsianBreakRules/> <w:DontGrowAutofit/> </w:Compatibility> <w:BrowserLevel>MicrosoftInternetExplorer4</w:BrowserLevel> </w:WordDocument> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="156"> </w:LatentStyles> </xml><![endif]--><style> <!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} @page Section1 {size:595.3pt 841.9pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:35.4pt; mso-footer-margin:35.4pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} --> </style><!--[if gte mso 10]> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} </style> <![endif]--> Dcmcaldaia,per quanto mi riguarda lei non si deve pentire del suo impianto,tutto dipende da come si guarda il bicchiere se mezzo vuoto o mezzo pieno.Prima vorrei dire una cosa, perché c’è questa brutta abitudine di massacrare le persone sull’acquisto fatto,una persona già è incaz….per conto suo e si deve sentir dire …….ok,lasciamo stare. detto questo le chiedo: 1° ha una caldaia a gas? Se si,che tipo di gas,2° quante persone in casa per acs? Dcm,probabilmente si poteva risparmiare qualcosa installando una stufa idro per 80 mt di casa invece se serviti da gas metano evitare proprio la biomassa.Comunque sia con una caldaia come la sua con un contenuto d’acqua presumo di 120 lt si potrebbe gestire l’acs nel periodo estivo diversamente, l’accendere ogni 2 giorni non la vedo un’ottima soluzione.Detto questo cerchiamo di ottimizzare i consumi Nella fattura leggo “scambiatore”si tratta dello scambiatore a serpentina opzionale alla caldaia o di uno scambiatore esterno ,ha valvole di zona?,ha valvole termostatiche?

Dott Nord Est
16-08-2010, 09:59
in realtà sono le 30 calorie a metro cubo per ora che sono molte.

certo che se tiene acceso 24h/24h ...

margiop, quel calcolo serve a conteggiare la potenza necessaria, non il consumo......
infatti mai una caldaia funzionerà sempre al 100% di potenza......

margiop
16-08-2010, 10:07
e come si calcola allora il mantenimento ?

Dott Nord Est
16-08-2010, 10:14
molto molto molto difficile calcolarlo....... (T° interna ed esterna, combustibile, isolamenti, stile di vita, finestre aperte ogni mattina dalla moglie, ehhehe, ecc ecc)
infatti, a priori è un mago chi ipotizza un consumo esatto su casa nuova.
Diverso il discorso se ho uno storico degli anni passati a gas da confrontare.

Mentre da anni di esperienza posso dire cosa consumerà approssimativamente in base ai m3 e alla casa.... ma sempre + o -.
Quindi, 80 m2 direi all'incirca una 50ina di ql di pellet, sempre + o -.

Dott Nord Est
16-08-2010, 10:18
eccoti un semplice foglio di calcolo se hai uno storico disponibile:
http://www.reffogiuseppe.it/Confronto%20consumi%20combustibili.xls

dovrebbe essere utile anche a dcm per valutare i suoi consumi, se si ricorda cosa e quanto consumava prima di usare il pellet

turbogen
16-08-2010, 10:50
l'unica cosa del foglio di calcolo che secondo mè un pò stona è ilo rendimento teorico della caldaia a biomassa del 90%, non credo che la dcm possa arrivare a quel valore,forse calcolando un 5-10% in meno potrebbe essere un dato che si avvicina di più alla realtà.....o, è solo il mio parere, non prendertela dr.....ciao:bye1:

Dott Nord Est
16-08-2010, 11:06
la % di resa, essendo in una casella gialla, si modifica a piacere.......... basta scrivere la resa che voglio.
avevo già previsto tutto !!!!!!!!!!!!!!!

turbogen
16-08-2010, 11:09
a ecco...a son all'oca......ciao:bye1:

tom-tom
16-08-2010, 11:19
turbogen,la sai una cosa fino a qualche tempo fa la resa in quel foglio di calcolo non esisteva,indovina chi ha contestato questa anomalia? Tom-Tom,ed è stata inserita

turbogen
16-08-2010, 11:28
e allora bravo tomtom!!!ciao:bye1:

Fuochista
16-08-2010, 11:44
fuochista, ho l'impressione che sia troppa aria e poco materiale quella non è una fiamma per una 40 kw anche se depotenziata

Potrebbe anche, ma considera che se ho molto tiraggio e tanta aria, la fiamma si abbassa o meglio si accorcia moltissimo... Non scaldando e sparando via molto materiale che deve ancora bruciare del tutto. Io per prima cosa proverei a ridurre di molto l'aria e vedere come va. ;)

DCM caldaia
16-08-2010, 11:55
dcm,per scambiatore intendi la serpentina interna presumo,non è così 180 mt caldaia accesa 24 ore, 20 di giorno e 18 di notte 2 sacchi di pellet è un sogno, che i consumi siano un po superiori non c'è dubbio, solo per acs hai calcolato quanto consumi il periodo estivo,Una domanda quanti radianti hai e a che temperatura lavora la caldaia,i radiatori hanno valvole termostatiche ?Sono in ghisa o alluminio

no, ho uno scambiatore esterno acqua - acqua della sonnerkraft da 20.000Kw, se non ricordo male serve a non raffredare toppo la caldaia nel momento in cui partono termosifoni e ACS.....
per l'ACS nel periodo estivo consumo circa un sacco e mezzo alla settimana 20/25 euro al mese..
ho 7 termosifoni in acciaio a colonne tubolari privi di valvole termostatiche
la caldaia lavora a 75 gradi la pompa parte a 60 gradi



con 80 m2 secondo me dovresti consumare almeno un 25% in meno del consumo che hai ora.
per farti acs per 4 persone per i 6 mesi estivi, dovresti consumare circa 12/15 ql di pellet

per l'acqua calda non mi lamento in 6 mesi consumo circa 600Kg di pellet


Confermo anche io che dalla foto si vede che la caldaia lavora in eccesso d'aria.C'è da considerare che le caldaie di Mario D'Ovidio hanno un braciere in inox particolare ben diverso da quelli in ghisa che molti di voi conoscono, tutto forato (ottimo per la sansa ed il nocciolino, ma esagerato col pellet...) per l'aria secondaria, quindi arrivare in eccesso d'aria è un'attimo...
Poi la canna che hai in inox di calore te ne porterà via parecchio.
Ti conviene prima provare a ridurre l'aria, per ottimizzare i consumi, abbassando la temp fumi ed evitando di sparare pellet ovunque. Ti conviene farti dire il tiraggio che consigliano e magari fartelo rilevare da qlc per capire se la canna tende a portarti via molto calore. Se riducendo l'aria non migliori, allora chiedi che ti diano i turbolatori, so che li dovrebbero fare. (o te li fai tu se li sai fare...) ;)

il bruciatore l'ho sempre visto lavorare male il lato destro riceve molta aria mentre il sinistro è sempre a secco la ventola montata sul lato destro soffia sempre di + sul lato destro, è un difetto di costruzione non ci posso fare molto....
la temperatura media dei fumi su una caldaia elettronica a quanti gradi sta? sulle shede tecniche delle caldaie d'alessandro la temperatua media dei fumi si aggira sui 160 gradi....
leggendo sul sito DCM hanno pubblicato una guida su come accendere e regolare la caldaia, la dcm consiglia di aprire la serranda dell'aria di 10/15mm e di regolare la portata del pellet in modo da lasciare i primi fori del bruciatore scoperti dal pellet, ho seguito la guida ma così facendo ho notato che la caldaia consuma il doppio....
metto il pdf della guida in allegato con questo messaggio


<link rel="File-List" href="file:///C:%5CDOCUME%7E1%5CAugusto%5CIMPOST%7E1%5CTemp%5Cms ohtml1%5C01%5Cclip_filelist.xml"><!--[if gte mso 9]><xml> <w:WordDocument> <w:View>Normal</w:View> <w:Zoom>0</w:Zoom> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone> <w:PunctuationKerning/> <w:ValidateAgainstSchemas/> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText> <w:Compatibility> <w:BreakWrappedTables/> <w:SnapToGridInCell/> <w:WrapTextWithPunct/> <w:UseAsianBreakRules/> <w:DontGrowAutofit/> </w:Compatibility> <w:BrowserLevel>MicrosoftInternetExplorer4</w:BrowserLevel> </w:WordDocument> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="156"> </w:LatentStyles> </xml><![endif]--><style> <!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} @page Section1 {size:595.3pt 841.9pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:35.4pt; mso-footer-margin:35.4pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} --> </style><!--[if gte mso 10]> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} </style> <![endif]--> Dcmcaldaia,per quanto mi riguarda lei non si deve pentire del suo impianto,tutto dipende da come si guarda il bicchiere se mezzo vuoto o mezzo pieno.Prima vorrei dire una cosa, perché c’è questa brutta abitudine di massacrare le persone sull’acquisto fatto,una persona già è incaz….per conto suo e si deve sentir dire …….ok,lasciamo stare. detto questo le chiedo: 1° ha una caldaia a gas? Se si,che tipo di gas,2° quante persone in casa per acs? Dcm,probabilmente si poteva risparmiare qualcosa installando una stufa idro per 80 mt di casa invece se serviti da gas metano evitare proprio la biomassa.Comunque sia con una caldaia come la sua con un contenuto d’acqua presumo di 120 lt si potrebbe gestire l’acs nel periodo estivo diversamente, l’accendere ogni 2 giorni non la vedo un’ottima soluzione.Detto questo cerchiamo di ottimizzare i consumi Nella fattura leggo “scambiatore”si tratta dello scambiatore a serpentina opzionale alla caldaia o di uno scambiatore esterno ,ha valvole di zona?,ha valvole termostatiche?

prima del 1981 avevo la cara e vecchia stufa a legna:wub2:.....

nel 1981 ho installato una caldaia a gasolio da 22.000Kw + una cisterna da 3000 litri riuscivo a scaldarmi per 6 ore al giorno e il pieno mi durava un' anno facendo anche l'ACS per tutto l'anno, il resto della giornata mi scaldavo con la stufa a legna, ma avevo problemi con i vicini; quando facevo il pieno dovevo passare con il tubo sui terreni altrui con tutte le grane che salvano fuori l'ho abbandonata ora giace in disuso in cantina....

nel 1991 sono passato alle caldaie a GPL, il metano non arriva a 660 metri:cry:, non sono mai riuscito a scaldarmi con quella caldaia; nel 2000 per un'ora di riscaldamento al mattino e l'ACS spendevo 350€uro a bolletta l'ho abbandonata in cantina dalla disperazione, per scaldarmi usavo sempre la cara e vecchia stufa a legna....

nel 2004 ho messo la caldaia pellet dcm e sono riuscito ad abbandonare la stufa e ha scaldarmi per 24 ore con la caldaia:spettacolo:

L' acs la usiamo in 4

ho uno scambiatore acqua acqua della sonnerkraft da 20.000kw serve a non raffredare troppo la caldaia quando parte tutto l'impianto con acqua fredda non ha nessuna valvola....

DCM caldaia
16-08-2010, 12:01
dcm.... beh, cosa dirti?
hai consumi esagerati per i tuoi 80 m2...... si, molto esagerati.
Una curiosità: hai lo scambiatore a piastre, per caso, la pompa che fà girare il fluido tra caldaia e scambiatore, è sempre in funzione?

un'altra domanda: la fiamma che si vede nella prima foto che hai messo, è sempre così quando la caldaia funziona? perchè è completamente sregolata così.....
eccoti degli esempi di semplici consigli: Tatano Assistenza IT (http://www.tatanoassistenza.eu/ita/Utenti/VideoGuide/VideoGuide.htm#LivelloCombustibile)


Grazie per la guida!

non so se lo scambiatore è a piastre, è uno scambiatore acqua acqua da 20.000kw
si la pompa che porta l'acqua dalla caldaia allo scambiatore è sempre in funzione si spegne solo quando spengo la caldaia....

la fiamma disolito è più alta e calma, nelle migliori condizioni lambisce il primo tubo dei giri di fumo, il tubo + grande

tom-tom
16-08-2010, 12:29
Grazie per la guida!

non so se lo scambiatore è a piastre, è uno scambiatore acqua acqua da 20.000kw
si la pompa che porta l'acqua dalla caldaia allo scambiatore è sempre in funzione si spegne solo quando spengo la caldaia....

l
Quindi hai due pompe per il riscaldamento?,finalmente un impianto intelligente ,adesso ti verrà detto che il consumo dipende dallo scambiatore,niente di più falso la caldaia lavora meglio ,a settembre adotterò questo sistema di scambio termico caldaia a pellet impianto di riscaldamento .Mi potresti descrivere questo scambiatore ha 4 attacchi da 1"?

margiop
16-08-2010, 12:31
tom, perchè lavora meglio ?

Dott Nord Est
16-08-2010, 12:38
tantissimo consumo è dato proprio dallo scambiatore sempre circolante !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
attenzione, è un errore grossolano !!!!!!!!!!!!
pensa, una caldaia da 46 kw che scambia su un 24kw, e la pompa gira sempre disperdendo in ambiente tantissimo calore........
assurdo........

margiop
16-08-2010, 12:44
la controprova è il consumo di 6 qli di pellet per 6 mesi di acs ?

Dott Nord Est
16-08-2010, 13:08
acs non centra col riscaldamento.
il consumo enorme è appunto durante il riscaldamento, dove la pompa gira sempre.
tutto è banalmente risolvibile con due termostati a contatto.
lo stesso problema l'ha avuto un mio cliente, a cui ha installato la caldaia il suo idraulico. Pochi euro e risolto tutto.

quindi, tirando le prime somme, direi: CALDAIA MAL REGOLATA E IMPIANTO FATTO IN MODO ASSURDO.
Sistemando queste due cose, i consumi caleranno.

tom-tom
16-08-2010, 13:12
signori vi risulta che la pompa in un impianto di riscaldamento non gira sempre

margiop
16-08-2010, 13:14
nel mio impanto a gasolio gira quando c'è richiesta di calore dai termostati, non gira sempre.

Dott Nord Est
16-08-2010, 13:17
appunto margiop, la pompa del riscaldamento gira se c'è richiesta dal termostato, altrimenti resta ferma.
nel caso di dcm, gira SEMPRE !!!!!!!!!!!!!!!!
per la miseria, mi sembrano errori da bambini dell'asilo...............

tom-tom
16-08-2010, 13:17
certo,è lo stesso funzionamento ha con scambiatore di calore finchè c'è richiesta gira sia nello scambiatore sia nell'impianto non vedo cosa ci sia di strano,forse qualcosa c'è......ma

Dott Nord Est
16-08-2010, 13:18
se la pompa tra caldaia e scambiatore esterno gira sempre, disperde inutile calore nell'ambiente tramite lo scambiatore stesso e le tubazioni che da questo vanno e vengono alla caldaia !!!!!!!!!!!!

tom-tom
16-08-2010, 13:20
ma chi caspita lo dice che gira sempre quando è ferma quella del riscaldamento si ferma anche quella dello scambiatore semplice no ,lo sanno anche i bambini in fasce

margiop
16-08-2010, 13:23
perchè interporre uno scambiatore ? che vantaggi si hanno ? ve lo chiede un bimbo in fasce.

Dott Nord Est
16-08-2010, 13:23
scusa eh, ma allora dimmi che differenza c'è tra mettere uno scambiatore a piastre + pompa al posto di una valvola esbe a 60°.

ho scritto senza leggere margiop...stessa domanda.

Dott Nord Est
16-08-2010, 13:25
si la pompa che porta l'acqua dalla caldaia allo scambiatore è sempre in funzione si spegne solo quando spengo la caldaia....


ecco che scrive.....
la pompa gira sempre !!!!!!!!!!!!!!!!

margiop
16-08-2010, 13:26
quindi se gira sempre lo scambiatore è come se fosse un radiatore ... immagino che sia isolato, ma qualcosa disperderà sempre, o no ?

Dott Nord Est
16-08-2010, 13:30
certo margiop, spero proprio che non giri sempre, altrimenti è da arrestare chi fa questi impianti.......
e poi non sai cosa si fanno pagare !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! il doppio........ del dovuto.
LADRI !!!!!!!!

tom-tom
16-08-2010, 13:31
gira sempre, ma non ha neanche i termostati ambiente quindi come gira sempre quella del riscaldamento gira anche quella della caldaia

Dott Nord Est
16-08-2010, 13:31
ancora + ladro chi gli ha fatto quell'impianto allora !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

e in qualsiasi caso, se la pompa dello scambiatore gira assieme a quella del riscaldamento, ci vuole sempre una valvola anticondesa tra piastra e caldaia, perchè dove scambia può arrivare anche acqua fredda dall'impianto e raffreddare la caldaia.
quindi, lo scambiatore a piastre è PERFETTAMENTE INUTILE !!!!!!!!

tom-tom
16-08-2010, 13:38
dalle pompe alle valvole,come al solito ho dimostrato il contrario , ferma la pompa del riscaldamento ferma la pompa dello scambiatore quindi falso quando si dice che una pompa è ferma e una gira sempre,e dal momento che si sta parlando di scambiatore non vedo perchè si debba parlare di valvole anticondensa forse ci stiamo arrampicando sugli specchi?

Dott Nord Est
16-08-2010, 13:40
ripeto, se l'acqua dell'impianto è fredda, lo scambiatore la trasmette alla caldaia se non c'è valvola anticondensa o se la caldaia non è elettronica.
quindi, RIPETO, non serve ne scambiatore ne seconda pompa, ma bastava una semplice valvola anticondensa da pochi euro.

QUESTO CHI LO HA SCRITTO?
"gira sempre, ma non ha neanche i termostati ambiente quindi come gira sempre quella del riscaldamento gira anche quella della caldaia"

margiop
16-08-2010, 13:44
sul serio non ha i termostati ?

Dott Nord Est
16-08-2010, 13:45
e poi dicono che non bisogna "assalire" chi fa certi impianti....
capisco il cliente, che non può sapere, ma chi ha fatto questo impianto? magari con l'appoggio di qualche pseudotecnico ?????????????????

tom-tom
16-08-2010, 13:50
senti da che pulpito viene la predica,tu hai fatto impianti completamente fuori norma e pericolosi adesso critichi gli altri,taci che fai più bella figura non sai cosa dici.adesso mandami i messaggi privati con le scemenze che ci scrivi

Dott Nord Est
16-08-2010, 13:51
rinnovo la richiesta di cortesia, qui si parla di dcm e cerchiamo di non andare fuori tema, grazie.

tom-tom
16-08-2010, 13:55
la cortesia è anche non scocciare le persone con messaggi privati,non scocciare le persone è indice di educazione

Dott Nord Est
16-08-2010, 13:57
rimango in attesa di risposta alla mia domanda del post n.55

chi ha scritto che dcm non ha i termostati e quindi le pompe girano sempre?
chi ha scritto che la pompa del riscaldamento si ferma, se non ha i temostati?
chi ha scritto "signori vi risulta che la pompa in un impianto di riscaldamento non gira sempre"?
ecc ecc ecc

tom-tom
16-08-2010, 14:08
guarda che non sono fuori tema tu dai del ladro a tutti ,vuoi assalire tutti, sono tutti disonesti sono tutti incompetenti poi risulta che hai fatto impianti fuori norma è pericolosi ,queste cose le persone che leggono lo debbono sapere da che pulpito viene la predica

Dott Nord Est
16-08-2010, 14:09
attendo ancora risposta alle mie domande......
non serve a questo il forum?
dare risposte, o cercare di darle a dcm, che ha posto i sui problemi....

hai scritto che non ha termostati, e quindi con cosa ferma le pompe?
se non le ferma, girano sempre.
Ma poi dici che se si ferma quella del riscaldamento si ferma anche quella della caldaia.
Ma allora, come stanno le cose? c'è un pò di confusione......

margiop
16-08-2010, 14:10
tom, non capisco perchè ogni volta vai in difficoltà da un punto di vista tecnico la butti in rissa per screditare il tuo interlocutore.

spero che intervenga DCM per chiarire sul suo impianto, il resto sono inutili parole.

tom-tom
16-08-2010, 14:14
margiop,se mi dici quale difficoltà

margiop
16-08-2010, 14:20
se manco le vedi, come fai a superarle ?

tom-tom
16-08-2010, 14:21
precisiamo che io ho risposto in generale riguardo lo scambiatore visto che è stato detto che è inutile e che con lo scambiatore la pompa della cadaia gira sempre contrariamente a quella del riscaldamento quindi ho dimostrato che un impianto con scambiatore ,il quale funziona molto ma molto meglio di una valvola anticondensa,se collegato con termostati ambiente quando si ferma una pompa si ferma l'altra io sono cooerente con quanto affermo non mi rimangio nulla,io

Dott Nord Est
16-08-2010, 14:23
una domanda: "quando si ferma una pompa si ferma l'altra", vuol dire che quando funziona una, funziona sempre anche l'altra?

tom-tom
16-08-2010, 14:23
margiop non meriti risposta anzi fai una cosa non mi fare domande che è meglio io ai troll non rispondo

tom-tom
16-08-2010, 14:25
allora se vogliamo impostare un discorso serio bene altrimenti per quanto mi riguarda la discussione è chiusa

Dott Nord Est
16-08-2010, 14:25
avrei posto una domanda, ma non leggo risposta.....
essì che era facile..... mah.

margiop
16-08-2010, 14:31
spettacolare, come i bimbi all'asilo !

attendiamo fiduciosi che DCM sveli l'arcano.

tom-tom
16-08-2010, 14:32
ma che risposta vuoi ,se sai leggere cosa ho scritto, la risposta c'è l'hai, ma cosa debbo fare ogni volta stare a presso ai tuoi capricci ,leggi e critica quello che ho scritto, anzi non criticare prova il contrario, a criticare per te è troppo semplice

Dott Nord Est
16-08-2010, 14:35
nessuno vuole rispondere al quesito che ho posto?

" una domanda: "quando si ferma una pompa si ferma l'altra", vuol dire che quando funziona una, funziona sempre anche l'altra? "

margiop
16-08-2010, 14:35
..... la risposta c'è l'hai ....

:drinks_wine: alla salute tom !

tom-tom
16-08-2010, 14:41
nessuno vuole rispondere al quesito che ho posto?

" una domanda: "quando si ferma una pompa si ferma l'altra", vuol dire che quando funziona una, funziona sempre anche l'altra? "
ancora continui si,è scritto post 46 leggi

Dott Nord Est
16-08-2010, 14:53
" ma chi caspita lo dice che gira sempre quando è ferma quella del riscaldamento si ferma anche quella dello scambiatore semplice no ,lo sanno anche i bambini in fasce "

bene, una seconda domanda ora: se l'impianto di riscaldamento è freddo, mettiamo a 20° il fluido, e partono le pompe, se non ho la valvola anticondensa, lo scambiatore ti abbassa la T° in caldaia?

Dott Nord Est
16-08-2010, 15:07
e ora dimmi le differenze tra i due sistemi, quello da te consigliato e quello da me consigliato

tom-tom
16-08-2010, 15:08
ma cosa abbassa,se la caldaia sta a 75 ma lo sai come è fatto uno scambiatore? non conosco quello di dcm,ma conosco quello che debbo installare io i 2 attacchi dove viene collegata la caldaia sono di 1 1/4 e i 2 del riscaldamento sono da 1" lo sai cosa significa?che il fluido vettore è superiore di quello di scambio,ma cosa ti debbo spiegare, se le cose le sai bene altrimenti non ti avventurare in un campo che non conosci.La differenza tra una valvola anticondensa è che con la valvola anticondensa l'impianto impiega parecchio tempo per andare in temperatura in quanto il ritorno è formato dall'acqua dell'impianto e quella della caldaia cosa che non succede con lo scambiatore

tom-tom
16-08-2010, 15:10
come vedi ho postato prima di leggere il tuo post e già hai la risposta prima che lo chiedessi,ti ho anche anticipato

Dott Nord Est
16-08-2010, 15:12
mi sembra che tu sbagli.......
1-primo, se il fluido del riscaldamento, e in questo caso parecchi lt visto i termosifoni e le misure, stà a 20°, la differenza tra un diametro e l'altro delle tubazioni non è sufficente per compensare la differenza termica.
2- secondo, se la differenza fosse minore, lo stesso tempo che impiga con lo scambiatore, ci impiega con la valvola (in modo però molto + preciso per la caldaia), con il vantaggio che ho una sola pompa, non ho scambiatore e la spesa di installazione è notevolmente inferiore, oltre a preservarmi più a lungo la caldaia.
3- i consumi sono enormemente + bassi, perchè la pompa gira solo quando il termostato lo richiede

tom-tom
16-08-2010, 15:15
ma cosa inventi la misura delle tubazioni non è sufficiente poi come al solito la buttiamo sul costo di una pompa in più,ma per piacere

Dott Nord Est
16-08-2010, 15:19
per favore, per essere costruttivo il forum, dovresti ribattere punto per punto, con le tue opinioni e considerazioni, grazie.

se per te i costi di installazione o i consumi sono una cosa secondaria, beh... allora dillo ai clienti.

tom-tom
16-08-2010, 15:21
poi come tua natura vuoi cambiare le carte in tavola, perchè nei due disegni il termostato lo hai messo solo da una parte,guarda che adesso stiamo parlando dello scambiatore in generale essi onesto

Dott Nord Est
16-08-2010, 15:22
scusa, ma non hai detto tu che l'utente non ha i termostati?

non è l'utente che si lamenta dei consumi?

non è l'utente che si deve aiutare?

vado a far qualcosa, va....
ci risentiamo stasera.
ciao ciao :bye1:

tom-tom
16-08-2010, 15:24
ma parli tu di costi che fai spendere migliaia di euro alle persone per il pentolone combi ma per piacere

Dott Nord Est
16-08-2010, 15:26
ultima risposta e poi vado davvero:
tu non sai quanta differenza ci sia, in quanto tu non sai cosa faccio costare il "pentolone" come lo chiami tu e che prezzo prendo per le installazioni, eheheheheh
magari meno dei tuoi sistemi, mah........
in qualsiasi caso funzionano e consumano molto meno.

ehehehe

:bye1::bye1::bye1:

tom-tom
16-08-2010, 15:27
poi tu parli parli ,sappiamo come è fatto esattamente l'impianto di dcm?no lui ha parlato di scambiatore ma non è detto che sia collegato in quel modo può anche essere collegato diversamente

Dott Nord Est
16-08-2010, 15:28
io mi sono basato esclusivamente su quello che TU hai riportato, solo quello....stop.

ciaoooooooooooo

tom-tom
16-08-2010, 15:36
no,tu non sei capace di reggere una discussione tecnica e allora cominci a dire cose senza senso,ogni volta te la canti e la soni da solo ma essi più cooerente con te stesso

tom-tom
16-08-2010, 15:39
scusa, ma non hai detto tu che l'utente non ha i termostati?

:bye1:
ma non ha neanche la valvola anticondensa,essi più serio

tom-tom
16-08-2010, 16:03
x dcmcaldaia,mi dici lo scambiatore come ti è stato installato,con 2 pompe o con 1,inoltre nel post 23 ti chiedevo se avevi le valvole di zona e le valvole termostatiche mi hai risposto solo per le termostatiche presumo quindi che non hai valvole,HAI TERMOSTATI AMBIENTE ?

CaloRE
16-08-2010, 16:21
x tom-tom e DR: ho ricevuto tonnellate di "segnalazioni" sul vostro modo di scontravi su questo Forum. La cosa sta stancando non solo gli utenti ma anche il sottoscritto.

Non avendo il tempo fisico per cancellare e/o modificare i vostri messaggi per renderli "utilizzabili" dalla comunità vi chiedo di smettere IMMEDIATAMENTE nel vostro scontro altrimenti sarò costretto a prendere provvedimenti "pesanti", come il ban, per tutti e due.

Il Forum ha bisogno di voi due ma assolutamente non in questi termini. Quindi riflettete sul vostro comportamento: o dentro o fuori.

DCM caldaia
16-08-2010, 17:20
attendo ancora risposta alle mie domande......
non serve a questo il forum?
dare risposte, o cercare di darle a dcm, che ha posto i sui problemi....

hai scritto che non ha termostati, e quindi con cosa ferma le pompe?
se non le ferma, girano sempre.
Ma poi dici che se si ferma quella del riscaldamento si ferma anche quella della caldaia.
Ma allora, come stanno le cose? c'è un pò di confusione......

la caldaia scambia calore con l'impianto tramite lo scambiatore, quindi la caldaia lavora su un circuito separato mosso da una pompa che è regolata dal termostato delle pompe situato sulla caldaia, la pompa caldaia inzia a girare quando la temperatura della caldaia raggiunge i 60 gradi, al disotto dei 60 gradi la pompa si ferma, la caldaia lavora sempre al disopra dei 60 gradi tranne nella fase di riscaldamento dell'impianto se la richiesta di calore è elevata la pompa si ferma fino a quando la caldaia non supera i 65 gradi a questo punto la pompa caldaia riparte...
quando parte l'impianto dei termosifoni il termostato nella sala comanda la pompa dei termosifoni (che gira su un secondo circuito) la pompa mette in moto l'acqua nei termo lo scambiatore cede calore all'impianto dei termosifoni il circuito della caldaia si raffredda e la caldaia parte per scaldare di nuovo l'acqua nel suo circuito..... il tutto è elettromeccanico....
come potete vedere dalla foto lo scambiatore è ben isolato dall'aria costava 1000€uro, lo scambiatore non possiede una valvola anticondensa ma l'impianto ha delle valvole antiritorno per non far circolare l'acqua nello scambiatore quando non serve....

http://www.pctunerup.com/up/results/_201008/th_20100816181312_scambiatore.jpg (http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_201008/20100816181312_scambiatore.jpg)



una domanda: "quando si ferma una pompa si ferma l'altra", vuol dire che quando funziona una, funziona sempre anche l'altra?

la pompa caldaia nella foto è comandata dal termostato caldaia, la pompa dei termo è comandata dal termostato che ho in sala e che rileva la temperatua ambiente e provede a far girare la pompa dei termosifoni quando necessario

la pompa ACS è comandata dal termostato caldaia ma gira su un circuito che sta al difuori del circuito caldaia, quindi la pompa ACS preleva calore dallo scambiatore



x dcmcaldaia,mi dici lo scambiatore come ti è stato installato,con 2 pompe o con 1

il circuito caldaia ha una sola pompa, il circuito caldaia cede calore tramite lo scambiatore ai termo e all bollitore

DCM caldaia
16-08-2010, 17:29
<link rel="File-List" href="file:///C:%5CDOCUME%7E1%5CAugusto%5CIMPOST%7E1%5CTemp%5Cms ohtml1%5C01%5Cclip_filelist.xml"><!--[if gte mso 9]><xml> <w:WordDocument> <w:View>Normal</w:View> <w:Zoom>0</w:Zoom> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone> <w:PunctuationKerning/> <w:ValidateAgainstSchemas/> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText> <w:Compatibility> <w:BreakWrappedTables/> <w:SnapToGridInCell/> <w:WrapTextWithPunct/> <w:UseAsianBreakRules/> <w:DontGrowAutofit/> </w:Compatibility> <w:BrowserLevel>MicrosoftInternetExplorer4</w:BrowserLevel> </w:WordDocument> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="156"> </w:LatentStyles> </xml><![endif]--><style> <!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} @page Section1 {size:595.3pt 841.9pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:35.4pt; mso-footer-margin:35.4pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} --> </style><!--[if gte mso 10]> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} </style> <![endif]--> Nella fattura leggo “scambiatore”si tratta dello scambiatore a serpentina opzionale alla caldaia o di uno scambiatore esterno ,ha valvole di zona?,ha valvole termostatiche?

di uno scambiatore esterno,

ha valvole antiritorno....
non possiede valvole termostatiche

tom-tom
16-08-2010, 17:59
dcmcaldaia,chi ti ha fatto l'impianto?perchè è stata collegata la pompa dello scambiatore sulla caldaia?perchè acs viene comandata dalla caldaia?scusami ma tu spegni la caldaia e come la spegni, perchè il boiler dopo lo scambiatore?

tom-tom
16-08-2010, 18:52
dcm,così doveva essere fatto l'impianto

scresan
16-08-2010, 19:06
Ciao DCM, per me l' impianto è corretto! C'è un passaggio poco chiaro, ma credo che la caldaia sia provvista di due termostati, uno collegato al corpo caldaia, l' altro collegato al bollitore acs. Quelle due manopole poste sulla caldaia quindi, dovrebbero permetterti di regolare la temperatura
1- dell' acqua caldaia
2- del bollitore, che sara' sempre piu' bassa dell' acqua caldaia di almeno 10-15 gradi

Ho capito bene?

Percio' lascierei stare i problemi dell' impianto (che puo' piacere o no), e che sicuramente potresti modificare in mille modi (c'è il fanatico della valvola anticondensa, quello dello scambiatore, quello del puffer e separato bollitore acs, quello del puffer combi, che poi si suddivide con quello che vorrebbe il tubo inox corrugato per la produzione acs ........ hai visto le discussioni!!!)

e mi concentrerei sul discorso caldaia e bruciatore che come hai gia' verificato, brucia male da un lato. Potresti riddurre il diametro o il numero dei fori da quella parte, o aumentarne dall' altra!

Anche l' inserto delle foto, è un' ottima soluzione, in quanto se i tre fori postariori sono quelli dell' aria secondaria, miglioreresti di molto la combustione dell' aria secondaria, perchè il materiale rfrattario si riscalderebbe ad alta temperatura, al contrario delle pareti della caldaia, ed inoltre ad occhio, aumenta la turbolenza e quindi ottimizza la miscelazione dell' aria secondaria.

Per la regolazione fine della combustione, con l' elettromeccanica hai poco da regolare.

Il funzionamento è a due stadi:

1- coclea che carica ogni tot secondi ed aria a tot
2- al raggiungimento della temperatura passa al mantenimento della fiamma

è cosi?????

Se si, dovresti trovare una calibrazione del genere:

Quando il bruciatore funziona a piena potenza, il crogiolo dev' essere pieno fino all' orlo, tanto da coprire tutti i fori di immissione dell' aria primaria. L' aria primaria che inietti, dovrebbe essere tale da non buttarti in aria il pellet.

Per capirci, se il crogilo è grande, ha bisogno di tanto pellet e per riscaldare la tua cas afunzionera' per meno ore........voglio dire che una caldaia da 40 kw, è progettata per produrre 40 kw e non 25!!! Se vorrai avvere il massimo dovrai farla funzionare alla massima potenza possibile!!

Gradite foto del crogiolo, della fiamma, mentre funziona....

Dott Nord Est
16-08-2010, 19:39
scresan, ottimi consigli, il pellet deve coprire tutti i fori dell'aria comburente, altrimenti questa passa sopra la fiamma e "ti ruba" calore portandotelo via con i fumi, in parole povere.....

tom-tom
16-08-2010, 19:51
scresan,scusa tu a quale categoria di "fanatismo" appartieni ,non è questione di piacere o meno l'impianto di solito il termostato(sonda) è posto sul boiler e si comanda da solo non tramite caldaia,il circolatore dell'impianto deve essere autonomo dalla caldaia se viene lasciata sempre accesa per accesa intendo con bruciatore sempre attivo e caldaia sempre in temperatura ma sicuramente dcm spegne la caldaia altrimenti non si spiegherebbe la partenza pompa a 60 dovrebbe partire a 75 quindi bisognerebbe conoscere i tempi di accensione e spegnimento caldaia.Se hai letto io ho detto che manda troppa aria e poco combustibile

scresan
16-08-2010, 20:03
... credo di esserlo del puffer!!!!!

Comunque la caldaia è tarata a 75, ma metti che sia in mantenimento e che la pompa dell' impianto parta perchè attivata dal termostato ambiente, l' acqua fredda dell'impianto in un momento, tramite lo scambiatore "ghiaccia" la caldaia che per non fare condensa spegne la sua pompa appena la temperatura va sotto i 60. Mi ricordo che le vecchie caldaie anche a gasolio, avevano i due termostati, uno per la temperatura acqua caldaia ed uno per il bollitore. Chiaramente hanno un po' di logica in maniera tale da non attivare la pompa per il carico del bollitore se non è attiva anche quella della caldaia (cioè se la caldia non è in temperatura).
Per non iniziare discussioni a vuoto, premetto, che quanto su detto è una ipotesi. Aspettiamo DCM, per chiarimenti.
Cosa ne dite del fatto che la caldaia concepita e studiata per 40 kw, viene fatta lavorare a 20-25 kw ???? Forse non è questo il vero problema del suo impianto???

tom-tom
16-08-2010, 20:12
scusa cosa intendi per mantenimento,se come dici tu in un attimo si ghiaccia la caldaia e se era messa diretta senza scambiatore cosa succedeva si ibernava signori cari se conoscete bene come funziona uno scambiatore bene altrimenti asteniamoci

DCM caldaia
16-08-2010, 20:28
dcmcaldaia,chi ti ha fatto l'impianto?perchè è stata collegata la pompa dello scambiatore sulla caldaia?perchè acs viene comandata dalla caldaia?scusami ma tu spegni la caldaia e come la spegni, perchè il boiler dopo lo scambiatore?

la pompa dello scambiatore deve essere collegata al termostato della caldaia se l'impianto parte freddo senza la possibilità di fermare la pompa a 60 gradi la caldaia scenderebbe fino a 30 gradi

l'acs non viene comandata dalla caldaia sul bollitore c'è un secondo termostato che comanda la pompa dell'ACS in base alla temperatura selezionata sul bollitore.... però se la temperatura della caldaia scende sotto ai 60 gradi la caldaia spegne la pompa caldaia e la pompa ACS appena la temperatura sale sopra i 65 gradi riparte la pompa caldaia e la pompa ACS il fatto di spegnere le pompe penso serva come limitatore di carico....

il boiler è su un circuito a parte e scambia calore con lo scambiatore per lostesso motivo dei termo per non raffredare troppo la caldaia



Ciao DCM, per me l' impianto è corretto! C'è un passaggio poco chiaro, ma credo che la caldaia sia provvista di due termostati, uno collegato al corpo caldaia, l' altro collegato al bollitore acs. Quelle due manopole poste sulla caldaia quindi, dovrebbero permetterti di regolare la temperatura
1- dell' acqua caldaia
2- del bollitore, che sara' sempre piu' bassa dell' acqua caldaia di almeno 10-15 gradi

Ho capito bene?

Percio' lascierei stare i problemi dell' impianto

e mi concentrerei sul discorso caldaia e bruciatore che come hai gia' verificato, brucia male da un lato. Potresti riddurre il diametro o il numero dei fori da quella parte, o aumentarne dall' altra!

non me la sento di tappare i fori del bruciatore se cambio combustibile potrei avere il problema opposto




Anche l' inserto delle foto, è un' ottima soluzione, in quanto se i tre fori postariori sono quelli dell' aria secondaria, miglioreresti di molto la combustione dell' aria secondaria, perchè il materiale rfrattario si riscalderebbe ad alta temperatura, al contrario delle pareti della caldaia, ed inoltre ad occhio, aumenta la turbolenza e quindi ottimizza la miscelazione dell' aria secondaria.


I fori dietro l'inserto non sono fori ma sono la testa dei rivetti di supporto, la caldaia non ha aria secondaria possiede solo un ventilatore che soffia l'aria nel bruciatore



Per la regolazione fine della combustione, con l' elettromeccanica hai poco da regolare.

Il funzionamento è a due stadi:

1- coclea che carica ogni tot secondi ed aria a tot
2- al raggiungimento della temperatura passa al mantenimento della fiamma

è cosi?????



non proprio la caldaia è controllata dal suo termostato quando la temperatura dell'acqua caldaia raggiunge la temperatura selezionata dal termostato la caldaia si ferma, riparte quando la caldaia cede 5 gradi all'impianto, non ha timer che contano i secondi , + calore riesco a spremere dal pellet quando la coclea gira per portare il pellet nel bruciatore meno consumo pellet

l'aria ha solo una serranda da registrare su o giu




Se si, dovresti trovare una calibrazione del genere:

Quando il bruciatore funziona a piena potenza, il crogiolo dev' essere pieno fino all' orlo, tanto da coprire tutti i fori di immissione dell' aria primaria. L' aria primaria che inietti, dovrebbe essere tale da non buttarti in aria il pellet.

Per capirci, se il crogilo è grande, ha bisogno di tanto pellet e per riscaldare la tua cas afunzionera' per meno ore........voglio dire che una caldaia da 40 kw, è progettata per produrre 40 kw e non 25!!! Se vorrai avvere il massimo dovrai farla funzionare alla massima potenza possibile!!

Gradite foto del crogiolo, della fiamma, mentre funziona....

alla prossima accensione cercherò di regolarla come hai detto....
vedremo come si comporta la fiamma...

scresan
16-08-2010, 20:47
... quidi le due manopolo sulla caldaia servono:

1- temperatura di stop della caldaia (es.75 gradi)
2- temperatura di on pompa (es. 60 gradi)...

giusto???

Per me l' impianto ha la sua logica, semplice, ma funzionale. Forse il limite è lo scambiatore troppo piccolo, se vorrai far funzionare a piena potenza la caldaia. Teoricamente, se la caldaia e l' impianto sono dello stesso tipo (a vaso chiuso oppure a vaso aperto) avresti potutto evitare lo scambiatore. In realta' lo scambiatore rallenta un po' ed evita i continui ping-pong in partenza ad impianto freddo. Molte caldaia a pellet hanno al loro interno uno scambiatore di serie, per lo stesso motivo ...... Scelte progettuali!

tom-tom
16-08-2010, 22:42
dcm,ma tu la spegni la caldaia?

Dott Nord Est
16-08-2010, 23:43
dcm, una domanda: la pompa che c'è tra la caldaia e lo scambiatore, una volta che l'impianto è in temperatura tutto, continua a girare sempre o gira solo assieme a quella del riscaldamento se il termostato ambiente dà il comando?

per il resto, concordo con scresan, se puoi postare foto più dettagliate e chiare del bracere, magari in funzione, sarebbe meglio.
da qualche parte bisogna pur iniziare a regolare, se vuoi cercar di diminuire il consumo...

tom-tom
17-08-2010, 08:57
<meta http-equiv="Content-Type" content="text/html; charset=utf-8"><meta name="ProgId" content="Word.Document"><meta name="Generator" content="Microsoft Word 11"><meta name="Originator" content="Microsoft Word 11"><link rel="File-List" href="file:///C:%5CDOCUME%7E1%5CAugusto%5CIMPOST%7E1%5CTemp%5Cms ohtml1%5C01%5Cclip_filelist.xml"><!--[if gte mso 9]><xml> <w:WordDocument> <w:View>Normal</w:View> <w:Zoom>0</w:Zoom> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone> <w:PunctuationKerning/> <w:ValidateAgainstSchemas/> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText> <w:Compatibility> <w:BreakWrappedTables/> <w:SnapToGridInCell/> <w:WrapTextWithPunct/> <w:UseAsianBreakRules/> <w:DontGrowAutofit/> </w:Compatibility> <w:BrowserLevel>MicrosoftInternetExplorer4</w:BrowserLevel> </w:WordDocument> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="156"> </w:LatentStyles> </xml><![endif]--><style> <!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} @page Section1 {size:595.3pt 841.9pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:35.4pt; mso-footer-margin:35.4pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} --> </style><!--[if gte mso 10]> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} </style> <![endif]--> Dcm,da come hai descritto il funzionamento deduco che la pompa dello scambiatore una volta che l’impianto ha raggiunto la temperatura non si ferma più non essendo collegata con quella dell’impianto quindi cosa succede,succede che quando viene raggiunta la temperatura ambiente la pompa dell’impianto si ferma e quella dello scambiatore continua a girare, la caldaia raggiunta la temperatura impostata di 75 °si ferma il bruciatore ma la pompa continua a girare, quindi se l’ambiente mantiene la temperatura per ½ ora la pompa dello scambiatore girerebbe senza motivo con spreco di energia,certo non è da imputare solo questo ma contribuisce ad aumentare i consumi tecnicamente non è il funzionamento giusto, contrariamente se tu il termostato ambiente lo usi solo come interruttore per accendere e spegnere allora è un altro discorso l’impianto gira sempre detto questo deduco che non hai un crono per il riscaldamento lo attivi manualmente,fammi sapere se funziona in questo modo anche se conosco già la risposta.Dcm,mi dovresti descrivere lo scambiatore ossia la misura degli attacchi se sono tutti e quattro della stessa misura inoltre mi dovresti dire come fai girare le pompe sia quella dello scambiatore sia quella dell’impianto,se hanno la stessa velocità inoltre mi dovresti dire la misura dei tubi della colonna portante del riscaldamento

tom-tom
17-08-2010, 09:19
"

bene, una seconda domanda ora: se l'impianto di riscaldamento è freddo, mettiamo a 20° il fluido, e partono le pompe, se non ho la valvola anticondensa, lo scambiatore ti abbassa la T° in caldaia?
vorrei precisare che Lei ha sempre sostenuto che nelle caldaie elettroniche la valvola anticondensa non serve(centinaia di post) in quanto vi era la pompa che faceva le funzioni di anticondensa dal momento che il termostato faceva fermare la pompa ad una determinata temperatura detto questo,mi chiedo,dcm a una caldaia meccanica ma la pompa funziona come l'elettronica in più la caldaia lavora sotto scambiatore,Perchè LEI mi chiede di installare una valvola anticondensa? ha fatto anche uno schema .Sarei curioso di sapere perchè spendere soldi inutilmente e se questa benedetta valvola si debba mettere o non mettere
questo per valutare gli interventi che vengono fatti su questo forum e per valutare anche se queste caldaie lavorano sempre allo stesso modo.Gradirei che LEI mi dia una risposta tecnicamente valida

Dott Nord Est
17-08-2010, 12:54
dcm non ha elettronica, ma meccanica.
ho sempre sostenuto che la valvola anticondensa non è "indispensabile" in una elettronica, ma se la monto senza puffer o combi, preferisco metterla.

DCM caldaia
18-08-2010, 21:44
... quidi le due manopolo sulla caldaia servono:

1- temperatura di stop della caldaia (es.75 gradi)
2- temperatura di on pompa (es. 60 gradi)...

giusto???



Esatto




Per me l' impianto ha la sua logica, semplice, ma funzionale. Forse il limite è lo scambiatore troppo piccolo, se vorrai far funzionare a piena potenza la caldaia. Teoricamente, se la caldaia e l' impianto sono dello stesso tipo (a vaso chiuso oppure a vaso aperto) avresti potutto evitare lo scambiatore.

rileggendo sulla fattura Lo scambiatore è da 40Kw non da 20Kw


dcm,ma tu la spegni la caldaia?

Nel periodo estivo l'accendo un giorno si e uno no, impiega 2 ore a scaldare 300 litri d'acqua e mi sembra uno spreco tenerla accesa per 24 ore...


dcm, una domanda: la pompa che c'è tra la caldaia e lo scambiatore, una volta che l'impianto è in temperatura tutto, continua a girare sempre o gira solo assieme a quella del riscaldamento se il termostato ambiente dà il comando?


La pompa tra la caldaia e lo scambiatore è indipendente dal circuito dei termo gira sempre,



se puoi postare foto più dettagliate e chiare del bracere, magari in funzione, sarebbe meglio.
da qualche parte bisogna pur iniziare a regolare, se vuoi cercar di diminuire il consumo...

Oggi dopo 2 giorni di fermo ho acceso la caldaia, ho alzato la portata del pellet a circa 3/4 e ho alzato la serranda dell'aria di 3.5mm la temperatura dei fumi s'aggirava intorno ai 160 gradi, la temperatura dell'acqua caldaia saliva + rapidamente ma ha impiegato circa 1:30 per salire da 20 gradi a 80 mentre per poratare l'ACS da 40 gradi a 60 ha impiegato 2:45 in tutto, quindi per 1:30 ha continuato a girare e mandare pellet al bruciatore l'ultima ora era in mantenimento: girava solo quando la temperatura della caldaia scendeva sotto i 75 gradi
una foto del bruciatore:
come potete vedere la fiamma si concentra sempre sull' lato destro mentre sul lato sinistro resta un buco... se per riempire il buco alzo la portata del pellet il pellet esce dal bruciatore senza riempire il buco...

http://www.pctunerup.com/up//results/_201008/20100818221237_fuocoveloce.gif

mentre la caldaia girava ho preparato un paio di turbolatori ricavati da un paio di lamiere arrotolate a mo di elica 2:
l'elica non è venuta proprio rotonda ma possono andar bene?
i tubi di fumo della caldaia hanno un diametro pari a 70mm mentre i turbolatori sono largni 45mm

http://www.pctunerup.com/up/results/_201008/th_20100818223535_turbolatore.jpg (http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_201008/20100818223535_turbolatore.jpg)

ho inserito i turbolatori in 2 dei 8 tubi di fumo della caldaia, ho notato che la temperatura dei fumi è scesa da 160 a 140 gradi non so se è solo un caso, ma l'acqua sembrava salire + velocemente, domani vado prendere al faidate dell'altre lamiere in modo da inserire un turbolatore per ogni tubo di fumo

DCM caldaia
18-08-2010, 21:45
<link rel="File-List" href="file:///C:%5CDOCUME%7E1%5CAugusto%5CIMPOST%7E1%5CTemp%5Cms ohtml1%5C01%5Cclip_filelist.xml"><!--[if gte mso 9]><xml> <w:WordDocument> <w:View>Normal</w:View> <w:Zoom>0</w:Zoom> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone> <w:PunctuationKerning/> <w:ValidateAgainstSchemas/> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText> <w:Compatibility> <w:BreakWrappedTables/> <w:SnapToGridInCell/> <w:WrapTextWithPunct/> <w:UseAsianBreakRules/> <w:DontGrowAutofit/> </w:Compatibility> <w:BrowserLevel>MicrosoftInternetExplorer4</w:BrowserLevel> </w:WordDocument> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="156"> </w:LatentStyles> </xml><![endif]--><style> <!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} @page Section1 {size:595.3pt 841.9pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:35.4pt; mso-footer-margin:35.4pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} --> </style><!--[if gte mso 10]> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} </style> <![endif]--> Dcm,da come hai descritto il funzionamento deduco che la pompa dello scambiatore una volta che l’impianto ha raggiunto la temperatura non si ferma più non essendo collegata con quella dell’impianto quindi cosa succede,succede che quando viene raggiunta la temperatura ambiente la pompa dell’impianto si ferma e quella dello scambiatore continua a girare, la caldaia raggiunta la temperatura impostata di 75 °si ferma il bruciatore ma la pompa continua a girare, quindi se l’ambiente mantiene la temperatura per ½ ora la pompa dello scambiatore girerebbe senza motivo con spreco di energia,certo non è da imputare solo questo ma contribuisce ad aumentare i consumi tecnicamente non è il funzionamento giusto,



esatto è proprio così che gira l'impianto...


<link rel="File-List" href="file:///C:%5CDOCUME%7E1%5CAugusto%5CIMPOST%7E1%5CTemp%5Cms ohtml1%5C01%5Cclip_filelist.xml"><!--[if gte mso 9]><xml> <w:WordDocument> <w:View>Normal</w:View> <w:Zoom>0</w:Zoom> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone> <w:PunctuationKerning/> <w:ValidateAgainstSchemas/> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText> <w:Compatibility> <w:BreakWrappedTables/> <w:SnapToGridInCell/> <w:WrapTextWithPunct/> <w:UseAsianBreakRules/> <w:DontGrowAutofit/> </w:Compatibility> <w:BrowserLevel>MicrosoftInternetExplorer4</w:BrowserLevel> </w:WordDocument> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="156"> </w:LatentStyles> </xml><![endif]--><style> <!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} @page Section1 {size:595.3pt 841.9pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:35.4pt; mso-footer-margin:35.4pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} --> </style><!--[if gte mso 10]> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} </style> <![endif]-->
contrariamente se tu il termostato ambiente lo usi solo come interruttore per accendere e spegnere allora è un altro discorso l’impianto gira sempre detto questo deduco che non hai un crono per il riscaldamento lo attivi manualmente,fammi sapere se funziona in questo modo anche se conosco già la risposta.Dcm,mi dovresti descrivere lo scambiatore ossia la misura degli attacchi se sono tutti e quattro della stessa misura inoltre mi dovresti dire come fai girare le pompe sia quella dello scambiatore sia quella dell’impianto,se hanno la stessa velocità inoltre mi dovresti dire la misura dei tubi della colonna portante del riscaldamento

Ho un cronotermostato in sala che rileva la temperatura ambiente e accende o spegne la pompa dei termo se la temperatura ambiente lo richiede

lo scambiatore è da 40kw monta raccordi da 1"1/4 nel circuito caldaia scambiatore, e da 1" sul circuito dei termo e dell'ACS

tom-tom
18-08-2010, 23:18
dcm,lo so che la spegne in estate a me serviva sapere in inverno,durante la notte il bruciatore è attivo?facciamo così,mi dica la mattina prima che riparte il riscaldamento, la caldaia a che temperatura si trova? senta, la prova dei turbolatori la deve fare dopo che la caldaia è a regime da qualche ora, mi sembra strano che da 160 sia passato a 140 con soli 2 turbolatori quindi stia attento quando inserisce tutti gli elementi.Siamo sicuri che la canna fumaria abbia un buon tiraggio?comunque faccia in questo modo: porti i fumi a 180/190 la faccia lavorare almeno un paio d'ore ed inserisca i turbolatori.Vanno bene come stà facendo, a forma d'elica ed anche la misura.Quello che non va bene,sono i tempi per scaldare 100 lt d'acqua,1 ora 1/2 da 20 a 80 ? La fiamma mi sembra abbastanza deboluccia.Mi tolga una curiosità,i fori del bruciatore ha controllato che sono tutti liberi?deve infilare la testa dendro, oppure con un bel chiodo, un cacciavite, sentirli con le dita e passare dentro ai fori con il ferro ,uno x uno.Il pellet lo porti fino a coprire leggermente i fori superiori.Riguardo il funzionamento dell'impianto mi dispiace ma non deve funzionare in quel modo.Mi sono sempre dimenticato di chiederle ,ma lo scambiatore è installato vicino alla caldaia?Gli attacchi sono da 1 1/4,anche i tubi? i tubi dell'impianto sono da 1"?Ritornando sulla fiamma,mi sbaglierò ma lei ha i fori del bruciatore chiusi o avrà la cenere dentro ,non so come è fatto questo bruciatore ma se brucia solo da una parte......ovvero pieno d'incrostazioni

scresan
19-08-2010, 00:19
... concordo con tom tom, fiamma molto strana: è possibile che i fori siano incrostati e chiusi sembra del tutto! ... a proposito, non conoscendo la caldaia... e soffiata oppure aspirata? E comunque per quale motivo, secondo te, non arriva aria da quella parte? Hai provato a guardare da dietro, sotto .... per quale motivo sostieni che la caldaia è fatta così e basta?? Quali sono le tue impressioni o ipotesi?

Le lamiere che hai utilizzato sembrano lamierini zincati, e non vanno bene, lo zinco con il mfuoco reagisce e di brucia velocemente....inoltre devono avere un certo spessore almeno un paio di mm!
Chiaramente, a meno tu non abbia una fucina, è impossibile avvitarli ad elica!! Puoi pero' con l' aiuto di una morsa ed un martello, piegare delle striscie larghe 2-3 cm a zig zag, con i pezzi dritti di 5-6 cm... e dopo aver settato per bene la caldaia inserirle nei tubi .... Dopo un paio di gg di funzionamento, chiaramente potrebbe succede che ti si riempia tuto di cenere, magari potresti accorciare i tubulatori, o aumentare l' aspirazione fumi.....

turbogen
19-08-2010, 00:50
ciao ragazzi, in effetti ci dev'essere qualcosa che tocca, perchè impiegare più di due ore per scaldare 300 litri d'acqua non è molto normale, per la mia esperienza al massimo in poco più di un'ora il boiler dovrebbe essere già a 60 gradi tranquillamente.....

Dott Nord Est
19-08-2010, 05:11
alcuni consigli spassionati?

1- chiamare un tecnico della ditta per una pulizia generale, così vedi come fa e poi lo fai tu ogni anno (è chiaro che il bracere ha problemi, molto probabilmente klinker che ostruisce la manda d'aria)
2- controllare tiraggio canna fumaria
3- turbolatori
4- sistemare la pompa della caldaia che gira sempre

ma lascia perdere il fai da te, ad esclusione dei turbolatori...
vedrai, ti ritroverai con "un'altra" caldaia una volta sistemato il tutto.

tom-tom
19-08-2010, 08:38
.

Le lamiere che hai utilizzato sembrano lamierini zincati, e non vanno bene, lo zinco con il mfuoco reagisce e di brucia velocemente....inoltre devono avere un certo spessore almeno un paio di mm!

io spero che siano solo per una prova,i definitivi è tuttaltra cosa.Se ha la canna fumaria che tira poco i turbolatori non può metterli,quindi bene spendere poco

tom-tom
19-08-2010, 09:21
dcmcaldaia,forza e coraggio si metta l'anima in pace e rimetta mano a tutto l'impianto, significando che non deve fare grande modifiche ma per quanto mi riguarda l'impianto è tecnicamente sbagliato.La prima cosa che deve fare e svuotare il bruciatore e guardare ,anche con l'ausilio di una lampada se ci sono incrostastazioni in fondo al braciere,sicuramente si, quindi mazzetta e scalpello,come le ho già detto controllare tutti i fori, buona parte saranno otturati, specialmente quelli in basso,dcm lei deve sperare che queste mie supposizioni siano giuste,quindi ,con una pulizia risolve il problema, contrariamente sono ca....i amari.Detto questo,dato per scontato di aver risolto il problema,deve mettere mano all'impianto,dalle foto ho l'impressione che quello scambiatore sia abbastanza distante dalla caldaia,per dare un'idea d'installazione ,la linea dello scambiatore ,tra andata e ritorno ,deve essere massimo dico massimo 2 mt.il resto conta poco.Dalle foto i tubi collegati allo scambiatore mi sembrano tutti uguali,per l'attacco da 1 1/4 deve assolutamente rispettare quella sezione.Ha mai smontato lo scambiatore per una pulizia?gli hanno installato 2 filtri?per adesso mi fermo quì ,se ha intenzione di sistemare l'impianto gli spiego come deve fare, contrariamente decida lei

DCM caldaia
19-08-2010, 21:14
dcm,lo so che la spegne in estate a me serviva sapere in inverno,durante la notte il bruciatore è attivo?facciamo così,mi dica la mattina prima che riparte il riscaldamento, la caldaia a che temperatura si trova? senta, la prova dei turbolatori la deve fare dopo che la caldaia è a regime da qualche ora, mi sembra strano che da 160 sia passato a 140 con soli 2 turbolatori quindi stia attento quando inserisce tutti gli elementi.Siamo sicuri che la canna fumaria abbia un buon tiraggio?comunque faccia in questo modo: porti i fumi a 180/190 la faccia lavorare almeno un paio d'ore ed inserisca i turbolatori.Vanno bene come stà facendo, a forma d'elica ed anche la misura.Quello che non va bene,sono i tempi per scaldare 100 lt d'acqua,1 ora 1/2 da 20 a 80 ? La fiamma mi sembra abbastanza deboluccia.Mi tolga una curiosità,i fori del bruciatore ha controllato che sono tutti liberi?deve infilare la testa dendro, oppure con un bel chiodo, un cacciavite, sentirli con le dita e passare dentro ai fori con il ferro ,uno x uno.Il pellet lo porti fino a coprire leggermente i fori superiori.Riguardo il funzionamento dell'impianto mi dispiace ma non deve funzionare in quel modo.Mi sono sempre dimenticato di chiederle ,ma lo scambiatore è installato vicino alla caldaia?Gli attacchi sono da 1 1/4,anche i tubi? i tubi dell'impianto sono da 1"?Ritornando sulla fiamma,mi sbaglierò ma lei ha i fori del bruciatore chiusi o avrà la cenere dentro ,non so come è fatto questo bruciatore ma se brucia solo da una parte......ovvero pieno d'incrostazioni

Durante l'inverno non spengo mai la caldaia la lascio in modulazione , i termo partono un'ora al mattino; dalle 6:00 alle 7.00 poi il cronotermostato della sala mantiene l'ambiente a 18 gradi fino alle 17:00, dalle 17:00 in poi alzo latempearura a 20 gradi fino alle 23:00,

non ho la possibilità di misurare il tiraggio della canna fumaria a occhio quando è in temperatura anche aprendo lo sportello superiore mentre la caldaia gira i fumi vengono aspirati e non si disperdono nell'abiente...

la caldaia dopo 2 giorni di fermo impiega circa un'ora e mezza per salire da 20 gradi a 80 in questo lasso di tempo accendo la caldaia con dei legnetti e carta, la caldaia non ha la candeletta mentre bruciano i legni la caldaia deve caricare il pellet dalla tramoggia al bruciatore nel momento in cui avvio la caldaia il bruciatore è quasi vuoto una volta riempito si deve incendiare tutto il pellet e la canna fumaria deve entrare in temperatura

ho controllato i fori del bruciatore, sono liberi, ne ho trovati solo 3 otturati dal carbone, pulisco il bruciatore una volta l'anno e la settimana prossima provedo alla pulitura annuale, il bruciatore dopo sole 6 stagioni è in condizioni pietose, l'acciaio di pessima qualità con cui è costruito s'è deformato in modo talmente grave da far saltare quasi tutta la saldatura lungo il suo perimetro, temo che quest'inverno il bruciatore si stacchi dalla caldaia:cry:
inoltre la crepa che ha fatto saltare la saldatura perde sicuramente aria, quindi l'aria al posto d'uscire dai buchi del bruciatore esce dalla crepa:cry::cry:(lacrepa è evidenziata dalle freccie rosse)
inoltre il bruciatore è crepato in verticale da cima a fondo in 4 parti la + grave è il lato destro come potete vedere dalla foto
la qualità con cui è costruita questa caldaia è uno schifo, questa primavera è saltato il motoriduttore dopo sole 6 stagioni! s'e smangiata la sede dell'albero motore del motoriduttore 350€uro...
possiedo una saldatrice e sono piutosto bravo a saldare penso mi convenga raddrizzarlo a martellate e rifare la saldatura lungo il perimetro in modo da fermare la perdita dell'aria e evitare che si stacchi dalla base, che elettrodi conviene usare per saldare una caldaia?

http://www.pctunerup.com/up/results/_201008/20100819215804_crepebruciatoreDCM.jpghttp://www.pctunerup.com/up/results/_201008/20100819215853_bruciatoreDCM.jpg





... concordo con tom tom, fiamma molto strana: è possibile che i fori siano incrostati e chiusi sembra del tutto! ... a proposito, non conoscendo la caldaia... e soffiata oppure aspirata? E comunque per quale motivo, secondo te, non arriva aria da quella parte? Hai provato a guardare da dietro, sotto .... per quale motivo sostieni che la caldaia è fatta così e basta?? Quali sono le tue impressioni o ipotesi?

Le lamiere che hai utilizzato sembrano lamierini zincati, e non vanno bene, lo zinco con il mfuoco reagisce e di brucia velocemente....inoltre devono avere un certo spessore almeno un paio di mm!
Chiaramente, a meno tu non abbia una fucina, è impossibile avvitarli ad elica!! Puoi pero' con l' aiuto di una morsa ed un martello, piegare delle striscie larghe 2-3 cm a zig zag, con i pezzi dritti di 5-6 cm... e dopo aver settato per bene la caldaia inserirle nei tubi .... Dopo un paio di gg di funzionamento, chiaramente potrebbe succede che ti si riempia tuto di cenere, magari potresti accorciare i tubulatori, o aumentare l' aspirazione fumi.....

la caldaia è soffiata

secondo me perde aria dalla crepa che s'è formata lungo il perimetro del bruciatore...

i turbolatori sono in alluminio non in zinco, preferisco arrotolarli a mo di elica, ho acquistato dell'altra lamiera in alluminio spessa 0.8mm....



ciao ragazzi, in effetti ci dev'essere qualcosa che tocca, perchè impiegare più di due ore per scaldare 300 litri d'acqua non è molto normale, per la mia esperienza al massimo in poco più di un'ora il boiler dovrebbe essere già a 60 gradi tranquillamente.....

partendo con la caldaia fredda e il bollitore da 350 litri a 40 gradi?


alcuni consigli spassionati?

1- chiamare un tecnico della ditta per una pulizia generale, così vedi come fa e poi lo fai tu ogni anno (è chiaro che il bracere ha problemi, molto probabilmente klinker che ostruisce la manda d'aria)
2- controllare tiraggio canna fumaria
3- turbolatori
4- sistemare la pompa della caldaia che gira sempre

ma lascia perdere il fai da te, ad esclusione dei turbolatori...
vedrai, ti ritroverai con "un'altra" caldaia una volta sistemato il tutto.

la caldaia è da 6 anni che la pulisco manualmente, aspiro tutta la cenere dall'raccogli cenere del bruciatore stappo tutti fori otturati e pulisco la canna fumaria con uno spazza camino lungo 8 metri, la canna fumaria non è mai sporca ha solo dentro un pò di polvere

Grazie a tutti per le risposte:)

tom-tom
19-08-2010, 22:05
dcm,ma ogni 2 giorni presumo che prima di accendere la caldaia aspiri quei residui dal bruciatore,la foto era gradita con il bruciatore pulito, vorrei vederlo sotto la coclea dal momento che lo pulisce una volta l'anno.Considerato che il bruciatore va sistemato, non penso però sia la causa principale delle anomalie riscontrate,la sua caldaia contiene 100 lt d'acqua ed impiegare 1 1/2 anche se comprensivo di accensione tramite legnetti è un tempo troppo lungo quindi le abbono 1/2 ora pertanto resta un'ora,un'ora per elevare la temperatura da 20 a 80,sinceramente.........se metto il pentolone sul fornello di casa faccio prima.Per quanto mi riguarda lei alimenta poco la caldaia provi a mandare più pellet se vede che il livello sale troppo aumenta l'aria,quella che si vede in foto è una fiamma da camino con 2 ciocchetti.Quando hai installato la caldaia 6 anni fa ,che consumo avevi?

DCM caldaia
20-08-2010, 15:54
dcm,ma ogni 2 giorni presumo che prima di accendere la caldaia aspiri quei residui dal bruciatore,la foto era gradita con il bruciatore pulito, vorrei vederlo sotto la coclea dal momento che lo pulisce una volta l'anno.

la brace non l'aspiro mai prima d'accendere la caldaia, appena posso posto una foto con il bruciatore pulito



Considerato che il bruciatore va sistemato, non penso però sia la causa principale delle anomalie riscontrate,la sua caldaia contiene 100 lt d'acqua ed impiegare 1 1/2 anche se comprensivo di accensione tramite legnetti è un tempo troppo lungo quindi le abbono 1/2 ora pertanto resta un'ora,un'ora per elevare la temperatura da 20 a 80,sinceramente.........se metto il pentolone sul fornello di casa faccio prima.

la caldaia a salire da 20 gradi a 60 impiega circa mezzora, ma dal momento in cui parte la pompa dell'ACS la caldaia va sotto carico e impiega un'ora circa per salire da 60 a 83 gradi in tutto impiega un'ora e mezza per raggiungere il mantenimento, nel frattempo la temperatura nell bollitore raggiunge i 50 gradi...




Per quanto mi riguarda lei alimenta poco la caldaia provi a mandare più pellet se vede che il livello sale troppo aumenta l'aria,quella che si vede in foto è una fiamma da camino con 2 ciocchetti.Quando hai installato la caldaia 6 anni fa ,che consumo avevi?

il primo anno ho consumato 70 Quintali...

ho provato a inseriere i turbolatori in tutti i giri di fumo della caldaia dopo 2 ore di funzionamento la temperatura media dei fumi era di 140-145...
ho tolto i turbolatori dalla caldaia e la temperatura dei fumi è salita a 155-160, usando i turbolatori guadagno 15 gradi sulla temperatura dei fumi vi sembra un buon risultato?

tom-tom
20-08-2010, 16:16
dcm,i fumi a 160 sono bassi la devi mandare a 180/190 ,aria e combustibile ,dopo inserisci i turbolatori,hai paura che consumi di più?se non gli dai da mangiare è debole e lavora poco,questo sicuramente sarà il problema,inoltre quei residui li devi aspirare.Minimo devi guadagnare 40°.Quando fai l'acs,fai partire la pompa a 75,con l'occasione dimmi a quanto ti scende la temperatura in caldaia.Gentilmente mi puoi rispondere a questa semplice domanda:a che distanza si trova lo scambiatore dalla caldaia,più volte ho chiesto questa cosa e non mi hai mai risposto

DCM caldaia
21-08-2010, 11:25
dcm,i fumi a 160 sono bassi la devi mandare a 180/190 ,aria e combustibile ,dopo inserisci i turbolatori,hai paura che consumi di più?se non gli dai da mangiare è debole e lavora poco,questo sicuramente sarà il problema,inoltre quei residui li devi aspirare.Minimo devi guadagnare 40°.Quando fai l'acs,fai partire la pompa a 75,con l'occasione dimmi a quanto ti scende la temperatura in caldaia.Gentilmente mi puoi rispondere a questa semplice domanda:a che distanza si trova lo scambiatore dalla caldaia,più volte ho chiesto questa cosa e non mi hai mai risposto

se alzo l'aria il pellet incomincia a scintillare parecchio...
proverò a portare la temperatura fumi a 180/190,
inserendo i turbolatori la temperatura fumi deve scendere di 40 gradi?

lo scambiatore dista 3,50 metri dalla caldaia, la pompa caldaia ha 3 velocità io la tengo al minimo in modo da limitare la dispersione...

tom-tom
21-08-2010, 11:46
chi è questo scienziato che ti ha messo lo scambiatore a 3,5 dalla caldaia?3,5 x2 = 7 ,curve e curvette , sali e scendi,arriviamo a 9 mt circa se ti ha messo i tubi come da attacchi dello scambiatore da 1 1/4 hai 10 lt di acqua fredda che ogni volta che parte la caldaia sono da riscaldare,lo scambiatore andava installato sulla caldaia e quì non ci sono scusanti.La pompa della caldaia la tiene a 1 e quella del riscaldamento?tutto sbagliato, secondo lei perchè gli scambiatori vengono fatti con gli attacchi più grandi lato caldaia,per bellezza? si i fumi all'incirca 30/40 dipende non c'è una regola

giuggiolo0107
21-08-2010, 12:48
ho seguito la discussione a tratti.... quindi perdonatemi se dicco ..azzate.... non è detto che gli scambiatori abbiano attacchi maggiorati dalla parte caldaia... io avevo montato questo (eliminato per perdita di potenza) , e non mi sembra che abbia attacchi di misura diversa..http://www.energeticambiente.it/attachments/vetrina-scambio-dellusato/7172d1254765299t-vendo-scambiatore-piastre-scambiatore.jpg (http://www.energeticambiente.it/attachments/vetrina-scambio-dellusato/7172d1254765299-vendo-scambiatore-piastre-scambiatore.jpg)http://www.energeticambiente.it/attachments/vetrina-scambio-dellusato/7173d1254765321t-vendo-scambiatore-piastre-scambiatore2.jpg (http://www.energeticambiente.it/attachments/vetrina-scambio-dellusato/7173d1254765321-vendo-scambiatore-piastre-scambiatore2.jpg)http://www.energeticambiente.it/attachments/vetrina-scambio-dellusato/7174d1254765346t-vendo-scambiatore-piastre-scambiatore3.jpg:bye1: (http://www.energeticambiente.it/attachments/vetrina-scambio-dellusato/7174d1254765346-vendo-scambiatore-piastre-scambiatore3.jpg)

tom-tom
21-08-2010, 13:08
ho seguito la discussione a tratti.... quindi perdonatemi se dicco ..azzate.... non è detto che gli scambiatori abbiano attacchi maggiorati dalla parte caldaia... io avevo montato questo (eliminato per perdita di potenza) , e non mi sembra che abbia attacchi di misura diversa..http://www.energeticambiente.it/attachments/vetrina-scambio-dellusato/7172d1254765299t-vendo-scambiatore-piastre-scambiatore.jpg (http://www.energeticambiente.it/attachments/vetrina-scambio-dellusato/7172d1254765299-vendo-scambiatore-piastre-scambiatore.jpg)http://www.energeticambiente.it/attachments/vetrina-scambio-dellusato/7173d1254765321t-vendo-scambiatore-piastre-scambiatore2.jpg (http://www.energeticambiente.it/attachments/vetrina-scambio-dellusato/7173d1254765321-vendo-scambiatore-piastre-scambiatore2.jpg)http://www.energeticambiente.it/attachments/vetrina-scambio-dellusato/7174d1254765346t-vendo-scambiatore-piastre-scambiatore3.jpg:bye1: (http://www.energeticambiente.it/attachments/vetrina-scambio-dellusato/7174d1254765346-vendo-scambiatore-piastre-scambiatore3.jpg)
Caro giuggiulo,considerato che l'appunto te lo potevi rispiarmiare,considerato che lo scambiatore ti abbassava la potenza considerato che........fai una cosa prendi lo scambiatore, lo pesi e mi dici quanti euro vuoi

giuggiolo0107
21-08-2010, 14:39
o non sei daccordo,
ok ..ok.... calma.... il mio era solo un appunto sul fatto che lo scambiatore poteva essere anche in altro modo....per carità .. lungi da me il fatto di contraddirti....

boooxer
21-08-2010, 15:03
ho seguito la discussione a tratti....jpg[/IMG]:bye1:[/URL]

giuggiolo, non riesco seguire la discussione,(devo scappare) che caldaia è questa sopra con il braciere cotto, quanti anni ha??
ciao

giuggiolo0107
21-08-2010, 17:25
Possiedo una caldaia a biomassa DCM standar da 40.000Kw depotenziata a 25.700kw tramite una strozzatura che limita il passaggio del pellet.....

http://www.pctunerup.com/up/results/_201008/20100815121608_regolazione.jpg

per misurare la temperatura dei fumi ho acquistato un termometro di precisione, ho forato la canna fumaria praticando un foro da 3mm di diametro, nel foro ho infilato la sonda del termometro, inseguito ho regolato il passaggio del pellet al minimo, ho chiuso completamente serranda dell'aria, misurando con il calibro ho aperto la serranda dell'aria di 2.5mm dopo qualche secondo la temperatura dei fumi arrivava a 140/150 gradi
ho aperto la serranda di altri 10.0mm e la temperatura dei fumi è salita a 160/170 gradi
dal momento che le temperature salivano ho aperto di altri 5mm la serranda dell'aria per un'apertura totale di 15mm a questa apertura la temperature dei fumi erano a 175/185 gradi aprendo di + la serranda le temperature calavano segno che l'aria raffredava il bruciatore....
il metodo è corretto?
la vite che trasporta il pellet gira fino a quando il termostato della temperatura dell' acqua non raggiunge la temperatura selezionata in queste condizioni mi sembra giusto cercare di mantenre la temperatura dei fumi + alta posibbile al fine di spremere dal pellet tutto il calore possibile....
tuttavia alzando la temperatura dei fumi la temperatura della caldaia non mi sembra salire + in fretta....
osservando la fiamma non appare vigorosa anzi è piutosto fiacca

http://www.pctunerup.com/up/results/_201008/th_20100815123052_fiamma.jpg (http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_201008/20100815123052_fiamma.jpg)
nelle condizioni del test la caldaia per portare 300 litri d'acqua da 35 gradi a 65 ha impiegato 3 ore....


la caldaia per scaldare 80 metri quadri consuma 70/80Quintali di pellet all'anno, la casa ha doppi vetri su tutte le finestre pavimenti e soffiti doppi in legno, non possiedo altri isolanti, vivo al nord a 660 metri d'altezza, accendo la caldaia da metà ottobre fino alla fine di maggio mantengo 18 gradi di notte e 20 di giorno....
consuma mediamente 2 sacchi di pellet al giorno, nei giorni + freddi ne consuma 3, mi piacerebbe ottimizzare i consumi con l'aiuto del termometro voi cosa ne pensate?
se ho capito la domanda...!!!:confused::confused::confused:

biomassoso
22-08-2010, 09:21
ok ..ok.... calma.... ....per carità .. lungi da me il fatto di contraddirti....

Caro Giuggiolo, considerato che le scuse te le potevi anche risparmiare dal momento che hai pienamente ragione, qui sembra comunque che qualcuno non gradisca le osservazioni altrui se in contrasto con le proprie "supposte" verità e non accetti alcun tipo di contraddittorio: diciamo che non è il massimo per un forum di discussione! :preoccupato:

""Eccettuati alcuni modelli particolari, solitamente gli scambiatori a piastre hanno tutti gli attacchi dello stesso diametro.""

tom-tom
22-08-2010, 10:07
ma non aprire sempere bocca e dai fiato sei solo capace a dire queste scemenze entra nella discussione e di qualcosa di tuo invece del copia e incolla io le osservazioni altrui le gradisco e come non le tue inutili e puerili senza senso nessuno ha chioesto le scuse a Giuggiolo se l'ho ha fatto o per prendere in giro o per dar adito a persone come te di dire stronz....questo a me non interessa interessa che dici cose sensate riguardo la discussione...se ne sei capace.Il testo è privo di punteggiatura mettila così hai qualcosa da fare

tom-tom
22-08-2010, 10:43
ok ..ok.... calma.... il mio era solo un appunto sul fatto che lo scambiatore poteva essere anche in altro modo....per carità .. lungi da me il fatto di contraddirti....
Fermo restando che la mia precisazione si è cancellata,comunque ribadisco che io non ho detto che tutti gli scambiatori hanno attacchi diversi,lo so benissimo che ci sono quelli con attacchi uguali, vuoi che non sappia questo? ho anche detto nella discussione che gli scambiatori aventi un lato con attacchi maggiorati un motivo pur ci sarà perchè sono fatti in quel modo,o no,pertanto, quanto da me asserito ,sempre in funzione dell'uso errato dello scambaitore da parte di DCM,presumo altresì che DCM abbia anche un ottimo scambiatore,considerato il costo, perchè non usarlo in modo corretto al fine di poter sfruttare tutte le potenzialità, non sei daccordo.Dimenticavo,astieniti la prossima volta dalle scuse ingiustificate, sono solo fonte di polemica.Vedi interventi

biomassoso
22-08-2010, 10:47
1)se ti ha messo i tubi come da attacchi dello scambiatore da 1 1/4 hai 10 lt di acqua fredda che ogni volta che parte la caldaia sono da riscaldare,lo scambiatore andava installato sulla caldaia e quì non ci sono scusanti.La pompa della caldaia la tiene a 1 e quella del riscaldamento?tutto sbagliato, 2)secondo lei perchè gli scambiatori vengono fatti con gli attacchi più grandi lato caldaia,per bellezza? si i fumi all'incirca 30/40 dipende non c'è una regola

°°°°°3)dcm,i fumi a 160 sono bassi la devi mandare a 180/190

Potrei controbattere punto per punto e con cognizione di causa ad ogni tua "supposta & saccente verità", ma siccome da molto tempo ho capito che i terroni (non tutti) vogliono sempre avere ragione, come si evince dal tuo comportamento, cerco di rispondere solo alle castronerie più evidenti:

1) essendo la caldaia sempre accesa i 10 litri di acqua in più contenuti nei tubi, se correttamente isolati, son quasi del tutto ininfluenti.
2) come già evidenziato questo è SOLO un convincimento personale del tutto infondato.
3) i fumi a 160° son già alti, non bassi.
:bye1:

turbogen
22-08-2010, 10:55
ma siccome da molto tempo ho capito che i terroni vogliono sempre avere ragione, :

bio, fino ad adesso potevi avere un minimo di ragione, ma con questa frase ti sei proprio squalificato totalmente, io non sono un terrone( termine razzista fin che vuoi,seppur mio padre sia per metà sardo) quindi non me la prendo più di tanto, ma che tu per riferirti(o offendere) una persona offendi una massa di persone che non c'entrano assolutamente niente...bè, perdonami, ma hai fatto una stronzata gigantesca, non ti lamentare se poi qualcuno ti manda dove meriti(non io, la cosa non mi interessa) te la sei proprio cercata, e ti starebbe solo bene...

biomassoso
22-08-2010, 11:05
bè, perdonami, ma hai fatto una stronzata gigantesca, non ti lamentare se poi qualcuno ti manda dove meriti(non io, la cosa non mi interessa) te la sei proprio cercata, e ti starebbe solo bene...

Premesso che non me ne può fregare di meno dove mi possano mandare, hai comunque perfettamente ragione ed ho rettificato aggiungendo (non tutti), ma ti posso garantire che questo lo penso veramente avendo lavorato per 35 anni in mezza Italia!.....il termine "terrone" è nell'uso comune come quello opposto geograficamente di "polentone"....

turbogen
22-08-2010, 11:08
bravo bio, adesso mi piaci e ti riconosco, diciamo che era stata una svista temporanea che può succedere a tutti(e magari il prossimo sarò proprio io:cry:)...ciao:bye1:
per concluderle, diciamo che certe cose è meglio limitarsi a pensarle e non scriverle(o almeno non farlo pubblicamente), si rischia sempre di trovare chi se la prende e si offende( personalmente, parlo solo per me, se mi dessero o del terrone o anche del polentone un'occhio nero a chi lo dice non glielo leva nessuno...)

tom-tom
22-08-2010, 11:09
Potrei controbattere punto per punto e con cognizione di causa ad ogni tua "supposta & saccente verità", ma siccome da molto tempo ho capito che i terroni (non tutti) vogliono sempre avere ragione, come si evince dal tuo comportamento, cerco di rispondere solo alle castronerie più evidenti:

1) essendo la caldaia sempre accesa i 10 litri di acqua in più contenuti nei tubi, se correttamente isolati, son quasi del tutto ininfluenti.
2) come già evidenziato questo è SOLO un convincimento personale del tutto infondato.
3) i fumi a 160° son già alti, non bassi.
:bye1:
riguardo i terroni non meriti risposta, le parole vanno pesate dalla bocca che escono, detto questo le castroneri le dici tu,grosse come una casa ,prima di parlare leggi,dcm accende la caldaia ogni 2 giorni per fare acs nel periodo estivo, quindi quì hai toppato alla grande,in inverno lui ha detto che la lascia accesa la caldaia , non con il bruciatore attivo ,altrimenti la partenza della pompa non sarebbe a 60 come da lui specificato ma a 75 come da impostazione.Vedi il terrone ti ha fatto fare una figura di ca....a,occhio che con me ci sbatti il grugno.

giuggiolo0107
22-08-2010, 11:21
of topic..... non so dove ho letto che il termine "terrone" era declassato da offesa, (credo propio a livello di tribunale) a termine per identificare una appertenenza geografica, quindi non rilevabile come offesa...:bye1::bye1:

turbogen
22-08-2010, 11:24
ok ragazzzi, adesso però torniamo a parlare della caldaia di dcm scordandoci per sempre quello che è successo prima(meglio così...)

tom-tom
22-08-2010, 11:24
bravo bio, adesso mi piaci e ti riconosco, diciamo che era stata una svista temporanea che può succedere a tutti(e magari il prossimo sarò proprio io:cry:)...ciao:bye1:
per concluderle, diciamo che certe cose è meglio limitarsi a pensarle e non scriverle(o almeno non farlo pubblicamente), si rischia sempre di trovare chi se la prende e si offende( personalmente, parlo solo per me, se mi dessero o del terrone o anche del polentone un'occhio nero a chi lo dice non glielo leva nessuno...)
Turbogen,bravo di cosa?a cosa serve mandare a quel paese un essere del genere,si crede il sapere in persona e non capisce un c.....fa solo copia incolla,ha provato a contraddire una mia affermazione e ha toppato, ogni suo intervento è una critica inutile,ridimensionati.Purtroppo sono nativo di Roma e non ci posso fare nulla, come dici sempre tu noi terroni che facciamo tutto haumma haumma(invece voi siete la legalità ) siamo molto ma molto più signori ed educati di te.Detto questo la prossima volta prima di aprire quella bocca di m..... e dare del terrone,pensaci

biomassoso
22-08-2010, 12:48
1) fa solo copia incolla, 2) ha provato a contraddire una mia affermazione e ha toppato,°°° 3) noi terroni ... siamo molto ma molto più signori ed educati di te. (Vedi il terrone ti ha fatto fare una figura di ca....a, occhio che con me ci sbatti il grugno.
*4)DCM: "Durante l'inverno non spengo mai la caldaia la lascio in modulazione , i termo partono un'ora al mattino; dalle 6:00 alle 7.00 poi il cronotermostato della sala mantiene l'ambiente a 18 gradi fino alle 17:00, dalle 17:00 in poi alzo latempearura a 20 gradi fino alle 23:00"

1) Faccio SEMPRE copia-incolla per dimostrare ciò che penso e poi scrivo e che non mi invento, invece le tue sono solo chiacchiere sconclusionate: prova a fare copia-incolla del tuo pensiero e forse si potrebbe anche tentare di comprendere cosa vuoi dire con lo scritto.
2) Cos'è, lesa maestà?
3) Infatti, la signorilità si vede e traspare da ogni tuo scritto e/o sentenza.
4) Nel funzionamento in riscaldamento ribadisco non abbia alcuna importanza se la distanza dello scambiatore, anche con attacchi di uguale diametro, per motivazioni impiantistiche strutturali abbia dovuto giocoforza essere posizionata in quel modo.
:bye1:

scresan
22-08-2010, 13:01
Spero nell' intervento del moderatore una volta per tutte!

Grazie.

DCM caldaia
22-08-2010, 15:11
dcm,i fumi a 160 sono bassi la devi mandare a 180/190 ,aria e combustibile ,dopo inserisci i turbolatori,hai paura che consumi di più?se non gli dai da mangiare è debole e lavora poco,questo sicuramente sarà il problema,inoltre quei residui li devi aspirare.Minimo devi guadagnare 40°.Quando fai l'acs,fai partire la pompa a 75,con l'occasione dimmi a quanto ti scende la temperatura in caldaia.Gentilmente mi puoi rispondere a questa semplice domanda:a che distanza si trova lo scambiatore dalla caldaia,più volte ho chiesto questa cosa e non mi hai mai risposto

Oggi ho portato la temperatura dei fumi a 220/230 gradi, ho impostato la pompa a 75 gradi, quando la caldaia è arrivata a 80 gradi la pompa è partita e la caldaia ha raggiunto il mantenimento, inseguito ho inserito i turbolatori e la temperatura dei fumi è scesa a 170/180 gradi...
mi sembra di consumare un pò meno nel giro di 1:30 ho portato la temperatura del bollitore da 20 gradi a 60...


giuggiolo, non riesco seguire la discussione,(devo scappare) che caldaia è questa sopra con il braciere cotto, quanti anni ha??
ciao

la caldaia è una DCM standar tipo marina a tre giri di fumo è del 2004 dopo sole 6 stagioni il bruciatore s'è crepato in + punti... e questa primavera è partito il motoriduttore che porta il pellet in tramoggia ....


Potrei controbattere punto per punto e con cognizione di causa ad ogni tua "supposta & saccente verità", ma siccome da molto tempo ho capito che i terroni (non tutti) vogliono sempre avere ragione, come si evince dal tuo comportamento, cerco di rispondere solo alle castronerie più evidenti:

1) essendo la caldaia sempre accesa i 10 litri di acqua in più contenuti nei tubi, se correttamente isolati, son quasi del tutto ininfluenti.
2) come già evidenziato questo è SOLO un convincimento personale del tutto infondato.
3) i fumi a 160° son già alti, non bassi.
:bye1:

che temperatura mi consigli per i fumi?


riguardo i terroni non meriti risposta, le parole vanno pesate dalla bocca che escono, detto questo le castroneri le dici tu,grosse come una casa ,prima di parlare leggi,dcm accende la caldaia ogni 2 giorni per fare acs nel periodo estivo, quindi quì hai toppato alla grande,in inverno lui ha detto che la lascia accesa la caldaia , non con il bruciatore attivo ,altrimenti la partenza della pompa non sarebbe a 60 come da lui specificato ma a 75 come da impostazione.Vedi il terrone ti ha fatto fare una figura di ca....a,occhio che con me ci sbatti il grugno.

d'inverno la caldaia è accesa con il bruciatore acceso 24h su 24 tenevo la pompa a 60 perchè non sapevo fosse meglio tenerla a 75.....

tom-tom
22-08-2010, 15:17
1)
4) Nel funzionamento in riscaldamento ribadisco non abbia alcuna importanza se la distanza dello scambiatore, anche con attacchi di uguale diametro, per motivazioni impiantistiche strutturali abbia dovuto giocoforza essere posizionata in quel modo.
:bye1:
<meta http-equiv="Content-Type" content="text/html; charset=utf-8"><meta name="ProgId" content="Word.Document"><meta name="Generator" content="Microsoft Word 11"><meta name="Originator" content="Microsoft Word 11"><link rel="File-List" href="file:///C:%5CDOCUME%7E1%5CAugusto%5CIMPOST%7E1%5CTemp%5Cms ohtml1%5C01%5Cclip_filelist.xml"><!--[if gte mso 9]><xml> <w:WordDocument> <w:View>Normal</w:View> <w:Zoom>0</w:Zoom> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone> <w:PunctuationKerning/> <w:ValidateAgainstSchemas/> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText> <w:Compatibility> <w:BreakWrappedTables/> <w:SnapToGridInCell/> <w:WrapTextWithPunct/> <w:UseAsianBreakRules/> <w:DontGrowAutofit/> </w:Compatibility> <w:BrowserLevel>MicrosoftInternetExplorer4</w:BrowserLevel> </w:WordDocument> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="156"> </w:LatentStyles> </xml><![endif]--><style> <!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} @page Section1 {size:595.3pt 841.9pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:35.4pt; mso-footer-margin:35.4pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} --> </style><!--[if gte mso 10]> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} </style> <![endif]--> Questo dimostra la tua incompetenza ,non esiste giocoforza nell'installare uno scambiatore, non per niente ho scritto, "non ci sono scusanti" ,sempre 2 tubi partono dalla caldaia quindi doveva essere installato li ,sulla caldaia o nelle immediate vicinanze.come vedi ti dimostro sempre il contrario alle tue inutili giustificazioni.In merito alla grandezza dei tubi , per fargli capire quanta acqua deve scaldare inutilmente solo per l’incompetenza di chi ha fatto l’impianto e di chi lo giustifica.Il motivo per cui ho ho fatto le affermazioni sulla grandezza degli attacchi e per rispondere al fatto che tiene la pompa a 1, la velocità più bassa ed è sbagliato, in quel circuito deve passare una massa d’acqua superiore di molto a quella che passa nei tubi del riscaldamento
Inoltre sai cosa ti dico,ma cosa debbo giustificare a te quello che scrivo se debbo dare delle spiegazioni le do all’interessato

DCM caldaia
22-08-2010, 15:27
<link rel="File-List" href="file:///C:%5CDOCUME%7E1%5CAugusto%5CIMPOST%7E1%5CTemp%5Cms ohtml1%5C01%5Cclip_filelist.xml"><!--[if gte mso 9]><xml> <w:WordDocument> <w:View>Normal</w:View> <w:Zoom>0</w:Zoom> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone> <w:PunctuationKerning/> <w:ValidateAgainstSchemas/> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText> <w:Compatibility> <w:BreakWrappedTables/> <w:SnapToGridInCell/> <w:WrapTextWithPunct/> <w:UseAsianBreakRules/> <w:DontGrowAutofit/> </w:Compatibility> <w:BrowserLevel>MicrosoftInternetExplorer4</w:BrowserLevel> </w:WordDocument> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="156"> </w:LatentStyles> </xml><![endif]--><style> <!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} @page Section1 {size:595.3pt 841.9pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:35.4pt; mso-footer-margin:35.4pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} --> </style><!--[if gte mso 10]> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} </style> <![endif]--> .Il motivo per cui ho ho fatto le affermazioni sulla grandezza degli attacchi e per rispondere al fatto che tiene la pompa a 1, la velocità più bassa ed è sbagliato, in quel circuito deve passare una massa d’acqua superiore di molto a quella che passa nei tubi del riscaldamento
Inoltre sai cosa ti dico,ma cosa debbo giustificare a te quello che scrivo se debbo dare delle spiegazioni le do all’interessato

ora ho invertito le velocità; ho portato la pompa dello scambiatore sulla terza velocità e ho ridotto la velocità della pompa ACS e della pompa termo a 1 ho fatto bene?

tom-tom
22-08-2010, 15:28
DCM,non è come dici tu,il bruciatore non è attivo,dimmi a che temperatura si trova la caldaia la mattina prima che partono i riscaldamenti.DCM,la via di mezzo non la conosci,ti avevo detto i fumi a 180/190 e li hai portati a 220.La pompa dello scambiatore la porti a 2 e quella dei termosifoni va bene a 1 ,considerato che hai 7 termo,comunque devi sentire come scaldano i termo, debbono essere tutti caldi ,sopra e sotto ,non basta mettere la mano sopra ai radianti e dire sono caldi i termo vanno sentiti nella parte bassa, deve essere Quasi uguale alla parte alta ,contrariamente devi portare la pompa a 2 e vedrai che si scaldano tutti, inoltre devi portare a 3 quella dello scambiatore ma questo va verificato sul posto

DCM caldaia
22-08-2010, 15:39
DCM,non è come dici tu,il bruciatore non è attivo,dimmi a che temperatura si trova la caldaia la mattina prima che partono i riscaldamenti

80 gradi circa... se la pompa termo e pompa ACS sono spente la caldaia va in mantenimento... gira tutta ma notte quel tanto che basta per mantenere la temperatura impostata nel termostato caldaia...

tom-tom
22-08-2010, 15:41
ora ho invertito le velocità; ho portato la pompa dello scambiatore sulla terza velocità e ho ridotto la velocità della pompa ACS e della pompa termo a 1 ho fatto bene?
Guarda ,solo per acs va a 3 lo scambiatore e a 2 acs

tom-tom
22-08-2010, 15:44
80 gradi circa... se la pompa termo e pompa ACS sono spente la caldaia va in mantenimento... gira tutta ma notte quel tanto che basta per mantenere la temperatura impostata nel termostato caldaia...
Senti dcm,allora ti spieghi male tu, perchè io leggo bene,tu hai detto che la pompa parte a 60° ,come fa a partire a 60 se la caldaia e a 80?

biomassoso
22-08-2010, 15:48
ho fatto bene?

SI'....il delta T° di 10° di differenza che dovrebbe esistere fra primario e secondario con scambiatore ad attacchi e quindi tubazioni uguali si regola con le velocità dei circolatori.

DCM caldaia
22-08-2010, 15:55
Senti dcm,allora ti spieghi male tu, perchè io leggo bene,tu hai detto che la pompa parte a 60° ,come fa a partire a 60 se la caldaia e a 80?

la pompa parte quando la temperatura dell'acqua nella caldaia raggiunge i 60 gradi la pompa è regolata dal secondo termostato posto sulla caldaia, quando il termostato caldaia è impostato a 75 gradi la temperatura della caldaia sale fino 83 gradi raggiunta la temperatura di 83 gradi la caldaia non riparte fino a quando la temperatura caldaia non scende sotto i 78 gradi quindi la pompa gira sempre tranne nel caso in cui la temperatura caldaia scende sotto i 60 gradi ma d'inverno succede solo se parte pompa acs e pompa termo assieme con entrambi l'impianti freddi....
per il resto della giornata la pompa gira sempre

scresan
22-08-2010, 16:00
Mettiamo un po' d'ordine:

Da quanto ho capito io, la caldaia dcm funziona come la mia!

1- è sempre accesa, in quanto no ha le candelette per l' accensione automatica
2- ha la funzione di mantenimento. Cioè se raggiunge la temperatura impostata mantiene con piccole aggiunte e poca aria la brace accesa nel braciere
3- la pompa parte solo se la temperatura caldaia ha 60 gradi (o quello che regoli tu)
4- a 80 gradi la pompa continua a girare sempre! a meno che la temperatura in caldaia va sotto i 60 (o quello che ha regolato)
5- dall' altra parte dello scambiatore le pompe vengono attivate da a) termostato boiler acs, b) cronotermostato ambiente

Per quanto riguarda la velocità delle pompe, dipende da molti fattori: dimensione e potenza pompe, dimensione elunghezza tubi, numero di radiatori.

in generale si rende a farle girare al minimo, nei radiatori per evitare rumore, soprattutto la notte. Nell' accumulo acs perchè lo scambio è spesso limitato (bisogna controllare che l'acqua in usita verso lo scambiatore abbia perso una decina di gradi, rispetto a quella in entrata). Al massimo in caldaia per avere un forte ricambio d' acqua su certe pareti dove la fiamma è piu' viva, e per congormazione stessa della caldaia potrebbero esserci zone di ristagno acqua.

Questo in teoria, in pratica... ci vuole un po' d'esperienza ed un buon idraulico per amico!!!!

tom-tom
22-08-2010, 16:04
DCM,tu sei in grato di farti delle modifiche da solo all'impianto?tipo spostare lo scambiatore tipo spostare il boiler, anche se lo devi far fare non è un grosso lavoro da spendere capitali, tu convieni che nel tuo impianto ci sono cose che non vanno?sei consapevole di questo se sei in accordo con me ti dico come devi fare a parte il fatto che già ti ho fatto uno schema guardalo di nuovo.Comunque tieni presente che tu avevi pa pompa dello scambiatore a 1 e quella dell'acs a 3 lo stesso era per il riscaldamento,non poteva andar bene ,intanto vediamo con queste piccole modifiche se otteniamo risparmio nei consumi e nei tempi

tom-tom
22-08-2010, 16:47
of topic..... non so dove ho letto che il termine "terrone" era declassato da offesa, (credo propio a livello di tribunale) a termine per identificare una appertenenza geografica, quindi non rilevabile come offesa...:bye1::bye1:
Giuggiolo leggi cosa dice questo articolo,quindi andiamoci piano...

Dando del “terrone” al portiere dello stabile in cui abita, Giampiero Galeazzi dovrà pagare una multa (http://adv.edintorni.net/click/?mo=T&ky=multa&af=5501&ct=it&rf=http%3A%2F%2Fwww%2E06blog%2Eit%2Fpost%2F5738%2F 5738&re=&ts=1282491961515&hs=ada099315f7fcb16767eaa4e138e5a56) di mille euro. Lo ha stabilito il giudice di pace Luciana Mameli. La sentenza è stata emessa lo scorso 2 luglio, ma se n’è avuta notizia solo oggi, a conclusione del processo scaturito dalla denuncia che il portiere aveva presentato.
Il giornalista e’ stato riconosciuto responsabile d’ingiuria aggravata per aver offeso l’onore del portiere (!). Galeazzi dovrà anche pagare le spese processuali. Forse una multa troppo salata per chi da secoli deve subirsi l’epiteto di “Bisteccone” senza poter rispondere altro che con un sorriso, a denti stretti…

tom-tom
22-08-2010, 23:37
dcmcaldaia,allora ho riletto un pò le tue spiegazioni,il funzionamento mi è chiaro in tutto e per tutto,quindi se vuoi che il tuo impianto vada come un orologio e sei disposto ad ascoltarmi vedrai che non rimpiangerai i soldi spesi, risolvendo quelle anomalie,dimostrabili e non chiacchiere come qualcuno asserisce,che ho riscontrato nel tuo impianto, per esempio :tu oggi hai detto che in 1 e 1/2 hai portato il boiler da 20 a 60°, per qualcuno un'affermazione del genere è normale, non per me, mi spiego... se tu avevi il boiler a 20° lo sai cosa vuol dire? vuole dire che se volevi farti una doccia non potevi ,in quanto non avevi acs,sbaglio?penso di no, lo sai questo perchè succede?succede perchè tu spegni la caldaia e la riaccendi dopo 2 giorni ma il problema non è tanto quello il problema e che per avere acqua calda necessita della tua presenza in quanto devi accendere la caldaia, devi aspettare che il boiler raggiunga la temperatura e poi spegnere di nuovo il tutto.Invece se tu ti attieni al mio schemino lasci la caldaia come nel periodo invernale sempre accesa e non c'è bisogno della tua presenza, perchè il boiler con la sua pompa preleva l'acqua direttamente dalla caldaia attivata dal termostato, senza passare per lo scambiatore e senza attivare la pompa della caldaia, in qualsiasi ora del giorno o della notte hai sempre acs, poi risolviamo anche le altre anomalie ,vedrai che ti troverai bene, avrai dei benefici anche economici,l'unica cosa che non posso farti è saldare il bruciatore

Dott Nord Est
23-08-2010, 05:57
ma non si diceva che FUSO era pazzo a lasciare accesa la caldaia sempre consumando 2/3 sacchi la settimana per acs estiva mentre io dicevo che consumava il giusto e così andava fatto?
mah.... mistero..........

a parte gli scherzi, cosa vuol dire questo? che ogni impianto è una storia a sè, e che va indossato come un vestito, "cucito" sulla persona, e non si possono MAI usare regole fisse tipo: questo non funziona assolutamente perchè lo dico io, l'altro è sbagliato perchè lo dico io, ecc ecc.... :):):)

tom-tom
23-08-2010, 09:02
<meta http-equiv="Content-Type" content="text/html; charset=utf-8"><meta name="ProgId" content="Word.Document"><meta name="Generator" content="Microsoft Word 11"><meta name="Originator" content="Microsoft Word 11"><link rel="File-List" href="file:///C:%5CDOCUME%7E1%5CAugusto%5CIMPOST%7E1%5CTemp%5Cms ohtml1%5C01%5Cclip_filelist.xml"><!--[if gte mso 9]><xml> <w:WordDocument> <w:View>Normal</w:View> <w:Zoom>0</w:Zoom> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone> <w:PunctuationKerning/> <w:ValidateAgainstSchemas/> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText> <w:Compatibility> <w:BreakWrappedTables/> <w:SnapToGridInCell/> <w:WrapTextWithPunct/> <w:UseAsianBreakRules/> <w:DontGrowAutofit/> </w:Compatibility> <w:BrowserLevel>MicrosoftInternetExplorer4</w:BrowserLevel> </w:WordDocument> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="156"> </w:LatentStyles> </xml><![endif]--><style> <!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} @page Section1 {size:595.3pt 841.9pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:35.4pt; mso-footer-margin:35.4pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} --> </style><!--[if gte mso 10]> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} </style> <![endif]--> Visto che si vuole aprire una polemica inutile,allo scopo di screditare gli interventi del sottoscritto,invito la moderazione a tenere in considerazione quanto affermato nel sopraccitato post, con indubbio riferimento agli interventi del sottoscritto detto questo,dal momento che non POSSO esimermi dal rispondere, affermo quanto segue,solo due cose a titolo di chiarimento:
1-Fuso ha installato un combi da 1000 lt consigliato da persone di questo forum su abitazione composta da 2 persone di cui una pochi giorni in casa durante la settimana l’altra in ufficio,quindi poco consumo acs come dichiarato da Fuso(ma è stato consigliato il pentolone)
2-post.n.2 discussione”uso caldaia acs estivo,come vi regolate” consiglio dello scrivente..scambiatore di calore e caldaia SEMPRE ACCESA stessa cosa viene consigliata a DCM, caldaia sempre ACCESA con boiler 300 lt già installato, 4 persone in casa,quindi consumi superiori di acs,consumi DCM 1 ½ sacco pellet a settimana e no 4/5 come fuso,poi scesi a 3 sacchi con relativa doccia fredda, perché mal consigliato da persone di questo forum invitato a spegnere e accendere la caldaia ogni 2 giorni,consiglio dello scrivente lasciare la caldaia sempre ACCESA.
Il problema di Fuso era ed è il pentolone non la caldaia sempre ACCESA come falsamente si vuol far credere.Detto questo se si vuole continuare con questi attacchi gratuiti,ingiustificati e inutili rinnovo l’invito alla moderazione affinché gli interventi siano in tema con la discussione e non che riportino ad altre discussioni allo scopo di forviare l’utenza.

lino49
23-08-2010, 09:56
, ma siccome da molto tempo ho capito che i terroni (non tutti) vogliono sempre avere ragione..............

:bye1:

Incredibile!!!!!!!!!!!!!!!!!
Solo una mente contorta,provinciale, e ignorante,puo' arrivare a tali conclusioni.

Per Tom Tom,
sbagli, quando testualmente affermi:"Purtroppo sono nato a Roma", ma come purtroppo, dovresti essere orgoglioso delle tue origini.

tom-tom
23-08-2010, 10:36
Lino,hai perfettamente ragione,mi sono dimenticato di virgolettare" Roma " e scriverla a caratteri cubitali

Dott Nord Est
23-08-2010, 15:50
non capisco perchè delle opinioni diverse siano considerati attacchi personali.
detto questo, vorrei evitare altre polemiche, grazie.

detto questo, consiglio dcm di togliere lo scambiatore (e reimpostare il discorso dei controlli pompa/termostato), lasciare caldaia sempre accesa e sistemare per bene il crogiolo. Con queste semplici ed economiche operazioni, secondo me, gran parte dei suoi problemi dovrebbero risolversi.

DCM caldaia
24-08-2010, 17:42
Mettiamo un po' d'ordine:

Da quanto ho capito io, la caldaia dcm funziona come la mia!

1- è sempre accesa, in quanto no ha le candelette per l' accensione automatica
2- ha la funzione di mantenimento. Cioè se raggiunge la temperatura impostata mantiene con piccole aggiunte e poca aria la brace accesa nel braciere
3- la pompa parte solo se la temperatura caldaia ha 60 gradi (o quello che regoli tu)
4- a 80 gradi la pompa continua a girare sempre! a meno che la temperatura in caldaia va sotto i 60 (o quello che ha regolato)
5- dall' altra parte dello scambiatore le pompe vengono attivate da a) termostato boiler acs, b) cronotermostato ambiente

Per quanto riguarda la velocità delle pompe, dipende da molti fattori: dimensione e potenza pompe, dimensione elunghezza tubi, numero di radiatori.

in generale si rende a farle girare al minimo, nei radiatori per evitare rumore, soprattutto la notte. Nell' accumulo acs perchè lo scambio è spesso limitato (bisogna controllare che l'acqua in usita verso lo scambiatore abbia perso una decina di gradi, rispetto a quella in entrata). Al massimo in caldaia per avere un forte ricambio d' acqua su certe pareti dove la fiamma è piu' viva, e per congormazione stessa della caldaia potrebbero esserci zone di ristagno acqua.

Questo in teoria, in pratica... ci vuole un po' d'esperienza ed un buon idraulico per amico!!!!

esatto l'impianto funziona come l'hai descritto


DCM,tu sei in grato di farti delle modifiche da solo all'impianto?tipo spostare lo scambiatore tipo spostare il boiler, anche se lo devi far fare non è un grosso lavoro da spendere capitali, tu convieni che nel tuo impianto ci sono cose che non vanno?sei consapevole di questo se sei in accordo con me ti dico come devi fare a parte il fatto che già ti ho fatto uno schema guardalo di nuovo.Comunque tieni presente che tu avevi pa pompa dello scambiatore a 1 e quella dell'acs a 3 lo stesso era per il riscaldamento,non poteva andar bene ,intanto vediamo con queste piccole modifiche se otteniamo risparmio nei consumi e nei tempi

sono daccordo sul fatto che l'impianto si poteva fare meglio, ma non sono ingrado di fare modifiche all'impianto, prima di modificarlo mi piacerebbe sapere in "soldoni" quanto risparmierei modificando l'impianto?
al momento la mia idea è di ottimizzarlo regolando la caldaia al meglio


dcmcaldaia,allora ho riletto un pò le tue spiegazioni,il funzionamento mi è chiaro in tutto e per tutto,quindi se vuoi che il tuo impianto vada come un orologio e sei disposto ad ascoltarmi vedrai che non rimpiangerai i soldi spesi, risolvendo quelle anomalie,dimostrabili e non chiacchiere come qualcuno asserisce,che ho riscontrato nel tuo impianto, per esempio :tu oggi hai detto che in 1 e 1/2 hai portato il boiler da 20 a 60°, per qualcuno un'affermazione del genere è normale, non per me, mi spiego... se tu avevi il boiler a 20° lo sai cosa vuol dire? vuole dire che se volevi farti una doccia non potevi ,in quanto non avevi acs,sbaglio?penso di no, lo sai questo perchè succede?succede perchè tu spegni la caldaia e la riaccendi dopo 2 giorni ma il problema non è tanto quello il problema e che per avere acqua calda necessita della tua presenza in quanto devi accendere la caldaia, devi aspettare che il boiler raggiunga la temperatura e poi spegnere di nuovo il tutto.Invece se tu ti attieni al mio schemino lasci la caldaia come nel periodo invernale sempre accesa e non c'è bisogno della tua presenza, perchè il boiler con la sua pompa preleva l'acqua direttamente dalla caldaia attivata dal termostato, senza passare per lo scambiatore e senza attivare la pompa della caldaia, in qualsiasi ora del giorno o della notte hai sempre acs, poi risolviamo anche le altre anomalie ,vedrai che ti troverai bene, avrai dei benefici anche economici,l'unica cosa che non posso farti è saldare il bruciatore


mi capita di restare senza acqua calda ma da quando accendo la caldaia nel giro di 45minuti l'acqua raggiunge una temperatura soddisfacente per farmi una doccia...
nel primo anno ho provato a lasciare la caldaia in funzione 24 ore su 24 anche d'estate forse per via della pompa caldaia che gira giorno e notte la dispersione è tale da farmi consumare il doppio circa 4 sacchi la settimana solo per produrre ACS...



<link rel="File-List" href="file:///C:%5CDOCUME%7E1%5CAugusto%5CIMPOST%7E1%5CTemp%5Cms ohtml1%5C01%5Cclip_filelist.xml"><!--[if gte mso 9]><xml> <w:WordDocument> <w:View>Normal</w:View> <w:Zoom>0</w:Zoom> <w:HyphenationZone>14</w:HyphenationZone> <w:PunctuationKerning/> <w:ValidateAgainstSchemas/> <w:SaveIfXMLInvalid>false</w:SaveIfXMLInvalid> <w:IgnoreMixedContent>false</w:IgnoreMixedContent> <w:AlwaysShowPlaceholderText>false</w:AlwaysShowPlaceholderText> <w:Compatibility> <w:BreakWrappedTables/> <w:SnapToGridInCell/> <w:WrapTextWithPunct/> <w:UseAsianBreakRules/> <w:DontGrowAutofit/> </w:Compatibility> <w:BrowserLevel>MicrosoftInternetExplorer4</w:BrowserLevel> </w:WordDocument> </xml><![endif]--><!--[if gte mso 9]><xml> <w:LatentStyles DefLockedState="false" LatentStyleCount="156"> </w:LatentStyles> </xml><![endif]--><style> <!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} @page Section1 {size:595.3pt 841.9pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:35.4pt; mso-footer-margin:35.4pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} --> </style><!--[if gte mso 10]> <style> /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} </style> <![endif]--> Visto che si vuole aprire una polemica inutile,allo scopo di screditare gli interventi del sottoscritto,invito la moderazione a tenere in considerazione quanto affermato nel sopraccitato post, con indubbio riferimento agli interventi del sottoscritto detto questo,dal momento che non POSSO esimermi dal rispondere, affermo quanto segue,solo due cose a titolo di chiarimento:
1-Fuso ha installato un combi da 1000 lt consigliato da persone di questo forum su abitazione composta da 2 persone di cui una pochi giorni in casa durante la settimana l’altra in ufficio,quindi poco consumo acs come dichiarato da Fuso(ma è stato consigliato il pentolone)
2-post.n.2 discussione”uso caldaia acs estivo,come vi regolate” consiglio dello scrivente..scambiatore di calore e caldaia SEMPRE ACCESA stessa cosa viene consigliata a DCM, caldaia sempre ACCESA con boiler 300 lt già installato, 4 persone in casa,quindi consumi superiori di acs,consumi DCM 1 ½ sacco pellet a settimana e no 4/5 come fuso,poi scesi a 3 sacchi con relativa doccia fredda, perché mal consigliato da persone di questo forum invitato a spegnere e accendere la caldaia ogni 2 giorni,consiglio dello scrivente lasciare la caldaia sempre ACCESA.
Il problema di Fuso era ed è il pentolone non la caldaia sempre ACCESA come falsamente si vuol far credere.Detto questo se si vuole continuare con questi attacchi gratuiti,ingiustificati e inutili rinnovo l’invito alla moderazione affinché gli interventi siano in tema con la discussione e non che riportino ad altre discussioni allo scopo di forviare l’utenza.

Al momento spegnendo la caldaia consumo 2 sacchi la settimana di pellet per produrre ACS

DCM caldaia
24-08-2010, 17:48
non capisco perchè delle opinioni diverse siano considerati attacchi personali.
detto questo, vorrei evitare altre polemiche, grazie.

detto questo, consiglio dcm di togliere lo scambiatore (e reimpostare il discorso dei controlli pompa/termostato), lasciare caldaia sempre accesa e sistemare per bene il crogiolo. Con queste semplici ed economiche operazioni, secondo me, gran parte dei suoi problemi dovrebbero risolversi.

in soldoni quanto risparmierei togliendo lo scambiatore? con quello che l'ho pagato mi dispisce proprio:cry:
se applico un relè alla pompa dei termo e uno alla pompa acs ai relè collego la pompa caldaia in modo da far partire la pompa caldaia solo quando le pompe termo e acs girano dovrei risparmiare qualcosa?

Dott Nord Est
24-08-2010, 17:59
molto difficile dire quanto.....
ma così, a spanne, per 80 m2 i consumi in pellet dovrebbero aggirarsi sui 40 / max 50 ql annui... ( se vuoi anche acs estiva diciamo sui 10 ql)
logico he è un dato variabilissimo, ma diciamo nella media.

tom-tom
24-08-2010, 18:41
dcm,una domanda il boiler a che distanza di trova,ti dimostro che con quattro soldi modifichi l'impianto,inoltre non fare lo sbaglio di togliere lo scambiatore se lo vuoi togliere dimmi quanto vuoi che lo compro io

tom-tom
25-08-2010, 08:49
dcmcaldaia,con i conti che ti hanno fatto risparmieresti 20 ql l'anno togliendo lo scambiatore,cosa aspetti in 2 1/2 ammortizzi il capitale speso togliendolo.Comunque ho capito che non hai nessun interesse a sistemare l'impianto, visto che rispondi ad altre discussioni e non rispondi a questa,riguardo lo scambiatore fammi sapere ,in caso tu decida di toglierlo,lo acquisto io cosi impieghi meno tempo ad ammortizzare la spesa,massimo entro 20 giorni lo debbo sapere, devo montarlo sul mio impianto QUASI uguale al tuo..........,chi lo leva e chi lo mette.

DCM caldaia
30-08-2010, 16:49
dcm,una domanda il boiler a che distanza di trova,ti dimostro che con quattro soldi modifichi l'impianto,inoltre non fare lo sbaglio di togliere lo scambiatore se lo vuoi togliere dimmi quanto vuoi che lo compro io

http://www.pctunerup.com/up/results/_201008/20100830172943_panoramica.jpg

il bollitore si trova a circa 4 metri dallo scambiatore....
la foto mostra una panoramica dell'impianto


dcmcaldaia,con i conti che ti hanno fatto risparmieresti 20 ql l'anno togliendo lo scambiatore,cosa aspetti in 2 1/2 ammortizzi il capitale speso togliendolo.Comunque ho capito che non hai nessun interesse a sistemare l'impianto, visto che rispondi ad altre discussioni e non rispondi a questa,riguardo lo scambiatore fammi sapere ,in caso tu decida di toglierlo,lo acquisto io cosi impieghi meno tempo ad ammortizzare la spesa,massimo entro 20 giorni lo debbo sapere, devo montarlo sul mio impianto QUASI uguale al tuo..........,chi lo leva e chi lo mette.

per il momento non ho soldi da spendere nell'impianto...come puoi vedere dalla foto è impossibile spostare il bollitore + vicino alla caldaia, piutosto che spostare il bollitore o eliminare lo scambiatore punterei sulla fonte principale dei miei consumi la caldaia, possiedo una caldaia da 40Kw mentre per il mio impianto serve una caldaia da 20Kw dimezzando la caldaia anche i consumi caleranno.....
ieri ho saldato il bruciatore sembra funzionare meglio almeno ora la brace si raccoglie a piramide....
http://www.pctunerup.com/up/results/_201008/20100830174325_saldatura.jpg

scresan
30-08-2010, 21:06
... non conosco la caldaia... ma il pellet in quel crogiolo come ci arriva :

1- da sotto, con una cocle che spinge dentro il pellet
2- da sopra, cioè il pellet cade dentro il crogiolo
????

tom-tom
31-08-2010, 10:08
dcmcaldaia,considerato che ti sei saldato il bruciatore, considerato che ti sei smontato e rimontato il motoriduttore,questo dimostra che uno sprovveduto non sei.Detto questo, mi chiedo, hai fatto lavori molto più impegnativi sulla caldaia, ma quattro impanature non le sai fare ?Guarda che per modificare quell'impianto devi spendere poco o niente ed è semplicissimo l'importante è aver capito cosa bisogna fare è perchè.Non vuoi spostare il boiler?bene lascialo la,basta che colleghi due tubi dal boiler alla caldaia,penso che sia l'unica spesa che dovrai sostenere e ti assicuro per qualche metro di tubo non devi chiedere un mutuo.In merito allo scambiatore è ancora più semplice,basta smontarlo e unire i tubi quello sopra con quello sopra e quello sotto con quello sotto, bastano due bocchettoni,poi poi prendi lo scambiatore e lo installi sulla caldaia dove già esistono i tubi,in parole povere devi tagliarli e mettere in mezzo lo scambiatore,pensi che dovrai spendere dei soldi?probabilmente,se non ne sei in possesso o se non hai nessuno che ti possa prestare una filiera la devi acquistare ma se vai su eby con 30 euro la prendi,anche se ci fai solo le filettature che ti servono, tipo usa e getta ma a te non serve una filettatrice professionale.Se hai dubbi di come installare il tutto,chiedi.Sicuramente,i consumi si abbasseranno, non sperare mai di dimezzarli,non credere a chi ti racconta le favole,quello che dici è giusto una caldaia da 29 kw( declassata da 40) è troppo grande,ma ti garantisco che i consumi eccessivi,eccessivi ma non troppo ,considerato che tu la tieni accesa 24 ore con temperature minime di 18° ,non sono da addebitare in toto alla caldaia.Gradirei sapere da te solo una cosa,hai capito perchè ti voglio far collegare il boiler alla caldaia?hai capito la differenza di installazione e i benefici che ne possano derivare?Hai capito perchè lo scambiatore deve essere installato come ti ho detto? A me interessa che tu abbia capito i motivi per cui tu debba fare queste modifiche,poi se lo fai o non lo fai questo è un tuo problema

Dott Nord Est
31-08-2010, 14:13
dcm, avendo saldato il corgiolo sicuramente già troverai dei benefici.
ora non ti resta che togliere lo scambiatore, perchè se non ti serve per dividere due impianti per problemi di ispels, nel tuo caso è perfettamente inutile. Anzi, ti fà aumentare i consumi in quanto hai più supefice disperdende esterna.
Tu hai già una pompa comandata dal termostato ambiente. Tieni quella ed eventualmente inserisci una valvola anticondensa per evitare shok e condensa alla caldaia.

tom-tom
31-08-2010, 14:28
ma hai sempre detto che nelle elettroniche la valvola anticondensa non serve in quanto hanno la funzione di minima che blocca la pompa?questa è meccanica ma ha la funzione che blocca la pompa qualora la temperatura scenda sotto una determinata temperatura,quindi quali shock termici?quì ci dobbiamo mettere d'accordo se questa valvola serve o non serve per le elettroniche

Dott Nord Est
31-08-2010, 14:30
la valvola anticondensa in caldaia elettronica + puffer, ripeto, non serve (si gestisce il tutto con un semplice termostato a immersione)
se la monto senza puffer invece è utile, molto utile....

tom-tom
31-08-2010, 14:42
allora con puffer non serve senza puffer è utile,quindi se utile non è indispensabile?se non indispensabile si può anche non mettere è allora siamo in contrasto con altre discussioni su questo forum da una parte si dice una cosa da un'altra parte se ne dice un'altra,solo per chiarire ,dal momento che io sono ignorante in materia,dal momento che sono iscritto da parecchio tempo su questo forum e avendo letto tutti gli interventi mi risulta che hai sempre detto che l'elettronica non abbia bisogno di valvola ,adesso dici con puffer,ma.....forse sono io che leggo male.Allora se ho letto male devo ricercare questi interventi per capire bene

Dott Nord Est
31-08-2010, 14:44
ripeto, utile, molto utile........... (senza puffer)
nessuno ti obbliga di metterla, e la caldaia funziona lo stesso senza. Ma ha una vita più breve...
Quindi, sono scelte del cliente, a cui si consiglia una cosa o l'altra.
se vuoi ti allego lo schemino tipo che consiglio ai miei clienti.... e vedi come sono indicati.

tom-tom
31-08-2010, 15:04
Niente da fare devo assulamente rileggere quell'interventi perchè a me risulta il contrario.Stavo pensando,ma con il puffer visto che si pensa che lo stesso stia sempre in temperatura,contrariamente a come la penso io,ma allora anche la meccanica non necessita di valvola qualora abbinata ad un puffer?perchè solo l'elettronica?mistero

Dott Nord Est
31-08-2010, 15:09
anche la meccanica non ha bisogno di anticondensa se con puffer (logicamente con le giuste impostazioni)
diversamente, se diretta, si alla valvola anticondensa.

per l'elettronica, per completare il discorso, tale valvola è utile, molto utile... e cmnq dipende sempre dal tipo di impianto.
ad esempio, se ho un'impianto con poco fluido circolante, oppure lascio sempre in temperatura gestendo il tutto con il termostato ambiente, la valvola è utile ma non indispensabile, in quanto appunto è la caldaia stessa che fà da anticondensa.
se invece il fluido è molto, o si gestisce il termostato ambiente diversamente (quindi con accensioni per poche ore al giorno) la caldaia fà quel che può, e allora è molto utile la valvola.

tom-tom
31-08-2010, 15:26
niente da fare, lei mi da queste spiegazioni e a me non tornano i conti,debbo assolutamente trovare interventi precedenti altrimenti non mi chairisco le idee.Se ho voglia lo faccio ,altrimenti non mi interessa più di tanto,io ho una mia veduta delle cose e rimangono tali.

DCM caldaia
31-08-2010, 20:47
... non conosco la caldaia... ma il pellet in quel crogiolo come ci arriva :

1- da sotto, con una cocle che spinge dentro il pellet
2- da sopra, cioè il pellet cade dentro il crogiolo
????

il pellet arriva da sotto, con una coclea che spinge dentro il pellet


dcmcaldaia,considerato che ti sei saldato il bruciatore, considerato che ti sei smontato e rimontato il motoriduttore,questo dimostra che uno sprovveduto non sei.Detto questo, mi chiedo, hai fatto lavori molto più impegnativi sulla caldaia, ma quattro impanature non le sai fare ?Guarda che per modificare quell'impianto devi spendere poco o niente ed è semplicissimo l'importante è aver capito cosa bisogna fare è perchè.Non vuoi spostare il boiler?bene lascialo la,basta che colleghi due tubi dal boiler alla caldaia,penso che sia l'unica spesa che dovrai sostenere e ti assicuro per qualche metro di tubo non devi chiedere un mutuo.In merito allo scambiatore è ancora più semplice,basta smontarlo e unire i tubi quello sopra con quello sopra e quello sotto con quello sotto, bastano due bocchettoni,poi poi prendi lo scambiatore e lo installi sulla caldaia dove già esistono i tubi,in parole povere devi tagliarli e mettere in mezzo lo scambiatore,pensi che dovrai spendere dei soldi?probabilmente,se non ne sei in possesso o se non hai nessuno che ti possa prestare una filiera la devi acquistare ma se vai su eby con 30 euro la prendi,anche se ci fai solo le filettature che ti servono, tipo usa e getta ma a te non serve una filettatrice professionale.Se hai dubbi di come installare il tutto,chiedi.Sicuramente,i consumi si abbasseranno, non sperare mai di dimezzarli,non credere a chi ti racconta le favole,quello che dici è giusto una caldaia da 29 kw( declassata da 40) è troppo grande,ma ti garantisco che i consumi eccessivi,eccessivi ma non troppo ,considerato che tu la tieni accesa 24 ore con temperature minime di 18° ,non sono da addebitare in toto alla caldaia.Gradirei sapere da te solo una cosa,hai capito perchè ti voglio far collegare il boiler alla caldaia?hai capito la differenza di installazione e i benefici che ne possano derivare?Hai capito perchè lo scambiatore deve essere installato come ti ho detto? A me interessa che tu abbia capito i motivi per cui tu debba fare queste modifiche,poi se lo fai o non lo fai questo è un tuo problema

per voi che siete del mestiere capisco che modificare un'impianto non sia un lavoro complesso,io non dispongo d'attrezatura adeguata; mi manca un tagliatubi per tagliare i tubi in rame inseguito i raccordi a saldare dove vado a reperirli? raccordi in ottone a saldare da 1"1/4 non li ho mai visti al brico, inoltre saldare a stagno un' impianto sotto pressione non è facile, anche filettando i tubi in rame non saprei dove reperire dei raccordi adeguati...
spostando lo scambiatore il + vicino possibile alla caldaia sarei cotretto a spostare anche la pompa caldaia, spostando lo scambiatore accorcio i tubi e ottengo minore dispersione quando l'impianto termo e ACS sono fermi, ma a questo punto se invece di spostare lo scambiatore fermo la pompa caldaia quando non c'è richiesta di calore ottengo lostesso risultato senza spostare pompa e scambiatore.... spostando la scambiatore + vicino alla caldaia allungo i tubi che partono dallo scambiatore e vanno verso termo e acs quindi il guadagno che ottengo da una parte accorciando i tubi lo perdo dall' altra quando c'è richiesta di calore dall'impianto...
dal momento che la pompa caldaia gira sempre capisco che lo scambiatore lontano dalla caldaia non va bene, l'ideale sarebbe montare lo scambiatore il + vicino possibile in modo da ridurre la dispersione quando la pompa caldaia gira a vuoto ma evitando all pompa di girare a vuoto anche lasciando lo scambiatore al suo posto dovrei ridurre la dispersione quindo sarei + propenso a fermare la pompa caldaia quando l'impianto non richiede calore per fare ciò se monto un termostato a contatto dopo lo scambiatore non risolvo il problema al 100% dal momento che se l'impianto è freddo il termostato a contatto fa girare la pompa fino a quando non raggiunge la temperatura impostata sul termostato; quando la pompa termo si ferma e il calore nel tubo dove è montato il termostato per dispersione si raffredda la pompa caldaia ricomincerebbe a girare a vuoto certo nel momento in cui l'impianto termo è a temperatura il termostato a contatto fermando la pompa caldaia fa risparmiare qualcosa ma non risolve il problema al 100%... per far girare la pompa caldaia solo quando la pompa acs o la pompa termo girano devo agire sull'impianto elettrico.... per me la cosa + semplice è montare un termostato a contatto mentre non sarei ingrado di modificare l'impianto elettrico in modo da far partire la pompa caldaia solo quando serve


dcm, avendo saldato il corgiolo sicuramente già troverai dei benefici.
ora non ti resta che togliere lo scambiatore, perchè se non ti serve per dividere due impianti per problemi di ispels, nel tuo caso è perfettamente inutile. Anzi, ti fà aumentare i consumi in quanto hai più supefice disperdende esterna.
Tu hai già una pompa comandata dal termostato ambiente. Tieni quella ed eventualmente inserisci una valvola anticondensa per evitare shok e condensa alla caldaia.

per me mettere mano all'impianto non è facile sia dal punto di vista manule che dal punto di vista della reperibilità dei componenti per me trovare una valvola anti condensa da 1"1/4 è già un grosso problema....
cosa significa ispels?
purtroppo mi sono affidato a un'istallatore in frachising che probabilmente ha fatto solo i SUOI interessi montando i componenti più costosi che fanno parte del gruppo a cui appartiene fregadosene di dispersioni e rendimenti... anche il bollitore ha le resistenze interne può funzionare anche a corrente elettrica ma a me le resistenza non servono a nulla!

Dott Nord Est
31-08-2010, 21:44
il discorso dell'ispels era riferito alla piastra di scambio, che deve essere montata se devi separare due fonti di calore, in modo da non sommare le loro potenze nel fluido a + di 35 kw (limite per non entrare nelle normative ispels, appunto).
ma nel tuo caso non c'era questo problema, e quindi non riesco a capire l'installazione di tale piastra di scambio da parte del tuo idraulico.

tom-tom
31-08-2010, 21:51
dcm,pensavo avevi l'impianto a tubi di ferro comunque anche se lo devi far fare non è una grossa spesa,ma io non voglio fare i conti in tasca alle persone.Riguardo il funzionamento hai parlato di termostati a contatto,io li uso in casi eccezionali nel tuo caso specifico non saprei come usarli,io ho in mente ben altro su come debba funzionare.Il discorso che hai fatto della lunghezza dei tubi ossia ...se guadagni da una parte la perdi da un'altra.... non è proprio così se ci rifletti bene.Riguardo il boiler non hai fatto nessuna precisazione pertanto ti va bene così.Riguardo l'installatore sicuramente l'impianto non è fatto come doveva essere fatto l'unica cosa che ha indovinato è inserire lo scambiatore sull'impianto,sbgliando però la posizione d'installazione.Per quanto mi riguarda, ho cercato di darti ottimi consigli adesso stà a te fanne tesoro,sono a tua disposizione per qualsiasi richiesta,saluti

DCM caldaia
19-09-2010, 10:05
Niente da fare:cry:, ho montato i turbolatori, ho saldato il bruciatore, ho acquistato un termometro per rilevare la temperatura dei fumi, tutti sforzi vani; da quando ho cambiato il motoriduttore la caldaia continua a consumare il doppio rispetto l'anno scorso, attualmente consumo 4 sacchi di pellet la settimana solo per produrre ACS prima di cambiare il motoriduttore consumavo solo 2 sacchi di pellet la settimana....
il rapporto dei giri del nuovo motoriduttore corrisponde a quello richiesto dalla caldaia 1/28 temevo che il rapporto fosse errato ma almeno da quanto è stampato sul motoriduttore il rapporto è giusto almeno la spero non vorrei che il motoriduttore giri il doppio dei giri rispetto al vecchio ma a occhio non ho modo di verificare se effetivamente i giri sono giusti....
l'ultima idea che mi è venuta in mente per cercare d'ottimizare i consumi è di acquistare un'analizzatore di combustione, sono oggetti molto costosi in genere non costano meno di 1000€uro a parte questo:
http://www.tequipment.net/ProductImages/TPI/708_mid.jpg
costa solo $449 circa 350€uro ha le seguenti caratteristiche:



Easy to use
Large, easy-to-read display
Selectable fuels: natural gas, light oil, heavy oil, LPG, Wood
IR printer port
Protective rubber boot and carrying case included

Functions:

Combustion Efficiency Analyzer
Measure O2 and CO
Calculate CO2, efficiency, excess air, CO air free, and ratio
CO Analyzer
Measure 0-10,000 ppm CO
Differential Thermometer
Dual input K-Type thermocouple temperature tester

Includes:

CO Sensor
Oxygen Sensor
Protective Boot
Stack Probe
PVC Tubing
Water/filter trap on Stack Probe
Shoulder Strap Carrying Case
Spare Particle Filters

è fornito di tutte le sonde utili?
secondo voi potrebbe tornarmi utile?
lo vendono al seguente indirizzo TPI 708 Combustion Efficiency Analyzer with flue probe only TPI 708 (http://www.tequipment.net/TPI708.asp)

Tnx!

tom-tom
19-09-2010, 11:05
scusa se il motoriduttore gira di più ti riempie il bruciatore, se il bruciatore rimane a livello giusto non dipende certo da quello, per me è un discorso di regolazioni. faresti una spesa inutile,tanto per cominciare dovresti fare le modifiche che ti ho consigliato,questi sono soldi spesi bene per il resto,regolazioni

Dott Nord Est
19-09-2010, 11:44
DCM, spendi inutilemnte i soldi per l'analizzatore. Il tuo problema è un'altro..... l'impianto, oltre la regolazione.

tom-tom
19-09-2010, 15:40
DCM,visto che sei propenso a spendere quei soldi,perchè non installi uno scambiatore per acs direttamente sulla caldaia e con due tubi di bypass ti allacci alla sanitaria escudento il boiler?Quest'ultimo lo usi solo nel periodo invernale?lasci sempre la caldaia accesa, senza accendere e spegnere come fai tu, tutta quell'acqua che riscaldi inutilmente la usi come consumi

DCM caldaia
19-09-2010, 16:04
scusa se il motoriduttore gira di più ti riempie il bruciatore, se il bruciatore rimane a livello giusto non dipende certo da quello, per me è un discorso di regolazioni. faresti una spesa inutile,tanto per cominciare dovresti fare le modifiche che ti ho consigliato,questi sono soldi spesi bene per il resto,regolazioni


DCM, spendi inutilemnte i soldi per l'analizzatore. Il tuo problema è un'altro..... l'impianto, oltre la regolazione.

tenenendo la serranda dell'aria aperta 6mm il consumo è troppo elevato, ora ho ridotto il passaggio del pellet e abbasato la serranda a 3mm la temperatura dei fumi è di circa 150 gradi....
il bruciatore si riempie quasi completamente di pellet,
sono tutti tentativi che faccio quasi alla cieca senza dati certi sul rendimento l'unica cosa che posso vedere è la fiamma la temperatura dei fumi e il tempo che impiega la caldaia a salire di temperatura....
per avere una regolazione precisa o mi affido a un tecnico munito di analizzatore, o ne acquisto uno, acquistandolo è sempre a mia disposizione senza costi aggiuntivi....
perchè dite che è una spesa inutile? senza uno strumento che misura la percentuale d'ossiggeno nei fumi e la percentuale di rendimento penso sia quasi impossibile su una caldaia meccanica avere una regolazione precisa... senza un'analizzatore ci si accontenta del risultato, ma nel mio caso non ottengo risultati soddisfacenti....
alla fine sono 350€uro di spesa.... che se ottengo una regolazione adeguata posso recuperare subito risparmiando pellet...

DCM caldaia
19-09-2010, 16:15
DCM,visto che sei propenso a spendere quei soldi,perchè non installi uno scambiatore per acs direttamente sulla caldaia e con due tubi di bypass ti allacci alla sanitaria escudento il boiler?Quest'ultimo lo usi solo nel periodo invernale?lasci sempre la caldaia accesa, senza accendere e spegnere come fai tu, tutta quell'acqua che riscaldi inutilmente la usi come consumi

non lo so se tenendo la caldaia accesa 24 ore per produrre ACS con la serpentina istantanea consumerei meno, il punto è che rispetto l'anno passato consumo il doppio la regolazione migliore è andata persa a causa dell'installazione del nuovo motoriduttore
la caldaia ha uno scambiatore sanitario per produrre ACS ma è stato convertito in raddiatore di sicurezza; se la temperatura caldaia supera i 90 gradi entra acqua fredda nello scambiatore sanitario per raffreddare la caldaia, l'acqua calda in uscita viene evacuata in un pozzo di scarico....

Il mio sogno sono i panelli solari niente consumi, niente sprechi....
ma al momento non ho soldi da spenderci.....

tom-tom
19-09-2010, 16:34
DCM,adesso ti dico una cosa,io oggi ho acceso la caldaia e riscaldato :120 lt di contenuto caldaia 240 lt contenuto di tre scaldabagni,in questi giorni debbo spostare lo scambiatore acs e metterlo diretto sulla caldaia.Ti premetto che io ho solare a CN da 300 lt ma ieri e oggi senza sole se avevo lo scambiatore diretto alla caldaia mi rispiarmavo di riscaldare 240 lt dei boiler.come vedi anche con i pannelli solari o accendi la caldaia o vai a corrente o a gas.Tu questo lavoro lo fai ogni due giorni ma quanta acqua riscaldi inutilmente con il tuo impianto.Questo per dimostrarti che anche con i pannelli ci sono periodi e giorni che devi usare una fonte alternativa,io è una vita che lo scrivo su questo forum,a giorni risolverò il mio problema

Bibbino
02-12-2015, 22:36
DCM,adesso ti dico una cosa,io oggi ho acceso la caldaia e riscaldato :120 lt di contenuto caldaia 240 lt contenuto di tre scaldabagni,in questi giorni debbo spostare lo scambiatore acs e metterlo diretto sulla caldaia.Ti premetto che io ho solare a CN da 300 lt ma ieri e oggi senza sole se avevo lo scambiatore diretto alla caldaia mi rispiarmavo di riscaldare 240 lt dei boiler.come vedi anche con i pannelli solari o accendi la caldaia o vai a corrente o a gas.Tu questo lavoro lo fai ogni due giorni ma quanta acqua riscaldi inutilmente con il tuo impianto.Questo per dimostrarti che anche con i pannelli ci sono periodi e giorni che devi usare una fonte alternativa,io è una vita che lo scrivo su questo forum,a giorni risolverò il mio problemaallora questa regolazione d'aria e combustibile è andata a buon fine?