PDA

Visualizza la versione completa : Accumulare energia in acqua o nelle batterie?



caldeo
17-08-2010, 21:25
Salve a tutti e perdonatemi se la risposta è scontata.
Se si è in possesso di un piccolo impiantino fotovoltaico di circa 600 W, è più conveniente caricare delle batterie riutilizzando l'energia con un inverter, oppure pompare acqua in in un serbatoio in collina,(se possibile) e riutilizzare l'acqua per un generatore idroelettrico?
E' un pò che penso a questa cosa ma prima di perderci del tempo vorrei sapere se ne vale la pena.
Grazie a tutti e saluti.

primus71
17-08-2010, 22:07
se parliamo di watt mi sembra assurdo pensare all'idroelettrico

ciao

IlDon
18-08-2010, 16:04
bisogna valutare dal punto di vista energetico ed economico ed in entrambi i casi mi sa che è molto più semplice il sistema delle batterie. Mi pare più semplice e sopratutto a manutenzione quasi nulla.

caldeo
18-08-2010, 21:03
Vorrei esprimere meglio le mie considerazioni per quella che è la mia esperienza.
-Al momento dispongo di quatro pannelli con i quali carico due grosse batterie in serie da 12V. (Ora non so quanto ma una perdita c'è).
-Con un inverter 24/220 V e 1800w continui riutilizzo l'energia giornalmente finchè le batterie non sono scariche.(anche l'inverter ha una perdita nel trasformare la Dc ad AC. Ha un consumo a vuoto anche quando non è collegato nessun carico. E poi non durano tanti anni perchè ci sono correnti elevate in gioco).
Siccome dispongo di una cisterna di circa 250 quintali per la raccolta dell'acqua piovana, stavo pensando ad utilizzare l'energia dei pannelli per alimentare una pompa(direttamente a corrente continua), per riempire una grossa cisterna in collina(Ho 40 mt di dislivello sfruttabile).Con un idrogeneratore riutilizzo l'acqua a monte che ritorna nella cisterna a valle.
A livello di manutenzione non ci dovrebbe essere molto (cuscinetti e spazzole). Per me che me ne intendo un pò sono stupidaggini.
Diciamo che c'è da lavorarci abbastanza, ma quello che mi lascia perplesso è se alla fine ho più perdite che con le batterie/inverter.
Cordiali saluti a tutti e ringraziamenti a chi ha già risposto.

IlDon
18-08-2010, 21:07
mah, devi considerare il rendimento di motore e pompa durante la fase di pompaggio (e già rischi di perdere anche un 50%), poi quelli di turbina e generatore in fase di ritorno dell'acqua (e anche lì non credo potresti recuperare più del 50%). Invece tra batterie e inverter non dovresti andare sotto un rendimento complessivo del 70%...

caldeo
18-08-2010, 21:26
Questo è quello che mi interessava sapere. La tua risposta è più che sufficente a togliermi l'idea dalla testa. Ti ringrazio. A presto.

IlDon
18-08-2010, 21:29
si, ma prima aspetta anche qualche parere diverso e magari più autorevole, sicuramente ci saranno altri utenti più esperti.

fabio.betto
19-08-2010, 07:58
Tieni presente che le pompe turbine >100 MW si aggirano su un rendimento complessivo del 70%...per effetto taglia immagino anche io che per te il 50% sarebbe già un successo...

Superman
22-08-2010, 12:54
Sì, il rendimento dell'accumulatore idroelettrico è molto più basso di quello delle batterie, ma se sei pratico della manutenzione di quel tipo di impianto lo puoi usare per produrre energia anche dalla raccolta dell'acqua piovana al livello del serbatoio, e comunque non dovresti cambiare le batterie ogni 4 anni che sono un bel costo.
Io se avessi quella possibilità e se avessi per tue capacità di meccanico non ci penserei due volte.

caldeo
25-08-2010, 21:22
Ciao Superman. Purtroppo, solo stasera ho letto il tuo messaggio.
Non capisco cosa vuoi dire con produrre energia dalla raccolta dell'acqua piovana. Potresti entrare di più nei dettagli?
A presto e grazie.

primus71
25-08-2010, 21:46
vuol dire raccogliere acqua piovana e scaricarla producendo energia

ciao

caldeo
26-08-2010, 15:06
Ciao primus71 e grazie anche a te per la risposta, ma il problema è che la cisterna è interrata e l'acqua la devo necessariamente pompare!
Saluti a presto.

Superman
26-08-2010, 23:54
Suppongo che l'interrerai a una certa quota, per raccogliere la piovana nella cisterna basta incanalare in una "grondaia" l'acqua di un ruscelletto che si forma quando piove...
...certo bisogna vedere legalmente cosa si può e cosa non si può fare a riguardo e altro problema bisogna fare in modo, con delle griglie, che la cisterna non si riempia di corpi estranei trascinati dal ruscello.
Griglie che poi vanno pulite, insomma una bella complicazione.

primus71
27-08-2010, 20:06
problema è che la cisterna è interrata e l'acqua la devo necessariamente pompare!
Saluti a presto.

allora dovresti essere un po' più preciso sul tuo impianto e su quello che vorresti fare

ciao

caldeo
28-08-2010, 13:57
anche secondo me è complicato ma soprattutto non fattibile nel mio caso in quanto la cisterna è gia li da tanti anni e raccoglie egregiamente l'acqua di alcuni drenaggi superficiali ai quali io ho agggiunto gli scarichi delle grondaie del tetto. Attualmente viene pompata per irrigare. Solo che l'irrigazione va fatta la sera o di notte, (quando il fotovoltaico non produce). La cisterna che intendo realizzare è nella collina sopra l'abitazione. Pomperò l'acqua di giorno,con l'aiuto del fotovoltaico, per riutilizzarla quando serve.
Ciao.

pino81
15-09-2010, 22:10
La cisterna che intendo realizzare è nella collina sopra l'abitazione. Pomperò l'acqua di giorno,con l'aiuto del fotovoltaico, per riutilizzarla quando serve.
Ciao.
appunto.. è proprio quella cisterna che creerai a monte in cui dovrai incanalare tutti i drenaggi e ruscelletti vari..:) e che costituirà la tua energia potenziale (ad es.per un generatore idroelettrico )oltre che innaffiare le piante direttamente per caduta "di notte"

caldeo
16-09-2010, 20:13
Ciao Pino81. Anche tu dici cose giuste(anche se poi va visto sul posto la fattibilità), tuttavia da quello che è venuto fuori dalla discussione, è che non conviene accumulare l'energia prodotta dai pannelli fotovoltaici in energia potenziale sotto forma di acqua da usare per un generatore idroelettrico, recuperarla e ripomparla di nuovo. Nei vari passaggi ci sono troppe perdite!
Saluti e grazie.

pino81
16-09-2010, 21:42
già.. è anche vero quel che dici tu.. cioè che ci sono eccessive perdite nel conservare l'energia attraverso le masse d'acqua... ho letto un altro thread sull'idroelettrico e secondo alcuni calcoli di un utente di competenza,pare che l'energia che si ricava da quel tipo di conservazione si aggira solo attorno al 36% di quella immessa (ma ovviamente per chi ha già i bacini a disposizione dirà :meglio quel 36% che nulla..)
io pensavo invece oltre ai sistemi di accumulo ad aria compressa o idrogeno con l'elettrolisi (pericoloso) un sistema rudimentale sempre sfruttando la gravità (che è forza "conservativa"per eccellenza) ad esempio con un pesante inerte appeso ad una corda avvolta su un rullo che a sua volta fa ruotare una serie di riduzioni e così.. dare e riprendere l' energia a piacimento ,un pò come il sistema dei pesi dell'orologio a pendolo :bye1: