PDA

Visualizza la versione completa : FIAT SEICENTO Elettra: batterie (originali) e affini



Pagine : [1] 2

RIZZO99
15-10-2007, 11:36
DURATA BATTERIE

------------------------------

Moderazione:
Esiste in questa stessa sezione un elenco/database circa le prestazioni/esperienze di vari esemplari di questo veicolo:
http://www.energeticambiente.it/veicoli-elettrici-e-ibridi/14710914-elenco-esperienze-con-fiat-seicento-elettra.html
..dove è possibile postare solo i dati come da fac-simile ivi contenuto.

Per tutto il resto (modifiche, domande, ecc.) esiste questa discussione più "discorsiva".


L'indice generale delle discussioni relative alla Seicentro Elettra è nelle "specifiche tecniche"
(qua: http://www.energeticambiente.it/categoria-m1/14721372-fiat-seicento-elettra-informazioni-e-specifiche-tecniche.html)

gattmes
17-10-2007, 09:45
Puoi essere + prolisso?
(Se vuoi puoi modificare il messaggio precedente)
Ciao

murray84
21-10-2007, 09:40
credo intenda....vorrei info sulla durata delle batterie....in ogni caso se non lo intende lui lo vorrei sapere io..hihi

giovannotti
04-11-2007, 22:44
Buona sera, cerco di rispondere io visto che da quasi 4 anni uso una Seicento Elettra con cui percorro quotidianamente ca. 50 km. Fino ad ora, con questo pacco batterie, ho effettuato ca. 400 ricariche con prestazioni lievemente scadute, vale a dire percorrenza media di circa 65 km rispetto ai 70-75 km di percorrenza media da nuova.

Sergio_ong
10-11-2007, 19:37
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (murray84 @ 21/10/2007, 09:40)</div><div id="quote" align="left">credo intenda....vorrei info sulla durata delle batterie....in ogni caso se non lo intende lui lo vorrei sapere io..hihi</div></div><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (giovannotti @ 4/11/2007, 22:44)</div><div id="quote" align="left">Buona sera, cerco di rispondere io visto che da quasi 4 anni uso una Seicento Elettra con cui percorro quotidianamente ca. 50 km. Fino ad ora, con questo pacco batterie, ho effettuato ca. 400 ricariche con prestazioni lievemente scadute, vale a dire percorrenza media di circa 65 km rispetto ai 70-75 km di percorrenza media da nuova.</div></div><br>la usi da 4 anni e ci percorri 50km al giorno... e hai fatto 400 ricariche? Se una carica dura 70 km... e ne hai fatte 400, avresti dovuto percorrerne 28000 ma ne hai percorsi 73000 (50km al giorno * 365giorni x 4 anni) qualcosa nn quadra... o sbaglio? bhooo....

alby62
09-12-2007, 22:08
i giorni penso che saranno 220 ( quelli lavorativi )* 4 *50 = 44000 km , ehm non quadra lo stesso , bohh

luigiduca
27-12-2007, 19:31
Magari non la usa ogni giorno...

caponord23
28-12-2007, 20:51
Scusate,ma dove avete letto che ha fatto 73 mila km?

RonnyRenneR
29-12-2007, 18:45
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (caponord23 @ 28/12/2007, 20:51)</div><div id="quote" align="left">Scusate,ma dove avete letto che ha fatto 73 mila km?</div></div><br>Hanno fatto un calcolo approsimativo: il ragazzo ha detto che percorre quotidianamente 50km al giorno da quasi 4 anni ed ha effettuato <span style="color:red">400</span> ricariche...<br><br>50km per 365 per 4 anni = 73000km oppure: 50km per 220 per 4 anni = 44000Km<br><br>50km per <span style="color:red">400</span> ricariche = 20000km (5000km annui diviso 50km giornalieri = 100 giorni di utilizzo annui, pochini...)<br><br>Il dubbio è: sono state effettuate 400 ricariche o sono stati percorsi 50km al giorno per quasi 4 anni??<br><br>Buone Feste...<br><br><span class="edit">Edited by RonnyRenneR - 29/12/2007, 19:06</span>

luigiduca
30-12-2007, 17:34
Attenzione, mica è detto che abbia ricaricato ogni 50km: prendendo per buoni i 44.000km con 400 ricariche, sarebbero una ricarica ogni 110km, considerando che stiamo tirando a indovinare la reale percorrenza, potrebbe anche starci che mediamente la 600 elettra percorra all&#39;ingrosso un centinaio di chilometri (magari qualcosa meno?) con una ricarica? Allora lui ricaricherebbe ogni giorno e mezzo, diciamo che se fa 50km al giorno andata e ritorno ricarica la sera a casa, il giorno dopo va e torna e il giorno dopo ancora va e ricarica al lavoro poi torna e il giorno successivo va e torna e ricarica a casa... oppure riesce veramente a ricaricare ogni due giorni facendo 100km...

RonnyRenneR
30-12-2007, 17:55
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (luigiduca @ 30/12/2007, 17:34)</div><div id="quote" align="left">Attenzione, mica è detto che abbia ricaricato ogni 50km: prendendo per buoni i 44.000km con 400 ricariche, sarebbero una ricarica ogni 110km, considerando che stiamo tirando a indovinare la reale percorrenza, potrebbe anche starci che mediamente la 600 elettra percorra all&#39;ingrosso un centinaio di chilometri (magari qualcosa meno?) con una ricarica? Allora lui ricaricherebbe ogni giorno e mezzo, diciamo che se fa 50km al giorno andata e ritorno ricarica la sera a casa, il giorno dopo va e torna e il giorno dopo ancora va e ricarica al lavoro poi torna e il giorno successivo va e torna e ricarica a casa... oppure riesce veramente a ricaricare ogni due giorni facendo 100km...</div></div><br>Lui ha detto che con il pacco batterie in dotazione si percorrono 65km a piena carica&#33;&#33;<br><br>Lui ha detto che percorre 50km al giorno&#33;&#33; Ma 5000km all&#39;anno sono veramente pochi se ci pensi, oppure le ricariche non sono 400 ma 800/900 se consideriamo i giorni lavorativi, ma questo non l&#39;ha specificato, se fossero tutti i giorni di 4 anni le ricariche dovrebbero essere 1800/2000...<br><br>Alla fine i conti non tornano, anche se fosse come dici te con 65km di autonomia non penso che:&quot;oggi faccio la ricarica e sono apposto per tutta la giornata e domani mattina a metà strada effettuo una ricarica nella prima casa che trovo alle 2:00 AM così arrivo al lavoro in&#39;orario&quot;<br>

tonini_mingoni
17-05-2008, 10:21
Ieri sono arrivate le batterie direttamente dall'Exide d iVerona , la prossima settimana , tempo officina fiat permettendo , dovremmo installarle e verificare se tutto è funzionante....


Fox

RomeoII
09-06-2008, 21:24
Ciao a tutti
Ho una seicento elettra ormai da due anni, batterie al gel, mi potete dare i dati relativi all' autonomia effettiva dei vs veicoli?
Grazie

RomeoII
19-06-2008, 21:42
moderazione tecnica: messaggio del 19-06-2008, 22:50:

D o N non fa differenza, l'importante è che l'auto non sia bloccata (posizione P del selettore - arpionismo inserito). Le spie accese non implicano necessariamente che tu abbia le batterie ko, prova prima a controllare lo stato della batteria dei servizi. Okkio con le batterie trazione...a volte la 600 MORDE

felixrc
19-06-2008, 21:54
la batteria dei servizi l'ho messa nuova, solo che quando le batterie di trazione sono quasi a zero, scende anche quella dei servizi e se chiudo la macchina impazzisce la chiusura centralizzata.
mi ha detto che l'ha tirata in D, ma che era bloccata e mentre la tirava era come se c'era in freno a mano inserito, boooooooooooooo.

moderazione tecnica: messaggio copiato in altra discussione ("arpionismo") dove sono stati movimentati i messaggi di risposta in tema:
http://www.energeticambiente.it/fiat-seicento-elettra/14735702-fiat-seicento-elettra-arpionismo.html#post119135913

felixrc
19-06-2008, 22:37
(Moderazione tecnica - messaggio sdoppiato: ogni argomento nella opportuna sezione)
[omissis].... ma dopo 8anni credevo che le batterie di trazione dovevano esserealla frutta.
la macchia ha 6000km, a parte i cicli di ricarica, per testare le batterie devo tirarle giù fisicamente dal mezzo?

RomeoII
19-06-2008, 22:43
Piu che tirare giu le batterie si tira su la 600 dalle batterie...cmq se non hai di meglio da fare per passare il tempo. Io ti consiglio di provare a ricaricarle qualche volta e verificare l' autonomia, se smonti tutto allora ti conviene farlo per sostituirle. Ma soprattutto ripara il freno a mano, è semplice ed indispensabile.

felixrc
19-06-2008, 22:55
grazie romeo, ora vado a nanna che domani ci metto mano. il frano a mano è letteralmente staccato dal telaio, poi altre cosine.alla prossima.

RomeoII
20-06-2008, 14:15
:cry:Non per essere ripetitivo, ma i dati sull' autonomia delle vostre 600 si possono avere? Plìs:bye1:

gattmes
20-06-2008, 14:44
ok qua ho creato un elenco/database dove rispondere:
http://www.energeticambiente.it/veicoli-elettrici-e-ibridi/14710914-elenco-esperienze-con-fiat-seicento-elettra.html#post118851396

...copiare il mio primo messaggio (se possibile mantenendo i "neretti") modificando i dati opportunamente
..vediamo se servono altri punti/numeri...

tonini_mingoni
20-06-2008, 16:53
:cry:Non per essere ripetitivo, ma i dati sull' autonomia delle vostre 600 si possono avere? Plìs:bye1:

...romeo stai tranquillo appena esco dall'officina te li dico ... i miei ... ma purtroppo l'officina ci lavora sol oquando hanno tempo....

Ciao

Fox


--------------------------------------

Ulteriore messaggio del 20-06-2008, 17:55:


ok qua ho creato un elenco/database dove rispondere:
http://www.energeticambiente.it/veicoli-elettrici-e-ibridi/14710914-elenco-esperienze-con-fiat-seicento-elettra.html#post118851396

...copiare il mio primo messaggio (se possibile mantenendo i "neretti") modificando i dati opportunamente
..vediamo se servono altri punti/numeri...

Concordo al 100%...grazie....


Fox

felixrc
23-06-2008, 12:59
sono stato a curare la macchina mentre ricarica, dopo poco meno di 3ore il caricabatterie smette di ricaricare (si spegne la spia di ricarica), se stacco e riattacco, sta accesa solo qualche minuto (2/3)
secondo voi sono le batterie andate o il caricabatterie che non va?

RomeoII
23-06-2008, 13:08
Prova a caricare le batterie con le luci accese
Prova a staccare la bmu (scatola nera a dx del vano posteriore) e porta le batterie al limite inferiore di carica (occhio a non scaricarle troppo), ricollega la bmu e ricaricale
in extremis...cambia le batterie

felixrc
23-06-2008, 13:11
grazie, provo poi ti faccio sapere.

felixrc
23-06-2008, 21:02
romeoII, ho fatto come dicevi: il caricabatterie adesso ricarica solo la batteria servizi (13.68v, e 13.93v con luci accese o solo quadro)mi sa che sono andato troppo in basso con la scarica.
adesso provo a ricaricarla poi vedo.
non ho capito bene il "gatmetodo".
qualcuno ha lo schema dell'impiato della vettura?


-----------------------------------------

Ulteriore messaggio del 23-06-2008, 22:06:

...... dimenticavo, la macchina non va', ma in compenso è sparita la spia [M], booooooooooo?

tonini_mingoni
24-06-2008, 11:20
romeoII, ho fatto come dicevi: il caricabatterie adesso...


moderazione tecnica: risposta spostato nella competente sezione
FIAT SEICENTO Elettra: caricabatterie (1a-2a serie) (http://www.energeticambiente.it/fiat-seicento-elettra/14740032-fiat-seicento-elettra-caricabatterie-1a-2a-serie.html#post119200574)


---------------------------------------

Ulteriore messaggio del 24-06-2008, 12:22:




------------
TRUCCHETTO NUMERO 1
IL Cb assume un rendimento di ricarica del 90%... e il BM è un contaelettroni (Coulomb counter...hhhaaahh vecchi ricordi...forse un bv sfumato...vabbè..) ovvero guarda quanta I esce o entra nelle bat....[omissis]

...che tumore di caricabatteria...mi preparo al peggio.....

condivido il gatmetodo e chiederei il trucchetto nr.2,3,4,5,6,7,...etc....


Ciao

Fox

gattmes
24-06-2008, 19:58
Il trucchetto che eleggerei a n. 2.. che poi non è un trucchetto ma una..diciamo miglioria...
..dicevo..parte dal mio circuitino (si trova in risparmio energia -fuori casa) del mini ibrido..che giocava con la tensione dell'alternatore su auto "normale"..che poi è stato recentemente "adottato" da BMW.....

..MA tonini_mingoni ha portanto un GRANDE contributo...
infatti io volevo abbassare lievemente la tensione "di servizio".. per poi incrementarla al massimo in fase "rigenerativa"... ovvero sfruttando ANCHE la bat servizio per "recuperare" (una su diciotto...).. e quindi all'opera sugli schemi per utilizzare il segnale che commuta tra questi 2 valori e collegarlo in qualche modo/logica all'int. degli stop!!....
:devilred:

Oighen
02-07-2008, 09:42
...ferma tutto...il carica batteria delle 18 batterie , fà funzionare l'altro carica batteria per la batteria motore (scusate il gioco di parole spero che sia chiaro....).
Il carica batteria della batteria ausiliaria ha due modalità di funzionamento:

1)Con vettura in marcia , eroga 14,4Vdc con 70Amp. massimi di picco
2)Con vettura ferma allacciata alla presa 220Vac per la ricarica , eroga 13,8Vd con 25Amp. di picco.
...

Ciao,

la batteria Ausiliaria del mia 600 Elettra é debole e voglio sostituirla.

É montata una batteria normale di FIAT (Pb-acid) 12V 40Ah, ca.18x18x18 cm, per avviamento, secondo me, non fa tanto senso.

Mia domanda:
Per che cosa serve questa batteria ausiliaria?
É meglio di sostituire la batteria con una batteria Pb-Gel o Pb-AGM per tanti cicli ?

Oighen

felixrc
02-07-2008, 10:39
ragazzi, ho provato il gattmetodo 1 e funziona, mi sa che però ho le batterie da sostituire.
michiedo se è necessario sostituirle tutte, dato che hanno 8anni di vita, o se sostituire solo quelle guaste.
ho mandato una e- mail in fiat (ad un indirizzo che mi ha dato un mio amico ingegnere in alfa) e mi hanno risposo che mi avrebbero mandato in formato digitale lo schema elettrico della macchina e delle sue componenti.
appena arriva lo faccio sapere, e se serve lo posto.

RomeoII
02-07-2008, 22:17
Ciao,

la batteria Ausiliaria del mia 600 Elettra é debole e voglio sostituirla.

É montata una batteria normale di FIAT (Pb-acid) 12V 40Ah, ca.18x18x18 cm, per avviamento, secondo me, non fa tanto senso...
Ciao
è meglio sostituirla con una uguale, una "onesta" piombo-acido, a meno che tu non voglia sprecare dei soldi... La batteria servizi serve a fare tutto cio che una batteria servizi fa su un auto con motore a scoppio, tranne che avviare il motore a scoppio, appunto (che non c'è), quindi ti basta una batteria funzionante ed affidabile.

mauriziomaggi
12-07-2008, 09:58
...comunque ieri sera finalmente hanno rimontato le batterie e ....

FUNZIONA!!!!!!!!!!!!! sono contento anche se ha l'allarme motore che non si riesce ad eliminare , e il problema sembra nell'arpionismo comuqnue i ragazzi dell'officina oggi ci guardano per capire meglio cosa potrebbe essere , ma comunque con la carica residua vi posso assicurare che è una bomba....

Fox

n.b. appena possibile posto tutto su youtube.....


Fox

sono contento per te,

ti invidio un poco ( almeno sino a che non sarà pronto il mio mitico pandino elettrico!)
p.s. mi mandi per pm il numero di quel tuo conoscente commerciale della exide? grazie

mau

felixrc
12-07-2008, 21:33
dovrei cambiare le batterie anch'io, sapete dove prenderle a buon prezzo?
finalmente la fiat mi ha mandato il libretto di uso e manutenzione.... gratis, non ci credevo.
un mio amico in concessionaria lo ha pagato 20 euro.

tonini_mingoni
14-07-2008, 10:28
Sono in contatto in exide con un tecnico il qual ha risposto in questo modo alle mie domande/dubbi.

Prima mail

Buongiorno Sig. ,
sotto troverà i miei riferimenti in risposta al secondo punto del suo messaggio.
Riguardo il primo le allego un manualetto con alcune notizie tecniche sulle batterie.
Le CCM (controllo carica monoblocco) sono state sviluppate insieme a FIAT per cercare di migliorare l'equalizzazione del pacco batterie composto da 18 moduli distribuiti in modo certamente non omogeneo per temperatura.
Consideri che la carica delle batterie regolate con valvola viene effettuata controllando attentamente la tensione per evitare fenomeni di sovraccarica che comporterebbero il veloce invecchiamento della batteria. Quale parametro di riferimento si usa la temperatura in quanto lo sviluppo di gas indica quando la carica finisce ed inizia la sovraccarica. La tensione di sviluppo gas è funzione della temperatura e quindi diventa importante regolare il valore di tensione in funzione della temperatura della batteria stessa.
Inoltre, in una serie elettrica così lunga, come nella 600, è impossibile avere batterie tutte allo stesso valore di temperatura, per di più il carica batteria lavora sulla tensione totale, ne consegue che le batterie più calde saranno sovraccaricate e le più fredde non saranno caricate adeguatamente.
Con le CCM si ha lettura della temperatura del singolo modulo e verifica continua che il modulo non sia in sovraccarica, nel caso viene dissipata un po' di potenza che riduce l'effetto della sovraccarica stessa.
I risultati della sperimentazione hanno confermato l'efficacia del sistema, aumentando in modo significativo, la vita della batteria.


Seconda mail

Domanda

Buongiorno , la ringrazio tantissimo per la disponibilità e la celerità nella risposta.
…solo per maggiore chiarezza (da parte mia non ho capito bene) , cioè ho visto , avendo il manuale tecnico della 600 , che ci sono 2 sensori di temperatura nella serie delle batterie montati direttamente sui morsetti delle batterie, quindi il punto di rilevamento della temperatura è sul morsetto batteria!...poi da quello che mi ha detto è che se durante la carica il pacco relativo al primo sensore di temperatura , ha una temperatura più alta , cosa succede nella carica? ; viene collegato in parallelo al carico per fare dissipare un po’ di potenza di carica in modo da abbassare la tensione sul pacco?
Il caricabatteria quindi ricarica tutto il pacco batteria o tramite le prese intermedie ricarica a gruppi le batterie?
Conviene ricaricare le batterie quando sono scariche o è meglio ricaricarle sempre (biberonaggio)???
Mi scusi per le domande , ma leggendo in un forum si dice che il caricabatteria ha alcuni “buchi” nel software quando si tenta di ricaricare le batterie non completamente scariche…

Risposta

solo per maggiore chiarezza (da parte mia non ho capito bene) , cioè ho visto , avendo il manuale tecnico della 600 , che ci sono 2 sensori di temperatura nella serie delle batterie montati direttamente sui morsetti delle batterie, quindi il punto di rilevamento della temperatura è sul morsetto batteria!
Non potendo misurare all’interno, il terminale è il punto con minor differenza rispetto alla temperatura dell’elettrolito. Il negativo è il migliore per l’elettrodo è in materiale miglior conduttore.
poi da quello che mi ha detto è che se durante la carica il pacco relativo al primo sensore di temperatura , ha una temperatura più alta , cosa succede nella carica?
Il riferimento è sempre la temperatura più alta.
viene collegato in parallelo al carico per fare dissipare un po’ di potenza di carica in modo da abbassare la tensione sul pacco?
Questa azione avviene sulle CCM, quindi individualmente su ciascun modulo. Quanto avviene sul carica batteria è un leggero incremento della corrente erogata dovuto alla riduzione di tensione del singolo modulo.
Il caricabatteria quindi ricarica tutto il pacco batteria o tramite le prese intermedie ricarica a gruppi le batterie?
Agisce su tutto il pacco e viene influenzato, dalla tensione totale della serie di moduli.
Conviene ricaricare le batterie quando sono scariche o è meglio ricaricarle sempre (biberonaggio)???
Le batterie al Piombo stanno bene cariche. Diciamo che se non vengono scaricate oltre il 25% della capacità non serve ricaricare, a meno che non si preveda un lungo periodo di inattività in questa condizione.


Saluti


Terza mail

Domande

Buongiorno , purtroppo in officina fiat non hanno la possibilità di recuperare uno scaricatore della zivan per verificare lo stato delle batterie (per ciclare le nuove batterie e verificare le vecchie) …le volevo chiedere se mi da qualche indicazione su come lo posso costruire utilizzando un carico resistivo puro o lampadine.
Quello che ho potuto vedere è che le vecchie batterie sostituite , su 18 , 10 sono da buttare (deformate esternamente e comunque il caricabatteria ctek xs-7000 non riesce a ricaricarle) , mentre le 8 restanti sembrano ok , sia a livello esterno di contenitore non deformato , ma anche dopo la ricarica , e il valore di tensione delle stesse si assesta sui 13Vdc. Il valore rimane costante anche dopo alcuni giorni senza ricaricare.Collegando un carico composta da una lampadina da 50W per alcuni minuti il valore di tensione scende a 12,8Vdc e rimane costante quindi suppongo che siano ok…
Se mi può dare un’indicazione di massima della scarica nell’ordine di tempo della batteria con carico tipo lampadina da tot. Watt …

Grazie

Risposta

Il carico resistivo può essere una soluzione.

La corrente di scarica corretta per queste batterie è di 11 A per la scarica di capacità e di 39 A per la scarica di riferimento.

Per la prima, per la quale ci si deve aspettare una durata di 5 ore, possiamo considerare una tensione media durante la stessa di circa 11.8V per batteria, per una serie di 18 moduli serve una resistenza da 19 Ohm, circa 2.3 kW.

Per la seconda, per la quale ci si deve aspettare una durata di 1 ora, possiamo considerare una tensione media durante la stessa di circa 11.3V per batteria, per una serie di 18 moduli serve una resistenza da 5.2 Ohm, circa 7.9 kW.

La sua analisi è corretta anche se una base di dati molto ridotta e quindi da verificare in dettaglio.

Cordiali saluti

gattmes
15-07-2008, 08:36
Ed ecco quindi saltar fuori i dati di queste batterie:
Capacità nominale @ C/20 o 20 h ...già lo sai
Capacità nominale @ C/5 = 55Ah (5x11)!!
Capacità nominale @ C = 39Ah (39A x 1h)!!!

Quindi si conferma la "classica" caratteristica delle piombo..

..di conseguenza usando altre bat (litio...) da 40Ah nominali (a C/3 o C/5 però) si dovrebbero avere prestazioni equivalenti di capacità (visto che il "pratico" è ad 1 ora...) ma migliori complessivamente e principalmente dovute non solo alla diminuzione di peso, ma anche al miglior rendimento che, più che sulla "bolletta", conta nelle fasi rigenerative.

Estrapolando potrei auspicare anche un +20% con 40Ah.. e quasi il doppio (+100) con 60Ah o giù di li...
....bene bene bene....

tonini_mingoni
15-07-2008, 11:02
Ed ecco quindi saltar fuori i dati di queste batterie:
Capacità nominale @ C/20 o 20 h ...già lo sai....



da dove lo tiri fuori questo dato?

Spiegami meglio per favore ...

(chiedo scusa per gli errori grammaticali o di esposizione ma ho fatto il copi incolla in modo veloce....nell mail precedenti....)

Ciao

Fox

tonini_mingoni
23-07-2008, 10:57
Ciao a tutti , si fa presto a passare dalle stelle alle stalle .... con la 600 elettra quando l'officina fiat non ha tutti i collegamenti per effettuare la diagnosi dei sistemi....
Dal manuale di assitenza le 600 prima serie hanno 4 prese di diagnosi che tramite il fl examier e simili si può diagnosticare eventuali problemi...
Dopo la sostituzione delle batterie ho dei problemi alla visualizzazione dell'indicatore dell ostato di carica , cioè appena accesa la macchina con le batterie cariche segnava una carica del 75% (però le batterie erano cariche) e dopo averla provata per un pò di tempo (oltre ad essere rimasti a piedi non per scarica delle batterie , ma per errata segnalazione del BM all'inverter) non riusciamo più a fare risalire l'indicazione della carica delle batterie.
Abbiamo trovato un'errore nel segnale dei gruppi di batterie collegate al BM ieri sera e spero di riuscire a venirne a capo quanto prima....

Prima di questo punto ho chiamato il Sig. Falci , che mi ha consigliato di scollegare la centralina BM e la macchina avrebbe dovuto funzionare sia all'avanti che all'indietro con potenza e non limitata dal BM...effettivamente è così...a questo punto il gat metodo consiglio 1 in quale modalità è da fare ? durante la carica o è sufficente mettere la macchina in moto e fare passare 3,4 amp. nel sensore di corrente?

Questo è il penultimo inghippo , prima di questo ho smontato il cruscotto per azzerare i km totali e risolvere un problema nei km parziali e mi è saltato il fusibile da 7,5 amp. che non faceva + partire la macchina (momnto di terrore , ma risolto dopo un week a spulciare gli schemi...)

Chi ha notizie di officine fiat che hanno tutti i cavi necessari per collegarsi con l'examiner ad una 600 prima serie?


Ciao

Fox

RomeoII
23-07-2008, 11:10
Vedo che anche tu ti stai rendendo conto di come funziona il mezzo... Comunque è un po come i primi pc, non erano proprio "user friendly", parecchi problemi, bisognava arrangiarsi...

Se ti puo aiutare, i cavi per la diagnostica nn servono molto, è meglio un buon tester, tempo e un poco di esperienza (si fa km dopo km).
Oggi ho messo in funzione la mia II elettra, cosi ho risolto i problemi di autonomia...spero
Se t seve aiuto, chiedi pure
:bye1:

felixrc
23-07-2008, 16:59
scusate, non sono riuscito a recuperare gli schemi della seicento elettra, sapete dove andarli a scovare, o se possibile, chi può mandari per e-mail?
poi, dovendo cambiare le batterie, dove le trovo? (in fiat chiedono 230euro cadauna.

RomeoII
23-07-2008, 23:13
Exide Italia, a Romano di Lombardia, sono molto gentili e disponibili. Anche altri del forum si sono rivolti a loro (sono i costruttori)

-------------------
messaggio del 24-07-2008, 08:53:
ciao
non capisco questo vostro accanimento sul bm... quando si fa un "restauro" di una elettra, tra le altre cose, si parte prima dalle batterie. Sei sicuro che le tensioni dei 4 sottogruppi (60 60 60 48) che arrivano al bm siano sensate? misurando con un tester sul connettore B (bianco in alto a sx del bm) tra il pin 18 (0V) e il 5 6 7 8 dovresti leggere quelle tensioni, se le batterie sono ok. Se hai una 2a serie sulle batterie hai montati dei"controllori di carica" che dissipano una eventuale corrente in eccesso in base allo stato della singola batteria, quindi, vi ripeto, se non sai cosa hai nei cestelli batterie è inutile "taroccare" il bm. Come diceva giustamente Gattmes, " Un bel voltmetro ..magari uno x ogni "blocco" ti aiuta molto di più in qs fase.
SOPRATUTTO ATTENZIONE ALLE TENSIONI IN GIOCO SONO MORTALI NON CI SONO PROTEZIONI

tonini_mingoni
24-07-2008, 09:55
ciao
non capisco questo vostro accanimento sul bm... quando si fa un "restauro" di una elettra, tra le altre cose, si parte prima dalle batterie. Sei sicuro che le tensioni dei 4 sottogruppi (60 60 60 48) che arrivano al bm siano sensate? misurando con un tester sul connettore B (bianco in alto a sx del bm) tra il pin 18 (0V) e il 5 6 7 8 dovresti leggere quelle tensioni, se le batterie sono ok. Se hai una 2a serie sulle batterie hai montati dei"controllori di carica" che dissipano una eventuale corrente in eccesso in base allo stato della singola batteria, quindi, vi ripeto, se non sai cosa hai nei cestelli batterie è inutile "taroccare" il bm. Come diceva giustamente Gattmes, " Un bel voltmetro ..magari uno x ogni "blocco" ti aiuta molto di più in qs fase.
SOPRATUTTO ATTENZIONE ALLE TENSIONI IN GIOCO SONO MORTALI NON CI SONO PROTEZIONI

...nessun accanimento..ma nonostante il manuale di servizio fiat mi devo gestire anche il "tecnico" fiat ...perchè anche lui non ci capisce una mazza allora non posso impormi ...infatti nel ricollegare i segnale nel blocco anteriore delle batterie non tornano nella bm le tensioni 60,60,48,48 sui pin corretti da schema....
ieri abbiamo lavorato da culo , non sul ponte ma mettendo la macchina sui cavalletti e con due crick abbiamo abbassato il blocco ...roba da lasciarci le mani...hanno tenuto per 2 mesi la macchina sul pont tenedolo impegnato e non c'hanno fatto un piffero , ora che serve non la possiamo metter sul ponte per i controlli pre-ferie....beh..quando sarà ora di pagare mi sentono...


...comunque stasera ricollego il tutto e vedo cosa succede con il bm collegato ok...

per le folgorazioni...auguri a me!!!

Fox

n.b. interessante lo scaricamento delle batterie sovraccaricate sulla 6000 secondo modello...ma che tipo e modello di scheda c'era installata?

Fox

(n.b. la prima modifica che farei sarebbe quella di togliere il caricabatteria singolo e ne monterei 18.....

Fox

RomeoII
24-07-2008, 23:15
E' solo una 600, per l'aumento di KWh ci stiamo attrezzando...
I moduli sono forniti dalla Exide, non scaricano le batterie ma aiutano ad impedire un eventuale stress da carica eccessiva "bypassando" una certa quantità di corrente quando la batteria è carica. So che Fiat effettua ancora aggiornamenti sulle 600 1a serie, sostituendo batterie,bm,caricabatterie e parte del cablaggio.Questo viene fatto a Pomigliano (NA), il costo non lo conosco, ma se hai qualche contatto in fiat ti puoi informare.
18 caricabatterie?!? Gia c'è da inc***si con 1 !
P.S.
gli auguri lasciali per il compleanno, e togli i fusibili

tonini_mingoni
28-07-2008, 12:56
Hai qualche sigla per questi moduli che by-passano la batteria?

Allora venerdì abbiamo verificato il pacco batterie anteriore ed effettivamente c'erano alcuni cavi collegati male...ricollegati come da schema ...però il problema ora sembra nel pacco sotto...sulla Bm il B18 sembra non gnd della 18esima batteira , ma montato prima!!!!


Stasera verifichiamo il tutto.

Ciao

Fox

RomeoII
28-07-2008, 16:21
Ciao,
i moduli nn hanno sigla, come ti ho detto sono venduti dalla Exide che te li può fornire assieme alle batterie, oppure se cerchi un po sul web (se trovo il sito posto il link) dovresti trovare quache schema di modulini autocostruiti. Per le tensioni delle batterie, in uscita dai cestelli hai riportati, su connettori circolari, tutte le singole tensioni di ogni batt del modulo, quindi schema alla mano dovresti essere in grado di controllare senza smontare il cestello. (comodo smontare il cestello, vero!?)
ciao e a presto

tonini_mingoni
29-07-2008, 06:46
Tensioni pacchi batteria alla BM ok...finalmente oggi provano a lasciare l'auto in carica così verifichiamo se l'ago di viusalizzazione di carica si muove...effettivamente c'erano un paio di cav icollegati nei posti sbagliati...ma per fortuna con lo schema ci siamo saltati fuori...
per smontare i cestelli per forza ci vuole il ponte visto il peso e scomodità...comunque le cose stanno andando per il verso giusto...

Ciao

Fox

-----------------
messaggio del 30-07-2008, 07:55:
...ahhhh finalmente ... la ricarica funziona , non ricarica al 100% , l'econometro (che fa da amperometro , anche ) segna bene durante la ricarica (a sx ricarica a dx scarica le batterie)...la visualizzazione di carica non è al 100% proverò con il gatmetodo....

Ciao


Fox

RomeoII
30-07-2008, 08:22
Errore
lui (il carichino) ricarica al 100%, ma le batterie non hanno più il 100% di capacità, quindi l'indicazione è corretta. Al 100% ci arrivi solo con batterie nuove, o comunque ancora all 80 - 100 % della loro capacità nominale.
occhio che resti a piedi...

tonini_mingoni
30-07-2008, 09:01
..le batterie sono nuove ed ogni modulo misurato era 13.1Vdc...il blocco era circa 244Vdc penso che sia solo un disallineamento tra visualizzazione bm dello stato di carica e reale stato di carica delle batterie...

Comunque adess oposso veramente fare le prove di carica/km...

Grazie

Fox

RomeoII
30-07-2008, 10:36
Allora tutto ok, è successo anche a me quando ho sostituito le batterie. Io ho viaggiato un po col voltmetro collegato alle batt e la bm scollegata. Ovviamente controllando che la tensione non scendesse troppo. Poi ho ricollegato la bm, e l' indicazione è arrivata al 100%. Dopo un paio di cicli in normale utilizzo si riallinea allo stato reale della carica. Se le batterie sono meno cariche di quanto indicato, quando arrivi sotto al 50% la lancetta "salta" sul giallo. Ma le batterie che hai comprato sono AGM o PbGel?

tonini_mingoni
30-07-2008, 11:21
Allora tutto ok, è successo anche a me quando ho sostituito le batterie. Io ho viaggiato un po col voltmetro collegato alle batt e la bm scollegata. Ovviamente controllando che la tensione non scendesse troppo. Poi ho ricollegato la bm, e l' indicazione è arrivata al 100%. Dopo un paio di cicli in normale utilizzo si riallinea allo stato reale della carica. Se le batterie sono meno cariche di quanto indicato, quando arrivi sotto al 50% la lancetta "salta" sul giallo. Ma le batterie che hai comprato sono AGM o PbGel?

ho messo queste...
.....
ma il bm l'hai scollegato completamente o solo il connettore di controllo tensione dei blocchi?

Ciao

Fox

RomeoII
30-07-2008, 12:42
Lo ho scollegato completamente...Quella è una Pb/gel, devi avere anche i modulini da ficcarci dentro per regolare la carica, il bm col sw Pb/gel e il caricabatterie col sw Pb/gel...stai facendo un po di mixxxx...Le due alette sulla batt. delimitano lo spazio per contenere il modulo...che non c'è
è corretto?


-----------------------------------

Ulteriore messaggio del 30-07-2008, 13:48:

Se le batterie che hai tolto erano color arancio, 60Ah, erano AGM, se non aggirni anche il resto...è un po un casino

tonini_mingoni
30-07-2008, 12:54
Se le batterie che hai tolto erano color arancio, 60Ah, erano AGM, se non aggirni anche il resto...è un po un casino

...di arancioni ne ho smontate due su 18...

le altre erano queste.

tonini_mingoni
30-07-2008, 12:55
...Quella è una Pb/gel, devi avere anche i modulini da ficcarci dentro per regolare la carica, il bm col sw Pb/gel e il caricabatterie col sw Pb/gel...stai facendo un po di mixxxx...Le due alette sulla batt. delimitano lo spazio per contenere il modulo...che non c'è
è corretto?

...ok mando una mail in Exide per chiarimenti!!!


Ciao

Fox

RomeoII
30-07-2008, 13:03
Quelle guaste erano AGM

davidefa
30-07-2008, 14:25
tudor dryfit -> gel
tudor drysafe -> agm

notizie tecniche tudor ( in italiano ) (http://www.elektropower.hu/Exide%20akkumulator/Dryfit.pdf)


Drysafe Multicraft è invece utilizzata dalla casa torinese per la trazione della '600 elettrica' e dall’Atala per lo scooter elettrico.

tonini_mingoni
31-07-2008, 12:46
...direi che stasera la vado a prendere , visto che domani chiudono e la prossima settimana farò tutte le verifiche del caso...

Ciao


Fox

Ecco puntuale la risposta exide...(che professionalità e cortesia!!!! d = domanda : r = risposta...)

D: le batterie montate precedentemente sulla Fiat 600 elettra erano delle tudor drysafe (agm)
R: la versione agm (drysafe) è stata la prima scelta di FIAT per la 600 Elettra, in quanto fornivano una prestazione in accelerazione migliore, si sono però dimostrate non sufficientemente affidabili per tutti i profili di missione.
D: ed ho acquistato delle dryfit (pbgel)
R: prodotto espressamente sviluppato, che a discapito di un minimo calo di prestazioni aumentava in mdo significativo l'affidabilità del sistema
D: potrei avere dei problemi in ricarica e uso delle stesse se il caricabatteria e il gestore di carica/scarica è stato tarato per batterie agm?
R: le differenze di taratura sono minime e quindi il sistema di carica va abbastanza bene, l'indicatore di stato di carica invece dà indicazioni abbastanza differenti
D: Devo sostituire curva ricarica batteria e gestore batterie?
R: è la condizione ottimale per avere il meglio dal sistema
D: Inoltre sulle batterie dryfit , c’è il posto per inserire un modulino clamper di equalizzazione di ogni singola batteria?

R: il coperchio è stato modificato rispetto alla versione agm proprio per installare una scheda di Controllo Carica Monoblocco (CCM) che migliora la gestione della carica di una batteria ad alta tensione e con moduli distribuiti in contenitori differenti e quindi con temperatura probabilmente diffente.



Saluti

RomeoII
31-07-2008, 21:12
Ciao, vai a vederti la foto del ccm sul 3d "Circuito clamper per batterie Pb". I problemi di temperatura li hai nel cestello anteriore, dove le batterie sono su 2 livelli. Comunque tieni presente che le batterie che ti hanno venduto sono MOOOLTO meglio delle agm (almeno lo sono dopo 14000Km):bye1:

davidefa
31-07-2008, 23:07
D: potrei avere dei problemi in ricarica e uso delle stesse se il caricabatteria e il gestore di carica/scarica è stato tarato per batterie agm?
R: le differenze di taratura sono minime e quindi il sistema di carica va abbastanza bene, l'indicatore di stato di carica invece dà indicazioni abbastanza differenti


Questa risposta non mi convince molto...
...supponendo che il caricabatteria abbia almeno 2 fasi ( 1a fase a corrente costante fino al raggiungimento di Vg, 2a fase a tensione costante Vg ) per le batterie al gel la prima fase deve concludersi ad una Vg inferiore alla tensione di gassificazione ( inferiore ai fatidici 2.4V per elemento ), in caso contrario parte dell'elettrolito gelificato gassifica e la parte che non si ricombina viene persa... carica dopo carica la batteria si 'secca'

tonini_mingoni
01-08-2008, 07:00
Questa risposta non mi convince molto...
...supponendo che il caricabatteria abbia almeno 2 fasi ( 1a fase a corrente costante fino al raggiungimento di Vg, 2a fase a tensione costante Vg ) per le batterie al gel la prima fase deve concludersi ad una Vg inferiore alla tensione di gassificazione ( inferiore ai fatidici 2.4V per elemento ), in caso contrario parte dell'elettrolito gelificato gassifica e la parte che non si ricombina viene persa... carica dopo carica la batteria si 'secca'

... ma quali sono i livelli di tensione di ricarica per le batterie agm e pb/gel?

Ciao

Fox

davidefa
01-08-2008, 07:47
rimangio quello che ho detto... pensavo al ricaricare una batteria al gel con un caricabatterie per Pb-acido liquido.

per le gel Vg < 2.35V per elemento ( a 25°, varia con la temperatura ), dato non exide
per le agm la exide consiglia Vg <= 2.27V per elemento ( a 25°, varia con la temperatura )

...quindi ricaricare le gel con il caricabatteria tarato per le agm è 'sicuro' per le batterie

RomeoII
01-08-2008, 08:27
L' unico inconveniente potrebbe essere il non corretto passaggio alla 3a fase, di biberonaggio, per un problema nel sw dei prima serie. Ripartono sempre dalla 1a fase indipendentemente dai parametri di corrente e tensione delle batterie. Poi vanno in blocco (questo se ho le batt cariche e collego la macchina alla rete)

gattmes
01-08-2008, 10:14
Lo avevo già postato... lo riposto (curva di carica/equalizzazione CB):

[ulteriori foto note del messaggio del 27-07-2008]
ATTENZIONE ALLE TENSIONI IN GIOCO SONO MORTALI NON CI SONO PROTEZIONI
200V IN CONTINUA SONO MOLTO PIÙ PERICOLOSI DI 220V IN ALTERNATA (rete domestica, che tra l'altro è protetta da "salvavita")
Domanda:
Voi lavorate sulle "prese" di casa senza staccare l'interruttore principale?... Ecco, appunto.. operando sulle batterie di questo veicolo non c'è interruttore principale, ne salvavita.... occorre seguire le istruzione come allegato (parti salienti..).

RomeoII
01-08-2008, 10:31
Simpatico il diagramma del manuale officina...sulla carta, ma in realtà...non funziona così, diciamo che sicuramente dovrebbe funzionare così. Dalla prima alla 2a serie hanno sostituito il CB, eliminato un po di robette a loro dire inutili (teleruttore sul neg. delle batterie), eliminato le AGM , introdotto i bypass ( o clamper) sulle batterie, sostituito la bmu. Ho il dubbio che la gestione delle fasi 3/4 non sia mai stata perfettamente funzionante non solo per motivi di firmware del cb come dicono (sarebbe bastato aggiornarlo senza sostituire il cb).Se leggi anche quello che hanno scritto nelle pagine relative agli intervalli di manutenzione, era previsto uno smontaggio dei cestelli ogni 1000 Km!!Semplicemente demenziale!

tonini_mingoni
01-08-2008, 12:58
allroa ieri sera ho portato l'auto a casa visto che l'officina stasera chiude...ho collegato l'auto alla presa per la ricarcia a mezzanotte e questa mattina verso le 10.00 ha finito la carica.
L'indicatore ora è al 100% vedrò quanti km potrò fare prima di ricaricare.

Ciao

Fox


----------------------------------

Ulteriore messaggio del 01-08-2008, 13:59:


rimangio quello che ho detto... pensavo al ricaricare una batteria al gel con un caricabatterie per Pb-acido liquido.

per le gel Vg < 2.35V per elemento ( a 25°, varia con la temperatura ), dato non exide
per le agm la exide consiglia Vg <= 2.27V per elemento ( a 25°, varia con la temperatura )

...quindi ricaricare le gel con il caricabatteria tarato per le agm è 'sicuro' per le batterie

..ok infatti mi sembrava con il caricabatteria ctek-xs7000 si possono ricaricare tutte e due i tipi di batterie...

Ciao

Fox

-------------------------
messaggio del 01-08-2008, 14:03:

L' unico inconveniente potrebbe essere il non corretto passaggio alla 3a fase...il regolamento (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=cfrules) vieta quotature/citazioni integrali

...se è così di sicuro si strinano le batterie...allora caricherò le batterie solo quando scariche...faccio due verifiche...

Ciao

Fox

tonini_mingoni
04-08-2008, 06:42
Ciao primo week di test...per il momento sembra che tutto il sistema di carcia sia ok...non ho ancora verificato il km con u na carica , penso di farlo in settimana...

Eccola.....


Ciao


Fox

tonini_mingoni
19-08-2008, 12:47
....in questi gg. ho precorso 550km......(ho modificato l'immagine...)

------------
messaggio del 29-08-2008, 07:53:
...sono a 700km percorsi....


Ciao

Fox

carest
29-08-2008, 12:07
...sono a 700km percorsi....


Ciao

Fox

ciao tonini_mingoni
ma nel frattempo non le hai caricate le batterie?
Quanto riesci a percorrere con un "pieno"?
Quanti kWh consumi a fare il "pieno"?

saluti
carest

tonini_mingoni
10-09-2008, 16:28
ciao tonini_mingoni
ma nel frattempo non le hai caricate le batterie?
Quanto riesci a percorrere con un "pieno"?
Quanti kWh consumi a fare il "pieno"?

saluti
carest

...calma... che adesso sono in ferie....

però....con un pieno percorro 65km , per la ricarica occorrono 14kwh , e il pieno si esegue in circa 8 ore...

Ciaoooooo


Fox

gattmes
11-09-2008, 08:32
Questo non mi piace molto.....
Supponendo (leggere in seguito) il costo di un kWh di 0,3 Euro... ottengo:
14(kWh) x 0,3 = 4,2 Euro... e per supposti 65km
Ora faccio il solito noto paragone con una Prius...
Supponiamo un costo sui 1,425 Euro per litro... o nell'intorno...
otteniamo che con 10 Euro si percorrono sui 140km....

Vediamo il costo con la Seicento per percorrere 140km:.. beh si potrebbe fare la proporzione 65:4,2=140:Y... da cui Y= (4,2x140)/65... tuttavia il 140 è un po più del doppio di 65 (x2= 130..).. quindi possiamo considerare un costo x2... ovvero sugli 8,5 Euro circa....che è spaventosamente vicino ai 10 Euro

.. ma se il costo a kWh fosse più alto.... diciamo.. 0,44 a kWh... allora:
0,44x14=6,16... e raddoppiando otteniamo 12,5...13Euro... ovvero un 25 30% di costo in più

...ora, non statemi a dire... qui 0,3... perfino 0,44 Euro a kWh non sono veri ... costa di meno 0,1...0,12... perchè non scrivo mai a vanvera...
infatti parlo di costi domestici e REALI ..e che possono essere facilmente verificati qua:
http://www.energeticambiente.it/casa/14444285-fogli-di-calcolo.html
... e se poi "osate" aggiornare le cifre indicative li espresse con quelle attuali..... in certi casi (a memoria... intorno alla fascia "F4") altro che 0,44!....

Bisi
13-10-2008, 17:07
Ciao ragazzi mi sono iscritto al forum oggi stesso e volevo presentarmi.
Io ho acquistato la 600 elettra un paio di settimane fa da Felix.
ora la macchina è dal meccanico e per ora ho solo sostituito i parastrappi al motore, abbiamo smontato le batterie e ho contattato la Exide l'ing. Tinelli dal quale aspetto una telefonata con relativo preventivo.
Al momento la macchia ha 20/25 Km di autonomia e 7.000 Km totali percorsi, e mi sembra funzioni tutto egregiamente, penso che Felix abbia fatto un buon lavoro di restauro (spero una volta sostituite le batterie di non avere problemi con il carabatterie come ho letto da questa discussione)
ma voi quanto avete pagato le batteire nuove?
ciao


------------------------------------

Ulteriore messaggio del 13-10-2008, 18:28:

Ringrazio tonini per avermi fornito tempestivamente il contatto e-mail con la Exide al quale ho già scritto.
Resto in attesa
N.B. qualcuno di voi ha sostituito gli ammortizzatori anteriori? il mio meccanico dice che sono "masticati" ma non vorrei che anche quelli nuovi durino poco o niente (non so se vale la pena):bye1:

tonini_mingoni
14-10-2008, 07:02
Ciao ragazzi , ad oggi ho percorso 1400Km ...e rispondendo a Bisi posso dire che anche la mia ha gli amortizzatori un pò scarichi (visto il peso che hanno dovuto sopportare per 10 anni...) ma però per il momento sono ancora discreti...

Ti consigli odi sostituire le batterie e verificare il carica batteria , poi se tutto sarà ok potrai al limite sostituire gli amortizzatori....

Ciao

Fox

Bisi
17-10-2008, 17:00
Ciao ragazzi oggi ho ordinato il pacco batteire nuove alla Tudor Exite per un importo di 2.600 euro, speriamo bene, l'unica novità è che ora le batterie sono da 51 Ah e mi hanno detto che sono quelle che hanno montato sulla seconda serie di seicento elettra (ma l'autonomia non sarà inferiore con meno Ah) loro dicono che sono batterie equivalenti a quelle che ho montato ora che sono da 60 Ah
Tonini tu hai montato queste da 51? la sigla è GF12051YG3
che autonomia hai?
ciao

tonini_mingoni
17-10-2008, 17:21
ciao...io percorro 6 km 4 volte al giorno con varie fermate e partenze...

Io abito a Formigine (Mo) e lavoro a Spezzano (Mo) ... utilizzando la 600 solo su questo percorso quando la spia di ricarica batteria si accende percorro mediamente 65 , 67km (l'indicatore di carica è vicino al segno giallo).

Non ho mai provato ad arrivare al minimo , ma sicuramente altri 10km si percorrono senza problemi.

Mi fa piacere che sei riuscito ad acquistare direttamente in Exide...

Quelle che ho io sono queste.

Ciao

Fox

Bisi
17-10-2008, 17:30
a dire la verità avevo trovato batterie della misura giusta da 65 Ah AGM (non so cosa significhi) che costavano in totale 1.500 euro ma il tipo che le vendeva mi ha detto solo che dovrebbero essere anche per veicoli elettrici, e allora nell'incertezza ho preferito acquistare direttamente alla Exite anche se piu care.
Anche le mie mi ha detto l'ingegnere della Exite che sono delle Dryfit come le tue solo che c'è scritto sull'ordine che sono da 51 Ah invece sulle tue c'è scritto 55 Ah booooo forse sono uguali, speriamo. comunque appena arrivano le fotografo e ti faccio sapere.
ciaoooo e grazie ancora

tonini_mingoni
20-10-2008, 06:56
a dire la verità avevo trovato batterie della misura giusta da 65 Ah AGM (non so cosa significhi) che costavano in totale 1.500 euro ma il tipo che le vendeva mi ha detto solo che dovrebbero essere anche per veicoli elettrici, e allora nell'incertezza ho preferito acquistare direttamente alla Exite anche se piu care.
Anche le mie mi ha detto l'ingegnere della Exite che sono delle Dryfit come le tue solo che c'è scritto sull'ordine che sono da 51 Ah invece sulle tue c'è scritto 55 Ah booooo forse sono uguali, speriamo. comunque appena arrivano le fotografo e ti faccio sapere.
ciaoooo e grazie ancora

...mi sono dimenticato di dirti che la exide ha la possibilità di mettere in parallelo alle batterie un "controllo di carica monoblocco" , cioè è un dispositivo che evita che la singola batteria (in un pacco di 18) si sovraccarichi ... io non l'ho acquistato perchè l'ho saputo in ritardo...se leggi in questo thread ci sono le foto e le spiegazioni ....


Ciao

Fox

gattmes
20-10-2008, 10:09
Attenzione agli Ah e alle sigle: leggere le FAQ sulle bat!

Bisi
29-10-2008, 19:23
Aiutooooo il meccanico ha cambiato tutte le batterie e ora nel vano anteriore quello sotto la vaschetta del liquido di raffreddamento gli avanza un filo che non si ricorda dove era collegato, qualcuno di voi lo sa? il filo è di sezione molto piccola e finisce con un anello, vi allego due foto
Grazie

RomeoII
29-10-2008, 21:36
Ciao, quando ho cambiato le batterie nn ricordo di aver visto qualcosa di simile, cmq tieni presente che da ogni batteria parte un cavo che va ai connettori per la diagnostica (sui cestelli), inoltre ogni 4 batterie hai un cavo (di sezione modesta) che va alla bmu. Molto probabilmente il cavo che hai fotografato non è utilizzato, nel cestello anteriore infatti non hai nulla di indispensabile con un cavo simile. (salvo che tu non abbia i tappeti riscaldanti, ma visto che sei a Roma...)
Su una delle mie 600 ho fatto piu di 25000 Km con batterie nuove, autonomia ancora dai 65 ai 70 km dopo la revisione del caricabatterie.
Ciao e buon viaggio

tonini_mingoni
30-10-2008, 06:54
Aiutooooo il meccanico ha cambiato tutte le batterie e ora nel vano anteriore quello sotto la vaschetta del liquido di raffreddamento gli avanza un filo che non si ricorda dove era collegato, qualcuno di voi lo sa? il filo è di sezione molto piccola e finisce con un anello, vi allego due foto
Grazie

...allora quello è il sensore di temperatura delle batterie (uso il plurale , ma è collegato solo ad una).

Oggi ti dico di preciso a quale batteria deve montarlo.

Ciao

Fox


---------------------------------------

Ulteriore messaggio del 30-10-2008, 07:56:


....
Su una delle mie 600 ho fatto piu di 25000 Km con batterie nuove, autonomia ancora dai 65 ai 70 km dopo la revisione del caricabatterie....
Ciao e buon viaggio


che tipo di revisione e da chi l'hai fatta fare?Fiat o altri????

Ma 25000km con quali batterie agm o no?



Fox

Bisi
30-10-2008, 07:32
Se può esservi utile al fine di individuare il posizionamento del cavo posso dirvi che la mia 600 è del 2000 quindi 1° versione, e che questo cavo da una parte si collega con uno spinotto maschio ad un altro "femmina" che a sua volta va a finire sembrerebbe nella parte inferiore alle altre batterie che sono sotto, inoltre dall'altra parte finisce con un occhiello come si vede dalla foto e sicuramente era attaccato da qualche parte perchè c'è il segno del bullone sopra, secondo il mio amico meccanico andrebbe ad un polo positivo di una batteria perchè l'idea di metterlo a massa è stata scartata in quanto all'interno del cestello batterie non ci sono masse a cui attaccarlo. Pensoanche io che sia una specie di sensore ma poichè precedentemente era attaccato non sapendo con precisione a cosa serve vorrei riattaccarlo
appena trovato il posizionamento finalmente potrò usare la 600,
ciao e grazie

RomeoII
30-10-2008, 08:15
La mia è una seconda serie, i sensori di temperatura sono nel cestello posteriore, separati dalle batterie. Allora potrebbe essere un sensore di temperatura come dice t.m. Se l'occhiello di fissaggio è elettricamente isolato dal sensore, allora ha solo funzione di supporto meccanico, quindi lo si può fissare liberamente sulla batteria, (ovviamente in un punto che abbia un senso per rilevare la temperatura delle batterie). La revisione l'ho fatta io, le batterie sono quelle che usate voi, fornite da exide (leggi i post precedenti) con moduli di bypass.
ciau

Bisi
30-10-2008, 08:31
io ho l'impressione che sia un sensore che serva a rilevare la carica delle batterie perchè se ad esempio lo fisso su un polo positivo quel sensore sentirà i volt totali, (12 V x 18 batterie), se invece fosse un sensore della temperatura come farebbe a rilevare la temperatura essendo solo attaccato al polo della batterie? io vedo solo il vilo senza nessun termico attaccato o roba del genere, se t.m. o tu non riuscite a scoprire a cosa serve penso che lo attaccherò al polo positivo della prima (ultima) batterie, mi sembra una soluzione logica.
ciaoooo

RomeoII
30-10-2008, 08:37
Posto che la 600 è costruita in modo "artigianale", quindi difficilmente ne avrai una uguale ad un altra, i prova con un banale tester. I due fili che escono da quell' occhiello potrebbero essere i capi di una pt100, impiegata come sensore di temperatura.Quindi la puoi collegare su qualsiasi batteria, nella parte alta del cestello anteriore (dove le batterie in genere si scaldano maggiormente)

Bisi
30-10-2008, 08:51
Ma secondo te l'occhiello lo devo collegare ad un polo positivo o negativo della batteria?

gattmes
30-10-2008, 10:00
Ok ..ora hai un email... dimmi se risolve o serve altro...

Bisi
30-10-2008, 10:32
Grazie Gattmess era quello che mi serviva, sei un Grandeee

tonini_mingoni
30-10-2008, 11:20
Grazie Gattmess era quello che mi serviva, sei un Grandeee

...ecco lo sapveo gattmes mi ha anticipato!!!!

azz.z.....


Ciao

Fox


-------------------------------------

Ulteriore messaggio del 30-10-2008, 12:23:



Posto che la 600 è costruita in modo "artigianale", quindi difficilmente ne avrai una uguale ad un altra, i prova con un banale tester...[omissis]

...beh dai non proprio artigianale , ma simil industriale...la mia gli schemi nel manuale combaciavano con la vettura....


Fox


-------------------------------------

Ulteriore messaggio del 30-10-2008, 12:25:


La mia è una seconda serie, i sensori di temperatura sono nel cestello posteriore, separati dalle batterie. Allora potrebbe essere... [omissis]

allora quindi hai il caricabatteria seconda serie .... che revisione gli hai fatto?
N.b i moduli della ccm quanto li hai pagati ?

Fox

RomeoII
30-10-2008, 12:07
Nella II serie i moduli bypass sono installati all' origine.

tonini_mingoni
11-11-2008, 06:54
CCM (controllo carica monoblocco)

Ciao a tutti , avete idea di cosa sia il modulo suddetto per evitare cariche diverse delle batterie?

Si riesce ad avere uno schema per provare a realizzarlo da solo?


Fox

Bisi
11-11-2008, 08:02
Non ti preoccupare tonini, il fatto di rismontare il tutto è servito per farmi capire meglio la macchina, e poi la colpa è stata mia, non avevo capito bene come effettuare le misurazioni.
Volevo chiedervi se a voi è capitato che la chiusura centralizzata si aprisse e chiudesse da sola ogni tanto, in pratica io lascio la macchina parcheggiata e ogni tanto la chiusura inizia ad aprire e chiudere per 5 o 6 volte di seguito e alla fine mi lascia la macchina aperta, penso ci sia un contatto da qualche parte, a voi è capitato o per caso avete gli schemi del'impoianto con la chiusura cnetralizzata?

Bisi
11-11-2008, 15:03
Ragazzi siete eccezionali fra Tonini egli schemi di Gattmes penso che riuscirò a risolvere tutto, grazie mille, vi terrò aggiornati sull'evoluzione del restauro.

--------------------
messaggio del 13-11-2008, 16:47:
Ieri ho camminato tutto il giorno con la centralina staccata fino a che la macchina non ha cominciato a rallentare sensibilmente, poi l'ho messa in carica per 16 ore con la BM ricollegata e questa mattina l'indicatore mi segnava il pieno, EVVAIIII, ho subito pensato di aver risolto il problema, ma dopo appena 2,5 Km di colpo l'indicatore di carica è ripiombato in zona gialla come sempre.
Mi sa che mi tocca portarla alla FIAT, purtroppo ne il gattmetodo, ne questo trucchetto della centralina sembrano funzionare, forse nel montaggio mi hanno rotto qualche batteria, non so!!! le tensioni sul connettore "B" tornano alla perfezione ma se ci fossero alcune batterie danneggiate che calano di tenzione dopo pochi Km ......questo giustificherebbe il comportamento dell'indicatore di carica. che ne pensate?

tonini_mingoni
13-11-2008, 16:35
Ieri ho camminato tutto il giorno con la centralina staccata fino a che la macchina non ha cominciato a rallentare sensibilmente, poi l'ho messa in carica per 16 ore con la BM ricollegata e questa mattina l'indicatore mi segnava il pieno, EVVAIIII, ho subito pensato di aver risolto il problema, ma dopo appena 2,5 Km di colpo l'indicatore di carica è ripiombato in zona gialla come sempre.
Mi sa che mi tocca portarla alla FIAT, purtroppo ne il gattmetodo, ne questo trucchetto della centralina sembrano funzionare, forse nel montaggio mi hanno rotto qualche batteria, non so!!! le tensioni sul connettore "B" tornano alla perfezione ma se ci fossero alcune batterie danneggiate che calano di tenzione dopo pochi Km ......questo giustificherebbe il comportamento dell'indicatore di carica. che ne pensate?

...se le tensioni sono corrette nel connettore del bm non devi avere questo problema...
...usala con il connettore attaccato , quando ti si accende la spia della ricarica ricarichi le batterie per altre 8 ore e poi vediamo cosa succede...


Fox

gattmes
13-11-2008, 17:15
Stesso problema .. e stesse conclusioni...
da cui BMS :ranting:
(Ps con bat "normali" però...)

Sconsiglio l'uso con BMS staccato! Leggere i pdf circa il segnale pwm di riduzione potenza... se l'auto ha rallentato... da sola (senza il segnale) allora è probabile che la tensione era ben ben giù... di conseguenza qualche bat si è fatta male....
io lascerei bollichiare per un bel po (tanto dopo 16 ore dovrebbe comunque staccarsi da sola) in ricarica. Se lo fa ancora...
...occorre multimetro su ogni blocco e vedere "su strada"....
(altre idee?)

Bisi
13-11-2008, 17:24
Scusa Gattmes ma non ho capito molto bene la tua risposta, anche tu hai il mio stesso problema? la BMS sarebbe la BM ? tu hai risolto?

gattmes
14-11-2008, 08:21
Nein....
Circa le mie esperienze su questo modello:
quanto (e se) si passerà alle nuove bat (attualmente in "sviluppo" su chimica al litio **), sebbene non neccessitino di BM/BMS, riprogetterò probabilmente l'oggetto (se non altro per avere un'indicazione degli A assorbiti, la limitazione verso il controllore del motore... ed eventualmente indicazione di carica residua...)

(** l'attuale nemico da battere sono i dichiarati 270 Apk [duecentosettanta]...... credete che gestirli "a stampato" non è così semplice... vedi MIL-STD-275 e più recenti IPC-2152...2222, ecc.... è poi anche con l'elettronica, ma qua ci siamo circa...)

tonini_mingoni
14-11-2008, 10:06
Nein....
Circa le mie esperienze su questo modello:
quanto (e se) si passerà alle nuove bat (attualmente in "sviluppo" su chimica al litio **), sebbene non neccessitino di BM/BMS, riprogetterò probabilmente l'oggetto (se non altro per avere un'indicazione degli A assorbiti, la limitazione verso il controllore del motore... ed eventualmente indicazione di carica residua...)

(** l'attuale nemico da battere sono i dichiarati 270 Apk [duecentosettanta]...... credete che gestirli "a stampato" non è così semplice... vedi MIL-STD-275 e più recenti IPC-2152...2222, ecc.... è poi anche con l'elettronica, ma qua ci siamo circa...)

...io non ho capito cosa stai facendo.....


Fox

gattmes
14-11-2008, 12:36
http://www.energeticambiente.it/pile-e-batterie/14711660-batterie-al-litio-il-punto-della-situazione.html#post118861257

..c'è una "storia" dietro.. qui sul forum... con alcune prove, dati, ecc.... e che al momento non trovo (il "cerca" è un po despota....aggiornerò in seguito QUESTO msg)

tonini_mingoni
19-11-2008, 06:59
Ma qualcuno ha rottamato qualche 600 seconda serie dove posso recuperare i moduli bilanciamento delle batterie????



Fox

RomeoII
20-11-2008, 20:54
Io no..............

tonini_mingoni
13-02-2009, 13:00
...ahahahhahha ieri sera mi sono fatto proprio 2 risate con il tecnico della fiat , che poveretto è diventato matto per parlare direttamente con Fiat (un'ingegnere per problematiche tecniche post-vendita)...il quale ci ha fornito tutti gli indirizzi aggiornati al 2001 con tutte le officine in Italia predisposte attrezzate e con personale istruito per l'assistenza ai veicoli elettrici...oltre a quelle normali avevano istituito alcuni centri denominati ....acc non me lo ricordo.....tipo..."alta specializzazione"...
Questi centri erano a TO , 2 a PA , 1 BN ... le altre officine sono sparse per i principali capoluoghi in nItalia (appena possibile posto il fax....così potete vedere...)
Visto che l'elenco è aggiornato al 2001 non è detto che abbiano ancora il materiale e che siano ancora preparati....comunque....
Il tecnico dell'officina ha chiamato un'altra officina a PR dove loro avevano avuto esperienza (2 veicoli in tutto) con le 600 elettra e mi ha detto che i problemi della I serie erano solo la disequalizzazione delle batterie , che ogni 1000km venivano inviate in exide per essere "equalizzate" per poi essere rimonatate...
Quindi ha detto che io sono stato fortunato a farne 3000km prima di avere il problema...
Il capo progetto della 600 elettra è stato UNA ingegnere russa , ed era quella che faceva i corsi alle officine ad "alta specializzazione" , e le uniche cose che l'officina poteva diagnosticare era l'inverter , perchè le altre componenti della vettura , tipo BM , CB , e le altre centraline , occorreva un cablaggio di adattamento e la ingegnere aveva il un pc (forse l'unico in fiat???) predisposto per la diagnosi....

Comunque...arrivando al dunqe , e con questo mi riferisco a GATTMES , la prossima mossa che penso di fare è:
1)Smontare i cestelli batteri
2)Individuare il/la batteria "debole"
3)Montarla nel cestello anteriore nella parte alta in modo da eventualemente smontarla/sstituirla in futuro se darà ancora problemi
4)Cablare 2 cavi (2,5mmq al max passano 10Amp..sono sufficenti...) per ogni batteria e portarli fuori dai cestelli nel cofano anteriore per potere od inserire un circuito di clamp o ricaricare singolarmente solo l'elemento che ha problemi.
5)...accetto suggerimenti per il monitoraggio dei singoli elementi batteria.

Ciao


Fox

tonini_mingoni
17-02-2009, 06:55
...però nessun aiuto???



Fox

gattmes
17-02-2009, 11:31
Considera anche che:
1) le bat Pb hanno la capacità di sopportare un po di blublublu.. e quindi una equalizzazione in questo modo è sufficientemente possibile.
2) se vuoi usare un "clamp".. (lievemente + efficace... lievemente in quanto comunque non puoi equalizzare una singola cella ma a botte di "6".. a meno di non "modificare" anche le bat!).. ricorda che questo "dissipa". Scenario
2a) i consumi per l'equalizzazione potrebbero essere non diversi dal ..."blublublu". Potrebbero essere diversi invece i tempi.. specialmente se una bat è integralmente "defici_ente" (e non una o più celle tra tutte le 6)
2b) la potenza dissipata va opportunamente smaltita... scordadi di smaltire ..non 150W (10A per... 15V) ma anche 10-20W solo su un dissipatore "all'aria" (parlo di tempi lunghi)

[...quindi forse anche fili + piccoli fanno il loro lavoro...mhhh.. ma non c'è già un cablaggio/connettore pensato "globalmente"...mhhh]

ATTENZIONE. TENSIONI MORTALI IN GIOCO (per giunta continue/DC).
Prendere le opportune precauzioni, agire sezionando CONTEMPORANEAMENTE e su TUTTI i sezionatori/fusibili prima di operare su ogni singola bat/cestello/parte

tonini_mingoni
18-02-2009, 07:11
---Ho scritto in exide...e questa è la risposta del tecnico----

.................................................. ................................

Egr. Sig. Fox,

riguardo il cablaggio da Lei previsto è già fatto nei cestelli, occorre interfacciarsi a due prese multiple presenti sui cassoni.

Lo schema è allegato.

Poiché la tensione di lavoro è ben oltre il limite di sicurezza (50V) mi raccomando l’attenzione.

Se invece la sua soluzione è per poter effettua la carica individuale, quanto da Lei proposto è corretto.

Per quanto riguarda le CCM sono state disegnate per entrare nella specifica sede del coperchio.

Il profilo indicato dal carica batteria mi sembra accettabile anche se la corrente della fase pulsata è un po’ alta, ma ciò è compensato dal limite di tensione.

Riguardo la CCM, giusto per spiegarle la “filosofia” di funzionamento:

La tensione di gassificazione in una batteria è funzione della temperatura dell’elettrolito.

Il punto esterno con temperatura più prossima alla temperatura interna è il polo negativo.

Così la CCM ha un sensore di temperatura “annegato” nel connettore negativo

Il circuito elettronico calcola la tensione limite prendendo a riferimento la temperatura di cui sopra.

Se la tensione misurata tra il polo positivo e il polo negativo è superiore viene chiuso il circuito su un pacco di resistenze capace di dissipare circa 0,5 A con tensione pari a 15V.

Se ricordo bene il tempo di intervento è di 55/60 di secondo, gli altri 5/60 sono dedicati alla misura.

Quindi il sistema opera una dissipazione di circa mezzo Ampere sui moduli in sovraccarica, questo è poco efficace nelle prime fasi di carica con correnti prossime ai 10 A, ma certamente diventa significativa con la corrente che scende.

Un aspetto altrettanto rilevante è che la CCM quando si “accende” abbassa la tensione del singolo modulo e quindi il carica batteria vede una tensione globale inferiore ed innalza la corrente accelerando la ricarica dei moduli non ancora al limite di tensione.

Il risultato complessivo è l’allungamento della seconda fase di carica (tensione costante), correzione continua dei disequilibri a prescindere dal valore di temperatura del singolo modulo in quanto controllato individualmente.


....

gattmes
18-02-2009, 09:59
riguardo il cablaggio da Lei previsto è già fatto nei cestelli, occorre interfacciarsi a due prese multiple presenti sui cassoni.
infatti mi sembrava di ricordare qualcosa di "previsto".. quanto meno come "piedini" sui connettori dei cestelli!


Poiché la tensione di lavoro è ben oltre il limite di sicurezza (50V) mi raccomando l’attenzione.
Come sappiano... e appena ricordato in rosso nel mio precedente msg. Occhio a chi si .."accinge a smanettare"!

..e, insomma, il resto già visto ecc..... ma:


Il circuito elettronico calcola la tensione limite prendendo a riferimento la temperatura di cui sopra.

Se la tensione misurata tra il polo positivo e il polo negativo è superiore viene chiuso il circuito su un pacco di resistenze capace di dissipare circa 0,5 A con tensione pari a 15V.

Se ricordo bene il tempo di intervento è di 55/60 di secondo, gli altri 5/60 sono dedicati alla misura.

Quindi il sistema opera una dissipazione di circa mezzo Ampere sui moduli in sovraccarica, questo è poco efficace nelle prime fasi di carica con correnti prossime ai 10 A, ma certamente diventa significativa con la corrente che scende.

Qua, permettetimi.. lo riscrivo ..permettetemi, qualche piccola piccola cavolatina la vedo.. qualche piccola critica la devo fare!

1) Se si usa un dispositivo a semiconduttore (transistor) per.. attivare il carico.. e non uno elettromeccanico (relè).. perchè mettere le resistenze.. che tra l'altro sono fisse?
Il transistor (BJT o MOS) è di norma riconducibile ad una resistenza variabile/controllabile... di norma sopporta anche/ è in grado di gestire .. la potenza richiesta (smaltendola opportunamente).. Che senso ha mettere un carico fisso... che comporta anche possibili ..diciamo... gradini d'inserimento... e che potrebbero (non lo sappiamo!) "picchiarsi" con costanti di tempo/loop di risposta/insomma quella roba "li" del CB..(portando a instabilità e/o oscillazioni)? Meglio qualcosa di dolce/graduale. Così sono sempre i miei "dumper"/circuiti di clamp.. (e non solo i miei, in tal caso).

2) 0,5A per 15V.. sono 7,5W... non sono pochi da dissipare su un oggetto piccolo... in spazi angusti (farsi due conti termici..) C'è una protezione in temperatura?.. O si lascia fondere la plastica delle batterie?.. O si conta sulla disponibilità di una ventilazione forzata? In quest'ultimo caso..e se non va? Sulla Seicendo le ventole hanno un "ritorno" che permette di rilevarne la rotazione.. ma se non c'è viene accesa una spia e basta: il cb continua a lavorare!
Nel caso sia presente una protezione termica come interviene? Di nuovo a gradino?
Perchè allora non sfruttare il transistor ANCHE per fare una limitazione termica dolce/graduale.. che salvaguardi.. prima di tutto il circuito stesso .. e poi anche la bat.
Inoltre è possibile gestire più corrente "a freddo".. rendendo più efficace il lavoro svolto dal circuito stesso! Questo è quello che fanno sempre i miei dumper!
[PS non mi dite che sfruttano il ...."polo" per ..dissipare!!!]
2B) Dubbio: quanto viene perturbata la misura della temperatura bat.. dal calore generato dal circuito "attivato"?

3) tempo funzionamento misura (55/50).. Non serve! (Questa è .."un attrezzo da taglio legno" mentale!) Si può "clampare" e contemporaneamente misurare.. specialmente se il funzionalmento è graduale/dolce. Questo è quello che fanno sempre i miei dumper (e non solo i miei, in tal caso)!

4)infine... la poca corrente (0,5A nel caso) gestita è efficace ANCHE nelle prime fasi di carica con correnti prossime ai 10 A.. perchè va vista nel tempo... Conseguentemente togliere nel caso quel valore significa, se ad esempio (e trascurando rendimenti) questa fase dura "solo" 3 ore,.. caricare 28.5Ah contro 30Ah sull bat relativa.. ovvero un totale di 1,5Ah di diferenza.. che non è poi tanto poco.



Un aspetto altrettanto rilevante è che la CCM quando si “accende” abbassa la tensione del singolo modulo e quindi il carica batteria vede una tensione globale inferiore ed innalza la corrente accelerando la ricarica dei moduli non ancora al limite di tensione.

Questa ..mahh.. in prima analisi al primo circuito che interviene si ha un (micro) "gradino" in discesa della tensione che potrebbe (non lo sappiamo.. dipende in che punto siamo di funzionamento del CB) far aumentare la corrente... ma ciò provoca sicuramente un aumento della tensione ai capi di ogni batteria (e anche di valori diversi tra bat e bat).. cosa che potrebbe attivare qualche altro circuito (sempre "a scatto) su qualche altra bat (non sappiamo neanche questo).. con ulteriore "perturbamento" che potrebbe (nulla sappiamo del loop di regolazione del CB nel tempo!) ulteriormente portare a zone instabili...

------
Buono invece il discorsi del rivelamento di temperatura (sul polo) e dell'adeguamento dei parametri (ma se allora è "intelligente" a quel punto... il resto è ottenibile mooooooolto più semplicemente: perchè non è stato fatto? Booohh..)


----
Come al solito, sto cercando il pelo nell'uovo.. ormai mi conoscete..
Semplicemente non mi piacciono le soluzioni "ibride".. se c'è un transistor .. allora è lui che deve fare tutto il lavoro...e gradatamente.. Così io (noi) la penso (/iamo).
Comunque meglio che non far niente.. tuttavia io indagherei sul discorso temperatura..prima di lasciar tutto lavorare "da solo" dentro i cestelli.

tonini_mingoni
18-02-2009, 18:14
Ciao Gattmes , alcune precisazioni:

1)Come da foto allegata il modulo CCM (controllo carica monoblocco) non mi sembra abbia un sensore sul polo negativo...non metto in dubbio quanto detto dall'exide , però nella foto non si vede , e comunque nei due cestelli della 600 ci sono due sensori montati direttamente sul polo negativo di 2 batterie .. quindi il discorso sul rilevamento della temperature ha un senso...

2)Di sicuro nella descrizione l'elemento dissipativo sarà attivato non da relè , ma da mosfet...se poi il sistema ha un suo pwm per modulare ...questo non lo sapremo mai tranne aprire e sresinare un modulo...se mai ci capiterà tra le mani..
n.b. il modulo costa 56€!!!!

3)...quà ragazzi non mi state aiutando tanto...datemi una mano su come eventualmente costruire questi moduli clamp...
Chiaro che io li volevo mettere esternamente , ma se entra in gioco il fattore temperatura della batteria (monoblocco) allora è un'altra storia...

Dai avanti con l'analisi....

Ciao

Fox

n.b. il tecnico exide , mi ha detto che in fase di omologa con Fiat del pacco batterie il test consisteva che alla mattina , a batterie cariche , si utilizzava la 600 in pista a velocità costante fino alla scarica , si ricaricavano le batterie e nel pomeriggio altra scarica ... di notte ricarica completa...

Il risultato fu che le batterie prima di dare segni evidenti di sbilanciamento , la vettura percorse 12000km...a 20000km le batterie si esaurirono...

gattmes
19-02-2009, 16:39
Si.. scusa... poi ne riparliamo bene... comunque mi sembra non vale la candela.. per 62E..
si può estrapolare da quanto ho già un bel po provato.. a costi molto inferiori.
Tuttavia serve tempo x ri-progettazione (per adattare) et affini...
(ne riparliamo)

tonini_mingoni
19-02-2009, 18:19
Si.. scusa... poi ne riparliamo bene... comunque mi sembra non vale la candela.. per 62E..
si può estrapolare da quanto ho già un bel po provato.. a costi molto inferiori.
Tuttavia serve tempo x ri-progettazione (per adattare) et affini...
(ne riparliamo)


...era la risposta che speravo...però scusami se ti presso , ma vorrei fare qualche prova quanto prima....almeno prima della primavera...

Ciao


http://www.rotordesign.com/s10/Clamper.pdf

Fox

gattmes
20-02-2009, 08:29
Secondo me sarebbe meglio un circuito equalizzatore attivo... ne avevo iniziato la progettazione di uno (mancavano protezioni, alcuni controlli di stato, ecc. ... insomma solo lo/gli stadi di potenza per provare il funzionamento... ma sopra tutto i rendimenti/efficacia pratica [+ che soddisfacente])
Tuttavia ricordo che qualcuno ne ha trovato uno già fatto molto simile a quello che avevo in mente.. deve essere qua ..in qualche discussione (forse di scooters)
In pratica è un oggetto che non dissipa ("resistivamente") l'energia in eccesso su una bat.. ma la "sposta" su un'altra.

Chiaramente un intreccio di questi oggetti porta a una "ridistribuzione" discreta (sarà da scegliere una soluzione salomonica, eventualmente. Il mio ad esempio era quadricanale -> uso scooter con 4 bat....)


-----------------------------------

Ulteriore messaggio del 20-02-2009, 10:08:

Circa lo schema postato....

(ieri ho elaborato.. queste 2 righe.. che ora posto)

....allora.. "sveliamo" un po di cose. Io ho finora impiegato mosfet "logic level" (vedere sez. manualistica->elettronica), visto le tensioni (basse) su cui operavo, le cadute di pilotaggio... non ultimo le correnti da gestire, visto il "gm" mos.

Qua l'uso di un mos "normale" è auspicabile visto gli oltre 10V disponibili. Anzi la solita protezione in gate (tipo zener sui 10V).. che ho impiegato anche nel mio caso.. direi diventa tassativa (visto correnti... velocità componentistica.... spillamenti.. e induzzande disperse qua e la)

Come già detto la resistenza in drain NON serve...è il MOS che DEVE fare lo sporco lavoro!
Importante è mettere i.. "sensori" (partitore che va sull'OP AMP) direttamente collegati alla tensione da gestire/ai capi MOS.

NON servono neanche i diodi sul DRAIN... il mos ha già "dentro" un diodo (robusto quanto lui.. visto che ...è lui!) e che in caso d'inversione della polarità viene bene (sovrascarica totale della bat.. con tentativo di polarizzazione in inversa ad opera della corrente circolante/altre bat ancora cariche)
[Avete letto bene qua sopra? Si? Non vi dice niente? No. no ..andate oltre le righe.. "galleggiate.. con la fantasia... ecco lo vedete il problema all'orizzonte? No?.. Bene.. pensate a.. quando passa corrente a rovescio (per qualche motivo).. come fate a spegnere il mos... che è un diodo?.. Ora quanto segue ha + senso..]

Importante che sulla maglia +bat, drain, source, -bat.. ci siano delle impedenze minime (vda alutare quindi ... le potenze non piccole ...se si impiegano resistenze milliohmetriche.. tipo ..."sensing" e/o per altre funzioni/monitoraggi/ecc.)
Sarà comunque da prevedere un sistema di protezione per guasti ... catastrofici .. o ridondanze (meno applicabili). Visto il discorso Seicento (ubicazione bat)... non penso ultimamente che i metodi classici siano l'optimum (Non posso qua andar oltre).

Circa il diodo LED dello schema .. si può mettere da qualche altra parte... o derivarne l'attivazione dal pilotaggio... oppure far in modo di.. diciamo... "misurare" la corrente del mos (come ho fatto io)..[cut]

Consiglio una protezione (limitazione) per l'alimentazione dell'op amp. (da scegliere ben maggiore di 12V!.. E proteggere con margini+antiinversione.. nonostante il "mosdiodo")
Il "trimmer" non serve se si sceglie un buo riferimento (LM4040-4041).. e resistenze per i circuiti "topici" dell'1% o anche meno.
SCONSIGLIO CALDAMENTE L'uso dello zener come riferimento ("avanzare" di un 20 anni!) in quanto soggetto a deriva temica (siii...lo so che intorno 4,7-5,6 è sullo zero.... circa però, NON zero!), l'incostanza della tensione (andrebbe pilotato .. in corrente) per dispersione caratteristiche (tra uno e l'altro).. e la notevole corrente di bagnatura ..quantomento per stare sulle specifiche (resistenza differenziale, ecc.) dei cataloghi.. non ultimo il "rumore" e...(o basta! Sto andando verso relatività ..quanti... Star Trek.. ecc.). Insomma ho già dato sufficienti indizi "ostracizzanti" ..l'impiego!

Non servono 2 op amp. Ne basta uno.. di cui si può scegliere "opportuno" guadagno con la controreazione.
Per la curva in temperatura (se voluta) si può usare anche un semplice NTC.. "soppesato" con opportune resistenze serie/parallelo nei "partitori" di sensing.


.....mhhh .. x ora è già un buon inizio...

tonini_mingoni
20-02-2009, 10:11
...ok faccio prima ad acquistare i moduli dalla exide...non è che per caso hai uno schemino....gattmes....


Ciao

Fox

gattmes
20-02-2009, 12:02
Va bene... va bene... dunque vediamo un po...potrei mandare questa (vedere allegato):

Così com'è dovrebbe "clampare" sui 14,57 nominali.
Il valore segue ovviamente la formula....(Vref/R5) [corrente del ramo] moltiplicato (R5+R4).. dove R4 è la somma di R4A+R4B ..ed R4A a sua volta l'eventuale parallelo con il valore dell'altrettanto eventuale NTC a quella temperatura (la curva non è lineare .. ma va bene se si sceglie ..opportuni valori)

Non è presente una limitazione termica (che lavora in senso inverso allo NTC!) ne una protezione x guasti catastrofici....
Ho solo ...dato... un'indicazione di una possibile limitazione spartana di corrente... "prepolarizzata"....[Q2 R10 R11 e....] (e i TR risentono delle temperature )

Per limitare il guadagno agire su R6.
Scegliere un OP amp singolo (anche doppio.. o quadruplo.. mettere a "meno" gli ingressi non usati) che accetta il negativo come ingressi! (Single supply.. o simili).. per il positivo non ci sono problemi.. visto che si sta suotto i 2,5V (Z1)
Come uscite neanche.. se il mos è normale servono dei Volt per pilotarlo.. e 7-8 sono sufficienti per chiuderlo circa tutto
Occhio che la numerazione dei piedini non è quella giusta (ho preso un a"canna" a caso. da altro schema...) Fate riferimento ai dati del modello che usate.
Come mos consiglio un contenitore isolato (iso220.. o simili) .. un buon mos da 20-30A...
magari europeo (Philips/Npx, SGS-Thomson... ecc.) visto che c'è ne sono da scegliere....
ALMENO 60V .. e sopratutto DA MONTAR BENE SU UN ABBONDANTE DISSIPATORE....

USO PRIVATO.. NON COMMERCIALE (visti casi BMW.. ammortizza elettrici.. ecc.)
NON MI ASSUMO NESSUNA GARANZIA... (da provare se va/vi va).

Ahh.. dimenticavo... mi "viene" un aperitivo/caffè...

Ciao

tonini_mingoni
20-02-2009, 12:54
heheheh...però vediamo che il circuto non è così semplice...però....e alla fine della fiera tutti quei componenti moltiplicati per 18....

...si può valutare per fare delle prove....

grazie

Fox

gattmes
20-02-2009, 15:51
Be.. nel mio primo cs per BMS ci sono altre 2 "canne" utilizzate.. con relativi componenti intorno.... più segnali che escono, ..led,...

nel mio ultimo cs (ops.. manca che cos'è..) si sono aggiunti integrati e relativi componenti.. diodi .. riferimenti... e anche il mos non è più solo soletto.

Il tutto è comunque sempre molto piccolo.
A livello di MTBF è tutto, ovviamente, studiato.. nel senso che il componente che si aggiunge porta ad aumento d'affidabilità.. piuttosto che il contrario....

Ricorda: girano ampere a tre cifre! Basta (faccio solo 1 esempio) un niente milliHenry d'induttanza che ti ristrovi spike (con contenuto d'energia notevole.. più che sodissfaccente a tronare qualcosa...) di svariati volt....
Ovviamente R4 può diventare una sola R...D1 e D2 li puoi omettere... anche R7 e C5 quindi ....e R9 ..tutta la parte di Q2.. pure R8.. volendo anche R6.. forse quindi anche R3

Insomma se.. "te ne frega 'na mazza" serve:
1 OP
1 Z1 + R1
1 R5
1 R4
1 Q1
1 o 2 C

...molti fanno così... io no.

tonini_mingoni
20-02-2009, 19:45
...allora smontati i cestelli batteria , visto che non possediamo lo scaricatore a corrente costante Zivan domattina verifico le batterie e cerco di vedere se ne trovo qualcuna farlocca...con il bosch bat 121 ho fatto una veloce verifica per vedere la capacità di spunto...
Ciao

Fox

n.b. ma Gattmes tra quanto avrai pronte le batterie litio da mettere sualla 600???

n.b. parladno con Falci , mi ha detto che lui ha utilizzato il CB origniale per ricaricare le litio inserendo un circuitino home made...avete idea di cosa si possa trattare???

tonini_mingoni
21-02-2009, 11:09
Ciao questi i primi dati di verifica sui monoblocchi dopo smontaggio dei cestelli dalla mia 600!!!

------------------------------------------------------------------

Buongiorno , xxxx , le invio i primi dati dopo la verifica.
Per verificare le batterie ho utilizzato lo strumento bosch bat 121 in dotazione all'officina.
Oltre ad inviarle i dati delle batterie da 55Ah installate sulla 600 ho eseguito la stessa prova su alcune batterie "vecchie" smontate dalla 600 prima di sostituirle tutte.

Questi sono i valori relativi ad ogni singolo monoblocco:

Cestello posteriore

1) 12,79Vdc 643%
2) 12,76Vdc 620%
3) 12,91Vdc 712% +
4) 12,93Vdc 727% +
5) 12,76Vdc 638%
6) 12,72Vdc 614%
7) 12,73Vdc 629%
16)12,78Vdc 641%
17)12,73Vdc 643%
18)12,73Vdc 598% -

Cestello anteriore

15)12,65Vdc 550% -
14)12,72Vdc 592% -
13)12,75Vdc 643%
12)12,74Vdc 623%
11)13,04Vdc 781% +
10)12,78Vdc 643%
9) 12,70Vdc 616%
8) 12,78Vdc 640%

Eseguendo lo stesso test sui monoblocchi vecchi da 60Ah ho rilevato questi valori (allego le foto)

1)13,07Vdc 503%
2)12,73Vdc 666%
3)12,85Vdc 671%
4)12,57Vdc 626%
5)12,94Vdc 706%
6)12,98Vdc 168%
7)12,78Vdc 603%

Cosa ne pensate????

Fox

tonini_mingoni
21-02-2009, 11:10
...ecco le altre prove....

tonini_mingoni
23-02-2009, 18:14
...oggi nonho ricevuto nessun commento da Exide...spero in domani...

Ma comunque come modulo clamp nessuno ha altri suggerimenti funzionanti????


Ciao

Fox

tonini_mingoni
25-02-2009, 21:27
...mi hanno contattato dall'Exide e mi hanno confermato la disponibilità a sostituire in garanzia i monoblocchi più "deboli" , il nr. 14,15 e 18.

Ho acquistato i moduli CCM che mi verranno inviati con le batterie nuove.

Spero a questo punto di risolvere veramente il problema della disequalizzazione dei monoblocchi e rimontare i cestelli con le batterie , che non sono il massimo della comodità da smontare e rimontare....


Ciao


Fox

Bisi
04-03-2009, 14:23
Ciao ragazzi vi volevo chiedere un consiglio, la mia 600 è ancora in fiat, dopo piu di 3 mesi abbiamo rimontato il caricabbatterie aggiornato da Pomigliato ma ora sembra che il caricabatterie non carichi più, in fiat mi dicono che serve anche la BM nuova o meglio aggiornata per le batterie al Gel
moderazione tecnica - parte della BM movimentata nella sezione opportuna:
http://www.energeticambiente.it/fiat-seicento-elettra/14719101-fiat-seicento-elettra-bm-battery-manager.html#post119200591
, altrimenti il caricabatterie dopo 3 minuti circa stacca la carica, la società che effettua l'aggiornamento della centralina la GE-Procond di Longarone mi dice che non effettua più aggiornamenti da anni ma la fiat ribadisce che senza l'aggiornamento la macchina ora è peggio di prima perchè proprio non carica.
Ma voi che avete cambiato le batterie come me, mettendo le Gel come avete fatto?
Io ho l'impressione che la mia macchina abbia un altro tipo di problema e tutti accusano gli aggiornamenti di centraline e caricabbateire perchè non capiscono un cappero.
che mi consigliate?

tonini_mingoni
04-03-2009, 20:46
Ciao ragazzi vi volevo chiedere un consiglio, la mia 600 è ancora in fiat, dopo piu di 3 mesi abbiamo...
moderazione tecnica - parte del messaggio estrapolata nell'opportuna discussione (BM)
...allora la procond l'avevo contattata anche io per avere chiarimenti e anche a me hanno detto che non avevano più il materiale e le persone che avevano seguito il progetto....però la BM è esclusivamente un controllore dello stato di carica delle batterie e basta...non interagisce con il CB...
La BM ha nei connettori alcuni pin per la comunicazione , ma direi che servono solo per la diagnosi e basta...ora che mi ricordo ... io ho caricato le batterie con la BM scollegata...quindi la BM non c'entra niente con il CB...L'unico problema che si ha se la programmazione della BM non è allineata al tipo di batteria è che l'indicatore di carica batteria non coincide con il rale stato di carica della batteria stessa.
La curva di ricarica delle batterie al gel o quelle agm precedenti in exide mi hanno detto che sono simili , e che il CB può andare bene lo stesso.

...io ho fatto così ; Stacchi i 3 connettori della BM e con un'amperometro e voltmetro , dovresti misurare la corrente e la tensione che eroga il CB durante la fase di carica...(staccando la BM sul cruscotto la spia M si accende , ma il CB inizia la carica).
Poi appena colleghi la presa di ricarica alla 220Vac , il caricabatteria comincia erogare corrente da 0 fino a 9Amp. in un minuto circa , e la tensione deve andare a circa 264Vdc (:18 = 14,4Vdc)...Le batterie sono considerate cariche , quando , dopo un ciclo di ricarica le misuri , devono essere a 13Vdc (x18=234Vdc).

Se è così è ok...allora le batterie si devono caricare.

Ma sul cruscotto si accende la spia M?
Questa spia è accesa dai vari dispositivi , tipo Inverter , BM , e CB...occorrerebbe individuare qual'è di questi...

Fai queste prove e poi scrivi il risultato...

Ciao

Fox


--------------------------------------

Ulteriore messaggio del 04-03-2009, 21:59:

n.b. tu a che livello di spesa sei arrivato????

Eccomi al mio aggiornamento...
Allora la exide mi ha spedito 4 batterie nuove , e ho anche acquistato i moduli CCM...oggi ho preso una giornata di ferie (anche perchè ormai nel nostro comprensorio la cassa integrazione è argomento all'ordine del giorno...)ed ho installato le batterie nuove e i moduli CCM (1400€ ndr....tanto per non spendere poco...).
Con uno dei meccanici dell'officina abbiamo rimontato le batterie e .... il problema di batterie non equalizzate c'è ancora.
Ok che le 4 batterie nuove fossero cariche , che quelle installate non fossero cariche al 100% , ma oggi pomeriggio abbiamo lasciato la macchina in carica e il CB rogava 264Vdc e 2Amp.
Domani gli ho detto di lasciare attaccato tutto il giorno la ricarica così domani sera possiamo andare a vedere cosa succede...
Mi auguro che le batterie "vecchie" si ricarichino e sparisca il problema della disequalizzazione , altrimenti ... sono messo come Bisi...anche io!!!!

N.b. Bisi che Cb hai???
Se io risolvo ... ti prometto che lo smonto e vengo a trovarti con il CB così proviamo a ricaricare le batterie con il mio.

Ciao

Fox

Bisi
05-03-2009, 13:04
Ciao Tonini e grazie per le dritte, ma oggi ho parlato di nuovo con Pomigliano e mi hanno spiegato l'arcano; in pratica avendo aggiornatro il CB per le batterie al gel devo comprare la centralina per le batterie al Gel e la FIAT l'ha già procurata e anche se non ha proprio l'ultimo software aggiornato mi dicono da Pomigliano che va bene lo stesso (come mi dicevi tu nel tuo messaggio) ora però secondo Pomigliano se io non monto i moduli CCM (che tu hai appena comprato) il caricabatterie aggiornato non funziona perchè con l'aggiornamento il CB viene tarato per funzionare con i moduli.
Siamo arrivati ad un accordo: io compro anche i moduli CCM ma loro mi mandano un tecnico specializzato di Pomigliano a montarli e a fare il ceck totale della mia macchina.
Spero cosi facendo di risolvere altrimenti sto solo spendendo soldi.
p.s. ma tu quanto li hai pagati i moduli? e li hai comprati tramite FIAT o privatamente?
ciao e grazie.

tonini_mingoni
05-03-2009, 13:11
...sei un grande...sei riuscito a "tirare" furoi dall'ufficio i tecnici Fiat?????

Allora i moduli li ho acquistati direttamente in Exide , a 66,20€ l'uno (totale 1400€ iva compresa.
Se hai una PI te li mandano senza problemi...

...ohhh dai mi dici quando viene il tecnico che vengo anche io????

Però non condivido il discorso che senza moduli CCM il CB non carica...a me ha sempre funzionato.

Sono appena passato dall'officina , i led di disequalizzazione si è spento , e la corrente erogata dal CB era 1Amp...penso che forse siamo sulla strada giusta...


n.b. se vuoi acquistare i moduli CCM il mio contatto in Exide è:

tinellip@exide.it

commerciale vendite

mentre tutte le info che ho sempre postato in questo forum è l'Ing. Mologni , che è quell oche ha seguito dall'inizio il progetto e formato i tecnici a Pomigliano per quanto riguarda le batterie.

Ciao

Fox

...mi raccomandi fammi sapere quando viene.

tonini_mingoni
30-03-2009, 12:56
Ciao Tonini e grazie per le dritte, ma oggi ho parlato di nuovo con Pomigliano e mi hanno spiegato l'arcano; in pratica avendo aggiornatro il CB per le batterie al gel devo....Nom citare quotare un intero messaggio! (R 3 "d")
Ciao Bisi come sei messo hai delle news????

Ciaooooo

Fox

Bisi
30-03-2009, 14:33
No purtroppo ANCORA NESSUNA NOVITà, I MODULI CCM mi sono arrivati già due settimane fa e li ho pagati 72 euro CAD per un totale di 1.570 euro circa, ma la macchina è ancora ferma poichè hanno deciso di spedirla a Pomigliano d'Arco perchè hanno tutta l'attrezzatura necessaria per un check totale della macchina che mi costerà circa 700 euro.
insomma sto spendendo un cifra esorbitante e spero solo che si sbrighino e che poi mi possa rifare utilizzandola per moooolto tempo.
appena avrò novità vi scriverò subito.
ciao a presto

tonini_mingoni
31-03-2009, 18:00
No purtroppo ANCORA NESSUNA NOVITà, I MODULI CCM mi sono arrivati già due settimane fa e li ho pagati 72 euro CAD per un totale di 1.570 euro circa..Nom citare quotare un intero messaggio! (R 3 "d")
...ma sai che me lo hanno proposto anche a me allo stesso prezzo...cavolo...hanno paura di non lavorare + a pomigliano...

il problema che ho io è che l'indicatore della SOC non è allinato con lo stato di carica delle batterie allora succede che dopo 32 km circa l'indicatore va a sinistra e si accende la spia di "ricaricare le batterie"...

però la cosa strana è che nonostante sia sul rosso la lancetta la vettura continua ad andare...è solo l'indicazione sbagliata infatti le batterie sono ancora sui 216Vdc....solo una volta ho dovuto staccare il BM per arrivare a casa....

allora a pomigliano mi dovrebbero fare l'aggiornamento della centralina bms e del caricabatteria perchè continuano a menarla che il cb non è correttamente tarato con le nuove batterie al gel da 55Ah , ma con quelle vecchie da 60Ah...però a me la vettura l'anno scorso ha sempre percorso 65km prima di accendersi la spia di "ricaricare le batterie" e l'indicatore della soc ha sempre funzionato è stato questo inverno con il freddo il cb non partiva ma è un problema di sonda di temperatura che rilevava una temperatura troppo bassa...preseumo ma questo è un'altro aspetto che vorrei chiarire...

poi la menano con la storia dell'equalizzazione delle batterie che sembra che riecano a farle solo loro...e di preciso non si sa neanche che cosa è....
hanno detto che dovono smontare per l'eneesima volta le batterie scaricarle e ricaricarle una ad una (mi sa un pò una ca@@ta)...epoi aggiornare i sw...

appena mi confermano la cifra provo a tirare anche perchè io per montare i moduli su suggerimento exide ho dovuto somntare un'altra volta le batterie ... si poteva fare subito questa bazza....anche le officine fiat potevano sentire prima possibile pomigliano...

...vuoi sapere l'utlima??? i tecnici di pomigliano hanno sbandierato che dopo l'aggiornamento sw e i moduli clamp la 600 aumenta l'autonomia fino a 80kn e le atterie dureranno finoa a 30.000km....


Mahhhh speriamo....


Ciao

Fox

Bisi
01-04-2009, 13:22
Anche a me hanno detto che con le batterie al gel bisogna aggiornare il CB altrimenti le batterie vengono caricate solo fino al 70 % e quindi dopo un 10.000 Km si disequalizzano, inoltre la centralina non si può aggiornare o meglio si potrebbe ma la fabbrica Ing, Cavagna 043-7577386 (se non sbaglio) non effettua più aggiornamenti da anni e quinidi io personalemte ho optato per una centralina nuova 230 euro che è per le batterie al Gel anche se non ha montato l'ultimissimo software.
Tutto questo dovrebbe far durare per 30.000 km senza problemi e questo è quello che mi hanno spiegato quelli di Pomigliano e che faranno sulla mia vettua naturalmete con le batterie al gel e i CCM.
penso che tu non avendo mai aggiornato il CB dopo un pò di km hai appunto avuto la disequalizzazione delle batterie e se non fai l'aggiornamento difficilmente riuscirai a sfruttare al meglio le batterie con i CCM.
in settimana la mia macchina arriverà a Pomigliano e in teoria nel giro di 2 settimane dovrei averla sotto il sedere per iniziare finalmente ad utilizzarla giornalmente.

Batterie Nuove,
CCM,
aggiornamento CB,
centralina per le batterie al Gelqueste le cose da fare secondo Pomiglaino.
ciaooooo

tonini_mingoni
01-04-2009, 18:56
la centralina 230????caz...adesso non riesco ma appena rientro (sono fuori per lavoro)...vediamo che chip c'è dentro e se riesco lo leggo con il mio programmatore a lavorare.....
Ma le batterie cariche al 70%...mi sa un pò una stronz....appena arrivate dalla exide il livello di tensione variava dai 12,80Vdc ai 13,10Vdc ... a fine carica con il CB dopo averle montate tutto il pacco arriva a 260Vdc (:18 = 14,4Vdc che è il valore di fine carica di qualunque CB...) se le lascio riposare dopo 1 ora sono a 234Vdc:18 = 13Vdc ...quindi per me sono cariche come dopo averle prese da nuove....)

Quello che non mi torna è che l'anno scorso dopo il ripristino l'indicatore della SOC ha funzionato bene è da questo inverno che ha cominciato a fare casino...per il discoso della disequalizzazione ho verificato in fase di carica che le tensione dei sotto gruppi sono come da specifiche e ormai sono convinto che è un problema di sw bacato nel BM che in alcune condizioni va in palla e comincia a dare disequalizzazione...

Ciao

Fox

(moderazione: i messaggi successivi sulla bm sono spostati nella relativa discussione:
http://www.energeticambiente.it/categoria-m1/14728002-fiat-seicento-elettra-bm-battery-manager.html)

Bisi
17-04-2009, 09:56
Ciao ragazzi solo per tenervi aggiornati volevo informarvi che Pomiglaino d'Arco sta lavorando sulla mia vettura e finalmente parlando per telefono trovo conforto rendendomi conto che sono dei tecnici veramente preparati, per prima cosa hanno capito che il mio CB staccava dopo 3 minuti poichè c'era una ventola di raffreddamento del pacco anteriore che non funzionava, poi hanno controllato tutte le batterie e montato le CCM su ogni batteria e lunedi rimontano tutto e fanno fare i cicli di carica e scarica al computer per ottimizzare il pacco batterie, insomma speriamo sia la volta buona :)
appena riuscirò a tronare in opossesso della mia bellissima 600 farò un festone mega.
Ciaoooo a presto.

tonini_mingoni
17-04-2009, 15:56
Ciao ragazzi solo per tenervi aggiornati volevo informarvi che Pomiglaino d'Arco sta lavorando sulla mia vettura e finalmente parlando per telefono trovo conforto rendendomi conto che sono dei tecnici veramente preparati....
(mod: non quotare tutto)

...avrebbe dovuto accendersi la spia -M- a cruscotto ... però capire qual'era il dispositivo che l'aveva accesa...

Sono contento per te... e mi fa molto piacere , quindi non era un problema enorme...
Ti auguro che ti venga riconsegnata al più presto ... e poi .... gaaaaaasssss ... anzi ... ....

beh ... ok...capito...


Ciao

Fox

gattmes
19-04-2009, 11:37
Bisi:
se quel che hai scritto è papale-papale quello che ti è stato detto/fanno.. io avrei seri dubbi sui tecnici veramente preparati!!!!
Infatti non posso sottolineare quanto detto da tonini_mingoni circa le ventole... e poi ho toccato con mano (1a serie) una Seicento che ricaricava con 3 ventole scollegate.. poi ridotta a una (quella odiosissima/scomodissima sotto la parte centrale anteriore).. nel senso che non è mai stata riattaccata... e di ricariche ne ha fatte.

Devo dire che il problema del distacco c'era, ma era un'altro.. la rilevazione di una dispersione! E possibile evitarlo, intervenendo in un punto.... ma nel caso pretendo.. non soldi.. ma che te li scontino a te se glielo dici!
Prima cerca d'indagare se lo stacco avviene con la spia "triangololino" accesa, se "si" digli di lasciar perdere quel problema...

Circa i cicli di carica-scarica.. se hanno le bat in mano possono equalizzarle! Che serve scaricare-caricare.. solo a ridurre la vita utile? Così ci torni prima da loro?
..per simile motivo anche per l'indicatore disallineato infatti consiglio il "gatmetodo" (eventualmente il sistema usato da tonini_mingoni, ma il gatmetodo è più sicuro per la componentistica/incolumità persone -> ideale per meno "esperti") ma non certo quello del "manuale"!

tonini_mingoni
28-04-2009, 07:16
....allora Bisi!!!!News????


Ciao

Fox

Bisi
08-05-2009, 08:18
Eccomi di nuovo a voi, le ultime news mi danno al mia 600 in partenza da Pomigliano d'Arco dopo il restauro approfondito durato 20 giorni, dovrebbe arrivare a Roma fra lunedi e martedi (dipende dalla bisarca) e poi finalmente potrò andare a ritirarla (lunedi sono 6 mesi precisi che l'ho consegnata in FIAT) comunque riassumendo mi hanno detto che è stata sostituita la BM con una più aggiornata per le batterie al gel, sostituite due ventoline di raffredadmento anteriori, montate le centraline su ogni batteria (che gli avevo comprato e inviato io) cambiato il motorino dell'arpionismo perchè aveva un dentino rotto, sostituiti 2 switch elettrici (non ricorco bene il nome) che in pratica non facevano accendere sul croscotto la letera "P" e "N" mi hanno anche mandato via mail il grafico della scarica delle batterie e mi hanno spiegato che va tutto bene, in pratica la mia 600 gli ha fatto 75 km di autonomia con 7 km di salita al 30%.
Speriamo bene e sopratuttto che non mi salassino troppo con il conto.
ciao vi terrò aggiornati una volta ritirata.

tonini_mingoni
08-05-2009, 20:47
Eccomi di nuovo a voi, le ultime news mi danno al mia 600 in partenza da Pomigliano d'Arco dopo il restauro approfondito durato 20 giorni, dovrebbe arrivare a Roma fra lunedi e martedi (dipende dalla bisarca) e poi finalmente ...
(mod: non quotare tutto).


7 km di salita con il 30% di pendenza o al 30% della velocità massima???
...a parte gli scherzi , posteresti il grafico di scarica delle batterie?

Grazie

Fox

Bisi
09-05-2009, 19:41
ecco qui,non so se lo capisci ma da quello che mi hanno spiegato è molto importante che le batterie si comportino tutte nello stesso modo cadendo tutte insieme perchè significa che sono tutte allineate

DARKBG
16-05-2009, 12:54
Hi all :)
I`m from Bulgaria.Last week one friend recieved one Eletrra but it is a little disassembled.Some electrician dude have disassembled the batteries that are under the hood to check thir charge one by one but after he saw that the other half of the batteries are under the care he giveup but without putting the parts back to their places.
So my question is there anyone here that can provide us with some help on english we will post photos of what we don`t where to connect or put.So far we`ve connected the batteries and there is something that we can`t guess where it was connected i thing it is thermal sensor for the upper battery bay that is under the hood i`ve saw that one person here have asked the same question but i`ve haven`t managed to translate a response for his answer so the part is that http://www.energeticambiente.it/attachments/discussioni-specifiche-per-veicolo/2198d1225308175-auto_elettrica-seicento-elettra-fiat-informazioni-prove-problemi-modifiche-batt-alternative-ecc-image_202.jpg

I think that we know where it is pluged cause in the first bay that is closer to the ground there is another temperature sensor with the same connector connected to wires that have 3 - more free contacts.But where the sensor must be mounted?

tonini_mingoni
16-05-2009, 19:43
ecco qui,non so se lo capisci ma da quello che mi hanno spiegato è molto importante che le batterie si comportino tutte nello stesso modo cadendo tutte insieme perchè significa che sono tutte allineate

Io il grafico lo interpreterei così!

Asse orrizontale (ascisse) , tempo in minuti della prova
Asse veticale (ordinate) , a sinistra c'è la tensione batteria , a destra non saprei...

i grafici multicolore (indistinguibili) sono relativi ad ogni monoblocco (batteria). Il grafico I.D. non saprei a cosa riferirlo...anche il suo valore 1,95 e anche la i.C. 91%.......però posso soffermarmi sulla tensione raggiunta dalle batterie nel corso della scarica controllata , e cioè che comunque dalla peggiore alla migliore dopo averle scaricate si può averea una batteria a 8,5Vdc e un'altra a 10,5vdc...sono valori limiti sicuramente , am è un'indice della bontà della batteria...

Personalmente in questo pacco batteria non scenderei mai sotto i 10,5Vdc a monoblocco (190Vdc totali , ma con vettura accesa e pronta a partire).

Fox

tonini_mingoni
16-05-2009, 19:56
Hi all :)
I`m from Bulgaria.Last week one friend recieved one Elettra .......


I think that we know where it is pluged cause in the first bay that is closer to the ground there is another temperature sensor with the same connector connected to wires that have 3 - more free contacts.But where the sensor must be mounted?


Ciao , this is the diagram of connection battery.
The connector on your request is a temperature sensor , is connected directly on - battery nr.12!

n.b. in the left , the "B.M" is the battery manager , mounted in the rear of car near to inverter siemens ... (is a little black box)

sorry for my bad english!!!

Ciao

Fox

tonini_mingoni
18-05-2009, 10:21
Eccomi di nuovo a voi, le ultime news mi danno al mia 600 in partenza da Pomigliano d'Arco dopo il restauro approfondito durato 20 giorni, dovrebbe arrivare a Roma fra lunedi ....
moderazione Non citare/quotare un intero messaggio! (R 3 "d")


Arrivata??????


Come va?


Fox

Bisi
20-05-2009, 17:15
Oggi finalmente ho ritirato la mia 600, dopo piu di 6 mesi sono riuscito a rimontarci sopra, sono contentissimo, per ora ho solo percorso 5 km dall'officina all'ufficio da questa sera inizierò a testarla e spero di non avere brutte sorprese.
Per ora comunque tutto ok.
ciao

tonini_mingoni
25-05-2009, 06:52
Oggi finalmente ho ritirato la mia 600, dopo piu di 6 mesi sono riuscito a rimontarci sopra, sono...
moderazione Non citare/quotare un intero messaggio! (R 3 "d")



Allroa Bisi , come va? autonomia? velocità?

Dai raccontaci un pò!!!!


ciao

Fox

Bisi
28-05-2009, 08:36
Eccomi, allora Tonini ora ti racconto un pò, la macchina va bene autonomia 70 km 75 forse ma non azzardo, diciamo che 65 sono garantiti, spie accese per ora non ce ne sono, velocità massima non lo so perchè sono arrivato fino a 80 km/h poi in città è difficile fare di più, la mattina arrivo in centro 13 km circa e poi la attacco alle colonnine di ricarica del comune, e la sera quando la prendo è al massimo della carica, vado a casa la mattina ritorno e la riatatcco quindi una ricarica ogni 25 km circa,
L'unica cosa strana che mi è capitata è che per tre volte nel giro di una settimana mentre camminavo la macchina si è tipo spenta (penso sia il teleruttore per le buche ) poi spengo e riaccendo il quadro e la macchina riparte, all'inizio me lo ha fatto due volte subito subito poi una terza dopo due giorni e ora sono quattro giorni che va bene boooooo forse si deve ambientare con le strade di Roma :)
comunque sono contentissimo.
fra una settimana ti faccio un altro resocomto magari piu dettagliato.
ciao buon weekend

tonini_mingoni
28-05-2009, 13:24
Eccomi, all.....comto magari piu dettagliato.
ciao buon weekend


ohhhh finalmente sono contento per te era ora!!!
Guarda oggi sono arrivato a 4500km percorsi e pensare che i cominu che ce le hanno avute a disposizione sono stati proprio soldi buttati al vento...almeno adesso ce le godiamo noi!!!

mi faresti una verfica? però devi arrivare alla riserva...ti segni i km per la posizione dello stato di carica (lancetta a sinistra?) , cioè da macchina carica , quanti km percorri quando la lancetta arriva a metà e poi sul giallo con accensione spia "da ricaricare"

Però non fa rimpiangere una vettura normale utilizznadola in città!!!

ciao

Fox

Bisi
28-05-2009, 13:55
già fatto Tonini.

dopo 28 km la lancetta era a 1/4
dopo 38/40 km la lancetta era a 1/2
dopo 55 km si è accesa la spia
dopo 65 Km la lancetta era sulla linea gialla
a 68 km mi sono fermato ma che avrei potuto fare anche altri 5-6 km

tonini_mingoni
28-05-2009, 18:36
già fatto Tonini.

dopo 28 km la lancetta era a 3/4
dopo 38/40 km la lancetta era a 1/2
dopo 55 km si è accesa la spia ricaricare le batterie?
dopo 65 Km la lancetta era sulla linea gialla
a 68 km mi sono fermato ma che avrei potuto fare anche altri 5-6 km


ok...perfetto ti ringrazio...questa cosa mi rincuora un casino , non farò aggiornare il caricabatteria inviandolo a Pomigliano per il momento , visto che ha ancora il software per le batterie non al gel da 60Ah.
L'anno scorso avevo la tua stessa visualizzazione , ma la spia di ricaricare le batterie si accendeva dopo avere percorso 65km , ma da novembre ad oggi non si è comporato mai nello stesso modo...

Alla fine lascio collegato un voltmetro in parallelo al pacco batteria e vado indipendentemente dalla visualizzazione della lancetta fino a 190Vdc.

Grazie.

Ciao

Fox

gattmes
29-05-2009, 08:04
Ciao.. stai più "alto" è meglio...

-Se tutte le bat fossero uguali (ma non lo sono mai.. e ogni minuto che passa sempre meno) avresti 190/18=10,55 V a bat...

-se però 17 fossero uguali e una "moffa" avresti ...ad esempio con soli 0,3V in più sulle "buone", ovvero 10,85V:
10,85V x 17 = 184,45.. ergo la 18esima è a 5,55V!

ugualmente si può ripetere con altro esempio.. facciamo 11V
11x17=187 .. 18esima =3V

Più aumenta il numero degli elementi .. più bisogna stare alla larga dai numeri teorici (ovviamente a carico si può derogare un poco.. mi riferisco a vuoto)
Suggerirei non una misura, ma 2 o più (come fa l'attuale BMS).., tenedo conto della più bassa.
In questo caso approvo "Fiat" (è il sistema di riallineamento indicatore che è da "principianti" -> seguire il gattmetodo o simile)
Così ad esempio misurando a blocchi di 6 (3 misure) il problema è.. tre volte minore! Ecco anche qua.. perchè Fiat ha fatto un misto tra 4 e 5... e bno ad esempio a modulo di 3 non capisco... A meno che mhhhhhh.. mahhh in tal caso vorrei vedere dei dati per esprimermi se il gioco vale la candela... (forse "loro" li hanno..
Toc toc..non c'è nessuno della progettazione che si "abbassa" al mio livello per interloquiare? )

:bye1:

tonini_mingoni
29-05-2009, 08:39
Ciao.. stai più "alto" è meglio...

-Se tutte le bat fossero uguali (ma non lo sono mai.. e ogni minuto che passa sempre meno) avresti 190/18=10,55 V a bat...
moderazione Non citare/quotare un intero messaggio! (R 3 "d")


Stra concordo tutto , però il mio ragionamento parte dal fatto che vedendo il grafico a scarica costante postato da Bisi con batterie e moduli nuovi , penso anche io di essere nella stessa situazione...quindi anche il comportamento delle mie batterie + moduli sarà lo stesso...

poi è vero quello che scrivi tu , però



-se però 17 fossero uguali e una "moffa" avresti ...ad esempio con soli 0,3V in più sulle "buone", ovvero 10,85V:
10,85V x 17 = 184,45.. ergo la 18esima è a 5,55V!

:bye1:

se varamente fossè così appena premo l'acceleratore la tensione cadrebbe drasticamente a valori molto più bassi tipo 170Vdc o anche meno...

Il programma della BM risente comunque molto della temperatura delle batterie perchè anche in questi gg. a volte in ricarica segna che le batterie non sono equalizzate , ma in realtà non è vero perchè ci sono i moduli e comuqnue ripeto che non è il suo programma corretto.

Comunque , penso che nei prossimi anni , se veramente si svilupperà il mercato elettrico , allora si che qualche valida alternativa si potrà avere sia come batteire che come controllo a costi contenuti....altrimenti altro pacco al pb/gel eeee via.....

Fox

Bisi
10-06-2009, 11:30
Ciao ragazzi fino ad oggi ho percorso poco piu di 400 km e sono contentissimo della mia 600, il problema che mi si "spengeva" la macchina mentre camminavo è stato risolto staccando lo spinotto dell'inverter e lasciandolo cosi per venti minuti circa (il tempo in pratica di farlo resettare), poi ho ricollegato lo spinotto e tutto è andato bene (almeno per ora non ho più avuto problemi di sorta).
Questa 600 è veramente portentosa, non capisco perchè non si diano una mossa per metterle nuovamente in vendita, io la uso in città e devo dire che è molto meglio di una macchina normale, +silenziosa, +comoda e +scattante (ai semafori da 0-30 brucio tutti) :)
Prima o poi dovremmo darci un appuntamento e incontrarci tutti quanti, naturalmente senza macchine visto le nostre distanze sarebbe impossibile.
saluti
Bisi

tonini_mingoni
10-06-2009, 20:33
Ciao ragazzi fino ad oggi ho percorso poco piu di 400 km e sono contentissimo della mia 600, il problema che mi si "spengeva"...
moderazione Non citare/quotare un intero messaggio! (R 3 "d")


heheheh...io sono a qupta 5000km percorsi...e ad oggi posso dirmi soddisfatto visto che omrai la conosco abbastanza bene!!!!(elettricamente parlando...)

Ciao

Fox:beer::beer::beer::beer:

giarmelo
19-07-2009, 11:08
Salve a tutti,mi sono iscritto da poco al forum.
Sono un'appassionato delle energie alternative,e sopratutto ho una seicento elettra usata, acq. da poco non funzionante,chi me l'ha venduta dice che è una questione di sole batterie esaurite.
Siccome per il momento non posso acquistare nuove batterie,come posso fare per sapere se è una questione di batterie o c'e dell'altro?
Pensavo di collegare in parallelo alla 216 delle batterie la 220 di casa raddrizzata con diodi di potenza, ma ho dei dubbi,e preferirei dei consigli e magari diverse soluzioni di verifica.
Grazie atutti voi, e spero di ricambiare il favore in futuro.

tonini_mingoni
19-07-2009, 15:13
Salve a tutti,mi sono iscritto da poco al forum.
Sono un'appassionato delle energie alternative,e sopratutto ho una seicento elettra usata, acq. da poco non funzionante,chi me l'ha venduta dice che è una questione di sole batterie esaurite.
moderazione Non citare/quotare un intero messaggio! (R 3 "d")



allora raddrizzando la 220Vac di casa si ha

220 x 1,41 = 310,2Vdc , che sono un pò troppi.

il concetto che hai espresso è corretto sarebbe possibile fare una prova con un'alimentatore da 220Vdc e da almeno 30 , 40Amp. (n.b. l'alimentatore potrebbe essere anche una serie di batterie da 40Ah o qualcosa di simile....oppure un'autorasformatore con uscita 110Vac , 130Vac poi raddrizzato...)

Attenzione che nel cestello che contiene le batterie sotto alla vettura ci sono i teleruttori principali e quelli di "avviamento" , cioè teleruttori con in serie resistenze da 10ohm che limitano l'impulso di corrente , altrimenti si potrebbero cuocere i contatti e rovinarsi l'inverter.

Poi tenendo sollevato l'asse posteriore dopo avere fatto i collegamenti si può provare ad accendere la vettura e vedere se la parte di trazione funziona.

Ma se ti hanno detto che sono solo le batterie esaurite hai provato a ricaricarle le batterie per vedere se il caricabatteria funziona?

Se hai altre domande...

Ciao

Fox

n.b. che bello che stanno saltando fuori tutte le altre 600!!!!!!!


Ciao

Fox

FRANCO_BIELLA
20-07-2009, 10:42
x Gattmes
OK per il GATMETODO, ho letto la descrizione.
Io uso un alimentatore da 12 V e una restistenza da 4 ohm 50W.
Scalda un casino ma resiste !!!

x Fox
Ho telefonato al tipo di Palermo dell'annuncio che mi hai indicato.
Le ha già vendute tutte e due a 1400 euro cad.
Acc. per quel prezzo ne avrei presa una io se era di tipo 2.
Ho già un carrello pronto per un eventuale recupero!!!
Sai per caso a quanto le venderanno quelle del comune di Modena?

x Giarmelo
Non è che sia la batteria dei servizi che è KO? controllala.
Ma non da proprio nessun segno di vita girando la chiavetta?
E se la metti sotto carica non fa niente?
Potrebbe essere che sono proprio a zero e non parte la carica.

Con la batteria dei servizi buona girando la chiave dovrebbero scattare i teleruttori e così puoi misurare la tensione del pacco batterie sui due grossi cavi rosso e nero.
Poi ti procuri un variac (un autotrasformatore a manopola dove puoi regolare la tensione) collegato alla tensione di rete e lo raddrizzi con un ponte e un condensatore in modo da misurare la tensione di picco e alimenti il pacco batterie in modo da portarlo se possibile almeno a 220-230V (regolando il variac).
Poi provi a vedere se la trazione funziona, nel qual caso hai la certezza che sono le batterie da cambiare.

Facci sapere

Franco

gattmes
20-07-2009, 12:18
NON ALIMENTATE DA RETE DOMESTICA 230VAC, ANCOR PIÙ CON VARIAC (NON ISOLA. NE PROTEGGE) NE DIRETTAMENTE (anche se raddrizzando, ecc.).

VISTO CHE GLI AVVISI DI PERICOLOSITÀ PERSONALE NON AVRANNO PROBABILMENTE EFFETTO DICO CHE SI RISCHIA ANCHE DI DANNEGGIARE IRRIMEDIABILMENTE IL SISTEMA DI TRAZIONE (INVERTER/MOTORE/ECC).. OLTRE CHE PROBABILE "VISIONE" DI SCARSO ISOLAMENTO DA PARTE DELLA BM



x Giarmelo
Non è che sia la batteria dei servizi che è KO? controllala.
Ma non da proprio nessun segno di vita girando la chiavetta?
E se la metti sotto carica non fa niente?
Potrebbe essere che sono proprio a zero e non parte la carica.
Sicuramente, come suggerito, anche con bat andate si deve accendere qualcosa se la bat dei servizi ok.
Una bat non costa come 18 da trazione.. si può anche prendere in prestito da un altro veicolo.. o di recupero da centri di demolizione

Attenzione: non scollegare mai la bat di servizio con vettura su "on" (per evitare ciò consiglio di sistemare saldamente nella sua sede la bat di servizio e di collegata altrettanto saldamente)

ANCORA RICORDO CHE: la rete 230Vac è alternata. Il fatto che cambia polarità e sinusoidalmente suggerisce non solo che ci sono momenti in cui non c'è tensione (passaggio per lo "0"), ma anche discreti lassi di tempo in cui i valori di tensione sono bassi e poco pericolosi (diciamo da -50 a +50V).
Nonostante ciò il contatto diretto con la rete, senza dispositivi di protezione (es differenziale) è MORTALE.

A maggior ragione un sistema in continua o quasi ottenuto radrizzando la 230Vac, non passa mai per lo zero, ne si trova mai sotto valori poco pericolosi, ma sempre a valori di tensione ben più alti dei 230Vac (otre 300 Volt), quindi molto più PERICOLOSO della già mortale 230Vac.

ATTENZIONE: inoltre NON FA INTERVENIRE/SCATTARE sistemi di protezione a monte, quali differenziali (salvavita), ecc.

Ricordo che la semplice corrente che fa accendere un led (diciamo 10mA) è pericolosa per un essere umano, quella di 2-3 led è mortale (ellettrolisi del sangue, ecc., ecc..)

giarmelo
20-07-2009, 13:03
La batteria servizi funziona(sostituita),il quadro si accende,anche la spia rossaM(fissa),arpionismo ok,servofreno ok,servosterzo ok, il CB sembra morto(i fusibili sono ok),e il voltaggio sulle morsettiere principali(+Vcc -Vcc)è zero.
Quindi credo che i teleruttori principali non si azionano, anche perchè la tensione delle batterie del cestello anteriore/superiore indicano una tensione di circa 3-4 volt cd.
POi non mi ricordo se ho scolleg/coll la batteria servizi con il quadro acceso, spero non ho comb. un casino.
Visto le raccomandazioni di Gattmes(che ringrazio)a mali estremi estremi rimedi,recupererò 18 batt per collegarle alle morsettiere +Vcc e -Vcc ,isolando le 18 batterie della macch. e sperando che i vari dispositivi di sicurezza(sensori ecc)non influiscano sul risultato,anche se ho la certezza che ciò succederà ed è per questo che leggerò gli schemi elettrici e le discussioni fatte da tutti voi sul forum,mi saranno di grande aiuto e vi ringrazio per questo.

tonini_mingoni
20-07-2009, 23:56
La batteria servizi funziona(sostituita),il quadro si accende,anche la spia rossaM(fissa),arpionismo ok,servofreno ok,servosterzo ok, il CB...
moderazione Non citare/quotare un intero messaggio! (R 3 "d")



il CB non parte sicuramente al 99% perchè non vede nessun carico collegato...
All'interno dei contenitori delle batterie ci sono 2 fusibili da 150Amp. verifica che siano ok.
Nel cestello anteriore è in alto a lato della vaschetta acqua di raffreddamento , nel cestello batterie posteriore devi svitare due viti che tengono una lamiera...

Quando accendi (metti in moto) la macchina devi sentire un "tlak" (teleruttori che si eccitano) provenire dalla parte posteriore , anche quando inserisci la spina per la ricarica batteria.
Lo senti?

Ciao

Fox

FRANCO_BIELLA
21-07-2009, 09:11
Beh, quando parlavo di variac intendevo:
Con l'inverter a zero e scollegato dalla rete collegare il + e il - ai morsettoni rosso e nero con il teleruttore principale aperto quindi senza tensione e con volmetro e amperometro collegati.
Poi 'accendere' l'auto in modo da far scattare il teleruttore.
Il pacco batterie è isolato dalla carrozzeria (isolamento che viene controllato dalla BM), quindi l'auto 'non se accorge'.
Poi si da tensione al variac e si comincia a regolare fino a che l'amperometro non comincia a muoversi, poi si va su fino ad arrivare alla tensione voluta tenendo sotto controllo la corrente.
Alla fine si 'spegne' l'auto e si stacca tutto.
Non vedo pericoli (**) in questa procedura, io l'ho già attuata prima di cambiare le batterie in quanto avevo un problema simile.
D'altra parte anche un pacco esterno di 18 batterie in serie presenta i suoi pericoli!

Comunque giarmelo facci sapere.
Ciao Franco

Moderazione/ATTENZIONE: (**) non scrivere "non vedo pericoli". Il forum è frequentato da tutti, compreso persone che non hanno molta dimestichezza e/o pratica sulle norme di sicurezza ecc. in campo elettrico.

Intervenire sulla tensione di trazione è già pericoloso per gli "adetti ai lavori", basta leggersi il manuale Fiat al riguardo.. ad esempio circa il sistema di connessione/disconnessione batterie (e i motivi della presenza di più fusibili, anche) oppure quello Toyota (Prius), ecc. ecc.
Direi che sono stato sufficientemente chiaro nel mio intervento e in netta contraddizione con affermazioni circa l'assenza di pericoli e/o minimizzanti gli stessi.

i pericoli ci sono e sono pure estremamente elevati!
Lo ripeto: sono alte tensioni, sono continue (non alternate!) e non vi è alcun sistema di protezione per i contatti accidentali.

Diventa estremamente pericoloso per chi poco sa in campo elettrico.
Non istighiamo la gente... non a farsi male, ma a lasciarci la pelle!

FAR OPERARE SUL VEICOLO ESCLUSIVAMENTE PERSONALE QUALIFICATO.

tonini_mingoni
21-07-2009, 11:29
Beh, quando parlavo di variac intendevo:
Con l'inverter a zero e scollegato dalla rete collegare il + e il - ai morsettoni rosso e nero con il teleruttore principale aperto quindi senza tensione e con volmetro e amperometro collegati.
Poi 'accendere' l'auto in modo da far scattare il teleruttore.
Il pacco batterie è isolato dalla carrozzeria (isolamento che viene controllato dalla BM), quindi l'auto 'non se accorge'.
Poi si da tensione al variac e si comincia a regolare fino a che l'amperometro non comincia a muoversi, poi si va su fino ad arrivare alla tensione voluta tenendo sotto controllo la corrente.
Alla fine si 'spegne' l'auto e si stacca tutto.
Non vedo pericoli (**) in questa procedura, io l'ho già attuata prima di cambiare le batterie in quanto avevo un problema simile.
D'altra parte anche un pacco esterno di 18 batterie in serie presenta i suoi pericoli!

Comunque giarmelo facci sapere.
Ciao Franco

Moderazione/ATTENZIONE: (**) non scrivere "non vedo pericoli". Il forum è frequentato da tutti, compreso persone che non hanno molta dimestichezza e/o pratica sulle norme di sicurezza ecc. in campo elettrico.

Intervenire sulla tensione di trazione è già pericoloso per gli "adetti ai lavori", basta leggersi il manuale Fiat al riguardo.. ad esempio circa il sistema di connessione/disconnessione batterie (e i motivi della presenza di più fusibili, anche) oppure quello Toyota (Prius), ecc. ecc.
Direi che sono stato sufficientemente chiaro nel mio intervento e in netta contraddizione con affermazioni circa l'assenza di pericoli e/o minimizzanti gli stessi.

i pericoli ci sono e sono pure estremamente elevati!
Lo ripeto: sono alte tensioni, sono continue (non alternate!) e non vi è alcun sistema di protezione per i contatti accidentali.

Diventa estremamente pericoloso per chi poco sa in campo elettrico.
Non istighiamo la gente... non a farsi male, ma a lasciarci la pelle!

FAR OPERARE SUL VEICOLO ESCLUSIVAMENTE PERSONALE QUALIFICATO.
[nb (gattmes) quotatura totale in seguito a moderazione: sono io ad aver forzato le regole sulla quotatura]


Straquoto tutto è l'unico sistema per risparmiare altrimenti la mandi alla fiat...e aspetti.

Ciao

Fox

giarmelo
21-07-2009, 22:34
Il CB non parte credo perchè non cè il carico delle batterie,non sento il teleruttore all'avviamento del quadro, e non so se i fusibili S39 ed S38 sono ok(S37 è ok).

Nel schema elettrico 10C non cè la linea della bobina del teleruttore principale,e così non riesco a capirci un granchè,e neanche so dove è allogiato il teler.princ.

Le batterie del vano anteriore/superiore hanno una tensione di circa 3,5 volt Cd. così credo dovrebbero avere le stesse tensioni le rimanenti batterie, con una tensione totale di circa 60 volt.

Invece sui morsetti +Vcc ed -Vcc ho col quadro acceso appena 3-5 volt,ed è per questo che tonini mingoni ha ragione di pensare che il CB non vede il carico.

Conclusione:1° non ho lo shema completo per vedere la linea tel. princ.
2° non so se ci sono fusibili per la bobina del teler. princ.
3° non ho idea di dove si trova il teler.princ.
4° spero non sia necessario buttare giu il vano batt. post.

Mi chiedevo se le batterie che potrebbero avere 10 anni ma con pochi km alle spalle(sembra solo 4000km) possano ancora fare qualche km,almeno per spostarla, naturalmente dopo aver sistemato il tutto.

Ciao a presto.

tonini_mingoni
21-07-2009, 22:53
Il CB non parte credo perchè non cè il carico delle batterie,non sento il teleruttore all'avviamento del quadro, e non so se i fusibili S39 ed S38 sono ok(S37 è ok).

Nel schema elettrico 10C non cè la linea della bobina del teleruttore principale,e così non riesco a capirci un granchè,e neanche so dove è allogiato il teler.princ....
Moderazione: non citare/quotare l'intero messaggio (R 3 "d")

...allora io l'ho rivoltata come un guanto... e:

il teleruttore principale è nel cassone sotto con le 10 batterie.
le batterie saranno tutte esaurite ; forse con un caricabatterie tipo ctek xs7000 che ha la funzione recond le puoi recuperare ma non a piena capacità!
Nella mia su 18 10 erano guaste e 8 funzionano ma non erano più al 100%.
Guarda ti consiglio di smontare i cestelli batteria , così puoi vedere se c'è anche ossido sui morsetti o se ce n'è qualcuna rotta!

Purtroppo non hai scampo occorre un ponte sollevatore e un pò di pazienza si reiscono a smontare bene i cassoni.

Ciao

Fox

FRANCO_BIELLA
22-07-2009, 13:43
Ciao, ho guardato sullo schema, i teleruttori principali vengono comunque azionati dal caricabatterie tramite relè, (segnali HB e HG) quindi probabilmente non 'sentendo' le batterie non aziona nemmeno il teleruttore.

Comunque vedrai che alla fine sono le batterie, se hanno 10 anni è comprensibile.
Importante che dopo averle cambiate non le lasci scariche a lungo ma le ricarichi sempre se non la usi per qualche giorno.
Non ti rimane che smontare i cestelli batterie (tanto comunque è da fare per cambiarle).

Se ti va facci sapere qualcosa su quest'auto tipo di che anno è, dove l'hai trovata, ecc.

Ciao, Franco

giarmelo
22-07-2009, 23:04
Intanto vi ringrazio per i suggerimenti molto precisi.

Vi devo confidare che di 600 ne ho due, prese a Palermo.
Ancora aspetto i libretti, poi vi farò sapere di che anno e tipo sono.
Ho chiesto per altre macchine o elettronica di ricambio, ma la risposta è stata negativa.

Le condizioni delle due macchine sono pressochè uguali.
Oggi ho smontato uno dei CB, perchè ho notato che uno dei morsetti era bruciacchiato(come nelle foto di Tonini M discuss. N° 227).
Ho notato pure come i due fusibili di ingresso sono li sistemati solo per scherzo, la scheda ha tre morsetti,una coppia(quello col silicone bianco) colleg.al CB, e le altre due di ingresso,una di queste due coppie fa passare la 220 per i fusibili, l'altra coppia invece li esclude e addio protezione.
Credo che in fiat abbiano scelto la via di non far rovinare i fusibili in caso di sovratenzione dalla linea di casa.
Naturalmente scherzo,avranno dei buoni motivi.
Comunque le mie due 600 erano colleg così, e anche quella di Tonini,perchè dalla foto si intuisce la coppia di mors bruciata.

Per il momento di scendere il pacco batt post non se ne parla, e poi voglio essere indipentende dal meccanico, appena possibile farò un bel buco per terra di un metro x tre, profondo 1,50 e ci parcheggio la macchina sopra,
non sto scherzando!!!

Volevo intanto prendere delle batterie prestate o d'occasione per provare l'inverter e il motore e magari poterla spostare con comodità, ma sono scoraggiato da tutti quei accessori di sicurezza che sicuramente(non posso dirlo per sicuro perchè non ho lo schema completo)non faranno funzionare l'inverter.

Poi mi chiedo: perchè non dovrei usare in futuro le normali batterie piiombo/acido(non sono esperto in materia) che costano meno della metà e pesano di meno?
Sara una questione di gas(io parcheggio la macchina sempre fuori), oppure di resa( mi accontento anche di 40km di autonomia) di equalizzazione di durata e altro ancora?

Queste sono domande che mi pongo.

Ciao a presto

tonini_mingoni
23-07-2009, 09:53
Intanto vi ringrazio per i suggerimenti molto precisi.

Vi devo confidare che di 600 ne ho due, prese a Palermo.
Ancora aspetto i libretti, poi vi farò sapere di che anno e tipo sono.
Ho chiesto per altre macchine o elettronica di ricambio, ma la risposta è stata negativa.

Le condizioni delle due macchine sono pressochè uguali.
Oggi ho smontato uno dei CB, perchè ho notato che uno dei morsetti era bruciacchiato(come nelle foto di Tonini M discuss. N° 227).
Ho notato pure come i due fusibili di ingresso sono li sistemati solo per scherzo, la scheda ha tre morsetti,una coppia(quello col silicone bianco) colleg.al CB, e le altre due di ingresso,una di queste due coppie fa passare la 220 per i fusibili, l'altra coppia invece li esclude e addio protezione.
Credo che in fiat abbiano scelto la via di non far rovinare i fusibili in caso di sovratenzione dalla linea di casa.
Naturalmente scherzo,avranno dei buoni motivi.
Comunque le mie due 600 erano colleg così, e anche quella di Tonini,perchè dalla foto si intuisce la coppia di mors bruciata.



Se il CB è come nelle mie foto sono dello stesso lotto di quella che ho preso io , cioè prima serie!
Nella seconda c'è un'altro CB. (vedi foto comune di Modena).




Per il momento di scendere il pacco batt post non se ne parla, e poi voglio essere indipentende dal meccanico, appena possibile farò un bel buco per terra di un metro x tre, profondo 1,50 e ci parcheggio la macchina sopra,
non sto scherzando!!!



Bell'idea , tieni presente però che il cassone sotto alla vettura pesa 20kg x 10 batt = 200kg , e che il cassone è in lamiera ; nella parte a T posteriore tende a flettersi smontandolo...deve essere ben appoggiato.

Discorso leggermente diverso per quello anteriore , cioè 20kg per 8 batt = 160kg...ma è infilato in posizione molto precisa , smontando il paraurti anteriore si lavora meglio.




Volevo intanto prendere delle batterie prestate o d'occasione per provare l'inverter e il motore e magari poterla spostare con comodità, ma sono scoraggiato da tutti quei accessori di sicurezza che sicuramente(non posso dirlo per sicuro perchè non ho lo schema completo)non faranno funzionare l'inverter.



Cioè puoi fare delle prove , ma devi comunque pre-caricare l'inverter con in serie una resistenza , altrimenti fai uno scintillone che la metà basta!!!!





Poi mi chiedo: perchè non dovrei usare in futuro le normali batterie piiombo/acido(non sono esperto in materia) che costano meno della metà e pesano di meno?
Sara una questione di gas(io parcheggio la macchina sempre fuori), oppure di resa( mi accontento anche di 40km di autonomia) di equalizzazione di durata e altro ancora?

Queste sono domande che mi pongo.

Ciao a presto

Allora le normali batterie le puoi usare senza problemi , solo che se esce l'acido distruggi il cassone e non te ne accorgi.
L'equalizzazione ... potrebbe esserci il problema lo stesso... con i moduli CCM si risolve..tieni presente che ci sono in serie ben 108 moduli da 2,1Vdc (dentro ogni batteria ce ne sono 6...) quindi una piccola differenza ci può stare...

Io propongo la modifica alla Falci Riccardo , cioè litio polimeri , 80kg di peso solo nel cestello batterie anteriore ; nella parte bassa la batteria , nella parte alta l'elettronica di controllo , 100km di autonomia , stesso prelievo dalla rete elettrica (14kwh) però il pacco batteria costa molto di più....e con una piccola modifica si utilizza lo stesso CB. (http://www.youtube.com/watch?v=Odq7kMeP0s4)

......ecco chi le ha prese a palermo dall'annuncio su subito.it!!!!!!!!!!!


Ciao

Fox

gattmes
23-07-2009, 10:13
Allora.. contorcendo la materia grigia.. mi "sovviene" un workaround.

Attenzione: le operezioni di seguito elencate devono essere eseguite da personale esperto e qualificato per interventi su impianti alla tensione presente (circa 300V in continua)

Per prima cosa occorre procurarsi un alimentatore da laboratorio.. anche di pochissima corrente, ma che deve avere le seguenti caratteristiche:
1) limitazione di corrente impostabile a piacere e lineare (no protezione a scatto!): deve poter funzionare in limitazione per ricarica in CC "costant current"
2) tensione massima d'uscita di 75V

Prima di procedere occorre scollegare la centralina di controllo sella stato di carica (SOC) batterie (BM).
Assicurarsi che il fusibili di trazione S37 sia integro e al suo posto (altrimenti interrompe i collegamenti). Circa gli altri (S38-S39) la presenza/funzionalità è al momento indifferente.
Vedere pag 2 dell'allegato "10E"

A questo punto dovrebbero essere disponibili i collegamenti ... quantomeno quelli dei blocchi! (Attenzione .. sono adatti a basse correnti!)
Sono disponibili sul connettore centralina.. o sui connettori dei cestelli batteria (parte anteriore sinistra e parte posteriore "sotto")
Le bat sono infatti "monitorate" a blocchi di 5 o 4 (tensione 0, 60, 120, 168, 216)

Conseguentemente è possibile procedere al tentativo di ricarica (molto blanda, mi raccomando!) a blocchi.

Blocchi da 5
Impostare ad esempio una tensione massima tra 70 e 75V ed una limitazione di corrente d'apprima molto bassa (tipo <0,1A). Collegare ai rispettivi segnali (vedere pag 2: non tra 0- 60, 0- 120, 0- ... ma su quel blocco.. così se è quello tra 60 e 120 dovrete mettere il meno sul segnale 60 e il più su 120), esempio tra 0 e 60V (o 60 e 120V, ecc) con le opportune polarità.
Prendere una misura prima della tensione qui presente. Quindi procedere alla prima ricarica verificando che la tensione non arrivi immediatamente al valore massimo (alim fuori limitazione di corrente).
In tal caso le bat sono abbastanza ko. Si può provare a lasciarle in questo modo di carica (bassa corrente) e vedere come reagiscono.
Viceversa (se non sale circa "a gradino") si può procedere ad una carica un pò più vigorosa (occhio alle capacità dei collegamenti e relativi fusibili (S45, S46, ecc.)

Fatto un "risveglio" su un blocco si passa al successivo...

Blocchi da 4:
impostare semplicemente una tensione max 55-60V e procedere come per i 5.

Ricordo (foglio 10B "Inverter", pag. 20) che l'inverter NON lavora sotto i 110V.. tuttavia al di sopra dovrebbe funzionare e azionare il motore anche se con prestazioni ridotte (110-140)

Se funziona/utile diamo numero(/nome) e lo mettiamo tra i trucchi e consigli

Nb.. sui cestelli dovrebbero essere presenti anche i collegamenti alle singole batterie. Nel caso basta un alim a 15Vmax. o un comune cb da moto (usato con la stessa "filosofia"..).
In questo secondo caso.. se i fusibili di protezione sono posti "dopo", a valle dei connettori di cestello, (non ricordo a memoria, verificare) non dovrebbero esserci problemi (se rimanete nell'intorno di 1-2A.. i fili sono piccoli!), viceversa la corrente erogata dovrò essere commisurata e inferiore al loro valore (non ricordo a memoria, verificare!)


NB lo schema del BM lo travate nella discussione relativa:
http://www.energeticambiente.it/fiat-seicento-elettra/14719101-fiat-seicento-elettra-bm-battery-manager.html

FRANCO_BIELLA
23-07-2009, 13:19
Hai fatto bene a prenderne 2, anch'io ne sto cercando una seconda per ricambi/prove.
Ti capisco sul fatto di rendersi indipendenti dal meccanico, io alla fine mi sono procurato un ponte sollevatore usato.

Se riesci a ricaricare un po' le batterie come descritto da gattmes dovresti poi riuscire a far 'partire' il suo caricabatterie e continuare la carica.

Riguardo l'uso di batterie normali so di qualcuno che l'ha gia fatto e, come dice fox, non dovrebbero esserci problemi a patto di usare batterie di buona qualità.
L'autoscarica sarà un po' maggiore e saranno più sensibili al freddo.
Anche la capacità dichiarata è sempre un po' abbondante.
Non so se riuscirai ad arrivare a 40 Km di autonomia, magari in estate si.
Il problema principale sarà però la disequalizzazione infatti le batterie AGM che montavano all'inizio richiedevano la riequalizzazione ogni 1000 Km.
Per risolvere questo hanno poi montato su ogni batteria una schedina (CCM) che uniformizza le batterie in fase di carica. Questa schedina viene venduta dalla Exide e credo che costi attorno ai 50-60 euro cad.

Ciao, Franco

gattmes
23-07-2009, 13:47
Ciao Franco... se leggi un po "indietro" vedrai che ci sono già molte info sull'equalizzatore.. prezzi, foto opinioni, ecc.

Per le bat "normali" in aggiunta posso dire (e se lo dico...) che un altro problema è la "vita": durano niente cicli (ovvero dopo poche decine la capacità è già ben sotto il "nominale")

giarmelo
23-07-2009, 23:42
Dopo i vostri chiarimenti adesso ho qualche dubbio in meno riguardo le normali batt ac/p.

Grazie Gattmes per gli ulteriori schemi in pdf, incomincio così ad avere un quadro più completo della situazione, anche se qualcosa forse mi manca ancora.

Questo pomeriggio ho inziato a caricarne una di batteria(del cestello ant./sup., la tensione era di appena 2,5 volt, ha iniziato a caricare con 11,5volt ed una corrente di 0,02amp. naturalmente e il CB che va su questi valori.
Domani(anzi oggi) vedrò cosa succede.

Vi terrò informati.

Ciao.

tonini_mingoni
24-07-2009, 07:02
Dopo i vostri chiarimenti adesso ho qualche dubbio in meno riguardo le normali batt ac/p.

Grazie Gattmes per gli ulteriori schemi in pdf, incomincio così ad avere un quadro più completo della situazione, anche se qualcosa forse mi manca ancora.

Questo pomeriggio ho inziato a caricarne una di batteria(del cestello ant./sup., la tensione era di appena 2,5 volt, ha iniziato a caricare con 11,5volt ed una corrente di 0,02amp. naturalmente e il CB che va su questi valori.
Domani(anzi oggi) vedrò cosa succede.

Vi terrò informati.

Ciao.

0,02Amp.??? allora tra una settimana avremo notizie se è buona o no!:):):):):)

Ciao

Fox

giarmelo
27-07-2009, 13:20
Ciao a tutti.
Avevi ragione Tonini,dopo circa una sett. posso darvi qualche notizia della batteria di prova.

Sto utilizzando un vecchio CB di venti anni fà, 12/24 volt 12amp.
La batteria in prova credo sia tra le più esaurite del lotto, con un voltaggio di circa 2.5 volt.
Il voltaggio delle 18 batterie e di 81 volt (pin B8 e B18), quindi circa 4.5 volt per batt.

Ho iniziato con una carica di 2 milliamp.* 11.5volt(carica gestita dal CB a12volt) e lo lasciata cosi tutta la notte
Il giorno dopo la tensione ai morsetti era di 3.2 volt, allora ho deciso di usare ilCB a 24 volt(altrimenti non sarebbe bastato un mese!!!) per una ricarica più vigorosa, cosi il CB funziona con una corrente di 23milliamp(0.02amp!!!) e 20.5volt

In questo modo di giorno in giorno la batteria è migliorata ed è ucita dal coma profondo.
Naturalmente ho sempre controllato la corrente di carica e la temperatura, e nel dubbio ho utilizzato un temporizzatore per staccare il CB (1 ora spento,4 ore acceso)quando non potevo controllarla.
Quando la batt si è riscaldata(+- 45c°) ho selezionato 12v sul CB in modo di farla riposare e raffreddare.

Questi sono i valori:
1°giorno - Vbatt 2.5volt CB a 12v - 11,5volt - 0'001amp.
2°giorno- Vbatt 3.2volt CB a 24v - 20.5volt - 0,023amp.
3°giorno - Vbatt 5'8volt CB a 24v - 20'3volt - 0,090amp.
4°giorno - Vbatt 7.5volt CB 24v - 20 volt - 0.180 amp.
5° g - Vbatt 9'3volt CB 24v - 19'6volt - 0,650 amp
6° g - Vbatt 10,2volt CB 24v - 19.5volt - 1,300 amp
CB 12v - 11,9volt - 0,150 amp.

Vbatt=tensione batteria con CB scollegato

* nota:nel mio mess precedente non ho scritto 0.001amp. x non farvi preccupare del tempo necessario per avere la risposta, però il 0,02 ti ha sconvolto in ogni caso Tonini. :cry:

Scherzo naturalmente,ciao a presto. :bye1:

gattmes
27-07-2009, 18:30
20V sulla bat.. probabilmente provocano un bel... "scombussolamento"..
..forse allora qualche placca solfatata si distacca.. e materiale attivo torna alla "ribalta".

La cosa è comunque degenerativa (nel senso che le bat sono poi sempre da sostituire)..ma qui preme sapere se il tutto.. merita una sostituzione (mi sembra, no?) quindi.. avanti così.. e vediamo se una tenuta di....non 40-60km, ma almeno di cinque minuti (sopra i 110) si riesce a ottenere!

Vai ..e .. in bocca al lupo!

giarmelo
27-07-2009, 19:13
Ciao Gattmes, si! mi hai capito al volo.
Per recupero batteria intendevo proprie poter fare la prova per controllare il tutto, e sono d'accordo che sarà un miracolo far stare le batterie al di sopra dei 110 volt, anche x qualche minuto.

Adesso ho bisogno di capire come posso collegarmi alle batterie senza smontare tutto.
Mi sembra di aver letto qualcosa sul forum.

Dopo di chè. passerò alla fase 2°,molto interessante!

Ciao. :bye1:

giarmelo
28-07-2009, 19:25
Ciao.
Domani inizio con la carica del blocco batt. 18-14, cioe pin B18 e B5.

Mi arrangerò con gli strumenti che ho :
n° 3 caricabbatteria messi in serie( CB bicielettr.44v-1.8amp+CB univ.14/24v-1,8amp + CB auto 12/24-12amp.

Terrò la corrente sotto controllo e poi si vedrà.

Mi auguro buona fortuna!

Ciao a presto :bye1:

gattmes
29-07-2009, 09:19
Allora serve il "10F", che allego parzialmente (pag 10-13)....

PS non fare "porcate" in serie.. carica le bat una ad una (sono gìà cosi 6 celle in serie...).. eventualmente in contemporanea (occhio a riferimenti e/o tensioni.. consiglio blocchi/bat consecutive.. sconsiglio caldamente di ricaricare esempio la "prima" con un CB e la "diciottesima" con un altro CB)

giarmelo
29-07-2009, 17:28
Adesso con gli schemi in mano, posso iniziare la carica delle batterie una ad una.

Ti sono riconoscente Gattmes,a presto, ciao.

ruggybari
31-08-2009, 11:54
Ciao,
ho acqustato da poco una 600 elettra è stata ferma per circa 2 anni e provando a ricaricarla per circa 15 ore ho notato che le batterie anteriori sono a circa 5v, cosa posso fare??'

carest
31-08-2009, 12:07
ciao ruggybari benvenuto nel forum
Puoi sostituirle con altre in buono stato, oppure provare a ricondizionarle, seguendo tutti i suggerimenti che trovi nel forum.

Credo che se dai maggiori informazioni (dove/da chi l'hai presa, km effettuati, stato generale dell'auto, tipo di batterie originali o già cambiate e magari qualche foto) gli altri utenti in possesso di una 600 possono darti volentieri una mano.

saluti
carest

ruggybari
31-08-2009, 12:37
è una 600 del 2000 km 11000 pacco batterie tudor dryfit 12v 55ah, ho riscontrato il caricabatterie guasto in quanto non si illuminava il led interno mettendolo in on, aprendolo ho appurato che si trattava del pulsante difettoso, "avete per caso trovato il ricambio?"ma pur facendolo acecndere non si carica

gattmes
31-08-2009, 13:38
si trattava del pulsante difettoso
Non è che manca la .. massa di rete?

ruggybari
31-08-2009, 13:47
Provato aperto ho notato che premento il pulsante il contatto non avveniva, spiegandomi meglio" vi è 1interruttore che premendolo rimane regolarmente chiuso , led acceso e al termine della carica un relais eccitato lo fà aprire" anche tentando di caricarla per diverse ore lo stato delle3 batterie anteriori risulta a 5v, ho provato a caricarle singolarmente con 1caricabatterie esterno le stesse si caricano fino a 12v circa e successivamente provando a ricaricarle con il circuito suo le stesse scendono nuovamente, da dove devo iniziare a metter mani?purtroppo la vettura è stata ferma per circa2 anni

gattmes
31-08-2009, 21:03
Penso che ti riferisci a quello sul cavo di alimentazione:
eliminalo... attacca una spina direttamente li (e normale.. non industriale)


All'accensione il CB parte sempre piano.. e quando stacchi che hai 3kW in transito (ma basta esser lesti.. o usare un bipolare opportuno da qualche parte)

RIspiego: sul filo non deve esserci niente.. da una parte la spina Mareshall che va all'auto.. dall'altra la spina 16A che va ad una comune pressa 230Vac....

ruggybari
01-09-2009, 07:21
Ok , quindi provo ad eliminare tutto il resto e mettere diretto una presa normale, non appena si libera il ponte la smonto e verifico tutte le batterie e tento di caricarle singolarmente, ti ringrazio per il consiglio

FRANCO_BIELLA
02-09-2009, 07:15
Ciao, considera che le batterie hanno una vita media di 4/5 anni dopo di che vanno sostituite. Oltretutto stando ferme a lungo scariche si accelera il decadimento delle stesse.
Io dopo 2 anni sto già cominciando ad avere alcuni problemi.

Fammi sapere quando hai smontato le batterie che ti chiedo qualche informazione, mi sa che tra un po' dovrò farlo anch'io

Ciao, Franco

giarmelo
02-09-2009, 18:09
Ciao a tutti.
Dopo un mese circa sono riuscito a provare la mia seicento.
Le condizioni iniziali erano più o meno quelle descritte dal nuovo arrivato ruggybari che saluto.
Prima di iniziare a scrivere tutto il procedimento, voglio ringraziare vboi tutti del forum, senza i vostri consigli non sarei riuscito a finalizzare il mio obbiettivo che era quello di constatare se a parte le batterie guaste il resto funzionasse.
Il primo poblema che ho riscontrato e risolto è stato il morsetto del cb, come bene già descritto e foto nel forum.
Poi visto che il cb non partiva perchè la tenzione totale delle batterie era di 80volt( la minima richiesta mi pare sia di 110v) ho iniziato a caricarle una ad una per mezzo dei pin, e per fare ciò ho utilizzato un caricabatterie universale per pc con la tensione regolata a 15v(tens. min del cb xpc) e cosa ancora più importante per collegarmi ai pin(è molto facile fare fuochi d'artificio)ho utilizzato del cavo singolo da 2,5mm senza spellare la guaina ma allargandola con un punteruolo e togliento anche qualche filamento in modo che il pin si incastra bene e sopratutto senza rischiare di fare casini per cosi anche volendolo non si può sbagliare.
Per ogni batteria ho impiegato circa 32 ore(la tensione media delle batt era di 4volt)per portarle a circa 12,5volt con una corrente iniziale di pochi milliamp. mi pare circa 0,015 amp.e forse meno,fino ad arrivare a circa 1,5-3,5 amp.
Raccomando di non esagerare con la carica appena si arriva circa 12,5 volt e bene passare all'altra batteria, per esperienza ho notato che le batterie con una tenzione sotto i 4v hanno impiegato circa 40 ore, quelle superiori a 4v circa 30 ore.
Finita tutta la sequenza mi sono ritrovato(dopo circa un mese) con 196 volt totali e cosi il cb della macchina e partito e ho continuato con la carica tutta la notte.
Voglio sottolineare che ho voluto caricarle prima tutte col cb del pc,senza pensare alla tensione minima di 110 volt per far partire il cb della 600, come consigliato da gattmes e i risultati sono stati icredibili.
Però adesso devo andare, domani o un'altro giorno vi dico il resto,

Ciao a tutti, a presto.:bye1:

giarmelo
03-09-2009, 21:02
Ciao a tutti.
Continuando il post di ieri, dopo aver caricato le batterie ho provato ad accendere la macchina e sorpreso sono riuscito a fare circa 5 km(e pensare che speravo di riuscire almeno a spostarla).

Ho ricontrollato le batterie e mi sono accorto che la 13° era scarica(8volt) mentre le altre ancora mi davano circa 12,3volt, ed allora lo completamente esclusa, e sono riuscito a fare altri 15 km,cioe in totale 20km.

ho di nuovo ricontrollato le batt. e c,era ancora un'altra batteria totalmente scarica(6volt) mentre le altre mi davano circa 12volt.

Questa volta la batteria si trova sempre nel vano anteriore ma sul piano inf. quindi difficile da cambiare(parlo di cambiare perchè sarebbe esagerato bypassare anche questa, pensando poi di ricaricare le batt.

La spia M si accende ed è naturale visto che giro senza una batteria.

Ho avuto poblemi di potenza di trazione perchè il SOC segnava riserva, ho usato il gattmetodo ed ho risolto il poblema, anche se ho notato che con il quadro spento e il cb acceso il SOC non si ricarica, non so se è normale.

Ho sempre girato con il voltmetro sul cruscotto per non rischiare di rimanere a piedi.

Avrei bisogno di istruzioni per il smontaggio del cestello anteriore.

Una raccomandazione per chi si accinge per la prima volta a mettere mani, state attenti, ho già preso due fiammate alle mani e sono stato fortunato, ogni volta che ho fatto qualcosa sapendo di rischiare, mi è andata male ed ho bruciato quasi tutti i pin del cestello post.( escluso quelli per la BM per fortuna perchè protetti dai fusibili).
So già in partenza che queste raccomandazioni non serviranno, ma ho il dovere di avvisare.

Per il resto posso solo dire che la 600 è veramente fantastica da guidare, la notte col giorno di differenza con le normali auto a combustione.

Lo fatta guidare a mia cognata che mi dice che gli ricorda qualcosa ma non riesce a capire, ed allora io gli dico: lo so io cosa ti ricorda! Ti ricorda un'AEREO IN FASE DI DECOLLO!! e mia cognata: E VERO! E VERO!!

CIAO a Tutti,a persto! :bye1:

ruggybari
11-11-2009, 07:55
Ciao sto per sostituire le batterie con quelle nuove, mi sapete dire se c'è qualche procedura che si effettua dopo la sostituzione? le mie vecchie risultavano completamente da buttare non raggiungevano la carica, quindi la vettura ha letto carica pari a zero

Bisi
11-11-2009, 13:14
Ciao sto per sostituire le batterie con quelle nuove, mi sapete dire se c'è qualche procedura che si effettua dopo la sostituzione? le mie vecchie risultavano completamente da buttare non raggiungevano la carica, quindi la vettura ha letto carica pari a zero

Per quanto mi riguarda io ho solo staccato il fusibile generale posto davanti nel cofano e poi se posso darti un consiglio, fotografa tutto cosi quando rimonti in caso di dubbi puoi verificare facilmente.
p.s. io passando dalle batterie al piombo a quelle nuove al gel ho poi dovuto aggiornare il CB e cambiare la BM con una con software più aggiornato, se invece la tua 600 è di seconda generazione già monta le batterie al gel non avrai nessun problema.
ultimo consiglio: se monti le batterie al gel valuta seriamente la possibilità di montare anche le CCM (centraline sopra ogni batteria) il costo lievita molto ti eviteranno molti problemi in futuro di disequalizzazione e aumenteranno sensibilmente la longevità delle batterie.
ciao spero di esserti stato utile.

tonini_mingoni
27-01-2010, 20:52
Vorrei condividere con voi alcune impressioni che ho...dal ripristino della 600 ad oggi ho percorso 9000km...dopo il rpiristino non avevo inserito le CCM e percorrevo 65km ; l'indicazione dell'ago della lancetta della SOC era coerente con la SOC delle batterie.
La vettura l'avevo ritirata in agosto.In novembre ho cominciat ad avere i primi problemi di lancetta SOC che si abbassava rapidamente , i km che percorrevo erano meno a parità di carica delle batterie...
Qualche allarme di disequalizzazione mi hanno fatto pensare ad un degrado delle batterie e allora ho inserito le CCM e sostituito 3 batterie con altre in garanzia...
Sempre in novembre il caricabatteria a freddo non parte...

Dall'agosto 2008 ad oggi posso dedurre che : le batterie al pb con il freddo degradano tantissimo e non sono il massimo per una percorrenza decente.

Lo sviluppo della 600 è stato fatto solo ed esclusivamente in città "calde" e tutti i sistemi ottimizzati a funzionare in queste città...


Cosa ne pensate???

Ciao


Fox

Bisi
28-01-2010, 08:40
Ciao tonini, anche a me da quando è iniziato l'inverno le batterie hanno diminuito la percorrenza, (ma fortunatamente trovandomi a Roma il problema è ridotto) ma è normale poichè le batterie al piombo o al gel soffrono molto il freddo. Le seicento vendute in zone fredde erano state dotate di tappetini riscaldanti posti sui pacchi batterie e questo ti fa capire che la FIAT ha sempre saputo che la 600 soffriva il freddo e ha cercato di rimediare come poteva calcolando anche la tecnologia dell'epoca. secondo me l'unica soluzione è sostituire le batterie al gel con delle batterie al litio(costo permettendo).
Purtroppo la piccola 600 cosi come mamma FIAT l'ha fatta ha dei limiti oggettivi.

ruggybari
28-01-2010, 10:38
Ciao,
vorrei capire cosa intendete per CCM?vorrei riuscire a capire quando staccare l'alimentazione a piena carica, di solito la mia arriva a riserva a 45 km e la riserva quanto dura?la ricarica dalla riserva a quasi completa dura circa 3 ore, ho montato delle batterie nuove a gel da 65 ah marca haze per il resto non ho problemi è abbastanza scattante

gattmes
28-01-2010, 12:47
Piccole precisazioni
Soluzioni freddo "per l'epoca" -> è previsto un tappettino riscaldante per le batterie (che ovviamente si alimenta con le stesse :oops:)

14KWh (o quello che è) lato rete.. non sono proprio quello fornito alle bat.. per via dei rendimenti del CB. Inoltre "nelle" bat non ci finisce tutto quello a loro fornito per via dei rendimenti di ricarica, dipendenti anche dalla corrente, ecc. (poi c'è anche il rendimento in scarica..)

Inoltre, usando i moduli di equalizzazione (CCM) può esserci una ulteriore "dissipazione" d'energia sulle batterie che ne hanno in eccesso (ovvero raggiungono per prime qualcosa verso il 100%) in carica

.....
:bye1:

tonini_mingoni
29-01-2010, 16:47
Piccola precisazione i tappetini vengono alimentati dalla 220Vac in fase di ricarica...

però...in qusti giorni , alla ricerca di un CB e batteri diverse per la modifica in futuro della 600 ho contattato la www.hztiecheng.com tramite skype con nancylooloo che è un loro tecnico / commerciale che mi ha proposto un CB per la 600 modello TCCH-216-08 a circa 400$...

La hztiecheng fornisce i CB alla twike...mi sembra di avere capito...spero bene...

Comunque il CB in questione è programmabile...non direttamente , ma occorre lavorarci su un pò e forse si può avere il sw per potere cambiare le curve di ricarica...speriamo!!!!

Comunque può essere una valida alternativa questo CB anche se non ha le uscite per pilotare i teleruttori di pre- e carica...

Ciao

Fox

n.b. potete contattare Nancy cercandola con skype!!! è molt gentile!

Ciao

Fox
<input id="gwProxy" type="hidden"><!--Session data--><input onclick="jsCall();" id="jsProxy" type="hidden">

gattmes
28-02-2010, 15:22
Piccola precisazione i tappetini vengono alimentati dalla 220Vac in fase di ricarica...si, vero.. mia svista/baco di memoria


Intanto si è/ho tronata/o la BM(BMS)... Grrrrrr....:ranting:

...e vai con il "reverse engineering"...

tonini_mingoni
01-03-2010, 13:44
si, vero.. mia svista/baco di memoria


Intanto si è/ho tronata/o la BM(BMS)... Grrrrrr....:ranting:

...e vai con il "reverse engineering"...


ne vuoi una?

Ciao


Fox
<input id="gwProxy" type="hidden"><!--Session data--><input onclick="jsCall();" id="jsProxy" type="hidden">

gattmes
03-04-2010, 14:09
(poi cancello)
informo che tutta la "roba" (che ho avvistato) sulla BM (centralina battery manager) è stata spostata in una nuova discussione dedicata:
http://www.energeticambiente.it/categoria-m1/14719101-fiat-seicento-elettra-bm-battery-manager.html

Nota: a causa di un problemino in fase di moderazione ho accidentalmente fuso questa discussione con quella del batterie-monitor (discussione sulla progettazione di un misuratore di ogni singolo elemento). Ho poi rimediato al tutto, ma ho dovuto "ricreare" la discussione BM e aggiornare il link qui riportato. Se avete un Vs rimando e/o bookmark potrebbero non funzionare (aggiornali al nuovo ID discussione)

stefanoPc
13-05-2010, 07:53
[omissis (gattmes)] - messaggio sdoppiato: ogni copia tratta di un singolo argomento nella discussione opportuna
Volevo chiedervi se potete dirmi le dimensioni di una batteria.
Mi sto informando da un costruttore di batt. qui vicino che me le farebbe appositamente da trazione con elettrolita liquido.
Ho letto buona parte di questa discussione ed ho visto un sacco di info interessantissime .
Mi piacerebbe mettere un circuitino di equalizzazione per ogni batteria ho gia un circuitino semplice semplice in mente da provare...
E da quanto ho letto anche il carica batterie meriterebbe una bella sitemanta con un pic ...
Grazie a tutti delle info

gattmes
13-05-2010, 08:49
[omissis (gattmes)] - messaggio sdoppiato: ogni copia tratta di un singolo argomento nella discussione opportuna
Per le dimensioni/foto delle bat: nuovamente ti invito a guardare nelle pagine precedenti.. dove ricordo che tonini_mingoni ha messo molte foto, da cui spesso si vedono sigle/modelli... e credo riportato anche direttamente queste ultime.
Nota sul cambio di tipo bat (agm/gel.. liquido): c'è la possibilità di una indicazione "fasulla/imprecisa" del residuo di carica (occorre eventualmente adeguare il sw della BM)..

tonini_mingoni
13-05-2010, 18:50
Le batterie hanno dimensioni :

297Largh x183Lungh x190Altezza compresi i morsetti , occhio che se non hanno questa misura potrebbero toccare il carter in alto.

Ciao

Fox

n.b. per i mods e tutti...chiedo scusa...

stefanoPc
17-05-2010, 16:01
Ciao
Mi sono informanto bene ma le batterie che volevo mettere sono alte 21Cm ...
Non ci stanno proprio ???

Quanto costano 18 batt exide ??

Grazie Stefano

tonini_mingoni
18-05-2010, 07:30
...ciao le batterie alte 21 non ci stanno , nel cestello sotto alla vettura non c'è moltissimo spazio e la copertura del carter potrebbe toccare i morsetti visto che è lamierone piegato...

Le batterie in exide costano circa 120€+iva.

Ciao

Fox

stefanoPc
18-05-2010, 09:17
Scusami se ti tempesto di domande...
Nel cestello anteriore invece ci starebbero alte 21cm ??

Grazie ancora Stefano

tonini_mingoni
18-05-2010, 13:25
Fox' 1999 Fiat 600 Elettra (http://www.evalbum.com/2123)

guarda la foto del cassone delle batterie basso...

Non sono sicurissimo , ma anche nel cestello anteriore non ci stanno.

Ciao

Fox

stefanoPc
18-05-2010, 15:59
Scusa gattmes per la curiosita' ma che batterie hai ?
Ciao Grazie

gattmes
18-05-2010, 17:04
Le bat dovrebbero essere un po' più grosse (dovrei smontare e misurare..)
Credo che le centrali/posteriori ci sono state senza problemi.. invece anteriormente hanno dovuto modificare lievemente il contenitore.. la differenza è di pochi mm.. può anche essere che in realtà la differenza sulle bat non c'è.. ma c'è sulla terminazione/poli (di tipo differente)

Circa bat al litio:

... ,l'autonomia e' migliorata in parte per il minor peso ed in parte per le prestazioni delle batterie TS-LFP200AHA...Infatti da una parte serve meno per salire/accelerare... ovviamente poi si recupera meno in discesa/frenata.. Tuttavia visto che i rendimenti "avanti"/"indietro" globali (bat + resto)non sono 100%.. meno peso significa più autonomia comunque.
C'è da dire che le litio vanno verso 90% di rendimento (parlo di solo bat.. dato LCP.. le LFP..mhhhhh .. mahhh.. dipende poi sempre dalle condizioni d'uso) .. contro poco oltre 50% delle Pb.. conseguentemente la cosa è ancor più accentuata,, considerando anche che, per quanto appena scritto, con le Pb l'uso è meno "livellato"..

Vista la nostra esperienza forse per avere 100km di autonomia per la fiat 600 sono necessari degli elementi da 80ah contro i 55/60 ah delle piombo o gel,infatti parlando tempo con il Sig. Falci Lui installa un pacco kokam da 80ah per avere circa 100km di autonomia.Qui c'è qualcosa che non mi torna.. con le Litio si sta meglio.. tuttavia forse il problema è nel fatto che con le Pb si è ben al di sotto dei 100km (nonostante le specifiche ufficiali)


Poi per le batterie Litio bisogna per forza di cose installare un bms con dei rele' per overvoltage e cutoff altrimenti si danneggiano.

Infine ci sarebbe da scrivere un "poema" per studiare il sistema di carica in maniera equalizzata le batterie in serie.

Noi abbiamo optato per il caricabatterie originale da 40amp. di bordo per una carica veloce ma non equalizzata con l'aggiunta di 16 "piccoli" caricabatterie litio 3,7 volt cut off 6amp per terminare la carica equalizzata.

Naturalmente i due sistemi di carica lavorano separatamente prima quello di bordo da 40 amp poi raggiunta una determinata tensione di carica del pacco stacca e partono i 16 caricabatterie per terminare ed equalizzare la carica.[ndr 16 x 3,7V.. fa meno di 60Vnominali Bohhh c'è qualche numero che non torna]

Dalla mia esperienza di oltre 6 anni con le TS... direi che il BMS a bordo veicolo non è per me la scelta giusta, specialmente se di tipo "software" (ovvero misura qua e la ed agisce sulla centralina di trazione o giù di li.. per capirci come fa ora la BM)

Visto anche i costi delle bat/modifica:
- penso poco accettabile che il deterioramento di un singolo elemento o la rottura comporti riduzione d'autonomia (o fermo totale veicolo)
-penso anche che si debba superare il concetto del cambio completo del pacco batterie (rimanendo sulla stessa chimica)
-..ciliegina sulla torta sarebbe bello sostituire i blocchi al Pb gradualmente

Quel che ho.. "visto".. dovrebbe risolvere gli arcani principali.. ma anche il discorso equalizzazione.. nella fase di fine carica... ma anche in scarica completa o giù di li!
(Quello che ancora mi piacerebbe risolvere.. ma non in maniera complicatissima.. è la perdita d'energia nelle eventuali equalizzazioni di fine carica.. avendo già anche praticamente risolti quelli circa.. quella che chiamo fine scarica)

-------------------
Parlando in generale un VEL dovrebbe avere una bat stile "Prius".. un "tampone" tra un biberonaggio e il successivo (quindi di ridotta capacità)
la cosa è fattibile, ma servono infrastrutture.. (e neanche tante spine/prese/cavi.. visto che la 600 non vola.. ma sta ben per terra..)

-------------------

Infine insisto (anche se i "grossi" del settore continuano a mandarmi a quel paese.. [di moda ultimamente :)]: l'auto deve essere indipendente dalle bat.. come lo è una radiolina, un giocattolo, ecc.
Deve avere una "targa" ..come ha un TV, un microonde.. un frigorifero.. con scritto che cosa "accetta"/assorbe alla spina
(Tensione nom, corrente max, potenza max.. e simili)

------------------

cambiando discorso stavo valutando un.. "generatore".. a bordo da 130W (facciamo 100 utili)... costo attuale sugli 800 € in calo.
Per far ciò sarebbe bello interagire con l'attuale BM (circa il quale sono a buon punto con il reverse eng. della parte a tensione di trazione.. a breve se ho tempo aggiorno l'opportuna sezione)

stefanoPc
19-05-2010, 17:43
Piombo con elettrolita liquido?
Ciao

stefanoPc
06-07-2010, 15:58
Secondo voi ci sono problemi particolari se al posto delle batterie da trazione a gel io montassi quelle con elettrolita liquido?

Vorrei tentare questa strada e a mio avviso il problema piu grave è il rabbocco di acqua per farlo c'è da smontare il pacco batterie una vera comodita...:bored:

La resistenza ai cicli invece è di gran lunga superiore a qualsiasi batteria a gel e anche il problema disequalizzazione è meno sentito.

Tra l'altro anche il costo è inferiore...

Voi cosa ne pensate?
Ciao

stefanoPc
08-07-2010, 16:17
(x Gattmes) batteria elettrodo positivo tubolare resistenza ai cicli maggiore di 1200 con scarica all'80 per cento costo circa 100 euro a batteria ivato

stefanoPc
11-09-2010, 00:31
Ieri ho ritirato le otto batterie nuove alla Exide.
Si comincia a rimontare tutto e poi viaaaaaaaaaaaaaa:bye1:

stefanoPc
17-09-2010, 12:52
Ciao a tutti
Ho rimontato per benino le batterie funziona tutto perfettamente meno la cosa piu importante!!!:cry::cry::cry: la macchina è ferma

Il sistema di inserimento batterie funziona (luce verde ok),
il carica batterie da rete funziona correttamente,
l'inverter carica batteria servizi funziona correttamente
ma l'inverter motore non da cenni di vita.
Ruotando il selettore marcia sul pannello del cruscotto non si accendono le spie relative alla posizione del selettore nessun altro allarme acceso tranne riserva batteria (il primo a sinistra).

le 4 tensioni delle batterie (60 120 168 216) arrivano correttamente al B.M.
L 'arpionismo funziona correttamente e una volta inserito fa accendere la relativa spia sul cruscotto.

L'inverter è correttamente alimentato e sembra mancare un consenso ma non saprei quale perche non ci sono allarmi.
Mi sapreste dire quali consensi arrivano dalla B.M. verso l'inverter trazione
Vedo due fili che li collegano pin 36 e 60 ma non si capisce a cosa servono.
Grazie :bye1:

tonini_mingoni
17-09-2010, 18:26
Hai sostituito solo quelle del cestello anteriore di batterie o anche quelle sotto?

Ciao

Fox

stefanoPc
17-09-2010, 20:55
Ho smontato i due pacchi batterie le ho provate scartate le guaste( 8 sostituite con quelle nuove) equalizzato rimontato tutto ... che lavoraccio senza attrezzatura da officina.
Ciao ho trovato gli schemi del Simotion ora provo a vedere se c'è qualche cosa che non va....:) speriamo bene
Per caso qualche brava persona mi girerebbe lo schema riguardante la chiave Code E7010
Ciao e grazie

mec
20-02-2011, 10:03
Salve a tutti!

Avete per caso il codice commerciale dei due connettori che sono si cestelli anteriore e posteriore delle batterie io non riesco a trovarli!

Grazie Valerio

gattmes
20-02-2011, 11:19
Ciao,

circa i connettori circolari (sensori temp. e "prese" tensione tra una bat e l'altra) ci sono due "fornitori" a seconda della versione dell'auto.
Uno è AMP (Tyco) e l'altro... se ben ricordo... Cinch

Avevo iniziato un'indagine circa Tyco, ma non ne ero venuto a capo (dovevo sentire qualcuno di persona... poi ho lasciato perdere per il momento).
Penso che la cosa migliore risieda nella sostituzione (maschio e femmina) con qualcosa di più "normale" (pur rispettando tensioni, correnti e tenuta IPxx) ...sempre degli stessi produttori... ma più facilmente reperibile (anche dai soliti siti on line RS-components, Distrelec, Farnell, ecc.).
La cosa non dovrebbe essere di difficile attuazione, visto che spesso i connettori si staccano con semplice rotazione.

In alternativa... recuperarli da qualche veicolo alienato...

In questo giorni non ho molto tempo: appena posso allego delle foto (con dei codici) degli AMP

mec
20-02-2011, 11:27
Grazie Gattmes

Il mio problema è che nel cercare di ricaricare le batterie originali senza smontare nulla nel connettore del cestello posteriore ho fatto un corto e ho fuso quasi completamente il pin 5 mannaggia... quindi ora sono costretto a smontare tutto solo che ci vuole il ponte e io nn cel'ho....

gattmes
23-02-2011, 13:10
Ecco alcune foto del con. AMP (Tyco)............

mec
23-02-2011, 13:23
Ecco alcune foto del con. AMP (Tyco)............

I miei connettori sono diversi stasera ne smonto uno!!!

Cmq Grazie

FRANCO_BIELLA
04-04-2011, 19:59
moderazione tecnica: copia messaggio da altra sezione
Ciao Desmond, sappi che staccando la BM per 'fare ancora qualche KM' si rischia di portare le batterie ad una scarica profonda cioè troppo accentuata o addirittura a contopolarizzare qualche elemento danneggiandolo così irreparabilmente. La spia della disequalizzazione non si accende mai?
Inoltre la lettura dell'indicatore di carica delle batterie, già di per se poco affidabile, non ha + alcun senso.
Non fidarti della sua indicazione, non lasciare mai a lungo le batterie scariche ma se puoi ricaricale sempre dopo ogni utilizzo e quando non la usi lasciala sempre in carica.
Io da quando ho cambiato le batterie nel 2007 ho percorso 13000 e ho ancora la stessa autonomia di circa 50/60 Km (batterie al piombo della exide)

tonini_mingoni
05-04-2011, 17:58
Ciao Franco , però , io ho percorso 12.000km con le dryfit non senza problemi...
In inverno l'autonomia è veramente ridotta , d'estate va meglio , ma dopo pochi mesi e circa 4500km dopo l'isntallazione ha cominciato a calare l'autonomia.
Ora dovrei cambiarle...ma vedo un pò se riesco a trovare litio o altre proposte...

La differenza però sostanziale tra la tua macchina e la mia penso sia il caricabatteria ; io ho la prima serie , e penso che tu abbia la seconda...

Non è che sia questa la differenza?

Ciao

Fox

FRANCO_BIELLA
05-04-2011, 20:24
Ciao Fox, si la mia è seconda serie. Nel manuale mi pare non dica niente circa eventuali differenze nelle fasi di ricarica tra le 1 e la 2 serie.

Una differenza potrebbe essere nel firmware del caricabatterie che andrebbe aggiornato quando si passa dalle batterie AGM alle dryfit al gel.

Non so nel tuo caso ma la mia montava delle batterie AGM e, quando in Elasys me le hanno sostituite con le dryfit al gel mi hanno anche aggiornato il firmware del caricabatterie.

Non so se il mancato aggiornamento possa compromettere la durate delle batterie, le curve di ricarica sono abbastanza simili, ma può darsi che alla lunga qualche effetto ci sia.
Tu le hai cambiate nel 2008 se non sbaglio, le hai prese direttamente da Exide o da qualche rivenditore che magari le aveva in magazzino da anni?
Le batterie hanno le schede CCM?

Confermo che in inverno l'autonomia è molto ridotta, fatico ad arrivare a 40 Km e d'estate con una guida mooolto economica e in piano arrivo a 50/60.

x Desmond
Aggiornaci....

Ciao, Franco

stefanoPc
06-04-2011, 08:44
Forse non siamo nel post giusto ma mi sento di dover rispondere. Non mi sembra il caso di lasciare sempre in carica la macchina quando non si usa non fa bene alle batterie e ancora meno alla bolletta dell'enel...
Le batterie accumulano energia una volta cariche bisogna lasciarle in pace perche come si rovinano per la sovrascarica ancor di piu si rovinano per sovraccarica da evitare assolutamente specie nelle bp-gel .
Consiglio caldamente di ridurre la corrente di ricarica che è troppo elevata normalmente e di portarla intorno ai 5 o 6 A questo aiuta la batteria a caricarsi correttamente è fa lavorare meglio anche i moduli Ccm e permette di usare gli elettrodomestici in casa.
Sempre per utilizzare al meglio la batteria non bisogna esagerare con la scarica quindi in inverno la carico ogni 28 km e d'estate ogni 35 - 40.
Per controllare il tempo di carica utilizzo un timer e la batteria rimane in carica 1 ora ogni 4-5 Km percorsi dopo la stacca.
Le batterie drifit sono tra le migliori Pb gel in commercio basta avere un po di riguardo e non spremerle troppo durano anni.
Nel mio pacco batterie ne ho ancora dieci vecchie tra sei e otto anni e fanno tranquillamente il loro lavoro.
Da settembre ho percorso 2700 Km senza alcun problema.
Ciao a tutti:)

FRANCO_BIELLA
06-04-2011, 15:36
Ciao, il caricabatterie che c'è sulla 600 non è un caricabatterie da supermercato che continua a caricare all'infinito se non lo stacchi, ma credo che sia quanto di meglio ci possa essere per la carica delle batterie a pb-gel.
Se guardi al capitolo 10C del manuale è spiegato che la carica si svolge in quattro fasi.
Una fase a corrente costante che termina quando la tensione arriva a circa 260V (dipendente dalla temperatura);
Una fase a tensione costante (circa 260V dipendente da temp.) durante la quale la corrende scende naturalmente in seguito alla carica della batteria e che termina quando la corrente arriva a 0,6A.
A questo punto il caricabatteria SI FERMA e si riattiva solo quando, per autoscarica, la tensione scende a 225V riportandola a 260V con una corrente di 5A dopodichè SI FERMA nuovamente.
E così va avanti con questo 'mantenimento' finchè è collegata alla rete elettrica.
Ho parlato a lungo con l'ing. Mologni dell'exide per quanto concerne le batterie.
Si può tranquillamente interrompere la carica in qualunque momento in caso di necessità ma se possibile sarebbe meglio lasciare completare il ciclo e quando non la si usa è consigliato lasciarla collegata alle rete elettrica.
Non c'è nessun rischio di sovraccarica, anzi!!!!
Sono d'accordo nel non spremerle troppo e nel ridurre la corrente di carica e aggiungo che ogni volta che la utilizzo la rimetto sempre in carica anche se ho fatto pochi Km.
Così ho fatto dal 2007 fino ad oggi e continuerò a fare.
Chiaramente se vado via in ferie o non la uso a lungo la stacco, non si sa mai, ma prima la ricarico completamente.
Importante: le batterie al piombo vanno sempre conservate cariche.

Ciao

stefanoPc
07-04-2011, 11:35
Ciao
In teoria il tuo ragionamento è corretto.
In pratica gli elementi si disequalizzano per vari motivi gia trattati ampiamente.
Io in piu ho dieci elementi piu vecchi di sei anni rispetto agli otto nuovi.
Bene al carica batteria (che conosco bene) non importa cosa succede ai singoli elementi lui li ricarica monitorando solo la tensione totale e la corrente.
E' inevitabile che se fai terminare la ricarica gli elementi migliori saranno sovraccaricati a causa dei peggiori.
I moduli ccm tenteranno di ristabilire le tensioni corrette ma se la differenza è troppo grande probabilmente non ce la faranno.

Quindi occorre bloccare la carica prima che si completi l'equalizzazione e poi un volta ogni tanto ricaricare singolarmente gli elementi peggiori .
Non è comodissimo da fare ma è meglio che cambiare per intero i 18 accumulatori data la spesa e il lavoro.:bye1:

Gia873
07-04-2011, 13:43
Salve a tutti
ho una seicento da pochi mesi.è del 2002 quindi 2ª serie.
Ha ancora le batterie originali con le quali riesco a fare 15 Km e poi si accende la spia arancione di ricarica.
Domanda 1:
Quando attacco il cavo di ricarica senza dare tensione mi si accende la spia 12V e si spegne poi durante la ricarica (quando do corrente). Il caricabatteria DC-DC è sempre in funzione anche dopo ore di ricarica quando si spengono le ventole, lui continua ad emanare calore. mi sembra un po strano. é come se il BM non capisce che la batteria 12V è carica e gli da sempre corrente.
Le vostre come si comportano?
Domanda 2:
A fine carica (l'ago comunque non arriva al 100% ma si ferma al 60%) si spegne la spia di ricarica e le ventole cominciano a funzionare ad intermittenza. 12 secondi accese e 17 secondi spente e così via.
Quando stacco la tensione al cavo di ricarica togliendo la spina dal muro mi si riaccende la spia 12V.
La spia 12V si spegne quando tolgo il cavo dal bocchettone di ricarica.
Cosa ne pensate? è normale? o no?
La batteria 12V 44A è nuova.
Grazie a tutti

sono interessato a partecipare all'acquisto delle lifepo4 da 40 Ah.
io ne prenderei 19. Una per sostituire quella dei servizi.
Se arriviamo a 10 persone le riusciamo a pagare poco.

ciccio1459
07-04-2011, 16:07
Ciao Gia, sai per caso la tensione del pacco totale delle batterie a quanto arriva? , dovrebbe essere la prima verifica da fare, potrebbe trattarsi di una o più batterie ko!, a tutte le domande che tu hai posto, trovi le risposte nel forum divisi per sezioni, la cosa interessante che troverai risposte anche alle tue future domande ,credimi se ti danno una spiegazione puo' essere che nn afferri il concetto, a meno che tu non sia un tecnico..a troppe cose bisogna fare attenzione sulla ELETTRA. il mio è ovviamente un consiglio....ciaoo:)

_Desmond_
12-04-2011, 11:30
Ciao Franco,

grazie per i consigli! So che rischio la solfatazione ma son stato costretto, e poi credo che un appena di tolleranza ci sia, si saranno mantenuti larghi con la carica minima...a distanza di due ricariche dal delitto :D son riuscito a fare 68 km con una carica completa, e faceva ancora freschetto! percorso metà cittadino, metà scorrimento veloce facendo anche un paio di scatti...la spia della disequalizzazione mi si è accesa circa 10 gg fa ma dopo qualche minuto è sparita e dal giorno tutto regolare...mi chiedo solo perchè le ventole rimangano sempre in funzione anche a carica terminata :rolleyes:

gattmes
12-04-2011, 16:11
Le ventole dovrebbero attivarsi (almeno sul primo modello e come da "manuale") per correnti di carica eccedenti i 5 A.
Se vedi il diagramma qua: http://www.energeticambiente.it/fiat-seicento-elettra/14740032-fiat-seicento-elettra-caricabatterie-1a-2a-serie.html#post119201152
noterai la fase di equalizzazione durante la quale il CB attacca stacca.. e le ventole pure (appena I > 5 A)

gattmes
12-04-2011, 16:21
Vediamo un po' altre batterie... che non chiamerei alternative (e quindi non metterei nell'altra discussione a queste dedicate) in quanto sempre al Pb (dimensioni Lunghezza x Larghezza x Altezza):


MIDAC EW 75; 275x175x190; 60 Ah C5; 75 Ah C20; 20.7 kg - 300 cicli (DIN 43539); poli "A" - ??? €
Exide FF 12 060; 278x175x190; 60 Ah C5; 80 Ah C20; 20 kg - 300 cicli (IEC 254-1); poli "A"; 100-125 €
Exide GF 12 051 Y 1; 278x175x190; 51 Ah C5; 56 Ah C20; 20.8 kg - 450 cicli (IEC 254-1); poli "A" - 190 € circa
Exide GF 12 051 Y 2; 278x175x190; 51 Ah C5; 56 Ah C20; 20.8 kg - 450 cicli (IEC 254-1); poli "A" - xxx €
Exide GF 12 051 Y G1; 278x175x190; 51 Ah C5; 64 Ah C20; 20.8 kg - 450 cicli (IEC 254-1); poli "G-M6" - xxx €
HAWKER/EnerSys PowerBlock 12 FPT 55; 275x175x188; 55 Ah C5; 70 Ah C20; 20 kg; 700 cicli (80% DOD) - poli "AP" - ?? €
HAWKER/EnerSys PowerBlockDry 12 MFP 50; 278x175x190; 50 Ah C5; 56 Ah C20; 20 kg; 500 cicli (80% DOD) - poli "AP" - ?? €

(IEC 254-1 75% DOD)
Altre batterie con dimensioni maggiori di quelle originarie


Exide AS 12 045 R -260x171x206 - 45 Ah C5; 50 Ah C20 - 18.5 kg - 450 cicli (IEC 254-1) - poli "A" - 250 € circa
Exide MAZZIMA 900 (dati > AS 12 045 R)
Exide FT 12 052 - 268x170x216 - 52 Ah C5; 60 Ah C20 - 21 kg - 900 cicli (IEC 254-1) - poli "A" - 240 circa (Germania) €



Ci sono anche le Trojan...con cicli ancora maggiori, ma sono troppo alte (allego comunque un pdf)
[continua]

stefanoPc
08-03-2012, 16:07
Dopo piu di 5000 km percorsi e dopo il freddo intenso delle settimane scorse le mie 10 batterie vecchie si sono arrese e quindi sto sostituendo il pacco inferiore con dieci batterie exide pb gel nuove acquistate a settembre (dicevano che sono le ultime) .
Ne approfitto anche per cambiare il connettore delle tensioni batterie che si era ossidato con uno con contatti dorati standard Mil stagno visto la posizione prossima alla ruota posteriore cosi posso facilmente misurare le tensioni di batteria senza fare danni...
Ciao

ciuspa
10-03-2012, 01:05
ciao stefano come dici le ultime 10 batterie della exide le hai comprate a settembre 2011.
sapresti specificare il prezzo please per confrontarlo con le ultime 18 comprate da franco biella pochi mesi fa!!!!!!
vuoi vedere che se ci telefono mi dicono che hanno un pacco di 18 pz a un prezzo abbordabile
ma??????????
a me per ora non mi interessano ma ho qualche amico che gli interessa un pacco batt x la sua 600 quasi quasi gli do la dritta
pero sono curioso di parlare con la exide se hanno intenzione di continuare con le batt che ci interessano perche cercare alternative che non si corrispondono con lo standard delle 600
quindi per chi preferisce il pb gel conviene puntare sul prodotto che gia abbiamo ottimale x l'uso urbano di 10/30 km

stefanoPc
15-03-2012, 15:41
Ciao io le ho pagate 156 Euri al pezzo Iva Compresa.

stefanoPc
19-03-2012, 09:17
Dopo avere sostituito le batterie ho ricalcolato il rendimento del sistema.
Sono passato da 4.2 a 4,7 Km/kwh .
Considerando il prezzo della corrente 0,172 Euro /Kwh con un euro percorro 27,2 Km .
Ciao

carest
19-03-2012, 11:50
Scusa se mi intrometto Stefano, ma per avere quel costo dell'elettricità devi avere la tariffa D2 e consumare al massimo 2600kWh/anno, oppure hai la D3 e consideri il prezzo del kWh senza i costi fissi del contratto. Oppure sei nel mercato libero, allora non dico più niente.

Visto in altro modo, ora consumi 0,213kWh/km. Nell'altra discussione sulla 600, avevo già chiesto questo consumo:
http://www.energeticambiente.it/fiat-seicento-elettra/14729972-fiat-seicento-elettra-batterie-di-trazione-alternative-12.html#post119286369

stefanoPc
19-03-2012, 16:02
Non devi scusarti di nulla... siamo in un forum
Ho la tariffa bioraria di enel distribuzione e ho fatto quello che tutti dicono di non fare... ho preso il totale della bolletta di gennaio e lo ho diviso per i kwh consumati il risultato è stato quello. E' l'unico modo di rendersi conto quanto costa girare in elettra rispetto ad un' altro veicolo.
Stasera controllo se ho fatto qualche errore... spero di no.
Ciao e grazie:bye1:

carest
19-03-2012, 23:13
Allora si, hai la D2 e hai consumato circa 220 kWh in un mese (o 440 in un bimestre o 2640 in un anno), ed è attualmente il costo minore a cui puoi avere l'elettricità.
La divisione che hai fatto è certamente la cosa più veloce per vedere il costo dell'elettricità; io invece uso sempre il mio foglio di calcolo.

stefanoPc
21-03-2012, 08:19
Ciao Carest volevo chiederti per fare un ragionamento piu corretto considerando tutti gli oneri, tasse ecc. quanto costa una Kwh nella fascia notturna col mio contratto ? Grazie

carest
21-03-2012, 12:24
Dipende dalla tua fascia di consumo; se guardi nel mio foglio di calcolo il foglio "2012-01" alle celle Y12-Y17 trovi i prezzi esatti attuali, esclusi i costi fissi.
Per il tuo consumo che ho ipotizzato in 2700 kWh/anno, nell'ultima fascia di consumo (da 1800 a 2640) è 0,2036€.
Altrimenti se vuoi il prezzo completo. lo puoi trovare nel grafico del foglio "riepilogo CASA" inserendo i tuoi dati (Tariffa D2 bioraria, consumo totale e per fasce); vedrai anche che c'è pochissima differenza con il prezzo del giorno.

stefanoPc
04-04-2012, 07:50
Durante il cambio batterie ne ho approfittato per sostituire il connettore di misura della bms e metterne uno aggiuntivo per misurare le singole batterie senza tribulare eccessivamente.
Ecco le foto del lavoro ultimato ... 2279522796

climaenergia
13-05-2012, 19:20
Ciao a tutti, ho prima di acquistare le batterie nuove a litio o altro ho deciso di fare una prova per tentare
di rivitalizzare un po di batterie al piombo originali in mio possesso.
Ho acquistato un caricabatterie con funzione di desolfatazione e mi sono costruito un attrezzo
per provare la capacità di scarica delle batterie utilizzando delle vecchie lampade a 12V 55W.

Fase 1: ripristino liquido elettrolitico;

Fase 2: in progress; carica a 24V 15A serie + parallelo con funzione desolfatazione;
escludere le batterie che durante il ciclo si scaldano e controllo livello elettrolita ogni 4-8 ore;
durata ciclo 3 giorni;

Fase 3: da fare; selezionare le 18 batterie che dopo il primo ciclo di 3 giorni in desolfatazione
ed 1 di riposo hanno il voltaggio più alto;

Fase 4: da fare; equalizzare con una scarica profonda ed intensa tutte le 18 batterie migliori,
cronometrando il tempo di scarica;

Fase 5: da fare; ripetere la fase 2 e 3 sulle 18 batterie migliori e rimontare le batterie sul veicolo;

23489 23490

grillino75
16-05-2012, 13:01
allora ho seguito il vostro consiglio e desistito dal provare a caricare la mia 600..e ho fatto bene..
ho smontato una batteria e controllato i livelli e infatti sono praticamente secche
ora appena ho un po' di tempo le smontero' tutte aggiungero l'acqua e seguiro il metodo di climaenergia
2353823537

climaenergia
16-05-2012, 17:15
Ciao a tutti, a metà procedura mi sono accorto che qualcosa non andava;
ho contattato il tecnico della ditta produttrice del caricabatteria con desolfatatore il quale mi ha
edotto sul funzionamento dell'attrezzo ed adesso sto facendo:

Fase 1: ripristino liquido elettrolitico;

Fase 2: in progress; carica a 12V 7Ah una batteria per volta con funzione desolfatazione;
escludere le batterie che durante il ciclo si scaldano e controllo livello elettrolita ogni 4-8 ore; durata ciclo 1-2 giorni;

Fase 3: da fare; scaricare con lo scaricatore autocostruito a 15Ah ovvero credo a C3, cronometrando la durata della scarica
fino al raggiungimento di 10,8V a vuoto;

Fase 4: da fare; ricaricare singolarmente la batteria;

Fase 5: da fare; mettere la batteria in carica di mantenimento con le altre già trattate;

Fase 6: da fare; scelta delle 18 batterie migliori e rimontaggio nei cassoni;

Fase 7: da fare; scaricare ed equalizzare a 10,8V a vuoto le batterie preassemblate nei cassoni e rimontare i cassoni con le batterie sul veicolo;

Fase 8: da fare; ricaricare le batterie con il caricabatterie di bordo e pregare che vada tutto bene;

stefanoPc
17-05-2012, 11:06
Vorrei dirvi che le batterie al gel non contengono elettrolita liquido come le tradizionali batterie di avviamento...
Anche in una batteria nuova guardando nel foro di ispezione vedi una situazione molto simile a quella che hai osservato.
Sul fatto di aggiungere acqua forse potrebbe essere un problema se poi si chiude con il tappo ermeticamente si rischia di far gonfiare le batterie come i palloncini...quindi non mettete piu' il tappo .. e poi?
Meditate bene quello che state facendo insomma... forse avete sottovalutato qualche problemino..!?!?!
Ciao

climaenergia
18-06-2012, 11:22
In attesa di riprendere a lavorare sulle batterie al piombo appena dopo che saranno operative le batterie al nichel/idruro voglio precisare:

-il nuovo caricabatterie che ho acquistato, durante la fase di desolfatazione porta il voltaggio fino a 16 volt e lo mantiene per almeno 24 ore, durante le quali diminuisce progressivamente l'amperaggio fino a 0;
-le mie sono batterie con tappetino (presumo di lana di vetro) imbevuto di elettrolita e tappi in gomma non avvitati, che se si crea una sovrappressione interna all'elemento permette di farla sfogare facilmente;
-ho aggiunto un po più di acqua distillata per poter effettuare le misurazioni con l'apposito densimetro, che una volta risuscitate (spero), riporterò alle condizioni originali;
- le batterie al piombo se ripristinate, mi serviranno per un impianto fotovoltaico stand-alone che avrà la funzione di ricaricare la 600, di sopperire alle interruzioni di eragazione di energia elettrica all'abitazione e di produrre acqua calda sanitaria mediante l'azionamento di un boiler a pompa di calore.

stefanoPc
22-06-2012, 15:55
Nella foto pubblicata da grillino si vede una batteria al gel, mentre le batterie che descrive climaenergia sono quelle Agm con elettrolita impregnato (coperchio rosso).
In quelle al gel di solito aggiungere acqua serve a poco o niente le altre non le ho mai avute per le mani ... Buon lavoro

Ciao

_Desmond_
30-08-2012, 20:21
Salve a tutti,

alla fine rimonto delle piombo, non ho più tempo e soprattutto pazienza per fare una conversione di qualsiasi tipo.

Ho contattato la exide ma non ne hanno pronte, ed essendo quelle per la seicento un modello fuori produzione, per riavviare la catena e produrne un lotto devono arrivare ad un grosso ordine...che purtroppo non si raggiungerà a breve...

avete qualche contatto o negozio dove trovarne simili, o le stesse?

grazie

stefano

ciccio1459
01-09-2012, 18:55
monta le haze sono da 60ah e costano poco più di 100euro senza iva

ciao

ciccio1459
02-09-2012, 06:13
queste, sono le batterie equivalenti alle EXIDE, io ne ho comprate 3 appena ho acquistato la ELETTRA.
le ho ritirate da qui:ACCU ITALIA (http://www.accu-italia.com/piombo/gel/geldyn.php?cosa=HZY__EV) non spediscono a privati, digli che in passato le hai comprato da loro tramite rivenditore dovrebbero mandarteli.

in ogni caso, io valuterei le litio da 40ah costano 140euro senz'iva ma ci fai almeno 100km con una ricarica(gia testate da Gilles ), e anche da un mio amico quà a Crotone.trova il modo di risparmiare l'iva sul sito ceko e le paghi +o- quanto le batt al piombo .

ciao

25022

_Desmond_
02-09-2012, 18:52
diavolo tentatore :devilred:

mi piacerebbero tantissimo, il problema delle litio è che non prenderei le monoblocco, ma le celle singole, e vorrei attuare un controllo selettivo su ognuna di esse, anche elettromeccanico, azionato anche manualmente.

le monoblocco sono composte da 4 celle e nel tempo ognuna di esse prende la sua strada purtroppo, e piano piano alcune, durante i cicli di carica/scarica, raggiungono valori di tensione troppo bassi/alti e fanno in fretta a saltare...

pensavo anche a delle piombo più piccole, per fare giusto 50 km in città, secondo voi ci sarebbero dei problemi a livello elettrico? mi fa pena da quanto è zavorrata questa macchinina!!!

riccardo urciuoli
02-09-2012, 20:14
Beh, ma dopo un po' mi sembra di aver capito che con le 60Ah non fai molto più di 50 km...

Nel frattempo io continuo a sognare, e ho pensato che sarebbe utile uno scaricatore/misuratore di capacità come quello previsto sul manuale...
Sperando di avere più risposte (ma forse ho sbagliato... i guru sono tutti qui...) l'ho chiesto qui:

http://www.energeticambiente.it/veicoli-elettrici-auto-elettriche-moto-elettriche-veicoli-propulsione-elettrica/14750109-misuratore-capacit%C3%A0-batterie-di-trazione.html

s (http://www.energeticambiente.it/veicoli-elettrici-auto-elettriche-moto-elettriche-veicoli-propulsione-elettrica/14750109-misuratore-capacit%C3%A0-batterie-di-trazione.html)e avete qualche idea rispondete, tanto per continuare questo mio innamoramento virtuale...

ciccio1459
03-09-2012, 09:15
Ciao Desmond, io non voglio tentare nessuno il mio era solo un consiglio, :) so benissimo come sono fatte le mie batterie poichè, le ho comprate smontate provate e stressate, ti assicuro che 30.000km non si fanno per fortuna o per caso, ma trattandole con le dovute precauzioni.
25033

_Desmond_
03-09-2012, 15:14
ciao ciccio, scherzavo infatti :D la tua realizzazione mi fa molta gola seriamente...

cosa ne pensi di questi prezzi: Winston Thunder Sky lithium battery LiFePO4 - 1000Ah | eBay (http://www.ebay.it/itm/Winston-Thunder-Sky-lithium-battery-LiFePO4-1000Ah-/120751485632?pt=US_Rechargeable_Batteries&hash=item1c1d5972c0)

Hanno anche un sito: Introduction (http://3xe-electric-cars.com/)

a quanto sembra hanno prezzi più bassi dei cechi!

ciccio1459
05-09-2012, 08:29
Attenzione alla dogana, sono legnate! fatevi fare sempre un preventivo dall'agenzia e tirate sul prezzo.

riccardo urciuoli
26-01-2013, 18:41
ripeschiamo questo 3d....

le batterie della mia Eli sono tutte bellissime a vedere ma inesorabilmente andate...

Io prima di comprare quelle al litio vorrei verificare che la macchina è a posto, oltre al fatto che un po' di mesi mi darebbero il tempo di preparare multivoltmetro, CCM (o BMS) e similia....

Però spendere una cifra esagerata per il Pb mi sembra stupido, quindi pensavo di usare batterie da avviamento, su internet si trovano per esempio da 60Ah a 45-50 euro. E soo anche più leggere delle originali!

Qualcuno ha già provato a usare batterie tradizionali, cioè ad elettrolita liquido? Che autonomia e durata mi posso aspettare?

ponzo
26-01-2013, 19:34
io ne ho messe 2,ma quando l'ho messe non le ho piu controlate..quindi non so che in che situazione sono ora(erano nuove di zecca),come misure di grandezza ce le ho messe da 80 ampere e sono identiche ;),per le lithio ho optato la ev-power,direi chei prezzi sono buoni,paghi tutto subito e la consegna è in 3-4 giorni(daa cina ce ne vogliono una 40ina e l'iva e le dogane le paghi dopo).Ora sto aspettando che me le inviino :P.ps:con Plamen il discorso è sempre lostesso(le tasse le paghi dopo,quindi non sei sicuro di quanto)il trasporto è via dogana e minimo son 40 giorni ;)

ponzo
02-02-2013, 06:19
Qualcuno di noi chiedeva cosa sarebbe successo col piombo per avviamento,io per tirar avanti qualche giorno avevo cambiato una p.g. con la piombo acido,rismontando ho trovato acido sul fondo,e la lamiera laterale schizzata un po d'appertutto,con il rischio che l'acido l'acido finisca nel cassone sottostante(anteriori).Avrò fatto al massimo 20 ricariche (con ccm collegata anche sulla p-a)e la situazione si presenta di inizio degrado.QUINDI SCONSIGLIATISSIME LE NORMALI BATTERIE D'AUTO!!Si rischia di far veramente molto danno ai cassoni e alle altre batterie.

riccardo urciuoli
02-02-2013, 13:05
Puoi dare qualche informazione in più visto che sarebbe mia malsana intenzione verificare che Eli non abbi altri problemi proprio comprando pb-acido?
Erano nuove? Da dove è fuoriuscito l'acido? Rotture degli involucri o per motivi 'elettrici' (es sovraccarica)?
Che autonomia avevi con le pb-acido nel pacco? Puoi dirmi se erano loro a cedere per prime?

ponzo
02-02-2013, 13:58
nessuna prova di voltaggio effettuata pultroppo ,le batterie(2) erano nuove,in entrambe un pò d' acido trovato sotto e schizzetti sul cassone in corrispondenza dei fori per lo scarico gas delle batterie,allo smintaggio misuravano 12,5 mentre le piombo gel originali ancora buone erano quasi tutte sopra i 13,2,automia 32 km esatti(1 km solo se attacco la bm),allo smontaggio avevo appena finito la ricarica,quindi suppongo che le piombo acido non riescano a ricaricaricarsi in tempo e rimangono giù,prima di cambiarle ne facevo lostesso 30 e le 2 cambiate non salivano piu di 11,5.