PDA

Visualizza la versione completa : pile su carta / ad acqua



Alexf17
26-01-2011, 13:41
c'è qualcuno di "buon cuore" che potrebbe darmi maggiori dettagli, o un "principio" meno semplicistico di quello riportato nell'articolo seguente?

Cellulari "green"/ Arrivano le batterie di carta che si ricaricano ad acqua - Affaritaliani.it (http://affaritaliani.libero.it/mediatech/batterie_di_carta260111.html?ref=frame)

doggymat
10-02-2011, 16:37
Cosa molto interessante, mi sono documentato ed ho trovato questo link :
Pile ad acqua e di carta (http://www.scienzaegoverno.org/n/016/016_03.htm)
Ciao!

Alexf17
11-02-2011, 08:37
Cosa molto interessante, mi sono documentato ed ho trovato questo link :
Pile ad acqua e di carta (http://www.scienzaegoverno.org/n/016/016_03.htm)
Ciao!


grazie per la pazienza e la cortesia; Secondo voi tra qualche tempo le potremo prender dal tabacchino?

zintolo
20-02-2011, 18:09
http://newsimg.bbc.co.uk/media/images/44060000/gif/_44060208_paper_battery_416.gif

Electricity is the flow of electrical power or electrons

1. Batteries produce electrons through a chemical reaction between electrolyte and metal in the traditional battery.
2. Chemical reaction in the paper battery is between electrolyte and carbon nanotubes.
3. Electrons collect on the negative terminal of the battery and flow along a connected wire to the positive terminal
4. Electrons must flow from the negative to the positive terminal for the chemical reaction to continue.


You can implant a piece of paper in the body and blood would serve as an electrolyte http://newsimg.bbc.co.uk/nol/shared/img/v3/end_quote_rb.gif

Professor Robert Linhardt

gattmes
11-03-2011, 15:33
Qua il link alla ditta che le produce/commercializza le bat NoPoPo (No Pollution Power):
Aqua Power System Japan (http://www.aps-j.jp/english/)

in allegato il pdf del modello AA scaricabile anche dal sito

Per una eventuale commercializzazione in Italia... proporrei questo slogan pubblicitario:
"Nopopo, ma pipì !"
:dev:

tecnonick
14-03-2011, 12:42
Ciao giovini, in questi tempi mi sono dilettato nella realizzazione di catodi ad aria e ci sono riuscito, mi sono fatto molta coltura a riguardo, ora vedo queste interessanti batterie con quel bel forellino che secondo mè non serve soltanto a far passare acqua ma anche aria! infatti come la ditta stessa dice, sono ricaricabili 5-6 volte, certo, perchè l'acqua evapora e lo zinco si ossida.... nelle pile aria-zinco i nanotubi di carbonio differiscono dal carbone attivo soltanto perchè offrono una superficie di scambio maggiore, per tanto la corrente erogata è maggiore, ma restano sempre pile aria-zinco. La goccia d'acqua probabilmente inumidisce il separatore saturo di koh o altro sale ed ecco che inizia la fornitura di corrente. Quando l'acqua è evaporata la pila è scarica, rimettendo acqua la pila funziona ancora fino a quando tutto lo zinco si è ossidato. Chiaramente questa è una mia ipotesi, ma considerando i materiali con cui è prodotta e i vari disegni non vedo alternativa, per cui niente di nuovo se non la modifica da carbone attivo a nanotubi.