PDA

Visualizza la versione completa : Puffer con scambiatore esterno per sanitaria o tank in tank



Dover
03-02-2011, 19:22
Buonasera,
vorrei la vostra esperienza/opinione se abbinato ad una caldaia a pellet per la produzione di acqua sanitaria è meglio:un accumulatore con serpentina interna istantanea o un puffer con scambiatore esterno o un puffer tank in tank. Non posso mettere un bollitore e un accumulo separati perchè ho poco spazio.
Il solare per ora non mi interessa e vorrei usarlo sia d'estate che d'inverno.
Grazie in anticipo per i vostri consigli

lupakkiotto
03-02-2011, 20:01
da quello che ho capito lascia perdere il tank in tank, troppi compromessi.
io ho appena montato le piastre esterne al puffer e l'acs va una bellezza. devo ancora vedere i consumi di combustibile ma mi sembra la soluzione migliore.....

tom-tom
03-02-2011, 20:05
Buonasera,
vorrei la vostra esperienza/opinione se abbinato ad una caldaia a pellet per la produzione di acqua sanitaria è meglio:un accumulatore con serpentina interna istantanea o un puffer con scambiatore esterno o un puffer tank in tank. Non posso mettere un bollitore e un accumulo separati perchè ho poco spazio.
Il solare per ora non mi interessa e vorrei usarlo sia d'estate che d'inverno.
Grazie in anticipo per i vostri consigli
Scambiatore a piastre senza dubbio

Dott Nord Est
03-02-2011, 20:06
dover, il solare scartato solo per ora o anche in futuro?

Stefano2010
03-02-2011, 20:53
Ho visto dei moduli con scambiatore esterno e circolatore che chiamano produttori di acqua sanitaria fresca.Qualcuno di voi li usa?

tom-tom
03-02-2011, 20:57
stefan,stiamo parlando di acqua sanitaria calda per quelli ne parliamo.......... questa estate

Stefano2010
03-02-2011, 21:05
la chiamano fresca non per la temperatura ma perchè si riduce al minimo la stagnazione. fresca è intesa come la verdura di giornata.
Ti allego cosa intendo

lupakkiotto
03-02-2011, 21:06
acqua fresca= acqua istantanea....

lupakkiotto
03-02-2011, 21:08
come quello che ho fatto io, scambiatore a piastre, flussostato e valvola miscelatrice.....

tom-tom
03-02-2011, 21:14
Questo è lo schema........acqua fresca di giornata

Stefano2010
03-02-2011, 21:16
quali sono i vantaggi o gli svantaggi dello scambiatore esterno?

tom-tom
03-02-2011, 21:17
Stefan,tutti vantaggi e solo vantaggi...i vantaggi sono molteplici,uno in particolare è l'antilegionella

Stefano2010
03-02-2011, 21:23
certo, ma difficilmente si forma anche nei scambiatori interni.Forse piu' negli accumuli.

lupakkiotto
03-02-2011, 21:26
questo è "fresco" di giornata (ultimato ieri mattina...:clapping:...)

http://img41.imageshack.us/img41/520/dsc0527b.jpg (http://img41.imageshack.us/i/dsc0527b.jpg/)

tom-tom
03-02-2011, 21:26
certo, ma difficilmente si forma anche nei scambiatori interni.Forse piu' negli accumuli.
Certo negli accumuli si........annida,non ti preoccupare che al tuo non si annida

lupakkiotto
03-02-2011, 21:31
tom, che te ne pare?..

http://img593.imageshack.us/img593/9845/dsc0525o.jpg (http://img593.imageshack.us/i/dsc0525o.jpg/)
Uploaded with ImageShack.us (http://imageshack.us)

Stefano2010
03-02-2011, 21:31
Mica male realizzare un modulo e chiamarlo "fresco di giornata"
Potrebbe essere il primo prodotto nato in un forum.

Stefano2010
03-02-2011, 21:33
Ci arriva l'acqua del puffer o arriva dalla caldaia?

lupakkiotto
03-02-2011, 21:35
arriva da un puffer da 1000lt

Stefano2010
03-02-2011, 21:36
se arrivasse da una caldaia si potrebbe lavorare a temperature intorno ai 55C°?

tom-tom
03-02-2011, 21:42
Lupa,perfetto...............................potevi fare un bypass e lo collegavi direttamente alla caldaia per quando spegni i termo,lo so che usi il gas potevi provare e vedere se avevi un risparmio

Dover
03-02-2011, 21:43
Lo scambiatore esterno non l'avevo ancora considerato come soluzione, ma spiegatemi come funziona? Si scalda con l'acqua che arriva dal puffer o si accende la caldaia quando serve?
Per quanto riguarda il solare ho due tubi che collegano il locale caldaia al sottotetto mansardato e quindi se decido di installarlo metto un puffer magari orizzontale, per distribuire meglio i pesi, direttamente nel sottotetto.

tom-tom
03-02-2011, 21:44
se arrivasse da una caldaia si potrebbe lavorare a temperature intorno ai 55C°?
Perchè a 55? 65/70...no........ la caldaia a biomassa la mandi a 55?

lupakkiotto
03-02-2011, 21:47
Lupa,perfetto...............................potevi fare un bypass e lo collegavi direttamente alla caldaia per quando spegni i termo,lo so che usi il gas potevi provare e vedere se avevi un risparmio

tom, ogni accessorio che ho montato ha un bypass (e un pacemaker...:spettacolo:) posso mandarlo diretto in caldaia, o diretto al puffer (adesso è così) o chiuderlo e aprire la gpl. ho la deviatrice termostatica ma non mi sono fidato a montarla, pare che anche mettendola vicino faccia partire sempre la gpl...

Stefano2010
03-02-2011, 21:49
perchè potrei collegarlo direttamente in una caldaia a condensazione allacciata ad un impianto di bassa temperatura.
Di solito la caldaia quando produce acs condensa?

tom-tom
03-02-2011, 21:49
tom, ogni accessorio che ho montato ha un bypass (e un pacemaker...:spettacolo:) posso mandarlo diretto in caldaia, o diretto al puffer (adesso è così) o chiuderlo e aprire la gpl. ho la deviatrice termostatica ma non mi sono fidato a montarla, pare che anche mettendola vicino faccia partire sempre la gpl...
Cosa dissi io,ti ricordi della deviatrice termostatica?

tom-tom
03-02-2011, 21:58
Stefan,è una tua teoria?

Stefano2010
03-02-2011, 21:59
era una domanda non era una teoria.

lupakkiotto
04-02-2011, 09:20
......... e lo collegavi direttamente alla caldaia per quando spegni i termo,lo so che usi il gas potevi provare e vedere se avevi un risparmio
quando saranno spenti i termo credo che caricherò sempre il puffer, 1000lt di autonomia sono tanti e il cordivari è ben coibendato.....


se arrivasse da una caldaia si potrebbe lavorare a temperature intorno ai 55C°?
la daldaia deve lavorare sempre alle sue migliori temperature tanto prima dei servizi ci va la miscelatrice che di solito va regolata sui 40/45°


Lo scambiatore esterno non l'avevo ancora considerato come soluzione, ma spiegatemi come funziona? Si scalda con l'acqua che arriva dal puffer o si accende la caldaia quando serve?...........
si scalda come se fosse un termosifone, però con circolatore dedicato, flussostato e tubi intorno ai 3/4 (22mm). può funzionare sia direttamente da puffer che da caldaia, ma se uno ha il puffer conviene metterlo li

tom-tom
04-02-2011, 09:49
lupa,a che distanza hai lo scambiatore dalla caldaia ?

lupakkiotto
04-02-2011, 09:52
i tubi sono circa 2 metri di mandata e 2 metri di ritorno...

tom-tom
04-02-2011, 09:54
i tubi sono circa 2 metri di mandata e 2 metri di ritorno...mi sono dimenticato la distanza dal puffer

lupakkiotto
04-02-2011, 09:56
tom, ho tutto li in pochi mq

tom-tom
04-02-2011, 10:01
tom, ho tutto li in pochi mq
Lupa lo so che sono pochi metri ma pochi che siano, sono sempre tanti,lo scambiatore,specialmente per acs dovrebbe stare attaccato alla fonte di calore che si intende usare,per le perdite d'acqua lato scambiatore ogni volta che si usa acs

lupakkiotto
04-02-2011, 10:11
tom, 4 metri di rame da 22mm contengono appena 15cl che con le piastre arrivano si e no a mezzo litro.....

tom-tom
04-02-2011, 10:17
tom, 4 metri di rame da 22mm contengono appena 15cl che con le piastre arrivano si e no a mezzo litro.....
Lupa,il rame del 22 ogni mtl sono lt 0,31

Daniel1980
04-02-2011, 10:31
Ma un bollitore con serpentina interna istantanea no? I moduli ACS a piastre esterne comportano costi maggiori di installazione, più parti meccaniche ed elettriche che potrebbero rompersi, consumo elettrico, più perdite di carico e più dispersione e più spazio occupato nella C.T.

riccardoimpianti
04-02-2011, 10:44
Lupakkiotto, siccome volevo autocostruirmi uno scambiatore istantaneo acs come il tuo (quelli in commercio già assemblati hanno un costo esorbitante) , posso chiederti che tipo di piastre, circolatore e flussostato hai usato? Funziona bene e sei soddisfatto? Grazie:bye1:

tom-tom
04-02-2011, 10:48
Daniel,è tutto il contrario di quello che hai detto.Pensa che la FIORINI usa lo scambiatore esterno per scaldare l'acqua contenuta nel bollitore e lo chiama a produzione rapida.Ognuno poi la può pensare come vuole,ma non si parli di consumi,rotture ecc.ecc.Inoltre il costo di puffer con serpentino e uno senza ,quanta differenza c'è?

tom-tom
04-02-2011, 10:49
Lupakkiotto, siccome volevo autocostruirmi uno scambiatore istantaneo acs come il tuo (quelli in commercio già assemblati hanno un costo esorbitante) , posso chiederti che tipo di piastre, circolatore e flussostato hai usato? Funziona bene e sei soddisfatto? Grazie:bye1:
Riccardo 78 euro,è un prezzo esorbitante?

riccardoimpianti
04-02-2011, 10:51
Ma un bollitore con serpentina interna istantanea no? I moduli ACS a piastre esterne comportano costi maggiori di installazione.....

Semmai intendevi un puffer con serpentina acs!!! Io mi sono informato e mi hanno chiesto circa il doppio rispetto a un puffer normale (con serpentina in acciaio aisi) e .... a conti fatti mi conviene ancora autocostruirmi uno scambiatore a piastre esterno.

riccardoimpianti
04-02-2011, 10:52
Riccardo 78 euro,è un prezzo esorbitante?

Intendevo una stazione acqua calda preassemblata.

tom-tom
04-02-2011, 10:56
riccardo,che intendi per stazione acqua preassemblata?quello che ti vuoi fare tu è lo scambiatore nudo e crudo

lupakkiotto
04-02-2011, 10:58
Lupa,il rame del 22 ogni mtl sono lt 0,31
tom, se un decimetrocubo è uguale a un litro allora
la cubatura di un cilindro (=tubo) è raggio x raggio x 3,14 h altezza (lunghezza tubo) quindi
0,11x0,11x3,14x40=1,51976 litri


Ma un bollitore con serpentina interna istantanea no? I moduli ACS a piastre esterne comportano costi maggiori di installazione, più parti meccaniche ed elettriche che potrebbero rompersi, consumo elettrico, più perdite di carico e più dispersione e più spazio occupato nella C.T.
bollitore con serpentina istantanea interna?!? (poi mi spiegherai come è fatto perchè non lo conosco..) più piccolo di uno scambiatore? quali costi maggiori di istallazione? si consuma più corrente col boiler che con le piastre (la pompa gira solo quando si apre l'acqua calda)? c'è il solo flussostato in più e il resto è difficile che si rompa....
spiega meglio il tuo intervento....


Lupakkiotto, siccome volevo autocostruirmi uno scambiatore istantaneo acs come il tuo (quelli in commercio già assemblati hanno un costo esorbitante) , posso chiederti che tipo di piastre, circolatore e flussostato hai usato? Funziona bene e sei soddisfatto? Grazie:bye1:
ho usato uno scambiatore a 30 piastre (o 40 non me lo ricordo perchè ce l'ho da novembre) con attacchi sul circuito primario da 3/4 e sul secondario da 1/2. il flussostato l'ho trovato da 1" e pare che vada tutto benissimo (ho un bel puffer da 1000lt...)

tom-tom
04-02-2011, 11:02
Lupa,mica me le sono inventate le misure, ho le tabelle,se vuoi le posto

riccardoimpianti
04-02-2011, 11:03
riccardo,che intendi per stazione acqua preassemblata?quello che ti vuoi fare tu è lo scambiatore nudo e crudo

Intendo quei gruppi preassemblati composti da scambiatore a piastre,circolatore,flussostato,v miscelatrice e qualcuno anche con centralina elettronica!

lupakkiotto
04-02-2011, 11:08
Lupa,mica me le sono inventate le misure, ho le tabelle,se vuoi le posto
ma un decimetro cubo non è un litro?

0,11dm x 0,11dm x 3,14 x 40dm (4m)= 1,51976 litri

tom-tom
04-02-2011, 11:09
Intendo quei gruppi preassemblati composti da scambiatore a piastre,circolatore,flussostato,v miscelatrice e qualcuno anche con centralina elettronica!
Infatti son tutte cose che devi comprare a parte lo scambiatore che ti vuoi fare da solo...questa è la stazione che intendi

http://www.garitec.com/pannelli_solari/termico/solvis/P%20-%20SISTEMA%20SOLVISSTRATO%20-%20GRANDI%20IMPIANTI/P55%20WWS-36%20Montaggio-01-05-it.pdf

riccardoimpianti
04-02-2011, 11:13
Esatto. Io volevo comprare i componenti singoli come ha fatto Lupakkiotto.

Daniel1980
04-02-2011, 11:36
bollitore con serpentina istantanea interna?!? (poi mi spiegherai come è fatto perchè non lo conosco..) più piccolo di uno scambiatore? quali costi maggiori di istallazione? si consuma più corrente col boiler che con le piastre (la pompa gira solo quando si apre l'acqua calda)? c'è il solo flussostato in più e il resto è difficile che si rompa....


*scusate, lapsus, intendevo Puffer, e non bollitore*
Non sono una novità in sensi assoluto. Ad ogni modo quelli che intendo io si stanno diffondendo da qualche anno, sono normali puffer con una serpentina corrgata in acciaio inox da 1'1/4 che parte dal fondo dell'accumulo ed esce in alto. Tipo questo: http://www.riello.it/catalogo-190.html?step=linea&key=Product+Line|R-IT-PL-0001963| (http://www.riello.it/catalogo-190.html?step=linea&key=Product+Line%7CR-IT-PL-0001963%7C)
Nessun meccanismo che si puo' rompere, nessun consumo di corrente, nessuna dispersione, nessuna piastra che si puo' intasare col calcare.

tom-tom
04-02-2011, 11:36
Riccardo ,ho capito ma tu hai parlato di autocostruirsi lo scambiatore forse volevi dire auto assemblare

Daniel1980
04-02-2011, 11:48
Semmai intendevi un puffer con serpentina acs!!! Io mi sono informato e mi hanno chiesto circa il doppio rispetto a un puffer normale (con serpentina in acciaio aisi) e .... a conti fatti mi conviene ancora autocostruirmi uno scambiatore a piastre esterno.

Si, lapsus. Per i prezzi tutto dipende dalle marche. Io ho sottomano un listino dove un puffer da 500lt + modulo ACS esterno costa € 2710, mentre quello con produzione integrata viene € 2310. Senza contare l'installazione più pulita e semplice, oltre al fatto che è più affidabile.

lupakkiotto
04-02-2011, 12:08
io il mio puffer cordivari da 1000lt con serpentina pagato 780 euro, circolatore 70, flussostato 100, piastre 100, il tutto 1.050 + iva.....

tom-tom
04-02-2011, 12:09
Perchè invece non compri un puffer,uno scambiatore,un flussostato e un circolatore tutti pezzi separati,invece di vedere quella con la centralina che solo quella la paghi più di 1000 euro?
1 scambiatore 70 euro
1 flussostato 70 euro
1 circolatore 60 euro
Se vai da Bulgari è un altro discorso

riccardoimpianti
04-02-2011, 12:21
Tom tom concordo pienamente. La mia idea era quella di assemblarmi il tutto ottenendo un buon risparmio e lo stesso risultato.

Daniel1980
04-02-2011, 12:34
Scusate, ma Dover non chiedeva pareri riguardo al prezzo, ma riguardo alla tipologia di accumulo combinato da abbinare al suo impianto. E per mia esperienza (personale e professionale), per usi domestici di una normale famiglia i sistemi ACS integrati sono preferibili agli altriu due tipi.
Ad ogni modo i prezzi, come già detto, variano da produttore a produttore, ed è chiaro che se le cose riesci costruirtele da solo risparmi.

tom-tom
04-02-2011, 13:03
Daniel,ma una caldaia a gas con cosa produce acs?

Dover
04-02-2011, 13:54
Chiedevo quale può essere la soluzione migliore.
Mi interesserebbe anche sapere quale costa meno tra puffer con serpentina interna istantanea e puffer solo accumulo con scambiatore a piastre.
Tra i tre sicuramente, almeno dai preventivi che mi hanno fatto, è il tank in tank però è il più delicato mi sembra.

tom-tom
04-02-2011, 13:57
Chiedevo quale può essere la soluzione migliore.
Mi interesserebbe anche sapere quale costa meno tra puffer con serpentina interna istantanea e puffer solo accumulo con scambiatore a piastre.
Tra i tre sicuramente, almeno dai preventivi che mi hanno fatto, è il tank in tank però è il più delicato mi sembra.
Dover ti dispiace postare i tre preventivi grazie

Daniel1980
04-02-2011, 15:10
Daniel,ma una caldaia a gas con cosa produce acs?


In che senso? Se è istantanea, con uno scambiatore (ce ne sono di vari tipi), se ha il bollitore, con una serpentina che scalda il bollitore, se è solo riscaldamento con un'accumulo, l'ACS la scaldi con l'acqua dell'accumulo...(nei modi di cui stiamo parlando)

tom-tom
04-02-2011, 15:18
Allora,visto che con una caldaia a gas,la maggior parte,l'acqua calda la produco con uno scambiatore a piastre non vedo perchè non la posso fare con un puffer.

Dover
04-02-2011, 15:19
Il preventivo dello scambiatore a piastre non c'è l'ho. Per postare intendi messaggio privato?

Daniel1980
04-02-2011, 15:26
Chiedevo quale può essere la soluzione migliore.


Se valutiamo l'igienicità dell'acqua (è un tubo in acciaio inox che tiene 40/50 litri massimo di acqua), la semplicità costruttiva (è un tubo di acciaio) e l'affidabilità (è un tubo, niente pompe e dispositivi), decisamente il serpentino integrato. Se consideriamo la portata in caso di prelievi simultanei, il tank in tank. Per la soluzione puffer + scambiatore a piastre istantaneo dipende dalle marche, cmq un gruppo ACS fatto come si deve con corpo stampato in ottone, guscio isolante in polistirene, pompa e componenti di qualità non costa poco. Ovvio che se ti arrangi costa meno.

Dott Nord Est
04-02-2011, 15:29
concordo con daniel.
se si teme la legionella, meglio srpentina acciao inox interna
se non si hanno problemidi legionella, ok a,che combi.
cmnq entrambi sono passivi, quindi non hanno necessità di pompe, collegamenti vari, ecc ecc

Daniel1980
04-02-2011, 15:31
non vedo perchè non la posso fare con un puffer.

Mica ho detto che non si puo'/non funziona/funziona male. Semplicemente sostengo che, come soluzione, sia da preferire un moderno accumulo con serpentino integrato Inox, per tutti i motivi che ho elencato prima.

tom-tom
04-02-2011, 15:39
Daniele,facciamo una scommessa..tu un puffer con serpentino interno io un puffer con scambiatore esterno,a caldaie spente,lasciamo aperto il rubinetto e vediamo chi ha più acqua calda.Cosa significa se ti arrangi,debbo regalare i soldi a chi mi da la stessa cosa solo perchè messa dentro una scatola con una specie di centralina.......io l'acqua calda debbo fare.Io la coimbentazione l'ho fatta con 30 cent. usando la coimbentazione dei tubi...magari mi compro quella centralina tutta assemblata e gli faccio anche una bella cornice intorno.Ti ricordo che la serpentina lavora a bagno maria e nella serpentina transita acqua alla temperatura di 15°,massimo.

Dott Nord Est
04-02-2011, 15:42
dò io la risposta per esperienza diretta: allo stesso modo, la stessa quantità d'acqua.
siccome le calorie non si inventano dal nulla, chi non è d'accordo spieghi tecnicamente il perchè.
logicamente, con i due rubinetti al medesimo flusso d'acqua.

"Ti ricordo che la serpentina lavora a bagno maria e nella serpentina transita acqua alla temperatura di 15°,massimo"
la stessa T° in entrata ho sia sulla serpentina che sulla piastra di scambio.

tom-tom
04-02-2011, 15:47
concordo con daniel.
se si teme la legionella, meglio srpentina acciao inox interna
se non si hanno problemidi legionella, ok a,che combi.
cmnq entrambi sono passivi, quindi non hanno necessità di pompe, collegamenti vari, ecc ecc
Senti che tu concorda con Daniel era scontato però abbi la compiacenza di non dire baggianate,vatti a leggere le ditte che pubblicizzano lo scambiatore esterno cosa dicono e di cosa parla,di LEGIONELLA

Dott Nord Est
04-02-2011, 15:49
la legionella non sussiste se uso serpentina interna. E' risaputo da qualsiasi persona del settore, indipendentemente dalla ragione o meno di Daniel.
quindi, a parità di non-problema legionella tra scambiatore e serpentina, preferisco alla lunga la serpentina, per tutti i motivi elencati sopra.

tom-tom
04-02-2011, 15:54
dò io la risposta per esperienza diretta: allo stesso modo, la stessa quantità d'acqua.
siccome le calorie non si inventano dal nulla, chi non è d'accordo spieghi tecnicamente il perchè.
logicamente, con i due rubinetti al medesimo flusso d'acqua.

"Ti ricordo che la serpentina lavora a bagno maria e nella serpentina transita acqua alla temperatura di 15°,massimo"
la stessa T° in entrata ho sia sulla serpentina che sulla piastra di scambio.
questa è bella....do io la risposta per esperienza diretta,quale esperienza diretta hai?centinaia e centinai d'impianti?non sapevi neanche l'esistenza degli scambiatori a piastre.Ti permetti pure di dire rispondo io,le kcal sono le stesse contenute nel pentolone ma io con lo scambiatore le sfrutto diversamente,in primis perchè dallo scambiatore il ritorno nel puffer non è di 15°,secondo perchè io sfrutto quasi tutti i 1000 lt,cosa che non puoi fare con il serpentino perchè fredda il fluido che dovrebbe riscaldarlo

Dott Nord Est
04-02-2011, 15:59
in primis perchè dallo scambiatore il ritorno nel puffer non è di 15°,

non centra nulla, in quanto le calorie necessarie per portare ad esempio a 45° l'acqua che entra nello scambiatore dall'acquedotto a 15°, sono le stesse che servono per portare il medesimo lt a 45° attraverso la serpentina. Quindi si conteggiano le calorie totali, 30 per lt, che sia da serpentina o scambiatore.
Nulla si crea e nulla si distrugge, tutto si trasforma.

secondo perchè io sfrutto quasi tutti i 1000 lt,cosa che non puoi fare con il serpentino perchè fredda il fluido che dovrebbe riscaldarlo

con la piastra non lo fredda? dove preleva le colorie necessarie:

quindi con la serpentina, il risultato è il medesimo, solo con minori complicazioni.

P.S.: se vuoi vedere due impianti uguali funzionanti in modo diverso, vieni in prov di VI e prov di TV, due allevamenti di vitelli dove le caldaie lavorano 24 ore agiorno x 365 gg all'anno.<!-- / message -->

lupakkiotto
04-02-2011, 16:08
in...........<!-- / message -->
che consumano le stesse calorie è vero, ma è vero anche che la piastra è più performante in quanto gli si manda acqua da sopra il puffer a T° costante e poi lo può sfruttare tutto. non vi scordate che la serpentina è sempre a bagnomaria.....

tom-tom
04-02-2011, 16:12
Lupa,lascia stare è tempo perso,Ok dr hai ragione tu come in tutte le discussioni che facciamo

Dott Nord Est
04-02-2011, 16:40
non vi scordate che la serpentina è sempre a bagnomaria.....

lasciamo perdere il resto e ragioniamo su questo.
cos'è una piastra di scambio? sinteticamente due pareti di metallo dove da una parte scorre l'acqua fredda e dall'altra l'acqua calda, e scambiano.
cos'è una serpentina? una parete di metallo dove dentro scorre acqua fredda, e fuori è avvolta da acqua calda, e scambiano.
dove stà il prblema eventuale della serpentina? nel sottodimensionamento........ solo questo.
Come per'altro pptrebbe essere per lo scambiatore. Ma questo lo cambio facilmente, la serpentina no.

Dott Nord Est
04-02-2011, 16:41
Lupa,lascia stare è tempo perso,Ok dr hai ragione tu come in tutte le discussioni che facciamo

non è questo.
tu hai le tue idee, io le mie, non vedo dove stia il problema.
tu le esprimi, e io le esprimo. stop

tom-tom
04-02-2011, 16:44
Parlo solo davanti al mio avvocato,inoltre mi avvalgo della facoltà di non rispondere.........tempo perso

lupakkiotto
04-02-2011, 16:45
......cos'è una piastra di scambio? sinteticamente due pareti di metallo dove da una parte scorre l'acqua fredda e dall'altra l'acqua calda, e scambiano.
cos'è una serpentina? una parete di metallo dove dentro scorre acqua fredda, e fuori è avvolta da acqua calda, e scambiano.
dove stà il prblema eventuale della serpentina? nel sottodimensionamento........ solo questo.
Come per'altro pptrebbe essere per lo scambiatore. Ma questo lo cambio facilmente, la serpentina no.
appunto, nello scmbiatore a piastre tutti e due i circuiti circolano, nella serpentina no. non è comunque facile affermare che è meglio uno dell'altro...

Dott Nord Est
04-02-2011, 16:48
io non affermo che uno è migliore dell'altro.
svolgono entrambi il loro compito, ma in modo diverso.
poi uno decide cosa fare.

Dover
04-02-2011, 17:05
Vorrei ancora farvi una domanda, parlando di accumulatore con serpentina interna per ACS istantanea ne ho visti di due tipi, uno stratificato e uno no. Il primo costa quasi 600 Euro più del secondo. Secondo il venditore con la stratificazione ti ripaghi in pochi anni la differenza di prezzo. Secondo voi è proprio così o per una piccola utenza non rientri della maggiore spesa neanche dopo vari anni? Grazie dei consigli e spiegazioni che mi avete dato fino adesso.

tom-tom
04-02-2011, 17:12
Lupa,non è così....è facile dire quale sia il migliore.Lupa lo sai quali sono i contro dello scambiatore a piastre? il costo elevato dello scambiatore 78 euro,il costo elevato della pompa 60 euro e il costo del flussostato che si aggira sui 70 euro..dimenticavo la cosa più importante,i consumi della pompa 40 watt.Queste sono le cose negative dello scambiatore a piastre

tom-tom
04-02-2011, 17:49
Lupa,perchè non ti sei comprato questo della CORDIVARI,spendeli i soldi non andare a risparmio
http://www.cordivari.it/prodotti/tech/PIASTRATERM.pdf

Daniel1980
04-02-2011, 18:39
Daniele,facciamo una scommessa..tu un puffer con serpentino interno io un puffer con scambiatore esterno,a caldaie spente,lasciamo aperto il rubinetto e vediamo chi ha più acqua calda.


Mi sembra di essere all'asilo. Ti ha già risposto Dr., le leggi della termodinamica non le cambia una piastra o un serpentino. Ad ogni modo la cosa non ha cmq senso, quello che conta è dimensionare tutto in base alle esigenze dell'utente.



Cosa significa se ti arrangi,debbo regalare i soldi a chi mi da la stessa cosa solo perchè messa dentro una scatola con una specie di centralina.......io l'acqua calda debbo fare.Io la coimbentazione l'ho fatta con 30 cent. usando la coimbentazione dei tubi...magari mi compro quella centralina tutta assemblata e gli faccio anche una bella cornice intorno.


'Se ti arrangi' significa che, se ti fai il lavoro te invece che pagare l'idraulico, se ti compri il materiale e se ti importa poco del risultato estetico, basta che funzioni, allora risparmi. Chi fa fare tutto da terzi e usa un prodotto ad hoc non regala niente a nessuno, semplicemente paga per un servizio e un prodotto diversi.




Ti ricordo che la serpentina lavora a bagno maria e nella serpentina transita acqua alla temperatura di 15°,massimo.

Non capisco dove tu stia andando a parare, entrambi i sistemi forniscono ACS allo stesso modo, ossia sottraendo calore all'accumulo, solo che uno lo fa in maniera energeticamente meno conveniente ossia consumando elettricità e disperdendo contemporaneamente di più.

tom-tom
04-02-2011, 18:41
Daniel,visto che siamo all'asilo,ed io sono ripetente, ti saluto

Daniel1980
04-02-2011, 18:45
Secondo il venditore con la stratificazione ti ripaghi in pochi anni la differenza di prezzo.

La stratificazione è importante nei sistemi solari e tu il solare per ora manco ce l'hai. E cmq anche col solare 600 euro col cavolo che te li ammortizzi in pochi anni.

Dott Nord Est
04-02-2011, 18:52
Vorrei ancora farvi una domanda, parlando di accumulatore con serpentina interna per ACS istantanea ne ho visti di due tipi, uno stratificato e uno no. Il primo costa quasi 600 Euro più del secondo. Secondo il venditore con la stratificazione ti ripaghi in pochi anni la differenza di prezzo. .

lascia stare la stratificazione, eventualmente se devi investire, investi su serpentina inox di ottima qualità e ben dimensionata.

tom-tom
04-02-2011, 18:57
Daniel,considerato che sei in linea con Dr,perchè non gli dici se nei termocamini a legna si collega il termostato ambiente con la pompa?strano che non sei intervenuto nella discussione viste le tue esperienze lavorative

Dott Nord Est
04-02-2011, 19:12
termocamino + puffer + impianto di riscaldamento.
la scheda del termocamino legge il termostato del puffer come fosse ambiente, e con questa si interfaccia.
la pompa del riscaldamento funziona con il termostato ambiente.
daniel, nei miei impianti lavoro così.

EVITIAMO FUORI OT, QUI SI PARLA DI ACS E NON DI TC, GRAZIE.

tom-tom
04-02-2011, 19:17
****

Regola n.1: Il forum EnergeticAmbiente, progetto dell’associazione Energoclub Onlus, è aperto a qualunque idea e opinione purchè siano espresse con educazione, spirito costruttivo e siano aperte al confronto con gli altri utenti, nel rispetto delle idee altrui e delle leggi vigenti.
Il mancato rispetto di questa regola comporta sempre un'assunzione personale di responsabilità implicita da parte dell'utente che la viola e comporta la cancellazione, nel più breve tempo possibile, del testo interessato. In base alla gravità della violazione e all'eventuale reiterazione del comportamento, l'utente potrà incorrere in infrazioni di diversa gravità fino al blocco definitivo dell'account. (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=cfrules)

Dott Nord Est
04-02-2011, 19:21
no comment, le offese personali non fanno parte di un forum civile.

tom-tom
04-02-2011, 19:24
****

Regola n.1: Il forum EnergeticAmbiente, progetto dell’associazione Energoclub Onlus, è aperto a qualunque idea e opinione purchè siano espresse con educazione, spirito costruttivo e siano aperte al confronto con gli altri utenti, nel rispetto delle idee altrui e delle leggi vigenti.
Il mancato rispetto di questa regola comporta sempre un'assunzione personale di responsabilità implicita da parte dell'utente che la viola e comporta la cancellazione, nel più breve tempo possibile, del testo interessato. In base alla gravità della violazione e all'eventuale reiterazione del comportamento, l'utente potrà incorrere in infrazioni di diversa gravità fino al blocco definitivo dell'account. (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=cfrules)

Dott Nord Est
04-02-2011, 19:33
no comment, le offese personali non fanno parte di un forum civile.

giuggiolo0107
04-02-2011, 19:39
termocamino + puffer + impianto di riscaldamento.
la scheda del termocamino legge il termostato del puffer come fosse ambiente, e con questa si interfaccia.
la pompa del riscaldamento funziona con il termostato ambiente.

io ho esattamente questo schema e non ho problemi...... e preferisco questo al dover mettere su la legna "solo quando ho freddo" (vedi discussione sul termocamino) p.s. ho capito che tom tom "ne sa a pacchi" , ma quando si cade nelle offese si passa sempre dalla parte del torto..... ultimamente stai un po esagerando(almeno per i miei gusti) porta esempi , foto, fai confronti (scrivi :questo no perchè..... questo si perchè.....) io che non capisco niente, cosa imparo quando tovo scritto "bugiardooooooooooooooooo" secondo te è un comportamento da persona adulta??? devo dire che dr potrà scrivere anche delle "minchiate" ma porta esempi, se non sono daccordo lo scrivo, ci confrontiamo, e poi magari io rimango della mia idea..... ma io che sono abituato a discutere "sul pezzo" (non riesco a leggere gli schemi complicati) vedo che quello che scrive ha dei dei ragionamenti logici e comprensibili, ci sta qualche inesattezza (non so se voluta o meno, in fondo lo fa "a gratis"!!):preoccupato::closedeyes:

tom-tom
04-02-2011, 20:37
****

Regola n.1: Il forum EnergeticAmbiente, progetto dell’associazione Energoclub Onlus, è aperto a qualunque idea e opinione purchè siano espresse con educazione, spirito costruttivo e siano aperte al confronto con gli altri utenti, nel rispetto delle idee altrui e delle leggi vigenti.
Il mancato rispetto di questa regola comporta sempre un'assunzione personale di responsabilità implicita da parte dell'utente che la viola e comporta la cancellazione, nel più breve tempo possibile, del testo interessato. In base alla gravità della violazione e all'eventuale reiterazione del comportamento, l'utente potrà incorrere in infrazioni di diversa gravità fino al blocco definitivo dell'account. (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=cfrules)

gymania
04-02-2011, 21:06
L'utente tom-tom è bannato per un mese dal Forum per reiterata violazione all'Art.1 del Regolamento.

Dover
05-02-2011, 08:03
lascia stare la stratificazione, eventualmente se devi investire, investi su serpentina inox di ottima qualità e ben dimensionata.

Dalle nostre parti quasi tutti hanno la Cordivari, hanno un accumulatore con serpentina interna in inox per ACS. Non mi sembra male.
Se decido di usare questo tipo di soluzione.

Dott Nord Est
05-02-2011, 08:21
l'importante è che sia inox ottimo e ben dimensionato
se poi il puffer non è di grosse dimensioni, per preservare e dare sempre precedenza all'acs, monta una va sul ritorno del riscaldamento.
casomai se ti interessa e decidi per che tipo, ti dico come fare.

lupakkiotto
05-02-2011, 08:56
vedi dott. con le piastre esterne si gestiscono meglio anche le precedenze e poi non mi devo preoccupare della qualità delle serpentine. se esse hanno qualche problema dentro il puffer come interveniamo? le piastre sono fuori....

Dott Nord Est
05-02-2011, 09:00
per entrambe ci sono pro e contro...
tu hai elencato alcuni vantaggi, ma ci vuole una pompa in più da gestire, ci vuole la pulizia per il discorso calcare, impiantistica, ecc ecc
quindi, come tante altre cose, entrambe vanno bene, poi a uno piace una cosa e all'altro un'altra.

Yari86
05-02-2011, 10:11
Quant'è la differenza di prezzo tra puffer con serpentina ACS e puffer liscio + gruppo scambiatore ACS? rimanendo ad es su Cordivari con litraggio da 1500.

Ciao

Daniel1980
05-02-2011, 10:15
e poi non mi devo preoccupare della qualità delle serpentine. se esse hanno qualche problema dentro il puffer come interveniamo? le piastre sono fuori....

Certamente, questo è forse il principale vantaggio delle piastre...però da idraulico ti posso dire di aver cambiato tanti circolatori in vita mia, ma mai mi è capitato di vedere una serpentina o un'accumulo in acciaio inox aisi 316 bucato. Poi per carità, mai dire mai.

Daniel1980
05-02-2011, 10:29
Quant'è la differenza di prezzo tra puffer con serpentina ACS e puffer liscio + gruppo scambiatore ACS? rimanendo ad es su Cordivari con litraggio da 1500.

Ciao

Ho già riportato dei prezzi a confronto in questa discussione, la marca non l'ho scritta ma è la Pleion di Verona, una ditta poco nota perchè costruisce bollitori prevalentemente per conto terzi (Riello, Schuco).
Guardando una marca un po' più nota, Solarbayer, i prezzi sono, per un 1500 lt: 2825 euro l'istantaneo pipe-in-tank, 2185 puffer + economico+gruppo ACS a piastre + economico, 1390 euro tank-in-tank (1000lt). Ovviamente prezzi di listino.

Daniel1980
05-02-2011, 10:31
la scheda del termocamino legge il termostato del puffer come fosse ambiente, e con questa si interfaccia.
la pompa del riscaldamento funziona con il termostato ambiente.
daniel, nei miei impianti lavoro così.


Beh, non ci vedo niente di strano...

Dott Nord Est
05-02-2011, 10:32
si può spendere anche meno, con serpentina inox AISI 316
forse quei prezzi sono da scontare.

Dott Nord Est
05-02-2011, 10:33
Beh, non ci vedo niente di strano...

appunto, non capisco come molti utenti non riescano a capire questo semplicissimo funzionamento.

lupakkiotto
05-02-2011, 11:25
..però da idraulico ti posso dire di aver cambiato tanti circolatori in vita mia.......
si rompe un circolatore che non lavora neanche un ora al giorno? avrai cambiato qualche circolatore che avrà lavorato almeno 10 anni in riscaldamento da un minimo di 12 ore al dì....

Dover
05-02-2011, 12:24
Il mio idraulico mi ha proposto un accumulatore in poliuretano rettangolare della Rotex con doppia serpentina ACS+ solare. Così se un domani mi decido x il solare ho già la serpentina.Il tutto da 500 litri. Conoscete questo prodotto? Sapete anche all'incirca il prezzo?

Daniel1980
05-02-2011, 13:01
si rompe un circolatore che non lavora neanche un ora al giorno? avrai cambiato qualche circolatore che avrà lavorato almeno 10 anni in riscaldamento da un minimo di 12 ore al dì....


Ho cambiato circolatori di tutte le marche, che hanno lavorato tantissimo o pochissimo, con tanti anni o pochi mesi. Non dico che debbano rompersi per forza, ci mancherebbe altro....ma in generale, non ci sono santi che tengano, è un sistema tecnicamente più complesso e potenzialmente meno affidabile.

Daniel1980
05-02-2011, 13:12
Il mio idraulico mi ha proposto un accumulatore in poliuretano rettangolare della Rotex con doppia serpentina ACS+ solare. Così se un domani mi decido x il solare ho già la serpentina.Il tutto da 500 litri. Conoscete questo prodotto? Sapete anche all'incirca il prezzo?


Il sanicube è un'ottimo accumulo in materiale plastico(isolato con poliuretano) nato per sistemi solari a svuotamento (che funzionano senza glicole e non hanno problemi di stagnazione). Questo significa avere delle limitazioni impiantistiche riguardanti la posa delle tubazioni solari, ma penso che il tuo idraulico abbia già valutato la cosa. Essendo poi in plastica è eccezionalmente isolato e non teme corrosione, ma ne è sconsigliato l'utilizzo con caldaie /termocamini/termostufe a legna. Non è un'accumulo in pressione. Il modello da 500 lt. con serpentina ACS+riscaldamento costa 1916 euro, prezzo di listino che puoi pure considerare prezzo finale.

scresan
05-02-2011, 17:43
Ho letto la lunga discussione, ed anch'io dico la mia......

Credo che il sistema con scambiatori a piastre soffra di due "difetti":

1- il calcare, soprattutto se si utilizza acqua calda sopra i 65-70 gradi, tipica nelle caldaie a biomassa, e chiaramente si abita in zona con acqua dura (90 % del paese!)

2- la stratificazione del puffer.
Quando il sistema avvia la pompa dalla parte del puffer, questa tende a miscelare l' acqua al suo interno (e la stratificazione va a farsi benedire) e man mano che il puffer si scarica, invece che avere la zona alta a 80 gradi, e la zona bassa a 40 si ha molta acqua a 50 gradi o meno, insufficiente a produrre acs a temperatura sufficiente, o detta in altre parole diminuisce moltissimo l' accumulo utile di calore nel puffer, per mancata stratificazione.

Questa situazione diventa insignificante se uno utilizza la caldaia in diretta, cioè senza puffer, in quanto non ha sicuramente problemi di stratificazione. Ecco dell' incavolamento di qualche utente di questo forum!!!!!! ma importantissima per chi ha l' impianto provvisto di capiente puffer, e magari nelle mezze stagioni accende la caldaia solo ogni 3 4 giorni per caricare il puffer.

Il tutto, comunque, puo' essere evitato con dei gruppi appositi, gestiti da controlli elettronici e valvole miscelatrici termostatiche di solito molto costosi, ed allora perchè

Non utilizzare un semplice puffer combi che in assenza di riscaldamento acceso stratifica normalmente che è una meraviglia? Poi con serpentino o tank-in-tank.....
Io preferisco il tank in quanto si riesce a sfruttarlo fino all' ultima caloria..... ma è piu' questione di opinione che di teoria.....

La conclusione è che con impianto a biomassa con puffer

meglio fare acs con un semplice puffer combi!!!

lupakkiotto
05-02-2011, 20:40
ma scusate, qui si cambiano le teorie come cambia il tempo?
fino a poco tempo fa ho sentito sempre sconsigliare i tank ed ora sono perfino meglio di un puffer con piastre esterne.
il calcare fa nelle piastre e non fa nella serpentine? bo, alla fine sono due cose quasi uguali (due circuiti che scambiano calore con contatto e circolazione)
mo difetta pure sulla stratificazione.... diciamo che i circolatori dei termosifoni sono accesi almeno 12 ore al giorno, e l'acs quanta ne usiamo? una doccia sono dai 5 ai 10 minuti, una famiglia numerosa ci arriva ad un ora? e quest'ora rispetto alle 12 dei termo è un grosso difetto?
certo che secondo me stiamo esagerando e la configurazione migliore tra serpentino e piastra la sa solo Dio.
se proprio devo ritrovo i messaggi dove si sconsigliava il tank e presa come ultima scelta....

Daniel1980
06-02-2011, 09:01
fino a poco tempo fa ho sentito sempre sconsigliare i tank ed ora sono perfino meglio di un puffer con piastre esterne.


E' un'opinione. Il tank io lo consiglio solo in utenze in cui possono esserci prelievi abbodanti o multipli, però, a meno che non sia inox, è più delicato per via di eventuali correnti galvaniche. Inoltre come tutti gli accumuli è meno 'igienico' per via dei depositi e del discorso legionella (vabbè, sopravvalutato con i sistemi a biomassa)



il calcare fa nelle piastre e non fa nella serpentine? bo, alla fine sono due cose quasi uguali (due circuiti che scambiano calore con contatto e circolazione)


Si ma le superfici sono diverse, la piastra non ha i passaggi di una sepentina, che di solito è da 1'1/4 (40 mm).

lupakkiotto
06-02-2011, 09:10
E' un'opinione...... la piastra non ha i passaggi di una sepentina, che di solito è da 1'1/4 (40 mm).
e quindi?!? che differenza porta questo? sono curioso....

Dott Nord Est
06-02-2011, 09:11
una precisazione di pura curiosità: la piastra è in inox o in altro materiale?

Daniel1980
06-02-2011, 10:12
e quindi?!? che differenza porta questo? sono curioso....

E' da premettere che se l'acqua ha tanto calcare conviene sempre installare un sistema per prevenirne la formazione. Ad ogni modo i motivi per cui il serpentino non soffre il calcaresono vari:
1- sezione del tubo grande, nessun eventuale deposito/crosta di calcare che si possa incastrare e formare ostruzioni;
2- un serpentino inox a bagno maria non è una struttura 'rigida' come una piastra ma un serpentone flessibile lungo diversi metri che si dilata con le escursioni termiche. Questo fa in modo che l'eventuale calcare formatosi si stacchi dalle pareti.
3- la conformazione del serpentino(non so se hai presente come è fatto) fa in modo che l'acqua che scorre al suo interno crei tanti piccoli 'vortici' che evitano la formazione di qualsiasi deposito.

scresan
06-02-2011, 11:23
Grazie Daniel, quoto quanto hai scritto totalmente! Certe cose le davo per scontate, e non le ho dette!

Per quanto riguarda la corente galvanica, pero', anche l' inox ne risente e forse di piu' che non l' acciaio vetrificato, spessp perchè lo spessore dell' inox è inferiore. Buona norma comunque utilizzare l' anodo sacrificale, e sostituirlo all' occorenza!

Daniel1980
06-02-2011, 14:03
Per quanto riguarda la corente galvanica, pero', anche l' inox ne risente e forse di piu' che non l' acciaio vetrificato, spessp perchè lo spessore dell' inox è inferiore. Buona norma comunque utilizzare l' anodo sacrificale, e sostituirlo all' occorenza!

Quando due metalli a contatto fra loro danno origine a fenomeni di corrosione galvanica è sempre il metallo meno nobile a corrodersi. Quindi, in teoria, basta collegare la sepentina all'impianto con normali tubazioni in ferro zincato per far si che queste stesse fungano da anodo.

Dott Nord Est
06-02-2011, 14:19
infatti, non capisco perchè dite che serve anodo nell'acciaio inox.
in quelli che monto in acciaio inox non c'è nessun anodo, e non si è mai vista nessuna corrosione.

turbogen
06-02-2011, 18:05
guarda un pò, invece a me in un boiler vetrificato mi si è forata proprio la serpentina in acciaio inox......per quei pochi spiccioli che costa un'anodo, beh, è un'economia che lascia il tempo che trova.....
p.s:dr, ma non eri tu che in qualche altra discussione chiedevi se era montato l'anodo????poi adesso salta fuori che il primo a non montarli sei proprio tu....

Dover
06-02-2011, 18:50
Un accumulatore con serpentina per acqua sanitaria in inox mediamente quanti anni dura?
Secondo voi, conviene effettivamente prenderlo con la serpentina per il solare o se decido un giorno di abbinare i pannelli un bollitore più piccolo che fa solo quello?
Grazie

scresan
06-02-2011, 18:56
Credo che la differenza con o senza serpentino per il solare sia minima. Prova a chiedere i prezzi, delle due versioni, poi decidi!

Dover
06-02-2011, 19:11
Però sai dirmi quanti anni dura un puffer?

turbogen
06-02-2011, 19:20
se non ci sono correnti vaganti direi per sempre....

Dover
06-02-2011, 19:41
I che senso correnti vaganti? Dove abito c'è molto calcare nell'acqua può incidere sulla durata? Se l'impianto è a vaso aperto o chiuso cambia qualcosa?

Dott Nord Est
06-02-2011, 22:41
p.s:dr, ma non eri tu che in qualche altra discussione chiedevi se era montato l'anodo????poi adesso salta fuori che il primo a non montarli sei proprio tu....

erri
mai chiesto se è montato l'anodo sull'acciaio inox di buona qualità per evitare forature

turbogen
07-02-2011, 06:47
ostia, ma se è proprio l'acciaio inox che si fora!!!!!
bah:rolleyes:.......

Daniel1980
07-02-2011, 07:10
ostia, ma se è proprio l'acciaio inox che si fora!!!!!
bah:rolleyes:.......

Dipede dalla qualità dell'acciaio(mica sono tutti uguali) e soprattutto dalla saldatura. Dove viene saldato (non è trafilato) infatti cala, anche di molto, la resistenza alla corrosione. Per questo si salda con l'azoto. Il top nel settore è comunque l'acciaio stabilizzato al titanio, l'aisi 316TI.

turbogen
07-02-2011, 07:14
resta il fatto che un bell'anodo al magnesio, per prevenire le correnti vaganti, non gli fa male in tutti i casi, per quell'inezia che costa.....
certo, se poi il cliente non lo controlla-fa controllare mai, allora è come non ci fosse, ma questo non giustifica il non metterlo.....
ciao:bye1:

Dott Nord Est
07-02-2011, 07:17
ostia, ma se è proprio l'acciaio inox che si fora!!!!!
bah:rolleyes:.......

forse bisognerebbe non fare di tutta l'erba un fascio, e fare i vari distinguo.
sotto ho tolto nomi e dati per evitare pubblicità.

Daniel1980
07-02-2011, 08:46
forse bisognerebbe non fare di tutta l'erba un fascio, e fare i vari distinguo.


Si, beh, in realtà le serpentine ormai sono tutte in 316L (L sta per Low Carbon), il 316 non credo lo usi più nessuno e il 304 per usi sanitari lo usano più che altro i cinesi. Il 316Ti, che sappia io lo usa solo Rotex e l'AMC per fare le loro costosissime pentole. La differenza come detto secondo me la fa principalmente la saldatura; se non si salda in assenza di ossigeno il punto di saldatura decarbura e perde le caratteristiche di inossidabilità...praticamente quel punto fa da anodo.
Per il resto ricordo che l'inox come 'nobiltà' è superiore anche al rame, quindi se è di qualità è chimicamente impossibile che si fori per corrosione galvanica....a meno che non abbiate un puffer o che colleghiate la serpentina con materiali di nobiltà superiore come l'oro, il platino o l'argento, i soli 3 metalli più nobili (assieme al mercurio) dell'inox.

PS. nobiltà= capacità di un metallo di cedere elettroni

scresan
07-02-2011, 20:30
... troppi se!!!

Alla fine se uno ci mette l' anodo al magnesio, o meglio quello elettronico sicuramente non avra' problemi di corrosione !! se non sul boiler, magari sul vicino filetto o su una delle serpentine ......

In certi impianti, poi, anche l' anodo dura per anni, quindi in quegli impianti anche se uno non lo mettesse, nulla cambierebbe. ma lo si sa solo dopo!!!

Nella mia vecchia caldaia a gpl, con bollitore da 60 lt in inox 316L dovevo cambiare l' anodo ogni 6 mesi, perchè veniva polverizzato !!! Sebbene utilizzassi l' anodo in magnesio, le correnti galvaniche sono riuscite a distruggere i piccoli magneti delle valvole di intercettazione dei servizi (non so come si chiamino quei piccoli rubinetti a cui si collegano i tubi cromati in ottone dei vari miscelatori nei bagni, in lavanderia etc).

Meglio prevenire, che curare!!!

Daniel1980
08-02-2011, 07:13
... troppi se!!!
Alla fine se uno ci mette l' anodo al magnesio, o meglio quello elettronico sicuramente non avra' problemi di corrosione !! se non sul boiler, magari sul vicino filetto o su una delle serpentine ......


Non dico mica che faccia male mettercelo, però, ripeto, se usi prodotti di qualità è improbabile che l'inox si buchi, in caso di elettrolisi si bucherà qualcos'altro.



Nella mia vecchia caldaia a gpl, con bollitore da 60 lt in inox 316L dovevo cambiare l' anodo ogni 6 mesi, perchè veniva polverizzato !!! Sebbene utilizzassi l' anodo in magnesio, le correnti galvaniche sono riuscite a distruggere i piccoli magneti delle valvole di intercettazione dei servizi (non so come si chiamino quei piccoli rubinetti a cui si collegano i tubi cromati in ottone dei vari miscelatori nei bagni, in lavanderia etc).


Eh, vedi, che non ti si è bucato l'inox malgrado l'anodo di magnesio non fosse sufficiente? Come straripetuto, se l'inox è buono prima di lui ti si bucherà tutto il resto di metallico(che non sia in oro,argento o platino) dell'impianto. Ad ogni modo, le correnti vaganti non scorrono nell'etere, hai mai verificato il perchè di questa corrosione?

ardeman
17-11-2012, 16:21
sono enrico chiedo la revisione annuale della caldaia ad una società consigliata dalla casa madre, inoltre l'acqua calda va è viene: mi si presenta un tecnico dicendomi consigliandomi il contratto di assistenza:fin qui va bene.. mi dice che c'è una valvola da cambiare...torna un altro tecnico dopo qualche giorno (Ieri) con il pezzo...prima di metterlo mi dice ...potrebbe essere che questa cosa non basti per l'acqua ma cmq sistemerà il riscaldamento (che anche lui dava qualche problema).... e che si debba cambiare anche lo scambiatore di calore...eccheccazz!!! non poteva dirmelo l'altro...va be' procedi...
l'acuq arriva meglio di certo ma non si scalda oltre una certa temperatura ..e le intermittenze sembrano ridotte...dice c'è da cambiare anche lo scambiatore dico va bene costo 200 euro + iva ...se va fatto però siccome sono un po' caga***** vado a spulciare per il web e trovo scambiatori di calore simili ma a costi decisamente inferiori da 70 a 130 euro ora vabbene ignorante ma prima di essere fregato vorrei chiedervi se il costo dell'uscita (in teoria non previsto dal contratto) sia nascosto in questo prezzo...voi che dite? grazie

Gemino
08-09-2014, 08:22
Questo è lo schema........acqua fresca di giornataSalve tom tom , vorrei usar questo schema per il mio impianto . Devo far la stessa cosa per l'acqua tecnica? Grazie

Gemino
08-09-2014, 09:14
Ah, forse perché si scaldava troppo da quel che ho letto . Daniel mi puoi aiutar tu a perfezionare il mio progetto?grazie

Attualmente ho levato una vecchia stufa a pellet Aria da 11kw che svolgeva benone il suo compito su ambiente di 100 mq ben coibentato . Preso stufa pellet idro da 12kw all'acqua e 2 in ambiente . Metterò puffer solarbayer col sistema sls . Per motivi di costi prenderò quello con 2 serpentine in previsione di eventuali solari o altro e non il pipe in tank che mi piace assai . Ora ho una caldaia baxi da 24kw con accumulo che non so motivo ma consuma quasi 2 kw al gg per un uso di una vasca ed una doccia .regolata addirittura ad accender si 6 ore nel arco della giornata. Probabilmente non ha buon isolamento . Vorrei metter un'istantanea più potente e metter su uno o 2 scambiatori come schema di tom tom per gestire acqua sanitaria e tecnica .

Così di inverno sfrutto stufa a pellet anche per zona notte per totale 170 mq . La caldaia a metano solo quando puffer resterà spento nelle mezze stagioni ed estate . Mi manca il collegamento dettagliato dell acqua tecnica .grazie

Dott Nord Est
08-09-2014, 10:25
Vorrei metter un'istantanea più potente e metter su uno o 2 scambiatori

l'acs la vuoi produrre con piastra di scambio?

Gemino
08-09-2014, 10:41
*** Testo fuori tema rimosso. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***


*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

@Dott Nord Est;
Si dr nord est . Poi volevo una piastra anche per separare l'acqua tecnica ma vorrei capir nel dettaglio il collegamento

La cosa che ho notato ad ogni modo e' quanta mancanza di esperienza/capacità di chi propone impianti . Ecco perché questo sito e' una fonte preziosa per gli utenti finali. E , dovrebbe, esser una fonte di miglioramento per gli installatori/ venditori

Dott Nord Est
08-09-2014, 12:01
allora prevedi la piastra come una zona qualsiasi
hai un collettore dove colleghi le varie zone?
fai un disegno e posta

Daniel1980
08-09-2014, 14:52
Perdona la bruttezza dello schema, non sono bravo come il TomTom buonanima col pain, ma io purtroppo non sono in pensione, il tempo è quello che è. Lo schema qui sotto ti dovrebbe dare un'idea di come interfacciare uno scambiatore a piastre per ACS alla caldaia. La differenza con lo schema del buonanima è che la caldaia riceve acqua sempre preriscaldata dal puffer, questo perchè ho desunto che tu possa, magari in futuro, collegare al puffer dei pannelli solari.




41971

Gemino
08-09-2014, 15:41
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

ok lo scambiatore non lo vedo, forse mi sfugge qualcosa... mi serve anche il collegamento per acqua tecnica ... non ho modo di evitar scam,biatore per acqua tecnica ?
specifico che vorrei una somda o una qualsiasi alternativa che mi proponete perche' la stufa funzionera' tutti i gg di freddo mentre le mezze stagioni userei la caldaia a mentano che come oggi in 20 min stempera a sufficienza.grazie

si dr nord est ho un collettore dove separar le zone ,, anche termostati ambiente per ognuna delle due zone (se dovesse interessare)

Daniel1980
08-09-2014, 16:17
Più chiaro?

41972

Gemino
08-09-2014, 19:12
*** Testo fuori tema rimosso. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

vorrei andar sui termosifoni in ghisa/alluminio senza passare dallo scambiatore quando il pufer e' caldo, ossia quando la stufa e' accesa.

domanda matematica. quanto ci metto con 13 kw max all'acqua ad alzar di 50 gradi 500 lt di acqua?faccio confusuione tra kw e kw/h grazie

Dott Nord Est
08-09-2014, 20:45
io vorrei andar sui termosifoni in ghisa/alluminio senza passare dallo scambiatore quando il pufer e' caldo, ossia quando la stufa e' accesa.

per chiarezza....
lo scambiatore ti serve per produrre acs o per separare gli impianti?
mi sa che è sorta un pò di confusione.....

inoltre, un puffer SLS non deve essere scaldato prima di scaldare i termosifoni....
lavora in modo diverso (prima dai servizio all'impianto, e poi si scalda lui...)

https://www.youtube.com/watch?v=E2lTTVIGaXQ#t=117

Gemino
09-09-2014, 06:51
Scusate mi rendo conto che son stato poco chiaro dopo aver riletto . Dunque : prenderò il puffer sls detto prima proprio per motivo detto da dr nord est, ossia prima di scaldar il puffer l'acqua tecnica scalda impianto dei termosifoni che raggiunta la temperatura chiude l'uscita dal puffer cosi il sistema sls solo allora scalderà il puffer . Il video del post 152 e' chiaro.Credo che fin qui concordiamo . Dicevo che ora ho caldaia 24kw a metano con bollitore da 50 lt che vorrei sostituire con una istantanea da 31kw a meno che non troviamo idea per sfruttarla . Per fattore di costi il puffer sls sarà senza pipe in tank e senza tank in tank e vorrei metter lo scambiatore a piastre per produrre ACS nel modo suggerito da Tom Tom o Daniel . Domandavo se devo metter ,e se si come, un altro scambiatore a piastre per separare gli impianti caldaia/stufa per sti benedetti 36 kw per rimaner a norma.Lo scambiatore a piastre per acqua tecnica vorrei lavorasse dalla parte della caldaia che verrebbe usata le poche volte che non serve accender la stufa per stemperare l'ambiente.

Vorrei dunque ottener nel periodo freddo un impianto con stufa a pellet idro che sarà accesa finché la parte bassa del puffer non sarà calda e ripartirà quando tornerà fredda(a proposito che temp consigliate?) raffreddata dagli impianti riscaldamento ed acs,dunque per circolazione nell'impianto di riscaldamento e nello scambiatore acs . Nel periodo caldo passar diretto in caldaia per acs e nel periodo intermedio scaldar impianto termico senza dover scaldar l'acqua del puffer poiché non accenderei la stufa .grazie

Dott Nord Est
09-09-2014, 14:43
gemino, se la caldaia a gas viene usata solo in emergenza per riscaldamento, e quindi quasi mai, prendi SPS 2 WT con doppia serpentina
su una scarichi il solare, sull'altra scarichi il gas, e la piastra di scambio la usi per acs (con deviazione su produzione gas). Fine.....
semplice, economico, e senza casini....

Gemino
09-09-2014, 15:54
dr nord est non e' quasi mai ma brevi periodi prima dell'inverno e dell'estate. per quello chiedevo quanto kw o kw/h ci vogliono per scaldare 500 lt di puffer. non posso metter un'altro scambiatore a piastre? o sfruttar la caldaia che ho ora con accumulo senza svenarmi di gas? l'acqua calda calda serve solo dalle 6 alle 11 di mattina

termica
09-09-2014, 17:49
Gemino,lo schema esatto dello scambiatore é quello di tomtom devi solo spostare la miscelatrice acs dopo la deviatrice,questo se la caldaia a gas la fai miscelare per conto suo.Detto questo mi sembra ovvio affermare che tutti gli altri schemi sono completamente sbagliati,sia sulla posizione della miscelatrice sia sulla posizione della deviatrice e del flussostato.Riguardo il puffer , il suo funzionamento non é certo quello che tu hai descritto.Mi trovo all'estero,ho problemi di connessione,appena mi sará possibile ti faccio lo schemino dello scambiatore.Ciao

Dott Nord Est
09-09-2014, 20:39
dr nord est non e' quasi mai ma brevi periodi prima dell'inverno e dell'estate

gemino....
stai facendo un sacco di confusione e mischiando mille cose diverse.
il puffer SPS-SLS non devi scaldarlo tutto prima di produrre acs......
puoi fare in vari modi: con piastra di scambio su caldaia, con caldaia su serpentina, acs con piastra, con caldaia, con piastra+caldaia, ecc ecc.....
prima chiarisciti bene le idee... altrimenti fai solo un gran casino....
se vuoi chiamami al telefono così a voce si capisce meglio cosa vuoi/puoi fare.

Gemino
10-09-2014, 09:19
dr nord est ho capito come funziona il puffer con il sistema del video ed e' il motivo per cui lo voglio comperare: ha una specie di "barilotto" con sotto dei fori .se collego all'entrata ed uscita del puffer l'impianto dei termosifoni l'acqua calda in entrata andra' in prevalenza sull'uscita del puffer . quando i termosifoni saranno a temperatura l'acqua in entrata del puffer "sfoghera' " nei fori sotto scaldando solo allora il resto del puffer. Collegando la mandata dello scambiatore acs in alto del puffer non occorre scaldar tutto il puffer. Ora sto vagliando i vari schemi (tom tom , daniel ,termica appena lo potra' postare)su come e cosa fare.

cerco ora di capire come gestire il riscaldamento dell'acqua tecnica con le 2 fonti stufa idro e caldaia a metano visto che le potenza assieme supera i 35 kw. un idraulico mi dice che essendo la caldaia su stanza caldaia e stufa in casa (quindi locali separati) non ho bisogno di separare gli impianti.ho letto discussioni discordanti. Nel caso fossi obbligato a separar gli impianti chiedevo se devo metter altro scambiatore e come .

Dott Nord Est
10-09-2014, 13:36
cerco ora di capire come gestire il riscaldamento dell'acqua tecnica con le 2 fonti stufa idro e caldaia a metano visto che le potenza assieme supera i 35 kw.

se la usi sporadicamente o in emergenza, prevedi puffer 2WT e la colleghi alla serpentina superiore
se la usi più volte, la colleghi a piastra di scambio

Gemino
10-09-2014, 15:51
domanda : Come la collego?

Dott Nord Est
10-09-2014, 17:07
appunto, su serpentino o piastra?
dipende dall'utilizzo che ne farai

Gemino
10-09-2014, 18:08
su scambiatore, chi ha un disegno di come devo collegare?grazie sempre disponibili.... un piacere

Dott Nord Est
10-09-2014, 18:36
Gemino..... per la miseria !!!! Scambiatore è sia la piastra che il serpentino !!!! Siii preciso nelle cose, altrimenti come si fa a capirti ??? Se su scambiatore a piastre, dopo il puffer se la caldaia a gas produce anche acs, altrimenti se non la produce devi scambiare nel puffer. A quel punto tanto vale scambiare in serpentina, ti costa meno.

Gemino
10-09-2014, 18:54
ops pardon DR . scambiatore a pistre, mannaggia alla mia abit di strozzar le frasi....abbiamo uno schemino?grazie

Dott Nord Est
10-09-2014, 20:23
gemino....
caldaia con produzione o no di acs ??????????????? :cry:

Gemino
10-09-2014, 23:26
Si dr caldaia con prod acqua calda

Daniel1980
11-09-2014, 18:03
Ma cosa ti servono gli schemi se poi non li capisci?

Lo schema che ti ho postato è già definitivo, se non ti interessa il solare, elimini la valvola anticondensa dalla caldaia a pellet e attacchi quest'ultima alle serpentine del puffer. Così risolvi anche il problema del superamento dei 35 kw. Per l'ACS, col mio schema sfrutti al massimo l'energia che c'è nel puffer.

Gemino
13-09-2014, 06:18
Grazie Daniel . Ottimo . Gli schemi che non capisco li studio e condivido con voi in rete così ha senso un forum che nasce principalmente per questo.Una domanda . Nello schema di andar con stufa su serpentina e no diretto che differenza posso o potrei aver a livello termico e di funzionamento? Sarebbe lo stesso o l'impianto e tarature andrebbero modificate?Grazie ragazzi siete una vera fonte

T-1000
13-09-2014, 09:17
prendi una caldaia senza produzione istantanea
un puffer con il serpentino acs
semplificherai notevolmente quel groviglio che vuoi partorire.
una pellet con l'anticondensa produce acqua tecnica alla temp sufficente per avere acs con un semplice puffer adatto
una caldaia solo riscaldamento può essere utile in emergenza, e la colleghi al puffer e non al collettore.
sai quanti tubi, valvole, raccordi, e problemi risparmi?

Gemino
13-09-2014, 17:15
Grazie t-1000 dei consigli. Ho venduto lo scooter a mio nipote così compro il puffer pipe in tank, ossia quello col tubo corrugato inox. Scelgo quello della solarbayer poiché oltre al "barilotto" già descritto e' un puffer che già nel 500 lt ha il tubo inox con oltre 70lt,capacità che gli altri hanno di molto inferiore.Ragazzi sono molto gasato dalla cosa di poter comperare questo nuovo puffer . Mi aiutate a capire come magari sfruttare la caldaia a metano con accumulo di 50 lt da 24 kw della baxi? Oppure devo inevitabilmente rifugiar mi nell'istante ea da 31kw? Grazie mille a tutti .attendo bramoso

T-1000
13-09-2014, 18:38
xla baxi24
una idea potrebbe essere di tappare l'uscita della calda, disattivare il riscaldamento del suo accumulo, collegarla direttamente al puffer con gli attacchi del riscaldamento.
comandare l'avvio della caldaia con un semplice termostato che dopo alcune prove posizionerai alla temp e altezza giusta...
lo scopo è che la caldaia si avvii solo se la pellet è spenta o ko. cioè se nel punto dove metti il termostato la temperatura scende sotto il suo set. (a esempio 45°)
in questo modo la caldaia rimane normalmente spenta e fredda... nessuna dispersione.
anche quando dovesse entrare in servizio il bollitore da 50lt è freddo e non disperde.

Gemino
13-09-2014, 19:21
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

poi avrei problemi nel gestire d'estate l'acqua sanitaria..
dai raga datemi le vostre opinioni, daniel, dr nord est , termica sei tornato?
grazie ragazzi e buon weekend

Dott Nord Est
13-09-2014, 22:05
io attendo che tu decida qualcosa, casomai dò la mia opinione sulla tua decisione finale.
ho riletto un pò di post, ma le opinioni sono così tante che alla fine non capisco più nulla....ubriaco sono :beer::cry:

T-1000
13-09-2014, 23:18
poi avrei problemi nel gestire d'estate l'acqua sanitaria..


assolutamente no.
come previsto se la pellet non va la baxi tiene in temp la parte alta del puffer.
in estate serve meno energia per fare l'acs
alla parte bassa puoi collegare il solare in futuro

Gemino
15-09-2014, 08:44
Ciao a tutti. Dr nord est ora. Idee chiare e definitive. Stufa idro come sopra e puffer solarbayer come sopra . Ho pensato di gestir la caldaia con accumulo attuale con una valvola a 3 vie o come mi suggerirete voi . La stufa sarà in funzione nel periodo freddo e così acs ne avrò a sufficienza . Ora ,quando non uscirà acqua abbastanza calda dal tubo inox acs immerso nel puffer vorrei prelevar acs dall'accumulo della caldaia . La caldaia e' molto comoda da impostare poiché ho controllo remoto . Quindi imposterei l'accensione dell'accumulo della caldaia a gas quando la stufa resterà spenta . Che ne dite?

Come meglio impostar e dove le sonde eventuali?pensavo a meta' puffer cosi ho acqua calda certa da meta' tubo inox in su.grazie raga

Dott Nord Est
15-09-2014, 15:07
la sonda della stufa a biomassa o della caldaia a gas?

quella per il gas ti serve da "minima"

quella del pellet dipende se la caldaia legge una sonda ntc o un termostato normale (la cosa migliore, in entrambi i casi, è farla lavorare in differenziale)

Gemino
15-09-2014, 15:38
la sonda della caldaia a gas .
si esatto serve da minima.

quella del pellet dipende se la caldaia legge una sonda ntc o un termostato normale (la cosa migliore, in entrambi i casi, è farla lavorare in differenziale) ---- devi spiegarmi qui perche' ignoro... ntc?

io ho i 2 termostati ambiente ,notte e giorno, che comanderanno i consensi di accensione della stufa se accesa( o in on o st by) altrimenti accenderanno la caldaia a metano.

ipotesi A(inverno) : stufa pellet in stato on che scalda termosifoni e acs (quella nel tubo corrugato inox dentro puffer).La stufa va in st-by quando la parte bassa del puffer sara' in temperatura e ripartira' quando la parte alta (o ditemi voi) sara' sotto una certa temperatura.

ipotesi B (estate e mezze stagioni) : stufa pellet spenta sempre quindi acs dentro tubo inox corrugato del puffer fredda.Allora vorrei che tramite una deviatrice o miscelatrice(chiedo a voi cosa giusto mettere) l'acs fosse fornita dall'accumulo della caldaia baxi a gas metano (Ho una nuvola3 confort con accumulo 55 lt). l'accumulo si deve scaldar tutte le volte che il puffer(causa stufa spenta) e' freddo. cosi' avrei sempre acs immediata.

Dott Nord Est
15-09-2014, 15:44
la sonda caldaia a gas, se il puffer è un pipe in tank, puoi metterla a un 30% partendo da alto.

i termostati ambiente non devono comandare l'accensione della stufa a pellet, ma la partenza pompa riscaldamento
l'accensione stufa a pellet deve essere comandata da una sonda nel puffer

attenzione, stai facendo un'errore come invece hai scritto tu

una curiosità, chi ti vende la stufa non ti ha fatto lo schema di installazione?

Gemino
15-09-2014, 16:24
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

Si e' un pipe in tank che conosci beneissimo hsk sls 500 .
il rivenditore non voleva metter il puffer, da qui ho cominciato a legger il forum.
sulla gestione ipotesi B cosa devo usare,miscelatrice o deviatrice? o e' stessa cosa?grazie dr.

Dott Nord Est
15-09-2014, 16:38
ipotesi B devi mettere una deviatrice, per cui in questo caso l'acqua che passa per il pipe in tank è come arrivasse dal carico normale

questo potrebbe essere un esempio se hai caldaia a gas con accumulo acs che vuoi usare solo quando il puffer non è caldo

Daniel1980
17-09-2014, 13:48
Gemino, le caldaie di qualche generazione fa modulavano male o non modulavano, quindi si rischiava di avere un'uscita dell'ACS surriscaldata rispetto alle necessità. Fortunatamente, la termotecnica ha fatto qualche passo in avanti, tu hai detto che monti una caldaia nuova, e un po' tutte la caldaie in commercio sono pensate per poter funzionare in serie coi bollitori solari ed essere alimentate con acqua calda. *** Testo rimosso. Violazione art.1 del regolamento del forum. nll *** il manuale Caleffi in cui ha letto che è sempre meglio mettere la termostatica anche dopo la caldaia è del 2007. Ben inteso, tutti e due i sistemi vanno bene, quello proposto da me però vale solo per caldaie moderne.

termica
22-09-2014, 17:15
gemino ,come promesso ti allego lo schema con lo scambiatore a piastre

gemino,ti allego altro schema con boiler.Come puoi vedere la valvola miscelatrice è stata messa per ultimo,in questo modo se la deviatrice devia sul gas la stessa temperatura che si trova nel boiler passa dentro la caldaia ,questo non si verifica se viene messa in altra posizione.Se non mi sono spiegato bene o non è di facile comprensione......chiedi.Saluti

Daniel1980
24-09-2014, 07:14
Bell'esempio di schema fatto in maniera *** Attacco alla persona non consentito. Violazione art.1 del regolamento del forum. nll ***. Io che rimuginavo su cosa avessi sbagliato nel mio, ma qui ho la conferma di aver fatto giusto, *** Attacco personale rimosso. nll ***

renatomeloni
24-09-2014, 11:40
Ciao Daniel1980,

se puoi ci spiegheresti gentilmente, perché lo schema di Termica è sbagliato??

Grazie


Saluti

Daniel1980
24-09-2014, 12:07
Non ho detto che è sbagliato, funziona, esattamente come funziona quello che ero postato io. Dove sta la differenza? Che sul mio, posso sfruttare il calore sul Puffer per preriscaldato l'acqua in ingresso della caldaia. Questo è fondamentale se sul Puffer hai collegato il solare termico (altrimenti nelle mezze stagioni e nelle belle giornate invernali i pannelli li sfrutti solo quando ti portano la temperatura dell'accumulo sopra i 45-50 gradi), ma è utile anche hai calore residuo. Certo, se tutto il Puffer è freddo il circolatore consumerebbe energia per nulla, ma questo si può facilmente risolvere mettendo un termostato di minima.

Gemino
27-11-2014, 08:30
Signori buongiorno.prima parte dell'impianto ultimata. A breve vi aggiorno. Una domanda. Vorrei legger la temperatura del puffer dalla sala perche' il puffer e' nella stanza caldaia. Esiste un termometro wireless con sonda da infilare nelle ispezioni del puffer? Dr nord est ho visto dei post dove suggerisci dei palliativi ma vorrei un termometro specifico. Quindi una sonda di 4/8 cm che trasmette via wifi la temperatura . Grazie

Dott Nord Est
27-11-2014, 13:41
le trasmissioni di letture termostati in ambiente casalingo sono spesso difficoltose (molte interferenze)
a meno che non si prendano prodotti di un certo costo.... ma a quel punto non sò se conviene...
quelli a filo, anche a distanza, sono sempre i più precisi

Gemino
27-11-2014, 15:05
che marchi consigli con e senza filo? a me interessa fin li' la precisione al decimo di grado :-)

Dott Nord Est
27-11-2014, 15:16
la miglior cosa è chiedere a chi si occupa di elettronica, o un magazzino fornito di idraulica

boski f 25
15-01-2015, 15:22
Buonasera a Voi del Forum, è un po di mesi che vi seguo e dal vostro forum ho preso lo spunto per l'acquisto di una temocucina Bosky f 25 e di un puffer della Cordivari da 800 con un solo serpentino posto nella parte bassa con indicazione di istallazione che dice per solare termico.. e ho deciso di registrami per porvi , se possibile un quesito su questo argomento.
Il mio impiantista di fiducia , prossimo alla pensione(beato lui), mi consiglia di non usare il serpentino basso, ma di immettere, dalla temo cucina che dista 1 metro , direttamente nel puffer per accelerare la resa e lo vuole collegare con tubazioni di rame che salderà con il cannello..
Poi , all'uscita , lo scambiatore per congiungersi all'impianto pre esistente .
che ne pensate?
Grazie

Gemino
15-01-2015, 15:32
si ha ragione . risultati migliori certamente.

FaGa86
15-01-2015, 15:38
Ok per il collegamento diretto nel puffer della termocucina
Poi , all'uscita , lo scambiatore per congiungersi all'impianto pre esistente .Invece questo cosa vuol dire?

boski f 25
15-01-2015, 20:35
significa , connettersi all'impianto dei termo, preesistente, azionato dalla caldaia a gpl..
ps grazie

allora, mi permetto di chiedere , come mai, pure secondo vo,i è meglio lasciare inutilizzato il serpentino basso indicato dal fabbricante per solare termico del puffer per poi mettere 2 scambiatori per acs e termo?
grz

FaGa86
16-01-2015, 07:52
L'ACS può essere prodotta in vari modi, uno di questi è tramite scambiatore esterno. Il secondo scambiatore invece serve per dividere la termocucina dalla caldaia a gas evitando somma di potenze e quindi tutti quelli che sono gli adeguamenti per potenza totale al di sopra dei 35 KW. Il serpentino basso è utilizzato solo ed esclusivamente come specificato anche dal produttore del puffer per lo scambio solare.