PDA

Visualizza la versione completa : cogeneratori a idrogeno o bio metanolo



Gioj
18-03-2011, 03:02
Salve a tutti, sono un po spratico di questo interessantissimo ed utilissimo sito, ho delle domande da porvi:
1) L'idrogeno rientra nella categoria dei combustibili soggetti ad incentivo in questo caso la 0,28 cent.?
2) Esistono cogeneratori che utilizzano l'idrogeno? Se si cosa mi consigliate considerando un 200 KW ?
3)Ho sentito parlare di bio metanolo da utilizzare come combustibile per la cogenerazione, qualcuno ha notizie più complete anche sul prezzo di mercato al lt.?
4)Praticamente che differenza c'è tra il bio metanolo e l'etanolo a parte l'estazione rispettivamente da legno e zuccheri ?

Forse sono domande già fatte , ma io non ho trovato riferimenti. Grazie comunque in anticipo a chiunque dedicherà un pò' del suo tempo a queste risposte.

rottweiler12
05-04-2011, 14:10
Perchè ti vuoi buttare su queste cose? Fare attività su qualche cosa già presente sul mercato è più semplice.

1) Non sono certo che l'idrogeno entri nel novero dei combustibili che concedono l'incentivazione GSE, ma se devi stoccarlo ti garantisco che questo sarà un problema microscopico, se confrontato ala pericolosità.
2) Cogeneratori ad idrogeno? Forse. Certamente non per ora...
3) Anche stoccare il metanolo nelle quantità richieste dalla alimentazione di un cogeneratore dà qualche grattacapo, a causa della sua alta pericolosità ( venefico).
4) La differenza è che il metanolo è alcool metilico, alla base del quale troviamo il metano, nell'etanolo troviamo in formulazione l'etano e si chiama anche alcool etilico, che troviamo anche nel vino ed è quindi assimilabile.
Suggerimento: se ti pice il metano, usa quello di rete, che è già disponibile ovunque ed è meno pericoloso da trattare.

Sulzer1
06-04-2011, 12:43
L'idrogeno non è considerato una fonte di energia rinnovabile ma un vettore energetico. Non da diritto a nessun incentivo. Esistono motori sperimentali a idrogeno, i motori commerciali riescono a " digerire miscele di gas di cui il 10 % è H2 . Il biometanolo , di cui difficilmente troverai una filiera ( l'unica che conosco è quella formata dalle teste di distillazione delle distillerie di grappa) è un biocarburante, per inserirlo nei biocombustibili dovresti "sgomitare".
Nessuno distilla legno, il metanolo commerciale è tutto derivato dal metano , precedentemente dalla ossidazione del CO. E' dal 1912 che non si pirolizza biomassa per produrre bioetanolo.

apperol
06-04-2011, 16:01
non è il vettore di energia in sè, ma la sua provenienza che ne da l'accesso agli incentivi
se l'idrogeno è di produzione biologica e rinnovabile e riesci a dimostrarlo al GSE ti danno l'incentivo

87biogas87
06-04-2011, 19:25
Ciao a tutti venerdì scorso sono stato in fiera a cesena ed ho visto un cogeneratore ad idrogeno e olio vegetale purtroppo bioentanolo nulla. Cmq se ti interessa puoi contattarmi e darti il nome dell'azienda

rottweiler12
07-04-2011, 09:14
Sono felice dell'esistenza anche di questa forma di cogenerazione, che non conoscevo assolutamente, ma mi chiedo di nuovo: ne vale la pena? Con tutte le varianti di alimentazione che esistono già secondo me esiste anche quella già conosciuta, affidabile e certamente produttiva. Non è escluso che con l'idrogeno, che come dice sultzer va miscelato al max al 10%, si entri nell'elenco di coloro che devono "fare" statistica e basta.
Ciao

Sulzer1
07-04-2011, 20:54
Dimostrare che l'idrogeno proviene da una fonte rinnovabile non è facile, sopratutto se in una legge dello stato è indicato chiaramente come vettore energetico che non può fruire degli incentivi . Attualmente non esistono sistemi di produzione dell'idrogeno da fonti rinnovabili che diano diritto ad accedere agli incentivi

Gioj
26-04-2011, 00:28
Salve a tutti ragazzi, e grazie delle vostre risposte e del vostro tempo.
La motivazione per la quale stò cercando altre fonti di alimentazione è perchè i prezzi dell' olio vegetale Europeo ed un pò meno quello extra Europeo sono in continuo aumento, e volendo investire nella generazione di corrente con motori endotermici se non si hanno quantitativi e prezzi garantiti di olio vegetale per parecchi anni, si rischia di farsi veramente male. Siccome nessuno dà queste garanzie o comunque potrebbero facilmente non essere rispettate, sono costretto a rinunciare o cercare altro.
Grazie ancora per il vostro tempo e se qualcuno ha dei suggerimenti ben vengano.