PDA

Visualizza la versione completa : Sollevamento acqua di falda - iserimento turbina



CIUFFO3
30-03-2011, 11:10
Ho conosciuto da poco questo forum ci sono arrivato cercando qua e la su internet il modo per non buttare via un mare di acqua. Nelle vostre discussioni non ho trovato nulla in merito pertanto provo ad aprirne io una sperando di non dire fesserie.
Abito in un condominio a corte di 35 unità; occupiamo una bella superficie e grazie al ns costruttore che ha costruito (male) sotto la falda abbiamo pompe per tenerci all'asciutto. Ora mi chiedevo queste pompe sollevano l'acqua da sotto i garage (-2.5mt circa dal piano campagna) e la portano fuori sulla strada comunale per lo smistamento di acque bianche. La mia domanda è questa se io convoglio le pompe più potenti tutte in un punto posso applicarvi una turbina e recuperare parte dell'energia elettrica (o è utopia)? Le pompe hanno una "portata?" di 1400 lt/minuto tubo da 3 " l'una (dovrebbero funzionarne solo 2 in caso di emergenza e + acqua sarebbero 4) .
Un sentito grazie a chi si vorrà interessare.
saluti

sandroturbine
30-03-2011, 12:11
Ciao Ciuffo ,
Il concetto corretto è : "consumare soltanto l'energia necessaria " non consumare di più per poi tentare un recupero energetico . Il tuo problema esiste soltanto se acque se dal vostro tubo esce l'acqua con forte velocità . La soluzione migliore è installare un inverter che modula la portata delle pompe (e quindi il loro consumo ) in funzione del livello dell'acqua nel pozzo d'aspirazione . Non servono tanti inverter quante sono le pompe ! è sufficiente uno e un sistema di by pass elettrico e commutazioni .
ciao

CIUFFO3
30-03-2011, 12:56
Purtroppo le pompe ci servono per tenerci asciutti, non possiamo ridurne la portata altrimenti la falda salirebbe fino al livello garage. Le pompe vanno 24h/24 7gg/7 si spengono solo qualche secondo al giorno...avevamo pensato a fare dei bacini di raccolta da svuotare poi con pompe + performanti ma che stessero accese il meno possibile ma visto che ormai le case sono quasi sopra i pozzetti d'aspirazione e sotto è tutto ghiaione non ci consigliano di andare a scavare. Per quanto riguarda l'uscita dell'acqua dal tubo non sò a che velocità esca (i dati che ho sono quelli riportati). Ad esempio sò che da una motopompa 500 lt/min 2" a cui avevamo attaccato una manichetta da pompiere con lancia il getto era bello forte e raggiungeva una gittata di circa una 20ina di metri.

---

qualcuno magari ci può aiutare con i calcoli tubo da 3 " portata pompa 1400 lt/min

sandroturbine
31-03-2011, 12:27
ciao ,
sapessi almeno che tipo di pompe hanno montato ... 1400lt min sono 23 lt/sec
supponiamo che il tubo da 3" di scarico sia lungo 15 mt con 3 curve . Bene , con 25 lt sec le perdite di carico è circa 8 mt che equivalgono a 3 kW assorbiti in più dalle pompe . Quella portata richiede una tubazione di scarico di almeno 125 mm oppure 5"
Ti giro il discorso : per pompare 1400lt 7min su un dislivello di 2.5 mt serve 1.2kW/h ,se tutto è dimensionato correttamente !
ciao

CIUFFO3
31-03-2011, 13:11
Le pompe sono della
"GMP" Elettropompe autoadescanti Elettropompe centrifughe Pompe per irrigazione – GMP PUMPS (http://www.gmppumps.com)
modello AQUILA 50 3,7 Kw 400V Trifase MandataØ 80 [Con girante “Vortex” per le serie con motore a 1450 giri/minuto ]
a 3 Mt di Prevalenza che è circa il ns caso spingono di catalogo 1700 lt/min anche se misurato.
Calcola che nel tubo da 3 " fanno circa 2/3 curve per circa 20 mt poi entrano in un tubo di cemento credo di 125 mm o + ma erano di +.
Le pompe le abbiamo cambiate di recente perchè prima andavano a 220 e sollevavano forse 600 lt /minuto (non sufficiente infatti ci siamo allagati e poi corsi ai ripari) e consumavano all'incirca lo stesso forse 2 kw e poco +.
Noi si pensava di mettere gli ugelli all'uscita del tubo da 3 " delle 4 pompe in 4 posizioni della turbina e sfruttare la forza della pompa per farla girare. Anche se capisco che non produrranno mai la corrente che utilizzano potevamo almeno sfruttarne un pò.

sandroturbine
31-03-2011, 17:55
L'acqua di falda è pulita ! non è necessario una girante vortex adatta ad acque cariche e con un 'efficienza non superiore al 30 % . Ribadisco quanto detto in precedenza : la condotta di scarico è gravemente sottodimensionata ,la sua sostituzione porterà a di benefici in termini di portata . Gli ugelli all'uscita del tubo faranno aumentare ulteriormente la pressione e quindi il consumo della pompa ,non ci scappi!

CIUFFO3
01-04-2011, 07:56
cambiare la condotta per ora non lo abbiamo considerato in quanto costerebbe troppo; in un futuro investimento forse lo faremo. abbiamo scelto le pompe guardando soprattutto le caratteristiche di portata lt/min e consumi; questa ci è sembrata la scelta migliore tra quello che offriva il mercato. inoltre hanno una bassa rotazione e sono in trifase. posto questi punti fissi la mia domanda era solo se potevo sfruttare le pompe per far girare la turbina tutto qui. se si che turbina si consigliava, che tipo di impianto e quanto avremmo potuto produrre.

sandroturbine
01-04-2011, 12:29
Ciao ciuffo ,
No ! non puoi mettere una turbina ,se vuoi risparmiare energia devi ottimizzare l'impianto! Se vuoi fare un esperimento allora è un altro discorso !
Io cerco di farmi capire , ma probabilmente non ne sono capace.
Non costa troppo ottimizzare lo scarico ,facciamo 2 conti !
La tua pompa non riesce a pompare 1700lt min ma solo 1000lt min perchè le perdite fanno aumentare il dislivello reale da 2 a 8 mt . Supponiamo che la pompa non si fermi mai ,quindi dalla tua falda sgorgano 60 metri cubi ora e tu consumi 85kWh /giorno
Ora soltanto sostituendo lo scarico con un DN125 la tua pompa farà si 1400lt/min cioè84 metri cubi ora e quindi funzionerà per 40 minuti su 60 con un riparmio netto giornaliero di 30kW/h netti ovvero 11000 kWh /anno cioè 2200 euro .
Vedi un po tu se non conviene !!!

Spes
01-04-2011, 12:52
................... la mia domanda era solo se potevo sfruttare le pompe per far girare la turbina tutto qui. ............

Non ha senso o, se preferisci, è un controsenso.

Un saluto
Spes

CIUFFO3
01-04-2011, 14:20
forse sono io che non sono in grado di farmi capire. le pompe sono in un pozzetto Ø 80 cm "profondo" 1,5 mt. Purtroppo se la pompa andasse più dell'acqua che arriva nel pozzetto a caduta (in quanto non è perdente) lo svuoterebbe in breve tempo facendo scattare continuamente la pompa con ripetuti ON/OFF. il nostro problema è che non abbiamo accumulo di acqua per far si che le accensioni durino nel tempo e il riempimento lasci riposare la pompa.
E' già in istallazione l'inverter (ora non sò dirti se uno per pompa o uno che le comandi tutte) per parzializzare la pompa in base alla portata della falda.

Diciamo che voglia fare un esperimento come rispondo alle domande precedentemente poste? "..che turbina si consiglia? che tipo di impianto? quanto produce?...."

per Spes e tutti gli altri: non capisco perchè non ha senso visto che l'acqua io comunque la porto fuori con grosse portate e velocità per restare all'aciutto

Spes
09-04-2011, 17:33
Se le caratteristiche dell'acqua lo consentono,avete pensato di utilizzarla nei vostri impianti? Magari con qualche piccola modifica vi lasciate l'acqua potabile dell'acquedotto con una presa per ogni casa (eventualmente un by-pass) e tutto il resto lo mandate con la vostra acqua.

Domanda.
Quanto spendete per la bolletta dell'acqua?

Spes