PDA

Visualizza la versione completa : uno o più fermentatori?



filippobb
06-04-2011, 19:36
secondo le vostre conoscienze e la vostra esperienza che vantaggi, svantaggi e differenze ci sono tra un impianto con un solo digestore come ad esempio envitec e un impianto cn un fermentatore principale e un post fermentatore o piu (mt, ies biogas)?

qual è la soluzione migliore?

apperol
07-04-2011, 09:54
non è sempre detto che più fermentatori siano meglio, perchè devi vedere come lavorano
se sono cioè in serie o in parallelo
se ho 3 fermentatori, ma sono tutti in parallelo, a quel punto è meglio uno unico 3 volte più grande perchè riduce i costi di investimento
se ho 3 fermentatori in serie invece, sono molto meglio rispetto ad uno unico per vari motivi:
-riduci statisticamente la quantità di materiale che esce indigerito dovuta al fatto che esce materiale appena entrato
-hai materiale a 3 stadi di digestione
-la disgestione è suddivisa in porzioni più piccole e quindi hai maggior controllo dei dati e del processo
-se hai un problema su una vasca puoi utilizzare le altre per riequilibrarla

il fatto è che il numero di stadi non dipende dal numero dei digestori, perchè alcuni fermentatori hanno sopportano basso carico organico e non puoi metterli in serie senza mandarli in acido
devi anche considerare che se aggiungere più stadi in serie è conveniente per i motivi che sono scritti sopra, a volte aggiungere più vasche fa alzare alle stelle gli autoconsumi (

apperol
07-04-2011, 09:58
quando guardi un impianto devi sempre capire come funziona e come è pensato, e vedere se si adatta bene alla tua realtà
i principi sono pochi e devi capirli per fare la scelta giusta

-flusso dell'impianto (fermentatori in serie/in parallelo)
-volumi
-alimentazione e ricircoli
-carico organico dei fermentatori
-consumo di energia elettrica di ogni fermentatore

questi sono elementi di base che servono per capire quale impianto fa per te
non esiste l'impianto perfetto in assoluto

eta
11-04-2011, 18:17
Mi intrometto un secondo:
io sapevo che utilizzando due fermentatori si divide la digestione anaerobica in due ambienti separati, nel primo digestore si effettua idrolisi/acidogenesi/acetogenesi e nel secondo la metanogenesi.
Non è sempre così? Come funziona?
Grazie e scusate l'ignoranza e l'intromissione..

apperol
11-04-2011, 18:24
dividere le fasi di digestione in diversi fermentatori è praticamente impossibile
tieni conto che diversi nutrienti (carboidrati grassi e proteine) hanno diversi tempi di digestione, quindi se in un fermentatore hai per esempio le proteine in idrolisi-acetogenesi, hai contemporaneamente i carboidrati già in metanogenesi

ho visto molti approcciare così la fermentazione a più stadi, ma in realtà non è una cosa che si realizza nella pratica

WTR
13-04-2011, 19:11
concordo, tuttavia se hai un digestore unico completamente miscelato rischi di tirare fuori del materiale ancora da digerire, invece se fai fare almeno un "salto" cioè un passaggio in un'altro digestore o post-fermentatore sei più sicuro sui tempi di ritenzione idraulica.

apperol
15-04-2011, 09:29
concordo, tuttavia se hai un digestore unico completamente miscelato rischi di tirare fuori del materiale ancora da digerire, invece se fai fare almeno un "salto" cioè un passaggio in un'altro digestore o post-fermentatore sei più sicuro sui tempi di ritenzione idraulica.

proprio così
ecco perchè oltre al numero di digestori è importante capire come lavorano
più ne hai in serie meglio è

colavitti
15-04-2011, 15:46
Ok, più digestori ci sono meglio è, bisogna anche vedere anche quanto costano. Quando ci sono due fermentatori in serie penso sia più che sufficente, dopo diventa antieconomico.

apperol
15-04-2011, 16:22
sono daccordo, dipende anche dalla taglia credo che mettere 3 o 4 fermentatori in serie su un 5-600 kw sia troppo costoso
e poi bisogna stare attenti che questo non faccia crescere troppo i consumi

serve equilibrio

WTR
15-04-2011, 19:45
un equilibrio tra n. di digestori e rispettivi volumi in base alla potenza dell'impianto