PDA

Visualizza la versione completa : Impianto da 1 Mw



Cikosn
07-05-2011, 07:10
Salve, sono un imprenditore agricolo che sta pensando di costruire un impianto a biogas.
L'idea è quella di creare un impianto da 1 Mw e destinare parte del terreno al mais.
Volevo sapere:
Che differenze(vantaggi o svantaggi) ci sono su un digestore prefabbricato in e uno in calcestruzzo?
Ho sentito che molte ditte usano anche per impianti da 1 Mw soluzioni a più motori di più piccola potenza. Che vantaggio c'è?
Non trovo un buon testo tecnico sul biogas agricolo. Sapete consigliarmene qualcuno?
Grazie.

antobio
13-05-2011, 14:13
Dipende da che tipo digestato devi mettere all'interno del digestore... nella maggior parte dei casi si utilizzano in calcestruzzo..., costa un pò di più ma è molto più resistente e non si deforma nel tempo

apperol
17-05-2011, 09:50
per quello che posso dire non ci sono grandi differenze nel funzionamento dell'impianto
in generale il precompresso ha una qualità molto più standard perchè è fatto in stabilimento, mentre è molto sensibile ad una corretta posa in opera
il gettato in opera invece è più sensibile alla realizzazione in cantiere, devi avere cioè una ditta che ti dia le garanzie

devi inoltre considerare che se la struttura è in precompresso puoi utilizzare solo una agitazione ad elica immersa su asta perchè non si appoggia sui moduli. se hai il gettato invece puoi utilizzare tutti i tipi di miscelatori

alla fine comunque contano sempre le competenze di chi ti fa il lavoro perchè la struttura interagisce con il funzionamento dell'impianto

antobio
17-05-2011, 14:44
Condivido pienamente quello che ha detto apperol, dipende molto da chi ti fà il lavoro ed il funzionamento dell'impianto

gio-fish
17-05-2011, 19:10
Aggiungo il fattore tempo che è una variabile importante in cantiere.
I prefabbricatisti (io sono in costruzione di un impianto da 999 ed ho optato per i prefabbricati) hanno tempi di installazione dei moduli molto rapidi.
Diciamo che, con i conci a diposizione della ditta, una volta fatta la soletta armata e coibentata, il montaggio è durato circa 10 gg per le quattro vasche.
Temo tuttavia che in questo periodo le azienda che fanno vasche prefabbricate (che si contano sulle dita di una mano) potrebbero anche essere molto impegnate e richiedere viceversa tempi lunghi di stampaggio annullando quello che prima ho considerato un vantaggio.
C'è, a mio avviso, un altro aspetto delicato delle vasche prefabbricate da seguire con attenzione che è costituito dall'interfacciamento dei prefabbricatisti con l'impresa che ti allestisce l'impianto (mixer, riscadamento, tubazioni ecc).
Il prefabbricatore ha infatti bisogno dei progetti esecutivi per fare i fori di passaggio nei conci e questa collaborazione se non attenta può fare dei disastri.

apperol
18-05-2011, 16:08
sono daccordo con gio, ma bisogna anche considerare per quanto riguiarda i tempi che di fatto il tempo di realizzazione di un impianto dipende solo in misura ridotta dalla realizzazione delle vasche
per dare un'idea il tempo di realizzazione dell'allaccio alla rete elettrica, secondo le ultime normative enel, richiede da un minimo di 200 ad un massimo di 260 giorni da quando inizia la realizzazione della cabina a quando mi danno tensione
a mio avviso che detta veramente i tempi di realizzazione dell'impianto è enel (purtroppo) e non ci sono scappatoie

brunob
19-05-2011, 14:51
anche i tempi di consegna del cogenerato non sono da sottovalutare: ad oggi aspetti 8 mesi per un GE-Jenbacher.
Questa considerazione può anche essere una risposta alla domanda iniziale se utilizzare 1 o più motori: forse i motori più piccoli hanno tempi più brevi.
In via generale 1 motore ha costo di manutenzione inferiore, ma per le grosse manutenzione (10-20.000 ore) c'è lo svantaggio che ti manca il calore per un tempo anche di 10 giorni (d'inverno può essere un problema) e che non puoi abassare in modo totale la produzione di biogas quando il motore non va.

enzino85
27-09-2011, 12:21
Salve, sono un imprenditore agricolo che sta pensando di costruire un impianto a biogas.
L'idea è quella di creare un impianto da 1 Mw e destinare parte del terreno al mais.
Volevo sapere:
Che differenze(vantaggi o svantaggi) ci sono su un digestore prefabbricato in e uno in calcestruzzo?
Ho sentito che molte ditte usano anche per impianti da 1 Mw soluzioni a più motori di più piccola potenza. Che vantaggio c'è?
Non trovo un buon testo tecnico sul biogas agricolo. Sapete consigliarmene qualcuno?
Grazie.

Ciao Cikosn,
noi siamo un'azienda di Taranto produttrice di impianti
ed abbiamo una struttura complessa composta da uno staff di agronomi,
processisti, un team di progettazione civile,... (stiamo diversificando
il nostro business)
il nostro obiettivo è espanderci in tutto il Sud
Italia e per aggredire la scesa degli unni, dando dei servizi su misura
agli imprenditori agricoli.
se nel qual caso fossi un imprenditore
del sud innanzitutto ti sconsiglio di NON coltivare mais.... ed invece
coltivare prodotti alternative con un ottimo grado di carbonio azoto.
per
quanto riguarda i prefabbricati, noi viviamente consigliamo il
calcestruzzo per un tutto miscelato di queste dimensioni per problemi di
resistenza e posizionamento dei motori,... mentre per il plug flow
(prefermentatore) si potrebbe pensare pensare anche ad una soluzione
prefabbricata (ci sono problemi di convenienza economica...). ...

se ti interessa il tecnico puoi contattarlo attraverso skype ugo.pagliara oppure al 3395221114