PDA

Visualizza la versione completa : Micro digestore



Sakurambo
19-06-2011, 21:08
Su youtube ci sono del filmati di alcuni micro-digestori casalinghi.

YouTube - ‪Biodigester‬‏ (http://www.youtube.com/watch?v=ssnGZt8A9n8&feature=related)

YouTube - ‪anaerobic methane digester‬‏ (http://www.youtube.com/watch?v=l5e_2W71jMM&feature=fvwrel)

Sapete per caso se qualche azienda ne commercializza?

apperol
20-06-2011, 09:45
secondo me se metti una osa così in casa ti arrestano
con tutte le leggi sulla sicurezza che ci sono :)

Sakurambo
20-06-2011, 11:56
secondo me se metti una osa così in casa ti arrestano
con tutte le leggi sulla sicurezza che ci sono :)

Certo, uno costruito artigianalmente potrebbe rivelarsi pericoloso, ma costruito che risponda a tutti i requisiti del caso non esiste?

Secondo me sarebbe un oggetto con un grande potenziale: al posto della bombola hai un digestore, produci gas, si riducono i rifiuti e tutto quello che ne consegue...

p.s. forse il mio è un discorso ingenuo, non ho abbasatnza conoscenze tecniche, ma sarebbe una cosa impossibile?

Sakurambo
22-06-2011, 10:42
Vabbuò, vuol dire che non esiste.

Qualcuno può consigliarmi qualche sito dove consigliano come costruirlo passo per passo? Grazie

Mauro1980
23-06-2011, 21:47
sotto certe taglie,non c'è ingegnerizzazione e industrializzazione che regge

Troppo piccoli,con un'unica utenza familiare non conviene

se vuoi piuttosto separare e riusare le acque brune e i forsu,ovvero i flussi a maggior carico organico, pensa ad un compostaggio con compost toilet

Sakurambo
02-09-2011, 21:55
Mi son creato un digestore con un barile d'acciaio di 200 litri. All'interno ci sono circa 80 litri di liquame e 80 di letame di maiale. Il tutto è stato chiuso ermeticamente. Ora, il digestore ha iniziato da subito a produrre biogas, però quest'ultimo non brucia. Idem ora dopo una settimana e dopo aver eliminato il gas precedentemente prodotto. Secondo voi ho sbagliato qualcosa oppure il biogas infiammabile verrà prodotto dopo un tot di tempo?
Grazie

Mauro1980
04-09-2011, 09:04
miscelazione? misceli il liquame?

Percentauale di umidità?

Sei sicuro sia chiuso ermeticamente e non entri aria?

Far avvenire la fermentazione anaerobica è relativamente semplice,produrre biogas un buon PCI (già l'umidità presente fa crollare il PCI) non è da tutti Saku

Detto questo spero che tu ci riesca :)

Un modo ecologico per trattare acque nere ed un po di gialle in ambito domestico è il compostaggio con le compost toilet

Ma lasciamo i digestori anaerobici a gente del mestiere,

Hai notato una diminuzione del livello? quanta massa di liquame si è degradata?
Poi non ho capito,vuoi fare biogas da liquami domestici (acque nere dei WC) o da liquami zootecnici?

Sakurambo
04-09-2011, 09:35
miscelazione? misceli il liquame?

Percentauale di umidità?

Sei sicuro sia chiuso ermeticamente e non entri aria?

Far avvenire la fermentazione anaerobica è relativamente semplice,produrre biogas un buon PCI (già l'umidità presente fa crollare il PCI) non è da tutti Saku

Detto questo spero che tu ci riesca :)

Un modo ecologico per trattare acque nere ed un po di gialle in ambito domestico è il compostaggio con le compost toilet

Ma lasciamo i digestori anaerobici a gente del mestiere,

Hai notato una diminuzione del livello? quanta massa di liquame si è degradata?
Poi non ho capito,vuoi fare biogas da liquami domestici (acque nere dei WC) o da liquami zootecnici?


Grazie per la risposta.
Come dicevo la miscela è 50% di urine e 50% di escrementi freschi entrambi di maiale. Son stati miscelati per bene e poi ho chiuso ermeticamente il fusto. Non ho creato ne tubi per la ricarica ne per lo scarico e non posso controllare neanche il livello. Tieni conto che è stato chiuso il 25 di Agosto. Cmq vuole essere solo un test. Per miscelare il tutto smuovo per bene, ogni due giorni, il fusto. Sulla chiusura ermetica ieri ho notato che c'è una piccolissima perdita dal rubinetto, quindi devo rimediare. Per il resto (umidità, temperatura etc.) non ho dati certi, lo copro con una rete ombreggiante quando fa veramente caldo (tieni conto che sto nel sud Sardegna) e la notte lo copro interamente con un telo di nylon.

Cosa mi dici quindi del gas che sto producendo? Se non brucia è dovuto dall'umidità eccessiva, dal non avere un chiusura ermetica perfetta o da cosa?
Su youtube ci sono miriadi di filmati su digestori anche più caserecci, che non tengono in particolare attenzione a tutti questi particolari (specialmente sull'avere un digestore ermetico), eppure producono gas che brucia.

eta
05-09-2011, 09:47
Come fai a controllare la perfetta ermeticità del barile?
Una piccola perdita ti fa uscire il biogas ed entrare aria che rovina i batteri.
Se invece è perfettamente ermetico conviene monitorare la pressione in qualche modo, sbaglio?

Io avrei speso di più ma costruito un plastig bag.

Mauro1980
05-09-2011, 11:25
Un modo per evitare entrate d'aria e ed evitare di sigillare il serbatoio è quello di lavorare in pressione

Lavorando a 50-60°C non solo acceleri la digestione, ma anche permetti di lavorare a T tali da aumentare la pressione (a 55°C lavorano soprattutto i mesofili)

Quindi miscelare e scaldare è FONDAMENTALE per la riuscita della digestione

Per miscelare potresti abbinare un motore elettrico cui applicare un albero ed un miscelatore
Per scaldare, fissare una serpentina (tipo quelle dei bollitori solari) cui far circolare acqua a 60-70 °C
avrai risultati nettamente superiori

Sakurambo
06-09-2011, 19:22
Come fai a controllare la perfetta ermeticità del barile?
Una piccola perdita ti fa uscire il biogas ed entrare aria che rovina i batteri.
Se invece è perfettamente ermetico conviene monitorare la pressione in qualche modo, sbaglio?

Io avrei speso di più ma costruito un plastig bag.

Purtroppo noto che tappando una perdita, se ne crea un'altra con l'aumento della pressione. Il barile con l'apertura superiore (totale) non è adatto, nonostante sia in ottime condizioni e sia stato anche isolato tramite silicone, non regge l'alta pressione. Le perdite le noto dall'odore e poi uttilizzo acqua e sapone, come per le camere d'aria.

Mi sapresti dare dei link validi sulle platic bag, anche se immagino neccessitino di più spazio.

Sakurambo
06-09-2011, 19:31
Un modo per evitare entrate d'aria e ed evitare di sigillare il serbatoio è quello di lavorare in pressione

Lavorando a 50-60°C non solo acceleri la digestione, ma anche permetti di lavorare a T tali da aumentare la pressione (a 55°C lavorano soprattutto i mesofili)

Quindi miscelare e scaldare è FONDAMENTALE per la riuscita della digestione

Per miscelare potresti abbinare un motore elettrico cui applicare un albero ed un miscelatore
Per scaldare, fissare una serpentina (tipo quelle dei bollitori solari) cui far circolare acqua a 60-70 °C
avrai risultati nettamente superiori

Sto pensando di eliminare il tappo superiore ed inserire un barile più piccolo (che conterrà il gas) all'interno del grande.
Ti dirò, ho acquistato un piccolo libricino della Knowledge Publications e parla di temperature ideali tra i 32 -37 °C, se vai sotto i 32 devi proteggerlo dal freddo, se vai sopra i 37 devi proteggerlo dal caldo e seguivo queste indicazioni. Tu cosa ne pensi?

Sai cos'è, il mio piccolo "esperimento" sarà valido solo se riuscirò ad ottenerlo col maggior risparmio energetico possibile, per questo motore elettrico e serpentina non le ritengo opportune. Però grazie mille per i consigli, son sempre uttilissimi.

eta
06-09-2011, 20:48
Ciao, non ho mai approfondito il biogas handmade e quindi ho veramente pochi link da condividere.
Su Google comunque trovi diversi collegamenti, alcuni sono questi di seguito.
Per approfondire puoi anche cercare "taiwan digester", "taiwanese digester", "digestore taiwanese", che è il nome alternativo dei plastic bag.
Inoltre su youtube ricordo di aver visto due o tre video interessanti sulla costruzione di digestori plastic bag in paesi in via di sviluppo.


Plastic bag:

http://www.wcasfmra.org/biogas_docs/6 Biodigester manual.pdf

Nota di reindirizzamento (http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=9&ved=0CGwQFjAI&url=http%3A%2F%2Fwww.fact-foundation.com%2Fen%3Fcm%3D204%2C166%26mf_id%3D451&rct=j&q=plastic) bag digester&ei=73JmTtXiOZDNsgaSq7GlCg&usg=AFQjCNG4D2elzfdAidwdvg8OfIjwB7Nzxg&sig2=zcWbamOF8WoVAl8rxT4tpA&cad=rja

How to Build a Plastic Bag Biogas Digester ~ BIOGAS PLANT DESIGN, CONSTRUCTION, MANUAL, VIDEOS, BOOKS (http://bio-gas-plant.blogspot.com/2011/06/how-to-build-plastic-bag-biogas.html)

The Complete Biogas Handbook: How to build a plastic bag biogas digester (http://www.completebiogas.com/B_Plastic.html)

http://biogas.wikispaces.com/Plastic+Bag+Digesters

Anaerobic Biogas (Methane) Digester: Construction Instructional Video (http://www.ruralcostarica.com/biogas-video.html)

Plastic Bag Digesters - China Plastic Bag Digesters,Biogas Storage Bag,Biogas Digester in Natural Gas & Coal Gas (http://www.made-in-china.com/showroom/liangtingnv/product-detailDoznBrScLvkF/China-Plastic-Bag-Digesters.html)



Altri digestori e/o spunti (io proverei anche a costruire un piccolo digestore a cupola galleggiante se avessi tempo!):

BIOGAS PLANT DESIGN, CONSTRUCTION, MANUAL, VIDEOS, BOOKS (http://bio-gas-plant.blogspot.com/)

Scientia Agricola - Mathematical tool to size rural digesters (http://www.scielo.br/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S0103-90162003000100028)

Sakurambo
13-09-2011, 19:39
Grazie mille per i link

Solar
14-09-2011, 16:07
Già ci fu una discussione simile, sul forum alla fine l'interessato si fece fare dei preventivi per autorizzare l'impiantino domestico... quello minimo fu di qualche decina di migliaia di euri!
Se lo fai lo stato ti obbliga a farlo di nascosto!!!

E comunque sul sito alibaba trovi tantissime aziende cinesi e indiane che li commercializzano, sono impiantini monofamiliari, considera che di questi impianti in india ce ne sono oltre 1.000.000 Quindi di esperienza c'è

ciao

Mauro1980
15-09-2011, 12:45
Pensavo, ma un ristorante,con tutto il forsu che gettano,a loro non converrebbe un digestore?

nikola
18-09-2012, 14:58
Sakurambo complimenti, per l'intraprendenza!!!
Tienici al corrente dei tuoi esperimenti!
P.S. comunque effettivamente vi è esperienza nel settore, strano che qualche imprenditore nostrano non si prodichi per l'omologazione di tali mini impianti prodotti nell'est asiatico!
saluti

nikola
18-09-2012, 15:16
ho trovato queste info a leggere sembra tutto semplice anche dal punto di vista di norme ecc... ma!!!
BIOGAS FAI-DA-TE: COME AUTOCOSTRUIRE UN IMPIANTO A BIOGAS PER LA PRODUZIONE DI GAS METANO, SCHEMA DI GENERATORE DI METANO FAI-DA-TE DA LIQUAMI ANIMALI, UMANI E RIFIUTI ORGANICI- CONSULENTE-ENERGIA.COM (http://www.consulente-energia.com/sm-biogas-faidate-come-autocostruire-impianto-biogas-per-produrre-gas-metano-casa-schema-generatore-biogas-metano-liquami-fogna-rifiuti-organici-urbani-domestici.html)

nikola
28-09-2012, 11:34
non c'è nessuno interessato?

Solar
28-09-2012, 14:10
Caro Nikola

Fare un mini impianti biogas è facile... molto facile, già un paio di anni fà su questo forum avevo partecipato e seguito l'esperienza di una persona che se ne voleva costruire uno. Quando è andato in comune e ha visto che l'autorizzazione richiesta era complicata quanto quella di un impianto da 999 kW ha lasciato stare.

Se riesci a farne autorizzare uno facci sapere sarebbe meraviglioso!

Un saluto

Mauro1980
28-09-2012, 14:17
facile? mi piacerebbe vedere quanto biogas e quanto gas ha prodotto e di che qualità

Solar
28-09-2012, 14:34
Dico che è facile in quanto conosco il progetto indiano che puoi comprare su alibaba e ho un due amici che lavorano in india nel biogas, mi hanno spiegato che li la gente va tipo all'obi compra i digestori in plastica poi chiama tipo l'idraulico che gli monta il tutto. Naturalmente non usano il gas in cogeneratori in quanto è completamente sporco ma lo usano in lampade, cuociriso e caldaie. Con facile era inteso che la realizzazione di una sistema di riscaldamento con la bombola di gpl applicando gli standard italiani di sicurezza è sicuramente più complicato.

Come dicevo la cosa difficile è la pratica autorizzativa ovvero spendi più per quella che per l'impianto.
V

Mauro1980
28-09-2012, 14:37
Che efficienza ha il sistema Indiano? perché di forsu ne avrei un bel po
In quali caldaie potrebbe venire usato? le nostre temo non vadano bene
I migliori digestori (quelli ingegnerizzati che lavorano in termofila a 55°C) hanno rese attorno al 50%, ovvero 0,5 kg di metano (metano non biogas) su kg di SSV.

nikola
28-09-2012, 14:53
Effettivamente, sulla materia autorizazioni in rete non ho trovato niente di preciso, forse dovrei chiedere all'azienda che ho linkato, però davo per scontato che se vendono questi impianti avranno già tutto bello che omologato e diverrebbe come una caldaia dove il costruttore garantisce omologando e poi il tecnico mette in opera coem un qualsiasi altro generatore di energia. convinzione sbagliata, immagino!?

Mauro1980
28-09-2012, 14:56
prova a mandare biogas (contiene H2S) nella caldaia di casa e vedi quanto dura :)
Sia chiaro niente d'impossibile, ma per bruciare biogas servono caldaie con un bruciatore e scambiatore apposito

Solar
28-09-2012, 15:12
@ Mauro 1980: Quando ci riferiamo al mercato indiano dei piccolissimi impianti casalinghi dobbiamo pensare alla parte povera dell'india in quanto il biogas casalingo lo fanno loro, i ricchi sono molto più ricchi di noi e non si mettono certo a defecare in un barattolone di plastica:oops:. Scherzi a parte le caldaie che hanno loro sono meno efficienti ma molto più robuste e quando si rompono i pezzi li trovi dal fabbro.
Per il forsu sicuramente quei sistemi non vanno bene, almeno non se alimentati solo da forsu. Qui in Italia devi avere degli impianti professionali e un po di accordi con qualche municipalizzata o qualche comune.

@Nikola: Sarei curioso di vedere il sito di questa azienda che li commercializza in Italia. Se ci mandi il link, in ogni caso la pratica chiesta a suo tempo volevano, VVF, ARPA, ASL, oltre che a tutte le descrizioni del caso che non sono poche. Non accettavano inoltre che il digestato fosse messo sui terreni bensì portato in discarica!! Siamo assolutamente dei PAZZI in Italia. Ma cme si trovano sorprese in negativo potrebbe anche succedere che trovi il tecnico comunale illuminato che ti aiuta!

Non disperiamoci!

Mauro1980
28-09-2012, 17:24
Non mi dipspero Solar, ma lo farei innanzitutto per ragioni ambientali, per quella ragione m'interessa se è efficiente oppure no, quanti rifiuti riesce a degradare e com'è il residuo

nikola
29-09-2012, 10:35
effettivamente ho indicato solo un sito "consulente dienergia" che parla di fai da te... avevo visto un pò di robba e di aziende che lo commercializzano mi sembra di nn averle trovate.

Mauro1980
29-09-2012, 10:47
attendo qualcosa d'ingegnerizzato, magari con una semplice camicia che tenga il digestore in temperatura nei periodi freddi ed un miscelatore.
Se industrializzano qualcosa del genere a qualche migliaia di €, sarà un successo
Il biogas si potrebbe stoccare, con le stesse tecnologie che si usano per i compressori domestici del metano per l'automotive

vediamo...

jiro180387
30-09-2012, 21:16
il problema non è il digestore basta costruirselo uno piccolino in cemento ,con dei tubi in rame dove passa l'acqua calda ,per riscaldarlo basta che venga collegato ad un sensore che rileva la temperatura,chiuderlo ermeticamente in modo da non far fuoriuscire gli odori,ma il problema e il biogas che esce dal digestore ,che deve essere immesso nel cogeneratore oppure deve essere immagazzinato ,è li che ci sono i controlli per la sicurezza dell'impianto.

marcoghiandai
01-10-2012, 07:26
Scusate se dico una scioccezza, ma sei il biogas prodotto venisse istantanemente bruciato per scaldare acqua, parte da inviare al puffer per acs ed integrazione al riscaldamento, e parte al digestore stesso, non sarebbe un buon sistema ? Tutte le complicazioni dell'immagazzinamento verrebbero evitate.
Marco

Mauro1980
01-10-2012, 08:21
nessuna sciocchezza Marco, solo che sarebbe energia sprecata nel caso non serva, o ne serva meno di quella prodotta come nel caso estivo, dove a fare acs pensa già il termico
meglio immagazzinarla, le tecnologie già usate per l'automotive potrebbero divenire utili
La taglia minima penso sia quella del condominio, un digestore alimentato a forsu e cacca (ma servirebbero wc a flussi separati, simili a questo Separett - Startsida (http://www.separett.se))
Per le abitazioni uni o bifamiliari molto meglio WC separati, sarebbe ora ne facessero.

jiro180387
01-10-2012, 09:25
Scusate se dico una scioccezza, ma sei il biogas prodotto venisse istantanemente bruciato per scaldare acqua, parte da inviare al puffer per acs ed integrazione al riscaldamento, e parte al digestore stesso, non sarebbe un buon sistema ? Tutte le complicazioni dell'immagazzinamento verrebbero evitate.
Marco

non è male l'idea ,ma se il biogas prodotto fosse in eccesso e meglio immagazzinarlo che perderlo, per poi sfruttarlo in un 2 momento.

bisognerebbe creare un impianto di riscaldamento che frutta tutta l'acqua, sia per la casa che per in digestore stesso.

La cosa migliore sarebbe collegare il digestore ad un impianto che mantiene la temperatura dell'acqua per far proliferare i batteri ,in modo da sfruttarlo solo per quello ,l'acqua che esce dal digetore portarla ad un altro impianto che la riscalda ulteriormente per il riscaldamento autonomo.

una specie di scalbagno a gas per il flusso continuo ma funzionante solo per il biogas.

marcoghiandai
01-10-2012, 13:24
E' vero che all'ACS pensa già il solare , ma in pieno inverno in alcune zone per garantirla, penso ci sia bisogno di un impianto bello grosso con costi conseguenti, un micro impianto a biogas autocostruito forse costa di meno, e se c'è il solare termico tanto meglio, l'integrazione al riscaldamento sarà più consistente. E' vero che resta il problema della sovrapproduzione estiva ma col tempo troveremo una soluzione.
Provo un p'ò a fantasticare :
1) riscaldare una piscina furi terra per i bambini ?

2) portare il biogas ai fornelli per cucinare ?

3) dite voi che a mè è finita la fantasia.

tutto comunque meglio che usare il metano per quote di consumo che siano rimpiazzabili da energie rinnovabili, non vi pare?
Marco

jiro180387
01-10-2012, 14:04
cucine a biogas esistono e sono complete di digestore tipo questo

Cucine a biogas - Lavorincasa.it (http://www.lavorincasa.it/articoli/in/cucina/cucine-a-biogas/)

Mauro1980
01-10-2012, 14:15
in periodo di efficienti piastre ad induzione o ad infrarosso, non userei il gas per cuocere i cibi, ripeto lo stoccherei, da usare per fare acs e/o riscaldare casa quando fa freddo e non c'è sole, quando c'è sole meglio il solare termico
Però mi piacerebbe vedere come Philips ha progettato il suo digestore, non dimentichiamo poi che l'ideale sarebbe inviarci anche le acque brune (la cacca), ma servirebbero WC che in Italia non ci sono

jiro180387
01-10-2012, 15:46
in periodo di efficienti piastre ad induzione o ad infrarosso, non userei il gas per cuocere i cibi, ripeto lo stoccherei, da usare per fare acs e/o riscaldare casa quando fa freddo e non c'è sole, quando c'è sole meglio il solare termico
Però mi piacerebbe vedere come Philips ha progettato il suo digestore, non dimentichiamo poi che l'ideale sarebbe inviarci anche le acque brune (la cacca), ma servirebbero WC che in Italia non ci sono

il solate termico e quello che sia ha bisogno di un impianto fotovoltaico ,quindi soldi, un impianto autocostruito partendo dallle celle, vetro temperato, ed accessori vari ti viene a costare molto di piu rispetto ad un impianto biogas fai da te.
il fotovoltaico non produrà mai la potenza max e non sempre troverai il sole ,mentre un piccolo digestore produrra sempre biogas.

marcoghiandai
01-10-2012, 18:09
Mi viene ora in mente che un'altro uso del gas tutto l'anno può essere il frigorifero a gas come quello dei camper.
Marco

jiro180387
01-10-2012, 18:31
Mi viene ora in mente che un'altro uso del gas tutto l'anno può essere il frigorifero a gas come quello dei camper.
Marco

scusa ma se acquistassi un gruppo elettrogeno a biogas?
invece di comparere 10 cose , un semplice generatore quanto ti serve energia elettrica lo accendi.

marcoghiandai
02-10-2012, 06:43
Hai ragione, ma tutto era iniziato perchè era stato detto che stoccare il gas è complicato ,pericoloso e conseguentemente costoso, così ho provato ad immaginare metodi alternativi.
Ciao
Marco

Mauro1980
02-10-2012, 08:01
gruppi elettrogeni in mancanza di consumi certi e definiti sono meglio da evitare e fonte di rumore non trascurabile, meglio stoccare il biogas ed usarlo in caldaia quando necessario

jiro180387
02-10-2012, 08:15
gruppi elettrogeni in mancanza di consumi certi e definiti sono meglio da evitare e fonte di rumore non trascurabile, meglio stoccare il biogas ed usarlo in caldaia quando necessario
qui si parla di un piccolissimo impianto quindi anche di un piccolo gruppo elettrogeno ,non parliamo di gruppi elettrogeni di 200kw ,oppure 50 kw.

e normale che se tu acquisti un gruppo elettrogeno non a norma non avrai mai i consumi certi,poi il biogas che tu produrrai non è sempre uguale quindi non avrai mai lo stasse consumo.

Basta creare una piccole camera insonorizzata dove poi và inserito il gruppo elettrogeno.

non è che stoccarlo sia complicato ma è pericoloso se non si utilizzano bombole ,compressori, valvole a norma.

una volta prodotto il biogas anche utilizzandolo direttamente nei fornelli ,devi installare sempre delle valvole di sicurezza, per prevenire il ritorno di fiamma.

Si dovrebbe acquistare un compressore adatto alle bombole che uno vuole riempire.

Prendere 2-3 bombole e con il biogas e riempirle,una volta riempite chiudere il circuito,utilizzare solo quello prodotto dal digestore e nel momento in cui il digestore non produce piu biogas , quindi bisogna sostituite le sostanze aprire le bombole e utilizzare il biogas accumulato.

Mauro1980
02-10-2012, 08:24
La tecnologia sarebbe la stessa che usiamo per e auto, bombole a 200-250 bar da 300 lt costano 200€.
Per i compressori quelli domestici per fare rifornimento alle auto a metano, come questi

Compressori Domestici - Rifornimento privato Metano (http://www.impiantiagas.com/rifornimento_metano_privato.html)Il problema sarà trovare un sistema di deumidificazione del biogas, forse quelli a silica gel, oppure deumidificare con una batteria alettata usando l'acqua fredda sanitaria.
Per desolforare invece un comune carbone attivo da sostituire ogni N mesi.

jiro180387
02-10-2012, 08:45
quel compressore non va bene consuma molta energia e carica pochissimo,inviai un email per conoscere le specifiche e il prezzo ecco cosa mi fu risposto


Buona giornata,Le do in sintesi alcuni ragguagli sul compressore che permette in modo semplice ,direttamente presso la propria abitazione e/o azienda ,di effettuare i pieno su veicoli predisposti alla trazione metano.Il compressore viene allacciato direttamente all'impianto di fornitura del gas metano perpermetere di raggiungere la pressione necessaria a caricare le bombole del veicolo.Lavora alla portata di1.5 metri3 /h,è alimentato elettricamente. Il prezzo del modello installabile all'esterno dell'edificio con ua manichetta di carico ha il prezzo di listino di euro 2600 IVA esclusa.Sono da aggiungere i costi dell'allacciamento che variano e dipendono dall'ubicazine dalla posizione dell'impianto. PER OGNI ALTRA SUA ESIGENZA NON ESITI A CONTATTARMI DIRETTAMENTE tEL.3356187852. GRAZIE , ANTONIO MANZOTTI---Original Message-----
From: "Sandra Pison" <s.pison@manzottiautomobili.com>
To: "ANTONIO" <a.manzotti@manzottiautomobili.com>
Date: Tue, 17 Apr 2012 08:12:46 +0200
Subject: Fwd: informazioni

in una bombola di 80 litri riempiata a metano si hanno 20 metri cubi per riempirla ci voglio 13 ore non mi sembra convienete.

bisognerebbe eliminare l'umidità e purificarlo in modo da renderlo piu pulito possibile.

apperol
14-10-2012, 10:03
forse questo è quello che state cercando
NuroSystems (http://www.bioenergysystem.com/index.html)

Mauro1980
14-10-2012, 10:35
grazie Apperol, ma come sempre, nessuna info, nessun immagine, solo un video dove non ho capito se parlassero Indi o inglese.
Come dicevo prima, temo che sul mercato non ci sia niente di ingegnerizzato, ne tantomeno d'industrializzato, solo autentici bidoni da cui si produce un po di biogas.
Peccato che nessuno abbia investito in questo business, caratterizzare l'entrata non dovrebbe essere impossibile, dopotutto sappiamo quanto umido produce una famiglia e quante acque brune in un wc separato si producono, la taglia minima potrebbe essere quella di un condominio (50 persone).

jiro180387
14-10-2012, 10:57
se parli di condomini è diverso

facciamo in un condominio ci sono 50 persone dovresti produrre almeno 2 kw/h *50 persone sono 100 kw/h, in commercio ci sono dei microdigestori di quella portata è solo che costano ancora molto.

Per un uso prorpio diciamo per la singola famiglia ,tra realizzazione,produzione non vale il costo.

Mauro1980
14-10-2012, 14:57
se parli di condomini è diverso

facciamo in un condominio ci sono 50 persone dovresti produrre almeno 2 kw/h *50 persone sono 100 kw/h, in commercio ci sono dei microdigestori di quella portata è solo che costano ancora molto.

Per un uso prorpio diciamo per la singola famiglia ,tra realizzazione,produzione non vale il costo.
cosa sono i kw/h?

quali sarebbero i microdigestori di cui parli in commercio?
un digestore non produce alcun kw/h ma biogas in funzione di quello che alimenti

jiro180387
14-10-2012, 19:33
ho scritto Kw/h perchè credo che sia piu conviente convertirlo in energia elettrica che solessere utilizzato solo come gas.

ci sono microimpianti che prodcucono quella potenza ma costano ancora molto ,per un condominio convie, ma dipende molto da quali matrie prime si è a disposizione.

gli impianti Lilliput che arrivano partono dai 25 kw fino a 50 kw forse anche di piu ma bisogna contattarli.

Mauro1980
14-10-2012, 20:09
Lilliput fa impianti per aziende agricole, non per condomini

Le taglie di cui parlo sono di almeno di un ordine di grandezza inferiore, per cui alla fine non c'è motore che convenga, il gas prodotto è meglio usarlo per scaldarsi oppure stoccarlo quando serve (esempio d'estate per l'inverno) ed in questo senso le tecnologie di stoccaggio usate nell'automotive vengono utili

jiro180387
14-10-2012, 20:17
Li hai contattati per verificare che è solo per aziende agricole?

quanto spazio ti serve per stoccare il gas prodotto per poi utilizzarlo per l'inverno in un condominio?

Con la possibilità di avere perdite nei serbatoi.
Conviene produrlo per consumarlo immediatamente quando non serve ,in estate vendere energia ellettrica alla rete per far guadagnare tutti i condomini.

Mauro1980
14-10-2012, 20:19
Hai presente quanto biogas puoi produrre da 50 persone esempio un condominio con 12 famiglie?

jiro180387
14-10-2012, 20:28
no perche non tutti mangiano e refluiscono allo stesso modo quindi una stima precisa non puoi farla.

Mauro1980
14-10-2012, 20:59
invece puoi farla :) anche con un errore del 30%, ti servirà giusto a capire che un allevamento anche piccolo di 100 capi non è paragonabile ad un comune condominio di 50 persone, mettendo acque brune e forsu, noteria che siamo un ordine di grandezza in meno rispetto ai piccoli della Lilliput, essendo poi in ambito civile sarebbe meglio lavorare in termofila

jiro180387
14-10-2012, 21:07
allora dimmi quanto produrrebbero 50 persone?

Mauro1980
14-10-2012, 21:19
ti do i dati

una persona produce circa 1 kg di rifiuti solidi urbani al giorno, il 30% di questo è forsu
Le feci prodotte dal nostro organismo sono circa 300 grammi al giorno, la composizione delle feci e del forsu le trovi in rete
un ottimo digestore in termofila riesce a produrre 0,7 kg biogas per ogni kg di SSV (solidi sospesi volatili) che corrispondono a 0,4 Nl di metano

divertiti :)

jiro180387
14-10-2012, 21:46
è possibile che i rifiuti siano per la maggior parte verdure,oppure scarti di carne quindi qesta stima non da valori esatti.
stessa cosa vale per le feci ,ci sono persone che vanno piu di 1-2 volte al giorno altre 1 volta ogni 2-3 giorni.

il grasso produce un tot,la verdura un tot, le feci un tot quindi finche non si avranno valori esatti sono solo supposizioni.

facciamo come dici tu quindi dai rifiuti ricaviamo da ogni persona 300 gr di forsu che per 50 persone sono 15 kg
le feci per ogni persona sono 300 gr * 50 sono 15 kg
quindi avendo una perdita del 30 % per la produzione del biogas su 30 kg di scarti inseriti nel digestore noi avremmo circ 21 kg di biogas al giorno,sappiamo che il biogas è formato dal 60-70 % da metano ma per purificarlo servono macchinari non alla portata di tutti i portafogli.

quindi in un condominio di 50 persone si dovrebbero produrre circa 21 kg di biogas al giorno, se li dovresti immagazzinare durante il periodo caldi cioè maggio sino a luglio poi settembre agosto lo saltiamo, mentre nei periodi invernali che vanno da ottobre sino a aprile ho allungato i tempi, cioe tu dovresti immagazzinare la bellezza di :
facciamo 25 giorni effettvi di immagazzinamento al mese cioè
25*4=100 giorni effettivi
21 kg al giorno *100 giorni
2100 kg di biogas dove li vai ad immagazzinare?
e con che rischi?