PDA

Visualizza la versione completa : Batterie al sale (sodio/cloruri di nikel)



diezedi
10-08-2011, 22:03
Salve,vorrei sapere se e vero cio che dicono di queste batterie:costano poco,durano tanto,inquinano poco(le materie prime sembra siano abbondantemente disponibili).Poi vorrei sapere se cio e vero se possono essere utilizzate anche per piccoli/piccolissimi impianti fotovoltaici.Sono state anche utilizzate come accumulatori della nuova Panda.

mariomaggi
11-08-2011, 22:28
diezedi,
finora queste batterie erano prodotte esclusivamente in Svizzera. Col franco svizzero odierno a 1 €=1,04 CHF , il prezzo non e' cosi' appetibile, al momento. Per l'impiego su piccoli impianti PV, credo che bisogna aspettare ancora un po'.
Ciao
Mario

diezedi
13-08-2011, 07:05
Hai ragione il produttore credo sia :FZ SoNick - batterie Zebra (FZ) (http://www.axu.it/index.php?option=com_content&view=article&id=92Afz&catid=37&Itemid=109&lang=it) io credevo che il produttore fosse la ditta italiana Fiamm perche hanno realizzato un grosso impianto d accumulo in povincia di vicenza ma in effetti non sono loro i produttori.Di questi accumulatori ho letto che il costo delle materie prime per la loro costruzione e del 40% contro il 70% di quelle piombo o litio,e lo smaltimento "pare"essere possibile in fonderia,pero purtroppo sembra che il taglio minimo di questi accumulatori sia di 20 kw.Che tu sappia qual e il tipo di batterie piu adatto(sopratutto come durata,assenza o minima manutenzione per piccoli accumuli come per esempio in villaggi isolati, forse anche queste collegando + piu abitazioni .Queste mi piacciono perche sembra che non necessitino di manutenzione.Ciao

diezedi
16-08-2011, 18:48
Ho letto da qualche parte ma non riesco a ricordare dove che la Fiamm dovrebbe iniziare la produzione di questa tipologia di accumulatori nel loro stabilimento di Avezzano,ma non riesco a trovare altre notizie al riguardo specie sui tempi di realizzazzione di questa produzione.

primosolare
20-08-2011, 20:32
Ho letto da qualche parte ma non riesco a ricordare dove che la Fiamm dovrebbe iniziare la produzione di questa tipologia di accumulatori nel loro stabilimento di Avezzano,ma non riesco a trovare altre notizie al riguardo specie sui tempi di realizzazzione di questa produzione.

Recentemente credo di aver letto su Photon esattamente la notizia che hai indicato: la Fiamm dovrebbe produrre questi accumulatori al sale ad Avezzano. L'articolo diceva che questa tipologia dovrebbe avere costi inferiori rispetto all'altra (piombo etc) ma non dava alcuna previsione nè quotazioni anche orientative nè potenza di ogni elemento singolo. Si credo che se le promesse verranno mantenute e se verranno commercializzate in larga scala possono costituite una valida alternativa per l'accumulo di energia FV. Io avrei la possibilità di rendermi autonomo ed ho solo 5 kWp installati. Speriamo bene. Ma qualcuno non potrà ricavare notizie presso la Fiamm ? Vedremo (forse) qualche novità alla fiera a Roma il mese venturo ?

mariomaggi
21-08-2011, 07:33
diezedi,
ti consiglio di telefonare al link che hai messo, avrai informazioni piu' fresche.

vorrei sapere se e' vero che ...... inquinano poco(le materie prime sembra siano abbondantemente disponibili)
confermo. La batteria esausta viene separata dall'elettronica integrata e puo' essere fusa in fonderia, si recupera il nickel e resta sale e ceramica inerte.

primosolare,
io sto molto attento a questo argomento, ed ho visitato diverse volte la fabbrica dove oggi si producono le Zebra, e ti assicuro che sono stati fatti investimenti notevoli nei macchinari e nelle attrezzature per la produzione. Bisogna distinguere due fasi: la costruzione delle singole celle (con tubi di ceramica porosa sottile prodotti nella stessa fabbrica, incapsulati a tenuta stagna, caratterizzati da una tensione OCV di 2,58 V) e l'assemblaggio delle celle in una "batteria" che permette di ottenere tensioni superiori. Poiche' la batteria richiede di essere montata e mantenuta sotto vuoto e deve essere mantenuta calda in modo omogeneo, non e' facile realizzare modelli nuovi se non a fronte di ordini di grossi quantitativi dello stesso modello.
Finora le Zebra erano usate quasi esclusivamente su applicazioni mobili, dato il forte vantaggio in peso e dimensioni rispetto a quelle al piombo, mentre per le applicazioni stazionarie c'era l'ostacolo del prezzo. Ora pian piano le cose stanno cambiando, ma non vedo grosse novita' in tempi brevi.

Per altri dettagli costruttivi su queste batterie puoi vedere questo documento (http://www.axu.it/index.php?option=com_docman&task=doc_download&gid=54&Itemid=&lang=it).

Ciao
Mario

primosolare
21-08-2011, 17:02
Grazie mariomaggi per le precisazioni e per il documento interessante. Attendiamo sviluppi speriamo positivi. Primosolare

diezedi
23-08-2011, 18:41
Scusa mariomaggi ma lo stabilimento al quale ti riferisci e quello svizzero o quello in Italia.Nel documento che hai postato mi pare di leggere(purtroppo non so l inglese)che questi accumulatori in laboratorio raggiungono i 10 anni di vita.Ma a che condizioni raggiungono questo traguardo:sotto "sforzo",con un uso "stabilizzato",cioe voglio dire come con uso normale?Grazie se mi rispondi perche sto cercando degli accumulatori che durino molto,magari con minima manutenzione(chiedo troppo?).Ciao.

mariomaggi
26-08-2011, 11:18
diezedi,

lo stabilimento al quale ti riferisci e quello svizzero o quello in Italia
in Svizzera.
Hai provato a chiamare al link che hai messo tu? Se sei interessato veramente, non stai ad aspettare che qualcuno passi sul forum per caso su questa discussione e ti risponda!
Ciao
Mario

diezedi
26-08-2011, 19:56
Grazie per il consiglio(ma dovrei chiamare la ditta di Milano?) e solo che prima vorrei avere le idee chiare(abbastanza)su quello che e il prodotto(che mi pare buono),comunque credo che li chiamero per avere un idea del costo di questo prodotto.Cio che voglio e un mini impianto ad isola che non pesi(accumulatori + moduli flessibili Uni...) e costi molto(naturalmente pero di buona qualità!!!),che necessiti di minima manutenzione.Per realizzare mini impianti in zone "svantaggiate".

Braghma
11-10-2011, 21:08
****


Da Giappone le batterie al “sale-fuso” che durano il doppio di quelle al Litio!
Da Giappone le batterie al “sale-fuso” che durano il doppio di quelle al Litio | NationalCorner.it (http://www.nationalcorner.it/2011/03/da-giappone-le-batterie-al-sale-fuso-che-durano-il-doppio-di-quelle-al-litio/)

Regola 3d): Citazioni integrali o comunque di evidente inutilità (specialmente tra messaggi consecutivi) non sono tollerate e comportano provvedimenti. (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=cfrules)

Darwin
12-10-2011, 22:14
mmhmm interessante, anche se avere del sodio fuso nel telefonino darà una nuova connotazione all'espressione "telefonata calda"

diezedi
13-10-2011, 22:31
Si e interessante ma a parte la data (2015)non ci sono altre informazioni al riguardo?

HAMMURABY
09-01-2012, 18:36
Vedo che non c' e il link a Fiamm Sonik... FIAMM SoNick The Greenergy - Storage systems (http://www.fzsonick.com/fiamm-so-nick.php)
costo energetico per mantenere il calore 100w

diezedi
17-03-2012, 21:31
Sapete dirmi se il BIM delle Fiamm SoNick carica anche da 220 Volt/AC.Mi piacerebbe sapere poi se anche questi accumulatori necessitano di una corrente minima di carica?

diezedi
19-03-2012, 21:30
Per la seconda parte della domanda credo di aver trovato risposta qui a pag.17 GRUPPO TEMATICO USI FINALI Progetto: Sistemi elettrochimici per l’accumulo dell’energia Quadro generale di riferimento progr (http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:9v3ElTbo59AJ:www.ricercadisistema.i t:8080/site/binaries/content/assets/cnr/par2008/accumulo-energia-par2008/5.1_relazione-tecnica_accumulo.pdf+vendita+48TL80&cd=2&hl=it&ct=clnk&gl=it&client=opera) Invece per la tensione AC mi pare di averlo letto da qualche parte ma non ricordo dove?Mi sarebbe molto utile,non dovrei mettere un altro trasformatore o convertitore?? AC/DC:(.

diezedi
13-10-2012, 21:52
Qualcuno ha informazioni(link,altro) sulle Fiamm Sonik denominate ST per uso stazionario.Ho letto(Photon) che per un sistema da 9,6 Kwh il costo ammonterebbe a 6000 euro e dicono sia già in catalogo.Sembra abbiano aumentato ulteriormente i cicli ma il massimo che ho trovato in rete è questo :https://docs.google.com/viewer?a=v&q=cache:EkdjKpukb9YJ:www.fiamm.com/downloads/fiamm_progetti_sonick_ita.pdf+Fiamm+sistema+di+acc umulo+:+ST&hl=it&gl=it&pid=bl&srcid=ADGEEShzdVnMWcmwdKc_UY9nI9XLazP5hKygs8Zmm6SG pn8w8FaiVZ5UXSPEyd6nLYQXnlWGysSTQhSPUSKh_cUlEhICH2 hd9u5xS1DW6-vSzInGp32jKvDIoS9RyQg70HwySVvJ3jkP&sig=AHIEtbS_2KAt9eHytnP588dnNsoUgpZdbA

UbUb
26-10-2012, 09:44
la vendita delle batterie Zebra NaNi pare sia stata sospesa (vedi sito www.axu.it (http://www.axu.it);), tenendo presente che è un sito di e-commerce) la produzione FZSonick di Stabio pare che continui - mi sto informando.
Certo che la tecnologia è interessantissima.
La FZSonick è una partecipata Fiamm e produce nello stabilimento di Stabio (TI).

UbUb
26-10-2012, 10:44
per diezedi, seconda parte : una batteria - direi per definizione - lavora in c.c., per cui hai necessità di ricaricare in c.c. e quindi se ti attacchi alla rete un raddrizzatore ci vuole. La tensione dipende dalla disposizione delle celle unitarie (mi pare che nelle batteria NaNi la cella lavori a 2.31 V, da verificare)

diezedi
26-10-2012, 23:07
la vendita delle batterie Zebra NaNi pare sia stata sospesa ... . Non credo(spero) che la vendita delle SO/NIK sia stata sospesa,pero è vero( per lo meno lo ha detto a me al telefono,ed è persona di massimo rispetto,quello della Axu,e mi aveva anche detto che stavano lavorando molto per sviluppare le batterie per uso stazionario,perchè ,mi spiegò, che rispetto a quelle per auto devono avere caratteristiche peculiari diverse) che ora bisogna rivolgersi alla rete distributiva Fiamm.Nella mia zona non ci sono uffici/rivenditori della Fiamm ma sono riuscito ad avere il n° di telefono del loro rappresentante di zona,è che non voglio scocciare uno solo per info.La mia domanda era se il BIM che è "integrato" nella batterie accettava la CA visto che le auto si caricano dalla rete,pero ho visto nel depliant(che ho trovato solo in inglese) la seguente dicitura:Can be used whit any DC power supply,whitout any adjustment.Significa che accetta vari voltaggi di carica?Si può collegare direttamente ai moduli fotovoltici o ad un aero generatore?Però ce anche scritto:Bus voltage Range 53 to 60 VDC.E questo il range con cui e possibile alimentare il BIM?

diezedi
01-11-2012, 18:42
Trovato in altra discussione qui sul forum,sembra avesse ragione quello della AXU che mi disse che la Fiamm aveva messo il piede sul acceleratore :FIAMM, nuovo stabilimento ad alta tecnologia dedicato alle energy storage solution | QualEnergia.it (http://qualenergia.it/articoli/20121018-fiamm-nuovo-stabilimento-ad-alta-tecnologia-dedicato-alle-energy-storage-solution) Riguardo al sistema denominato ST questo:

UbUb
02-11-2012, 06:55
Sono in contatto con la SoNik. Farò sapere.

favolaribelle
02-11-2012, 09:26
Ciao a tutti, sono nuovo del forum vi ho trovato cercando notizie su queste batterie in quanto sono dipendente (operaio) della Fiamm Sonick nello stabilimento di Stabio (CH) da 7 anni quando ancora la ditta si chiamava MES-DEA (Divisione Energie Alternative), la Fiamm è subentrata negli ultimi 3 anni dopo la morte del vecchio proprietario; è vero che negli ultimi tempi con il cambio di proprietà ci sono stati dei rallentamenti nella produzione di queste bvatterie ma ora sembra che qualcosa stia cambiando (incrocio le dita sperando per il meglio).
quando c'era la vecchia gestione si puntava quasi esclusivamente sulla mobilità ecosostenibile (era il vero pallino del vecchio proprietario), ora grazie alla Fiamm sono partiti nuovi progetti per produrre anche batterie stazionarie con la stessa tecnologia e la cosa sembra finalmente ingranare.
I nuovi progetti riguardano sia l'uso privato che quello pubblico, per il privato sta prendendo vita il progetto Ress Fiamm dove Ress sta per Residential Energy Storage System e si rivolge a proprietari di casa che hanno installato pannelli nsolari per la produzione di energia elettrica, ora questi sistemi sono collegati alla rete elettrica e l'energia in più che viene prodotta e non consumata da questi pannelli viene ridistribuita in rete e nei casi che i pannelli non producono, come può essere durante la notte, si è costretti a sfruttare di nuovo la rete elettrica per avere ad esempio la luce in casa (a grandi lineee è cosi che funziona), con questo nuovo sitema l'energia prodotta in più non viene ridistriduita in rete ma accumolata in queste batterie che la rendono fruibile nel momento del bisogno.
E' nato poi il progetto Energy Oasis che consiste in un container pronto all'uso e facilmente trasportabile dove all'interno sono poste queste batterie abbinate a pannelli solari e in opzione anche ad una pala eolica, questo sistema produce ed immagazzina energia tutto in modo autonomo ed è pensato per tutti quei luoghi che non sono raggiunti dalla rete elttrica tipo paesini rurali oppure paesi isolati come può essere in Africa doove pare ci sia già molto interesse per questo sistema, soprattutto in Sud Africa dove pare che l'operatore telefonico locale voglia dotare le sue stazzzioni di trasmissioni con questo tipo di apparato in modo di poter piazzare antenne di trasmissioni anche in quelle zone dove non arriva la linea elettrica cosi da renderle operative in modo autonomo; questo sistema è anche adatto per dare energia in occasione anche particolari ad esempio dove sia neccessario un'ospedale da campo, quando serve lo si installa poi finita l'emergenza torna in magazzino.
Sono poi sul tavolo altri progetti che coinvolgono altri partener come Terna che è l'operatore e gestore dalla rete elettrica in Italia e il suo omonimo in Francia; in America ci sono progetti con T-Mobile per potenziare la rete di telefonia mobile dotando anche li le nuove stazioni radio base con queste batterie per mantenere attive le comunicazioni anche in caso di black out ( se pensiamo all'ultimo uragano che si è abbattutto su New York che ha fatto saltare la rete elettrica, questa potrebbe essere senz'altro un'ottima soluzione).
Per ultimo ma non ultimo continua il progetto per la mobilità ecosostenibile poichè queste batterie si adattano molto bene a questa soluzione infatti già in Italia nelle città di Roma Firenze e Bologna circolano autobus elettrici dotati di queste batterie cosi come in Australia e Canada e anche nel nord Europa, in Francia l'azienda postale si è munita di una flotta di Citroen Berlingò dotate di queste batterie e sempre iin Italia è partito un nuovo progetto con Iveco per fernire il nuovo Daily elettrico che in Germania e Spagna ha già avuto riconoscimenti per la sua utilità per il trasporto ecosostenibile dell'ultimo Km in città.
Ora io da operaio dipendente spero che tutto funzioni per il meglio visto che come ho detto all'inizio ci sono stati dei rallentamenti nel momento del passaggio di proprieta e abbiamo fatto parecchi mesi di cassaintegrazione nell'ultimo periodo il che non è mai bello.
L'ultima notizia che ho avuto questa settimana e che anche il colosso americano GE (general Electric), che era in lizza con Fiamm per aquisire lo stabilimento di Stabio (CH) ha aperto il 10 luglio 2012 un nuovo stabilimento in tutto e per tutto uguale a quello Fiamm di Stabio (CH) per produrre queste batterie; anche loro è da qualche anno che lavorano su questa tecnologia e vi posso dire che eravamo noi della ditta MES-DEA di Stabio (CH) e fornire loro le celle per assemblare queste batterie e nel momento che è subentrata Fiamm una della prime azioni fatte è stata quella di tagliare questa colaborazzione e GE ha deciso di aprire una produzione tutta sua le loro batterie si chiamano Durathon e come detto sono in tutto e per tutto uguali alle ZEBRA prodotte da Fiamm, questa strategia di GE fa pensare una volta in più che davvero questa tecnologia sia applicabile e abbia davvero molti sbocchi sul mercato mondiale dell'ecosostenibilità; Anche in Asia, ma non ricordo di preciso dove; c'è una ditta che produce batterie di questo tipo però leggermente diverse da quelle Fiamm e GE.
Appena ho altre novità vi farò sapere, ciao ciao a tutti

diezedi
02-11-2012, 16:53
Bello,attendo, grazie,ciao.:bye1:

DenisJ
18-02-2013, 18:32
I nuovi progetti riguardano sia l'uso privato che quello pubblico, per il privato sta prendendo vita il progetto Ress Fiamm dove Ress sta per Residential Energy Storage System e si rivolge a proprietari di casa che hanno installato pannelli nsolari per la produzione di energia elettrica...

26
Favolaribelle ... dato che la cosa mi interessa molto,
ci puoi aggiornare un po per quello che riguarda il sistema RESS ?
Grazie
Denis

mariomaggi
18-02-2013, 21:06
Grazie, favolaribelle, per la sintesi dettagliata.
E' da molti anni che credo molto nell'impiego stazionario delle Zebra, ho sempre spinto in questa direzione anche al grande Sig.Bianco che notoriamente era orientato all'automotive, la mia ditta aveva l'autorizzazione di Mes-Dea per la promozione delle Zebra in Italia. Ora le richieste di batterie Zebra ci sarebbero, ma devo cestinare, non avendo possibilita' di rispondere ai clienti potenziali che chiedono prezzi e termini di consegna. Per cui ho scritto sul nostro sito che "la vendita e' sospesa" nell'attesa che qualcuno mi dia istruzioni sul da farsi per poterle proporre ai clienti interessati. Mi sfugge qualcosa, la fabbrica di Stabio ha una potenzialita' di produzione molto maggiore, la richiesta dal mercato ci sarebbe, ma si preferisce fare la cassa integrazione e lavorare pochi giorni alla settimana.
Un saluto, Mario

favolaribelle
21-02-2013, 09:57
26
Favolaribelle ... dato che la cosa mi interessa molto,
ci puoi aggiornare un po per quello che riguarda il sistema RESS ?
Grazie
Denis

Ciao a tutti purtroppo non lavoro piu in fiamm sonick poichè la direzione ha deciso di tagliare il personale perchè, a detta loro, non sono ancora arrivate commesse consistenti per aumentare o solo mantenere la produzione portata avanti fino ad ora quindi hanno tagliato.
Comunque ho trovato questo articolo in internet che parla anche del progetto Ress magari ti può interessare.
Rivista pneumatico, news pneumatici - Fiamm offre le sue soluzioni per l'energy storage (http://www.pneurama.com/it/rivista_articolo.php/Fiamm-offre-le-sue-soluzioni-per-l-energy-storage?ID=10447)

Io un nuovo lavoro grazie al cielo l'ho anche trovato ma vi giuro che mi dispiace essere uscito da questo ambiente lavorativo in cui ancora oggi credo che avrà comunque grandi possibilità di crescita................
Spero per i miei ex colleghi che dietro a questi tagli non ci sia realmente la voglia dei dirigenti di dislocare piano piano portando la produzione in qualche altro Paese.
Chi vivrà vedrà......

X mariomaggi, il Sig. Bianco era davvero una grande persona e credeva davvero in questo progetto all'avanguardia sotto molti punti di vista anche a costo di rimetterci ogni anno soldi di tasca sua perchè in verità da quando è nata questa ditta è sempre stata in passivo ma lui ripianava di tasca sua senza lasciare mai nessuno a casa senza lavoro mentre da quando è arrivata Fiamm hanno tagliato circa 70 persone su circa 200 che ci lavoravano prima

Per fiamm la ditta deve camminare con le proprie gambe (e questo mi va anche bene) peccato che chi deve cercare nuovi clienti e portare a casa nuove commesse, a quanto pare, sta facendo solo buchi nell'acqua e le tue parole mi danno una conferma in più su questo fatto, anche io credo che ci sia richiesta per queste batterie e mi fa rabbia sapere che anche tu, come sicuramente anche altri, le debba cestinare

diezedi
21-02-2013, 13:57
:domanda::shocked: :dontgetit: :cry::busted_red::mad::ranting:.Ma che c...lo stanno facendo???!!!

gip_mad
21-02-2013, 18:01
Wow, che coincidenza, proprio in questi giorni sto preparando il capitolo sulle batterie NaNiCl per un corso sulle auto elettriche che terrò, e ritorna in attività il thread....
Oltre ad esprimere il mio disappunto per l'andamento della FZ sonick, volevo chiedere se qualcuno di voi ha da qualche parte un manuale tecnico decente per queste batterie, oltre ai foglietti inutili che si trovano in giro. Visto che sono in trattativa per recuperare una Panda, volevo anche qualche informazione tecnica in più su cosa andrò a comprare... Tipo: come comunica la BMI? C'è una curva di scarica, una curva di perdita di capacità vs. numero di cicli a diversi C, ecc? C'è un software di gestione tipo il "Powertrain" per il TIM600?
Grazie mille e in bocca al lupo per il nuovo lavoro favolaribelle!

favolaribelle
21-02-2013, 20:39
Grazie e crepi il lupo, purtoppo io non so rispondere alle tue domande ero un semplice operaio e non conosco tutte le cose specifiche che hai chiesto ma credo che qualcuno qui ti possa dare le informazioni che chiedi.................................
in bocca al lupo anche a te:)

mariomaggi
24-02-2013, 17:36
gip_mad,
quello che chiedi esiste, ma viene fornito solo al cliente, non mi risulta che sia un open-source.
Anche il protocollo CANBUS potrebbe essere diverso da quello che speri di avere per colloquiare col TIM600, verifica bene prima di acquistare, ma non con una domanda generica sul forum.
Per quanto riguarda le prestazioni delle batterie, negli anni ci sono state diverse modifiche, e le variabili in gioco sono troppe per poter fornire delle curve standard.

favolaribelle,
molti anni fa (10) facevo da punto di riferimento in Italia per la ditta americana S&C menzionata nell'articolo che hai citato. S&C usava le batterie allo zolfo, ho fatto promozione per le Zebra presso il vice-presidente di S&C, vedo che ora qualcuno incassa la semina che ho fatto in passato. :-(

Sai bene quanto la costruzione delle celle delle Zebra richieda precisione svizzera, non credo che sia conveniente spostare la fabbrica altrove. Semmai potrebbe essere considerata l'opzione dell'assemblaggio finale delle batterie in altra nazione, acquistando celle prodotte a Stabio.

Ciao
Mario

Sording
12-04-2013, 14:43
ma nessuno sa quanto può costare una Fiamm Sonick ed eventualmente com'è possibile acquistarla?

mariomaggi
12-04-2013, 20:23
Sording, hai provato a chiamare la ditta italiana che le produce? Il prezzo lo fa chi vende, non il "si dice" sui forum.
Ciao
Mario

Angelo1950
24-10-2013, 15:29
Ciao a tutti
ma ad oggi si trovano queste batterie al sale?
eventualmente si possono cambiare con altro tipo?
Grazie
Angelo

federicocristiano
25-10-2013, 11:52
Stesse domande che mi sono posto an'chio, sembrano irreperibili.

federicocristiano
25-10-2013, 12:31
Sembrano irrepetibili, ho inviato una mail a Sonick ma la oro casella postale non riceve..........
Io un'idea per sostituire la batteria zebra con le litio ce l'ho, secondo me bisognerebbe riutilizzare l'elettronica a bordo della batteria, con i duvuti accorgimenti, per far credere alla centralina che la batteria è sempre la stessa, e sostituire le celle al sodio con quelle al litio, con opportuni collegamenti, ma qui stiamo andando OT, magari se ci sono altre idee o suggerimenti possiamo aprire una discussione dedicata:-)
ciao

udos3
25-10-2013, 19:30
' e la Mes dea di stabio svizzera

NAcNA86
03-12-2013, 15:03
in rete si trova questa...
Fiamm SONICK ST 108v 48 V 7,7 kWh

diezedi
03-12-2013, 17:04
Salve,scusa cosa vuoi dire con "in rete si trova...".E in vendita,ce la scheda tecnica,oppure ...?Se è in vendita potresti postare un link?:bye1:

Sording
03-12-2013, 19:51
ho trovato un link. Costa veramente tanto...


Fiamm SONICK ST 108v 48 V 7,7 kWh - Bluenergystore.it - Energy Store (http://www.bluenergystore.it/Fiamm_SONICK_ST_108v_48_V-prod289.html)

qui le caratteristiche:
http://www.fiamm.com/media/45145/datasheet_st108v_ita.pdf

diezedi
04-12-2013, 15:57
Caspita!!!!!La cifra è effettivamente consistente,però bisognerebbe che "qualcuno",io non ne sono in grado,sappia fare qualche conto perchè a differenza delle litio non necessita ne di un bilanciamento delle celle esterno alle stesse,nè,credo,di un regolatore di carica,la durata è un suo punto di forza e a me sembra buona,visti i cicli DOD a C5.Bisognerebbe fare un conto a w/h o a V/h oppure ad A/h.Però in tutta sincerità io un panino con il sodio,vabbè,ma con il nikel,credo proprio non lo mangerei gustandolo:preoccupato::bye1:.Oppure più semplicemente dividere la cifra iniziale con la "vita di progetto".Boh 12000 euro/7000(giorni)=1,714 euro giorno * 19 anni.Possibile????????

Sording
04-12-2013, 18:15
sicuramente è un punto di partenza. Prima non si riusciva neanche a capire quanto costava. Se il mercato si sposta sull'accumulo, come penso che sia, la forte richiesta, il benestare del GSE, magari incentivi statali, si potrebbe un futuro acquistarla. Sembra che sia un kit completo. Non ne sono sicuro perché non pratico. Se la compri, metti una presa, spingi un bottone, magari piccoli interventi che si possono fare da se, senza chiamare tecnici, ma con istruzioni dettagliate, si risparmierebbe anche il costo dell'istallazione. Se la durata fosse così lunga, pagandola al 50% tutto compreso, sfruttando gl'incentivi, magari potrebbe iniziare ad esserci una convenienza. Non sottovalutiamo anche il fatto che non ha esalazioni pericolose, ed occupa molto meno spazio delle batterie convenzionali...

diezedi
26-03-2015, 09:44
Mi sembra abbiano modificato alcune caratteristiche tra le quali i Wh/l e i Wh/kg,cioè la potenza specifica???.Però è aumentato notevolmente il peso e quale sarebbe ora il voltaggio di uscita del accumulatore,non riesco a capirlo.Vecchia scheda tecnica e la 48 TL 80 è del 2012 l altra più recente l ho trovata oggi sul solito sito FIAMM SoNick The Sustain mobility - Starter batteries (http://www.fiammsonick.com/zebra-so-nick.html) .Il modello in vendita postato da Sording è vecchio?

Alby62
15-04-2015, 21:56
Non credo che il problema sia il peso queste confronto le solite in piombo o ni cm sono leggerissime , non so se le litio pesino di meno , bisogna vedere il costo .