PDA

Visualizza la versione completa : digestione anaerobica del rifiuto organico



AeNoId
05-09-2011, 11:38
Salve, vi chiedo un aiuto per un'idea di massima per l'acquisto e l'istallazione di un impianto di digestione anaerobica del rifiuto organico per la produzione di biogas e successiva cogenerazione in energia elettrica. Questo impianto vorrebbe divenire un polo di recupero per il mio paese (Itri) e limitrofi, e diversificare le modalità di smaltimento della FORSU. L'idea c'è, il progetto quasi, ma è possibile che ogni azienda (Etra, Romagna compost) cui io abbia chiesto costi e dimensioni degli impianti non abbia saputo darmi risposta?
Potete aiutarmi? Darmi consigli e dritte?
Vi ringrazio anticipatamente
Cinzia

AeNoId
06-09-2011, 07:57
E daaai 20 visite neanche una rispostina??

eddypd1
12-09-2011, 14:38
ciao il prezzo varia molto in base alla qualità del rifiuto ed alla tecnologia che decidi di adottare : a secco oppure wet

l'impiannto di digestione anaerobica da rifiuto ha bisogno di molte considerazioni che vanno dal sistema di pretrattamento ottimale ai post trattammenti delle acque e dei solidi. La forbice di prezzo e' enorme e non è possibile dare un prezzo su 2 piedi

La prima cosa è assicurarsi del quantitativo di Forsu disponibile e per quanti anni ... che è anche l'aspetto piu' difficile

eddypd1
12-09-2011, 14:40
l'impianto di etra non e' facile dare un valore perche ha subito molti rinnovamenti , mentre quello di Romagna compost sarai abbondantemmente sopra i 10 . Con Gli impiannti WET risparmi ma la gestione è un pelo piu' complessa

AeNoId
19-09-2011, 09:26
E volendo quindi stillare un progetto di massima? Chessò indicando un quantitativo indicativo di FORSU? In fin dei conti penso che si tratti di impianti modulari quindi... La questione qualitativa è determinata dalla provenienza, qui chiaramente parliamo di rifiuti derivanti dalla raccolta porta a porta selezionati secondo i canoni della differenziata e sfalci di potatura, proprio come richiesto dall'impianto romagna compost. Il problema qui è anche il contatto con le aziende stesse, in fin dei conti se il progetto va in porto tanto di guadagnato per loro, perchè questo disinteresse mi chiedo...

eddypd1
19-09-2011, 14:20
perche' devi avere la garanzia dell'alimentazione, i rifiuti solitamente sono gestiti dalle municipalizzate e non è facile entrare nel meccanismo. Se vai da loro e gli dici che hai un contratto per gestire 30.000 ton annodi Forsu vedrai come ti calcolano

kampax
29-12-2011, 15:15
Cerca in rete BIOFOR CASTELLEONE nei pressi di Crema, ha un impianto da 1,6 Mw, digerisce FORSU, LIQUAMI, BIOMASSE.
Un investimento da 10MEuro... non è una cosa semplice da valutare economicamente