PDA

Visualizza la versione completa : Fai da te Solo un idea...



mazzuand
13-02-2012, 11:44
Ognuno di noi ha in casa una fornitura di acqua che spesso viene data con pressione troppo alta e per questo mettiamo un riduttore di pressione che equivale in un certo senso ad uno spreco di energia...
Potremmo sfruttare in qualche modo questa energia per produrre elettricità?
Io ho pensato di mettere a monte del riduttore di pressione una specie di turbina (una di quelle pompe da applicare ai trapani) e attaccarvi un alternatore.
Mi consigliate su... dove e che alternatore prendere per non spendere una fortuna visto che si tratta solo di un esperimento?
Il tutto sicuramente produrre pochissima energia ma comunque energia che andrebbe sprecata...

Donp
14-02-2012, 19:25
Guarda qui:http://www.energeticambiente.it/idro-fai-da-te/14745288-nano-produzione-da-rete-idrica-aquedotto.html

mazzuand
15-02-2012, 13:13
Io non voglio buttare l' acqua...
il mio progetto è quello di mettere questo "aggeggio" a monte del riduttore di pressione e questo funzionerebbe quando si usa l' acqua in casa... docce, wc, lavastoviglie etc...

il mio ragionamento è questo:
stimando un consumo di 200 litri al giorno = 200 Kg di acqua
se in casa ho un riduttore di pressione che mi passa da 8 atmosfere a 3 atmosfere
è piu o meno come se avessi a disposizione un serbatoio con 200 litri ad una quota di 80 metri di altezza ma quando lo sfrutto invece lo porto a 30 metri.
quindi ogni giorno il riduttore di pressione ( a parte il beneficio di non farmi saltare le tubatiure quando non consumo acqua) mi spreca il lavoro necessario allo spostamento dei miei 200 litri da quota 0 a quota 50 metri
quindi
200*g*50
quindi circa 100.000 joule

ma a quanti watt corrispondono?
ditemi se sbaglio (so che lo farete :bored: )
se io ho una lampada da 100 watt si intende 100 watt all' ora quindi questa lampada mi consumerà 2400 watt al giorno?
se così fosse realizzando il mio progetto in modo da sfruttare buona parte di quell energia potenziale avrei prodotto tanta energia ma se invece di ore si parla di secondi allora ne ho prodotta poca...

i miei dubbi sono:
se ho un alimentatore a 220 volt e 0,5 A mi consuma 11 watt al secondo o all' ora?
considerando che l' enel fornisce 3000wat all'ora (vero?)
la risposta plausibile è che siano 11 watt all ora
e poi:
un ups da 1000 watt a quanti joule corrispondondono? 1000?

Lupino
15-02-2012, 16:11
Andiamo per ordine:
1 watt corrisponde ad un Joule/secondo da cui 100 kJ in 24h (=86400") corrispondono a c.ca, ipotizzando un rendimento al 100%, 1,16 Watt di POTENZA

...se ho un alimentatore a 220 volt e 0,5 A mi consuma 11 Watt al secondo o all'ora?...
Consuma 11 watt punto, se tale consumo perdurerà per un ora allora potrai parlare di 11 Wh (Watt ora)

...considerando che l' enel fornisce 3000wat all'ora (vero?)...
No, l'ENEL fornisce su linea monofase (la classica casalinga) una POTENZA utile di (+/-) 3 kW, se il tuo carico eccede tale potenza scatta il contatore.
L'errore comune è sempre il medesimo confondere la misura della POTENZA elettrica (Watt) con quella della quantità di energia elettrica (Watt ora) consumata o generata.

...un ups da 1000 watt...
Per gli UPS il discorso è un pò più complicato ma semplificando-ando-ando (non me ne vogliano gli elettrotecnici e il cos fi) 1000 Watt di potenza corrispondono comunque a 1000 Joule.
OT a parte, per quanto riguarda la tua idea posso indicarti questo link: http://www.energeticambiente.it/idro-fai-da-te/14734326-micro-hydro-su-condotta-pressione.html
Posso assicurarti (messaggi privati con l'interessato - tipicoprovenzano) che l'idea è realizzabile

mazzuand
28-02-2012, 16:57
Grazie 1000 per la chiarezza anche se mi rimane un dubbio...
mi sembra strano (estrapolo ed elaboro dalla tua prima risposta) che una minipompa da 1,6 watt riesca a pompare anche idealmente senza dispersione 200 litri ad una altezza di 50 metri in una sola giornata...

Lupino
28-02-2012, 21:03
Eh, Eh, detta così vien da pensare alla formica che smuove la montagna...
Per capire meglio la cosa bisognerebbe introdurre i concetti di prevalenza e portata:
http://digilander.libero.it/deniszanotto/Pompe.pdf
Anche facendone a meno posso comunque ricondurre il tuo pensiero alla medesima risposta di prima ovvero: se 1,6 watt sono la POTENZA che detta turbina sarebbe in grado di esprimere allora, ribaltando le cose ed assumendo un rapporto ipotetico di 1:1 posso dire che 1,6 watt sono la POTENZA che una pompa deve avere per compiere il lavoro inverso, ripeto, il lavoro (Joule) in un secondo... ma il lavoro per cosa?? Per spostare in un secondo da 0 a 50m una quantità d'acqua pari a.... 0,0023 l cioè poco più di 2 ml.
Come vedi, riportata in questi termini, la cosa è più convincente, 2ml sono veramente pochi, probabilmente in estate un sistema del genere non riuscirebbe neppure a far fronte alla normale evaporazione... partono 2ml ma al serbatoi superiore non arriva neppure una goccia :cry:
Ovviamente il tutto si esprime su un piano puramente ipotetico (ogni trasformazione ha i suoi "sprechi"), nella realtà, spannometricamente, è probabile che da una simile turbina otterresti a malapena 1 watt di potenza contro almeno i 2 watt necessari (a parità di portata/prevalenza) a compiere il cammino inverso

mazzuand
29-02-2012, 09:43
ok... il discorso sta diventando così teorico che si rasenta la filosofia...
Ritornando però sul "pratico" alla fine dei calcoli mi dici che se io ho un serbatoio da 200 litri a 50 metri di altezza. Anche possedendo una turbina ideale che trasforma tutta questa energia nell' arco di tempo di una giornata riuscirei a tenere acceso poco piu che il led del mio videoregistratore?

A naso mi sembra che c'è un ordine di grandezza errato però non voglio dare contro a nessuno... ( dovrei riprendere in mano i libri di fisica che giaciono sotto quasi 20 anni di pressochè inutile esperienza informatica )

Lupino
29-02-2012, 10:45
Non esageriamo, anche più di un led, considerando un consumo tipico di 10 - 15 mA (led normali) e una tensione di giunzione di c.ca 2 V (totale 20 - 30 mW) direi che di led riesci ad accenderne anche una cinquantina :spettacolo:
Purtroppo almeno a livello teorico i calcoli sono giusti, mi rendo conto che pensare a questi valori avendo 200 l di acqua in caduta possa sembrare strano ma.... pensa alla pioggia.... goccia dopo goccia i litri aumentano ma la portata, ovvero il valore che più interessa (assieme al dislivello piezometrico) sia essa massica (kg/s) o volumetrica (m3/s) è comunque "irrilevante"