PDA

Visualizza la versione completa : Che scooter elettrico comprereste ora?



diegodi
27-07-2012, 17:40
Attualmente che scooter elettrico costo/qualità comprereste diciamo per città e lavoro (massimo60-80 km al giorno)?

Un consiglio su uno scooter discreto basso costo affidabile per andare e tornare dal lavoro!

Davidowx
27-07-2012, 22:25
Bertini moto:
3000w 70km a 45km/h autolimitato con batteria al Litio estraibile

diegodi
28-07-2012, 08:27
Ti ringrazio!

Sembrano veramente molto molto interessanti!

Che tu sappia in regione lombardia zona A1 ci sono incentivi per l'acquisto?

excalibur54
31-08-2012, 14:24
Buongiorno Diegodi'
Mi sto interessando anche io all'acquisto di uno scooter elettrico, per mia moglie, per andare in ufficio. Abitando in prima cintura ho tenuto conto che una parte di strada (circa 5 km dei 12 da effettuare), li deve percorrere ad almeno 60 km/h, per evitare di intralciare il traffico, quindi devo acquistare un veicolo con un motore di almeno 4kWatt, e che che abbia le caratteristiche almeno pari ad un 125cc endotermico... In piu' abbiamo pure due cavalcavia ferroviari, mi rimane solo da valutare la potenza delle batterie installate.
Per l'acquisto di uno scooter elettrico, ho ritenuto importante la valutazione del percorso da effettuare (quello "standard"), specialmente per la presenza di percorsi non perfettamente pianeggianti.
La prossima settimana ci recheremo da un venditore per vedere cosa cipropone, anche se ho le idee gia' abbastanza chiare su quale tipologia e potenza delle batterie richiedere.
Sicuramente agli ioni di litio, piu' leggere, e piu' adatte all'uso da una donna, e per contenerne il peso, comunque lo scooter dovra' pesare non oltre i 130 kg, infatti il mio a propulsione endotermica, che pesa piu' di 160kg, durante le prove di utilizzo, le e' rovinato piu' volte addosso. Mi rimane solo da capire se sono sufficenti 60 Amp oppure richiedere quelle da 80 Amp...
Se qualcuno mi sa dare indicazioni im merito, mi fa cosa gradita.
Cordialmente

Piero

Davidowx
31-08-2012, 16:09
Ciao,

dovrebbe bastarti anche questo modello che ha le batterie estraibili e peso sui 120kg:
Vendita scooter elettrici e motocicli a risparmio elettrico (http://www.zemsrl.it/prodotti.php?l=it&s=1)

oppure un ibrido che ti consente di usare i due motori nei momenti più impegnativi e poi proseguire in elettrico... in più hai la comodità di poterci andare ovunque:
Scooter ibrido modello Perseo Hybrid 150 | Aspes (http://www.aspesitalia.com/modelli/perseo-hybrid-150/)

hanno prezzi simili.

excalibur54
31-08-2012, 22:09
Grazie.
Dunque per quanto concerne l'ibrido, lo abbiamo gia' provato, e' ottimo per fuori citta' ma, per tanto che le batterie siano cariche, girando in citta', l'autonomia e' limitata, anche inserendo le batterie al massimo della dimensione per avere la massima possibile, della capacita' della batteria.
Abbiamo preso in considerazione un 4kWatt, che e' paragonabile ad un 125cc, dovremmo vedere un e-max 120L con batterie da 60 o 80Amp, da vedere se e' possibile effettuare una prova con una batteria da 60 Amp, se il risultato fosse insoddisfacente opteremo per le 80 Amp.

Piero

jumpjack
08-09-2012, 19:41
Grazie.
Dunque per quanto concerne l'ibrido, lo abbiamo gia' provato, e' ottimo per fuori citta'
Hai provato l'aspes e non ci dici niente?!? ;-)

Dai, dai, racconta, racconta!

excalibur54
09-09-2012, 16:53
Buogiorno.

Avevo provato in concessionaria il Piaggio ibrido, l'MP3, giretto in prima cintura per caricare la batteria, ma la capacita' e' limitata, forse anche per via che da molto nessuno lo provava (c'e' scarso intersse per l'ecologia, solo molte attenzione per le prestazioni), la batteria, percorsi 6 Km, ai 45-50km/h si e' disattivata a favore del motore termico. Quindi per ora mi tengo l'X9, in attesa che una legge mi permetta di fare di fare un "retrofitting, full electric".
Cordialmente

Piero

excalibur54
09-09-2012, 17:08
Buongiorno
Venerdi' scorso, abbiamo visionato l'e-max, la struttura e' di mio gradimento, e' stata progettata appositamente per contenere i pacchi batteria, non ci sono strutture "taglia e salda", tipiche di un riadattamento dal motore termico. C'e' un neo, che secondo me pone un grosso limite, specialmente al pubblico femminile: la sella e' esageratamente alta; i progettisti hanno voluto a tutti i costi poter alloggiare un casco nel sottosella, a scapito dell'altezza della seduta. Il risultato e' che nel sottosella ci sta a fatica un casco "demijet", e la seduta e' molto alta. Se una persona, non e' almeno alta 178cm, quando il veicolo fermo, appoggiare i piedi a terra, anche su una superficie regolare diventa un problema.
Prima di procedere all'acquisto devo verificare se ho la possibilita' di abbassare il piano del sedile, a scapito del vano sottosella, anche in considerazione che, comunque, saremmo intenzionati ad applicare un bauletto posteriore.
Prossimamente riferiro' se del caso.
Cordialmente


Piero

jumpjack
09-09-2012, 18:27
Continua così, provali tutti e facci sapere! :rolleyes:

cristiano2B
11-09-2012, 10:44
ciao excalibur, una informazione:
tu hai provato il piaggio MP3 Hybrid oppure
il Perseo Hybryd della Aspes?
grazie

jumpjack
11-09-2012, 17:31
A proposito, dov'e' che hai provato l'Aspes?

excalibur54
16-09-2012, 12:02
Buongiorno a tutti.
Per Cristiano, ho provato il Piaggio Hibrid sull'MP3
Per quanto concerne l'E-MAX, ho comprato una sella di ricambio, e la sto modificando.
Ho abbassato il "punto H", della seduta, di 10 cm, in pratica, ho rimosso tutta la sezione che avrebbe dovuto alloggiare il casco (solo Demijet), sostituendola con un lamierino da 1 mm di spessore opportunamente sagomato e fissato don una ventina di viti alla struttura in plastica.
La parte piu' complessa e' stata quella far combaciare i profili dell'imbottitura, che ho necessariamente ridurre di 10 cm, dando sia un aspetto visivo gradevole, che la comodita' al guidatore. Tutti i tagli e le rifilature sono state eseguite, nei prossimi giorni, provvedero' all'incollaggio tra le parti, riferiro' quando sara' terminata.
Cordialmente

Piero

excalibur54
20-09-2012, 22:19
Buongiorno a tutti.
Abbiamo provato la sella modificata, direttamente sullo scooter, con il punto "H" abbassato di 80 mm, ora una persona con altezza di 165 cm, tocca comodamente a terra contemporaneamente con entramb i piedi, senza l'ausilio di scarpe a zeppa alta.
Questi scooter sono destinati soprattutto ad un pubblico femminile, ed e' bene che i progettisti ne tengano conto, diversamente l'altezza della sella dal piano strada, pone una seria ipoteca all'acquisto.
Cordialmente

Piero

fra505
02-10-2012, 19:45
Salve a tutti, mi sto avvicinando al mondo elettrico e vorrei prendere uno scooter elettrico.
Ho dato un'occhiata ai vari modelli ed ho visto che alcuni sono simili a quelli cinesi. Mi conviene ordinarlo dlalla Cina?
Quali sono i modelli omologati anche in europa?


GRazie

evcar
07-10-2012, 16:34
Salve a tutti,
vorrei un consiglio su un nuovo scooter elettrico che verrà messo in vendita nel 2013 a 3450€ iva compresa, è un 3000W 60V 40Ah con batterie a litio. Pensate sia un prezzo equo di vendita in Italia? Sapreste dirmi quali potrebbero essere i suoi competitors? Cosa ne pensate?

<tbody>












GX-1


Dimension (mm)
2160*800*1200


Wheelbase (mm)
1630


Min clearance (mm)
145


Max Load (kg)
150


Max speed (km/h)
90


Net weight (kg)
160


Brake (Fr./Rr.)
Disc / Disc


Wheel hub (Fr./Rr.)
Alu. / Alu.


Tyre size (Fr./Rr.)
130/60-13 / 130/60-13


Taillight
LED


Battery type
LiFePo4 Battery (60v 40ah)


Recharge cycles
≥1200 times


Lack pressure protect
54v


Motor power
3000W


Drive distance
85km/h at speed of 50km/h


Rated Speed
860 r/min


Rated output torque
68 N.m


charger time
4-5 hours






















</tbody>

evcar
07-10-2012, 16:48
Noi puoi immatricolare uno scooter senza che i cinesi di forniscano l' EEC. Ti garantisco che nn lo mollano a meno che non sei un loro distributore. Quindi ti consiglio di non provarci neanche, ti bloccherebbero in dogana lo scooter........ Addio money :)

energyforlife
09-10-2012, 12:00
****

Mi sembra troppo bello per essere vero
E' più lungo degli altri scooter elettrici 2.16 contro 2.00 di quasi tutti gli altri 3000W e 5000W
prezzo buono per uno scooter con batterie LIFE
prestazioni e autonomia sonceramente mi sembrano esagerate per un 3000W

Se è carino come design, e viene tutto confermato lo compro!

Regola 3d): Citazioni integrali o comunque di evidente inutilità (specialmente tra messaggi consecutivi) non sono tollerate e comportano provvedimenti. (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=cfrules)

GianniTurbo
09-10-2012, 14:17
@Pieroexcalibur54 (http://www.energeticambiente.it/members/excalibur54.html)
potevi vedere eventualmente se la sella del vecchio italvel fosse un pò più bassa. dovrebbero essere compatibili.
c'è un magazzino di Lecco che ne qualche ricambio.

jumpjack
09-10-2012, 16:31
prestazioni e autonomia sonceramente mi sembrano esagerate per un 3000W


In effetti 85 km di autonomia 50 all'ora per uno scooter da 160 kg con una batteria da 2400Wh e un motore da 3000 W sono strani se confrontati con gli 86 km a 40 all'ora del mio Star 45 da 85 kg, 1500 W con 2800 Wh di batteria.

Star 45:
1500 W
2880 Wh
86 km
40 km/h
85 kg

Scooter:
3000 W
2400 Wh
85 km
50 km/h
160 kg

Ipotizziamo:

Se con 3000W va a 90 all'ora, probabilmente ne bastano 2000 per andare a 50.
Lo Star45 con 1500 W arriva a 50 km/h reali, ma pesa la metà... Quindi difficilmente a quest'altro scooter bastano 1500 W per andare a 50.
Con 2000W, una batteria da 2400 Wh dura 1,2 ore, che a 50 all'ora significa 60 km.

Non so ancora come integrare il peso del mezzo in queste mie formule magiche...

evcar
09-10-2012, 16:48
****
http://www.energeticambiente.it/attachments/categoria-l3-es-moto-elettriche/25610d1349797627t-che-scooter-elettrico-comprereste-ora-gx-1d.jpg

Cosa ne pensi del design?

Regola 3d): Citazioni integrali o comunque di evidente inutilità (specialmente tra messaggi consecutivi) non sono tollerate e comportano provvedimenti. (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=cfrules)

energyforlife
09-10-2012, 16:59
niente male!

jumpjack
09-10-2012, 17:02
perchè ho la sensazione che energyforlife e evcar siano... lo stesso utente che parla da solo?!?

energyforlife
09-10-2012, 17:17
ma che diciiiiiiiiii,
ma pensi che sia così fuori di testa!?

jumpjack
09-10-2012, 20:30
no, e' che evcar trolla e spamma a destra e a sinistra i suoi veicoli elettrici per reclamizzarli, magari si è trovato un amico immaginario che glieli commenta... ;-)

evcar
09-10-2012, 21:18
****

1) nn sapevo che è vietato chiedere un parere ai membri di..... cosa è questa una cosa è un'associazione? O altro.... nn so, definetvi. Almeno avrò chiaro chi siete.

2) nn ho nessun veicolo elettrico, nè da vendere nè da reclamizzare, ma pensavo, a torto, di ricevere solo un consiglio da persone di maggiore esperienza nel settore.

3) per quanto riguarda riguarda l'amico immaginario, la risposta te la sei cercata. Un saluto all'amico immaginario Energyforlife :) :)

4) se in questo forum nn esiste libertà di opinioni ed di espressioni, vi lascio traquillamente alle vostre disquisizioni.:bye1::bye1:

Una sola risposta alle tue "domande":
Ti sei iscritto volontariamente, nessuno ti ha costretto a farlo.
Hai compilato il form di iscrizione che prevede la lettura del Regolamento e la sua approvazione integrale, quindi non puoi non sapere "a cosa" hai chiesto di far parte.

Regola 3d): Citazioni integrali o comunque di evidente inutilità (specialmente tra messaggi consecutivi) non sono tollerate e comportano provvedimenti. (http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=cfrules)

jumpjack
09-10-2012, 21:54
puoi chiedere quello che ti pare... il forum non è mio.

energyforlife
10-10-2012, 08:33
vorrei solo ribadire che non ho nulla a che fare con l'utente EVCAR, se non altro per sgombrare il campo da qualsiasi tipo di dubbio.

GIOR
18-10-2012, 10:17
gli scooter elettrici ormai ci sono e sono affidabili...li devono solo importare
http://visforvoltage.org/forum/12981-2012-tibet-noah-trip-2100km-4000-5000m-sea-level-tough-road
s (http://visforvoltage.org/forum/12981-2012-tibet-noah-trip-2100km-4000-5000m-sea-level-tough-road)i può mettere questo link?

Marpes
19-10-2012, 08:26
E sono pure belli:spettacolo:

energyforlife
19-10-2012, 09:09
E sono pure belli:spettacolo:
&egrave; vero, ma la cosa che mi ha subito dato l&#39;impressione di &quot;cinese&quot; sono le targhe, forse sar&agrave; solo una mia impressione ma rivinano molto l&#39;estetica dello scooter.:clapping:

GianniTurbo
19-10-2012, 09:18
a non piacciono granchè....
mi sembrano simili a mille altri...
de gustibus...

PIERO-U
19-10-2012, 15:12
Salve a tutti
La scorsa domenica sono stato ad una piccola fiera su rinnovabili (casa ecologica, solare e scooter elettrici)
Gli scooter erano della Zanini Motori
La persona allo stand, gentile e apparentemente preparata, mi ha chiesto innnanzi tutto che uso ne avrei fatto e da quale zona provenissi.
Quando gli ho spiegato la zona mi ha dato 2 consigli (coscientemente) che stridevano fra loro:
1) Venditore:" abiti in zona collinare, quindi tante salite....meglio che prendi quello da 1800 W con Batterie al Litio"
Ci sta, ma poi aggiunge
2) Venditore:" però da te d'inverno fa parecchio freddo ! E questo è un problema, non tanto per la resa delle batterie, piuttosto perchè, immagino che dicembre-gennaio e febbraio lo terresti fermo ?
Si, rispondo io
Venditore:" e questo è un problema, poichè devi sapere che le batterie al litio NON POSSONO STARE FERME ! Se NON utilizzi il motorino per un periodo superiore alle 3 settimane....le litio le puoi buttare nel cesso !!
:oops:

Saluti

Piero

ccriss
20-10-2012, 13:22
Salve a tutti
Se NON utilizzi il motorino per un periodo superiore alle 3 settimane....le litio le puoi buttare nel cesso !!
:oops:


Ti assicuro che non è cosi', non so come si possa dire una cosa simile, se poi intendeva che il loro BMS su litio dopo 3 settimane si è consumato tutto il pacco batterie allora è un altro discorso, ma le litio le puoi tenere ferme un anno senza che facciano una piega.
L'autoscarica delle litio è la piu' bassa di tutte le altre chimiche oggi comunemente vendute....

jumpjack
22-10-2012, 12:49
Non saprei, io so che le batterie al litio più spesso le carichi, meno si rovinano... Quindi è ipotizzabile che più di rado le ricarichi, più si rovinano.
E poi c'e' il problema che ci sono millemila varianti di "litio", non ci si capisce più niente, ogni mese ne esce una nuova!

excalibur54
17-11-2012, 12:01
Buongiorno a tutti.
Ho provato l'E-MAX la versione 120S, vi fornisco le prime impressioni di guida:

* la sensazione e' di un veicolo un po' poco maneggevole da fermo, nelle manovre con guidatore a terra, ma questa e' una versione con batterie al piombo silicio, dato l'uso che e' destinato, (a mia moglie), acquisteremo la versione con batterie al litio
* in movimento, a veicolo quasi fermo, la sopraccitata sensazione scompare, la posizione molto bassa delle batterie, mantiene il baricentro basso, non infastidisce piu' di tanto, c'e' tuttavia un certo "lag" tra quanto si vuole fare, e quello che effettivamente si riesce a fare, nelle manovre tipiche di "scanso rapido di un ostacolo" (pedone e/o apertura porta di auto in sosta).
* A quadro acceso, attenzione alla manopola di accelerazione!, mai toccarla se si vuole stare tranquilli, a mio giudizio, la curva di risposta della centralina, esaspera la risposta del motore, meglio avere a disposizione almeno 4 - 5 gradi di rotazione con risposta modulata, nel caso di utilizzo di guanti (sempre indispensabili), si perde parte della sensibilita'; a volte basta la forza di azionamento della leva del freno, per azionare involovontariamente il potenziometro.
* Azionando la manopola, l'accelerazione e' notevole, tipica di un veicolo con l'iniezione elettronica, che invoglia il guidatore ad una guida decisamente brillante
* In marcia, il potenziometro della manopola e' molto sensibile, a velocita' costante, se si transita sullo sconnesso, si nota un "ansimamento" del motore, dovuto alla sensibilita' del potenziometro, al quale e' sufficente una minima variazione per modificare la rotazione del motore.
* Sullo sconnesso il telaio reagisce bene, o la sospensione e' un po' troppo rigida, o il sedile e' troppo duro, tutta la vibrazione dello sconnesso (anche minimo), viene avvertita dalla schiena dell'utente. Partendo dal presupposto che le gomme devono essere molto gonfie, per ridurre al minimo la resistenza all'avanzamento, e la sospensione non deve cedere soto il peso delle batterie, sarebbe meglio lavorare maggiormente sull'imbottitura della sella...
Per quanto concerne la durata delle batterie, poiche' non sono a conoscenza della capacita' installata, ed essendo queste giornate destinate a fidelizzare con lo scooter, sia come guida che come handling, non sono in grado di dare un giudizio. Per il momento abbiamo percorso una sessantina di km a velocita' variabili, nel traffico (uso al quale e' destinato il ns scoter), e l'indicatore di consumo e' sceso di sole due tacche.
Cordialmente
Piero

jumpjack
17-11-2012, 14:50
Interessante testimonianza grazie.
Il 120L lo fanno con due tipi di batterie, da 52 o da 104Ah, immagino sempre a 48V.

Se non sbaglio l'emax, al contrario di altri scooter, non ha lo spegnimento di sicurezza del motore quando freni, puoi frenare e accelerare contemporaneamente, vero?

Il fatto della maneggevolezza non saprei dire sedipende dal piombo o dal passo delle ruote, boh?

GianniTurbo
17-11-2012, 15:00
Si a detta di un venditore aveva questo pregio, a me sembra pericoloso, invece.

excalibur54
17-11-2012, 19:42
=> Se non sbaglio l'emax, al contrario di altri scooter, non ha lo spegnimento di sicurezza del motore quando freni, puoi frenare e accelerare contemporaneamente, vero? <=

Vero, e personalmente lo trovo imbarazzante nell'uso quotidiano, potrebbe servire, ma dico potrebbe, in caso di partenza in salita, ma solo su salite di notevole pendenza, dove per necessita' si deve tenere lo scooter fermo. In questo caso conviene tenere frenato con il sinistro (posteriore) ed accelerare; utilizzare il freno destro (anteriore), potrebbe rivelarsi critico per via di quella ipersensibilita' del potenziometro...


=> Il fatto della maneggevolezza non saprei dire se dipende dal piombo o dal passo delle ruote <=
Neppure io, so solo che lo sento molto pesante nei movimenti da fermo, e potrebbe anche derivare dall'angolo di "camber"...

Piero

jumpjack
17-11-2012, 19:55
e non ha nemmeno il pulsante per spegnere il motore, che invece ho visto in zem, ecojumbo e vectrix, se non sbaglio.
Anche l'Oxygen Lepton ha gli stessi difetti dell'emax.

excalibur54
18-11-2012, 11:28
Buongiorno a tutti.
Questa mattina, ho provato lo scooter nel persorso che dovremmo fare abitualmente
MISTO EXTRAURBANO: comportamento eccellente, anche le due salite (cavalcaferrovia) che ci troviamo lungo il percorso, non creano problemi, la velocita' raggiunta e' stata nel tratto che noi reputiamo critico (nel senso che o vai a quella velocita' o ti stirano...), do 60 km/h senza alcuna difficolta'.
Se devo dare un giudizio con un voto esprimerei tranquillamente un 7
Le dolenti note sono nel MISTO URBANO: Quanto avevo precedentemente ravvisato per la troppo repentina risposta dell'acceleratore, si e' rivelata in tutta la sua criticita'. Allo spunto, si rischia di tamponare sistematicamente il veicolo che ci precede, poi la frenata diventa subito necessaria: ora se si frena con la leva di sinistra, interviene con violenza il freno motore; se si frena con la leva di destra, se malauguratamente per contrasto mi appoggio sulla manopola, e quella ruota, lo scooter riparte con violenza, e ne segue un continuo "cangureggiamento", dovuto a partenze - frenate.
Altro capitolo, sono gli attraversamenti delle rotaie del tram: se il telaio e la sospensione assolvono abbastanza bene il loro compito, se non si fa' piu' che attenzione a non variare la posizione dell'acceleratore (quasi impossibile, visto che il corpo subisce delle accelerazioni verticali), si innesca una sorta di "pompaggio", dovuto alla repentina modifica della frequenza di pilotaggio ad opera della centralina.
A questo punto se questo scooter e' finalizzato ad un uso prettamente cittadino, il SW inerente alla guidabilita' deve essere ulteriormente affinato almeno per questi due punti.
Sebbene a malincuore il mio giudizio, ma solo per quanto concerne la repentina risposta dell'acceleratore e' un 4.
E' mia intenzione sollecitare il venditore di interessarsi per verificare se lo SW ha la possibilita' di essere personalizzato, almeno per quanto concerne la guidabilita', che a mio giudizio e' la parte piu' importante nell'uso quotidiano.

giocol62
19-11-2012, 14:55
... la troppo repentina risposta dell'acceleratore ...
Io non ho uno scooter elettrico, ma ne ho provato diversi modelli perché sto cercando quello più adatto al mio utilizzo.
Ti posso dire che la sensibilità dell'acceleratore è una caratteristica comune, anche se si può ridurre lavorando sulla configurazione della centralina.
Di fatto, comunque, bisogna prenderci la mano. Dopo un paio di volte ti ci abitui e riesci a gestirla benissimo.
Per darti un'idea, la prima volta che ho provato uno scooter elettrico (era un EcoJumbo 5000) pensavo di dover ri-imparare a guidare. Adesso, quando mi capita di provare un nuovo scooter mi ci trovo subito senza difficoltà.

Leggi questo (http://www.energeticambiente.it/categoria-l3-es-moto-elettriche/14743017-esperienza-ecojumbo-5000w-4.html#post119306109) post di Alainors nel thread sull'EcoJumbo e la successiva risposta di ccriss.

Spuzzete
20-11-2012, 04:07
Ti posso dire che la sensibilità dell'acceleratore è una caratteristica comune, anche se si può ridurre lavorando sulla configurazione della centralina.

Confermo.

Lavorare sulla centralina è la cosa secondo me piu costosa, perchè non tutte le centraline hanno la possibilità di poter programmare l'accelerazione. Il che vorrebbe dire cambiare la centralina.

Il vero problema è secondo me l'acceleratore. Da quel che descrivi sono sicuro che l'acceleratore è ad effetto di Hall. Mettendo un potenziometro da 1k sul filo del ground dell'acceleratore si riesce ad addolcire la risposta dello stesso. Interessante la discussione qui: Endless-sphere.com &bull; View topic - How to change my throttle output signal (http://endless-sphere.com/forums/viewtopic.php?f=2&t=37190&start=30#p546409)

Io ho fatto lo stesso sulla mia bici elettrica..l'acceleratore era davvero ingestibile, con la modifica va molto meglio!

Un'altra soluzione è acquistare un acceleratore a potenziometro anzichè hall sensor, in molti hanno risolto il problema così.

excalibur54
20-11-2012, 08:18
Buongiorno
... il solo ed unico problema e' l'acceleratore, evidentemente non e' stata presa in considerazione nella digitalizzazione del segnale in centralina la possibilita' di graduare la risposta iniziale, legandola ai programmi "ECO", "Normal" e "MAX". Era sufficiente adottare un escamotage del genere, per evitare tutti questi problemi allo spunto..., se sono in citta', va da se' che nel traffico congestionato scelgo l'ECO, nei corsi a buona prcorrenza dinamica, alla prima occasione, con un impulso sul pulsante del boost, cambio la programmazione in Normal, ed infine, la stessa cosa la posso fare portandomi in MAX, quando ormai sono nella prima cintura...
Legare la risposta dell'acceleratore ai vari programmi preselezionabili e' la cosa piu' elementare da fare, ed e' quella che un qualsiasi utente si aspetta di trovare.
Quando ho riportato in concessionaria lo scooter, ho tuttavia ascoltato, (facendo orecchio di gomma), che parlavano che il programma installato era molto performante, opzione mooolto richiesta....
Ho concordato di farmi trovare sullo scooter una versione del programma piu' addomesticata, che possa essere impiegata in citta', quando effetturo' la prova vi riferiro' in merito le mie impressioni.

Ringrazio Spuzzete per la preziosa informazione, l'inserimento di un potenziometro era balenata anche a me, tuttavia non avevo idea che il comando fosse stato ad effetto di HALL.
Concordo con GianniTurbo, per quanto concerne il comando freno: sarebbe preferibile avere la disinibizione dell'alimentazione al motore con i freni premuti, tanto e' vero che, a me personalmente e' capitato che mente modulavo la pressione della leva del freno destro per sistemare meglio la mano, ho inavvertitamente fatto muovere di una inezia la manopola, e lo scooter e' schizzato in avanti contro il veicolo che mi precedeva.

Cordialmente

Piero

GianniTurbo
20-11-2012, 09:27
Credo che le kelly verso cui mi sto orientando, doveebbereo avere oltre al comando dei freni, anche una sicurezza, viste le potenze in gioco, per cui se tieni frenato, acceleri, e lasci il freno, a differenza delle bici elettriche, dove le potenze in gioco sono minori, e li hai un sobbalzo in avanti, nelle kelly fascia alta lo scooter non parte.
qui ci sono le schermate della configurazione
Kelly KEB controllers online demo/help-Kelly Controls, LLC (http://kellycontroller.com/KEBhelp.php)

giocol62
20-11-2012, 11:05
... le kelly verso cui mi sto orientando ...

Forse mi sono perso qualche post? Stai costruendo/convertendo uno scooter?

GianniTurbo
20-11-2012, 12:23
si, restaurando un italvel...

jumpjack
26-11-2012, 18:41
Le dolenti note sono nel MISTO URBANO: Quanto avevo precedentemente ravvisato per la troppo repentina risposta dell'acceleratore, si e' rivelata in tutta la sua criticita'.
Non so come si guidi uno scooter a benzina perchè non ne ho mai avuto uno, comunque già dopo pochi giorni che avevo comprato il mio scooter elettrico decisi di adottare un modo particolare per usare l'acceleratore:
pollice e indice, anzichè impugnare la manopola dell'acceleratore, impugnano il manubrio: in questo modo, quando le restanti dita hanno posizionato la manopola, pollice e indice la tengono ben salda in posizione. Questo perchè non solo nel mio, ma anche in tutti gli scooter elettrici che ho provato (ormai credo di essere arrivato a 10 se non 15... :-) ) c'è questa caratteristica dell'acceleratore ultrasensibile.

Il fatto è che la coppia negli scooter elettrici è completamente costante da velocità zero a velocità massima (perchè regolata elettronicamente), mentre i motori a benzina hanno coppia inesistente alla partenza (per questo esiste il cambio, o il variatore), e per di più, anche quando il motore gira a regime ha una forte inerzia, cioè se schiacci l'acceleratore di botto, ci vuole tempo perchè aumenti il flusso di benzina e questa produca un aumento della coppia, perchè si tratta di fenomeni fluido-meccanici; gli scooter elettrici invece reagiscono letteralmente alla velocità della luce :-) quindi questa caratteristica è inevitabile.

Però magari scrivendo un software particolare (che forse ancora non esiste) si può simulare sull'elettrico l'inerzia meccanica del motore a benzina; solo che bisognerebbe prima modellizzare questo comportamento, cioè mettere un sensore sulla manopola di uno scooter a benzina, uno sull'albero motore e uno sulle ruote, e tracciare un po' di grafici di correlazione. Difficile che qualcuno si metta a farlo...

grillino75
26-11-2012, 20:48
@jumpjack ti assicuro che con il vectrix questo problema non c'e' (forse anche il peso aiuta).. e io di scooter e moto a benzina ne ho portati.. credo che come dici tu basta un software decente..il lepton per dire si comporta proprio come dici tu

ps. m te lo hanno mai fatto provare un vectrix??!!

jumpjack
27-11-2012, 07:26
ps. m te lo hanno mai fatto provare un vectrix??!!
me l'hanno proposto tante volte, ma ho sempre rifiutato perche' non ho la patente A e ho poca pratica con gli scooter, quindi di sicuro mi schianterei alla prima curva! :-)

andypairo
27-11-2012, 13:14
me l'hanno proposto tante volte, ma ho sempre rifiutato perche' non ho la patente A e ho poca pratica con gli scooter, quindi di sicuro mi schianterei alla prima curva! :-)

Il V si dovrebbe poter usare con la B

GianniTurbo
27-11-2012, 14:57
ma se ha meno di 11kw dovresti poterlo portare con la B normale, o sbaglio?

jumpjack
27-11-2012, 15:39
vx1 e vx3 hanno 20 kw.
sono riuscito finalmente a provare il vx2, allo scorso raduno: una versione "segreta" 125cc che arriva agilmente a 60 kmh, di cui non trovo traccia in rete.

GianniTurbo
27-11-2012, 16:59
Non c' era scritto 4kw sul libretto del vectrix? 20kw non erano i max ?

jumpjack
27-11-2012, 18:41
Sì sono 20 di picco... ma tutti gli altri hanno al massimo 6 di picco (4 i 50cc).

GianniTurbo
27-11-2012, 20:59
Ma cosa c'è scritto sul libretto, non fa fede quello? Anche la mia bici elettrica è 250w nominali, ma 450 di picco....

jumpjack
28-11-2012, 08:38
bella domanda.

GianniTurbo
28-11-2012, 10:13
mi ricordo che chiaccherando con un utente Parico qualcosa, venuto all'ultimo raduno con il vectrix bianco e rosso, a lui l'assicurazione era in dubbio addirittura se omologarlo come 50 visto che era indicato 4kw, soglia dei 50ino, poi i dettagli non e li ricordo, ma mi fa pensare che sul libretto ci sia solo i 4KW.

jumpjack
30-11-2012, 08:13
quelli delle assicurazioni sono notoriamente igoranti...Il CdS dice chiaramente che se va a piu' di 45 NON e' un cinquantino!

GianniTurbo
30-11-2012, 08:20
Confermo. ma credo di ricordarmi che l'agenzia inviò alla centrale il quesito...
Vorrei capire cosa succederebbe in caso d'incidente.

GianniTurbo
14-12-2012, 12:18
Non l'ho provato.... perchè semplicemente non posso permettermelo...

P:S: comunque solo ora ho capito che non dicevi a me...

excalibur54
25-01-2013, 14:29
Buongiorno a tutti.
Mi rifaccio vivo solo ora, dopo che mi e' sbollita l'ira con il concessionario, per la sua completa insensibilita' verso le richieste dell'acquirente.
Per completare il post iniziale, la settimana successiva, il concessionario mi ha caricato il SW ufficiale sella centralina di controllo. Gia' dalla prima movimentazione, l'impressione e' stata per me, completamente soddisfacente, sia per quanto concerne la accelerazione che la frenatura elettronica. L'accelerazione con il SW installato e' molto graduale, per circa 8 - 10° iniziale della rotazione della manopola, ed e' probabilmente stato finalizzato per la movimentazione del veicolo a bassa velocita' (riallineamento nelle corsia tra auto incolonnate, riposizionamento in testa alla colonna, ecc), dopodiche' il veicolo si muove con una gradualita' proporzionale alla rotazione della manopola acceleratore.
I tre livelli, ECON, Normal e MAX, limitano elettronicamente le velocita' che si possono raggiungere. A me che ho gia' un bel po' di ore di utilizzo con moto e scooter, dopo pochi chilometri in citta' che, piu' per altro per scrupolo, avevo lasciato su ECON, ho commutato su Normal, e uscito dal centro abitato, successivamente su MAX.
Per quanto concerne le altre sensazioni segnalate, il tutto e' rimasto invariato, e' leggermente, ma dico solo leggermente, migliorata la sensazione di "tentennamento" quando si transita sullo sconnesso, per via dell'azionamento involontario dell'acceleratore ad opera del braccio destro.
Sfortunatamente, la sensazione iniziale di insicurezza di guida, ha pesantemente condizionato le prove successive prove che avevamo richiesto di eseguire con l'intenzione di acquisto da parte di mia moglie, alla quale lo scooter sarebbe stato destinato.
Questo e' quanto

Piero

ccriss
25-01-2013, 14:43
Buongiorno a tutti.
Mi rifaccio vivo solo ora

Rileggendo il thread fai riferimento al E-MAX 120S, il 120L costa un po' di piu' (1.500 Euro), ma nel lungo termine conviene, hai valutato se non sia il caso di prenderlo al LITIO? Alla fine stai comunque spendendo una cifra abbastanza impegnativa, hai fatto 30...

jumpjack
25-01-2013, 15:22
te l'ho già detto, non puoi guidare uno scooter elettrico come guidavi uno scooter a benzina, rischi che alla prossima buca ti ritrovi seduto per terra mentre lo scooter va avanti per conto suo...
Devi "ancorare" la mano al mnubrio per tenere la manopola dell'acceleratore immobile. Non è solo l'emax, lo fsnno tutti!

excalibur54
29-01-2013, 12:21
te l'ho già detto, non puoi guidare uno scooter elettrico come guidavi uno scooter a benzina

... su questo mi permetto di dissentire, si puo' ancora fare moltissimo, i SW hanno infinite possibilita', diciamo che basta avere interesse a fare una accurata messa a punto della guidabilita'. Fidati, per anni ho lavorato nell'automotive, solo che i softweristi, se non pesantemente "pungolati", a rimediare a dei problemi, molte "mappe", le compilano con poca cognizione di causa..., e quella del comando acceleratore e' proprio una di queste. Non la hanno legata con nessun algoritmo a segnali di altre "mappe" presenti nella CPU...

Cordialmente

Piero

excalibur54
29-01-2013, 12:27
Rileggendo il thread fai riferimento al E-MAX 120S, il 120L...

Abbiamo provato il 120S, ma se la prova andava a buon fine, avremmo acquistato il 120L, piu' leggero di 50 kg..., considerando che lo deva utilizzare una donna di statura minuta...
Cordialmente

Piero

jumpjack
29-01-2013, 12:39
nnon so se qualcuno ha già provato a registrare il movimento della manopola di una moto a benzina e la risposta ddel motore e a ipotizzarne un modello matematico, ho provato a cercare un po', ma è una materia decisamente ddi nicchia, non trovo niente.

Magari in un paragrafetto in una sconosciuta tesi di uno scnosciuto studente di ingegneria meccanica di chissà quale università del mondo qualcosa c'è.... ma TROVARLA! :-(

noto il modello matematico, a simularlo via SW ci vorrebbe poco.

GianniTurbo
29-01-2013, 13:07
Che io sappia alcuni mostri (moto a benzina) della bmw di fascia alta hanno tutto servoassisstito e credo pure il gas fatto con una sorta di potenziometro, mi informo meglio e ti so dire di più
Su BMW girano altre quantità di soldi...
So per certo che dentro gli ammorizzatori ci sono dei motorini elettrici per regolare via software la taratura delle sospensioni...
Quindi io credo sia solo un discorso di investimenti...

Ibanez
29-01-2013, 18:21
nnon so se qualcuno ha già provato a registrare il movimento della manopola di una moto a benzina e la risposta ddel motore e a ipotizzarne un modello matematico, ho provato a cercare un po', ma è una materia decisamente ddi nicchia, non trovo niente.

Magari in un paragrafetto in una sconosciuta tesi di uno scnosciuto studente di ingegneria meccanica di chissà quale università del mondo qualcosa c'è.... ma TROVARLA! :-(

noto il modello matematico, a simularlo via SW ci vorrebbe poco.

Non esiste una relazione univoca tra apertura della valvola a farfalla e velocità di salita di giri motore, ogni motore ha la sua curva di coppia caratteristica che va poi intersecata con il peso della moto stessa e delle le masse volaniche, della resistenza aero in primis, otre a tante altre cose.

è per questo che a differenza delle auto di oggi, che a parità di potenza hanno più o meno comportamenti simili, le moto hanno comportamenti diversissimi, un monocilindrico ha una risposta all' acceleratore completamente diversa da un quattro cilindri, tanto per fare un esempio.

un tempo questa differenza esisteva anche sulle auto, è per questo che le Alfa erano così "goduriose" rispetto alle citroen o peugeot...

Comunque tornando all' elettrico, ciò che dici si può fare tranquillamente, è il software che decide come erogare la potenza in funzione della rotazione dell' acceleratore, alcuni scooter da questo punto di vista sono perfetti e molto evoluti, altri ancora da perfezionare come ha scoperto a sue spese excalibur...

excalibur54
30-01-2013, 12:02
non so se qualcuno ha già provato a registrare il movimento della manopola di una moto a benzina.

C'e' la possibilita' di inserire la manopola con la camma "Apertura rapida", in pratica, in cavetto che comanda la farfalla del carburatore, apre in modo da fornire una apertura repentina, (lo avevo montato molti anni fa' sulla mia Bimota...)



noto il modello matematico, a simularlo via SW ci vorrebbe poco.

Non necessariamente, anzi direi proprio di no', sarebbe sempre penalizzante tutte le volte che si aziona la manopola; molto meglio lavorare su un algoritmo, interessando il numero di giri, velocita', e angoli ripetuti di variazione di posizione acceleratore, nell'unita' di tempo: se questo subisce una variazione contenuta in un angolo di x° in piu' ed in meno "x" volte nell'unita' di tempo, (es.: 2 secondi max), questa viene ignorata, viene mantenuta elettronicamente la frequenza al motore costante.
Se invece la variazione dell'angolo di apertura supera ampiamente questi valori, non si verifica questa condizione, quindi puo' permettere la apertura, riconoscendola come una "accelerazione", voluta dall'utente.

Cordialmente

Piero

GianniTurbo
30-01-2013, 13:28
Io credo si possa fare un interfaccia da mettere in serie che cambi la curva di erogazione del gas.

excalibur54
31-01-2013, 07:42
Io credo si possa fare un interfaccia da mettere in serie che cambi la curva di erogazione del gas.

Per la verita' c'e' questa possibilita', ho trovato anche lo schema elettrico, ma riduce la prontezza di risposta su tutta corsa dell'accelleratore, e non solo, ma come contropartita, questa riduzione avviene, seppur in misura minore, anche nel caso che si voglia accelerare al massimo, per togliersi da una situazione di emergenza.
Personalmente ne sconsiglio l'applicazione...
Cordialmente

Piero

andypairo
31-01-2013, 07:54
Puoi mostrare lo schema elettrico? Una soluzione forse c'è

GianniTurbo
31-01-2013, 09:02
si magari è migliorabile, ho sentito di certe porcate fatte su scooter elettrici, tipo semplicemente diodi in serie per limitare la potenza e fare l'ecomode...

jumpjack
31-01-2013, 14:48
io sono recentemente arrivato alla conclusione che per gli scooter eletteici ci vorrebbero DUE manopole: una che cambia il duty cyce del PWM e quindi la velocità, e una che cambia la corrente, che così può essere anche massima con l'acceleratore al minimo.Sarebbe come avere un cambio con infinite marce, una ficata! :-)
Questo perchè nei mezzi a benzina la coppia e la velocità sono inscindibilmente legate dalla gobba della curva di coppia, che negli elettrici non esiste, la curva è piatta; quindi si può decidere a piacere quando si vuole più o meno coppia... a patto di avere i controlli adatti sul manubrio!

Infatti, quando il mio scooter stenta ad andare in salita, se accelero non ce la fa lo stesso... mentre se diminuisco l'acceleratore ma aumento la corrente con lo switch che ho aggiunto, sale come un mulo :-) (o come un diesel: con l'acceleratore al minimo!).

GianniTurbo
31-01-2013, 15:32
le bici elettriche hanno spesso tre livelli di assitenza... da cambiare sul manubrio...

excalibur54
01-02-2013, 07:41
Puoi mostrare lo schema elettrico? Una soluzione forse c'è

... non trovo piu' lo schema elettrico! avevo un collegamento ad un link, che ora non si apre piu'...
Lo devo ritrovare, avevo preso appunti, e quelli mi sono rimasti, un po' di pazienza, cerco nuovamene nel web.

Spuzzete
01-02-2013, 12:56
Mi ri-quoto:



Un'altra soluzione è acquistare un acceleratore a potenziometro anzichè hall sensor, in molti hanno risolto il problema così.

Non servono complicati software o modelli matematici, basta un sistema che abbia una certa linearità. Cosa che gli acceleratori ad effetto di hall non hanno per niente. Solo che costano 1/10 o anche meno di un acceleratore a potenziometro.

Se proprio si vuole fare qualcosa modificando il segnale dell'acceleratore, magari con arduino, si può prendere spunto da qui: Uduino.com - Using a MCP4131 Digital Pot with Arduino (http://www.uduino.com/tutorials/1)

ccriss
01-02-2013, 13:08
Anche io avevo in mente una cosa cosi', ma piu' che per gestire l'acceleratore , che nel mio caso si comporta bene e non ho bisogno di modificarlo, potrebbe essere utile come limitatore dei consumi (ad esempio fissando un consumo max di corrente), ma in questo caso Arduino deve poter leggere anche gli Ampere.

A esagerare di potrebbe rimappare tutto l'acceleratore con Arduino in funzione di un sacco di parametri, ma io non mi fiderei a farlo perche' in caso di bug magari prende a andare a tutto GAS e ti vai a schiantare da qualche parte :bored:

Meglio un partitore di tensione come suggerisce Spuzzete, si vive piu' tranquilli e se Arduino si schianta non succede niente di grave.

excalibur54
04-02-2013, 12:01
A esagerare di potrebbe rimappare tutto l'acceleratore con Arduino in funzione di un sacco di parametri, ma io non mi fiderei a farlo perche' in caso di bug magari prende a andare a tutto GAS e ti vai a schiantare da qualche parte :bored:

Meglio un partitore di tensione come suggerisce Spuzzete, si vive piu' tranquilli e se Arduino si schianta non succede niente di grave.


...tutti questi discorsi, mi possono stare bene per metterci una "pezza" sul venduto; d'ora in poi, e' meglio che i costruttori comincino a pensare, con un po' di lungimiranza, che i veicoli elettrici, non sono piu' dei veicoli di nicchia, piano piano nelle citta' per assicurare la mobilita', specialmente nelle grandi metropoli, le amministrazioni locali "pretenderanno" l'utilizzo di veicoli a emissioni zero... Quindi comincino ad ascoltare quanto l'utente vuole realmente, (stessa cosa avvenne nel campo dell'automotive, con i primi impianti ad iniezione elettronica...), e, prendendo spunto da quanto avviene nel settore auto, utilizzino dei SW, con possibilita' di "autoadattivita'", ormai consolidata da alcuni lustri sui motori endotermici a iniezione elettronica...


Cordialmente
Piero

jumpjack
04-02-2013, 12:04
immagino che il gran premio elettrico dell'anno prossimo darà un bell'impulso alla ricerca sulla miglior risposta dell'acceleratore!

PIERO-U
08-02-2013, 16:06
Riguardo a cio' che scrissi al post #37, che ne pensate della causa del fermo dei Boeing787 ? Pare che gli incidenti siano imputabili.... alla Batteria al Litio !!
Notizia

(http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/01/17/boeing-787-dreamliner-a-terra-a-livello-globale-dopo-problemi-a-batterie/472085/)Piero

Spuzzete
09-02-2013, 16:15
@ Piero-U

Quell'articolo e quella batteria c'entrano ben poco con questa discussione. Le batterie per trazione in uso sui veicoli elettrici (auto/scooter/autobus/bici elettriche) sono ormai ben collaudate e sicure.

E' inutile fare allarmismi di questo genere.

Nell'articolo inoltre non si entra nei dettagli del problema, si accenna alla batteria, ma anche ad un possibile problema all'impianto elettrico.

Per favore restiamo in topic e torniamo a parlare di scooter elettrici.

PIERO-U
11-02-2013, 08:50
Ciao @Spuzzete,
non è mia intenzione fare allarmismo o andare fuori topic, piuttosto conoscere e non dare le cose troppo per scontate, in particolar modo sulle nuove tecnologie. Un esempio è quanto segue:

Questo è ciò che scrissi al post#33 riportando le parole di un venditore di scooter
<venditore:" !="" ferme="" stare="" possono="" non="" litio="" al="" batterie="" le="" che="" sapere="" devi="" <strong=""><"...Se NON utilizzi il motorino per un periodo superiore alle 3 settimane....le litio le puoi buttare nel cesso">

A questa affermazione un esperto -non a parole ma sul campo, ho letto con interesse il tuo blog, grazie per l'esperienza riportata- come @ccriss rispose al post#34
<"Ti assicuro che non è cosi', non so come si possa dire una cosa simile, se poi intendeva che il loro BMS su litio dopo 3 settimane si è consumato tutto il pacco batterie allora è un altro discorso, ma le litio le puoi tenere ferme un anno senza che facciano una piega">

La scorsa settimana mi è stato consegnato queste istruzioni d'uso (file allegato) d'un motorino con batterie al litio, che in meno di 6 mesi fermo, il pacco batterie è finito...nel cesso: leggete a pag.2<o:p></o></venditore:">
<o:p</o
E’ chiaro che l’esempio riportato è uno, non fa statistica ma, a mio avviso, giustifica quantomeno un approccio “cauto”, quando si argomenta di tecnologie che hanno poca storia !!<o:p</o
Tutto qua.

Piero
28385

Moderazione: Rispondo qui per non inquinare la discussione.
Ti ricordo che ho citato solo il tuo messaggio relativo al boeing 787, che c'entra ben poco con questa discussione. E' in palese violazione dell'articolo 3 del regolamento.
Gli altri messaggi non capisco perchè li citi, non mi sono minimamente riferito a quei messaggi nel mio intervento.
Se vuoi rispondermi, fallo in privato.

ccriss
11-02-2013, 11:33
Mi permetto di chiarire meglio quello che ho scritto perche' è sempre meglio..


Questa frase qui sotto è riferita al fatto che se prendi una cella litio caricata al 50% o piu', senza averci attaccato nulla, quindi circuito aperto, certamente dopo molti mesi la trovi ancora in buone condizioni, l'autoscarica delle LiFe è veramente bassa a quello che ho potuto verificare io sulle mie celle.
"ma le litio le puoi tenere ferme un anno senza che facciano una piega"


Se invece rimane attaccato BMS o altre cose e queste sono pure fatte male, allora i tempi si accorciano anche notevolmente (cerca ""). Come scrivevi nel precedente post, dopo 3 settimane le celle sono sistematicamente fritte, per me è inconcepibile, vuole dire che il sistema è fatto male. Il consumo del mio BMS per ogni cella è indicato nel datasheet in 20uA, quindi per consumare la mia cella da 40AH ci metterebbe 40/0,000020= 2.000.000 ore. Diciamo che il Cinese ha esagerato e riduciamo alla metà 1.000.000 di ore corrisponde a 41.666 giorni.


Detto questo, credo sia probabile che chi vende il mezzo chieda ai proprio clienti la massima attenzione alle celle per evitare qualsiasi problema, ci stà che loro chiedano di usare questi accorgimenti, fermo restando che per me 3/4 settimane per scaricare le celle sembra un eccessivamente breve.

Penguin
11-02-2013, 12:57
... giustifica quantomeno un approccio “cauto”, quando si argomenta di tecnologie che hanno poca storia...28394
Dissento. Il primo brevetto su di una batteria al litio risale al 1967 (qui allegato). Da allora ne sono seguiti circa 50000 (fonte: European Patent Office).

PIERO-U
13-02-2013, 11:23
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

Appunto !! 50000, 50000 è qualè di questi brevetti appartiene la tua batteria, che è la stessa della mia, che è diversa dal boieng ? Io non lo so ! Voi lo sapete ?

<" E poi c'e' il problema che ci sono millemila varianti di "litio", non ci si capisce più niente, ogni mese ne esce una nuova!"> e già e questa frase, che condivido totalmente, non è mia ma di @jumpjack al post#36

Penguin
13-02-2013, 11:33
... Io non lo so ! Voi lo sapete ?...
No. Ma l'onere della prova spetta a chi dimostra e non a chi confuta.

Spuzzete
13-02-2013, 13:23
<" E poi c'e' il problema che ci sono millemila varianti di "litio", non ci si capisce più niente, ogni mese ne esce una nuova!"> e già e questa frase, che condivido totalmente, non è mia ma di @jumpjack al post#36

Un' ultima divagazione fuori tema, per chiarire.

La frase citata qui sopra è ambigua e non del tutto vera. Se stiamo parlando di ricerca, si, spesso si sente di miglioramenti e nuovi possibili tipi di batteria. Se stiamo parlando di batterie disponibili in commercio invece no!

Ci sono solo pochi produttori e modelli tra cui scegliere quando si tratta di batterie per trazione. Si tratta di: Winston, Headway, A123 Systems, Sinopoly, Calb, Kokam. La chimica piu "gettonata" è lifep04, la piu longeva e sicura.

C'è anche un'interessante discussione sulle batterie per trazione: http://www.energeticambiente.it/veicoli-elettrici-auto-elettriche-moto-elettriche-veicoli-propulsione-elettrica/14751979-batterie-al-litio-per-trazione-tipi-e-caratteristiche.html

vi prego di continuare lì perchè stiamo andando fuori tema.

diabloker
19-02-2013, 01:44
per ritornare in tema.

attualmente (tenendo conto della concorrenza), cosa ve ne pare dell'ecostrada levante?
rapporto qualita/prezzo ce ne sono di migliori?

wyllyam
24-02-2013, 00:35
salve a tutti sono nuovo per momento ascolto

jumpjack
24-02-2013, 17:33
benvenuto!
che cos'hai in mente?

wyllyam
25-02-2013, 11:57
Sto valutando di costruire una bici elettrica, cabinata che sbanda come la piaggio, ma a pedali con motori autoalimentante

GianniTurbo
25-02-2013, 12:03
puoi spiegarti meglio?
su jobike c'erano vari progetti di bici a tre e 4 ruote coperte e elettrificate...
oltrea ai taxi a pedali che girano per molte città...

PaoloRos
26-02-2013, 09:11
Vi segnalo che da qualche numero de "inSella" nei listini in fondo ci sono alcune pagine dedicate a ciclomotori e motocicli elettrici e ibridi.
Ci sono tutte o quasi le aziende che vendono direttamente in Italia con prezzi/caratteristiche tecniche/contatti un'ottimo punto di inizio per chi vuole passare all'elettrico...
PS.
Nel listino c'è anche la Padovana OXYGEN ma attenzione perchè è in liquidazione...se posso dare un consiglio è consigliabile restare su aziende consolidate (magari con altre sedi in europa/mondo) per non trovarsi sorprese in futuro...

GianniTurbo
26-02-2013, 09:17
a dicembre uscì pure un numero speciale dedicato all'elettrico... molto generico e con vari errori ed inesattezze...

PaoloRos
26-02-2013, 10:33
E' chiaro che non è il loro "core business" anzi... però le prove che fanno sui mezzi elettrici sono fatte bene, parziali, ma fatte bene...
Il problema è che non ci sono molte riviste che trannano di veicoli elettrici in quanto considerati ancora di nicchia...:closedeyes:

PIERO-U
05-04-2013, 10:29
Un saluto a tutti,
ho comprato il motorino !!
Causa conformita' della zona in cui risiedo, tanti piccoli centri in collina distanti 20-25 Km l'uno dall'altro, non me la sono sentita di acquistare un elettrico puro; così ho approfittato di un annuncio di una privato che vendeva uno Scouter Ibrido (http://www.aspesitalia.com/modelli/vega-hybrid-125/) (40 Km di autonomia in elettrico, poi benzina): non mi chiedete nulla poichè devo andare a prenderlo questa domenica.
Nel frattempo però è sorto un piccolo problema: l'Assicurazione ! Avevo letto più volte che per gli elettrici l'assicurazione deve costare il 50 % in meno; al terzo preventivo mi son reso conto che così non è. Una assic. solo 30 euro di meno, una nessuna differenza fra elettrico e benzina ed una "a discrezione dell'amministrazione centrale". Anche a voi è successa la stessa cosa ?

PS: Una volta che l'avrò in mano vi posterò l'esperienza.

GianniTurbo
05-04-2013, 10:44
Prova unipol e generali, non genertel, ma temo valga solo per gli elettrici puri...

GIOR
05-04-2013, 10:58
si, unip**. Per il mio elettrico full (ciclomotore), tutti tra 700 e 450. uni*** 230 annuo.

PIERO-U
05-04-2013, 11:17
si, unip**. Per il mio elettrico full (ciclomotore), tutti tra 700 e 450. uni*** 230 annuo.

On_line o in agenzia ?

clacor
05-04-2013, 11:39
Anche a voi è successa la stessa cosa ?


si prezzi uguali, io sono di roma e pago 310 euro annui in quattordicesima classe con genertel assistenza stradale e blocco assicurazione compresi

jumpjack
06-04-2013, 08:41
Avevo letto più volte che per gli elettrici l'assicurazione deve costare il 50 % in meno;
Sì, ma è facoltativo, non è più obbligatorio dal 1994, quando ci fu la liberalizzazione delle tariffe.
Tienici informati sullo scooter! Anzi, perchè non apri un thread apposito? Sei l'unico qui ad avere un aspes ibrido!

PIERO-U
08-04-2013, 07:52
Tienici informati sullo scooter! Anzi, perchè non apri un thread apposito? Sei l'unico qui ad avere un aspes ibrido!
Preso.
Va bene per l'apertura di un'apposita discussione, non appena avrò assicurazione e fatto un paio di prove.

giocol62
08-04-2013, 14:57
Per l'assicurazione prova UNIPOL.
Io mi sono fatto fare un preventivo e, al momento, è quella più vantaggiosa:
- Torino (città)
- classe 3
- solo RC
prezzo 117 €

PIERO-U
11-04-2013, 15:56
Un saluto a tutti, come da richiesta di @jumpjack ho postato un nuovo thread circa Il Vega Ibrido
QUI la discussione
(http://www.energeticambiente.it/categoria-l3-es-moto-elettriche/14754351-i-primi-10-km-da-ibrivido.html)Per quanto riguarda l'assicurazione (classe 14) la miglior offerta è stata di General*: 350 euro annui sospendibile e guidabile da tutti; un po tanto ma purtroppo è lo scotto che paga la cilindrata 125

Piero