PDA

Visualizza la versione completa : Installazione PDC acqua/acqua economica



solenerg
10-02-2013, 09:06
Buongiorno a tutti sono nuovo del forum ma vi ho letto spesso con interesse su numerosi temi.
Mi sono iscritto perchè tra i lavori che sto approntando nella ristrutturazione della mia casa vorrei installare un PDC acqua/acqua per il riscaldamento e produzione acqua calda sanitaria.

La casa dispone di un impianto FV di circa 6 Kw che produce oltre 7500 kwh annui di cui circa 4500 utilizzati attualmente. Ha riscaldamento pavimento e parete e richiede una potenzialità termica di 6 kw, nella mia zona (vicino Roma) non abbiamo un inverno molto freddo e nel mio terreno dispongo di una falda freatica abbondante con temperatura dell'acqua a gennaio di 18°.

Nello ricerca delle PDC idonee ho notato che sull'ebay tedesco sono in vendita delle PDC acqua/acqua monofase prodotte dalla Meeting (cinese) ad un prezzo molto contenuto (meno di 1500 euro) e mi chiedevo se qualcuno nel forum avesse mai utilizzato queste macchine per capire se vanno bene o se sono una bufala.


In alternativa vorrei sapere quali PDC sul mercato italiano abbiano un buon rapporto qualità/prezzo.

zizota94
10-02-2013, 13:30
Ti sconsiglio di andare su prodotti di dubbia qualità... le pdc hanno componenti che sono abbastanza delicati... scheda elettrica, componenti impianto gas refrigerante... spendi anche 1000 euro in più in qualità e non avrai problemi... Ti consiglio di vedere le pdc climaplast che con acqua di falda hanno cop superiore a 5 e sono italiane... me le avevano proposte me in versione terra acqua ma poi ho fatto un impianto tutto viessmann visto che bisognava interfacciare molti componenti...Ciao!!!

solenerg
10-02-2013, 14:01
Grazie Zitota ho dato un'occhita alla climaplast ma i prezzi mi sembrano abbastanza elevati. A mio parere una PDC di potenza intorno ai 7/8 Kw dovrebbe costare molto meno. Continuo la ricerca e approfondisco. Ciao

zizota94
10-02-2013, 18:21
Non fidarti dei prezzi del catalogo... comunque in ogni modo non andare su prodotti non conosciuti.... guarda anche se in zona ci sono centri assistenza perché altrimenti in caso di guasto poi sei nella cacca!!!
Ciao

solenerg
10-02-2013, 19:16
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

Hai ragione sull'assistenza, in effetti è una cosa importante perchè soprattutto sull'elettronica possono capitare dei problemi grossi. Nella ristrutturazione che sto facendo ho comunque tempo per cercare qualcosa che può andarmi bene. Oggi ho visto che anche la Rossato Group ha una buona gamma di PDC che mi dicono essere costruite in Italia, sarebbe interessante sapere se qualcuno del forum l'abbia mai installate e capire come vanno

zizota94
11-02-2013, 01:26
non demordere... sei sulla strada giusta... il mercato è grande e vedrai che troverai il prodotto più adatto!! tanti saluti e in bocca al lupo!!! :bye1:

idraulicimarchiori
13-02-2013, 21:56
Nell'ottica del risparmio, la pompa calore aria-acqua è sicuramente la migliore sia in fase di installazione che in fase d'uso. Lascia perdere spassionatamente quello che hai in mente e non buttare via i soldi con schifezze. Informati sui migliori centri assistenza in zona e poi decidi. Mi sembra che Clivet sia ben coperta nel Lazio. Ma informati bene anche su altre marche.
Cordialmente saluto

solenerg
14-02-2013, 15:56
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

Io sarei orientato di più su una PDC acqua/acqua perchè mi sembrava una cosa intelligente sfruttare una fonte di calore come la falda freatica che è abbondante ed ha 18° a gennaio, tra l'altro il pozzo per attingere l'acqua è già stato fatto e collaudato da anni e nella mia zona non ci sono problemi di carenza d'acqua.
Peraltro confino con un torrente che ha la portata di 15-20 lt al secondo tutto l'anno ed la temeratura dell'acqua è la stessa del pozzo quindi potrei addirittura utilizzare uno scambiatore immerso senza il minimo spreco di acqua. Qualcuno di voi l'ha mai fatto?

idraulicimarchiori
14-02-2013, 18:31
Ciedo scusa. Se la fonte energetica è così disponibile allora il discorso cambia. Ritiro quanto detto sopra.
Sicuramente i COP con il tipo di macchina che cerchi tu sono tra i migliori. Metti in conto comunque tutti i costi accessori necessari alla realizzazione del tuo progetto e poi tira le conseguenze.
Un saluto.

Jekterm
14-02-2013, 21:04
Qualcuno di voi l'ha mai fatto?

In Bulgaria ho visto delle sonde orizzontali praticamente montate su una derivazione di un fiumiciattolo. La macchina funziona perfettamente... PDC on/off autocostruita!
Non chiedetemi foto che da stupido non le ho fatte e in questo momento mi sto mangiando le unghie!!!
Da notare che ero in Bulgaria, dove non esiste assolutamente una regolamentazione.

Dott. Ing.Travaglini
19-02-2013, 10:43
Buongiorno, come Lei saprà , L'acqua nel Lazio è molto dura, calcarea lo scambiatore immerso penso le convenga, ma lo facia domensionare da un Progettista che li conosce bene..
Si faccia un giro nella sezione dedicata alle pompe di calore , ( più probabile sulle aria / acqua) ,e vedrà quante dissaventure sono capitate ad altri , pur avendo fatto uso di preventivi su marchi " blasonati " e potrà notare che nostante i consigli del forum , difficilmente si riesce a risolvere del tutto la problematica..
dal mometo che Lei ha una bitazione dove mi sembra abbia curato la parte impiantistica, si prefiguri di continuare in questa ottica, e stabilito come fare l'impianto, solo dopo vada alla ricerca delle marche che costrutiscono c'ho che ha Lei serve...
Interessante la tempratura di quest'acqua, si orienti verso una macchina inverter, inoltre faccai eseguire un buon dimensionamento, legato al caso reale, di fabbisogno termico + inerzia termica .
Molti trascurando l'inerzia termica del sistema edificio impianto non sanno bene come aumentare la potenza di picco della macchinaottenuta dal solo calcolo delle dispersioni , allora lo fanno in maniera a dir poco empirica, ma non solo , senza un calcolo , diventa difficile stabilire il c.o.p mensile della macchina, spece in assenza di dati certi da parte del costruttore, quindi a volte la marca della macchina si scelgi anche in base alla trasparenza delle informazioni reperibili.
cordliatà

iraeit
19-02-2013, 12:21
Non scartare a priori la soluzione aria/acqua. Probabilmente nel tuo caso sarà piu' efficiente la acqua/acqua ma ...

Fatti fare dei preventivi per tutte e due le soluzioni, valuta bene i costi ed i tempi di rientro in funzione della vita media stimata della macchina. Alla fine scegli quella che ha il rapporto costi/benefici migliore.

So che puo' sembrare un'eresia in un forum dedicato dal risparmio energetico, ma sfortunatamente dobbiam fare i conti anche con il portafogli.

Insomma perdi qualche giorni in piu' a richiedere preventivi e valuta bene tutte le alternative.

cordialmente

solenerg
20-02-2013, 19:31
Interessanti gli interventi sull'argomento, penso dovrò procedere con cautela e mettendo le cose in fila, la ristrutturazione sta iniziando e direi che dovendo fare prima le opere murarie e l'impiantistica (pavimento radiante ed in qualche locale parete radiante) avrei tempo per la scelta della PDC e anche di decidere se fare una aria/acqua piuttosto che una acqua/acqua. Mi seccava solamente dover perdere il bonus fiscale del 50 o 55 % che scade a Giugno e volevo acquistare la PDC prima della scadenza.

In effetti anche al PDC aria/acqua con il clima del Lazio (io sono sul litorale) sarebbe una scelta idonea e meno complicata della PDC acqua/acqua

solenerg
25-02-2013, 13:14
sempre nella ricerca della PDC acqua/acqua, e pur non scartando a priori quella aria/acqua, vorrei chiedere al forum quali PDC acqua/acqua conoscete a funzionamento inverter sto cercando un modello di potenza termica 5-7 kw monofase

zizota94
25-02-2013, 20:42
perche una pdc inverter?? con una fonte a temperatura costante come l'acqua e la terra non ha senso una pdc inverter....
puoi farla lavorare al 100% avendo un rendimento alto per poche ore al giorno...

Jekterm
25-02-2013, 21:45
perche una pdc inverter

Pienamente d' accordo!
Come macchina "a buon mercato" ma affidabile prova a vedere Climaveneta:

http://www.climaveneta.com/IT/Prana/Products/182/prana/pompe-di-calore-reversibili-sorgente-geotermica/523/bwr-mtd2-0011-0121.html

Ma a Roma andrei tranquillamente su aria/acqua, l' anno scorso ho registrato un COP medio stagionale di circa 3,5 a Treviso...

zizota94
26-02-2013, 00:53
Io dico che sé ti è abbastanza economico raggiungere la falda vai per l'acqua/acqua visto che con quella temperatura puoi avere benone COP superiori a 5/5,5... altrimenti aria/acqua che sono più economiche e semplici da gestire....

solenerg
27-02-2013, 21:42
perche una pdc inverter?? con una fonte a temperatura costante come l'acqua e la terra non ha senso una pdc inverter....
puoi farla lavorare al 100% avendo un rendimento alto per poche ore al giorno...
Scusami ma volevo capire meglio il tuo concetto, secondo te una PDC ad inverter che dosa la sua potenza agli effettivi bisogni termici della casa non consuma meno di una PDC on-Off che peraltro ha i suoi assorbimenti in fase di avviamento?

Inoltre se una PDC ad inverter riducendo il suo assorbimento una volta che l'abitazione è in "equilibrio " termico, non lascia vantaggiosamente una parte di prelievo di potenza ad altre utenze? Io ad esempio vorrei fare tutto all'interno di un contratto da 3.3 kw, mi sfugge qualcosa?

zizota94
03-03-2013, 21:26
Innanzitutto non so nemmeno se esistono pdc inverter... nel mio caso adesso che riscaldo il cantiere intanto che lavorano gli artigiani là pdc si accende 7 - 8 volte al giorno per un totale di max 2 ore.... hai meno usura dei componenti....poi avendo la fonte ad una temperatura costante puoi fare lavorare la pdc alla massima efficienza evitando carichi parziali o ancor peggio punte di richiesta che graverebbero sul COP... ovviamente con questa soluzione devi abbinare un puffer...

solenerg
04-03-2013, 06:17
Innanzitutto non so nemmeno se esistono pdc inverter... nel mio caso adesso che riscaldo il cantiere intanto che lavorano gli artigiani là pdc si accende 7 - 8 volte al giorno per un totale di max 2 ore.... hai meno usura dei componenti....poi avendo la fonte ad una temperatura costante puoi fare lavorare la pdc alla massima efficienza evitando carichi parziali o ancor peggio punte di richiesta che graverebbero sul COP... ovviamente con questa soluzione devi abbinare un puffer...
Grazie come sempre del tuo feedback zitota però....però....
mi sfugge il motivo per cui una PDC con funzionamento ad inverter non lavorerebbe alla massima efficienza anche con carichi parziali e voglio approfondire.

Ti dirò che avendo già installate a casa delle PDC aria/aria ad inverter (split) della migliore qualità (sono delle Corona giapponesi e sembra che la tecnologia ad inverter l'abbiano indrodotta loro...) mi sembrava invece l'opposto, perchè effettivamente riescono a modulare la potenza agli effettivi bisogni termici e addirittura hanno enormi vantaggi all'avviamento motori evitando sovraccarichi e spunti.

Il COP non viene influenzato dal funzionamento ad inverter in quanto è il rapporto tra cosa ottieni in termini di energia termica e quanto "spendi" per ottenerla e se modulando la potenza si riduce l'assorbimento in Ampere il COP in genere rimane invariato o addirittura aumenta perchè l'inveter ottimizza il lavoro del compressore.

Stessa cosa registro sull'elettropompa sommersa attualmente utilizzata nel mio pozzo dove ho abbinato un inverter che regola i giri della pompa in funzione della pressione di esercizio ed ora a parte il fatto che il flusso dell'acqua è pressochè costante si evita di sprecare energia perchè l'assorbimento in Ampere della pompa è proporzionato all'effettiva richiesta d'acqua. Inoltre non esistono colpi d'ariete e tutto il sistema ne beneficia in affidabilità e durata.


In alre parole ritengo che al pari delle PDC aria /acqua vedi (Zubadan ed altri modelli) a funzionamento ad inverter anche quelle acqua/acqua siano più efficienti ma forse mi sbaglio e mi piacerebbe sentire più pareri in argomento.

zizota94
04-03-2013, 23:35
Parlando delle aria acqua non ci sono dubbi che l'inverter sia il meglio... perché la fonte di energia primaria è variabile ( umidità e temperatura)..Diciamo che per fare un paragone in stile automobilistico... la pdc inverter varia la potenza come il motore di un auto... più la strada è in salita e più bisogna accelerare così come la pdc varia la potenza in base alla richiesta... ovviamente più si accelera e più consuma anche se a determinati giri il motore ha maggiore resa (questo è il momento in cui le pdc hanno la massima resa. Nelle aria acqua più la temperatura esterna scende e più durante la marcia della nostra auto là strada si fa ripida e si consuma di più... ma arriva anche il momento in cui la temperatura esterna sale e la pdc limita l'assorbimento elettrico come quando andando con la nostra auto là strada si fa in discesa... la pdc consuma poco come la nostra auto... tuttavia questo con su e giù in auto.si consuma comunque di piu che viaggiando in pianuraLe acqua acqua on off invece parlando sempre in termini automobilistici lavorano sempre in "piano" perché l'accumulo cui sono collegate rende costante là richiesta di energia nel senso che quando si accendono devono sempre portare la stessa quantità di acqua da x a y. Quindi la pdc lavora come la nostra auto in autostrada che viaggiando a bassi giri ci permette di procedere a 130 consumando poco...Spero di essere stato chiaro...

Jekterm
05-03-2013, 21:05
Dal sito Oberthal:

" La nostra nuova serie di pompe di calore geotermiche raggiunge dei cop fino a 6,1 con il sistema suolo/acqua e 7,1 con il sistema acqua/acqua, inoltre queste pompe di calore dispongono della tecnologia inverter."

Nuova serie di PDC ad altissima efficienza (http://www.oberthal.org/novita/47-nuova-serie-di-pdc-ad-altissima-efficienza.html)


Saluti

solenerg
06-03-2013, 07:32
Dal sito Oberthal:

" La nostra nuova serie di pompe di calore geotermiche raggiunge dei cop fino a 6,1 con il sistema suolo/acqua e 7,1 con il sistema acqua/acqua, inoltre queste pompe di calore dispongono della tecnologia inverter."

Nuova serie di PDC ad altissima efficienza (http://www.oberthal.org/novita/47-nuova-serie-di-pdc-ad-altissima-efficienza.html)


Saluti
Grazie Jekterm per la dritta ora le vado a vedere

Stabilo
14-03-2013, 09:22
perche una pdc inverter?? con una fonte a temperatura costante come l'acqua e la terra non ha senso una pdc inverter....
puoi farla lavorare al 100% avendo un rendimento alto per poche ore al giorno...

Ti risparmi il puffer e quindi colleghi la macchina direttamente all'impianto, in questo modo puoi impostare una curva climatica e far lavorare il compressore al minimo della potenza termica richiesta.

zizota94
18-03-2013, 21:49
Non so per sé questo permetterebbe di avere COP più elevati...