PDA

Visualizza la versione completa : Batteria al piombo "impossibile"?



jumpjack
23-08-2013, 15:36
Ho trovato questa strana, rivoluzionaria, impossibile batteria al piombo:
http://www.ias.ac.in/chemsci/Pdf-Jan2006/93.pdf

Non solo perchè avrebbe 50 Wh/kg invece dei soliti 35 del piombo, ma anche perchè avrebbe un bassissimo coefficiente di peukert, gioè degraderebbe pochissimo la sua capacità all'aumentare dell'intensità di corrente!

Se interpreto bene la fig.7, verrebbero questi dati (C di scarica, capacità in Ah di batteria da 100Ah):
0,05 - 99
0,10 - 162
0,20 - 200
0,30 - 150
0,50 - 175
1,00 - 240
2,00 - 200

Per confronto, in genere una batteria al piombo ha valori del tipo:
0,05 - 100
0,10 - 100
0,20 - 80
0,30 - 70
0,50 - 60
1,00 - 35
2,00 - 30

A me quelli di questa nuova batteria sembrano valori a vanvera... che dite?
O forse ho fatto male i calcoli? Cioè, se una batteria da 100 Ah scaricata a 2C dura un'ora, non significa che eroga 200 Ah??

Adesso provo a tirare fuori un grafico logaritmico per fare un confronto visuale.

Cavolo, se è vera è una batteria eccezionale!
32567

experimentator
27-08-2013, 20:47
Ciao Jump , la cosa non mi stupisce affatto , potrebbe essere fattibile.
Ho già espresso in altra sede ( batteria a ricarica liquida ) che le potenzialità della batteria al piombo potrebbero essere ben maggiori di quello che noi conosciamo sino adesso , in quanto le batterie odierne ricalcano la batteria al piombo inventata nell 800.
Sarebbe possibile ricavare piu di 50 Wh/kg anche 150-200 Wh/kg , dalla batteria al piombo se fosse consentita una scarica più profonda senza formazione di solfato insolubile. Ho già espresso questo concetto quando ho parlato della mia batteria a ricarica liquida.
Ma l'argomento particolare è passato inosservato e nessuno ha fatto osservazioni o domande forse perchè non è stato capito o forse minimizzato. Ho fatto anche dei calcoli.

saluti .

Zagami

Mr.Hyde
09-09-2013, 15:46
mi pare di capire che ,semplicemente, hanno usato delle griglie polimeriche su cui hanno depositato del piombo con la tecnica galvanoplastica ,riducendo cosi' il peso di ogni piastra e quindi il peso complessivo dell'accumulatore ,aumentando di conseguenza la densita' energetica (Wh/kg)