PDA

Visualizza la versione completa : Eolico per autoconsumo con FV in rete già presente



grriz86
14-03-2014, 10:16
Salve a tutti,
vi espongo il mio problema: ho un'abitazione con un impianto FV da 4 kW già allacciato in rete con regolare contratto GSE.
Ora vorrei aggiungere un impianto mini-eolico da 1 kW (per abbattere l'elevato assorbimento costante della casa) con elica Savonius che ho già individuato ma che non so come collegare all'impianto elettrico.
L'inverter del FV è già sfruttato al massimo delle sue capacità, ed inoltre non ho interesse ad immettere l'energia prodotta dall'eolico in rete. Sarei più che soddisfatto dedicando l'eolico all'autoconsumo dell'abitazione. Qualcuno mi ha detto che non è possibile collegare l'inverter del mini-eolico direttamente all'impianto in quanto FV ed Eolico andrebbero in "conflitto".
Mi dareste una mano a capirci qualcosa in più?

Grazie

FR

Borghese
14-03-2014, 21:37
seguo la discussione perché interessa a me.

Ma ti voglio fare una domanda :

Non è un po' troppo 1kw di assorbimento continuo ? Cos'hai di particolare in casa ?

Te lo chiedo perché se non lo metti in rete, e quindi produci e consumi istantaneamente, se tu davvero non hai quell'assorbimento, stai buttando un sacco di energia al "Vento"….

Io ho pensato di fare come te, ma tenendomi più basso, diciamo sui 500watt… giusto per alimentare continuamente Congelatore a Pozzetto, Frigo, Luci la notte, e qualche spia qua e la… ma ad arrivare a 1kw con sta roba….ce ne passa…. o no ?

ligabue82
15-03-2014, 14:03
A meno di non vivere in zone fortemente ventilate, gli impianti microeolici non convengono a causa dello scarso rapporto risparmio/prezzo di acquisto.
Tecnicamente la cosa da Voi richiesta è fattibile.
In via uffciale dovreste effettuare una nuova richiesta di connessione ad Enel, ma siccome possedete già un impianto FTv e un contatore bidirezionale, potreste installare l'impianto eolico in parallelo al FTV.
Calcolate che la potenza massima nominale di un generatore eolico (es: 1 kW) si ottiene con venti di 10/12 m/s, mentre con venti "quotidiani" producono in media un 30% della loro potenza nominale...
Un consiglio: lasciate perdere (ve lo dice uno che ha installato, per prova, due impianti da 2 kW che si ripagheranno con un Pay Back Time superiore alla mia aspettativa di vita...); a meno che non trovate qualcosa di veramente (tanto-tanto) economico (ma in generale meno si spende, più assomigliano a giocattoli tipo le girandole dei bambini...).
L'eolico (in zone ventilate con venti superiori ai 5,5 m/s di media annuale) comincia ad essere competitivo dai 10 kW in su...
saluti

vivasamp
24-03-2014, 22:09
FV allacciato in rete con regolare contratto GSE... Qualcosa mi dice che c'è di mezzo almeno una convenzione per SSP.
L'eolico in parallelo al FV prima del contatore di scambio? Ligabue, sarebbe un problema?

ligabue82
25-03-2014, 08:44
Devi dichiararne la presenza ad Enel per evitare problematiche future.
Es: Mi viene in mente che in una giornata soleggiata e ventilata, potresti superare la potenza in immissione richiesta; oppure, di notte, se c'è vento immetteresti energia, quindi Enel e GSE si accorgerebbero del problema; infine da un punto di vista normativo, anche l'eolico dovrebbe avere il suo contatore di produzione e la sua interfaccia conforme alla CEI 0-21.
Insomma, meglio effettuare nuova richiesta di connessione (non so quanto la spesa valga l'impresa...).
saluti