PDA

Visualizza la versione completa : Rifasamento : considerazioni, domande e apparecchiature in commercio



naturalsolutions
27-08-2012, 14:30
Raggruppo in questa discussione i 3d principali sul rifasamento e i relativi apparecchi periodicamente proposti sul forum.

L'argomento è trattato per motivi più seri anche in vari 3d della sezione fotovoltaico, per esempio qui:

http://www.energeticambiente.it/tecnica-componentistica-e-installazione/14741280-rifasamento-si-o-rifasamento-no-help.html

http://www.energeticambiente.it/aspetti-economici-e-bancari/14750130-energia-attiva-reattiva-induttiva-e-capacitativa-immissione-e-prelievo-quanto-vale.html

http://www.energeticambiente.it/tecnica-componentistica-e-installazione/14745324-lettura-contatore-e-potenza-reattiva.html

Buona lettura!




Buongiorno,

un cliente mi ha chiesto informazioni su http://www.enerkeeper.it (http://www.enerkeeper.it/), qualcuno sa di cosa si sta parlando e se funzionano davvero?
g (http://www.enerkeeper.it/)razie

uforobot
28-11-2012, 13:06
La potenza elettrica attiva = P
P=V*I*cosFi

dove V è la tensione elettrica mostrata dal voltmetro
dove I è la corrente elettrica mostrata dall'amperometro
dove cosFi è il fattore di potenza
----------------
Invece....
la potenza apparente = A
A=V*I

La potenza apparente non tiene conto che parte dell'energia viene restituita alla linea perché il carico si comporta parzialmente come un generatore.

Nel caso di lampade ad incandescenza, la lampada non restituisce niente alla linea e quindi si comporta come un carico puramente resistivo, quindi in questo caso di lampade ad incandescenza, la potenza apparente corrisponde alla potenza attiva.

Le lampade cosi dette "a risparmio energetico" sono reattive e quindi restituiscono parte dell'energia.

Se ipotesi apparecchio W10 fa il lavoro di rifasamento mediante batteria di condensatori, è logico che la corrente diminuisce, ma questo non significa che diminuisce la potenza attiva e quindi il consumo.

Mazarul
28-11-2012, 13:14
Qualcosa così?:
KVAR Power Factor Correction in the Home is a Scam (http://www.nlcpr.com/Deceptions1.php)

leo48
30-11-2012, 18:09
Breve info:
http://www.univpm.it/Entra/download/P002707/allegati_ins/2.pdf

Leo48

Mazarul
30-11-2012, 19:49
Grazie Leo48,
in-topic, conciso, non opinabile (IMO).

Rara aves!.

MaZ

emc2
01-12-2012, 09:03
grazie per la risposta.

Ciao Leo48, ieri ne ho acquistato uno, l'ho sottoposto a dei test ed il risultato è strano, effettivamente riduce il consumo di energia elettrica, sembra non trattarsi di un rifasatore di corrente-tensione, ma qualcosa di più complesso, che tiene presente dei carichi presenti lungo la linea elettrica di casa.
A questo punto il circuito sembrerebbe valido, lo lascerò collegato e a distanza di qualche mese vedrò la differenza sulla bolletta, sembrerebbe che l'azienda sia stata seria nella realizzazione del prodotto.

buona giornata.
emc2

uforobot
01-12-2012, 10:55
Il mio moderno televisore 3D possiede la funzione del risparmio energetico.

Funzione che era già impostata per default quando comprai il televisore.

All'inizio il televisore mi deluse perchè vedevo che le immagini erano un pò scure.

Poi per prova disattivai la funzione del risparmio energetico, e quindi il televisore cominciò a risplendere di luce propria e le immagini erano brillanti e meravigliose.

Per quanto riguarda il w10, si dovrebbe in teoria usare un oscilloscopio per vedere se la cresta dell'onda che dovrebbe essere sinusoidale viene invece mozzata da qualche diodo e quindi non è sinusoidale.

Oppure se c'è un calo di tensione.

In ambo i 2 casi, l'utilizzatore non funziona a pieno regime e quindi ci credo che c'è risparmio di energia.

Nel caso delle lampade, i lumen erogati dovrebbero essere sempre quelli, altrimenti stiamo menomando il funzionamento delle lampade.

------
Adesso: andando leggermente fuori topic, le cosi dette "lampade a led" avrebbero durata praticamente infinita se solo la tensione fosse il 30% in meno di quella indicata dal costruttore.
Siccome il costruttore vuole vendere tante lampade a led, non ha interesse ad avvisare i clienti che riducendo la tensione del 30% le lampade a led non si romperebbero MAI.
Però nel caso di lampade ad incandescenza, si ha un danno effettivo nel senso che la luce diventa un pò rossa, però comunque anche la lampada durerebbe molto più a lungo.
In conclusione: questi meccanismi per ridurre la tensione sono certamente utili per prolungare la durata degli apparecchi.

emc2
01-12-2012, 11:39
Per quanto riguarda il w10, si dovrebbe in teoria usare un oscilloscopio per vedere se la cresta dell'onda che dovrebbe essere sinusoidale viene invece mozzata da qualche diodo e quindi non è sinusoidale.

Oppure se c'è un calo di tensione.



Dalle prove, non vi è un taglio della sinusoide, ma piuttosto una pulizia e la forma d'onda e lineare, d'altronde se vi fosse stato un taglio con diodo, i motori ne avrebbero risentito (frigo, ventilatori, trasformatori ecc), e non ho notato abbassamenti di luminosità nelle lampade. Ripeto il circuito è veramente funzionante, è controllato da un microchip.
A questo punto non posso ancora quantificare se il risparmio sia del 35% o più, lo vedrò sulle prossime bollette, ma comunque anche se fosse di meno mi va bene lo stesso, l'importante è risparmiare ed il costo si ammortizza al massimo in due bollette.

biba
12-03-2013, 12:41
Qualcuno ha mai provato il rifasatore "Enerkeeper" e lo consiglia?
In quali casi è utile e quando invece non lo è?

Grazie

Questi dispositivi possono essere utili per impianti di illuminazione pubblica e/o edifici non privati?

Mazzola Luigi
14-03-2013, 14:19
Scusa biba per il ritardo.... No non conosco questo rifasatore, ma in commercio esiste ecomenowatt è un rifasatore domestico e per piccole aziende, no costa tanto e la cosa importante e che funzione io lo ho installato in negozio e a casa e le mie bollette sono calate del 20%...

serman
16-10-2013, 13:07
Gia che c'ero mi sono guardato i file allegati da mirthicotor nel thread "Rifasatore" sono dei test su installazioni in spagna, corea e sardegna. L 'unico che fornisce dei dati misurati e quello coreano e dai dati mi pare di aver capito il metodo di funzionamento del sistema.In pratica e' un autotrasformatore accoppiato ad un rifasatore.L'auto trasformatore abbassa la tensione ad un valore minimo tollerato dalle utenze ( nei test il 380 scende a 360 V ) il che fa diminuire automaticamente l'assorbimento dalla rete mentre il rifasatore compensa la potenza reattiva portando il cosphi vicino all'unita. Il vantaggio del rifasatore e tanto piu alto quanto piu basso e il cosphi del carico e in alcuni casi citati si partiva da 0,6 !Non mi sembra niente di eccezionale o innovativo ma forse non ho capito bene .Attendo umilmente lumi .

renatomeloni
17-10-2013, 21:12
Ho semplicemente risposto a dei commenti poco informati su un prodotto.
Saranno poco informati, forse a causa delle "troppe" informazioni, che son state pubblicate a riguardo????:spettacolo:


Il sito non dipende da me, vedo che è fermo da tempo....
Forse perchè c'è poco materiale da aggiornare???


ma io non sono prevenuto, al contrario vostro
Nessuno è prevenuto, si chiede solo chiarezza e trasparenza alla luce del sole, perchè dare spiegazion solo in PM??
Che problemi hai nel farlo in pubblico???
Temi il confronto o cosa ??


Saluti

riccardo urciuoli
18-10-2013, 08:01
Mirticothor è stato temporaneamente bannato per somma di infrazioni, spero che si adegui al regolamento se vuole continuare a scrivere sul forum.

Vorrei solo fare una considerazione: che un sistema elettronico del genere possa teoricamente funzionare è palese, che però il risparmio ottenibile dipenda dal tipo di carico (nel nostro caso elettrodomestici) è innegabile e anche dichiarato da loro.
Quindi non capisco come possano affermare di ottenere un risparmio minimo del 10-15% senza sapere a cosa verrà collegato!

Poi, opinione personalissima, leggere di 'onde armoniche', 'bilanciamento delle fasi', 'qualità dell'energia' mi fa un po' sorridere...

Lupin4
07-01-2014, 20:19
qualcuno ha provato per caso questo ageggio che promette di far risparmiare soldi in boletta elettrica? oppure è il solito pacco :bored:
Energy Saver Pro (http://www.energysaver-pro.com/itl/)
Non ne avevo mai sentito parlare prima d'ora

serman
07-01-2014, 22:18
Possiamo usare lo stesso giudizio di Fantozzi sulla Corazzata Potiemkim ......

remtechnology
08-01-2014, 09:35
Buongiorno a tutti
partiamo da una cosa certa: se un motore ha bisogno all'albero di 2 kW meccanici qualcuno glieli deve dare con una potenza elettrica superiore a 2 kW visto che non esistono macchine con rendimento 1. Con motore poi fai funzionare una lavatrice, una lavastoviglie ecc.
Lo stesso vale per l'illuminazione che se richiede 100W gli devi fornire una potenza elettrica maggiore a 100 W.
Conosco queste apparecchiature in in campo industriale dove ci sono reti molto estese e tutta una serie di macchine elettriche che creano disturbi ma in quesi casi il risparmio che si puà avere è di qualche punto percentuale, eccezionalmente in doppia cifra, 10%
Sia chiaro che molte volte la qualità dell'energia elettrica "è sporcata" sia da quello che utilizziamo in casa sia da quello che ci arriva in casa dal distributore e questo si concretizza con un consumo elettrico più alto, ma non possiamo dire 75%, concordo sul giudizio di Serman
Buna continuazione
RemTechnology

pox1964
09-01-2014, 20:20
mi ricorda il tubo tucker che faceva risparmiare gas :spettacolo::spettacolo:

fordmajor88
09-01-2014, 20:28
Dentro a quell affare ci sono 2 condnsatori che rifasano cioè portano da cosfi 0,8 a 0,9 e con carichi domestici ed in monofase e praticamente inutile
gia visto alle sagre che qualcuno accendeva dei neon senza rifasatore e attaccando questo magico giochino la corrente diminuiva peccato che la pinza amperometrica non sia un wattmetro
e una grande bugia

omaccio
10-01-2014, 21:56
...poi un particolare che tutti dimenticano:
tu prelevi xx energia dal contatore e quella paghi!
Se hai energia reattiva è il tuo fornitore che ci perde in quanto per fornirti 3 Kwh di energia magari deve erogartene 3,5!
Quindi a mio avviso andrebbe, a prescindere, sempre rifasata l'energia per avere meno spreco in centrale meno inquinamento ma per il contribuente finale l'aggeggio o no cambia poco!

riccardo urciuoli
11-01-2014, 11:34
poi andrebbe detto che se rifasa con due condensatori rifasa solo carichi molto piccoli...una lampadina con il suo circuito di trasformazione, non certo un motore...

Pecostudy
22-01-2014, 09:26
Carissimi sono d'accordo con voi che questi aggeggi non funzionano per nulla.
Non bisogna però sottovalutare un aspetto fondamentale: ci sono credo 5-6 aziende diverse (almeno in nome), che sbandierano i loro come prodotti miracolosi, promettendo addirittura risparmi che possono arrivare al 30%!
La mia domanda è: come si fa a mettere in commercio un dispositivo senza dimostrare che le caratteristiche sono per lo meno plausibili?

serman
22-01-2014, 12:23
per informazione : sull'ultimo numero di Altroconsumo c'e' la prova di uno di questi accrocchi farlocchi. E ufficiale che sia una bufala truffaldina per gonzi.

Mr.Hyde
22-01-2014, 14:05
hahaha ...ciao serman , anche io sono abbonato ad altrocons. :) e ti do' ragione al 100%

eppure l'azienda dice: " Fidati solo dell’originale". :cry: come la patatina famosa ..... hahahaha :D

siamo seri ....leggete qui :)

http://www.altroconsumo.it/casa-energia/elettricita-e-gas/news/energy-saver-pro

(http://www.altroconsumo.it/casa-energia/elettricita-e-gas/news/energy-saver-pro)mi sa' che al posto di farti risparmiare , ......., vedendo i 2 led accesi , ti fa' ciucciare di piu' in un anno

oltre ad essere un dispositivo che sicuramente prima o poi si usura (dando i consueti problemi in piu')

oltre che sei gia' in perdita nel momento dell'acquisto :(

ma intanto ..l'azienda GONGOLA

voci di corridoio dicono che queste nuove invenzioni servono a risollevare il paese ...vista la crisi :D

cordialita'

Francy

snake150582
25-01-2014, 17:15
voci di corridoio dicono che queste nuove invenzioni servono a risollevare il paese ...vista la crisi :D Se funzionasse potrebbe anche essere. :D

marcomato
20-04-2014, 20:53
Salve a tutti, chi non muore si rivede.

Tempo fa, mentre mi scervellavo sul come fare a rendere la mia casettina più efficiente possibile, un tale mi mise una pulce a riguardo della rifasatura dell' impianto.

Per chi non sa di cosa si tratti, essendo materia un po' tecnica, ed anche se va a cercarsi "fattore di potenza" e "rifasamento" ci capisce poco, possiamo riassumere che taluni dispositivi elettrici come motori ed alimentatori hanno una quota di consumo per stimolare i magneti o attivare i circuiti che è un consumo apparente che in realtà non produce alcun lavoro.
Tant'è che le GROSSE utenze industriali sono obbligate a rifasare gli impianti, in modo che l'ente fornitore possa dimensionare le infrastrutture sugli assorbimenti reali e non quelli apparenti.
Nessun obbligo alle utenze domestiche, ma se il problema è trascurato, non significa sia inesistente.

A casa mia siamo molto bravi a gestirci con 3kw (una simulazione di miglior contratto enel con le medie nazionali me ne consiglia 10!) ma per usare più elettrodomestici assieme ho acquistato per 11 euro uno di quei noti lettori di consumo da mettere a monte su una linea da cui mi partono tutti i principali elettrodomestici, con cicalino di sovraccarico a 3680W utile nel caso abbiamo acceso la lavastoviglie e la PDC dimenticando che il timer sta facendo andare lo scaldabagno, prevenendo così il distacco.
Giocandoci ho scoperto il dato "power factor" che ad esempio sulla PDC si assesta sullo 0,9...
Il fattore 1 per capirci è quando, come nel caso di scaldabagno stufe lampadine a filamento ed altre resistenze Joule tutta la potenza impiegata va in lavoro. La pdc rispetto ad una stufazza joule consuma molto poco a parità di calore prodotto, ma tra motori e circuiti nel mio caso sembra che solo il 90% del consumo conteggiato sia quello reale!

Poco male direte, e ne convengo. Visto che nello scaldabagno il fattore è 1, cosiccome nel forno se è senza ventilazione, atrimenti sarà 0,99, ed anche in lavastoviglie e lavatrice il più del consumo è la resistenza di riscaldamento.

Tuttavia ho trovato su internet dei dispositivi "domestici" venduti come "electricity saver" che parlano di rifasatura e costano (se li prendete con gran calma da Honk Kong) come due coni gelato!

Premetto che visto il costo esiguo, per curiosità scientifica l'ho preso al volo.

Chiaramente il risparmio sino al 35% promesso sarà vero limitatamente al motore di un frigorifero d'epoca, ma risibile nella realtà.
A riguardo cito due video dimostrativi uno fatto con il rifasatore ed un motore elettrico degli anni 50 al banco in cui accadeva il miracolo, ed uno in cui un nerdone in verità un poco supponente attaccava un rifasatore bello grosso (tipo da 50kw!) su una lampadina neon da 16w, ed il "risparmio" chiaramente non copriva le lucine del rifasatore!

Con i miei dispositivi in casa sarei realisticamente contento già se rivelassi una diminuzione del fattore di potenza dall' 1 al 3% che già ripagherebbe a brevissimo il folle vestimento...

In realtà non so neanche se poi i nuovi contatori elettronici DOMESTICI facciano pagare questa elettricità apparente o meno, ma credo che senz' altro la rilevano e pertanto "l'ottimizzazione" potrebbe, se non farmi risparmiare, almeno farmi suggere al contatore qualche watt utile in più!

E visto che la corrente in "sovraccarico" sopra i 3300w dovrebbe essere conteggiata cara, riducendo la soglia nelle fasi di sforamento qualche centesimo lo gratti comunque.

Posto che stiamo ragionando di briciole, ma magari anche 10w possono tornarti utili se ti evitano il distacco, gli esperti elettrotecnici ed elettronici che ne pensano?

riccardo urciuoli
20-04-2014, 21:18
Premetto che anche se vergognoso io, pur essendo ing. elettronico, non ho ben capito come funziona la cosa.

Però ho dei dubbi e li espongo.

Il primo dubbio riguarda appunto il fatto, che mi sembra avessi letto tempo fa, che i nuovi contatori fanno pagare tutta la potenza anche quella apparente.

Il secondo è che credo sia (o almeno era se è vero il punto 1) il contrario: se rifasi paghi di più (o lo stesso se è vero il punto 1); tempo fa mi ricordo un collega che sfasava piccoli carichi per pagare meno, magari ricordo male ma mi sembra fosse così.

3o dubbio è cosa misurano i contatori economici; nelle mie misure sulle lampadine a LED ho riscontrato un forte sfasamento (power factor intorno al 60%) dovuto all'uso di ripartitori capacitivi per alimentare per es. 60 LED in serie direttamente dalla 230V raddrizzata e ridotta col partitore. Trovate le misure qui:
http://www.energeticambiente.it/elettrodomestici-e-apparecchiature-elettriche-elettroniche-domestiche/14713330-led-per-illuminazione-qui-tutte-le-domande-e-dubbi-16.html#post119515258

Il meter indica i W reali (10,5); sui LED ne vanno circa 8,9 (il resto si perde nel partitore); se paghiamo anche gli apparenti il consumo fatturato è ben maggiore.
Le misure non tornano molto ma non so se per errori di misura miei, errori del meter o sbaglio qualche conto.
I 54mA dai 230V alternati corrisponderebbero a 12,4W, che non corrispondono 10,5/0,6=17,5W.

Chi mi svela l'arcano?

livingreen
20-04-2014, 21:59
Semplice: i contatori per usi civili NON conteggiano le potenze reattive, ed i presunti rifasatori cinesi non hanno altro che un fantomatico circuito che "rettificherebbe le forme d'onda"... Ci vuol poco a capire che non fanno un bel nulla, e che per rifasare ci vorrebbe almeno un condensatore grosso come una scatola da scarpe, mentre se le forme d'onda fossero così schifose da garantire un 75% di perdite ce ne saremmo già accorti tutti.
Aprilo, e vedrai solo un chip che fa lampeggiare un led ed uno scaricatore di sovratensioni (unica cosa utile).
E' una bufala, peraltro molto ben conosciuta, viste le carrettate di denunce che ha ricevuto l'antitrust.

marcober
20-04-2014, 23:43
Il TIT dice che sotto i 16,5 kW di potenza non si addebitano penali per l'energia reattiva.... E penso che i misuratori elettronici attuali siano in grado di misurare l'attivazione e la reattiva....quindi penso (spero) che non ci venga addebitato nulla per la reattiva.... Ma avete dei dubbi al proposito?

gigisolar
21-04-2014, 09:04
sono sicuro che ha ragione livingreen.
il primo anno e mezzo di FV avevo i contatori gist trifase su utenza monofase e nei registri leggevo, oltre il consumo reale A3 kWh, anche la reattiva kvarh capacitiva e induttiva, ebbene sulle bollette non c'era traccia della reattiva ed i numeri combaciavano esclusivamente con il consumo reale A3.

riccardo urciuoli
21-04-2014, 10:22
ok quindi ricordavo male, rispetto al passato è cambiato solo il fatto che la potenza reattiva viene 'controllata' e scattano penali sopra certe soglie.

Riguardo i circuitini ovviamente mi ero concentrato sui miei dubbi ma sono d'accordissimo anch'io sul fatto che sono una bufala

marcober
21-04-2014, 13:07
Sotto 16,5 kW non ci sono penali.

renatomeloni
21-04-2014, 13:36
Aprilo, e vedrai solo un chip che fa lampeggiare un led ed uno scaricatore di sovratensioni (unica cosa utile).


E' una bufala, peraltro molto ben conosciuta, viste le carrettate di denunce che ha ricevuto l'antitrust.

Concordo......è proprio cosi!!!! Ho visto personalmente l'accrocco da un mio cliente convinto di aver fatto "l'affare del secolo"!!!!:closedeyes:
Dentro c'era il nulla!!!!:cry:
Lasciamo perdere queste ciofeche cinesi che non servono proprio a un bel niente e, tornando al titolo del tread, l'unica economia che si può fare è non comprarlo.

Saluti

marcomato
21-04-2014, 16:24
Grazie innanzitutto a tutti.

beh, il sospetto di inutilità c'era, ma come detto l'ho preso per esperimento e nell' ottica che se non giova male non fa.

Già se mi dite che serve a scaricare picchi e sovratensioni, son contento.

Quindi, l'energia reattiva come immaginavo nelle utenze domestiche non si paga.

Ma viene conteggiata come assorbimento istantaneo? Ovvero un rifasatore funzionante ti consentirebbe di sfruttare al meglio le soglie del contatore?
(es, su un contratto da 3 kw se ne assorbo 3990 il contatore tiene botta per 180 minuti in cui ho ben che finito la lavatrice, ma a 4001 salta dopo soli 3, pertanto se il contatore conteggiasse il consumo apparente nelle soglie, il rifasatore potrebbe essere utile almeno per sfruttare al meglio il proprio contratto.

livingreen
21-04-2014, 20:41
Se quel coso assomigliasse almeno da lontano ad un rifasatore, magari....

Comunque, la reattiva non viene controllata, non viene conteggiata e non si paga. L'unico effetto è quello (risibile) delle perdite per effetto Joule a causa dell'aumentata potenza apparente sulla linea.

antoniomorsello
27-04-2014, 15:05
Secondo me qualcosa si puo' ricavare,se qualcuno ha dei dubbi vi consiglio di fare delle prove con reattore e neon non rifasati e provate a rifasare con il relativo condensatore( trovate le tabelle nelle agende di prodotti di materiale elettrico) usate un tester o una pinza amperometrica con e senza condensatore.questo consiglio e' per chi realmente ha manualita con la corrente elettrica perche' molto PERICOLOSO.

livingreen
27-04-2014, 18:29
Si, se si usa un condensatore si rifasa, certo non con quel coso... ma a che pro, visto che la corrente reattiva NON viene conteggiata?
Quanto alla pinza amperometrica: giusto, se si usa una pinza amperometrica in grado di vedere la corrente reattiva e con true rms, altrimenti con la pinza normale sono numeri a caso.

antoniomorsello
27-04-2014, 21:41
Caro Livingreen quello che intendo io e che se un reattore da neon ha cos.f 0,7 consumi 7 e paghi 10 e parlo di esperienza personale e anche se poco secondo me anche nelle nostre case se poco qualcosa si puo ricavare.ciao

marcober
28-04-2014, 19:00
Antonio.. il contatore Enel è in grado di misurare l'attiva e la reattiva... e viene programmato in modo adeguato al contratto in essere.
Siccome sotto 16,5 kw non si paga per la reattiva, di solito non è nemmeno possibile leggerla...sebbene il quadratino del visore stia segnalando se in quel momento in cui prelevi/immetti attiva stai anche prelevando/immettendo reattiva..

Insomma..quello che voglio dire..è che siccome non possono addebitare nel domestico la reattiva..non la rendono visibile e non la scrivono in bolletta...ma non vuol dire che "la sommano" alla attiva.

Per cui Livegreen giustamente ti dice..rifasare..a che pro? visto che comuqnue poi l'attiva che uso è sempre quella? risaprmio della reattiva? bene per Enel, ma a me non mi cala il consumo della attiva..sbaglio?

antoniomorsello
28-04-2014, 20:51
Buona sera Marcober tempo fa ho fatto una prova su dei reattori per neon e sono sicuro che ho visto la differenza con o senza condensatore e sono sicuro di avet misurato con la pinza amperometrica una differenza non indifferente. Nei prossimi giorni rifasero due neon di casa e vi faro sapere ;-)

pox1964
28-04-2014, 20:59
purtroppo per te non hai basi elettrotecniche,in corrente alternata si moltiplica tensione potenza e cosfi
rifasare serve solo per compensare lo sfasamento della corrente rispetto la tensione.
ma sono cose che non si riescono a spiegare in poche parole

gigisolar
28-04-2014, 21:16
...con la pinza amperometrica ...
e con la pinza amperometrica il cosphi non puoi misurarlo.
Nell'immagine in questo post (http://www.energeticambiente.it/elettrodomestici-e-apparecchiature-elettriche-elettroniche-domestiche/10194077-misuratore-consumi-elettrici-4.html#post118881325) puoi vedere l'assorbimento di un frigo misurato con un wattametro, che legge tensione e corrente.
La potenza apparente non tiene conto del cosphi e risulta più elevata della potenza reale.
ciao

antoniomorsello
28-04-2014, 21:37
Ok forse parliamo lingue diverse e le mie scarse conoscenze elettrotecniche hanno fatto indignare qualcuno,fine della discussione.

pox1964
28-04-2014, 21:48
se ti riferisci a mè,io non mi sono indignato,l'argomento della discussione era se era possibile risparmiare
sulla bolletta energetica rifasando,non è la prima discussione sull'argomento,cerchiamo di evitare che ci
sia qualcuno si faccia abbindolare,da falsi indizi (corrente apparente) :bye1:,però dovevamo smontare le tue certezze

renatomeloni
28-04-2014, 21:55
sono sicuro di avet misurato con la pinza amperometrica una differenza non indifferente.

Per fare delle misure corrette di potenza reattiva, occorre un'aggeggio come questo (http://www.fluke.com/fluke/itit/analizzatori-di-rete/registratori-del-power-quality/fluke-434-series-ii-energy-analyzer.htm?PID=73937), cosa non fattibile una normale pinza amperometrica e comunque inutile sotto i 16,5 kW di potenza se non per pura curiosità.

Saluti

fabiobfm
13-06-2014, 09:19
Buongiorno a tutti.
un rivenditore dell'azienda fire-holding.com mi ha proposto l'acquisto di un macchinario chiamato INTELIGENS HOME STAR.
Costo fisso euro 1740,00.
Dice che, grazie a questo nuovissimo prodotto messo a valle della consegna ENEL ed a monte del mio quadro generale, mi allineerà tutta la corrente della mia abitazione.
Cito testualmente:
"... rende stabile la corrente, rende armoniche le spurie, migliorando il cosp (lo sfasamento concausa dello "spreco" in energia reattiva), consente una graduale regolazione dei volt in uscita....il sistema INTELIGENS "elabora" l'energia in alta frequenza..."
da 235 a 220 fisso.
E quindi risparmierò sulla bolletta ALMENO (dicono) il 20% dei consumi.
Un mio amico elettricista dice che questo è come un rifasatore, un regolatore di tensione in uscita, ma no sa dirmi altro.
nel loro sito non vi sono dati tecnici costruttivi dell'apparato.
Voi sapete darmi maggiori notizie ?
Grazie.

Ganto
18-06-2014, 15:33
Ragazzi, mi sfugge una cosa: se il contatore ci addebita solo la potenza attiva, quale che sia il cosfi, a cosa serve all'utente finale ai fini del risparmio rifasare? Mi ricordo poi che c'era nelle norme CEI la raccomandazione di rifasare ogni apparecchio almeno a 0,92 o 0,95 (boh me la devo andare a ritrovare quella norma CEI), quindi un tale apparecchio dentro casa in pratica quasi non dovrebbe funzionare. Dico bene? O c'è qualcosa che non ricordo?

luciof
02-07-2014, 17:54
Per quanto ho capito io, quello che consuma un aggeggio si misura in kWh ed è quello che si paga. L'energia reattiva non si paga. Si paga una penale, nelle utenze industriali, se si va sotto il cosFi di 0,9.
Detto questo, la formula fondamentale che lega potenza reale (kW) ed apparente (kVA) è:
kW=kVA*cosFi
Se un lampione a vapori di sodio ha un cosFi di 0,5 ed una potenza di 70W, a 400Volts, gli Amper sono dati da: 70W/400V/0,5 = 0,35A
Se lo rifaso, portando il cosFi ad 1, per miracolo gli Amper si dimezzano: 70W/400V/1 = 0,175A.
Ma, la potenza reale è sempre la stessa: 70W (0,175A*400V*1). Se il lampione funziona per un'ora, consumerà sempre 70Wh, indipendentemente dal cosFi e dagli Amper.
Se qualcuno con una pinza amperometrica ti farà vedere che gli Amper si dimezzano, tu puoi anche rimanere di stucco, ma tieni presente che non paghi gli Amper, ma i kWh che non cambiano.
L'unico effetto sul consumo, è dato dal fatto che la tua rete interna di distribuzione (cavi), dovrà far passare un carico di Amper inferiore, e quindi si genereranno meno perdite di potenza per effetto Joule nei cavi. Le perdite di potenza sono proporzionali alla lunghezza dei cavi, ed al quadrato degli Amper. Tuttavia, se i cavi sono stati ben dimensionati e non sono lunghi, queste perdite sono piccole.
Per cui il rispamio dato dal rifasamento sarà piccolo. Inoltre, immagino che il rifasamento abbia pure un suo consumo energetico (oltre a costrare). In sintesi: il rifasamento serve:
in utenze industriali con cosFi<0,9 (quando cioè si pagano penali all'Enel)
oppure nel caso di reti interne lunghe o con cavi piccoli, per diminuire gli Amper e quindi i consumi da effetto Joule.

BesselKn
02-07-2014, 19:16
Se qualcuno con una pinza amperometrica ti farà vedere che gli Amper si dimezzano, tu puoi anche rimanere di stucco, ma tieni presente che non paghi gli Amper, ma i kWh che non cambiano.
L'unico vantaggio, forse, potrebbe essere sui tempi d'intervento del magnetotermico.

fabiobfm
03-07-2014, 22:30
bene, visto le vs numerose risposte, devo desumere che ... questo prodotto non esiste !

fabiobfm
03-07-2014, 22:35
NTELIGENS HOME STAR di che si tratta??
Salve a tutti.
un rivenditore dell'azienda fire-holding.com mi ha proposto l'acquisto di un macchinario chiamato INTELIGENS HOME STAR. Costo fisso euro 1740,00.
Dice che, grazie a questo nuovissimo prodotto, messo a valle della consegna ENEL ed a monte del mio quadro generale, mi allineerà tutta la corrente della mia abitazione.
Cito testualmente dal loro sito Fire Holding Srl - Renewable Energy - Energie Rinnovabili Milano, Bergamo | Revolution Energy | RV Group | Impianti Tecnologici ad Alto Rendimento Milano, Bergamo (http://www.fire-holding.com:)
"... rende stabile la corrente, rende armoniche le spurie, migliorando il cosp (lo sfasamento concausa dello "spreco" in energia reattiva), consente una graduale regolazione dei volt in uscita....il sistema INTELIGENS "elabora" l'energia in alta frequenza..."
da 235 a 220 fisso.
E quindi risparmierò sulla bolletta ALMENO (dicono) il 20% dei consumi.
Un mio amico elettricista dice che secondo lui questo è come un rifasatore, un regolatore di tensione in uscita, ma non sa dirmi altro.
nel loro sito non vi sono dati tecnici costruttivi dell'apparato.
Il venditore mi dice anche che questo apparecchiatura, associata con il futuro impianto FV (che mi sta vendendo ed installando un'altra ditta) migliorerà la produttività dello stesso FV.
Voi sapete darmi maggiori notizie ?
Grazie.

diezedi
04-07-2014, 10:55
Mah,mi pare un prodotto magari un pò utile,ma non credo che valga la spesa.E una mia opinione.

davinci1967
04-07-2014, 11:06
Soldi buttati, il 90% di quello che dicono sono stupidaggini, l'altro 10% quasi.

luciopro75
04-07-2014, 13:02
bhe magari potrebbe essere un buon prodotto per chi ha problemi di blocco inverter per tensione alta...chissa se funziona.
Per il risparmio non ci conterei più di tanto

davinci1967
04-07-2014, 13:29
Si, ma a perte il costo, ricadiamo sempre nel discorso che non è propriamente legale.

spider61
07-07-2014, 18:36
Forse perche e' una cag ata ,se cerchi come rifasatore dovresti trovare altri scienziati , che hanno tentato di invadere il forum con questi prodotti......

TECNIKO
11-07-2014, 09:39
Buongiorno a tutti, anche io ho da poco incontrato un consulente dell'azienda Fire-Holding che mi proponeva questo sistema per ridurre i costi sui consumi elettrici....

come mai davinci1967 dici che sono "Soldi buttati, il 90% di quello che dicono sono stupidaggini, l'altro 10% quasi" ???

Hai avuto modo di approfondire?

Mi interessano vostri pareri prima di affrontare la spesa...

renatomeloni
11-07-2014, 11:24
Ciao a tutti...:)

Lasciate perdere..... che sono soldi buttati al vento e sicuramente non risparmiate nulla !!!!!:preoccupato::devilred:


Saluti

TECNIKO
11-07-2014, 11:27
Ma come fate a esser certi che siano soldi buttati?
Mi parlavano di un risparmio garantito per contratto...

renatomeloni
11-07-2014, 11:35
Fatti spiegare dal consulente su quale principio si basa il "miracoloso risparmio energetico" o se vuoi toglierti ogni dubbio, compralo e poi ci riferisci quanto hai risparmiato effettivamente!!!


Saluti

diezedi
12-07-2014, 17:22
Concordo con Renato( :bye1: ),fatti spiegare bene/chiaramente/semplicemente come fa a consentire di risparmiare energia.Secondo me forse allungherai un po la vita alle lampadine,ma io,che però non sono un elettricista,non vedo altro che uno stabilizzatore di tensione.Però probabilmente mi sbaglio.

Servano
24-08-2014, 19:39
Tecnologia Pwm, ( Pulse Widht modulation) installata in centinaia di sedi dalle Dogane, alla base Nato di Aviano, alla Ferrari di Maranello a molti municipi.....la prima volta alla metropolitana di Milano nel 1994....niente di nuovo...solo che questa é una versione Family.....

Visita il sito della azienda Produtrice...Lyte&lyte....c'è il curriculum ??e tutto quel che serve

Vorrebbe dire che la centrale delle Dogane Italiane ( dove é stata installata...) vuol truffare Enel ? Sarebbe curioso....

nll
24-08-2014, 20:38
Sono tue affermazioni, nessuno qui ha scritto di truffa, se non tu: "Excusatio non petita, accusatio manifesta".

Non è chiaro se le citate installazioni siano millanterie, o siano effettivamente state eseguite e con quale grado di soddisfazione del cliente. Riportare dati di altri, piuttosto che la propria esperienza lascia sempre il sospetto, nel bene e nel male, che se ne abbia un interesse diretto per il prodotto, o per la sua concorrenza.

pox1964
24-08-2014, 23:30
può darsi che per l'installazione dell'aggeggio qualcuno si è preso la mazzetta,anche il tubo tucker
prometteva risparmi di gas ed era pure sponsor della nazionale di calcio,un aggeggio innutile e molto costoso

renatomeloni
25-08-2014, 15:22
Visita il sito della azienda Produtrice...Lyte&lyte....c'è il curriculum ??e tutto quel che serve
Ho visitato il sito lyteandlyte.com (http://www.lyteandlyte.com/), ma non vi è traccia di spiegazioni tecnico-scientifiche che facciano capire COME, "l'aggeggio" consenta di risparmiare energia.
Dalle poche spiegazioni sul sito mi pare di capire che sia niente di più che un rifasatore..........peccato che ad un'utenza privata non fa risparmiare un bel niente, poiché mi risulta che l'energia reattiva sui contratti domestici non si paga.
O sbaglio????


Saluti

diezedi
25-08-2014, 16:09
Renato sei entrato anche nel area"privata"?Il "tono" e lo stesso della pagina pubblica?

renatomeloni
25-08-2014, 18:28
No Diezedi, non mi sono registrato e non intendo neanche farlo. Se c'era qualcosa di importante e veramente innovativo, penso che sarebbe stato esposto in bella vista e a caratteri cubitali !!!!

diezedi
27-08-2014, 20:01
Grazie Renato,neppure io sono entrato,ma questa cosa mi "indispone"un pò sopratutto il primo link della discussione,perchè a me sembra che si faccia un pò trooooopppooo sfoggio di coscienza ambientalista(GREEN,co2,ecc,ecc)sappiamo bene cosa ci hanno/stanno facendo fare gli studiosi di marketing pubblicitari.Non so bene se qui parlano dello (+/-) stesso tipo di congegno,ma anche qui dicono che per usi domestici non sarebbe utile.Easy Economy Hi-Tech Risparmio Intelligente Dell&#39;energia - Qualità dell'energia elettrica - PLC Forum (http://www.plcforum.it/f/topic/155727-easy-economy-hi-tech-risparmio-intelligente-dellenergia/)

jumpjack
28-08-2014, 16:14
mi ricorda quel dispositivo magico/miracoloso che, applicato a una qualunque presa di casa, fa funzionare meglio TUTTI gli elettrodomestici e risparmiare sulla bolletta.
Mi raccomando, una volta al mese rifornite di acquasanta l'apposito serbatoio dei miracoli! ;-)

riccardo urciuoli
29-08-2014, 08:16
Ho unito in questo 3d le principali discussioni su rifasamento e apparecchi correlati.

Lo scetticismo è forte e ben motivato!

renatomeloni
29-08-2014, 22:46
Ciao a tutti.....:)

Bene, mi pare opinione comune che piazzare un rifasatore su un'utenza domestica o su degli elettrodomestici singoli, è praticamente inutile, quindi è anti economico acquistare un qualcosa che promette miracolosi risparmi energetici che in realtà NON CI SARANNO MAI.
Ergo conviene investire i propri denari in qualcosa di più utile e produttivo.:spettacolo:

@Diezedi
Il link al video cui fai riferimento è stato rimosso.......chissà perché!!!!........:devilred:


Saluti

riccardo urciuoli
31-08-2014, 18:02
Se c'era qualcosa di importante e veramente innovativo, penso che sarebbe stato esposto in bella vista e a caratteri cubitali !!!!

più o meno quello che dice un trafiletto che ho appena inserito... da linkare a piacimento ...
http://www.energeticambiente.it/collegamenti-links-libri-books-riviste-magazines-ecc-etc/14760713-articoli-vari-su-metodo-scientifico-informazione-e-disinformazione-scientifica.html

misterpellet
04-09-2014, 13:15
Ciao a tutti,
ho ricevuto la visita di un agente di questa ditta, che mi ha promesso risparmi del 20/25% sulla
bolletta installando il loro dispositivo.
A detta del venditore non è solo un rifasatore ma fa anche altro per ridurre i consumi.

Realtà? Fantasia?

Qualcuno ne sa qualcosa?

Fire Holding Srl - Renewable Energy - 404 Page Not Found (http://www.fire-holding.com/inteligens-business

G)razie

MP

pox1964
04-09-2014, 13:35
ci sono già discussioni su questi amenicoli,è parere generale dei forumisti che si tratta di patacche
per creduloni,finchè non ci sono studi seri e comparazioni serie è meglio evitare

renatomeloni
04-09-2014, 13:43
Ciao a tutti....:)

Aridaie!!!!!........Misterpellet lassa perdere.....:closedeyes:

Appena passa di qua il buon Riccardo la accoda a questa discussione (http://www.energeticambiente.it/elettrodomestici-e-apparecchiature-elettriche-elettroniche-domestiche/14760686-rifasamento-considerazioni-domande-e-apparecchiature-commercio.html#post119357166).....:devilred:

Saluti

misterpellet
04-09-2014, 15:17
Si, avevo intuito il fatto che avrei dovuto lasciare stare, ora mi leggo le discussioni.

Grazie

MP

ngrasso
13-10-2014, 21:19
Servizi e Attività (http://www.enav.it/portal/page/portal/PortaleENAV/Home/ServiziEAttivita?CurrentPath=/enav/it/servizi_attivita/enav_ambiente/legale)


che ne dite?

riccardo urciuoli
13-10-2014, 21:39
mi sembra non c'entri niente..... trifase intelligente non "rifasamento"...

ngrasso
14-10-2014, 06:00
Riccardo in che senso non c'entra niente.
Si tratta del dispositivo Inteligens della lyte and lyte citato da diversi interventi poco sopra.
Io sono arrivato a questa pagina dell'ENAV che dichiara di usarlo e di risparmiare, se non ho capito male 10000 kwh al mese, partendo dal sito che qualcuno aveva indicato relativamente a questo sistema che, secondo quanto indicato dagli interventi precedenti, è un rifasatore che in più abbassa la tensione di alimentazione dei carichi "promettendo" una riduzione dei consumi, che però non è chiaro se e come debba avvenire.

Io dal sito lyte and lyte non sono riuscito a capire come dovrebbe funzionare il dispositivo, però, se ENAV ne ha istallati più di uno e dichiara pubblicamente di risparmiare energia (sembrerebbe tanta energia) grazie a questi dispositivi o all'ENAV sono tutti impazziti/rimbecilliti, o fanno queste dichiarazioni perchè non vogliono fare la brutta figura di avere istallato un sistema che non funziona, oppure in ultima analisi è vero, il sistema funziona con buona pace di chi non capisce perchè o come, compreso io.

dopotutto In fondo potrebbe essere la solita differenza tra teoria e pratica.
TEORIA: niente funziona ma tutti sanno perchè (ITALIA)
PRATICA: Tutto funziona ma nessuno o pochissimi riescono a capire perchè e come...... (GLI ALTRI)

riccardo urciuoli
14-10-2014, 07:52
A parte che non credo che il fatto che lo dica l'ENAV sia sinonimo di veridicità....

Ammetto di non aver perso tempo in passato a leggere tutti i link. Però l'ultimo tuo l'ho guardato e non avevo capito si trattava del solito rifasatore.
Però sul sito ENAV parlano di qualcosa di più di un semplice rifasamento, anzi la parola rifasare forse non compare mai. Sembra un sistema di gestione intelligente di molti carichi su diverse linee trifase.
Resta dubbio il fatto che faccia risparmiare kWh, ma ottimizzare l'uso dei carichi permette sicuramente di risparmiare EURO, evitando di aumentare i consumi di picco e quindi di dover dimensionare adeguatamente contratti e apparecchiature.
Insomma a me sembra qualcosa più simile a quei sistemi intelligenti che permettono di ottimizzare in casa l'impiego di elettrodomestici energivori.

Parla inoltre di modulazione PWM. La modulazione PWM serve per ottenere, tra gli altri impieghi, regolazioni di corrente e/o tensione con molte meno perdite e soldi di tanti altri sistemi (trasformatori grossi e costosi, regolatori lineari).
E' alla base della riduzione di dimensioni, riscaldamento e consumo in stand-by di tanti alimentatorini, piccoli (es quelli per ricaricare i cellulari) e grossi

ridilu
23-10-2014, 18:28
Ciao a tutti. Ho provato a calcolarmi il Cosfi dalla bolletta ma sospetto di avere sbagliato qualcosa :cry:. Riporto i dati e chiedo gentilmente se qualcuno potesse aiutarmi. Ho una bolletta monoraria i cui dati sono:
Consumi (KWh)
F1 F2 F3
403 275 312
Potenza (KW)
F1 F2 F3
2,40 3,20 2,20
Energia Reattiva (kvarh)
F1 F2 F3
1.840 1.373 2.403

I valori che mi vengono sono:

<colgroup><col width="64" span="3" style="width:48pt"> </colgroup><tbody>
F1
F2
F3


0,21395
0,196391
0,128757

</tbody>

Mi sembrano esageratamente bassini. Forse ho sbagliato?
Non sono un elettrotecnico ma solo uno che vuole risparmiare con un rifasatore.
Spero che qualcuno possa aiutarmi, grazie.

spider61
23-10-2014, 19:32
Con quei consumi non hai certo contatore da oltre 15kw , che senso avresti a rifasare , mica te la fanno pagare la reattiva?!
comuque la discussione giusta c'era gia' http://www.energeticambiente.it/fuori-casa/14760686-rifasamento-considerazioni-domande-e-apparecchiature-commercio-4.html

lucabs
28-11-2014, 08:28
Salve sig. riccardo, sono consulente della soceta che distribuisce l'intelligent, se vuole partecipare a un corso dove spiegano gli ingenieri come funziona la posso invitare, sicuramente non si mettono a elencare in rete il funzionamento di un dispositivo brevettato,
Fire Holding Srl - Renewable Energy - Pompa di Calore Milano, Bergamo | Kit Integrato, Pannelli Fotovoltaici Milano, Bergamo | Kit Zero Pensieri (http://www.fire-holding.com/inteligens-business) qui puo trovare anche l'elenco delle referenze nazionali e internazionali.

marcober
28-11-2014, 10:54
il brevetto è proprio la modalità di tutela che permette di raccontare a tutti "come di fa" senza paura di essere copiati...e per questo sono pubblici.
L'aver ricevuto un Brevetto (i brevetti si ricevono, prima non esistono, esiste solo una Domanda di Brevetto) è segno di serietà, specie se brevetto è Europeo, dove esiste una Valutazione del Merito (che sia vero e che sia nuovo)..rispetto ad un brevetto Italiano che tende un pò a dare tutto per "nuovo e vero" salvo che poi qualcuno lo faccia decadere in giudizio.

Quindi se esiste, non abbia timore di indicare i numeri identificativi affinchè ognuno possa capire di cosa si parla.

Se ricorda anche il mitico tubo Tucker vantava deposito brevettuale...che poi era una domanda..che mai mi risulta sia stato rilasciato...

Non voglio dire che la sua proposta sia di quel livello..ma l'approccio già è indisponente e fumoso..se uno ha un buon prodotto non vede l'ora di dirti come è fatto e come funzona..non solo agli addetti ai lavori (e qui c'è ne sono)..ma ancor di piu al potenziale clinete, che poi è lui che decide se far eo nn fare un investimento...del venditore /consulente ci si fida poco...visto che non pagandolo, viene remunerato dal produttore..e quindi è legegrmente interessato a dirti di tutto e di più...

renatomeloni
28-11-2014, 11:35
se vuole partecipare a un corso dove spiegano gli ingenieri come funziona.....
Ah beh, se lo spiegano gli "ingenieri" allora dev'essere qualcosa di "serio" !!!!!!



sicuramente non si mettono a elencare in rete il funzionamento di un dispositivo brevettato...
Perché no???? Paura di qualche schioppettata???:preoccupato:

Quindi secondo te bisogna comprarlo, cosi alla cieca, confidando nella buona sorte e fidandosi delle vostre semplici dichiarazioni????:bored:

Per piacere.......:closedeyes:

Come diceva qualcuno: Fatti non Parole!!!!

Saluti

lucabs
28-11-2014, 14:13
*** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

1 parlano le refenze nazionali e internazionali
2 chi dice di comprare a scatola chiusa?
3 prima di dar aria alla bocca e far insinuazioni a prescindere informati. Servizi e Attività (http://www.enav.it/portal/page/portal/PortaleENAV/Home/ServiziEAttivita?CurrentPath=/enav/it/servizi_attivita/enav_ambiente/legale)
4 se non funzionasse come sarebbe possibile proporre meno fotovoltaico per sopperire alla stessa richiesta di energia? Fire Holding Srl - Renewable Energy - Pompa di Calore Idronica Milano, Bergamo | Soluzione Fotovoltaico Milano, Bergamo | Kit Stand Alone Bergamo | Rv Ecofamily | Rv Business | Rv Biohome (http://www.fire-holding.com/inteligens-home) scaricati la brochure per le referenze.

riccardo urciuoli
28-11-2014, 14:18
Per ora non cancello il messaggio di Luca, anche se viola le regole del forum, perchè ritengo si aopportuno fare qualche osservazione.

Se mi si chiede di andare a un corso per "capire" e mi si mette un link, io non avendo tempo per andarmi a sentire tutti i "corsi" fatti da venditori mi vado anzitutto a leggere il link.

Ecco cosa c'è scritto:
indipendentemente dal fornitore di energia elettrica il sistema INTELIGENS consente di consumare meno e quindi di risparmiare, da subito, nella bolletta e in seguito nella manutenzione
.Il sistema rende stabile la corrente, elimina le armoniche, le spurie, migliorando il cosj (lo sfasamento concausa dello “spreco” in energia reattiva), consente una graduale regolazione dei volt in uscita in modo da poter ottenere il massimo di efficienza energetica e una buona performance degli apparati.Le lampade possono lavorare a ben meno di 220V, ottenendo risultati di illuminazione assolutamente nella norma.Come?Riducendo il voltaggio e di conseguenza i consumi, i costi e l'inquinamento.Il sistema INTELIGENS “elabora” l'energia in alta frequenza.Non ha interferenze da e verso l'esterno e garantisce un elevato livello di integrazione, contribuendo all'allungamento della vita di tutti gli apparati e come risultato si ottimizzano anche i costi di manutenzione.

A me basta... un po' tutto il contenuto è discutibile, ma se lo stesso costruttore mi dice che mi fa ridurre i consumi abbassando il voltaggio... beh io con pochi euro compro lampadine meno potenti e ottengo lo stesso risultato.

Comunque, in segno di disponibilità, come per un termosifone rivoluzionario di qualche mese fa... se vogliono portar euno di questi oggetti nel mio box lo proviamo al volo.
Mi aspetto di poter misurare un minor consumo anche col mio Energy meter da pochi euro, o ci vuole un misuratore di consumi della Fire Holding per dimostrare il risparmio?

riccardo urciuoli
28-11-2014, 14:36
lucabs non posso accettare ulteriori link ad una attività commerciale.

Mi ripeto, il sito e il documento scrivono:
• Inteligens TX è la linea di prodotti progettati per l'utilizzo in risparmio energetico per l'illuminazione. Le tecnologie sono disponibili per illuminazione interna ed esterna.
• I vantaggi principali sono:
• Minor consumo di KWh di energia fino al 45% (a seconda del tipo di lampade)
• Riduzione della potenza impiegata fino al 25%
• Minor consumo di energia reattiva KVARh fino al 30%
• Riduzione di intervento di manutenzione lampade fino al 70%
• Riduzione di sorgenti luminose da smaltire fino al 80%
• Aumento considerevole della vita delle lampade

Quindi se chiedo di provarlo su una lampadina CFL o LED usando un energy meter e un tester per misurare la tensione si può fare?
Perchè a nessuno interessa un oggetto che fa risparmiare perchè abbassa la tensione di rete.
Sarebbe come vendere un oggetto che fa consumare meno la Ferrari perchè limita l'acceleratore a 1/4 della corsa...

lucabs
28-11-2014, 14:45
e come posso rispondere senza mettere prove. su i led non ottimizza perche il led e gia ottimizzato, cosa centra la ferrari, motore a scoppio con l'energia

Minor consumo di energia
Regola la tensione in uscita
Stabilizza la tensione, elimina le armoniche e migliora il cosphi
Allunga la vita degli apparati
Riduce i costi di manutenzione
Riduzione picchi di potenza impegnata
Installazione semplice
Sorgenti luminose
Elettrodomestici con resistenze elettriche (forni, phon, grill, piastre)
Elettrodomestici con motori monofase (lavatrici, lavastoviglie, frigoriferi, ventole, aspirapolvere ,ecc.)
Televisori, radio, stereo, personal computer
Condizionatori e fancoil

mi chiedono i fatti, l'enav e un'ammasso di ********, la base nato di aviano pure, ATM milano peggio ancora, la FERRARI giusto per citare il suo commento sono uno piu ignorante dell'altro.... forse ho sbagliato forum. qui volete criticare non risparmiare.

renatomeloni
28-11-2014, 15:34
Ciao a tutti...:)

.... forse ho sbagliato forum.
Forse si sai....!!!!
Scusami, ma caso mai non lo avessi capito........questo è un forum tecnico, quinci ci si aspettano dati e informazioni tecniche, non ci basta sapere che lo avete venduto a tizio, caio o allo stato Vaticano.....:closedeyes:

Che garanzia sarebbe?? Solo che siete stati bravi a venderlo e stop!!

Non ti abbiamo mica chiesto lo schema di progetto o di divulgare chissà che!!!

Almeno sapere su quali principi fisici funziona, è forse chiedere troppo?????


qui volete criticare non risparmiare.

No sbagli, sei tu che ti ostini a non spiegare e, come è ovvio, qui trovi un muro di gomma!!!

Scusami se io vengo da te e ti propongo uno scaldabagno che funziona con 1/10 dell'energia di tutti gli altri, tu che fai, lo compri ad occhi chiusi, o mi chiedi informazioni dettagliate???


Saluti

spider61
28-11-2014, 15:55
Intanto servirebbe un corso di italiano allo spammatore , poi gli ingenieri scrivono ancora 220V quando sono 15 anni che non c'e' piu' :D

marcober
28-11-2014, 16:30
poi gli ingenieri scrivono ancora 220V quando sono 15 anni che non c'e' piu' :D

E' li il bello Spider...loro lo riportano in auge...in pratica hanno detto..ma la lampadine vanno anche a 220V si..anche a 210? si..ovvio fanno meno luce e calore di prima..ma chissenefrega..io ti faccio vedere che assorbono meno e tu risparmi.

Poi ovvio, se uno ha 6 lampadine e ne svita 1, ottiene stesso risultato senza investire nulla...

Dicono che sui LED non va..forse perche se gli dai il 210 probabilmente non si accendono

Il discorso è che se hai una friggitrice, scaldabagno, piastra aspirapolvere..consumi meno ma PRODUCI meno..per cui a friggere ci metti piu tempo e il consumo per l'operazione da fare è IDENTICO.

Mr.Hyde
28-11-2014, 18:55
salve a tutti ...

il sig. Lucasb scrive


Salve sig. riccardo, sono consulente della soceta che distribuisce l'intelligent, se vuole partecipare a un corso dove spiegano gli ingenieri come funziona la posso invitare

Sig. Luca ...la informo , che anche in questo forum sono presenti ingegneri ,dottori , periti ...in molte discipline scientifiche .

cordialmente

Francesco

BesselKn
28-11-2014, 19:41
se vuole partecipare a un corso dove spiegano gli ingenieri
Tenete anche corsi d'itagliano, per caso?
E le unità di misura SI, le sapete scrivere bene? Avete fatto il corso apposito? Sicuri?

renatomeloni
29-11-2014, 15:53
prima di dar aria alla bocca e far insinuazioni a prescindere informati.
Guarda caso, è proprio quello che cerco di fare!!!!!
Sei un consulente giusto??? Perchè non ci fai una bella consulenza su come funziona il vostro apparato???
Se è vero che lo avete venduto a tutti questi colossi, in qualche modo gli avrete convinti, o no???
Va bene anche un linguaggio terra terra per ignoranti come me, cosi comprendono anche i meno abbienti!!!
Ah!!! Fregatene anche se sbagli qualche unità di misura, fa niente, capisco ugualmente!!!!!

Saluti

experimentator
04-12-2014, 04:30
Che fine ha fatto lucabs? Non ha trovato trippa per gatti ed è scappato all'estero ?
Risparmio del 30% sull'energia elettrica tramite un trasformatore di corrente ? Molto divertente , peccato averlo perso.

Risparmia Energia grou
25-02-2015, 09:16
Buongiorno, mi permetto di inserirmi nella discussione sperando che sia ancora "aperta". Io mi occupo di Certificazioni energetiche, i famosi Ape, ma la mia storia è nel commerciale e nella comunicazione nel marketing, premetto quindi di non essere un tecnico progettista di impianti tecnologici, spero mi scuserete. Anche io sto valutando di proporre il Sistema Inteliges di Fire Holding Srl e, da comunicatore quale sono ammetto che uno dei punti che mi ha fatto abbassare la guardia sull'efficacia del prodotto, anche se ora ho comunque attivato delle verifiche attraverso alcuni collaboratori specialisti, è il fatto che questo ad altri prodotti dell'azienda siano riconosciuti dallo stato e di conseguenza scaricabili per il 50% come strumento per l'efficientamento energetico e che, i loro prodotti in versione BIG, siano stati installati presso l'Enav di roma e soprattutto preso la sede Delle Dogane e dei Monopoli di Stato di Roma, In entrambi i casi troverete questi riferimenti sul sito istituzionale di Enav e Dogane Roma. Insomma non proprio degli sprovveduti, in particolare Enav dichiara di aver ottenuto dalle installazioni un risparmio che vanno dal 14 al 16%, che per i consumi dell'Enav sono molti soldi. A questo si devono aggiungere i risparmi ottenuti da un notevole abbassamento degli interventi di riparazione/sostituzione di componenti dovuti ad usura. Sia chiaro, sto comunque verificandone l'efficacia, me credo che le basi siano per lo meno "interessanti".
Spero in un vostro commento, grazie e buona giornata.
R.E.G-V-L



Ciao a tutti...:)

Forse si sai....!!!!
Scusami, ma caso mai non lo avessi capito........questo è un forum tecnico, quinci ci si aspettano dati e informazioni tecniche, non ci basta sapere che lo avete venduto a tizio, caio o allo stato Vaticano.....:closedeyes:

Che garanzia sarebbe?? Solo che siete stati bravi a venderlo e stop!!

Non ti abbiamo mica chiesto lo schema di progetto o di divulgare chissà che!!!

Almeno sapere su quali principi fisici funziona, è forse chiedere troppo????


Saluti

riccardo urciuoli
25-02-2015, 09:45
ciao e benvenuto.

Queste discussioni sono sempre attive ma al momento non vedo niente di nuovo, riguardo l'ENAV e i risultati ottenuti sono già stati commentati, leggi le pagine precedenti..

Risparmia Energia grou
25-02-2015, 10:04
Buongiorno, sono da poco in questo forum e spero di poter dire qualcosa di utile. Sento molta tensione sul prodotto Fire Holding, io mi sto interessando al sistema e sto tentando di organizzare una sorta di "Test pubblico" per confutarne l'efficacia a lato pratico, speriamo di ottenere risultati interessanti. Mi permetto di chiedere: 1° perché l'Enav sia considerata incapace di valutare l'efficacia di un sistema da loro installato e, soprattutto, perché avrebbero dovuto prendersi la briga di pubblicare dei numeri ( parlano di un risparmio energetico che va dal 14% al 16% ) senza averne riscontro da documentazione certa, 2° perché il fatto che questi prodotti siano riconosciuti dalla Stato e detraibili al 50% come strumenti per l'efficientamento energetico sembri non essere rilevante per nessuno su queste pagine, mi rendo conto che i nostri governi siano quello che sono, ma non credo siano accreditamenti così facili da ottenere. Sia chiaro, mettere alla prova è la cosa migliore, ma tra i presenti mi risulta non lo abbia fatto nessuno utilizzando direttamente lo strumento inquisito. Spero in un vostro commento, grazie.
R.E.G.-V-L

riccardo urciuoli
25-02-2015, 10:12
bah... purtroppo a me e altri basta l'impostazione e le dichiarazioni di un sito per giudicare la scarsa serietà di un prodotto.

Magari sbagliamo, ma io per lo meno giudico in base a certificazioni e risultati e non in base a proclami.

I risparmi ENAV sembrano ottenuti in base a un monitoraggio e una ottimizzazione degli utilizzi elettrici.

Riguardo il 50% piccolo dettaglio... è riferito a qualsiasi ristrutturazione e non implica l'ottenimento di risparmi energetici certificati, almeno questo è quanto ricordo in ambito privato.

Risparmia Energia grou
25-02-2015, 10:17
Quindi anche se io mettessi assieme una squadra per acquistare il prodotto, testarlo su un impianto e mettere in rete filmati, dati raccolti e bollette del prima e dopo, non avrebbero alcun valore per voi? non cambierebbe nulla?
R.E.G.-V-L

marcober
25-02-2015, 10:21
E no..calma e gesso...la detrazione 50% vale SOLO SE "h) relativi alla realizzazione di opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici con particolare riguardo all'installazione di impianti basati sull'impiego delle fonti rinnovabili di energia. Le predette opere possono essere realizzate anche in assenza di opere edilizie propriamente dette, acquisendo idonea documentazione attestante il conseguimento di risparmi energetici in applicazione della normativa vigente in materia;(2)

Quindi tale appartao, usando fuori da un impianto di energia RINNOVABILE, non è detraibile al 50%...cosa che poi vale solo pe ri privati e non certo per Enav o altri soggetti giuridici.

Inoltre l'efficientamento ENERGETICO vale il 65% e non il 50% ma vale SOLO per efficientamento TERMICO..per cui si esclude anche tale Normativa.

Morale..a mia notizia ..al momento non vi è alcuna possibvilità di detrarre fiscalmente tali apparati, SALVO CHE facciano parte di una ristrutturazione o Manutenzione STRAORDINARIA di un impinato eletrtico, con SCIA in COmune....cosa che non penso si possa fare per mettere un rifasatore nel quadro di casa esistente.

Per cui chi dichiara che sia detraibile dovrebbe PRIMA spiegare in base a queal norma lo afferma...

diezedi
25-02-2015, 10:31
Se non ha tempo di leggersi le 4 paginette legga i post 40 e 47.Per usi "civili" sembra essere proprio una presa in giro,per usi industriali non saprei.Comunque se è disposto a fare dei test scientifici io sarei lieto di essere smentito nelle mie sensazioni da eventualiiiiii fatti reali.

Risparmia Energia grou
25-02-2015, 10:41
Be, non sono certo di smentirvi, devo prima vedere cosa ne esce, spero di avere presto degli aggioronamneti interessanti per poter dare alla discussione una svolta "pratica" e confutabile.
R.E.G-V-L

Risparmia Energia grou
26-02-2015, 08:50
Buongiorno, leggo solo ora l'aggiornamento della discussione e vi dico la mia: innanzi tutto si parla di detrazione fiscale al 50% solo per il privato, mentre per le p.iva parliamo di ammortamento per uso strumentale solitamente in 3/5 anni, non volevo dire nulla di diverso. Per quanto concerne le detrazioni la 50% per il privato permettetemi di essere pignolo, io dal punto di vista giuridico sono un rompi c+++++i, ed è proprio la dicitura "con particolare attenzione" che permette a questo ed altri prodotti di accedere alle detrazioni, ve lo garantisco, in altri casi troverete riportata la dicitura " esclusivamente" a chiudere strade non certe, non è questo il caso. Ripeto poi, la veridicità dei risultati di questi prodotti vanno comunque testa in modo diretto, spero di avere presto qualcosa di utile.
R.E.-V-L

marcober
26-02-2015, 10:41
è proprio la dicitura "con particolare attenzione" che permette a questo ed altri prodotti di accedere alle detrazioni, ve lo garantisco,

Per garantirlo dovresti dire " me lo pagate al 50%..il resto me lo date fra 15 anni, cioè quando scade la possibilità di ADE di riprendere a tassazione tale detrazione illegittima.

Infatti cosa è detraibile?

C'è lo dice AdE (che se permetti vale u pò piu di te e me come parere) nella Ris 22/2013 quando dice:

"Nella relazione illustrativa al d.l. n. 83 del 2012 (i dl che estendeva la lettera H anche al 2012 NDR) si afferma che gli interventi di cui alla lett. h), pur avendo lamedesima finalità di quelli agevolati ai sensi dell' articolo 1, commi da 344a 347, della legge n. 296 del 2006, non rispondono alle caratteristiche tecnichenecessarie per ottenere la predetta agevolazione e che, pertanto, sarebbero statiingiustificatamente esclusi, per l’anno 2012, anche dalla detrazione spettante aisensi dell’articolo 16-bis del TUIR. "

CIOE, dice ADE, che esiste un DL che dice che le FINALITA delle opere della lettera H sono le stesse di quelle della DETRAZIONE 65%, cioè quelle "Risparmio Energetico" .

Orbene..fra le finalita della 296/2006 ci sono solo RISPARMI TERMICI e mai ELETTRICI..e dunque ADE non voleva far passare nella lettera H NEMMENO il FV..ma ha scritto al Ministero che ha detto che "che maggiore è la quota di energia rinnovabile, più basso è l’indice di prestazioneenergetica (energia primaria consumata per mq all’anno) e, dunque, migliore è laclasse energetica dell’edificio" e dunque il FV si puo detrarre.


ma ..bada bene..si detrai PROPRIO PERCHé produce una quota di RINNOVABILE sul titale del consumo energetico (calore + energia elettrica) globale dell'abitazione.

NON si dice mai che un sistema che NON da una quota rinnovabile ma solo un (ipotetico) risparmio elettrico sia DETRAIBILE. Mai.

ANZI, dopo si precisa che tale indicazione del ministero non poteva essere diversa dalla PRECEDENTE : "Quanto precedeconferma, altresì, l’applicabilità della detrazione in esame al caso di specie, giàaffermata dal Ministero delle finanze, in relazione all’analoga previsionecontenuta nell’art. 1 della legge n. 449 del 1997, con circolare n. 57 del 24febbraio 1998, par. 3.4, mediante rinvio al decreto del Ministro dell’industria del15 febbraio 1992".

CIOE dice, il ministero aveva gia detto cosa significa RISPARMIO ENERGETICO negli EDIFICI..nel 92..e te lo riporto sotto..come puoi vedere NON si parla mai di sistemi che "tagliano, abbattono, riducono" il consumo elettrico , SALVO i pannelli FV e lampadine a baso consumo (che infatti sono sempre state deducibili):

AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL CONTENIMENTO DEI CONSUMI ENERGETICI NEGLI EDIFICI
Art.1. TIPI DI OPERE AMMESSE AD AGEVOLAZIONI FISCALI
1. Sono ammessi alle agevolazioni fiscali previste dall'art.29 della legge 9-1-1991, n.9, gli interventi, intrapresi da persone fisiche e dagli enti di cui alla lettera c) del primo comma dell'art.87 del testo unico delle imposte sui redditi approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22-12-1986, n.917, e destinati ad edifici o unità immobiliari esistenti adibiti ad uso di civile abitazione, e comunque diversi da quelli di cui all'art.40 dello stesso testo unico, rientranti nel seguente elenco:
a) opere di coibentazione dell'involucro edilizio che consentano un contenimento del fabbisogno energetico necessario per la climatizzazione di almeno il 10% purché realizzate con le regole tecniche previste nella tabella A allegata alla legge 9-1-1991, n.10;
b) opere di coibentazione di reti di distribuzione di fluidi termovettori;
c) impianti di climatizzazione e/o produzione di acqua calda sanitaria utilizzanti pannelli solari piani;
d) impianti che utilizzano pompe di calore per climatizzazione ambiente e/o produzione di acqua calda sanitaria;
e) impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica;
f) generatori di calore che, in condizione di regime, presentino un rendimento, misurato con metodo diretto, non inferiore al 90%;
g) generatori di calore che utilizzino come fonte energetica prodotti di trasformazione di rifiuti organici ed inorganici o di prodotti vegetali a condizione che, in condizione di regime, presentino un rendimento, misurato con metodo diretto, non inferiore al 70%;
h) apparecchiature per la produzione combinata di energia elettrica e calore a condizione che il fattore di utilizzo globale del combustibile non sia inferiore al 70%;
i) apparecchiature di regolazione automatica della temperatura dell'aria all'interno delle singole unità immobiliari o dei singoli ambienti, purché, in quest'ultimo caso, applicati almeno al 70% degli ambienti costituenti l'unità immobiliare;
l) apparecchiature di contabilizzazione individuale dell'energia termica fornita alle singole unità immobiliari;
m) trasformazione, legittimamente deliberata, di impianti centralizzati di riscaldamento in impianti unifamiliari a gas per la climatizzazione e la produzione di acqua calda sanitaria, purché da detta trasformazione derivi un risparmio di energia non inferiore al 20% e purché gli impianti unifamiliari siano dotati di un sistema automatico di regolazione della temperatura e di un generatore di calore con rendimento, misurato con metodo diretto, non inferiore al 90%; sono escluse le abitazioni situate nelle aree individuate dalle regioni e province autonome di Trento e di Bolzano, ai sensi dell'art.6 della legge 9-1-1991, n.10, come siti per la realizzazione di impianti e di reti di teleriscaldamento;
n) sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua alimentati a combustibile;
o) sorgenti luminose aventi un'efficienza maggiore o uguale a 50 Lumen/Watt, nel limite massimo annuo di una sorgente luminosa per vano dell'unità immobiliare.



Quindi l'unico modo per dedurre quel "coso" è quello di ricomprenderlo un un intervento che "di suo" sia detraibile, cercando di non evidenziarlo per non dare adito a sospetti...mettendolo nella fattura globale, ad esempio di una nuova pdc..o della ristrutturazione impinato elettrico globale (man straordinaria )..Se fai una Man ORDINARIA, non è detraibile...e in ogni caso la straordinaria non impegna lettera H ma lettere b)..

Quindi mi spiace essere diretto...ma hai detto una caxxata.

Questa è la spiegazione per la quale anche le batterie non sono deducibili...di certo se comprate da sole..si discute se sono pare integrante di un impianto fv ad isola che senza batterie non puo produrre

Risparmia Energia grou
26-02-2015, 19:23
Quindi in questo blog sono tutti in accordo che l'unico efficientamento energetico detraibile è SOLO l'efficientamento che riguarda la Gestione del calore in qualche forma e per la voce elettricità si può scaricare solo il fotovoltaico e le lampadine a risparmio?
R.E.-V-L

spider61
26-02-2015, 20:16
Riccardo ma si puo' chiamarsi con l'intestazione dell'attivita' in questo forum, non e' palese pubblicita' e quindi ne viola le regole ?!

Risparmia Energia grou
26-02-2015, 21:06
Ma il commento era rivolto a me?

riccardo urciuoli
26-02-2015, 22:18
azzarola, pensavo si trattasse di una attività indipendente...

Risparmia energia, voi siete soci di Fire Holding quindi per niente "super partes", ti sei proposto per un test per "confutare" il sistema...

Molto discutibile, intendo professionalmente...

Per il resto su questo forum solo gli utenti supporter possono pubblicizzare prodotti, quindi per ora ti segnalo agli amministratori.

Se poi volete organizzare un test del prodotto potrebbe essere interessante, purchè effettuato accettando l'uso di strumenti di misura da me o altri forniti....

Risparmia Energia grou
27-02-2015, 07:33
Rieccomi, come volete, io sono da poco nel mondo Fire Holding e Lyte & Lyte e, come molti, sono a d uno stadio ancora di studio. Sto cercando di sviscerare le potenzialità dei prodotti. Io come tecnico sono un certificatore energetico, per me Fire Holding è un'opportunità ma non è la mia attività primaria, anzi, è probabile che il mio atteggiamento inquisitorio verso questi prodotti finirà presto per crearmi qualche problema. Poco importa in fin dei conti è solo un mandato, quello che mi interessa è capire. Nella mia zona Fire Holding praticamente non c'è, il Veronese è zona scoperta, sto organizzandomi per incontrare con commerciali e consulenti di altre zone privati che abbiano queste apparecchiature in casa da almeno un anno o più, così da confutare differenze sui consumi da bolletta su base annua e verificare in concreto la riscossione delle detrazioni fiscali. Parlo del privato perché a mio avviso, se sul privato porta i giusti benefici, io resto verrà da se. Non sono qu per disturbare ma per ampliare la mia conoscenza e soddisfare la mia curiosità, che credo siano il motore del mondo. Come sempre ditemi la vostra.
Grazie
R.E.G.-V.L

marcober
27-02-2015, 08:08
verificare in concreto la riscossione delle detrazioni fiscali.

Ma non puoi sviscerare nulla...la detrazione 50% a differenza del 65% non necessita di alcuna pratica ENEA e quindi non vi è alcuna verifica di MERITO sul TIPO di detrazione..la detrazione 50% si concretizza nel fatto che il contribuente SENZA ALLEGARE ALCUNA FATTURA O DESCRIZIONE alla denuncia de reddito che è inviata via telematica (!)...decide in autonomia e correndo i rischi in prima persona dell'eventuale ERRORE o DOLO..di detrarre una spesa in quanto LUI che si firma la sua denuncia DICHIARA che è una detrazione CONFORME allo spirito della norma che dice cosa si può detrarre.

L'Agenzia NON vede nulla! vede solo un NUMERO un euro che tu detrai...non vede il tipo di spesa...non vede a che lettera del art 16 fai riferimento..non vede la P IVA di chi ha venduto..ZERO. Tu devi tenere tutto ciò per 15 anni e SE DECIDONO di verificare (come spesso capita, a me lo hanno fatto al quinto anno di detrazione, perche poi dal sesto si prescrive il primo anno..) allora ti mandano una letterina dove dicono di spedirgli il tutto...e s enon è chiaro, poi ti mandano una seconda letterina dove ti dicono di andare da loro per chiarimenti.


Per cui l'imbonitore di turno di racconta che TIZIO e CAIO "hanno detratto la spesa" e quindi "si puo detrarre"..FALSO..tizio e caio hanno detratto una cifra e se ADE li verifica gli eccepisce quello che ti ho scritto prima..a cui serve dare una risposta plausibile e contraria , che dimostri che loro sbagliano e la spesa è conforme al dettato della Norma..ma cosi non è.

Per cui attento a quello che dici a noi (luogo pubblico) e ai potenziali clienti..perchè un conto è detrarlo "per errore" da contribuente (resta un errore)..un conto è dire che "è detraibile" per "venderlo" ..siccome non lo è si trata di "truffa", cioè un reato PENALE perseguibile a semplice querela...cioè io potrei comprarlo da te...lo pago col bonifico speciale per la detrazione e quindi dimostro che TU eri cosciente del fatto che lo volevo detrarre...mi stampo questa discussione dove TU SCRIVI che è detraibile...vado dal commercialista e mi fa una pernacchia..ERGO sono stato truffato da te e ti faccio causa.

Non dico che lo volevi fare..ma ti meto in guardia da quello che potrebbe capitarti se non stai attento a dimostrare per filo e per segno quello che dici a scopo di lucro..perchè come è chiaro..continui citare nomi e cognomi di ditte e prodotti..e ti sei registrato col nome della tua ditta..dici che "sei coinvolto" anche se da poco...indichi la tua zona di competenza...insomma, STAI facendoti pubblicità esattamente come uno lo puo fare appendendo un voloantino in una bacheca..e questo implica che lo fai a fine di lucro, il che rende facile dimostrare la truffa, perchè se uno vende si presume il lucro.

Ciao e scappa finchè sei in tempo...

Nel merito...mi pare è gia stato scritto da tecnici sul forum..è ovvio che se da rete prelevo 230-235 ..e io all'abitazione mando 210...le lampadine fanno MENO LUCE 811% in meno) e io consumo 11% in MENO.
Ma lo STESSO risultato o ottengo se svito 1 lampadina ogni 10...è se la posto di una 1000 lumen ne metto una da 900...
Oppure..l'asirapolvere va piu piano e aspira meno..e quindi lo devo usare piu minuti e ala fine consumo uguale..oppure se mi basta che aspira meno lo posso comprare meno potente..idem asciugacapelli, frullatore, etc etc..
Quando ero bambino in montagna, ultima casa della frazione, dovevamo usare uno stabilizzatore prima del televisore altrimenti bruciava causa voltaggio ballerino...e le luci andavano su e giù a seconda dei carichi del vicinato o del vento che muoveva i cavi...mi pare che sono rimasti a quel tipo di elettronica..anni 60
Ti pare che una idiozia del genere meriti pure la detrazione fiscale?

riccardo urciuoli
27-02-2015, 08:21
dunque... rispetto la mia affermazione che POTREBBE essere detraibile al 50% mi riferivo al fatto che se si inserisce un simile prodotto all'interno di una ristrutturazione probabilmente non sarebbe neanche contestabile dal ministero.... non sono un prodfondo conoscitore della norma ma è abbastanza "larga".

Per il resto, se vogliamo (ogni tanto DOBBIAMO) credere alla buona fede, io mi sentirei di ipotizzare il contrario di quanto dice "risparmia"... in ambito industriale trifase il risparmio è possibile ma perchè si agisce su una ottimizzazione dei consumi, quindi NON per le tanto decantate proprietà di "rifasamento", PWM; riduzione della tensione, soppressione delle armoniche ecc che sono trucchi dalla scarsa o nulla efficacia, specie in ambito domestico.

Io per lo meno la vedo così.

Risparmia Energia grou
27-02-2015, 08:23
Vedo che il mattino rende attivi. Io personalmente non intendo scappare, è una cosa anche solo sciocca da dire, personalmente non ho nulla da temere. Se il blog non mi vuole me ne vado, non intendo mettervi in ansia con i miei argomenti. Però l'argomentazione delle detrazioni mi interessa, è un punto delicato, ho inoltrato una domanda scritta all'ENEA sull'argomento. La risposta che mi daranno, qualunque essa sia, sarà di vostro interesse su queste pagine?
R.E.-V-L

riccardo urciuoli
27-02-2015, 08:28
sicuramente!

Comunque il forum non caccia nessuno, basta rispettare il regolamento.

In particolare se si vuole pubblicizzare una propria attività/prodotto in maniera esplicita (cosa che tu al momento non hai fatto) è necessario diventare "utente supporter" pagando una piccola quota annuale.

Risparmia Energia grou
27-02-2015, 08:33
Io sto cercando di capire se, un prodotto che è alla portata di molti, è efficace, se dà al proprietario dei benefici concreti. Credo che sia un'opportunità, la sto confutando anche io. In queste pagine mi si dice che dovrei avere paura a parlare di questi argomenti, che dovrei tacere e scappare ma, per come la vedo io, meglio parlarne fino a esaurire l'argomento, qualunque sia il risultato, e per me l'argomento non è esaurito. Io voglio un ente che si esponga a dire, carte alla mano, "si/no" dal punto di vista detrazioni, e delle realtà che dimostrino con i fatti i risultati raggiunti sulla loro pelle/bolletta e fatture di manutenzione alla mano. E, sia chiaro, se fosse una truffa, sarò il primo a muovermi a riguardo!
R.E.-V-L

Risparmia Energia grou
27-02-2015, 08:49
Ok bene, buono a sapersi. Spero di avere presto motivo di promuovermi a riguardo.
R.E.-V-L

riccardo urciuoli
27-02-2015, 08:54
Rispondo per l'ultima volta (per ora, mica voglio troncare la discussione) per cercare di definire cosa tu vorresti fare.

Io mi focalizzerei, vista l'utenza principale di questo forum, sul prodotto "intelligens home".

Per come viene descritto sul sito sembra al 100% una bufala. Promette risparmi basati (ammesso di ottenerli) sulla semplice stabilizzazione e RIDUZIONE della tensione di rete.
Ma questo è un modo discutibile di ottenere risparmi! Su dispositivi "analogici" e molto energivori come già detto provocherebbe una riduzione della potenza istantanea (W) assorbita ma non delle'energia (kWh, cioè soldi) consumata.
Se abbassi la tensione di rete un forno assorbe meno, ma per arrivare ai 250°C che ti servono per cuocere la torta ci mette di più... consumo finale invariato.... anzi potrebbe essere anche concettualmente superiore perchè le dispersioni durante il transitorio più lungo sarebbero maggiori.

Viceversa la stragrande maggioranza dei dispositivi attuali accettano tensione in ingresso molto variabile, alcuni per es funzionano sia a 220V che a 110V!
Dentro hanno circuiti elettronici dal rendimento elevato che non cambi aper qualche V in più o in meno sulla tensione di rete.

E ci sarebbe da verificare il rendimento e il consumo "in stand by"dell'oggetto intelligens stesso, sempre alimentato...

Ora da quanto capisco non è proprio semplice fare un test dell'aggeggio, visto che richiede una istallazione in serie sulla linea. Ma se invece è possibile... qualcuno di noi disponibile a partecipare al test si trova...

marcober
27-02-2015, 09:10
R.E...dicevo scappa da chi ti vuol far vendere fumo..non dal forum, ci mancherebbe..mica è mio.

Faccio l'indovino...Enea ti risponderà che "in relazione alla 296 Risparmio energetico, per la quale loro sono competenti, non vale perche non fa un risparmio TERMICO.... per la detrazione art 16 non sono competenti, di scrivere ad AdE... a quel punto che fai, ci credi o scrivi pure a loro? se hai intenzione di scrivere, scrivi ora , ..ah, non serve una mail qualsiais, devi fare un "interpello", comuqnue è gratis...se vuoi andare a fondo, la via è questa...se invecedevi "vendere" il prodotto, meno scavi meglio è...

Risparmia Energia grou
27-02-2015, 11:31
Ben venga, la possibilità di testare è la cosa più importante. Anche per me la fascia importante è l'Home che il prodotto che accende le maggiori perplessità. Vedrò di muovermi a riguardo. Grazie.
R.E.-V-L

Benissimo, raccolgo ogni consiglio e "previsione" con interesse, io voglio sapere, solo così posso proporre con serenità ed entusiasmo.
R.E.-V-L

diezedi
06-03-2015, 11:06
Per voi ingegneri non è niente di nuovo.Ma post + post - :Rifasare per un uso efficiente dell’impianto utilizzatore | Voltimum Italia (http://www.voltimum.it/articolo/notizie-tecnico-normative/rifasare-un-uso-efficiente-dellimpianto-utilizzatore?mailing_id=98&utm_source=newsletter&utm_medium=email)

Risparmia Energia grou
06-03-2015, 11:36
Per una azienda di carpenteria metallica della mia zona (50Kw) si traducono in circa 20 euro al mese di costi, cifre datemi direttamente dal proprietario.
R.E.-V-L

Risparmia Energia grou
09-03-2015, 14:15
Buon giorno a tutti, appena possibile mi sono mosso per un breve aggiornamento. Mi riferisco al prodotto Inteligens già trattato in queste pagine. Con il distributore per l'Italia, Fire Holding Srl, sono arrivato a chiarire che le detrazioni fiscali per le persone fisiche, il 50% di costo e installazione del prodotto home, avviene nel rispetto della legge 449/97 e successive modificazioni , in particolare sotto la voce " interventi di ristrutturazione edilizia, con riferimento ad interventi sull'impianto elettrico". Ho provveduto inoltre ad inoltrare ad Enea il quesito riguardante l'idoneità alle detrazioni fiscali sopra citate per l'acquisto ed installazione in discussione, dando ovviamente indicazioni sulle caratteristiche de prodotto. Spero di avere presto aggiornamenti interessanti.
R.E.-V-L

marcober
09-03-2015, 17:12
le detrazioni fiscali per le persone fisiche, il 50% di costo e installazione del prodotto home, avviene nel rispetto della legge 449/97 e successive modificazioni , in particolare sotto la voce " interventi di ristrutturazione edilizia, con riferimento ad interventi sull'impianto elettrico". i.
R.E.-V-L

Beh..già il fatto che si diceva A e ora si dice B...no è che depone sulla serietà del proponente....

Ora veniamo nel merito di questa nuova e diversa idea di detrazione...non piu lettera h) legata al risparmio energetico (che nulla ci azzeccava!)..ma lettera b che dice che si possono detrarre i lavori di MANUTENZIONE STRAORDINARIA degli impianti tecnologici.

Ora occorre domandarsi..ma aggiungere un elemento del genere è davvero una Man STRAODINARIA?
Cioè una cosa appesa ad un muro, in un locale interno, senza opere edilizie, di minime dimensioni..è una Man Straordinaria?

Ma allora appendere un televisore al plasma cosa è? una ristrutturazione edilizia o nuova costruzione?

La Man Ordinaria comprende , secondo il Testo Unico Edilziia del 2001 le spese "necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti;"... cioè se "integri" una cosa in un impinato , senza stravolgerlo, resti ne campo della Man Ordinaria...

Lo Steso decreto dice che se è Ordinaria, è LIBERA..se è STRAODINARIA ci vuole almeno COMUNICAZIONE in Comune...quindi per montare quell'aggeggio dovresti andare in Comune con una Denuncia di attivita edilizia libera, allegare un disegno , e depositarlo..ma ti pare che 1) te lo fanno fare 2) ne valga la pena?

Insomma...questa nuova idea di detrazione...mi pare una pezza peggio del buco!

renatomeloni
09-03-2015, 17:24
Ciao a Tutti...:)
Forse la detrazione si basa sull' "ignoranza tecnica" del personale preposto ai controlli.....??????:preoccupato:
Quelli leggono: "OTTIMIZZATORE INTELLIGENTE PER IL RISPARMIO ENERGETICO PER LA FAMIGLIA"....ed esordiscono con :
Azz.... dev'essere qualche "nuova tecnologia"..... e il gioco è fatto !!!!

Spero non sia cosi he!!!!!:bored:

Saluti

marcober
09-03-2015, 17:36
no.."Quelli" non vedono proprio nulla..vedono una cifra e basta su un computer..POI, se decidono di controlare..sei tu che porti da loro fattura e pratica edilizia..e li voglio vedere che gli dici che un gingillo da 200 euro è una Man Straordinaria...ma glielo devi dire in faccia al funzionario seduto alal sua scrivania..e senza ridere...


Il tutto per portare a casa 13 euro all'anno?

ma per carità...

Risparmia Energia grou
09-03-2015, 19:53
Posso capire che il prodotto non convinca, ma mi sembrate eccessivi nei giudizi; posso capire che proporsi per l'efficientamento energetico ma sfruttare poi delle detrazioni per la ristrutturazione edilizia non sia proprio il massimo, è evidentemente una comunicazione con fini commerciali, resta il fatto che, se le detrazioni si dimostrassero legittime e il proprietario ricavasse dei benefici come dichiarato dal produttore, personalmente la cosa non mi disturberebbe. Leggo in oltre che a vostro dire l'Enea non conta nulla e che solo l'Agenzia delle entrate conti qualcosa, a me risulta però che pur'essendo l'agenzia delle entrate a fare i controlli, in quinto ente che dà o sta dando concretamente il denaro in detrazione, le regole e le valutazioni tecniche siano gestiti da Enea, che si occupa, tra l'altro, di formare gli accertatori dell'agenzia delle entrate in materia, quindi per me un parere di Enea è assolutamente rilevante a riguardo.
Ho invece ricevuto l'avviso di un vostro novo blog o simili, cosa devo fare a riguardo?
R.E.-V-L

marcober
09-03-2015, 20:30
ENEA è ente tecnico per la detrazione risparmio energetico 65%, che come ti ho detto è una detrazione sul risparmio TERMICO. Per la detrazione edilizia 50% non c'entra una beata fava

Risparmia Energia grou
11-03-2015, 21:50
Buonasera,porto qualche "flebile" aggiornamento. Ho constatato come,e i post di questo blog sono stati utilissimi a riguardo, leprocedure per quanto concerne l'ottenimento delle detrazioni fiscalial 50% indicatemi dalla Fire Holding su alcuni suoi prodotti sianopalesemente errati. Il mio insistere per avere dei chiarimenti ariguardo stanno portando come frutto un silenzio tombale che nonpromette bene. Spero di avere presto altri aggiornamenti piùcorposi, intanto grazie per lo spazio.
R.E.-V-L

mr.right77
18-03-2015, 21:03
Avendo ricevuto una proposta da parte di quest'azienda chiedo se ci sono novità. In particolare mi pare di capire da voi che il risparmio ci sia ma tramite il trucchetto di abbassare i consumi. Facendo l'esempio dell'illuminazione ad esempio risparmiarei il 15% abbassando la luminosità del 15%. Ma questo calo viene percepito da chi lavora in quell'ambiente? (Fermo restando che mi converrebbe economicamente comprare lampadine più efficienti a quel punto). Come funziona il trucchetto con macchine tipo frigoriferi e forni che sono un altro loro cavallo di battaglia? Un frigo non posso certo farlo lavorare ad un grado in meno, dove sta tecnicamente il trucco qui?

riccardo urciuoli
18-03-2015, 22:09
novità..per ora niente, anzi l'ultimo post di Risparmia non fa ben sperare...

Risparmiare abbassando la luminosità è una cavolata, basterebbe comprare mediamente lampadine col 15% di W in meno.

Anzi, come per altri elettrodomestici, su molte lampadine moderne non funzionerebbe per niente: hanno internamente circuiti elettronici che stabilizzano la luce anche con variazioni notevoli di tensione di rete.
Idem per tutto il resto, se il forno assorbe 1kW invece di 2 ci metterà il doppio ad arrivare in temperatura.

Certo, se fanno un test misurando solo l'assorbimento (potenza) istantaneo e non l'energia consumata per ottenere il risultato voluto...

Come detto tempo fa, il sistema complessivo in grosse realtà magari funziona e "qualcosa" fa risparmiare, non tanto per il rifasamento quanto per una gestione ottimale dei carichi.

Risparmia Energia grou
19-03-2015, 06:19
Buongiorno, io ho la possibilità di proporre il prodotto, sto però conducendo alcune verifiche che richiedono un po di tempo. Premetto che al momento i dubbi che io personalmente sto cercando di chiarire non riguardano l'efficacia del prodotto ma la legittimità degli sgravi fiscali per il privato, detrazioni che vengono garantite del 50% ma sule quali ho molte perplessità a riguardo. Nelle realtà dove sino ad ora è stato installato non si riscontrano differenze nel comportamento degli elettrodomestici, unica differenza evidente è che alcune lampade "ronzanti" hanno smesso di ronzare, la tensione di rete è effettivamente inferiore. l'unica cosa ora importante è attendere le bollette. Spero di poter fare presto qualcosa di meglio, ora però la mia priorità è ottenere risposte sule detrazioni per il privato.
R.E.-V-L

Risparmia Energia grou
19-03-2015, 07:58
.... Importante chiarimento sul mio ultimo post in risposta a
mr.right77,
le installazioni che sto monitorando riguardano comunque partite Iva, principalmente piccoli bar, consumi non enormi ma comunque superiori alla semplice utenza domestica, naturalmente monofase; scelta imposta dal non poter serenamente chiedere detrazioni per il privato, il 50% di detrazioni è una cifra importante!
R.E.-V-L

marcober
19-03-2015, 08:00
Secondo me stai sbagliando apporccio...

ma quanto costa l'aggeggio? perche se la spesa è minima, al privato di avere il 36% (questa è la % fra 9 mesi) in 10 anni gli può interessare anche zero...se deve basare il risparmio di una piccola cifra, di un aggeggio sospetto, su uno sconto fiscale, modesto, e molto in là nel tempo, e pure incerto..., non l farà mai.

Al contrario se costa poco e funziona davvero..chiunque è disposto a "rischiare" 200 euro in una cosa che magari si ripaga senza fisco in 1-2 anni.

Quindi piu che su aspetti fiscali inutili...io mi concentrerei sul fatto che:
1) funzioni davvero ANCHE su carichi non resistivi
2) un metodo serio per mostrare al potenziale cliente che funziona...ad esempio se venisse testato a pagamento da Enea e rilasciasse una documento di 2 pagine dove dice che attaccato ad un frigo che assorbe 300 W quando funziona...il consumo scende a 270W a parita di numero giri del motore..allora si che diventa interessante... ma allora il problema è ? sarà vero? e perchè dovrebbe farlo? perchè un conto è dire che alimento meno un resistenza , che scalda meno o illumina meno..altro è dire che un motore che gira a xxx giri a 50 Hz e con cosfi 0,9 consuma yyy assorbendo zzz..e poi dire che sempre a 50Hz e stessi giri e stesso carico all'albero, consuma ed assorbe X% meno...

Percè se alla fine funziona solo sui carichi resistivi..basta svitare una lampadina ogni 10 e hai stesso effetto..oppure comparre in ferro che ha potenza 100W meno dell'attuale...

Voler dimostare che il fisco lo incentiva secondo me significa non avere argomenti veri e seri..e vooler far credere che FUNZIONA proprio perche il fisco lo incentiva... peccato che, come ti hano già fatto capire, lo incentiva all'interno di una spesa di manutenzione Straodinaria Edilizia..dove di energetico non voi è nulla...è la stessa detrazione che puoi avere se cambi le piastrelle del bagno dentro una Man Straordinaria del bagno...se cambi 1 piastrelal rotta e la rimetti uguale NOn detrai nulla...ma se fai una ristrutturazione dle bagno detrai tutto, anche l'ultima piastrellina da 1 euro...

Risparmia Energia grou
20-03-2015, 07:18
Buongiorno, il prodotto non costa poco, per una utenza domestica fino ai 6Kw si parla di 2100€, per una utenza aziendale fino ai 20Kw si parla di 4600€. e così via. Devo purtroppo segnalare che la mia attività di "indagine" sta smuovendo il "lenzuolo corto" di questa realtà e sta evidenziando una struttura nota come multilevel, che io personalmente detesto. Per giustizia devo evidenziare che la società Fire Holding Srl in questione è distributrice e non produttrice dei prodotti oggetto di discussione, ma comunque sia credo di dover congelare il mio rapporto di collaborazione con loro in attesa di ottenere delle certezze a riguardo.
Spero di avere presto sviluppi importanti, ma inizio a dubitarne.
R.E.-V-L

marcober
20-03-2015, 07:42
multilevel=tubo tucker

mr.right77
20-03-2015, 09:38
Io parlo di aziende che consumano oltre le 1.200 euro al mese, con costi dell'impianto attorno alle 12.000 euro (a partire da..).
Attenzione che si fa un noleggio operativo per 4 anni del software di gestione e la rata di rimborso è inferiore al risparmio ottenuto.
Il risparmio è garantito da fideiussione assicurativa, per cui se il risparmio è inferiore al promesso (media del 15%) con un margine di errore del 2%, rimborsano il 25% del canone annuo.
Ho fatto valutare il contratto da un legale ed in effetti il cliente non può perdere quattrini.
A me interessa però non perdere la faccia di fronte al cliente.
Ovvero, non mi accontento di sapere se risparmia, voglio anche sapere se sotto c'è il trucco e se il trucco viene strapagato...

Risparmia Energia grou
20-03-2015, 12:08
Mi permetto di far presente il miopunto di vista.
In primo luogo, e lo dico tirandomidietro le risate dei professionisti del settore, sono convinto cheuno strumento come quello proposto possa funzionare, anche per ilprivato, e dare dei buoni risultati. Credo che possa essere grandiosonelle azinede piccole, medie e grandi, e personalmente se questaesperienza si concludesse cercherei comunque di mettere in piedi unconcetto simile di prodotto, con le persone giuste chissà... .
Il mio problema è invece prima ditutto di carattere legislativo poiché, il percorso indicatomi dalladitta, per permettere al cliente non azienda, di ottenere le tantoagogniate detrazioni al 50%, si sono dimostrate, volendo esseremagnanimi, incomplete, e di conseguenza inefficaci. Ad oggi, dopoinnumerevoli richieste, nessuno si è preso la briga di chiarire ilprocedimento per iscritto, e a dire il vero neanche più verbalmente.Quindi? Quindi c'è la possibilità che questa azienda facciarichiedere ai propri acquirenti, una detrazione fiscale ( parliamospesso di cifre che vanno dai 1100 ai 3400 euro che devono rientrare)che non avevano diritto a percepire, generando così un illecito neiconfronti dello Stato, Stato che pretenderà quindi in restituzionele somme già versate più more e chissà cos'altro.
Per come la vedo io una azienda che“lascia” accadere una cosa del genere NON E' SANA nemmeno sultutto il resto!
Attenzione, non sono comunque certo al100% che sia così, ma il loro silenzio sta iniziando a parlarmi!

Risparmia Energia grou
25-03-2015, 17:02
Buongiorno, vi scrivo per chiedere delle informazioni; un rifasamento comporta, in un certo senso, lo spostare l'energia reattiva in energia attiva? ed in ogni caso, visto che appare abbastanza assodato che il rifasamento aumenti la tensione di rete vi chiedo, perché avviene?

pox1964
25-03-2015, 20:59
il problema del rifasamento è che la tensione e la corrente che sono un onda sinosuidale non sono in fase ma in ritardo con carichi
induttivi o in anticipo con carichi capacitivi che poi si utilizzano per rifasare,il problema dei carichi induttivi è che è necessaria
più corrente per realizzare lo stesso lavoro,in pratica come danno abbiamo i cavi elettrici sottoposti a una maggior corrente che
fà aumentare la caduta di tensione e di conseguenza avremo maggiori perdite nel trasporto di energia,perdite che possono essere
poco incisive per un utente ma sono un problema per il distributore che applica delle penali per il superamento della soglia e il
grosso risparmio viene di lì non pagare penali
anni fa un ristoratore mi chiese un parere visto che pagava le penali ma il suo elettricista gli aveva proposto un rifasatore automatico
per un costo di 20 milioni di lire,io studiai un pò la situazione poi gli misi in parte dei condensatori sempre inseriti e una parte che
si inseriva quando accendeva l'aspirazione della cappa cucina risultato con 500.000 lire se la è cavata ed ha evitato le penali
morale della favola a volte non sono necessari apparecchi costosi per risparmiare ma ci vuole saggezza

quarenghi sergio
20-03-2016, 19:57
Buongiorno a tutti, è un vero peccato che ci sia poca sensibilità nel rifasamento.La recente Delibera AEEG, al 01/01/2016 ha introdotto importanti novità della regolazione del cosφ. Verranno applicate delle penali, nella fascia F1 e F2, se il cos φ medio mensile risulta inferiore a 0,95 e il valore minimo del cos φ istantaneo dovrà avere dei valori sotto una soglia precisa. Qualora non dovessero venire rispettate queste regole, il Gestore di Rete potrà chiedere l’adeguamento, pena la sospensione della fornitura. La Delibera AEEG inoltre condizionerà soprattutto gli utenti che autoconsumano l’energia prodotta da generatori fotovoltaici.
I tempi di rientro di questo adeguamento sono davverò interessanti .... potrebbe nascvere davvero una reale e concreta possibilità professionale.

diezedi
23-03-2016, 10:13
N° delibera,per favore.

spider61
23-03-2016, 10:30
e a che taglie di impianto si parla , perche' nel domestico non c'e' mai stato obbligo di rifasamento

quarenghi sergio
23-03-2016, 11:07
la delibera é la AEEG 180/2013 che sostituisce 348/2007. Le penali vengo applicate per clienti con potenza impegnata > 16,5 KW