PDA

Visualizza la versione completa : Condensatore o bottiglia di leida per alta tensione



_Chester_
02-10-2014, 22:09
Sto costruendo un condensatore di Leida enorme per imbrigiare l'energia dall'elettrostatica. ho visto che qualcuno le ha costruite per le bobine di Tesla. Ne vorrei costruire tre in parallelo e disposte a 120 gradi rispetto al centro.Dicono che reggono benissimo l'alta tensione... bene ma quanto? Vorrei vederle in lavoro con un fulmine... :spettacolo:
Posterò foto e raccoglierò consigli specialmente sulle armature (foglio di Al o Cu avvolto) e sulla soluzione io pensavo H2O con NaCl, come involucro è un bottiglione contadino di vetro molto spesso circa 10 mm ottimo come dielettrico, ha una forma molto bella tipo una damigiana però tonda usata per la raccolta dell'olio 30 lt di volume ciascuna.
io stò in piena campagna e da me tira sempre vento... (...ho molti progetto nel cassetto...)
Siete invitati tutti a partecipare con eventuali consigli.

Saluti _Chester_ 42510 42511

Al Mizar
03-10-2014, 22:29
Le sai tutte le procedure di sicurezza per trafficare con i fulmini?
Secondo me se ne spari uno dentro a una Bottiglia di Leyda fai un bel botto.

_Chester_
03-10-2014, 23:24
il mio scopo, è recuperare le cariche elettrostatiche portate dal vento, vorrei usarle come accumulatori, quella del fulmine era una battuta sull'alta tensione visto che le bottiglie di leida sono usate nelle bobine di tesla. stò preparando prima il modellino scala ridotta. Ciao e grazie per l'intervento :-)

Lupino
04-10-2014, 08:33
Ciao Chester, ciao Al.... praticamente hai intenzione di realizzare una cosa come questa (http://www.xmx.it/energiadaaria.htm)? In tal caso non ti serve la bottiglia basta un normale condensatore

BesselKn
04-10-2014, 10:39
vorrei usarle come accumulatori
Sì... hai stimato la capacità che ti servirebbe? E cosa pensi di farci andare con l'energia elettrostatica accumulata? Forse un orologio da muro, ma ovviamente non puoi alimentarlo a 1 kV...

renatomeloni
04-10-2014, 10:56
Orologio da muro??????
Intendi forse di quelli a cucù????

non puoi alimentarlo a 1 kV...
Infatti è pericoloso per il volatile ....che potrebbe venir fuori "leggermente" abbrustolito......e anche per qualche umanoide nelle vicinanze:oops:
Maggiori info qui: Effetti della corrente sul corpo umano (http://www.itisap.com/\Docenti\Corsi\Fala\CorsoCampi\CorsoCampi.pdf)


Saluti

Lupino
04-10-2014, 11:41
Se poi ti becca la L.I.P.U. ... i volatili diventano per diabetici :rolleyes:
Scherzi a parte una d.d.p. così elevata ha ben pochi utilizzi. Nel link che ti ho postato viene infatti utilizzato un trasformatore per abbassarne i valori e rendere il tutto compatibile con un semplice accumulatore ad uso automobilistico

BesselKn
04-10-2014, 11:56
Sì, ma in termini energetici si sta parlando di veramente poca roba...

Lupino
04-10-2014, 12:40
...... concordo

Al Mizar
04-10-2014, 18:03
Di questo sistema - nella realizzazione riportata da Lupino- mi incuriosisce il fatto che si potrebbe fare con Rame smaltato; dunque, isolato.
Stando così le cose, le cariche elettriche come fanno a sapere che sotto l' isolante c'è del Rame, in altre parole, cosa gliene importa di cosa c'è sotto allo strato di smalto?
Se questo dubbio ha senso, ne segue un secondo: come fanno le cariche elettriche a sapere quando finisce il Rame smaltato e comincia l' isolatore in filo di nylon-
-e un terzo: cosa le obbliga a continuare a spostarsi lungo il Rame, impedendo loro di disperdersi a terra lungo l' isolatore?.

_Chester_
04-10-2014, 19:58
Grazie Lupino interessante il link che hai postato il mio accumulatore saranno le bottiglie messe in parallelo per aumentarne la capacità.
Interessante nel tuo link è la bobina che non sapevo che avrei potuto usarla per trasferire le cariche , penso che la aggiungerò al progetto

Grazie per l'intervento Renato, sono completamente isolato ,la proprietà è recintata e lo faccio in un posto messo completamente in sicurezza. L'unico che rischia sono io ... mi ci vorrà una armatura come una cotta di maglia di faraday fino ai piedi solo per avvicinarmi... :shocked:
posto un link interessante per chiunque volesse approfondire l'argomento

http://www.atuttoportale.it/didattica/divulgazione_scientifica/modulo-7.pdf

non ci voglio far funzionare niente, per quello ho altri progetti nel cassetto. Sono sempre stato affascinato dall'elettrostatica, solo il fatto che la sua formula sia praticamente quasi identica alla formula di gravitazione universale che tiene insieme il nostro universo stelle e pianeti è affascinante (ovviamente sostituendo le cariche Q1 e Q2 col le masse M1 e M2 e la costante di coulomb k con la costante di gravitazione universale G).

Furio57
05-10-2014, 00:54
Ciao a tutti

... praticamente hai intenzione di realizzare una cosa come questa (http://www.xmx.it/energiadaaria.htm)?...basta un normale condensatoreCiao Lupino, no nello schema è chiaro che il circuito ricarica un accumulatore. Il condensatore è per il circuito di risonanza con la bobina. Chester se intendi realizzare il circuito ti consiglio di costruire il secondo circuito con il raddrizzatore a doppia semionda. Praticamente la bobina dell'auto che è un trasformatore elevatore, nel circuito presentato da Lupino, peraltro già postato anni fa dal sottoscritto, viene usato al contrario. Dato che la bobina funziona solamente in alternata, o meglio ad impulsi, questi vengono realizzati dalle scariche allo spinterometro che nello schema è una comune candela da motore. Variando la distanza fra i due elettrodi, si varierà la tensione sul secondario (ex primario) della bobina. La tensione sarà direttamente proporzionale con la distanza degli elettrodi. Ocio che gli avvisi sulla sicurezza non sono superflui. Il filo elettrico "di captazione" potrà essere di qualsiasi tipo e di qualsiasi sezione con guaina e non e deve essere sufficientemente lungo. L'importante è l'isolamento verso i supporti, i "vecchi" isolatori in vetro o in ceramica sono l'optimum. In primavera durante le giornate secche e ventose il sistema fa paura! ed è anche pericoloso! ma funziona benissimo!

Salutoni
Furio57

BesselKn
05-10-2014, 11:39
cosa gliene importa di cosa c'è sotto allo strato di smalto?
Il rame permette il trasporto delle cariche raccolte.


cosa le obbliga a continuare a spostarsi lungo il Rame, impedendo loro di disperdersi a terra lungo l' isolatore?
L'isolatore non permette il trasporto delle cariche a "lunga" distanza.

Al Mizar
05-10-2014, 15:07
Grazie BesselKn,
ma continuo a non capire; se il rame è isolato, come fanno le cariche elettriche a raggiungerlo? O è questione di induzione?
Magari non capisco le risposte perché non capisco nemmeno le domande ...
Ci vuole un libro, dici, eh?
Mammamia, non so nemmeno se mi ricordo come si fa, a leggere un libro.

_Chester_
05-10-2014, 19:42
Grazie Furio x il supporto !!

Saluti Chester

experimentator
05-10-2014, 20:59
Dico solo agli sprovveduti di stare attenti , non vorrei che qualcuno ci restasse secco con una bella scarica elettrica de 30.000 volt .

Mi sembra che ci fu un ragazzo che giocava con l'idrogeno HHO e ci rimase secco .

Occhio ...

_Chester_
24-11-2014, 16:30
Scusate se ancora non ho proceduto con la costruzione ma ho avuto molto da fare e sono alle prese con il modellino in scala ridotta... per ora posterò qualche foto del modellino poi dopo vari test procederò verso la primavera al progetto definitivo...

Saluti

mariomaggi
17-01-2015, 18:09
zagami,

Mi sembra che ci fu un ragazzo che giocava con l'idrogeno HHO e ci rimase secco .

Confermo, un frequentatore del forum ha fatto esperimenti pericolosi ed e' bruciato vivo.
Attenzione all'alta tensione, prima bisogna studiare, poi sperimentare
Ciao
Mario