PDA

Visualizza la versione completa : Diario di bordo del mio futuro acquisto della mia prima auto elettrica!



LuckyLukeJohn
13-11-2014, 20:42
Eccomi qui a propormi di tenere un diario di viaggio sul cammino che mi porterà all'acquisto della mia auto elettrica! Già da un po' di tempo ci pensavo, già in passato ero andato in concessionaria opel a sbirciare l'ampera. Ma solo in questi ultimi giorni ho avuto l'impressione che i tempi fossero maturi o quasi. A partire dalla nuova Nissan leaf con 199 km di autonomia sulla carta, proseguendo con la bmw i3, più recentemente con la Volkswagen golf elettrica dichiarata per 300 km di autonomia... Insomma c'è davvero fermento nel settore. Inoltre ieri, dopo diverse ricerche in rete, passando davanti al concessionario nissan, ho raccolto la mia aspirazione di fermarmi e così è stato. Ritrovo lo stesso venditore che 14 anni fa aveva venduto la nissan micra a mia mamma, io riconosco lui, ma lui non me... Ovviamente. Gli chiedo di vedere una nissan leaf e me ne indica una nel salone, bianca, colore che in generale non amo sulle auto, ma che nonostante ciò devo ammettere con me stesso che veste bene la leaf. Mi avvicino, me la studio, ci giro intorno, apro il vano bagagli ed ecco la prima sorpresa: è grande, ma davvero grande ed anche molto profondo. Con stupore penso che le batterie non sono lì sotto come mi aspettavo e che con un bagagliaio così ci si potrebbe fare tranquillamente un bel viaggio, poi però penso due altre cose: la prima che deve essere scomodo tirar su una bella valigia pesante da un incavo così marcato ( parliamo di una trentina di cm dal bordo ), la seconda che difficilmente riempirò un bagagliaio di valige per un viaggio inferiore ai 200 km, anzi ai 100 se considero andata e ritorno, anzi ai 70 se considero i km reali, ammenocché non stia accompagnando qualcuno in aeroporto... ( ma io preferisco partire e non fare da accompagnatore a chi parte... ). Va bene. Chiudo il bagaglio e vado oltre. Mi accomodo sul sedile di guida e devo dire che ho una bella sensazione, tutto a portata di mano, tutto giusto, altezza giusta rispetto alla visuale, tutto nel giusto equilibrio fra sostegno del sedile e contenimento dello stesso. A questo punto provo i sedili posteriori. Un po' di difficoltà a salire, ma perché vengo da una monovolume come la zafira, per cui incontro qui le classiche altezze da auto "normale", noto subito con piacere lo spazio per le gambe, abbondante con i sedili non proprio arretrati, ma non sufficiente se li arretro del tutto. Comodo il posto, ma deludente lo spazio per tre persone, nel senso che in due si starebbe benissimo, ma in tre si starebbe quasi uno sull'altro, diciamo che dietro in tre più di un breve spostamento da una parte all'altra della città non si può fare. Primo limite che mi fa pensare... Comunque proseguo, chiedo di vedere il vano motore dove trovo un gruppo somigliante a quello di un motore termico, tanto che se fossi stato del tutto inesperto avrei pensato che fosse un auto normale. Accanto la classica batteria da avviamento, in giro il contenitore dell'acqua per i tergicristalli e quello per l'olio dei freni. Stop. Penso che tutto è molto pulito ed ordinato e che il bello è che sarebbe rimasto così anche durante l'utilizzo.Mi siedo a parlare con il venditore. Dopo poco mi rendo conto che ne so più di lui quando dice che le versioni sono tre e non quattro, quando gli chiedo la velocità massima (144 kmh ) e mi risponde con titubanza che su strada ha toccato anche i 160, quando gli chiedo quali optional può montare e non sa cosa dirmi finché non vediamo insieme il listino e scopriamo che posso avere il caricatore supplementare da 3 o 6 Kw che consente rispettivamente una ricarica in 8 o in 4 ore a differenza di quello incluso nel prezzo che ci impiega 12 ore. Poi c'é lo spoiler con i pannelli FV integrati ed infine un cold pack che non so cosa sia e a cosa serva. Quando gli dico che la versione acenta e tekna hanno in più il clima con PDC, cade dalle nuvole e mi spiega che tutte hanno il riscaldamento e raffrescamento. Ovviamente non insisto... Infine gli chiedo info sui prezzi e qui è un po' più ferrato: mi spiega che vi sono gli incentivi statali che consentono di avere uno sconto del 20% sul prezzo di listino, per cui il modello base che ha lì potrebbe darmelo a meno di 19000€ con il noleggio delle batterie e con 24600€ con batterie comprese e tutte mie per sempre. Insomma il prezzo inizia ad essere allettante. Vi è poi anche una promozione che consente di dare 7000€ di anticipo e di pagare a rate a 149 e al mese per due anni e poi decidere se tenerla pagando ciò che manca o rifinanzia nello o se invece ridarla indietro valutata 11000€ e prendere il nuovo modello. Voi che ne dite? Ora sono in attesa della prova su strada, poi vi farò sapere. A presto

dolam
14-11-2014, 08:34
Lucky che significa ridarla indietro valutata 11000 euro? intendono che prima la finisci di pagare e poi la cambi e valuteranno la macchina 11000? euro

LuckyLukeJohn
14-11-2014, 12:45
No, da quanto ho capito, loro ti danno 11000€ se prendi la nuova Leaf, ma solo come sconto sul prezzo della nuova e poi continui a pagare quest'ultima.
Sembra anche a me troppo bello per essere vero. Quando vado a fare il test drive cerco di capire meglio. Che ne pensi della Leaf?

dolam
14-11-2014, 14:18
Lucky se è così è troppo bello. Della Leaf penso tutto il bene del mondo credo sia straordinaria e se arriva a 150 km di autonomia si può comprare. E' importante capire che ti danno 11000 euro dandola indietro dopo aver pagato 7000 pi 149x24= 3600 cioè paghi 10,600 e ti danno 11000 e usi l'auto due anni , sarebbe da favola,lo faccio

LuckyLukeJohn
14-11-2014, 22:15
Domani se ho un minuto vado a informarmi con sicurezza, perché di solito ciò che è troppo bello per essere vero, è perché non lo è...;)
Però la filosofia Nissan dietro potrebbe essere: io ti vendo un auto con una sorta di leasing, tu cliente attento mi dai 7000€ di anticipo e altri 3600 in due anni, quindi sono 10600€.
Allo scadere del secondo anno vieni in concessionaria e ti compri la nuova Leaf con 3-400 km di autonomia e qualche gadget in più ed in più è anche nuova.
Io Nissan rivendo la tua come usato strasicuro a 15000€. In più ti vendo la nuova leaf a 30000€ perché gli incentivi statali non ci sono più. Però gli levo da quei 30000 ben 11000, per cui te la vendo a 19000, in altre parole a quanto ti ho venduto la prima leaf. Ti ripropongo il finanziamento a 24 mesi ed un altro anticipo di 7000€ e la storia continua così ogni due anni.
Morale della favola: tu cliente sei contento perché hai sempre il top della tecnologia, io Nissan sono stracontenta perché incasso comunque una vendita ogni due anni su di una nuova leaf a 19000€.
Quando il cliente arriva dopo 2 o 4 o 6 anni a stancarsi di pagare rate oppure dice che gli va bene così quella autonomia, le paga tutto il resto delle rate, che tanto lei ha già incassato dalla finanziaria e tutti sono felici. Se fosse così sarebbe il famoso gioco in cui si vince in due. Se invece non fosse così potrebbe essere una bella fregatura per il cliente. Domani mi informo.
Comunque 150 km reali in ecomode e col piede di fata dovrebbe raggiungerli, ma per me sono pochi, non faccio neppure il giro della litoranea da San Cataldo a Punta Prosciutto in estate... Cosa direbbero i miei amici venuti a trovarmi dal nord...? ;)

riccardo urciuoli
14-11-2014, 23:48
Ciao Lucky, spero che il tuo proposito si concretizzi!

Però mi raccomando la punteggiatura, poco importa se scrivi con un Tontphone ma puoi sempre entrare da PC e editare...

Una C0 no? Sembra ci siano occasioni in giro....

LuckyLukeJohn
15-11-2014, 01:22
Allego un link che presenta abbastanza bene la Leaf, in particolare i miglioramenti rispetto al modello precedente: http://www.infomotori.com/auto/2014/08/25/nissan-leaf-prova-su-strada-elettrica-rinnovata-co/
Riccardo, ti dico la verità: la C0 esteticamente non mi piace proprio. Però su tuo invito tornerò a rivederla. Non sia mai che un prezzo molto allettante mi faccia cambiare sguardo...;)

Allora, primo aggiornamento: ho provato la Leaf su strada! Ragazzi è da urlo!!! Quando mi sono immesso sulla superstrada ho schiacciato a fondo il pedale e prima che guardassi il display eravamo già a oltre 100 kmh... il "copilota" mi invita a spingere per completare il sorpasso e in poco più di un attimo siamo a 160, con punte estemporanee di 161 kmh. Completo il sorpasso e rientro in corsia rientrando nei limiti di velocità. Sembrava di andare a 80 all'ora mentre la velocità era esattamente il doppio. Il venditore sorridendo mi dice: non fa più di 161, tutte le volte che la guido arriva sparata a quella velocità e poi si sente proprio che si blocca, è autolimitata..." Comunque sia la sensazione è stata bellissima, il solo rumore era quello del rotolamento degli pneumatici e qualche lieve fruiscio aerodinamico ma del tutto trascurabile.Il test drive prosegue con grande disponibilità del venditore che mi propone di lasciarmela per un paio d'ore. Non ci posso credere, accetto al volo la proposta. Passo a prendere la mia signora e andiamo a fare shopping in centro approfittando del fatto che la Leaf qui a Lecce può parcheggiare gratis sui parcheggi con le strisce blu, quelli a pagamento per intenderci. Scendo poi in un parcheggio sotterraneo con una bella pendenza, tanto che la mia zafira a metano fa una gran fatica ad uscire, mentre la Leaf ne esce con un "filo di gas". L'espressione che mi scappa anche in auto fa decisamente ridere la mia signora, visto il paradosso... Fin qui le buone nuove. Ora arrivano le cattive: innanzitutto l'offerta di 149€ al mese per due anni, non esiste più. Quindi finanziare la Leaf per tre anni con 7750€ di anticipo fa venire fuori delle rate da 371€. Inoltre alla fine dei tre anni ci sono da dare altri 8000 e rotti €. La proposta degli 11000€ era la solita esca per le allodole. In altre parole il modello da me scelto, la Leaf Acenta full optional ( cold pack, solar spoiler e caricatore da 3/6 Kw 8/4 ore ) mi verrebbe valutata alla fine dei tre anni 8700€, cioè circa quello che io dovrei ancora dare alla casa madre. In questo modo alla fine dei tre anni io ho tre opzioni: -tenermi l'auto pagando quei 8700€ restanti o rifinanziarli; -darla indietro senza prendere nulla, in tal caso il e la concessionaria saremmo pari e come ha avuto scherzosamente a dirmi il venditore lui mi darebbe un passaggio a casa;-acquistare un nuovo mezzo dalla concessionaria e vedermi spostare il debito da pagare dalla vecchia alla nuova.Insomma, che delusione...

In serata passo dal concessionario renault vicino casa per dare un'occhiata alla Zoe ma in particolare alla fluence... Trovo la Zoe in esposizione, in attesa di un venditore libero inizio a guardarmela. Più piccola della Leaf, tuttavia mi piace il modo in cui hanno mimetizzato gli sportelli posteriori e le relative chiusure. Proprio per vedere come funzionassero queste ultime, apro uno sportello e do un occhiata all'interno... E vedo l'abisso! L'abisso di differenza fra la Leaf e la Zoe! Una seduta unica per i tre posti, nessuna conformazione degli spazi, sembrava il sedile posteriore della twingo primo modello. Mi fa talmente senso che non mi ci siedo neanche. Chiudo lo sportello e noto che non si chiude. Ci riprovo con più forza e di nuovo non si chiude. Penso: ora lo sbatto un po', d'altronde se non si chiude cosa ci devo fare? E... Non si chiude di nuovo. Alla fine lo sbatto proprio e finalmente, con un rumore da Fiat 124 di 40 anni fa, si chiude. Mi rendo conto di avere davanti un auto di qualità pessima sia come assemblaggio sia come scelta dei materiali. Come dire: vuoi fare allontanare un cliente da un auto elettrica? Allora proponigli una skoda come era prima che diventasse Volkswagen e lo dissuaderai da spendere un sacco di soldi per un oggetto che già costa il triplo di uno a combustione interna. Comunque visto che sono lì, faccio il giro dell'auto, apro anche l'altro sportello pensando ad un malfunzionamento singolare del primo. E no, stesso identico risultato. Entro davanti e mi siedo sul sedile passeggero. Ho davanti un alternarsi di materiali all'apparenza buoni con materiali evidentemente scarsi. Passo al lato guida: stessa impressione. Unico aspetto che si salva il display digitale a colori molto ampio, di cui però non riesco a definire l'efficacia perché non diviene operativo al 100%. Il prezzo? Corrispondente a quello della Leaf con il noleggio delle batterie. Noto subito però i copertoni più stretti e la potenza del motore nettamente minore, circa 20 Kw in meno, un quarto di potenza in meno... La guardo nel suo insieme e penso: non mi piace. Poi confrontata alla Leaf fa davvero pietà. Mi chiedo con quale coraggio i francesi la collocano a confronto con la Leaf... Mah! Infine parlo con un venditore e gli chiedo notizie della Fluence. Aggiungo che ho visto che non è ancora disponibile. Dapprima mi dice che invece è disponibile, dopo aver guardato sul computer mi conferma che non solo non è disponibile, ma non si può più ordinare perché renault ha fermato la produzione. Sono perplesso... Chiedo come mai è mi risponde che non lo sa. Chiedo lumi su potenza ed autonomia e mi dice che aveva solo 44 Kw e circa 130 km di autonomia. Resto ancora più perplesso. Gli dico che non fa per me comunque. Giusto per non aver perso tempo e poter scartare in modo definito la Zoe, gli chiedo se posso fare un test drive con la Zoe. Fissiamo tutto per la prossima settimana. Vado via un po' disgustato da Renault. Penso che solo il Twizy gli è riuscito meglio, ma che per il resto farebbe meglio a ritirarsi dal mercato delle auto elettriche. In sintesi: c'è un abisso incolmabile fra la Nissan Leaf e la renault zoe...

sergio&teresa
15-11-2014, 23:51
innanzitutto l'offerta di 149€ al mese per due anni, non esiste più.
Sul sito Nissan dice che c'è ancora fino al 30/11, forse quel conce da cui sei andato non aderisce
Nissan : Offerte Speciali (http://www.nissan-offertespeciali.it/offerte.asp?ID=85)

LuckyLukeJohn
16-11-2014, 01:52
Grazie della dritta Sergio.
Lunedì quando vado a ritirare l'auto in concessionaria per la prova giornaliera gliela mostro sull'ipad l'offerta e vediamo cosa mi dice.
Tanto non è l'unico concessionario Nissan in Puglia, per cui ci metto poco a cercarne uno che aderisca all'iniziativa.
L'offerta mi stimola, però ero partito per fare un lungo diario di viaggio di un annetto almeno prima di approdare in modo definitivo ad una scelta, più o meno come ho fatto per il FV, quindi questa opportunità mi spiazza un po'.
Ho fatto due conti ed ho notato che: rispetto all'attuale punto a metano potrei risparmiare circa 1800€ all'anno di metano e altri 100 € di bollo e penso altri 400€ di assicurazione. Senza considerare i parcheggi in centro gratuiti e le spese di manutenzione della punto ( ho appena sostituito: candele, filtro olio, filtro aria, olio motore e pneumatici. A parte questi ultimi sarebbero almeno un altro centinaio di euro all'anno risparmiati).
Insomma potrei arrivare a risparmiare 2400€ all'anno per pagarne 1800 di rata, più altri 200 di assicurazione, più altri 5€ di sgm per il permesso per circolare nelle zone del centro storico e per parcheggiare sulle strisce blu. Più, ipotizzo io, almeno altri 2-300€ all'anno in più di elettricità per le ricariche ( somma al netto dell'autoconsumo dal mio attuale e futuro FV e al netto dello ssp ).
Insomma, a conti fatti, andrei in pari per i primi 6 anni, ipotizzando al termine dei due anni di fare un altro finanziamento di altri quattro per pagare ciò che manca con una rata magari di 200€ al mese. Dopo 6 anni sarebbe tutto rientro economico dell'anticipo e poi diverrebbe una forma di investimento.
Ho sbagliato o dimenticato qualcosa nei calcoli a parte il beneficio per madre natura che non è quantificabile?

nll
16-11-2014, 09:18
Il beneficio per madre natura è quantificabile, ma comunque sempre positivamente, quindi ben venga la tua scelta, il tornaconto economico è un di più che non guasta, vero? :)

dolam
16-11-2014, 09:51
Lucky , tienimi informato dell'offerta se c'è ancora, perché puoi dire al concessionario che potrebbe venderne due se ritira il mio usato non da rottamare, anche se i conti sono un po' ottimistici di sicuro si risparmia molto di più sulla mia che è diesel. Insomma utile e risparmiosa e sulle batterie la mia esperienza sulla Twizy può raccontare solo cose buone a 15000km percorsi autonomia immutata, solo ti avviso ,in inverno scende di un 20% per il freddo ma non fa niente , il veicolo elettrico è semplicemente il futuro e la Nissan è un'ottima macchina.

w il sole
16-11-2014, 13:46
Vi segnalo anche lì ultima nata della MITSUBISHI la PHEV, su telaio del suv OUTLANDER.
Ha di bello che si ricarica da casa e fa circa 60 Km completamente a batteria poi interviene il motore endotermico.
Provate a dare un' occhio.

LuckyLukeJohn
16-11-2014, 18:01
Ok dolam, domani ti faccio sapere. Per quanto riguarda l'offerta sembra di capire che ci dovrebbe essere, forse nel mio caso la rata è lievitata perché non ho scelto il modello base ma la versione intermedia, full optional ed oltretutto con le batterie di proprietà. Però non mi torna il conteggio finale del venditore, ma domani controllo tutto. Venendo all'autonomia certo una riduzione di un ulteriore 20% non è poco, dato che il venditore in modo piuttosto schietto mi ha detto che i km reali sono circa 140. Tuttavia ha anche aggiunto che una signora che ha la vecchia versione con il piede di fata arriva perfino a 200 km. Non so. Comunque: Io ho guidato la versione base e devo dirvi che mi sono trovato benissimo. Aveva però alcuni optional come la vernice metallizzata, la videocamera posteriore per la retromarcia e il navigatore. Quindi alla fine dei conti, potrei pure prendermi quella e rinunciare ai tanti gadget che mi fanno sognare. Anzi, giacché ci siete, vi chiedo un parere: la versione che vorrei prendere, rispetto a quella base, ha in più gli optional che di seguito vi elenco: -sistema di ricarica rapida da colonnina da 50 kW per ricaricare le batterie al 80% in 1/2 ora; -attivazione ricarica da remoto; -retrovisori in tinta; -cerchi in lega; -cruise control e limitatore di velocità; -fari automatici crepuscolari; -specchietti ripiegabili elettricamente; -tergicristalli automatici con sensore pioggia; -climatizzatore con pdc; -vetri privacy; -touchscreen con navigatore da 7 pollici invece di 5'8 ( optional però sul modello base), con navigatore con segnalazione delle zone raggiungibili con l'autonomia residua e delle colonnine pubbliche ed autostradali disponibili; -retrocamera per il parcheggio ( optional sul modello base); -modalità di guida b-mode ( freno motore maggiorato ); -sistema di riconoscimento vocale funzioni EV; Sistema audio a 6 altoparlanti invece di 4. Vengo alla mia domanda: Vale la pena spendere 3000 e rotti euro in più per avere questi optional?

dolam
16-11-2014, 19:24
Lucky, grazie, vengo alla risposta che ti aspetti, no non li spenderei quei 3000 euro in più , tranne la differenza per display 7 pollici e PDC, rinunciare al resto penso sia abbastanza facile. Per le colonnine da 50Kw non so deve potresti trovarle qui da noi saranno un miraggio per tanti anni e a meno che le mettano sulle autostrade , dove effettivamente sarebbero utili per un viaggio lungo, devi chiederti se mai l'utilizzerai.

LuckyLukeJohn
16-11-2014, 20:09
Mi hai letto nella mente, in effetti io con la versione base mi sono trovato super bene. E il display da 5,8 pollici non mi è dispiaciuto affatto, per cui potrei vedere quanto costa quell'optional ed andare di quello e vernice metallizzata ed amen. Anche per la PDC un po' mi dispiace, ma poi ho pensato: Ovviamente inserisco il timer per trovare al mattino la macchina super calda, alla fine inserisco l'ecomode per la guida e per i km che devo fare, anche se andrà a resistenza per un po', vorrà dire che al ritorno a casa la metterò un po' sotto carica. E poi qua a Lecce oggi ci sono stati 20 gradi tutto il giorno ed ora ce ne saranno 18. Ha davvero senso? Inoltre sto pensando agli optional: Il solar spoiler per mantenere la batteria di servizio carica, quanto serve davvero? E il cold pack per scaldare sedili e volante? Non siamo mica in Finlandia. Infine il kit per ricaricare in 4 ore assorbendo sei kW, mi serve davvero? Il mio fv non ha mai prodotto sei kW, neppure il primo giorno di funzionamento e neppure in cloud edge. Andrei sempre in almeno parziale prelievo da Enel, che è proprio ciò che vorrei evitare. Quindi la ricarica in otto ore da 3,6 kW è ciò che mi serve. Se poi in futuro le cose cambiassero, si può sempre acquistare separatamente e successivamente. Dico giusto? È solo una sciocchezza che mi spiace, mi piacevano tanto i retrovisori ripiegabili elettricamente, chissà che non si possano avere come pezzo di ricambio... o come optional aftermarket. Invece di una cosa sono certo, non voglio il noleggio delle batterie. Quelle devono essere mie punto e basta. Sei d'accordo dolam?

dolam
16-11-2014, 21:28
Lucky per le batterie me lo avessi chiesto un anno fa ti avrei detto senz'altro che le volevo mie, ora non saprei. Parliamo di un auto che terrei per 50000 Km almeno. Siamo certi che li faccia con il suo pacco originale ( a proposito che capacità ha?). Sulla Twizy pago 50 euro al mese per 36 mesi, sono 1800 euro in tre anni, in sei sarebbero 3600 euro. Ricomprerei quella batteria con tutta l'elettronica a quel prezzo tra sei anni? penso di no e se nel frattempo si dovessero rompere c'è mamma renault che ci pensa, sempre e se me la rubano lo stesso mamma renault se ne fa carico. Non so però la nissan cosa chiederebbe per l'affitto e quanto costerebbe meno l'auto.

LuckyLukeJohn
17-11-2014, 10:00
Il pacco è da 24 kW. Per il noleggio, parliamo di 80€ al mese. Ho parlato con il venditore che ha visto l'offerta sul sito ma non è riuscito a far tornare la simulazione, quando questo pomeriggio gli riporto la Leaf mi farà sapere. Il pacco batterie costa 5800€, quindi si ripagherebbe in 6 anni di uso. Il noleggio comprenderebbe una percorrenza fino a 15000 km

dolam
17-11-2014, 10:23
lucky OT (conviene comprare quel pacco batterie per l'accumulo, se ce le danno. euro 5800/24 fanno 241 euro al Kw , un vero affare) fine OT. quindi se paghi l'affitto scalano 5800 euro dal prezzo della macchina?

LuckyLukeJohn
17-11-2014, 10:54
Non penso che ce lo vendono, però potrei chiedere quanto costa come ricambio... Per la questione costo dell'auto, in quell'offerta sono a noleggio, per cui si dovrebbero pagare 80€ al mese extra. Invece se mi compro il pacco batterie, all'anticipo di 6900€ dego aggiungere 5800€ di batterie... Tu che dici?

AgenteB7
17-11-2014, 13:36
Seguiro anche io l'evolversi di questa discussione...
mi devo preparare perche da qui al 2015 dovrei sotituire la mia autovettura e l'intenzione sarebbe gia da oggi di passare ad un mezzo elettrico...
L'unico mio problema sarebbe l'autonomia.. percorro almeno 200 km al di..
Allo stato delle cose, l'unica mia scelta cadrebbe su una vettura ibrida.. non full elettric..:cry:
Confido che da qui a qualche anno, l'evoluzione in questo settore, porti oltre che ad una discesa dei prezzi, anche ad un aumento delle distanze percorribili...
Il mio sogno sarebbe una monoposto(visto che per lavoro viaggio sempre solo) con un buon grado di sicurezza ed autonomia.
LukyLJ confido nei tuoi futuri report!!

LuckyLukeJohn
17-11-2014, 18:09
Ed ecco un altro report, anzi due. Il primo è breve per cui lo liquido subito: Sono stato in concessionaria Volkswagen per chiedere info sulla nuova e-golf. Dapprima un giovane molto gentile mi ha detto che non la fanno ancora, quando gli ho risposto che sapevo anche il prezzo, 37000€, ha cercato in listino, mostrandomi che non è presente. Insomma il futuro è avanti in casa Volkswagen, ma non è qui... Mi ha detto che forse, chissà quando, in un futuro di cui ancora in Italia non si sa nulla... Quindi ha cercato di dirigere la mia attenzione verso la golf a metano... che per me è invece il passato... L'ho assecondato per non lasciarlo scontento, mentre pensavo: Sono appena salito su quella golf a metano esposta lì, mentre aspettavo che ti liberassi e mentre ero lì seduto ho pensato: Mamma mia, sono seduto nel passato e sono appena sceso dal futuro... Ero appena sceso dalla Leaf in prova per tutto il giorno, parcheggiata nello spazio antistante il concessionario... Ed eccoci al secondo report: Ho avuto tutto il giorno in prova la Leaf versione Visia. Riconfermo la prima impressione: Divertimento allo stato puro. Non so in secondi esatti, ma in termini di sensazioni basta contare fino a cinque per fare 0-160 kmh. Tutti in giro ti guardano incuriositi. Ci si muove in città come su una Jaguar, fra silenzio e accelerazione. In tutto ho fatto una sessantina di km, di cui una ventina in tangenziale ed una decina su strada extraurbana. Fino a 90-100 kmh i consumi restano bassi, forse si potrebbe arrivare anche a percorrerne 160-180 e magari in ecomode quasi 200, ma in superstrada lanciati come si deve crollano in modo impressionante, diciamo che potremmo andare benissimo sotto i 100 km di autonomia. Per il resto, Bluetooth, vivavoce, navigatore, retrocamera, chiamate in vivavoce, risposta complessiva del mezzo: 10 e lode. Solo la frenata appare un pelino lunga ma non mi ha mai tradito. Invece bisogna stare attenti un po' allo sterzo in accelerazione totale perché se mentre accelero brutalmente lo sterzo è un po' piegato lo devo tenere ben saldo nella direzione in cui voglio andare, insomma la coppia che si scarica sulle ruote è talmente potente che lo sterzo è pressato ad andare in una direzione o nell'altra. Ovviamente in rettilineo il problema non c'è... Riguardo l'autonomia oggi ho percorso circa 70 km, il computer di bordo mi dava un autonomia di altri trenta, però parlando con il venditore mi ha detto che probabilmente con la guida cittadina quei km sarebbero diventati anche 60-70, mentre se avessi proseguito la guida da " autostrada" sarebbero rimasti quelli. Il suo discorso di sta perché una volta finita la tangenziale l'indicazione dei km di autonomia invece di diminuire aumentava. Ora ho il numero di un signore che ce l'ha da un anno e proverò a contattarlo per chiedergli più notizie di prima mano. Al prossimo aggiornamento. P.S.: Accanto alla concessionaria Volkswagen c'era quella audi. Il venditore mi ha detto che loro erano andati in Germania dove avevano visto dal vero la e-tron, ma che per la commercializzazione in Italia era ancora lunga l'attesa. Ha concluso dicendomi: Ma quella almeno fisicamente esiste... anche se costa 40000€...
@agente B7: Si vocifera in rete che la prossima versione della Leaf dovrebbe avere un autonomia teorica di 300 o addirittura di 400 km, se solo fosse vero... Solo che non so ancora quando uscirà la nuova versione, devo vedere di informarmi un po'. P.P.S.: Devo fare un plauso al venditore Nissan: Si sta conquistando un cliente e attraverso i miei percorsi cittadino con la Leaf sta facendo una bella pubblicità gratuita all'auto! Il famoso gioco da cui si esce vincenti da tutte e due le parti... Post Post Post Scriptum: Alla fine il venditore ce l'ha fatta: Anticipo di 7450€ comprensivo di ipt,navigatore-retrocamera optional e vernice mettallizzata, 24 rate da 160€ e maxirata finale da 11900€ con medesimo valore della vettura nel caso la volessi rendere indietro! SI PUÒ FARE!!! Sono frenato solo dal dubbio che Nissan faccia poi qualche altra promozione migliore di questa... Consigli?

riccardo urciuoli
17-11-2014, 18:45
un consiglio è di respirare nonostante l'entusiasmo! A leggere il tuo post mi è mancata l'aria :spettacolo:

dolam
17-11-2014, 20:06
Lucky quindi sarebbero 7450 euro + 3840 di rate = 11290 + 11900 per un totale di 23190 euro ma qui bisogna poi aggiungere le 80 euro mensili per batterie? presumendo risposta affermativa, sarebbero 23190 +1920 per un costo biennale di 25.110€. Quindi , se la dai indietro, ti restituiranno 11,900 euro , che fanno 6605 euro di costo annuale, se invece la tieni 4 anni i costi salgono a 27030 - 7000 ( valore residuo stimato a 4 anni) ovvero 5000 annuali . Non è poco ma non spendi la benzina . Costi per l'energia: calcolando 16Kwh ogni 100km ( sulla Twizy a me è salito a 8kwh x100km) avremmo un costo ,se pagata, di 3,70€ , di 37€ x 1000 km, di 370€ per 10000 e 555€ per 15000km insomma c'è da respirare un po' prima del grande passo, credo che il vero affare sarebbe comprarla a 2 anni a 11900 euro.

LuckyLukeJohn
17-11-2014, 21:55
Concordo con te dolam, a 12000€ di due anni sarebbe un affarone. Intanto però sto facendo i calcoli di convenienza per me: considero circa 150€ di metano sull'auto di mia moglie al mese, quindi, volendo considerare il mese di ferie stiamo sui 1650€ all'anno di carburante. A questo si aggiungono 650€ di assicurazione e circam100€ di bollo. Inoltre, stando stretti stretti, almeno altri 150€ fra cambio olio, filtro olio e filtro aria e candele. Totale :2550€. Con la Leaf: 200€ l'anno di energia; 370€ circa di assicurazione annuale. Esenzione dal bollo per cinque anni. Nessun tagliando. Totale: 570€. Quindi avrei un risparmio netto di 2000€ l'anno. Se scarico l'auto come bene strumentale potrebbe valerne la pena, o no?

dolam
17-11-2014, 23:18
Si , scaricandola un certo recupero ce l'hai, non so quanto tu possa recupera ma sicuramente rientri ( questo lo devi valutare da te) ma se consumi 150 euro di metano fai anche tanti KM all'anno ? quanti ne fai? ti bastano quei 15000km previsti dall'affitto batterie? se ti bastano allora sei abbastanza dentro con le spese, non guadagni molto ma vai con una macchina decisamente più confortevole e sicura.

LuckyLukeJohn
18-11-2014, 05:58
Devo sentire il commercialista per vedere se si può fare e quanto recupero. Certo ci andrei a perdere sul discorso delle spese carburante rispetto alla mia attuale auto a metano, devo studiarmi un po' anche questa faccenda...

Riguardo ai km forse la coperta è troppo corta, siamo sui 2000 km al mese, intorno ai 22000 km annui. Ma se io mi tengo l'auto pagando la maxi rata finale, Nissan come fa a sapere se io percorro 1000 o 10000 km al mese...?

P.S.: ok ragazzi. Mi è sorto un bel dubbio: riguarda il potenziale inquinamento elettromagnetico all'interno della Leaf. Purtroppo preso dall'entusiasmo non ho usato il mio misuratore per vedere come stanno le cose per autista e passeggeri, magari soprattutto in forte accelerazione, quando scorrono 400 Volt in CC con alti amperaggi dentro ai cavi e dentro le batterie che sono tutte collocate sotto i piedi degli "abitanti" del veicolo e forse nel tunnel centrale posteriore.
Ora dovrò trovare il modo di chiedere al venditore di fare un altro giro. Consigli su una buona motivazione da proporgli?

Invece oltre alla C0, quali altre concessionarie potrei andare a trovare per testare altre auto full electric?

dolam
18-11-2014, 06:19
Lucky , Nissan lo sa perché un aggeggio da sostituire in garanzia capita sempre e se ti accade quando hai fatto 21000 km poi son dolori. A volte , come hanno fatto con me, ti mandanouna lettera che devono aggiornare il software e in realtà forse lo fanno anche e lì ti controllano tutto. Sarà casuale che me lo hanno fatto giusto il dodicesimo mese d'affitto? a pensar male si fa peccato ma qualche volta ci si indovina. Fatti bene i conti , la macchina è bella ma la tasca conta, specie di questi tempi e poi queste cose si comprano con gli sconti, la Twizy, da concessionario, l'ho pagata 4.800€ e la vendo a quel prezzo sempre. Poi come si dice , dove cè gusto non c'è perdenza.

sergio&teresa
18-11-2014, 06:33
Ma la C zero la fanno ancora? Secondo me c'è solo di seconda mano...

LuckyLukeJohn
18-11-2014, 08:25
Sul listino la C0 è presente ed ho appena prenotato un test drive via internet. Ti saprò dire presto. Anche se di listino sta 30000€...! La leaf me la danno a circa 20000... @ dolam: Allora riconsidero l'acquisto delle batterie, anche perché Nisssn dà cinque anni di garanzia o fino a 100000 km a seconda di ciò che si raggiunge prima. Considerando che l'attuale punto a metano di mia moglie in cinque anni ha percorso 91000 km cin in mezzo due gravidanze e relative maternità, penso che ipotizzare 25000 km annui sia realistico, anzi forse sottostimato dal momento che finirei con usare sempre quella tutte le volte che fosse disponibile. Insomma, mi sa che arriveremo più sui 30000 km annui che meno. Anche perché ricordo che sia tu, sia Riccardo in città e dintorni usate sempre il mezzo elettrico tutte le volte che vi è possibile o sbaglio...? ;)

riccardo urciuoli
18-11-2014, 10:23
eh certo, mica li abbiamo presi per testare l'autoscarica delle batterie :)

Prima o poi troverò il tempo per fare due conti sulla CO2 risparmiata, ma al momento Eli è la più utilizzata di casa come km cittadini.
L' Astra SW la batte come chilometraggio annuale solo perchè ci contro-emigro al Sud...

LuckyLukeJohn
18-11-2014, 11:12
Quando contro-emigri al sud, se arrivi da queste parti, fammi un fischio....;)

dolam
18-11-2014, 11:30
Riccardo l'invito vale anche per Pescara, a Lucky vorrei fare questa riflessione, con quella percorrenza il risparmio ce l'hai e tanto , calcola però che avresti 4000Kwh di consumo ( 4500 perché poi ti viene voglia di "schiacciare") quindi il tuo nuovo impianto ad isola ci starebbe tutto, fallo da 7-8kwp a questo punto, avrai da immagazzinare parecchio in inverno per non prelevare da rete, Dallo scorso anno la mia twizzetta ha percorso quasi 10000km, consumando 1200 kwh di energia ( esclusivamente pulita, e poi si chiedono ancora a che serve sovradimensionare l'impianto) , per le batterie non so cosa consigliarti. Cinque anni di garanzia sono utili ma l'assicurazione ti sale parecchio, quanto costa l'affitto per 25000Km ? con 15000km/ 80euro mensili a 5 anni sei a 4800 ( conviene l'affitto) , con 25000Km ???

LuckyLukeJohn
18-11-2014, 13:35
Piccolo importante report di aggiornamento sulla Leaf: ho parlato per telefono con un signore che ha comprato qui a Lecce la Leaf Visia un anno e mezzo fa e mi ha detto che andando con il piede tranquillo tipo ecomode o con l'ecomode inserito ma senza superare i 90-100 kmh lui arriva sui 170-180 km reali.

Dal mio giro di prova devo dire che è vero, nel senso che il pronostico del computer di bordo era coerente mantenendosi su altri 80-90 km di autonomia con 50-60 già percorsi, mentre dopo metà tangenziale fatta in fretta per esiguità di tempo, il pronostico è bruscamente passato a 30 km...!

Gli ho parlato della sensazione rispetto al tipo di frenata della Leaf e lui, da buon laureato in fisica, mi ha spiegato che dipende dalla frenata rigenerativa.

Abbiamo poi parlato della qualità dell'auto e lui mi ha schiettamente detto che la sua si è mantenuta sostanzialmente identica a quando l'ha comprata. Insomma ne è contentissimo.

Gli ho chiesto se avesse un difetto, mi ha risposto nessuno, ma che gli sarebbe piaciuto avere un cento-duecento km in più di autonomia. Poi ha aggiunto che con il senno di poi avrebbe preso la versione Acenta, perché il sistema carwings che permette dallo smartphone di avviare o fermare la ricarica, di avviare o fermare la climatizzazione per trovare l'auto calda o fresca alla partenza e per aver info sullo stato di carica delle batterie gli sarebbe stato utile.

Gli ho chiesto infine cosa farà allo scadere dei due anni. Mi ha detto che ancora non lo sa, forse la darà indietro per avere il nuovo modello o forse la terrà.
Alla fine gli ho fatto la proposta indecente, quella per cui giocando nel modo giusto si esce vincitori in tre: aggiungo io 1000€ alla valutazione garantita Nissan e gliela compro io fra sei mesi. Stupito e sorridendo ha detto che se avesse deciso di renderla a lui sarebbe andata bene la mia proposta. In questo modo lui è contento perché ci guadagna subito 1000€ in più di quanto non gli darebbe Nissan e magari si prende il nuovo modello con 300 km di autonomia, io perché risparmio 8000€ rispetto al nuovo, Nissan perché senza riprendersi un usato, vende direttamente una Leaf nuova e magari pure in versione Acenta.

A proposito qualcuno di voi sa quando uscirà la nuova versione della Leaf?

@dolam: considera che ai 5,76 Kwp potrei arrivare ad aggiungerne altri 6, per cui un 12 Kwp dovrebbe essere davvero sufficiente.

Riguardo le batterie sono molto incerto, ma per il momento sono aperto ad entrambe le ipotesi.
Non ti nego però che ho fatto questa considerazione: 5800€ frazionate in un prestito a 7 anni, più o meno compresi interessi dovrebbero portare ad una rata di 79€ al mese.
Però alla fine dei sette anni le batterie sono mie e se le devo sostituire il pacco che ho lo posso riciclare per un uso stazionario con un mio FV, mentre a noleggio, alla fine sempre di Nissan sono, che certamente se le riprenderà in modo da costringermi a sostituirle con un pacco nuovo...

Allego link dell'auto in cima alla mia top ten: http://it.m.wikipedia.org/wiki/Nissan_Leaf

dolam
18-11-2014, 16:04
Lucky dopo sette anni le batterie sono tue ma stanno dentro l'auto che difficilmente venderesti senza , per questo è bene pensarci.
Invece la proposta che hai fatto a quel signore mi sembra molto sensata a 13000 euro è un ottimo affare, specie se l'auto è garantita 100.000km, se non al prendi usata e quel signore ti chiamasse fammi sapere per me come soluzione sarebbe il top-

LuckyLukeJohn
18-11-2014, 17:09
Ok. Ci terremo aggiornati. Comunque è molto probabile che la prenda io se quel signore la vende. Di certo in tal caso mi toccheranno le batterie a noleggio perché lui le ha prese con quelle condizioni. Anche se per legge io dovrei aver diritto ad acquistare anche quelle insieme al mezzo dalla Nissan, mi spiego: io compro l'auto direttamente dall'attuale proprietario, quindi da un privato, ma non è che contestualmente firmo un contratto di noleggio con Nissan, o almeno così credo. Quindi anche io dovrei poter scegliere se avere le batterie a noleggio o acquistarle deprezzate da Nissan. Devo sentire il mio avvocato, ma probabilmente dovrei avere il contratto in mano per avere certezze. Di certo se un pacco batterie come quello non ha dato problemi per due anni, con buona probabilità non ne sarà in seguito, quindi l'acquisto a prezzo magari dimezzato sarebbe la migliore opzione. Riguardo al fatto che le batterie sono dentro l'auto il progetto sarebbe che quando l'autonomia si riduce ad un livello inutilizzabile, compro un altro pacco batterie come ricambio per quell'auto e il pacco vecchio lo uso come accumulo per FV o per microeolico ad asse verticale... Comunque considera che ti sto scrivendo da un iPhone 3 gs di almeno 6 anni fa. Certo la batteria al litio non dura più come quando era nuovo, ma nonostante ciò è ancora fruibilissima. Chiaramente la devo mettere sotto carica ogni sera e se uso l'iPhone molto durante il giorno a sera non ci arriva, ma l'idea di cambiare l'iPhone è legata al fatto che è caduto molte volte per terra, lo chassis si è rotto, mio figlio ha infilato nel buco dell'auricolare una pallina di non so cosa, spesso se ne va in ripristino e mi pare che i miei interlocutori non mi sentano bene, ma se fosse solo per la batteria lo terrei almeno altri 6 anni. Ora ad esempio ha ancora una carica dell'81% da stamattina. Insomma... Anzi anche il proprietario della Leaf mi ha detto che l'autonomia non è diminuita per niente e che è perfino aumentata rispetto all'inizio... l'autonomia della Leaf intendo eh...;)

dolam
18-11-2014, 19:51
Lucky per l'autonomia ti confermo che non scende ed a conti fatti se pensiamo a quanta poca energia elettrica consumano nel loro ciclo di vita non mi meraviglierei se durassero molto più della stessa auto. La mia twizy non è scesa per nulla nella percorrenza e se prima stavo attento con le ricariche ora non la controllo per niente, la ricarico come capita appena ho un saldo positivo del FV, del resto è scritto così sul libretto d'uso. Per quanto riguarda l'affitto per quelle sue la regola è che quando non si paga l'auto deve essere riportata in concessionaria, dove rimane ferma fino al ripristino di un contratto di affitto batterie, qualcuno ha fatto causa per questo motivo alla Renault e credo che l'abbiano sia persa che vinta, nel senso che come al solito un giudice ha dato ragione a Renault ed un'altro al proprietario dell'auto, ( è la giustizia italiana del doppio peso e doppia misura). Certo la tua avrebbe ben 24Kwh di "magazzino" una bella cosa da tenere in casa. ribadisco che a 13000 euro fai un grande affare, aspetterei il tizio.

LuckyLukeJohn
18-11-2014, 20:40
Allora, piccola precisazione: la maxi rata finale da pagare è di 10908€, quindi io sarei disposto a dare al caro proprietario attuale della Leaf esattamente 11908€, sobbarcandomi però il passaggio di proprietà, per cui supero di certo i 12000€ ma non arriverò mai ai 13000 di cui hai accennato Dolam.Per l'autonomia la penso come te, infatti mi dispiacerebbe molto dover pagare il noleggio delle batterie perché alla fine vorrei tenermele. E poi è anche una questione psicologica: se le batterie non sono mie, la macchina non la sento del tutto mia. È un po' come dire che alla Nissan gli girano le scatole perché mi dimentico di pagarle un mese di noleggio, mi toglie l'auto. Hmmm... Avrò una mentalità antica sotto questo punto di vista, ma se una cosa è mia, è mia e basta!Comunque ti volevo dire che su auto scout ho trovato una Leaf a Perugia a 15000 euro circa, addirittura del 2014, con sopra 15000-19000 km. Tu sei più vicino, potresti provare a sentire.Invece dalle mie parti ( mie parti si fa per dire: Foggia ) ho trovato una Acenta a 17400€ con sopra meno di 5000 km. Solo che questo autosalone è un po' particolare: vuole che gliela compro facendo un finanziamento di almeno 12000€ in almeno 60 rate con TAEG 9,68 %, altrimenti mi costa 600€ in più. Poi ci devo aggiungere il passaggio di proprietà e forse è qualcosa d'altro, per cui alla fine mi viene a costa 18000€ se a rate come sopra, 18600€ se in contanti. Batterie sempre a noleggio. Però almeno mi fanno la consegna gratuita a casa. Il colore è blu, quindi non mi dispiace, il problema è che non posso avere le batterie di mia proprietà e che alla fine prendo un usato risparmiando 1000-1500€ rispetto al nuovo versione Visia, e certo risparmiando altri 3000€ rispetto alla versione Acenta... Mi sa che aspetto e vedo se il signore suddetto o qualcun altro al momento della fine dei 24 mesi me la vende incassando pure 1000€ rispetto a quanto dovrebbe dare alla concessionaria.

dolam
18-11-2014, 20:54
Vedi che bisogna aspettare un po', sull'usato si può andar tranquilli i motori elettrici non danno fregature e la Nissan è una marca molto seria, penso che a Perugia una telefonata la faccio , se prendono la mia RAV4 (64000km) chissà che non ci si possa accordare, non mi dispiacerebbe, i miei km cittadini diventerebbero una gioia ( bisogna vedere che dice mia moglie, è la sua!!).

LuckyLukeJohn
18-11-2014, 21:29
Da quanto ho capito è un privato che la vende. Sono d'accordo con te, anche in questo caso, chi va piano va sano e va lontano...;)

sergio&teresa
19-11-2014, 00:08
LLJ, credo che con l'acquisto dell'auto di seconda mano il contratto di noleggio passi a te come nuovo fruitore delle batterie. In pratica ti prendi la moglie e la suocera ;)

LuckyLukeJohn
19-11-2014, 13:16
Mi sa anche a me. Ma ciò che io rivendico è la stessa possibilità che è stata data al primo acquirente e cioè di poter scegliere se avere le batterie a noleggio o di proprietà. Non sarebbe giusto da un punto di vista del diritto? In fondo a te casa madre cosa cambia? Se hai dato questa possibilità due anni prima, perché non darla di nuovo successivamente?
Aggiornamenti: ho trovato una Leaf usata dal concessionario con 4500 km, addirittura del 2014. La versione è l'Acenta. A listino sta 27900€. Togliendo i 5600€ di incentivi statali il prezzo nuova sarebbe 23300. La propongono a 18600€, quindi con un risparmio di 4700€. Noleggio batterie a parte. La cosa singolare è che propongono anche un finanziamento che se abbinato all'acquisto dell'auto comprende uno sconto di 600 euro sul valore dell'auto che così diviene di 18000€. Solo che il finanziamento deve essere minimo di 12000€ e minimo in 60 rate ( massimo in 84 ) con un TAEG che varia da 8,80 al 9,05, a seconda della durata, cioè più dura e più scende il TAEG. A me pare ci sia sotto una qualche fregatura, nel senso, su 12000€, quanto andrò a pagare alla fine di interessi? Ora mi faccio due conti. Non mi converrebbe di più farmi un finanziamento in banca o da findomestic piuttosto che agos ad un TAEG del 6-7%?

Carlo A
22-11-2014, 14:24
Ma ciò che io rivendico è la stessa possibilità che è stata data al primo acquirente e cioè di poter scegliere se avere le batterie a noleggio o di proprietà. Non sarebbe giusto da un punto di vista del diritto? In fondo a te casa madre cosa cambia?

Cambia perchè le batterie usate hanno un discreto valore non per l'automotive ma per altre applicazioni.

LuckyLukeJohn
22-11-2014, 22:04
Certo, lo comprendo bene. Infatti io non chiedo a a Nissan di regalarmele, ma di farmele pagare quanto valgono dopo due o tot anni di utilizzo, ad es.: 5800€ è il valore del nuovo. La casa madre chiede 948€ all'anno di noleggio. Bene, se me le vendi al terzo anno me le farai pagare 5800€ meno le due annualità di noleggio, quindi circa 3000€, ma anche 3500€. Inoltre mi voglio informare su un particolare: se compro la Leaf con batterie di mia proprietà e dopo 5 anni si rompono o le prestazioni decadono eccessivamente ed io le volessi sostituire, quanto mi costerebbe il pezzo di ricambio?

MIKY6666
27-11-2014, 11:04
Buongiorno, innanzitutto voglio ringraziare ancora LLJ, Dolam ed il resto del forum per i consigli che l'anno scorso mi avete dato in merito all'acquisto del mio impianto fotovoltaico (vedi firma). Direi che sono contentissimo, con produzione primo anno di 3480KW. Poi per venire alla discussione vorrei aggiungere alcuni dettagli. Colto dal mio solito entusiasmo dopo la lettura di questo post, mi sono recato in un concessionario Nissan vicino a casa mia dove ho trovato un venditore molto preparato che mi ha illustrato molto bene (credo) la Leaf, con la quale ho fatto un piccolo giretto intorno al capannone. Che dire..... eccezzionale. Il concessionario ha a disposizione un Leaf Tekna a chilometri zero full optional. Il ragazzo mi diceva che il prezzo di listino era di 32000 euro, ma che tra incentivi e sconto poteva darmela x 23.900. Il dettaglio che volevo segnalare era riferito alla differenza tra l'acquisto e il noleggio delle batterie (acquisto non previsto nel caso specifico di questa vettura) dicendomi che nel caso di acquisto si ha a disposizione, in caso di esaurimento delle batterie o di guasto al motore, il recupero gratuito della vettura per tre volte il primo anno, per 1 il secondo anno e nessuno x il terzo. Nel caso di noleggio invece recupero della vettura per un numero illimitato di volte!! Non sò se è un vantaggio da poco vista la limitata autonomia dell'auto. Aggiungo, senza dilungarmi su cose già dette, l'offerta che mi è stata proposta che consiste in un anticipo di 8000 euro e 4 anni a 200 euro mese escluso noleggio, che si aggirerebbe sui 100 euro/mese con una percorrenza prevista di 20000 Km. Che dite? Grazie ciaoooo.

P.S. Riccardo scusa la punteggiatura (e tutto il resto) ma ho la terza media.:cry:

dolam
27-11-2014, 11:36
MIKY6666 sono felice che il tuo impianto vada bene ma se vuoi prendere la leaf per utilizzare il tuo FV , la produzione è un po' poca, mi spiego meglio, con la Nissan leaf se fai 20000 km annui consumerai attorno ai 2/3000 kwh annui, ed assorbiresti gran parte della tua produzione per l'auto anche utilizzi lo SSP. Quindi ottima la vettura ma per l'impianto dovresti prevedere un upgrade. Complimenti per entrambe le scelte

MIKY6666
27-11-2014, 13:19
Il tuo ragionamento non fà una piega, (come sempre), pensavo in effetti ad un altro impianto magari ad isola per il prossimo anno, ma o spendo i soldi per la macchina o per l'impianto, ed avendo due auto vecchiotte mi piacerebbe sostituirne una. Inoltre pensando che comunque non supero il 50% di autoconsumo( forse meno), tutti i kw che trasferivo sull'auto anche se pochi sarebbero un risparmio. Sbaglio qualc'osa? Io Faccio i turni percui 4 mattine su cinque l'auto potrebbe ricaricarsi a casa, almeno parzialmente contando che non sempre la si ricarica da zero.

P.s. Il venditore dice che con 2,8 euro si percorrono 100 km.

dolam
27-11-2014, 15:53
Miky i turni ti aiuteranno a caricare durante la produzione ma la leaf ha 24kwh di batteria occorre un po' di tempo anche se non parti da 0. Per i consumi il venditore è un po' ottimista 3,5/4 forse è il minimo e comunque dipende dallo stile di guida. Se tu trovassi una seminuova abbatti i costi iniziali e aumenti la rivendibilitá, la macchina difficilmente si romperà prima di 100.000km le Nissan sono ottime ed affidabili, cerca. A 12000/13000 cambia molto l ammortamento

MIKY6666
27-11-2014, 16:32
Giustissimo, grazie del consiglio. Quasi quasi faccio prima un altro impiantino da 3kw, e tengo duro con le due "carrette" a benza.

LuckyLukeJohn
27-11-2014, 16:56
CiaO Miky e benvenuto in questa discussione. Da un punto di vista dell'attuale stato della tecnologia e della legislazione ti consiglierei di sostituire l'auto e poi in un futuro di ampliare il tuo fv. Questo perché la Leaf è davvero lo stato dell'arte e per i prossimi tre cinque anni vedremo solo aumentare l'autonomia, mentre se ti è sufficiente quella della Leaf attuale... non ha senso aspettare. Invece le cose si stanno muovendo nel settore del fv con accumulo, per cui fra un paio d'anni o poco più potrai aumentare la potenza del tuo impianto portandolo magari a 6 kwp ed aggiungendo semplicemente 3 kwp di pannelli ( che nel frattempo saranno divenuti più piccoli e meno costosi) ed un inverter ( magari sma o power one) con un accumulo di capacità scelta da te. Venendo all'offerta, la tekna a km zero a 23900 mi pare un buon prezzo. Tuttavia sono convinto che potresti tirare almeno di quei 900€ per fare cifra ronda. Dal piano di pagamento non si evince il taeg del finanziamento e cosa succede dopo i quattro anni, perché da 23900€, se togliamo 8000+9400, restano fuori sempre 6300€ ( e questo nel caso inverosimile in cui ti facciano un tasso zero come finanziamento). Riguardo alla ricarica, se la tekna che ti danno è full optional, deve essere dotata di cavo di ricarica rapida, che con un allaccio da 6 kwp consente di ricarica al 100% la vettura in 4 ore, quindi quando farai l'upgrade dell'impianto potresti perfino stare in autoconsumo, certamente in giornate di sole e sfruttando l'accumulo... Inoltre, riguardo all'autonomia, la tekna come l'acenta ha una presa in corrente continua che consente la ricarica rapida dalle colonnine, per cui in 1/2 ora consente una ricarica dell'ottanta per cento. Ora ciò è vero con colonnine da 50 kW. Siccome pero in Italia ce ne sono solo da 25-20 kwp, in realtà ci vuole da un un'ora ad un'ora e mezza. Per la diffusione di queste colonnine in Italia andate a curiosare nel sito eneldrive.it La tekna full optional è davvero lo stato dell'arte delle auto elettriche in questa fascia di prezzo!!! Ha tutto ciò che di possa desiderare. Tlelecamere da tutti i lati per una visione dall'alto di qualunque ostacolo, riscaldamento con pompa di calore, cerchi in lega da 17 pollici con monitoraggio della pressione degli penumatici, impianto stereo Bose a basso assorbimento, e chi più ne ricorda più ne metta. Non si trova facilmente sul mercato dell'usato. Premesso ciò, sono d'accordo con Dolam, una leaf visia di un paio d'anni o poco più si riesce a trovare sui 12-13000€. È chiaro che non ha tutti gli accessori suddetti e tanti altri, ma se tenuta bene, sarà come nuova, almeno così mi ha assicurato un proprietario di una Leaf che ce l'ha da quasi un paio d'anni. Lui però rimpiange il carwings e il clima con pdc, insomma poche cose, ma le rimpiange... Ah dimenticavo: Dolam! Aggiornaci sulla tua trattativa di acquisto per quella Leaf usata! ;) Io da questa parte invece posso dirti che ho evitato ciò che mi è parso un bel bidone per non dire una truffa: Trovo un annuncio per una leaf usata a 8400€. Anche se a Bergamo a quel prezzo me ne frego e scrivo per avere info. Mi risponde dandomi un numero di telefono fisso della Scozia e spiegandomi che la vende perché si è dovuto trasferire lì ma che è scomodo guidare a sinistra avendo la guida a sinistra. Fin qui la storia regge. Chiamo un tal signor Colussi ( ho variato due lettere del cognome per privacy ). Mi risponde in Italiano un signore che però parla come un marocchino che ha imparato così così l'italiano. Gli chiedo info. Mi dice che l'auto è in Scozia ma verrebbe portata al mio indirizzo da una ditta specializzata. Chiedo quanti km ha l'auto. Tarda a rispondermi. Chiedo quando è stata immatricolata. Tergiversa. Mi dice che c'è scritto tutto nell'annuncio. Gli dico di no. Mi chiede di dirgli il nome dell'annuncio e come è scritto il nome dell'auto. Mi insospettisco. Gli faccio lo spelling prima in italiano e poi in inglese. Alfine, dopo la mia ennesima richiesta mi dice che l'auto è del dicembre 2012 e ha 55000 km. Gli chiedo le modalità di pagamento. Mi dice metà al momento della spedizione dell'auto e metà al passaggio di proprietà. Mi è tutto chiaro. Lo saluto e mi congedo dicendogli che ci avrei pensato e che l'avrei eventualmente richiamato. Cerca di trattenermi al telefono, lo saluto. A naso è una truffa. Nella peggiore delle ipotesi è davvero qualcuno così disorientato da non saper neppure spiegare la situazione, ma ne subito. Quindi... occhio alle truffe quando vi muovete nel mercato dell'usato!

dolam
27-11-2014, 16:58
Un avviso per te (miky) e un consiglio ( mia autocritica), ne avevo una biennale sottomano ho tirato troppo sul prezzo ( facevo finta di non muovermi da 9000, ma sarei salito fino a 10000) e m'è scappata di mano, venduta a 11.000, sempre un ottimo prezzo per chi l'ha presa, sappiti regolare. ( modello meno accessoriato), avevo già scritto quando leggo Lucky , la mia era reale e l'ho vista (bianca, ma le fanno tutte bianche?) i km 19.000 , bellissima auto sono stato sciocco nella trattativa, andava chiusa alla sua ultima richiesta.

MIKY6666
27-11-2014, 18:36
Ciao, grazie e piano che non capisco più niente. Allora ho trovato il prospetto che dice TAN 7,116 e TAEG 7,70 TEG 7,70. Quindi rimangono 9720 euro di maxirata comunque rateizzabile. Giustamente bisogna che mi orienti più sul mercato dell'usato anche perchè a detta del venditore le auto elettriche non avendo vibrazioni, si "mantengono" in forma più a lungo rispetto alle auto tradizionali. Comunque secondo voi se gli facessi una controproposta tipo 7000 euro subito, 150 x 5 anni ed il ritiro della Matiz di mia moglie (9 anni di dura vita.... la Matiz non la moglie.... lei moooolti di più, visto che stà con me da 20), anche se me la valutasse 1000 euro, cambierebbe la situazione, riguardo la convenienza dell'acquisto? Grazie.

dolam
27-11-2014, 18:47
MIKY ognuno deve fare i conti con la propria tasca ma decisamente la possibilità del seminuovo non va scartata, la inseguirei per risparmiare
la mia twizy l'ho pagata molto meno con un solo anno di vita e due i garanzia residua, e non sono il solo ad averlo fatto, oggi a quello stesso prezzo avrei più di un compratore, ergo l'ho usata a costo "zero". Qui la svalutazione massima si ha sul nuovo, l'usato buono tiene perché è "elettrica", mercato di nicchia ma c'è.

MIKY6666
28-11-2014, 16:14
Ok, grazie ragazzi, ottime considerazioni. Ci si legge.

LuckyLukeJohn
28-11-2014, 23:40
A me piacerebbe una Leaf di un paio d'anni o poco più a 11-13000€ ma con le batterie di proprietà. Lo so, è come chiedere la luna, ma chi non punta in alto si dovrà accontentare di poco o di nulla. Probabilmente alla fine o prenderò un buon usato ma con le batterie a noleggio oppure un nuovo in versione visia ma con le batterie di mia proprietà. Come dire? Faccio il sacrificio, ma oltre la rata del prestito non voglio pagare null'altro o quasi. Seguendo questa seconda opzione l'auto si ripagherebbe da sola in circa 10 anni. Sono tanti, ma se prendi una qualunque auto a combustione interna, non si ripagherà mai da sola, per quanto il suo cilo di vita possa essere lungo...

dolam
29-11-2014, 06:53
Lucky il discorso economico è valido ma dieci anni sono tanti e se ho capito bene vorresti fare 20/25000 km annui. Quelle batterie allo stato attuale non potrebbero resistere tanto (40.000kwh di consumi), penso che 200.000km siano tanti anche per il motore che, inevitabilmente avrebbe bisogno di manutenzione straordinaria. Le spese di riparazioni "elettriche/elettroniche" potrebbero vanificare l'investimento e il costo delle batterie potrebbe essere raddoppiato. Il mio ragionamento è: la compro a prezzo basso, pago l'affitto due anni, la vendo più o meno stesso prezzo e mi resta un costo di ammortamento di un'auto normale, da li non si esce sono regole imposte dal mercato. Il risparmio sarà sull'energia che riesco ad autoprodurre, anche se ha un costo pur'essa e sull'ambiente, non è poco neanche quello. Purtroppo l'auto elettrica è ancora molto cara, una volta si diceva che sarebbe costata poco perché meno complessa, invece la necessaria gestione elettronica ( altrimenti farebbe pochi km) le batterie e i motori di una certa potenza hanno portato il prezzo a livelli superiori all'endotermico. Rimane la soddisfazione di viaggiare nel silenzio ( per la Twizy questo non vale, è rumorosa) e non vedere fumi allo scarico. Se pensiamo di risparmiare, quello è poco e rischia di azzerarsi se sbagliamo investimento. Questo come ragionamento generale, poi ognuno lo adegua alla sue reali esigenze e disponibilità economiche. Riacquisterei la twizy con un investimento "modesto" e per motivi d'età ( mio figlio ) e per la sua alta rivendibilità ma sono cosciente che non ho risparmio, solo maggiore funzionalità e sicurezza nella mobilità "famigliare" e i costi restano contenuti a quelli di una moto perché attingo energia da FV, altrimenti anche quella avrebbe un suo costo diciamo altre 300 euro l'anno. Alla fine di questo ragionamento c'è poi la voglia di ognuno di vivere come meglio credo e lì i conti non servono più, mi piace: lo faccio!

LuckyLukeJohn
29-11-2014, 18:33
La tua scuola di pensiero non fa una piega, l'unica cosa che vorrei in più è di avere una Leaf con batterie di proprietà e non a noleggio. Ne ho trovata solo una a Roma ma ne volevano oltre 20000€, insomma come dire... il prezzo del nuovo...

LuckyLukeJohn
18-12-2014, 22:43
Piccolo aggiornamento: mi sono studiato il manuale di istruzioni della Leaf, interessante. Ancor più interessante il fatto che nel 2015 uscirà il nuovo modello con 250 km di autonomia e nel 2017 quello successivo con 300 km. Ecco l'articolo in cui si parla della nuova Leaf 2015: Nissan Leaf 2015: prezzo e caratteristiche (http://it.blastingnews.com/motori/2014/07/nissan-leaf-2015-prezzo-e-caratteristiche-00115401.html)

Devo aggiungere che a me 200 km di autonomia (180 reali ) sono più che sufficienti per l'uso cittadino che devo farne, essendo nel mio caso una seconda auto, però è chiaro che più sono e meglio è per dirla alla Catalano...
Invece mi è balenata in mente l'idea di aspettare l'uscita del modello 2015 per vedere se ci sono dei ribassi per il modello attuale o se un attuale proprietario della Leaf non decide di cambiare per il nuovo...
Comunque ciò che più mi scoccia è quest'area di incertezza sulle batterie, nel senso che il rivenditore della concessionaria ha detto che non si sa ancora Nissan cosa vuol fare delle batterie dopo un certo numero di anni di noleggio, se lasciarle al proprietario, se sostituirgliele con nuove o...
Ah, invece è ottima la garanzia sia nel caso si resti a terra con le batterie ( traino gratuito fino a casa o officina ) sia per le batterie ( che siano a noleggio o di proprietà ): sostituzione a costo zero nel caso la loro autonomia si riduca di oltre il 20% nei primi tre anni.

Suggerimenti riguardo l'acquisto?

Carlo A
19-12-2014, 20:20
Non è molto preciso quell'articolo. Comunque il modello 2015 dovrebbe avere la ricarica AC 6 kW di serie, adesso è opzionale.

LuckyLukeJohn
20-12-2014, 06:09
Ciao Carlo. Benvenuto su questa discussione. Hai altri articoli più validi di cui potresti inserire il link? Magari anche sul modello che uscirà nel 2017?

beppe70
20-12-2014, 12:10
Lucky ciao...ma sei d' appertutto te!
Da ignorante in materia....ma ti conviene spendere sta barcata di soldi in un auto che dopo 180km si ferma??
E con quello che sara' la manutenzione ....mah....secondo me i tempi non sono maturi per acquisti simili li trovo soldi buttati all aria...
Poi come seconda macchina....
Perche' invece , se vuoi fare del bene anche all ambiente , non ti butti sulla ibrida opel a metano?
Sono andato a vederla molto bella ha il serbatoio della benzina piccolo per emergenza e tutto il resto per il metano e percorre circa 600km con un pieno di metano..e costa sui 20000 euro...monovolume molto bello...

dolam
20-12-2014, 12:50
beppe70 di quale macchina della opel parli che percorre 600km a metano?

tonini_mingoni
20-12-2014, 14:19
380, 450 che dipendono dallo stile di guida....Beppe una vettura elettrica ad oggi é da intendersi come seconda macchina....CiaoFox

riccardo urciuoli
20-12-2014, 16:10
beppe però non puoi venire a fare pubblicità alle "sporche" ibride in questa sezione! TI LINCIAMO! :devilred:

beppe70
20-12-2014, 18:56
beppe70 di quale macchina della opel parli che percorre 600km a metano?

Con la Zafira Tourer 1.6 ecoM Turbo metano, Opel offre la nuova monovolume compatta anche con una propulsione alternativa ecologica e assai efficiente. Il potente motore turbo eroga 110 kW/150 cv e consuma solo 4,7 kg di metano per 100 km, mentre le emissioni di CO2 equivalgono a 129 g/km. Grazie al nuovo sistema di serbatoi leggeri in materiale composito con fibra di carbonio è stato possibile aumentare la capacità a 25 kg rispetto ai 21 precedenti. Inoltre, per effetto dell’ottimizzazione del sistema di trazione e della maggiore capacità, i tecnici Opel sono stati in grado di aumentare di circa il 25% l’autonomia a metano rispetto al modello precedente, portandola a 530 km. Il serbatoio per la benzina da 14 litri aumenta il raggio d’azione di altri 150 chilometri, nel caso ci si trovasse lontani da una delle oltre 800 stazioni di rifornimento di metano presenti in Italia.

Mario di Roma
20-12-2014, 19:10
sta per uscire la Golf GTE, quella sembra veramente interessante...
http://www.autoblog.it/post/383668/nuovi-video-su-volkswagen-golf-gte

comunque non ci giurerei che le auto a metano siano il passato, secondo me con tutto lo shale gas che stanno trovando gli americani potrebbero invece essere loro il futuro prossimo...per la cronaca la Marina Militare vuole ordnare le sue future navi da guerra e da rifornimento con propulsione bifuel, gasolio o gas naturale...e prevede nel 2035 di consumare globalmente per un terzo di gasolio, un terzo di biofuel e un terzo di gas naturale...

http://i.imgur.com/pMbi49A.jpg

LuckyLukeJohn
21-12-2014, 08:10
Caro Beppe, caro Mario, ma avete mai guidato la Leaf? Se lo aveste fatto vi sareste resi conto che state parlando della preistoria dei mezzi di trasporto su ruote!
Ragazzi, noi siamo ancora fermi alla prima invenzione dell'auto a combustione interna di oltre un secolo fa! La tecnologia ha fatto più che passi salti da gigante in tutti i settori tranne in quello degli spostamenti.
Ripeto, quando mi sono seduto nella nuova golf a metano in concessionaria, essendo appena sceso dalla Leaf parcheggiata fuori, mi sono detto: mamma mia! Sono sceso dal futuro e sono rientrato nel passato!!! Non c'è sensazione più netta quando lo scarto è a così breve distanza temporale e spaziale!

Venendo alla zafira, io sono un non proprio contento proprietario di una zafira a metano, il modello precedente alla zafira Tourer. Allora, a 100000 km ho dovuto sostituire due iniettori su quattro per la modifica spesa di 500€, sempre da solo si è rotto il meccanismo dell'alzacristalli posteriore, sarebbero stati altri 3-400€ se lo avessi sostituito in concessionaria ( così come gli iniettori sarebbero stati una spesa di almeno 1000€ se li avessi sostituiti in concessionaria ), ogni cambio di candele costa oltre 100€ di soli pezzi di ricambio, ma soprattutto non fa più di 300 km con un pieno di metano ed è lenta come una lumaca.
Ora già da tempo avevo studiato bene il nuovo modello pensando ad una sostituzione, per cui posso dire con certi studi fatto sul sito metanoauto che la nuova zafira detta Tourer, si discosta dalla mia per un motore turbocompresso da 150 CV invece di 94 e questa è una bella differenza, ma a 530'km non ci arriva neppure se tiri fuori la gamba dallo sportello e pedali come i flintstones... ;) In media arriva sui 400, ammenocché non ti metti in autostrada di notte e fai tutto il tragitto con il cruise control settato su 90 kmh, allora forse arrivi a 500, ammesso di non trovare mai salite e di non dover mai frenare e riaccelerare...
E con la scorta di benzina se si arriva a 100 km di autonomia è tanto, ma 14 litri di benzina per 100 km sono la media di un carro armato, quindi se non per reali situazioni di emergenza sarebbero proprio da non considerare, altrimenti per fare quei cento km in più a benzina vanifico il risparmio ottenuto facendo i 400 km a metano.

In conclusione, pur essendo un auto a sette posti molto pratica e comoda, tuttavia l'autonomia reale per un viaggio è di 400 km al massimo, soprattutto se viaggiamo con il cruise control settato a velocità autostradale. Ma in conclusione non c'entra niente con un auto elettrica, ma proprio nulla e lo dice un proprietario di due auto a metano di marche diverse.

@ Mario: il metano è il presente di transizione, ma il prossimo futuro sarà conteso fra l'elettrico puro e l'idrogeno. Se nel 2017 esce la nuova Leaf con 300 km di autonomia, potremmo stimare che nel 2020 avremo auto elettriche con 500 km di autonomia ed una ricarica rapida di 15-20 minuti, insomma il tempo di fermarsi in autogrill per andare in bagno, fare colazione e sgranchirsi le gambe e fare Lecce-Milano in giornata. Altro che metano, ogni autogrill potrebbe avere le colonnine di ricarica da un mese dopo la richiesta all'enel, mentre per avere il metano ci vogliono anni e spesso non è possibile perché il metanodotto non passa abbastanza vicino...

Ragazzi, mi fa piacere questo vostro entusiasmo per le auto a metano, d'altronde sono stata la mia scelta ecologica-economica di cinque sei anni fa, ma appunto sono passati sei anni ed ora per me sono il passato, bisogna guardare al futuro ed alla possibilità di autoprodursi il carburante per la mobilità, perché questo è l'unico vero sistema per non inquinare e per arrivare ad un bilancio neutro fra entrate ed uscite con un impianto FV ben dimensionato sia grazie allo ssp sia grazie agli accumulatori, che da qui a cinque anni saranno alla portata di tutti e parlo di tecnologia al litio, la stessa della LEAF!!!

dolam
21-12-2014, 09:41
Effettivamente pensare ad auto a metano che percorrano 600 km è un po' difficile, LuckyLackyJohn ha un grande entusiasmo, almeno pari al mio, per l'elettrico ma credo, Lucky , che dovremo aspettare ancora perché c'è le "consegnino " come le vorremmo: silenziose, economiche, con lunga autonomia e perché no, belle e capienti. Ad oggi queste caratteristiche non le hanno ancora, i loro costi sia di acquisto che di gestione sono molto alti, nella mio caso direi troppo. La uso con entusiasmo e soprattutto perché ho un figlio di 16 che ,ad esempio ieri sera, con 5* è rientrato tranquillamente alle 23 senza che mi debba preoccupare per l'asfalto un po' viscido e la pioggerella. Ma quella moto coperta/ macchinetta costa 50 euro di solo affitto mensile, oltre all'energia, che se la pagassi, sarebbero altre 25 euro d'energia. Ovvero pari a quanto consumo al mese con una smart Diesel per circa 1000 km. Con questo voglio dire, Lucky, che purtroppo le case " controllano" il mercato e stabiliscono (con il marketing promuovono ora questa ora quella) quanti utenti avere a benzina, gas, Diesel ed elettrico, e noi per ora subiamo le loro scelte. La vera svolta potrebbe arrivare dall'idrogeno che ricarichi in continuazione le batterie e sono certo che abbiano già la tecnologia a disposizione ma non lo fanno. Sono troppe le implicazioni politiche che derivano dal mancato utilizzo del petrolio e quindi, per ora, non resta che accontentarci dell'essere pionieri, questo facciamo ora noi "elettrici". Il futuro, ne sono convinto, è solo l'elettrico ma si allontana sempre ad ogni scoperta di nuovi pozzi petroliferi, c'è solo da sperare che finiscano presto altrimenti i tempi si allungano . Intanto noi facciamo quello che possiamo ma è dura e soprattutto, sia chiaro, non c'è da guadagnare, al massimo siamo pari, di sicuro siamo puliti. Per l'accumulo è certo che solo la via al litio da delle soddisfazioni ma sempre con l'idea di voler eliminare lo SSP altrimenti non c'è da pensarci.

beppe70
21-12-2014, 12:15
CONCORDO con voi ma ripeto...i tempi non sono maturi per acquistare un mezzo simile...il futuro sarà l auto ad idrogeno!Vi invito a leggere qui sotto l articolo fresco fresco uscito il 20 Dicembre! Tra l altro esiste già il motore ma come dite voi i colossi mondiali che estraggono il greggio non vogliono.....
Ma vi immaginate un tir a motore elettrico????...o uno scavatore....naaaaaaaa


Poi se avete soldi da non sapere dove metterli...bhe altro discorso, ma spendere 30000 euro per una seconda vettura elettrica per me e' da pazzi..prima che l ammortizzi la butti via 3 volte...


@ lucky...guarda che anche nelle auto elettriche si possono rompere gli alzacristalli ! Cosa c entra il propulsore?? La tua opel rispetto a quella nuova e' preistoria come sarà la LEAF tra 5 anni....un mio amico ce l ha e fidati che e' un gioiello.
Poi vuoi risparmiare? Prendi la nuova panda ...con 10000 euro te la cavi e dopo 10 anni se vuoi rivenderla ne prendi almeno la metà... se prendi un elettrica adesso fra 10 anni, se la tecnologia si evolve come dici tu la tua auto elettrica manco nella discarica la vogliono che devono smaltire le batterie!





20 dicembre 2014


Dal 15 dicembre la casa automobilistica giapponese Toyota ha messo in vendita la sua prima auto di serie alimentata a idrogeno. Il modello si chiama Mirai – che in giapponese vuol dire “futuro” – ed è una berlina FCV (Fuel Cell Vehicle, veicolo a celle a combustibile) a quattro posti con forma e dimensioni da tipica auto di famiglia. Disponibile per ora solamente in quattro città del Giappone, dal settembre 2015 la Mirai arriverà anche nello stato americano della California e in Germania, in Danimarca e in Regno Unito, mentre altri mercati si aggiungeranno nel 2017.


Negli ultimi anni le case costruttrici stanno investendo molto in ricerca sulle auto alimentate a idrogeno, che sono ritenute sempre di più un’alternativa convincente al motore a scoppio tradizionale e persino alle auto elettriche. La tecnologia a idrogeno, infatti, garantisce emissioni zero in fase di utilizzo – un’auto alimentata con questo gas produce allo scarico solo vapore acqueo – ma non presenta i problemi di autonomia e lunghi tempi di ricarica tipici delle auto elettriche. I (pochi) modelli dotati di questa tecnologia oggi in commercio hanno prestazioni abbastanza simili a quelle di un’auto “normale” e sono in grado di percorrere centinaia di chilometri tra un pieno e l’altro, operazione quest’ultima che richiede circa cinque minuti. I limiti alla diffusione dell’idrogeno, tuttavia, non mancano: il costo delle tecnologie impiegate nelle vetture è ancora molto alto e le infrastrutture per la distribuzione del gas sono quasi assenti.

44359

dolam
21-12-2014, 13:31
beppe70, sono stato felice possessore di una Opel Astra 1,6 GPL. Auto della quale posso dire solo bene, avevo un serbatoio toroidale ( a ruota di scorta) , velocità e ripresa fantastiche consumi decisamente buoni, mio fratello ora ha una splendida panda a metano ( un gioiello) così come mia cognata, quindi con il gas ho avuto un'ottimo rapporto e posso dirne solo bene, sicuramente meno per l'autonomia ma la diffusione degli impianti , ora presenti anche in autostrada, consente comunque di proseguire bene nel loro sviluppo. Per l'idrogeno siamo ancora all'inizio ma credo anch'io che è il futuro migliore, anche se l'elettrico, se si trovassero batterie performanti, potrebbe precedere tutti nello sviluppo avendo già risolto i problemi di gestione elettronica di potenza e consumo. Capisco però anche Lucky che avendo un impianto come il mio , altamente produttivo e soprattutto "facile" da gestire vorrebbe , da subito, cominciare a sfruttare di più il Fotovoltaico che però, in presenza di consumi rilevanti, diventa insufficiente perché il sole decide lui quando farsi vedere e con che intensità. Perciò restiamo attenti ed aspettiamo ogni novità di sicuro sappiamo che le cose sono in evoluzione e saremo pronti a coglierne gli sviluppi. Resto dell'idea che nell'attesa un buon usato a pochi km possa comunque soddisfare il desiderio senza grosso peso sulla tasca. L'ideale di oggi sarebbe una casa in Classe A++ con tetto orientato a SUD 25° d'inclinazione, un impianto fotovoltaico da 12Kwp, pompa di calore per riscaldamento e ACS e una bella auto elettrica seminuova da utilizzare fino ad un range di 100km da casa. Risultato: forte riduzione dei consumi personali, inquinamento zero su zero e diciamolo pure , grandi risparmi.

franc
21-12-2014, 13:54
ok tutto bello.... ma la vita non e' fatta solo di risparmi.....

per me' il giusto compromesso e' una toyota auris hybrid

seguo comunque con interesse e rispetto per le scelte altrui.

nel frattempo per non rimanere fermo.... Saab 2.8 V6 turbo 280 cv :bye1:

dolam
21-12-2014, 14:12
franc e i 280 Cv a 130 KMh come li tieni fermi?

franc
21-12-2014, 14:34
ahhah questo e' un bel problema...

beppe70
21-12-2014, 16:00
Heheh diciamo che non li tiene sempre fermi!,,:clapping:

riccardo urciuoli
21-12-2014, 16:58
ecco appunto... auto a idrogeno e poi si compra una 280 Cv?

L'idrogeno è il futuro da 30 anni, ci crede solo Rifkin e pochi altri, io NO...

O meglio, prima che diventi utilizzabile concretamente le batterie permetteranno viaggi di 800 km...

TIR elettrico: già visto al raduno.

Lucky continua a sognare elettrico, che l'idrogeno la nostra generazione non fa in tempo a vederlo...

beppe70
21-12-2014, 18:28
.......Sognare non costa nulla......e va bene..... realizzare e' djverso....spendi tanti soldoni

LuckyLukeJohn
21-12-2014, 21:53
Allora ragazzi ( è bello poter continuare a chiamarsi ragazzi anche a 40 anni e oltre...;)), sono strafavorevole all'auto a idrogeno, vedere uscire dal tubo di scappamento H2O non ha prezzo, ma io credo nell'elettrico puro e devo dirvi che la Leaf è il futuro nel presente. Andate a provarla e poi vedrete che inizierete a cercare anche voi un modo ragionevole per averla ad un prezzo ragionevole. Inziamo da questo: Non costa 30000€! Il modello base che è praticamente già superaccessoriata, grazie agli incentivi arriva a costare meno di 20000€ con le batterie a noleggio e sui 23-24000€ se ci si compra pure il pacco batterie e questo grazie ai 6000€ fra incentivi e sconti. Se ci spostiamo su una km 0 o quasi zero già potremmo scendere di altri 2-3000€. Se poi cerchiamo un buon usato di 2-3 anni, come lo aveva trovato dolam, scendiamo sui 12000€. Che dire? Il modo per trovarla ad un prezzo accettabile esiste. Io però non voglio le batterie a noleggio, è una questione psicologica, ciò che è mio deve esserlo per intero...! Inoltre se pago una rata non ne voglio pagare due per lo stesso bene. Venendo a quanto diceva dolam, io non so la twizy, ma la Leaf è talmente silenziosa che gli hanno dovuto mettere un avvisatore acustico per i pedoni in modo che non finiscano investiti. Inoltre a 160 kmh sembrava di stare andando a 70 all'ora per quanto silenzio era presente nell'abitacolo. Accelerazione e ripresa fino a 160 kmh di tutto rispetto per un'auto cittadina. Climatizzatore con pompa di calore, sedili elettrici riscaldabili ( tutti e cinque ), come optional non gli manca nulla, insomma non ha nulla da invidiare n'è ad un audi A8 né alla più in delle nuove cinquecento L o minicooper o ds3 che dir si voglia. Insomma ragazzi, inutile girarci intorno, con la Leaf l'elettrico è pronto, manca solo l'autonomia perché da auto cittadina divenga un auto per lunghe percorrenze. Riguardo al metano, non volevo essere frainteso: Se non le ho rivendute dopo 6 mesi è perché nel metano ci ho creduto e ci credo, pensate che mi sono fatti viaggi da Lecce fino in Germania tanto per dirne uno ed a bordo eravamo in cinque compreso il cane, quindi benedetto metano che mi fa spendere di carburante quanto spendevo di benzina per lo scooter quando ero ragazzo, ma ha i suoi limiti ed i suoi difetti, ciò non toglie che nel presente sia l'unica soluzione ecologica ed economica per la prima auto, quella che al bisogno o al desiderio consente di fare lunghi viaggi o importanti trasporti/traslochi. Quindi se tornassi indietro di due tre anni, tornerei a prendere un'auto a metano, probabilmente andrei su una Volkswagen o su una Mercedes, ma anche la Zafira tourer forse non la scarterei a priori, nonostante la poca affidabilità su quando si inserisce il turbo, sì perché quello è uno dei suoi problemi, non ci si può fare affidamento durante un sorpasso con margini stretti, perché non sempre risponde inserendosi allo stesso numero di giri e questo pare che sia in funzione della temperatura del motore, ma forse non solo. Questi problemi non esistono con il motore elettrico, almeno quello della Leaf. Per chi parlava di manutenzione della Leaf, non vorrei sconvolgerlo, ma praticamente non ce n'è. Si cambiano le pastiglie dei freni quando si consumano e si controlla il livello del liquido refrigerante e dei freni e se proprio si vuole li si sostituisce ogni due o quattro anni, insomma come viene consigliato da tutte le case automobilistiche per le loro auto a combustione. In conclusione, ragazzi, andatela a provare e dopo ne riparliamo. Io nel frattempo continuo a cercare la mia Leaf usata con batterie di proprietà. Ciao ciao e se vi viene all'orecchio di una Leaf usata in vendita, fatemi un fischio

dolam
21-12-2014, 22:25
Lucky lungi da me paragonare la Twizy alla Leaf, inconfrontabili. Per la silenziosità la Twizy ha lo stesso segnalatore della Nissan ,è d'obbligo per legge per le elettriche che fuori non fanno rumore , specie a 20/30 kwh. Per il prezzo preferirei il discorso dei pochi Km per abbatterne il costo e l'ammortamento. Sulla durata della macchina non saprei dirti ma sull'acquisto batterie se ci fai molti km rischi di doverle riacquistare e se ne fai "solo"abbastanza se la dovessi rivendere rischi di non poterla piazzare perché con batterie in "scadenza" se sta sui 100.000 km. Forse l'ideale è acquistarla a pochi km con batterie di proprietà ma lì si parla di botta di c..lo. Lucky comunque c'è l'altro modello tre volumi della Renault , che non ha avuto nessun successo, che è sempre Nissan di elettronica e batterie, e che si trova a km 0 a veramente poco, qualcuna anche attorno agli 8/9000 + batterie . Ultima nota sulla Twizy, fuori non fa nessun rumore è dentro che il motore si sente come un aereo, ma tieni conto che per motivi di peso non ha alcuna insonorizzazione e che senza i miei finestrini sarebbe inutilizzabile per buona parte dell'inverno. E' un ottimo veicolo per la città ma per un adulto la Smart è decisamente meglio, anche sui prezzi ma parliamo di un auto contro una moto/auto. Ultima cosa un veicolo elettrico come la Leaf ha comunque il suo costo d'energia perché devi mettere in conto di dover spendere attorno ai 30/35 euro per 1000 km e come ti dissi devi pensare a un 4000 Kwh di consumo annuo,neanche pochi eh! Comunque sull'elettrico non ci piove è un'ottima scelta con tutti gli inconvenienti la rifarei ma ho sperimentato che si risparmia pochissimo, tranne in città dove il risparmio è tanto e la facilità di parcheggio utilissima.

Carlo A
21-12-2014, 22:26
CONCORDO con voi ma ripeto...i tempi non sono maturi per acquistare un mezzo simile...il futuro sarà l auto ad idrogeno!Vi invito a leggere qui sotto l articolo fresco fresco uscito il 20 Dicembre! Tra l altro esiste già il motore ma come dite voi i colossi mondiali che estraggono il greggio non vogliono.....


Piano, piano.

L'idrogeno in natura non esiste.
Va prodotto partendo da un'altra fonte di energia, come il metano o l'energia elettrica per idrolisi dell'acqua.
In passato si pensava di produrne in gran quantità dalla fonte nucleare, come sottoprodotto nelle centrali di nuova generazione, ma i tempi sono cambiati

Quindi è un vettore di energia, come lo è una batteria elettrica, che va "caricato" partendo da un'altra fonte.

Ebbene, partendo dall'energia elettrica, il vettore batteria è energeticamente molto più efficinente del vettore idrogeno.
Poi, viste le maggiori prestazioni, ci sarà anche il mercato di coloro che sarnno disposti a spendere di più per andare a idrogeno, ma questo è un altro discorso.

https://scontent-a-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xap1/v/t1.0-9/10403609_668782233207161_1014737003256587321_n.jpg ?oh=cd7de6ce81ce8b13f22d30b0488b4115&oe=553EF37A


A mio avviso una soluzione potrà essere quella ibrida:
un batteria chimica per coprire la percorrenza base e la cella a idrogeno per l'extra

riccardo urciuoli
21-12-2014, 22:33
grazie Carlo volevo ribadire alcuni concetti ma l'hai fatto tu...

Diciamolo più chiaramente: l'idrogeno serve solo a non aspettare ed avere subito auto performanti come le termiche... ma quel "subito" per diventare realtà ed essere !"ecologico" vorrebbe dire un aumento notevole delle centrali a energie rinnovabili.

LuckyLukeJohn
21-12-2014, 23:23
Allora Dolam, la Leaf all'interno è silenziosissima, pensa che la Nissan dice chiaramente che con il sistema audio Harman Kardon di serie sulla versione tekna, si può ascoltare la musica come nel silenzio di una sala da concerto... Insomma, direi che su questa questione c'è poco altro da dire... Venendo alla Renault, dopo aver visto la Zoe in concessionaria, la Fluence a cui tu fai riferimento non me la comprerei neppure per 3000€. In tutta sincerità credo che i tre modelli di auto della Renault siano volutamente un fallimento. Inoltre la Fluence aveva un motore sottodimensionato rispetto alla carrozzeria, con un'autonomia ridicola, per cui il risultato è stato che Renault ha dovuto chiudere la produzione. E secondo me di questo passo Renault chiuderà la produzione di tutta la linea delle sue auto elettriche che a mio parere sono un colossale flop, come in un post precedente ho raccontato. Per il resto l'unico problema della Leaf è il prezzo sul nuovo e l'autonomia e per il momento la concorrenza non esiste P.S.: oggi ne ho vista una nera, versiane tekna. Molto bella. Sembra una comune auto, nel senso che quel colore attenua l'aspetto di auto fuori dal coro che altri colori esaltano.

Carlo A
21-12-2014, 23:42
CONCORDO con voi ma ripeto...i tempi non sono maturi per acquistare un mezzo simile...il futuro sarà l auto ad idrogeno!Vi invito a leggere qui sotto l articolo fresco fresco uscito il 20 Dicembre! Tra l altro esiste già il motore ma come dite voi i colossi mondiali che estraggono il greggio non vogliono.....


Piano, piano.

L'idrogeno in natura non esiste.
Va prodotto partendo da un'altra fonte di energia, come il metano o l'energia elettrica per idrolisi dell'acqua.
In passato si pensava di produrne in gran quantità dalla fonte nucleare, come sottoprodotto nelle centrali di nuova generazione, ma i tempi sono cambiati

Quindi è un vettore di energia, come lo è una batteria elettrica, che va "caricato" partendo da un'altra fonte.

Ebbene, partendo dall'energia elettrica, il vettore batteria è energeticamente molto più efficinente del vettore idrogeno.
Poi, viste le maggiori prestazioni, ci sarà anche il mercato di coloro che sarnno disposti a spendere di più per andare a idrogeno, ma questo è un altro discorso.

A mio avviso una soluzione potrà essere quella ibrida:
un batteria chimica per coprire la percorrenza base e la cella a idrogeno per l'extra


c'è un abisso incolmabile fra la Nissan Leaf e la renault zoe...

La differenza fondamentale è nel sistema di ricarica.

la Leaf (come la maggior parte delle auto elettriche moderne), carica in ac (caricabatteria a bordo) a 3,3 kW, massimo 6,6 kW se si acquista l'opzione. Per le potenze di ricarica più elevate si va in dc (caricabatteria a terra), con il sistema Chademo.

La ZOE carica in ac sino a 43 kW (è l'unica auto a fare così).
Ovviamente lo scopo era diffondere la ricarica veloce con stazioni ac molto più economiche di quelle dc.

Il realtà il caricabatteria zoe 43 kW (detto Chamaleon) ha dato parecchi problemi, e le stazioni 43 kW sono lo stesso poco diffuse.
Primo problema è la scarsa efficienza in caso di ricarica a potenze più contenute (3 kW, 6 kW), che poi sono quelle che si fanno tutti i giorni.

La ZOE è stata definita la migliore auto elettrica con il peggior sistema di ricarica!

Quindi con il nuovo modello 2015 si cambia. Non più 43 kW ma 22 kW, più efficiente e con meno problemi.
Lo stesso sistema verrà montato sul Kangoo, oggi privo di qualunque ricarica veloce.

LuckyLukeJohn
22-12-2014, 00:12
La differenza fondamentale è nel sistema di ricarica. Nissan Leaf 2015: prezzo e caratteristiche (http://it.blastingnews.com/motori/2014/07/nissan-leaf-2015-prezzo-e-caratteristiche-00115401.html). Mi spiace Carlo, ma la differenza abissale sta nella qualità del prodotto, nella qualità degli assemblaggi, nell'impostazione tecnologica,nell'estetica, nella cura dei particolari, insomma in tutto. Non te ne curare, ma dovresti andare a vederle di persona e magari provarle per renderti conto di quale abisso divide le due. Il divano posteriore della Zoe l'hanno recuperato dal primo modello della twingo di 20 anni fa, schienale unico senza nessuna conformazione anatomica "modello mercatone uno"! Dai ragazzi, per cortesia, non scherziamo, non confondiamo il piombo con l'oro dicendo che sono la stessa cosa!

Carlo A
22-12-2014, 07:56
Dai ragazzi, per cortesia, non scherziamo, non confondiamo il piombo con l'oro dicendo che sono la stessa cosa!

Non ti sto dando torto, le tue considerazioni non sono sbagliate. Ma da un punto di vista tecnico, dal punto di vista della tecnologia elettrica, guardando sotto il cofano, la differenza rilevante è quella che ho raccontato, come del resto viene evidenziata da diversi siti specializzati e commentata dai lettori.

Details Emerge On Updated 2015 Renault ZOE (http://insideevs.com/updated-2015-renault-zoe-coming-more-range/)

Non è un dettaglio da poco. E' l'esito della battaglia interna nel gruppo Renault-Nissan relativo alla "filosofia" di ricarica.
Il sistema Renault, che a suo tempo era stato tanto apprezzato anche in Italia, ora viene gettato a mare anche dalla Renault stessa.

Poi, è possibile che Renault con il modello 2015 metta mano anche a ciò che tu segnali ma non ci è dato ancora di saperlo.


In tutta sincerità credo che i tre modelli di auto della Renault siano volutamente un fallimento.

La Fluence era un modello della generazione passata (del resto è una tre volumi compatta, un tipo di auto ormai scomparso dalle nostre parti).

Era stata concepita per il sistema di cambio robotizzato della batteria di Better Place.
Fallita Better Place non aveva più ragione di esistere.



E secondo me di questo passo Renault chiuderà la produzione di tutta la linea delle sue auto elettriche

Visti i risultati, le elettriche pure saranno specialità della Nissan, le ibride ricaricabili della Renault. Per ora, comunque, Renault non abbandona l'elettrico puro, anzi rilancia con i nuovi motori e sistemi di ricarica.

In questo articolo le novità per le Renault elettriche.

https://transportevolved.com/2014/12/16/renault-zoe-lose-43-kw-rapid-charging-preference-improved-home-charging/

dolam
22-12-2014, 21:26
Non saprei cosa dirvi, non penso che una stessa casa ( Nissan e Renault ormai sono lo stesso gruppo) monti cose diverse , motori controller ecc. ecc. , su macchine dello stesso gruppo, è più facile ipotizzare che
le auto della Renault siano in via di evoluzione ,rispetto ai vecchi modelli, ma pensare che quest'ultima abbandoni l'elettrico quando le previsioni sono di netto aumento delle vendite lo trovo molto difficile. Considerate che le vendite delle elettriche non vanno solo in Italia ma nel resto del mondo sono in notevole crescita e ormai non si fermano più. Credo piuttosto che le due case unificheranno sempre di più la tecnologia, tenendo sempre distinti i modelli, per soddisfare meglio i gusti dei vari paesi. Quello che è strano dove c'è meno crescita è proprio in Giappone.
http://www.businessgreen.com/bg/news/2383718/renault-nissan-alliance-cruises-past-200-000-electric-vehicle-sales-milestone

Intanto per chi vuol divertirsi ad andare da milano a roma su un auto elettrica può già farlo gratis , se ha una Tesla, ovviamente. Tesla - Aperto Il Primo Supercharger Italiano: I Prossimi Entro L'inverno - Quattroruote (http://www.quattroruote.it/news/eco_news/2014/09/17/tesla_aperto_il_primo_supercharger_italiano_i_pros simi_entro_pochi_mesi.html)

Carlo A
22-12-2014, 22:06
non penso che una stessa casa ( Nissan e Renault ormai sono lo stesso gruppo) monti cose diverse

E invece è proprio così!

Probabilmente il più grande errore Renault è stato quello di fare di testa propria e non affidarsi ai cugini giapponesi, maestri dell'elettrico.

Renault, pensando di battere la concorrenza ha inventato la ricarica veloce AC a 43 kW, contando sul fatto che così si sarebbero presto diffuse in Europa stazioni veloci AC (quelle DC usate da Nissan e gli altri concorrenti sono molto più costose).
Il sistema Renault era molto apprezzato e osannato dai distributori (come Enel) che non perdevano occasione per sottolineare il vantaggio del sistema Renault rispetto a quello DC ritenuto ormai superato.

Le cose, però, non sono andate così. Le stazioni AC 43 kW sono pochissime (tutte quelle che doveva mettere Enel e ENI chi le ha mai viste?), per lo più come accessorio delle costose stazioni DC (un paradosso, no?). Relativamente comuni, invece, le stazioni AC da 22 kW.

Ma quello che è peggio sono stati i problemi del caricabatteria da 43 kW. Il principale è la bassa efficienza a basse potenze e basse correnti (cioé la ricarica che si fa tutti i giorni), con il risultato che per caricare la ZOE si spende di più che con la Leaf (che però è più grande).

Il risultato è che Renault è solo al quinto posto delle vendite delle elettriche, battuta da auto che fanno la ricarica veloce DC (e in AC si fermano a 3 o 6 kW come Leaf, BMW i3, Outlander, VW...)

Renault non abbandona la sua filosofia della ricarica veloce AC, però corregge il tiro. Non 43 kW ma solo la metà 22 kW (un pieno in un'ora anzichè in mezz'ora).
Ma almeno consuma meno ed è anche più compatto.

Col senno di poi sarebbe stato meglio se Renault avesse appoggiato il sistema giapponese Chademo della Leaf anche in Europa. Invece si sono divisi tra loro e intanto i tedeschi alleati con gli americani hanno inventato il loro sistema DC, il CCS Combo.

Anzichè avere un sistema veloce ne abbiamo tre, anzi quattro se si conta il Supercharger Tesla.


Intanto per chi vuol divertirsi ad andare da milano a roma su un auto elettrica può già farlo gratis , se ha una Tesla, ovviamente. Tesla - Aperto Il Primo Supercharger Italiano: I Prossimi Entro L'inverno - Quattroruote (http://www.quattroruote.it/news/eco_news/2014/09/17/tesla_aperto_il_primo_supercharger_italiano_i_pros simi_entro_pochi_mesi.html)

I siti supercharger in Italia sono già tre: Dorno, Modena e Verona.
https://fbcdn-sphotos-h-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xap1/v/t1.0-9/10433133_10204836181017249_2396670446926857649_n.j pg?oh=1dedde17ca0ad9597b2d2c65936c89e3&oe=553A3C11&__gda__=1429724484_f167f7eef02bb99c619eb82a8d88138 2
Loro non fanno le automobili e aspettano che qualcuno installi le stazioni veloci.
Tesla fa tutto per conto suo.

dolam
22-12-2014, 22:14
CarloA quest'articolo sembra sostenere il contrario "Renault-Nissan Alliance cruises past 200,000 electric vehicle sales milestone, Auto giant releases new figures revealing it boasts a 58 per cent market share for zero-emission cars" vero comunque quello che sostieni che la Renault sta modificando il suo modo di caricare i suoi veicoli, alla fine vedrai che uniformeranno la produzione variandone solo l'aspetto estetico dei rispettivi marchi. Comunque per legittimare ancor più la scelta di Lucky ecco un report sulla Leaf: Una Leaf da record. "Crediamo che lo sviluppo della mobilità elettrica sia prioritario - spiega Bruno Mattucci, ad di Nissan - Solo in Italia, in poche settimane i taxi elettrici Leaf operativi a Rom hanno percorso circa 20 mila km, mentre Dhl si è avvalsa di Nissan per 50 van e-NV200, utilizzati nelle Ztl.". Proprio in queste ore, l'elettrica della Casa giapponese ha superato le 200 mila vendite globali: un risultato ottenuto in quattro anni di continua crescita, durante i quali la vettura ha conquistato il 58% del mercato a emissioni zero.

Carlo A
22-12-2014, 22:25
CarloA quest'articolo sembra sostenere il contrario "Renault-Nissan Alliance cruises past 200,000 electric vehicle sales milestone,

Scusa, si dice qualcosa di tecnico in questi annunci? di power train o di sistemi di ricarica?
Fanno finta di andare d'amore e d'accordo, ma la concorrenza interna in un grande gruppo è micidiale.
Si è combattuta una grande battaglia che ha visto come vincitrice Nissan e perdente Renault (ZOE strabattuta da Leaf anche in Europa nonostante la ZOE fosse fatta apposta per le necessità del mercato europeo).
D'ora in poi i giapponesi comanderanno anche in Europa per ciò che riguarda l'elettrico.
L'abbandono del 43 kW è il primo passo.


alla fine vedrai che uniformeranno la produzione variandone solo l'aspetto estetico dei rispettivi marchi.

Non è semplice. Nissan usa il Chademo, il sistema veloce più diffuso al mondo, anche in Europa.
Montare il Chademo non è semplicissimo se non previsto dall'inizio perchè il connettore è abbastanza grande (e poi ci sono altre cose da sistemare dentro).
Ma va detto che il Chademo non è il sistema supportato dall'Unione Europea (dopo anni di trattative), per fortuna non è proibito ma dal 2017 dovrà essere installato assieme al CCS Combo2, il sistema DC veloce delle case nemiche tedesche.
Anche l'ACEA, di cui Renault fa parte (ma non Nissan), promuove il Fast AC (quello di Renault) e il CCS Combo2.
Peccato, però, che nel frattempo Renault prenda le distanze dal sistema che avevano promosso.
Passare al CCS Combo sarebbe il colmo, e poi tre sistemi veloci nel medesimo gruppo sarebbe una esagerazione.
Quindi per ora vanno con il "semi-fast" ac. Poi si vedrà.

Ahhh, che pasticcioni i francesi!

dolam
22-12-2014, 22:34
Sul fatto che ci sia concorrenza interna non v'è alcun dubbio, conoscendo poi la presunzione dei Francesi la cosa è scontata, alla fine vedrai che prevarranno le esigenze aziendali e la jont-venture non sarà messa certo in discussione, produrranno le stesse cose. Quello che sarebbe interessante sapere se invece puntano ancora solo sulle batterie litio oppure se hanno già in mente qualcosa di nuovo, per la mobilità. Comunque al momento tutte le case stanno cercando di risolvere il problema della diffusione delle colonnine di ricarica, lo sviluppo dell'elettrico passa necessariamente attraverso la possibilità di accorciarne enormemente i tempi per il "pieno". Le auto attuali hanno già 24 kwh di batterie a bordo e nel breve raggiungeranno i 50 kwh e allora le percorrenze saranno ben altre e la diffusione altrettanto rapida ( speriamo).

Carlo A
22-12-2014, 23:06
Comunque al momento tutte le case stanno cercando di risolvere il problema della diffusione delle colonnine di ricarica, lo sviluppo dell'elettrico passa necessariamente attraverso la possibilità di accorciarne enormemente i tempi per il "pieno".

Chi è veramente attiva è solo Tesla che mette stazioni veloci gratis per i suoi clienti. Ma è un altro business model, un altro prezzo.

Le altre sono un po'... titubanti ma dovranno rendersi conto che devono fare la loro parte.
Purtroppo l'Italia è fanalino di coda. Le stazioni veloci sono poche, pochissime se si fa il confronto con l'Europa, ed anzi si scambiano le stazioni lente con quelle veloci.
Del resto lo scopo del sistema Renault 43 kW era quello di diffondere ricariche veloci grazie a stazioni di ricarica più economiche, ma come abbiamo detto le cose sono andate diversamente.

A proposito, segnalo l'avvio di questo importante corridoio di ricarica veloce multistandard, con stazioni di ABB. Ovviamente non tocca l'Italia.
European Union To Fund Installation Of Fastned Quick Chargers In Germany, Sweden & Denmark (http://insideevs.com/european-union-to-fund-installation-of-quick-chargers-in-germany-sweden-denmark/)

LuckyLukeJohn
22-12-2014, 23:53
Il problema di Renault non è soltanto il sistema di ricarica, ma riguarda proprio tutto l'oggetto auto elettrica. L'unico disponibile concretamente è la Zoe. Ma io ci sono salito sopra, ho visto e toccato le rifiniture, notato il livello degli assemblaggi, osservato le scelte tecniche adottate a bordo a livello di plancia e di console e... mi son cadute le braccia a terra!!! Ragazzi! Senza esagerazioni! Confrontata alla Leaf la Zoe appariva in tutto il suo squallore! Nonostante tutte le mie buone intenzioni di provare a guardarla con occhi meno pretenziosi e meno severi possibile, ho provato un moto di rigetto e non ho potuto fare a meno di pensare: Renault le auto elettriche non le vuole vendere proprio sul mercato! Altro che chiacchiere! Assemblaggi pessimi paragonabili alla peggiore utilitaria dei paesi dell'est di 30 anni fa, sedile posteriore da mercatone uno ( ma il peggiore reperibile al mercatone uno... ), estetica deludente ed anonima, spazi interni ristretti e sufficienti a mala pena per quattro persone ( d'altronde mi pare sia omologata per quattro ), cavi, cavetti e spinotti nel bauletto anteriore ( stile prime Auto accessoriate after market con le prese usb ), strumentazione confusa, stile ed estetica degli interni fra un gusto retrot ed un tentativo avveniristico fallito. In conclusione vi dico solo questo: avevo prenotato il test drive per la settimana successiva, non ci sono andato proprio. Mi ha fatto talmente schifo che me ne sono dimenticato del tutto che avevo quel test drive a disposizione e non l'ho rimpianto per niente... Che dirvi di più? Con questi modelli Renault non solo non è lontanamente in grado di competere con la Leaf, ma non si venderebbe neppure se fosse l'unica auto elettrica al mondo. Sti Francesi hanno fatto un gran macello con quest'auto elettrica, avranno perdite devastanti che andranno a carico dei contribuenti francesi dato che per quanto ne sapevo io la politica di Renault in Francia è la stessa di Fiat in Italia: prendi i soldi allo stato ( leggi ai contribuenti ) e scappa... ;) all'estero come ha fatto Mr. Marchionne, quel sant'uomo...

dolam
31-12-2014, 12:29
Buon anno a tutti, ecco un'autonomia vera http://www.greenstyle.it/<wbr>tesla-roadster-3-0-autonomia-<wbr>di-640-km-con-nuove-batterie-<wbr>129445.html?utm_source=<wbr>newsletter&utm_medium=email&<wbr>utm_campaign=Newsletter:+<wbr>Greenstyle&utm_content=30-12-<wbr>2014+tesla-roadster-30-640-km-<wbr>di-autonomia (http://www.greenstyle.it/tesla-roadster-3-0-autonomia-di-640-km-con-nuove-batterie-129445.html?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=Newsletter:+Greenstyle&utm_content=30-12-2014+tesla-roadster-30-640-km-di-autonomia)

ldrudi
07-01-2015, 12:30
Anche io ho deciso che nel 2015 dovrebbe essere la volta buona che acquisto l'auto elettrica. :bye1:

Ne ho già provate diverse e condivido quello che è stato scritto in questa discussione, che continuerò a seguire

Ottima la nissan e ottimo il suo rapporto qualità/prezzo.

Io ho un problema in più. Tra poco la figlia prenderà la patente e potrà guidare solo auto per neopatentati. Avendo già la zafira a metano (gran cosa il metano) che comunque NON potrà guidare devo acquistare auto con rapporto KW/Tara non superiore a 55 KW per tonnellata e comunque con una potenza massima non superiore a 70 KW. Quindi niente leaf :bored:


Tra le auto provate mi ha colpito la up della volkswaghen. Piccola, discreta autonomia, discrete rifiniture, scattante molto più di una a benzina.
Ho provato anche la golf (altra bella macchina elettrica), ma non per neopatentati e più costosa della leaf.

Che ne dite della UP???? Altri modelli per neopatentati da suggerire?

Dimenticavo.

Ho un preventivo della volkw di firenze di 23.100 euro batterie comprese (con tettuccio panoramico)

LuckyLukeJohn
07-01-2015, 21:37
Ciao idrudi. Benvenuto in questa discussione! Ma come hai fatto a provare la golf elettrica se il rivenditore di Lecce mi ha detto che non è neppure ancora in produzione? O stiamo parlando della up elettrica?

ldrudi
08-01-2015, 08:08
L'ho provata durante la fiera di ecomondo :-)

Gran bella macchina, al pari e forse di più della leaf, ma molto più costosa. Mi diceva che era già in vendita al costo di 34.000 escluso incentivi.

In pm ti passo i riferimenti della volk di firenze dove forse puoi avere maggiori info

dolam
10-01-2015, 11:40
Aggiornamento su autonomia Nissan Leaf. Nissan Leaf: nuova versione punta a 300 km di autonomia - Auto - GreenStyle (http://www.greenstyle.it/nissan-leaf-nuova-versione-avra-300-km-di-autonomia-87232.html)

Carlo A
10-01-2015, 15:13
E sì. Ma non solo Nissan: più o meno tutti i costruttori hanno annunciato un raddoppio dell'autonomia in concomitanza con batterie della nuova generazione.

Altrimenti chi si sarebbe mosso a costruire veicoli elettrici, per venderne quel poco che si vende oggi?

LuckyLukeJohn
10-01-2015, 17:17
Idrudi, ci scrivi una recensione sul tuo test drive? Sarebbe molto interessante ed utile per tutti

LuckyLukeJohn
10-05-2015, 11:22
Ultimi aggiornamenti: Molte Leaf usate o a km zero si trovano sul mercato fra i 15000 e i 19000€, a seconda che si tratti della prima versione o della seconda, a seconda dei km e del soh ( state of health ) della batteria, indicata sul display da un indicatore costituito da 12 tacche in corrispondenza delle tacche dell'autonomia. Inoltre essendo finita la campagna promozionale Nissan iniziata due anni fa, incominciano a rientrare tutte le Leaf vendute a 149€ al mese noleggio batterie compreso. Ciò comporterà un massiccio rientro in concessionaria e in vendita sul mercato di molte Leaf in versione flex, cioè con batterie a noleggio. Ciò dovrebbe far calare notevolmente i prezzi del mercato dell'usato. Inoltre, dovrebbe essere prossima l'uscita del nuovo modello della Leaf con 250 km di autonomia e ciò dovrebbe comportare un ulteriore calo del valore delle Leaf usate/km0 che diverrebbero modelli ancora più obsoleti e corti di autonomia. Che ne pensate?

riccardo urciuoli
10-05-2015, 13:36
...buttati!

LuckyLukeJohn
10-05-2015, 16:38
Grazie Riccardo, ma io vorrei prenderne una con batterie di proprietà e al contempo non vorrei spendere tanto. Insomma, sono molto tentato ma sto ancora alla finestra a guardare. Anche perché l'autonomia del primo modello, soprattutto in inverno con l'uso del riscaldamento, non supera i 100 km, anzi, spesso si colloca intorno agli 80 considerando un tragitto misto. Diciamo che siamo al limite del mio fabbisogno giornaliero. Qualcuno conosce la data precisa in cui dovrebbe uscire la nuova Leaf con nuovo look e nuova autonomia maggiorata (250 km )?

Carlo A
10-05-2015, 21:56
Inoltre, dovrebbe essere prossima l'uscita del nuovo modello della Leaf con 250 km di autonomia

Non è così prossima.

LuckyLukeJohn
11-05-2015, 05:13
Pensavo entro fine 2015, invece?

Carlo A
11-05-2015, 12:14
Dovrebbero arrivare per il 2017-2018.

dolam
11-05-2015, 16:08
Si , la nuova Leaf dovrebbe uscire nel 2017, ma ora con le nuove batterie che saranno messe in produzione da Tesla credo che tutto il mercato automobilisticosi darà una bella mossa.
Vedremo presto nuovi modelli in uscita a chilometraggi aumentati, un po' di tutte le marche.

LuckyLukeJohn
12-05-2015, 13:06
Avete visto sul tubo il video-confronto di autonomia fra Leaf, e-golf e i3? Ahiaiai!!! Che dolori per la L'autodelpopolo e per la bavarese...

LuckyLukeJohn
14-05-2015, 17:37
Ed ecco un articolo che sostiene che l'uscita del nuovo modello della Leaf avverrà entro il 2015 in America es entro il 2016 in Europa: Nissan Leaf 2015: prezzo e caratteristiche (http://it.blastingnews.com/motori/2014/07/nissan-leaf-2015-prezzo-e-caratteristiche-00115401.html) Coincide con un intervento all'interno del forum di un utente che si è dichiarato addetto della Nissan alla Leaf er lo sviluppo della Leaf e delle batterie: Il nuovo modello avrà una batteria da 30 kW che porterà l'autonomia teorica dagli attuali 200 km a 250 km, sempre teorici. In pratica dovremmo passare dagli attuali 130-140 reali a 160-180. Che ne pensate? Ora vi metto anche il link del video-test di confronto fra i3, e-golf e la Leaf.

LuckyLukeJohn
14-05-2015, 17:43
Eccolo: http://m.youtube.com/watch?v=2oWXvJ_B8uk

dolam
14-05-2015, 20:02
Come si vede non è che le distanze siano poi così differenti, 115,7 Km per la Leaf 108,4 per la Golf e 102,6 per la BMW , personalmente nel test mi sarebbe piaciuto sapere che pneumatici montavano le tre vetture e le relative pressioni.
Però l'amara considerazione finale è che occorrono 8 ore per caricarle a casa ( assorbendo l'intero contatore 3,3Kw ) e poco meno di un'ora di viaggio per scaricarle.
purtroppo così le vetture elettriche faranno sempre fatica ad affermarsi senza considerare che sono ancora troppo fragili, sia nell'elettronica che nella trasmissione, insomma c'è da fare parecchia strada ma soprattutto credo che le case vogliano ostinatamente puntare sull'endotermico, facile da costruire e dalle lunghissime percorrenze.
Infine i prezzi sono decisamente troppo alti per l'elettrico, Lucky dovremo aspettare ancora due tre anni, unica nota positiva che intravedo è la presentazione delle batterie della Tesla che seppur non miracolose pare aumentino un trenta percento d'autonomia ma soprattutto diminuiscono i costi di vendita , già un buon passo in avanti.
Il nuovo modello della Leaf, dovrebbe uscire a fine 2016 in Europa, ma ormai il vecchio modello non è più acquistabile, spendere 23000€ per un auto che fa 120 km , mi sembra proprio troppo per non parlare delle batterie in affitto. Spero ci siano novità in futuro ma stiamo seguendo il cronoprogramma che hanno dettato le case automobilistiche , nel 2030 il 40% dei veicoli saranno elettrici.

riccardo urciuoli
14-05-2015, 20:39
non sono d'accordo, non c'è nessun complotto ma siamo noi italiani a non voler cambiare. L'unico motivo serio è il prezzo elevato.

Poi non le scarichi in 1h, a meno che le usi solo in autostrada e allora hai sbagliato auto...

In città fare più 30 km/h di media, senza code, è dura... e a casa se vuoi fai un contratto con più kW, oppure ricarichi di notte come facciamo in molti.

Mario di Roma
14-05-2015, 20:47
bah, una cosa è una citycar, allora cento km effettivi sono una signora autonomia, ma un'automobile vera e propria da usare solo come citycar mi lascia perpesso, OK per i tassisti magari ma per gli altri?
Piuttosto ci si aggiunge un range extender o fai una ibrida pug in e torna una vera automobile, che se un giorno devi andare fuori città non ti devi fermare mezza giornata ogni ora di viaggio, per ricaricarare...
:beer:

riccardo urciuoli
14-05-2015, 21:01
boh che vi devo dire, ovvio che senza range extender o ibrido una elettrica pura non può essere la 1a auto, ma quanti viaggi lunghi fate?

Non avete figli, mogli? Non andate al lavoro tutti i giorni in auto?

Io con la mia Seicento ci faccio 10000 km/anno, ne fa di più solo l'Astra ma perchè vado al sud (1000 km) almeno 2 volte l'anno....

Se i km effettivi dovessero diventare 200, e se si diffonderanno un minimo le colonnine veloci, resteranno fuori solo i viaggi lunghissimi, e si può usare il treno o noleggiare un'autoper quelle poche volte l'anno.

dolam
14-05-2015, 21:32
concordo che 200 Km cominciano ad essere abbastanza per l'utilizzo quotidiano dove il problema non è la routine dei 40/70 km al giorno piuttosto quello dello spostamento improvviso di 50km.
Se si è al 30% di carica residua, ovvero non puoi muoverti perché o non arrivi o non ritorni. !00km sono decisamente pochi.
Riccardo non credo sia un complotto piuttosto una scelta commerciale "dettata" dalle banche in genere controllate dai grandi finanzieri che si stanno mano a mano spostando sulle energie alternative ma non vedono ancora il business all'orizzonte e continuano a far far rotta sull'endotermico.
Si capisce da tante cose in primis il fatto che alcuni anni fa dicevano che nel 2015/2016 ci sarebbe stato un incremento del parco vetture elettriche ( cosa che si sta verificando)
e non perché il mercato non le chiede ma perché stabilisco le azioni di marketing e favoriscono questo o quel prodotto.
Ovvio che la richiesta c'è se c'è autonomia e diminuzione di costi di gestione , quindi se voglio vendere o non vendere aumento o diminuisco i Km percorsi
e poi diciamocela tutta , su nessun endotermico si interviene con costi di 6/9000 euro per riparazioni prima di 130/160000 km,
per sostituire un pacco batterie invece quella è la cifra che occorre mettere in bilancio se in proprietà, se in affitto il costo degli anni di affitto , fino ai 50/60000 km è sempre quello.
Insomma un veicolo elettrico alla fine costa molto più di uno a benzina che può percorrere 1000km senza fermarsi mai e che alle 2 di notte puoi mettere in moto per fare qualsiasi urgente viaggio.
Sull'ibrido non mi esprimo, è un veicolo che non mi appartiene, troppe complicazioni.
Sulla Twizy c'è spazio tranquillamente per batterie più grandi, per altri 40km d'autonomia, ( pare che su alcune vendute in Francia si arriva a 100km) ma non possono farlo perché toglierebbero spazio alla Zoe ( pur sempre un veicolo cittadino), così come ci potrebbero tranquillamente montare i finestrini, come su tute le vetture del mondo, ma non lo fanno perché le hanno assegnato una fetta di mercato ben preciso: giovani da educare all'elettrico.
Non è complotto , sono strategie di marketing ( in genere si usano per indirizzare il mercato).

riccardo urciuoli
14-05-2015, 21:55
non so dolam, la manutenzione delle termiche, da statistiche, è tutt'altro che economica.

Se vuoi faccio i conti sui miei veicoli, le auto con più di 4-5 anni richiedono manutenzioni onerose.

Mario di Roma
14-05-2015, 21:58
appunto Twizy e giovani da educare...per la mobilità cittadina piuttosto che una seconda auto per figli/mogli/vado al lavoro e torno, meglio una Twizy. Un' auto si giustifica o se voglio viaggiare regolarmente in due o se ogni tanto o spesso vado anche in tre o quattro,
oppure
se devo fare viaggi più lunghi ma viaggi più lunghi con una auto elettrica non li posso fare...

quindi l'unica situazione in cui vedo sensata una auto elettrica con poco più di 100km di autonomia effettiva è se devo usarla per portare più passeggeri.
Altrimenti va bene una citycar o un quadriclo pesante.
Invece come prima auto e se comunque ogni tanto devo andare fuori città serve un motore ausiliario endotermico, non si scappa, non finchè avremo batterie come sulle Tesla ma a prezzo ragionevole.

dolam
14-05-2015, 23:09
Altra cosa da capire sono le colonnine a carica veloce, se funzionano e non danneggiano le batterie allora perché continuano a fare quelle normali? in fondo prevedere due colonnine a carica veloce per
ogni distributore sulle autostrade non è che costi granché , se fatte in una serie piuttosto ampia in quella maniera anche un viaggio di duecento Km in autostrada diventa una cosa possibile, se come dicono l'80% si carica in 10 minuti.

Di cose da fare ce ne sono, se si vuole alimentare il mercato dell'elettrico.
Dalle strategie politiche: concedere accessi nelle zone a traffico limitato il più diffusamente possibile, ai parcheggi gratuiti, all'allestimento di colonnine cittadine ( veloci) , all'obbligo per ogni distributore di avere almeno una colonnina elettrica ( veloce) ed a prezzo controllato , diciamo 20cent/kwh ?
si perché una cosa che escludiamo sempre è il costo dell'energia elettrica che non è proprio gratis anzi, tutt'altro , una Leaf fa 117Km effettivi con 24Kwh ? bene sono 9,6 euro se caricata alla colonnina (0,40 al Kwh), circa 6,24€ se caricata a casa a 26 cent al Kwh.
Insomma un buon diesel nel primo caso ne fa uguale e nel secondo ci si avvicina molto.
Per le manutenzioni Riccardo , ci sono auto che "tagliandano" ogni 30000Km non mi sembra particolarmente oneroso, mentre so che i porter elettrici della Piaggio ( mitshubishi ) rifanno parte del motore elettrico a circa 40000 Km con costi non proprio economici ( attenti all'usato che non sia stato mantenuto ).
Sono un fautore dell'elettrico, il mio primo ciak elettrico risale al 2000 e la mia prima elettrica ( la twizy ) al 2013 ma le case automobilistiche devono sforzarsi e mettere in commercio veicoli utilizzabili da tutti, devono abbandonare le nicchie e creare fasce di mercato vaste per abbassare i costi.

LuckyLukeJohn
15-05-2015, 22:44
Mi fa piacere che la discussione si sta rianimando. Il video è molto carino perché evidenzia come il modello Leaf uscito ormai due anni fa sia alla pari, per non dire superiore, ai modelli bmw e Volkswagen appena usciti sul mercato. Inoltre, secondo me dovremmo assistere all'arrivo di un modello nel 2016 che si avvicinerà molto ai 250 km di autonomia teorica, perché ho visto che avrà i cerchi in alluminio da 17 pollici, quindi leggerissimi. Tutte le luci a led. Un sistema audio a bassissimo consumo. Inoltre penso che vi saranno altre migliorie che oltre alle batterie da 30 kW porteranno l'autonomia reale molto vicina ai 200 km, pur restando vero il fatto che in particolarissime condizioni ottimali di temperatura esterna ideale tanto in ricarica quanto in utilizzo, un tragitto assolutamente piano e privo di qualunque ostacolo, con un solo passeggero a bordo e con una situazione di vento perennemente assente ed infine con la guida di una fata incantata, la Leaf potrebbe anche arrivare ai 250 km di autonomia teorica prevista dalla casa. Magari una sola volta nella vita, ma tanto basta alle case madri per indicare autonomie da record dei primati... Però è bell vedere che tutti millantano chilometraggi da miraggio... ;)

dolam
21-05-2015, 06:55
Per chi interessasse c'è la possibilità di un 30% di sconto sul nuovo e assicurazione a basso costo, dovete solo iscrivervi al GAI

G.A.I. Gruppo Acquisto Ibrido | GAI Auto Elettriche (http://www.gruppoacquistoibrido.it/faq-auto-elettriche/)

LuckyLukeJohn
21-05-2015, 10:46
Ciao Dolam. Sì,conoscevo il gai e lo sconto è sicuramente interessante ed utile per chi sia deciso all'acquisto della Leaf. Oltretutto hanno esteso questa possibilità anche alla Zoe. Invece sono andato sui siti delle assicurazioni su indicate ed il primo mi fa completare il forum dicendomi alla fine che mancano dei dati e non porta mai a nulla, il secondo non propone rca... Come sai io resto dell'idea di aspettare il nuovo modello del 2016 con 250 km di autonomia, almeno con quello un weekend fuori porta dovrebbe essere alla portata. Anche perché in inverno quei 250 bene che vada diventano 150...

dolam
21-05-2015, 11:14
La tua è una saggia decisione meglio aspettare percorrenze lunghe , anche perché come dice mio figlio l'autonomia di 60Km corrisponde a 30 km di distanza, dopo devi tornare a casa e quindi 150km significa che al massimo ti puoi allontanare di 70.
Per quanto riguarda la ITAS io sono già assicurato con essa e ti confesso che pago 200 euro annui per la twizy
a Roma ne pagherei 145

LuckyLukeJohn
21-05-2015, 17:00
Sì, è assurdo che le assicurazioni si basino in modo così preponderante sulla zona e non sulla persona. Voglio dire, se sono più di 25 anni che ho la patente e non ho mai fatto incidenti gravi se non qualche tamponamento lieve con concorso di colpa ed oltretutto più di 15 anni fa, che senso ha caricarmi un costo elevato sol perché vivo a Lecce o a l'Aquila? Per la Leaf comunque resterò sull'usato, per cui i tempi rischiano di allungarsi molto. Non voglio spendere 30000€ per un'auto che dopo due anni si è svalutata del 30% rispetto al prezzo di acquisto e che è pure difficile rivendere...

MIKY6666
20-07-2015, 14:06
Ciao ragazzi, una delle mie due vecchie automobili mi stà abbandonando e vorrei fosse la volta buona per l'acquisto di una vettura elettrica. Ho visto in giro delle auto interessanti e vorrei un vostro parere (ormai non compro più nulla senza consultare i vari forum). Vi posto un paio di link per avere un vostro giudizio.
Nissan Leaf Acenta Elettrico Sincrono Trifase usata, Elettrica, € 14.800,- a Brescia - Bs (http://ww3.autoscout24.it/classified/274317093)
http://www.subito.it/auto/suzuki-base-alto-2015
http://www.subito.it/auto/nissan-leaf-elettrica-batteria-proprieta-piacenza-128980069

La prima mi sembra interessante però con già 41000 km sono perplesso sulla durata delle batterie. Non vorrei che fossero da cambiare. Io faccio 50/60 km al giorno per andare al lavoro in percorso misto, direi che potrei starci dentro.
Contattato il venditore mi diceva che su 12/13 tacche di autonomia ne manca solo una, l'auto la usava lui e percorre attualmente anche 150 km. Bugia o verità?

P.S. L'auto ha ancora 2 anni di garanzia sulle batterie che verrebbero sostituite nel caso in cui mancassero tre tacche alla carica completa. :cry: mi sono spiegato.....

dolam
20-07-2015, 14:43
Mi sembra di capire che le batterie sono in proprietà nel quale caso la spesa resterebbe tutta a tuo carico.Tieni anche conto che l'energia elettrica la pagherai tutta e se carichi a casa i tuoi scaglioni andranno verso il massimo.Quindi 60x30=1800kmx12= 21.600km annui/150w km=3240 KWH spesa tra 800 e 1000 euro d'energia, se tra due anni sarai costretto a cambiare batterie sono altre 7/8000 euro.Conviene?

MIKY6666
20-07-2015, 14:49
Ciao e grazie, apposta ho chiesto a voi. Il venditore mi diceva che hanno ancora 2 anni di garanzia e che comunque già adesso costano 5000 euro nuove. Secondo te se sono di proprietà la garanzia non vale?
Cosa dici non ci siamo ancora con il rapporto spesa/risparmio? Fossero 800 euro all'anno per andare a lavorare mi bacerei le mani.

dolam
20-07-2015, 16:09
MIKY6666 la spesa sarà tra le 800 e le 1000 euro ( più vicino a 800 che altro) per 21000km
La garanzia bisognerebbe leggerla, se dichiarano come la twizy che le sostituiscono sotto il 75%, è un conto, se invece garantiscono solo i difetti è altra cosa.
Il problema è l'alto deprezzamento che avrai ( modello nuovo a più alta percorrenza) e la spesa delle batterie che entro 3 anni farai quasi certamente ( 40.000+ 60000= 100000) e nessuno voglia
che si rompa ad esempio il CaricaBatterie ( a me è accaduto due mesi fa , sostituito in garanzia 900 euro) e poi questo motore fa 100000km senza problemi?

LuckyLukeJohn
20-07-2015, 16:31
Ecco la questione del modello nuovo è molto rilevante, perché entro fine anno esce il modello con 300 km di autonomia teorica ovvero una batteria da 30 kw rispetto a quella attuale da 24 kw. Ciò significa che il modello che hai indicato calerà ulteriormente di prezzo. A questo si aggiunge il fatto che ormai molte leaf primo modello iniziano a rientrare in concessionaria in quanto termina il periodo di leasing con maxi rata finale che la Nissan aveva proposto in offerta tre anni fa ( 149€ al mese e poi lasci l'auto o paghi la maxi rata finale ). Quindi nei prossimi mesi saranno molte le leaf usate con due tre anni di vita a rientrare in concessionario. P.S.: anch'io avevo contattato quella concessionaria per chiedere info sulla leaf da te indicata e il rivenditore mi ha specificato che i 41000 km li ha fatti un loro cliente che alla scadenza dei tre anni, quindi fine maggio scorso, l'ha riconsegnata per prendersene una nuova. Quindi è da quel momento che la sta guidando il rivenditore. Di questo ne sono più che sicuro perché l'ho chiesto esplicitamente.

MIKY6666
20-07-2015, 16:36
Da quello che mi ha detto il commerciale, tra l'altro gentilissimo e preparatissimo, le batterie vengono sostituite se non si caricano del tutto, lui diceva tre tacche su 12 percui 75%.... altro non sò.
Non posso più rimandare l'acquisto di un'altra macchina e mi viene il vomito a pensare di prenderne un'altra con motore solo termico. secondo te le ibride come sono?

P.S. Ciao Lucky, anche a me ha detto la stessa cosa.

Quindi aspetta, aspetta, aspetta..... andrò a piedi.

Se non facevo il fotovoltaico sarei ancora qui ad aspettare che i prezzi calino, invece ho speso 6000 euro 2 anni fà e i prezzi mi sembrano ancora quelli.

Consigli per un'auto che faccia al caso mio max 12000/15000 euro....... Non solo termica ormai le ODIO!!

LuckyLukeJohn
21-07-2015, 00:33
Sicuramente un ottimo ibrida è la prius della Toyota, che da almeno un anno a questa parte esiste nella versione plug-in, quindi con la possibilità di percorrere una trentina di km esclusivamente in elettrico e di ricaricare le batterie a casa dalla rete. In alternativa vi è la Opel ampera, della quale i proprietari sono molto contenti e che ha un'autonomia di circa 60 km con le sole batterie. È sempre una plug-in. Altre non me ne vengono in mente al momento, ma ci sono e ormai sono tante.

dolam
21-07-2015, 07:06
Direi che tutte le ultime Toyota sono ottime ibride ma costicchiano e non proprio facili da trovare sul mercato dell'usato.

miky6666 sul fotovoltaico ti do' ragione, hai fatto bene a farlo subito, per l'auto elettrica ti direi di attendere al massimo due anni,
il mercato è in forte evoluzione e i modelli vecchi saranno sul mercato a "poco".
La tecnologia del fotovoltaico è già molto consolidata l'auto elettrica non ancora , c'è molto da lavorare su autonomia, pesi e dimensioni e non delle sole batterie.

MIKY6666
21-07-2015, 08:54
Ciao, ragazzi e grazie. Come al solito mi fido ciecamente dei vostri consigli purtroppo penso che altri due anni le mie auto non dureranno (Nubira sw del 2003 e Matiz del 2005), casomai prenderò un usatino da 2/3000 euro per tirare avanti. Ho chiamato intanto i tre concessionari Nissan di Padova per info sui rientri delle Leaf e uno mi ha detto che verso fine estate ne ha una in arrivo...... vedremo.

ligabue82
21-07-2015, 10:14
prius della Toyota
Opel ampera
Di che cifre parliamo, +/-?

saluti

LuckyLukeJohn
21-07-2015, 13:45
Comunque miky, se io fossi in te, un giro di prova du quella Nissan Leaf di Brescia lo andrei a fare, sia perché è un primo modo realistico per prendere contatto con il mondo delle auto elettriche, sia perché alla fine i consigli sono tutti buoni, ma quando uno tocca con mano ed assaggia si rende davvero conto se il prodotto vale oppure no. Ovviamente fai sia un giro in città sia in tangenziale in modo da mettere alla prova l'autonomia reale. @Liga: Sinceramente i prezzi delle ibride usate non li conosco perché non mi interessano, quando farò il passaggio dal termico a metano, che ho ora, all'elettrico, sarà netto: Mi terrò la mia zafira a metano per le lunghe percorrenze e al bisogno e prenderò una elettrica pura per l'uso di tutti i giorni. Sto solo aspettando che i prezzi scendano.

MIKY6666
21-07-2015, 20:38
Ciao, qualche mese fà ho avuto modo di provarla (è allora che mi sono innamorato), però come scritto sopra non sò se le mie auto dureranno per altri due anni. Purtroppo la Nubira ( a gpl) ha un problema alla testa (:cry: come me) e volevo evitare di aggiustarla visto che ogni mese devo spendergli dietro dei soldi. Anche io volevo fare come te cioè tenermi l"ammiraglia" a gas per le lunghe percorrenze e rientrare la piccolina per una solo elettrica che per me e la moglie andrebbe benissimo.
@Liga per i prezzi delle ibride mi stò informando, ma mi sembrano care, anche se cercando magari si trovano a buon prezzo e comunque non voglio più il termico e neanche l'ibrido, in quanto ci sarebbero i soliti problemi quali tagliandi ecc ecc.

dolam
21-07-2015, 22:17
miky6666 ho la twizy elettrica da due anni e 20000 km percorsi, se vuoi comprare l'elettrica per risparmiare sui costi di manutenzione devo disilluderti, ad oggi non ho speso nulla perché è ancora in garanzia ( 3 anni compresa la trasmissione e 5 anni parte elettronica) ma hanno già sostituito i semiassi, il sedile, il caricabatterie ( 900 euro) e la centralina elettronica ( la prima cosa) e in inverno sappi che l'autonomia scende con lo scendere della temperatura.

Il mio consiglio è quello di temporeggiare 1-2 anni, avrai tanta scelta in più , e prezzi sicuramente crollati.

Nel 2001 ho acquistato lo scooter elettrico nuovo ( Malaguti Ciak elettrico 6.800.000 lire) ho un po' d'esperienza sull'argomento,
qui sul forum trovi chi tutti i giorni fa qualcosa per far funzionare la sua Panda elettrica o il vectrix o sul movitron-tenener cambiano antiche batterie al piombo dopo un anno per montare 4500 euro di batterie al litio
http://www.energeticambiente.it/categoria-l6-l7/14760448-movitron-teener-13.html#post119632864
o cercare di fare 50 km con un ciak elettrico di vent'anni
http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-ciclomotori-elettrici/14758734-malaguti-ciak-ep-elettric-power-ii-capitolo-9.html#post119632808
http://www.energeticambiente.it/fiat-seicento-elettra/14752724-storia-di-eli-12.html#post119594974
ma se non hai il denaro da buttare e tanta passione per farli camminare , lascia perdere, rischieresti di viaggiare a 1 euro a km .
La leaf è una gran bella macchina, silenziosa e comoda ma di certo non è fatta per risparmiare , in futuro , forse, ma ora non è ancora così.

Per le ibride non saprei dirti , da un lato mi piacerebbero ma dall'altro hai due motori e due sistemi da gestire e manutenere ( elettrico e termico), come dire raddoppiano i rischi di rotture…………… in tutti i sensi.

riccardo urciuoli
21-07-2015, 22:25
Ue' e cos'è sto disfattismo? E soprattutto come osi mischiare la mia supercar Eli, omologata auto 4 posti full optional e col certificato di laboratorio semovente :beer:, con dei miseri motorini o quadricicli? :devilred:

Beh io non commento perchè oltre ad aver avuto molto..come dire...fondoschiena, sono un entusiasta immaturo e innamorato del mio cator.... volevo dire gioiello elettrico.

Ibride? Puah, per me sono troppo puzzolenti, a sto punto mi tengo la mia 500 del '70 :spettacolo:

dolam
21-07-2015, 22:48
Riccardo non è disfattismo ma mi pare di capire che miky6666 voglia fare delle scelte volte al risparmio e quindi non mi sento di consigliargli l'elettrico , che risparmio non è.

Poi la tua passione è ben altra cosa e la tua ELI un gran colpo di fondo schiena ma senza le tue amorose cure bigiornaliere non credo riuscirebbe a portare a spasso te o altri,

è una gran bella passione ( che come sai condivido, il mio sogno resta la vecchia fiat 500L elettrica motorizzata Twizy , allego la foto della velocità di ieri , temp 33,3°)

ma non tutti possono o vogliono sostenerla perché costosa.

riccardo urciuoli
21-07-2015, 22:54
ahaha beh non esagerare...bigiornaliere addirittura!
A meno che per cure intendi le carezze che faccio a Eli, allora saranno anche 4 o 5 al giorno.

Per il resto è difficile valutare, anche io sono convinto che un'auto elettrica pagata a prezzo pieno non si ammortizzi facilmente, ma ci sono molti modi per migliorare la cosa.
Dai km0 ai pannelli fotovoltaici, alle ricarcihe gratuite per alcuni, agli sconti su bollo e assicurazione e al risparmio sulla manutenzione.

Tutto da valutare attentamente, sia chiaro. Ma non è sempre e comunque un bagno di sangue.
Ovviamente...una scelta poco adatta a chi vuole cambiare auto ogni 2-3anni.

dolam
21-07-2015, 23:04
Riccardo faccio tutto quello che dici ( comprese le carezze alla mia twizzetta, fantastiche performance dopo le mie cure elettroniche con l'OVMS)
Ho il FV da 6Kw ( carico esclusivamente da li) pagata il 50% del nuovo, grande esperto di manutenzione ( non come te ma mi ci avvicino) bollo e assicurazione vantaggiosi, ma
( il ma rimane) non è economica.

Tu sai cosa gugli sta facendo sulla movitron e quanto sta spendendo per le batterie ( e tutto il suo lavoro da 6 mesi a questa parte, ricerca di mercato , acquisto e montaggio e test continui)

e dopo queste ed altre cose mi convinco sempre più che resta una gran bella passione ma sull'economia ho molto da ridire ( conti alla mano), specie con auto che consumano 3/5000 kwh annui ( anche l'impianto FV ha un costo)

riccardo urciuoli
21-07-2015, 23:15
beh si io con quello che ho speso ("solo" 8000 € circa) ci metterò 4-5 anni ad andare in pari.... però per consumare 5000 kWh anni devi fare TANTI km, e allora il rientro è più veloce...

Io sono intorno ai 1800-1900 kWh/anno, circa 540 euro. La metà di quanto avrei speso a benzina. Questo credo sia un criterio abbastanza valido e conservativo, si spende circa la metà o qualcosa meno di "carburante", si risparmia su tutto il resto e si fanno due conti.
E poi resta il gusto e la soddisfazione. A me dell'Iphone e dell' Iwatch me ne frega un beato .. piffero!

dolam
21-07-2015, 23:30
Beato te per l'iphone ( ho anche quella di passione , irrefrenabile soprattutto per l'ipad) e capisco la soddisfazione del fai da te ( impagabile ) ma quando dico 5000 kwh ti assicuro che mi riferisco a consumi dell'auto elettrica in uso normale.
I primi tempi guidavo la twizy ad andatura solo "elettrica" e i consumi erano sempre attorno a 70/75w km , ora la uso solo con guida "termica" e siamo intorno ai 130w al km il che non è proprio indifferente sui costi.

Mi verrebbe da pensare che comprare un'auto elettrica ( che è sempre tra i miei obbiettivi al verificarsi di certe condizioni) per poi viaggiarci sempre a "passo ridotto" non è il massimo, ma lo ribadisco , nel mio futuro vedo solo l'auto elettrica e tra due anni penso ci saranno buoni compromessi: costi, velocità , autonomia ( basta solo vedere i progressi di Tesla a tal proposito) ma necessitano costi minori perché la diffusione sia per tutti , altrimenti torna d'attualità
"
C'è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti. (http://aforismi.meglio.it/aforisma.htm?id=2e62)"

MIKY6666
22-07-2015, 00:10
Tutto giusto! Comunque per adesso tiro avanti così ma a Settembre con il figlio che andrà a scuola dovrò trovare una soluzione.
Per le carezze non potendo dedicarle all'auto le rivolgo alla montagna di legna (gratis) che ho in giardino e che mi riscalderà quest'inverno:spettacolo:

Io ho un Nokia 3310 (anzi ne ho 3)

Mario di Roma
23-07-2015, 21:54
non schifate le ibride plug in, sono l'unica speranza a breve di un auto che faccia tutto quello che fa una a benzina, gasolio o gas ma in più vada volendo anche a emissioni zero

Poi certo se si hanno due auto o non si fanno mai più di 60,70, 100 km al giorno va bene pure una elettrica...:bye1:

io per esempio ne ho una e ogni giorno faccio 15km ma poi ogni sabato o domenica faccio almeno 170km, spesso 200 e una volta al mese ne faccio 450...
quindi una ibrida plug in mi piacerebbe ma la scelta di oggi ancora non mi soddisfa, i prezzi sopratutto sono proibitivi
Ma col figlio prossimo sedicenne magari ho la scusa per comprare una seconda solo elettrica, anzi un quadriciclo...

Tazzari usata? Twizy nuova?

MIKY6666
13-08-2015, 19:29
Ciao, ultimi aggiornamenti del diario di bordo.
Un concessionario della zona facendo uno "sforzo tremendo" mi ha proposto una Leaf Tekna full optional con 13000 km e batterie di proprietà alla"modica" cifra di 18900 euro compreso passaggio....
direi che piano piano ci si avvicina.

LuckyLukeJohn
13-08-2015, 23:52
Buon prezzo. Il fatto che nell'arco dei prossimi sei mesi esca il modello con batteria da 30 kW sta spingendo le concessionarie a liberarsi del parco leaf che hanno in casa. Secondo me i prezzi scenderanno ancora, toccando il minimo storico dapprima con la leaf dal pacco batterie esteso e poi alle porte del 2017 con l'uscita della nuova Leaf. Ormai non manca molto, meno di un anno e mezzo.

dolam
25-10-2015, 05:56
Noi siamo fermi ma per fortuna il mondo dell'elettrico si muove e come

2017 Chevy Bolt EV Development: GM, LG Chem Reveal Deep Partnership (http://www.greencarreports.com/news/1100562_2017-chevy-bolt-ev-development-gm-lg-chem-reveal-deep-partnership)

http://www.greencarreports.com/news/1100581_battery-breakthrough-to-boost-nissan-electric-cars-to-one-in-10-sales-around-2020-exec-says

http://www.greencarreports.com/news/1100589_bmw-i3-electric-car-to-get-longer-range-next-year-ceo-says<strike></strike>

LuckyLukeJohn
30-10-2015, 21:24
Nel frattempo da questo novembre sarà possibile ordinare la Nissan Leaf con pacco batterie da 30 kW e 250 km di autonomia teorica e 200 km di autonomia reale in ciclo misto. Direi che come seconda auto ci siamo. Ora devono scendere i prezzi, per quelli ancora non ci siamo proprio.

ligabue82
31-10-2015, 12:43
Si, ho visto il report su TG2 motori la scorsa settimana... anche i mass-media cominciano a fare un pò di pubblicità positiva...

saluti

dolam
31-10-2015, 13:34
Non voglio disilludere nessuno ma penso che la via al momento sia l'ibrido plug-in , consente di usare l'auto elettrica in città e viaggiare comodamente anche fuori senza pensieri
soprattutto senza temere di rimanere a piedi.
Arrivare a sera e dover fare una salita di 10km con il 20% di energia residua genera stato d'ansia con un'elettrica pura , specie se è in inverno e fa freddo
se c'è la neve poi meglio non parlarne.
Necessita risolvere il problema delle batterie , almeno 80kwh a bordo, altrimenti l'elettrico dovrà adattarsi a vivere con il termico , per il momento.
Se la Volkswagen avesse fatto la sua golf con un motore termico con meno prestazioni e di conseguenza prezzo più basso, saremmo già a buon punto,
a 25000 euro un'ibrida da 60/80km che recupera tutta l'energia in frenata potrebbe già essere un buon successo, specie se si ha un FV di opportune dimensioni con il quale ricaricare, a zero centesimi,
quei 6/10kwh giornalieri che necessitano.
Naturalmente le cose cambierebbero immediatamente se facessero una batteria leggera e capiente ma per adesso solo annunci e niente di concreto.

Intanto la Ford vende la cMax ibrida da 50km e solo 100kg in più, a 23000 dollari negli USA dove fa sconti e incentiva realmente l'elettrico,
la si trova facilmente nuova a 20000 dollari e l'elettricità in america costa veramente nulla.
Per ora mi sono fatto questa opinione, al momento siamo ancora lontani da percorrenze decenti.

LuckyLukeJohn
31-10-2015, 23:10
Non la vedo così critica la situazione dell'elettrica, dolam. Nel 2018, quindi fra soli due anni, uscirà la nuova Nissan leaf con 60 kW di pacco batterie e quindi 500 km di autonomia teorica, diciamo 400 km di autonomia in condizioni reali. Prima ancora di quella data dovrebbe uscire la attesissima tesla model III, che dovrebbe avere un prezzo più umano, equiparabile a quello della Leaf attuale, ma con un'autonomia intorno ai 350 km reali, però parliamo di Tesla di un certo Elon Musk, che ha appena rilasciato il software per l'auto pilota per la sua model S e che ha appena messo sul mercato un SUV pure electric che fa paura per le innovazioni che ha a bordo. Insomma, se non fosse per il costo, io l'attuale Leaf in uscita a gennaio, come seconda auto, me la comprerei subito. Certo ha ragione anche dolam, è questione di esig zen soggettive, io qui a Lecce di salite non ne ho neppure l'ombra, non parliamo poi della neve che si poggia una volta ogni dieci anni e dopo un giorno sparisce. Infine le t sotto lo zero qui si vedono pochi sporadici notti l'anno fra le due e le quattro di notte, quando me io me la dormo nel tepore delle mie coperte scaldato dal mio bel termocamino a legna. Comunque si aspetta che l'evoluzione tecnologica e la concorrenza è il benestare dei petrolieri consentano una riduzione dei prezzi ed una diffusione dei mezzi elettrici, almeno prima di morire asfissiati dalle emissioni dei diesel e dall'effetto serra.

dolam
31-10-2015, 23:58
Lucky la mia esperienza nell'elettrico è datata 2001 primo scooter elettrico Malagruti ciak £ 6.500.000, una vera catastrofe , primo pacco batterie cambiato a 700km in garanzia, secondo a 2400km ( quindi 1700) spesso rimanevo a piedi su falsopiano in salita ( Pescara è sul mare dislivelli massimi 100m) , seconda esperienza Renault Twizy, fantastica macchinetta ( prestazioni da urlo 110kmh) buona percorrenza, tra 70 e 80 Km, mancava di finestrini ( pazzesco)
risolto con un mio "brevetto" , ma quando viene il freddo ( basta questo di ottobre uggioso) notte a 7/10° le batterie calano e come calano eppure in estate superano gli 80km con guida dolce.
Sulla prossima Nissan Leaf c'è un ampio servizio ( che mi sembra ho anche segnalato) e arriverà massimo a 350km ma con costo in aumento e abbandonerà anche la carrozzeria attuale.
La Tesla III parte da 35000$ , in Italia da 43000€ vista l'iva, insomma la prima ibrida Plug-in da 1600 di cilindrata e "soli"100cv con 70 km di solo elettrico, che sia commercializzata a 25/28000€ farà il botto per i prossimi 10 anni e nel frattempo si spera esca qualcosa di buono da batterie leggere e performanti.
Al momento costi e KM non vanno per nulla d'accordo con " Elettrico", sto tentando d'informarmi su quanto costa importare la cMax ibrida in Italia ma mi hanno già sfiduciato, tra iva e dogana siamo già a 27000 € + trasporto 4500€ diventa impraticabile, senza contare che non avrei assistenza in caso di guasti ( macchina sconosciuta al mercato italiano, a proposito perché???).

dolam
01-11-2015, 08:28
Affinché si capisca meglio quello che dico vi faccio vedere il pacco batterie da 85Kwh della Tesla , così ci facciamo un'idea delle dimensioni e della "semplicità" delle riparazioni, in caso di necessità.Purtroppo siamo lontani [url]https://m.youtube.com/watch?v=070JJwgupRw.


E anche
https://m.youtube.com/watch?v=zMQjcukphpA

LuckyLukeJohn
02-11-2015, 07:46
Ciao dolam. Caspita! Ma davvero la twizy arriva a 110 km/h? Dalla casa mi pare che venga data a 80 km/h come v/MAX. A proposito, quando decidi di venderlo dammi una voce. La tua analisi è molto precisa, come sempre. Anzi al riguardo volevo rendertene ulteriore merito confidandoti che quel famoso progetto di fv con accumulo è naufragato a causa del ritardo nella consegna delle batterie e la conseguente mia perdita di fiducia nel venditore. Ora attendo il powerwall della Tesla, ma senza più fretta, in fondo sono arrivato al punto di equilibrio e voglio recuperare un po' gli investimenti fatti e godermi un po' la vita ( in fondo, la maggior parte dell'energia mi proviene dal mio fv, Acs e cottura cibi pure, riscaldamento nelle mezze stagioni pure, il riscaldamento invernale da un bel termocamino a legna, insomma, cosa voglio di più? ). Per l'autonomia della nuova Leaf del 2018 penso che il cambio di carrozzeria probabilmente aumenterà il peso complessivo facendo scendere quindi l'autonomia reale a 350 km. Comunque il problema che hai nominato tu, risolto quello dell'autonomia, diverrà quello centrale: costi ancora troppo elevati. Bisognerà accontentarsi di un buon usato ? Ad es. una Leaf 2016 come seconda auto?

dolam
02-11-2015, 10:57
Lucky la Twizy ha 80 kmh di velocità bloccata dalla casa ma con l'aggiunta di una semplicissima scatolina , che tra l'altro la controlla a distanza ( anche dall'altra parte dell'oceano, per intenderci da cellulare) ,
si può tenere sottocontrollo ogni singola cella della batteria, può essere settata come si vuole
e può arrivare a 116kmh ( provata personalmente).

Si possono regolare i seguenti parametri: valore di recupero in frenata , coppia, accelerazione e tanti altri, il tutto in maniera elementare e facile, esiste anche la possibilità di creare 3 profili differenti, oltre quello di fabbrica che resta sempre, e viaggiare anche con velocità bloccata X esempio 40kmh, (quando tuo figlio inizia ad imparare).
Si può fare veramente tutto e……. ora ti stupisco….la stessa minuscola scatolina, fa le stesse cose su Nissan, Renault, Tazzari, e Persino la "regina" Tesla,
costo? 125 euro.

Per l'impianto hai fatto benissimo a tranquillizzarti, meglio aspettare un po', aspettiamo anche Tesla sul campo reale.

La Twizy la vendo ad aprile, appena mio figlio fa 18 anni ha esigenze diverse, ora.:preoccupato:

LuckyLukeJohn
02-11-2015, 18:32
Grande Dolam! La faccenda della scatolina non la sapevo! Mi interessa molto. Ho il diritto di prelazione sulla vendita della tua twizy? ... :-)
P.S.: ti ho scritto in privato ma hai la casella messaggi piena. Ciao

MIKY6666
17-12-2015, 16:02
Ciao, ho preso una Leaf del 2013:beer:, sono ormai due mesi che la guido e dire fantastica è riduttivo!!

dolam
17-12-2015, 16:22
miky6666 bravissimo, ci snoccioli i numeri di questa meraviglia , costo , consumo, batteria durata della carica e così via, non ci lasciare solo con l'acquolina in bocca.

MIKY6666
17-12-2015, 16:45
Ciao, la macchina l'ho presa da un privato ad Ancona, (12 ore per portarla a casa a Padova), 17000 km e 17000 euro, batterie di proprietà.
Afine ottobre con le relative temperature riuscivo a fare 150/155 km, guidando da elettrico ma non da lumaca..., ora con 0/5 gradi non saprei dire, in quanto quando la prendo per andare al lavoro (25Km) mi dice autonomia di 125/130 ma dopo aver percorso il tragitto (misto urbano extraurbano) mi da ancora 110 km rimanenti.
Il carica batteria sulla vettura è da 3,3kW ma a casa ricarica a 2,2 e diciamo da scarico ci vogliono appunto una decina di ore.
Qui a Padova all'IKEA c'è la colonnina (gratuita senza tessere e aperta anche di notte) con la CHAdemo, e altri due tipi di ricarica in alternata.

Comunque il bello è guidarla!

MIKY6666
17-12-2015, 16:51
Impianto stereo fantastico, accellerazione senza eco inserito da paura, accellera senza esitazioni fino a 160 all'ora, dove presumo che a quella velocità si percorrano pochissimi kilometri.

Ho preso la versione Tekna, che per un "Grezzo" come mè è anche troppo, nel senso che non mi è mai interessato nulla dei Gadget, ma visto che ci sono stò imparando ad apprezzarli, tipo i sedili ed il volante riscaldabili, che in questo periodo sono ottimi, oppure la telecamera per il parcheggio.

dolam
17-12-2015, 17:06
"Qui a Padova all'IKEA c'è la colonnina (gratuita senza tessere e aperta anche di notte) con la CHAdemo, e altri due tipi di ricarica in alternata."
questa è un'ottima cosa ( viaggiare gratis è sempre bello) ma hai provato a verificare i consumi, esempio per fare 100km quanti kWh occorrono?

MIKY6666
17-12-2015, 17:14
Il computer della macchina si aggiorna ogni 300 metri di percorrenza (credo) ed a fine Ottobre mi diceva 14/14,5 kW per 100 km ( ho fatto anche 12/12,5 guidando piano), ora con più freddo, per cui clima sempre acceso luci ecc ecc mi dice 15,5/16 kW per 100 km.
Lo stile di guida chiaramente influisce molto, ma devo dire che pensavo molto peggio nel senso che se devo superare supero, insomma la guido quasi come una endotermica, ovvio che se vedo un semaforo rosso a distanza non ci arrivo inchiodando, ma neanche in folle.

dolam
17-12-2015, 17:14
intanto è arrivata la nuova versione , ottimisticamente definita 250Km
La vita con un'auto elettica - Nissan LEAF - Auto Elettriche Nissan (http://www.nissan.it/IT/it/vehicle/electric-vehicles/leaf/discover/life-with-ev.html?cid=em59450881)

MIKY6666
17-12-2015, 17:19
Adesso smonto dal lavoro ci sentiamo più tardi......

P.S. Mia moglie sono due mesi che non mi sente dire " che pall... devo andare a lavorare"!!
P.P.S. sono anche due mesi che non entro in un distributore!!:clapping:

LuckyLukeJohn
17-12-2015, 22:36
Grande miky! Ma hai la prima versione o la seconda? Secondo te procedendo a 100 kmh costanti che autonomia hai? E a 130 costanti?

MIKY6666
18-12-2015, 05:57
La seconda versione. Belle domande, dipende secondo me da troppi fattori, comunque direi che è meglio non superare i 90/100 kmh se si vuole stare sopra i 100 km di percorrenza( in questo periodo), magari in primavera migliora.
Ho anche scoperto ieri in tangenziale che piazzandosi dietro un camion o furgone cambia tutto, per farti un esempio sconvolgente, sono entrato in tangenziale con 115 km residui, e dopo 6/7 km appunto dietro un camion mi indicava 116 km residui...... ad 80/90 all'ora.
Secondo me se uno ha la pazienza di piazzarsi dietro un camion (io no) in autostrada può arrivare si anche a 200km.... farò una prova andando a trovare i parenti a Verona, visto tra l'altro un concessionario con CHAdeMO in prossimita di VR sud.

MIKY6666
19-12-2015, 01:09
Altro dettaglio (o forse no) per quanto riguarda i consumi potrebbe essere dato dal fatto che ho montato gomme invernali 215/50 r17...
Ho letto tempo fà sul forum che un utente aveva sostituito cerchi e gomme, non ricordo che discussione e che risultati ha ottenuto in termini di maggior percorrenza.
All' IKEA ho visto una BMW i3, devo dire molto bella ma quando sono andato davanti per guardarla c'era qualche cosa che non mi convinceva, non riuscivo a capire, perchè effettivamente è una macchina particolare, quando mi sono accorto che montava pneumatici grandi e sottili.
Per la precisione 155/?? r19!!!!
Probabilmente lo hanno fatto per migliorare un pò i l'autonomia, anche se non sò la tenuta di strada se ne risente.

LuckyLukeJohn
12-01-2016, 23:13
Allora ragazzi, bollono in pentola novità! Innanzitutto ecco il link ad un bel l'articolo sulla Bolt che uscirà fra un anno: 2017 Chevrolet Bolt EV Specs Released: Battery Pack, Motor Power, And More (http://www.greencarreports.com/news/1101775_2017-chevrolet-bolt-ev-specs-released-battery-pack-motor-power-and-more). Gran bella macchina se consideriamo un pacco batteria da 60 kW, il condizionamento a liquido del pacco batterie per mantenere sempre la temperatura ideale, in pratica come ce l'ha la Zoe, ed un'autonomia, a questo punto mi viene da pensare reale, di 320 km, visto che la nuova Leaf con pacco da 30 kW si spaccia per un'autonomia di 250 km, che secondo il sistema epa diventano 172 km reali. Ho poi trovato un articolo che confronta attraverso un test reale realizzato dall'autore dell'articolo l'autonomia delle due versioni della Leaf viaggiando in autostrada velocità costante di 110 km/h impostata da cruise control. Bene, la nuova Leaf riesce a percorre 133 km prima di arrivare ad una percentuale residua di batteria del 7%, quindi potremmo concludere che potrebbe arrivare a 140 km. La vecchia Leaf con pacco da 24 kW si ferma intorno ai 78 km, se la memoria non mi inganna. Ho cercato di nuovo l'articolo per inserire il link ma non sono riuscito a trovarlo. Questo dato mi pare molto interessante, perché mi permette di fare delle previsioni abbastanza attendibili sul range di utilizzo che potrò avere con la nuova Leaf. Ad esempio, nel mio caso, so che viaggiando a 100 km/h costanti potrei arrivare a Bari dove però dovrei necessariamente ricaricare la mia batteria al 100%. Potrei invece muovermi in tutta tranquillità per tutto il Salento sapendo che se rispetto i limiti di velocità e guido in modo assennato, avrò almemo 140 km di autonomia fuori città, che diverranno con buona certezza 170 in città o in un uso misto. Insomma, un'autonomia giornaliera sicuramente più che sufficiente per me o per mia moglie, tanto in inverno per lavoro quanto in estate per andare e tornare dal mare, ma anche per fare qualche gita fuori porta nel weekend. Ovviamente tenendo la seconda auto a metano per gli spostamenti più impegnativi delle vacanze. Insomma, ormai la barca è partita, non ci resta che aspettare il calo dei prezzi e poi la giusta occasione per saltare sul carro dell'elettrico! P.S.: non ci dimentichiamo la model III della Tesla che dovrebbe uscire nel 2017 anch'essa a ad un prezzo di 35000 dollari, circa 31000€ al cambio attuale. QUELLA di una signora macchina!

jumpjack
16-02-2016, 08:20
Allora ragazzi, bollono in pentola novità! Innanzitutto ecco il link ad un bel l'articolo sulla Bolt che uscirà fra un anno: 2017 Chevrolet Bolt EV Specs Released: Battery Pack, Motor Power, And More (http://www.greencarreports.com/news/1101775_2017-chevrolet-bolt-ev-specs-released-battery-pack-motor-power-and-more). Gran bella macchina se consideriamo un pacco batteria da 60 kW, il condizionamento a liquido del pacco batterie per mantenere sempre la temperatura ideale, in pratica come ce l'ha la Zoe, ed un'autonomia, a questo punto mi viene da pensare reale, di 320 km, visto che la nuova Leaf con pacco da 30 kW si spaccia per un'autonomia di 250 km, che secondo il sistema epa diventano 172 km reali.

60.000 Wh / 320 km significa 187 Wh/km, un numero plausibile, considerando che in media un'auto elettrica consuma 150 Wh/km (120 la Czero, 300 la Chevrolet Volt).
30.000 Wh / 172 km = 174 Wh/km



[...] Insomma, un'autonomia giornaliera sicuramente più che sufficiente per me o per mia moglie, tanto in inverno per lavoro quanto in estate

Aspetta....
Bisogna sempre tenere conto che in inverno e in estate l'autonomia diventa circa il 60% di quella nominale, a causa del consumo dell'impianto di riscaldamento/condizionamento (che assorbono da 5 a 8 kW secondo il modello di auto).

Quindi l'autonomia "garantita" per la Bolt sarebbe 190 km e per la Leaf/30 sarebbe circa 100 km (rispetto agli 80 delle altre auto elettriche attuali)
Poi però bisognerà vedere nel dettaglio quanto effettivamente assorbono gli impianti di riscaldamento/condizionamento di queste nuove auto.

Dettagli:
https://autoguida.wordpress.com/2014/06/30/458/

dolam
16-02-2016, 12:03
Ho usato la Leaf per due giorni la scorsa settimana , una gran bella macchina comoda e abbastanza silenziosa, per i consumi confermo quello che già sapete, con riscaldamento e condizionamento accesso la corrente si consuma abbastanza.

L'ho anche provata usandola da termica quindi accelerate e frenate abbastanza rapide e devo dirvi che qui mi ha un po' stupito perché i consumi sono saliti ma non oltre i 220Wh/km, con un'auto a benzina il consumo sarebbe raddoppiato guidandola in quel modo, quello che invece mi ha un po' fatto riflettere è il costo alla colonnina, a mio avviso fanno pagare l'energia troppo, quasi 38cent a kw senza nessun abbonamento.