PDA

Visualizza la versione completa : Caldaia a fiamma inversa o policombustibile



Attilasecondo
19-01-2015, 18:13
Buona sera a tutti, tempo fa avevo chiesto un'opinione al forum su come riscaldare due appartamenti, per un totale di 280 mq, ben coibentati, in località di mare, nella provincia di Ragusa.
Dalla discussione mi ero convinto di installare una caldaia a legna a fiamma inversa da lameno 30 Kw con un puffer di 2000 lt.

Ho chiesto un conseglio ed un preventivo alla CTM e questi mi hanno risposto così:

Caldaia a legna a fiamma rovescia Twinfire 30 Kw Euro 4.725,00;

Caldaia a biomassa Magikfire 25 Kw con bruciatore automatico policombustibile Euro 4.100,00;

Bollitore Basic Plus da 200 litri a due serpentini fissi al carbonio per produzione ACS Euro 1.100,00;

Bollitore Combi da 750 litri a doppio accumulo per produzione 205 litri ACS ed acqua tecnica a servizio dell’impianto Euro 2.600,00;

Bollitore Combi da 1000 litri a doppio accumulo per produzione 220 litri ACS ed acqua tecnica a servizio dell’impianto Euro 2.750,00;
Ad occhio e croce mi sembra una rapina.

Dott Nord Est
19-01-2015, 20:41
beh....un tantino cari si.... (direi di qualche migliaio di euro...)

Attilasecondo
20-01-2015, 15:17
Oggi ho chiesto dei preventivi anche alla Serenissima, sperando che sia una ditta affidabile.
In Sicilia nessun istallatore conosce le fiamme inverse e tutti mi continuano a consigliare o i termocamini, assolutamente senza puffer (poi devo pagare qualcuno che mi mette la legna durante tutta la giornata ?), o addirittura un bel bombolone a GPL.
Quando parlo di fiamma inversa con puffer di 2000 lt, mi fanno dei sorrisetti come per prendermi per scemo. Qualcuno va a finire che ce lo ficco nella caldaia.

Dott Nord Est
20-01-2015, 15:24
poi vai in galera...... :spettacolo:

Attilasecondo
21-01-2015, 12:26
Oggi ho parlato con un installatore e mi ha detto che, visto che è presente una vecchia caldaia a GPL e lo stanzino dove dovrebbe essere messo il nuovo impianto si trova dall'altra parte della casa,non è possibile mette la nuova caldaia perché i tubi dovrebbero passare all'esterno, cosa orribile a livello estetico, e disperderebbero il calore. Anche lui mi ha detto che l'unica soluzione è il gpl. Sarà vero? Non ce la faccio più, odio il gpl e quello schifo di bombole. AIUTO.:cry:

FaGa86
21-01-2015, 12:32
Esistono tubi apposta per il passaggio in esterno. Poi possono essere o mascherati con qualche accrocchio in rame oppure ne vendono di già verniciati oppure verniciabili con colori a piacere.

Dott Nord Est
21-01-2015, 12:44
Anche lui mi ha detto che l'unica soluzione è il gpl. Sarà vero? .:cry:

GPL ??????? :bored:
è la scelta più scellerata in assoluto se vuoi andare in bancarotta.......... :clapping:

pensa te, sono andati su Marte... e ci sono problemi per passare due tubi ??

Attila, pensa te che per quanto questi tubi disperdessero (e ci sono i modi per cui non disperdano), il gup con il GPL non sarebbe MAI colmato !!!

Cigli0
21-01-2015, 13:32
Attila, prendi un idraulico con una certa competenza, fagli studiare le caldaia a fiamma inversa e fagli installare la tua, poi essendo l'unico della zona avrà un ritorno economico pure lui!

EFFETTO DOMINO

Daniel1980
22-01-2015, 17:38
Il 'non è possibile' è una stupidaggine, al massimo esiste il 'è complicato e ci vuole un sacco di lavoro', ma coi $$$ in genere si fa (quasi) tutto....poi ovviamente bisogna valutare la convenienza, ma di solito la differenza in termini economici tra legna e gpl è la stessa che passa in termini estetici tra Megan Fox e Rosy Bindi.