PDA

Visualizza la versione completa : Impianto Caldaia Pellet e riscaldamento a Pavimento con Acs in pompa di calore



Tremendox
03-09-2015, 08:42
Buongiorno a tutti,
finalmente ho tutti i dati necessari per chiedervi un parere per l'impianto che servirà la nostra nuova abitazione.


Premetto che l'abitazione è disposta su 3 livelli.
Piano terra Cucina e soggiorno
Primo piano Camere
Secondo Piano Mansarda.


La casa ha muri spessi 60 cm dove dallesterno ci sono 40 cm di mattoni pieni poi 10 di pannelli di stifterite poi forati per 10 cm.
I serramenti sono tutti nuovi a tripla camera in legno.


Zona Climatica E
Dai mie calcoli i metri cubi dell'abitazione sono 407 .
La casa è ben soleggiata e libera su 3 lati
Famiglia composta da 3 persone



L'impianto di riscaldamento è a pavimento e ad ogni piano abbiamo montato pannelli Rbm con miscelatore al piano.


Nel soggiorno adiacente alla scala monterò la mia stufa a legna perchè l'adoro e la legna non mi manca.


Abbiamo predisposto esternamente all'abitazione un locale tecnico per installare una caldaia Nordica Extraflame Hp22 dove d'inverno farà funzionare il riscaldamento a pavimento e fornirà acs ad un bollitore in pompa di calore e nei mesi estivi l'idea è di spegnere la caldaia e usare la pompa di calore del bollitore per acs.


Ora i problemi che mi pongo sono questi:
Non è che 22kw di potenza sono troppi?
Quale bollitore in pompa di calore potrei mettere? L'idea del bollitore in pompa di calore nasce dall'interesse per dei pannelli solari per la produzioni di corrente visto che non abbiamo il gas.

Grazie a tutti per i consigli
Tremendox

Dott Nord Est
03-09-2015, 12:48
la stufa a legna ad aria o ad acqua? quanti kw? mt2 del locale dove la posizioni?

Tremendox
04-09-2015, 13:25
la stufa a legna ad aria o ad acqua? quanti kw? mt2 del locale dove la posizioni?

No è una semplice stufa a legna da 9 kw della castelmonte e la monterò in soggiorno; la recupero dalla casa attuale.

Dott Nord Est
04-09-2015, 13:36
sai che quella stufa ti darà problemi con la gestione dell'impianto a pavimento?
se è per un discorso estetico, ok, ma meno la usi meglio è a livello di riscaldamento
infatti, nel locale/locali dove la posizioni il pavimento non lavorerà più bene, perchè la stufa interferirà

Tremendox
04-09-2015, 13:43
Si immagino.
Pensavo per le mezze stagioni e per estetica.

Grazie per l'avvertimento.

Dott Nord Est
04-09-2015, 13:44
ok, già meglio allora

per il discorso kw troppi/pochi, dipende se monti puffer o meno.
se lo monti, anche se sono troppi non importa, il puffer ammortizza.
se non lo monti, allora il discorso è diverso....

Tremendox
04-09-2015, 14:16
Ok, questo mi è chiaro.
Se monto un puffer posso mettere anche una 32kw, tanto il puffer gestisce/riceve tutto.
Se non dovessi montare il puffer?
Francamente pensavo ad una pompa di calore bollitore con innesti anche per pellet.

Dott Nord Est
04-09-2015, 14:25
se non monti il puffer, la caldaia deve essere dimensionata attentamente, per evitare il più possibile continui on/off (specialmente lavorando su pavimento)

Tremendox
04-09-2015, 15:04
Ok chiarissimo.
Quindi una 15kw visto che lavoro a pavimento non potrebbe bastare?
Cioè se cmq l'acqua che mi serve, mi serve a 37° non capisco perchè avere 22kw... e per la sanitaria ci vorrà al massimo più tempo a scaldare 200litri?

Dott Nord Est
04-09-2015, 20:21
se la monti diretta, così a spanne, 15 kw sono più che sufficienti
ma visto che devi mettere boiler per acs, perchè nello stesso spazio non monti un puffer che fa sia riscaldamento che acs ?

Tremendox
05-09-2015, 08:07
Ma non andrea a complicare troppo l'impianto?
Insomma anche un puffer è una spesa....

Dott Nord Est
05-09-2015, 10:11
anche il clima in un'auto è una spesa, ma si viaggia diversamente....
un puffer semplifica l'impianto, non lo complica


se vuoi spendere poco, monta una caldaia a gas murale, te la cavi con meno di 1000 euro :spettacolo:

antoniomlg
05-09-2015, 10:27
buongiorno e scusate se mii intrometto in questa discussione
ma ho bisogno di qualche chiarimento
dovendo montare un puffer sono indeciso se sia il caso di comprare un puffer con tank in tank
a cui collegare il solare sanitario?
il mio dubbio è che in estate quando funziona solo il solare esso deve riscaldare tutta l'acqua
che è contenuta nel puffer e quindi faticherebbe......
ps
solare già in mio possesso con 180 litri di boiler
grazie
delle eventuali suggerimenti che vorrete potrete darmi

Tremendox
17-09-2015, 18:34
Inizio a capire come potrebbe essere furbo fare l'impianto, correggetemi se sbaglio....
Caldaia a Pellet
Puffer Termoaccumulo per ACS e riscaldamento.
La caldaia viene comandata solo e direttamente dal Puffer e al calo della temperatura interna del puffer parte la caldaia.
I termostati ambiente comandano solo le valvole al piano per attivare il flusso di acqua calda nel riscaldamento.

In questo modo dovrebbe essere corretto vero?
Ora mi piacerebbe chiedervi un aiuto per 2 questioni:
1 Non capisco quale Termoaccumulo della Cordivari potrebbe essere alimentato sia da caldaia a Pellet che da pompa di calore? La pompa di calore la vorrei mettere in un secondo momento...
2 Cosa dovrebbe avere il termoaccumolo per rilevare la temperatura interna ed inviare il segnale alla caldaia?

Se ho detto delle castronerie vi chiedo scusa.

Tremendox
22-09-2015, 08:43
Nessuno ha suggerimenti?

aldo55
22-09-2015, 13:15
Ciao.. si in teoria funziona come hai scritto nella prima parte.. per quanto riguarda la prima domanda, dovresti andare nel sito della cordivari e verificare quale accumulo è predisposto per la pompa di calore.. per quanto riguarda la seconda dimanda, tutti i puffer, boiller i qualsiasi altro tipo di accumulo hanno le connessioni per inserirci i pozzetti più o meno lunghi e nelle varie altezze, dove mettere le relative sonde di rilevamento delle T..

Tremendox
15-10-2015, 09:58
Ciao a tutti,
finalmente hanno completato l'impianto:
Nordica Hp22 in abbinamento a accumulo da 500litri per riscaldamento a Pavimento e ACS Marca Cordivari modelli Combi 1.
Vorrei però un vostro parere...
Sostanzialmente non sono state inserite sonde nell'accumulo e questo mi sembra strano.
Mi è stato detto che quando il ritorno in caldaia è a 65° la caldaia si spegne....
Secondo voi? Potrebbe funzionare così?
Fatto così mi sembra molto semplice... forse anche troppo...?!?

Dott Nord Est
15-10-2015, 10:02
Mi è stato detto che quando il ritorno in caldaia è a 65° la caldaia si spegne....
Secondo voi? Potrebbe funzionare così?


funziona anche così, ma non è corretto
in questo modo come fa la caldaia a partire quando il puffer scende di T° se nessuno glielo dice ?????

scresan
15-10-2015, 10:05
.... rischi un sacco di ripartenze durante il giorno.

Inoltre dovrà esserci un circolatore caldaia-puffer sempre attivo.

Meglio utilizzare un termostato collegato al circolatore della caldaia...... o altro sistema integrato nella stessa centralina....

Tremendox
15-10-2015, 10:16
Leggendo il manuale della caldaia parla solo di programmazione orario accensione e spegnimento. e questo serve a ben poco.
Quindi per funzionare correttamente devo usare la porta del termostato ambiente dietro la caldaia e inserire una termostato o a circolatore della caldaia oppure dentro al puffer? corretto?

Tremendox
15-10-2015, 10:18
però non mi è chiara la logica del termostato sul circolatore caldaia puffer...

Dott Nord Est
15-10-2015, 10:34
il termostato (meglio ancora sonda NTC se la caldaia supporta) si mette nel puffer, e gestisce il circolatore primario (tra caldaia e puffer)

Tremendox
16-10-2015, 09:09
Ho letto che esiste una scheda di espansione della Nordica per la caldaia Hp22 che ha 3 sonde.
Potrebbe fare al caso mio...? ne sapete qualcosa?
Inoltre mi domando ma le 3 sonde le dovrei mettere tutte nel puffer a varie altezze?