PDA

Visualizza la versione completa : Abitazione a ridosso di tralicci per alta tensione e cavi



Apeiron
24-09-2015, 15:26
Salve, apro questo topic per ricevere delle opinioni per quanto riguarda la collocazione di questi tralicci e i relativi cavi di tensione [link alle foto in basso] che transitano a ridosso del palazzo giallo, nelle foto 1-3-4. Nella fattispecie vorrei alcuni pareri per quanto riguarda il rischio (presunto?) dovuto all'esposizione prolungata dei campi elettromagnetici. (Mi scuso dall'inizio se non adopero una terminologia consona all'oggetto della discussione, ma sono totalmente a digiuno in questo campo). Vorrei quindi sapere, raccogliendo le vostre opinioni, se sussistono, viste le condizioni, rischi per queste esposizioni sulla salute delle persone che ci abitano.

Inoltre volevo sapere di che tipo di tralicci si tratta e che tensione potrebbe viaggiare su quei cavi e quindi se sia stato tenuto conto della distanza di rispetto. Non conosco bene la distanza dei cavi dal punto più esterno al palazzo, perché non ho preso le misure quando andai a fare il sopralluogo, siccome questi dubbi mi sono sorti da poco e siccome dovrei andarci ad abitare a breve sono preoccupato per l'eventuale esposizione continua ai campi generati da questi cavi così vicini.

Vi allego le foto. Le foto 1-3-4 mostrano i due tralicci (che immagino siano quelli principali) portare i cavi fino ai tralicci della foto 2.

1- http://imagizer.imageshack.us/a/img538/8564/kDyuiF.png
2- http://imagizer.imageshack.us/a/img661/2071/PScUdc.png
3- http://imagizer.imageshack.us/a/img661/5475/O2Z0JT.png
4- http://imagizer.imageshack.us/a/img540/1248/h9DzCU.png

Grazie per l'attenzione attendo vs. risposte. Spero non mi prendiate in giro per questa mia paranoia, ma ultimamente sono molto preoccupato e vorrei ricevere, se possibile, dei consigli.

pox1964
24-09-2015, 21:05
se hai dei dubbi,invece di pensare a quanti metri di distanza devono stare i cavi dell'alta tensione,si può misurare il campo elettromagnetico
parecchi anni fa mi sono costruito lo strumento su progetto e kit di nuova elettronica,con esso ho fatto delle indagini per capire,ricordo che sotto
i cavi dell'alta tensione c'era inquinamento,il tutto sta nel valutare nelle varie parti della casa se c'è un significativo inquinamento,che molto
probabilmente non c'è,che però solo a vedere i cavi ti viene mal di testa,quindi indagare e valutare e se vai in affitto puoi sempre cambiare casa

Apeiron
25-09-2015, 00:15
Grazie per la risposta. Immagino che per costruire questo strumento ci voglia quantomeno un minimo di conoscenza di base. Di che strumento si trattava e che valori rilevava per esattezza?

simonveris
25-09-2015, 01:17
Secondo me quei cavi dell'alta tensione non rappresentano un pericolo per quanto riguarda i campi elettromagnetici , in quanto sarebbero veramente molto bassi da non influire assolutamente sulla salute umana .

Puoi chiamare dei tecnici specializzati che hanno il magnetometro .

Trattandosi di cavi lineari dove la corrente scorre in un solo verso , per apprezzare un certo campo magnetico bisogna mettersi a distanza di pochi cm .

Apeiron
25-09-2015, 11:22
Grazie per la risposta.

Quindi mi converrebbe chiamare una ditta specializzata in rilevazioni o anche affidarmi ad un ente regionale preposto? Tipo Arpa, Asl. etc?

giancasy
25-09-2015, 11:49
Salve, apro questo topic per ricevere delle opinioni per quanto riguarda la collocazione di questi tralicci e i relativi cavi di tensione [link alle foto in basso] che transitano a ridosso del palazzo giallo, nelle foto 1-3-4. Nella fattispecie vorrei alcuni pareri per quanto riguarda il rischio (presunto?) dovuto all'esposizione prolungata dei campi elettromagnetici. (Mi scuso dall'inizio se non adopero una terminologia consona all'oggetto della discussione, ma sono totalmente a digiuno in questo campo). Vorrei quindi sapere, raccogliendo le vostre opinioni, se sussistono, viste le condizioni, rischi per queste esposizioni sulla salute delle persone che ci abitano.

Inoltre volevo sapere di che tipo di tralicci si tratta e che tensione potrebbe viaggiare su quei cavi e quindi se sia stato tenuto conto della distanza di rispetto. Non conosco bene la distanza dei cavi dal punto più esterno al palazzo, perché non ho preso le misure quando andai a fare il sopralluogo, siccome questi dubbi mi sono sorti da poco e siccome dovrei andarci ad abitare a breve sono preoccupato per l'eventuale esposizione continua ai campi generati da questi cavi così vicini.

Vi allego le foto. Le foto 1-3-4 mostrano i due tralicci (che immagino siano quelli principali) portare i cavi fino ai tralicci della foto 2.

1- http://imagizer.imageshack.us/a/img538/8564/kDyuiF.png
2- http://imagizer.imageshack.us/a/img661/2071/PScUdc.png
3- http://imagizer.imageshack.us/a/img661/5475/O2Z0JT.png
4- http://imagizer.imageshack.us/a/img540/1248/h9DzCU.png

Grazie per l'attenzione attendo vs. risposte. Spero non mi prendiate in giro per questa mia paranoia, ma ultimamente sono molto preoccupato e vorrei ricevere, se possibile, dei consigli.

da degli studi eseguiti negli Stati Uniti la distanza corretta dall'alta tensione è 150 m. importanti !!!!

pox1964
25-09-2015, 14:54
era un kit di montaggio però ho sentito che hanno chiuso le pubblicazioni,mi pare che misurava i milli henry e i micro
secondo me sei al limite è per questo che consiglio le misurazioni anche per valutare dove mettere i letti,io ho una dorsale a bassa
tensione attaccata alla camera da letto v e il campo appena passava il muro poi niente,mentre con l'alta tensione è più forte

Apeiron
25-09-2015, 17:18
da degli studi eseguiti negli Stati Uniti la distanza corretta dall'alta tensione è 150 m. importanti !!!!

Potresti linkarmi qualcosa riguardante questi studi? Grazie!

Apeiron
25-09-2015, 17:20
era un kit di montaggio però ho sentito che hanno chiuso le pubblicazioni,mi pare che misurava i milli henry e i micro
secondo me sei al limite è per questo che consiglio le misurazioni anche per valutare dove mettere i letti,io ho una dorsale a bassa
tensione attaccata alla camera da letto v e il campo appena passava il muro poi niente,mentre con l'alta tensione è più forte

Quindi da quello che mi dici si tratta per certo di una dorsale ad alta tensione? Non potrebbe essere media? Quindi mi consigli di fare le rilevazioni con qualche compagnia privata che opera per questi interventi?

pox1964
25-09-2015, 17:33
prova a glogare se trovi qualcuno,nelle tua zona che ha lo strumento,sui tralicci passa l'alta per la media bastano i pali
anni fa vidi un servizio dove c'era un asilo sotto i tralicci con bambini ammalati mi pare di leucemia

Apeiron
25-09-2015, 17:46
prova a glogare se trovi qualcuno,nelle tua zona che ha lo strumento,sui tralicci passa l'alta per la media bastano i palianni fa vidi un servizio dove c'era un asilo sotto i tralicci con bambini ammalati mi pare di leucemia Accidenti!! Ma lo strumento di cui parli è il gaussometro?

pox1964
25-09-2015, 18:06
invece che chiamare qualcuno ho visto che li vendono e circa con 200 € te lo porti a casa e puoi tenere tutto sotto controllo
non c'è solo inquinamento da elettrodotti

Apeiron
25-09-2015, 18:58
invece che chiamare qualcuno ho visto che li vendono e circa con 200 € te lo porti a casa e puoi tenere tutto sotto controllonon c'è solo inquinamento da elettrodotti Perdonami se abuso della tua pazienza, potresti suggerirmi qualcosa. Parliamo sempre di gaussometro?

pox1964
25-09-2015, 19:31
guarda io ho goglato inquinamento elettromagnetico strumenti di misura o qualcosa del genere e ci sono dei rivenditori
che hanno strumenti per l'inquinamento elettromagnetico e anche onde dei telefonini wifi microonde,ci può essere sempre qualche
apparecchio che è andato fuori norma e chi se ne accorge,ne ho visti da 70 da 100 e da 200 magari se è un rivenditore italiano lo contatti
e ti fai consigliare

Apeiron
25-09-2015, 19:40
guarda io ho goglato inquinamento elettromagnetico strumenti di misura o qualcosa del genere e ci sono dei rivenditori
che hanno strumenti per l'inquinamento elettromagnetico e anche onde dei telefonini wifi microonde,ci può essere sempre qualche
apparecchio che è andato fuori norma e chi se ne accorge,ne ho visti da 70 da 100 e da 200 magari se è un rivenditore italiano lo contatti
e ti fai consigliare

Ti ringrazio.

riccardo urciuoli
28-09-2015, 00:56
dunque... scusate il ritardo...

Apeiron, molti interventi (in particolare simonveris e giancasy, ma anche qualche affermazione di pox) sono infondati.

Non so se l'hai notato, in questa stessa pagina c'è un 3d dove ho già dato qualche consiglio:
http://www.energeticambiente.it/inquinamento/14745517-inquinamento-elettromagnetico.html

leggilo, si parla anche di linee elettriche. Il rischio potenzialmente esiste, non credo nel tuo caso, ma nessuno strumentino da pochi euro può toglierti i dubbi.

Chiama l'ARPA, in casi del genere dovrebbero aver già fatto simulazioni e misure. O forse puoi richiederle tu.

pox1964
28-09-2015, 09:40
sono parecchi anni che si parla di inquinamento elettro magnetico,io lavorando nel campo mi sono posto il problema,se possa
essere un problema o un finto problema,c'è un indotto molto marginale per evitare il problema tra cui i disgiuntori da mettere
per le camere da letto,di questi ne ho installati pochissimi,io li ho sempre sconsigliati,perchè inutili,io riporto la mia esperienza
mi sono costruito più di 20 anni fa uno strumento su kit di nuova elettronica per verificare se il problema fosse reale o no,alla fine la
risposta i campi ci sono sono apprezzabili ma appena ti allontani dalla fonte si riducono drasticamente,con lo strumento sotto le
linee alta tensione ho potuto rilevare campi apprezzabili,vale sempre il discorso che allontanandosi il campo cala drasticamente
se ho consigliato di comprare uno strumento non da pochi € ma che vanno dai 100-200 e che a livello professionale costano
migliaia di €,per togliersi ogni dubbio o per sistemare i letti nelle zone più neutre,poi magari ci sono persone attrezzate per tali
rilevazioni,ma alla fine se uno ha qualche competenze può anche arrangiarsi

Apeiron
28-09-2015, 12:59
Grazie per la risposta Riccardo Urciuoli, lessi già precedentemente il post da te linkato, per questo, per avere ulteriori chiarimenti ho aperto questa discussione. Quindi tu consiglieresti direttamente di rivolgermi all'ARPA della mia regione? Io in ogni pensavo di adottare questo passaggio, ma anche di fare come suggeritomi da pox, ed eventualmente richiedere anche un parere di qualche esperto che lavori in privato, non che non mi fidi dell'ARPA, ma vorrei potermi basare su più osservazioni, siccome il cavo più vicino transita a non più di 10 mt. dal punto più vicino dell'appartamento.

riccardo urciuoli
28-09-2015, 13:16
dunque... ho scritto ARPA perchè mi sembra siano l'ente competente per le misure.

La legge prevede dei limiti, e una linea elettrica viene "progettata" in modo che rispetti questi limiti, per lo meno a livello di simulazioni.

Poi, non so se sempre o in casi particolarmente dubbi o solo su richiesta, l'ARPA o altro ente fa le misure.

Io dico solo di informarsi prima, non ha senso comprare alcunchè se magari le misure le hanno già fatte no? E non bisogna sempre entrare nell'ottica complottista secondo la quale bisogna rifarsele necessariamente in proprio.

L'uso di uno strumentino tra l'altro non avrebbe nessun valore legale.

Io farei così:
- contattare comune, ARPA e altri enti per sapere se e quali dati (simulazioni e/o misure) esistono
- visionare i dati: se sono lontani dai limiti di legge vivere tranquilli.
- in caso di dati dubbi (es solo simulazioni e valori vicini ai limiti) chiedere misure di controllo, magari sono previste.
- solo in casi estremi di diffidenza/dubbio far fare le misure da una società certificata allo scopo, in modo che abbiano valore legale.

Mi chiedo anche se è nata prima la casa o la linea...

PS: lo strumentino può essere utile PER MOTIVI PERSONALI, es per scoprire che la lavatrice dietro il muro genera un campo ben maggior della linea...

Apeiron
28-09-2015, 13:48
Allora giusto per fornire altri dati, ho trovato proprio ora un documento sul sito dell'ARPA. Sono riportate le misurazioni dei valori massimi del campo di induzione magnetica misurati (microT). Una di queste misurazioni è stata effettuata proprio nella via dove si trova il palazzo in foto, e immagino nei pressi quindi di quei tralicci. La misurazione è stata effettuata nel Nov. 2006, ed è stato riscontrato un valore di 1,77 microT. a fronte dei valori limiti previsti fissati a 10 microT.

Cosa potrei pensarne? 1,77 microT. è un buon valore attestato? E considerando che sono passati 9 anni da quella misurazione?

pox1964
28-09-2015, 14:47
come ben hai già capito,e i miei suggerimenti andavano in quella direzione,sei in una situazione limite
forse potenzialmente dannosa e forse no,il rilevamento non vuol dire niente,perchè a te interessa sapere
dove passi più tempo cioè dove dormi se puoi dormire sonni tranquilli e per quello serve,una misurazione
nei vari punti dell'appartamento,i limiti di legge sono molto conservativi e 1,77 è come dire poco più di niente
nella logica complottista nuova elettronica forniva anche i kit per costruire i contatori geiger,io mio madre e
mio fratello abbiamo problemi alla tiroide forse se non avessimo consumato gli ortaggi freschi dell'orto di mia
madre e non solo,controllandoli avremmo evitato questo problema

Apeiron
29-09-2015, 14:59
Ho capito, quindi dovrò continuare ad indagare :/