PDA

Visualizza la versione completa : ECOFABER ALP35 - presentazione del mio impainto e consigli



jlorenzo
19-10-2015, 18:09
ciao a tutti
scrio dalla provincia di terni
finalmente quest'anno sto completando il mio impianto di riscladamento realizzato con
ALP35 ecofaber
Bollitore COMBI 3 Cordivari 1000l.
caldaia a gas Riello (vecchia per ora la tengo nel futuro vedrò se sostituirla)

l'impianto andrà a servire una casa di 2 zone (piani) riscaldati più un seminterrato (dovè installata la caldaia) nel prossimo futuro.

per quanto riguarda i collegamenti bollitore-caldaia ho seguito il classico schema del manuale. invece per la distribuzione ai piani ho usato una pompa ad inverter comune ai due rami di impianto (uno per zona) dotati di valvola motorizzata.
per non incombere in problemi con ispesl la caldaia a gas è collegata all'impianto solo tramite scambiatore (cosi non sommo le potenze).

mi restano i collegamenti elettrici e i vasi d'espansione

ho queste domande:

1) il manuale chiede un termostato digitale ad isteresi programmabile da montare sul bollitore a comandare la caldaia. ne trovo solo cinesi su ebay ma vorrei qualcosa di un po più sicuro.
2) I termostati di piano andranno a comandare la relativa valvola motorizzata + la pompa di circolazione. questa parte di impianto non deve dialogare con la caldaia o altro vero?
3) ho pensato di installare anche un termostato sul bollitore che nel caso la temperatura dell'acqua di mandata fosse bassa attiverebbe (contestualmente alla richiesta dei termostati di piano) la caldaia a gas per integrare. corretta la soluzione?
3) per l'acqua sanitaria (nel caso finisse la riserva o la caldaia fosse spenta), pensavo di farla comunque passare dentro alla caldaia a gas, la caldaia dovrebbe fare il controllo della temperatura dìingresso ed eventualemtne integrarla giusto?
4) la caldaia è dotata di una sicurezza per sovrariscaldamento impostata a 95°, lo schema che ho seguito mi ha fatto montare una Valvola scarico termico impostata a 90°, ma io che non vorrei far entrare le due sicurezze vorrei montare una sonda termica che nel caso di temperaura elevata (75°? 80°? 85°?) faccia partire una sezione dell'impianto di riscaldamento. avrei problemi?
5) vasi d'espansione. ora ne ho montati 3, chiusi - 1 sul ritorno dell'impianto di riscaldamento 24L. - 2 all'ingresso dell'acqua calda sanitaria del bolltore - 24l. - 3 all'uscita del bollitore- ritorno della caldaia 24L. ma secondo me è poco....

per ora queste risposte poi chiederò consigli sulla gestione della caldaia

appena arrivo a casa vi invio lo shcema dell'impianto.

grazie

aldo55
19-10-2015, 18:29
ciao e benvenuto..:clapping:

per le risposte meglio attendere lo schema...
riceverai consigli più certi, che non mancheranno di sicuro..

jlorenzo
19-10-2015, 20:43
50206

ecco lo schema, spero sia chiaro

Dott Nord Est
19-10-2015, 21:15
manca un sistema anticondensa

Karunga14
19-10-2015, 21:23
Ciao! Provo di rispondere a qualcosa delle tue domande...

1- Io personalmente uso una centralina solare della Resol per gestire la pompa della caldaia, nel forum siamo in diversi ad averla...
2- Generalmente no, lo schema solito è caldaia-puffer e puffer impianto, nel mio caso, ho dei bypass nell'impianto che mi consentono di andare diretto dalla caldaia all'impianto
3- intendi dire con la Ecofaber spenta? In questo caso si, altrimenti puoi mettere che se il puffer è sotto una certa temperatura (55° per esempio), non ti parte la pompa dell'impianto
4- prima della sicurezza dei 95°, c'è quella degli 85° che ti attiva la pompa della caldaia... Quella dai 95° è in pratica un termostato a riarmo manuale che ti disattiva la ventola...
5- Spannometricamente, il vaso d'espansione è circa il 10% dell'impianto... quindi con 1000 di puffer mancano altri 50 all'appello, in più ci devi aggiungere l'acqua del restante impianto... (quello dell' ACS non c'entra con quello dell'impianto...)

E come dice Dott, niente anticondensa?

aldo55
19-10-2015, 21:25
scusa.. ma il bollitore combi 3 non ha due serpentine ?

misterpellet
19-10-2015, 21:27
Ciao,
da inesperto mi pare che manchi la vac.
A me per fare tanti metri in verticale (non so quanti ne hai tu) hanno messo le pompe sulla mandata delle varie zone.
Dicendomi anche che diminuiva l'aria aspirata dalle filettature (ma di aria ne trovo tanta lo stesso).
Ma la pompa a valvole tutte chiuse come si comporta?

Ciao

MP

aldo55
19-10-2015, 21:35
perchè scambiatore a piastre sul gas, quando ci sono due serpentini liberi nel puffer?

o sto interpretando male l'impianto..

50211

preso dal sito cordivari..

jlorenzo
19-10-2015, 21:46
Grazie per tutte le risposte. Allora la caldaia non l'ho inserita nella serpentina perché è vecchia e piccola. Non mi andava di far scaldare quella.massa con questa caldaietta, ho fatto predisporre già un eventuale inserimento di una nuova caldaia. Per la valvola anticondenSa non l'ho prevista, è grave?dovrei inserirla tra ritorno rischio e mandata?

Dott Nord Est
19-10-2015, 21:48
l'anticondensa è fondamentale se vuoi preservare la tua caldaia
va messa sul ritorno tra puffer e caldaia

aldo55
19-10-2015, 21:56
non so se cambi molto con scambiatore a piastre.. oltre la spesa per quest'ultimo. non è che devi scaldare tutto il puffer con serpentino superiore, ma solo la parte alta. tanto se nel contempo apri il rubinetto acs la caldaia a gas di fermerà per dare precedenza all'acs..

misterpellet
19-10-2015, 21:59
non so se cambi molto con scambiatore a piastre.. oltre la spesa per quest'ultimo. non è che devi scaldare tutto il puffer con serpentino superiore, ma solo la parte alta.

Da profano concordo, se hai il serpentino usa il serpentino. Tanto hai una caldaia a pellet, che andrà il 95% del tempo!

MP

jlorenzo
20-10-2015, 10:18
l'impianto è già realizzato. posso inserire la valvola anticondensa perchè ho lasciato degli stacchi.

ma non sono tanto sicuro dell'efficacia di inserire la caldaia gas nel bollitore, perchè dovrebbe intervenire anche quando non è necessario per rialzare la temperatura interna del bollitore (e del tank-in-tank sanitario) con elevati consumi. inoltre i termosifoni sono attaccati alla parte bassa del bollitore e quindi, in pratica dovrebbe scaldare tutto il bollitore per circa 1000l.

sbaglio?

jlorenzo
20-10-2015, 10:30
Ciao! Provo di rispondere a qualcosa delle tue domande...

1- Io personalmente uso una centralina solare della Resol per gestire la pompa della caldaia, nel forum siamo in diversi ad averla...

che modello usi? BS?


Ciao,
A me per fare tanti metri in verticale (non so quanti ne hai tu) hanno messo le pompe sulla mandata delle varie zone.
Dicendomi anche che diminuiva l'aria aspirata dalle filettature (ma di aria ne trovo tanta lo stesso).
Ma la pompa a valvole tutte chiuse come si comporta?

Ciao

MP

altezza massima è 9m dalla caldaia (passaggio tubazioni) 6m(posizione termosifoni primo piano)
la pompa a valvole chiuse è spenta visto che sono comandate dagli stessi termostati di piani, durante l'apertura dovrebbe modulare la richiesta (ma comquneu voglio inserire un tempo di ritardo per far partire la pompa cosi da aprire prima la valvola motorizzata

Karunga14
20-10-2015, 14:41
che modello usi? BS?
Si BS pro...

rickyguicks
20-10-2015, 16:01
Ciao jlorenzo,
prima di tutto ti invito a rivolgerti ad un termotecnico che ti possa progettare un impianto su misura per casa tua. Detto questo, ecco le cose da rivedere che mi sono balzate all’occhio:
- Essendo la Ecofaber una caldaia da locale tecnico, i dispositivi di sicurezza vanno scelti secondo la norma EN 303-5:2012 e la 12828:2014
- I dispositivi di sicurezza e il vaso di espansione a servizio della Ecofaber non possono essere intercettati, quindi devi spostare le intercettazioni a destra dei dispositivi
- Attenzione a scegliere bene lo scarico termico (a protezione della caldaia Ecofaber) cioè a non confondere tipi e funzioni delle valvole che trovi in commercio. La valvola va convogliata in apposto imbuto e tubazione di scarico, proprio per evitare allagamenti. Idem per la valvola di sicurezza, da convogliare anch’essa.
- Manca anticondensa
- Il gruppo di riempimento deve avere disconnettore secondo EN 1717 e EN 12828
- I vasi di espansione vanno messi sul ritorno per evitare che la membrana raggiunga temperature oltre i 70°C
- Per il riscaldamento, esistono apposite centraline per automatizzare l’uso del puffer o della caldaia a gas, con priorità al puffer (visto che è caricato dalla biomassa che è il combustibile più economico). Trovo che la logica della sonda St-r che hai ipotizzato sia in contraddizione con il discorso di evitare di sommare le potenze perché tu vorresti usarla per integrare la temperatura del puffer. Le centraline che gestiscono i generatori invece usano o uno o l’altro dei generatori, nel tua caso sarebbe o il puffer (se in temperatura) o la caldaia a gas.
- Per il sanitario, esistono kit di integrazione solare-caldaia adattabili al tuo impianto: l’acqua passa dal serpentino nel puffer, entra nel kit che ne valuta la temperatura e decide se inviarlo all’utenza o integrarlo nella caldaia a gas.
R.

jlorenzo
21-10-2015, 09:07
- Essendo la Ecofaber una caldaia da locale tecnico, i dispositivi di sicurezza vanno scelti secondo la norma EN 303-5:2012 e la 12828:2014
dovrebbe essere tutto a posto ma faccio comunque una verifica grazie.


- I dispositivi di sicurezza e il vaso di espansione a servizio della Ecofaber non possono essere intercettati, quindi devi spostare le intercettazioni a destra dei dispositivi
non ho capito bene.. puoi spiegarmi meglio?


- Attenzione a scegliere bene lo scarico termico (a protezione della caldaia Ecofaber) cioè a non confondere tipi e funzioni delle valvole che trovi in commercio. La valvola va convogliata in apposto imbuto e tubazione di scarico, proprio per evitare allagamenti. Idem per la valvola di sicurezza, da convogliare anch’essa.
si... già convogliate, ma la sicurezza non è mai troppa.


- Manca anticondensa
inserisco


- Il gruppo di riempimento deve avere disconnettore secondo EN 1717 e EN 12828
R.
verifico subito..



- I vasi di espansione vanno messi sul ritorno per evitare che la membrana raggiunga temperature oltre i 70°C
si ok... lo shcema lo devo aggiornare.


- Per il riscaldamento, esistono apposite centraline per automatizzare l’uso del puffer o della caldaia a gas, con priorità al puffer (visto che è caricato dalla biomassa che è il combustibile più economico). Trovo che la logica della sonda St-r che hai ipotizzato sia in contraddizione con il discorso di evitare di sommare le potenze perché tu vorresti usarla per integrare la temperatura del puffer. Le centraline che gestiscono i generatori invece usano o uno o l’altro dei generatori, nel tua caso sarebbe o il puffer (se in temperatura) o la caldaia a gas.
forse mi sono spiegato male ma la caldaia a gas voglio che si attivi solo se si verificano due condizioni (richieste dai termostati di piano e temperatura bassa del puffer). in presenza di tutte le condizioni si attiva ma scalda un circuito breve e finalizzato solo allo scambiatore collegato in uscita al bollitore. non ci sono connessione tra i generatori se non tramite questo.


- Per il sanitario, esistono kit di integrazione solare-caldaia adattabili al tuo impianto: l’acqua passa dal serpentino nel puffer, entra nel kit che ne valuta la temperatura e decide se inviarlo all’utenza o integrarlo nella caldaia a gas.
si lo so. ed ho anche fatto prevedere degli stacchi per installarla ma visto che mi sto dissanguando a montare tutto (solo sabato angolari a pressare per il multistrato 48€!!!! il mio fornitore dove mi fanno un po di sconto li aveva terminati). per quest'anno vorrei andare senza e vedere come si comporta...

grazie di tutto comunque

rickyguicks
21-10-2015, 10:03
non ho capito bene.. puoi spiegarmi meglio?
La tubazione che collega il generatore ai dispositivi di sicurezza (scarico termico, valvola di sicurezza, termostati, pressostati ecc) e quella che va al vaso di espansione deve essere diretta, non deve avere intercettazioni. In altre parole, le due valvole di intercettazione VM vicine al generatore vanno tolte.


forse mi sono spiegato male ma la caldaia a gas voglio che si attivi solo se si verificano due condizioni (richieste dai termostati di piano e temperatura bassa del puffer). in presenza di tutte le condizioni si attiva ma scalda un circuito breve e finalizzato solo allo scambiatore collegato in uscita al bollitore. non ci sono connessione tra i generatori se non tramite questo.

La logica delle centraline, per lo meno quelle che conosco io, è coerente con la necessità di evitare la somma delle potenze: prelevo energia da una o dall'altra delle fonti, non le integro una con l'altra. Mi sembra invece di capire che tu voglia scaldare, se necessario, l'acqua del puffer facendola passare nello scambiatore collegato alla caldaia a gas. Per fare questo devi trovare una soluzione ad hoc.

jlorenzo
21-10-2015, 11:09
La tubazione che collega il generatore ai dispositivi di sicurezza (scarico termico, valvola di sicurezza, termostati, pressostati ecc) e quella che va al vaso di espansione deve essere diretta, non deve avere intercettazioni. In altre parole, le due valvole di intercettazione VM vicine al generatore vanno tolte.
si hai ragione, allora eliminirò le manopole sulle valvole VM lato bollitore, cosi non corro rischi di chiuderla erroneamente, ma mi tengo la possibilità in caso di manutenzione di riapplicarla (solo a bollitore freddo) e sezionare l'impianto.

La logica delle centraline, per lo meno quelle che conosco io, è coerente con la necessità di evitare la somma delle potenze: prelevo energia da una o dall'altra delle fonti, non le integro una con l'altra. Mi sembra invece di capire che tu voglia scaldare, se necessario, l'acqua del puffer facendola passare nello scambiatore collegato alla caldaia a gas. Per fare questo devi trovare una soluzione ad hoc.
su questa parte ho dei dubbi, io ho realizzato una separazione fisica dei due impianti invece la tua soluzione prevede il controllo di una centralina, non credo che l'ispesl accetti tale soluzione.

rickyguicks
21-10-2015, 11:16
su questa parte ho dei dubbi, io ho realizzato una separazione fisica dei due impianti invece la tua soluzione prevede il controllo di una centralina, non credo che l'ispesl accetti tale soluzione.
Aspetta aspetta, la separazione fisica ci vuole comunque, come richiesto da varie circolari Inail Ispesl. Quello che intendo dire è che la logica di integrazione che vuoi adottare tu "vanifica" la separazione fisica. Le centraline che conosco io, oltre alla separazione fisica, fanno lavorare un solo generatore per volta (uno in alternativa all'altro) e non uno ad integrazione dell'altro.

jlorenzo
22-10-2015, 09:55
Aspetta aspetta, la separazione fisica ci vuole comunque, come richiesto da varie circolari Inail Ispesl. Quello che intendo dire è che la logica di integrazione che vuoi adottare tu "vanifica" la separazione fisica. Le centraline che conosco io, oltre alla separazione fisica, fanno lavorare un solo generatore per volta (uno in alternativa all'altro) e non uno ad integrazione dell'altro.

si hai ragione devo garantire anche che il funzionamento non sia contemporaneo

rickyguicks
22-10-2015, 10:13
Esatto.
R.

jlorenzo
16-11-2015, 09:33
per delle interferenze dovute ai passaggi dei tubi, il termoidraulico vuole montare la canna fumaria per un tratto in orizzontale (circa 1.20). dalla caldaia esce con una curva 45, tratto verticale di 1,20, curva 45° e tratta orizzontale fino all'uscita dal locale. credete ci siano problemi?



Si BS pro...

ho trovato la centralina, tu che schema hai utilizzato per collegare?

Dott Nord Est
16-11-2015, 09:35
riesci a fare un disegno di come vuole farla? allora si capirebbe molto meglio

jlorenzo
16-11-2015, 09:39
ti dico gli elementi in ordine di uscita.

curva 90 verso l'alto
elemento ispezione
elemento rettilineo verticale 1,20m
curva 90 verso destra
elemento rettilineo orizzontale 1,20 fino all'esterno

all'esterno
curva 90
elemento ispezione
elementi verticali (circa10m. fino a tetto)
comignolo.

ho il dubbio solo sul tratto in orizzontale, avrei preferito inclinato a 45° dalla caldaia ma avendo passato tutti i tubi dell'acqua filettandoli, deve modificare parecchio.

Dott Nord Est
16-11-2015, 09:43
sarebbe meglio non avere mai tratti orizzontali, ma se non hai alternative...... dalla tua hai l'altezza elevata (10 mt).
deve cmnq essere in doppia parete o intubata in altra canna in mattoni/refrattario.
leggi qui: faq canna fumaria | Erregi - Energie alternative rinnovabili (http://www.erregisas.org/faq-canna-fumaria/)

misterpellet
16-11-2015, 09:46
ti dico gli elementi in ordine di uscita.
curva 45 verso l'alto...
curva 45 verso destra....
curva 45°....


Scusa, forse volevo dire curva 90°? Perchè se 45 verso l'alto e poi 45 verso destra, non è orizzontale.

MP

jlorenzo
16-11-2015, 09:46
si, sapevo gia della doppia parete. per quest'anno forse non la faccio ma devo creare un tracantone in gasbeton) fino al tetto.

Dott Nord Est
16-11-2015, 09:47
attenzione, se è monoparete e all'esterno avrai parecchi problemi (di tiraggio, di condensa e in special modo di pericolosità incendio canna)

la canna fumaria fa il 50% della riuscita totale dell'impianto di riscaldamento, e molti lo sottovalutano....

jlorenzo
16-11-2015, 09:48
Scusa, forse volevo dire curva 90°? Perchè se 45 verso l'alto e poi 45 verso destra, non è orizzontale.

MP
oppss.... certo... errore mio. tutte curve a 90. modifico

jlorenzo
16-11-2015, 09:54
specifico meglio gli elementi curvi sono a90 totali ma con curve morbide a 45°

Dott Nord Est
16-11-2015, 09:57
sai cmnq che in quel tratto si depositerà sempre cenere, e andrà pulito varie volte

jlorenzo
16-11-2015, 10:20
per quest'anno farò un po più fatica. a fine stagione faccio modificare il percorso.

jlorenzo
17-11-2015, 11:23
esperienze con la centralina RESOL BS PRO?
volevo conferme di come collegarla

misterpellet
17-11-2015, 11:43
Dipende da cosa vuoi gestire

MP


Inviato utilizzando Tapatalk
Tutto ciò che scrivo sono solo opinioni personali.

Karunga14
17-11-2015, 11:54
Come a suo tempo mi consigliò Dott, per gestire la pompa della caldaia, comprai un relè contatto pulito, così la centralina "diceva" alla caldaia se far partire la pompa o meno...

Dott Nord Est
17-11-2015, 12:04
e ora karunga come va ?

Karunga14
17-11-2015, 12:11
e ora karunga come va ?
Perfetto! Ha 2 sensori che controllano le temperatura per la gestione "solare" e due per la gestione "caldaia", non lavoro proprio in un delta T tra Puffer alto e puffer basso, ma tra T caldaia e T puffer presa circa a metà... Guardando quella riesco a regolarmi... nella parte bassa ho poi aggiunto un termostato, che raggiunta una tot temperatura (70) mi manda in automantenimento la caldaia.. Andando a legna, non credevo, il puffer mi ha proprio "migliorato la vita"!

jlorenzo
17-11-2015, 15:38
Karunga, tu forse mi puoi aiutare. abbiamo anche la stessa caldaia.

allora... tu che schema utilizzi della centralina ? il n°8?

premetto che non ho solare al momento ma lo integrerò la prossima stagione

1) per portare il contatto pulito alla caldaia, che poi gestisce in automatico la pompa sul ritorno dal bollitore (come da schema classico) cosa hai utilizzato? lo schema centralina chiede S3 sul bollitore e S4 sulla caldaia, tu come li hai piazzati? che temperatura hai impostato? il DELTA T?

2) vorrei un sistema che in caso di surriscaldamento aprisse la valvola dei termosifoni (e relativa pompa) senza far intervenire la VST 90°. è fattibile o devo usare un termostato semplice?

ho predisposto 3 pozzetti sul bollitore, Altissimo, alto e medio.
Grazie

Dott Nord Est
17-11-2015, 16:37
hai boiler o puffer ?

jlorenzo
17-11-2015, 16:38
tank in tank cordivari combi3

Dott Nord Est
17-11-2015, 16:40
allora provvedi a gestire due T° nel puffer, e far lavorare la caldaia in delta tra i due termostati.
uno di min e uno di max.

jlorenzo
17-11-2015, 16:45
schema 1?
e il sistema per ovviare le sovratemperature?

Karunga14
17-11-2015, 18:30
allora... tu che schema utilizzi della centralina ? il n°8?

premetto che non ho solare al momento ma lo integrerò la prossima stagione

1) per portare il contatto pulito alla caldaia, che poi gestisce in automatico la pompa sul ritorno dal bollitore (come da schema classico) cosa hai utilizzato? lo schema centralina chiede S3 sul bollitore e S4 sulla caldaia, tu come li hai piazzati? che temperatura hai impostato? il DELTA T?


Ciao!
Anch'io sono messo come te per il solare, nel senso che provvederò a montarlo la prossima primavera...
Per quel che riguarda la situazione attuale, ovvero solo caldaia, sto utilizzando lo schema 8, la sonda S4 l'ho infilata dal retro della caldaia, nella parte superiore nel pozzetto dove ci sono altre due sonde (bisogna sollevare il "coperchio"), la S3 è nel pozzetto a metà del puffer. Partenza pompa caldaia è a 65° e temperatura caldaia 75°, nel pozzetto basso del puffer ho un termostato normalmente chiuso tarato a 70° e collegato al contatto crono della caldaia, in pratica quando la parte bassa del puffer raggiunge i 70° la caldaia va in mantenimento, ma secondo me non è fondamentale, perché alla fine, impostando 75° di caldaia è più facile che vada in mantenimento per via del raggiungimento 75° "suoi" che per i 70° della parte bassa del puffer... Delta che ho impostato è 5 e 3 tra T caldaia e T puffer...

2) E' un quesito che mi ero posto anch'io... ma fino ad ora non ho ancora raggiunto temperature da far intervenire la VST, un po' perché ho 1800 litri di puffer che mi lasciano abbastanza margine... La centralina ha quella funzione ma bisogna utilizzare una ricetta "solare"... stavo quasi pensando di utilizzare in termostato dedicato...

In questo periodo (appennino bolognese casa singola in campagna 220 mq a 20°-21°) con tre cariche di legna complete ci faccio due giorni... Ovviamente il secondo giorno vado solo con il puffer...

jlorenzo
18-11-2015, 15:53
Non ho capito. Il contatto R2 (comandato da s3 s4) della centralina cosa alimenta?lo scheda dice di andare sul contatto Termostato (ponticellAto crono) della caldaia e da li ripartire per alimentare la pompa. Tu l'alimento diretta dal contatto r2? A questo punto il secondo termostato a cosa serve?

Karunga14
18-11-2015, 16:57
Hai ragione! Ho tralasciato il relè... il contatto r2 della centralina, teoricamente vorrebbe una pompa collegata direttamente, per gestirla in maniera diretta. Io invece voglio che sia la caldaia a controllarla, per cui ho messo due cavi in uscita dal contatto R2, e li ho collegati a un relè che al momento di ricevere tensione dalla centralina (in pratica quando la centralina farebbe partire la pompa), "chiude" un contatto senza tensione presente. L'uscita senza tensione l'ho collegata all'ingresso termostato ambiente della caldaia.
Il parametro P04 del menu nascosto della caldaia deve avere valore 0. (con il parametro 0, il contatto termostato ambiente comanda la pompa, 1 comanda il mantenimento e 2 lo spegnimento caldaia)
Il contatto crono che trovi ponticellato si gestisce con il parametro P03 (0=spegnimento, 1=mantenimento), puoi gestirlo come vuoi:
1- puoi lasciarlo così com'è e quando finisce la legna, la caldaia va in spegnimento quando i fumi sono sotto i 60° (o circa)
2- puoi farlo gestire ad un termostato collegato in basso nel puffer, tarato a 70° (ovviamente in questo caso devi togliere il ponticello e metterci i cavi che vanno al termostato, e scegliere se mandare la caldaia in spegnimento o mantenimento)
3- puoi usare un "interruttore" temporizzato o un vecchio cronotermostato per stabilire il funzionamento della caldaia solo in una "fascia" oraria...
Mi raccomando, anche qui contatti senza tensione!

jlorenzo
23-11-2015, 17:10
ho inserito i termostati come hai fatto tu ma a differenza tua la sonda s4 non l'ho messa in caldaia ma sulla parte alta del bollitore in corrispondenza dell'entrata dalla caldaia (ho risparmiato una sonda di 10m). sto aspettando la canna fumaria, alla fine l'ho messa coibentata che monoparete mi creava non solo i problemi sul tiraggio ma anche su come fare il cassettone. ho speso un po di più ma almeno non mi impazzisco. spero sia tutto completo perché mi sto dissanguando! per curiosità a voi l'impianto, esclusa caldaia e bollitore quanto è costato? considerando 2 zone
a me quasi 3500
1100 canna fumaria
1600 materiali (pompe valvole centralina ecc...)
800 manodopera

Karunga14
23-11-2015, 17:30
(ho risparmiato una sonda di 10m). Io ho usato del cavo telefonico o dei cavi per impianti hi-fi come prolunga alle sonde originali...

Purtroppo i materiali costano un botto... Sulla manodopera io ho risparmiato qualcosina perché un po' me la cavicchio io, in più mi ha dato una mano il mio vicino, idraulico in pensione, che si è accontentato di una fornitura di bianco...
Le pompe le ho trovate sulla baia, grundfos alpha 2 L a 60+20 di spedizione, la canna fumaria per fortuna non ho avuto bisogno di farla, ma comunque tra (2)puffer e materiali quest'anno ho speso circa quello che hai speso tu... La caldaia ce l'ho dal 2011...

P.S. anch'io avrei 2 zone da gestire (giorno e notte), volevo mettere due valvole di zona, per ora faccio circolare l'acqua in tutta la casa, ho teste termostatiche in tutti i termo tranne quelli in bagno... ma il mio "progetto finale" sarà quello di metter su questi Homexpert by Honeywell THR992GRT Evohome Sistema per il Controllo della Temperatura a Zone via Smartphone: Amazon.it: Fai da te (http://www.amazon.it/Homexpert-Honeywell-THR992GRT-Temperatura-Smartphone/dp/B00MPJF6DU/ref=sr_1_4?s=tools&ie=UTF8&qid=1448299651&sr=1-4&keywords=honeywell).
Per fare tutta la casa mi serviranno ancora 7-800 eurini... ma non c'è fretta...

jlorenzo
23-11-2015, 17:42
curiosità... ho un amico che ha caldaia a legna e la manda avanti anceh l'estate per il solo sanitario... qualcuno fa lo stesos?

Dott Nord Est
23-11-2015, 21:40
ce ne sono svariati, ecco degli esempi:

- http://www.energeticambiente.it/biomasse/14757067-mia-esperienza-caldaia-solarbayer-hvs-25-lc-con-puffer-1600l-e-friwa40.html

- http://www.energeticambiente.it/biomasse/14759174-nuovo-impianto-caldaia-24kw-e-puffer-1600l.html

jlorenzo
26-11-2015, 15:46
problema.

non mi si accende la caldaia. ho letto il manuale e dice di tenereil pulsante on premuto per 5 secondi ma niente.
c'è qualche procedura per la prima accensione?

comunque, visto che in informatica e programmazione ed elettornica me la cavo, in estate pensavo di crearmi una centralina con la scheda arduino, con tutte le sonde che voglio, Delta T programmabile e contatti quanti ne voglio, controllo da remoto ecc ecc.. anche sui fumi e tutti le misure che voglio. qualcuno lo ha mai fatto?


PS: ho controllato la tensione e l'interruttore generale è acceso

Karunga14
26-11-2015, 15:57
Termostato a riarmo manuale?

jlorenzo
26-11-2015, 16:07
no.. ma enanhce l'ho mai accesa, tantomeno avviata, vorrei solo vedere il pannello led accendersi.
devo montare sabato la canna fumaria, ho chiamato l'ecofaber per il primo avvio, mi hanno detto che mi facevano contattare dall'assistenza (il CAT per la mia zona è a Forano (VT), io sono di Terni) ma ancora sto aspettando che mi chiamino.

Karunga14
26-11-2015, 16:16
Noooo dovevo essere a Terni stasera..! Ma per un imprevisto mi fermerò a Firenze..!

jlorenzo
26-11-2015, 16:17
se vieni la settimana prossima ti faccio accendere la caldaia
:)

Karunga14
26-11-2015, 16:18
[emoji1][emoji1][emoji1] non so quando ricapiterò in zona...!

Karunga14
26-11-2015, 16:22
Comunque è strano che non ti si accenda la centralina della caldaia... Avevo capito che non andava in accensione...

jlorenzo
26-11-2015, 16:34
infatti è stranissima anche perchè alla spina di alimentazione c'è tensione (confermato anche dal led sull'interruttore generale della centralina in posizione spenta)

aldo55
26-11-2015, 20:49
magari sequenza tasti si sicurezza..?

jlorenzo
26-11-2015, 20:51
Qual'è? Posso provarla.

aldo55
27-11-2015, 21:34
mi dispiace ma non sono a conoscenza della combinazione per sbloccarla.. ma non ti conviene, perché credo sia per la prima attivazione.. se alla prima accensione la trovano già attivata e qualcosa va storto, potrebbero dare colpe anche se nulla centra..

jlorenzo
15-12-2015, 09:07
che p...e

ancora da completare
ho ordinato la canna fumaria ma quando stavo montando ho scelto di fare una modifica con due curve a 45 per non rompere la soletta del tetto e passare di fuori... tra domeniche e 8 dicembre mi hanno consegnato 5 pezzi solo oggi. spero che l'operaio possa venire entro la settimana...

jlorenzo
01-01-2016, 22:12
partita...
per ora. consumi elevati, sto cercando i settaggi ottimali e poi devo ancora collegare la centralina (termostato isteresi) perchè all'accensione mi ha bruciato la centralina (400€) e con il CAT, anche per evitare altri problemi, abbiamo staccato tutto. Non ho capito se "l'amico" elettricista ha collegato male qualcosa oppure ha sbagliato relee che avrebbe dovuto creare il contatto pulito (finder 55.32).
per i consumi sono sui 20 pezzi di legna e 2 sacchi di pellet al giorno (devo crescere di legna e diminuire sensibilmente il pellet visto che lo pago al contrario della legna).

Marco Cord
03-01-2016, 08:20
Ciao,

anche io ho una Ecofaber Alp 35 ...


La mia è più vecchia, ce l'ho da dieci anni ... comunque è sostanzialmente la stessa, anche se è stata giustamente evoluta in alcuni dettagli ...


Io mi trovo bene, mi sembra un buon prodotto e anche la Ecofaber come azienda l'ho trovata molto disponibile nell'assistenza post vendita.



Però la faccio andare a mais, quindi sulla carburazione a pellet/legna non ti posso aiutare.

Marco Cord
03-01-2016, 08:23
curiosità... ho un amico che ha caldaia a legna e la manda avanti anceh l'estate per il solo sanitario... qualcuno fa lo stesos?



No, ho un istantaneo a metano per la produzione di acqua calda sanitaria, la caldaia la faccio girare solo d'inverno.


Francamente farla girare 12 mesi invece di 5 mi sembra una pessima soluzione, non sono comunque caldaie così "autonome"

In realtà io non ho nemmeno il puffer, uso solo il metano per l'acs (spendo pochissimo, abitazione molto grande, ma "poco abitata")

Karunga14
03-01-2016, 10:24
partita...
oppure ha sbagliato relee che avrebbe dovuto creare il contatto pulito (finder 55.32).
per i consumi sono sui 20 pezzi di legna e 2 sacchi di pellet al giorno (devo crescere di legna e diminuire sensibilmente il pellet visto che lo pago al contrario della legna).

Ciao! il relè è giusto... è quello che ho anch'io...
Quest'anno sto andando solo a legna, e con la ALP28, consumo circa 70 kg al giorno (un altro anno di stagionatura le avrebbe fatto bene...), casa mia è 220 mq in sasso, di circa 200 anni, tetto non perfettamente isolato e la uso praticamente tutta, abito nell'appennino bolognese...

Karunga14
03-01-2016, 13:08
51785
Ecco come ho collegato la centralina solare al relè e poi alla caldaia: I cavi marrone e blu, vengono dalla centralina solare e li ho collegati in A2 e A1, poi ho ponticellato "12 e 9", infine i cavi rosso e nero, sono un contatto pulito e vanno alla caldaia, collegati al contatto "termostato ambiente" (8 e 5)...

jlorenzo
03-01-2016, 17:07
ok
sono sceso con il tempo coclea a 4 e gia è sceso tanto consumo pellet
domani compro la basetta e collego il relee
ma voi quel ricetta usate per funzionamento legna e pellet ? il cat mi ha impostato la 1.. è giusto?

Karunga14
03-01-2016, 17:24
ma voi quel ricetta usate per funzionamento legna e pellet ? il cat mi ha impostato la 1.. è giusto?
Si giusto!

jlorenzo
03-01-2016, 19:08
a presciendere che devo collegare il termostato. la caldaia va in mantenimento a 70° ma sotto alla soglia sento la coclea lavorare continuamente (4sec). non dovrebbe lavorare molto meno? come fa a riconoscere la legna finita?

Karunga14
03-01-2016, 19:14
non dovrebbe lavorare molto meno? come fa a riconoscere la legna finita?
Questo è quello che credevo anch'io... Praticamente la caldaia, quando arriva alla temperatura impostata, va in mantenimento, ed è la legna che, bruciando, le consente di rimanere a 70° (per esempio), ma se scende la temperatura, la caldaia tira dentro anche il pellet... E comunque anche in mantenimento un po' di pellet va sempre nel crogiolo...

Io la coclea l'ho impostata a 5.3...

jlorenzo
03-01-2016, 21:31
Perché 5.3. 1uesta sera sono sceso a 3 sec. Vediamo domattina. Il mantenimento lo hai a 70 anche tu?

Karunga14
04-01-2016, 08:50
5.3, forse perchè la mia è da 28Kw, magari ha una coclea più piccola, quindi passa meno pellet...
Infatti abbassando i tempi, il crogiolo era "troppo vuoto" per i miei gusti...
L'unica esperienza che ho di funzionamento esclusivo, prolungato, a pellet, è del 2012, con quel freddo siberiano, dove ho avuto -15 di minima e -10 di massima per una settimana... praticamente consumavo 4 sacchi e mezzo al giorno...
Il mantenimento lo faccio in base alla temperatura esterna, comunque mai meno di 75... In questi giorni da me la minima non è bassa, sto sui 1,5-2, ma la massima non è alta circa 5-6°, ma il mantenimento lo sto facendo a 80°

Poi per completezza devo dirti che questo è l'anno in cui sto utilizzando meno il pellet da quando ho questa caldaia, comunque gli altri anni facevo così: caricavo la caldaia di legna e poi la accendevo con il programma "1" (quindi bruciava anche pellet, mantenimento a 73°), dopo 3-4 ore tornavo dalla caldaia e la mettevo su "2" funzionamento esclusivo legna e così fino al giorno dopo...

jlorenzo
04-01-2016, 18:34
Mi sembra una buona idea lo switch tra programmi. Così facendo la mattina casa è calda?

Karunga14
04-01-2016, 18:55
Così facendo la mattina casa è calda?
Si, ma facevo l'ultima carica intorno alla mezzanotte! Fai conto, a mezzanotte la casa era a circa 22°, una carica completa dura 4 ore circa...
All'epoca non avevo puffer, io ho le teste termostatiche in tutti i termosifoni, ma quelli dei bagni e altri 2 li tenevo al massimo per evitare sovratemperature in caldaia, quindi in casa avevo minimo 21 gradi, con punte di 24...
Con i puffer invece è tutta un'altra storia...

jlorenzo
04-01-2016, 19:03
Sì. Me ne sto accorgendo anche io della durata di una carica. Domani provo lo switch alla ricetta 2 quando esco e la notte torno alla ricetta 1 (peccato non sia possibile uno switch automatico) per far si che non vadà in spegnimento. (Forse faccio qualche cavolata ma sti imparando quindi gli esperimenti fanno scuola)

Karunga14
04-01-2016, 19:13
gli esperimenti fanno scuola Puoi dirlo forte!
Comunque si, tornando alla ricetta 1 per la notte sei sicuro che la mattina la casa è calda...

jlorenzo
06-01-2016, 10:28
sembra farlo apposta ma io con quest'impianto ho incontrato tutti i problemi.
ultimo in ordine. centralina RESOL BS PRO. il contatto2 non commuta.
ho usato il "sistema 8" sistema solare con riscaldamento integrativo biomassa
sonda s1 e s2 non collegate (le uso come termometro ambiente, il locale caldaia con finestra e porta aperta in cantina è a 22°)
sonda s3 parte bassa del bollitore
sonda s4 sulla parte alta del bollitore

il contatto2 dovrebbe chiudere quando sonda s3 va sotto a 60°(tralascio per ora valori di ottimizzazione), a monitor il simbolo della pompa lampeggia e appare il simbolo di inserimento relee (un cerchio con due linee) ma il relee non si eccita.
ho provato il relee eccitandolo con la 220 e funziona
ho provato il contatto1 della centralina e eccita il relee.

chiedo. sbaglio qualcosa o è rotto?
posso usare un programma alternativo? pensavo al 7 (considerando la s1 come superiore del bollitore e non colelgando la s2 che dovrebbe comandare il contatto2

Karunga14
06-01-2016, 19:58
In linea di principio, la posizione delle sonde che hai utilizzato, è una delle possibili soluzioni...
Io in realtà ho rispettato lo schema, infilando la sonda 4, nella caldaia, dove sono le altre sonde della caldaia stessa(devi togliere la parte superiore della caldaia, non tutta, basta che ci passi il braccio!)

Se il relè 2 è guasto, puoi lasciare il programma 8 ed utilizzare le sonde 1 e 2, e il relè 1 per comandare il contatto pulito...


PS: Il parametro di velocità del circolatore (o relè) 2, è a 100?

jlorenzo
14-01-2016, 15:45
domanda

il termostato del bollitore va in caldaia e secondo l'impostazione del parametro P04 posso comandare :

0 la pompa
1 mantenimento caldaia
2 spegnimento caldaia

con il 0 quindi quando la temperatura bollitore scende sotto al minimo si attiva la pompa circolatore, quindi la caldaia rimane praticamente in mantenimento quando raggiunge i 75° impostati sul display? quando si riaccende??
non è meglio 1 ossia comanda direttamente il mantenimento?

seconda domanda

stamattina ho trovato la ventola fumi bloccata (disply SPE SIC VENT), ho smontato il motore ed ho trovato residui di combustione tra ventola e guarnizione, l'ho pulita ed è ripartita. dopo pranzo altro blocco, l'ho rismontanta e ripulita, ho aperto anche la camera fumi ed è venuto giu il mondo intero, per ora ho pulito bene un po tutto e per bene la sede della ventola. la camera fumi può essere smontata per pulirla bene? suppongo che è un problema di canna fumaria.
la canna parte inclinata a 45 verso dx 2 m+elemento ispezione (questi elementi sono monoparete, non hanno scarico condensa). da questi c'è il raccordo mono/doppia e proseuge all'esterno fino al camino, tutta con doppiacamera (la parte esterna è dotata anche di scarico condensa). c'è da dire che il locale caldaia è almeno a 18°. possibile che fa tutta questa condensa di rientro?
posso risolvere aggiungendo solo uno scarico condensa?

Ho acceso la caldaia 15 gg fa, possibile gia cosi piena di residui? l'ho mandata sempre a legna/pellet (il pellet l'ho "allungato" con mais 1/2-1/2 e con nocciolino 2/3 1/3). sbaglio qualcosa? sono un po preoccupato di fare danni.

Karunga14
14-01-2016, 16:24
domanda

il termostato del bollitore va in caldaia e secondo l'impostazione del parametro P04 posso comandare :

0 la pompa
1 mantenimento caldaia
2 spegnimento caldaia

con il 0 quindi quando la temperatura bollitore scende sotto al minimo si attiva la pompa circolatore, quindi la caldaia rimane praticamente in mantenimento quando raggiunge i 75° impostati sul display? quando si riaccende??
non è meglio 1 ossia comanda direttamente il mantenimento?


Io 1 lo usavo quando andavo diretto all'impianto di riscaldamento, senza passare dal puffer... Con il puffer, ho messo 0 perché c'è anche la centralina Deltasol che gestisce la pompa...


Per quel che riguarda la canna, io ho attaccato un T diretto all'uscita della canna fumaria, poi 1 metro di tubo dritto, curva a 90°, 30 cm dritti e altro T, poi 5 m di tubo doppia parete dritti, pulisco il tutto ogni 3 mesi circa, più per "coscienza" che per necessità... Infatti non è mai sporchissima...

Una cosa anomala che mi capita è che dopo che smonto il motore ventola fumi, per qualche minuto, dopo averlo rimontato e fatto partire la caldaia, questo non da segni di vita... ma dopo un po' si riprende... Ho pensato al condensatore... Mah... Sono 5 anni che fa così...

jlorenzo
14-01-2016, 17:27
ma con 0 (comando pompa) come si comporta la caldaia? quando va in mantenimento? sul puffer imposto 75(alto) e 55(basso) quindi la caldaia dovrebbe riportare il puffer a 75° dopodiche andare in mant fino a che non riscende sotto a 55° giusto?

quindi tu non hai raccolta condensa nel locale caldaia, il T diretto è per l'ispezione?

Karunga14
14-01-2016, 18:02
ma con 0 (comando pompa) come si comporta la caldaia? quando va in mantenimento? sul puffer imposto 75(alto) e 55(basso) quindi la caldaia dovrebbe riportare il puffer a 75° dopodiche andare in mant fino a che non riscende sotto a 55° giusto?

Con 0 mi va in mantenimento a 75°... Poi a inizio inverno avevo messo un termostato nel puffer basso tarato a 65°, collegato al contatto crono, per cui mi mandava in mantenimento la caldaia al raggiungimento dei 65 in basso, da un mesetto, ho collegato proprio un interruttore temporizzato al contatto crono al posto di quel termostato e praticamente faccio andare in mantenimento alle 4 di mattina la caldaia, questo perché a volte mi capitava alle 9-10 di mattina che la caldaia fosse ancora in spegnimento quindi con la ventola che "frullava" di continuo... Per risparmiare quei 0,5 Kwh, ho scelto questa soluzione...

Per quel che riguarda i tubi dei fumi, si il T diretto è per l'ispezione, mai rilevata condensa... Giusto un po' nel secondo T, quello collegato alla canna fumaria di 5 m...

jlorenzo
14-01-2016, 18:36
Senza crono... mantenimento 75 e riparte a....?

Karunga14
14-01-2016, 18:48
Arrivata a 75, sta in mantenimento fino ai 72 poi se c'è ancora legna e la temperatura sale continua il "gioco" 75-72-75-72 (con i termo che vanno).... Questo perché ho messo 3 gradi di isteresi...

jlorenzo
14-01-2016, 19:20
Listeresi programmata sulla caldaia vero?

Karunga14
14-01-2016, 20:16
Si proprio così!

jlorenzo
15-01-2016, 06:37
Che parametro?

Karunga14
15-01-2016, 07:08
IA01 è quello della T pompa, IA06, è quello della T caldaia

jlorenzo
15-01-2016, 08:41
ho collegato ma la pompa non si stacca mai sembra comandata dall'impostazione sullo schermo della caldaia (impostazione a 55°), del termostato della centralina resol non gli importa.
dove sbaglio?

Karunga14
15-01-2016, 08:57
Dunque, la centralina resol è collegata ad un relé che con un contatto pulito arriva ai contatti termostato ambiente della caldaia, giusto? La centralina Resol, NON ha "autorizzato" nessuna pompa, giusto? Ma la pompa caldaia funziona lo stesso...
Lo hai scritto l'altro giorno, quindi penso che il parametro centralina caldaia P04 sia "0"...
L'unico dubbio è sul relè 55.32... Sicuro che sia su NO?

jlorenzo
15-01-2016, 09:05
la resol collegata al relee va in caldaia sul contatto termostato (ponticellato con il crono), tramite tester ho visto che commuta, mentre dal contatto pompa esce sempre la 220 di alimentazione del circolatore.
p04 è su 0

il relee è su NO confermo

Karunga14
15-01-2016, 09:12
la resol collegata al relee va in caldaia sul contatto termostato (ponticellato con il crono) Cioè? Hai ponticellato tra loro crono e termostato? Il contatto crono, è chiuso quando chiudi anche quello della pompa, e apre quando apre quello della pompa?

jlorenzo
15-01-2016, 09:42
si.. come è presente sul manuale di installazione della caldaia.

dopo allego l'estratto

jlorenzo
15-01-2016, 10:15
52140
52141

foto della canna fumaria e particolare della camera d'ispezione che si vede in foto.

jlorenzo
15-01-2016, 10:17
52142521435214452145
particolari di come carico la legna e delle incorstazioni sul crogiolo e portello

il tutto in neanhce 20 gg di funzionamento.
la legna è stata tagliata genn 2015 ha passato un'estate all'aperto ed ora è in un locale seminterrato cantina aerato

Dott Nord Est
15-01-2016, 10:29
attenzione, quella canna fumaria è a rischio incendio.....
molto pericoloso !!!!!
da qual che si vede come depositi, sintomo di combustione errata, data da basse T°, oppure legna umida, oppure problemi di tiraggio, ecc ecc.

jlorenzo
15-01-2016, 10:32
grazie mille di avermi rassicurato...

lo sospettavo domani la smonto e cerco di pulirla.
ma basse t di fumi? secondo te devo alzarla?
ma secondo te questo problema è dovuto solo all'errato montaggio?
aiutatemi perchè non so proprio come fare

Dott Nord Est
15-01-2016, 10:36
la T° dei fumi non la deicidi tu, ma dovrebbe essere attorno ai 180/200° con caldaia a legna tipo la tua.
poi, come detto sopra, non posso dirti da cosa dipende se non si hanno molti altri dati.

jlorenzo
15-01-2016, 21:24
queste sono le mie impostazioni:

CL00 = 0 t coclea prima accensione
CL01 = 1,5 t coclea seconda accensione
CL04 = 3 t coclea stabilizzazione
CL07 = 0,5 t coclea modulazione
CL09 = 10 t coclea mantenimento
CP00 = 10 t pausa coclea 1 acc
CP01 = 10 t pausa coclea 2 acc
CP04 = 10 t pausa coclea stab
CP05 = 10 t pausa coclea normale
CP07 = 20 t pausa coclea mod
CP09 = 9 t pausa coclea mant
UC00 = 99 vel vent asp fumi 1 acc
UC01 = 99 vel vent asp fumi 2 acc
UC04 = 99 vel vent asp fumi stab
UC07 = 99 vel vent asp fumi mod
UC09 = 99 vel vent aasp fumi mant
UC10 = 99vel vent asp fumi spegnimento
UC20 = 20 vel vent asp fumi minima inpostabile
F16 = 45 term fumi caldaia spenta
F18 = 58 termostato fumi caldaia accesa
F20 = 10 termostato fumi uscita veloce stab
F21 = 60 termostato fumi uscita veloce accensione
F22 = 200 termostato fumi mod
F23 = 240 (??? non è sul manuale)
IF22 = 20 isteresi termostato mod fumi
IF23 = 20 (??? non è sul manuale)
IA01 = 1 isteresi termostato pompa
A04 = 80 termostato caldaia per sicurezza
A05 = 0 differenza temp da th-caldaia modulazione
A07 = 95 (??? non è sul manuale)
A12 = 35 valore minimo impostabile term caldaia
A13 = 78 valore massimo impostabile term caldaia
IA06 = 3 isteresi term caldaia per automant
T00 = 0 tempo prima fase acc
T01 = 0 tempo seconda fase acc
T02 = 20 tempo terza fase acc
T03 = 5 tempo fase di stab
T04 = 4 tempo di pausa di automant
T05 = 10 tempo di mant in automant
T06 = 1 tempo attesa prima dell'autospegnimento
T08 = 10 tempo fase di pulizia in accensione
T09 = 10 tempo fase di pulizia in spegnimento
T36 = 0 tempo ritardo spegnimento pompa se staccata da crono o termostato ambiente
T63 = 10 tempo ciclo pellet OFF
T64 = 5 (??? non è sul manuale)
T65 = 5 (??? non è sul manuale)
P02 = 1numero tentativi di ripetizione accensione
P03 = 2 selezione funz ionamento ingresso crono
P04 = 0 selezione funzionamento ingresso th ambiente
P08 = 1 abilitazione fase di spegnimento
P15 = 1 abilitazione ventola 1 alla velocità massima all'apertura portello
P29 = 0 abilita/disabilità trasporto ciclico
P30 = 1 abilitazione ventola aspirazione fumi 1
P31 = 0 abil vent asp fumi comburente 2
P32 = 1 abilitazione coclea 1
P33 = 0 abilitazione coclea 2
P34 = 0 abilitazione candeletta
P35 = 0 abilitazione motore bracere
P73 = 0 abilitazione ventola 2 alla vel max apertura portello
P86 = 1 abilitazione funzionamento term antigelo per caldaia
P87 = 0 abilitazione motore bracere checkup
P88 = 0 ablitazione motore bracere acceso in pulizia finale

notate qualche valore strano?

Dott Nord Est
15-01-2016, 21:43
lorenzo, non sono quei dati che servono........
bisogna vedere come la gestisci, le T° di esercizio, tipo e misura canna fumaria, legna, taratura anticondensa, e molti altri....
come dico a tutti, dovreste imparare che quei numeri che hai messo non dicono nulla se non sono rapportati al TUO impianto.
OGNI impianto ha una regolazione a se.

jlorenzo
16-01-2016, 08:13
hai ragione ma li ho postati per farvi controllare eventuali parametri totlamente sballati

per quanto riguarda i dati

la legna è stata abbattuta a gennaio dell'anno scorso, lasciata allaperto tutta l'estate e rimessa a sett/ott in un locale arieggiato
la VAC lavora a 55°
la canna fumaria, oltre al tratto che vedete in foto (monoparete diam. 160) va all'esterno per un tratto verticale di 6m. (1m. sopra al tetto, ho superato la soletta con curva 45 tratto da 50 e curva da 45), tutta doppia parete 180/230, dotata di ispezione e raccolta condensa.

Karunga14
16-01-2016, 10:38
CL00 = 0 t coclea prima accensione 4
CL01 = 1,5 t coclea seconda accensione 4
CL04 = 3 t coclea stabilizzazione 4
CL07 = 0,5 t coclea modulazione 4,5
CL09 = 10 t coclea mantenimento 1
CP00 = 10 t pausa coclea 1 acc
CP01 = 10 t pausa coclea 2 acc
CP04 = 10 t pausa coclea stab
CP05 = 10 t pausa coclea normale
CP07 = 20 t pausa coclea mod 10
CP09 = 9 t pausa coclea mant
UC00 = 99 vel vent asp fumi 1 acc
UC01 = 99 vel vent asp fumi 2 acc
UC04 = 99 vel vent asp fumi stab
UC07 = 99 vel vent asp fumi mod
UC09 = 99 vel vent aasp fumi mant
UC10 = 99vel vent asp fumi spegnimento
UC20 = 20 vel vent asp fumi minima impostabile 99
F16 = 45 term fumi caldaia spenta
F18 = 58 termostato fumi caldaia accesa 55
F20 = 10 termostato fumi uscita veloce stab non ce l'ho!
F21 = 60 termostato fumi uscita veloce accensione 65
F22 = 200 termostato fumi mod 180
F23 = 240 (??? non è sul manuale) non ce l'ho!
IF22 = 20 isteresi termostato mod fumi 10
IF23 = 20 (??? non è sul manuale) non ce l'ho!
IA01 = 1 isteresi termostato pompa 2
A04 = 80 termostato caldaia per sicurezza 85
A05 = 0 differenza temp da th-caldaia modulazione 2
A07 = 95 (??? non è sul manuale) non ce l'ho!
A12 = 35 valore minimo impostabile term caldaia 60
A13 = 78 valore massimo impostabile term caldaia 85
IA06 = 3 isteresi term caldaia per automant
T00 = 0 tempo prima fase acc
T01 = 0 tempo seconda fase acc
T02 = 20 tempo terza fase acc
T03 = 5 tempo fase di stab
T04 = 4 tempo di pausa di automant
T05 = 10 tempo di mant in automant
T06 = 1 tempo attesa prima dell'autospegnimento
T08 = 10 tempo fase di pulizia in accensione
T09 = 10 tempo fase di pulizia in spegnimento
T36 = 0 tempo ritardo spegnimento pompa se staccata da crono o termostato ambiente
T63 = 10 tempo ciclo pellet OFF
T64 = 5 (??? non è sul manuale)
T65 = 5 (??? non è sul manuale)
P02 = 1numero tentativi di ripetizione accensione
P03 = 2 selezione funz ionamento ingresso crono 1
P04 = 0 selezione funzionamento ingresso th ambiente
P08 = 1 abilitazione fase di spegnimento
P15 = 1 abilitazione ventola 1 alla velocità massima all'apertura portello
P29 = 0 abilita/disabilità trasporto ciclico
P30 = 1 abilitazione ventola aspirazione fumi 1
P31 = 0 abil vent asp fumi comburente 2
P32 = 1 abilitazione coclea 1
P33 = 0 abilitazione coclea 2
P34 = 0 abilitazione candeletta
P35 = 0 abilitazione motore bracere
P73 = 0 abilitazione ventola 2 alla vel max apertura portello
P86 = 1 abilitazione funzionamento term antigelo per caldaia
P87 = 0 abilitazione motore bracere checkup
P88 = 0 ablitazione motore bracere acceso in pulizia finale

Ecco quelli in rosso sono i miei valori...

Quando riesci, postami la foto del ponticello crono - termostato... A me sembra un controsenso...

jlorenzo
16-01-2016, 11:35
Appena pranzo. Sto girando la canna fumaria ( solo parte i interna) devo dire che mi aspettavo peggio. Le incrostazioni sono solo sulla parte interna in particolare sulla camera di ispezione

jlorenzo
17-01-2016, 14:00
52196
ecco il collegamento elettrico, che è quello indicato sul manuale di installazione


stamattina ho controllato lo scarico condensa... ho riempito 3 cm di un secchio con residui.

poi ho passato la mattina a pulire quanto piu possibile la camera fumi. vediamo nei prossimi giorni, il tutto mi fa pensare che sia la legna non secca

Karunga14
17-01-2016, 14:33
ecco il collegamento elettrico, che è quello indicato sul manuale di installazione


Forse è proprio qui il problema che la caldaia "ignora" quello che le "dice" la centralina Resol... Se apri il pannello della centralina (almeno nella mia era così...)
52197il contatto crono dovrebbe essere ponticellato... Ora nell'immagine che ti ho caricato, vedrai due cavi, che vanno all'interruttore temporizzato di cui ti ho già parlato...
A questo punto, io aprirei la mascherina della caldaia e controllerei.. Ovvio che seil contatto crono è ponticellato, allora con i cavi che arrivano dal relè contatto pulito, andrei diretto al contatto termostato, (quello che si vede nella tua foto) togliendo ovviamente il ponticello esterno che hai fatto con i cavi neri con il crono...
Se poi il ponticello interno del crono manca (ma non credo), allora mettilo nei contatti esterni...

Per quel che riguarda la legna e i tubi dei fumi non so... io sto bruciando quercia tagliata ad aprile 2015...

jlorenzo
17-01-2016, 16:31
perdonami, forse è un mio limite ma non ci capisco niente... ;)

allora, il ponticello crono/termostato ci va?

con il ponticello in foto se attivo il relee la pompa parte e rimane sempre accesa, se invece tolgo il ponticello e alimento solo i contatti termostato (in foto solo alimentati i crono) la pompa non parte comandata dalla resol ma in autonomia comandata dalla caldaia.

Karunga14
17-01-2016, 17:28
Allora prova così: ponticello solo contatti crono (chiudi il circuito crono); ai contatti termostato ci arrivi con i cavi del relè collegato alla centralina Resol

- P3 su 1
- P4 su 0

jlorenzo
18-01-2016, 10:04
si.. ora è ok... funziona.
ora devo fare le prove e vedere come risparmiare ppiu pellet possibile. (lo pago, al contrario della legna)

jlorenzo
19-01-2016, 09:06
mi sono accorto che la centralina resol, a causa del malfunzionamento sul relee 2 ( quello che dovrebbe gestire la pompa sul sistema 8), non mi permette una gestione lineare. ossia

ho collegato due sonde, alto e basso.
imposto un delta T di inserimento di 10°, disenserimento 3° ma cosi facendo succede che non avendo la soglia minima sulla temperatura massima i livelli si avvicinano, es,

caldaia a 75°
sonda s1 70
sonda s2 59
si attiva la pompa, a qusto punto l'acqua della caldaia alza si la T minima ma per il mescolarsi abbassa quella massima, cosi alla fine la pompa mi si spegne magari con tmax a 66 e tmin 62.

con l'utlizzo si riabbassa e magari riparte con tmax 65 t min 54 per riportare i livelli.
questo perchè non c'è, sul relee 1, l'opzione di soglia d'inserimento che mi mantine la tmax entro dei valori impostati.

come faccio? ho pensato di spostare la sonda tmax fuori dal bollitore (magari in caldaia cosi che la tmax rimane sempre alta e non si mescola con la tmin del bollitore)

Karunga14
19-01-2016, 11:10
Fai così come hai detto, secondo me è la soluzione migliore, sonda s1 in caldaia e la s2 la lasci in basso, o al massimo al centro del puffer...

jlorenzo
21-01-2016, 10:56
ho prolungato la sonda con un cavo 2x0,35 (ho trovato delle informazioni su internet secondo le quali è possibile farlo, fino a 20m. senza compensazione.), sto facendo delle prove ma mi sembra che mi perda 2° (mentre scrivo mi viene in mente che la giunzione potrei isolarla meglio, prendo una guaina di cavo e la chiudo con del nastro isolante), oggi procedo allo smontaggio e sistemo la sonda in caldaia.

sembra che ho diminuito molto il consumo di pellet, abbassando il tempo di lavoro coclea in stabilizzazione, 2 in stab (era a 5) e 0,5 in mant (era a 2), in modulazione l'ho lasciata a 4. vediamo

la canna fumaria girata e con la raccolta condensa sembra lavori molto meglio, svuoto la raccolta una volta al giorno e ieri sera, per la prima volta ho trovato solo acqua senza residui. speriamo bene

altro problema

stamattina mentre pulivo la caldaia è intervenuta due volte lo scarico termico.
la caldaia dopo la pulizia era a 66° in spegnimento, l'ho accesa e in breve tempo è tornata a 75° quando è entrata in mant. ma la temperatura ha continuato a salire fino all'internvento della VST 90°
il bollitore era tra 66 e 62.praticamente tutto nasce per il problema che vi dicevo della mancata soglia minima della tmax, spero di risolvereappena spostata la sonda in caldaia, ma come mai la T° continua a crescere di ben 15° entrata in mantenimento.

ieri con il CAT ho alzato la T caldaia a 80° (secondo lui il bollitore deve stare sempre alto), la sera essendomi accorto che la VST era intervenuta l'ho abbassata a 75°, prima di uscire stamttina l'ho portata a 70° (sperando di non far intervenire la VST).

devo anche provvedere a convogliare gli scarichi, non ho fogne a livello basso ma sono circa all'altezza di uscita della canna fumaria, secondo voi convogliandole in un tubo in pvc o gomma (preferibile perchè non mi impazzisco a tagliare e raccordare) riesco a portarli fuori?

jlorenzo
22-01-2016, 09:47
ieri ho abbassato la T caldaia a 80, isteresi 3°,sic caldaia a 82 cosi facendo la VSt non è più intervenuta, il consumo di pellet è circa mezzo sacchetto al giorno, la legna 4 cariche al giorno.
i termosifoni nell'appartamento lavorano a 20.5 per circa 20ore al giorno totali (zona giorno 12ore, zona notte 8 con circa 4 ore di contemporaneità)§; dalle 23.30 alle 6 sono impostati a 16°, credo che non scenda mai sotto questa T.
non spengo mai la caldaia, ogni mattina pulisco con lo scovolino e svuoto il crogiolo, svuoto la raccolta condensa (stamattina zero residui, zero acqua).

pian pianino mi sto avvicinando a quello che volevo.

ho un problema sui termosifoni zona notte (piano superiore con collettore in soffitta), trovo tanta aria ed in particolare un termosifone non riesco a sfiatarlo ed è caldo alla meta degli altri.

Karunga14
25-01-2016, 17:14
Io uso lo scovolino, per pulire il fascio di tubi orizzontatale una volta a settimana...
Poi per la "prolunga" delle sonde della centralina Resol, ho usato del cavo telefonico, quello "attorcigliato" la che usano gli impiantisti...

jlorenzo
28-01-2016, 14:24
Stamattina alle 7.30 mi ha suonato un vicino perché dalla canna fumaria zampillava fuoco. Ho subito spento la caldaia e dopo dieci minuti anche la canna fumaria ha smesso di incendiarsi. Perché? La canna fumaria è montata correttamente. Lho smontata pezzo pezzo è rimontato (c'era si un po di al residuo che ho eliminato per quel che potevo ma era più una patina di fuliggine piuttosto che incrostazioni.Controllo l'ispezione ogni mattina e non ho più trovato condensa (anche qui un po di residuo che reputato normale). Poi è strano che si sia incendiata a quell'ora. Lho caricata alle 21.30 e alle 7 la legna è finita da un pezzo. Il pellet mantiene solo la fiamma accesa ed è regolato a 0, 5 s. Ora mi viene il dubbio il residuo che ha innescato l'incendio è quello che c'era prima della modifica Vanna fumaria o sta continuando anche ora?

Dott Nord Est
28-01-2016, 14:45
se si è incendiata, qualcosa depositata al suo interno aveva....

jlorenzo
28-01-2016, 15:02
se si è incendiata, qualcosa depositata al suo interno aveva....


si quello è certo ma mi chiedevo, visto che la legna, inserita alle 21.30 si esaurisce dopo 4/5 come mai si è incendiata alle 7? considera che ho trovato la T caldaia a 67° stamattina allo spegnimento.
sto valutando lo spegnimento totale dopo la fine della legna come suggerito da karunga. per fare questo devo impostare ricetta 3? riporto le stesse impostazioni della ricetta 1 (con le quali mi sto trovando molto bene)

Dott Nord Est
28-01-2016, 16:56
allora....
quando si è vista la fiamma, era già da un pezzo che il creosoto depositato bruciava, ma senza fiamma
cioè, forma delle chiazze incandescenti, con temperature molto alte, ma senza fiamma
poi, quando le chiazze diventano molte, o incontrano qualcosa di consistenza più grossa, parte la fiamma

jlorenzo
29-01-2016, 15:32
la canna sembra pulita ora.

jlorenzo
29-12-2017, 09:02
ciao a tutti. tiro su questo 3d per chiedere dei consigli.
Sono un po cambiate le cose e vorrei dismettere la caldaia per passare ad un sistema ibrido (caldaia+pompa di calore) visto che questa estate ho montato fotovoltaico termico solare. secondo voi è possibile vendere caldaia e bollitore? hanno tutti e due 3 inverni (questo compreso) di funzionamento. avete suggerimenti? qui sul forum non c'è la sezione mercatino vero?