PDA

Visualizza la versione completa : Chi possiede questa caldaia?



Dadodany
20-10-2015, 13:14
Ciao ragazzi,
volevo informazioni da chi ha o chi ha visto in funzione la caldaia a legna della Lazar modello Holz Master 20KW.
Il prezzo è molto interessante, non ha sonda lambda e non ha attuatori per regolazione aria primaria e secondaria.

Chi ha qualsiasi altra informazione la può postare.... sono in fase di scelta e con un po' di ristrettezza economica che non mi permette di lanciarmi su marche TOP :-) e tenendo conto che non posso nemmeno usufruire del conto termico in quanto non vado a sostituire nulla ma devo fare impianto da zero.....
Grazie Daniele.

Lucamax
20-10-2015, 14:01
Ciao,
l'ho valutata quando pensavo di mettere una caldaia a legna poi ho optato per il pellet cioè sempre una della Lazar ma appunto a pellet.

Occhio che le informazioni che trovi in rete non sempre sono aggiornate, anche sul sito ufficiale alcuni pdf riguardo alla produzione in generale sono in parte obsoleti.

La caldaia è comunque una classe 5 e all'epoca mi dissero che c'era in opzione anche la sonda lambda ma potrei ricordarmi male.

Dott Nord Est
20-10-2015, 14:04
lucamax, dovrebbero allora aggiornare i parametri che si trovano sul sito
risulta ancora in classe 3, se è in classe 5 meglio

Lucamax
20-10-2015, 14:13
Alcuni siti italici non sono aggiornati.

Su quello ufficiale (http://www.hkslazar.com/products,boiler-holz-master,55,86.html)è in classe 5 con il 90,7 % di efficienza.

Il bruciatore è riportato essere in ceramica come lo era quella della caldaia a pellet modello 21kw ma adesso quella della caldaia a pellet modello attuale , la 22kw , è in inox , non sò se anche quello della caldaia a legna è ora in inox oppur e no.
Mi sembrerebbe logico a meno che non abbiano scorte da smaltire :)

Dott Nord Est
20-10-2015, 14:17
in qualsiasi caso a daniele non importa se 3 o 5, visto che non utilizza il conto termico

curiosità, non vi sembrano simili queste due?

Dadodany
20-10-2015, 16:01
Si sembrano simili, ma una ha una cosa importante... laspirazione dei fumi quando apri il portello ;-) cosa importante nel mio caso perché la caldaia rimarrebbe in locale senza finestra e all'interno del garage....

scresan
20-10-2015, 16:14
... non so se puoi metterla nel garage!

Comunque sembra una bella caldaia ... credo utilizzi l' elettronica di controllo che moreno ha installato sulla sua atmos.

Dott Nord Est
20-10-2015, 16:36
entrambe hanno l'aspirazione fumi.
in garage (accatastato come autorimessa) non può accogliere una caldaia, lo vieta la normativa.
oppure separi gli ambienti e riaccatasti.

Lucamax
20-10-2015, 16:48
In merito al catasto , ecco un copia incolla che ho trovato tempo fà , secondo me molto interessante:
mi permetto di prendere questo spunto per chiarire che l'aspetto catastale è indipendente da quello comunale e una variazione catastale non da un nessun caso regolarità urbanistica all'immobile o porzione di esso, aspetto quest'ultimo demandato al comune (o enti specifici in caso di vincoli o simili)
La competenza catastale riguarda l'aspetto reddituale mentre quella Comunale si dedica alla compatibilità urbanistica e di programmazione del territorio (che è quella che conferisce regolarità al manufatto).
In altre parole il catasto accetta la destinazione effettiva qualunque essa sia (anche abusiva) poichè si dedica a stabilire il reddito reale dell'immobile (anche se abusivo) ma non regolarizza lo stesso sotto il profilo urbanistico, anzi in fin dei conti costituisce una prova scritta di un eventuale abuso.
La sola variazione catastale (le famose sigle c2, c3, a2 o che dir si voglia) non salvano quindi da sanzioni (per me ben più gravi in certi casi sotto il profilo, ambientale, strutturale, ecologico e simili) da parte del comune
La difformità catastale si profila solamente come evasione fiscale è può essere sempre regolarizzata.
Da qui la mia convinzione che primariamente debba essere fatta una verifica (e richiesti i relativi permessi) presso il Comune e solamente dopo far seguire la variazione catastale (che tra l'altro è sempre richiesta dai comuni per concludere la pratica urbanistica).

scresan
20-10-2015, 16:50
Queste i plus messi in mostra dalla casa costruttrice:

Il PID-C e molto interessante!!

50239

morenorisorti
20-10-2015, 16:57
... non so se puoi metterla nel garage!

Comunque sembra una bella caldaia ... credo utilizzi l' elettronica di controllo che moreno ha installato sulla sua atmos.

La mia essendo la sorella minore utilizza solo la parte controllo combustione senza il controlo climatico e annessi
Per adesso 100%

Dott Nord Est
20-10-2015, 16:59
ecco come funziona quel sistema (confermato su caldaia in funzione da oltre un anno)
P.S.: per caso, la caldaia di lucamax non ha il PID attivato? se ben ricordo i sui sbalzi... boh, chiedo..

morenorisorti
20-10-2015, 17:02
In effetti la mia è in quanto a stabilita è una roccia, a me hanno chiesto che caldaia era, io ho solo attaccato i fili

Dott Nord Est
20-10-2015, 17:06
ed ecco la scheda con la caldaia in funzione

scresan
20-10-2015, 17:10
.... non leggete quello che scrivono?

Il controllo pid-C viene fatto sulla lettura della T dei fumi, non su quella dalla T dell'acqua.

Il controllo della T acqua caldaia immagino rientri in maniera secondaria sull' algoritmo di calcolo della potenza ventola ..... un tempo so che una gestione simile la facevano quelli della hargassner, in caldaie senza la lambda.

Non una novità, ma un bel plus!

Dott Nord Est
20-10-2015, 17:13
certo che leggo, infatti ho riportato i grafici di confronto.
la scheda si riferisce appunto a caldaia in funzione con PID e senza lambda (PID:WORK, cioè attiva in lavoro)
nessuna novità, nessun ha mai detto che lo sia.
siccome lo accennavi, ho postato appunto la foto della caldaia in lavoro con quella funzione.
e la caldaia che chiede Daniele se non erro funziona alla stessa maniera.

La centralina elettronica .....PID è un regolatore a segnale d’uscita continuo che utilizza l’algoritmo di regolazione PID. Nelle centraline di questo genere la potenza di soffiaggio viene calcolata in base al valore della temperatura della caldaia e della temperatura dei fumi misurata sul tubo di scarico della caldaia. Il funzionamento del ventilatore è continuo nel tempo e la potenza di soffiaggio dipende direttamente dalla temperatura misurata sulla caldaia, dalla temperatura dei fumi di scarico, nonché dal divario tra questi parametri e i loro valori impostati. Il regolatore PID ha il vantaggio di essere in grado di mantenere in modo stabile la temperatura impostata senza ulteriori modifiche o oscillazioni.

scresan
20-10-2015, 17:20
.... tolte quelle che usano il vecchio termostato, tutte le schede di controllo delle caldaie utilizzano il sistema di regolazione PID (proporzionale derivata ed integrale) per il calcolo della potenza della ventola.

I calcoli vengono fatti sulla T in uscita della caldaia, mentre il controllo sui fumi è passivo, ovvero la caldaia va in modulazione se questi ultimi superano il valore impostato.

Questi hanno ribaltato il meccanismo!!!

La gestione pid-c stabilizza la T dei fumi al mm, mentre va in modulazione o in mantenimento se si supera o ci si avvicina alla T dell' acqua impostata.

Non è una questione da poco, ma quasi l' uovo di colombo nelle caldaie a fiamma rovesciata senza Lambda, dato che la combustione e la resa diventano molto più stabili.

Forse così è piu' chiaro.

Bravi bravi!!!

Dott Nord Est
20-10-2015, 17:22
emm emm, non sono gli unici.... per inciso... :)

cmnq Daniele vai sul sicuro.
è un prodotto robusto e affidabile.
come sempre, poi attento a tutto il resto dell'impianto....

scresan
20-10-2015, 17:36
.... certamente.

Ma vedo che i grafici postati dicono il contrario: T caldaia lineare e T fumi ondulante...... PID classico,

non PID-C!!

Il punto di arrivo è la massima resa termica ottenuta stabilizzando al C° la T dei fumi, anche al costo di avere una potenza della caldaia variabile, così come la T dell' acqua in uscita.

Lore_
20-10-2015, 17:42
Ciao Dott Nord Est,


in qualsiasi caso a daniele non importa se 3 o 5, visto che non utilizza il conto termico

curiosità, non vi sembrano simili queste due?

la grossa differenza che vedo è che guardando la prima caldaia la camera di combustione sembra particolarmente ridotta, spartana con poco o addirittura senza refrattario e la fiamma rovesciata diciamo "scappa via" subito verso i turbolatori e conseguentemente la superficie di scambio a contatto con acqua sembra molto meno, mentre la seconda sembra migliore. Mi lascia molto perplesso anche come hanno realizzato il disegno della fiamma sulla prima, ma penso/spero sia solo un errore nel disegno che non rispetti la realtà

scresan
20-10-2015, 17:49
... lore non preoccuparti, quella che interessa a dado è la seconda, la Lazar modello Holz Master 20KW.

Se iniziamo a discutere della altra, andiamo ot!

Peccato che non ci siano altri utenti che ne abbiano una, se non lucamax (credo) che ha una "sorella" a pellet.

Lucamax
20-10-2015, 17:52
P.S.: per caso, la caldaia di lucamax non ha il PID attivato? se ben ricordo i sui sbalzi... boh, chiedo..
Ciao Dott,
la mia caldaia ha una marea di regolazioni , oltre al normale controllo PID, ha anche una logica "Fuzzy" che è attivata e in aggiunta il cosidetto "controllo meteo", cioè una sonda esterna di temperatura che inibisce alcune impostazioni che fà in automatico.

Da quando ce l'ho avrò consumato 6 sacchi di pellet quindi aspetto di farmi un pò più di esperienza prima di chiedervi altre spiegazioni in merito.

Oggi la Plum mi ha mandato la legenda dei modi di funzionamento della caldaia, ben 11 , che aiuta non poco ad interpretare i grafici relativi al funzionamento.

morenorisorti
20-10-2015, 18:10
....Il punto di arrivo è la massima resa termica ottenuta stabilizzando al C° la T dei fumi, anche al costo di avere una potenza della caldaia variabile, così come la T dell' acqua in uscita.

Ed infatti l'unica cosa che non cambia è la T° dei fumi, tutto il resto sembra andare per conto proprio, SEMBRA

Ma il risultato ......................OK

fabriziowhite
20-10-2015, 19:58
Ciao,
la centralina che si vede nell'immagine è la Ecomax 800D ,
grazie anche ai preziosi consigli di un'utente che scrive sul forum (il grosso e meraviglioso mondo di questo forum) mi sono convinto e l'ho acquistata, mi sono interfacciato con un tecnico dell'azienda che mi ha pazientemente sopportato e mi ha chiarito tutti i dubbi.

Per intesi ho acquistato questa centralina dalla Polonia passando da Internet senza avere problemi di nessun genere.........delucidazioni tecniche, offerta, altre domande , fattura, bonifico, corriere tracciato ,casa..............dalla Polonia a casa mia 3 giorni.

Io ho acquistato questo tipo di centralina per ovvi motivi ma ha la possibiltà di essere ampliata con diversi moduli d'espansione che ne fanno un'oggetto veramente completo.
Personalmente ora come ora sono partito con centralina e relativo pannello di comando sensori di T caldaia, T acqua Puffer, T acs, T fumi........ nel modulo che ho già a casa si possono comunque implementare T ricircolo acs, T meteo, T ambiente, T mandata impianto per gestione di un circuito climatico e modulo per la remotizzazione attraverso il web.

Ho cominciato l'implementazione della centralina verso i vari utilizzatori,
quando avrò i primi risultati vi farò sapere

Lucamax
20-10-2015, 20:38
Io di serie sulla mia caldaia ho la Ecomax 810P-L con il modulo wifi Econet 300 .

scresan
20-10-2015, 21:01
.... anch'io sono al lavoro, ma con materiale piu' italico!!

50245

morenorisorti
20-10-2015, 21:40
Interessante..................................

Dadodany
20-10-2015, 22:37
[QUOTE=scresan;119649617].... anch'io sono al lavoro, ma con materiale piu' italico!!

cosa stai progettando di bello?

scresan
20-10-2015, 22:56
Sto modificando una caldaia italica il cui unico pregio è la carcassa vetrificata ad alta temperatura e basta!! con aggiunta di elettronica di controllo simile ad una teutonica.

Il tutto comprato in italia da produttori italiani (la carcassa me l'ha data gentilmente un utente del forum!) ....

... speravo di portare a termine il tutto entro Natale, ma il lavoro quest' anno non mi ha dato tregua.

Sono al 90% con l' elettronica, al 70% con la parte hw dato che ho ricostruito il focolare (per ora in refrattario ad alta T) ed ancora non sono riuscito a creare le forme in ceramica ma un amico sloveno che costruisce forni per il pane mi ha dato delle dritte incredibili!, .....

comunque sono a buon punto, del resto fra impegni e famiglia e solo qualche pomeriggio a disposizione non si possono fare miracoli.

(Poi mi sono venute altre passioni, che erano sopite da tempo, ma una "insana compagnia di amici" me le hanno risvegliate ..... e non pensare male, solo uno sport particolare..... vabbè).

Appena riesco a fare delle prove di accensione, postero' il tutto, con tanto di foto, ....come al solito!!

scresan
21-10-2015, 07:56
.... altre offerte trovate in rete:


Caldaia a legna fiamma rovesciata20kw Classe5 | eBay (http://www.ebay.it/itm/Caldaia-a-legna-fiamma-rovesciata20kw-Classe5-/281828682825?hash=item419e4c6c49:g:ejEAAOSwm8VU1JF n)

Lore_
21-10-2015, 08:40
Ciao scresan,

penso che sia il rivenditore dove ha comprato Lucamax che ha negozio anche su ebay, magari contattandolo direttamente magari ti fa ancora qualcosa in meno visto che non deve dare nulla a ebay