PDA

Visualizza la versione completa : caldaia legna agrolyt 20



christian1983
22-10-2015, 07:15
Buongiorno,Finalmente mi sono deciso e installo un impianto con caldaia a legna e relativo puffer da 1500 litri, il tutto combinato con due pannelli solari e puffer per acs. Per la caldaia mi consigliano la hoval agrolyt 20, qualcuno di voi la conosce? Pregi? Difetti?Infine ci sono marche analoghe di pari qualità?Grazie in anticipo per i consigli.

Lore_
22-10-2015, 08:01
Ciao christian1983,

la hoval è un'altra buona austriaca, secondo me però un pò più "spartana" rispetto alle altre austriache tipo froling, eta, hargassner, kwb, solarfocus, ecc e come prezzi siamo lì, (almeno 2 anni fa quando avevo fatto fare il preventivo anche da loro era così).

leone sandri
22-10-2015, 09:40
Ciao, l'utente ale4zone ce l'ha in funzione da anni, prova a contattarlo in privato se è ancora attivo, non trovo efficiente la mancanza della porta esterna che isola la caldaia e chiude il "sarcofago" esterno isolato.

christian1983
22-10-2015, 13:26
Cavolo grazie non avevo fatto davvero caso a questa mancanza, caldaie a pari livello alternative? Non ho preconcetti tra italiana o austriaca, l'importante è che sia di una buona qualità.

leone sandri
22-10-2015, 16:39
Ottime quelle che ti ha nominato Lore qui sopra.

christian1983
22-10-2015, 20:22
Son appena tornato da un rivenditore e ho visto la lamda co2 control della thermorossi, mi è parsa davvero un`ottima caldaia e a un costo più contenuto, che ne pensate?

Dott Nord Est
22-10-2015, 20:45
che impianto ti hanno proposto? la caldaia è solo un componente...

scresan
22-10-2015, 23:28
... christian .... non so i prezzi, ma ricordo che ha un magazzino legna piccolo, per me troppo piccolo rispetto alla categoria di prodotto.

christian1983
23-10-2015, 20:18
Cavolo grazie, escludo allora se ha serbatoio piccolo; indicativamente per ridurre al massimo le cariche da quanto dovrebbe essere il serbatoio?La casa avrà l'impianto a pavimento, secondo voi come abbinamento non avrei problemi vero?

christian1983
28-10-2015, 20:46
Qualcuno mi aiuta?

FaGa86
28-10-2015, 20:55
Per dimensionare caldaia e puffer dovresti dare più info. Quanti metri quadri devi scaldare? Hai un calcolo di esigenza termica di casa?

christian1983
28-10-2015, 21:06
Ciao,Il totale di superficie da scaldare sono 140 mq distribuiti su due piani, 95 sotto e 45 sopra; il termotecnico mi ha detto che basta una caldaia da 20 kw con un puffer da 1500 litri il tutto combinato con due pannelli solari e un bollitore da 300 litri. Con impianto a pavimento rischio di aver problemi o son tranquillo? Preferirei una caldaia con serbatoio frande per ridurre le cariche.

Dott Nord Est
28-10-2015, 21:14
come dimensione puffer sei più o meno giusto.
hai una legge 10 dell'abitazione? in che zona?

scresan
28-10-2015, 21:16
La froling da 20 kw (non la 18!) se ricordo bene ha il magazzino legna bello grande, intorno ai 180 lt.

Se cerchi sui loro siti, trovi tutte le info. Anche la hertz, la eta, la solarfocus, etc

christian1983
28-10-2015, 21:16
Sono in provincia di cuneo, cosa intendi per legge 10?

Dott Nord Est
28-10-2015, 21:22
la legge 10 è una certificazione che attesta varie cose, tra cui l'esigenza termica dell'abitazione.
se hai comprato la casa o costruita, dovresti averla.

se non ce l'hai, hai uno storico dei consumi precedenti?

christian1983
28-10-2015, 21:29
La casa è una nuova costruzione non ho assolutamente alcun storico consumi, devo quindi sollecitare il termotecnico per far due considerazioni giusto?

FaGa86
28-10-2015, 21:30
Ma il termotecnico che ti ha fatto il calcolo è sicuro dell'esigenza termica? 20 kW con 1500 litri di puffer e impianto a pavimento li vedo un po' in disaccordo fra di loro. Ma hai anche cappotto termico?

Dott Nord Est
28-10-2015, 21:32
La casa è una nuova costruzione

se la casa è nuova, devi per forza avere la legge 10 che sarà stata presentata in comune
in base a quella (se "veritiera"), inizi ad avere qualche dato per il giusto dimensionamento

Lore_
28-10-2015, 23:54
Ciao cristian1983


Ma il termotecnico che ti ha fatto il calcolo è sicuro dell'esigenza termica? 20 kW con 1500 litri di puffer e impianto a pavimento li vedo un po' in disaccordo fra di loro. Ma hai anche cappotto termico?

concordo pienamente con FaGa86, casa nuova, con riscaldamento a pavimento di 140 mq una 20 kw è sicuramente troppo e sopratutto il puffer è troppo piccolo, sopratutto se stai su caldaie austriache che hanno tutte un vano di carico capiente con rese alte. La Hoval per esempio è una di quelle con il vano più grande, più di tutte c'è la KWB Classicfire CF2 18kw con 185 litri di vano, poi c'è hoval e hargassner e poi froling ed eta.
Come già detto questo tipo di caldaie si equivalgono, ti conviene fare diversi preventivi e poi sceglie quella che ti costa di meno. Io ho fatto così, anche della hoval avevo un preventivo e tra l'altro pensavo di spuntare un bel prezzo visto che la sede italiana è a una decina di chilometri da casa mia, invece non è stato così.

christian1983
29-10-2015, 05:57
Grazie mille!! Mi informo bene e vi aggiorno!

christian1983
18-11-2015, 18:19
Ciao a tutti,Finalmente un dunque a sti mesi di indecisione totale, domani mi arrivano i preventivi della firestar 20 lambda e unical leniodens 28; scelgo chi farà il prezzo più basso.ho chiesto al termotecnico e mi ha detto che non ci son problemi a mettere una caldaia più potente; perché mi dite che li vedete in disaccordo 20 kw con impianto a pavimento per 140 mq di casa nuova?Grazie per le risposte

FaGa86
18-11-2015, 20:07
Se la firestar ti propongono la 20 kW con 190 litri di vano di carico quanto puffer ti propongono? Con la Unical?

christian1983
18-11-2015, 20:10
In entrambi i casi 1500 litri.

Lore_
19-11-2015, 00:50
Ciao christian1983,

la firestar ha 170 litri di vano e anche la leniadens ne ha 172 litri e la Herz consiglia come minimo un puffer da 2000 litri, io poi fossi in te, visto la tua situazione (casa nuova, radiante e 140 mq) andrei direttamente sul consigliato dalla Herz che è il 3000 litri.
Il radiante una volta a regime ha bisogno di poco energia per volta, quindi alla fine 20 kw è sicuramente meglio della 28 kw (secondo me esagerata), ma sempre con un bel puffer superiore hai 2000 litri, altrimenti non riuscirai mai ha caricarla completamente e dovrai continuamente dosare le cariche

christian1983
19-11-2015, 07:13
Grazie mille lore per l'informazione, finalmente qualcuno che mi dice come stanno esattamente le cose; purtroppo non ho lo spazio per mettere puffer così grandi e dovrò mettere il 1500 litri.domanda da ignorante: se prendo una 28 kw, dato il poco fabbisogno che avrò, aumenta l'autonomia tra una carica e l'altra?

leone sandri
19-11-2015, 08:07
L'autonomia sarà data dalla capacità dell'accumulo, dalla modulazione di potenza della caldaia, dalla capienza del magazzino legna e dalle temperature esterne.

Dott Nord Est
19-11-2015, 08:14
se prendo una 28 kw, dato il poco fabbisogno che avrò, aumenta l'autonomia tra una carica e l'altra?

se sovradimensioni, avrai bisogno di puffer ancora più grandi.
se non hai spazio in locale caldaia, puoi posizionarne più di uno e in posizioni diverse (stanze adiacenti, garage, ecc ecc)

Lore_
19-11-2015, 08:14
Ciao christian1983,

con la 28 kw l'autonomia rispetto alla 20 non aumenta, ma con solo 1500 diminuisce di tanto

scresan
19-11-2015, 08:16
... e due puffer da 1500 lt in serie?

Le indicazioni di lore tendono a migliorare il confort di utilizzo dell' impianto, cioè il maggior accumulo presente ti permetterà di caricare ed accendere la caldaia un numero minore di volte rispetto allo stesso impianto ma con meno accumulo.

Cioè l' impianto è meno confortevole dal punto di vista pratico del "fuochista" di turno quando l' accumulo è piu' piccolo.

Dal lato opposto 3000 lt di accumulo costano di piu' di 1500, ma anche secondo me sono soldi ben spesi! Potresti accendere la caldaia ogni 2-3 giorni quasi tutto l' anno (stagioni fredde) invece che ogni giorno o 2 volte al giorno.

Se il fabbisogno della casa è di 10 kwh, con una caldaia da 20 kwh durante il suo funzionamento avrai un avanzo di solo 10 kwh di energia che andrà nel puffer, con una da 28, l' avanzo sarà di 18kwh, in questo caso (se il consumo massimo della casa non è maggiore della potenza di picco della caldaia) avanzo inutile e controproducente, con il rischio che la legna contenuta nella caldaia si bruci troppo velocemente tanto da "riempire" troppo presto (prima che la legna nel magazzino sia finita) il puffer costringendo la caldaia a funzionare in modalità "mantenimento" cioè braci accese, ventola ferma e possibile liquefazione della rimanente legna dentro il magazzino, con problemi di condensa.....

Questa è la peggiore delle ipotesi che comunque sarà gestita in 2 modi:

1- imparerai con il tempo a caricare la giusta quantità di legna nel magazzino della caldaia, a seconda della T esterna e della T del puffer al momento dell' accensione della caldaia (esperienza che necessariamente dovrai farti ... ma vedrai che si impara subito!)
2- la caldaia tenderà a modulare la potenza (quindi passando dai 20 kw di targa ai 10 kwh in modulazione) man mano che le sonde della sua centralina rileveranno la T del puffer ovvero che l' elettronica di controllo utilizzerà la miglior strategia possibile per non portare la caldaia in fase di mantenimento braci!

Spero di aver reso l' idea. Le variabili, anche con i calcoli termotecnici in mano, sono moltissime, compresi gli stessi calcoli che per prassi tendono a utilizzare una percentuale di sicurezza allo scopo di non sottodimensionare la potenza della caldaia. Il puffer serve proprio a fare da "buffer" fra generatore (caldaia) ed utilizzatore (casa) in modo da ottimizzare il funzionamento delle due parti,

un po' come la cache delle cpu dei computers moderni, che ottimizzano il funzionamento della cpu da un lato e quella della ram dall' altro.

christian1983
19-11-2015, 18:50
Aggiornamento:chiuso per la caldaia, acquistato la unical leniadens da 28 kw. Qua salta fuori un nuovo quesito se non rompo troppo le scatole:tenendo conto che monterò il solare termico l'idraulico mi consiglia un ermo accumulatore eco combi da 1500 litri per solare e sanitario, io invece sono dell'idea di mettere un puffer magari da 2000 litri e un bollitore per il sanitario.Sinceramente, quale delle due scelte è' più' azzeccata?Tra l'altro la seconda dovrebbe pure a venirmi a costar di meno.Grazie di anticipo.

Lore_
19-11-2015, 19:14
Ciao Cristian1983,
anche io andrei di piffero semplice dal almeno 2000 litri e boiler solare acs a parte (però mi sembra tanto 28 kw)

FaGa86
19-11-2015, 19:26
Mah io invece del solare metterei 3000 litri di puffer, magari primo puffer da 1500 pipe in tank e secondo puffer solo riscaldamento.

christian1983
19-11-2015, 19:50
Tra l'altro quale è' la differenza tra le due soluzioni? Ho il comune che mi obbliga a mettere 1,8 kw di fotovoltaico, idea forse malsana...per rientrare dei costi visto che non li utilizzero' mai potrei mettere i pannelli che fanno sia solare che fotovoltaico?

morenorisorti
19-11-2015, 20:00
Il solare termico è il meno conveniente.......................
Fai il conto costi benefici, se vuoi risparmiare visto che il fotovoltaico ci deve essere, PDC per acs e spendi la meta

misterpellet
19-11-2015, 20:45
Aggiornamento:chiuso per la caldaia, acquistato la unical leniadens da 28 kw. Qua salta fuori un nuovo quesito se non rompo troppo le scatole:tenendo conto che monterò il solare termico l'idraulico mi consiglia un ermo accumulatore eco combi da 1500 litri per solare e sanitario, io invece sono dell'idea di mettere un puffer magari da 2000 litri e un bollitore per il sanitario

Ciao,
perchè la Unical invece della Herz?

Come impiantistica io ti consiglierei puffer 2000 e boiler ACS, magari a 2 serpentine se un giorno vuoi mettere il solare. Il solare termico a parte il fatto che te lo pagano al 65%, avendo la legna è una bella comodità estiva.

MP

morenorisorti
19-11-2015, 20:54
Anche il fotovoltaico e la pdc accedono alle detrazioni
E se è obbligato al fotovoltaico perche spendere nel termico??. Anche la PDC in estate é "comoda" in piu ti rinfresca pure casa

scresan
19-11-2015, 21:12
... fai 3 kwt di fotovoltaico e accumulo separato per fare acs con pdc incorporata.

Lascia perdere il solare termico, con quei soldi aumenta le dimensioni del fotovoltaico. Per una serie di motivi o rimani entro i 3 kw di picco, oppure cerca di arrivare a 5-6. Dipende dai consumi annui di energia. Il 3 kw è ottimo per 3-4000 kwh anno di consumo......

morenorisorti
19-11-2015, 21:19
Quoto 100% Scresan
Il solare termico è un "morto che cammina", non conviene piu

misterpellet
19-11-2015, 21:39
Bene! Così caleranno ancora i prezzi!
Spero che tanti la pensino come voi.

MP


Inviato utilizzando Tapatalk
Tutto ciò che scrivo sono solo opinioni personali.

morenorisorti
19-11-2015, 21:44
Io collaboro con azienda top di settore energia , cantieri in mezzo mondo, sono alcuni mesi che non fanno piu ordini di solare termico, e nemmeno viene proposto, per loro sta uscendo dai listini

misterpellet
19-11-2015, 22:03
Io collaboro con azienda top di settore energia , cantieri in mezzo mondo, sono alcuni mesi che non fanno piu ordini di solare termico, e nemmeno viene proposto, per loro sta uscendo dai listini

Ti credo sulla parola, ma stiamo parlando di convenienza per gli utilizzatori, non per le aziende.
E poi di che azienda del settore energia?

Ad esempio Enel mi ha proposto il solare termico un anno fa, 8 mq a 7000 euro ( in comode rate eh...) a mio avviso conveniva molto........A LORO!
Ma anche il FV di Enel, un mio amico ha messo 3 kW a 11.000 euro ( è vero con assicurazioni, ecc ecc - tra l'atro a 2 anni dall'installazione non è ancora in SSP....)

E poi con 4 mq di tetto fai acqua per tutta la famiglia.

MP

MP

morenorisorti
19-11-2015, 22:11
A parita di spesa metti il fotovoltaico e produci ACS e accendi le luci, con il termico no
I cavi elettrici costano meno e si maneggiano meglio,ti sembra poco?
Il mio Ftv è costato 15000 euro e non ho il termico, e non pago quasi le bollette enel, forse "conviene"
I nomi non posso...................
Lascia perdere E**l na ciofeca bestiale, come fai a farti vendere il Ftv da chi ti vende energia, non ti suona strano??

misterpellet
19-11-2015, 22:35
A parità di spesa di cosa scusa? Basta 1 kWp di fotovoltaico per l'ACS?
Il costo di 1kWp di fotovoltaico e fai il solare termico, e fai almeno 15 estati senza caricare la caldaia (vabbè qualche volta sì), forse "conviene"

Ma tu fai ACS con la pompa di calore? Quati kWp per 15.000 euro?

Enel era un esempio dei ragionamenti delle aziende di energia....

MP

morenorisorti
19-11-2015, 22:37
1 kw di pnnelli ftv 530 euro circa adesso dipende dal cambio
il mio 2,88 kw, 2° conto energia, praticamente 2000 euro anno di resa x20 anni "conviene"

misterpellet
19-11-2015, 22:38
Domani ordino 20 kWp

MP

Lucamax
20-11-2015, 08:58
Il mio solare termico compreso puffer multiinox da 600 litri mi è costato 2600 euro ed ho ricevuto 1400 euro di contributo GSE , Quindi 1200 euro in tutto .
Ed il puffer lo uso anche per la caldaia .
Per me mi è costato una sciocchezza .

Il fotovoltaico sarà bellissimo ma se sei dove ho la casa io che per 2 mesi all'anno non riceve un raggio di sole non ha molto senso .
Inoltre , inverter e resa dei pannelli non sono eterni , per non parlare di quei pazzi (a mio modo di vedere ) che hanno impianti con batterie di accumolo.

christian1983
20-11-2015, 09:01
Ho scelto la unical leniadens perché costava 800 euro in meno della herz, il motivo è esclusivamente economico.Per il discorso sanitario penso che metterò un bollitore e una piccola pdc per scaldarlo nei mesi estivi e nei mesi invernali lo scalderei con la caldaia a legna.qualcuno di voi ha una soluzione del genere? È fattibile? Costi?In ogni caso 2 kw di fotovoltaico devo metterli, tanto vale sfruttarli.

Lore_
20-11-2015, 10:12
Ciao christian1983,

bollitore acs tipo questo (http://www.ariston.com/it/Scaldacqua_a_pompa_di_calore/nuos_200-250-250_sys).

Altro consiglio, fatti 2 conti se ti conviene fare questo giro: visto che sei in fase di costruzione e magari non hai ancora fatto chiusura lavori, accatastamento ecc, ti conviene predisporre impianto per caldaia a legna, puffer e quant'altro, metti la più economica delle caldaiette a metano e poi fai chiusura lavori e quant'altro.
A questo punto è un abitazione a tutti gli effetti, sostituisci caldaietta con quella a legna, metti puffer (il più grande possibile, magari 2 più piccoli), boiler e tutto il resto e accedi alla detrazione del 50% (confermata anche per l'anno prossimo se non sbaglio), perchè se fai tutto prima non recuperi niente, mentre dopo si

morenorisorti
20-11-2015, 10:18
Prendi un boiler PDC con serpentino e ci colleghi la caldaia a legna, Spesa circa 1300/1500 euro - detrazione 50/65%
Cosa ti costa alla fine, 750 euro.
Di sicuro meno del solare termico, ed in estate l'aria in uscita dalla PDC la canalizzi in casa ed hai anche un po di fresco gratis

Per Lucamax
Come sopra scritto il Mio impianto Ftv dopo 20 anni ha reso oltre 40000, netti 25000 circa con i costi energia del 2009, non credo che il Tuo solare ti "renda" tanto

morenorisorti
20-11-2015, 10:27
A questo punto è un abitazione a tutti gli effetti, sostituisci caldaietta con quella a legna, metti puffer (il più grande possibile, magari 2 più piccoli), boiler e tutto il resto e accedi alla detrazione del 50% (confermata anche per l'anno prossimo se non sbaglio), perchè se fai tutto prima non recuperi niente, mentre dopo si

Se i materiali li acquista lui direttamente porta tutto in detrazione, fatto lavoro simile mesi di giugno/settembre 2015. so per certo che il cliente ha incentivato tutto dalle tegole al Ftv alla pompa di calore.compreso il Mio lavoro
Altro non so

Lore_
20-11-2015, 10:29
Ciao morenorisorti,

se la casa è accatastata con riscaldamento esistente e tutto la detrazione la puoi fare, in fase di costruzione no

morenorisorti
20-11-2015, 10:30
Si questa era una ristrutturazione
Allora meglio che fa come dici

morenorisorti
20-11-2015, 10:49
per non parlare di quei pazzi (a mio modo di vedere ) che hanno impianti con batterie di accumolo.

Se in 12 mesi hai richieste per 900 impianti off grid ci sara un motivo ??, quello che succede con la biomassa avviene anche con l'elettricita
Tu ti sei scocciato del metano altri della rete elettrica, è normale, "costa troppo"

christian1983
02-12-2015, 21:35
Ciao a tutti,Solo un'informazione, devo dare le dimensioni della porta della centrale termica..dato che metterò un puffer da 2000 litri per farlo passare senza problemi quale mi consigliate?Grazie

christian1983
24-10-2016, 18:35
Ciao a tutti,Finalmente ho finito la casa, mi son trasferito e iniziato a usare l'impianto di casa; è così composto: caldaia firestar 20 eco, puffer 1500 lt, impianto a pavimento con due centralina climatiche (una per piano).Sono davvero molto contento della scelta della caldaia a legna come di tutto il resto, noto però un`anomalia e, se possibile, vorrei chiedervi un parere. Premesso che non ha ancora fatto freddo, impostando il termostato a 20 gradi in entrambi i piani, noto che l'impianto va correttamente in temperatura, una volta raggiunta le valvole si chiudono perché il termostato non chiede più calore; non so se è xké la casa e ben isolata ma prima che l'impianto richieda di nuovo acqua calda in mandata passano almeno tre ore e si raffreddano i collettori del pavimento.ho provato ad abbassare la mandata a 35 gradi ma continua a farlo e l'idraulico mi dice che è normale dato il grado di isolamento. Qualcuno più esperto di me può darmi un parere?

leone sandri
24-10-2016, 20:09
Abbassa la temperatura a 30, il mio impianto ora gira a 28 gradi.

christian1983
24-10-2016, 20:42
Va bene allora provo subito.È.normale che io abbia questa problematica oppure ci sarebbero delle soluzioni da valutare?

FaGa86
24-10-2016, 21:17
Ciao Christian ,Potresti descrivere meglio il tuo impianto ?Quale tipo di valvole , come lavorano da cosa sono comandate .Con climatica come lavorano .Grazie

Lore_
24-10-2016, 21:25
Ciao cristian1983,

se in climatica dovresti cercare la curva climatica che ti permette di mantenere la T interna senza che intervenga il termostato.
Per fare questo dovresti alzare al massimo il termostato così non interviene e poi scegliere la curva corretta

christian1983
24-10-2016, 22:16
Ciao Lore,Ho una centralina climatica della far, consiglia come valori di compensazione x l'impianto a pavimento tra 0.4 e 0.6; quindi mi conviene abbassare almeno a 0.4 giusto? È corretto abbassare la temperatura di mandata?

Lore_
24-10-2016, 23:12
Ciao christian1983,

si prova, ma potrai gestire anche T minima e massima di mandata penso o no ?

christian1983
25-10-2016, 06:58
Ciao lore,La centralina è la far 9611 e mi consente solo di impostare la temperatura massima di mandata. Attualmente la casa è calda a 20 gradi ma i collettori sono freddi, vedo che il gruppo di rilancio con miscelatrice quando è fermo ha l'acqua di mandata a 22 gradi; non so se è xké non fa ancora freddo ma mi ritrovo con l'impianto a pavimento che gira x 4 ore, si ferma x 12 con conseguente raffreddamento del massetto per poi ripartire di notte x altre due orette al minimo.E ho già impostato la curva di compensazione al minimo. Idee?

FaGa86
25-10-2016, 07:47
ciao Christian ,

puoi provare a sentire l'ufficio tecnico della Far che è gentile e disponibile .

verifica se il tuo TA collegato è quello della Far per la climatica e non uno qualunque che taglia fase alla pompa al raggiungimento del T .

solitamente una climatica dovrebbe , con collegamento al TA della stessa centralina dedicato , solo chiudere la valvola mix e continuare a dare consenso alla

pompa .

christian1983
25-10-2016, 08:29
Ora provo a sentirli.il termostato non è un far cavoli, la marca è Perry e penso che capiti esattamente quanto mi hai descritto, infatti a temperatura raggiunta stacca tutto.

christian1983
25-10-2016, 08:31
Quindi la pompa dovrebbe continuare a girare giusto?

Lore_
25-10-2016, 08:43
Ciao christian1983,

non capisco, dal manuale della centralina la curva 0,4 mi sembra da una mandata di 30° a -4° esterni, se tu con le temperature attuali mandi a 35° hai impostato la curva a 0,8 o più alta. Cosa è che mi perdo?

56785

christian1983
25-10-2016, 08:55
Ciao Lore,Ho impostato giusto stamattina 35 gradi in mandata e il valore 0.4; fuori ci sono 11 gradi all'esterno; ho sbagliato? Devo cambiare valore? Può essere che sono io che sto sbagliando! Help!

Lore_
25-10-2016, 09:02
Ciao christian1983,

ma non è che stai gestendo il tutto a punto fisso, poi cambiare la climatica a 0,4 non cambia se è impostata a punto fisso

Lore_
25-10-2016, 09:07
Ciao christian1983,

però bisogna controllare anche se la centralina è stata installata correttamente

56787

FaGa86
25-10-2016, 09:15
Il problema sta nel termostato ambiente.

Se non è dedicato alla centralina questo non interagisce con l'elettronica della centralina stessa.

Nell'elettronica è normale, logiche diverse non comunicano fra loro.

Sicuramente avranno collegato la pompa al TA che raggiunta la T impostata sullo stesso fa fermare la pompa.

Lore_
25-10-2016, 09:34
Ciao FaGa86,

ma se effettivamente andasse in climatica, basta mettere il TA a 30° e quello non fa più nulla.

Io credo che gli hanno collegato il tutto per funzionare a punto fisso e non in climatica o hanno fatto un pò di confusione nei collegamenti, come vedi cambiano i collegamenti da una gestione all'altra

FaGa86
25-10-2016, 09:56
Per me sistema di riscaldamento in climatica o a punto fisso sono due sistemi di gestione impianto completamente diversi.
Uno è ON/OFF l'altro è sempre acceso.
Avere un TA impostato a 30° per non far fermare la pompa è un sistema di gestione della climatica errato.
Un TA collegato a un sistema di gestione in climatica deve modulare la T di mandata in base alla curva impostata (olte alla modulazione in base alla T esterna).
Così dicono tutti i produttori di centraline climatiche.

Lore_
25-10-2016, 10:01
Ciao FaGa86,

se leggi il manuale della sua centralina, non parla di nessun TA per la climatica, quindi se glielo hanno collegato o è collegato sbagliato o non è in climatica. Mettere a 30° è solo un escamotage per usare un TA qualsiasi

christian1983
25-10-2016, 10:23
Il tecnico della far mi ha detto le stesse cose, a sto punto sento l'elettricista e lo faccio passare a verificare.vi tengo sicuro aggiornati.grazie!

leaza
25-10-2016, 11:37
Comunque in attesa del tecnico/elettricista abbassa la mandata (sotto i 30°) , con temperature simili alle tue, mandata a 35°, la temperatura in casa continua a salire (e io ho i termosifoni)

christian1983
01-11-2016, 18:21
Ciao a tutti,Venerdì è passato l`ettricista e come x magia (collegamenti errati anche se non lo ammette..) ora l'impianto in climatica gira che è una meraviglia, si adegua alle temperature esterne e apre le valvole quando dovrebbe. Vi faccio una domanda, se possibile, giusto per affinare la mia gestione dellimpianto:A quale temperatura della zona bassa del puffer (cordivari eco combi 3) conviene riaccendere la caldaia a legna per non avere problemi con impianto a pavimento. Vi chiedo giusto x capire, adesso ho 67 gradi nella parte alta e 50 nella bassa (idraulico consiglia di accendere quando sono a 45), è corretto?

leaza
01-11-2016, 19:35
Direi di accendere appena prima che il puffer sia completamente scarico. Poi in pratica si accende quando si ha il tempo di farlo. A pavimento gira tra i 25-35 (+-) dunque io accendere quando la parte sopra è inferiore a questi valori

FaGa86
02-11-2016, 07:34
ciao Christian , per sapere quando riaccendere la caldaia bisogna conoscere come è gestito il puffer dalla caldaia : cioè se hai 1 o 2 sonde nel puffere dove sono inserite .
inoltre se fai l'ACS con il puffer devi "preservare " l'ACS quindi non dovresti scendere sotto un valore di 45 / 50 °.

christian1983
02-11-2016, 07:46
Ciao, ho sue sonde nel puffer, una nella parte alta e una nella bassa; si fa anche acs; più che altro il limite di 45 gradi è x la parte alta o per la bassa?Se accendo considerando la parte bassa a 45, la parte alta è quasi sempre a 70. Se considero di partire invece con la parte alta a 50 teoricamente sfrutto di più il puffer e limito il numero di accensioni caldaia giusto?

FaGa86
02-11-2016, 08:02
la T di ripartenza , in questo caso , è quella del puffer in alto .
facendo ACS 45 / 50 ° sono corretti .
devi anche verificare se la caldaia ha un sistema in centralina che a una certa T di ripartenza del puffer non ferma la caldaia : impostazione di partenza caldaia a T impostabile .ad esempio se esiste questo parametro ed è impostato a 60 ° , intorno / sotto questa T il ventilatore funziona e la caldaia si accende , sopra quella T il ventilatore caldaia si ferma e la fiamma muore .

christian1983
02-11-2016, 08:29
Grazie x la consulenza! Oggi la accendo non prima di avere 50 gradi nella parte alta;inoltre se non erro l'impostazione in caldaia che blocca il ventilatore è a 85 gradi dentro il puffer; non dovrei quindi avere il minimo problema.

Lore_
02-11-2016, 08:58
Ciao christian1983,

ma la tua caldaia non ha un parametro che ti segnala quando devi ricaricare/avviare la caldaia?
Dovrebbero avertelo settato quando ti hanno avviato la caldaia in base proprio al tuo tipo di impianto. Solitamente le austriache hanno questo parametro

christian1983
02-11-2016, 12:44
Ciao Lore,Nelle foto ho inserito il manuale della caldaia; da quel che mi sembra non dovrei avere quella impostazione cavoli. È grave?

christian1983
02-11-2016, 13:00
In linea di principio tengo buono che quando ho 45/50 gradi di temperatura nella parte superiore conviene accendere la caldaia quindi?

leaza
02-11-2016, 13:30
Se usi il puf anche per ACS si

Lore_
02-11-2016, 13:37
Ciao christian1983,


È grave?

Assolutamente no, lo gestisci tranquillamente a mano 45/50 va bene

christian1983
02-11-2016, 14:09
Grazie mille a tutti x la disponibilità e le informazioni.