PDA

Visualizza la versione completa : Problema Ungaro CTU 24 - Caldaia va in Standby



ibracadabra84
11-11-2015, 20:57
Buonasera a tutti, ho una ungaro CTU 24 in mandata diretta con boiler acs da 300 lt con riscaldamento a pavimento su casa tutta in un piano di 120 mq.
Da qualche giorno ho un problema, il termostato della caldaia è a 60 gradi e quando giro il termostato parte, va in check up e poi accensione, tutto regolare.
Dopo un paio di ore la caldaia va in stand-by e poi in spegnimento, per poi rifare l'accensione visto che il termostato del riscaldamento chiama.
Non ci aveva mai fatto, al raggiungimento dei 60 andava in modulazione e teneva la temperatura, non ho toccato nessuna impostazione ed ho verificato, tutto regolare, qualcuno di voi sa cosa può essere??
Grazie.

scresan
11-11-2015, 21:39
.... potrebbe essere che anche in modulazione (braciere con carico bassissimo di pellet, ovvero potenza 1) la T in caldaia risulta comunque troppo alta e dopo qualche minuto (di solito i tempi sono programmabili) va in spegnimento.

Alla successiva richiesta di calore deve riaccendersi.

Mi chiedo per quale motivo "tecnico" chi ti ha installato la caldaia non ti ha consigliato di interporre fra caldaia e pavimenti un puffer (accumulo di acqua tecnica) con un termostato di minima e di massima che attivasse al bisogno la caldaia....

Pessima soluzione tecnica, la tua, economica, ma che porterà la caldaia a continue accensioni, bassa resa e molta usura.

La situazione migliorerà con l'abbassamento delle T esterne, dato che la casa "riceverà piu' calore" tanto da permettere il funzionamento della caldaia alla minima potenza, ma peggiorerà di nuovo nelle giornate calde.

Se vuoi rispermiare in combustibile, devi spendere in impianto, installando un puffer combi (produce acs + accumulo di acqua tecnica) da 500-600 lt (ti sarebbe costato poco piu' dell' accumulo che hai installato, e con ancora 500 euro circa, una regolazione climatica, che avrebbe gestito al meglio la T dell' acqua tecnica dei pavimenti a seconda della T esterna rilevata.......

ibracadabra84
11-11-2015, 21:50
Ciao, e grazie per la risposta, valuterò sicuramente l'inserimento del puffer, sono sempre in tempo sostituendo il boiler dell'acqua sanitaria, giusto? più o meno quali sono i costi?
Per quanto riguarda l'impianto che ho ora, non esiste un modo per smaltire il caldo in eccesso indirizzandolo direttamente dentro il boiler di acs? magari togliendo la valvola a 3 vie, indirizzando il calore nell'impianto ed il surplus nel boiler?
Altra domanda, se impostassi il termostato della caldaia a 40 gradi,siccome in mandata me ne servono 38, cambierebbe qualcosa?
Grazie

Dott Nord Est
11-11-2015, 21:55
ibracadabra, ma su questa discussione dici di essere contentissimo del sistema che hai ora......http://www.energeticambiente.it/biomasse/14751456-caldaia-pellet-ungaro-e-riscaldamento-pavimento-senza-puffer-3.html#post119654955

ibracadabra84
11-11-2015, 22:01
Ma infatti il sistema fino ad ora ha funzionato bene, consumo un sacco di pellet al giorno, però ora ho questo problema che mi va in standby la caldaia (prima volta in 3 anni) e non so se dipenda dal fatto che qui da me ancora le massime siano a 18 gradi e la minima non va sotto i 9-10 gradi.
Il sistema mi permetteva di fare una sola accensione al giorno, ma quest'anno mi da questo problema senza aver toccato nessuna impostazione..

scresan
11-11-2015, 22:05
Credo che un puffer combi da 500-600 lt costi meno di 1000 euro. Poi c'è il lavoro.

Per "tentare" di smaltire il calore in eccesso, ma è un palliativo, potresti interporre un bypass (un detentore basso di termosifone puo' bastare!, comunque un sistema regolabile al bisogno, con delle prove), dopo la valvola a tre vie, collegando la mandata dei pavimenti con quella del boiler, in modo che se per qualche motivo il termostato dei pavimenti chiude, la caldaia riesce a rimanere attiva perchè scarica per qualche tempo il calore sul boiler acs. (serve anche una valvola di non ritorno ).

La caldaia meglio mantenerla a T il piu' alte possibili, ovvero sopra i 60 gradi, anche se la ungaro ha i serpentini in rame e soffre un po' meno di condensa.

ibracadabra84
11-11-2015, 22:06
P.S. non so se le domande che ho fatto a scresan sono stupidaggini o possono avere un senso :)

ibracadabra84
11-11-2015, 22:10
Graie scresan, però la cosa che non capisco è che io il termostato lo tengo sempre al massimo a 30 gradi, accendendo la caldaia dalle 12 alle 20 circa, quindi non capisco perché va in standby, io con questa accensione di 8 ore, riuscivo sempre a tenere casa tra i 19,5 ed i 21,5.
Il termostato del pavimento non chiude mai, avendo impostato al massimo, è per questo che non capisco il motivo per il quale vada in standby, tanto più che fino ad ora non mi ci ha mai fatto

scresan
11-11-2015, 22:17
... il circolatore che non funziona bene?

La valvola anticondensa che non si apre del tutto?

Diventa complicato aiutarti.... magari è solo il sensore che legge male la T?

ibracadabra84
11-11-2015, 22:19
Ora farò controllare, l'unica cosa che mi premerebbe sapere è questa, tenendo il temostato sempre acceso, non dovrebbe andare in stand-by giusto? oppure ci potrebbe andare lo stesso se la temperatura nel bypass è troppo alta e non riesce a smaltirla?

scresan
11-11-2015, 22:37
La seconda opzione è la piu' plausibile!

ibracadabra84
11-11-2015, 22:43
Perfetto, però quindi teoricamente, sarebbe possibile smaltire quel calore nel boiler dell'acs? Così mi farebbe un doppio servizio, scaldare quella e permettere alla caldaia di non andare in standby..

ibracadabra84
12-11-2015, 17:32
Ed eventualmente se anche Dott. Nord Est mi sa consigliare un tipo di pouffer visto che nell'altra discussione mi diceva che si trovano a molto meno di 1000 euro, ma non so quale modello e quale caratteristiche debba avere, volevo valutare eventualmente di prenderlo su internet in modo da non pagare ricarichi vari, grazie.

Yapok
14-11-2015, 09:43
NON TENERE DUE DISCUSSIONI APERTE PER LO STESSO PROBLEMA! Mantieniti su una, altrimenti i commenti si disperdono e fai solo confusione.
Un puffer vale l'altro.... soprattutto se non c'è produzione di acs integrata si tratta semplicemente di un bidone con isolante e attacchi filettati. Il problema è trovare che te lo installa per poco, il puffer puoi anche ordinarlo su ebay.de. Comunque prima di arrivare all'estrema ratio prova ad aggiustare il controllo della caldaia (come dicono Marcober e Scresan nell'altro thread).

sinerjigrottaminarda
14-11-2015, 16:14
Ed eventualmente se anche Dott. Nord Est mi sa consigliare un tipo di pouffer visto che nell'altra discussione mi diceva che si trovano a molto meno di 1000 euro, ma non so quale modello e quale caratteristiche debba avere, volevo valutare eventualmente di prenderlo su internet in modo da non pagare ricarichi vari, grazie.

ma perchè su internet li regalano ? non ho capito cosa vuol dire ricarichi vari....

ibracadabra84
14-11-2015, 16:16
Come mai un samsung s6 costa 649 nei negozi e 479 su internet? Stesso principio..

sinerjigrottaminarda
14-11-2015, 16:27
io vendo su internet ma di certo non svendo...anche al media world costa il prezzo che dici tu...a 479 sarà il negozio dove è andato striscia la notizia, comunque ritornando, qualcosa di buono deve consigliarti chi ti ha venduto la caldaia

ibracadabra84
14-11-2015, 16:32
Guardaci quanto costa sul sito di mediaworld, almeno prima di spararle grosse documentati! Su internet costa meno perchè se uno ha un negozio vietuale non paga affitti, dipendenti, bollette.. ho chiesto a dott nord est perchè lui li vende!

Dott Nord Est
14-11-2015, 17:14
ho chiesto a dott nord est perchè lui li vende!
oltre che vendere, produciamo..... e per marchi che manco immagini.... ma questa è un'altra storia.....

ibracadabra84
14-11-2015, 17:31
Appunto, se lo compro da produttore, sicuramente risparmio rispetto a se acquistassi dal rivenditore.
Si possono postare link esterni?

sinerjigrottaminarda
14-11-2015, 17:42
quindi tutti i rivenditori dovrebbero chiudere perchè poveri fessi pagano affitto e dipendenti mentre gli altri fessi che vendono pure on line non avendo queste spese devono svendere i prodotti!!

scresan
14-11-2015, 17:45
Si ! Siti di idraulica con prezzi concorrenziali sono moolto interessanti!

Accumulatore acqua calda Etiks 640/560 (http://www.emundia.it/hvac-systems/stoves-boilers/hot-water-storage-tanks/accumulatore-acqua-calda-etiks-640560-hra640-560)

Questi da qualche tempo sono presenti online, anche se ancora non ho mai comprato da loro.

ibracadabra84
14-11-2015, 17:45
Non è che li svendono, guadagnano la stessa cifra dei rivenditori vendendo a meno, visto che hanno meno spese.
Quindi secondo il tuo discorso dovrei andare da mediaworld a 649 invece che prenderlo a 479, non ci capirò nulla di riscaldamento ma non sono fesso fino a questo punto.
Se ti fai un giro su ebay, trovi puffer tank da 1000 litri a 1300€.
Io ho chiesto lo stesso puffer al rivenditore e lo mette 1600€+iva, secondo te da chi dovrei andare a prendere lo stesso identico articolo?

ibracadabra84
14-11-2015, 17:49
Se me lo vendi a meno lo prendo da te.

Hygienespeicher 1000 Solar Pufferspeicher Kombispeicher Solar Warmwasserspeicher | eBay (http://www.ebay.it/itm/Hygienespeicher-1000-Solar-Pufferspeicher-Kombispeicher-Solar-Warmwasserspeicher-/121806760473?hash=item1c5c3faa19:g:1NUAAOxyeZNTV7r 3)

sinerjigrottaminarda
14-11-2015, 17:54
hai sicuramente ragione nella questione dei prezzi ma se è lo stesso prodotto posso essere d'accordo al 100% altrimenti no, ti ripeto io vendo on line e ho un negozio fisico e applico stessi prezzi sia on line che in negozio, su internet girano migliaia di prezzi e prodotti.

ibracadabra84
14-11-2015, 18:13
Esatto, ma perché hai un negozio fisico.
Coloro che vendono in internet, uno ne vendono 10 volte te, quindi anche in fase di acquisto hanno un prezzo minore, e due, devono pagare un dipendente che sta dietro un pc.
Il prodotto che ti ho linkato è un prodotto tedesco di alta qualità visto su dei forum, a 1100 euro tu magari vendi il puffer no tank solo per riscaldamento.
Internet è il futuro, negozi come unieuro e di elettronica/idraulica/edilizia nel corso di decenni con ricambi generazionali andranno a morire, resteranno aperti solo per coloro che non sanno comprare su internet

Dott Nord Est
14-11-2015, 18:49
come utente privato puoi postare tutti i link che vuoi

1- sicuro che vendano 10 volte me?
2- hanno un prezzo inferiore d'acquisto? noi li produciamo anche per loro.....
3- sicuro che io abbia un negozio fisico? guarda che io non sono un negoziante.....
4- se in internet trovi tutto, perchè ieri mi hai scritto 30 email per avere mille informazioni? potevi chiederle ad ebay, no ? :bye1:

si, decisamente dovresti informarti meglio per sapere chi sono io..... forse hai le idee un pò confuse......

ibracadabra84
14-11-2015, 19:24
Ehm, ti sembra che parlassi con te? forse dovresti concentrarti un po' meno sul tuo ego...

Lucamax
14-11-2015, 19:53
Scusa ibra ma tu non eri quello che sosteneva un bel pò di tempo fà che il tuo impianto avrebbe funzionato bene senza puffer o mi ricordo male io ?
Mi pare che per qualcuno che viene sul forum a cercare soluzioni ad un problema ( non da poco) sei molto polemico .


Internet è il futuro ?
Ma che razza di banalità scrivi ?
Pensi che tu sia l'unico che fà acquisti on line ?

Sai cosa è il bello degli acquisti on line ?
Che risparmi a comprare li' ma poi sono tutti cavoli tuoi , chi vende non si prende nessuna responsabilità se il prodotto è adatto alle tue esigenze oppure no.
Un impianto di riscaldamento fino a prova contraria non è un telefono .
Comprati su Ebay il puffer cosi risparmi e sei felice.

Io mi stupisco che ci siano qui dei professionisti che ti diano a gratis delle consulenze.
Oppure secondo te la conoscenza di un professionista è scontata perchè tanto basta andare sul web e si trova tutto ?

ibracadabra84
14-11-2015, 19:57
Ma l'acquisto è susseguito dall'installazione di un idraulico, io per l'auto i pezzi me li prendo da me e mi li faccio sostituire da un professionista risparmianso il 50%.. su tu vuoi spendere il doppio chi ti critica? Siete voi che criticate me per gli acquisti online e non viceversa, le idee sono tutte uguali e nessuna è una scienza esatta, ognuno fa come meglio crede, no?

scresan
16-11-2015, 00:32
Finalmente tramite internet si stà avverando quanto c'era scritto sui libri di scuola già da tanti anni!:

https://it.wikipedia.org/wiki/Libero_mercato

Hai voglia a presentarti ai consumatori con il solito listino, e lo sconto da amico. E' finita.

Ci sono ancora aziende che "nascondono" i prezzi dentro listini da scontare al bisogno, ma le piu' lungimiranti iniziano a pubblicarli o a scrivere i listini come si deve, già al netto degli sconti.

Il passo successivo arriverà per i "configuratori" ovvero la composizione esatta e funzionale degli impianti (c'è già qualcosa per i grossi impianti di distribuzione acs e pavimenti della caleffi, ad esempio) che man mano diventeranno molto piu' precisi dei vecchi esperti giratubi, dato che potranno tener conto di molti valori, ora solo stimati e grossolanamente.

Tutto questo è già realtà, basta spostarsi di sezione ed andare su quella del fotovoltaico. Ormai è prassi costruire l' impianto tramite degli appositi configuratori, anche molto ben fatti! (vedi sma, abb e solaredge, ad esempio).

Come sempre chi crede di essere a cavallo ..... è già con il culo per terra!

Pensate agli idraulici che erano degli esperti saldatori a filo, ora costretti a tenere in mano una semplice pressa raccordi a batteria ed uno svasatore per poter continuare a lavorare......

Il mondo gira, ed internet ormai ne fa parte in maniera molto consistente!

Lucamax
16-11-2015, 10:47
scresan, certo che il mondo gira ma purtroppo non sono sicuro che giri dalla parte giusta.

In merito alla convenienza dei negozi on line vorrei dire una cosa, una volta c'erano, almeno nelle grandi città dei negozi che erano il riferimento per alcuni beni di consumo che prevedevano una notevole parte di valore tecnico.
Faccio un paio di esempi per spiegarmi , prendiamo gli Hifi e l'ottica.

Quando acquistai il primo impianto stereo "vero" circa 37 anni fà andai in un grosso negozio dove lavorava un mio conoscente appassionato di musica portai i miei dischi preferiti e passai il pomeriggio ad ascoltare in una sala apposita una mezza dozzina di diversi impianti ed una decina di diffusori .
Con pazienza mi fù spiegato l'ABC del mondo dell'Hifi e alla fine la scelta di acquisto fù calibrata secondo il mio budget ma anche al tipo di musica che ascoltavo e alle possibilità di upgrade future.

Più recentemente, 4 anni fà, ebbi bisogno di aquistare un binocolo ed andai da Photo Discount a Milano , in Pzza DE Angeli , dove il titolare , ascolate le mie esigenze mi mando fuori dal negozio a provare almeno sette o otto diversi binocoli.
Alla fine feci un acquisto di grand esoddisfazione.

Oggi come facciamo i nostri acquisti ?
Una ricerca sul web, una sbirciatina ai forum , si cerca qualche recensione e si compra .
E spesso si comprano degli oggetti sbagliati rispetto alle proprie esigenze.

Oggi prevale la logica del marketing e del prezzo più basso , la conoscenza del professionista non viene considerata in nessun modo .

Beh , credetemi era molto meglio prima .
Si perdeva molto meno tempo a cercare il prodotto giusto e sopratutto il 99% delle volte lo si poteva toccare con mano e provare prima di spendere i soldi.

ibracadabra84
16-11-2015, 11:03
Ciao Luca, è esattamente come dici tu, io infatti non acquisto per sentito dire fu forum e google.
L'esempio della ungaro ne è la prova, consigliata da presunti "esperti" del settore, e solo dopo aver saputo il modello. l'ho cercato in Internet.
Se voglio un binocomo, vado in un negozio, ne provo 7 o 8 e poi cerco quel modello su internet, me lo compro al 30/40% in meno.
Poi credo che ognuno possa pensarla come vuole.
Per le partecipazioni del mio materimonio ricordo che girari 20 negozi, il minor prezzo era di 2,40€/cad, ne dovevo stampare 300.
Su ebay le trovai molto più belle a 1 € inclusa sped, si hai capito bene.. e spesi 300€ invece di 720€, per noi comuni mortali con mutui e figli, potrebbero far la differenza.

Dott Nord Est
16-11-2015, 11:51
ibracadabra, cosa diresti tu se uno viene a commissionarti un programma web, tu ci perdi tempo e soldi per proporglielo, e poi questo lo prende in internet e a te non dice neppure grazie.
veramente molto ammirevoli certi comportamenti.....
sinceramente mi vien da dirti: ben ti stanno tutti i problemi che hai, te li sei cercati e meritati. Auguri.

ibracadabra84
16-11-2015, 11:53
Il solito permaloso che la prende sul personalmo, calmo doc... ti fa male alla salute..

Dott Nord Est
16-11-2015, 12:48
no no, è in risposta al tuo post precedente.
ecco perchè l'ITAGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGLIA è così.....
anche per me, come tutti gli altri, la discussione finisce qui.
hai intasato troppo il forum di infinite discussioni e infiniti post sempre per la stessa cosa
e ogni consiglio dato non ti è andato bene....

e quando mi dici "calmo", ti rammento che i problemi ce li hai tu, non io....quindi ti assicuro che sono calmissimo....... :clapping:

auguri di infiniti problemi per molto tempo ancora, ciao :bye1:

ibracadabra84
16-11-2015, 13:24
no no, è in risposta al tuo post precedente.
ecco perchè l'ITAGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGLIA è così.....
anche per me, come tutti gli altri, la discussione finisce qui.
hai intasato troppo il forum di infinite discussioni e infiniti post sempre per la stessa cosa
e ogni consiglio dato non ti è andato bene....

e quando mi dici "calmo", ti rammento che i problemi ce li hai tu, non io....quindi ti assicuro che sono calmissimo....... :clapping:

auguri di infiniti problemi per molto tempo ancora, ciao :bye1:

Calma! o le coronarie si intasano!

sinerjigrottaminarda
16-11-2015, 17:04
sinceramente qui stiamo sfiorando l'assurdo! se vuoi info tecniche vai dal tuo installatore lo paghi e ti dice tutto non puoi pretendere che altri facciano il lavoro per te, io ho un negozio fisico e un sito on line da oltre 8 anni! non ho mai svenduto la roba nè per fare il torto ai miei concorrenti nè per vendere di più, sono d'accordo sull'elettronica anche io spesso acquisto on line determinati articoli "poveri" ma arrivare a quello che dici tu è assurdo, fatto ciò molte delle aziende col quale lavoro ormai hanno imparato il giochetto di qualche rivenditore e ci obbligano su internet a pubblicare prezzi dati da loro e stop!

prevale la logica del prezzo a chi lo mette più basso e spesso si prendono fregature e poi ci troviamo servizi per far campare striscia la notizia o le iene o gente come te che si lamenta perchè si configura l'impianto di riscaldamento e non il cellulare via internet su un forum

ah senza contare e dare seguito alla tua affermazione: "se me lo vendi a meno lo compro da te"

ibracadabra84
16-11-2015, 21:20
sinceramente qui stiamo sfiorando l'assurdo! se vuoi info tecniche vai dal tuo installatore lo paghi e ti dice tutto non puoi pretendere che altri facciano il lavoro per te, io ho un negozio fisico e un sito on line da oltre 8 anni! non ho mai svenduto la roba nè per fare il torto ai miei concorrenti nè per vendere di più, sono d'accordo sull'elettronica anche io spesso acquisto on line determinati articoli "poveri" ma arrivare a quello che dici tu è assurdo, fatto ciò molte delle aziende col quale lavoro ormai hanno imparato il giochetto di qualche rivenditore e ci obbligano su internet a pubblicare prezzi dati da loro e stop!prevale la logica del prezzo a chi lo mette più basso e spesso si prendono fregature e poi ci troviamo servizi per far campare striscia la notizia o le iene o gente come te che si lamenta perchè si configura l'impianto di riscaldamento e non il cellulare via internet su un forumah senza contare e dare seguito alla tua affermazione: "se me lo vendi a meno lo compro da te"Sinceramente non ho capito il senso dell'intervento.. io di fregatura posso averne lresa una e guardacaso proprio dal "tecnico" e non da internet.La caldaia funziona, è chi mi ha consigliato di prendere quella che ha sbagliato.. probabilmente se avessi cercato su google, da ignorante capivo da solo come bisognava fare il calcolo e non avrei sbagliato, forse l'errore è stato proprio non fare tutto su internet!

ibracadabra84
16-11-2015, 21:25
P.s. vedere come è partita la discussione e notare come le solite persone la portano costantemente off topic per rivincite personali o come chi critica pure se io compro in internet o meno, però certo, va tutto bene così!

scresan
16-11-2015, 23:08
ibra non preoccuparti, poi si calmano e torniamo al tema del 3d!!


Da anni che leggo questo forum, gli utenti piu' soddisfatti sono gli amici del faidate, alla faccia dei professoroni del settore.

Fai bene a informarti, a rompere le scatole sui forum (è meglio rispettare la regola del non aprire piu' 3d sullo stesso argomento!), chi vuole, o puo' ti risponde, altri leggeranno per non incorrere negli stessi errori, altri ti proporranno varie soluzioni.

Alla fine dovrai decidere sempre e solo tu sul da farsi.

Ora non mi sono letto di nuovo tutto il 3d, ma hai provato quanto ti abbiamo proposto io e marcober? (e altri!)

+ ore di funzionamento - meno potenza possibile sulla caldaia.

Dall' altro lato acqua verso i pavimenti a T il piu' basse possibili per + ore possibili.

Al limite al diminuire della t esterna, aumenti di 1 o 2 gradi la T dell' acqua verso i pavimenti, alla ricerca di un equilibrio.

Del resto, da quanto ho capito, questo equilibrio già l' avevi trovato nei tre anni passati...... forse casualmente?

ibracadabra84
17-11-2015, 06:57
ibra non preoccuparti, poi si calmano e torniamo al tema del 3d!!Da anni che leggo questo forum, gli utenti piu' soddisfatti sono gli amici del faidate, alla faccia dei professoroni del settore.Fai bene a informarti, a rompere le scatole sui forum (è meglio rispettare la regola del non aprire piu' 3d sullo stesso argomento!), chi vuole, o puo' ti risponde, altri leggeranno per non incorrere negli stessi errori, altri ti proporranno varie soluzioni.Alla fine dovrai decidere sempre e solo tu sul da farsi.Ora non mi sono letto di nuovo tutto il 3d, ma hai provato quanto ti abbiamo proposto io e marcober? (e altri!) + ore di funzionamento - meno potenza possibile sulla caldaia.Dall' altro lato acqua verso i pavimenti a T il piu' basse possibili per + ore possibili.Al limite al diminuire della t esterna, aumenti di 1 o 2 gradi la T dell' acqua verso i pavimenti, alla ricerca di un equilibrio.Del resto, da quanto ho capito, questo equilibrio già l' avevi trovato nei tre anni passati...... forse casualmente?Ciao scresam, per la prova viebe il tecnico il fine settimana, per quanto riguarda le discussioni, hai ragione.. però sono gli altri che vanno a finire sempre nello stesso argomento, qui chiedo per lo standby, nell'altra un cinsiglio per la sostituzione, e l'altra è di 3 anni fa..Io se chiedo è per capire e quando lo avrò fatto deciderò.. il puffer può essere la soluzione ma solo se risparmio drasticamente, dammi un parere personale.Se ti chiedessero di spendere 2000 euro per risparmiarne 70 all'anno e ripagare la spesa in 30 anni, quando la caldaia sarà stata sostuita da un pezzo, tu cosa diresti?

Lucamax
17-11-2015, 08:17
Scusa ibra, ma non fai prima a sostituire la caldaia , magari ridandola indietro a quell'asino che ti ha consigliato una caldaia troppo potente pe rle tue esigenze ?
Se il problema è appunto quello di una caldaia che al minimo comunque produce troppo calore io andrei da chi te la venduta e gli pianterei un casino.
Che risolva lui il problema, ti ritira la caldaia attuale e te ne monta una adeguata .

morenorisorti
17-11-2015, 08:47
Se il problema è appunto quello di una caldaia che al minimo comunque produce troppo calore io andrei da chi te la venduta e gli pianterei un casino.
Che risolva lui il problema, ti ritira la caldaia attuale e te ne monta una adeguata .

Secondo i dati forniti Lui dovrebbe consumare 1 max 2 kw ora non credo che una caldaia a pellet arrivi cosi in basso come potenza, per risolvere o puffer o gas, altrimenti consuma piu pellet per accensioni che per la casa, infatti ho detto precedentemente (sembra di scaldare la stufa e dopo la casa) e sembra proprio cosi

Lucamax
17-11-2015, 09:31
2 kw ?
caspita non credevo cosi poco .

Ma non sarebbe più adeguata una PDC ?
Se fossero 48 Kw al giorno con C.O.P 3 sarebbero 16 Kw per 0,25 Euro = 4 Euro al giorno e zero seccature.

ibracadabra84
17-11-2015, 09:50
48 kw al giorno, non sono tanto pochi.. si parla di classe C! Comunque che significa c.o.p 3? E che calcolo dovrei fare per sapere da quanti kw ci vuole?

Lucamax
17-11-2015, 09:53
c.o.p = coefficiente di prestazione ed indica la quantità di lavoro prodotto rispetto all'energia utilizzata.

Se c.o.p = 3 , allora consumi 1 kw di energia elettrica ed hai una resa di 3 kw termici.

scresan
17-11-2015, 10:00
... lucamax la tua è una soluzione molto buona.

Ibra secondo me la prova riesci a farla anche se potenze di funzionamento così basse, per quel crogiolo e quella camera di combustione non sono il massimo, e rischi di perdere in resa.
Potresti modificare il crogiolo, inserendo ai lati, sul fondo, due piccole lamelle in modo da costringere il pellet a rimanere nel centro del crogiolo e allo stesso momento chiudere i fori sui lati ..... ci vuole un po' di mano!

Posta qualche foto del crogiolo, è ancora fatto in ghisa?

Hai la versione della caldaia con scambiatore alto in rame?

Anche la sostituzione della caldaia con una a metà potenza potrebbe aiutarti a risolvere.

Ti ricordi, dai dati storici, quali erano i consumi giornalieri di pellet nei giorni piu' freddi dell' anno?

A proposito di che provincia/zona sei?

ibracadabra84
17-11-2015, 10:54
Il braciere è quello in ghisa, scambiatore in rame, consumo nel massimo del freddo un sacco al giorno, ora ne consumo circa 7 kg.
Sono di Perugia sul livello del mare, casa 120 mq.
Avrei un paio di domande..


Per quanto riguarda la caldaia, se scegliessi un puffer non converrebbe sottodimensionarla, giusto?
Per la pompa di calore, dovrei portare il contatore almeno a 4,5 kw e quindi pagherei circa 20€ in più al mese solo di quello + 250€ per la potenza ed a questo punto, con 240€ fissi all'anno + 250 una tantum non credo convenga, visto anche il costo, che non credo sia inferiore ai 4000/5000 visto ache avevo fatto un preventivo.
Dai consumi stimati, anche consumassi 40kw che equivarrebbe a classe C, mi è stato detto che siccome un puffer da 1000 lt sviluppa 47kw, mi farebbe una sola accensione al giorno e che per scaldarlo basterebbero 2 ore, 24kwx2 = 48kw, quindi per 2 ore di accensione non consumerei più di 10 kg al giorno nel massimo del freddo e magari la metà quando ci sono stagioni come ora, è tutto giusto?

Grazie e scusate, comprendo di essere un po' "curioso" :)

sinerjigrottaminarda
17-11-2015, 10:56
ma secondo me se posso darti un consiglio 1000 litri sono anche tanti, io starei fra 600 max 800 vuoto senza serpentine interne al massimo se vuoi farci anche acs puoi vedere tank in tank 600 + 150

ibracadabra84
17-11-2015, 11:25
Però se ho ben capito, più è capiente, meno si accende la caldaia, che conto bisogna fare per dimensionare il puffer?

morenorisorti
17-11-2015, 14:37
Qui trovi tutto ma proprio tutto quello che cerchi, sicuramente risposte ai tuoi dubbi, cercale CI SONO

CTenergia – tiemme (http://www.ctenergia.it/)

ibracadabra84
17-11-2015, 17:40
Ho visto che a me servirebbe da 1200 litri perché bisogna fare 24kw della caldaia x 50, quindi credo vada bene tipo da 1000.

questi qui, se lo volessi sostituire del tutto al mio per fare entrambi.

Bollitore puffer combinato 1000 lt a stratificazione con 1-2 o senza scambiatore | eBay (http://www.ebay.it/itm/Bollitore-puffer-combinato-1000-lt-a-stratificazione-con-1-2-o-senza-scambiatore-/272042194919?var=&hash=item3f56fa77e7:m:mo8DLn6s0BQp7z2rdSiz7dw)

lo dovrei prendere con 1 o 2 serpentine?

sinerjigrottaminarda
18-11-2015, 08:46
ma chi ti ha progettato e venduto l'impianto che ti dice???

ibracadabra84
18-11-2015, 10:44
Se mi dite che l'impianto è fatto a caxxo penso non sia il caso di sentirlo, no?

sinerjigrottaminarda
18-11-2015, 10:56
che significa? lui dovrebbe consigliarti puffer ed eventualmente che tipo di installazione fare...se tu lo compri qualcuno prima o poi dovrà montarlo? scusa ma l'impianto viene gestito con delle testine e regolato con i termostati?

ibracadabra84
18-11-2015, 11:22
Si.. ho il termostato in casa sui 20.5/21

ibracadabra84
19-11-2015, 20:51
Ragazzi credo di aver risolto il problema, mi è stato installato un barilotto per lo sfogo in eccesso di calore e regolata la potenza a P2.La caldaia modula benissimo e consuma la metà di prima senza spegnersi, unica accensione! Ergo, il pentolone non serveca un caxxo!

scresan
19-11-2015, 21:15
... la spiegazione non è proprio molto chiara, ma si capisce benissimo che funziona!!!

ibracadabra84
19-11-2015, 21:20
Praticamente hanno messo un "contenitore" di rame di circa 5 litri tra mandata e ritorno, in cui viene smaltito il calore nel bypass impedendo alla caldaia di andare in standby, potenza p2, consuma 0, arrivata a 65 modula, scende in p1 fino a 50, risale poan puano a 65 in p2 e modula ancora, risultato, casa calda con 4 kg di pellet

scresan
19-11-2015, 21:37
... azz un nanopuffer!

2-3 anni fa in una discussione sostenevo che era plausibile prevedere nelle piccole caldaie a pellet (o termostufe) un piccolo accumulo di pochi litri sul fondo della stessa caldaia per evitare una serie di problemi come le sovratemperature o continui on-off.

Un mio amico ha risolto (ma con una caldaia diversa con già integrato uno scambiatore, in pratica 2 circuiti uno primario a contatto con le fiamme, uno scambiatore a mo di piccolo boiler con serpentino, ed un circuito secondario collegato ai termosifoni e accumulo acs) prevedendo un bypass che lasciasse passare sempre una piccola quantità di acqua verso l' accumulo acs quando la caldaia funziona in riscaldamento su termosifoni. In caso di chiusura di tutte le zone la caldaia riusciva a modulare e poi al bisogno spegnersi senza allarmi per sovratemperatura o inutili on-off.

Comunque, ottima soluzione. Sei uno dei pochi che riesce a gestire un riscaldamento a bassa T con una caldaia in diretta.

Sicuramente aiuta l' ottima qualità della tuia caldaia!!!!

ibracadabra84
19-11-2015, 21:42
... azz un nanopuffer!2-3 anni fa in una discussione sostenevo che era plausibile prevedere nelle piccole caldaie a pellet (o termostufe) un piccolo accumulo di pochi litri sul fondo della stessa caldaia per evitare una serie di problemi come le sovratemperature o continui on-off.Un mio amico ha risolto (ma con una caldaia diversa con già integrato uno scambiatore, in pratica 2 circuiti uno primario a contatto con le fiamme, uno scambiatore a mo di piccolo boiler con serpentino, ed un circuito secondario collegato ai termosifoni e accumulo acs) prevedendo un bypass che lasciasse passare sempre una piccola quantità di acqua verso l' accumulo acs quando la caldaia funziona in riscaldamento su termosifoni. In caso di chiusura di tutte le zone la caldaia riusciva a modulare e poi al bisogno spegnersi senza allarmi per sovratemperatura o inutili on-off.Comunque, ottima soluzione. Sei uno dei pochi che riesce a gestire un riscaldamento a bassa T con una caldaia in diretta. Sicuramente aiuta l' ottima qualità della tuia caldaia!!!!Grazie scresan, praticamente a costo 0!La ungaro è una delle poche caldaie a pellet che cerca di funzionare come una caldaia a condensazione, il barilotto è da 10 litri mi sono sbagliato