PDA

Visualizza la versione completa : ristrutturazione casa fotovoltaico si fotovoltaico no?



Bibolo
15-02-2016, 21:08
ciao a tutti, devo iniziare la ristrutturazione di una casa, l'impianto di riscaldamento è di tipo classico con termosifoni e non ho intenzione di passare a quello a pavimento radiante, pensavo all'ipotesi di integrare il sistema con dei pannelli solari però sono proprio a digiuno del loro funzionamento e della loro resa, soprattutto di quello che possono dare e quello che non possono fare, per cui, se avete pazienza parto con le domande:

1) posso mettere dei pannelli solari per riscaldare la casa, intendo dei pannelli fotovoltaici che producano elettricità per scaldare l'acqua attraverso l'uso di un boiler;

2) posso pensare di avere un consumo di energia elettrica vicino allo zero per alimentare tutti gli elettrodomestici presenti in casa quindi, tv, lavatrici, condizionatori etc.da questo punto di vista in estate quando la produzione di elettricità è superiore potrei usarla facendo andare il condizionatore o il sistema di condizionamento.

3) l'accumulo dell'energia credo che sia un proble maper via del fatto che le batterie in realtà non sono così efficienti come invece si renderebbe necessario.

4) avendo la necessità di avere ad esempio 5kw di energia elettrica nell'impianto, di spunto diciamo, per collegare lavatrice e stufetta elettrica del bagno piuttosto che ujn ipotetico fornello ad induzione, come si fa a produrre tale energia con i pannelli solari?

perdonatemi per le domande stupide/ovvio, ma ripeto che sono a digiuno di tutto e non ho trovato posto migliore per farmi un'idea sul funzionamento del sistema nel suo complesso.

grazie a tutti in anticipo.

p.s.: la casa si trova in veneto.

Elisabetta Meli
21-03-2016, 11:43
Ciao Bibolo e benvenuto con il tuo primo messaggio.
Ti rispondo seguendo i tuoi punti di domanda,

1) Usare un comune boiler è uno spreco energetico immenso e non lo consiglio, devi pensare ad una Pompa Di Calore (PDC) aria-acqua per il tuo scopo, leggiti intanto le varie discussioni in merito nelle altre sezioni per approfondire.

2) Vicino allo zero ... dimenticalo, di notte prelevi in ogni caso e non solo, non montare accumulo di energia che non conviene, certamente in estate puoi sfruttare al meglio l'energia prodotta per utilizzarla nel condizionamento, devi calcolare bene gli ipotetici consumi che rilevi dai dati di targa dei vari carichi in utilizzo in rapporto alla potenza del fotovoltaico che decidi di montare.

3) Confermo, ad oggi non conviene sia per efficienza che per capacità che per costi, meglio lo Scambio Sul Posto (SSP) leggi i vari argomenti in merito.

4) Ci pensa l'inverter che deve essere tarato in base alla potenza dei moduli fotovoltaici che decidi di montare, ovviamente non coincideranno mai la produzione ed i prelievi, per questo motivo vengono montati due contatori, uno è quello di produzione posto dopo l'inverter dell'impianto fotovoltaico, l'altro è quello che attualmente utilizzi per prelevare corrente.
Questo ultimo conteggia le differenze tra prodotto e consumato, quello che prelevi perchè il tuo impianto FV non ne è capace di coprire il fabbisogno istantaneo lo pagherai come fai adesso(P.E. di notte o quando produce poco in inverno) , quello che immetterai perchè produci di più rispetto al tuo consumo istantaneo verrà conteggiato e pagato circa il 70% di quanto paghi tu l'energia attualmente con il meccanismo dello Scambio Sul Posto (SSP) (P.E. in estate o mentre sei in ferie). Se immetti di più di quello che prelevi ti verrà pagato pochissimo ed in più assoggettato a tassazione IRPEF.