PDA

Visualizza la versione completa : Nuovo Impianto a legna con ETA SH30 - gestione spazi locale e consigli



wildadelasia
08-04-2016, 12:51
Ciao a tutti,
sto ristrutturando un vecchio cascinale con muratura in pietra in zona E (ma in realtà più simile a una f ;-) ) e come impianto di riscaldamento e produzione ACS ho deciso di affidarmi completamente ad un generatore a legna abbinato a un puffer da 2000l e a un puffer aggiuntivo dedicato all'acs da 200l. L'impianto di riscaldamento è di tipo a pannelli radianti a pavimento (per ora 2 zone che si sviluppano su una superficie totale di circa 130 mq netti) oltre a una linea ad alta temperatura che alimenta 2 scalda salviette nei relativi bagni.
Di seguito alcuni dettagli:

COMPONENTI PRINCIPALI

A - generatore: ETA SH 30 a legna con modulo di accensione automatica;
B - impianto di riscaldamento a pannelli radianti a pavimento tipo LOEX home X17 passo 15 cm, affogato in massetto nanotherm e finitura del pavimento parquet massello di castagno sp. 23 mm;
C - puffer ACS Fiorini Smart 2 da 200l
D - puffer impianto Fiorini PFA da 2000l


DESCRIZIONE SCHEMATICA GENERALE

1) generatore A;

2) stacco su impianto riscaldamento B - varie zone gestite da collettori, valvole etc... - l'energia in eccesso viene accumulata nel puffer D;
2) ACS puffer C che spilla direttamente da generatore A in parallelo all'impianto B e a generatore spento spilla dal puffer D;

3) puffer D di accumulo.

DISPOSIZIONE IPOTIZZATA DEGLI ELEMENTI NEL LOCALE CALDAIA

53822

Vorrei sapere cosa ne pensate ma soprattutto - e mi rivolgo ai possessori di ETA SH 30 - se, secondo voi, lo spazio del locale caldaia è gestibile con gli elementi così posizionati.
Ho ordinato il materiale che mi arriverà fra una decina di giorni.

Ogni consiglio-critica è ben accetta.

Grazie in anticipo

53823

53824

Lore_
08-04-2016, 13:46
Ciao wildadelasia,

io avrei scelto la SH 20, perchè il radiante non ha bisogno di tanta potenza, ma poca e costante, mi sembra di conseguenza anche molto piccolo il puffer con radiante, avrei fatto almeno 2500 o più, appunto perchè hai caldaia potente e radiante che invece recepisce poco alla volta, ti troverai il più delle volte a non riuscire a caricare completamente la caldaia e ultima cosa non farei scaldasalviette in HT, ma metterei anche quelli per funzionare a BT e metto il radiante in bagno più fitto, con un passo più ravvicinato per compensare la mancanza di scaldasalviette in HT.

Altro consiglio visto che sei in fase di ristrutturazione non lesinare sull'isolamento che non sbagli mai

wildadelasia
08-04-2016, 15:17
per la zona che sto facendo ora (130 mq) sarebbe stata più che sufficiente la 20 kw (calcolati ho 11 kw di dispersioni con un deltaT interno-esterno di 30° ) ma ho messo la 30 perchè restano da ristrutturare altri 175 mq nella stessa unità e quindi è stata dimensionata x quello.

Sulle dimensioni del puffer ho pensato tanto ma alla fine mettendolo in fondo al circuito penso sia sufficiente.

come isolamenti:
- su tetto ho raggiunto trasmittanza 0.19 Wmq/K
- finestre grosse a triplo vetro U=0.5 Wmq/K e fattore solare 28%
- finestre piccole a doppio vetro U=1 Wmq/K e fattore solare 45%

purtroppo non ho potuto agire più di tanto sulle pareti esterne in pietra e calce poichè con vincolo paesaggistico non mi hanno permesso di fare il cappotto

53827

53830

53829

leone sandri
08-04-2016, 15:21
Ciao, io ho una Twin Eta, vedo che hai rispettato le misure dietro caldaia e fianco sinistro, invece sul fianco destro hai 56 cm loro indicano 80 cm, nel punto dove posizioneresti il boiler ci sarà da infilare la maniglia di comando a scossa dei turbolatori e le aste di comando aria primaria e secondaria con servomotori, questi componenti hanno una lunghezza di circa 60+/- cm, questa sera quando andrò a caricare la caldaia misuro quanto serve e ti dico meglio.
Anche la porta frontale forse non riesci ad aprirla a 90° misuro anche quello.
Se come nel 2009 non ci sono maggiorazioni di costo prendila con predisposizione a sinistra per il bruciatore a pellet, magari un domani potrebbe venire utile altrimenti non cambierà nulla.
A spanne anche a me con i dati che hai dato mi pare sovradimensionata la caldaia e sottodimensionato l'accumulo però non so quanto energivora sarà l'abitazione ne quali e di che portata saranno gli ampliamenti che lasci ad intendere nello scritto.
Se puoi, nei pressi della caldaia creati lo spazio per avere una piccola riserva di legna, quando predisponi l'illuminazione installa qualcosa che dia luce al frontale caldaia in modo da vedere nel magazzino legna a porta aperta.
Spero che avrai un cappotto esterno per risolvere i ponti termici più evidenti, se hai zone a rischio muffa ti consiglio di predisporre almeno un recuperatore di calore puntuale oppure arieggiare i locali in modo corretto.

wildadelasia
08-04-2016, 15:32
Grazie dei consigli.
Il consumo finale della casa si dovrebbe aggirare sui 25-26 kw ma mi hanno detto i tecnici ETA che ora con una modifica alla centralina posso far lavorare la caldaia a 20 k anzichè 30.

Purtroppo, come già detto non ho potuto fare il cappotto per problemi paesaggistici ma ho previsto un intonaco in calce naturale, cocciopesto e terra bello traspirante (nella casa l'unica cosa in cemento è il massetto radiante)

Ho avuto ora risposta dal fornitore che con la configurazione postata funziona tutto e che potrò ridurre a 10 cm lo spazio a sx della caldaia e a 25 quello sul retro

Cmq se mi mandi le misure te ne sarò grato.

Lore_
08-04-2016, 15:53
Ciao wildadelasia,

complimenti per la location e le stupende vetrate.

wildadelasia
08-04-2016, 16:15
Ciao wildadelasia,

complimenti per la location e le stupende vetrate.



Grazie,
se capitate in zona venite a visitare il posto che è la Riserva Naturale Regionale dell'Adelasia,
a due passi dal mare e sull'Alta Via dei Monti Liguri

leone sandri
11-04-2016, 09:31
Ciao, nel mio locale caldaia sul lato destro caldaia ho 65 cm liberi dove ci sono i servomotori, dietro oltre i 110 cm della caldaia c'è il motore a sbalzo del ventilatore che sporge 15/18 cm circa (15/18 cm + 5 cm di isolante + ventilatore 7/8 cm il tutto non l'ho misurato di preciso ma si avvicina a 30 cm), meglio lasciare 30 cm da poter manovrare meglio dovessi mai toglierlo e per raccordare, io per ora il ventilatore l'ho tolto solo 1 volta per controllo e pulizia ma da quel che ho visto non era neppure necessario volendo si riesce nella pulizia annuale ad aspirare la polvere dallo sportello superiore di accesso ai turbolatori, se la caldaia funziona li troverai solo polvere impalpabile.
A porta principale aperta la mia caldaia in lunghezza misura 156 cm escluso motore del ventilatore, la porta sporge verso il lato destro di circa 13 cm circa oltre la sagoma caldaia.

wildadelasia
12-04-2016, 13:25
Ciao, nel mio locale caldaia sul lato destro caldaia ho 65 cm liberi dove ci sono i servomotori, dietro oltre i 110 cm della caldaia c'è il motore a sbalzo del ventilatore che sporge 15/18 cm circa (15/18 cm + 5 cm di isolante + ventilatore 7/8 cm il tutto non l'ho misurato di preciso ma si avvicina a 30 cm), meglio lasciare 30 cm da poter manovrare meglio dovessi mai toglierlo e per raccordare, io per ora il ventilatore l'ho tolto solo 1 volta per controllo e pulizia ma da quel che ho visto non era neppure necessario volendo si riesce nella pulizia annuale ad aspirare la polvere dallo sportello superiore di accesso ai turbolatori, se la caldaia funziona li troverai solo polvere impalpabile.
A porta principale aperta la mia caldaia in lunghezza misura 156 cm escluso motore del ventilatore, la porta sporge verso il lato destro di circa 13 cm circa oltre la sagoma caldaia.

Grazie delle preziose info,
riportando le dimensioni in planimetria ho verificato e ci sta tutto!

Non vedo l'ora che arrivi l'impianto x metterlo alla prova.

cippato mon amour
12-04-2016, 21:10
Ciao, sono installatore, nonché felice cliente eta (hack 32).
Trovo nei lavori che hai fatto tutti materiali che installo anch'io da anni e ho tutti i clienti soddisfatti.
Non posso che complimentarmi per la scelta e per l'esecuzione, nonché per la bellezza del luogo e del risultato finale.
A mio avviso con quel dimensionamento ti trovi molto bene. Un cliente con la twin e 1500 litri (messo solo per esigenze di spazi ridottissimi) è un po giusto come autonomia.
La caldaia e le regolazioni che ha comunque sono molto soddisfacenti da tutti i clienti cui l'ho installata ( e per questo l'ho messa pure a casa mia seppur a cippato)
Hai pensato ad un puffer con serpentino per produzione acs? anziché un ulteriore boiler? risparmieresti ancora più spazio per la pre-essicazione della legna.
Ancora complimenti. ciao.

wildadelasia
13-04-2016, 07:53
Hai pensato ad un puffer con serpentino per produzione acs? anziché un ulteriore boiler? risparmieresti ancora più spazio per la pre-essicazione della legna.
Ancora complimenti. ciao.

Ciao,
si, quella del puffer con serpentina era una soluzione alternativa, così come quella dello scambiatore istantaneo.
Visto che per ora la casa verrà utilizzata solo nei fine settimana, la scelta è ricaduta su questa soluzione per poter scaldare subito il boiler ACS (che fra l'altro ha anche installato il modulo resistenza elettrica in caso di necessità), altrimenti nella soluzione che dici tu avrei dovuto scaldare il puffer da 2000l per avere ACS con tempi più lunghi e moglie e figli urlanti il venerdì sera in attesa di una doccia :compress:

Dott Nord Est
13-04-2016, 08:30
wild, è inesatto ciò che dici.....
con serpentina interna serve più tempo, ma con piastra è più veloce ancora del boiler
inoltre, ti avrebbe permesso più autonomia a caldaia spenta, sia in estate che in inverno

wildadelasia
13-04-2016, 09:41
wild, è inesatto ciò che dici.....
con serpentina interna serve più tempo, ma con piastra è più veloce ancora del boiler
inoltre, ti avrebbe permesso più autonomia a caldaia spenta, sia in estate che in inverno

Diciamo la stessa cosa
LA mia caldaia scalda subito il boiler da 200l ACS con serpentina interna e poi boiler 2000l senza serpentina che a caldaia spenta viene utilizzato come "riserva anche per ACS quando la Temperatura del boiler ACS scende sotto il limite impostato.

L'unica differenza è che così, per avere ACS devo scaldare inizialmente solo 200l e non 2000l

Dott Nord Est
13-04-2016, 09:43
errato nuovamente.....
con la piastra esterna non devi scaldare 2000 lt, ma accendere la caldaia e appena raggiunge la T° di partenza pompa, puoi utilizzare la piastra. Quindi molto più veloce che non scaldare il boiler
inoltre, a caldaia spenta, per scaldare il boiler serve il puffer più caldo del boiler stesso. Cosa che non serve con piastra di scambio.
lunga da spiegarti qui scrivendo, cmnq hai già scelto puffer + boiler, quindi quello ora devi utilizzare.....

wildadelasia
13-04-2016, 09:56
Si ma direi che sono convinto della mia scelta.
La piastra mi convinceva per l'utilizzo invernale con caldaia sempre accesa ma per l'utilizzo estivo avevo dei dubbi.

Comunque penso che anche così come l'ho impostato l'impianto funzioni comunque

Dott Nord Est
13-04-2016, 10:58
errato nuovamente....
è il contrario, con la piastra hai maggiori vantaggi in estate rispetto al boiler
in inverno, boiler o piastra non cambia molto

cmnq, importante è la tua convinzione, perchè sei tu che paghi.

Stefano2010
16-04-2016, 09:49
Forse sbaglio, ma se l'utilizzo è saltuario, non si rischia la legionella con il boiler?
Io non mi sposterei mai dal pipe-in tank, se non servono grosse quantità di acs o dal produttore rapido.

Dott Nord Est
16-04-2016, 21:04
appunto stefano...
questo è un'altro problema, ma wildadelasia è convinto della sua scelta, quindi....

wildadelasia
02-05-2016, 14:27
Finalmente arrivata!
Ora attendiamo il montaggio e relativa documentazione fotografica...

54241

cippato mon amour
04-05-2016, 20:57
Bella! ora attaccate solo tutto bene!!!buon lavoro.

leone sandri
05-05-2016, 07:31
Complimenti, nella parte bassa della caldaia dove c'è il pannello isolante estraibile a cassetto, togliendolo temporaneamente, ci puoi infilare un transpallet standard e movimentarla facilmente anche senza bancale, comodo per posizionarla definitivamente.

wildadelasia
05-05-2016, 07:43
Grazie ma l'altro giorno chi me l'ha consegnata era di fretta...ieri ho provveduto esattamente come dici tu e ho iniziato a fare i collegamenti!

wildadelasia
05-05-2016, 07:57
Ciao a tutti,
finalmente ho posizionato correttamente la caldaia, il puffer e il bollitore ACS e ieri ho iniziato a montare i vari pezzi della caldaia:

1) montaggio sportello con accensione automatica

5429354294 54295 54296 54297

wildadelasia
05-05-2016, 08:01
2) montaggio attuatori aria primaria e secondaria sul lato destro

54298 54299

Domanda: montando gli attuatori sul lato destro restano capovolti...per forza di cose...non dovrebbe essere un problema :bored: spero ahahah

comunque sono rimasto stupito, aperto il coperchio superiore più che una caldaia a legna sembra un computer della nasa anni '70!!!:spettacolo:

Lore_
05-05-2016, 08:40
Ciao wildadelasia,

l'accensione automatica mi sembra come la mia, a "incandescenza" tipo "accendino da auto", riusciresti a fare una foto anche della parte interna dello sportello d'accensione, perchè sarei proprio curioso di vedere se si sono "copiati" anche in quello

wildadelasia
05-05-2016, 08:49
appena salgo in cascina ti faccio la foto,
comunque la parte interna è costituita da due tubicini cavi messi a 90° che non si incontrano nella parte centrale ... sembrerebbe quasi un piezo...ma sono ignorante in materia.

Tu che caldaia hai?

wildadelasia
05-05-2016, 08:52
trovato questo

http://www.bautechnik.it/Ecommerce/Bautechnik/it/document/ETA%20SH%20Accensione%20Automatica.pdf

Lore_
05-05-2016, 09:18
Ciao wildadelasia,

io ho una hargassner HV 20, e mi sembra che l'avviamento è sempre a incandescenza (consumi più ridotti rispetto al sistema a phon), ma è un pò diverso, il mio sembra proprio tipo un accendino da auto, quando diventa incandescente comincia a bruciare la carta nell'apposito "cestello".
54310

summicron
06-05-2016, 10:03
Ciao, quando hai finito di montare tutto ci dici come funziona l'accensione automatica, se riesce ad accendere la caldaia anche se "fredda", diciamo un
uso estivo dove tra una carica e l'altra possono passare giorni e come si regola dall'elettronica
Grazie 1000

Lore_
06-05-2016, 10:37
Ciao summicron,

la mia caldaia adesso si accende ancora ogni 4/5 giorni (la mattina il riscaldamento parte ancora per un pò) e solitamente parte da sola quando il puffer è scarico e c'è richiesta o da parte del riscaldamento o di acs, e il funzionamento credo sia così per tutte quelle che hanno l'accensione automatica (volendo puoi dagli anche degli orari prestabiliti durante la giornata per farla partire)

wildadelasia
06-05-2016, 10:40
Lore_ ma la tua caldaia si spegne anche da sola (nonostante abbia eventualmente ancora carica di legna) nel momento in cui puffer e boiler acs sono completamente carichi e riparte automaticamente nel momento in cui l'impianto richiede energia?

Lore_
06-05-2016, 10:51
Ciao wildadelasia,

assolutamente no, devi caricare in modo che la caldaia non si fermi mai fino a quando non è bruciata tutta la legna

Inviato dal mio GT-I9070 utilizzando Tapatalk

wildadelasia
06-05-2016, 11:06
ok,
perchè ho visto che quello che dici tu dovrebbe essere il funzionamento ideale...
infatti ho visto un video di un tecnico eta che spiega che se a legna consumata il display mi indica che il puffer è al 40%, idealmente mi conviene caricare il vano legna al 60% (in teoria ;-) per evitare sprechi...
Nel caso in cui caricassi al 100% nel momento in cui il puffer e tutto il resto dell'impianto è completamente soddisfatto la caldaia continuerebbe a bruciare legna e manderebbe tutto in surriscaldamento ma dovrebbe esserci un regolazione automatica che chiudendo le prese d'aria tramite gli attuatori dovrebbe far spegnere la caldaia...in teoria...

qualcuno ha esperienza in merito?

summicron
06-05-2016, 11:14
Ciao Lore_
se ho capito bene l'accensione automatica riesce a infiammare il carico di legna anche se il forno è freddo da qualche giorno, corretto ?

Lore_
06-05-2016, 11:33
Ciao wildadelasia,



Nel caso in cui caricassi al 100% nel momento in cui il puffer e tutto il resto dell'impianto è completamente soddisfatto la caldaia continuerebbe a bruciare legna e manderebbe tutto in surriscaldamento ma dovrebbe esserci un regolazione automatica che chiudendo le prese d'aria tramite gli attuatori dovrebbe far spegnere la caldaia...in teoria...


non solo in teoria, ma nella pratica avviene così, il ventilatore si ferma e chiude tutte le arie, l'unica che va è il circolatore che cerca di abbassare la t della caldaia, se poi non riesce e supera i 90/95° si apre la valvola di sicurezza e tramite un serpentino all'interno della caldaia passa dell'acqua fredda dell'acquedotto per raffreddare la caldaia.

Però questi devono essere solo casi estremi dovuti per esempio a eventi esterni non prevedibili (per esempio di tolgono la corrente elettrica con caldaia appena avviata appena partita piena di legna), negli altri casi per il bene della caldaia, e sempre meglio caricare in base alla richiesta e alla disponibilità del puffer, perchè questi fermi con legna che brucia in caldaia in questo modo sono deleteri per la caldaia stessa.

Ciao summicron,

si è corretto

wildadelasia
06-05-2016, 11:40
quindi se ho ben capito, il metodo corretto è quello di caricare sempre la caldaia in funzione della richiesta residua dell'impianto:cheers:

Lore_
06-05-2016, 11:54
quindi se ho ben capito, il metodo corretto è quello di caricare sempre la caldaia in funzione della richiesta residua dell'impianto:cheers:
Esatto

Inviato dal mio GT-I9070 utilizzando Tapatalk

leone sandri
06-05-2016, 17:28
il metodo corretto è quello di caricare sempre la caldaia in funzione della richiesta residua dell'impianto:cheers:
Si, ma se eccedi non capita nulla di irreparabile la caldaia riesce a fermare la combustione, vedrai che in poco tempo capirai quanto e quando caricare, la caldaia ha diversi livelli di sicurezze da sovratemperature.

wildadelasia
13-05-2016, 11:49
si inizia a fare sul serio...
montaggio del collettore PAW DN32 e relativi kit circolatori
5445554456

aldo55
13-05-2016, 12:52
complimenti.. bel lavoro e bei componenti.. :clapping:

wildadelasia
20-05-2016, 13:19
Ciao wildadelasia,

l'accensione automatica mi sembra come la mia, a "incandescenza" tipo "accendino da auto", riusciresti a fare una foto anche della parte interna dello sportello d'accensione, perchè sarei proprio curioso di vedere se si sono "copiati" anche in quello

Ciao, finalmente sono riuscito a fare la foto del dispositivo di accensione
5456354564

Lore_
23-05-2016, 08:14
Ciao wildadelasia,

grazie mille per le foto, il sistema dell'Hargassner è un pò differente, attaccato all'interno dello sportello intermedio ha un "cestello" dove metti la carta che viene accesa da una resistenza tipo accendisigari della macchina