PDA

Visualizza la versione completa : proposta gratuita



Giuseppe-39
09-07-2016, 13:17
Da qualche tempo alcuni costruttori, di automobili, hanno iniziato
a mettere in commercio dei veicoli ibridi, mettendo in risalto la
diminuzione delle emissioni in atmosfera. In realtà tale diminuzione
non esiste, ma è solo apparente. Infatti una parte di emissioni si
realizza con l intwervento, del sempre esistente,motore endotermico.
la restante parte è solo trasferita ai motori delle centrali che producono
l elettricità per la ricarica degli accumulatori.
Una reale dininuzione, di emissioni, è possibile equipaggiando i veicoli
con pannelli fotovoltaici che aiutino a ricaricare gli accumulatori durante
tutto il tempo di esposizione alla luce, indipendentemente dal fatto che
il veicolo sia o no in funzione.
Dal punto di vista tecnologico non occorre inventare nulla,
da quello pratico serve solo un poco di buona volontà.

spider61
09-07-2016, 13:21
Se era così semplice non pensi che l'avevano già fatto ? :D quanto wh pensi di accumulare con 1 mq. di pannello sul tetto , forse non ci mandi nemmeno la radio .....

Sugli ibridi e gli elettrici si recupera parte dell'energia con la frenata ....

marcober
09-07-2016, 13:49
Giuseppe , non serve a molto mettere fv sull'auto...visto che ha una batteria , basta caricarla col fv messo sui tetti delle costruzioni...ma anche con eolico e idrico...che devono accompagnare la transizione verso elettrico

Giuseppe-39
09-07-2016, 14:25
Giuseppe , non serve a molto mettere fv sull'auto...visto che ha una batteria , basta caricarla col fv messo sui tetti delle costruzioni...ma anche con eolico e idrico...che devono accompagnare la transizione verso elettrico

Mi sembrerebbe di mettere il guinzaglio all auto

Giuseppe-39
10-07-2016, 14:35
Se era così semplice non pensi che l'avevano già fatto ? :D quanto wh pensi di accumulare con 1 mq. di pannello sul tetto , forse non ci mandi nemmeno la radio .....

Sugli ibridi e gli elettrici si recupera parte dell'energia con la frenata ....

spider61.Non mi pongo il problema di quanto sia difficile, ne di quanti wh si possa produrre,
ma osservo come si comporta la natura, che raccogliendo ogni singola goccia di pioggia
mantiene pieni gli oceani.Ora se paragoniamo la batteria dell auto a un laghetto e il pannello
sul tetto alla nuvoletta di Fantozzi, ci accorgiamo che il laghetto, per quanto possa calare di livello
non resterà mai a secco.

marcober
10-07-2016, 15:34
Giuseppe, il pannello che può stare su un auto in un giorno di pieno sole può produrre 1000 Wh....che un auto elettrica può trasformare in circa 5 km. Ok, non è zero, ma appare chiaro a tutti, tranne a te, che un auto che può fare solo 5 km in estate e zero se piove non interessa nessuno. Per cui tecnicamente si può fare, commercialmente è una hahata pazzesca...

spider61
10-07-2016, 16:22
Marcober , magari potessi scaricare gli ipotetici 150wp del pannello da 1mq. ma c'è il problema che se si parla di auto elettrica la batteria è da 400V circa , e il pannello da 30/40 , quindi per spiegare anche giu39 è utopia poter pensare di trasferire gli ipotetici 1000wh nel giorno migliore dell'anno e se l'auto rimane al sole per tutto il giorno :D
Le auto elettriche 'serie' se mettono un pannellino sullo spoiler o tetto lo fanno solo per tenere carica la batteria a 12V dei servizi :D

Giuseppe-39
11-07-2016, 13:07
Giuseppe, il pannello che può stare su un auto in un giorno di pieno sole può produrre 1000 Wh....che un auto elettrica può trasformare in circe 5 km. Ok, non è zeri, ma appare Charlo a tutti, tranne a te, che un auto che può fare solo 5 km in estate e zero se piove non interessa nessuno. Per cui tecnicamente si può fare, commercialmente è una hahata pazzesca...

Vorrei far notare che all inizio di questa discussione ho scritto di veicoli ibridi, ( non di quelli elettrici
per i quali ritengo la tecnologia non ancora sufficientemente matura).
In questi veicoli, l autonomia è ancora assicurata dal motore endotermico.Chiarito ciò, il pannello fv
da me proposto,se anche producesse energia, solo per un kilometro al giorno, alla fine di ogni anno
prterebbe all automobilista oltre 300 KM senza passare dal distributore di carburante.
adesso mi spieghi perchè non interessa neessuno tranne me?

marcober
11-07-2016, 13:57
A parte che nel primo post tu CRITICHI i veicoli Ibridi dicendo che
la diminuzione dei consumi non esiste, ma è solo apparente...cosa non vera perche appunto la frenata rigenerativa recupera energia che andrebbe persa a vantaggio dell'accelerazione successiva..e i consumi calano del 10-20% rispeto analogo modello non ibrido...

Ora dici che metteresti il pannello sui veicoli Ibridi... ben sapendo che il pannello puo fare 300 km su magari 15.000 di percorrenza media.

Poi dici che l'auto elettrica "non è matura"..nonostante Tesla faccia auto che tutti noi vorremmo avere e guidare...non fosse altro che per il prezzo di acquisto...

Quando le auto saranno elettriche, magari qualcuno avrà pure un pannellino sul tetto...ma capisci che se un 'auto come Tesla ha 90 kwh di batterie..sapere che QUALCHE VOLTA se la parcheggio al sole (e tutti cerchiamo di non farlo) su 90 ne posso produrre 1 e quindi devo ricaricare da rete "solo" gli altri 89...a me non cambia la vita.
E se per farlo auto è piu cara o piu brutta, lo evito volentieri...tanto fra 20 anni in rete avremo solo energia pulita ugualmente.

Venaimo al tuo caso..pensi a 300 km verdi/anno su magari 15 mila che fai (2%)..ma hai già messo FV in casa che ti produce 30-35% di quello che usi?? ti scaldi con una pdc, che recupera 30-35% dell'energia che serve dall'aria esterna?

Insomma, è anche una questione di gerarchia..prima di pensare alle inezie, forse c'è ben altro da fare?
Forse per quello che ci sono 500.000 impianti fv e nessuna auto con fv?

riccardo urciuoli
11-07-2016, 15:38
ma voglio contraddire marcober, che forse si è spiegato male.

Anche tecnicamente è una boiata pazzesca, perchè i pannelli sull'auto non avrebbero esposizione ottimale, e dovresti accelerare, trasportare e frenare (con sprechi) il peso loro e dei relativi circuiti.

E' per quello che i pannelli si lasciano sui tetti, fermi e con angolazione ottimale. Poi basta una spina per mandare lo loro energia nell'auto (ibrida o elettrica che sia)

:beer:

marcober
11-07-2016, 15:57
senza contare che oggi sempre piu auto tornano ad essere bianche..per consumare meno energia in estate per condizionarle...mentre il pannello è sempre nero e quindi quel poco di energia che se ne ricava, la spendi col condizionatore a potenza piu elevata per smaltire eccesso da calore accumulato nella massa dell'auto

pox1964
11-07-2016, 17:25
si può fare,e non c'è bisogno di fissare il pannello sul tetto,ci sono prototipi che funzionano solo
con le celle solari,se uno si muove nel deserto e di giorno,poi sull'utilità su auto usate in italia
è ancora tutto da vedere ma possibile

serman
11-07-2016, 19:30
Ecco un esempio lampante di believer della categoria : non sento, non ascolto, non spiego perché io ho ragione... e basta. Patetico

spider61
11-07-2016, 19:48
Anche te ti dai da fare :D

riccardo urciuoli
12-07-2016, 10:08
certo, ci fanno pure le gare con le auto pure FV... ma si tratta di "ricerca".

Con il rendimento attuale dei pannelli si tratta solo di una "chicca", una finezza che può servire più che altro a farsi notare e mostrare a tutti che una mobilità più sostenibile è fattibile.

Ma l'oggetto principale dovrebbe essere ed effettivamente è l'auto sottostante, che oggi può e deve essere elettrica pura e non ibrida. Non ha proprio molto senso ipotizzare pannelli FV su auto che sono un compromesso, anche se molto utile e interessante.

Comunque Pox e Spider... ci si può pensare e ci si pensa, leggete qui:

http://www.energeticambiente.it/fiat-seicento-elettra/14730891-fiat-seicento-elettra-solarium-biberonaggio-con-pannello-fotovoltaico.html

io a parte l'entusiasmo iniziale... fatti due conti ho desistito subito.
Ho già ridotto molto i consumi passando al litio, se volessi ridurli ancora otterrei di più cambiando il CB originale con uno più moderno ed efficiente.

In estate...senza aria condizionata la macchina la posteggio il più possibile all'ombra, e se uno deve metterla al sole per ricavare 100-200W di potenza credo si rischierebbe di sprecarla tutta per raffrescare l'aabitacolo

spider61
12-07-2016, 10:28
A prescindere da sarcasmo , polemiche , etc , su un utilitaria si può pensare di mettere un pannello da 1mq. ad oggi si può arrivare prendendo i sunpower a riferimento circa 200wp , tensioni attorno ai 30/40V , con 200wp e rendimenti attorno al 90% si può pensare di produrre (SE MONTATO SU UN TETTO SEMPRE AL SOLE) 240kwh , montato su un auto che è in strada la produzione si dimezza , al massimo potrei trasferire utilizzare 120kwh , se comincio a pensare che in strada in città (dove l'auto elettrica può servire) sono in mezzo ai pallazzi , sarà grassa catturare 80kwh/anno (che caricati con una presa domestica mi costano 16€ :D ) ... si ritorna a quello che avevo scritto al volo al massimo ci mando l'autoradio :D ... lascio stare poi il fatto della conversione da 30/40V ai 400V di un elettrica o i XV di un ibrida.... comunque una marca ha uno spoiler col pannellino come opzione ma serve a ricaricare la 12V normale :D col costo mi ci compro 10 batterie da 12V :D

serman
12-07-2016, 20:19
Toyota che di ibride se ne intende con 9 milioni di vetture vendute nel 2009 ha proposto la Prius con un pannello FV incorporato nel tetto. Serviva solo ad alimentare il climatizzatore per qualche minuto prima di entrare in auto limitando il colpo di calore. Sui modelli successivi è stato eliminato perché per garantire la incolumità del pannello si doveva rinunciare ad una serie di opzioni come gomme ribassate (troppo rigide) era anche escluso l'uso di catene invernali. Il pannello era un tipo heavy duty sviluppato ad hoc su specifica Toyota. Credo che un pannello std da FV civile si schianterebbe dopo poche settimane di uso stradale. Oltre al fatto che il contributo energetico è comunque assolutamente risibile come ampiamente spiegato da chi usa la testa invece della sola lingua...

pox1964
12-07-2016, 20:53
come per soddisfare le esigue esigenze di zone del terzo mondo non servite da rete elettrica,con impianti
ad isola,dove il sole splende tutto l'anno,è anche possibile avere mezzi che si auto sostentano con celle inserite
nel telaio,mai ho parlato di pannelli che sono adatti per usi statici,con un minimo di batteria perchè costano tanto
la cosa non è possibile visto che esistono prototipi che vanno solo con le celle,di sicuro non sono adatti per l'italia
e per le città,ma non siamo più il centro del mondo da un pezzo,o magari tu sei il depositario della verità assoluta
allora è inutile che scriviamo sai già tutto :bye1:

riccardo urciuoli
13-07-2016, 10:15
pox... in Italia o altrove è una soluzione complessa e che non si ripaga.

Ricorda quella di cui si parla in altro 3d, i pannelli FV al posto dell'asfalto...

Non ci si può inventare "baggianate" e poi pretendere che abbiano senso solo perchè l'idea piace, il posto ideale per i pannelli FV è e resterà per sempre in posizione "alta", o almeno non ombreggiata, e con corretto orientamento.

Se e quando inventeranno pannelli o vernici fotovoltaiche (si parla anche di quello) più efficienti e a costo quasi nullo.... allora li metteremo pure sotto la suola delle scarpe, che tra un passo e l'altro un po' di luce ci arriva.

Scusa la battutaccia, ma quando si ipotizzano soluzioni "estreme" prima ancora di aver riempito il mondo con quelle più sensate...

pox1964
13-07-2016, 10:37
ho visto prototipi sfrecciare agli 80 kmh nel deserto australiano,solo col sole aeroplano che vola solo con l'energia
solare direi che di applicazioni ce ne possano essere,con tutti i limiti della tecnologia,oppure si può continuare
a fornire gruppi elettrogeni diesel fuori strada a benzina,quello che voglio dire ci sono zone del pianeta che si
prestano molto bene per il fotovoltaico,se la toyota non è interessata a un segmento del mercato poco redditizio
non vuol dire che non funziona,pensa a un postino qualsiasi altra persona che fa delle semplici consegne di
giorno su strade assolate e nel mondo ce ne sono che non deve preoccuparsi di andare a fare il pieno di benzina,
ho visto anche barche con le celle,una volta si usava il vento,la via di un mondo meno inquinato passa anche per
soluzioni alternative,che una volta sviluppate su scala industriale diventano competitive con altre tecnologie inquinanti

riccardo urciuoli
13-07-2016, 13:03
ah bene almeno cominciamo a capir eSE e DOVE una soluzione del genere è ragionevole....

Deserto, quindi senza ombreggiamenti, e per giunta veicoli sperimentali

Aereo, massimo irraggiamento

Barche, senza ombreggiamenti... e sono sicuro che li si usa solo perchè non c'è modo in mezzo al mare di attaccare la spina...


Non sono mica contro il FV chiariamo, e le sperimentazioni servono (e queste lo sono), ma credere che sia opportuno e redditizio mettere pannelli FV su veicoli "normali" circolanti in posti "normali" è quanto meno discutibile.

Se tra qualche anno ci saranno pannelli molto più performanti e economici...magari...