PDA

Visualizza la versione completa : Filtro ai sali polifosfati



nutsmuggler
19-03-2017, 21:03
Buonasera a tutti.
Vi ho letto parecchio durante la ristrutturazione della casa in cui ci siamo da poco trasferiti, ma è la prima volta che scrivo.
Vado al dunque.

Abito in questa casa da qualche mese, ma l'idraulico ha completato i lavori solo la settimana scorsa, attivando il solare termico e caricando il filtro ai sali polifosfati. Io questo filtro non sapevo nemmeno fosse scarico.

Si tratta del Cillit Duna Dos. È montato a monte di tutta l'acqua domestica, dopo un flltro meccanico Cillit top e un limitatore di pressione.

Dopo il caricamento del filtro ho notato che l'acqua di cottura della pasta (che prelevo fredda) diventava bianca prima di giungere a ebollizione. Ho interpellato l'idraulico, che mi ha detto che poteva succedere e non c'erano problemi (ma dal tono mi pareva un po' spiazzato).

Dopo qualche giorno mi sono sorti alcuni dubbi, e ho cercato informazioni.
Ho letto che questi filtri andrebbero piazzati solo sul rami dell'acqua calda, e che bersi i sali di polifosfato non è una grande idea.

La documentazione del sito ufficiale della cillit però descrive il filtro come idoneo all'acqua potabile; ma dice anche che va manutenuto da un professionista ogni sei mesi.
Ciliegina sulla torta, ho dato una letta al manuale, e notato che l'idraulico non ha assolutamente seguito la procedura descritta per riempire il filtro, e i vari elementi non sembravano assolutamente nello stesso ordine delle illustrazioni della guida (i sali non sono stati messi sotto la griglia di metallo ma sopra). Il che spiegherebbe la migrazione eccessiva dei sali nell'acqua di cottura.

Nel dubbio ho staccato tutto e svuotato il filtro, che ora è semplicemente passante. Mi starò bevendo un po' di calcare, ma almeno l'acqua è color acqua :)

Ora ho una ricarica di sali e il potrei tranquillamente riempire il filtro da solo, secondo la procedura "da manuale" ma mi restano dei seri dubbi sull'efficacia di questi filtri, e sulla loro salubrità.

Avete esperienze o suggerimenti?
SalvaSalva

DavideDaSerra
23-03-2018, 00:43
Salubri sono salubri (in proporzione mangi più polifosfati con i prodotti alimentari di quelli che berresti con l'acqua), inoltre il polifosfato è un toccasana per caldaia, lavatrice e lavastoviglie (ma il filtro deve essere installato seguendo le guide). Fossi in te lo rimetterei in servizio (caricato però rispettando la giusta procedura)

pox1964
23-03-2018, 09:11
ne ho montato uno anche io prima del boiler elettrico,i polifosfati non abbattono il calcare ma
rendono meno semplici le incrostazioni,io l'avrei messo sul ramo acqua calda che non bevo
e non uso da cucinare,ho letto anche però che sopra i 70 gradi sono inefficaci

livingreen
23-03-2018, 11:56
Anche meno di 70°... il limite teorico è di 65°.

experimentator
23-03-2018, 12:33
Credo che non sia salutare bere acqua che passa da un filtro al polifosfato .

I polifosfati si dissolvono nell'acqua ed hanno azione complessante nei confronti di calcio e magnesio rendendo l'acqua meno dura . Non è che tolgono il calcio ma semplicemente lo sequestrano e lo rendono meno disponibile .

I danni da polifosfati come inquinante delle acque sono conosciuti provocano eutrofizzazione e crescita algale incontrollata .

Quindi non bere acqua dal filtro al polifosfato , ma devi mettere il filtro solamente nella linea dell'acqua calda da non utilizzare per usi alimentari o lo metti per esempio prima della lavatrice per evitare le incrostazioni , ma l'acqua che passa dopo va negli scarichi .

La temperatura deve essere inferiore ai 65 C , diciamo 60 C, sennò precipitano gli ortofosfati di calcio determinando incrostazioni che sono quello che vogliamo evitare .

pox1964
23-03-2018, 15:13
come pensavo io un lavoro discutibile per salubrità ed efficacia