PDA

Visualizza la versione completa : Impianto scambio sul posto con accumulo



mania2
13-09-2018, 13:48
Vorrei approfittare della Vs competenza per capire se sia possibile e conveniente l'implementazione dell'attuale mio impianto fotovoltaico con scambio sul posto da 1KW con un sistema di accumulo. Sto monitorando l'impianto da circa un anno e ho registrato un riutilizzo, dei circa 1100 Kw prodotti in un anno, del 43%. Quindi oltre la metà la restituisco all'Acea di Roma che come noto li paga un nulla. Mi piacerebbe:
- raddoppiare i pannelli Fv aggiungendo 1 KW a quello già esistente
- predisporre un sistema di accumulo per sfruttare la produzione nelle ore tardo pomeriggio/serali quando sto a casa.
Consumo circa 2200 KW/anno.
Che ne dite è fattibile e conveniente? che soluzione potrei adottare?

Daminagor
13-09-2018, 14:13
Premesso il fatto che non sono un esperto, provo a risponderti per quanto mi è dato capire.
Lo ssp è già una sorta di "batteria" e, sebbene l'energia scambiata non sia valutata molto, rimane più conveniente rispetto ad un sistema di accumulo.
Non sono in grado di andare troppo a fondo nei dettagli tecnici, ma ho inteso che odiernamente i costi delle batterie sono ancora troppo alti e con tempi di ritorno dell'investimento davvero lunghi (spesso pari o superiori alla durata media di una batteria). Per fare un esempio di conteggio molto spannometrico faccio questa ipotesi basandomi sulle informazioni che hai dato: diciamo che ricevi circa 50 euro all'anno dallo ssp il quale ti valuta l'energia circa 10 cent a kWh. Se avessi la batteria potresti considerare che ogni kWh immagazzinato "vale" invece 22 cent (prezzo medio per kWh in bolletta nel mercato tutelato) pertanto, immagazzinando ogni anno 500 kWh avresti un "risparmio" di 110 euro. Ora, è vero che avresti più ritorno economico rispetto al rimborso dello ssp...però avrai speso almeno 3-4000 euro per la batteria.... A questo punto il quesito diventa: quanto ci vuole a ripagarsi 4 mila euro di batteria considerando che, con la produzione del tuo impianto, ti fa risparmiare 110 euro all'anno? Parecchi anni.
Considera che questi conteggi, sebbene imprecisi e puramente indicativi, sono ottimistici e non tengono conto di altri fattori (come ad esempio la perdita di energia nel processo carico-scarico della batteria).

mania2
13-09-2018, 14:24
Facendo due conti della serva ho notato che pago circa 35 centesimi/Kw in bolletta, comprensivo di tutto. Forse devo iniziare a cambiare fornitore.
Nella mia testa c'è l'idea di un impianto fatto un po' al risparmio con batterie al Pb tubolari. Ho avuto esperienze molto positive su queste batterie utilizzate su una imbarcazione e hanno durate di almeno 5-6 anni e ovviamente costano una frazione di quelle al Litio.
Ovviamente se mi sbaglio sono ben gradite altre opinioni.
Mi piacerebbe anche capire come andrebbe strutturata la soluzione tecnica.
Come avrete capito non sono esperto della materia.

pox1964
13-09-2018, 14:32
i conti per risparmiare sono quanto consumo in un anno,da lì puoi capire
quanto ti serve produrre,come ti hanno detto c'è lo ssp che compensa in
parte ciò che hai immesso,i costi fissi in bolletta incidono parecchio e se
non ti stacchi completamente non li puoi abbattere,se invece ti piacerebbe
farti un'isola,avendo fotovoltaico e contatore,dovresti fare pratiche utilizzare
componenti omologati, e invece di risparmiare avrai un bagno di sangue

mania2
13-09-2018, 15:08
come scritto nel primo post, conosco bene le produzioni dell'attuale pannello (1100 KW/anno) e anche i miei consumi che sono registrati regolarmente 2200 KW/anno.
Non mi voglio staccare, vorrei solo capire se riesco a sfruttare meglio l'energia che produco.
Facendo due conti, non esatti, se 1 KW di pannello mi produce 1100 KW, raddoppiando potrei produrre 2200 kW/anno. io consumo 2200 Kw anno. Ovvio che non posso raggiungere la parità ma mi piacerebbe essere autonomo almeno per un 70%.

Daminagor
13-09-2018, 15:11
Forse più che una batteria sarebbe davvero più conveniente dimensionare il fv in maniera bilanciata rispetto ai consumi....

mania2
13-09-2018, 15:13
spiega meglio

Forse più che una batteria sarebbe davvero più conveniente dimensionare il fv in maniera bilanciata rispetto ai consumi....

America
13-09-2018, 15:43
Che se consumi 2200 kwh all'anno devi avere un ftv che produca almeno 2200 kwh all'anno

Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk

mania2
13-09-2018, 15:48
OK infatti questa era la mia prima idea. Però io produrrei dalle 9.00 alle 16.00 e consumerei, nei giorni feriali, la gran parte dalle 19.00 in poi. Da qui l'idea di accumulare.

Che se consumi 2200 kwh all'anno devi avere un ftv che produca almeno 2200 kwh all'anno

Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk

America
13-09-2018, 16:24
Nel intervento #2 ti è stato spiegato perché non conviene l'accumulo con il ssp....

Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk

mania2
13-09-2018, 16:32
Pur rispettando la risposta n. 2, però non appare molto ben circostanziata. Mi piacerebbe capire prima di tutto come si dovrebbe comporre l'eventuale impianto di accumulo e poi conoscerne il costo dei vari componenti, le opzioni attuabili, il rendimento e qualsivoglia altra informazione utile a crearsi uno scenario esaustivo.


Nel intervento #2 ti è stato spiegato perché non conviene l'accumulo con il ssp....

Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk

America
14-09-2018, 05:38
Sul forum c'è una discussione lunghissima (più di una) sul discorso accumulo si/no. Prova a cercarla. Io da Tapatalk faccio fatica a cercare e linkare.....

Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk

mania2
14-09-2018, 11:25
grazie per la segnalazione. Talvolta queste discussioni che durano anni sono molto dispersive e non sempre rispondono alle esigenze. Avrei preferito un confronto mirato al mio caso. comunque andrò a leggere ma resto speranzoso di qualche altro intervento qui.

Sul forum c'è una discussione lunghissima (più di una) sul discorso accumulo si/no. Prova a cercarla. Io da Tapatalk faccio fatica a cercare e linkare.....

Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk

Daminagor
15-09-2018, 08:07
In realtà ti è stato dato un consiglio mirato al tuo caso: ridimensiona l'impianto. Per farti un esempio, il mio impianto è stato progettatto in vista di quelli che sono i miei consumi, ovvero oltre 8 MWh all'anno. Infatti l'impianto è da 11,16 Kw e sforna tra i 10 e i 12 MWh all'anno. Volendo, potrei ancora metterci una batteria (cosa che ovviamente non faccio). Nel tuo caso se consumi oltre 2 Mwh all'anno dovresti avere almeno quella produzione annuale dal tuo impianto...se poi vuoi l'accumulo, ci metti qualche Kw in più (senza sovradimensionare, chiaramente)... Ora, non è il mio mestiere quindi non sono in grado di farti sul forum uno studio completo...ma i concetti di fondo sono quelli che ti sono stati presentati.

mania2
15-09-2018, 09:17
il problema di fondo è che il mio tipo di vita mi porta ad essere assente da casa e quindi a consumare molto poco proprio nelle ore durante le quali i pannelli producono, perciò anche l'eventuale maggiore produzione verrebbe restituita in rete perchè non usata. Da qui l'idea di valutare un possibile accumulo da utilizzare prevalentemente quando il sole è già calato.. Penso sia il problema principale di chi esce la mattina presto e rientra il pomeriggio tardi (festivi esclusi).
Avendo avuto parecchie esperienze con i sistemi batterie delle barche, ho sperimentato un buon comportamento delle batterie al Pb acido e mi piacerebbe capire se potrebbero essere utilizzabili con successo e limitazione di spesa anche per accumulare in casa. L'altro aspetto da approfondire è come impostare l'impianto..

In realtà ti è stato dato un consiglio mirato al tuo caso: ridimensiona l'impianto. Per farti un esempio, il mio impianto è stato progettatto in vista di quelli che sono i miei consumi, ovvero oltre 8 MWh all'anno. Infatti l'impianto è da 11,16 Kw e sforna tra i 10 e i 12 MWh all'anno. Volendo, potrei ancora metterci una batteria (cosa che ovviamente non faccio). Nel tuo caso se consumi oltre 2 Mwh all'anno dovresti avere almeno quella produzione annuale dal tuo impianto...se poi vuoi l'accumulo, ci metti qualche Kw in più (senza sovradimensionare, chiaramente)... Ora, non è il mio mestiere quindi non sono in grado di farti sul forum uno studio completo...ma i concetti di fondo sono quelli che ti sono stati presentati.

Daminagor
15-09-2018, 10:02
Capisco le tue esigenze. In effetti anche io penserei istintivamente ad un accumulo in batteria, ma purtroppo non con i prezzi delle batterie commerciali. Se tu riesci ad adottare un'altra soluzione di accumulo altrettanto pratica e con costi ridotti, probabilmente è una buona idea. Purtroppo non ho la competenza per valutare le batterie di cui parli

America
15-09-2018, 11:44
Per farla breve un kw costa attorno ai 18 centesimi. Un kw venduto rende circa 10 centesimi. Quindi i kw che non vendi li tieni in casa con accumulo e risparmi 8 centesimi.
Detto ciò fai il conto di quanto risparmi... Dovresti poi considerare le perdite che hanno durante carica e scarica. Ma già senza considerarli vedrai che non conviene....
La tua situazione peggiora perché tuo impianto non soddisfa tutto il tuo prelievo quindi la tua energia non è tutta scambiata ma in parte scambiata e in parte Prelevata.

Chiaro ora?

P. S : anche io ero partito tutto gasato con accumulo ma poi ho visto che non conviene e investo in altro per autoconsumo....

Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk

mania2
17-09-2018, 15:18
qualcuno conosce la centralina della solar eclipse che sembrerebbe sia stata concepita per gestire un accumulo in impianti con ssp già esistenti?

mania2
18-09-2018, 19:20
nell'attesa che qualcuno mi possa fornire informazioni sulla centralina, per tentare di chiarirmi le idee in un campo a me fino ad ora non approfondito, ho voluto calcolare in dettaglio il costo che pago per l'elettricità. Perciò ho implementato un semplice foglio di calcolo excel nel quale ho caricato tutte le voci di tariffa che concorrono alla bolletta che ricevo. In sostanza queste si dividono in alcuni gruppi principali:
- costo legato al solo kWh consumato
- quote fisse mensili/annuali che presumo si paghino anche con consumo pari a zero
- quote mensili/annuali che dipendono dalla Potenza del contratto (3, 4,5, 6 kW) anche queste penso si paghino se non si consuma niente
- IVA

Per verificare l'esattezza del foglio ho simulato varie bollette ottenendo esattamente la cifra pagata.
Ebbene in sostanza io pago il kWh circa 14 centesimi (iva compresa); aggiungendo tutti gli altri costi mediamente arrivo a oltre 30 centesimi al kWh (avendo un contratto da 6 kW).
Spero di non aver sbagliato i conti ma non pensavo che i costi fissi o indipendenti dal consumo pesassero così tanto.
Che ne dite?

America
18-09-2018, 20:06
Con la nuova riforma per un 6 kw di potenza paghi fisso sui 130 euro anno anche se consumi zero.... Da qui il discorso che più consumi meno paghi il kw finito tutto compreso...

Ovviamente hai eliminato la quota del canone TV dal conteggio spero....

Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk