PDA

Visualizza la versione completa : Normative e sicurezza degli accumuli domestici



riccardo urciuoli
30-10-2018, 16:30
In seguito a un recente post di B_N_ ho ritenuto opportuno aprire questo 3d e METTERLO IN EVIDENZA per ricordare a tutti che il fai da te in molti ambiti è vietato!



gli accumuli in bassa tensione rientrano nella normativa complessiva sugli impianti elettrici e nell'ambito sono normati
è evidente che non è vietato il mero acquisto di una batteria, ma un batteria isolato da un contesto non serve a nulla
è vietato inserire quella batteria in un impianto in bassa tensione
il decreto ministeriale n. 37 del gennaio 2008 precisa che le attività riguardanti gli impianti elettrici sono riservate a chi ha precisa abilitazione da parte della CCiAA, peraltro questo fu già reso obbligatorio nel 1990 con la legge 46
dal punto di vista legale non è assolutamente vero che "ognuno a casa propria può fare quel c. che vuole"
nello specifico dato che si parla nel decreto, nelle varie leggi, e nelle normative di impianti in bassa tensione" è quantomai evidente che le batterie di accumulo sono parte di questi impianti

oltretutto per mettere le mani su impianti di questo genere senza averne tutte le NECESSARIE qualifiche E capacità bisogna essere veramente incoscienti

comunque se proprio volete leggere di persona potete leggere la CEI 64.8, il decreto 37.08, e la legge 46 del 1990
DOPO che le avete lette ne parliamo


Invito a restare IN TEMA, evitando divagazioni che distolgano dall'argomento del 3d, che è IMPORTANTE


DISCLAIMER: il forum non assume responsabilità riguardo realizzazioni non effettuate da personale competente.
i consigli forniti dagli utenti devono essere intesi come informazioni tecniche per approfondire l'argomento, non indicazioni per violare le leggi vigenti

riccardo urciuoli
30-10-2018, 16:34
Non sono interessato agli accumuli, ma credo sia importante evidenziarne le implicazioni legali.

Chiedo agli esperti se esistono norme più specifiche, per esempio ipotizzo che un accumulo debba essere gestito da dispositivi che impediscano l'immissione in rete di potenza in assenza di rete, per evitare rischi ad eventuali operatori a monte dell'impianto.

Inoltre immagino che per ipotetici impianti a isola le norme possano essere un po' meno rigide, ma sarebbe interessante approfondire

dolam
30-10-2018, 18:25
Riccardo
la normativa che impedisce l'immissione in rete di energia prodotta dall'accumulo è prevista dalla norma della CEI 021, se ne è parlato tante volte nel thread dell'accumulo, è fatto divieto di immettere energia sulla rete domestica qualora vi sia mancanza di corrente da quella pubblica.
Per la parte invece di normativa generale ce ne una ancora più stringente che è tuttora vigente:

DPR 462/01 – Art. 2. Messa in esercizio e omologazione dell’impianto
1. La messa in esercizio degli impianti elettrici di messa a terra e dei dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche non può’ essere effettuata prima della verifica eseguita dall’installatore che rilascia la dichiarazione di conformità ai sensi della normativa vigente.

La dichiarazione di conformità equivale a tutti gli effetti ad omologazione dell’impianto.


detto ciò potremmo chiudere ogni tipo di discussione inerente i nostri impianti d'accumulo e non che possono essere installati e modificati solo da personale autorizzato ( per intenderci quelli che hanno frequentato gli appositi corsi "formativi" preso le CCIIAA o abbiano diplomi Regionali rilasciati da istituti autorizzati.

Questo vale ovviamente per qualsiasi ambito artigianale , alimentare e persino contadino dove sono richieste numerose "abilitazioni" anche per l'utilizzo di anticrittogamici e veleni agricoli più o meno pericolosi.

Ricordo anche che le batterie LITIO oltretutto possono viaggiare solo in determinati imballi e preventivamente dichiarate al vettore.

FedEx modifica le norme di spedizione per le batterie al litio - FedEx | Italia (http://www.fedex.com/it/enews/2016/november-december/lithium-battery.html)

Mi sono appena arrivate batterie (3) da 48V 24Ah, per le biciclette, dalla Cina senza alcuna annotazione sugli imballi e non penso abbiano viaggiato in nave perchè sono arrivate in meno di 15gg con dogana prepagata.

Sulla conservazione delle batterie al PB esiste da tempo immemorabile tutta una normativa specifica sui locali e la relativa aerazione , mi piacerebbe farti vedere alcune installazioni "certificate" da installatori professionisti.

riccardo urciuoli
30-10-2018, 19:04
Ne sono sicuro...se faccio il meccanico è anche per la incompetenza dimostrata da tanti "professionisti" ma siamo un paese di burocrati e avvocati, meglio chiarire che ognuno è responsabile delle proprie azioni