PDA

Visualizza la versione completa : mini centrale idroelettrica artigianale



buran001
25-05-2005, 21:51
<img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/07d1bb1af01ad389cbdbac311d928e3b.gif" alt=":ph34r:"> vi posto la mia esperienza, premetto che sono elettricista e che effettuo regolare manutenzione ad una centrale idroelettrica professionale privata da 4kw.<br><br>Tutto é iniziato per gioco, dietro casa ho un terreno con diverse sorgenti d&#39;acqua di piccola portata, poi ho a disposizione di un salto netto di 11 mt, la prima cosa e stata incanalare le quattro sorgenti cosi da sommare le acque e avere con precisione la portata in litri al seconto, che nel mio caso sono 60-70 litri al secondo, poi con un tubo da 40cm ,quelli per la fogna arancioni con bicchieri e guarnizioni sono passato dietro casa quasi in piano,fino alla vasca di carico di misura 2metri di lunghezza per 1,5metri di larghezza per 1 metro di profondita&#39;, dalla vasca sono partito con due tubi uno per la turbina e uno per il troppo pieno, quello per la turbina parte ad imbuto fino al diametro di 23cm interni del tubo, che é lungo circa 20 metri fino alla turbina facendo un salto di circa 11 metri, qui ho installato la mia turbina autocostruita che genera circa 4kw.<br><br>la turmina che ho scelto in base all mio piccolo salto e alla piccola portata é una turbina a flusso incociato di facile realizzazione, anche chiamata Michell eo Banki dai suoi inventori o Cink o Ossberger, ha diversi nomi in base al tipo di distributore e al costruttore, come la ditta di Ossberger che la produce da piu di 50anni o Cink che la perfezzionata.<br><br>La turbina é relativamente semplice, la girante é costituita da due dischi di diametro 20 cm al quale ho saldato delle pale ricurve ricavate tagliando per lungo un tubo di ferro da 10cm di diametro, assomiglia molto ad un ventilatore a chiocciola assiale.L&#39;acqua guidata dal distributore entra tra le pale investendo un angolo di 90 100 gradi, percorre trasversalmente l&#39;interno del rotore e quindi, si scarica, attraversando di nuovole pale dalla parte opposta.Ovviamente le dimensioni sono state calcolate per il salto in metri e i litri al secondo che nel mio caso sono di 20 cm di diametro dischi e 10 cm di larghezza delle pale interna tra i due dischi. Altra cosa importante é il distributore, ne esistono vari tipi,ho scelto di usare una lamiera ricurva come la girante da fare avanzare girando intorno al rotore tramite leva per aprire o chiudere l&#39;acqua,poi con un albero di trasmissione in inox e due cuscinetti e pulegia con cinghia di trasmissione dentata per aumentare la velocita da 400-450giri all&#39;alternatore di circa 1500 1550 giri, io come alternatore ho usato un classico motore da 8 HP eccitato tramite condensatori,dato che era di recupero da un banco pialla da falegnameria, un alternatore sincrono é piu pratico ma costoso,costa piu di 1000 euro, poi ho costruito una sorta di regolatore per i giri,tramite zavorra elettrica,con resistenze immerse in acqua per riscaldamento e ACS casa, il regolatore é molto importante,serve per far assorbire tutta la potenza generata dall&#39;alternatote costantemente in modo da non avere sbalzi di tensione e variazioni di frequenza,causata dal distacco o attacco di carichi d&#39;utenza inluminazione elettrodomestici ecc,dissipando la corrente non consumata tramite resistenze elettriche che nel mio caso sono ad immersione nel bollitore ACS e nella caldaia per generare acqua calda sia sanitaria che in ultimo per aiuto riscaldamento,possono essere anche composte da stufette elettriche ecc, ho tentato anche di costruirne un regolatore a zavorra con plc e triak di potenza,ma in rete non ho trovato molto aiuto,era un automazione molto interessante e gestibile tramite pc e lettrura di tutti i perametri telecontrollo ecc,sicuramente superfluo ed esagerato,ma a scopo di studio personale... la turbina genera circa 4kw&#33;&#33; 24su24<br><br>Ovviamente esistono altri tipi di turbine tipo la performante ed efficente Pelton , che a bisogno di alta pressione,salto e poca acqua che per i piccoli impianti puo&#39; andare da i 30 mt a i 150m e anche 1000 con portate da mezzo litro al secondo fino a i 50- 200-500 litri. Le Kaplan per salti del ordine di pochi metri da1.5 a 20 massimo 60 ma é rarissimo,con tanti litri al secondo anche diversi metri cubi,e le Francis per salti dell ordine dei 20-200, tutte le turbine si distinguono in base alle caratteristiche idrogeologiche di instalazzione per salto e portata e numero di giri specifico,variazioni di portata estate incerno ecc. Le turbine idrauliche si distinguono in due categorie,ad azzione,tanta pressione e relativa poca acqua tipo Pelton Turgo e Banki o ad reazzione con poco salto e tanta acqua tipo Kaplan e Francis.<br>Per i piccoli impianti é preferibile dove possibile la Pelton a piu&#39; getti-iniettori, o la Banki di facile realizzazione basso costo e adattabile da i 2metri fino a 50 e oltre,con foti variazioni della portata tipo estate inverno,é la meno efficente ma mantiene costante il suo funzionamento al variare della portata e si adatta da i 20-50litri in su, nel mio caso con massimo 70 litri e solo 11 metri di salto una Kaplan richiede piu acqua, una Pelton piu pressione e la Francis troppo difficile da costruirsi e troppo costosa da comprare,cosi ho scelto la Banki e si é rilevata un ottima scelta,per costruirla ci sono voluti molti calcoli e prove.<br><br>Spero di essere stato utile ad invogliare chi puo&#39; di sfruttare una fonte di energia pulita e rinnovabile,e molto utile in posti anche isolati,dove anche pochi w sono utili per ricaricare batterie e utilizzare inverter ecc, da qui puo scaturire una discussione polemica o utile, io personalmente ad oggi disapprovo le mega centrali idroelettriche che utilizzano mega dighe,dove abito io ce ne sono due enormi una é da 105 miglioni di metricubi é alta 155 metri e a una produzione dopo un salto di 1000 metri e 16metricubi al secondo di 130MW (130mila kw,1000w=1kw,1000kw=1MW)ma a il vantaggio di trovarsi in alta montagna dove fa molto freddo e ad un altitudine dove non ci sono molte piante ne pesci, non crea umidita causa temperatura ambientale bassa ecc,le dighe con invasi di milioni di metricubi alterano fattori climatici microbiologici fauna ecc ma le centrali ad acqua fluente da fiumi torrenti di montagna acquedotti ecc non recano nessun danno perche non si formano enormi laghi, ovviamente lascando il deflusso minimo vitale calcolato ed obbligatorio per il tratto di fiume interessato.<br>Se vi interessa e avete la possibilita&#39;chiedete pure,ma prima servono dati precisi sul salto e portata per avere un idea.<br>Ciao<br>p.s. il mio pc in questo momento é alimentato dall&#39;acqua&#33;&#33;&#33;che comunque andrebbe sprecata energicamente se non utilizzata per questo scopo.<br><br><span class="edit">Edited by buran001 - 26/3/2008, 23:42</span><br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/906c831e60a4bc59362e8f0c1b43d092.gif" alt="Attached Image"></table><p>

goffredodsd
26-05-2005, 07:24
Congratulazioni buran001, hai fatto davvero un ottimo lavoro&#33;&#33;

27-05-2005, 13:23
Incredibile.....tanti parlano e finalmente c&#39;è qualcuno che ha realizzato qualcosa di serio. complimenti&#33;&#33;&#33;<br>Se non ho capito male tu la notte hai acqua calda in abbondanza. Hai pensato che d&#39;estate potresti faticare a dissipare il calore quando non usi corrente????<br>Io preferisco le grandi centrali idroelettriche alle inquinanti termoelettriche. Certo che se tutti potessero avere una turbina privata allora non dovremmo più comprare l&#39;energia nucleare francese.<br>Teoricamente non dovresti più avere spese di energia elettrica giusto?<br>

27-05-2005, 17:05
Ciao a tutti<br> mentre navigavo in internet per una ricerca mi sono imbattuto nei vostri post.<br> Dopo esserci rimasto per quasi due ore a leggere le vostre esperienze e scoprire che non sono l&#39;unico a provare il desiderio di costruire e/o migliorare macchine per un futuro piu&#39; pulito mi sono deciso ad iscrivermi.<br><br> A tutti un buon lavoro ed i miei complimenti, nella speranza di poter offrire il mio contributo<br><br> Ciao

Gpl
27-05-2005, 17:51
Complimenti buran&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;<br>benvenuto nel forum bensan

buran001
27-05-2005, 22:59
<img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e92b2f991596e9f3bac70084db6e9300.gif" alt=":D"> Grazie a tutti per i complimenti, ma non ho fatto niente di speciale o scentifico, ho solo sfruttato una fonte di energia che avevo gratis e che sarebbe andata sprecata,basta fare un po&#39; di pratica col flessibile trapano a colonna e una saldatrice e piccolo tornio manuale,sono elettricista ma basta avere le conoscenze basi, formule calcoli e normative si trovano facilmente in rete,poi non ho mica costruito un reattore a fusione fredda funzionante,come qualcuno sta sperimentando li si che bisogna essere dei gegni,quello che ho fatto é alla portata di un semplice fabbro apprendista e un po di dimestichezza con l&#39;elettricita&#39;non capisco tutto questo ....<br>Comunque grazie ancora, dalle mie parti in montagna ci sono molte microcentrali idroelettriche private,per utenze isolate come baite rifugi alpeggi ecc...<br>Per Atlante, d&#39;estate c&#39;é un termostato doppio di sicurezza, di massima sui 70gradi, superata questa soglia nel bollitore da 500litri di acqua calda per i rubinetti di casa scatta e tramite un conttatore (relè)disinserisce la resistenza e attiva 3 semlici stufette elettriche che sono montate all esterno,ma il loro funzionamento é minimizzato dal mio indotto uso sfrenato di energia elettrica, per illuminazione interna esterna ecc che a volte dimentico accese&#33;&#33; a volte d&#39;inverno non basta e le resistenze per il riscaldamento non si inseriscono, daltronde se scaldo l&#39;acqua per lavarmi mi rimane poco per altri utilizzi,sono solo 4kw al massimo,é ovvio che é molto meglio una grossa centrale idroelettria con annessa diga da milioni di metri cubi di acqua che una centrale termoelettrica a carbone o petrolio o a turbo gas che sia, l&#39;acqua non inquina mai, ma se succede come al Vajont?? non aggiungo altro, lo sapete che nel 1996 é inizziata la costruzione piu grossa e imponente del mondo, piu imponente della muraglia Cinese,chi poteva costruirla... se non i Cinesi&#33;&#33;<br>Si tratta della diga piu grossa del mondo con annessa centrale idroelettrica piu grossa del mondo che sbarrer&agrave; i fiume piu grosso del mondo,pensate che oggi é ancora in costruzione e mancheranno ancora qualche anno per terminarla,quando verr&agrave; completata l&#39;invaso ci metter&agrave; dai 5 a i 6 anni a riempirsi&#33;&#33;&#33; sommerger&agrave; citta intere e gi&agrave; oggi si proceda all&#39;evacuazione e costrusione di nuove citta per ospitare piu&#39; di un milione di abitanti&#33;&#33;con conseguenze inimmaginabili sia ambientali che in caso di catastrofe.La diga in questione é soprannominata la diga delle tre gole e sbarra il fiume Yangtze.<br>Per l&#39;energia nucleare francese non é tutta francese&#33;&#33;&#33; ma centrali nucleari Italiane costruite in francia e gestite da ambe le parti,sono attaccate a noi e ce ne sono ben 54 attive e se non erro 3 in fase di smantellamento come le 4 in territorio Italiano.<br>Comunque mantengo il contatore per l&#39;emergenza ma non supero quasi mai il costo fisso di tasse.<br>Grazie<br>Ciao<br><br><span class="edit">Edited by buran001 - 30/11/2007, 22:17</span>

30-05-2005, 09:52
Se non sbaglio ai un rendimento generale che è circa del 60%.....direi ottimo per essere artigianale e di piccole dimensioni.<br>Ti pongo una domanda visto che sei del mestiere. Se io invece di comprare la corrente dall&#39;enel o da altri enti me la faccio con un generatore (tipo "gasolio") per uso domestico in citt&agrave; e non in baite disperse ..... lo posso fare o è illegale???<br>Tu parli di micro centrali private.....quindi è possibile farlo ed essere in regola e magari anche vendere l&#39;eccesso all&#39;enel?<br>grazie anticipato per eventuali risposte.

buran001
30-05-2005, 19:35
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (atlante @ 30/5/2005, 10:52)</div><div id="quote" align="left">Se non sbaglio ai un rendimento generale che è circa del 60%.....direi ottimo per essere artigianale e di piccole dimensioni.<br>Ti pongo una domanda visto che sei del mestiere. Se io invece di comprare la corrente dall&#39;enel o da altri enti me la faccio con un generatore (tipo &quot;gasolio&quot;) per uso domestico in citt&agrave; e non in baite disperse ..... lo posso fare o è illegale???<br>Tu parli di micro centrali private.....quindi è possibile farlo ed essere in regola e magari anche vendere l&#39;eccesso all&#39;enel?<br>grazie anticipato per eventuali risposte.</div></div><br>ciao, non a senso e comunque é inlegale al 100x100,quello che vuoi vare tu, ti costerebbe molto di gasolio bio carburanti inquinamento manutenzione ecc,tieni presente che un gruppo elettrogeno,(io ne dispongo uno da 160kva) per un appartamento che gira 24Hsu 24H 365giorni all anno, ogni due tre anni dovresti quasi buttare,e poi dovrebbe essere molto sovradimensionato, per un abitazione normale che ha dei picchi di 3-4kw dovresti avere almeno un gruppo da 8-10Kw che é grosso come un compressore da cantiere e consuma circa 2.5-3 litri ora<br>e supersilenziato e raffreddato ad acqua, cosa che é vietata per normativa tenere in un condominio, come serbatoi di combustibile ecc poi lo devi rifornire spese di meccanico,é come avere un automobile che gira sempre e non si spegne mai&#33;&#33; é una cosa da pazzi&#33;&#33; l&#39;enel ti compra solo energia pulita eolica fotovoltaica idroelettrica,ma in forme diverse (so che per l&#39;idroelettrico minimo sono 20kw, per il fotovoltaico sono massimo minimo 1e massimo in casa 50kw previo loro consenso se no&#39; 20kw a 230V)anche se tu lo alimentassi a combustibili economici tipo colza, soia, girasole, no ti passerebbe piu avresti un costo in kw-ore ecessivo,sai che casino fa un gruppo anche supersilenziato?? e i fumi di scarico, non ti fanno accendere il riscaldamento quando vuoi, previa multa salatissima,figuriamoci un disel 24su24. sai che odore di fritto&#33;&#33; i gruppi sono utilissimi per le emergenze allora si, ma anche in grosse azziende agricole dove anno bisogno di molta potenza per pochi mesi l&#39;anno e li alimentano con scarti di lavorazione del mais ecc e l&#39;enel dovrebbe fare lineee su traliccio per km nelle campagne a costo interamente dell utente &#33;&#33; allora un bel gruppone da 200KW per un mese o due conviene anche se costa piu di 70-80mila euro&#33;&#33;(esempio due anni fa un amico ha chiesto al enel di mettrgli il contatore in baita dato che avevano postao una linea a 200-300 mt da casa,risultato de preventivo di allaciamento 6700euro&#33;&#33;&#33; perché la linea doveva essere interrata &#33;&#33; pazzi poi paghi le tasse per tutto l&#39;anno e lo usi neanche 2 mesi, risposta del mio amico nei miei confronti, non mi interessa se spendo anche il doppio ma voglio la corrente e non il gruppo che fa rumore e quando serve non parte mai e cosi gli ho installato un impianto fotovoltaico da 2 kw, per il mini idroelettrico sotto una certa potenza non puoi venderla ma tela devi consumare tu,qui da me c&#39;é uno che ha una turbina da 400 kw e la vende tutta all enel ma prima la deve inalzare,trasformare a 15000 volt per parallelarla alla media tensione enel con annessi tralicci fino alla cabina piu vicina ecc,il colmo che lui una volta fino a pochi anni f&agrave; teneva tutto il paese in bassa stagione (pochi turisti),alimentato in isola,ma da una recente normativa europea non lo puo piu fare e quando é successo il blackout italiano del 28 settembre 2003 noi siamo per fortuna rimasti al buio per solo 5 ore, lui tecnicamente poteva benissimo alimentare tutto il paese e frazioni, ma per legge e dispositivi automatici installati di conseguenza non ha potuto&#33;&#33;fare come un tempo faceva e aveva fatto per decenni,é stato costretto a chiudere l&#39;acqua alla turbina e aspettare che ritornasse l&#39;energia dal enel e poi procedere al parallelamento nazionale ed ora Europeo,si proprio cosi i suoi 400kw finiscono come una goccia in un oceano, in tutta la rete Europea &#33;&#33;<br>ps dove non esiste l&#39;enel o chi per loro anche una turbinetta da 200we utilissima, il microidro va da 100w a 50kw<br>scusa se mi sono dilungato, ma volevo precisare che quello del blackout Italiano poteva mietere molte meno &quot;vittime&quot;,ma a causa di un altra legge stupida noi la prendiamo ancora nel.... e paghiamo tasse e bollette piu care di Europa.<br>Ciao<br><br><span class="edit">Edited by buran001 - 30/11/2007, 22:28</span>

30-05-2005, 23:48
ciao a tutti<br><br>conosco un amico che ha un torrentino che scende dalla montagna che gli attraversa proprio il giardino.<br><br>era interessato a ricavarsi energia elettrica ma non ha trovato informazioni e nessun consiglio.<br><br>da quello che mi ricordo il corso d&#39;acqua è profondo più o meno 50 cm largo 40 e diciamo che l&#39;acqua più o meno scorre a circa 0.5 m al secondo.<br>si può ottenere qualcosa? e quanto può costare il tutto, compreso tutto quello che serve per integrare la rete domestica?<br><br>grazie a tutti per consigli ed info, che io gli girerò immediatamente. purtroppo lui non ha internet ma era molto interessato alla cosa. ciao e un grazie a tutti.

31-05-2005, 08:17
Ciao andreah,<br>i dati che hai indicato si riferiscono alla portata. Per poterti dare info precise bisogna conoscere il dislivello disponibile.<br>Cioè quanti metri più in alto può essere messa l&#39;entrata del tubo dell&#39;acqua? Il condotto dell&#39;acqua deve essere chiuso perche possa portare la pressione. Ti spiego meglio per poter sfruttare la pressione dell&#39;acqua non va bene solo il torrentello (che è a cielo aperto) ma ci vuole un tubo in modo da creare una colonna d&#39;acqua che ti fornir&agrave; la pressione.<br>Per fare questo sarebbe ottimo avere a monte della casa (10-100 metri sopra) una piccola diga (pozza) da dove prendere l&#39;acqua. Prova a trovare questi dati e poi ti possiamo dare una mano.<br>La tua portata dovrebbe essere di 10 litri al secondo se non sbaglio. tieni presente che<br> <br>portata x g x salto = potenza <br><br>Quidi ecco alcune possibilit&agrave;<br><br>10x9.81x10= 981watt tieni conto del rendimento 50% circa (fatto in casa) 490watt = 0.49Kw<br><br>10x9.81x50= 4905watt 4905x0.5= 2452.5watt = 2.4 Kw<br><br>g è l&#39;accellerazione di gravit&agrave; 9.81 <br><br><span class="edit">Edited by atlante - 31/5/2005, 09:19</span>

06-06-2005, 16:00
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (buran001 @ 25/5/2005, 22:51)</div><div id='QUOTE' align='left'>poi ho costruito una sorta di regolatore per i giri,tramite zavorra elettrica , resistenze immerse in acqua per riscaldamento e sanitari casa, il regolatore é molto importante ,serve per far assorbire tutta la potenza generata dall&#39;alternatote costantemente in modo da non avere sbalzi di tensione o variazioni di frequenza di rete, causata dal distacco o attacco di carichi d&#39;utenza, inluminazione elettrodomestici ecc,dissipando la corrente non consumata tramite resistenze elettriche che nel mio caso sono ad immersione nel bollitore della caldaia e nella caldaia per generare acqua calda sia sanitaria che per aiuto riscaldamento, possono essere anche composte da stufette elettriche ecc, ho tentato anche di costruirne un regolatore a zavorra con plc e triak di potenza , ma in rete non ho trovato molto aiuto, era un automazione molto interessante e gestibile tramite pc e lettrura di tutti i perametri telecontrollo ecc, la turbina genera circa 4,5kw&#33;&#33; 24su24</div></center><br> ciao buran001,<br>sono un nuovo utente e chiedo scusa per la mia curiosit&agrave;<br>in verita sto costruendo una turbina del tutto simile alla tua<br>la turbina è per una baita in montagna dove non ho corrente e dove non si arrivas in macchina quindi punto a costruire qualcosa che sia anche trasportabile. come hai detto tu il mio progetto parte da una banki come girante ho preso una girante di recupero di uno di quei ventilatori a chiocciola che tu citavi.<br>dato che non ho grosse esigenze di produzione (mi basta mantenere in tampone delle batterie e, eventualmente, avere un po di energia quando necessario per far girare piccoli utilizzatori, senza scaricare eccessivamente le batterie) ho usato come alternatore un alternatore da auto che risulta essere l&#39;ideale con relativo bassissimo costo.<br>il problema è questo, anche io avevo pensato di utilizzare l&#39;energia prodotta, in surplus dalla mia turbina, per scaldare dell&#39;acqua.<br>ovviamente non posso sperare in risultati eccezzionali n quanto l&#39;altenratore che ho non produce grosse cose ma un minimo..<br>il problema, dicevo, è che non riesco a trovare da nessuna parte uno schema di un dispositivo che regoli la corrente sul carico fittizzio in proporzione a quanto gli utilizzatori assorbono.<br><br>mi sembra di aer capito che tu hai risolto tale problema<br>volevo chiederti come avevi fatto e eventualmente se potevi inviarmi lo schema se vuoi ti posso dare il mio indirizzo mail<br><br>io avevo pensato per il carico fittizzio di utilizzare delle resistenze di lavatrici (recuperate ovviamente <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'> immerese in acqua e collegate in parallelo, che dici può funzionare?<br>ciao e grazie mille in anticipo per eventuali risposte

ag_smith
07-06-2005, 10:41
complimenti buran&#33;&#33;

11-06-2005, 08:53
salve a tutti&#33;&#33; sono uno studente d&#39;ingegneria meccanica indirizzo Energia dell&#39;universit&agrave; della Calabria.mi sono imbattuto casualmente nel vostro forum.....e ne sono rimasto entusiasta&#33;&#33; stò facendo una tesi che prevede l&#39;installazione di una turbina idroelettrica in uno dei nostri fiumi cosentini( Crati o Neto) e devo essere riconoscente per le informazioni che vi ho "carpito" leggendo le discussioni...<br>

Leonardo2887
23-06-2005, 17:41
premetto che sono abbastanza ignorantye nel campo ma la mia forza sta nella curiosit&agrave;. non ho fiumi che mi passano i casa, tantomeno una diga sul tetto. ma mi piacerebbe, per sfizio, poter costruire un generatore di corrente, anche molto piccolo. bastya che funzioni. e avevo pensato magari di usare la tubatura della grondaia. che dite? si può?

ag_smith
24-06-2005, 10:16
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Leonardo2887 @ 23/6/2005, 18:41)</div><div id='QUOTE' align='left'>premetto che sono abbastanza ignorantye nel campo ma la mia forza sta nella curiosit&agrave;. non ho fiumi che mi passano i casa, tantomeno una diga sul tetto. ma mi piacerebbe, per sfizio, poter costruire un generatore di corrente, anche molto piccolo. bastya che funzioni. e avevo pensato magari di usare la tubatura della grondaia. che dite? si può?</div></center><br> qui da noi in sicilia noin penso proprio...<br><br>piu&#39; che altro io sarei propizio per il vento o per il solare ( questo pero&#39; non te lo puoi autocostruire a meno che non scegli il termico... ) <br><br>per usare l&#39;idroelettrico devi avere un bel fiumiciattolo che scorren sul tuo terreno...

Leonardo2887
24-06-2005, 10:49
allora lascio perdere. il pannello termico ha poco sense perchò ho il riscalmentpo a gas e consuma poco e niente

buran001
29-06-2005, 17:12
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (boteo @ 6/6/2005, 17:00)</div><div id="quote" align="left"><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (buran001 @ 25/5/2005, 22:51)</div><div id="quote" align="left">poi ho costruito una sorta di regolatore per i giri,tramite zavorra elettrica , resistenze immerse in acqua per riscaldamento e sanitari casa, il regolatore é molto importante ,serve per far assorbire tutta la potenza generata dall&#39;alternatote costantemente in modo da non avere sbalzi di tensione o variazioni di frequenza di rete, causata dal distacco o attacco di carichi d&#39;utenza, inluminazione elettrodomestici ecc,dissipando la corrente non consumata tramite resistenze elettriche che nel mio caso sono ad immersione nel bollitore della caldaia e nella caldaia per generare acqua calda sia sanitaria che per aiuto riscaldamento, possono essere anche composte da stufette elettriche ecc, ho tentato anche di costruirne un regolatore a zavorra con plc e triak di potenza , ma in rete non ho trovato molto aiuto, era un automazione molto interessante e gestibile tramite pc e lettrura di tutti i perametri telecontrollo ecc, la turbina genera circa 4,5kw&#33;&#33; 24su24</div></div><br>ciao buran001,<br>sono un nuovo utente e chiedo scusa per la mia curiosit&agrave;<br>in verita sto costruendo una turbina del tutto simile alla tua<br>la turbina è per una baita in montagna dove non ho corrente e dove non si arrivas in macchina quindi punto a costruire qualcosa che sia anche trasportabile. come hai detto tu il mio progetto parte da una banki come girante ho preso una girante di recupero di uno di quei ventilatori a chiocciola che tu citavi.<br>dato che non ho grosse esigenze di produzione (mi basta mantenere in tampone delle batterie e, eventualmente, avere un po di energia quando necessario per far girare piccoli utilizzatori, senza scaricare eccessivamente le batterie) ho usato come alternatore un alternatore da auto che risulta essere l&#39;ideale con relativo bassissimo costo.<br>il problema è questo, anche io avevo pensato di utilizzare l&#39;energia prodotta, in surplus dalla mia turbina, per scaldare dell&#39;acqua.<br>ovviamente non posso sperare in risultati eccezzionali n quanto l&#39;altenratore che ho non produce grosse cose ma un minimo..<br>il problema, dicevo, è che non riesco a trovare da nessuna parte uno schema di un dispositivo che regoli la corrente sul carico fittizzio in proporzione a quanto gli utilizzatori assorbono.<br><br>mi sembra di aer capito che tu hai risolto tale problema<br>volevo chiederti come avevi fatto e eventualmente se potevi inviarmi lo schema se vuoi ti posso dare il mio indirizzo mail<br><br>io avevo pensato per il carico fittizzio di utilizzare delle resistenze di lavatrici (recuperate ovviamente <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/17942ea954b9127c2df56e92a602626b.gif" alt=":)"> immerese in acqua e collegate in parallelo, che dici può funzionare?<br>ciao e grazie mille in anticipo per eventuali risposte</div></div><br>Ciao Boteo, strano che funzioni con una girante da ventilazione,ma quanta acqua disponi, e che salto, di solito per microcentrali idroelettriche al di sotto del kw non conviene dissipare l&#39;energia in esubero tramite zavorra (resistenze) ma é piu convegnente accumularla in batterie radrizzando la corrente dell&#39;alternatore e inserendo un regolatore di carica simile per impianti fotovoltaici,poi con un inverter anche da 2 kw fai i 230volt, ti consiglio di utilizzare un alternatore serio e utilizzare batterie in serie parallelo per i 24 volt e aumentare la capacita&#39; per il tuo fabbisogno,l&#39;alternatore girerebbe 24Hsu 24 caricando le batterie o gruppi di batterie, ipotizzando per esempio che generi 500-600 wt a 24, a 230 che ci fai ... ma se usi batterie puoi anche tirare fuori 2kw in dase alla capacita delle batterie per brevi periodi , accensione frigo asciuga capelli ecc con solo 600 wt ci fai poco, poi le batterie si ricaricano quando non assorbi o assorbi di meno,<br>lo schema é alternatore > regolatore di carica >batterie>inverter24v230v la tensione rimane stabile e precisa x tv o pc<br> >inluminazione a 12 o 24 volt, conviene minor consumo causato dall efficenza dell inverter lo accendi solo quando serve , alcuni si accendono in automatico , soft start ecc<br>fidati che funziona benissimo , al massimo aggiungi batterie, é un sistema molto usato nei paesi del terzo mondo, dove non anno energia elettrica si costruiscono microturbine banki con lamiera di diametro anche meno ai10cm e alternatori e batterie da auto<br>ciao guarda qui<br><a href="http://www.microhydropower.net/mhp_group/portegijs/firefly_bm/ffbm_index.html" target="_blank">http://www.microhydropower.net/mhp_group/p...ffbm_index.html</a><br><br><span class="edit">Edited by buran001 - 30/11/2007, 22:33</span>

30-06-2005, 11:01
Ciao Buran001,<br>innanzi tutto ti faccio i miei vivi complimenti per la tua realizzazione e per le tue capacit&agrave; di costruzione dal nulla.<br>Purtroppo le grosse aziende produttrici di energia elettrica snobbano quasi al 100% i piccoli (relativamente) corsi d&#39;acqua adducendo ai famigerati alti costi di gestione rispetto alle potenze installate, favorendo così la costruzione di grosse centralone (non solo idroelettriche, purtroppo&#33;)<br>Ancora complimenti.<br><br>PS. L&#39;invaso massimo della diga da te segnalata è da molti anni limitato a 95 milioni di mc. L&#39;altra diga hai fatto bene a non nominarla (che schifo&#33;)

buran001
30-06-2005, 16:53
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (leguf @ 30/6/2005, 12:01)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ciao Buran001,<br>innanzi tutto ti faccio i miei vivi complimenti per la tua realizzazione e per le tue capacit&agrave; di costruzione dal nulla.<br>Purtroppo le grosse aziende produttrici di energia elettrica snobbano quasi al 100% i piccoli (relativamente) corsi d&#39;acqua adducendo ai famigerati alti costi di gestione rispetto alle potenze installate, favorendo così la costruzione di grosse centralone (non solo idroelettriche, purtroppo&#33;)<br>Ancora complimenti.<br><br>PS. L&#39;invaso massimo della diga da te segnalata è da molti anni limitato a 95 milioni di mc. L&#39;altra diga hai fatto bene a non nominarla (che schifo&#33;)</div></center><br> Ciao, grazie per i complimenti,non ho fatto niente di straordinario, io sono elettricista e mi piace il fai da té, la mia turbinetta é fatta in casa, niente di speciale in confronto a quello che facevano un tempo per i mulini e segherie ad&#39; acqua, con alberi di trasmissione in legno e cinghie di pelle &#33;&#33; ho solo ritagliato due dischi di diametro 20cm di ferro e ho ricavato le pale taglianto un tubo per lungo, saldato il tutto due cuscinetti due pulegie e una cinghia&#33;&#33; il resto fa parte del mio lavoro.<br><br>Non sapevo della limitazione della diga a 95milioni ma ho saputo che durante l&#39;alluvione era piena fino all&#39;orlo 106 milioni,anche se é dichiarata 105,si l&#39;altra é uno schifo,anche se viene utilizzata in parte per produrre 70 MWcon una portata max di mc-sec 16,5 ed un salto di 975,3 mt,so che la diga in questione é stata limitata da 70milioni di metri cubi a 6.8 milioni (se non erro di nuovo) per problemi di tenuta su una sponda, ma lavori in valle nel settore idroelettrico? grazie per i dati aggiornati<br>ciao

Leonardo2887
02-07-2005, 11:24
non credo proprio quest&#39;idea possa funzionare. l&#39;acqua non circula in in circuito così concepito <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif' border='0' valign='absmiddle'>

Leonardo2887
02-07-2005, 12:33
la pressione che un liquido esercita non dipende dalla quantit&agrave; di acqua, in questo caso, ma dal dislivello. una cisterna alta 100 metri piena d&#39;acqua esercita la stessa pressione di un tubo alto 100 metri pieno d&#39;acqua. nel circuito da te disegnato l&#39;acqua non circolerebbe perchè la pressione all&#39;altezza del generatore è uguale sia a destra che a sinistra. posso anche sbagliarmi, non sono un esperto del settore, ma credo che sia così.

Leonardo2887
03-07-2005, 14:48
ho sbagliato da qualche parte nella mia speiegazione? <br> <img src='http://www.wrg.ru/forums/html/emoticons/tomato.gif' border='0' valign='absmiddle'>

Leonardo2887
03-07-2005, 17:14
chiedevo a Buran

buran001
03-07-2005, 22:41
no scusa ma non era riferito alla tua spiegazione, ma in generale riguardante lo schema, esiste anche un sistema con aria che fa salire l&#39;acqua dentro untubo,e anche una pompa utilizzata dai faraoni in egitto per le fontane ecc funziona ad acqua fredda ed é molto complessa per quell&#39;epoca, c&#39;era un sito con una animazione ma non lo trovo <br>ciao leo

04-07-2005, 20:58
Caro Buran001, dando un po&#39; di numeri per la diga in questione c&#39;è da dire che l&#39;invaso massimo attuale utilizzabile è di 94 milioni di mc (Mmc), mentre l&#39;invaso massimo teorico è di 105.6 Mmc, i 106 milioni non sono assolutamente raggiungibili per tutta una serie di motivi.<br>Durante l&#39;alluvione del 2000, l&#39;invaso massimo raggiunto è stato di 97 Mmc, c&#39;è da aggiungere che nel momento di massimo afflusso entravano in diga 90 mc/s mentre la centrale a valle ne rilasciava solo 16.<br>PS1 Mi scuso con gli altri utenti del forum per questa piccola divagazione (OT)<br>PS2 Ovviamente, queste sono solo ipostesi e i dati sono quelli riportati dalla stampa dell&#39;epoca. <br>Ciao&#33;<br>

sandroturbine
24-08-2005, 12:52
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (buran001 @ 25/5/2005, 22:51)</div><div id='QUOTE' align='left'><img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/ph34r.gif' alt='ph34r.gif'> vi posto la mia esperienza, premetto che sono elettricista e che effettuo regolare manutenzione ad una centrale idroelettrica professionale privata da 4kw.<br><br>Tutto é inizziato per gioco, dietro casa ho un terreno con diverse sorgenti d&#39;acqua di piccola portata, poi ho a disposizione di un salto netto di 11 mt, la prima costa e stata incanalare le quattro sorgenti cosi da sommare le acque e avere con precisione la portata in litri al seconto, che nel mio caso sono 70-75 litri al secondo, poi con un tubo da 40cm ,quelli per la fogna arancioni con bicchieri e guarnizioni sono passato dietro casa quasi in piano,fino alla vasca di carico di misura 2metri di lunghezza per 1,5metri di larghezza per 1 metro di profondita&#39;, dalla vasca sono partito con due tubi uno per la turbina e uno per il troppo pieno, quello per la turbina parte ad imbuto fino al diametro di 23cm interni del tubo, che é lungo circa 20 metri fino alla turbina facendo un salto di circa 11 metri, qui ho installato la mia turbina autocostruita che genera circa 4,5kw.<br><br>la turmina che ho scelto in base all mio piccolo salto e alla piccola portata é una turbina a flusso inctociato di facile realizzazione, anche chiamata Michell eo Banki<br>dai suoi inventori o Cink o Ossberger, ha diversi nomi in base al tipo di distributore e al costruttore, come la ditta di Ossberger che la produce da piu di 50anni o Cink che la perfezzionata.<br><br>La turbina é relativamente semplice, la girante é costituita da due dischi di diametro 20 cm al quale ho saldato delle pale ricurve ricavate tagliando per lungo un tubo di ferro da 10cm di diametro, assomiglia molto ad un ventilatore a ghiocciola assiale.L&#39;acqua guidata dall distributore entra tra le pale investendo un angolo di 100-120 gradi; percorre trasversalmente l&#39;interno del rotore e quindi, si scarica, attraversando di nuovole pale dalla parte opposta.Ovviamente le dimensioni sono state calcolate per il salto in metri e i litri al secondo che nel mio caso sono di 20 cm di diametro dischi e 10 cm di larghezza delle pale,interna tra i due dischi. Altra cosa importante é il distributore, ne esistono vari tipi ,io ho scelto di usare una lamiera ricurva come la girante da fare avanzare girare intorno al rotore turbina tramite leva per aprire o chiudere l&#39;acqua,poi con un albero di trasmissione e due cuscinetti e pulegia con cinghia di trasmissione per aumentare la velocita da 400-450giri all alternatore di circa 1500 1550 giri, io come alternatore ho usato un classico motore da 5 HP eccitato tramite condensatori,dato che era di recupero da un banco pialla da falegnameria, un alternatore é ovvio ché piu efficente , ma costa piu di 1000 euro, poi ho costruito una sorta di regolatore per i giri,tramite zavorra elettrica , resistenze immerse in acqua per riscaldamento e sanitari casa, il regolatore é molto importante ,serve per far assorbire tutta la potenza generata dall&#39;alternatote costantemente in modo da non avere sbalzi di tensione o variazioni di frequenza di rete, causata dal distacco o attacco di carichi d&#39;utenza, inluminazione elettrodomestici ecc,dissipando la corrente non consumata tramite resistenze elettriche che nel mio caso sono ad immersione nel bollitore della caldaia e nella caldaia per generare acqua calda sia sanitaria che per aiuto riscaldamento, possono essere anche composte da stufette elettriche ecc, ho tentato anche di costruirne un regolatore a zavorra con plc e triak di potenza , ma in rete non ho trovato molto aiuto, era un automazione molto interessante e gestibile tramite pc e lettrura di tutti i perametri telecontrollo ecc, la turbina genera circa 4,5kw&#33;&#33; 24su24<br><br>Ovviamente esistono altri tipi di turbine tipo la performante ed efficente Pelton , che a bisogno di alta pressione salto e poca acqua che per i piccoli impianti puo&#39; andare da i 30 mt a i 150mt e anche 1000con portate da mezzo litro al secondo fino a i 50- 200-500 litri. le Caplan per salti dell ordine di pochi metri da1.5 a 20 ma con tanti litri al secondo anche diversi metri cubi e le Francis per salti dell ordine dei 20-50, tuttele turbine si distinquono in base alle caratteristiche idrogeologiche di instalazzione per salto e portata e efficenza, e variazioni estate incerno ecc. Le turbine idrauliche si distinguono in due categorie,ad azzione,tanta pressione e relativa poca acqua tipo Pelton Turgo e Banki o ad reazzione con poco salto e tanta acqua tipo Caplan e Francis.<br>per i piccoli impianti é preferibile dove possibile la pelton a piu getti, molto efficente sfrutta poca acqua, o la banchi di facile realizzazione basso costo e adattabile da i 8-10 mtri fino a 50 con fote variazione della portata in estate inverno, é la meno efficente ma mantiene costante il suo funzionamento al variare della portatae si adatta da i 40-50litri in su, nel mio caso con 70 litri e solo 11 metri di salto una Caplan richiede piu acqua, una Pelton piu salto pressione e la Francis troppo difficile da costruirsi e troppo costosa da comprare cosi ho scelto la banki e si é rilevata un ottima scelta, per costruirla ci sono voluti molti calcoli e prove.<br><br>Spero di essere stato utile ad invogliare a chi puo di sfruttare una fonte di energia pulita e rinnovabile,e molto utile in posti anche isolati,che anche pochi wat sono utili per ricaricare batterie e utilizzare inverter ecc, da qui puo scaturire una discussione polemica o utile, io personalmente non approvo le mega centrali idroelettriche che utilizzano mega dighe,dove abito io ce ne sono due enormi una é da 106 miglioni di metricubi é alta 155 metri e a una produzione dopo un salto di 1000 metri e 16metricubi al secondo di 130MW (130mila kwh,1000wt =1kw,1000kw=1MW)ma a il vantaggio di trovarsi in alta montagna dove fa molto freddo e ad un altitudine dove non ci sono molte piante ne pesci,e non crea umidita causa temperatura ambientale bassa,le dighe con invasi di milioni di metricubi alterano fattori climatici microbiologici fauna ecc ma le centrali ad acqua fluente da fiumi torrenti in montagna acquedotti ecc non recano nessun danno perche non si formano laghi ecc ovviamente lascando il deflusso minimo vitale ecc per il tratto di fiume interessato.<br>Se vi interessa e avete la possibilita&#39;chiedete pure,ma prima servono dati precisi sul salto e portata per avere un idea<br>Ciao<br>p.s. il mio pc in questo momento é alimentato dall&#39;acqua&#33;&#33;&#33;che comunque andrebbe sprecata energicamente se non utilizzata per questo scopo</div></div><br> ciao Buran 001 anche io mi occupo di micro hydro per passione e ora anche per lavoro.<br>Ho fatto molte esperienze con generatori a induzione 3 fasi e convertiti in mono fase con connessione C/2C<br>Vanno molto bene,anche meglio dei sincroni in qualche caso. uso turbine turgo con pale importate dagli USA<br>Ho delle belle foto , tu mandami quelle della tua banki .<br>costruisco anche regolatori a triac 3 canali per zavorre controllati in tensioneo in frequenza.<br>lavoro in un elettromeccanica e ho testato tutti i motori 3 fasi a induzione AEG fino a 10KW come generatori<br>I risultati sono molto buoni .

mariomaggi
25-08-2005, 16:54
Benvenuto sandroturbine&#33;<br><br>Ci mancava qualcuno che si occupi di generatori asincroni di tipo industriale. <br>Tienici informati pubblicamente sulle news, spesso chi ha bisogno di un generatore non sa come dimensionarlo e come dimensionare i condensatori per un carico variabile, o dove acquistarlo. <br>C&#39;e&#39; chi legge "10 A" sulla targhetta del motore e si aspetta di ricavare 10 A usandolo come generatore, ma non e&#39; esattamente cosi&#39;. <br>Ciao<br>Mario<br><br><br>

sandroturbine
26-08-2005, 15:51
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (mariomaggi @ 25/8/2005, 17:54)</div><div id='QUOTE' align='left'>Benvenuto sandroturbine&#33;<br><br>Ci mancava qualcuno che si occupi di generatori asincroni di tipo industriale. <br>Tienici informati pubblicamente sulle news, spesso chi ha bisogno di un generatore non sa come dimensionarlo e come dimensionare i condensatori per un carico variabile, o dove acquistarlo. <br>C&#39;e&#39; chi legge "10 A" sulla targhetta del motore e si aspetta di ricavare 10 A usandolo come generatore, ma non e&#39; esattamente cosi&#39;. <br>Ciao<br>Mario</div></div><br> Grazie Mario , ora sto partendo per le ferie , ci risentiamo tra 10 gg ciao&#33;

NUSSIO
11-09-2005, 17:19
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (buran001 @ 25/5/2005, 22:51)</div><div id='QUOTE' align='left'><img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/ph34r.gif' alt='ph34r.gif'> vi posto la mia esperienza, premetto che sono elettricista e che effettuo regolare manutenzione ad una centrale idroelettrica professionale privata da 4kw.<br><br>Tutto é inizziato per gioco, dietro casa ho un terreno con diverse sorgenti d&#39;acqua di piccola portata, poi ho a disposizione di un salto netto di 11 mt, la prima costa e stata incanalare le quattro sorgenti cosi da sommare le acque e avere con precisione la portata in litri al seconto, che nel mio caso sono 70-75 litri al secondo, poi con un tubo da 40cm ,quelli per la fogna arancioni con bicchieri e guarnizioni sono passato dietro casa quasi in piano,fino alla vasca di carico di misura 2metri di lunghezza per 1,5metri di larghezza per 1 metro di profondita&#39;, dalla vasca sono partito con due tubi uno per la turbina e uno per il troppo pieno, quello per la turbina parte ad imbuto fino al diametro di 23cm interni del tubo, che é lungo circa 20 metri fino alla turbina facendo un salto di circa 11 metri, qui ho installato la mia turbina autocostruita che genera circa 4,5kw.<br><br>la turmina che ho scelto in base all mio piccolo salto e alla piccola portata é una turbina a flusso inctociato di facile realizzazione, anche chiamata Michell eo Banki<br>dai suoi inventori o Cink o Ossberger, ha diversi nomi in base al tipo di distributore e al costruttore, come la ditta di Ossberger che la produce da piu di 50anni o Cink che la perfezzionata.<br><br>La turbina é relativamente semplice, la girante é costituita da due dischi di diametro 20 cm al quale ho saldato delle pale ricurve ricavate tagliando per lungo un tubo di ferro da 10cm di diametro, assomiglia molto ad un ventilatore a ghiocciola assiale.L&#39;acqua guidata dall distributore entra tra le pale investendo un angolo di 100-120 gradi; percorre trasversalmente l&#39;interno del rotore e quindi, si scarica, attraversando di nuovole pale dalla parte opposta.Ovviamente le dimensioni sono state calcolate per il salto in metri e i litri al secondo che nel mio caso sono di 20 cm di diametro dischi e 10 cm di larghezza delle pale,interna tra i due dischi. Altra cosa importante é il distributore, ne esistono vari tipi ,io ho scelto di usare una lamiera ricurva come la girante da fare avanzare girare intorno al rotore turbina tramite leva per aprire o chiudere l&#39;acqua,poi con un albero di trasmissione e due cuscinetti e pulegia con cinghia di trasmissione per aumentare la velocita da 400-450giri all alternatore di circa 1500 1550 giri, io come alternatore ho usato un classico motore da 5 HP eccitato tramite condensatori,dato che era di recupero da un banco pialla da falegnameria, un alternatore é ovvio ché piu efficente , ma costa piu di 1000 euro, poi ho costruito una sorta di regolatore per i giri,tramite zavorra elettrica , resistenze immerse in acqua per riscaldamento e sanitari casa, il regolatore é molto importante ,serve per far assorbire tutta la potenza generata dall&#39;alternatote costantemente in modo da non avere sbalzi di tensione o variazioni di frequenza di rete, causata dal distacco o attacco di carichi d&#39;utenza, inluminazione elettrodomestici ecc,dissipando la corrente non consumata tramite resistenze elettriche che nel mio caso sono ad immersione nel bollitore della caldaia e nella caldaia per generare acqua calda sia sanitaria che per aiuto riscaldamento, possono essere anche composte da stufette elettriche ecc, ho tentato anche di costruirne un regolatore a zavorra con plc e triak di potenza , ma in rete non ho trovato molto aiuto, era un automazione molto interessante e gestibile tramite pc e lettrura di tutti i perametri telecontrollo ecc, la turbina genera circa 4,5kw&#33;&#33; 24su24<br><br>Ovviamente esistono altri tipi di turbine tipo la performante ed efficente Pelton , che a bisogno di alta pressione salto e poca acqua che per i piccoli impianti puo&#39; andare da i 30 mt a i 150mt e anche 1000con portate da mezzo litro al secondo fino a i 50- 200-500 litri. le Caplan per salti dell ordine di pochi metri da1.5 a 20 ma con tanti litri al secondo anche diversi metri cubi e le Francis per salti dell ordine dei 20-50, tuttele turbine si distinquono in base alle caratteristiche idrogeologiche di instalazzione per salto e portata e efficenza, e variazioni estate incerno ecc. Le turbine idrauliche si distinguono in due categorie,ad azzione,tanta pressione e relativa poca acqua tipo Pelton Turgo e Banki o ad reazzione con poco salto e tanta acqua tipo Caplan e Francis.<br>per i piccoli impianti é preferibile dove possibile la pelton a piu getti, molto efficente sfrutta poca acqua, o la banchi di facile realizzazione basso costo e adattabile da i 8-10 mtri fino a 50 con fote variazione della portata in estate inverno, é la meno efficente ma mantiene costante il suo funzionamento al variare della portatae si adatta da i 40-50litri in su, nel mio caso con 70 litri e solo 11 metri di salto una Caplan richiede piu acqua, una Pelton piu salto pressione e la Francis troppo difficile da costruirsi e troppo costosa da comprare cosi ho scelto la banki e si é rilevata un ottima scelta, per costruirla ci sono voluti molti calcoli e prove.<br><br>Spero di essere stato utile ad invogliare a chi puo di sfruttare una fonte di energia pulita e rinnovabile,e molto utile in posti anche isolati,che anche pochi wat sono utili per ricaricare batterie e utilizzare inverter ecc, da qui puo scaturire una discussione polemica o utile, io personalmente non approvo le mega centrali idroelettriche che utilizzano mega dighe,dove abito io ce ne sono due enormi una é da 106 miglioni di metricubi é alta 155 metri e a una produzione dopo un salto di 1000 metri e 16metricubi al secondo di 130MW (130mila kwh,1000wt =1kw,1000kw=1MW)ma a il vantaggio di trovarsi in alta montagna dove fa molto freddo e ad un altitudine dove non ci sono molte piante ne pesci,e non crea umidita causa temperatura ambientale bassa,le dighe con invasi di milioni di metricubi alterano fattori climatici microbiologici fauna ecc ma le centrali ad acqua fluente da fiumi torrenti in montagna acquedotti ecc non recano nessun danno perche non si formano laghi ecc ovviamente lascando il deflusso minimo vitale ecc per il tratto di fiume interessato.<br>Se vi interessa e avete la possibilita&#39;chiedete pure,ma prima servono dati precisi sul salto e portata per avere un idea<br>Ciao<br>p.s. il mio pc in questo momento é alimentato dall&#39;acqua&#33;&#33;&#33;che comunque andrebbe sprecata energicamente se non utilizzata per questo scopo</div></div><br> I miei complimenti per la turbina ma specialmente perché sei riuscito a fere qualcosa di utile e non chiacchiere.<br>Potrei avere indicazioni sui disegni costruttivi della turbina.<br>Voglio Farne Una.<br>Stò costruendo un generatore per l&#39;eolico ad alte prestazioni, potresti ricavare 10KW senza cambiare la turbina, eventualmente ne parleremo quando avrò finito.<br>Ti Ringrazio NL

NUSSIO
14-09-2005, 17:02
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (buran001 @ 25/5/2005, 22:51)</div><div id='QUOTE' align='left'><img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/ph34r.gif' alt='ph34r.gif'> vi posto la mia esperienza, premetto che sono elettricista e che effettuo regolare manutenzione ad una centrale idroelettrica professionale privata da 4kw.<br><br>Tutto é inizziato per gioco, dietro casa ho un terreno con diverse sorgenti d&#39;acqua di piccola portata, poi ho a disposizione di un salto netto di 11 mt, la prima costa e stata incanalare le quattro sorgenti cosi da sommare le acque e avere con precisione la portata in litri al seconto, che nel mio caso sono 70-75 litri al secondo, poi con un tubo da 40cm ,quelli per la fogna arancioni con bicchieri e guarnizioni sono passato dietro casa quasi in piano,fino alla vasca di carico di misura 2metri di lunghezza per 1,5metri di larghezza per 1 metro di profondita&#39;, dalla vasca sono partito con due tubi uno per la turbina e uno per il troppo pieno, quello per la turbina parte ad imbuto fino al diametro di 23cm interni del tubo, che é lungo circa 20 metri fino alla turbina facendo un salto di circa 11 metri, qui ho installato la mia turbina autocostruita che genera circa 4,5kw.<br><br>la turmina che ho scelto in base all mio piccolo salto e alla piccola portata é una turbina a flusso inctociato di facile realizzazione, anche chiamata Michell eo Banki<br>dai suoi inventori o Cink o Ossberger, ha diversi nomi in base al tipo di distributore e al costruttore, come la ditta di Ossberger che la produce da piu di 50anni o Cink che la perfezzionata.<br><br>La turbina é relativamente semplice, la girante é costituita da due dischi di diametro 20 cm al quale ho saldato delle pale ricurve ricavate tagliando per lungo un tubo di ferro da 10cm di diametro, assomiglia molto ad un ventilatore a ghiocciola assiale.L&#39;acqua guidata dall distributore entra tra le pale investendo un angolo di 100-120 gradi; percorre trasversalmente l&#39;interno del rotore e quindi, si scarica, attraversando di nuovole pale dalla parte opposta.Ovviamente le dimensioni sono state calcolate per il salto in metri e i litri al secondo che nel mio caso sono di 20 cm di diametro dischi e 10 cm di larghezza delle pale,interna tra i due dischi. Altra cosa importante é il distributore, ne esistono vari tipi ,io ho scelto di usare una lamiera ricurva come la girante da fare avanzare girare intorno al rotore turbina tramite leva per aprire o chiudere l&#39;acqua,poi con un albero di trasmissione e due cuscinetti e pulegia con cinghia di trasmissione per aumentare la velocita da 400-450giri all alternatore di circa 1500 1550 giri, io come alternatore ho usato un classico motore da 5 HP eccitato tramite condensatori,dato che era di recupero da un banco pialla da falegnameria, un alternatore é ovvio ché piu efficente , ma costa piu di 1000 euro, poi ho costruito una sorta di regolatore per i giri,tramite zavorra elettrica , resistenze immerse in acqua per riscaldamento e sanitari casa, il regolatore é molto importante ,serve per far assorbire tutta la potenza generata dall&#39;alternatote costantemente in modo da non avere sbalzi di tensione o variazioni di frequenza di rete, causata dal distacco o attacco di carichi d&#39;utenza, inluminazione elettrodomestici ecc,dissipando la corrente non consumata tramite resistenze elettriche che nel mio caso sono ad immersione nel bollitore della caldaia e nella caldaia per generare acqua calda sia sanitaria che per aiuto riscaldamento, possono essere anche composte da stufette elettriche ecc, ho tentato anche di costruirne un regolatore a zavorra con plc e triak di potenza , ma in rete non ho trovato molto aiuto, era un automazione molto interessante e gestibile tramite pc e lettrura di tutti i perametri telecontrollo ecc, la turbina genera circa 4,5kw&#33;&#33; 24su24<br><br>Ovviamente esistono altri tipi di turbine tipo la performante ed efficente Pelton , che a bisogno di alta pressione salto e poca acqua che per i piccoli impianti puo&#39; andare da i 30 mt a i 150mt e anche 1000con portate da mezzo litro al secondo fino a i 50- 200-500 litri. le Caplan per salti dell ordine di pochi metri da1.5 a 20 ma con tanti litri al secondo anche diversi metri cubi e le Francis per salti dell ordine dei 20-50, tuttele turbine si distinquono in base alle caratteristiche idrogeologiche di instalazzione per salto e portata e efficenza, e variazioni estate incerno ecc. Le turbine idrauliche si distinguono in due categorie,ad azzione,tanta pressione e relativa poca acqua tipo Pelton Turgo e Banki o ad reazzione con poco salto e tanta acqua tipo Caplan e Francis.<br>per i piccoli impianti é preferibile dove possibile la pelton a piu getti, molto efficente sfrutta poca acqua, o la banchi di facile realizzazione basso costo e adattabile da i 8-10 mtri fino a 50 con fote variazione della portata in estate inverno, é la meno efficente ma mantiene costante il suo funzionamento al variare della portatae si adatta da i 40-50litri in su, nel mio caso con 70 litri e solo 11 metri di salto una Caplan richiede piu acqua, una Pelton piu salto pressione e la Francis troppo difficile da costruirsi e troppo costosa da comprare cosi ho scelto la banki e si é rilevata un ottima scelta, per costruirla ci sono voluti molti calcoli e prove.<br><br>Spero di essere stato utile ad invogliare a chi puo di sfruttare una fonte di energia pulita e rinnovabile,e molto utile in posti anche isolati,che anche pochi wat sono utili per ricaricare batterie e utilizzare inverter ecc, da qui puo scaturire una discussione polemica o utile, io personalmente non approvo le mega centrali idroelettriche che utilizzano mega dighe,dove abito io ce ne sono due enormi una é da 106 miglioni di metricubi é alta 155 metri e a una produzione dopo un salto di 1000 metri e 16metricubi al secondo di 130MW (130mila kwh,1000wt =1kw,1000kw=1MW)ma a il vantaggio di trovarsi in alta montagna dove fa molto freddo e ad un altitudine dove non ci sono molte piante ne pesci,e non crea umidita causa temperatura ambientale bassa,le dighe con invasi di milioni di metricubi alterano fattori climatici microbiologici fauna ecc ma le centrali ad acqua fluente da fiumi torrenti in montagna acquedotti ecc non recano nessun danno perche non si formano laghi ecc ovviamente lascando il deflusso minimo vitale ecc per il tratto di fiume interessato.<br>Se vi interessa e avete la possibilita&#39;chiedete pure,ma prima servono dati precisi sul salto e portata per avere un idea<br>Ciao<br>p.s. il mio pc in questo momento é alimentato dall&#39;acqua&#33;&#33;&#33;che comunque andrebbe sprecata energicamente se non utilizzata per questo scopo</div></div><br> Ho gi&agrave; espresso il desiderio di costruire un turbina Banki in un precedente messaggio.<br>Non sapevo che esistesse la Banki, sono un&#39; elettronico. ho visto il sito della Ossberger.<br>Il mio progetto sarebbe di costruire una turbina da 3 KW trasportabile e collegabile con una manichetta da pompieri, da utilizzare in torrenti per la protezione civile o postazioni radio in caso di calamit&agrave;. Verebbe costruita in acciaio Inox tagliato al laser da disegni 3D e applicato un generatore in diretta a magneti permanenti trifase diametro 280 – 300 mm casa rotante spessore statore 40 mm.<br>Al generatore gli verrebbe ovviamente collegato un inverter con ingresso ad inseguimento.<br>Pensi che sia possibile ?<br>Ti Saluto e Grazie anticipate per la risposta. NL

sandroturbine
15-09-2005, 12:50
penso che un sistema idroelettrico d&#39;emergenza deve essere leggero e consumare massimo 10 lt/sec. e funzionare da 5 a 10 bar. Ti sconsiglio un inverter ad<br>inseguimento per ottimizzare la turbina: di notte in emergenza non sai mai quello che collegheranno al tuo generatore.Abito in Valtellina e ne ho vissute di emergenze&#33; Penso che una soluzione sia una turgo a più getti alimentati da un collettore unico e da normalissime valvole a sfera . Il controllo elettronico<br>potrebbe essere a triac con elementi dissipativi in aria o in acqua montati direttamente sulla turbina. Ho costruito delle turgo da 50 Kg da 4KW con 2 ugelli <br>progettate per 55 mt di salto e 10 lt./sec. Con generatore asincrono da 5,5KW ottengo un rendimento finale del 67%. Sulle stesse turbine Ho poi fatto dei test<br>per rendermi conto dei limiti . Da 4 a 8 bar e da 4 lt/sec a 20 lt/sec. L&#39;efficienza misurata è sempre superiore al 60% con generatore asincrono (normale motore<br>eff.2 ). Con generatore Sincrono l&#39;efficienza è un 5 %inferiore. Chiaramente il sincrono ha capacit&agrave; di spunto in corrente molto superiori al asincrono ,però è <br>più fragile e Ha uno scarso rendimento a carico parzializzato. Di solito uso generatori a 4 poli 1500 G/min. , hanno meno probabilit&agrave; di guasti.<br>Costruire una turgo é davvero un gioco da ragazzi (compro i cucchiai in svezia ) e lavoro in un elettromeccanica come tecnico elettronico. <br>La banki è adatta a portate maggiori di un idrante ,mi piacerebbe vedere quella di Buran però . <br>Ciao.Sandro.<br><br>

NUSSIO
16-09-2005, 14:40
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (sandroturbine @ 15/9/2005, 13:50)</div><div id='QUOTE' align='left'>penso che un sistema idroelettrico d&#39;emergenza deve essere leggero e consumare massimo 10 lt/sec. e funzionare da 5 a 10 bar. Ti sconsiglio un inverter ad<br>inseguimento per ottimizzare la turbina: di notte in emergenza non sai mai quello che collegheranno al tuo generatore.Abito in Valtellina e ne ho vissute di emergenze&#33; Penso che una soluzione sia una turgo a più getti alimentati da un collettore unico e da normalissime valvole a sfera . Il controllo elettronico<br>potrebbe essere a triac con elementi dissipativi in aria o in acqua montati direttamente sulla turbina. Ho costruito delle turgo da 50 Kg da 4KW con 2 ugelli <br>progettate per 55 mt di salto e 10 lt./sec. Con generatore asincrono da 5,5KW ottengo un rendimento finale del 67%. Sulle stesse turbine Ho poi fatto dei test<br>per rendermi conto dei limiti . Da 4 a 8 bar e da 4 lt/sec a 20 lt/sec. L&#39;efficienza misurata è sempre superiore al 60% con generatore asincrono (normale motore<br>eff.2 ). Con generatore Sincrono l&#39;efficienza è un 5 %inferiore. Chiaramente il sincrono ha capacit&agrave; di spunto in corrente molto superiori al asincrono ,però è <br>più fragile e Ha uno scarso rendimento a carico parzializzato. Di solito uso generatori a 4 poli 1500 G/min. , hanno meno probabilit&agrave; di guasti.<br>Costruire una turgo é davvero un gioco da ragazzi (compro i cucchiai in svezia ) e lavoro in un elettromeccanica come tecnico elettronico. <br>La banki è adatta a portate maggiori di un idrante ,mi piacerebbe vedere quella di Buran però . <br>Ciao.Sandro.</div></div><br> Grazie per i consigli, ho visto le caratteristiche della Turgo, mi preoccupa il rendimento basso 60%.<br>Tieni conto che per una turbina trasportabile deve essere leggera, costruita in vetroresina e carbonio eccetto la girante deve avare un rendimento alto, non si può impiegare un blocco di ferro come generatore, tieni conto che si arriva a potenze specifiche di 1 KW per Kg se non a 2 KW per Kg se raffreddato ad acqua. Le problematiche sono diverse da una turbina fissa.<br><br>Il Buran non mi risponde, forse gli saranno scoppiati i condensatori o gli si è intasata la turbina, sar&agrave; senza corrente, staremo a vedere.<br><br>Grazie per il messaggio NL

17-09-2005, 13:44
ciao sandroturbine<br>abito sul lago di como<br>e mi piacerebbe conoscerti perchè ho un progetto interessante da sviluppare<br>il mio cell 3292197258 telefonami

nuti
12-07-2007, 14:01
Ciao a tutti,<br><br>gentilmente mi rivolgo a buran001, ( molto bravo), dispongo di 6 mt di salto, una portata di circa 100l/s, vorrei costruire una Banki, per sfruttare al meglio la portata.<br>Diametro dei dischi?, larghezza tra i dischi?, dimensione delle palette?, motore da quanti cavali?, o meglio che generatore? scusate la mia sfacciattagine, ma su internet ho trovato solo diciture in francese, e, comprare una idroturbina costa troppo per quello che andrei a produrre.<br><br>Ho gi&agrave; chi mi taglia l&#39;acciaio con il Laser.<br><br>Una domanda, perchè nessuno parla di concessioni?, io, l&#39;ha stò richiedendo, e Vi assicuro che non è facile, con costi non indifferenti.<br><br>Saluti

snowstorm
12-07-2007, 14:41
Delle concessioni si e&#39; parlato piu&#39; volte ,<br>considerando che e&#39; lo scoglio piu&#39; duro da superare

remtechnology
12-07-2007, 15:12
Ad esempio qui ne abbiamo parlato molto...<br><br><a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=4118076" target="_blank">http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=4118076</a><br><br>avevo più tempo una volta adesso sono sempre di corsa, se servono integrazione ci sentiamo, non avuto nemmeno il tempo di rileggere il tutto&#33;<br>Ciao<br>RemTechnology<br><br><br>

buran001
14-07-2007, 01:22
Ciao REM&#33;,pure io sono di corsa &#33;<br>Ma cavolo mi avete riesumato questo ..... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/462fc5d4ced6e32ca0ba2a09ef0b93e0.gif" alt=":woot:"><br><br>Tubo diametro interno minimo 300mm se PVC pressione, minimo DN315-PFA6 lungezza????<br>Girante da min 200mm a max250 mm di diametro dischi,larghezza pale 180mm se riesci e la portata non é costante per parzializzare meglio o la dividi in due con un disco centrale in modo da creare due compartimenti e doppia regolazione (di difficile realizazione amatoriale) o a 2 compartimenti non uguali ma ad esempio uno da 8cm e l&#39;altro da 12cm.<br>Albero rigorosamente in inox diametro 300-350 mm in modo che si puo tornire in base all pulegia acquistata, se riesci falla tutta in inox&#33;<br>Rotazione circa 315 RPM + o - 10&#37; circa<br>potenza ad occhio se sei bravo 3.5 kw (3kw sicuri)<br>se esegui la cassa turbina stagna con tenute all&#39;albero e scarico aspirato avrai rendimenti leggermente migliori minimo 1-1.5mt (non esagerare se no&#39; ....avrai sorprese non piacevoli )<br>per una realizzazione semi proff affidati ad una buona torneria&#33;<br>per l&#39;alternatore o scegli un asincrono (motore trifase 4 poli + condensatori esterni in C-2C per auto eccitarlo e avere una tensione monofase a 230v ma non sopporta carichi induttivi come alimentare altri motori ecc) o un sincrono che si arrapa da solo&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f36695b39f8d15ee612d4be4999773c0.gif" alt=":blink:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/462fc5d4ced6e32ca0ba2a09ef0b93e0.gif" alt=":woot:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/1dc89994b4570022a5ee64214a7d8239.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/bdac3e2d96d16a49bdfa4b947dce3108.gif" alt=":P"> (molto ma molto piu&#39; costoso e piu &quot;facile da gestire,accetta qualsiasi carico induttivo o resistivo) potenza almeno 10 hp<br>CONCESSIONE ovvia se non si vuole aver problemi &#33; e restare nella legalita&#39; occhio al deflusso minimo vitale che é molto importante&#33;<br>Ciao

illo41100
14-07-2007, 10:16
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (buran001 @ 14/7/2007, 02:22)</div><div id="quote" align="left">e avere una tensione monofase a 230v ma non sopporta carichi induttivi come alimentare altri motori ecc) o un sincrono che si arrapa da solo&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/cc952d03ecc294222df44b789fdde7d1.gif" alt=":blink:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/81851a772d54507af41a3bc14ac83b9e.gif" alt=":woot:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/541b98bd50e29ca0f54debbd0e134ebc.gif" alt=":D"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/0136c85d0578125e4e44d7ed374c162d.gif" alt=":P"> (molto ma molto piu&#39; costoso e piu &quot;facile da gestire,accetta qualsiasi carico induttivo o resistivo) potenza almeno 10 hp</div></div><br>XXX Hard-idroelettrico <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/06f7ab88b298f495b4b1776feacc905b.gif" alt=":)">

nuti
17-07-2007, 15:57
Ringrazio sia REM ma sopratutto Buran01,<br><br>ma da profano e un pò &quot;zuccone&quot;, vorrei capire se ho capito bene;<br><br>Dischi in acciaio cm. max. 25.<br>Larghezza alette,(spazio tra i dischi), 18 cmm.<br>Albero centrale cm. 3,5.<br><br>Per quanto riguarda i compartimenti è meglio se li lascio perdere.<br><br>Altezza alette ?,<br>l&#39;imbuto di immissione dell&#39;acqua, cioè il raccordo tra il tubo e la turbina, che appunto sar&agrave; a forma di imbuto che dimensione deve avere al foro d&#39;ingresso e che dimensione deve avere foro più stretto di immissione?,<br>e a che punto deve immettere l&#39;acqua, è meglio a 1/2 o a 3/4 dal centro.<br><br>Certo sarebbe interessante eseguire la tenuta stagna, ma come si f&agrave;, ( Se hai dei schizzi o poi indicarmi un sito ineressante),<br><br>La lunghezza del tubo è di 80 ml.<br><br>Ringrazio del Vostro tempo e dei preziosi consigli, ed aspetto con ansia ulteriori delucidazioni.<br><br><br>NB, la finalit&agrave; è fare lo scambio sul posto con l&#39;Enel.<br>

buran001
18-07-2007, 00:57
Ciao Rem&#33;&#33;<br>Ciao Illo&#33;&#33;<br><br>Per quanto riguarda l&#39;auto costruzione,una cosa é l&#39;auto consumo e un altra é eseguire un paralleo con una turbina fatta in casa,3.5kw teorici sono facili da &quot;consumare&quot; 24h su 24h risparmiando in bollette.<br>Non so se ti conviene lo scambio sul posto,se la turbina ha scarsi rendimenti o non é stabile saranno soldi buttati, per il dispositivo d&#39;interfaccia e il costo della progettazione di tutto l&#39;impianto elettrico (certificazioni ecc) tutto dovra&#39; essere in regola,catasto concessione progettazione calcolo DVM ecc<br>la condotta se in PVC pressione da interrare completamente ti costera&#39; solo lei 2500 euro se no&#39; c&#39;é il Polietilene ad Alta Densit&agrave; PN100 DN 355 costa solo lei circa 4500 euro piu&#39; i Raccordi elettrosaldabili (15) costeranno piu di 100 euro l&#39;uno,piu&#39; vorrai investire almeno 2000 euro per la sola turbina (saldature albero tornitura cuscinetti supporti porta tenute e tenute piu la carpenteria perla cassa) ed é poco,piu&#39; l&#39;alternatore rigorosamente asincrono non eccitato tramite condensatori esterni se vorrai eseguire lo scambio piu&#39; il dispositivo d&#39;interfaccia per il parallelo 1000-1500 euro piu il costo della progettazione e realizzazione di tutto,opere idrauliche,edilizzie,elettriche e scavi vari?<br><br>Comunque vedrai tu... le misure sono giuste per le pale si ricavano da un tubo in inox almeno dn 100 tagliato per lungo,spessore 2 mm larghezza 5-6 cm dopo la fresatura finale compreso i dischi laterali per il bilanciamento, numero pale 20-22,per l&#39;imbuto da circolare diametro in base alla condotta (DN 315 se pvc pressione o DN 355 se in PE100)a rettangolare alla turbina (meglio il piu lingo possibile)dipende dal sistema di regolazione,io ti consiglierei di non superare i 90° alla girante e un sistema tipo Cink con lamierino ricurvo che chiude girando attorno alla girante, il tegolo invece per alcuni aspetti é piu facile da costruire ma se calcolato male da&#39; moltissimi svantaggi sull&#39;efficenza che di per sé é gia bassa (se arrivi al 60&#37; con la sola turbina sei un mago del fai da té).<br><br>Per farla stagna dovrai usufruire delle tenute sull&#39;albero con di supporti prima dei cuscinetti, se ti leggi altri post troverai delle foto,se ci aggiungi un po di inventiva personale sei aposto a 1/4<br>Ciao<br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3b36be3f08f0efd0af5f6ee4f20f8e54.jpg" alt="image"><br>Shot at 2007-07-17<br>Scusate le dimensioni,si nota la girante,le due flange laterali (grandi)per l&#39;estrazione dalla cassa,le flange (piccole centrali) porta tenute (prima delle tenute ci sono due dischetti deflettori tipo forma di CD fissatii all&#39;albero),la flangia piccola saldata su quella grande ha un foro filettato (si nota a destra ma c&#39;é in tutte e due)per l&#39;usita dell&#39;acqua e in fine i supporti cuscinetti in blu,il tutto fissato tramite bulloni passanti e filettatura sulla flangia grande,la cassa come il sistema di regolazione manca (la cassa stessa fa da convogliatore per l&#39;acqua attorno alla girante)<br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/ea8e1230b58757e96f6c5f08875ce271.jpg" alt="image"><br>Shot with <a href="http://profile.imageshack.us/camerabuy.php?model=Canon+DIGITAL+IXUS+400&amp;make=Ca non" target="_blank">Canon DIGITAL IXUS 400</a> at 2007-07-17<br><br><span class="edit">Edited by buran001 - 18/7/2007, 02:58</span>

remtechnology
18-07-2007, 08:40
Ha detto tutto Buran (che ricambio i saluti) e ribadisco anch&#39;io che se la questione è l&#39;autoconsumo va tutto bene, ma se si va in parallelo con la rete del distributore (leggi ENEL) la questione è molto più complessa e costosa.Oltre il fatto che se non si realizza la quadristica a norma l&#39;ENEL non ti fornisce l&#39;allacciamento ovviamente.<br>Ciao<br>RemTechnology<br>

nuti
24-07-2007, 08:01
Ringrazio,<br>però se poteste indicarmi alcuni siti e/o alcuni libri laddove si spieghi l&#39;autocostruzione della banki, ( Che oramai ho capito al 50&#37;), Ve ne sarei grato.<br>Non ho capito la costruzione della cassa per l&#39;aspirazione forzata.<br><br>Non capisco la difficolt&agrave; dello scambio sul posto. ( Di cui finalmente anche l&#39;italia, entro un ottica di incentivazione dell&#39;energia alternative ha attuato.).<br><br>3,5 Kw producono in un giorno 84 Kw, io ne consumo si e no 5, gli altri andrebbero dissipati, mentre con lo scambio sul posto, potrei all&#39;occorenza entro tre anni usarli, e pertanto potrei elettrizzare il riscaldamneto ed altro, abbandonando quasi definitivamente il Gas.<br><br>I costi sono gli stessi, turbina, scavi, tubi ecc, ci sar&agrave; in più l&#39;interfaccia enel.<br>( Non ci sono dubbi che l&#39;Enel creer&agrave; problemi.)<br><br>Premetto che parte di questi costi di progettazione per mè che sono geometra professionosta, non ci sono, in quanto i progetti, il catasto e quanto serve lo firmo io.<br><br><br><br><br><br>

buran001
24-07-2007, 14:24
Ciao,ho sempre poco tempo in questo periodo....<br>La cassa deve essere stagna,per tanto servitranno delle tenute prima dai cusinetti dell&#39;albero di trasm...<br>in modo che non entri aria,la mia l&#39;ho fatta con le flange granfi imbullonate alla cassa in modo da facilitare lo smontaggio della girante per l&#39;ispezzione e manutenzione,il tubo di scarico deve essere conico di almeno 1.5 mt,chiamato aspirazione come nelle turbine Kaplan o Francis, per evitare che la girante si immerga nell&#39;acqua di scarico si dovra controllare un flusso d&#39;aria tramite un rubinetto e una valvolina che regoli il flusso d&#39;aria in ingresso nella cassa,io fo modificato una valvola di ritegno inserendoci una molla e l&#39;ho montata dopo il rubinettino posto nella parte superiore della cassa, come si vede in foto lato destro sulle 2 flange piccole c&#39;é il foro piccolo filettato per l&#39;usita dell&#39;acqua prima delle tenute (drenaggio) li andra un rubinettino con una gomma che dovra&#39; scaricare l&#39;acqua, la gomma dovra&#39; essere immersa sotto il pelo libero dell&#39;acqua di scarico in modo che non entri aria aspirata e non regolata,a volte l&#39;aria regolata di aspirazione se il condotto di scarico conico é corto non serve e andra&#39; comunque messo il rubinettino nella parte centrale superiore della cassa ma anche lui collegaro con un tubicino che finira&#39; sotto il pelo libero del acqua del canale di scarico.<br><br>Per lo scambio sul posto ci sono delle spese... come gia detto 3.5 kw sono pochissimi e non ti conviene,con delle resistenze potresti scaldarci l&#39;acqua sanitaria con una piastra ad induzzione potresti cucinare ma per il riscaldamento non ti rimarrebbe nulla, per riscaldare un&#39; appartamento servono in base alla zona dai 10 ai 20 kw (minimo indidpensabile,scordati che bastino se abiti in montagna o in zone fredde o la casa non é isolata adeguatamente,serramenti intercapedini ecc e non come al solito...) cosa ti rimane da scambiare se poi conti che devi anche illuminare, accendi un fon e ti consuma 1200W,il gioco non vale la candela opta per l&#39;auto consumo e vedrai il risparmio&#33;certo che se erano 10-20 kw allora si che iniziava a convenire lo scambio sul posto,non farti ingannare dalle triffe del fotovoltaico che sono un altra cosa.<br> Tu affermi di consumare 5 Kwh in un giorno&#33; ma vivi in una tenda in un campeggio in un posto caldo,ma non troppo se no&#39; ci sarebbe l&#39;aria condizionata&#33;se questo é il tuo consumo globale giornaliero (riscaldamento illuminazione gas ecc) complimenti&#33;&#33;&#33; il mio pc assorbe quasi 400 W ed é acceso 24h su 24 (fai il conto di quanti kwh in un giorno) ( in un giorno tu faresti 84 kwh non kw)<br>Ciao<br><br><span class="edit">Edited by buran001 - 1/9/2007, 00:45</span>

luigiduca
11-09-2007, 16:58
A propostio di turbine: cercando un po&#39; ho visto delle curiosissime turbine inventate da quel geniaccio del sig. Tesla ai primi del &#39;900 che invece di avere le pale, sono semplicemente dei dischi spaziati opportunamente uno dall&#39;altro che sfruttano l&#39;effetto dell&#39;attrito dello strato superficiale. Qualcuno le conosce e può darmi la sua opinione al riguardo? In teroria dovrebbero essere relativametne semplici da autoprodurre.<br><br>Saluti

scu
12-09-2007, 00:27
So che è una tecnologia utilizzata anche per alcuni tipi di pompe.<br>Non sono particolarmente fondato su questo tipo di argomento, intuitivamente mi viene da pensare che le tolleranze in gioco per far si che funzionino al maglio siano molto ridotte, discostandosi credo che le prestazioni cadano a picco, altre soluzioni con palette dalle forme svariate mi sembrano decisamente più tolleranti ed atte ad una eventuale autocostruzione artigianale.

buran001
12-09-2007, 01:00
Ciao, la turbina di Tesla era progettata per funzionare a vapore ma con acqua a pressione gira lostesso con rendimenti molto inferiori al vapore,sono obsolescenza e possono essere utili per l&#39;utilizzo a vapore nell&#39;ambito amatoriale, c&#39;é una ditta che vende i pezzi per una piccolissima turbina avapore ben fatta e raffreddata e lubrificata ad olio da pochi kw.<br>Ciao

snowstorm
12-09-2007, 08:23
potresti mettere il sito?<br> ciao

curiosone2007
15-09-2007, 15:31
Salve a tutti,<br>mi sono registrato per poter condividere una mia vecchia idea:<br><br>&quot;Applicando piccole turbine sugli impianti domestici tipo ingresso acquedotto e impèianto riscaldamento con caloriferi, non sarebbe possibile una certo &quot;recupero &quot; di energia?<br><br>Grazie per l&#39; attenzione e scusatemi se ho detto una cavolata.<br><br>Ciao

turbo turbina
15-09-2007, 15:47
ciao curiosone<br>penso proprio di si

buran001
15-09-2007, 17:01
Ciao a tutti, penso proprio di NO

remtechnology
17-09-2007, 11:21
Io propendo per il SI...<br>Saluti a curiosone comunque<br>Rem

sandroturbine
17-09-2007, 12:40
Decisamente Si nel senso che non è fattibile.<br>Saluti a tutti<br><br>Sandro.

buran001
27-09-2007, 20:43
Ciao Sandro,<br>che fine hai fatto...<br>Stavi progettando costruendo qualcosa del genere assieme al tuo amico ....&quot;Cargo&quot;<br><br><a href="http://image.forumfree.it/fc/422935/1190925325.jpg" target="_blank"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/176efbf51bcd86958032f2a2aa6cdaa1.jpg" alt="image"></a><br>Fantastica ma che portata e potenza avra&#39;?<br>Ciao.<br><br>Per la questione di recuperare l&#39;energia all&#39;acqua in casa dall&#39;acquedotto con una turbinetta si puo&#39; anche fare,a patto che poi uno si porti l&#39;acqua (prelevata a valle della turbinertta) in casa con i secchi&#33; e pure per farsi la doccia dato che non avra&#39; piu pressione e l&#39;acqua dasola non va&#39; in salita.Ecco perche non penso, ma sono sicuro di NO.<br><br><span class="edit">Edited by buran001 - 27/9/2007, 23:17</span>

MetS
27-09-2007, 20:55
Sono per il NO, troppa poca energia, troppa spesa, poca resa.<br>Lascia perdere ci son cose piu&#39; importanti.<br><br>MetS

andrefac
27-09-2007, 22:26
ciao ragazzi io ho un grosso problema,ho una baita a 1000 metri di altezza e di corrente nn ce ne &#33; in compenso ho un torrentello che scorre a ben 150 metri di distanza e avevo pensato di sfruttarlo.....ma come? ho costruito una turbina che sfrutterebbe poi una dinamo di una bicicletta, che poi genera un a potenza di 6v e 3w estremamente ridicola in confronto alle cifre prima indicate.....ma a me serve solo per avere della luce in casa a 0 prezzo e sempre. la dinamo è collegata alla ruota di una bici la quale è attaccata a una turbina, che assomiglia di piu alle pale di un mulino. il sistema funziona , ma il problema è questo. la centrale è a 150 metri dalla baita e io se tiro un cavo per tutta quella distanza,nn ci faccio piu funzionare nemmeno una calcolatrice......come cavolo posso fare per trasportare la corrente o pert generarne di molta di piu???? di acqua dal ruscello ne scende parecchia ma nn posso deviarlo per 150 metri &#33;e nemmeno comprare un tubo che abbia una portata piu grande di una ggrondaia......che gia mi costa&#33;&#33;&#33;&#33; consigli vi prego consigli

MetS
28-09-2007, 00:30
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (andrefac @ 27/9/2007, 23:26)</div><div id="quote" align="left">ciao ragazzi io ho un grosso problema,ho una baita a 1000 metri di altezza e di corrente nn ce ne &#33; in compenso ho un torrentello che scorre a ben 150 metri di distanza e avevo pensato di sfruttarlo.....ma come? ho costruito una turbina che sfrutterebbe poi una dinamo di una bicicletta, che poi genera un a potenza di 6v e 3w estremamente ridicola in confronto alle cifre prima indicate.....ma a me serve solo per avere della luce in casa a 0 prezzo e sempre. la dinamo è collegata alla ruota di una bici la quale è attaccata a una turbina, che assomiglia di piu alle pale di un mulino. il sistema funziona , ma il problema è questo. la centrale è a 150 metri dalla baita e io se tiro un cavo per tutta quella distanza,nn ci faccio piu funzionare nemmeno una calcolatrice......come cavolo posso fare per trasportare la corrente o pert generarne di molta di piu???? di acqua dal ruscello ne scende parecchia ma nn posso deviarlo per 150 metri &#33;e nemmeno comprare un tubo che abbia una portata piu grande di una ggrondaia......che gia mi costa&#33;&#33;&#33;&#33; consigli vi prego consigli</div></div><br>Andiamo con calma.<br>La baita sta a mille metri e non ci vivi.<br>Quanto tempo all&#39;anno la utilizzi?<br>Che dimensioni ha la baita?<br>Quanta energia hai bisogno e per che utilizzi (lampadine, frigorifero, stereo, televisione ecc).<br>Con la dinamo della bici ricavi pochissimo e sopratutto non la trasporti semplicemente con un cavo, si disperderebbe prima di arrivare alla baita.<br>Sul forum ho visto in passato un utilizzo similare ma con distanze inferiori.<br>Il torrentello sta nella tua proprieta&#39;?<br><br>Rispondi ai miei quesiti e vedrai che una soluzione te la troviamo.<br><br>ciao<br>Mets<br><br>PER IL MOD, FORSE E&#39; MEGLIO APRIRE UNA NUOVA DISCUSSIONE SPECIFICA?<br><br><br>

buran001
28-09-2007, 02:25
Ciao, io abito a 1300 tutto l&#39;anno &#33;<br>complimenti ti sei arrangiato con quello che avevi&#33;<br>Giustamente come ha detto Met, non ci abiti tutto l&#39;anno, ti basta un illuminazione a basso consumo caricare un cell e accendere una radiolina o piccola TV ecc.<br><br>Prima di tutto devi misurare la potata del ruscello in litri al secondo,poi devi misurare il salto massimo realizzabile in metri (piu salto = piu potenza) i dati dovranno essere il piu&#39; precisi possibile.<br><br>po si vede il dafarsi,150metri non sono cosi tanti... ma se non ti puoi permettere di investire qualcosina per tutto allora stai al buio, un tubo per la portata presunta non é affatto costoso, perché non puoi derivarlo per 150mt,intendevi forse portarti il tubo vicino a casa? se si ma solo se il salto in metri aumenta quel tanto da quadagnarci in potenza e farne valere la spesa,cerca di realizzare il massimo salto ottenibile andando a fissare il punto di presesa dell&#39;acqua il piu in alto possibile, e la turbina piu&#39; in basso possibile ma nelle vicinanze della baita anche 150MT, conta che una turbinetta é talmente piccola che ci sta&#39; in un pozzetto, e te la puoi portare a mano quando ci vai o smontarla e lasciarla in baita quando torni a casa.<br><br>senza i dati nessuno é ingrado di aiutarti&#33;<br>P.S. un amico aveva lostesso tuo problema per anni,ad oggi si ritrova con 5,6kw&#33; scalda con due stufette elettriche,ha la tv il frigo e un piccolo boiler per lavarsi carica il cell utilizza il portatile e sopratutto ha finito di consumare gas per vederci e lavarsi.

sandroturbine
28-09-2007, 12:15
ciao a tutti ,<br><br>Si buran ,sono poco presente ma voglio recuperare .<br><br>la turbina che hai scovato è effettivamente fatta da noi per la Svezia ,anzi ne abbiamo fatte 2 uguali .<br><br>I dati sono : H 30 mt Q 500lt/sec 6 ugelli fissi controllati da valvole motorizzate DN 200 (quelle a aria che vedi sono state sostituite con attuatori elettrici da 400N/mt)<br>Generatore asincrono 12 poli 500 Giri/min 132 KW . Ruota 400 mm turgo in acciaio inox .<br>La potenza d&#39;uscita è di 100KW a pieno carico. il peso totale con il collettore DN 500 e il motore è 50 quintali.<br><br>Per andrefac : ti hanno gia fatto troppi quesiti ,per ora bastano&#33;<br><br>

andrefac
29-09-2007, 12:19
il salto sara di 20 metri credo se nn di piu solo se riesco a incanalare tutta l acqua dentro un tubo chiuso per tutti quei metri....e la portata del torrente sinceramente nn è calcolabile a occhio dovrei rima sbarrarla e poi calcolare.......ma cmque mi riempie benissimo una grondaia da 15 20 cm di diametro con un flusso continuo.<br>per spiegare i miei impiegi di corrente ....direi che gia fare accendere una lampadina che mi illumini la saletta va benone&#33;e si fare andare un orologio e caricare il cell...pero se potessi generare piu corrente nn mi fa schifo.....il problema è proprio l investimento che posso metterci.....davvero esiguo..nn lavoro e ho un baget davvero basso<br>

buran001
29-09-2007, 14:49
Ciao,fai un passo alla volta,o meglio un pezzo alla volta, prima cerca di incanalare l&#39;acqua in un tubo di diametro adeguato (serve sapere i litri al secondo) dal punto piu&#39; alto possibile,per un salto anche di 30 mt basta un tubo per fognatura in pvc quelli arancioni sono economici , ma per il diametro giusto servono i dati.<br>Poi piu&#39; avanti ti occupi della turbina,e piu avanti ancora del motore alternatore e alla fine l&#39;impianto elettrico, piano piano la installi pezzo pezzo, sincerramente credo che riuscirai ad accendere di piu di una lampadina, ma senza i dati precissi e massimali di salto e portata non si riesce a calcolare niente.<br>Ciao

andrefac
29-09-2007, 16:15
quanto potra costare il tubo di quello da fognatura? e il salto deve essere in verticale? se ce l ho in obliquo?nn riesco ad avere una cascata in verticale di 20metri&#33; al massimo posso mettere un tubo che corre per lungo la costa della montagna ma nn piu lungo di 30 40 metri perche se no sconfino in terreno altrui&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/72917938f91f892a5b39e5853edf43b2.gif" alt=":)">

buran001
29-09-2007, 20:11
Ciao,come faccio a dirti quanto costa un tubo in PVC se non so&#39; quanta acqua ci deve passare dentro per calcolare il diametro?<br><br>Per il salto lo puoi fare come vuoi... certo che se riesci ad avere la condotta rettilinea che segue il pendio utilizzi meno tubo,se devi in orrizontale,obliquo rispetto al pendio devi utilizzare piu condotta,come salto non si intende a 90° che sarebbe praticamente ipossibile se non c&#39;é una scarpata verticale a 90°<br>Il tubo dovra essere il piu&#39;rettilineo possibile, senza curve infossamenti o dossi, per il resto lo puoi posare come vuoi in verticale rispetto al pendio o in orrizontale e in discesa che taglia il pendio,una soluzione per risparmiare il tubo e diminuire le perdite di carico ed aumentare il rendimento é quella di fare un canale aperto a pelo libero praticamente in bolla,in orrizontale rispetto al pendio che segue l&#39;andamento della scarpata fino a dove partira&#39; la condotta dritta fino alla turbina questo anche per avvicinarla a casa o di portarla dove si riesce ad installarla il piu&#39; in basso possibile per aumentare il salto.<br><br>Se teniamo conto di 20-25 metri di salto e una portata di 30L/s riesci tranquillamente a ricavare piu&#39; di 3000W (3kW)&#33;&#33;&#33; altro che una lampadina &#33;<br>la condotta in pvc di diametro i nterno di 20cm ti costera&#39; nuova al massimo 14 euro,ma si riece anche a trovare a meno nelle imprese edilizzie o stradali che ne comprano a chilometri &#33;hanno il bicchiere di giunzione con la guarnizione (mascio femmina) se aumenti il salto diminuisce la portata ma aumentano sia i rendimenti che la lunghezza della condotta,questo a parita di potenza prodotta, cerca di arrivare se é possibile a 30 metri di salto (dislivello dal pelo dell&#39;acqua di monte a dove installerai la turbina con girante a cucchiai TURGO &#33;<br>Ciao

ocram
03-10-2007, 19:44
ciao Buran, complimenti davvero, ma di dove sei? se non ti disturba e non sei troppo lontano dalla Toscana vorrei venire a vedere il tuo &quot;fai da te&quot; così magari me lo faccio anchio.. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/eb64b7a3d7d3b27d7f48fbd21a1698ed.gif" alt=":)">

buran001
03-10-2007, 21:46
Siamo un po&#39; lontani... V.Aosta&#33; ma se ti serve una mano... siamo qui anche per questo...<br>Ciao

ocram
07-10-2007, 09:57
azz.. peccato, comunque beato te, lassù ci sono dei posti stupendi.

buran001
07-10-2007, 11:19
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">azz.. peccato, comunque beato te, lassù ci sono dei posti stupendi</div></div><br>No&#39; beto te che in Toscana ci sono altrettanti stupendi &#33;

ocram
07-10-2007, 11:33
non dove stò io, nell&#39;appennino, e non è un gran che..<br>fossi nel chianti, o in maremma, potrei darti ragione.

Mteo
02-12-2007, 19:57
Ciao a tutti, volevo fare i miei più sinceri complimenti a buran001 per il progetto e la realizzazione della sua centrale artigianale.<br>Per ora avrei una domandina di carattere normativo, in seguito arriveranno sicuramente altre domande di carattere tecnico.<br>Per autocostruirsi una mini centrale idroelettrica come quella di buran, oltre alla concessione per lo sfruttamento di un corso d&#39;acqua ad uso ideoelettrico(che gi&agrave; possiedo) bisogna rispettare normative o far fare progetti considerando che l&#39;energia prodotta sarebbe autoconsumata?<br><br>P.S.:ho spulciato il forum, ma non sono riuscito a trovare queste info, chiedo scusa se qualcuno ha gi&agrave; fatto questa domanda.<br><br>Ciao, grazie.

buran001
02-12-2007, 23:41
Ciao<br>Grazie e benvenuto&#33;ma non ho fatto niente di particolare,sono &quot;molti ma non tanti&quot; che hanno turbine idroelettriche private in funzione e addirittura (utenti del forum) in parallelo alla rete per la vendita o vendono direttamente piccole turbine&#33;<br>Se possiedi gi&agrave; la subconcessione ad uso idroelettrico sei gi&agrave; molto fortunato e avanti con la burocrazia infernale&#33;<br>Per il resto dovrai rispettre tutte le normative in fatto di sicurezza e di sicurezza elettrica,presumo visto che possiedi una concessione,che le altre siano a posto.(sorgono alcuni dubbi ma puo&#39; essere)<br>Di che potenza stiamo parlando? salto/metri? liri/secondo?<br>Ciao

Mteo
03-12-2007, 09:06
Ciao,<br>la portata massima che posso sfruttare è di 31l/s, il salto è di circa 11m, diciamo che se riuscissi a produrre 1,5Kw sarei più che contento.<br>Visto che la potenza è molto piccola l&#39;unica soluzione che vedo è quella del fai da te e dell&#39;auto consumo e proprio per questo mi interessava sapere quale altra burocrazia serve oltre alla concessione, perché se si iniziano a far fare progetti, domande in provincia ecc. mi passa la voglia.<br>Pensavo di utilizzare come te una turbina di tipo cross-flow, dai conti che ho buttato giù ho calcolato che la turbina avrebbe un raggio dei dischi di 200mm, una distanza tra i dischi di 90mm con 20 pale ricavate da un tubo di 2-1/2&quot;. Per il distributore non ho fatto ancora nessun conto, per il generatore pensavo di utilizzare un motore trifase per produrre in monofase.<br>Sono ben accetti consigli di ogni tipo.<br><br><a href="http://img510.imageshack.us/my.php?image=bankidq8.jpg" target="_blank"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/5c891ddfb4744f48ef6ee89b844b9a53.jpg" border="0" alt="Free Image Hosting at www.ImageShack.us"></a>

buran001
03-12-2007, 11:48
Ciao,hai piu&#39; o meno il mio stesso salto, per 31 l/s e 11 metri io starei piu&#39; sui 5-6 centimetri di larghezza con un diametro sempre di 20cm,ma volendo la puoi anche rimpicciolire a 15cm e allargarla,cosi&#39; ti gira piu&#39; veloce,se sei bravo sono qualcosa in piu&#39; di 1.5kw&#33;<br>Potresti farla tutta in inox con albero da 25mm di diametro massimo (in tal caso non passante&#33;), D1 di 150mm e d2 di 100mm e L di 70mm circa con palette ricavate da tubo sempre inox di 10cm di diametro tagliato per lungo e large circa o poco piu&#39; di 5cm (l&#39;angolo di curvatura sul dorso delle palette dovra&#39; essere di circa 74-75 gradi) per farlo sarebbe meglio avvalersi di un piccolo tornio manuale,trapano a colonna e saldatrice /tieni conto che le palette dovranno uscire leggermente, lateralmente dai dischi li saldi e li tornisci per lisciare gli esterni.<br>Guarda questa <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a482ec4bbd56aa5254e59a6df136926c.gif" alt=":D"><br><a href="http://image.forumcommunity.it/4/2/2/9/3/5/1196677650.jpg" target="_blank"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/30649facd1317f8d9647a20fc569e317.jpg" alt="image"></a><br><a href="http://image.forumcommunity.it/4/2/2/9/3/5/1196678244.jpg" target="_blank"><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2c5efbb266d2ef52aaf3ef67dce30919.jpg" alt="image"></a><br>nella foto sopra manca tutta la cassa della turbina,é una foto indicativa,si notano le due flange laterali della cassa,solo a destra si nota il foro filettato per i rubinetti di drenaggio prima delle tenute, (dopo il dischetto deflettore fissato sull&#39;albero con una brugolina) poi c&#39;é il supporto tenute che supporta anche i supporti blu dei cuscinetti autocentranti questo é fatto perche la mia ha la cassa stagna e scarico aspirato,con la possibilit&agrave; di estrarre lateralmentela girante,nel tio caso ma sinceramente anche nel mio é un po&#39; esagerato &#33; basta un coperchio superiore imbullonato con guarnizione,così si eliminano le flange laterali, ma se vuoi fare come ho fatto io,pero&#39; senza flange dovrai comunque montare le tenute per proteggere i cuscinetti ed seguire una cassa turbina smontabile da un fianco o girante sfilabile da sotto.<br>Ciao

Mteo
03-12-2007, 12:07
Penso che procederò per step, prima provo a farla nel modo più semplice possibile, poi se tutto funziona si potr&agrave; fare un pensierino alla cassa stagna.<br>Su che diametro mi posso orientare per la tubazione che parte dalla vasca di carico per quei 31 litri?<br>Se mi confermi che oltre alla concessione non servono altre &quot;scartoffie&quot; inizio a lavorarci sopra subito <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/2a77bb1062325cdba7e95de2e28a99ab.gif" alt=":D"><br>Ciao

officina
15-02-2008, 14:20
<b>buran001</b>buran001<br>ciao Buran001, oggi sono capitato in questo forum, ed ho trovato molto interessante quello che hai fatto.<br>Da tempo io ed il mio collega, entrambi elettricisti, ci siamo chiesti come hai fatto ad alimentare il motore da 7HP con dei condensatori (trasformarlo in un generatore di corrente).<br>grazie mille

officina
15-02-2008, 14:40
Scusa Buran se ti disturbo, riesci gentilmente a darmi una risposta?

i2viu
17-02-2008, 10:22
Qualche anno fa avevo messo questa pagina se può servire per i calcoli ...<br><a href="http://digilander.libero.it/i2viu/energia.html" target="_blank">http://digilander.libero.it/i2viu/energia.html</a><br>Buran ho provato a mettere i tuoi dati ma mi vine solo 3,5KW dove sta l&#39;errore<br>forse il tuo sistema rende di più di quanto ho ipotizzato cioè 0,64% mi interessa<br>per sapere se il mie calcoli sono corretti o errati...grazie<br><br>By i2viu<br>Vittorio<br><a href="http://digilander.it/i2viu/index.html" target="_blank">http://digilander.it/i2viu/index.html</a>

illo41100
17-02-2008, 14:05
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (officina @ 15/2/2008, 14:40)</div><div id="quote" align="left">Scusa Buran se ti disturbo, riesci gentilmente a darmi una risposta?</div></div><br>Buran allora mi vuoi fare proprio inc******&#33;&#33; Allora se dopo 20 minuti non mi hai dato la risposta almeno dopo 2 giorni mi DEVI RISPONDERE &#33;&#33;<br><br><br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e9b217b1be5697e27a77f68dd2d7f041.gif" alt=":wacko:"> Che Gente &#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/6158690589f6ea729d5d6b175848ad9c.gif" alt=":(">

officina
18-02-2008, 09:55
illo41100<br>ciao illo, l&#39;ho trovato quello che mi serviva, non avevo letto bene le precedenti discussioni, ero impaziente perchè volevo immediatamente operare.<br>grazie mille.

buran001
19-02-2008, 01:39
x I2VIU... Grande servirebbe proprio un esperto di elettronica&#33; disponibile come tè a risolvere alcuni problemi come sul tuo sito (alcuni si possono risolvere piu&#39; semplicemente con prodotti elettrici commerciali)<br>Il titolo é d&#39;effetto &#33;<br>Dento c&#39;é spiegato... I tuoi calcoli sono corretti&#33;&#33;&#33;<br><br>x Officina,tieni presente che un forum non é un call-center,sono ben disposto a darti consigli se no&#39; non sarei qui a risponderti...Capisco la smania di fare,ma porta pazienza, basta un msg su un post mio o che che seguo o anche in MP e quando avro&#39; tempo ....<br>Sono contento che hai risolto,se facevi una piccola ricerca sul forum trovavi varie discussioni su questo argomento,sia con sistema trifase +&quot;neurto&quot; che col sistema &quot;bilanciato&quot; col sistema C-2C in monofase. Comunque l&#39;esperto degli asincroni autoeccitati tramite condensatori esterni e Sandro T. Spero che non ti serva per costruire un gruppo elettrogeno, magari di piccola potenza&#33; Occhio che i diff non scattano diventano trasparenti,avrai il &quot;neutro&quot; isolato &#33;&#33;&#33;<br>Ciao<br>

officina
19-02-2008, 13:55
x buran<br>grazie tante dei consigli.<br>ho anche gi&agrave; contattato Sandro T.<br><br>ciao

AvioP
02-03-2008, 09:46
Complimenti buran001&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;

buran001
03-05-2008, 04:12
Ciao,garzie Aviop !

h2o
06-06-2008, 18:27
INNANZITUTTO, complimenti!

per un forum così ricco di consigli e soppratutto della condivizione del proprio sapere, esperienza e umanità di chi con i propri commenti lo anima!

E' da qualche mese che vi giravo in torno, e oggi mi butto! questo prima perché la materia mi stà molto a cuore, secondo perché ne avrei anch'io bisogno di qualche dritta... e più che di una dritta, di un aiuto!

Finalmente dopo aver visto il forum ed aver letto sulla tua sperienza (BURAN001) non ho potuto non buttarmi nella mischia...

Sono originario di un paesino inmerso nelle andi della colombia, in sudamerica, dove tuttora vive la mia famiglia.

Nella piccola frangia (5 ettari apross) di terra, dove sono nato, mancano tante cose, tra queste la corrente elettrica, anche se i fili dell'alta tensione che vanno alle case dei miei vicini passano sulla nostra testa. perché? vi chiederete! semplice, il mio vicino ne possiede circa diecimilla ettari di terreni per il pascolo delle sue mucche!

A lui, i politici hanno fatto arrivare la corrente fino a casa sua. Ho chiesto alla ditta fornitrice della eletticità Z un allaccio alla rete e mi dissero di chiedere al mio vicino il permesso per l'aggancio al suo trasformatore. come era di sperarsi, ha detto no! anche se il trasformatore appartiene alla ditta Z e non a lui. In aggiunta volleva anche togliermi il diritto di usare il sentiero che dalla strada porta a casa mia, circa 200 metri attraverso la sua proprietà, ma non ha potuto perchè è un sentiero che gode del diritto legale di servitù.

Altrimenti?:domanda:

Chiedere alla ditta Z una visita tecnica, per i rilevamenti del caso. E' stata fatta altroieri, e la risposta?

Mi è arrivata questa mattina. Dovrei comperare un trasformatore, 2 pali della luce, circa 300 metri di cavi, e pagare il tecnico perché faccia l'attacco alla rete dell'alta tenzione. finqui, tutto ok!

ma quanto mi costa?:eek:

la sconvolgente somma di 12.000.000 di pesos, 3.000.000 nella prima rata e gli altri 9.000.000 nell'arco di 12 mesi.

In tutto quasi 5.000 euro, e sapete quanto guadagna un contadino? 9.000 pesos a giornata, ossia poco più di 2,5 euro. Quanto deve lavorare un uomo per raggiungere questi millioni se deve anche soppravvivere dal suo salario?

Io prima dicevo, ma cosa fanno i miei sempre a chiedermi soldi? come ben sapete chi abbiamo la fortuna di essere all'estero la maggior parte del nostro guadagno va alla famiglia. E vi dico que da poco sono stato a casa e sono tornato allivito quando ho visto que il tenore di vita costa quasi tanto come quà.

Bene, basta, altrimenti vi mettete a piangere e mi sà che sarete già per dire che ho sbagliato forum... calmi, volevo solo condividere con voi il mio dissappunto!:arrabbiato:

Ora vi darò una bella notizia, tra il nostro pezzo di terra e quello del vicino fa di confini un ruscello molto grosso tutto l'anno. Ecco ora il perchè sono qui e ora si al dunque::freccia:

Signori, partendo dalla realtà che di turbine ne sò niente, di formule fisiche e robe varie tanto meno... ma mi piacerebbe realizzare un qualcosa che ci dia un po di corrente. Un frigorifero, una radio, forse un piccola tv ai miei e l'illuminazione notturna per cinque stanze e luci esterne. Niente forni, acqua calda, perché non occorrono.

Ho trovato nelle mie ricerche questo sito:

http://www.watermotor.net/indexflash.htm

Qualcosina ho capito, soltanto che è tutto in inglese e nemmeno quello è il mio campo. Se qualcuno di voi dà una occhiatina e mi sà dire se viene al caso...

grazie per la pazienza e a voi la parola!:)

un saluto di h2o

PS: scrivo usando il plurale perchè ancora non sono molto bravo ancora col forum e non so se sto scrivendo a tutti o solo a buran.

h2o
06-06-2008, 18:44
Adesso si, Ciao Buran, le mie congratullazioni!

Io sto a metà tra modena e bologna ma ( scusa la confidenza ) se sei d'accordo potrei fare un salto fin da te x vedere la tua opera maestra... non sò di preciso dove sei, ma dicono che domandando ci si arrivi a roma, lo stesso sarà per arrivare fino lassù.

aspetto risposte!

grazie di h2o

buran001
07-06-2008, 11:10
Ciao,bè c'é da dore che 5000 Euro per tutta quella roba é pochissimo,(trattasi di un trasformatore sicuramente in media tensione e pali e cavi!) in Italia non basta aggiungere uno zero! Poi sono stati velocissimi nella risposta ! (qui da noi non sarebbe bastato un anno!) Hanno indicato di collegarsi al trafo esistente del tuo vicino per una questione di risparmio,(valido solo se la linea in bassa tensione é relativamnente corta) il trafo dovrebbe essere dell'ente dietributore,ma potrebbe come si fà da noi averlo pagato lui,(come hanno detto poi anche alla tua famiglia)
Ripeto 5000 euro sono pochissimi da noi o perlomeno dalle mie parti sono riusciti a chiedere 7000 euro per una linea interrata monofase in bassa tensione a 230V di 150 metri e un contatore da 3kw per una baita!

Per progettare una centralina idroelelettrica servono dei dati,sul salto massimo in metri realizzabile e sulla portata del ruscello,da li si può capire quale turbina é piu adatta.

Serve una misurazione precisa da dove sbuca il ruscello nella proprietà (dal pelo dell'acqua) al punto piu basso possibile,tenendo conto che dovrebbe stare vicino o nei pressi della casa,(altrimenti la linea elettrica costa...)piu é lontana dalla casa piu metri di linea servono e piu il cavo deve essere "spesso".

Poi serve la misurazione della massima quantità d'acqua prelevabile in modo costante tutto l'anno (in base al ruscello,se varia la portata o meno ecc )

Avendo questi dati (salto massimo in metri e litri costanti al secondo derivabili e lunghezza presunta della condotta)si puo già valutare il dafarsi!

Ora non conosco la legislazione Colombiana,ma potrebbe servire un autorizzazione per derivare l'acqua (anche se é nel terreno privato)Informati!

Lascia perdere quella turbina che hai visto,é una turbina Turgo che fornisce solo forza meccanica,alla fine andresti a spendere piu soldi,e magari ti renderesti conto che sono buttati perché magari non é adatta alle tue condizioni di salto e portata.

Quando avrai dei dati,ci risentiremo,qui ci sono molte persone in gamba che sicuramente sono disposte a dare una mano (compreso io) !

Se vuoi venire a vedere la mia creatura non ci sono problemi,ma mi pare esagerato e inutile fare tanta strada! (al massimo posso offrirti un assaggio dei prodotti tipici locali!)

Ciao

pitte
07-06-2008, 11:28
la sconvolgente somma di 12.000.000 di pesos, 3.000.000 nella prima rata e gli altri 9.000.000 nell'arco di 12 mesi.

In tutto quasi 5.000 euro, e sapete quanto guadagna un contadino? 9.000 pesos a giornata, ossia poco più di 2,5 euro. Quanto deve lavorare un uomo per raggiungere questi millioni se deve anche soppravvivere dal suo salario

ciao h2o sò che nn c'entra nulla ma posso dirti che 5 anni fà dovevo far spostare di 10metri un palo telecom, e gli concedevo di rimetterlo sempre sulla mia proprietà........ mi hanno chiesto un qualcosa come 4.400,00€..... alla mia domanda siete matti? sai cosa hanno risposto..... che da quando c'è Colannino amm. delegato non si scherza più..... ho dovuto pagare un avvocato per poter andare avanti con i lavori..... roba da matti.... ciao e buona domenica

ezio52
08-06-2008, 09:46
premetto che sono abbastanza ignorantye nel campo ma la mia forza sta nella curiosità. non ho fiumi che mi passano i casa, tantomeno una diga sul tetto. ma mi piacerebbe, per sfizio, poter costruire un generatore di corrente, anche molto piccolo. bastya che funzioni. e avevo pensato magari di usare la tubatura della grondaia. che dite? si può?

Complimenti a buran.

Per Verdana ...non ti allargare troppo! Anche senza grondaia... basta lo sciacquone del cesso (non occorre abitare in montagna per averlo ):)
cerca Benkatine Turbine su google
saluti

h2o
08-06-2008, 10:41
ciao buran001,
grazie per la disponibilità!

sai, mi piacerebbe davvero veder di persona la tua opera, questo xché mi aiuterebbe a rendermi una idea più concreta delle cose...
chizzà che un giorno non andiamo insieme in col. così anche te puoi renderti una idea più concreta di laggiù... ma non tutto è brutto, ce ne da divertirsi parecchio... sanamente, certo!

x la visita già ci si può accordare! senza molta fretta, quando vuoi e puoi, intanto per le misure e tutte quelle altre cose, vedrò cosa posso rimediare!

perora goditi gli europei e buona domenica!

grazie di nuovo per la tua disponibilità!

h2o

h2o
08-06-2008, 10:49
Ciao pitte, grazie per il tuo apporto!

non sono i 5.000 che mi fanno in... sai lasciamo perdere il fatto che io sia qui e che con un po di sacrificio riesco ad affrontare i costi, mi fa stare male è pensare a chi stà là e che guadagnando una miseria al giorno non potrà mai permettersi una spesa così folle... quando ai ricconi i politici gliella fanno arrivare sotto casa e gratis!

lasciam perdere... sono cose (ingiustizie) che più ci si pensa e più ci si stà male!

ciao e buona domenica!

h2o
08-06-2008, 10:56
ciao, non credo che con la grondaia, ma da qualche parte avevo sentito di uno che pensava meglio a gli scarichi del lavandino o qualcosa simile...

poi, se ti interessa il mini, allora incomincia da quello delle bici... la dinamo, quella piccola, tanto il principio credo sia lo stesso!

poi sai, parlo da ignorante... e come te vivo solo di sana curiosità!

by, buona domenica!

sandroturbine
08-06-2008, 16:43
Ciao H2o , ciao a tutti .
sono stato in Perù sulla cordigliera Balnca e in Bolivia nella zona di Santa Cruz . Mi sono occupato di comunicazioni radio e Micro idroelettrico per l'operazione Mato Grosso. Conosco queste piccole realtà immerse nelle Ande ,mi sembra di vederla la tua propietà !
Ma veniamo al tuo problema . Sono sicuramente daccordo all'idea di sfruttare il tuo torrente . Se hai la possibilità di ottenere un dislivello di almeno 20, 50 mt mt ridurresti al minimo le spese per la turbina .Considera che il costo di una turbina sale in proporzione alla potenza generata ,ma anche alla quantità d'acqua che deve turbinare .
Se hai poco dislivello , 5-10 mt sicuramente i consigli di Buran per una Banki ti saranno preziosi .
Posta alcune foto del ruscello vicino a casa tua ,e vediamo cosa si può fare .
Ricorda che un generatore idroelettrico darà una grande mano alla tua famiglia . Anche se 4 o 5000 euro sicuramente li spenderai per fare tutto il lavoro , l'investimento verrà ripagato molte volte . La turbina deve essere fatta con componenti semplici ,facilmente reperibili anche in zona ,quanti macchinari provenienti dall'Europa ho visto arrugginire sotto le piggie amazzoniche per colpa di un filtro introvabile o di un componente obsoleto !
Ciao.

buran001
08-06-2008, 21:42
Concordo con Sandro,capita spesso che alcuni macchinari donati per migliorare la vita da associazioni europee e non dopo un paio di anni vengano buttate o abbandonate perché difficili da riparare o trovare i pezzi di ricambio localmente!
(Sandro,ti sei dimenticato...?)

X H2o,se vengo la... rischio di rimanerci e di non tornare piu!!!
Ciao

h2o
09-06-2008, 11:12
Ciao H2o , ciao a tutti .
sono stato in Perù sulla cordigliera Balnca e in Bolivia nella zona di Santa Cruz .
Ciao.

ciao sandroturbine, come buran, non mi sei nuovo visto che da qualche mese seguo i vostri interventi ed è un piacere risponderti!

ok. vedrò di procurarmi queste foto, così che ci si possa avere una idea più chiara del posto... comunque non ci sono problemi perche di caduta compresa ce ne, anche piccoli salti! comunque hai raggione su i materiali sul posto e in quanto ai costi!

grazie per la disponibilità... buona settimana, a presto!

ps. la colombia è ancora molto più bella del perù, senza nulla togliere anche a loro! ah, e l'invito fatto a buran e anche per te, a maggior raggion che di posti simili ne hai visti!

h2o

h2o
09-06-2008, 11:17
ciao buran... ciao a tutti... questo di andare e rimanere lì è cosa che molti vorrebberro! almeno è quello che ho sentito dire a quelli che son andati e dopo che son tornati così lo dicono, ma proprio con sentimento!

buona settimana!

minimaltribe
28-06-2008, 03:15
Non sapevo che l'idea fosse gia cosi praticata, mi fa solo che piacere !!!!!

Io invece l'ho pensata cosi :

Deep Action: Il vero risparmio economico ed una giusta soluzione al problema energia, incontrante le esigenze ecologiste dal punto di vista Anarchico. (http://deepactions.blogspot.com/2008/06/il-vero-risparmio-economico-ed-una.html#links)

Saluti a tutti

minimaltribe

buran001
28-06-2008, 22:40
Ciao,la turbina su acquedotto ,o meglio in casa sul tubo é poco praticabile,sono piu i costi che i benefici,se cerchi su googlr c'é chi le montra tra il tubo della cassetta e il gabinetto,ma sonon solo giocattoli e servono veramente a poco per carpirne un risparmio.

Se uno monta una turbina all'ingresso dell'acquedotto,a parte l'esigua potenza ridicola che esce,pure discontinua,si ha un calo drastico della pressione,poi per riavere una presione decente intorno ai 3 BAR bisognerebbe ripomparla,molti acquedotti non sono a caduta ma sono a pompaggio,l'acqua costa...
In oltere 100 anni di turbine pensi che nessuno ci abbia provato !
(io cancellerei quella pagina web,dimostra molta fantasia e poca cognizione di cosa,come quelli che vogliono spegnere il led della TV per risparmiare o i lumini elettrici dei cimiteri!)

minimaltribe
29-06-2008, 16:07
Ciao buran001, grazie per l'attenzione.

No, cancellare una cosa scritta, no, del resto è la fantasia che genera idee, quando è solo fantasia va bene uguale, del resto se l'idea inerente " turbine negl'acquedotti" non è valida, sono pur vere altre riflessioni anche se semplici sul nucleare o la provocazione Anarchica...

Poi è pur vero che non sono esperto ma è specificato nel post stesso, quindi visto che sono onesto perche cancellarlo..??

Poi un'altra cosa,oggi viviamo un mondo tecnologico fatto di cose che ieri erano enormi ed oggi portabili nella tasca della giacca .

Immagino che se le turbine stesse venissero studiate e progettate per essere "micro" ma di alto rendimento, l'aspetto della vicenda potrebbe cambiare.

Ecco però il tema secondario del mio post che appare, diventa primario, nessuno investirebbe per un progetto calcante la mia idea .

Semplicemente perche non è l'idea che la società persegue.


Poi come sempre, ricordo che ho il piacere di venire in questo forum anche se molto di rado perche ritengo di trovare persone esperte che possono chiarire o aiutare altre persone in mille e altri modi, come accade spesso però spaventa sempre la mia fantasia....:):):):)

Voglio dirti cosi concludo, tu sai , tu conosci gl'aspetti tecnici, io ho la mia fantasia, se in base alla mia fantasia io ti dicessi, prendi dei tubi da 10( da 20, come vuoi) centimetri di diametro,uniscili in maniera da formare un circuito chiuso, dopo di che applica ad essi una pompa da una parte che mantiene l'acqua in circolo ed una o più turbine dall'altra, quanto ci guadagnerei ?????
( pompa o cosa si presterebbe meglio per far girare l'acqua nei tubi)

Se questa idea non viene più realizzata negl'appartamenti ma in un bel capannone, l'idea non è praticabile ????

Una centrale idroelettrica a circuito chiuso.

Ciao ancora e grazie

minimaltribe

illo41100
29-06-2008, 17:29
Un'altro , che ho scoperto il moto perpetuo....possibile che nessuno ci abbia pensato prima.

Chissa' come mai non e' stata ancora costruita una cosa del genere!

hyblo
04-07-2008, 23:13
ciao,scusatemi ma mi potreste indicare dove trovare tutte le info per la parte burocratica,cioè,per avere la conessione per farmi energia per autoconsumo,ho letto dei vostri post al riguardo ma non ho capito bene.
per es. servono comunque delle autorizzazioni anche se il torrente passa accanto alla proprieta?e da parte di chi,forse del comune?
Scusat la mia ignoranza e vi ringrazzio in anticipo per la vostra pazienza.

hyblo
14-07-2008, 11:57
ops, come al solito credo forse di aver sbagliato di nuovo e di aver fatto una domanda fuori luogo,penso di aver inserito il precedente mess nel post sbagliato.
Se volete cancellatemi,non mi offendo.
Il mio problema è che sono alimentato con un solo pannello da 100w e quando navigo vado il più veloce possibile,il vostro forum mi ha entusiasmato e subito mi precipito senza adeguata attenzione.
Event mi farò vivo con un post a sè.
Scusate di nuovo e vi auguro il puù sommo bene
Ciao

cepi85
15-07-2008, 22:07
Ciao buran001, grazie per l'attenzione.

No, cancellare una cosa scritta, no, del resto è la fantasia che genera idee, quando è solo fantasia va bene uguale, del resto se l'idea inerente " turbine negl'acquedotti" non è valida, sono pur vere altre riflessioni anche se semplici sul nucleare o la provocazione Anarchica...

Poi è pur vero che non sono esperto ma è specificato nel post stesso, quindi visto che sono onesto perche cancellarlo..??

Poi un'altra cosa,oggi viviamo un mondo tecnologico fatto di cose che ieri erano enormi ed oggi portabili nella tasca della giacca .

Immagino che se le turbine stesse venissero studiate e progettate per essere "micro" ma di alto rendimento, l'aspetto della vicenda potrebbe cambiare.

Ecco però il tema secondario del mio post che appare, diventa primario, nessuno investirebbe per un progetto calcante la mia idea .

Semplicemente perche non è l'idea che la società persegue.


Poi come sempre, ricordo che ho il piacere di venire in questo forum anche se molto di rado perche ritengo di trovare persone esperte che possono chiarire o aiutare altre persone in mille e altri modi, come accade spesso però spaventa sempre la mia fantasia....:):):):)

Voglio dirti cosi concludo, tu sai , tu conosci gl'aspetti tecnici, io ho la mia fantasia, se in base alla mia fantasia io ti dicessi, prendi dei tubi da 10( da 20, come vuoi) centimetri di diametro,uniscili in maniera da formare un circuito chiuso, dopo di che applica ad essi una pompa da una parte che mantiene l'acqua in circolo ed una o più turbine dall'altra, quanto ci guadagnerei ?????
( pompa o cosa si presterebbe meglio per far girare l'acqua nei tubi)

Se questa idea non viene più realizzata negl'appartamenti ma in un bel capannone, l'idea non è praticabile ????

Una centrale idroelettrica a circuito chiuso.

Ciao ancora e grazie

minimaltribe



ti rispondo io perchè in effetti non ci sarebbe da rispondere,in quanto ci sono varie leggi e enunciati che dicono precisamente che l'energia nè si crea,nè si distrugge,tutto deve preesistere in una forma o in un'altra. devi considerare che i generatori non hanno un efficenza pari al 100 %, e che più generatori ci sono nel tuo circuito chiuso epiù la pompa deve lavorare per farli funzionare,quindi si entra in un circolo vizioso in cui per far funzioanre una cosa devi aggiungere sempre più energia in quanto,come scritto prima essa viene persa da altre parti.

la cosa più inteliggente è quella di convertire energie già esistenti formate dalla natura,appunto eolico,idroelettri,solare, dalle quali però la conversione da sempre un prodotto basso rispetto alla loro reale energia,appunto perchè le conversioni non sono mai al 100% e si hanno perdite ovunque.

spero di averti chiarito un pò le idee,ciao!

borel
04-05-2010, 13:59
Edited by buran001 - 26/3/2008, 23:42

<CENTER>Attached Image</CENTER>
<TABLE style="WIDTH: 50%" class=fancyborder cellSpacing=0 cellPadding=4 align=center><TBODY><TR><TD align=middle>http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/906c831e60a4bc59362e8f0c1b43d092.gif</TR></TBODY></TABLE>[/QUOTE]
ciao buran01 e da parecchio che sto studiando qualcosa per sfruttare energia pulita in qualche modo senza dover spendere un sacco di soldi.. girando su internet per largomento ho visto il tuo messaggio su questo forum. siccome abito in montagna vicino a me circa una 50 di metri ho un torrentello largo circa 3 4 mt profondo dai 20 hai 50 cm circa estate inverno.. riesco ad avere dei picchi di circa 11 mt ma a 100 mt da me .. se riuscissi ad avere 50 60 l/s e quindi ad avere cica 4 kw costanti avrei tanta dispersione? (dato la distanza). se no nella campagna distante circa 70 mt lineari da me ho due falde che c'e sempre acqua estate inverno con possibile picco di 11 mt circa ma con distanza di 100 mt circa di distanza da me anche in questo caso quanta dispersione avrei dato la distanza? con un cavo adeguato la dispersione sarebbe minima? cmq tutto questo e nella mia proprietà innanzitutto secondo te cosa sarebbe meglio torrente o falde? potrei avere delle istruzioni più specifiche per fare una banki artigianale e un distributore? e che alternatore e generatore anche di scarto puo andar bene senza spendere un capitale? se non ti sono di disturbo ti do la la mia email in modo da riuscirci a contattare meglio io pero mi sono appena iscritto e non so come darti lla mia email cioè scrivere un mess privato ciao spero mi risp. presto!