PDA

Visualizza la versione completa : orientatori per pv



nicthepic
10-06-2005, 09:10
ovvero se dovessi installare un impianto solare, quanto migliorerebbe il suo rendimento del sistema se i pannelli seguissero il sole tramite attuatori?<br>Vi sono dati in merito o link di costruttori di questi ?

10-06-2005, 11:15
Io ricordo di avere a casa un vecchio libro riguardante la costruzione di pannelli solari per il riscaldamento dell&#39;acqua i quali si potevano anche dotare di un dispositivo formato da 4 piccoli serbatoi collegati 2 a 2 tra loro, disposti sui 4 lati dello stesso pannello solare, all&#39;interno dei quali vi era un gas (mi pare freon...); il pannello era articolato in modo che potesse essere libero di muoversi nei 2 assi, longitudinale e verticale.<br>Quando uno dei due serbatoi entrava in ombra voleva dire che il pannello non era più in asse con i raggi solari, il gas contenuto nel serbatoio in ombra cambiava densit&agrave; aumentando di peso, così sbilanciava l&#39;equilibrio del pannello facendolo per questo spostare e rimetterlo in asse con il sole.<br>Appena ritrovo quel libro te lo scannarizzo e ti invio il tutto.<br>A presto.<br>

10-06-2005, 12:00
Ma questi tracker però quanto costano?<br><br><br>Nel senso che, in rapporto alla potenza in più che danno, devono costare di meno rispetto all&#39;aggiunta di altri pannelli, altrimenti non sono convenienti...

nicthepic
10-06-2005, 13:09
chiaro che si&#33;<br>per ora convengono solo sui grandi impianti (un motore unico gira decine di pannneli)

andy48
10-06-2005, 17:19
Cari Nic, <br>se hai un po&#39; di pratica di inglese, puoi trovare molte idee (ad esempio quella di usare i led verdi come sensori) sul sito www.redrok.com cercando i SUN TRACKER nella sezione Electronic Project. Altrimenti cerca gli &#39;inseguitori solari&#39; in un motore di ricerca&#33; Personalmente ho fatto un esperimento con le fotoresistenze, ma con risultati deludenti: il progeeto era paerfetto solo sulla carta, in pratica le fotoresistenze erano poco selettive&#33;<br>Buona ricerca&#33;&#33;<br>Andy48

mariomaggi
10-06-2005, 18:05
Il problema grosso e&#39; la resistenza al vento. <br>Un pannello fisso lo si fissa con pochi soldi. <br>Un pannello mobile richiede di solito un riduttore meccanico con ingranaggi o vite senza fine che resista ai colpi di vento senza creare fenomeni di "pitting" sulle parti metalliche a contatto nel riduttore, pena la sua rapida uscita di servizio. <br><br>Credo che la soluzione migliore sia quella di applicare delle molle che alzano il pannello e dei tiranti comandati da un attuatore lineare (tipo telecomando delle vetrate sui tetti) che lo abbassano al punto giusto, azionati da un sensore misto (credo che si possa aggiungere qualche idea nuova ai sensori per inseguimento attuali).<br><br>Ciao <br>Mario<br><br>

nicthepic
13-06-2005, 08:17
mah?<br>per l&#39;elettronica no è difficile, al limite si puo prevedere un sistema a tempo come per gli inseguitori degli osservatori astronomici ( si parametrizza il giorno, la latitudine ecc, il sole è moolto prevedibile).<br>è difficile fer le cose bene ad un costo molto basso, per rendere appetibile l&#39;installazione floating.<br>al costo della meccanica, pregasi aggiungere quello per la installazione....

fede29
13-06-2005, 08:40
Se i risultati sono come quelli indicati <a href='http://datalogger.elettropiemme.it:8080/elettropiemme/pagine/graph.jsp?PERIOD=MESE' target='_blank'>QUI</a> i costi non sono il vero problema ma le superfici.

22-06-2005, 08:14
Il sistema che ho trovato su un libro, e che presto ti girerò, mi sembra abbastanza semplice da realizzare, consta di 2 cilindri all&#39;interno dei quali scorrono a tenuta 2 stantuffi a doppio effetto.<br>Sui 4 lati del pannello si trovano 4 stretti serbatoi, collegati 2 a 2 ai rispettivi singoli cilindri, quest&#39;ultimi muovono rispettivamente il pannello uno in senso verticale, l&#39;altro in quello orizzontale.<br>L&#39;interno dei serbatoi è riempito di gas FREON, molto sensibile alle variazioni di temperatura, questo fluido varia il suo stato da liquido a gassoso e viceversa in tempi rapidi e con poca differenza di gradi centigradi.<br>Al variare dell&#39;incidenza del sole rispetto all&#39;asse del pannello, si viene a creare l&#39;ombra (raffreddando il gas) in uno dei 4 serbatoi. sfruttando il sistema di ombra e di luce solare (riscaldamento ovvero espansione del gas) il gas si espande e fa muovere il pistone al cilindro interessato spostando il pannello di conseguenza.<br>Detto così sembra complicato, ma ti prometto che appena posso ti faccio avere tutto lo schema.<br>Motori elettrici e sensori fotovoltaici sono costosi, bisogna cercare sempre di sfruttare le forze gratuite della natura.<br>Ciao. <br>

nicthepic
22-06-2005, 10:26
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Altarido @ 22/6/2005, 09:14)</div><div id='QUOTE' align='left'>Il sistema che ho trovato su un libro, e che presto ti girerò, mi sembra abbastanza semplice da realizzare, consta di 2 cilindri all&#39;interno dei quali scorrono a tenuta 2 stantuffi a doppio effetto.<br><br></div></center><br> credo che costino di piu stantuffi e serbatoi piu il gas, e farli durare 10 anni costa ancora di piu&#33;

22-06-2005, 11:09
Il freon non costa caro e lo si può recuperare "usato", da vecchi frigoriferi, i cilindri con i pistoni a doppio effetto possono essere del tipo usato per l&#39;apertura dei cancelli automatici.<br>

PV-plant
15-08-2005, 08:53
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (nicthepic @ 10/6/2005, 10:10)</div><div id='QUOTE' align='left'>ovvero se dovessi installare un impianto solare, quanto migliorerebbe il suo rendimento del sistema se i pannelli seguissero il sole tramite attuatori?<br>Vi sono dati in merito o link di costruttori di questi ?</div></div><br> Ciao nicthepic..<br>Un impianto ad inseguimento su due assi produce su base annua un energia mediamente superiore al 30% (al sud anche 35%) rispetto a un impianto fisso orientato in modo ottimale.<br>Naturalmente, tutto dipende dal sito, dal rapporto diretta/diffusa etc...<br><br>ciao<br>

vento fresco
09-09-2005, 14:13
:XXDD: <br><br>idea&#33;&#33; <br><br>l&#39;ho esposta anche nel <a href='http://www.forumcommunity.net/?t=1883978' target='_blank'>FORUM</a> che più mi interessa:<br>utilizzare la motorizzazione dei tunnel vivaistici: leggera, facile da assemblare, poco costosa e (considerando le vele che deve sostenere) robusta.

azbvc
30-12-2005, 20:50
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (sorellaLuna @ 9/9/2005, 14:13)</div><div id='QUOTE' align='left'>:XXDD: <br><br>idea&#33;&#33; <br><br>l&#39;ho esposta anche nel <a href='http://www.forumcommunity.net/?t=1883978' target='_blank'>FORUM</a> che più mi interessa:<br>utilizzare la motorizzazione dei tunnel vivaistici: leggera, facile da assemblare, poco costosa e (considerando le vele che deve sostenere) robusta.</div></div><br>Ciao sorellaLuna,<br>potresti per favore indicare qualche link dove potere visionare o anche acquistare la motorizzazione di cui tu parli.<br>Grazie

FernandoFast
08-01-2006, 15:46
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (mariomaggi @ 10/6/2005, 18:05)</div><div id='QUOTE' align='left'>(credo che si possa aggiungere qualche idea nuova ai sensori per inseguimento attuali).<br></div></div><br>Secondo me l&#39;inseguimento non serve. Basta un programma basato sui cicli del sole che in fondo sono sempre gli stessi. Al massimo potrebbe essere necessario un aggiornamento periodico dei dati.<br><br>Diciamo che il programmino basato su di un orologio posiziona i pannelli in base a posizioni prestabilite... magari è gi&agrave; usato da qualcuno e, sicuramente, potrebbe esser fatto con poco e poi applicato nella gestione robotizzata dei motori che muovono i pannelli...<br><br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'>

pchiara
09-01-2006, 14:05
Ciao a tutti e buon anno<br>....ma di che rapporti di concentrazione stiamo parlando?<br><br><span class="edit">Edited by pchiara - 9/1/2006, 14:06</span>