PDA

Visualizza la versione completa : [olio] verificare sforzo della pompa del gasolio



22-06-2005, 10:50
Premetto che sulla mia audinha a4 1.9 avant giricchio intorno al 70% di olio colzas e va da dio, voglio far notare che le differenze prestazionali le noto solo oltre il 50% sotto quella soglia e tutto è troppo influenzato da fattori esterni umidit&agrave; aria / tamperatura esterna ecc&#33;<br>I consumi secondo me sono diminuiti perchè ho provato sul campo autostradale: Sabato per andare a Bassano du Grappa per gustarmi la disfatta del Bassano hockey dopo la coppa cers anche dello scudetto <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> (FORZA FOLLONICA) "scusate la svirgolata..." ho percorso circa 900 km e avevo ancora 300 km di autonomia che per 65lt di carburante fanno quasi 20 km/lt in quattro, aria condizionata e rispettando i limiti autostradali&#33; quindi diciamo un 5 % in più a occhio considerando che ho viaggiato con una temperatura esterna di circa 35%<br><br>Ma veniamo al dunque: si potrebbe verificare lo sforzo della pompa del gasolio controllando la corrente assorbita? <br>perchè se sforza vuol dire che consuma di più o no?<br><br><br>Ciau Thomas........ :

Gpl
22-06-2005, 11:48
secondo me se sforza è più soggetta a rovinarsi

22-06-2005, 12:47
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (briccko @ 22/6/2005, 11:50)</div><div id='QUOTE' align='left'>Premetto che sulla mia audinha a4 1.9 avant giricchio intorno al 70% di olio colzas e va da dio, voglio far notare che le differenze prestazionali le noto solo oltre il 50% sotto quella soglia e tutto è troppo influenzato da fattori esterni umidit&agrave; aria / tamperatura esterna ecc&#33;<br>I consumi secondo me sono diminuiti perchè ho provato sul campo autostradale: Sabato per andare a Bassano du Grappa per gustarmi la disfatta del Bassano hockey dopo la coppa cers anche dello scudetto <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> (FORZA FOLLONICA) "scusate la svirgolata..." ho percorso circa 900 km e avevo ancora 300 km di autonomia che per 65lt di carburante fanno quasi 20 km/lt in quattro, aria condizionata e rispettando i limiti autostradali&#33; quindi diciamo un 5 % in più a occhio considerando che ho viaggiato con una temperatura esterna di circa 35%<br><br>Ma veniamo al dunque: si potrebbe verificare lo sforzo della pompa del gasolio controllando la corrente assorbita? <br>perchè se sforza vuol dire che consuma di più o no?<br><br><br>Ciau Thomas........ :</div></center><br> Ciao&#33; Secondo me il parametro per misurare lo sforzo della pompa è solo la densit&agrave; del carburante: quindi, data la temperatura esterna e la densit&agrave; di colza e diesel a quella temperatura, è facilissimo fare uil calcolo della densit&agrave; della miscela: vai su tataclub.it, sotto download e scaricati il programmino che calcola le densit&agrave;.<br>Per avere un parametro, puoi confrontare il risultato con la densit&agrave; del diesel (per esempio: con colza al 30% e temperatura esterna di 30°, la densit&agrave; è equivalente a quella che il diesel puro ha a 9°....quindi come se guidassi con 9°, sforzo assolutamente accettabile, dato che immagino le auto siano fatte per andare a temperature anche ben inferiori)

22-06-2005, 13:37
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Tanica-Ibiza TDI 130 @ 22/6/2005, 13:47)</div><div id='QUOTE' align='left'><br>Ciao&#33; Secondo me il parametro per misurare lo sforzo della pompa è solo la densit&agrave; del carburante: quindi, data la temperatura esterna e la densit&agrave; di colza e diesel a quella temperatura, è facilissimo fare uil calcolo della densit&agrave; della miscela: vai su tataclub.it, sotto download e scaricati il programmino che calcola le densit&agrave;.<br>Per avere un parametro, puoi confrontare il risultato con la densit&agrave; del diesel (per esempio: con colza al 30% e temperatura esterna di 30°, la densit&agrave; è equivalente a quella che il diesel puro ha a 9°....quindi come se guidassi con 9°, sforzo assolutamente accettabile, dato che immagino le auto siano fatte per andare a temperature anche ben inferiori)</div></center><br> Ho visto il programmino ed è ok....mi ponevo il dubbio per il fatto che devi prendere per certo il dato e credo sia totalmente incerto della temperatura del carburante, capisco la temperatura dell&#39;aria ....ma questo vuol dire che tutte le macchina hanno la temperatura del combustibile uguale? <br><br>Byoil de cols<br>Thomas

GTD
22-06-2005, 16:37
Ciao brikko,se la pompa della tua auto fosse elettrica potresti misurare la potenza assorbita con un amperometro ma credo che invece sia un&#39;inettore pompa e quindi in tal caso dovresti inserire un torsiometro sull&#39;albero a camme che comanda gli inettori,cosa tutt&#39;altro che semplice&#33;&#33;&#33;&#33;<br>Io per controllare la temperatura della miscela ho preso uno di quei termometri digitali con sensore esterno collegato tramite un filo lungo 2-3m che puoi trovare anche al reparto autoaccessori dei grandi supermercati a 10-20 euro,l&#39;ho piazzato sulla plancia,ho fatto passare il filo nel vano motore , ho attaccato con del nastro il sensore sul tubo di ritorno del gasolio dalla pompa e poi l&#39;ho coibentato con lana di vetro e stagnola: cosi&#39; ho potuto vedere che a motore caldo la temperatura aumenta solo di 10-15°C,meno di quanto mi aspettassi e percio&#39; ho deciso di montare un preriscaldatore che comunque la tua auto dovrebbe gi&agrave; avere perchè tollera di meno le alte viscosit&agrave;&#33;

24-06-2005, 08:45
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (GTD @ 22/6/2005, 17:37)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ciao brikko,se la pompa della tua auto fosse elettrica potresti misurare la potenza assorbita con un amperometro ma credo che invece sia un&#39;inettore pompa e quindi in tal caso dovresti inserire un torsiometro sull&#39;albero a camme che comanda gli inettori,cosa tutt&#39;altro che semplice&#33;&#33;&#33;&#33;<br>Io per controllare la temperatura della miscela ho preso uno di quei termometri digitali con sensore esterno collegato tramite un filo lungo 2-3m che puoi trovare anche al reparto autoaccessori dei grandi supermercati a 10-20 euro,l&#39;ho piazzato sulla plancia,ho fatto passare il filo nel vano motore , ho attaccato con del nastro il sensore sul tubo di ritorno del gasolio dalla pompa e poi l&#39;ho coibentato con lana di vetro e stagnola: cosi&#39; ho potuto vedere che a motore caldo la temperatura aumenta solo di 10-15°C,meno di quanto mi aspettassi e percio&#39; ho deciso di montare un preriscaldatore che comunque la tua auto dovrebbe gi&agrave; avere perchè tollera di meno le alte viscosit&agrave;&#33;</div></center><br> porca puttegna non sapevo che prendessero il movimento dall&#39;albero a camme<br><br>Ho trovato il riscaldatore del gasolio con l&#39;acqua di ricircolo che montava la thema, facendo una verifica su come montarlo ho notato che per l&#39;entrata e l&#39;uscita dell&#39;acqua è presente un foro di pochi millimetri, ma se io mi frappongo(&#33;) con questo attrezzo potrei avere dei problemi al circuito di raffreddamento? o devo sdoppiare <br><br>oil for food - oil for car<br><br>Thomas

GTD
24-06-2005, 18:06
Ciao brikko,non devi metterlo in serie ma in parallelo&#33;<br>Dove l&#39;hai trovato e quanto l&#39;hai pagato?

25-06-2005, 09:04
<center><div id='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (GTD @ 24/6/2005, 19:06)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ciao brikko,non devi metterlo in serie ma in parallelo&#33;<br>Dove l&#39;hai trovato e quanto l&#39;hai pagato?</div></center><br> sono andato in una in officina Fiat/Lancia e gli ho chiesto appunto il riscaldatore (scambiatore) che montava il penultimo modello della THEMA, costo del pezzo nuovo 72 + iva, è una scatola di circa 15 x 7 cm alta 4-5 cm e mi sembra anche abbastanza robusta <br><br>volevo anche chiedere un consiglio per il montaggio, allora vediamo se riesco a farmi capire......la vaschetta dell&#39;acqua di raffreddamento f&agrave; da polmone (io pensavo che facesse parte del circuito), l&#39;acqua gira in due tubi grossi senza passare appunto dalla vaschetta di raff. e poi nei due fori ent/usc del radiatore c&#39;è un T con un tubo nella parte bassa del radiatore che va sotto la vaschetta ed è di dimensioni leggermente più piccole del principale e quello che parte sempre con un T nel foro alto del radiatore che va sopra la vaschetta ed è notevolmente più piccolo, dove metto lo scambiatore?<br><br>byez <br>thomas

GTD
25-06-2005, 09:57
Si, la vaschetta è il vaso di espansione del circuito ma sovrebbe esserci anche uno scambiatore di calore acqua-olio......<br>Il preriscaldatore lo devi montare aggiungendo un T all&#39;ingresso e uno all&#39;uscita del monoblocco ma se non sei molto esperto è meglio che ti fai aiutare da un meccanico.[/QUOTE]