PDA

Visualizza la versione completa : tempo e spazio



09-07-2005, 17:37
mi sono sempre posto una domanda <br>lo spazio ha degli elementi e una parte la ritroviamo nella tavola periodica delgi elementi<br>il tempo puo essere fatto de degli elemnti "chimici" ? alla fine noi viviamo su una direzione del tempo e ne vediamo solo una piccola parte.<br><br>mi sorge quasta domanda perchè le due cose sono in stretto rapporto.

Hellblow
02-08-2005, 13:32
Bhè...oggi sono in vena di ipotesi.<br><br>La tua domanda èstrana...ma ipotizziamo. <br>Allora, io alle ore 11.00 del mattino sono nel punto x,y,z. Quindi ho coordinate spaziotemporali (X,Y,Z, 11.00 del GG/MM/AAA).<br>In quell&#39;ora sono composto da acqua, ferro, manganese ecc.<br>Ora aspetto, e mi ritrovo alle ore 11.01. Quindi un minuto dopo. Le mie coordinate spazio temporali saranno diverse, perchè sebbene X,Y,Z sono uguali, l&#39;attimo in cui misuro la mia composizione è diverso. Cosa trovo? Ovviamente le stesse componenti.<br><br>Quindi direi che nella dimensione del tempo gli elementi restano uguali a quelli dello spazio, perchè non variano.<br><br>Quanto detto consideralo uno strano esercizietto per inquadrare il problema. In realt&agrave; non mi occupo di questo argomento quindi non posso darti risposte certe...dovresti chiedere a qualcuno che vive solo nella dimensione "Tempo".<br><br>C&#39;e&#39; da dire un&#39;altra cosa. In uno spazio bidimensionale, per esempio gli atomi non sono uguali a come li conosciamo noi....ipotizziamo un atomo di elio in uno spazio bidimensionale. Questo sarebbe formato sempre da due cariche positive e due negative, ma poste in modo che gli elettroni ruotino intorno al nucleo secondo una traiettoria ellittica e piana, non tridimensionale.<br><br>Passiamo ad un sistema monodimensionale...qui non ci sarebbe modo per l&#39;elettrone di starsene lontano dal nucleo, e quindi questo collasserebbe creando un neutrone. Quindi:<br><br>1 dimensione: Non possono esistere atomi, almeno come li conosciamo.<br>2 dimensioni: Gli atomi ci sono ma sono piani...e magari non esistono tutti per problemi di geometri dei nuclei ecc...<br>3 dimensioni: Gli atomi sono come li conosciamo noi...ma non variando il tempo, resterebbero sempre uguali<br><br>Ora qui viene il bello del mio ragionamento. un elemento è vero che a distanza di un minuto continua ad esistere...ma è anche vero che dopo un minuto potrebbe cambiare. Quindi se prendo un atomo di uranio, dopo un minuto magari questo decade e si scinde diventando altro e generando energia. Allora arrivo alla seguente conclusione:<br><br>4 dimensioni: Gli atomi sono come li conosciamo, ma sono osggetti a fissione e fusione e quindi a tutti i fenomeni ad essi correlati.<br><br>Ecco a cosa serve il tempo... a far si che le cose non restino sempre uguali <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif' border='0' valign='absmiddle'><br><br>Secondo voi funziona?

gattmes
02-08-2005, 16:27
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>llora, io alle ore 11.00 del mattino sono nel punto x,y,z. Quindi ho coordinate spaziotemporali (X,Y,Z, 11.00 del GG/MM/AAA).<br>In quell&#39;ora sono composto da acqua, ferro, manganese ecc.<br>Ora aspetto, e mi ritrovo alle ore 11.01. Quindi un minuto dopo.<br></div></div><br>un minuto di chi???? Il tuo...e non è detto che sia uguale al mio (1000 dei tuoi anni possono essere un secondo del mio....)....<br>Qualcuno diceva...tutto è relativo...<br>Se il tempo non è più una costante...su cosa basi allora tutto il calcolo espresso prima???<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/alien.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br>

Hellblow
02-08-2005, 16:45
Sul tempo che possiamo ovviamente misurare <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif' border='0' valign='absmiddle'> Purtroppo siamo umani ed anche noi siamo soggetti a tutte quelle leggi che dicono che se ti muovi ad una certa velocit&agrave; le cose cambiano.<br>Non possiamo certo conoscere tutto, o capire tutto, e spesso quel che capiamo è limitato dal nostro stato, dalle nostre condizioni, ma per quanto poco possa essere almeno qualcosa la riusciamo ad ottenere.<br><br>L&#39;unico che può parlare della fisica e della chimica della quarta dimensione (che poi è davvero il tempo? E chi lo dice? ) è un essere che viva su quella dimensione, non di certo noi, che senz aun orologio, o un sole che tramonta, o il nostro corpo che invecchia (in maniera relativa) non riusciremmo mai a percepire. Però possiamo fantasticare, ed a volte quelle fantasticherie vengono confutate matematicamente. una cosa è certa,come puoi dire che l&#39;uranio decade se dopo un tempo infinatemente lungo ( o fermo completamente? Perchè è uguale al fine del ragionamento:P) non decade?<br>Se decade perchè passa tempo vuol dire che qualche relazione col tempo l&#39;ha...(Una sana dimostrazione a quanto dico sono gli orologi nucleari, che ovviamente saranno sottoposti a tutta quella fisica che è legata alla relativit&agrave; che tu citi. Eppure per noi son precisi <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' border='0' valign='absmiddle'> )<br><br>Altra nota....la scienza si basa sulla sperimentazione. Quando tu sperimenti, sperimenti anche in base al tempo. Misurazioni sulla composizione di un oggetto, fatte in istanti diversi, fan parte degli esperimenti quotidiani.<br>Quindi se consideri tutto cosi&#39; relativo...dovresti considerare relativa qualsiasi cosa...persino gli esperimenti che fai tu (se ne fai).<br> Ci si deve accontentare di quel che si ha...o almeno su quello ci si deve basare.

gattmes
03-08-2005, 08:42
..a patto di basarsi sul fatto che il tempo....è una variabile e non un metronomo di misura.<br>Viceversa si puo usare il metodo del..."trascurabile"...nel senso che se le misure/prove/ragionamenti li esegui...diciamo sul pianeta....lo puoi considerare "uniforme" da posto a posto...ma questo vuol dire che OGNI cosa cosi calcolata/Progettata/costruita/ecc. puo NON.... funzionare...(almeno come ci si aspetta dai...calcoli/misure.... appunto) se non si trova più sul pianeta....almeno da questo come punto..."d&#39;osservazione"..... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wacko.gif' border='0' valign='absmiddle'>

Hellblow
03-08-2005, 12:58
Allrora la relativit&agrave;, i sistemi di riferimento relativi, ecc... sono tutte belle cose che ci aiutano a comprendere dove stiamo e come ci rapportiamo con quello che ci circonda. Ma di certo trasformare una comprensione di un qualcosa in un vincolo che lega tutto il nostro fare è sbagliato.<br>Se ogni scienziato ragionasse cosi&#39;, nessuno costruirebbe shuttle per timore che nello spazio accadano cose non previste, e la scienza resterebbe ferma.<br>Invece bisogna costruire sulle basi che si hanno, e mettere le fondamenta sul terreno di cui si dispone, poi dopo sta a noi consolidare quel terreno e quei pilastri se questi vacillano.<br>Ricordiamo che i progressi della scienza sono come quelli fatti dalla natura con le specie viventi...il tempo porta a galla i difetti, e questi vengono corretti.<br>Ma da qualcosa si deve partire <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br><span class="edit">Edited by Hellblow - 3/8/2005, 13:59</span>

gattmes
03-08-2005, 15:23
"nello specifico":<br><br>Shuttle? Che cos&#39;è??<br>...ah quell&#39;affare che ogni tanto fa booom e va sempre riparato/rattoppato...se la scienza deve muoversi cosi.... meglio che rimane ferma.<br>Io, casomai, preferisco qualcosa di europeo e moooooooooooooooolto piu affidabile ....mi riferisco alla Soyuz, anche se poco se ne parla peche non stelleestrisce (vedere in fondo "Recent launches" cliccando <a href='http://www.russianspaceweb.com/progress.html' target='_blank'>qua</a> ).....<br>...questa è una "base", solida ma ignorata specialmente dai massmedia, che abbiamo gi&agrave;....con fondamenta solide su un terreno altrettanto solido e disponibilissimo (e ignorato) che nessuno consolida anche se per fortuna per niente vacilla.<br><br>La natura ha poi i suoi ...tempi...ben diversi da quelli della scienza. Per i diffetti che vengono a galla (di cui gi&agrave; si sapeva...)..perchè correggerli...basta non usare cosa li ha cuasati e ripiegare su oggetti qualitativamente migliori e affidabili (ripeto..anche se la massa ne ignora l&#39;esistenza/uso...)<br>.... <br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 3/8/2005, 16:29</span>

Hellblow
03-08-2005, 17:57
Shuttle...se perde pezzi la colpa è di chi fa i conti male, non certo dell&#39;oggetto di per se.<br>Soyuz...ignorata dai mass media? Che la sua fortuna non sia proprio quella?<br><br>NASA... societ&agrave; che ha bisogno di continui fondi da fagocitare, ecco il motivo per cui i mass media se ne occupano di più...(Un dubbio. Shuttle parte, il pezzo si stacca. Il presidente chiede alla NASA come mai si è staccato il pezzo. La NASA risponde: E con quei pochi miliarducci di dollari che mi dai cosa vuoi roba buona? Le piastrelline le compriamo dallo sfasciacarrozze per risparmiare...qualcuna mezza rotta c&#39;e&#39; sicuro... Io la penso cosi&#39; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' border='0' valign='absmiddle'> e prego Dio di sbagliarmi. ) e torniamo alle solite vecchie discussioni per le quali miliardi di parole sono spese e manco una lira vien salvata. Meglio non parlarne e far discorsi più costruttivi con quelle parole no?<br><br>Riguardo i difetti, io nasco come formazione da una cultura fortemente basata su concetti di programmazione informatica. Secondo la mia cultura, quando qualcosa non funziona ha un problema, ed il problema se lo trovi allora capisci anche perchè quella cosa non funzionava e soprattutto come quella cosa funziona.<br><br>Mica la Matematica, la Fisica e tutte quelle belle leggi che le regolano sono nate perfette. Perchè lo sono perfette? Io non credo e non credo che lo saranno mai. Una cosa è certa, ogni singolo nome, sia esso Newton, Euclide, Galileo, Maxwell, Faraday, e quanti ne vogliamo mettere dopo , se non avessero dato il loro piccolo ocntributo, la loro piccola correzione, l&#39;aggiustatina a quell&#39; equazione che di tanto in tanto "non funziona" allora a quest&#39;ora forse scriverei con penna e calamaio.<br>Certo, ogni teoria ha i suoi limiti, ma questi limiti li fissiamo noi quando creiamo quella teoria. Quindi questi limiti sono i nostri limiti, ed il tempo ci permette di aprire la mente (non sempre però, noi lo sappiamo bene <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' border='0' valign='absmiddle'> ) e surclassarli.<br><br>Ma questi discorsi sono tutte cose che esulano l&#39;argomento del 3D. Mi sa che siamo fuori tema&#33; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' border='0' valign='absmiddle'> <br><br>Inoltre molto di quanto detto richiama politica (Shuttle, mass media ma anche molto che ho letto riguardo petrolio ecc...) , sotterfugi dei grandi imprenditori che reindirizzano miliardi per studiare cose che alla fine dan sempre problemi e cosi&#39; via. <br>Io in tutto questo non credo di riuscir ad entrarci senza esser schiacciato, quindi da buon amante di filosofia orientale seguo il principio secondo il quale se una cosa sai di non reggerla non iniziarla. Invece mi limito a parlare di ciò che potrebbe essere più fruttuoso, ad altri il compito di sostituirlo se reputano che la cosa possa funzionare. Questo per quanto riguarda sia le semplici congetture che gli argomenti che mi interessano, Fusione Fredda & C.<br><br>Noi nel nostro piccolo possiamo inventarci le cose e dimostrare che funzionano. Poi sta ad altri capire se veramente val la pena di continuare sulla loro strada o no. Ma l&#39;essere umano è una creatura molto particolare, rifiuta di ammettere gli errori di base, e poi se ci si mettono anche perdite economiche dovute all&#39;ammissione di quegli errori allora...e qui vien in aiuto il potere...la legge la faccio io cosi&#39; contro di me non ci v&agrave; di sicuro. Furbi eh? <br><br>Cito solo una persona...Galileo ed il suo cannocchiale. Più lampante di quello....<br><br>Il mondo è vecchio...un vecchio che cambia vestito ma resta uguale. Io non mi sento in grado di cambiarlo, forse migliorarlo un pò (forse = Provarci <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif' border='0' valign='absmiddle'> ) ...magari trovare il modo di evitare che ci resti secco prima del tempo...ma non posso costringerlo a prendere la cura trovata...deve capirlo da solo.<br><br><img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'> Torniamo quindi alla questione tempo e lasciamo queste cose a chi ci bazzica da più tempo di noi <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' border='0' valign='absmiddle'>

gattmes
04-08-2005, 09:53
Mi spiace, ma chi mi conosce sa che vivo nella mia orbita..e non riuscite a tirarmi giu.<br>Alieno è il mio pensiero e non pretendo che sia compreso. Ho il mio...tempo...cosi non risponde alle terrestri leggi fisiche ...irragiungibile, inattacabile, inin...quadrabile inin...mologabile.<br>C&#39;è chi ama scrivere fiumi di parole e considerazioni (chimiamola anche politica, diplomazia, ecc.). Io faccio.....<br>Purtroppo sono a corto di una certa tecnologia e mi devo arrangiare con la pietra e il fuoco...quello che trovo qua in giro.<br>Cosi vivo in una sorta di passato tecnologico, con sommo rammarico ogni volta che cogito al riguardo...con un solo lato positivo:<br>Io vivo nel passato...gli altri nella preistoria..

Hellblow
04-08-2005, 12:45
Eh si...ti capisco riguardo pietra e fuoco U_U<br><br>