PDA

Visualizza la versione completa : Energia umana



mariomaggi
09-08-2005, 17:25
<a href='http://www.pedalite.com/principle.php' target='_blank'>Un generatore</a> inserito nei pedali di una bici genera abbastanza energia per illuminare e mantenere l&#39;illuminazione per oltre 10 minuti dopo la cessazione della pedalata. <br><br>Ciao <br>Mario<br>

10-08-2005, 11:25
avete presesnte quante persone sollevino enormi pesi in palestra? e quanti chilometri si facciano in ciclette da fermi? quanta energia viene dissipata nei freni di quelle biciclette?<br>la mia provocazione?<br>mettiamo dinamo in tutte le palestre d&#39;italia.... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif' alt='tongue.gif'>

10-08-2005, 13:11
Nella pesistica di potenza non ci vedo tutto questo guadagno se non forse con modifiche alle dinamo <br><br>ma ci sono un sacco di sport di resistenza, pesistica compresa, ( sport minori) vedi, sci di fondo, canoa, canottaggio, atletica, pattinaggio dove soprattutto a livello agonistico la preparazione atleticha richiede decine di chilometri al giorno, anche di tipo indoor, ma bisognerbbe saperla sfruttare in modo conveniente, utilizzando al meglio l&#39;effetto volano.<br><br>Io sino ad ora non, mi sono mai espresso su quest&#39; argomento. e visto che lo faccio adesso, aggiungo anche che ci sarebbero pure un sacco di Hobby-sport, dove l&#39;essere umano non produce energia con il proprio lavoro fisico ma <br>manovrando [[[ I tanto discussi ]]] kite-vele (alianti* )<br>*Aquiloni<br>...e quindi potendo sfruttare al meglio la forza del vento senza l&#39;utilizzo di particolari attrezzature complesse e costose ed eliminando gran parte dei problemi di manutenzione e di impatto ambientale.<br><br>Dite pure quello che volete ma con tutta la disoccupazione che c&#39;è, vi sembra una cavolata, io non credo proprio.<br> <br>Ma prima di scatenare delle polemiche, vorrei chiarire, che queste soluzioni possono solo essere considerate, come risparmio di energia per fini personali, tanta gente non ha ancora capito cosa vuol dire veramente, risparmiare energia.<br><br>Si tratta di tante piccole soluzioni, che prese singolarmente, possono sembrare ridicole, me se messe insieme fanno molto.<br><br>Se poi però, si arriva ad utilizzare la macchina pure per fare 1 km in citt&agrave;, allora è chiaro che tutto questo può non aver senso, visto che oggi come oggi, non so da voi, ma 1km con l&#39;auto in citt&agrave; = 1km + 2km per trovare parcheggio => inquinamento => dipendenza dal petrolio => spreco di energia => soldi buttati<br> <br>Saluti <br>Davide78 <br><br><span class="edit">Edited by davide78 - 10/8/2005, 14:12</span>

10-08-2005, 15:19
la mia è una provocazione ovviamente...<br>però vista da un punto di vista diverso ti porta a diventare un po&#39; cinico...

10-08-2005, 16:30
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (andrea83banzai @ 10/8/2005, 16:19)</div><div id='QUOTE' align='left'>la mia è una provocazione ovviamente...<br>però vista da un punto di vista diverso ti porta a diventare un po&#39; cinico...</div></div><br><br>...questo è poco ma sicuro<br><br>e ribadisco ..<br>Ma prima di scatenare delle polemiche, vorrei chiarire, che queste soluzioni possono solo essere considerate, come risparmio di energia per fini personali, tanta gente non ha ancora capito cosa vuol dire veramente, risparmiare energia.<br><br>ci mancherebbe che ci mettiamo noi esseri umani a produrre energia quando se ne spreca tanta in modo assurdo.<br>la libert&agrave; di queste scelte non può che essere individuale, altrimenti dove andiamo a finire &#33;&#33;&#33; <br><br> <br><br><span class="edit">Edited by davide78 - 10/8/2005, 17:42</span>

Hellblow
10-08-2005, 17:31
Una fonte di energia oltre ad essere PRESENTE deve anche essere AFFIDABILE e COSTANTE. Purtroppo un uomo che pedala o che alza pesi non è costante, sebbene per molte fonti di energia, come la eolica, possa sembrar lo stesso, è anche vero che un generatore eolico se &#39;gira&#39; lo far&agrave; per parecchie ore almeno, mentre un uomo per quanto può &#39;girare&#39;? <br><br>Il problema è anche questo <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif' alt='happy.gif'> quindi non tutta l&#39;energia può essere facilmente recuperata, inoltre il costo per le apparecchiature da usare per il recupero di tali tipi di energia e la loro conversione costringe a spese eccessive rispetto fonti piu&#39; tradizionali.

10-08-2005, 21:52
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Hellblow @ 10/8/2005, 18:31)</div><div id='QUOTE' align='left'>Una fonte di energia oltre ad essere PRESENTE deve anche essere AFFIDABILE e COSTANTE. Purtroppo un uomo che pedala o che alza pesi non è costante, sebbene per molte fonti di energia, come la eolica, possa sembrar lo stesso, è anche vero che un generatore eolico se &#39;gira&#39; lo far&agrave; per parecchie ore almeno, mentre un uomo per quanto può &#39;girare&#39;? <br><br>Il problema è anche questo <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif' alt='happy.gif'> quindi non tutta l&#39;energia può essere facilmente recuperata, inoltre il costo per le apparecchiature da usare per il recupero di tali tipi di energia e la loro conversione costringe a spese eccessive rispetto fonti piu&#39; tradizionali.</div></div><br> .. per questo ho precisato che devono essere considerate come RISPARMIO di energia per uso personale e non produzione di energia<br><br><br>Io poi, mi riferivo non tanto all&#39;attivita fisica, ma all&#39;attivit&agrave; affine al kite-surf<br>dove l&#39;energia viene prodotta dal vento ed è assai maggiore, ma si parla semre di RISPARMIO ENERGETICO.<br>Visto che si fanno un sacco di attivit&agrave; nel tempo libero, anche più costose, non mi meraviglerei se in futuro si praticher&agrave; anche questo tipo di specialit&agrave;. <br><br>Comunque questa era partita come una provocazione <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'> <br><br><br>Davide78

Hellblow
11-08-2005, 11:29
Magari la Nik un giorno fornir&agrave; scarpe che con i movimenti del piede accendono dei led <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'> ghhggh cosi&#39; non serviranno i giubotti catarifrangenti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'>

Furio57
11-08-2005, 11:32
Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <br>Un altleta ben allenato e fisicamente a posto, supera a malapena i 200Watt di potenza <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif' alt='laugh.gif'> .<br><br>Proprio una ciofeca di generatore. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sick.gif' alt='sick.gif'> <br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'>

11-08-2005, 13:42
Ma come Furio, non hai mai visto l&#39;incredibile Hulk ? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sick.gif' alt='sick.gif'> <br><br><span class="edit">Edited by davide78 - 11/8/2005, 14:43</span>

Max Power
24-08-2005, 13:12
certo che comunque invece di mettere una dinamo che forse oppone più resistenza alla pedalata sarebbe meglio installare un generatore a pedale del genere no?<br><br>Mario che tu sappia quando è stato inventato e costruito il generatore che ci hai proposto?

puffettino
09-09-2005, 14:46
E se si trasformassero i penitenziari in "centrali elettriche"? <br><br>Cioe&#39; i detenuti, invece di restare in cella a far niente potrebbero passare almeno 1h al giorno a pedalare (a rotazione cosi il sistema non si ferma mai) e produrre energia elettrica. Si potrebbero trasformare le pene da scontare in kW anziche&#39; in anni: <br>10000kW di pena quando li hai prodotti puoi uscire.... <br><br>E&#39; solo un&#39;idea provocatoria ma pensandoci bene quanti detenuti si sono solo in Italia?<br><br>Ciao&#33;&#33;&#33;

lukemon79
12-09-2005, 12:28
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (puffettino @ 9/9/2005, 15:46)</div><div id='QUOTE' align='left'>E se si trasformassero i penitenziari in "centrali elettriche"? <br><br>Cioe&#39; i detenuti, invece di restare in cella a far niente potrebbero passare almeno 1h al giorno a pedalare (a rotazione cosi il sistema non si ferma mai) e produrre energia elettrica. Si potrebbero trasformare le pene da scontare in kW anziche&#39; in anni: <br>10000kW di pena quando li hai prodotti puoi uscire.... <br><br>E&#39; solo un&#39;idea provocatoria ma pensandoci bene quanti detenuti si sono solo in Italia?<br><br>Ciao&#33;&#33;&#33;</div></div><br> Bella idea&#33; così pagherebbero almeno in parte i soldi che oggi dobbiamo pagare noi per mantenerli&#33; Questo non lo trovo proprio giusto... E&#39; vero, chiamiamoli pure lavori forzati, ma sarebbero un buon deterrente (è ovvio, dovrebbero essere applicati solo per chi fisicamente è a posto), in confronto alla vita pacchia di oggi... Non parliamo poi del carcere "a porte girevoli"... MA STO FINENDO OFF THREAD&#33;<br>P.S. Non sono fascista, la politica non c&#39;entra niente

janvaljan
12-09-2005, 23:35
Interessante l&#39;idea...magari aiuta anche a tenersi in forma. Facciamo 2 conti: consideriamo qualcuno in sovrappeso, mettiamo 20 Kg. Quanta energia potrebbe fornirci dimagrendo? 20 kg di grasso * 9kCal/gr + 4,18 J/cal * 25% (rendimento corpo umano)= 188 MJ = 52 kWh. Al prezzo di 4 cent/kWh sono 2 €<br><br>Bè considerando quel che costano i centri dimagrimento <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif' alt='happy.gif'>

Wechselstrom
04-11-2005, 01:13
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>10000kW di pena quando li hai prodotti puoi uscire.... <br></div></div><br><br>Dubito che un singolo uomo, dotato di cyclette, potr&agrave; mai sviluppare una potenza pari a 10.000 kW = 10 MW &#33; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif' alt='laugh.gif'> <br>Forse è meglio convertire le pene da kW a kWh, sennò equivalgono tutte ad ergastoli &#33; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif' alt='tongue.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif' alt='tongue.gif'> <br>Cmq, 10.000 kWh sono 1/6 di quello che ha consumato (in energia elettrica) la mia famiglia in 20 anni...<br>Ciao.

Hellblow
04-11-2005, 01:44
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Dubito che un singolo uomo, dotato di cyclette, potr&agrave; mai sviluppare una potenza pari a 10.000 kW = 10 MW </div></div><br><br>Se po&#39; fa&#39; se po fa&#39;, mai sentito parlare di creatina e sostanze dopanti? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'>

05-11-2005, 11:00
E se dopo aver imposto una dieta a base di legumi sfruttassimo le derivanti scorregge come fonte di biogas per alimentare un generatore? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sick.gif' alt='sick.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sick.gif' alt='sick.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sick.gif' alt='sick.gif'> <br><br>Secondo me a questo forum manca una sezione "Sciocchezze Facezie & co."<br>dove raccogliere tutto quanto compare tra i post che fa strappare una salutare risata&#33; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'> <br><br>Ciao, Nemox&#33;

Wechselstrom
05-11-2005, 12:22
Mhmm... Secondo me è + redditizio recuperare biogas dalla fossa biologica, mediante un qualche trattamento (ad esempio l&#39;immissione in fossa di batteri "biogasogeni" <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'> ). Poi, col gas così prodotto, ci facciamo andare la caldaia: secondo me risparmiamo sulla bolletta del metano <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'> <br>Inoltre, con le "evacuazioni" rimanenti ci si potrebbe concimare un po&#39; il giardino: sai che primule che fioriscono&#33; Se poi uno c&#39;ha gi&agrave; la compostiera... <br>Si potrebbe raccogliere tutta l&#39;acqua piovana e quella prodotta dai condizionatori per poi utilizzarla a scopo d&#39;irrigazione o usi "da bagno" (previo filtraggio adeguato).<br>Soprattutto, si potrebbero costruire caldaie che sfruttano il calore residuo presente nei fumi di scarico. La mia caldaia a metano butta fuori i fumi ad una temperatura di 100-105 °C <img src='http://www.vocinelweb.it/faccine/diavoli/33.gif' alt=''> (ammetto che ha quasi 10 anni) e mi sono sempre chiesto se non si può fare di meglio. Secondo me si recupererebbe gi&agrave; un po&#39; di calore avvolgento un tubo, in cui circola acqua fredda, a serpentina attorno al tubo di scarico dei fumi.<br>Teniamoci stretto il caminetto, perché lo possiamo utilizzare per bruciare i rami degli alberi del giardino che, ogni tanto, andrebbero potati. Magari ogni volta che tagliamo il prato, si potrebbe essicare l&#39;erba per boi bruciarla. <img src='http://www.chatitaliachat.it/serpe/mangia/4.gif' alt=''> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif' alt='laugh.gif'> <br>E chi + ne ha... Ecc...<br>Ciao.

mariomaggi
06-11-2005, 17:50
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Max Power @ 24/8/2005, 13:12)</div><div id='QUOTE' align='left'>Mario che tu sappia quando è stato inventato e costruito il generatore che ci hai proposto?</div></div><br>E&#39; stato presentato pochi mesi fa.<br><br>Ciao <br>Mario

puffettino
16-12-2005, 11:40
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (Wechselstrom @ 4/11/2005, 01:13)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>10000kW di pena quando li hai prodotti puoi uscire.... <br></div></div><br><br>Dubito che un singolo uomo, dotato di cyclette, potr&agrave; mai sviluppare una potenza pari a 10.000 kW = 10 MW &#33; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif' alt='laugh.gif'> <br>Forse è meglio convertire le pene da kW a kWh, sennò equivalgono tutte ad ergastoli &#33; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif' alt='tongue.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif' alt='tongue.gif'> <br>Cmq, 10.000 kWh sono 1/6 di quello che ha consumato (in energia elettrica) la mia famiglia in 20 anni...<br>Ciao.</div></div><br>Be&#39; forse ho esagerato un po&#39; (e pure sbagliato l&#39;unita&#39; di misura <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' alt='sad.gif'> ) ma la mia era prevalentemente una provocazione...<br><br>In ogni caso, secondo te, se un uomo di pedalasse per 4h al giorno come se andasse in bicicletta in pianura a 25Km/h quanta energia portebbe produrre?<br><br>Ciao e Buon Natale a tutti&#33;&#33;&#33;&#33; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'>

18-12-2005, 14:56
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Furio57 @ 11/8/2005, 11:32)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ciao a tutti &nbsp;<img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <br>Un altleta ben allenato e fisicamente a posto, supera a malapena i 200Watt di potenza &nbsp;<img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif' alt='laugh.gif'> .<br><br>Proprio una ciofeca di generatore. &nbsp;<img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sick.gif' alt='sick.gif'> <br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'></div></div><br><br><br>io nn sono ne&#39; un atleta, ne ben allenato, sono solo fisicamente a posto..<br><br><br>..tutti i santi giorni tra step, ciclette e tappetino in palestra nn scendo mai sotto i 200W, e nn sono un&#39;atleta..<br><br>..mettiamoci che ci sono sempre almeno 10 persone sopra..<br><br>..nella palestra mia quindi si sprecano almeno 2000j/s di energia in ogni istante, energia che si potrebbe anche raccogliere...ed onestamente ci avevo anche pensato..<br><br>..tra tutte le macchine termodinamiche il corpo umano e&#39; LA + EFFICIENTE...quindi nn c&#39;e&#39; n&#39;e&#39; di meglio...<br><br>..e se si catturasse anche i 100W prodotti dall&#39;omeostasti saremmo a 300W a persona..mica male..<br><br><br>..e&#39; una OTTIMA idea quella di pensare di usare i carcerati 8 ore al giorno sulle ciclette in galera, fanno esercizio e producono corrente..<br><br>..xo&#39; la vedrei male con i diritti umani&#33;&#33;&#33;..<br><br><span class="edit">Edited by Ed.Gray - 18/12/2005, 14:59</span>

celerone
18-12-2005, 17:26
perchè non affittare i marciapiedi delle citt&agrave;,pressione pedonale gratis=energia.Fate due calcoli .ciao celerone

18-12-2005, 19:58
Ciao,<br><br>simpatica questa discussione, quasi umoristica <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/shifty.gif' alt='shifty.gif'> <br>Non per deridere ma sapete chi mi ricordate?zio paperone... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' alt='w00t.gif'>

Max Power
25-12-2005, 20:15
puffettino è veramente una genialata&#33;&#33; xk anche se l&#39;energia prodotta fosse minima con la massa carceraria che c&#39;è in italia verrebbe fuori una bella somma di kw&#33;&#33;

Ceccobeppe
17-05-2006, 16:05
Anche io vado in palestra e avevo avuto la stessa idea&#33;&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/17883e0a910eb0402cfb302e90579af6.gif" alt=":P"><br><br>Sarebbe carino recuperare l&#39;energia prodotta dai vari frequentatori&#33;<br><br>Non dico attaccare le dinamo ai pesi che diventerebbe troppo complicato, ma alle varie macchine tipo cyclette, step, sci di fondo etc sarebbe senz&#39;altro fattibile.<br><br>L&#39;energia prodotta potrebbe essere reimpiegata nella palestra stessa in maniera da sensibilizzare i frequentatori. Tipo tenere accesa una delle luci o fornire delle prese per ricaricare i cellulari o qualsiasi idea strampalata che venga in mente ai gestori. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e8caacbae5ff45d17221f738b1a8e062.gif" alt=":D">

mac-giver
01-06-2006, 20:58
che bel post:)<br><br>allora sono un ciclista agonistico e ho una buona preparazione atletica,l&#39;inverno non potendo uscire,per allenarmi mi sono autocostruito un rullo di allenamento,altro non è che un alternatore di una macchina da 45ah con regolatore dove al posto della puleggia ho messo un cilindro in acciaio lucidissimo (è il pistone diuna pinza dei freni) dove su questo poggia la ruota della bici,che lo avvia per trascinamento da contatto..<br><br>ha pochissimo attrito e ogni giro di ruota il cilindro ne fa 40<br><br>diciamo che ad una velocit&agrave; corrispondente della ruota sui 30kmh l&#39;alternatore fa 4000 g/min<br><br>ho messo una consolle con 6 lampadine da 12 volt 25watt e sei interruttori che man mano che voglio modificare lo sforzo ne accendo più o meno..<br><br>l&#39;alternatore è molto vecchio quindi è un po automagnetizzato e quindi si attiva da solo senza batteria,basta farlo girare un pò velocemente e come d&#39;incanto la prima lampadina si accende..<br><br><br>tutto questo per dirvi una cosa..lo sforzo che si fa per produrre energia<br><br>allora,senza carico solo con l&#39;alternatore attivato quindi si pedala tranquillamente,si sente appena appena lo sforzo delle bobine magnetizzate.<br><br>ma appena si accende una lampadina gi&agrave; si sente il cambiamento..25wat&#33;&#33;<br><br>con due si comincia a lavorare e dopo 10 min gi&agrave; le prime gocce di sudore e siamo a 50wat&#33;<br><br>con tre per mantenere lo sforzo per più di un ora bisogna essere ben allenati se no le gambe vanno in croce e siamo a 75watt&#33;<br><br>va be io pedalo un&#39; ora con 4 ma perchè faccio agonismo e sono ben allenato,quando le accendo tutte lo faccio per brevi periodi max 5 min e poi recupero ma vi assicuro che si sente uno sforzo da salita del mortirolo&#33;&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/e7264a7f3b7bf6cabd6177a835e45333.gif" alt=":sick:"><br><br>quindi diciamo che un ciclista medio può produrre 75 watt in un ora,<br><br>facendo uno sforzo pari a 150 watt e anche più o poco meno secondo l&#39;efficienza dell&#39;alternatore..<br><br>perchè se è vero che a livello meccanico i nostri muscoli possono produrre una determinata potenza, per trasformarla in elettricit&agrave; una buona parte va persa, tra attriti meccanici e anche il rendimento dell&#39;alternatore...<br><br>quindi pensate un pò quanta poca energia riusciamo a produrre...<br><br>un 1.000.000 di persone pedalano tutte assieme producon quindi 75.000.kw&#33;<br><br>può funzionare?

01-06-2006, 22:39
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Wechselstrom @ 5/11/2005, 13:22)</div><div id="quote" align="left">Soprattutto, si potrebbero costruire caldaie che sfruttano il calore residuo presente nei fumi di scarico. La mia caldaia a metano butta fuori i fumi ad una temperatura di 100-105 °C :devil: (ammetto che ha quasi 10 anni) e mi sono sempre chiesto se non si può fare di meglio. Secondo me si recupererebbe gi&agrave; un po&#39; di calore avvolgento un tubo, in cui circola acqua fredda, a serpentina attorno al tubo di scarico dei fumi.</div></div><br>Cambiala con una a condensazione&#33; <a href="http://www.thermomatic.com/Ita/04.htm" target="_blank">http://www.thermomatic.com</a>

clash4
07-06-2006, 15:22
Non mi ero accorto di questa discussione ma la trovo interessante, diciamo che con un buon generatore riducendo gli attriti un uomo produce 1KWpicco un pò come un mini impianto fotovoltaico, anche io avevo pensato di fare qualcosa del genere a casa attaccando ad un inverter sia la bike che qualche pannello fotovoltaico ed un aeromotore orizzontale autocostruito. Facendo il conto energia con la rete nazionale potrebbe venire fuori una piccola convenienza?

SolarPrex
05-08-2006, 17:57
perdonami clash, non ho ben capito.<br><br>Vorresti usare i pannelli fotovoltaici per usufruire del conto energia, solo che olte all&#39;energia da FV vuoi immettere anche quella delle pedalate in bicicletta?<br><br>Mmm io non sono un legale, ma la cosa credo sia evidentemente ( anche agli occhi di tutti gli altri utenti magari più esperti di me ) ILLEGALE.<br><br>Altro paio di maniche è che il GRTN se ne accorga ( DUBITO ) <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/62eaf110cb4a5c1b884d1cc614ac85ed.gif" alt=":P"> .<br><br>Qualcuno saprebbe stilare due conti?<br><br>P.S. a mio modesto avviso ( a sensazione senza aver mai buttato giù due conti ), non credo sia molto redditizia la cosa.<br><br><br>Ciao a tutti&#33;

OggettoVolanteIdentificato
05-08-2006, 19:29
Considerando l&#39;energia muscolare che un uomo puo&#39; sviluppare,si risparmiano,in un mese,circa 2 euro di bolletta.Solo che si sprecano circa 7/8 ore al giorno per pedalare.Preferisco non fare i calcoli di quanto si spenderebbe per mangiare,visto che occorre reintegrare le calorie perse.

BrightingEyes
05-08-2006, 19:53
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>QUOTE</b> (OggettoVolanteIdentificato @ 5/8/2006, 20:29)</div><div id="quote" align="left">Considerando l&#39;energia muscolare che un uomo puo&#39; sviluppare,si risparmiano,in un mese,circa 2 euro di bolletta.Solo che si sprecano circa 7/8 ore al giorno per pedalare.Preferisco non fare i calcoli di quanto si spenderebbe per mangiare,visto che occorre reintegrare le calorie perse.</div></div><br>Basta trovare dei pedalatori sovrappeso <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/24c7ca78c7550a009938e2de3d212e62.gif" alt=":D"><br><br>A parte gli scherzi non credo proprio sia conveniente in nessun modo.

OggettoVolanteIdentificato
05-08-2006, 20:36
Uh,il mio manuale di Elettrotecnica ,a pag. 130,dice che un obeso puo fornire energia elettrica per 9 sere consecutive,dopodichè diventa magro e non lo considera più free-energy <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/17b1b437b18c66656f17caced053c951.gif" alt=":lol:"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/17b1b437b18c66656f17caced053c951.gif" alt=":lol:">

7rax77G
05-03-2007, 09:22
I cinesi ci hanno pensato ed hanno tirato fuori questa palestra....per ricaricare batterie di automobili collegate all&#39;impianto di illuminazione.<br>In poche parole pedali, così puoi illuminare il corridoio per uscire indenne dalla palestra, notoriamente pieno di ostacoli =)<br><br><a href="http://online.wsj.com/public/article/SB117270857656222691-3qllxXq2db3gi3uvYlQ53I8a_ak_20070308.html?mod=blog s" target="_blank">http://online.wsj.com/public/article/SB117....html?mod=blogs</a><br><br>L&#39;inventrice, una certa Rita Wong dice:<br><br>&quot;It&#39;s very good motivation,&quot; Ms. Wong said, pointing at the fluorescent bulb above her head. &quot;You can watch yourself burning fat to turn on that light.&quot;<br><br>(&quot;E&#39; veramente motivante&quot; dice la Wong, indicando i tubi al neon sopra la sua testa. &quot;Bruci ciccia per accendere queste luci.&quot;<br>

alexbig
12-11-2007, 15:24
Io sono dell&#39;idea che la palestra attiva invece che passiva sarebbe un gran bella soluzione di autosufficienza energetica.<br><br>sappiamo tutti che almeno il 50 % degli italiani va in palestra per tenersi in forma.<br><br>perchè non sfruttare l&#39;energia sprecata ?<br><br>cyclette, step, qualsiasi macchina che possa produrre energia con alternatori o dinamo, dovrebbe essere impiegata, così da avere una palestra a costi inferiori e consumi energetici nulli.<br><br>non so perchè nessuno ha messo in piedi niente del genere<br><br>

valmaximus
12-11-2007, 16:06
Il punto è che quell&#39;energia &#39;sprecata&#39; è del tutto irrilevante&#33;<br>Per fare come dici, bisgonerebbe rendere più duri gli esercizi, in quanto dovresti fare girare il gruppo delle dinamo collegate agli apparecchi. Inoltre, non converebbe neppure mettere in rete queste minicentrali, per due ragioni essenziali:<br>1) dispersione: una quantit&agrave; di corrente si perde nel suo trasporto, quindi perdi gi&agrave; parte della corrente generata.<br>2) solo i costi per una simile infrastruttura sarebbero di gran lunga superiori al loro rendimento.<br><br>Cerchiamo di non sprecare neuroni, sì?

alexbig
12-11-2007, 18:59
scusami, ma non sono d&#39;accordo<br><br>l&#39;energia prodotta deve essere autoconsumata, quindi niente dispersione.<br><br>perchè una cyclette con un piccolo alternatore o dinamo dovrebbe costare di più di una come quelle attuali?<br><br>il tapirulan invece di avere un motore che consuma, avr&agrave; una alternatore, che differenza c&#39;è?<br><br>l&#39;unica spesa in più rispetto al normale saranno i regolatori di carica , eventualmente le batterie e gli inverter.<br><br>investimento che poi recupereresti con bollette a zero.<br><br>l&#39;allacciamento enel, servirebbe solo in caso di insufficiente energia prodotta.<br><br>ma praticamente ogni macchina si autoalimentarebbe, in più se avanza un pò di energia servir&agrave; per le luci.<br><br>non vedo la grande problematica che dici

livingreen
12-11-2007, 19:27
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">praticamente ogni macchina si autoalimentarebbe</div></div><br>Beh, ma sono gi&agrave; &quot;autoalimentate&quot;.... la cyclette non va mica da sola, sono io che pedalo....

valmaximus
12-11-2007, 20:05
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">scusami, ma non sono d&#39;accordo<br>l&#39;energia prodotta deve essere autoconsumata, quindi niente dispersione.<br>perchè una cyclette con un piccolo alternatore o dinamo dovrebbe costare di più di una come quelle attuali?<br>il tapirulan invece di avere un motore che consuma, avr&agrave; una alternatore, che differenza c&#39;è?<br>l&#39;unica spesa in più rispetto al normale saranno i regolatori di carica , eventualmente le batterie e gli inverter.<br>investimento che poi recupereresti con bollette a zero.<br>l&#39;allacciamento enel, servirebbe solo in caso di insufficiente energia prodotta.<br>ma praticamente ogni macchina si autoalimentarebbe, in più se avanza un pò di energia servir&agrave; per le luci.<br>non vedo la grande problematica che dici</div></div><br>Adoro la beata ignoranza, è come se uno si scrivesse addosso il bersaglio con la vernice luminescente.<br>1° Tu dici che almeno met&agrave; degli italiani va in palestra? Fonte, please. Il &#39;sappiamo tutti&#39; va bene per i gonzi, in questi casi.<br>2° Allora dici che una palestra al massimo produce la corrente per i suoi bisogni. OK, convinci i clienti a darsi da fare per fare risparmiare la bolletta, in cambio di un forte sconto sulla quota di partecipazione. Non so te, ma sa di pessimo marketing.<br>3° Non è tanto la cyclette a costare di più in se&#39;, quanto tutto ciò che ad essa va collegato. In breve, il costo dell&#39;impianto elettrico, che sar&agrave; SEMPRE superiore, per installazione e manutenzione, a quanto può rendere un povero cristo che suda e sbuffa.<br>4° Ripeto: per avere un approvvigionamento continuo e regolare di corrente QUOTIDIANAMENTE, dovresti mettere su una palestra fatta SOLO di cyclette e tapiroulant. E ci avviciniamo sempre più ad una forma di schiavismo legalizzato, non ad un posto dove si va per ragioni di salute. Sempre pessimo marketing.<br>5° L&#39;allacciamento ENEL servirebbe quasi sempre, a meno che la palestra non si garantisca un turnover di clienti sempre in forma e sempre tosti (nel qual caso uno si chiederebbe perché sbuffare per fare il generatore umano in palestra quando un po&#39; di jogging nel parco è più divertente)<br>Alla fine, la resa energetica rimane buona si e no per le lampadine di qualche locale, e non certo per azzerare la bolletta di un edificio.<br><br>Visto che ci metti tanto entusiasmo, nelle tue idee, perché non proponi un modo per evitare di SPRECARE energia? Quello sì che aiuterebbe, altro che &#39;ste fantasie&#33;

alexbig
12-11-2007, 21:29
posso essere d&#39;accordo con te , ma solo in parte.<br><br>forse non lo hai capito ma è proprio quello che intendevo proporre.<br><br>il cliente non può essere schiavo visto che partecipa spontaneamente, poi nessuno lo obbliga a produrre nessun minimo di energia, ma che discorsi fai? mi sembra che tu voglia polemizzare e basta.<br><br>quei poveri cristi che vogliono andare in palestra per quale motivo si dovrebbero sentire sfruttati se hanno uno sconto sull&#39;iscrizione.<br><br>il loro scopo è tenersi in forma oppure dimagrire sudando, quindi che male c&#39;è a farlo ecologicamente?<br><br>mi parli di impianto elettrico? ma perchè nelle palestre normali non ci sono impianti elettrici?. anche la cyclette, non è attaccata alla corrente con un trasformatore per accendere un quadretto sul manubrio?<br><br>in ogni caso un piccolo consumo c&#39;è per ogni macchina, tranne i pesi chiaramente e il corpo libero.<br><br>gi&agrave; riuscire a non far consumare più le macchine porta al risparmio, se in più avanzer&agrave; qualcosa, si accenderanno pure le luci.<br><br>per il resto rimane l&#39;enel.<br><br>tu non credi che sia fattibile ? perchè? non vedo nessun costo esageratamente eccessivo nell&#39;impianto elettrico , che non si possa riscattare in pochi mesi.<br><br>pensa ad una palestra piena dalle 18.00 alle 22.00, e a mezzo carico durante il giorno, quanto può produrre? diciamo 200w/h a persona?<br><br>bene, facciamo una media : apertura palestra circa 12 ore, persone giornaliere distribuite nell&#39;arco della giornata 100 di cui solo 10 da considerare produttori a pieno<br><br>12 ore x 200w/h x 10 persone = 24.000 watt<br><br>ok, pensi che siano troppe? diciamo allora la met&agrave; = 12.000 watt giornalieri<br><br>pensi che la palestra non possa essere abbastanza autosufficiente?<br><br>se le macchine non consumano, ma producono, in una palestra rimane solo da dare la luce , ammesso che il riscaldamento sia a metano.<br><br>per me sono 12kw risparmiati o meglio recuperati dai kw consumati dalle persone

valmaximus
12-11-2007, 21:39
Allora, continui a non capire e fare l&#39;AmicoD della situazione.<br>Mettiamola in termini più immediati, considerando che fino ad ora tu fai dei &#39;conti&#39; basati su stime non verificate ma solo su felici ipotesi: <b>Se fosse possibile produrre la quantit&agrave; giornaliera di energia di cui parli, con mezzi così semplici e ad un costo relativamente irrisorio, credi che non lo avrebbero gi&agrave; fatto, o tu ti credi il genio venuto all&#39;improvviso per illuminare i pigri miscredenti dell&#39;energia?</b><br>Scusami la brutalit&agrave;, ma a differenza dell&#39;usare altri oli nel diesel, che per ragioni misteriose ti mette nei guai con la legge, una proposta come la tua sarebbe realizzabile e legale...se producesse la corrente nelle quantit&agrave; da te stimate/desiderate. E&#39; evidente che la cosa non è fattibile, a meno di spendere più di quanto si ottenga, e con un tipo di attivit&agrave; che di per se&#39; ha la vita media inferiore a quella di una paninoteca -in altre parole, quante palestre la cui attivit&agrave; prosegue imperterrita da da anni puoi contare? Poche, se non erro.<br>Se dopo tre pagine non lo hai ancora capito, applicati per favore su qualcosa di concreto, tipo le fonti rinnovabili o il reattore ITER.

alexbig
12-11-2007, 22:13
Secondo me , non lo hanno fatto, non perchè non l&#39;hanno pensato, ma solo per pigrizia tecnologica e mentale.<br><br>tu stesso continui ad opporti a questa idea, invece potresti, magari, pensarci meglio, immaginare soluzioni migliori della mia, perchè no?<br><br>non mi credo un genio, ritengo però, che come al solito, è più facile aspettare che qualche altro trovi le soluzioni.<br><br>lo sai benissimo, forse meglio di me, che scoperte e invenzioni buone ce ne sono, eccome, ma non riescono a decollare, se pur verificate, come mai?<br><br>perchè è troppo più facile continuare ad usare i mezzi obsoleti e ben conosciuti.<br><br>Apro il discorso al di fuori della palestra, quanti anni ci sono voluti e ci vorranno ancora per far recepire alla gente il concetto di risparmio energetico, eppure le lampadine esistono in commercio, ma molti continuano sempre ad usare la lampada ad incandescenza.<br><br>perchè il microeolico non decolla? non per i costi, ma per l&#39;ignoranza della massa, e la pigrizia dei consapevoli.<br><br>non ci prendiamo in giro con l&#39;impatto ambientale, sar&agrave; sempre meglio una ventola che fa energia pulita rispetto agli inceneritori e al fumo dei prodotti di petrolio.<br><br>Lo sai meglio di me che non sempre vale il discorso che usano tutti in questo forum : &quot;se non l&#39;hanno ancora fatto allora vuol dire che non funziona o rende abbastanza&quot;<br><br>questo discorso è assurdo, chi l&#39;ha detto che una cosa non è stata fatta prima da altri per questi due motivi?<br><br>potrebbe darsi che non l&#39;hanno fatta prima per molte altre ragioni.<br><br>io sono dell&#39;opinione che a volte le cose dovremmo provarle: tu sei a conoscenza di palestre (ecologiche) come sopra?<br><br>io no, credo che nessuno abbia mai provato a farla e quindi in realt&agrave; nessuno sa se può funzionare o rendere abbastanza, non perchè non c&#39;hanno pensato, ma perchè non credono nel progetto come te.<br><br>senza sperimentazione , la teoria da sola non basta

livingreen
12-11-2007, 23:36
Alexbig, i calcoli li avevamo gi&agrave; fatti... difficile tirare fuori più di 200 W a persona da una cyclette, e non credo che un tapis roulant possa arrivare alla met&agrave; (oltre al fatto che un tapis roulant è fatto per correre, non per spingerlo) e per di più solo quando sono utilizzati al 100% ( e ci sono molti momenti di fermata e di sottoutilizzo).<br>Ammettiamo che in una palestra ci siano 20 cyclette e dieci tapis roulant... (200 x 20) + (100 x 10) = 5 kW<br>Supponiamo che siano utilizzati in pieno 12 ore al giorno (imposssibile&#33;&#33;&#33;), e che per le altre 12 ore la palestra consumi solo la met&agrave; (le luci sono spente, ma la caldaia funziona seppure al minimo etc etc) questo porta la media della potenza generata a 3,75 kw per ora di utilizzo.<br>Mettiamo ora che un inverter per 5 kW (&quot;l&#39;impianto elettrico&quot;) costi circa 3500 euro (con modulo di controllo compreso), e che la macchina modificata per generare costi solo 100 euro in più della cyclette o del tapis roulant... quindi, 10 tapis roulant + 20 cyclette = 30 attrezzi... (e quindi 3000 euro). Mettiamoci anche 3000 euro di batterie, per supplire alle ore vuote...<br>Totale spesa 9500 euro ( e sono ottimista)<br>Vogliamo contare di spendere altri mille euro all&#39;anno per la revisione a 30 macchine elettriche?<br>Allora, il primo anno spendo 9500 euro, gli altri anni solo mille.<br><br>Anche ammesso che questo regime si riesca a mantenerlo per la maggior parte dell&#39;anno (impossibile&#33;&#33;), vogliamo chiudere per ferie un mese? Un mese e mezzo comprese le feste? E aggiungere 52 giorni all&#39;anno di riposo settimanale? Facciamo un totale netto di nove mesi all&#39;anno pieni?<br>Allora sono 270 giorni , per 24 ore per 3,75 kW/ora = 24.300 kW generati<br><br>Spesa se mi rifornisco da enel per 24.300 kw... 24300 x 0,2 = 4860 euro<br>In teoria, in poco più di due anni vado in pari (facendo i conti col Valore Attuale Netto) e poi risparmio 3500 euro all&#39;anno di energia elettrica.<br>Tutto questo se tutti pedalano e spingono per 12 ore al giorno, per nove mesi all&#39;anno, e se i prezzi alla clientela rimangono invariati.<br>Ti sembra un buon investimento? Se manca un cliente? Se fai uno sconto? Vai in perdita, e basta.<br><br>Il paradosso è presto spiegato....<u> il cliente paga gi&agrave; tutte le spese , compreso il guadagno della palestra</u>, non c&#39;entra niente l&#39;eventuale risparmio... vedi anche tu che 3,75 kW/h per 24 h x 0,2 euro sono 18 euro al giorno, cioè circa mezzo euro di risparmio per ogni cliente... se il cliente si ferma due ore in media (sempre pedalando), il mio risparmio è di 25 centesimi all&#39;ora per cliente.<br>Se il mio concorrente mette una bella istruttrice in palestra, e mette le ore a due euro in più, non ha bisogno di risparmiare un bel niente ( però magari la bella ragazza gli mangia anche la palestra, la casa ed il conto in banca). La palestra, infatti, è un&#39;attivit&agrave; imprenditoriale, dove si deve cercare di attrarre il maggior numero di clienti al massimo del costo possibile: si fa per guadagnare, investendo dei soldi.... non per risparmiare.<br><br>Il risparmio in palestra è quindi paradossale, dal momento che la palestra è un lusso e si paga per andarci: se ci fosse bisogno di risparmiare, probabilmente non ci sarebbe proprio, la palestra ( e nemmeno i clienti)<br>

valmaximus
13-11-2007, 08:37
Ecco quelli che si dicono calcoli.<br>Se a questo punto non ti sei convinto, Big, hai un problema di connessione con la realt&agrave;.<br>Quanto alle tue altre osservazioni, eprché sono sbagliate?<br>1 - Non è vero che la gente è troppo pigra per usare le lampadine a risparmio: semplicemente, erano troppo costose al loro esordio sul mercato, oggi sono più abbordabili e il mercato delle lampadina di nuova generazione continua a crescere.<br>2 - Non è vero che la gente è troppo pigra per le soluzioni innovative per le fonti rinnovabili: sono ancora troppo costose. Anche con un contributo dalla regione, il costo medio di un impianto fotovoltaico (adeguato per le esigenze energetiche di un single come me) si aggira a non meno di € 10.000 fra costo ed installazione, e con un ritorno economico molto spalmato. Ci vorr&agrave; ancora tempo prima che si trovi un modo relativamente economico per rifornire le singole utenze/condomini.<br>3 - le altri fonti rinnovabili, dal microeolico al geotermico da sole <b>non garantiscono l&#39;autosufficienza energetica</b>: solo per una villetta monofamiliare in collina bisogna avere una coibentazione di ferro e non uno, ma più impianti combinati e per la corrente e per il riscaldamento ambientale/acqua.<br>Se tu ti informassi, lo vedresti da solo.

alexbig
13-11-2007, 11:29
Avete ragione, noi non viaggiamo sulla stessa lunghezza d&#39;onda.<br><br>Vi do pienamente ragione sul fatto che magari può non risultare conveniente adottare certi sistemi, ma allora , se questo è il presupposto, che cavolo ci confrontiamo a fare su questo forum.<br><br>Se continuate a dire che un kw costa solo 18 centesimi, allora non ha senso parlare di fonti rinnovabili e/o fonti alternative, continuate ad usare il petrolio e basta.<br><br>Se il discorso lo continuate a mettere su questo piano, allora facciamo le centrali atomiche, così ci costerebbe ancora meno di 18 cent al kw<br><br>E&#39; vero ed avete piena ragione quando dite che forse non conviene economicamente alla palestra, chiaramente non ci sar&agrave; nessuno sconto , ma io preferirei andare in quella ecologica invece che in quella con l&#39;istruttrice Bona.<br><br>I calcoli fatti sopra potrebbero essere anche veritieri, se pensate ai corsi di spinning ( 20 persone che pedalano a tutta a tempo di musica con l&#39;istruttore x circa 30 minuti per diversi turni )<br><br>Ritorniamo sempre lì, vorrebbe dire recuperare energia e se non basta usare l&#39;enel, ma almeno inizieremo da qualche parte a limare il nostro consumo.<br><br>Con i presupposti che fate voi, non ha senso installare eolico e/o fotovoltaico allora, e quindi produrre 24.300 kw all&#39;anno non ci interessano perchè troppo cari.<br><br>Ripeto che non sono un illuso e sono pienamente informato, come voi, sto solamente dicendo che anche se inizialmente può non convenire, chi ha l&#39;anima ecologica deve sostenere progetti votati allo scopo dell&#39;ambiente.<br><br>Non vorrei dubitare di voi, ma vi interessa l&#39;inquinamento e l&#39;ambiente o vi interessa il risparmio economico?<br><br>Questo forum si chiama &quot;fonti di energia rinnovabili&quot;, quindi non si parla di risparmio solo economico , ma principalmente energetico.<br><br>Anch&#39;io sono contro le proposte assurde tipo : alzare un masso la mattina che discendendo produce corrente fino alla sera (assurdo) , ma le cose che energeticamente funzionano io le approvo tutte, non so voi, ma mi sembra proprio di no

livingreen
13-11-2007, 12:51
Si, non viaggiamo sulla stessa lunghezza d&#39;onda...<br>Se vogliamo risparmiare energia, basta non andare in palestra e correre per la strada. In questo modo, non cè nessun bisogno di risparmiare facendo dello schiavismo (hai fatto due conti sulle cifre che ti ho dato? devono sempre pedalare o correre, sennò il padrone della palestra ci rimette...)<br><br>La proposta è paradossale, come ho detto... se uno deve fare Roma -Napoli per lavoro e trova un&#39;auto che fa 30 km con un litro mi sta bene, vuol dire che nei 50000 km che si fa all&#39;anno avr&agrave; risparmiato parecchio carburante ed inquinato meno.<br>Ma usare l&#39;auto da 30 km con un litro per fare dei giri a vuoto, non è risparmio: quell&#39;energia è TUTTA sprecata, perchè non è servita a niente.<br><br>Non mi piace veder paragonati gli sforzi per il passaggio alle FER, che potrebbero portare vantaggi a tutti, a delle proposte del genere. E nemmeno mi piace che si dica che se siamo contro una proposta simile, allora siamo contro il risparmio di energia, contro l&#39;eolico e tutto il resto (che però hanno BEN ALTRI rendimenti)<br><br>Vogliamo risparmiare energia con le palestre? Allora spegniamo l&#39;insegna, o pedaliamo di giorno.... o mettiamo un recuperatore di calore in modo da sfruttare le calorie prodotte dagli atleti...<br><br>Oppure, ancora meglio: se i miei trenta clienti sono così ecologici, che mi diano ognuno duemila euro, e io gli faccio la palestra fotovoltaica con le batterie per farla funzionare anche di notte.

alexbig
13-11-2007, 13:23
Quindi secondo te non è proponibile la mia proposta, mentre invece è proponibile la tua (chiudere le palestre ?) , Spero che tu sia in vena di scherzi.<br><br>Secondo questo altro tuo principio allora riaccendiamo le candele in casa così non si consuma corrente.<br><br>Le palestre ci sono e ci saranno, le fabbriche pure e tutta la civilt&agrave; da noi conosciuta, allora come la vuoi risolavere la storia?<br><br>Con il fotovoltaico? Se dici di essere informato , saprai anche che non è la corsia preferenziale, visto che molti addetti ai lavori dichiarano che i pannelli richiedono più energia per essere costruiti di quanta poi ne rilascino in produzione.<br><br>Se lo sai, allora perchè preferiresti il fotovoltaico? Io non sono contro , ma neanche troppo a favore, preferisco l&#39;eolico che costa meno e produce di più.<br><br>Recuperare calore dagli atleti pensi che sia molto più semplice e meno costoso che mettere 2 dinamo ad una bici?<br><br>Sinceramente puoi essere contro la palestra che propongo io, ma non puoi dichiarare che è meglio un fotovoltaico di un alternatore o dinamo, non ci credo che tu lo pensi<br><br><span class="edit">Edited by alexbig - 13/11/2007, 13:25</span>

valmaximus
13-11-2007, 13:23
E visto che ci siamo, un particolare, che per qualche ragione tu continui ad ignorare (subconscio scollegato, eh?):<br><b>Come tutte le nuove tecnologie, le FER sono a tutt&#39;ora poco economiche in termini di ritorno per il consumo di massa.</b> Al momento, tutt&#39;al più, possono integrare i tradizionali sistemi preesistenti.<br>Le tue affermazioni non tengono evidentemente conto del fatto che, comunque, <b>si stanno facendo importanti progressi.</b> Se per esempio la tecnologia dei conduttori arrivasse al punto giusto, e non manca tanto, le auto solari, da curiosit&agrave; sportive per le gare, diventerebbero una normalit&agrave; nelle grandi citt&agrave;. Il reattore ITER a fusione nucleare, ovviamente, costa un&#39;oscenit&agrave; come tutti i prototipi. La sua applicazione in serie ne ridurr&agrave; i costi e l&#39;ammortamento sar&agrave; più veloce.<br>Usare il nucleare a fissione? certamente, e spero che i reattori di nuova generazione mantengano le loro promesse: con i giacimenti che aspettano sotto l&#39;Australia, per fortuna non dovremo preoccuparci dei costi di estrazione, mentre passiamo gradatamente alla fusione.

livingreen
13-11-2007, 17:04
Nono, alexbig... lo penso proprio&#33;&#33;<br>Penso che sia meglio un eolico, che parte da circa 500 W ed arriva a 7 MW, che far pedalare 140000 detenuti 24 ore al giorno...<br>Penso che sia meglio un fotovoltaico che parte dai tre kW ed arriva al megawatt ( e per venticinque annni va da solo) che OBBLIGARE la gente ad andare in palestra a spingere su di un tapis roulant.<br>Penso che l&#39;energia prodotta da questi sistemi possa essere riversata in rete e servire le abitazioni, facendo risparmiare l&#39;inquinamento da idrocarburi, invece che far risparmiare la corrente al gestore della palestra. (così si compra il SUV come i suoi clienti, alla faccia dell&#39;inquinamento.... oppure, dalle tue parti, in palestra ci vanno a piedi? .....perchè, sai, se ci andassero a piedi o in bicicletta, forse non avrebbero bisogno della palestra)<br><br>Se io voglio fare un impianto qualsiasi che utilizzi le FER, vado in banca e chiedo un mutuo.<br>Non chiedo ai miei clienti di fornirmi l&#39;energia gratis, nè di pagare due euro in più per sostenere i MIEI investimenti ed incrementare il MIO guadagno.<br>Loro pagano per AVERE un servizio, non per DARLO. E nel prezzo mi pagano anche le spese di gestione... e se sanno che le spese non le ho, mi chiedono di abbassare i prezzi, non sono mica dei polli&#33;<br>Nessun cliente vuole essere truffato dal venditore. Poi, quando resti da solo a pedalare, voglio proprio vedere quanta energia devi metterci per pagare i debiti e quanta ecologia viene fuori da un investimento sbagliato.

alexbig
13-11-2007, 17:38
L&#39;ultimo messaggio mi è piaciuto, sono d&#39;accordo dal punto di vista umano.<br><br>Dal punto di vista energetico invece no.<br><br>Bè lo stato potrebbe fare una bella cosa : ultimamente sta incentivando e obbligando la predisposizione negli edifici di impianti Fv.<br><br>Potrebbe allora obbligare anche le palestre a mettere degli alternatori....<br><br>Dai sto scherzando ora...<br><br>Sono d&#39;accordo con te , ma l&#39;idea di recuperare le energie dai palestrati, che oltre a tutto mi stanno anche sulle p.... mi affascinava, però devi ammettere , non dire di no, che non sarebbe troppo poca l&#39;energia prodotta, sarebbe un progetto sostenibile per l&#39;ambiente, non dire di no, è solo dal punto di vista etico che non si può permettere lo sfruttamento dei clienti.<br><br>

valmaximus
13-11-2007, 17:47
Ecco&#33;<br>Quando ti viene in mente un&#39;idea buffa, meramente provocatoria per fare soffrire una categoria a te invisa è un conto (per esempio, vedere sulle cyclette i parlamentari non mi dispiacerebbe affatto&#33;), ma quando entri nel territorio della seriet&agrave;, allora caschi male. Le strategie per il risparmio energetico e/o le nuove fonti devono essere pensate in termini di oggettivit&agrave;, non di &#39;facciamolo così rompiamo le *censura* a qualcuno&#39;.<br>Nello specifico caso, come gi&agrave; detto, l&#39;energia prodotta nelle palestre col tuo sistema EQUIVALE alla truffa ed allo schiavismo, perché possa funzionare la met&agrave; di quello che dici.

alexbig
13-11-2007, 18:07
A questo punto io direi : Diamoci tutti appuntamento in palestra stasera , si va a pedalare un pò

valmaximus
13-11-2007, 20:03
grazie per l&#39;invito, ma quando ho voglia di masochismo dialogo con AmicoD <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/7ae48f14eb5b2fb8c93b19f7d21da0c3.gif" alt="image"><br>La fatica fisica è dei deboli.

livingreen
13-11-2007, 21:40
Grazie, ma io &quot;pedalo&quot; gi&agrave; tutto il giorno. Mi pagano, persino.

BrightingEyes
14-11-2007, 11:53
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (alexbig @ 13/11/2007, 13:23)</div><div id="quote" align="left">Con il fotovoltaico? Se dici di essere informato , saprai anche che non è la corsia preferenziale, visto che molti addetti ai lavori dichiarano che i pannelli richiedono più energia per essere costruiti di quanta poi ne rilascino in produzione.</div></div><br>Questa è una bufala, una leggenda metropolitana. Altro che &quot;addetti ai lavori&quot;&#33; <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/16f3702bb5cde06020a6c40546ff944a.gif" alt=":P"><br>Esistono numerosi studi che indicano l&#39;EROEI (indice che appunto individua il ritorno energetico) del FV in 4 anni. Dipende poi molto dal tipo di pannello. Nel caso del film sottile scende a meno di 3 anni.<br>Il fotovoltaico ha altri problemi che ne rendono per ora difficile l&#39;adozione urbi et orbi, lo sappiamo tutti. Comunque, a mio parere, resta molto più probabile l&#39;utilizzo di autoproduzione tramite FV che tramite le cyclettes. Posso sbagliare però. <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a8188c5e5312260cca4183d7ce1da3f7.gif" alt=":rolleyes:">

nantucco
13-11-2008, 17:59
se proprio la volete buttare su fotovoltaico consultate il polo solare organico del lazio troverete dei nuovi metodi di produzione che consentono un notevole risparmio energetico
saranno in commercio tra qualche anno e si spera rivoluzionino il settore

nantucco
13-11-2008, 19:42
se proprio la volete buttare su fotovoltaico consultate il polo solare organico del lazio troverete dei nuovi metodi di produzione che consentono un notevole risparmio energetico
saranno in commercio tra qualche anno e si spera rivoluzionino il settore

Maxim0123
31-12-2009, 16:48
Mi scuso per l'impudenza da novizio inesperto, ma trovo l'argomento più che interessante e, avendo letto (David Butcher, pedal power generator, internet) che un cinquantenne può produrre 150 watt in mezzora di normale pedalata su un prototipo di fattura artigianale, avendo visto come si può rivoluzionare una bicicletta con l'adozione del Kers e avendo osservato, sempre su internet, il massiccio uso che ne già ne stanno facendo in Cina, e non solo per accendere qualche neon della palestra, non credo che l'idea di istituire nei vari comuni palestre pubbliche gratuite per giovani e anziani sia una idea così peregrina. Basterebbe conteggiare circa centocinqua ore giornaliere complessive suddivise su trenta cyclette per implementare considerevolmente la produzione di qualsiasi impianto fotovoltaico sopratutto se, con una legge ad hoc, si potesse rivendere anche questa quota di energia

nll
31-12-2009, 17:41
Occhio che non se ne spenda di più per l'acquisto delle cyclette approntate di generatore e tutti i servizi annessi a una palestra (luci, riscaldamento, acqua, locali, pratiche burocratiche, ecc...). Forse la cosa può aiutare solo affiancandola all'attività di una normale palestra, con utenti regolarmente paganti la propria quota (o finanziati con soldi pubblici che comunque si sarebbero spesi per il sociale in favore di anziani e gioventù). Ma costituirebbe solo un parziale recupero di spesa, certamente non un guadagno.

livingreen
31-12-2009, 19:09
A me va bene, basta che queste trenta persone vengano a pedalare gratis a casa mia...

amir
01-01-2010, 01:34
...un cinquantenne può produrre 150 watt in mezzora ...

watt = potenza
energia si esprime in wattora (Wh)
forse volevi dire che una persona può produrre 150 Wh in mezz' ora? Allora quella persona sviluppa una potenza di 300 W, al netto di tutti i rendimenti, allora quella persona deve sviluppare una potenza di almeno 400 W, allora quella persona è Indurain, e di Indurain ce n' è uno solo.

O forse volevi dire che una persona può produrre una potenza di 150 W per mezz' ora? Allora quella persona produce 75 Wh e poi deve riposare.

a

Maxim0123
01-01-2010, 10:12
Io non asserisco nulla, non sono un esperto, mi sono limitato a riportare e a segnalare, forse male, quanto letto sul sito di tale David Butcher, probabilmente questo signore ha detto un sacco di baggianate, ma l'articolo del San Francisco Chronicle: "Power from the pedals" del 23/08/2008 sembra prenderlo abbastanza sul serio, non costa nulla controllare su quel sito se si tratta dell'ennesima bufala o se c'è qualche cosa di interessante
Saluti Maxim0123

Valmax
01-01-2010, 11:13
come ho già postato in un simile thread in questa stessa sezione, ed è evidente che tu non hai controllato, quel sistema al massimo è un caricabatterie gigante, buono per fare un po' di moto e contemporaneamente evitare di attaccare il cellulare/iPod/monitor alla rete elettrica...per un po'. Non stiamo nella testa dell'editore dell'SFC per capire come mai abbia deciso di pubblicarlo, ma è chiaro fin troppo che ti sei entusiasmato per niente. Ora, perché non la smettiamo qui e andiamo in pace?

Maxim0123
01-01-2010, 11:29
Il blog di bar.it » Blog Archive » La bicicletta che aiuta i poveri! (http://blog.bar.it/?p=1158)
11 gen 2009 ... In Cina il tutto è stato sovvenzionato dall'Associazione per la scienza e ... La produzione di energia è circa “150 Watt per 30 minuti di ...
I cinesi non mi sono simpatici, (commercialmente parlando), ma devo ammettere che sono in gamba e non mi sembra che prendano sottogamba l'argomento. Ultimamente mi pare che ce le stiano suonando in tutte le discipline commerciali e industriali, sopratutto in elettronica e in produzione di energia alternativa, forse potremmo cercare di fargli concorrenza, prima che abbiano completamente sviluppato anche questa fonte???
Comunque riconosco che il mio "entusiasmo" non corrisponde ad altrettanta competenza, percui penso che d'ora in poi mi limiterò a leggere le discussioni del V/s forum cercando di imparare prima di intervenire

Valmax
01-01-2010, 12:18
come posso spiegartelo, di nuovo?
Scarsa produzione, e discontinua.
Inaffidabilità del metodo di produzione (crampo, noia, magari uno non ha voglia di pedalare quel giorno, o non vuole sprecare tempo, ecc.)
Costi troppo elevati dei mezzi, per andare oltre una simpatica applicazione per piccole rese

In questo e nel simile thread ci sono risposte competenti. Leggile. Va bene?

nll
01-01-2010, 20:44
La produzione di energia è circa “150 Watt per 30 minuti di ...

Ma perché dover ripetere per l'ennesima volta? Watt è una POTENZA!!! e si scrive con la sola iniziale.

L'energia prodotta da una potenza di 150W per 30' equivale, perdite escluse, a 75Wh.

Cos'è questo in confronto ad altre fonti energetiche? quanto mi costa in apparecchiature (soldi ed energia), attrezzarmi per produrre quella energia?

Valmax pone una giusta questione, è bene che vi si rifletta un pochino sopra.

Le imprecisioni fanno pensare che non si sappia di cosa si sta scrivendo, abbiate pazienza. Il forum è frequentato anche da professionisti, pure nelle sezioni "Ai Confini...", non guasterebbe se si curassero meglio la ricerca delle fonti e l'esposizione.

BrightingEyes
08-01-2010, 08:05
quanto mi costa in apparecchiature (soldi ed energia), attrezzarmi per produrre quella energia?

Dal punto di vista energetico è banale calcolare che per produrre un solo kWh serve una produzione continua di oltre 13 ore. Considerando gli orari di reale utilizzo una cyclette potrebbe forse produrre 12-15 kWh/mese. Facciamo 200 kWh/anno. Questo significa che già la favoletta indistruttibile del "PannelloFotovoltaicoCheRendeMenoEnergiaDiQuantaNeS ervePerFarlo" è evidentemente molto più applicabile alla cyclette che non al pannello! :oops: (Quanta energia serve per produrre, trasportare e commercializzare una banale cyclette che non credo che duri 10 anni nell'utilizzo da palestra! E sorvoliamo sul costo di riciclo)
Se poi analizziamo la cosa dal punto di vista economico occorre considerare che questa "produzione" per essere sfruttata necessita di un qualche sistema di raccolta ed accumulo. Considerando che il valore economico dovrebbe essere paragonato al costo del kWh risparmiato per una palestra potremmo calcolare un "budget" da investire di circa 24 €/anno. Una dinamo, 3 metri di cavo e una batteria da auto e mezz'ora di lavoro credo portino il punto di ammortamento sulla decina di anni, ovviamente senza considerare i costi accessori di produzione che, generosamente, appaltiamo alla sfera del "tanto servirebbero comunque per fare esercizio".
Il tutto per avere una batteria da auto carica. A sto punto o abbiamo un sistema di utilizzo a bassa tensione o ci prendiamo un inverter. Con ulteriore slittamento del payback point!
Insomma... il sistema rientra autoverolmente nel novero delle "cure palliative ecologiche" delle coscienze. Tutte quelle cosine cioè che non servono ad una beatissima fava, ma inorgogliscono enormemente chi le applica perchè li fa sentire partecipi della grande missione salvifica. :rolleyes:
Dal punto di vista marketing invece l'idea potrebbe essere anche sensata. Basta collegare una serie di lampadine a 12 V a una batteria, piazzare un paio di dinamo sulle cyclette e aumentare di 2€ l'abbonamento mensile per la "pedalata ecosostenibile" facendone grande pubblicità con pinguini e orsi polari salvati che ringraziano le magrissime modelle che pedalano allegre!
Una dozzina di signore sovrappeso poco "europreoccupate", un caricabatterie dalla rete "occultato" (per evitare imbarazzanti ed avvilenti black-out :rolleyes:) e il sistema è bell'è che fatto!
Dai non è male! :spettacolo:

Konqueros
20-02-2010, 20:39
Oggi ho installato un piccolissimo impiantino per fare energia con la bicicletta.

Per me è anche il primo passo verso una conoscenza di elettrotecnica, sempre utile a sapersi... Dovete però sapere che non mi fermerò a questa batteria "grande come un barattolo di yoghurth" e se posso farò pedalare un volano molto pesante e meccaniche da rendimento massimo possibile...

Sono Konqueros, non un normale appassionato.

Ora (2010) stanno uscendo biciclette elettriche sempre più dotate di autoproduzione d'energia, basta che si pedala per un po' me neanche tanto da "sportivoni". Solo dieci anni fa "c'èra niente", e l'allenamento invernale produceva un calore incredibile dal sistema di "smorzatura del moto"... Ora la stessa funzionalità è per dare poca energia (solita lampadina, o meglio per giusta batteria da porre poi nello zaino per avere molte ore di [luce forte...]da usare quando occorre: tipo discese con sci o bicicletta, oppure da svago con bici a tardo pomeriggio, che deve avere fari e luci più potenti dato che il crepuscolo è il momento di massima probabilità di non vedere il tracciato...).

Allora: basta parlare di dieta: qual'è la meccanica di sviluppo d'energia migliore con questo sistema che coinvolge il ciclista ma che potrebbe essere sostituito da qualche sistema ai confini della scienza qualora si scopra ad esempio come dare energia a "certe macchine incomplete" ?

Io propongo di fare qualcosa come avviene per i paranchi, cioè esiste quello singolo, per il secchio di cemento, ma per cose più pesanti c'è quello a "moltiplica di trazione", dico bene ?

Bicicletta per l'energia e Volanpo di massa giusta è la domanda che lascio a voi risolvere subito (io farò questo studio da Maggio sino a Settembre)

Insomma, mandiamo in moto le gambe senza pensarci troppo, per poi pensare meglio con la testa, o viceversa ?


(se il mio demone personale mi lascerà fare, vi "tirerò la volata").

A presto.

adexmont
09-05-2011, 15:10
mi associo alla discussione e parteggio per coloro che ritengono la cosa fattibile , io sono dell'idea che una palestra ammortizzerebbe il consumo di energia di circa un 10 % convertendo le macchine (tutte : pesi cyclette tapisroulant scalini da aerobica materassini ecc) al momento non mi interessa sapere se è conveniente ma semplicemente capire il costo che queste modifiche avrebbero in un normale apparecchio da palestra (io all'istituto tecnico mi ricordo dei macchinari fatti a molle un po' come la palestra tutto fare che uno può comprare nelle televendite e mettere ripiegato sotto il letto)

questi apparecchi che prendo in esame hanno già di loro un sistema che convoglia tutte le leve ad un unico carico (blocchetti di ghisa di solito oppure molle) se questo unico carico fosse una o + dinamo da inserire in base allo sforzo richiesto dall'usuario allora avremmo corrente .

una cosa che mi resta sconosciuta in quanto perito meccanico e non elettrotecnico è: come inserisco la corrente nell'impianto di casa ?questo dovrebbe essere il lato + costoso ma mi illudo che una famiglia di 4 persone con una palestra (attrezzo suddetto) che fanno esercizi 2 volte alla settimana per un paio di ore potrebbero tirare fuori l'energia per i vari display digitali dislocati per casa quali termostato forno lavatrice frigorifero ?... io credo di si

lo so l'energia in gioco non è molta ma io credo che se convogliata possa fare qualcosa

nll
09-05-2011, 17:33
Basta che ti leggi il messaggio #66 e capisci che quel che vuoi fare ha valore soltanto come esercitazione, come una soddisfazione personale per aver realizzato qualcosa da te, ma in termini di costi e di energia ricavata il bilancio è e sarà sempre negativo.

Tu sei dell'idea che risparmieresti il 10% di energia... ma sulla base di quali calcoli?

Quanto paghi l'energia elettrica? Quanto vale il risparmio che hai stimato, ammesso che sia realmente quello? Cosa devi spendere in termini economici e in termini di immissione di CO<SUB>2</SUB> dell'atmosfera, per attrezzare le macchine della tua palestra?

Due calcoli te li puoi fare già da subito, osservando la tua bolletta e valutando il budget che ne viene dal risparmio di quel fatidico 10%. Sospetto che la dura realtà possa ridimensionare non di poco le tue aspettative.