PDA

Visualizza la versione completa : Interessante: super-motori con le nanopolveri



foxer
25-08-2005, 15:06
<a href='http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2005/08_Agosto/22/nanopolveri.shtml' target='_blank'>http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze...nopolveri.shtml</a>

mariomaggi
27-08-2005, 09:19
Caro foxer, <br>avevo gia&#39; commentato la stessa segnalazione, ma non trovo piu&#39; il post. <br><br>Succo: vero, gia&#39; sperimentato qualcosa di simile 10 anni fa (Armando de Para ne e&#39; al corrente) ma i numeri troppo ottimistici sono da prendere con le pinze, direi che e&#39; sensazionalismo giornalistico.<br><br>Ciao<br>Mario

janvaljan
29-08-2005, 14:21
Non fosse il corriere penserai ad un caso spudorato di pubblicit&agrave;. Ma sperando nella seriet&agrave; del giornale, qualcosa di vero dovrebbe esserci

29-08-2005, 15:30
mah vediamo se funziona veramente non lo verdemo mai <br><br>tipo la eolo

goffredodsd
30-08-2005, 07:43
Ciao a tutti, ho visto diverse trasmissioni televisive sul caso delle nanopolveri.<br>In particolare ricordo il filmato (ambiente Italia e TG leonardo) della sperimentazione reale presso una officina autorizzata FIAT su una vettura Skoda Felicia con 160000 Km circa, i risultati sono stati davvero importanti: riduzione dei consumi quasi al livello di vettura nuova, lo stesso dicasi per le emissioni.<br>Anch&#39;io possiedo una vettura vecchiotta, ho cercato il prodotto ma pare che non sia ancora in vendita.

mariomaggi
30-08-2005, 11:45
Caro goffredodsd, <br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>i risultati sono stati davvero importanti: riduzione dei consumi quasi al livello di vettura nuova,</div></div><br>questa affermazione e&#39; credibilissima.<br><br>Lo e&#39; molto meno quella dell&#39;autore dell&#39;articolo sulla riduzione dell&#39;attrito "100 volte". Anche se e&#39; scritto sul CdS, prendo sempre le info con le pinze. <br><br>Ciao <br>Mario

31-08-2005, 13:36
Vi propongo il link in cui trovare cosa ha detto il presidente degli autoriparatori di confartigianato alla trasmissione: <a href='http://www.confartigianato.it/minisiti/categorie/autoriparazione/ultimenotizie/20050221auto.doc' target='_blank'>Leonardo </a>

mariomaggi
31-08-2005, 16:45
"...il miglioramento supera l&#39;80% ..."<br><br>Dato inequivocabile. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/tongue.gif' alt='tongue.gif'> <br><br>" ... e&#39; impossibile far andare un motore come se fosse nuovo ...." <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' alt='sad.gif'> <br>Ma allora dov&#39;e&#39; la riduzione di "100 volte" dell&#39;attrito? <br><br>Direi che funzionicchia, forse nessuno l&#39;ha ancora spiegato con termini tecnici razionali, per quello che ne so. <br><br>Ciao<br>Mario

goffredodsd
23-11-2005, 12:43
Qualche mese fa ho visto un servizio al TG leonardo con tanto di prova dell&#39;efficacia delle nanopolveri documentata da analisi dei gas di scarico su una Skoda felicia. Si diceva che il CNR ha fatto anch&#39;esso delle prove con esito positivo.<br>Ora non si sa nulla...

23-11-2005, 12:59
..x forza che nn si sa nulla...ridurebbe i consumi del 20% e fanno migliaia di miliardi in meno<br><br>1: allo stato di tasse<br>2: alle lobby<br><br><br>..fai una persona media che mette 1500€ di carburante all&#39;anno..<br><br>..in italia ci sono + di 20.000.000 di automobili (pensa in europa).<br><br>il 20% di 1500€ sono 300€.<br><br>di questi 300€ + della meta&#39; sono tasse allo stato.<br><br>diciamo 170€ allo stato.<br><br>moltiplica x 20.000.000<br><br>Fanno la bellezza di 3.400.000.000 DI EURO all&#39;anno (e stiamo bassi) che NON andrebbero + nelle casse dello stato..<br><br>..e&#39; del calibro di una finanziaria, penso che andremmo in bancarotta...<br><br><span class="edit">Edited by Ed.Gray - 23/11/2005, 13:00</span>

mangoo
01-12-2005, 10:47
Cari amici,<br><br>vorrei cogliere l&#39;occasione per invitavi a non indulgere eccessivamente in considerazioni complottistiche come quella presentata da edGray. Il suo intervento è certamente accetto, tuttavia penso sia più importante focalizzarci su aspetti positivi, applicativi e propositivi del materiale di ricerca presentato in queste pagine. In caso contrario, si finirebbe forse per sfociare in qualunquismo e banale vox populi che, sebbene ritengo condivisa da una parte di noi, potrebbe risultare controproducente. E&#39; probabile che molti dei pareri espressi liberamente in questo forum si scontrino contro forze di fatto molto potenti, ciononostante la soluzione di molti dei problemi che osserviamo quotidianamente deve partire proprio dalle esigenze e dalle richieste di una popolazione informata ed intraprendente. Ritengo che informare e scatenare l&#39;intraprendenza collettive debba essere un impegno costante e fondamentale di questo forum.<br><br>Grazie per l&#39;attenzione,<br>buone ricerche e buone discussioni&#33;<br>Mangoo<br><br><span class="edit">Edited by eroyka - 2/12/2005, 09:00</span>

mangoo
01-12-2005, 17:17
Cari amici,<br><br>l&#39;idea è certamente interessante e, a quanto sembra, piuttosto promettente. Tuttavia mi associo anche io allo scetticismo prudente di Mario, almeno fino al momento di disporre di dati delle prove sperimentali nonchè di una ragionata spiegazione del principio di funzionamento di tali nanopolveri. Informazioni che del resto sono non immediate da ottenere, per lo meno dal sito del CNR cui rimanda un link nella pagina online del Corriere di cui all&#39;inizo di questa discussione. Senza dati di prima mano si resta nel regno delle supposizioni.<br>E&#39; sperabile che questa reticenza sia legata soltanto a motivi di brevetto.<br>Chi fosse in grado di ottenere maggiori informazioni è invitato ovviamente a condividerle con tutti noi&#33; <br><br>Un caro saluto,<br>Mangoo<br><br><span class="edit">Edited by mangoo - 2/12/2005, 17:46</span>

03-01-2006, 16:17
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Ed.Gray @ 23/11/2005, 12:59)</div><div id='QUOTE' align='left'>..x forza che nn si sa nulla...ridurebbe i &nbsp;consumi del 20% e fanno migliaia di miliardi in meno<br><br>1: allo stato di tasse<br>2: alle lobby<br><br><br>..fai una persona media che mette 1500€ di carburante all&#39;anno..<br><br>..in italia ci sono + di 20.000.000 di automobili (pensa in europa).<br><br>il 20% di 1500€ sono 300€.<br><br>di questi 300€ + della meta&#39; sono tasse allo stato.<br><br>diciamo 170€ allo stato.<br><br>moltiplica x 20.000.000<br><br>Fanno la bellezza di 3.400.000.000 DI EURO &nbsp;all&#39;anno (e stiamo bassi) che NON andrebbero + nelle casse dello stato..<br><br>..e&#39; del calibro di una finanziaria, penso che andremmo in bancarotta...</div></div><br><br><br>Se Vuoi consolarti risparmiando carburante e abbattendo le emissioni inquinanti, in attesa che ci dicano dove trovare il prodotto basato sulle nanopolveri (ho fatto domanda diretta al Presidente Landini), puoi farlo utilizzando lo stesso ionizzatore di carburante che uso IO.<br>I risparmi sul carburante vanno da un 5 fino anche ad un 25% a seconda del motore e delle sue condizioni di base( sulla bravo gt 1.8 consumi -10%), per le emissioni inquinanti i dati sugli abbattimenti sono certificati dall&#39;Universit&agrave; del Molise e da altri enti, anche pubblici, e spaziano dal 20 fino anche al 100% dell&#39;emissione di CO.<br>Il tutto ha un costo che ritengo irrisorio dai 90 euro x cilindrate fino a 2500 cc ,ai 180 euro per cilindrate superiori, il tutto una volta nella vita in quanto il dispositivo non necessita di manutenzione e non interagisce nè con l&#39;apparato elettrico nè con quello meccanico.<br>Il TUV ha risposto alla richiesta di certificazione dicendo che non essendoci normativa in merito non necessita di certificazioni.<br>Bene, per farla breve: esiste, funziona, ho i documenti per provarlo, lo stò commercializzando direttamente, ma fino ad oggi, nessun ente specifico si è preso la briga di notificarne i dati o di farsi promotore di una campagna informativa, e penso che per il motivo matematico che hai enunciato nessuno lo far&agrave; a meno che non ne tragga un beneficio d&#39;immagine di massa maggiore rispetto a quello economico del bussiness petrolifero.<br>Dovrebbero essere le associazioni dei consumatori a farsi paladini anche su queste cose ma la politica è un terreno ......, quindi un passo alla volta e quando la massa degli interessati sar&agrave; sufficientemente grande qualcuno far&agrave; il primo passo.<br><br>Mi permetto di dare infine un&#39;altra chiave di lettura ai Tuoi dati economici:<br><br>300 euro risparmiati nel carburante ad personam x 20.000.000 di automobili = 6.000.000.000 di euro che i cittadini farebbero bene o male girare nei consumi, il che vorrebbe dire aiutare il volano dell&#39;economia a prendere velocit&agrave;.<br>Ricorda se non ci sono consumi le aziende non investono, e se non investono non si crea occupazione..... .<br>Per recuperare il disavanzo di introiti fiscali sulle benzine potrebbero benissimo tagliare del 50% sia i redditi che le pensioni dei Politici e non morirebbero certamente di fame. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/alien.gif' alt='alien.gif'> <br><br><br>

mangoo
05-01-2006, 18:34
Caro Independentbroker,<br><br>innanzitutto benvenuto&#33; e grazie per condividere con noi la tua esperienza.<br>Ritengo che quanto hai scritto debba suscitare l&#39;interesse di molti dei lettori e semplici fruitori di questo forum. Se intendo bene, tu sei in grado di commercializzare un dispositivo basato su uno ionizzatore di miscele carburanti in grado di abbattere in misura ragionevole consumi ed emissioni inquinanti. Vorrei chiederti se potresti fornirci maggiori delucidazioni sul suo principio operativo (in particolare, esplicitare il motivo per cui la ionizzazione influisce efficaciemente sul processo propulsivo; suppongo che migliori la combustione, ma tecnicamente non saprei esattamente a cosa appellarmi), oltre ovviamente al modo in cui poterne venire in possesso. <br>Ritengo inoltre molto significativo il tuo passaggio in cui sostieni: <br><i>Dovrebbero essere le associazioni dei consumatori a farsi paladini anche su queste cose [...] quando la massa degli interessati sar&agrave; sufficientemente grande qualcuno far&agrave; il primo passo.</i><br>Giusto: il motore dell&#39;economia rimane la massa dei consumatori, la quale ha ancora il potere fondamentale di orientare le richieste del mercato e di conseguenza la produzione di beni, mezzi e strumenti. Rendere i consumatori edotti ed accorti è essenziale per raggiungere la massa critica degli utenti necessaria per innescare le transizioni (che, non dubito, potranno anche dimostrarsi dolorose) verso un modello di economia ecologicamente sostenibile e praticamente soddisfacente. Se è vero che gli imprenditori sono attratti solo dalla remunerativit&agrave; di un affare a prescindere dalla sua polarit&agrave; (in questo caso, se esso è ecosostenibile o meno), una volta che simili processi saranno innescati ai loro occhi appariranno promettenti e appatibili tanto quanto quelli ancora oggi dominanti (almeno, lo spero fortemente). A quel punto, per feedback positivo il processo si amplificher&agrave; e si autososterr&agrave;. <br>Il problema cruciale consta dunque nell&#39;innescarlo.<br><br>Un caro saluto,<br>Mangoo<br>

09-01-2006, 11:37
Scusa il ritardo della risposta, ma almeno in queste feste ho dato precedenza a mia Moglie e a mia Figlia.<br>Il principio è semplice per un profano come mè, si tratta del fatto che a quanto viene asserito dai Dott., sotto l&#39;influenza del campo magnetico opportunamente orientato, le molecole subiscano una variazione di tensione superficiale e un forte aumento della loro naturale velocit&agrave; di rotazione, il che sfocia in una maggiore combustibilit&agrave; del carburante, a spanne, se normalmente il combustibile burucia al 75% poi si ottiene una combustione del 90-95%. Quindi non f&agrave; miracoli incredibili ma solo una trasformazione ulteriore di quanto gi&agrave; esiste in natura(nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trsaforma ti dice nulla??).<br>Per quel che riguarda il venirne in possesso purtroppo per me ci sono due metodi, uno puramente commerciale su internet (meno costoso), e l&#39;altro, che tiene conto della parte di informazione tecnica e assistenza diretta, chiedendomelo direttamente(relativamente più costoso ma...).<br>Dove st&agrave; la differenza? Nel prezzo, e Tu ti chiedrai, perchè se il prezzo è minore comprandolo su internet tu lo commercializzi ???<br>Hehehehe... Quì si entra nell&#39;area dei servizi che stò creando attorno alla mia attivit&agrave; principale.<br>La struttura della mia attivit&agrave; nasce dalla promozione finanziaria classica dalla quale mi sono dissociato tecnicamente qualche anno f&agrave; evolvendola in un <b>Servizio</b> <b>indipendente</b> scegliendo di <b>non rappresentare alcun marchio ma i miei clienti</b>. Da questo tipo di lavoro si sono creati per conoscenza e fidelizzazione una serie di rapporti preferenziali in diversi settori ed attivit&agrave; lavorative altrettanto valide ed interessanti, non solo per la mia attivit&agrave;, ma anche per le attivit&agrave; di altri.<br>Da qui l&#39;idea di formare un Bussiness Partner Club attraverso il quale introduco i <b>Miei</b> <b>Clienti</b> in quelle attivit&agrave; o settori che sono di loro interesse e che facendo capo alle mie Conoscenze Dirette mi permettono di creare un contatto preferenziale.<br>Ora siccome le mie conoscenze dirette spaziano dalle biotecnologie al biomedicale, dal settore pubblicitario a Societ&agrave; Sportive e Leghe Sportive (Calcio Volley Automobilismo Motociclismo ecc.ecc...), Trasporti, Aziende di abbigliamento sportivo, Enti Onlus , altro... , e siccome il tipo di rapporto che ho è privilegiato, e penso sia giusto che debba essere remunerato o che comunque debbano servire per creare contatti e interesse, però siccome mi è gi&agrave; stato detto di non fare azioni commerciali sul forum non posso menzionare l&#39;azienda; ma se di tuo interesse specifico penso che tu possa chiedermi il numero di telefono.<br>P.S. Ritengo che la pura informazione corretta sia utile per capire e valutare le situazioni ed i principi secondo i quali a volte si muove il mercato, agendo secondo questo presupposto spero di non aver violato altre norme del forum, se l&#39;ho fatto evidenziatemele cosicchè non possa più ricadere nello stesso errore.<br>Grazie

08-02-2006, 23:53
Salve a tutti, faccio presente che non conosco le regole che disciplinano il copyriegt (e forse <br><br> l' ho anche scritto male) ma ho trovato questa notizia che in qualche modo, penso, <br><br>potrebbere essere utile.<br><br>"Nanopolveri in vendita entro Marzo<br><br><br>07/02/2006<br><br>Ci giunge proprio oggi da Fabio Roggiolani, consigliere regionale dei verdi e Presidente della <br><br>Commissione Sanit&agrave; della regione Toscana, la notizia dell'inizio della commercializzazione <br><br>del prodotto basato su nanopolveri per la riduzione dei consumi e degli inquinanti su motori <br><br>che hanno un alto numero di chilometri sulle proprie spalle.<br>Quale posto più indicato per il lancio del nuovo prodotto se non un autodromo? L'annuncio <br><br>ufficiale della commercializzazione di questo "elisir della giovinezza" dei motori, infatti, <br><br>avverr&agrave; il giorno 11 marzo 2006 presso l'autodromo di Magione, in provincia di Perugia.<br>Sar&agrave; possibile trovare il prodotto a partire dal 15 marzo 2006 nel primo centro "Green <br><br>Quality" di Firenze, e presto in tutti i negozi specializzati."<br><br>il sito da cui è tratta è: <br><br><a href='http://www.tatavasco.it/new/index.php?azione=vedi%20articolo&ID_articolo=137' target='_blank'>http://www.tatavasco.it/new/index.php?azio...ID_articolo=137</a><br><br>se c'è qualcuno di quelle parti, perfavore fatevi una passeggiata e poi riferite se era vera la <br><br>notizia<br>grazie per la cortese attenzione, a presto

mangoo
09-02-2006, 00:15
Salve a tutti,<br><br>benvenuto hydor&#33; Interessante la tua segnalazione; c'è da sperare che l'iniziativa riceva pubblicit&agrave; e trovi ricadute immediate; del resto queste non mancheranno se il prodotto dovesse mantenere effettivamente le aspettative tanto fomentate. <br>Notate comunque che il link di cui all'intervento di Hydor è un aggiornamento di una pagina datata al 30 agosto dello scorso anno, nella quale si riportava la voce secondo cui la commercializzazione delle nanopolveri, ricavate per polverizzazione del serpentino tramite laser, avrebbe dovuto iniziare lo scorso dicembre. Speriamo si sia trattato solo di un semplice ritardo (credo che a qualcuno sia venuta in mente la storia della macchina Eolo...).<br>Invito ovviamente anche io chi potesse e fosse interessato a partecipare alla dimostrazione, così da iniziare al più presto test privati del prodotto.<br><br>Un caro saluto,<br>Mangoo

eroyka
09-02-2006, 09:54
Ciao ragazzi, <br>io penso proprio che, anche se non potrò essere presente alla presentazione di perugia, un salto al centro green quality di firenze per acquistare le nanopolveri lo farò di sicuro.<br><br>Vi terrò aggiornati.<br>Roy

kalos66
09-02-2006, 14:51
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (eroyka @ 9/2/2006, 09:54)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ciao ragazzi, <br>io penso proprio che, anche se non potrò essere presente alla presentazione di perugia, un salto al centro green quality di firenze per acquistare le nanopolveri lo farò di sicuro.<br><br>Vi terrò aggiornati.<br>Roy</div></div><br>Un saluto a tutti , spero sia vero .... visto che ho cercato di contattare tutti i personaggi coinvolti in questa operazione di promozione/lancio ( compreso l'assessore ) e nessuno ha risposto alle mie mail . <br>Nutro forti dubbi purtroppo <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/shifty.gif' alt='shifty.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/shifty.gif' alt='shifty.gif'>

09-02-2006, 15:03
Le nanopolveri sono sicuramente in vendita, se vuoi ho gli estremi per la richiesta all'azienda che lo commercializza la CAT SRL di ROMA, ma ahimè addio prezzo interessante, si parla di 103 euro ivato per la dose corrispondente ad un serbatoio motore da 5Kg di olio. Pronti via ......è gi&agrave; triplicato il prezzo.<br>Salutoni<br>independentbroker

kalos66
09-02-2006, 16:03
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (independentbroker @ 9/2/2006, 15:03)</div><div id='QUOTE' align='left'>Le nanopolveri sono sicuramente in vendita, se vuoi ho gli estremi per la richiesta all'azienda che lo commercializza la CAT SRL di ROMA, ma ahimè addio prezzo interessante, si parla di 103 euro ivato per la dose corrispondente ad un serbatoio motore da 5Kg di olio. Pronti via ......è gi&agrave; triplicato il prezzo.<br>Salutoni<br>independentbroker</div></div><br>Ciao, anche se il prezzo è 103 Euro se gli effetti benefici sul motore sono quelli dichiarati ... li potrebbe valere tutti . Oggi per fare un tagliando ad una macchina ci vogliono almeno 100 Euro . <br>Ciao

mangoo
09-02-2006, 16:56
Salve amici,<br><br>vorrei chiedere a independentbroker, che ci ha scritto:<br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>ahimè addio prezzo interessante, si parla di 103 euro ivato per la dose corrispondente ad un serbatoio motore da 5Kg di olio. Pronti via ......è gi&agrave; triplicato il prezzo.</div></div><br><br>se tale ditta di Roma e' la stessa che sostiene la manifestazione di Perugia e vendera' il prodotto in Firenze. La domanda in realta' sarebbe se si puo' stabilire se le nanopolveri distribuite dalla ditta romana sono le stesse che 'debutteranno' a Magione (a priori non e' dato saperlo). A quanto ho letto non mi pare sia cosi', visto che in quest'ultimo caso si tratterebbe del frutto della ricerca del CNR fiorentino; ma mi posso sbagliare. Nel caso le due cose non coincidessero, non e' detto che il prezzo del prodotto in vendita da marzo debba essere necessariamente cosi' alto; peraltro se si trattasse di un vero lancio pubblicitario gli organizzatori potrebbero effettuare qualche sconto per l'occasione. E comunque si e' solo all'inizio della commercializzazione, mi pare quantomeno strutturale che il prezzo iniziale possa risultare molto alto: c'e' bisogno di alimentare la richiesta per diffondere il prodotto (una volta appurato che esso effettivamente funzioni come descritto). <br>Attendiamo la maturazione delle vicende prima di esprimere giudizi conclusivi. Speriamo per il meglio&#33;<br><br>Un caro saluto,<br>Mangoo

10-02-2006, 10:07
Io a priori mi informo, poi comunico ciò che ho trovato e a meno che non ci siano due CNR sono le stesse, IO mi sono cercato i nomi di riferimento, li ho contattati e mi hanno veicolato ufficialmente alla CAT, se vuoi avere conferma di ciò che dico fai la stessa cosa, ma non mettere in dubbio la veridicit&agrave; delle cose che altri affermano se non ne hai la controprova, non è costruttivo.<br>Per quel che riguarda l'azienda che far&agrave; il lancio e il prezzo non ti sò dire se sono gli stessi anche perchè quando li ho contattati dovevano ancora definire i canali di commercializzazione tra i quali mi sono proposto anche io visto che commercializzo gi&agrave; un altro prodotto che può essere usato contemporaneamente e completerebbe l'opera di abbattimento fumi e risparmio di carburante. Veniamo al prezzo, di solito all'inizio sono prezzi "offerta" per avere appeal sul mercato poi salgono a meno che non si tratti di una "ferrari" che allora il prezzo è normalmente alto e pace, per cui, a meno che non mi abbiano sparato un prezzo da pirla sulla mia richiesta (non lo escludo a priori), temo che il prezzo sia circa quello che mi hanno proposto (e che ancora non ho accettato) quindi attendo conferme e/o magari smentite.

kalos66
10-02-2006, 12:15
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (independentbroker @ 10/2/2006, 10:07)</div><div id='QUOTE' align='left'>Veniamo al prezzo, di solito all'inizio sono prezzi "offerta" per avere appeal sul mercato poi salgono a meno che non si tratti di una "ferrari" che allora il prezzo è normalmente alto e pace, per cui, a meno che non mi abbiano sparato un prezzo da pirla sulla mia richiesta (non lo escludo a priori), temo che il prezzo sia circa quello che mi hanno proposto (e che ancora non ho accettato) quindi attendo conferme e/o magari smentite.</div></div><br>Ciao, il prezzo dovrebbe essere il linea su quanto dichiarato .... cioè se il flaconcino di nanopolveri mescolato all'olio motore , risolve i problemi di usura del motore ne aumenta la compressione ( in motori "stanchi") e "sistema" eccessivi consumi e inquinamento , credo che 100 Euro siano "regolari" . Mi chiedevo visto che v&agrave; la polverina magica v&agrave; aggiunta all'olio motore , quando si cambia quest'ultimo ... non si perde l'effetto "benefico" o rimane ??&#33;&#33; dichiaravano negli articoli che il trattamento è valido per 50000 KM cioè circa 2/3 cambi di olio motore . Vedremo in futuro come stanno le cose .<br><img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br><br><span class="edit">Edited by kalos66 - 10/2/2006, 20:08</span>

foxer
10-02-2006, 12:31
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (kalos66 @ 10/2/2006, 12:15)</div><div id='QUOTE' align='left'><cut>
Mi chiedevo visto che v&agrave; la polverina magica v&agrave; aggiunta all'olio motore , quando si cambio quest'ultimo ... non si perde l'effetto "benefico" o rimane ??&#33;&#33; &nbsp;dichiaravano negli articoli che il trattamento è valido per 50000 KM cioè circa 2/3 cambi di olio motore . Vedremo in futuro come stanno le cose .<br><img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'></div></div><br>Forse il prodotto ha anche l'effetto di allungare la "vita" dell'olio

mangoo
10-02-2006, 17:00
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Io a priori mi informo, poi comunico ciò che ho trovato e a meno che non ci siano due CNR sono le stesse, IO mi sono cercato i nomi di riferimento, li ho contattati e mi hanno veicolato ufficialmente alla CAT, se vuoi avere conferma di ciò che dico fai la stessa cosa, ma non mettere in dubbio la veridicit&agrave; delle cose che altri affermano se non ne hai la controprova, non è costruttivo.<br></div></div><br><br>Caro Independentbroker,<br>ti chiedo scusa preventivamente se il mio intervento ti e' parso irrispettoso. Ti assicuro che cosi' non voleva per nulla essere. <br>Ho avuto modo di appurare gia' in passato che quanto riporti sul forum e' attendibile. Anzi, proprio per completare la tua informazione ho scritto il precedente post, cioe' per mettere in luce aspetti che, secondo me, non erano espliciti fino in fondo. Questo non significa che metto in discussione la tua attivita'&#33; Mi spiacerebbe se te la fossi presa personalmente, come sembrerebbe dal tono della risposta; e tuttavia non credo che le richieste di maggiori specifiche siano improduttive. Assistici, abbiamo bisogno delle tue informazioni&#33;<br><br>Purtroppo non saro' in Italia per un (bel) po' di tempo, dunque personalmente non penso di poter partecipare attivamente alla sperimentazione delle polveri, ma se la trovate conveniente (sono in linea con quanto scrive Kalos, ma sara' l'uso effettivo a dacidere) vi invito a farlo al piu' presto&#33;<br><br>Un caro saluto,<br>Mangoo

maxgallotta
18-02-2006, 17:07
ehi avete trovato le nanopolveri in commercIo?<br>thx <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'>

05-03-2006, 16:12
Ciao anche io sto cercando di trovare un posto dove si vendono queste nanopolveri. Ho provato a cercare questo negozio green quality di firenze ma non ho trovato nessuna notizia su internet qualcuno può farmi sapere qualcosa... grazie ciao

mangoo
09-03-2006, 00:48
Cari amici,<br><br>chiedo scusa a ottavio8 (benvenuto tra noi&#33;) per il ritardo con cui rispondo. Purtroppo neanche io riesco a trovare ulteriori informazioni sulla presentazione al vasto pubblico delle nanopolveri, che, stando al comunicato di cui si accennava qualche post fa, dovrebbe essere praticamente imminente (sabato 11 marzo 2006).<br>Finora, a due giorni dalla presunta presentazione, sulla pagina iniziale del sito dell'autodromo di Magione non si trova alcun accenno alla manifestazione; nè sono riuscito a trovare altrove informazioni sulla catena di negozi 'Green quality' che dovrebbero in seguito commercializzare il prodotto.<br>Inviterei qualcuno dei frequentatori del forum, che magari vive in provincia di Perugia, a segnalarci ogni aggiornamento qualora ne venisse per ogni motivo a conoscenza.<br>Di sicuro, invito poi quanti fossero interessati a sperimentare personalmente gli effetti delle nanopolveri a contattare privatamente IndipendentBroker (con il suo beneplacito&#33; fate riferimento al suo post precedente) per ottenere gli estremi della societ&agrave; che le commercializza.<br><br>Un caro saluto,<br>Mangoo

eroyka
09-03-2006, 09:03
Ciao a tutti e in particolare a Mangoo,<br><br>Anche io ho cercato diperatamente di trovare questi negozi green quality ma niente di niente.<br>Nei prossimi giorni cercherò di contattare direttamente la Regione Toscana per cercare di avere qualche delucidazione ma dubito che riuscirò a tirar fuori il ragno dal buco.<br><br>Ma ci provo&#33;<br>Chiunque abbia notizie è pregato di segnalarle.<br><br>Roy

09-03-2006, 09:39
Sono riuscito ad ottenere le informazioni basta contattare l'azienda distributrice clap ai seguenti contatti.<br><br>Sig.ra PAtrizia Giuliani 06.48931002<br><br>oppure<br><br>Sig.ra Laura Barsellotti 0583.805070<br><br>Io ho gi&agrave; tutta la documentazione forniytami da questa societ&agrave; volendo la posso condividere se mi dite dove mettere il file oppure ve li spedisco in posta come allegato.<br><br>Cioa

eroyka
09-03-2006, 09:46
Ciao ottavio,<br>grazie delle info. Se hai uno scanner puoi scannerizzare la documentazione (o se è digitale ancora meglio) e allegare il file qui nel forum stesso utilizzando l'apposito pulsante che trovi nella finestra che ti si apre cliccando sul pulsante "rispondi"<br><br>Fammi sapere se hai problemi con messaggio privato che ti aiuto.<br><br>Grazie delle info&#33;&#33;<br>Roy<br>

eroyka
09-03-2006, 13:02
Ottavio, mandami il file su progettomeg@gmail.com ci penso io a metterli on line.<br>Grazie.

mariomaggi
10-03-2006, 09:25
Ho parlato poco fa col presidente della Clap, stanno facendo un servizio televisivo che forse domani o domenica verra' presentato in RAI.<br><br>Non hanno un sito.<br>Si consigli di chiamare da lunedi in poi.<br><br>Ciao<br>Mario

kalos66
10-03-2006, 09:53
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b>(mariomaggi @ 10/3/2006, 09:25)</div><div id="quote" align="left">Ho parlato poco fa col presidente della Clap, stanno facendo un servizio televisivo che forse domani o domenica verra' presentato in RAI.<br><br>Non hanno un sito.<br>Si consigli di chiamare da lunedi in poi.<br><br>Ciao<br>Mario</div></div><br>Ciao , potresti informarci ( quando sarai a conoscenza ) dell'ora di trasmissione ??? Grazie .<br>

mariomaggi
10-03-2006, 11:52
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">Ciao , potresti informarci ( quando sarai a conoscenza ) dell'ora di trasmissione ??? Grazie .</div></div><br><br>Io no, non credo di venire a saperlo.<br>Ciao<br>Mario

mangoo
10-03-2006, 15:26
Cari amici,<br><br>grazie ad alcuni di voi (particolarmente ottavio8, che saluto) ora la documentazione riguardo alle nanopolveri e' disponibile (anche) presso di noi.<br>Mentre l'amministratore valuta la possibilita' di pubbicarne almeno una parte, invito senza dubbio chiunque sia interessato a visionarla a chiederla privatamente (a me e a Eroyka, almeno).<br>Ovviamente la migliore sorgente di informazioni rimane la ditta stessa&#33;<br><br>Il gruppo di documenti resi disponibili contiene risultati di test indipendenti condotti da alcuni gruppi di lavoro dell'Universita' di Firenze, risultati dell'applicazione a vari automezzi (sia diesel che benzina, sia automobili che autobus ed altro), nonche' alcuni dettagli (sia tecnici, sia promozionali (hic est busillis&#33;)) forniti dalla ditta. Stiamo pensando di pubblicare almeno i resoconti tecnici; i quali, a prima vista, sembrerebbero piuttosto promettenti.<br><br>In accordo con quanto mi suggeriva privatamente mariomaggi, anche secondo me il problema della pubblicazione dei dati e' legato a questioni di compromesso tra informazione utile o pubblicita' gratutita e/o di parte. Vale a dire, pubblicando le informazioni privilegiamo una delle (tante) ditte disponibile che vendono simili ritrovati (in questo modo facendo il suo gioco) oppure utile e giustificata informazione riguardo a qualcosa di unico (finora)?<br>A quanto risulta, sia da ricerche personali che dal contributo delle ricerche condotte dai partecipanti a questa discussione, non sembra aversi notizia di altre aziende che commercializzino il prodotto (che peraltro, come gia' noto e come vedrete nei documenti, e' protetto da brevetto).<br>Vi invito a segnalarci smentite o conferme di questo stato di fatto. Nonche' a notificarci riguardo alla trasmissione di cui ci ha scritto mariomaggi precedentemente.<br><br>Un caro saluto,<br>Massimo<br>

Hellblow
10-03-2006, 16:04
Salve a tutti...<br>Basta mettere la documentazione a disposizione ma omettendo i dati della ditta. In particolare interessano solo i dati tecnici. Se qualcuno è interessato all'acquisto di QUEL prodotto allora potr&agrave; chiedere informazioni in privato.<br>Credo sia una buona soluzione dato che la cosa si ridurrebbe a chiedere ad un amico info in privato su un'azienda del settore, e non sbandierare sul forum il nome della stessa.<br>Un saluto <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/facb12b84bf2dc536738e5e7209e07a3.gif" alt="wink.gif">

mangoo
13-03-2006, 08:56
Cari amici,<br><br>sabato scorso 11 marzo, secondo quanto annunciato nel link presente in uno dei post precedenti, si sarebbe dovuta tenere all'autodromo di Magione (Perugia) la manifestazione di presentazione dell'additivo alle nanopolveri. Personalmente non ho trovato alcun riscontro, ed ancora adesso sul sito dell'autodromo non se ne trova menzione (rimane l'ipotesi che un evento come quello che ci interessa non sia di cartello o non menzionato, almeno nelle pagine principali, in quanto eccezionale; ma onestamente la cosa avrebbe poco senso, per non dire che sarebbe ridicola). Qualcuno di voi ha informazioni diverse o piu' confortanti?<br>Rimane il fatto che l'additivo e' disponibile previo ordine alla ditta, attendendo la diffusione commerciale. Si potrebbe iniziare a pensare alla costituzione di un gruppo di sperimentazione, come gia' accaduto e descritto in passato tra le righe di questo forum per simili occasioni.<br><br>Un caro saluto,<br>Mangoo

Docrates
13-03-2006, 13:11
<br>Oggi ho dato una letta alla documentazione inviatami da Mangoo ad eccezione del file "25.01.06 Listino Prezzi.sxw" perchè non riconoscito da nessun programma<br>I dati sono interessanti, sembra che quel siringotto sia una iniezione di gioventù per le auto vecchie, ma non ho potuto far a meno di notare che non esiste alcun test su quanto i risultati siano duraturi. Non solo, non si sa cosa accada nel tempo al nuovo strato di materiele che si è depositato sui cilindri e pistoni. Per quanto ne sappiamo potrebbe accadere di tutto, sia che il trattamento duri quanto una dose ad un tossicodipendente, sia che il nuovo materiale non si consumi pian piano, ma si sfladi tutt'assieme grippando il motore.<br>Insomma, i dati sono certamente interessanti ma incompleti, sorvolando o tacendo su parti fondamentali.<br>Un'altra cosa che mi genera dubbi e che il prodotto bubblicizzato abbia un nome diverso da quello testato dall'Universit&agrave; di Firenze: siamo sicuri sia la stessa cosa?<br>

mangoo
14-03-2006, 02:17
Cari amici,<br><br>mi aggancio al precedente post di Docrates per aggiungere altre osservazioni tratte dalla lettura dei documenti disponibili sino ad ora.<br><br>A prima vista, come notato da Docrates, potrebbe sembrare di trovarsi di fronte a due prodotti da distinguere, sebbene basati sullo stesso principio. Il primo è presentato assieme ai test svolti dal Dipartimento di Meccanica e Tecnologie Industriali dell'Universit&agrave; di Firenze, il secondo (con un diverso acronimo distintivo) dalla ditta che lo produce. Tuttavia, se si osserva che nella redazione dei due documenti c'è una separazione temporale di sei mesi circa, e che nel secondo documento, il più recente, compaiono (alla fine) le stesse prove (insieme ad un cospicuo numero di ulteriori) presentate anche nel primo, si è legittimati ad avanzare l'ipotesi che in entrambi i casi si tratti dello stesso prodotto, che nel corso dello scorso anno avrebbe trovato nuovo nome, brevetto e ditta commercializzatrice. Attendo eventuale smentita di questa ipotesi; tuttavia il dilemma è chiaramente secondario rispetto ai risultati dimostrati in ciascun caso.<br><br>Pur rischiando di semplificarlo in eccesso, il principio attivo dell'additivo risiede nella propriet&agrave; delle nanopolveri, in esso disperse, di agire da catalizzatori per la ristrutturazione superficiale delle pareti dei componenti meccanici lubrificati dall'olio cui viene aggiunto. Il logorio e l'usura di queste superfici, in costante movimento durante l'esercizio, risulta dall'asporto di detriti che aprono fratture e creano asperit&agrave; locali, oltre a rimanere in sospensione nell'olio durante il funzionamento. Il risultato netto e macroscopico di questi processo è l'aumento dell'attrito tra le parti meccaniche, l'aumento della produzione di calore, e nel caso del sistema pistone/cilindro una riduzione del potere di compressione: ne discende una diminuzione dell'efficienza complessiva del motore.<br>Il ruolo delle nanopolveri è di depositarsi sulle superfici corrose e 'attivarle' (aumentandone probabilmente l'energia superficiale associata), rendendole più reattive e dunque in grado di reagire con i detriti rilasciati in circolo: essi vengono da esse ri-adsorbiti superficialmente, così da riempire le cavit&agrave; e produrre un rivestimento esteriore in grado di ripristinare condizioni di lavoro comparabili con quelle originali ('di targa').<br><br>Numerose prove condotte da vari enti (tra cui la ditta stessa, il gi&agrave; citato dipartimento dell'Universit&agrave; di Firenze, ed altri, indipendenti) convergono in un insieme coerente di risultati:<br>1) aumento del potere di compressione dei cilindre, e generale allineamento delle prestazioni relative; in particolare, è stata testimoniata la ristrutturazione (rivestimento) della superficie interna dei cilindri, ed il funzionamento del motore in assenza di olio lubrificante (dopo il trattamento con l'additivo).<br>2) Miglioramento del processo di combustione. Conseguenze dirette ne sono: la riduzione del consumo di carburante a parit&agrave; di prestazioni ottenute (stimata tra il 5 ed il 20 percento); la significativa riduzione delle emissioni di monossido di carbonio e degli idrocarburi incombusti a fronte, come naturale, di una diminuzione dell'emissione di ossigeno e di un aumento di quella di diossido di carbonio (tale aumento tuttavia è almeno, se non del tutto, compensato dalla gi&agrave; citata riduzione dei consumi di carburante); la significativa riduzione dell'emissione di particolato di dimensioni micrometriche (noto come pm10 e pm2.5) rilevata tramite misure di opacit&agrave; degli scarichi.<br><br>Viene riportato che le polveri trovano impiego per motori a benzina e diesel, e per una molteplicit&agrave; di impieghi (automobili, ciclomotori, autobus, camion, treni, aereoplani ed altro).<br><br>Le prove presentate in effetti non rispondono esaustivamente, come osservava Docrates, al problema della durata del trattamento. Sembrerebbe che le prestazioni dei motori si mantengano stabili e addirittura migliorino per qualche mese dopo il trattamento. Si legge che la durata di un singolo intervento si può valutare in qualche decina di migliaia di chilometri percorsi o in un anno di funzionamento.<br>Ritengo che questo possa essere uno dei punti di maggior interesse per una eventuale sperimentazione privata.<br><br>Infine, il prezzo (di partenza, immagino) è inferiore, per le automobili, al centinaio di euro per dose.<br><br>Spero di poter stimolare l'interesse di molti lettori di queste pagine, sia nella ricerca di ulteriori informazioni, sia eventualmente nel desiderio di provare il prodotto. Mi rendo conto che questo può essere interpretato come una forma di pubblicit&agrave;, ma anche ammesso ciò la riterrei in questo caso utile e giustificata se, come sembra di poter concludere, il prodotto possiede potenzialit&agrave; rilevanti per l'ecologia (particolarmente urbana) nonchè per l'economia dell'utente.<br><br>Vorrei infine sottolineare, se ce ne fosse necessit&agrave;, che simili rimedi, anche quando di verificata e, beninteso, ben accetta utilit&agrave;, dovrebbero essere considerati comunque come soluzioni transitorie lungo il cammino stabile e determinato verso modifiche più radicali ed effettive dei metodi di propulsione o delle sorgenti di energia per locomozione.<br><br>Un caro saluto,<br>Mangoo

kalos66
14-03-2006, 14:09
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b>(mangoo @ 14/3/2006, 02:17)</div><div id="quote" align="left"><br>Infine, il prezzo (di partenza, immagino) è inferiore, per le automobili, al centinaio di euro per dose.<br><br>Spero di poter stimolare l'interesse di molti lettori di queste pagine, sia nella ricerca di ulteriori informazioni, sia eventualmente nel desiderio di provare il prodotto. Mi rendo conto che questo può essere interpretato come una forma di pubblicit&agrave;, ma anche ammesso ciò la riterrei in questo caso utile e giustificata se, come sembra di poter concludere, il prodotto possiede potenzialit&agrave; rilevanti per l'ecologia (particolarmente urbana) nonchè per l'economia dell'utente.<br><br>Vorrei infine sottolineare, se ce ne fosse necessit&agrave;, che simili rimedi, anche quando di verificata e, beninteso, ben accetta utilit&agrave;, dovrebbero essere considerati comunque come soluzioni transitorie lungo il cammino stabile e determinato verso modifiche più radicali ed effettive dei metodi di propulsione o delle sorgenti di energia per locomozione.<br><br>Un caro saluto,<br>Mangoo</div></div><br>Ciao , da quello che mi hai mandato la "dose" per motore di automobile dovrebbe essere 86 € + iva cioè 103 € . Come rilevato da altri utenti manca l'informazione relativa alla durata in chilometri percorsi del trattamento , cioè quanto dura la parte attiva dell'additivo ; è chiaro che dovrebbe dipendere dalle condizioni del motore , dalla cilindrata del motore , dal tipo ( diesel , benzina ) e dallo stile di guida . Manca anche le indicazioni relative al cambio dell'olio alla fine di un ciclo con additivo "CLAP" . Comunque sarei propenso a sperimentare senza nessun problema particolare , tranne quello che manca ancora la distribuzione/vendita del prodotto in oggetto .<br>Un dubbio però mi è sorto .... l'universit&agrave; ha certificato le prove e ne ha fatto l'analisi statistica , ma il prodotto non è stato inventato dall'universita ma da un'impresa privata ( se non ho capito male ) . <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3f9cf284c09add09f6dbed6ee167b9d1.gif" alt="wacko.gif"> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3f9cf284c09add09f6dbed6ee167b9d1.gif" alt="wacko.gif"><br>Ciao <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/0dc4779571ef57f76aa36d71a1dbd56f.gif" alt="smile.gif">

16-03-2006, 13:44
E' in ogni caso una notizia mooolto interessante.<br>Mi sono appena iscritto a questo forum e spero di trovare/fornire altre notizie utili a tutti.<br>

mangoo
16-03-2006, 17:13
Cari amici,<br><br>benvenuto a Bragiu&#33;, cui auguro di trovare tra le pagine del nostro forum le notizie che cerca nonche' di arricchirlo con le proprie.<br><br>Il dubbio che ha sollevato Kalos e' in effetti latente. Le prime notizie che sono circolate (vedi primi post di questa discussione) avevano come protagonisti ricercatori del CNR e russi. Tuttavia, il risultato netto e', comunque e fortunatamente, che il prodotto della ricerca e' ora disponibile.<br>In tema di scetticismo, evidenzierei anche che mentre nei documenti disponibili si accenna estesamente all'impiego che dell'additivo fanno, da tempo, enti, aziende e compagnie di vari settori industriali e motoristici, la difficolta' per l'utente interessato nel trovare informazioni a riguardo rimane ancora alta, almeno sulla rete (per non parlare d'altri mezzi; della trasmissione televisiva di cui accennava Mario non si hanno aggiornamenti, finora). Questa controintuitiva discrepanza e' ancora piu' strana se la si accosta ai benefici che il prodotto sembra possedere, e che dovrebbe spingere la ditta fornitrice a sostenere un adeguato lavoro pubblicitario, potendo puntare ad un plausibile riscontro economico.<br>Probabilmente l'operazione publicitaria si sta semplicemente dispiegando lentamente. Dal canto nostro possiamo accelerare i tempi di diffusione della conoscenza (e giudizio) del ritrovato attraverso passaparola o prove private, possibilmente a lungo termine e con reciproco scambio di impressioni e riscontri tra gli utenti.<br><br>Un caro saluto,<br>Massimo

fabio19tdi
17-03-2006, 19:25
io ho scoperto tutto questo solo oggi leggendolo sulla nazione&#33; speriamo si riesca a sapere di piu, sarei molto interessato a provarlo...

kalos66
21-03-2006, 16:02
Allora nessuna novit&agrave; sulla reperibilit&agrave; del prodotto ??? vorrei cominciare a testarlo .<br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/f38ea9f0137396dc46d040f0a74667f5.gif" alt="smile.gif">

24-03-2006, 03:18
Ciao a tutti,<br><br>in attesa di reperire il prodotto sul mercato, mi sono informato sulla natura delle nanopolveri utilizzate.<br>Nel TGR Leonardo del 18.02.05 si parlava di una roccia particolare, il 'serpentino' che, opportunamente micronizzata con tecnologia Laser forma appunto queste nanopolveri. Si tratta di un minerale basico assai diffuso nel nostro Paese e la cui formula chimica è Mg3[(OH)4(Si2O5)], cioè un silicato di magnesio della cui famiglia fa parte anche l'amianto(&#33;) (a proposito, non sar&agrave; mica pericoloso se inalato accidentalmente??&#33;) <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/7cc164c3dcda266f6c9417993a319985.gif" alt="blink.gif"> In base alla formula chimica su esposta si potrebbe ora ipotizzare il tipo di reazioni a cui potrebbe dar luogo dentro il motore. In base alle mie poche conoscenze di chimica, posso dire che il magnesio è una delle migliori sostanze riducenti (sottrae ossigeno) esistenti. Per effetto delle alte temperature esistenti nel motore, si può ipotizzare una ossidazione del gruppo MgOH a MgO (ossido di magnesio) dove l'ossigeno potrebbe essere sottratto proprio agli ossidi metallici presenti nell'olio motore che si riducono a metallo. Il metallo a sua volta potrebbe reagire con il silicato (Si2O5) e l'MgO (che è un refrattario) formando una sorta di ceramica del gruppo dei siliciuri (una specie di vetro-ceramica) che aderendo alla parete del cilindro forma uno strato liscio, duro e altofondente con basso coefficiente di attrito e con miglioramento delle caratteristiche adiabatiche del motore (come tutte le ceramiche) con conseguente miglioramento del rendimento termodinamico (più potenza a parit&agrave; di consumi). La mia naturalmente è una ipotesi per cercare di capire cosa potrebbe avvenire nel nostro motore con l'uso di questo prodotto. Sarebbe interessante conoscere gli 'additivi' per capirne qualcosa di più.<br>Alcuni anni fa sulla mia Honda Civic 1600, ho sperimentato un prodotto a base di Teflon (Slick 50) che aggiunto all'olio motore formava nel tempo un sottile strato di Teflon nelle pareti dei cilindri. Grazie alla riduzione dell'attrito il motore era estremamente silenzioso e la riduzione dei consumi era in media del 6%. L'effetto è durato circa 25000-30000 Km a fronte di una pubblicit&agrave; che parlava di 60000-80000 Km.<br>Tuttavia bisogna dire che se è vero che queste nanopolveri formano una 'ceramizzazione' della parete dei cilindri, l'effetto dovrebbe essere più duraturo se non altro per la maggire durezza e resistenza alle alte temperature rispetto al Teflon. Personalmente sono propenso ad usarlo.<br>Ciao da Luky <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/d86e586ef7a51f01e529a01acb41593a.gif" alt="rolleyes.gif">

mangoo
24-03-2006, 08:19
Benvenuto Luky&#33;<br>Grazie per la segnalazione del servizio apparso sul telegiornale scientifico di Rai3. Forse e' questa la trasmissione cui accennava mariomaggi qualche post fa. Puoi dirci quale parere era espresso riguardo la loro efficacia e la loro funzionalita'? Si e' trattato di una segnalazione generica o sono stati intervistati anche personaggi della ditta o dell'universita'?<br>La tua ipotesi di funzionamento delle nanopolveri sembra plausibile. Immagino che, se avvenisse come tu hai descritto, potrebbe essere accompagnata da evoluzione di idrogeno (o forse questo resta a formare idruri metallici?) e/o formazione di acqua, che tuttavia, a prima vista, non mi parrebbero prodotti utili nell'economia del motore (particolarmente il secondo). Spero di essere smentito&#33; Peraltro, il materiale reso disponibile dalla ditta non fornisce dati sufficienti ad indagare a fondo la chimica e la fisica alla base delle proprieta' della polvere. Tuttavia non dubito che analisi approfondite siano state compiute da qualche ente. E sarebbe interessante riprodurle.<br><br>Noto che il numero di utenti interessato a sperimentare l'additivo e' piuttosto elevato. Personalmente non sono ancora in possesso delle informazioni riguardo a come reperire il prodotto, che in teoria si dovrebbe trovare da pochi giorni in commercio. Chi avesse maggiori dettagli ci informi&#33; L'idea di un gruppo di lavoro congiunto potrebbe essere molto piu' di una semplice ipotesi.<br><br>Un caro saluto,<br>Mangoo

25-03-2006, 22:41
Ciao Mangoo&#33;<br>Mario Maggi fa riferimento ad una trasmissione che, da quel che ne so, deve ancora avvenire. Quella che ho visto risale ad oltre un anno fa e vedeva coinvolti ricercatori del CNR di Firenze con uno scienziato russo (Sergej Sukhov) in collaborazione con una autofficina privata che ha effettuato le misure di compressione dei cilindri prima e dopo il test. Mi ricordo che l'auto era molto vecchia (ben oltre i 150000 km) e se non ricordo male le misure di compressione prima del test era attorno a 7.5 ed era salito a 9 dopo il test, durato circa 270 km. Ti posso assicurare che un guadagno di 1.5 bar sulla compressione di un motore a benzina è veramente tanto e incremente sensibilmente il rendimento termodinamico del motore (non a caso tutti i diesel hanno rapporti di compressione oltre 20 e consumi bassissimi).<br>Tornando al discorso sulla chimica delle nanopolveri, l'eventuale idrogeno che dovesse svilupparsi nella reazione formerebbe molto probabilmente proprio acqua perchè l'idrogeno ha una affinit&agrave; verso l'ossigeno molto superiore che non verso i metalli ferrosi. Questo però non è un problema perchè l'acqua viene 'normalmente' prodotta nei cilndri durante la combustione. Forse non ci crederai ma un litro di benzina produce come prodotti di combustione oltre un litro d'acqua (vapore acqueo) e oltre 2 kg. di anidride carbonica&#33; Hai mai notato quel gocciolamento dalle marmitte dei motori quando sono ancora freddi? Quella è proprio l'acqua che si forma dentro il motore che condensa contro la marmitta ancora fredda. Tieni presente inoltre che circa mezzo grammo di nanopolveri potrebbe al massimo formare poche frazioni di grammo di acqua (lungo tutto l'arco del suo utilizzo), perciò del tutto ininfluente.<br>Riguardo alla commercializzazione del prodotto, ho telefonato proprio ieri alla Sig.ra Patrizia Giuliani (a proposito, grazie Ottavio) la quale mi ha comunicato testualmente che "...il prodotto sar&agrave; in vendita entro 6 mesi(&#33;) perchè devono essere espletate pratiche burocratiche"(&#33;?) Ma allora perchè dare l'annuncio della commerc. al 15 marzo? Mi viene un dubbio, non vorrei che la stretta 'parentela' di queste nanopolveri con l'amianto abbia causato qualche intoppo imprevisto di tipo sanitario. Mah...spero vivamente di sbagliarmi.<br>Ciao

kalos66
26-03-2006, 12:15
Buongiorno a tutti <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/a2a1ea67c57fca8ea6546eef5dc829f1.gif" alt="smile.gif"> , ottima analisi da parte di Luky . Ho trovato qualche notizia sul serpentino o Fillosilicato di Magnesio , a quanto pare la varieta fibrosa di questo materiale era chiamata amianto di serpentino :<br><a href="http://www.valtrebbia.org/minerali/serpentino_pr.htm" target="_blank">http://www.valtrebbia.org/minerali/serpentino_pr.htm</a><br><br>Credo che non sia stata usata questa variet&agrave; ( non avrebbe senso a mio avviso ) . Comunque io aspetto altre notizie e novit&agrave; sulla commercializzazione .<br><br><br>

26-03-2006, 17:00
<span style="font-family:Arial"><span style="font-size:14pt;line-height:100%"><span style="color:blue"><br>Buongiorno; mi sono appena registrato perchè sto cercando notizie (e ne ho trovate parecchie, a dire il vero) su queste fantomatiche nanopolveri.<br>VOrrei segnalarVi, visto che ho notato che milti si chiedono dove recuperarle, che posso dirVi dove (fonte attendibile: FOCUS di MARZO 2006)<br>E' possibile trovarle nei negozi della catena CLAP, sono prodotte dalla ditta CAT, la quale può essere contattata ai numeri 06/48931002 e 0583/805070.<br>Io stesso chiamerò al più presto e, confidando nella arcinota seriet&agrave; della rivista FOCUS, spero proprio che questa ditta CAT soddisfi le aspettative di tutti noi.<br>SALUTI&#33;<br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/8e0d455224ace30aa0c6f6a1d5c3d761.gif" alt="rolleyes.gif"> </span></span></span><br><br><span style="font-family:Arial"><span style="font-size:8pt;line-height:100%"><span style="color:blue"><br>...Scusate gli errori di ortografia...ho una fretta bestia&#33;...<br><br> <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/01b3e5a8777088b828faa57e8cd29565.gif" alt="tongue.gif"> </span></span></span>

mangoo
26-03-2006, 20:35
Cari amici,<br><br>innanzitutto, benvenuto a Varadero&#33; Lo ringrazio per averci segnalato che la rivista 'Focus' ha recentemente trattato l'argomento: mi sembra una notizia positiva perchè la rivista ha un vasto pubblico di lettori; tuttavia sulla 'arcinota seriet&agrave;' della stessa non sono d'accordo, ma ciò è alieno al tema che trattiamo. Lo invito inoltre a dedicare del tempo a leggere i post presentati finora in questa discussione, dove trover&agrave; altre informazioni sul tema (oltre a ri-trovare quelle che ci ha fornito&#33;).<br><br>Quanto ci ha riportato Luky (che ringrazio):<br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">mi ha comunicato testualmente che "...il prodotto sar&agrave; in vendita entro 6 mesi(&#33;) perchè devono essere espletate pratiche burocratiche"</div></div><br>è invece una notizia non buona e che, ahimè, ha, come scrivevo in un post precedente, i connotati di un dej&agrave; vu: innovazioni tecnologiche, delle cui propriet&agrave; si viene rapidamente a conoscenza sollevando grande interesse, ma la cui diffusione risulta ostacolata da pratiche burocratiche. Ricordo inoltre che il comunicato stampa, cui accenna ancora Luky, che annunciava il lancio in commercio del prodotto per met&agrave; marzo faceva gi&agrave; seguito ad un primo ritardo nella commercializzazione a suo tempo fissata per ottobre 2005. Concordo in pieno sulle perplessit&agrave; sollevate da simili manovre. Potrei ipotizzare che la ditta abbia voluto in qualche maniera testare l'esistenza e l'entit&agrave; del pubblico di utenti interessato al prodotto; ma ciò non è coerente con lo scarso supporto pubblicitario che ha sostenuto il presunto lancio commerciale.<br>L'ipotesi di un ostacolo al rilascio del prodotto dovuto a incompatibilit&agrave; sanitarie, sostenuta da Luky, non è da scartare, sebbene personalmente mi appaia molto formale e soprattutto forse non giustificabile nel caso venissero confermati gli effetti delle poveri nel permettere una sensibile riduzione nelle emissioni di inquinanti e particolati fini.<br><br>Attendendo altre conferme o smentite, continuiamo a cercare informazioni.<br><br>Un caro saluto,<br>Mangoo

mangoo
31-03-2006, 08:58
Cari amici,<br><br>vi segnalo alcuni aggiornamenti, tratti da comunicazioni via email con la signora Giuliani (della CAT, che ha sede a Roma e a Bagni di Lucca).<br><br>Rispondendo alla domanda sul perche' del prodotto si parla mentre non e' praticamente ancora in circolazione, la signora risponde (inaspettatamente) in modo diverso rispetto a quanto riportato da Luky:<br><i>(...) Il prodotto CLAP non è ancora disponibile nel libero commercio poichè ancora ad uno stadio avanzato di sperimentazione globale. (...)<br></i><br><br>La signora non fa accenno a impedimenti burocratici (dimenticanza, reticenza?). Anzi, prosegue rispondendo in dettaglio alla mia domanda sulla possibilita' di reperire il prodotto per test privati domestici:<br><i>Qualora fosse interessato a partecipare alle sperimentazioni potrete acquistare una o piu confezioni di CLAP, partecipando inoltre alla successiva pubblicazione dei dati di esperimento della tecnologia "composto nanopolveri CLAP " con le seguenti modalita:<br><br>1)Analizzare presso un officina specializzata la propria autovettura/camion/trattore etc richiedendo prove di compressione per ogni cilindro, analisi degli HC e della CO2.<br><br>2) Verificare il proprio consumo di carburante (ponendo attenzione al costo unitario del propellente usato al momento della verifica per evitare di corrompere i dati con aumenti del costo alla pompa)<br><br>3) Inserire come da istruzioni allegate all'interno della confezione di CLAP il composto salva motore<br><br>4)Percorrere almeno 500 km, e tornare alla stessa officina per le nuove misurazioni<br><br>5) Verificare il nuovo consumo di carburante<br><br>6) Inviare a C.A.T. le prove diagnostiche ante e post inserimento fornendo i dati della autovettura(marca modello km percorsi anno prima immatricolazione consumo pre e post inserimento, proprio giudizio di soddisfazione). </i><br><br>Dunque, sembrerebbe che:<br>i test conclusivi sul prodotto siano ancora attivi (sperabilmente in fase di ultimazine; peraltro si puo' anche ipotizzare che i (primi) utenti vengano invitati a collaborare anche solo per estendere la statistica dei risultati, in una sorta di aggiornamento continuo);<br>l'additivo alle nanopolveri sia gia' reperibile (tramite spedizione, presumo);<br>i nostri test sono possibili, anzi addirittura sollecitati.<br><br>Segnalo infine che la CAT non sembrerebbe al corrente del comunicato stampa di cui si parlava in uno dei primi post della discussione, nel quale si accennava alla presentazione presso l'autodromo perugino e alla commercializzazione presso negozi fiorentini:<br><i>(...) Per quanto riguarda la catena Green Quality non le so dire molto in quanto non riguarda assolutamente la nostra compagnia, ne tantomeno la commercializzazione del prodotto. Pultroppo molto informazioni sono state divulgate senza la nostra autorizzazione e non è facile riuscire a supervisionare tali informazioni e poterle correggere. (...)</i><br><br>Forse si ripropone il problema dell'unicita del prodotto (ovvero: quello della CAT e' l'unico del suo genere, o ne esistono altri ed e' di questi che si e' parlato in diverse occasioni?).<br>Parafrasando la signora Giuliani, spero con questo post di aver contribuito a chiarire le idee piuttosto che a confonderle.<br>In definitiva, auspicherei un intervento diretto di responsabili della societa' per fare definitivamente il punto della situazione.<br><br>Un caro saluto,<br>Mangoo

kalos66
31-03-2006, 09:35
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (mangoo @ 31/3/2006, 09:58)</div><div id="quote" align="left">La signora non fa accenno a impedimenti burocratici (dimenticanza, reticenza?). Anzi, prosegue rispondendo in dettaglio alla mia domanda sulla possibilita' di reperire il prodotto per test privati domestici:<br><i>Qualora fosse interessato a partecipare alle sperimentazioni potrete acquistare una o piu confezioni di CLAP, partecipando inoltre alla successiva pubblicazione dei dati di esperimento della tecnologia "composto nanopolveri CLAP " con le seguenti modalita:<br><br>1)Analizzare presso un officina specializzata la propria autovettura/camion/trattore etc richiedendo prove di compressione per ogni cilindro, analisi degli HC e della CO2.<br><br>2) Verificare il proprio consumo di carburante (ponendo attenzione al costo unitario del propellente usato al momento della verifica per evitare di corrompere i dati con aumenti del costo alla pompa)<br><br>3) Inserire come da istruzioni allegate all'interno della confezione di CLAP il composto salva motore<br><br>4)Percorrere almeno 500 km, e tornare alla stessa officina per le nuove misurazioni<br><br>5) Verificare il nuovo consumo di carburante<br><br>6) Inviare a C.A.T. le prove diagnostiche ante e post inserimento fornendo i dati della autovettura(marca modello km percorsi anno prima immatricolazione consumo pre e post inserimento, proprio giudizio di soddisfazione). </i></div></div><br>Ciao Massimo , mi sembra che nel forum ci sia un pò di gente interessata ai test da fare sulla prorpia auto .... . Ci manca la possibilit&agrave; di acquistare/acquisire il prodotto per testarlo.<br><br>Ciao

02-04-2006, 23:06
ciao a tutti , sono un nuovo utente, mi chiamo claudio e sono di genova.<br>ho trovato per caso questo sito interessantissimo (tra l'altro conoscevo claudio ciavaroli), ed ho avuto la bellissima sorpresa di trovare anche mario maggi.<br>come inizio e' buono, non c'e' che dire.<br> vorrei pero' dire la mia sulle nanopolveri : ci avete pensato che , ancora una volta, si sta introducendo una tecnologia, dal punto di vista tecnico molto promettente, ma non sperimentata dal punto di vista della ricaduta ambientale e biologica???<br><br>lo sapete che le nano polveri, (da 0 a 2,5ppm) sono non filtrabili e producono gravi patologie incurabili? (sindrome dei balcani, sindrome delle twintowers , ecc.)<br><br>io non sono contro il progresso : e' il mio lavoro, e in qualche modo , molto modestamente e per la mia piccola parte ho cercato di dare un contributo,ma sono anche convinto che si debba guardare non solo all'utilita' tecnica, ma anche ad una valutazione complessiva &#33;<br><br>ciao a tutti, e scusate se ho ritto le uova nel paniere.<br><br>clo

mariomaggi
03-04-2006, 06:14
Benvenuto clop&#33;<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">scusate se ho rotto le uova nel paniere</div></div><br>Ma stai scherzando? Tutte le informazioni - e soprattutto quelle sulle contrindicazioni delle innovazioni - sono benvenute.<br>Quello che non mi e' chiaro e' la dimensione della pericolosita'. Da quel poco che ne so anche in natura ci sono nanopolveri, non sono invenzioni di adesso. O forse confondo le polveri sottili con le nanopolveri? Chi ha conoscenze in merito, puo' fare un po' di chiarezza su questo punto, grazie?<br><br>Demolendo una struttura invasiva a Bari si producono grandi quantita' di nanopolveri, o sbaglio?<br>Le nanopolveri usate come olio lubrificante sono invece contenute all'interno del motore, che e' stagno, solo una minima parte potrebbe fuoriuscire. Il danno eventuale sarebbe veramente minimo. Ma puo' darsi che mi sbagli.<br><br>Sulle patologie incurabili, penso che ci sia ancora molta confusione normativa sull'uso delle nanopolveri. Forse non esiste una normativa. Credo che sia un po' come la questione dei campi elettromagnetici, dove solo pochi anni fa i legislatori brancolavano nel buio, imponendo limiti estremamente diversi in diverse regioni/nazioni.<br><br>Ciao a tutti<br>Mario

mangoo
03-04-2006, 08:26
Benvenuto Clop&#33;<br><br>Il tuo intervento e' benaccetto e interessante. Mario ti ha gia' spiegato quale e' lo spirito del forum: anche questa sezione, come quasi tutte le altre, e' dedicata principalmente alla raccolta e diffusione di notizie riguardanti tecnologie con possibili ricadute positive sull'ambiente, le energie e la loro interazione. Non temere, non ci rompi nessun uovo perche' non stiamo difendendo nessuna posizione, ne' tantomeno nessuna ditta. Qui si discute sulle potenzialita' e/o rischi dell'impiego di additivi alle nanopolveri nei motori. Il fatto che ultimamente si sia piu' o meno indirettamente fatto riferimento a un prodotto specifico deriva dall'aver constatato che finora in circolazione e' forse l'unico di cui si ha notizia.<br><br>Come hai notato, la tecnologia ha ancora bisogno di una conclusiva sperimentazione applicativa. Molti utenti di questa discussione sembrano in effetti interessati a sperimentare il prodotto direttamente, visto anche che si potrebbe partecipare alla redazione delle statistiche dei risultati presso il produttore. Ma, pur con questo, nessuno ha mai detto a priori che il prodotto funzioni; peraltro sul suo principio di funzionamento abbiamo solo delle ipotesi e una non precisa descrizione fornita dal produttore. Dunque si e' ben distanti dal poter (e voler) esprimere un giudizio completo e sostanziale.<br><br>Sugli effetti bio/patologici delle nanopolveri il dibattito e' aperto. Come detto in precedenza e ripetuto da Mario, le polveri di simili dimensioni sono in circolazione (letteralmente) probabilmente da sempre, sebbene non sia da escludere che la loro concentrazione possa essere salita con l'evoluzione industriale. Molti fenomeni producono polveri sottili; tra questi ricordiamo proprio i motori nonche' gli inceneritori (a questo proposito, rimando alla problematica vicenda che coinvolge dei ricercatori italiani sul tema di cui tratta Beppe Grillo sul suo blog).<br>L'interesse per le nanopolveri da aggiungere 'nei' motori nasce dalle affermazioni secondo cui il trattamento dovrebbe contribuire a ridurne l'emissione negli scarichi. Mentre si attende verifica di questo, mi pare di intuire che tu vuoi giustamente estendere il problema al trattamento per la produzione e lo stoccaggio delle polveri stesse. Anche, e soprattutto, in questo ambito necessitiamo di maggiori contributi informativi. Il tema e' altrettanto interessante e addirittura piu' generale.<br><br>Un caro saluto,<br>Mangoo

04-04-2006, 17:20
grazie mario e massimo del benvenuto &#33;<br><br>no, non so nulla su pm10 , nanopolveri (anche se dovrei partecipare a breve ad una sperimentazione in vitro con nanomateriali) ,ecc.<br>mi limito ad osservare l'introduzione di una tecnologia senza che siano stati condotti studi sulla sua pericolosita' .<br>poi, per carita' massimo, se le nanopolveri servono a fare essere meno inquinanti i motori, ben venga l'analisi dei costi benefici . il probema e' mentre si guarda ai possibili benefici, si trascurano completamente i costi.<br><br>eppure le nanopolveri secondo me meritano di essere guardate con un minimo se non di sospetto almeno di attenzione, se pensate appunto a sindrome dei balcani, sindrome torri gemelle, tutto quello che abbiamo imparato sui pm10 ecc. &#33;<br><br>il fatto e' che tutti quanti , io per primo, quando vediamo un materiale meraviglioso tecnicamente (cosa c'e' di piu' "bello" dell'amianto ? leggero, resistente al calore, molto facilmente fomabile, abbondante, economico) ci domandiamo subito dove potrebbe venir bene usarlo, ma non SE abbia controindicazioni &#33;<br><br>vabbe' , tocchera' informarmi meglio &#33;<br><br>ciao a tutti<br><br>clo<br>

alexdoor73_8
19-05-2006, 14:54
Che fine ha fatto questo prodotto miracoloso?<br>Alla fine l&#39;avete sperimentato, avete scoperto se e&#39; veramente fatto di amianto, se ci sono pericoli?<br><br>E&#39; da + di un mese che il thread e&#39; spento come mai...<br><br>scusate se ritorno su argomenti vecchi ma ho scovato questo forum da poco

mangoo
21-05-2006, 13:16
Benvenuto Alexdoor&#33;<br><br>Come hai constatato, questo thread è rimasto inattivo per alcune settimane. Ritengo che il motivo essenziale sia la difficile reperibilit&agrave; del prodotto, condizione necessaria per procedere alla verifiche dirette che confermino o smentiscano quanto diffuso dalla ditta.<br>Personalmente sono riuscito a entrare in contatto (via email) con una responsabile della ditta, la quale mi aveva recentemente anche invitato ad un incontro personale per discutere sulle possibilit&agrave; di test congiunti. Per motivi logistici (la distanza da Roma) ho declinato l&#39;invito, facendo presente ovviamente che, a quanto ho potuto avvertire, molte persone (riferendomi a parte dei fruitori di questo thread) sarebbero interessati a prove provate. Da allora tuttavia non ho ricevuto più alcun segnale. Avrei atteso ancora prima di riferirne, ma approfitto volentieri del tuo intervento per farlo.<br><br>Mi pare di poter constatare che il prodotto (o forse gamma di prodotti) ha suscitato un discreto interesse. Ma, e purtroppo, allo stato delle cose più di questo non è dato esprimere (anche ricordando che alcune delle notizie che erano facilmente circolate nei mesi precedenti sono state poi smentite dai diretti interessati). Anche per questo la discussione si è ultimamente &#39;autosospesa&#39;.<br><br>Un caro saluto,<br>Massimo

Spuzzete
24-05-2006, 17:14
Se ho ben capito l'additivo della ditta CAT si propone di migliorare le prestazioni del motore come questo additivo <a href="http://www.ceramicpowerliquid.com/prodotti/prod1scheda.htm" target="_blank">http://www.ceramicpowerliquid.com/prodotti/prod1scheda.htm</a> che però non contiene nanopolveri e non si sa se funziona,costa comunque 62 euro il flacone da 300ml. dal sito:<br><br>"<i>Il Ceramic Power Liquid è un trattamento per motori alimentato da benzina, GPL o gas metano. Il prodotto è una combinazione fra Olio Fullsintetico, EP Dopes, altri additivi e in fine una miscela di varie tipi di ceramiche in forma polverosa. La grandezza di queste particelle è in torno a 0,2 micron. In un processo speciale queste particelle con un peso specifico di ca. 1,2 vengono miscelati con un altri corpi molto più leggeri. Il peso di questa nuova copie e parie a quello dell’olio fullsintetico. Cosi vengono garantito che le particelle di ceramica rimangano in sospensione nell’olio di base. Immesso nel motore, favorebelimento fatto insieme con il cambio dell’oliomotore, le particelle vengono trasportato immediatamente nei punti critiche dei motori. Sotto l’effetto di sfregamenti e il calore, prodotto nel motore, le particelle di ceramica si fondono e creano cosi lo strato protettivo. Una volta creato questa nuova superfiche inizia<br>imedeatamente a funzionare e rimane attivo per ca. 100.000 KM<br><br>I vantaggi principale sono i seguenti.<br><br>Abbassamento di consumo di carburante<br>Abbassamento di consumo d’olio<br>Abbassamento di Gas di scarico<br>Aumento di potenza<br>Aumento di durata del motore<br>E tanti tanti altri vantaggi<br></i>"<br><br>Che ne pensate?

mariomaggi
25-05-2006, 18:19
Caro spuzzete,<br>di additivi per lubrificanti ce ne sono tanti.<br>Di pagine web che promettono miracoli ce ne sono ancora di piu&#39;.<br>Personalmente ho testato degli additivi ed ho ottenuto risultati incostanti, dal deludente all&#39;eccezionale.<br>La casistica era troppo varia, poi e&#39; mancata la possibilita&#39; economica di prodeguire con le sperimentazioni.<br><br>Ti pregherei di lasciare vivo questo post parlando solo di nanopolveri, se ci saranno novita&#39; in tal senso.<br><br>Ciao<br>Mario

yuk
29-05-2006, 18:11
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (Spuzzete @ 24/5/2006, 18:14)</div><div id="quote" align="left">Se ho ben capito l'additivo della ditta CAT si propone di migliorare le prestazioni del motore come questo additivo <a href="http://www.ceramicpowerliquid.com/prodotti/prod1scheda.htm" target="_blank">http://www.ceramicpowerliquid.com/prodotti/prod1scheda.htm</a> che però non contiene nanopolveri e non si sa se funziona,costa comunque 62 euro il flacone da 300ml. dal sito:<br><br>"<i>Il Ceramic Power Liquid è un trattamento per motori alimentato da benzina, GPL o gas metano. Il prodotto è una combinazione fra Olio Fullsintetico, EP Dopes, altri additivi e in fine una miscela di varie tipi di ceramiche in forma polverosa. La grandezza di queste particelle è in torno a 0,2 micron. In un processo speciale queste particelle con un peso specifico di ca. 1,2 vengono miscelati con un altri corpi molto più leggeri. Il peso di questa nuova copie e parie a quello dell’olio fullsintetico. Cosi vengono garantito che le particelle di ceramica rimangano in sospensione nell’olio di base. Immesso nel motore, favorebelimento fatto insieme con il cambio dell’oliomotore, le particelle vengono trasportato immediatamente nei punti critiche dei motori. Sotto l’effetto di sfregamenti e il calore, prodotto nel motore, le particelle di ceramica si fondono e creano cosi lo strato protettivo. Una volta creato questa nuova superfiche inizia<br>imedeatamente a funzionare e rimane attivo per ca. 100.000 KM<br><br>I vantaggi principale sono i seguenti.<br><br>Abbassamento di consumo di carburante<br>Abbassamento di consumo d’olio<br>Abbassamento di Gas di scarico<br>Aumento di potenza<br>Aumento di durata del motore<br>E tanti tanti altri vantaggi<br></i>"<br><br>Che ne pensate?</div></div><br>Ciao io utilizzo il CPL su una toyota corolla 1300 cc del 97 alimentata a metano.<br>Vantaggi riscontrati su 30.000 km di utilizzo: migliore fluidit&agrave; e abbassamento della temperature liquido di raffreddamento ( ricordo che la combustione del metano alza le temp in camera di scoppio e non di rado questo crea problemi alle sedi valvole dei motori + delicati e fra questi toyota)<br>Riduzione dei consumi intendiamoci niente di miracoloso direi un 3-5% in più di percorrenza.<br>In definitiva il vantaggio principale è la sensazione di miglior fluidit&agrave; del propulsore.<br>Saluti

dandb
27-01-2007, 13:07
e il solito giochetto di quando hanno tirato fuori le marmitte catalitiche<br><br>senza dire che la benzina verde è cancerogena.<br><br>i miglioramenti ci saranno con ste polveri i dati vanno valutati e qui generalmenti ognuno ci sguazza come buole visto che sono numeri hanno la bellezza che possono essere obbiettivi se discendono da analisi corrette e se poi sono interpretati correttamente.<br><br>30 euro a testa comunque è una bella tassa per levarci dal gobbo il senso di colpa dell&#39;inquinamento ma non è certo questa la strada da perseguire .......................<br><br>occhio non vede cuore non duole <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/1f370518fcb053a40d398509810cdaed.gif" alt="image">

08-03-2007, 11:28
ciao sono Franco di cagliari ho letto casualmente il vostro forum e vi confermo che le nanopolveri per motori esistono eccome, ho visto di persona un mio amico che iniettava un liquido con una normale siringa nell&#39;asta del livello dell&#39;olio di una punto a benzina, dopo alcuni giri in citt&agrave; la macchina mostrava una ripresa fuori del normale. Non vedo lora di provarlo e farvi sapere le mie impressioni

goffredodsd
10-03-2007, 12:49
Si può sapere dove si compra?<br><br>Grazie

12-03-2007, 15:44
la ditta che lo commercializza è la EMME4 srl con numero di telefono<br>070789399 chiedere del sig. michele. io devo recarmi fra qualche giorno per acquistarlo, ciao

12-03-2007, 16:53
Gli additivi non possono fare nulla, se un motore è usurato non c&#39;è niente da fare. Se invece lo scopo è quello di passare la revisione riducendo rumori, ticchettii e fumosit&agrave;, allora va bene.....<br><br>La maggior parte degli additivi non fa altro che aumentare la viscosit&agrave; dell&#39;olio, riducendo temporaneamente i trafilamenti e dando quindi l&#39;illusione che il motore rinasca. Attenzione, però: significa anche minor lubrificazione a freddo.<br>Ceramic, sintoflon, selenia hpx, bardahl, più tutti gli altri che non mi ricordo perchè troppo vecchi.... tutti hanno lasciato il tempo che trovavano. Del resto, sono almeno trentacinque anni che se ne parla.... ma i risultati sono sempre gli stessi.<br>Se uno ha un motore con 150000 km, con gli additivi riesce a tirarlo fino a 180000, ma poi si rif&agrave; il motore.

mariomaggi
23-02-2008, 16:50
Nanopolveri, un anno dopo.<br>Qualcuno ha qualche news?<br><br>Ciao<br>Mario<br>

guzzillo
04-03-2008, 21:16
<br>purtoppo uno spesso velo di (nano) polvere ha coperto il trhead..