PDA

Visualizza la versione completa : Kit riscaldatore di Carlo Bertocchi - esperienze



ciusto
05-09-2005, 11:29
<a href='http://www.progettomeg.it/macchinaolio.htm' target='_blank'>Macchina Olio</a><br><br>A me sembra che sia la soluzione migliore senza fare grosse spese, basta solo rompersi il culetto un po&#39;...<br><br>Io sto già facendo il reattore... vi aggiornerò....

maxgallotta
09-09-2005, 21:11
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (ciusto @ 5/9/2005, 11:29)</div><div id='QUOTE' align='left'><a href='http://www.progettomeg.it/macchinaolio.htm' target='_blank'>Macchina Olio</a><br><br>A me sembra che sia la soluzione migliore senza fare grosse spese, basta solo rompersi il culetto un po&#39;...<br><br>Io sto già facendo il reattore... vi aggiornerò....</div></div><br> si anche io ma pensavo ad una modifica per scaldare l&#39;olio con i gas di scarico...in pratica funzionerebbe cosi:<br><br>partenza a freddo con le candelette supplementari nel reattore e con il collare riscaldato sul filtro<br><br>dopo qualche minuto le candelette si spengono e lo scambiatore (acqua/olio)porta l&#39;acqua a 70/80...<br><br>ora qui ho 2 idee magari malsane <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wacko.gif' alt='wacko.gif'> :<br><br>se pratico un piccolo foro filettato sui collettori di scarico( la temperatura supera i 500gradi giusto?) e faccio un piccolo circuito in cui i gas passano in un tubo di rame che contiene il reattore distruggo tutto?<br><br>oppure faccio raggiungere il reattore a 2 fasce di rame(tipo staffe) che dall&#39;altra parte sono avvitate sfruttando le viti di attacco del collettore di scarico.il calore arriverebbe fino al reattore attraversando il rame? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/unsure.gif' alt='unsure.gif'>

ciusto
12-09-2005, 09:03
.. se raggiunge i 500 gradi stai tranquillo che li la colza appena tocca il tubetto si cristallizza e forma una crosta che non togli più...<br><br>Bisogna stare attenti anche con le candelette.... che non vadino sopra i 24v

ciusto
15-09-2005, 14:26
.. raga raga&#33;&#33;&#33; adesso siamo in battaglia&#33;&#33; oggi vado a comprare i pezzi e credo che per la sett proxima ho il mio carissimo reattore&#33;&#33;&#33;&#33;<br><br>se ne volete uno fatemelo sapere&#33;&#33;

mav_top
20-09-2005, 15:29
ciusto se ci riesci a farlo, fammi sapere che io di meccanica, elettronica, elettricita&#39; ne capisco molto poco<br><br>magari me lo costruisci te ? magari <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br><br>ciao<br>mav_top

ciusto
20-09-2005, 16:02
tranquillo che se ci riesco vi faccio sapere e poi se ti interessa ci possimo combinare... ciao

dado VRC
29-09-2005, 19:39
Allora:ho fatto un progettino mio e l&#39;ho messo parzialmente in pratica:un aggeggio un pò più piccolo e più semplice:posto foto, anche se non è ancora finito:<br>Questo è l&#39;interno:la parte non forata è quella dove andrà ad infilarsi la candeletta(dall&#39;esterno), che non voglio sia a contatto con l&#39;olio.il foro centrale è filettato e cieco, non tocca sulla candeletta, e mi terrà in posizione i fondelli che chiudono le estremità <br><br><span class="edit">Edited by dado VRC - 29/9/2005, 19:41</span><br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://www.energeticambiente.it/images/316164ef9628da43615874ad24922529.jpg" alt="Attached Image"></table><p>

dado VRC
29-09-2005, 19:43
Questo è come appare di 3/4. la vite centrale è quella che va ad infilarsi nel foro filettato di cui sopra.<br>Il fondello è di plastica(zellamid 202) e il corpo è in alluminio UNI8060. <br><br><span class="edit">Edited by dado VRC - 29/9/2005, 19:49</span><br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://www.energeticambiente.it/images/88564f06301740dd39e606d507afc864.jpg" alt="Attached Image"></table><p>

dado VRC
29-09-2005, 19:46
Questo è il fondello con l&#39;O-Ring in NBR (dovrebbe tenere con l&#39;olio...volendo si trovano quelli in silicone). <br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://www.energeticambiente.it/images/c57d0deda61cbb032732646b5baf85d6.jpg" alt="Attached Image"></table><p>

dado VRC
29-09-2005, 19:48
e questo è come appare all&#39;esterno, anche se manca la boccola con la candeletta, che dovrei fare domani o al più tardi martedì. <br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://www.energeticambiente.it/images/f986a1eb3f6b04ab396d9de605381e90.jpg" alt="Attached Image"></table><p>

ciusto
29-09-2005, 20:28
si ma allora è un mini reattore?&#33;?&#33;?&#33;?<br><br>Ma che candeletta ci metti su??<br><br>e quanto scalda??

GTD
30-09-2005, 11:32
complimenti&#33;bel lavoro&#33;<br>anche i fondelli li hai fatti tu al tornio?<br>se ti sei ferito per farlo si puo&#39; proprio dire che hai dato anche il sangue per la nostra causa&#33;<br>che potenza ha la candeletta?<br>e il corpo in alluminio quanto pesa?<br>ne hai considerato l&#39;inerzia termica?

Gpl
30-09-2005, 12:38
Bravo DADO Lodevole come sempre &#33;&#33;

dado VRC
30-09-2005, 19:10
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (GTD @ 30/9/2005, 11:32)</div><div id='QUOTE' align='left'>complimenti&#33;bel lavoro&#33;<br>anche i fondelli li hai fatti tu al tornio?<br>se ti sei ferito per farlo si puo&#39; proprio dire che hai dato anche il sangue per la nostra causa&#33;<br>che potenza ha la candeletta?<br>e il corpo in alluminio quanto pesa?<br>ne hai considerato l&#39;inerzia termica?</div></div><br> si, ho fatto anche i fondelli al tornio...per fare gli ingressi eccentrici ho messo uno spessore sotto un morsetto del mandrino.<br>Non mi sono ferito nel farlo, ma nelle ore prima, in officina...sempre lavorando la plastica, togliendo delle bave con il taglierino...<br>La candeletta è una superstite delle originali della punto, le avevo cambiate tutte e 4 a 80&#39;000km mi pare, se ne erano bruciate2...adesso una è là, l&#39;altra è immersa nel liquido di raffreddamento&#33;

dado VRC
30-09-2005, 19:20
Questo è il lavoro finito.<br>Ho costruito la bussola in cui è montata la candeletta in modo che il corpo incandescente non tocchi l&#39;olio, praticamente la bussola ha un filetto M10 che si avvita nel pezzo, e al suo interno c&#39;è il filetto M12x1.25 in cui si avvita la candeletta...ovviamente il filetto M10 si trova all&#39;altezza del bulbo della candeletta, e il filetto M12x1.25 al&#39;interno della bussola si trova nella parte sporgente, che misura 20mm di diametro al suo esterno.<br>Adesso devo vedere come fare per evitare che surriscaldi.pensavo di collegare un termostato che spegne la candeletta a valle del riscaldatore, ma non so se è la soluzione giusta...ho pensato anche di mettere una candeletta da 24V, devo pensarci.<br>In tutto per farlo ci ho messo 3ore e mezza.Farne una piccola serie non sarebbe difficile (prima però vedo se funziona come deve...penso ci vorranno circa 2mesi, con la voglia che ho...)...se interessa chiedo in ditta quanto potrebbe costare farli.<br>GTD:cos&#39;è l&#39;inerzia termica??per il peso non so, calcola che è una briciola, il diametro esterno è 40mm ed è lungo 60mm, senza contare i tubi di ingresso.a occhio peserà 150/200g... <br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://www.energeticambiente.it/images/12ea40caa3a145554b57e57cd8a2e20f.jpg" alt="Attached Image"></table><p>

GTD
01-10-2005, 13:02
l&#39;inerzia termica dipende dalla capacita&#39; termica dell&#39;oggetto che è data dal calore specifico del materiale(in questo caso alluminio) per la massa e serve per calcolare in quanto tempo raggiunge la temperatura di esercizio conoscendo la potenza termica applicata e quanto tempo impiega a tornare a temperatura ambiente conoscendo la differenza di temperatura.<br>per conoscere la potenza della candeletta basta misurare quanti A assorbe....<br>con quella a 24V non rishi la carbonizzazione dell&#39;olio ma temo ci metta un bel po&#39; piu&#39;a mandarlo in temperatura e comunque vista la limitata superficie di scambio con l&#39;olio credo lo scaldi poco....<br>visto che è cosi&#39; piccolo comunque l&#39;inerzia dovrebbe essere bassa<br>non resta che fare delle prove...

dado VRC
01-10-2005, 16:22
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (GTD @ 1/10/2005, 13:02)</div><div id='QUOTE' align='left'>l&#39;inerzia termica dipende dalla capacita&#39; termica dell&#39;oggetto che è data dal calore specifico del materiale(in questo caso alluminio) per la massa e serve per calcolare in quanto tempo raggiunge la temperatura di esercizio conoscendo la potenza termica applicata e quanto tempo impiega a tornare a temperatura ambiente conoscendo la differenza di temperatura.<br>per conoscere la potenza della candeletta basta misurare quanti A assorbe....<br>con quella a 24V non rishi la carbonizzazione dell&#39;olio ma temo ci metta un bel po&#39; piu&#39;a mandarlo in temperatura e comunque vista la limitata superficie di scambio con l&#39;olio credo lo scaldi poco....<br>visto che è cosi&#39; piccolo comunque l&#39;inerzia dovrebbe essere bassa<br>non resta che fare delle prove...</div></div><br> boh...io vorrei provare a 12V...

GTD
03-10-2005, 13:06
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>boh...io vorrei provare a 12V...</div></div><br>si anch&#39;io credo sia meglio per ottenere risultati apprezzabili e anche perchè gia ce l&#39;hai,ma forse sarebbe meglio allungare un po&#39; anche i tubicini e controllare la potenza con un&#39;amperometro e poi sentire che temperatura raggiunge a vuoto....<br>comunque un&#39;altra modifica semplice,senza controindicazioni e molto utile soprattutto ora che le temperature si abbassano è la coibentazione del filtro del gasolio che da&#39; un&#39;aumento di temperatura dell&#39;olio di 5-10°C e nel tuo caso che hai lo scambiatore a monte del filtro forse ancora di piu&#39;...<br>io l&#39;ho avvolto con della lana di roccia,isolato dalla staffa e isolato a sua volta questa dal telaio,poi lo ho rivestito con un foglio di alluminio.

dado VRC
03-10-2005, 14:11
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (GTD @ 3/10/2005, 13:06)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>boh...io vorrei provare a 12V...</div></div><br>si anch&#39;io credo sia meglio per ottenere risultati apprezzabili e anche perchè gia ce l&#39;hai,ma forse sarebbe meglio allungare un po&#39; anche i tubicini e controllare la potenza con un&#39;amperometro e poi sentire che temperatura raggiunge a vuoto....<br>comunque un&#39;altra modifica semplice,senza controindicazioni e molto utile soprattutto ora che le temperature si abbassano è la coibentazione del filtro del gasolio che da&#39; un&#39;aumento di temperatura dell&#39;olio di 5-10°C e nel tuo caso che hai lo scambiatore a monte del filtro forse ancora di piu&#39;...<br>io l&#39;ho avvolto con della lana di roccia,isolato dalla staffa e isolato a sua volta questa dal telaio,poi lo ho rivestito con un foglio di alluminio.</div></div><br> Per l&#39;isolazione...ci ho pensato, voglio farla con le guaine isolanti per idraulica però...devo chiedere ad un mio amico idraulico.<br><br>La mia paura ad usare la candeletta a 12V è che arriva a 900°, mentre l&#39;alluminio fonde attorno ai 650...poi non so che lega ho usato per la boccola della candeletta(i miei lavoretti per non pesare sull&#39;officina li faccio con gli scarti di lavorazione...)e non vorrei che fosse al magnesio...non dovrebbe...se no fa un flash, o sbaglio?? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' alt='w00t.gif'>

dado VRC
03-10-2005, 14:55
Grande idea...e anche semplice&#33;&#33;<img src='http://www.oilpress.com/rape-therm.JPG' border='0' alt='user posted image'>

GTD
03-10-2005, 15:11
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>Per l&#39;isolazione...ci ho pensato, voglio farla con le guaine isolanti per idraulica però...devo chiedere ad un mio amico idraulico.</div></div><br>intendi quelle in schiuma poliuretanica nera?<br>meglio la lana di roccia,è piu&#39; adattabile e isola di +<br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>La mia paura ad usare la candeletta a 12V è che arriva a 900°, mentre l&#39;alluminio fonde attorno ai 650...poi non so che lega ho usato per la boccola della candeletta(i miei lavoretti per non pesare sull&#39;officina li faccio con gli scarti di lavorazione...)e non vorrei che fosse al magnesio...non</div></div><br>se come penso il bulbo non è in contatto con l&#39;alluminio non dovrebbe fondere ma c&#39;è rischio di carbonizzazione dell&#39;olio specialmentequando si spegne il motore con la candeletta calda...<br>io metterei un termostato tarato a circa 200°C in un foro parallelo alla candeletta<br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>dovrebbe...se no fa un flash, o sbaglio??</div></div><br>il magnesio mi sembra che sia piu&#39; leggero dell&#39;alu,di colore tendente al giallognolo e dovrebbe fare delle sfiammate a contatto con gli utensili...

GTD
03-10-2005, 15:15
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Grande idea...e anche semplice&#33;&#33;</div></div><br>forte&#33; io pero&#39; la candeletta la metterei a 24V e magari 2&#33;<br>ma sotto secondo te come l&#39;hanno chiuso? <br><br><span class="edit">Edited by GTD - 3/10/2005, 15:24</span>

dado VRC
03-10-2005, 18:59
c&#39;è una vite passante(si vedono i 2 esagoni alle estremità)che chiude,probabilmente è forata e la candeletta non è a diretto contatto con l&#39;olio, ma dentro la vite.

GTD
04-10-2005, 15:41
si, dev&#39;essere cosi&#39;<br>quindi servono 2 attacchi in ottone per le pompe dei mezzi pesanti,forse da ridurre un po&#39; perchè i tubi del gasolio delle auto sono da 7 e quelli da 10, una vite che ad occhio dovrebbe essere M12 e una candeletta tipo la n°9 del catalogo domina....

mav_top
06-10-2005, 16:13
quest&#39;ultima foto dado cosa rappresenta ?<br><br>ho visto il tuo "minireattore" e mi sembra ottimo, bisognerebbe provarlo e mettere un termostato per far spegnere in automatico le candelette quando la temperatura raggiunta supera i 120-130 gradi (non capisco perche&#39; aspettare i 200 gradi, forse per non farle accendere e spegnere troppo spesso ?), questo andrebbe prima o dopo il filtro gasolio ? forse prima rischiamo di bruciarlo/rovinarlo il filtro ? inoltre per i CR potrebbe essere usato ? in ogni caso la pompa del gasolio dovrebbe sforzare ugualmente nel pescaggio, forse si potrebbe mettere a monte di essa un altro che scaldi un po di meno che ne so intorno ai 50-60 gradi per farle diminuire lo sforzo ?<br><br>ditemi che ne pensate<br><br>Dado sapresti dire il costo (sommario) di questo "minireattore" compreso di candelette e tutto ?<br><br>Magari potresti produrne un po&#39; per tutti noi <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br><br>ciao<br>mav_top

dado VRC
06-10-2005, 19:16
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (mav_top @ 6/10/2005, 16:13)</div><div id='QUOTE' align='left'>quest&#39;ultima foto dado cosa rappresenta ?<br><br>ho visto il tuo "minireattore" e mi sembra ottimo, bisognerebbe provarlo e mettere un termostato per far spegnere in automatico le candelette quando la temperatura raggiunta supera i 120-130 gradi (non capisco perche&#39; aspettare i 200 gradi, forse per non farle accendere e spegnere troppo spesso ?), questo andrebbe prima o dopo il filtro gasolio ? forse prima rischiamo di bruciarlo/rovinarlo il filtro ? inoltre per i CR potrebbe essere usato ? in ogni caso la pompa del gasolio dovrebbe sforzare ugualmente nel pescaggio, forse si potrebbe mettere a monte di essa un altro che scaldi un po di meno che ne so intorno ai 50-60 gradi per farle diminuire lo sforzo ?<br><br>ditemi che ne pensate<br><br>Dado sapresti dire il costo (sommario) di questo "minireattore" compreso di candelette e tutto ?<br><br>Magari potresti produrne un po&#39; per tutti noi <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br><br>ciao<br>mav_top</div></div><br> è un riscaldatore piccolo...l&#39;olio entra ed esce dai due tubi, passando dal corpo centrale, dove c&#39;è una candeletta&#33;<br>Il mini-reattore (perchè chiamarlo "reattore" se non è altro che un riscaldatore??non c&#39;è nessuna reazione chimica all&#39;interno, esattamente come in quello di Bertocchi...) va sicuramente controllato per quanto concerne le temperature...<br>Anche perchè a + di 90° non mi interessa arrivare&#33;<br>Per gli sforzi della pompa di alimentazione non saprei come risolvere il problema...forse sostituendola con una diversa...<br><br>Il costo, calcolando le varie ore di lavoro per farlo in "esemplare unico" è elevato...circa 3ore a 50€/h&#33;(+ materiali, + usura utensili, + candeletta, + termostato ecc), ma fatto in serie il prezzo potrebbe calare...farlo in serie però non è conveniente per la ditta (a meno che nel prezzo non si comprendano le spese di attrezzaggio e di programmazione delle macchine), e allora il prezzo salirebbe...a meno che non si riescano a trovare 100/150 acquirenti non è conveniente nè per gli uni nè per gli altri...<br><br>Senza contare che è un "esercizio di stile", non so nè se funziona come deve...e per venderlo si devono dare delle garanzie&#33;<br><br>Farselo da soli costa poco...solo il tempo e materiali&#33;

GTD
06-10-2005, 20:10
dato che è cosi&#39; piccolo pre avere un aumento considerevole della temperatura dell&#39;olio la temperatura del corpo in alluminio deve essere elevata

07-10-2005, 08:38
Vorrei porre alla vostra attenzione un riscaldatore "professionale" (notare la complessità) reperito da un sito svedese molto interessante.<br><br><a href='http://www.oilpress.com/drive_your_diesel.htm' target='_blank'>http://www.oilpress.com/drive_your_diesel.htm</a><br><br>Ciao

dado VRC
08-10-2005, 13:08
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (leguf @ 7/10/2005, 08:38)</div><div id='QUOTE' align='left'>Vorrei porre alla vostra attenzione un riscaldatore "professionale" (notare la complessità) reperito da un sito svedese molto interessante.<br><br><a href='http://www.oilpress.com/drive_your_diesel.htm' target='_blank'>http://www.oilpress.com/drive_your_diesel.htm</a><br><br>Ciao</div></div><br> lì ci sono anche valvole per il kit a 2 serbatoi...<br>Non confondiamo le cose, grazie...<br>Un riscaldatore è una cosa, un complesso di valvole a 3 vie e riscaldatore(che oltretutto porta 4 candelette...)è un altra.<br><br>Di questo passo ti mando la foto di un motore e ti dico"guarda mo che complesso è &#39;sto riscaldatore"...<br>Ed è vero...visto che è il motore che mi fornisce il calore per lo scambiatore di calore...

08-10-2005, 16:40
Siamo un po&#39; nervosi?<br>Guarda che io non volevo sminuire il lavoro e l&#39;impegno di nessuno (leggi offendere).<br>Io volevo solo portarvi a conoscenza il lavoro di altri (sicuramente con altri mezzi economici),<br>però sta di fatto che si può sempre attingere qualche idea o particolare che possa tornare utile.<br><br>Ciao

dado VRC
09-10-2005, 17:41
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (leguf @ 8/10/2005, 16:40)</div><div id='QUOTE' align='left'>Siamo un po&#39; nervosi?<br>Guarda che io non volevo sminuire il lavoro e l&#39;impegno di nessuno (leggi offendere).<br>Io volevo solo portarvi a conoscenza il lavoro di altri (sicuramente con altri mezzi economici),<br>però sta di fatto che si può sempre attingere qualche idea o particolare che possa tornare utile.<br><br>Ciao</div></div><br> Nervoso?<br><br>Ti ho solo fatto notare che ciò che hai postato tu non è un riscaldatore, ma una buona parte del kit a 2 serbatoi...

ciusto
14-10-2005, 21:13
Ciao raga come vi butta è un po&#39; che non ci si sente... eh&#33;??&#33;<br><br>allora vi aggiorno con gli ultimi risultati:<br><br>-scambiatore: procurato<br>-reattore e impianto elettrico collegato: pronti per fine settimana prossima.<br>-serbatorio 2: in fase di progettazione.<br>-valvola elettronica: in ordinazione.<br><br>vi prometto che riuscirò a fare i primi test entro ottobre ciao&#33;

26-10-2005, 14:34
Ciao a tutti sono nuovo di questo forum ma è un pezzo che vi seguo<br>Ho una citroen xm td 25 con pompa bosch ed iniezione indiretta alimentata ad olio 100%<br>Mi sono completamente autocostruito il sistema leggendo il sito di Bertocchi:<br>- scambiatore di calore acqua-olio<br>- 2 elettrovalvole (quelle del gpl)<br>- un raccordo a y ed un raccordo a T<br>- 1 filtro con pompa a depressione<br>- 2 interrutori da installare all&#39;interno della vettura<br>- un volgare serbatoio a tanica con rubinetto da 20 l<br>In futuro ho intenzione di costruirmi anche il riscaldatore elettrico con candeletta "reattore"<br>L&#39;auto ovviamente per passare a olio deve raggiungere la temperatura di esercizio del motore. Ho percorso più di 2000 km solo a olio e devo dire che la macchina va bene e le prestazioni non sono molto differenti.<br>

ciusto
26-10-2005, 16:08
ciao le elettrovalvole te le sei trovate da chi mette su impianti a metano (meccanici)<br><br>x il filtro: lo metti dopo che è passato per il reattore... e prima per la pompa?<br><br>che tipo di filtro è?

26-10-2005, 18:47
le elettrovalvole le ho trovate dallo sfascio (sono quelle che chiudono l&#39;afflusso di benza al carburatore)<br>Il filtro l&#39;ho messo prima del riscaldatore , ed è un filtro (anch&#39;esso preso allo <br>sfascio 5 euri) classico con cartuccia ad avvitamento (l&#39;ho tirato giu&#39; da un peugeot 205 diesel) comunissimo, ha anche nella parte superiore una pompetta a depressione che servirà a far arrivare l&#39;olio dal serbatoio e poi mandare in depressione l&#39;impianto<br><br><span class="edit">Edited by xocav - 26/10/2005, 18:49</span>

26-10-2005, 20:31
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dado VRC @ 6/10/2005, 19:16)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (mav_top @ 6/10/2005, 16:13)</div><div id='QUOTE' align='left'>quest&#39;ultima foto dado cosa rappresenta ?<br><br>ho visto il tuo "minireattore" e mi sembra ottimo, bisognerebbe provarlo e mettere un termostato per far spegnere in automatico le candelette quando la temperatura raggiunta supera i 120-130 gradi (non capisco perche&#39; aspettare i 200 gradi, forse per non farle accendere e spegnere troppo spesso ?), questo andrebbe prima o dopo il filtro gasolio ? forse prima rischiamo di bruciarlo/rovinarlo il filtro ? inoltre per i CR potrebbe essere usato ? in ogni caso la pompa del gasolio dovrebbe sforzare ugualmente nel pescaggio, forse si potrebbe mettere a monte di essa un altro che scaldi un po di meno che ne so intorno ai 50-60 gradi per farle diminuire lo sforzo ?<br><br>ditemi che ne pensate<br><br>Dado sapresti dire il costo (sommario) di questo "minireattore" compreso di candelette e tutto ?<br><br>Magari potresti produrne un po&#39; per tutti noi <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br><br>ciao<br>mav_top</div></div><br>è un riscaldatore piccolo...l&#39;olio entra ed esce dai due tubi, passando dal corpo centrale, dove c&#39;è una candeletta&#33;<br>Il mini-reattore (perchè chiamarlo "reattore" se non è altro che un riscaldatore??non c&#39;è nessuna reazione chimica all&#39;interno, esattamente come in quello di Bertocchi...) va sicuramente controllato per quanto concerne le temperature...<br>Anche perchè a + di 90° non mi interessa arrivare&#33;<br>Per gli sforzi della pompa di alimentazione non saprei come risolvere il problema...forse sostituendola con una diversa...<br><br>Il costo, calcolando le varie ore di lavoro per farlo in "esemplare unico" è elevato...circa 3ore a 50€/h&#33;(+ materiali, + usura utensili, + candeletta, + termostato ecc), ma fatto in serie il prezzo potrebbe calare...farlo in serie però non è conveniente per la ditta (a meno che nel prezzo non si comprendano le spese di attrezzaggio e di programmazione delle macchine), e allora il prezzo salirebbe...a meno che non si riescano a trovare 100/150 acquirenti non è conveniente nè per gli uni nè per gli altri...<br><br>Senza contare che è un "esercizio di stile", non so nè se funziona come deve...e per venderlo si devono dare delle garanzie&#33;<br><br>Farselo da soli costa poco...solo il tempo e materiali&#33;</div></div><br>Ciao a tutti&#33;<br>Solo ora leggo questo post ed avrei un paio di cose da chiedere a dado VRC(le faccio a lui perchè l&#39;ha costruito ma chiunque voglia rispondere è ben accetto):<br>1)In riferimento alla prima immagine che hai messo sul forum riguardante la parte interna del riscaldatore,perchè il fondo di questo "bicchiere" presenta tanti fori?Posso immaginare che sono passanti e che servono per far passare l&#39;olio nel fondello e poi nel tubo?Quel&#39;è la motivazione tecnica di questi fori?Questo fondello forellato è il primo che incontra l&#39;olio che arriva dal serbatoio oppure l&#39;ultimo?<br>2)In riferimento alla foto del fondello questo è quello che "tappa" il "bicchiere",vero?Ma sembra filettato o sono impazzito io?E poi l&#39;o-ring in NBR sei sicuro che regge alle temperature che ho letto(120/130°C o 200°C)?Li uso parecchio nel mio lavoro,ora essendo a casa non ho sotto i cataloghi ma andando a memoria quel tipo di materiale non mi sembrava che avesse particolari resistenza alla temperatura.<br>3)Il fondello invece che si trova nella parte opposta com&#39;è fatto?Com&#39;è fissato?<br>4)Per quanto riguarda la tenuta "idraulica"(cioè che non faccia la goccia)dei due fondelli sei sicuro?<br>5)I tubicini di ingresso ed uscita sono un pezzo unico col fondello oppure sono due particolari separati e che poi hai montato sui fondelli?Sono anche loro di plastica?Per quanto riguarda la resistenza della plastica a queste temperature?<br>6)Hai detto che la candela non è a contatto con l&#39;olio,perdonami,di cosa hai paura?<br>7)La candela è montata sulla bussola che ha un foro M12x1.25 come sede e questa bussola ha un maschio M10 che viene avvitato sul bicchiere,giusto?Il foro M10 sul bicchiere è cieco o passante?Siccome vuoi che la candela non tocchi l&#39;olio,il maschio M10 della bussola non avrà fori centrali che mettano in comunicazione l&#39;interno della bussola con l&#39;interno del bicchiere vero?<br>8)Fammi capire bene il funzionamento,l&#39;olio che arriva dal serbatoio entra e si scalda nel "bicchiere" tramite conduzione termica del bicchiere stesso che viene scaldato dalla candela e poi esce e finisce nel filtro e che poi va alla pompa di iniezione,giusto?Se in quest&#39;ultimo passaggio ho scritto cazzate perdonami ma non sono molto esperto.<br>9)Lungo tutto questo percoso prima che l&#39;olio raggiunga il cilindro non si rischia che la temperatura dell&#39;olio si abbassi troppo?<br>10)Il calore dell&#39;olio negl&#39;iniettori può essere un problema?<br>11)La pompa che spinge il carburante(DOMANDA:ESISTE?DOVE SI TROVA?COS&#39;E&#39;?)dal serbatoio al cilindro con un sistema di questo tipo non rischia di essere troppo sollecitata?<br>Penso di aver esagerato,ma ti chiedo un pò di pazienza,sono molto interessato e volevo esporti i miei questiti per poter eventualmente approfondire l&#39;argomento.<br>Grazie<br>Paolo

27-10-2005, 08:09
In tema di riscaldatori ecco cosa ho trovato in Francia.<br>Per chi non sa o non vuole leggere tutti i forum vi dico che lì si usano candelette, o resistenze autocostruite, o scalda biberon ed altro, le foto sono interessanti.<br>Ciao<br><br><a href='http://www.oliomobile.org/forum/viewtopic.php?t=3712&postdays=0&postorder=asc&start=0' target='_blank'>http://www.oliomobile.org/forum/viewtopic....der=asc&start=0</a><br><a href='http://www.oliomobile.org/forum/viewtopic.php?t=442&postdays=0&postorder=asc&start=0' target='_blank'>http://www.oliomobile.org/forum/viewtopic....der=asc&start=0</a><br><a href='http://www.oliomobile.org/forum/viewtopic.php?t=2624' target='_blank'>http://www.oliomobile.org/forum/viewtopic.php?t=2624</a>

Gpl
27-10-2005, 13:14
Caspita l&#39;ultimo non è male&#33;<br>devo ingegnarmi nel fare qualcosa anche io ...

GTD
27-10-2005, 17:16
vi posto un paio di foto del riscaldatore elettrico da me realizzato lo scorso fine settimana da aggiungere a quello ad acqua che ho montato quest&#39;estate, spero vi siano utili...<br>è ispirato a quello proposto da carlo bertocchi ma modificato in modo da essere piu&#39; leggero e compatto e quindi rapido a scaldarsi fin dall&#39;avviamento e soprattutto molto piu&#39; facile ed economico da realizzare anche per chi come me non ha la possibilita&#39; di usare un tornio e non è molto pratico di saldature....<br>è composto semplicemente da due manicotti in ottone da 1/4",1 da 3/8",2 occhielli delle pompe,4 rosette di alluminio,6 cm di tubo di rame da 12mm e da 2 candellette 12V da 12mm,le piu&#39; comuni sui vecchi diesel&#33;<br>il tubicino di rame è all&#39;interno e fa sia da scambiatore di calore che da tirante per tenere insieme il tutto&#33;<br>i bulbi delle candelette sono al suo interno a bagno nell&#39;olio motore di cui l&#39;ho riempito,mentre sulla superficie esterna scorre il carburante.<br>collegando a una candeletta il positivo e all&#39;altra il negativo ho un collegamento in serie e quindi è come se le alimentassi a 6V: cosi la potenza si riduce ad 1/4 ed i bulbi non dovrebbero superare i 200-250°C e quindi dato che sono immersi nell&#39;olio motore che conduce e distribuisce il calore a tutto il tubo di rame,quest&#39;ultimo non dovrebbe superare i 150°C mentre il carburante che scorre al suo esterno non dovrebbe superare i 100°C per via del breve contatto...<br>[URL=http://imageshack.us]<img src='http://img428.imageshack.us/img428/4148/23100511457dz.jpg' border='0' alt='user posted image'>[/URURL=http://imageshack.us]<img src='http://img428.imageshack.us/img428/782/23100513528yx.jpg' border='0' alt='user posted image'>[/URL

28-10-2005, 14:41
Come fai a garantire che l&#39;olio di colza in passaggio nel riscaldatore non entri in contatto con le candelette e l&#39;olio del motore?<br>Perchè due manicotti di misure diverse?<br>Grazie<br>Paolo

GTD
28-10-2005, 15:49
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Come fai a garantire che l&#39;olio di colza in passaggio nel riscaldatore non entri in contatto con le candelette e l&#39;olio del motore?<br>Grazie</div></div><br>perchè l&#39;olio motore è sigillato nel tubo di rame da i 2 manicotti da 1/4 e dalle candelette mentre il carburante scorre all&#39;esterno del tubo di rame nell&#39;intercapedine tra questo e gli occhielli da 14mm e il manicotto da 3/8<br><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Perchè due manicotti di misure diverse?</div></div><br>perchè quello centrale da 3/8" non è avvitato ma tiene con la pressione esercitata dal serraggio dei 2 da 1/4 e nell&#39;intercapedine tra questo e il tubo di rame scorre l&#39;olio<br>spero di essere stato chiaro,altrimenti mi sa che dovro&#39; fare altre foto...

28-10-2005, 15:58
Perdonami,stai parlando con una persona molto poco tecnica&#33;<br>Non capisco come sia fissato il tubo di rame tra i due manicotti da 1/4" che suppondo siano anche accoppiati con il filetto dell&#39;occhiello,vero?<br>Dimmelo se scrivo cavolate&#33;<br>Grazie&#33;<br>

GTD
28-10-2005, 16:45
il tubo di rame è avvitato ai manicotti da 1/4<br>i 3 elementi centrali (occhiello-manicotto 3/4-occhiello) sono tenuti insieme dalla pressione esercitata dal serraggio dei manicotti da 1/4 sul tubo di rame&#33;

dado VRC
28-10-2005, 18:59
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (muresca @ 26/10/2005, 20:31)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (dado VRC @ 6/10/2005, 19:16)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (mav_top @ 6/10/2005, 16:13)</div><div id='QUOTE' align='left'>quest&#39;ultima foto dado cosa rappresenta ?<br><br>ho visto il tuo "minireattore" e mi sembra ottimo, bisognerebbe provarlo e mettere un termostato per far spegnere in automatico le candelette quando la temperatura raggiunta supera i 120-130 gradi (non capisco perche&#39; aspettare i 200 gradi, forse per non farle accendere e spegnere troppo spesso ?), questo andrebbe prima o dopo il filtro gasolio ? forse prima rischiamo di bruciarlo/rovinarlo il filtro ? inoltre per i CR potrebbe essere usato ? in ogni caso la pompa del gasolio dovrebbe sforzare ugualmente nel pescaggio, forse si potrebbe mettere a monte di essa un altro che scaldi un po di meno che ne so intorno ai 50-60 gradi per farle diminuire lo sforzo ?<br><br>ditemi che ne pensate<br><br>Dado sapresti dire il costo (sommario) di questo "minireattore" compreso di candelette e tutto ?<br><br>Magari potresti produrne un po&#39; per tutti noi <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br><br>ciao<br>mav_top</div></div><br>è un riscaldatore piccolo...l&#39;olio entra ed esce dai due tubi, passando dal corpo centrale, dove c&#39;è una candeletta&#33;<br>Il mini-reattore (perchè chiamarlo "reattore" se non è altro che un riscaldatore??non c&#39;è nessuna reazione chimica all&#39;interno, esattamente come in quello di Bertocchi...) va sicuramente controllato per quanto concerne le temperature...<br>Anche perchè a + di 90° non mi interessa arrivare&#33;<br>Per gli sforzi della pompa di alimentazione non saprei come risolvere il problema...forse sostituendola con una diversa...<br><br>Il costo, calcolando le varie ore di lavoro per farlo in "esemplare unico" è elevato...circa 3ore a 50€/h&#33;(+ materiali, + usura utensili, + candeletta, + termostato ecc), ma fatto in serie il prezzo potrebbe calare...farlo in serie però non è conveniente per la ditta (a meno che nel prezzo non si comprendano le spese di attrezzaggio e di programmazione delle macchine), e allora il prezzo salirebbe...a meno che non si riescano a trovare 100/150 acquirenti non è conveniente nè per gli uni nè per gli altri...<br><br>Senza contare che è un "esercizio di stile", non so nè se funziona come deve...e per venderlo si devono dare delle garanzie&#33;<br><br>Farselo da soli costa poco...solo il tempo e materiali&#33;</div></div><br>Ciao a tutti&#33;<br>Solo ora leggo questo post ed avrei un paio di cose da chiedere a dado VRC(le faccio a lui perchè l&#39;ha costruito ma chiunque voglia rispondere è ben accetto):<br>1)In riferimento alla prima immagine che hai messo sul forum riguardante la parte interna del riscaldatore,perchè il fondo di questo "bicchiere" presenta tanti fori?Posso immaginare che sono passanti e che servono per far passare l&#39;olio nel fondello e poi nel tubo?Quel&#39;è la motivazione tecnica di questi fori?Questo fondello forellato è il primo che incontra l&#39;olio che arriva dal serbatoio oppure l&#39;ultimo?<br>2)In riferimento alla foto del fondello questo è quello che "tappa" il "bicchiere",vero?Ma sembra filettato o sono impazzito io?E poi l&#39;o-ring in NBR sei sicuro che regge alle temperature che ho letto(120/130°C o 200°C)?Li uso parecchio nel mio lavoro,ora essendo a casa non ho sotto i cataloghi ma andando a memoria quel tipo di materiale non mi sembrava che avesse particolari resistenza alla temperatura.<br>3)Il fondello invece che si trova nella parte opposta com&#39;è fatto?Com&#39;è fissato?<br>4)Per quanto riguarda la tenuta "idraulica"(cioè che non faccia la goccia)dei due fondelli sei sicuro?<br>5)I tubicini di ingresso ed uscita sono un pezzo unico col fondello oppure sono due particolari separati e che poi hai montato sui fondelli?Sono anche loro di plastica?Per quanto riguarda la resistenza della plastica a queste temperature?<br>6)Hai detto che la candela non è a contatto con l&#39;olio,perdonami,di cosa hai paura?<br>7)La candela è montata sulla bussola che ha un foro M12x1.25 come sede e questa bussola ha un maschio M10 che viene avvitato sul bicchiere,giusto?Il foro M10 sul bicchiere è cieco o passante?Siccome vuoi che la candela non tocchi l&#39;olio,il maschio M10 della bussola non avrà fori centrali che mettano in comunicazione l&#39;interno della bussola con l&#39;interno del bicchiere vero?<br>8)Fammi capire bene il funzionamento,l&#39;olio che arriva dal serbatoio entra e si scalda nel "bicchiere" tramite conduzione termica del bicchiere stesso che viene scaldato dalla candela e poi esce e finisce nel filtro e che poi va alla pompa di iniezione,giusto?Se in quest&#39;ultimo passaggio ho scritto cazzate perdonami ma non sono molto esperto.<br>9)Lungo tutto questo percoso prima che l&#39;olio raggiunga il cilindro non si rischia che la temperatura dell&#39;olio si abbassi troppo?<br>10)Il calore dell&#39;olio negl&#39;iniettori può essere un problema?<br>11)La pompa che spinge il carburante(DOMANDA:ESISTE?DOVE SI TROVA?COS&#39;E&#39;?)dal serbatoio al cilindro con un sistema di questo tipo non rischia di essere troppo sollecitata?<br>Penso di aver esagerato,ma ti chiedo un pò di pazienza,sono molto interessato e volevo esporti i miei questiti per poter eventualmente approfondire l&#39;argomento.<br>Grazie<br>Paolo</div></div><br>spero che lo schizzo obbrobrioso che ho fatto ti serva...<br><br>i fondelli sono tenuti in posizione dalle viti M4(o m5, non ricordo).i segni che vedi sui fondelli non sono filettature, ma i segni della tornitura...comunque il tutto tiene, l&#39;ho tenuto in pressione a 10bar in acqua per ore al lavoro...non sfiata&#33;(per fortuna)...<br><br>L&#39;olio entra nel fondello dal tubo, si ritrova nella prima "camera", viene aspirato attraverso i buchi, vicini alla candeletta quindi caldi, e si scalda.passato dai fori, entra nella seconda camera, e di lì viene aspirato attraverso il foro sul secondo fondello...<br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://www.energeticambiente.it/images/4d19399c3b7af494efcb31ad9b177d2b.jpg" alt="Attached Image"></table><p>

28-10-2005, 19:24
Grazie infinite e Dado VRC e GTD che perdono la loro pazienza con me&#33;<br>Anche se ne approfitterei per farti un altro paio di domande:<br>Per Dado VRC:<br>1)Per quanto riguarda le temperature e quindi lo spegnimento della candela hai deciso qualcosa?Gli elementi di plastica ed NBR secondo te come possono reagire?<br>2)Immagino che tu abbia già pensato all&#39;attacco del polo negativo sul reattore visto che il positivo si attacca alla candela,parlo ancora da ignorante,scusami&#33;<br><br>Per GTD:<br>1)Il serraggio dei manicotti sul tubo di rame garantisce una tenuta sufficiente sugli altri elementi per evitare perdite?<br>2)Leggendo sul sito di Carlo Bertocchi lui consiglia le candele da 24V perchè tu usi le 12V e perchè due e non una come Dado VRC?<br>3)Perchè utilizzi un tubo di rame e non direttamente un tondino di rame?Pensi che la conducibilità dell&#39;olio nel tubo di rame sia meglio del tondino direttamente?<br>4)Scusa ma ora come ora le candelette rimarrebbero sempre accese?<br>5)Per quanto riguarda l&#39;isolamento termico ed elettrico?Oppure è una mia para personale?<br><br>Grazie e scusate ancora&#33;<br>Paolo

dado VRC
29-10-2005, 11:45
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (muresca @ 28/10/2005, 19:24)</div><div id='QUOTE' align='left'>Grazie infinite e Dado VRC e GTD che perdono la loro pazienza con me&#33;<br>Anche se ne approfitterei per farti un altro paio di domande:<br>Per Dado VRC:<br>1)Per quanto riguarda le temperature e quindi lo spegnimento della candela hai deciso qualcosa?Gli elementi di plastica ed NBR secondo te come possono reagire?<br>2)Immagino che tu abbia già pensato all&#39;attacco del polo negativo sul reattore visto che il positivo si attacca alla candela,parlo ancora da ignorante,scusami&#33;<br><br>Per GTD:<br>1)Il serraggio dei manicotti sul tubo di rame garantisce una tenuta sufficiente sugli altri elementi per evitare perdite?<br>2)Leggendo sul sito di Carlo Bertocchi lui consiglia le candele da 24V perchè tu usi le 12V e perchè due e non una come Dado VRC?<br>3)Perchè utilizzi un tubo di rame e non direttamente un tondino di rame?Pensi che la conducibilità dell&#39;olio nel tubo di rame sia meglio del tondino direttamente?<br>4)Scusa ma ora come ora le candelette rimarrebbero sempre accese?<br>5)Per quanto riguarda l&#39;isolamento termico ed elettrico?Oppure è una mia para personale?<br><br>Grazie e scusate ancora&#33;<br>Paolo</div></div><br>Io dovrei fare delle prove per la candeletta, se scalda troppo ne prendo una da 24V...<br><br>Intanto non ho tempo...Il polo negativo devo ancora vedere dove collegarlo...prima trovo il posto nel vano motore, poi foro e filetto...se no magari mi trovo fili che si vedono eccetera...

GTD
31-10-2005, 01:23
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Grazie infinite e Dado VRC e GTD che perdono la loro pazienza con me&#33;<br>Anche se ne approfitterei per farti un altro paio di domande:<br>Per Dado VRC:<br>1)Per quanto riguarda le temperature e quindi lo spegnimento della candela hai deciso qualcosa?Gli elementi di plastica ed NBR secondo te come possono reagire?<br>2)Immagino che tu abbia già pensato all&#39;attacco del polo negativo sul reattore visto che il positivo si attacca alla candela,parlo ancora da ignorante,scusami&#33;<br><br>Per GTD:<br>1)Il serraggio dei manicotti sul tubo di rame garantisce una tenuta sufficiente sugli altri elementi per evitare perdite?<br>2)Leggendo sul sito di Carlo Bertocchi lui consiglia le candele da 24V perchè tu usi le 12V e perchè due e non una come Dado VRC?<br>3)Perchè utilizzi un tubo di rame e non direttamente un tondino di rame?Pensi che la conducibilità dell&#39;olio nel tubo di rame sia meglio del tondino direttamente?<br>4)Scusa ma ora come ora le candelette rimarrebbero sempre accese?<br>5)Per quanto riguarda l&#39;isolamento termico ed elettrico?Oppure è una mia para personale?<br><br>Grazie e scusate ancora&#33;<br>Paolo<br> &nbsp;<br>P_MSG P_EMAIL <br>Top</div></div><br>1)si se si smerigliano le superfici di contatto con carta vetrata fine(240) e si effettua il motaggio con cura stando attenti all&#39;allineamento dei componenti.<br>l&#39;ho testato con aria compressa a 3 bar perche sulla mia funziona in depressione e sembra tenere(l&#39;aria filtra molto piu&#39;facilmente dell&#39;olio)<br>2)come ti ho gia&#39; spiegato poiche&#39; quelle a 24V sono difficili da trovare di recupero(i 24V si usano sui mezzi pesanti che pero&#39; sono ad iniezione diretta) ne ho messe 2 a 12V che pero&#39; collegate in serie è come se andassero a 6V ed è come se ne mettessi 2 da 24V in parallelo<br>3)ovviamente il rame conduce meglio al suo interno ma non puo&#39; essere a diretto contatto con il bulbo ddella candeletta come l&#39;olio e quindi tra questo e il tondino rimane dell&#39;aria che conduce poco,è necessario il tornio e ha un&#39;inerzia termica superiore. <br>4)sono collegate allo stesso rele&#39; che comanda le resistenze da 100W sullo scambiatore a piastre e dicui decida io l&#39;inserimento a secondo della temperatura del combustibile all&#39;uscita della pompa di iniezione che rilevo con apposito termometro<br>5)isolero&#39; terminata la fase di test i contatti con cappucci in gomma e il corpo con lana di rocccia in conchiglia di alluminio

ciusto
03-11-2005, 07:57
MI DISPIACE ma non sono riuscito a fare i primi test per ottobre, cmq ho il tondino tornito e questo è più che ottimo a breve vi mostrerò le foto ciao&#33;

ciusto
26-11-2005, 19:27
cio&#33;&#33;&#33;&#33; è fatto adesso vi mostro le foto&#33;&#33;&#33; <br><br><img src='http://www.ngr.191.it/varie/meccanica/reattore/reattore pezzi/1.jpg' border='0' alt='user posted image'><br><br><img src='http://www.ngr.191.it/varie/meccanica/reattore/reattore pezzi/6.jpg' border='0' alt='user posted image'><br><br>DADO che mi consigli va bene?<br><br><span class="edit">Edited by ciusto - 12/12/2005, 08:14</span>

dado VRC
27-11-2005, 13:10
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (ciusto @ 26/11/2005, 18:27)</div><div id='QUOTE' align='left'>cio&#33;&#33;&#33;&#33; è fatto adesso vi mostro le foto&#33;&#33;&#33; <br><br><img src='http://www.ngr.191.it/varie/meccanica/reattore/1.jpg' border='0' alt='user posted image'><br><br><img src='http://www.ngr.191.it/varie/meccanica/reattore/6.jpg' border='0' alt='user posted image'><br><br>DADO che mi consigli va bene?</div></div><br>Sembrerebbe di si&#33;<br><br>C&#39;è solo una cosa che non capisco:il foro dove si monta la candeletta è stretto in modo che la candeletta tocchi o sfiori il + possibile il rame con il perno?<br>Cioè, non è che il foro è del diametro della filettatura fino in fondo, vero?

ciusto
27-11-2005, 20:22
è un po&#39; piu largo di quanche 20 simo di mm per permettere la dilatazione altrimenti gripperebbe, setessa roba sulla testa della candeletta gli spazi mancanti vengono riempiti con una pasta all&#39;argento.<br><br>a breve faccio i primi test... vi faccio sapere&#33;

gagarin
05-12-2005, 13:22
ho un dubbio sulla carbonizzazione dell&#39;olio.<br>Tutti i progetti che ho visto hanno la candeletta non a contatto con l&#39;olio.<br>Su questo sito francese, <a href='http://www.oliomobile.org/forum/viewtopic.php?t=2624' target='_blank'>http://www.oliomobile.org/forum/viewtopic.php?t=2624</a>, i riscaldatori che fanno sono con la candeletta immersa nell&#39;olio. mi pare<br>E&#39; possibile?<br>

ciusto
12-12-2005, 09:18
infatti, la candeletta va a circa 400° è ovvio che se l&#39;olio non è continuo rischia di carbonizzarsi...<br><br>intanto vi posto le immagini del reattore FINITO&#33;&#33;&#33;&#33;:<br><br><br><img src='http://www.ngr.191.it/varie/meccanica/reattore/reattore.jpg' border='0' alt='user posted image'><br><br>

gagarin
16-12-2005, 16:02
Con cosa hai "saldato" le varie parti, intendo la pasta nera attorno ai connettori?<br>Secondo voi mettere nel tubo di rame, non fatto al tornio, della sabbia per condurre meglio puo&#39; portare a qualche buon risultato?

ciusto
16-12-2005, 16:41
????? ma stai scherzando? io non lo so ma io non rischierei mai con la sabbia...è già rischioso così....<br><br>cmq è una lega di rame fusa... quella nera che vedi.

GTD
16-12-2005, 18:35
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Con cosa hai "saldato" le varie parti, intendo la pasta nera attorno ai connettori?<br>Secondo voi mettere nel tubo di rame, non fatto al tornio, della sabbia per condurre meglio puo&#39; portare a qualche buon risultato?</div></div><br>scherzi????????<br>se dovesse arrivare alla pompa per una perdita o un guasto romperesti tutto&#33;&#33;&#33;<br>e poi la sabbia conduce anche poco.....<br>l&#39;ideale sarebbe la pasta d&#39;argento ma è introvabile perchè pericolosa dato che contiene mercurio....<br>io l&#39;ho riempito con olio motore:non carbonizza,conduce abbastanza bene e anche se arrivasse alla pompa non farebbe danni&#33;

ciusto
17-12-2005, 08:06
ma che olio motore... si potrebbe funzionare.. ma perchè non andate sul pratico... usate la pasta siliconica per processori... è quella bianca e conduce sicuramente di più dell&#39;olio motore...

dado VRC
18-12-2005, 14:26
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (GTD @ 16/12/2005, 17:35)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Con cosa hai "saldato" le varie parti, intendo la pasta nera attorno ai connettori?<br>Secondo voi mettere nel tubo di rame, non fatto al tornio, della sabbia per condurre meglio puo&#39; portare a qualche buon risultato?</div></div><br>scherzi????????<br>se dovesse arrivare alla pompa per una perdita o un guasto romperesti tutto&#33;&#33;&#33;<br>e poi la sabbia conduce anche poco.....<br>l&#39;ideale sarebbe la pasta d&#39;argento ma è introvabile perchè pericolosa dato che contiene mercurio....<br>io l&#39;ho riempito con olio motore:non carbonizza,conduce abbastanza bene e anche se arrivasse alla pompa non farebbe danni&#33;</div></div><br>Mercurio...io un pò di anni fa (avevo 16anni) avevo trovato alla "raccolta del ferro" del mio paese (2volte all&#39;anno si raccoglie il ferrovecchio per ricavare qualche mille€ da dare al prete per le missioni...a parte la destinazione che mi fa cacare, si trovano cose molto interessanti...motori,pezzi vari...)due forni per il pane industriali, c&#39;erano tipo 5 resistenze per forno, e ogni resistenza aveva il suo interruttore...che era costituito semplicemente da una provetta di Hg con i contatti al suo interno...muovendole il mercurio copriva i contatti e conduceva corrente...<br>Là ho raccolto circa 350cc di mercurio...poi ne avevo trovato nelle lampade al mercurio e in altri "interruttori" del tipo dei forni...alla fine della storia mi sono trovato con 500cc di mercurio...poi l&#39;ho portato allo smaltimento dei rifiuti pericolosi...(il tizio c&#39;è rimasto un pò male a vedere una bottiglietta di Pejo quasi piena...<br>Adesso viene fuori che avrei potuto fare un pò di pasta all&#39;argento...(o anche amalgama di oro andrebbe bene....)...<br>Peccato che sia tossico...<br><br><hr><br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (gagarin @ 16/12/2005, 15:02)</div><div id='QUOTE' align='left'>Con cosa hai "saldato" le varie parti, intendo la pasta nera attorno ai connettori?<br>Secondo voi mettere nel tubo di rame, non fatto al tornio, della sabbia per condurre meglio puo&#39; portare a qualche buon risultato?</div></div><br>La "pasta" nera direi che è argentana...è una lega per brasatura che da praticamente sempre tenuta stagna(perchè "bagna" bene) ed ha anche una discreta resistenza meccanica(sicuramente + che il piombo).<br><br>Invece della sabbia potresti usare stagno o piombo...però c&#39;è da vedere come hai intenzione di fissare le candelette...

ciusto
18-12-2005, 15:31
nn posso ancora metterrlo su perchè mi manca lo sche elettrico porca......&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;&#33;

gagarin
20-12-2005, 11:45
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (GTD @ 16/12/2005, 17:35)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Con cosa hai "saldato" le varie parti, intendo la pasta nera attorno ai connettori?<br>Secondo voi mettere nel tubo di rame, non fatto al tornio, della sabbia per condurre meglio puo&#39; portare a qualche buon risultato?</div></div><br>scherzi????????<br>se dovesse arrivare alla pompa per una perdita o un guasto romperesti tutto&#33;&#33;&#33;<br>e poi la sabbia conduce anche poco.....<br>l&#39;ideale sarebbe la pasta d&#39;argento ma è introvabile perchè pericolosa dato che contiene mercurio....<br>io l&#39;ho riempito con olio motore:non carbonizza,conduce abbastanza bene e anche se arrivasse alla pompa non farebbe danni&#33;</div></div><br>Per quanto riguarda le candelette dicevi che le hai collegate in serie.<br>Siccome ho anch&#39;io due candelette da 12v mi interessava. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif' alt='happy.gif'> <br>Quindi non come Bertocchi, ma i due positivi delle candelette al polo positivo della batteria e i due negativi delle candelette al polo negativo.<br>Il termostato che interrompe a temperatura raggiunta a quale polo va&#39; collegato?

GTD
20-12-2005, 19:21
<br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>Per quanto riguarda le candelette dicevi che le hai collegate in serie.<br>Siccome ho anch&#39;io due candelette da 12v mi interessava. happy.gif<br>Quindi non come Bertocchi, ma i due positivi delle candelette al polo positivo della batteria e i due negativi delle candelette al polo negativo.</div></div><br>le candelette non hanno verso,funzionano ugualmente anche se inverti la polarita&#39; perchè sono semplici resistenze:Bertocchi ha collegato entrambi i morsetti al positivo e il risaldatore su cui è avvitato il corpo delle candelette al negativo ottenendo un collegamento in parallelo(la corrente che passa in una non passa nell&#39;altra),io invece ho collegato il morsetto di una al positivo e quello dell&#39;altra al negativo mentre il riscaldatore fa da collegamento tra le due candelette,ottenedo un collegamento in serie(la corrente attraversa prima una candeletta e poi l&#39;altra)purchè il corpo del riscaldatore non sia in contatto con parti metalliche dell&#39;auto(il carburante e i tubi di gomma non conducono corrente)<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'><br>Il termostato che interrompe a temperatura raggiunta a quale polo va&#39; collegato?</div></div><br>il termostato andrebbe messo sul positivo ma io non l&#39;ho messo perchè ho un termometro digitale nell&#39;abitacolo che misura la tmperatura dell&#39; olio all&#39;uscita della pompa e disinserisco le resistenze quando indica una temperatura di 50-60°C.<br>inoltre il comando manuale mi consente ad esempio di disinserire le resistenze un almeno un minuto prima di spegnere il motore anche se non è stata raggiunta la temperatura ottimale ed evitare che il riscaldatore si surriscaldi con il calore residuo quando non è piu&#39; raffreddato dal flusso di olio diretto alla pompa e lo carbonizzi o si danneggi.....<br><br><hr><br>spero di essere stato piu&#39; chiaro.....

gagarin
02-01-2006, 11:23
Altro dubbio.<br>Per sigillare i raccordi del riscaldatore a candelette ho usato una pasta rossa che dovrebbe sigillare.<br>Sulle istruzioni c&#39;era scritto che una volta messa sui filetti questa pasta si sarebbe polimerizzata diventando di gomma o simili.<br>Dopo piu&#39; di una settimana la pasta e&#39; sempre fresca e non da&#39; segni di seccare.<br>Ha la consistenza di un gel rosso.<br>Cosa intendono per polimerizzare? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/dry.gif' alt='dry.gif'> Non e&#39; che va&#39; scaldata o trattata con qualcos&#39;altro per renderla solida?<br>Le istruzioni non dicono nulla a riguardo.<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' alt='sad.gif'>

dado VRC
02-01-2006, 15:21
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (gagarin @ 2/1/2006, 10:23)</div><div id='QUOTE' align='left'>Altro dubbio.<br>Per sigillare i raccordi del riscaldatore a candelette ho usato una pasta rossa che dovrebbe sigillare.<br>Sulle istruzioni c&#39;era scritto che una volta messa sui filetti questa pasta si sarebbe polimerizzata diventando di gomma o simili.<br>Dopo piu&#39; di una settimana la pasta e&#39; sempre fresca e non da&#39; segni di seccare.<br>Ha la consistenza di un gel rosso.<br>Cosa intendono per polimerizzare? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/dry.gif' alt='dry.gif'> Non e&#39; che va&#39; scaldata o trattata con qualcos&#39;altro per renderla solida?<br>Le istruzioni non dicono nulla a riguardo.<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' alt='sad.gif'></div></div><br>La "pasta rossa" è praticamente silicone caricato.In poche ore è asciutto.non è traslucida(la luce non la attraversa)<br>Se hai usato invece qualcosa di liquido, come ad esempio frenafiletti o simili, si tratta di adesivi e sigillanti anaerobici.Cioè una goccia esposta all&#39;aria non si asciuga, ma lo fa solo se manca l&#39;aria(come tra un accoppiamento meccanico).Solitamente gli adesivi di questo tipo sono trasparenti.

FrankBo
16-02-2006, 12:48
Nel lynk sottostante c'è l'esperienza di una persona abitante in Uk che ha adattato una Peugeot 405 diesel aspirata ad olio<br>vegetale..... bisogna aprire:<br><br>1) Principle of Converting a Diesel Engine to Run on Vegetable Oil.<br>2) Problems Running a Modern Car Diesel Engine on Vegetable Oil<br><br>Lo trovate qui:<br><br><a href='http://www.asmy29.dsl.pipex.com/Cars.html' target='_blank'>http://www.asmy29.dsl.pipex.com/Cars.html</a><br><br><br>Ciao<br><br><span class="edit">Edited by FrankBo - 16/2/2006, 12:41</span>

gagarin
16-02-2006, 16:03
Ragazzi... ho trovato una scambiatore di calore... pero' non mi sembra quello giusto.<br>E' di una Junker a gas, pero' e' tipo un tubo a serpentina con una griglia attorno.<br>Quelli che avete usato da quello che ho capito hanno anche l'attacco per l'acqua.<br>Non e' che c'e' modo di modificare questa che ho trovato o faccio prima a trovarne un'altra?<br>Grazie.. ciao. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'>

gagarin
22-02-2006, 10:21
Vi posto l'immagine...<br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://www.energeticambiente.it/images/6458a88a4d82f364a9ca9782c774a7e6.jpg" alt="Attached Image"></table><p>

22-02-2006, 11:14
...puoi provare ad installarlo nei pressi di grosse fonti di calore per ottenre un certo riscaldamento, non sarà però così immediato.<br><br>Tieni presente che ha bisogno di una certa corrente d'aria bella calda e continua per riscaldare il fluido nella serpentina, secondo me quello che hai per le mani è più un radiatore utile per raffreddamento del liquido nella serpentina che non uno scambiatore per riscaldare il fluido al proprio interno....<br><br>Ciao.<br><br>Davide<br><br><span class="edit">Edited by sciard - 22/2/2006, 10:15</span>

gagarin
22-02-2006, 12:39
<img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' alt='sad.gif'> Non riesco a trovare uno scambiatore che vada bene, ho recuperato un'altra caldaia a gas ma lo scamabiatore e' uguale.<br>Nessuno conosce qualche marca che abbia uno scambiatore utile allo scopo? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wacko.gif' alt='wacko.gif'>

22-02-2006, 17:33
Salve a tutti,<br><br>Ma se tu quello scambiatore lo immergi nel serbatoio dell'olio, e nel tubo in rame ci fai passare l'acqua di raffreddamento all'uscita del motore ?

goffredodsd
23-02-2006, 08:52
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (gagarin @ 22/2/2006, 11:39)</div><div id='QUOTE' align='left'><img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' alt='sad.gif'> Non riesco a trovare uno scambiatore che vada bene, ho recuperato un'altra caldaia a gas ma lo scamabiatore e' uguale.<br>Nessuno conosce qualche marca che abbia uno scambiatore utile allo scopo? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wacko.gif' alt='wacko.gif'></div></div><br>Ciao, devi prendere uno scambiatore a piastre. Nuovo ti costa circa 80/100 euro.<br><br>

gagarin
23-02-2006, 12:18
<img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wacko.gif' alt='wacko.gif'> Se facessi una soluzione simile tagliando un pezzo di questo radiatore e coibentandolo con qualcosa?<br>Dite che scambierebbe calore a sufficienza?<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif' alt='laugh.gif'><br><br><center><b>Attached Image</b></center><br><table class="fancyborder" style="width:50%" align="center" cellpadding="4" cellspacing="0"><tr><td align="center"><img src="http://www.energeticambiente.it/images/0a723d677b176096fbef1aa943039075.jpg" alt="Attached Image"></table><p>

dado VRC
23-02-2006, 13:13
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (gagarin @ 23/2/2006, 11:18)</div><div id='QUOTE' align='left'><img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wacko.gif' alt='wacko.gif'> Se facessi una soluzione simile tagliando un pezzo di questo radiatore e coibentandolo con qualcosa?<br>Dite che scambierebbe calore a sufficienza?<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif' alt='laugh.gif'></div></div><br>Non credo, troppa poca superficie di scambio...

26-02-2006, 14:26
è un'idea molto casalinga ma una serpentina in rame avvolta intorno ai collettori di scarico potrebbe essere una buona cosa?<br><br><span class="edit">Edited by desmoturbo - 26/2/2006, 13:27</span>

maxgallotta
01-03-2006, 20:45
aiuto...x favore:<br>ho montato il riscaldatore da me costruito e dopo aver spurgato l'aria dal circuito di iniezione l'auto è partita.Ha girato qualche minuto e tutto ok,poi l'ho spenta e riaccesa e anche qui tutto ok.<br>Dopo 4 ore però sono andato per riaccenderla ma niente... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/blink.gif' alt='blink.gif'><br>HO riagganciato i tubi originali e dopo un pò,aprendo un iniettore per far uscire l'aria il motore è partito.<br>Sembrava quasi che il circuito si fosse svuotato.<br><br>Siccome per vedere se c'erano perdite ho montato il riscaldatore con tubi lunghi 40cm e l'ho posizionato più in basso della pompa,può darsi che sia solo dovuto a questo? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wacko.gif' alt='wacko.gif'><br>grazie

dado VRC
02-03-2006, 17:11
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (maxgallotta @ 1/3/2006, 19:45)</div><div id='QUOTE' align='left'>aiuto...x favore:<br>ho montato il riscaldatore da me costruito e dopo aver spurgato l'aria dal circuito di iniezione l'auto è partita.Ha girato qualche minuto e tutto ok,poi l'ho spenta e riaccesa e anche qui tutto ok.<br>Dopo 4 ore però sono andato per riaccenderla ma niente... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/blink.gif' alt='blink.gif'><br>HO riagganciato i tubi originali e dopo un pò,aprendo un iniettore per far uscire l'aria il motore è partito.<br>Sembrava quasi che il circuito si fosse svuotato.<br><br>Siccome per vedere se c'erano perdite ho montato il riscaldatore con tubi lunghi 40cm e l'ho posizionato più in basso della pompa,può darsi che sia solo dovuto a questo? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wacko.gif' alt='wacko.gif'><br>grazie</div></div><br>Che auto hai?<br>Probabilmente hai stretto poco qualche fascetta, o c'è qualche perdita, comunque...<br>Solitamente l'impianto di alimentazione è in depressione, quindi non esce olio, ma entra aria...se entra aria, succede che a motore spento il tubo di arrivo dal serbatoio si svuota, e poi va riinnescato tutto l'impianto...

maxgallotta
02-03-2006, 22:06
ho un new beetle 1.9TDI.<br><br>Effettivamente era una perdita,o meglio un' infiltrazione d'aria.Grazie mille per l'aiuto. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'><br><br>Sapete dove posso trovare un termostato con contatto normalmente chiuso che si apra intorno ai 90/100gradi?Voglio pilotare la candeletta del riscaldatore in modo automatico.<br><br>cosa ne pensate della mia idea di montare dei blocchetti di alluminio sull'ultimo cm dei tubetti degli iniettori e inserire nei blocchetti 4 candelette?queste si accenderebbero per 15/20sec(devo trovare un temporizzatore a 12v) per riscaldare l'olio nelle partenze a freddo. Ho già realizzato dei blocchetti e la candeletta rimane separata dal tubetto degli iniettori solo da pochi decimi di alluminio...funzionerà? <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/dry.gif' alt='dry.gif'><br><br>ciao ciaoo<br><br><br><br><br>

ciusto
09-03-2006, 13:34
ho fatto l'impianto elettrico e a breve vi faccio vedere lo schema. ciao

maxgallotta
13-03-2006, 23:12
Ho fatto l'impianto elettrico e collegato il tutto ma il riscaldatore non è molto efficiente...ne ho costruito un altro che monto domani.<br>Ho testato al banco i blocchetti da fissare sui tubetti degli iniettori per la partenza a freddo:<br>in un minuto l'acqua e salita a 75°...sembrerebbero funzionare...<br>Ho messo un temporizzatore come quello delle scale a pilotare il tutto e un termostato bimetallico per tenere la temp dell'olio costante...<br> <img src="http://www.energeticambiente.it/images/4ad90aa0fc885cc1f043b23eb228a235.gif" alt="wacko.gif"> boh...vediamo un po<br>

maxgallotta
22-03-2006, 19:39
bene,<br>ho realizzato un riscaldatore super economico con raccordi per l'acqua:<br>ho usato una croce da 1/2" e sulle 4 estremità ho montato:<br>2 portagomma per gas(da 1/2") per entrata e uscita gasolio<br>1 sonda temperatura con orologio in abitacolo(come quelle per l'olio motore)<br>1 tappo forato in alluminio(autocostruito) su cui ho inserito la candeletta.<br>Devo ancora accorciare il ricircolo ma senza nessuno scambiatore l'olio sale e rimane a 70/75°.Nessuna puzza di fritto dietro ma il fumo non è completamente sparito,forse perchè la mia auto ha la centralina rimappata.<br><br>L'unico inconveniente è che con 1 sola candeletta,ci vogliono 5 minuti prima di arrivare in temp.<br>Ora provo con un manicotto da 1"1/2 e su 1 dei tappi monto 3 candelette(1 fissa e 2 temporizzate)+ entrata gasolio e sull'altro<br>l'uscita e la sonda temperatura.<br>ciauuu <img src="http://www.energeticambiente.it/images/686e50ebe6c4d57223d8eaf7860de30c.gif" alt="w00t.gif">

ciusto
06-05-2006, 12:40
fatto il primo test:<br><br>FUNZIONA&#33;&#33;&#33; "LE CANDELElette da 23 v vanno a manetta dentro il tondino che si scalda in fretta&#33;"<br><br>bella la rima è&#33;?<br><br>cmq funziona e a breve lo metto su con la elettrovalvola e il termometro elettronico. ciao

dado VRC
07-10-2006, 17:14
Io avevo lasciato perdere il riscaldatore elettrico per la Punto, perchè tra che va da dio com&#39;è, tra che probabilmente sarebbe stato solo un ostacolo in + al&#39;aspirazione dell&#39;olio da parte della pompa d&#39;iniezione non avevo motivo di farmi venire la voglia di montarlo...<br><br>Ma adesso ho il camper&#33;&#33;<br>Il 2.5 aspirato Sofim ha una pompa di alimentazione supplementare, aspira l&#39;olio prima dei filtri e manda in pressione l&#39;impianto, quindi filtri e tubazioni prima della pompa d&#39;iniezione...<br>Pensavo di mettere appena dopo la pompa di alimentazione lo scambiatore di calore e poi il riscaldatore elettrico termostatato a 50-60°.<br>Ho trovato i termostati(ben 2.60€ l&#39;uno...)e appena finisco i lavori importanti sul camper(isolazione di piccole infiltrazioni, riparazioni ecc) dovrei montare il tutto....anche perchè mi è arrivato l&#39;olio riciclato, quindi dovrei evitare di s*******re soldi in gasolio...

fabio19tdi
06-11-2006, 20:44
per GTD&#33;&#33; o chi ne sa qualcosa....<br>sto costruendo su sua ispirazione il riscaldatore di pagina 3....come hai fatto a filettare le candelette che sono di 12 in un tubo di 12? a me nel tubo di 12 non riesce filettarle e in quello di 14 mi ci ciottolano....<br>lo stai ancpra usando quel riscaldatore?

GTD
08-11-2006, 01:59
ciao fabio,<br>per collegare candelette da 12 e tubo da 12 ho usato dei manicotti da 1/4&quot; (12,5mm)per aria compressa&#33;<br>lo sto ancora usando,va bene e oramai ci ho fatto oltre 20000 km mentre sono 36000km che vado al 70-80/100 di olio e la macchina ne segna quasi 280000 ma probabilmente ne ha fatti oltre 300000&#33;<br>spero di essere stato chiaro, in caso contrario sono a tua disposizione..

fabio19tdi
09-11-2006, 19:50
grazie mille&#33;&#33; ho montato il tutto, ma mi si è spanato il tubo di rame che era un po rovinato&#33;&#33;ora ne prendo uno nuovo e riprovo. come hai fatto a stabilizzare la temperatura, cioe che termostato usi ecc...<br>scusa se ti rompo ma ho paura di far danno e sono un po durotto, sicche devo chiedere tutto prima di provare&#33;&#33;<br>ciao e grazie&#33;

GTD
10-11-2006, 01:11
di nulla,figurati...<br>durante il serraggio devi prestare molta attenzione,usare il teflon sulle filettature e levigare con carta ultrafine (240) le superfici di tenuta di manicotti,guarnizioni e occhielli....<br>lo comando manualmente in base alla temperatura indicata dal termometro di cui ho piazzato il sensore sul tubo di ritorno dalla pompa al filtro gasolio:cosi&#39; lo posso disinserire quando il termometro supera i 50° per &#37; del 60&#37;olio e quando supera i 60° per &#37; dell&#39;80&#37; oppure un po&#39; prima di spegnere il motore se ancora l&#39;olio non ha raggiunto tali temperature,cosi&#39; da evitare che con l&#39;arresto del flusso si surriscaldi&#33;

fabio19tdi
11-11-2006, 14:58
ok grazie&#33; sto provando a montare il tutto, ma continuano e cedermi le filettature del rame....intanto cerco un termometro elettronico da portare in abitacolo.<br>p.s. che auto hai?<br>io un ibiza 1.9tdi da 90cv che si è gia fatta oltre 30000km oltreil 30&#37;&#33;

GTD
14-11-2006, 02:47
non devi serrarle a morte...<br>golf 1600 GTD del &#39;90 con almeno(l&#39;ho presa usata)280000 km di cui 36000 al 70-80&#37; di olio

fabio19tdi
14-11-2006, 20:10
ok,grazie&#33; domeni o al max dopo domani dovrei averlo in mano completo...speriamo&#33;

eroyka
10-04-2007, 21:43
UP

lanternaverde
04-07-2007, 19:35
scusate se mi intrometto nella vostra discussione.<br>spero ci sia ancora qualcuno che la segue.<br>sono nuovo del forum, un salve a tutti, ho appena cominciato a leggervi e gia vi pongo un quesito.<br>ho un discovery td5, e ho a disposizione uno scaldabiberon.<br>è possibile fare un riscaldatore a fascia sul filtro?<br>alla Land mi hanno sconsigliato vivamente di montare riscaldatori a fascia o altriperchè a loro dire vanno ad interferire sul settaggio della centralina.<br>esperienze, consigli, sconsigli.<br>prima avevo un discovery tdi e ci buttavo tranquillamente una miscela di olio di semi vari all&#39;80&#37;, d&#39;estate e d&#39;inverno, problemi 0 anche senza riscaldatore.<br>ora con questa, troppa elettronica non mi fido.<br>attendo vostre anche per poter iniziare la decantazione di una abbondante quantità di olio usato.

ciusto
23-07-2007, 20:39
il problema, almeno per mi esperieza, è che con quei motori compressi diesel, vanno bene finchè tengono, anche se c&#39;è qualche problemino, non lo senti.<br><br>Forse il motivo sta che la centralina regola tutto l&#39;impianto e praticamente credo che regoli anche l&#39;entrata del carburante.<br><br>Poi di punto in bianco salta qualcosa.. e sono danni.<br><br>Mentre prima con i motori aspirati sentivi meglio se qualcosa andava storto, ora è tutto elettronico e senti poco se il motore fa fatica o meno.<br><br><br>Il mio esperimento è riuscito solo che con un furgone che fra un po&#39; andra in demolizione...<br><br>L&#39;unica cosa che ti dico è di seguire l&#39;impianto di Bertocchi e vedrai che i risultati verranno.<br>

LLibera
06-12-2007, 10:10
<div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b> (GTD @ 27/10/2005, 16:16)</div><div id="quote" align="left">vi posto un paio di foto del riscaldatore elettrico da me realizzato lo scorso fine settimana da aggiungere a quello ad acqua che ho montato quest&#39;estate, spero vi siano utili...<br>è ispirato a quello proposto da carlo bertocchi ma modificato in modo da essere piu&#39; leggero e compatto e quindi rapido a scaldarsi fin dall&#39;avviamento e soprattutto molto piu&#39; facile ed economico da realizzare anche per chi come me non ha la possibilita&#39; di usare un tornio e non è molto pratico di saldature....<br>è composto semplicemente da due manicotti in ottone da 1/4&quot;,1 da 3/8&quot;,2 occhielli delle pompe,4 rosette di alluminio,6 cm di tubo di rame da 12mm e da 2 candellette 12V da 12mm,le piu&#39; comuni sui vecchi diesel&#33;<br>il tubicino di rame è all&#39;interno e fa sia da scambiatore di calore che da tirante per tenere insieme il tutto&#33;<br>i bulbi delle candelette sono al suo interno a bagno nell&#39;olio motore di cui l&#39;ho riempito,mentre sulla superficie esterna scorre il carburante.<br>collegando a una candeletta il positivo e all&#39;altra il negativo ho un collegamento in serie e quindi è come se le alimentassi a 6V: cosi la potenza si riduce ad 1/4 ed i bulbi non dovrebbero superare i 200-250°C e quindi dato che sono immersi nell&#39;olio motore che conduce e distribuisce il calore a tutto il tubo di rame,quest&#39;ultimo non dovrebbe superare i 150°C mentre il carburante che scorre al suo esterno non dovrebbe superare i 100°C per via del breve contatto...<br><a href="http://imageshack.us" target="_blank">(IMG:[URL=http://img428.imageshack.us/img428/4148/23100511457dz.jpg]http://img428.imageshack.us/img428/4148/23100511457dz.jpg</a>)[/URURL=http://imageshack.us](IMG:<a href="http://img428.imageshack.us/img428/782/23100513528yx.jpg" target="_blank">http://img428.imageshack.us/img428/782/23100513528yx.jpg</a>)[/URL</div></div><br>Forse è un po tardi per farti questa domanda la mia curiosità era sapere che tipo di attacchi hai utilizzato per le candelette diesel di solito il filetto delle candelette non è standard ha una vite un po particolare e mi chiedevo che attacchi hai usato , seconda cosa era il fatto del tubicino di olio in cui sono immerse le candelette a mio avviso è un po inutile rallentare il rilascio del calore da parte delle candelette ricorda che tempo addietro quando i filtri gasolio erano riscaldati da una candelette essa stessa era messa a diretto contaddo con il carburante .<br>Io in queste giornate con -1 e 0 gradi sto usande uno scambiatore carburante acqua piu candelette ma sto incontrando dei problemi ovvero la temperatura del carburante non supera i 20 °C in ercizio anche se la placca dello scambiatore è intoccabile circa 90 °C<br>Bye<br>

THEfutureISnow
13-01-2008, 12:48
Ragazzi io vi scrivo dalla Sardegna.Se queste sono delle vere soluzioni per tutti quanti,potremo rivoluzionare il sistema.Per quello che avete scritto,voi siete proprio dei meccanici.Io non posso rischiare di acquistarmi una macchina nuova per poi danneggiarla.Ci vorrebbe un vostro meccanico.Potrei anche venire a trovarvi,se il vostro kit funziona e costa meno di un kit elsbett.Come posso fare?<br><br>Ragazzi io vi scrivo dalla Sardegna.Se queste sono delle vere soluzioni per tutti quanti,potremo rivoluzionare il sistema.Per quello che avete scritto,voi siete proprio dei meccanici.Io non posso rischiare di acquistarmi una macchina nuova per poi danneggiarla.Ci vorrebbe un vostro meccanico.Potrei anche venire a trovarvi,se il vostro kit funziona e costa meno di un kit elsbett.Ho un Audi A2 1.2 TDI e non ne capisco nulla di candele e scambiatori di calore.Vengo a trovarvi?Come posso fare?datemi almeno un numero di telefono di riferimento,grazie.

Laris
16-01-2008, 01:46
Ho fatto il riscaldatore come indicato da Bertocchi, usando all&#39;interno un tondino di rame da 15mm e fuori un tubo, sempre di rame, da 28mm...., il tutto l&#39;ho montato su un trattore Same con motore 3 cilindri 3000cc Turbo, iniezione diretta, singola pompa per cilindro e raffreddamento ad aria.<br>Per incominciare ho montato una sola candeletta da 12v (sebbene il riscaldatore sia predisposto per 2).<br>Il problema è che mettendo un &quot;T&quot; all&#39;entrata del gasolio nel &quot;reattore&quot;, attaccando quindi l&#39;arrivo del gasolio dal serbatoio e il ritorno dello stesso dalla pompa, il motore muore...probabilmente &quot;soffocato&quot; dall&#39;aumento di pressione del circuito, essendo maggiore la quantità di gasolio pompata dalla pompa d&#39;iniezione (+ pompetta serbatoio), rispetto a quella consumata dal motore stesso. Dimostrazione il fatto che, ricollegando il ritorno del gasolio della pompa al serbatoio, tutto è tornato a posto.<br>Il problema adesso è che la povera candeletta deve riscaldarsi continuamente tutto il gasolio presente nel serbatoio, tenuto sempre in circolo dalle pompe, e, con temperature prossime allo 0, il termometro del riscaldatore si attesta sui 20 gradi, salendo poi lentissimamente oltre...&#33;<br>Sicuramente montando la seconda candeletta le cose possono migliorare, ma non penso si risolva gran che la situazione...secondo voi come posso fare per mantenere un circuito chiuso del gasolio (serbatoio-riscaldatore-pompa-riscaldatore), senza &quot;annegare&quot; il motore?