PDA

Visualizza la versione completa : pozzi ed energia



fred
28-09-2005, 00:30
salve mio padre è proprietari di alcuni pozzi da cui preleva acqua per irrigare i suoi campi, purtroppo paghiamo delle salatissime bollette enel, è possibile che nessuno abbia pensato ad autonomizzarli energeticamente??<br>sento parlare di energia prodotta da scambio termico, fotovoltaico ecc<br>vi ringrazio per l&#39;aiuto che mi darete.<br>fred

mariomaggi
28-09-2005, 13:40
Caro fred, <br>aggiungi un po&#39; di info se vuoi avere suggerimenti. <br><br>Come facciamo a sapere se la tua acqua e&#39; a 50 metri o a 1 metro, e quanta ne serve e che potenza usate sulle pompe e per quanto tempo funzionano? <br><br>Ciao<br>Mario

fred
28-09-2005, 15:59
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (mariomaggi @ 28/9/2005, 14:40)</div><div id='QUOTE' align='left'>Caro fred, <br>aggiungi un po&#39; di info se vuoi avere suggerimenti. <br><br>Come facciamo a sapere se la tua acqua e&#39; a 50 metri o a 1 metro, e quanta ne serve e che potenza usate sulle pompe e per quanto tempo funzionano? <br><br>Ciao<br>Mario</div></div><br> caro mario, dalle informazioni in mio possesso l&#39;acqua viene prelevata da una profondit&agrave; che varia dagli 80 m ai 120 m circa, l&#39;impegnativa enel per i vari pozzi varia anch&#39;essa dai 132 kw ai 150 kw, non so se quest&#39;ultimo dato può esserti utile, la vasca per lo stemperamento della temperatura dell&#39;acqua è grande all&#39;incira un 500 mq. purtroppo al momento non so risponderti sulle caratteristiche delle pompe.<br>ciao frad

mariomaggi
29-09-2005, 08:39
Caro fred, <br>se ho capito bene, ci saranno una decina di pozzi fino a 150 kW, non vicini tra di loro. <br>Fare 150 kW di fotovoltaico non e&#39; uno scherzo, ci vuole quasi un campo di pannelli&#33; <br><br>Com&#39;e&#39; il vento dalle tue parti? In che provincia risiedi? E&#39; pensabile sfruttare l&#39;energia eolica? <br><br>Ciao<br>Mario<br><br>

fred
30-09-2005, 18:45
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (mariomaggi @ 29/9/2005, 09:39)</div><div id='QUOTE' align='left'>Caro fred, <br>se ho capito bene, ci saranno una decina di pozzi fino a 150 kW, non vicini tra di loro. <br>Fare 150 kW di fotovoltaico non e&#39; uno scherzo, ci vuole quasi un campo di pannelli&#33; <br><br>Com&#39;e&#39; il vento dalle tue parti? In che provincia risiedi? E&#39; pensabile sfruttare l&#39;energia eolica? <br><br>Ciao<br>Mario</div></div><br> Carissimo, io abito in provincia di Bari, precisamente a Casamassima il n° dei pozzi è 7, il vento c&#39;è ma non so se la sua velocit&agrave;...........è quella giusta, visto che ti vedo molto preparato avevo intenzione per casa invece di usufruire del conto energia.... ma purtroppo non sono stato molto invogliato ha farlo in quanto i tenici a cui mi sono rivolto non sapevano nulla ho fatto un po per conto mio (sic... ho mio fratello architetto....), preparando l&#39;istanza di adesione ma poi mi sono fermato al progetto e relazione tecnica in quanto le aziende a cui mi sono rivolto volevano subito dei bei soldoni .<br>Potresti indirizzarmi tu su come redigere il rimanente carteggio......<br>ti ringrazio fred

mariomaggi
30-09-2005, 21:20
Caro fred, <br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Potresti indirizzarmi tu su come redigere il rimanente carteggio......<br></div></div><br>no, mi spiace, non sono la persona giusta per queste cose. <br>Ciao<br>Mario

FernandoFast
05-10-2005, 15:53
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (fred @ 28/9/2005, 01:30)</div><div id='QUOTE' align='left'>salve mio padre è proprietari di alcuni pozzi da cui preleva acqua per irrigare i suoi campi, purtroppo paghiamo delle salatissime bollette enel, è possibile che nessuno abbia pensato ad autonomizzarli energeticamente??<br>sento parlare di energia prodotta da scambio termico, fotovoltaico ecc<br>vi ringrazio per l&#39;aiuto che mi darete.<br>fred</div></div><br> Le pompe ad immersione che vengono usate per prelevare l&#39;acqua da un pozzo hanno senso fino a 70 metri di profondit&agrave;, per profondit&agrave; superiori non è economico usare il fotovoltaico.<br><br>Per quanto riguarda invece il campo fotovoltaico il progetto preliminare per un impianto da 150 kW può essere fatto con circa 2000-3000 euro, devi tener conto che comunque se hai più di un contatore è conveniente fare tre impainti da 50 kW.<br><br>Comunque su di un impegno complessivo di circa un milione di euro pagere 3000 euro io li chiamerei spiccioli e non soldoni...<br><br>F<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'>

fred
05-10-2005, 17:28
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (FernandoFast @ 5/10/2005, 16:53)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (fred @ 28/9/2005, 01:30)</div><div id='QUOTE' align='left'>salve mio padre è proprietari di alcuni pozzi da cui preleva acqua per irrigare i suoi campi, purtroppo paghiamo delle salatissime bollette enel, è possibile che nessuno abbia pensato ad autonomizzarli energeticamente??<br>sento parlare di energia prodotta da scambio termico, fotovoltaico ecc<br>vi ringrazio per l&#39;aiuto che mi darete.<br>fred</div></div><br>Le pompe ad immersione che vengono usate per prelevare l&#39;acqua da un pozzo hanno senso fino a 70 metri di profondit&agrave;, per profondit&agrave; superiori non è economico usare il fotovoltaico.<br><br>Per quanto riguarda invece il campo fotovoltaico il progetto preliminare per un impianto da 150 kW può essere fatto con circa 2000-3000 euro, devi tener conto che comunque se hai più di un contatore è conveniente fare tre impainti da 50 kW.<br><br>Comunque su di un impegno complessivo di circa un milione di euro pagere 3000 euro io li chiamerei spiccioli e non soldoni...<br><br>F<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'></div></div><br> grazie per la risposta, perdona l&#39;ignoranza ma pensavo che fosse possibile utilizzare oltre che il fv anche altre forme energetiche, non so salto dell&#39;acqua......., il suo scorrimento nelle tubazioni......, la notevole diferrenza termica tra l&#39;acqua sollevata e la temperatura esterna.... o qualche altra diavoleria.<br>scasa se ho scritto fesserie ma non sono del settore vedo comunque la portata delle tubazioni ed il getto potente dell&#39;acqua quando si irriga anche a km di distanza dai pozzi, possibile che questa energia debba esssere dissipata?????<br>devo specificare che i pozzi sono sempre ad una quaota + alta rispetto ai terreni da irrigare, (tieni presente che comunque siamo a + 95 m sul livello del mare) lievi declivi. <br>grazie fred

FernandoFast
05-10-2005, 19:25
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (fred @ 5/10/2005, 18:28)</div><div id='QUOTE' align='left'>la notevole diferrenza termica tra l&#39;acqua sollevata e la temperatura esterna.... o qualche altra diavoleria.<br>scasa se ho scritto fesserie ma non sono del settore vedo comunque la portata delle tubazioni ed il getto potente dell&#39;acqua quando si irriga anche a km di distanza dai pozzi, possibile che questa energia debba esssere dissipata?????</div></div><br> Dove c&#39;è energia a sufficenza è possibile recuperarla... ma quello che dici non basta per capire la situazione.<br><br>Se riesci a descrivere la scena con maggiore chiarezza magari è possibile dire di più<br><br>F<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'>

MetS
07-01-2006, 00:28
Qualcosa di verosimile e&#39; gia&#39; stato realizzato usando un nuovo sistema.<br>Con il termine Deep Heat Mining s&#39;intende l&#39;estrazione d&#39;energia geotermica da una riserva sotterranea creata artificialmente, in vista della produzione di calore e d&#39;elettricit&agrave;. L&#39;utilizzo di macchine ORC (Organic Rankine Cycle) permette una produzione di corrente economica gi&agrave; a temperature di 100°C circa in cima alla perforazione.<br><br>Il principio di funzionamento del Deep Heat Mining è relativamente semplice. Dopo aver effettuato una prima perforazione a grande profondit&agrave;, si crea un serbatoio geotermico sotterraneo, allargando idraulicamente i sistemi di fratture naturali. La tecnica di fatturazione idraulica (Hydro-frac), prevede l&#39;iniezione d&#39;acqua ad una pressione di parecchie centinaia di bar.<br><br>Nel serbatoio geotermico così creato, l&#39;acqua si riscalda per poi salire in superficie tramite una o più perforazioni di produzione. Uno scambiatore di calore trasferisce l&#39;energia ad un secondo circuito alimentante un turbogeneratore per produrre elettricit&agrave;. Gran parte del calore residuo, può essere iniettato in una rete di riscaldamento a distanza. Un pozzo d&#39;iniezione completa il circuito chiuso e restituisce l&#39;acqua raffreddata al serbatoio. <br><br>Andate a vedere <a href='http://www.soultz.net/' target='_blank'>qui</a> e cliccate su "What is HDR"<br><br><br>Ciao<br>MetS <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'><br><br><span class="edit">Edited by MetS-Energie - 7/1/2006, 00:39</span>