PDA

Visualizza la versione completa : Rendimento minimo impianto FV



31-10-2005, 17:19
Un domanda terra terra come sempre. All&#39;incirca quanto energia potrebbe produrre un impianto da 3kw (inclinazione 34 gradi) a Milano in un giorno di pioggia di dicembre( sempre che produca)?<br>Giusto per avere un&#39;idea.<br><br>Ciao a tutti e grazie.<br>

Furio57
01-11-2005, 23:54
Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Ezechiele_2000 @ 31/10/2005, 17:19)</div><div id='QUOTE' align='left'>...quanta energia potrebbe produrre un impianto da 3kw (inclinazione 34 gradi) a Milano in un giorno di pioggia di dicembre (sempre che produca)? Giusto per avere un&#39;idea...</div></div><br>Ciao Ezechiele il sole è sempre molto generoso anche in giornate uggiose come in questo periodo a Milano, sembra impossibile che ci sia energia, ma c&#39; è.<br>Analizzando quello che mi hai chiesto, cioè Latitudine 45,5° (Milano), Azimut 180°, con 0 di Albedo, e Tilt di 34°, la radianza media giornaliera diretta è di 0,91 KWh/gg, mentre quella diffusa è di 0,51 KWh/gg, per un totale di 1,41 KWh al giorno.<br>Il valore non è riferito per un giorno di pioggia, ma per un valore medio di radianza nel mese di dicembre.<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'><br><br><span class="edit">Edited by Furio57 - 2/11/2005, 00:26</span>

Clorofillo
02-11-2005, 09:07
Scusami Furio,<br><br>ma il calcolo da te effettuato, è riferito ai dati di irradiazione media giornaliera della norma UNI 10349?<br><br>Se effettuo i calcoli con i dati dell&#39;Atlante Europeo ottengo circa 1,24 kWh/giorno nel mese di dicembre.<br><br>Con i dati Enea si ottiene un risultato ancora diverso di poco.<br><br>Secondo te quali dobbiamo prendere per corretti? Anche se il Decreto Ministeriale fa esplicito riferimento alla norma UNI nell&#39;ultima pagina, il nostro obbiettivo è di dimensionare bene l&#39;impianto.<br><br>Spero che il mio dubbio sia lecito. Gradirei le vostre impressioni.<br><br>Grazie.<br><br>Saluti da Clorofillo. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'>

08-11-2005, 11:03
Salve a tutti. Scusa Furio solo per intenderci: quanto parli di 1,41 Kwh al giorno ti riferisci all&#39;energia totale prodotta da tutto l&#39;impianto o all&#39;energia prodotta al mq di pannelli. Spero per la seconda ipotesi, ma temo sia la prima. Poi parli di radianza media, cioe&#39; mi vuoi dire che nessuno di chi lo fa per mestiere, anche solo per curiosita&#39;, ha mai provato a verificare quanta energia viene effettivamente prodotta in un giorno nuvoloso a dicembre. Speravo le sperimentazioni e i test fossero a dir poco capillari per avere un quadro dettagliato dei rendimenti dell&#39;impianto.

09-11-2005, 21:29
caro Ezechiele<br>Sul sito :http://www3.itisberenini.it/foto/<br>c&#39;è un impianto gestito da un Istituto tecnico della pianura padana.<br>Potenza installata di picco 3,36 KW<br>Ci sono delle rilevazioni istantanee, giornaliere ed annuali. <br>Se vai a vedere, un paio di giorni fa, l&#39;energia giornaliera prodotta era meno di 0,5 KWh.<br>Non siamo a dicembre e non risulta neanche che ci siano state eclissi solari.<br>Tienilo d&#39;occhio, i dati reali sono meglio di tante discussioni teoriche.<br>L&#39;impianto inoltre non risale alle guerre puniche (ha tre anni) e non è gestito da pitecantropi.<br>Hai chiesto cosa può produrre un impianto nelle peggiori condizioni atmosferiche, mi pare. La risposta è molto vicina allo zero<br><br>Ciao<br>Tersite<br><br><span class="edit">Edited by tersite1 - 10/11/2005, 08:09</span>

10-11-2005, 13:11
Comunque l&#39;impianto produce anche di più di quello che dovrebbe (anche se di poco).<br><br>Andate a calcolare la produzione di un impianto in silicio cristallino, di 3,36 Kwp, inclinato di 30 gr. vs sud, a Fidenza (PARMA)(dove si trova l&#39;impianto suddetto):<br><br><a href='http://sunbird.jrc.it/pvgis/pvestframe.php?lang=it&map=europe' target='_blank'>http://sunbird.jrc.it/pvgis/pvestframe.php...g=it&map=europe</a><br><br>Il risultato medio risultante è <b>3806 KWh</b><br><br>La media dei tre anni di funzionamento dell&#39;impianto dell&#39;ITIS di Fidenza è in vece <b>3874,33</b>&#33;<br><br>Considerando anche che:<br><br>"Nel periodo dal 26/05/2005 al 01/07/2005 a causa di un banale guasto a un connettore non ben serrato l&#39;impianto ha funzionato con una sola stringa su due (metà potenza) con una conseguente perdita di produzione di circa 270 KWh" (come scritto sulla prima schermata del sito (in basso))<br><br>Un impianto di circa 3 Kwp a Fidenza funziona e come. Pensate in regioni più a sud e più soleggiate&#33;<br><br>Mi sembra un ottimo ed illuminante esempio&#33;<br><br><b>W IL SOLARE FOTOVOLTAICO&#33;&#33;&#33;</b><br><br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wink.gif' alt='wink.gif'> <br>

15-11-2005, 14:08
Scusate ...non so se questo sia il topic giusto ma avrei una domanda probabilmente banale&#33;<br>E&#39; possibile impiegare pannelli fotovoltaici " in movimento", per esempio montati su un sistema rotante&#39;<br>Capisco che la cosa abbia poco senso per via della direzione verso sud che potrebbe cambiare costantemente<br>ma volevo capire se esiste un discorso di "inerzia elettrica" e cioè se il pannello ha necessità di un certo tempo di <br>esposizione per generare corrente con un buon rendimento &#33;<br>Inoltre ci sarebbe probabilmente un problema di contatti striscianti ?<br><br>Scusate ancora per la domanda forse un po&#39; banale ma avevo bisogno di una risposta un po&#39; tecnica e fondata<br>che non riesco a trovare &#33;<br><br>Saluti a tutti <br>

15-11-2005, 15:56
<a href='http://datalogger.elettropiemme.it:8080/elettropiemme/pagine/graph.jsp?PERIOD=REALI' target='_blank'>QUI</a> i dati in tempo reale e storici per 3,08kwp con inseguimento solare a Gardolo(Trento)<br><br><br><br><br>

15-11-2005, 18:06
caro TonyNight<br>L&#39;inseguimento automatico del sole è una buona cosa, potrebbe moltiplicare il rendimento del modulo per 1,5 o pìù. Il modulo fisso lavora bene solo nelle 4 ore centrali della giornata, nelle altre ore rende di meno perchè i raggi arrivano inclinati.<br>Non deve essere un inseguimento particolarmente sofisticato, potrebbe essere sufficiente una correzione ogni ora. Però la struttura diventa molto più delicata. <br>Un esempio banale è quello citato da wpower qui sopra (ad inseguimento), in confronto con l&#39;impianto del Berenini (fisso). L&#39;impianto ad inseguimento produce parecchio di più di quello fisso pur essendo in posizione teoricamente meno favorita.<br>L&#39;Enel, fra gli impianti FV di un paio di anni fa, ha provato la soluzione ad inseguimento.<br>Bisogna aspettare i risultati.<br><br><br>Ciao Tersite

16-11-2005, 08:48
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (tersite1 @ 15/11/2005, 18:06)</div><div id='QUOTE' align='left'>caro TonyNight<br>L&#39;inseguimento automatico del sole è una buona cosa, potrebbe moltiplicare il rendimento del modulo per 1,5 o pìù. Il modulo fisso lavora bene solo nelle 4 ore centrali della giornata, nelle altre ore rende di meno perchè i raggi arrivano inclinati.<br>Non deve essere un inseguimento particolarmente sofisticato, potrebbe essere sufficiente una correzione ogni ora. Però la struttura diventa molto più delicata. <br>Un esempio banale è quello citato da wpower qui sopra (ad inseguimento), in confronto con l&#39;impianto del Berenini (fisso). L&#39;impianto ad inseguimento produce parecchio di più di quello fisso pur essendo in posizione teoricamente meno favorita.<br>L&#39;Enel, fra gli impianti FV di un paio di anni fa, ha provato la soluzione ad inseguimento.<br>Bisogna aspettare i risultati.<br><br><br>Ciao Tersite</div></div><br>Grazie delle risposte&#33;<br>La mia domanda era anche forse più banale, supponiamo di rivestire un generatore eolico<br>con dei pannelli solari, la cosa può avere senso o il continuo movimento del pannello <br>non gli permette di generare corrente?<br>Secondo voi è un problema dovuto alla direzione del sole non idonea che continua a cambiare o anche <br>dovuta ad una "inerzia" che il pannello possiede e che non gli permette di generare istantaneamente <br>corrente quando è in posizione idonea?<br><br>Grazie

16-11-2005, 21:02
Caro TonyNight<br>Il tempo di risposta alla luce di un sistema fotovoltaico è inferiore al millisecondo (per valutazioni più precise ci vorrebbe qualche dato in più).<br>Comunque l&#39;idea di applicare moduli sulla girante di un generatore eolico ha qualche problemino. <br>-probabilmente è molto raro che la direzione ottimale del vento coincida con la direzione migliore dei raggi solari.<br>-la forma delle pale non è adatta per massimizzare la resa del FV<br>-se usi una girante verticale (che funziona bene con qualunque direzione del vento) avrai inevitabilmente una corrente in uscita pulsante, con grossi problemi all&#39;inverter.<br>-la presenza degli inevitabili contatti striscianti per prelevare l&#39;energia ti provocherebbe un sacco di grane.<br>-le pale sono soggette a fenomeni di abrasione da parte delle polveri, sui moduli potrebbero essere un grosso problema.<br><br>Tutto considerato saresti costretto a fare dei compromessi fra un sistema e l&#39;altro, con scarsi risultati per entrambi.<br><br>Ciao<br>Tersite