PDA

Visualizza la versione completa : il motore pentone



fab_78
25-11-2005, 13:57
guardate questo servizio:<br><a href='http://www.jp-petit.com/VIDEOS/PentoneTF1.rm' target='_blank'>http://www.jp-petit.com/VIDEOS/PentoneTF1.rm</a><br><br>e x la spiegazione qui alcuni disegni:<br><a href='http://www.jp-petit.com/ENERGIES_DOUCES/moteur_a_eau1.htm' target='_blank'>http://www.jp-petit.com/ENERGIES_DOUCES/mo...teur_a_eau1.htm</a>

fab_78
10-12-2005, 14:02
ecco un link con alcuni dei motori realizzati<br><a href='http://perso.wanadoo.fr/quanthommesuite/RealPMCPantone.htm' target='_blank'>http://perso.wanadoo.fr/quanthommesuite/Re...lPMCPantone.htm</a>

10-12-2005, 16:22
Ciao&#33;<br>Non vorrei deluderti ma ci sono gia&#39; almeno tre 3D con postati quei siti&#33;<br>(Comincia a venirmi il dubbio perche&#39; sono solo questi....???)<br><br>Saluti&#33;

marcomato
18-12-2005, 20:32
Io ho cercato di capire il funzionamento, ma vorrei mi daste conferma...<br><br>In pratica, dei vapori d&#39;acqua vengono mischiati a quelli di combustibile(in uno schema...ma i due "bollitori" non mi pare di averli visti altrove) , e "cotti" ad alta temperatura, quest&#39; ultima prelevata dallo scarico,in un "reattore" prima di essere immessi nel motore.<br><br>In alcuni casi sembra "cuociano" solamente il vapore, e lo immettano nel condotto di aspirazione.<br>Non ho capito se il "chiodo" che si vede in questi "rereattori" cilindrici, serve solo a fare un&#39; effetto venturi in prossimit&agrave; della superfice calda o è anche una sorta di catalizzatore. <br><br>E ciò abbatte i consumi (di combustibile fossile) di un buon 20%.<br><br>In pratica cosa succede? una scissione delle molecole d&#39;acqua tramite energia termica recuperata dallo scarico?<br><br>Scusate...ma il francese lo capisco molto poco.<br><br><span class="edit">Edited by marcomato - 18/12/2005, 20:40</span>

19-12-2005, 10:33
Ciao.<br>Il francese purtroppo non lo conosco neppure io&#33; C&#39;e&#39; qualcosa anche in inglese.<br>Il meccanismo non lo abbiamo ancora pienamente capito.<br>Ci sono comunque alcune varianti del processo.<br>C&#39;e&#39; il tipo piu&#39; semplice che e&#39; lo SPAD (leggere il 3D apposito) che funziona semplicemete ad acqua "vaporizzata" o "gassificata".<br>Poi c&#39;e&#39; il PMC che utilizza una miscela di acqua e carburante (benzina, gasolio, olio, ...) che secondo me si basa sul principio della gassificazione (come il wood gas).<br>Praticamente in entrambi i casi si ha un recupero del calore dal gas di scarico, inoltre si introduce nel motore acqua con tutti i benefici del caso (per i difetti bisognerebbe controllare...)<br>Bisognerebbe pero&#39; fare alcune prove.<br>Dovrebbe funzionare pero&#39; secondo me non si ottengono le stesse prestazioni.... <br><br>Saluti&#33;

ElettroRik
19-12-2005, 11:44
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (marcomato @ 18/12/2005, 20:32)</div><div id='QUOTE' align='left'>Io ho cercato di capire il funzionamento, ma vorrei mi daste conferma...<br><br>In pratica, dei vapori d&#39;acqua vengono mischiati a quelli di combustibile(in uno schema...ma i due "bollitori" non mi pare di averli visti altrove) , e "cotti" ad alta temperatura, quest&#39; ultima prelevata dallo scarico,in un "reattore" prima di essere immessi nel motore.<br><br>In alcuni casi sembra "cuociano" solamente il vapore, e lo immettano nel condotto di aspirazione.<br>Non ho capito se il "chiodo" che si vede in questi "rereattori" cilindrici, serve solo a fare un&#39; effetto venturi in prossimit&agrave; della superfice calda o è anche una sorta di catalizzatore. <br><br>E ciò abbatte i consumi (di combustibile fossile) di un buon 20%.<br><br>In pratica cosa succede? una scissione delle molecole d&#39;acqua tramite energia termica recuperata dallo scarico?<br><br>Scusate...ma il francese lo capisco molto poco.</div></div><br>Ciao, <br>è il solito sistema per aggiungere vapor d&#39;acqua all&#39;aspirazione, basato sul fatto che un motore a combustione rende di più se viene aggiunta una precentuale di vapor d&#39;acqua alla miscela entrante, perhè vengono &#39;bruciati&#39; anche H2 e O2 contenuti nell&#39;acqua.<br>Sul sito di Naudin lo trovate come punto di partenza, poi Naudin è passato al reforming aggiungendo idrocarburi al liquido, ma è partito da quell&#39;idea.<br><br>La &#39;manette&#39;, (quella supposta al centro del tubo) serve a migliorare lo scambio termico forzando il contatto con le pareti del vapore.<br><br>E&#39; gi&agrave; parecchio che circola questa cosa.

19-12-2005, 11:55
Ciao ElettroRik.<br>Per quello che hai capito tu il sistema messo insieme da Naudin si alimenterebbe solamente di quella mistura o e&#39; a supporto di un&#39;alimentazione normale, tolto naturalmete la fase di startup in cui va solo a benzina per portare il tutto in temperatura?<br>Sicuro che Vengono bruciati anche H2 e O2? Alla fine l&#39;acqua scissa dovrebbe riformarsi cedendo nuovamente la stessa energia... o almeno credo che sia cosi&#39;.<br><br>Saluti&#33;

ElettroRik
19-12-2005, 12:43
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (Nove^3 @ 19/12/2005, 11:55)</div><div id='QUOTE' align='left'>Ciao ElettroRik.<br>Per quello che hai capito tu il sistema messo insieme da Naudin si alimenterebbe solamente di quella mistura o e&#39; a supporto di un&#39;alimentazione normale, tolto naturalmete la fase di startup in cui va solo a benzina per portare il tutto in temperatura?<br>Sicuro che Vengono bruciati anche H2 e O2? Alla fine l&#39;acqua scissa dovrebbe riformarsi cedendo nuovamente la stessa energia... o almeno credo che sia cosi&#39;.<br><br>Saluti&#33;</div></div><br>Naudin ha sul fuoco molte cose.<br>Il sistema di reforming che chiama bingofuel è una broda di acqua con aggiunta di idrocarburi, e si alimenta con il &#39;vapore&#39; dei gas di scarico &#39;rigenerati&#39; dentro la broda.<br><br>L&#39;altro, quello più vecchio, che non trovo perchè Naudin ha diversi doppioni del suo sito sito qu&agrave; e l&agrave;, è una semplice aggiunta di vapor d&#39;acqua all&#39;aria aspirata dal motore.<br><br>In ogni caso il principio è corretto. Tutto sta a verificare quanto è l&#39;entit&agrave; del beneficio. <br><br>Se puoi farlo sarebbe un test interessante. Se vuoi ti do una mano x l&#39;elettronica.

19-12-2005, 17:30
Ciao.<br>Conosco un po&#39; di varianti del progetto.<br>Si e&#39; gia&#39; discusso e ne stiamo discutendo <a href='http://www.forumcommunity.net/?t=945293' target='_blank'>QUI</a> , <a href='http://www.forumcommunity.net/?t=2196332' target='_blank'>QUI</a> e probabilmente anche da qualche altra parte&#33;<br>Io proverei se avessi tempo&#33;<br>A dire il vero ho per la testa piu&#39; che altro un gasificatore per biomassa che probabilmente riduce i problemi classici dell&#39;uso del gia&#39; sfruttato gasogeno.<br>Tu hai mai provato a replicare uno di questi reattori?<br><br>Saluti&#33;

marcomato
04-01-2006, 17:03
Comunque l&#39;idea che mi sono fatto è questa.<br><br>1) l&#39;idrogeno non c&#39;entra una favazza... come l&#39;energia per scindere una molecola d&#39;acqua è ben altra rispetto a quella che può dare un rapido contatto con i gas di scappamento.<br><br>2)L&#39;acqua che entra in camera di combustione è gia finemente vaporizzata, non da energia meccanica sottratta da una pompa di iniezione, ma dallo stesso calore sottratto da fonti "di scarico" (gas e /o radiatore) che andrebbero comunque perse.<br><br>Pertanto in camera di combustione, assorbendo poco calore latente( è gia preriscaldata) , vaporizza aumentando la spinta sul pistone come in un semi-motore a vapore, fungendo da antidetonante, e abbassando la temperatura di combustione .<br>Cio evuta la formazione di NOX e L&#39;ossigeno che non va a formare ossido d&#39;azoto, brucia gli idrocarburi incombusti, aumentando la produzione di CO2 ma abbattendo drasticamente il ben peggiore CO.<br><br>Il bilancio della fiera è un&#39; ottimizzazione della combustione, abbastanza interessante (20-30%) sopratutto su motori vecchiotti e semplici...che in effetti "sprecano" un sacco di ossigeno e carburante per produrre inquinanti e gas di scarico più caldi anzichè forza motrice.<br><br>Guarda caso il test comparativo fatto su un&#39; automobile con un motore turbodiesel relativamente moderno ( anche se con "solo" 200k km) ha portato un beneficio di solo un 10%.<br><br>Su un turbodiesel common rail Euro 4 probabilmente il gioco non vale manco la candela... ma il fatto che pochi pezzi di tubo ed una tanica d&#39;acqua riescano a rendere un motore desueto ecologico e portarlo a livelli di rendimento che non ha avuto manco da nuovo... dovrebbe far riflettere.<br><br>Sarebbe da produrre questi kit ed omologarli, in modo che vecchie macchine ancora in buone condizioni, possano circolare per i centri storici consumando ed inquinando come fossero macchine modernissime con un piccolo investimento ed una semplice modifica. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/wub.gif' alt='wub.gif'> <br><br> Con grande vantaggio anche ecologico oltre che economico...in quanto si spendono un sacco di risorse per demolire un&#39; auto vecchia e produrne una nuova.<br><br>Va detto ad onor del vero che non è solo in gioco l&#39;interesse delle case automobilistiche a far incarcerare chi provi a fare questa cosa...<br><br>Infatti, al di la di estetica e confort, una C3 nuova certamente è più sicura, affidabile, frena e tiene la strada meglio di una peugeot 304 con 400.000 kilometri sulla gobba... <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/rolleyes.gif' alt='rolleyes.gif'><br><br><span class="edit">Edited by marcomato - 4/1/2006, 17:14</span>

05-01-2006, 11:46
Sono concorde con te se ci si riferisce allo Spad, per la PMC oltre all&#39;effetto dello Spad credo si innneschi anche un fenomeno di gassificazione a vapor d&#39;acqua e quindi c&#39;e&#39; anche maggior combustibile, in questo caso H2 e CO. (tra l&#39;altro devo ancora capire se viene immesso solo questo o anche normale carburante).

06-02-2006, 10:11
In questo documento ci si puo' fare un'idea di quello che avviene all'interno del reattore.<br><br><br><span class="edit">Edited by Nove^3 - 6/2/2006, 10:13</span><br><br><center><div class="fancyborder" style="margin:4px;padding:4px;width:50%" align="left"><img align="left" style="margin: 10px 8px 10px 2px" src="http://img.forumfree.net/html/mime_types/pdf.gif" alt=""><a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?act=Attach&amp;type=post&amp;id=33455817">Download attachment</a><br>145.pdf ( Number of downloads: 59 )</div></center><br>

liinkss
09-02-2006, 19:33
La cosa interessante di questo video è che stato trasmesso a telegiornale del primo canale francese&#33; Hanno fatto dei test comparativi, per vedere i guadagni in termini di inquinamento (stupefacienti... sopratutto il test del fazzoletto&#33;). <br>Alla fine dicono che il guadagno in consumazione è di 20%, precisando pero che si tratta di montagio amatoriale&#33;&#33; <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/cool.gif' alt='cool.gif'>