PDA

Visualizza la versione completa : intensificatore idrosonico



Nabucodor
02-12-2005, 15:59
Salve a tutti la cosa che + mi ha affascinato della free energy è l&#39;utilizzo del suono penso che in fututo grazie al suono si potr&agrave; fare tutto ma dico tutto se usato in una configurazione geometrica giusta.... comunque passiamo all&#39;idea leggendo come funzioan la pompa idrosonica..... ho visto che a riscaldare l&#39;acqua è propio il fenomeno della sonoluminescenza&#33;&#33;&#33; quindi la mia idea è: prediamo un tubo di gradezza pari alla lunquezza d&#39;onda del suono in acqua ad un capo del tubo collechiamo un autoparlante o una sorgente di ultrasuoni.... questi comincer&agrave; ad emettere del suono che all&#39;interno del tubo di acqua comincer&agrave; a risuonare ed aumentare prpio perche risuona un po come il principio del laser a pomaggio ottico... quindi la cosa che si avra a breve sar&agrave; un alta densit&agrave; nel liquindo di onde soniche il che provochera come immagino un alta emissione di di quell&#39;effetto "sonoluminescenza" portando cosi l&#39;acqua a riscaldarsi velocemente.... un unico timore che che se non si crea una via di fuga per le pressione o non si raffredi potrebbe eslopdere......<br>questa è solo un idea.... cosa ne pensate?<br>mi metto a disposizione con la mia umile conoscenza&#33;<br>grazie a tutti

mangoo
09-09-2006, 14:14
Ciao Nabucodor,<br><br><div align="center"><div class="quote_top" align="left"><b>CITAZIONE</b></div><div id="quote" align="left">(...) prediamo un tubo di gradezza pari alla lunquezza d'onda del suono in acqua ad un capo del tubo collechiamo un autoparlante o una sorgente di ultrasuoni.... questi comincer&agrave; ad emettere del suono che all'interno del tubo di acqua comincer&agrave; a risuonare ed aumentare prpio perche risuona un po come il principio del laser a pomaggio ottico (...)</div></div><br>Innanzitutto, dovresti irradiare il tubo con onde acustiche di lunghezza d'onda non semplicemente pari a quella del suono in acqua, bensì con frequenza opportunamente centrata attorno a quella di risonanza del contenitore, dettata dalla sua geometria e da parametri materiali <i>tra cui</i> anche la densit&agrave; e la rigidt&agrave; del mezzo acusticamente conduttore (vedi anche l'altra <a href="http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=2297571" target="_blank">discussione</a> in questa stessa sezione). Questo è esattamente un ingrediente dell'esperimento descritto dal gruppo di Taleyarkan (vedi ad esempio l'<a href="http://www.progettomeg.it/all/sonofusione.pdf" target="_blank">articolo</a> apparso di recente su progettomeg.it), in cui l'eccitazione delle onde stazionarie in un cilindro di plexiglass è ottenuta con un attuatore piezoelettrico.<br><br>Tuttavia l'induzione di onde acustiche stazionarie - pure in grado di immagazzinare alte quantit&agrave; di energia potenziale ciclicamente convertita in onde d'urto relazione ai moti delle bolle di gas intrappolate nel fluido - da sola non porta a fenomeni rigenerativi autosostenibili, come quelli che si verificano nei laser ottici, a causa delle dissipazioni di energia, in forma termica e meccanica, che in questo caso non sono bilanciate da altri fenomeni generativi. In sostanza manca un analogo acustico dell'emissione stimolata di fotoni, che al contrario è meravigliosamente innescata dall'inversione di popolazione elettronica nei laser ottici.<br><br>Quello che le due situazioni hanno in comune è dunque forse soltanto il ricorso ad una cavit&agrave; risonante utilizzata come filtro spettrale, acustico nel tuo caso, ottico in quello fotonico.<br><br>Cari saluti,<br>Massimo

13-10-2006, 14:38
so che sono gi&agrave; stati relizzati generatori termici (allo stadio sperimentale) sfruttando la risonanza acustica a livello ultrasonico. se vuoi provare a realizzarne uno, trovi i trasduttori su ebay, e le info riguardo la propagazione sonora (per esempio) <a href="http://www.lsbu.ac.uk/water/explan2.html" target="_blank">QUI</a>.<br>un consiglio che ti do è di suddividere la zona centrale in molti canali più piccoli.<br>Ricorda che non si muove l&#39;acqua, ma le onde nell&#39;acqua. Sempre con un sistema simile, appena ritrovo il link, c&#39;è un riscaldatore a risonanza che sfrutta la normale 230v 50Hz invece dell&#39;effetto joule classico.<br>Non l&#39;ho realizzato ancora e quindi non so dirti nulla di più tranne il link, SPERO&#33;<br><br>Leggendo il forum ho trovato che Armando de Para ha postato un <a href="http://mio.discoremoto.virgilio.it/armandodepara/" target="_blank">link</a> al fenomeno, e te lo riporto.<br><br>Ciao<br><br><span class="edit">Edited by zintolo - 13/10/2006, 16:02</span>