PDA

Visualizza la versione completa : Inseguitore solare



brian12
22-12-2005, 19:02
Salve a tutti.<br><br>Secondo voi, se un impianto FV con inseguitore può aumentare il rendimento anche del 30%, un inseguitore che muova i pannelli solo verticalmente, mantenendoli sempre perpendicolari al sole a mezzogiorno, di quanto può far aumentare il rendimento?<br><br>Grazie

Dan73
22-12-2005, 19:24
Ciao<br><br>Credo che dare una percentuale sia molto complicato ........ ,<br><br> alcune aziende producono dei pannelli con il doppio movimento di rotazione, ..... per loro il rendimento in più rispetto al pannello fisso, va dai 40 ai 50 %, non so se la differenza del 10-20% sia dovuta al solo movimento verticale o se con molta più probabilit&agrave; sia dovuta ol movimento contemporaneo nelle due direzioni.....<br><br>Ciao D.

Furio57
26-12-2005, 19:14
Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'><br>E&#39; risaputo che mantenere perpendicolarit&agrave; tra i raggi del sole e un modulo fotovoltaico permette la massima captazione dell&#39;energia solare e in definitiva ottenere la massima potenza. Sembrerebbe che con i due movimenti necessari per "seguire" il sole si ottenga un incremento del 35 % massimo. Personalmente mi sto organizzando per verificare quanto stimato. Per rendere il tutto più funzionale e più economico considererei l&#39;inclinazione estiva ed invernale modificabile "a mano" semplificandola in due posizioni seguendo il solstizio estivo ed invernale. Il movimento est-ovest invece mantenerlo motorizzato. C&#39;è da considerare invece un impianto in silicio amorfo che per la peculiarit&agrave; che ha, genera ugualmente un alto valore di energia senza essere direzionato con precisione.<br><br>Salutoni<br>Furio57 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'><br><br><span class="edit">Edited by Furio57 - 26/12/2005, 20:59</span>

NextEnergy
26-12-2005, 20:39
Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <br><br>sul sito di un importante produttore di tracker, www.wattsun.com si trovano tanti dati di rilevazioni comparate tra moduli fissi e montati su tracking system.<br>Gli incrementi vanno da circa il 25-28% fino ad oltre il 40%&#33; Gli incrementi maggiori sono dovuti all&#39;inseguimento azimutale (alba-tramonto) con un guadagno di circa 25-30%. L&#39;incremento dovuto al movimento in elevazione è di circa il 5-8%.<br>Come dice Furio sono da tenere presenti anche i maggiori rendimenti dei moduli in Silicio amorfo anche in considerazione del minor costo /W.<br>Chiss&agrave; quale sar&agrave; il rendimento dei futuri moduli A-si Kaneka al 13,5% di eff. montati su di un inseguitore a due assi?<br>A proposito di inseguitori, Furio ti ho inviato una mail, ci sei?<br><br>Saluti Solari ed un Luminoso Anno Nuovo a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/biggrin.gif' alt='biggrin.gif'> <br>NextEnergy

azbvc
29-12-2005, 00:29
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (NextEnergy @ 26/12/2005, 20:39)</div><div id='QUOTE' align='left'>Gli incrementi vanno da circa il 25-28% fino ad oltre il 40%&#33; Gli incrementi maggiori sono dovuti all&#39;inseguimento azimutale (alba-tramonto) con un guadagno di circa 25-30%. L&#39;incremento dovuto al movimento in elevazione è di circa il 5-8%.</div></div><br>Salve,<br>come si può spiegre una così ampia incertezza dell&#39;incremento, da 25 a oltre il 40%?<br>Saluti

NextEnergy
29-12-2005, 09:16
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (azbvc @ 29/12/2005, 00:29)</div><div id='QUOTE' align='left'><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (NextEnergy @ 26/12/2005, 20:39)</div><div id='QUOTE' align='left'>Gli incrementi vanno da circa il 25-28% fino ad oltre il 40%&#33; Gli incrementi maggiori sono dovuti all&#39;inseguimento azimutale (alba-tramonto) con un guadagno di circa 25-30%. L&#39;incremento dovuto al movimento in elevazione è di circa il 5-8%.</div></div><br>Salve,<br>come si può spiegre una così ampia incertezza dell&#39;incremento, da 25 a oltre il 40%?<br>Saluti</div></div><br>Ciao azbvc <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> ,<br><br>le differenze sono dovute a fattori climatici e condizioni atmosferiche durante il periodo della rilevazione dei dati.<br><br>La capacit&agrave; di produzione di un sistema Fv è infatti influenzata da tanti fattori, tra cui:<br>- ombreggiamento (colline, montagne, edifici, alberi, ecc.);<br>- condiziono climatiche medie di copertura nuvolosa/soleggiamento del sito;<br>- condizioni meteo locali (microclima) del sito (immagina una localit&agrave; dove al mattino ed alla sera sono frequenti fenomeni di foschia, questo "annullerebbe" l&#39;incremento di produzione dato da un inseguitore, che prende in più proprio le ore del mattino e del pomeriggio);<br>- rapporto radiazione diretta/diffusa;<br>- temperatura media e differenziale di temperatura (ad es. tra ore del mattino e pomeriggio);<br>- altitudine del sito;<br>- mix variabile di frequenza della lunghezza d&#39;onda che raggiunge la terra in quel punto che varia costantemente durante il variare delle stagioni ma anche semplicemente di ora in ora ed è influenzato anch&#39;esso dal variare delle condizioni atmosferiche.<br><br>Probabilmente ce ne sono altri che non ho indicato.<br>Questo per dire che tutti i dati e calcoli teorici di produzione sono e restano teorici.<br>La capacit&agrave; produttiva è sempre diversa e va valutata sul campo. <br><br>Saluti Solari a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif' alt='happy.gif'> <br><br>NextEnergy

brian12
29-12-2005, 20:47
Salve<br><br>visto che, come dice NextEnergy, il guadagno maggiore si ottiene con l&#39;inseguimento azimutale (alba-tramonto), in quanti gradi è quantificabile questo spostamento in estate e in inverno, senza tenere conto delle primissime ore del mattino o delle ultime ore del tramonto, dove l&#39;orizzonte difficilmente è libero da nuvole, caseggiati, alberi o quantaltro?<br><br>Grazie Brian12

azbvc
29-12-2005, 23:37
Grazie NextEnergy,<br>da quello che dici intuisco che al sud l&#39;incremento di guadagno dovrebbe essere fra i migliori in considerazione delle migliori condizioni climatiche medie e la quasi assenza di foschia. Giusto?<br><br>Per Brian12<br>credo che il diagramma allegato possa servire ad un immediato sommario calcolo degli angoli di azimut e tilt nei vari periodi dell&#39;anno.<br>Ciao<br><br>p.s. non riesco ad allegare il PDF, ma come si fa?<br><br><span class="edit">Edited by azbvc - 29/12/2005, 23:45</span>

NextEnergy
30-12-2005, 10:19
Ciao a tutti <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> ,<br><br>L&#39;arco di rotazione del sole dipende dalle stagioni e dalla latitudine.<br>Alle nostre latitudini corrisponde ad un arco di circa 240° il 21 giugno e 120° il 21 dicembre.<br>Se però calcoliamo che l&#39;elevazione utile si aggira attorno ai 20° minimo, anche l&#39;arco utile per un sistema ad inseguimento si riduce di conseguenza.<br>Questo, sempre da Wattsun, è un simpatico programmino per il posizionamento di sistemi ad inseguimento con il calcolo dinamico delle ombre: [URL=http://www.wattsun.com/spreadsheets/Wattsun_Tracker_Spacing_35N.xls] .<br>Ovviamente le misure sono inglesi, feet, inch, ecc.<br>Feet= 30,3 cm circa<br>Inch= 2,5 cm circa<br><br>Buon divertimento <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif' alt='happy.gif'> <br>NextEnergy<br>

10-01-2006, 09:29
Ciao, sono nuovo del forum, sono anche tecnicamente ignorante in materia. Ma vi vorrei chiedere una cosa.<br><br>Anche se c&#39;è un guadagno del 30%, nn si perde buona parte di esso muovendo meccanicamente il pannello?

NextEnergy
11-01-2006, 09:53
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (sentinella86 @ 10/1/2006, 09:29)</div><div id='QUOTE' align='left'><br>Anche se c&#39;è un guadagno del 30%, nn si perde buona parte di esso muovendo meccanicamente il pannello?</div></div><br>Ciao sentinella86 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> ,<br><br>consumi circa l&#39;1% (sui grandi sistemi anche meno) e guadagni il 30% +. <br>Ergo conviene&#33;<br><br>Saluti Solari <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/happy.gif' alt='happy.gif'> <br>NextEnergy

11-01-2006, 11:52
Stavo pensando inoltre che secondo me quei polimeri amorfi fatti dal petrolio(plastica) vadano contro l&#39;bbiettivo dei pannelli solari. Inoltre Il prezzo del Silicio no cala, forse perchè ha il brevetto solo una azienda nel mondo. <br>Personalmente, per la fattibilit&agrave; preferisco l&#39;energia eolica ho i boicarburi(peccato per l&#39;estetica).

Archangel
15-01-2006, 10:05
Il calo di rendimento dovrebbe essere associato alla sezione utile intercettata dei raggi solari. Cioè, se con raggi a 90° il rendimento è 1 con raggi inclinati di alfa il rendimento dovrebbe essere cos(alfa), es. 0.5 con raggi inclinati di 60°.<br>A questo non si può rimediare seguendo i raggi del sole durante il giorno, a meno che i pannelli non siano distanziati fra loro in modo da non farsi ombra reciprocamente. Es. se si vuole captare tutti i raggi fino a un&#39;inclinazione di 60° i pannelli devono occupare solo met&agrave; della lunghezza nel senso del movimento solare. Giusto ?

ElPaulista
27-01-2006, 17:05
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (Archangel @ 15/1/2006, 10:05)</div><div id='QUOTE' align='left'>Il calo di rendimento dovrebbe essere associato alla sezione utile intercettata dei raggi solari. Cioè, se con raggi a 90° il rendimento è 1 con raggi inclinati di alfa il rendimento dovrebbe essere cos(alfa), es. 0.5 con raggi inclinati di 60°.<br>A questo non si può rimediare seguendo i raggi del sole durante il giorno, a meno che i pannelli non siano distanziati fra loro in modo da non farsi ombra reciprocamente. Es. se si vuole captare tutti i raggi fino a un&#39;inclinazione di 60° i pannelli devono occupare solo met&agrave; della lunghezza nel senso del movimento solare. Giusto ?</div></div><br>Ciao,<br> ciò che dici è anche vero, pero basta disporre i pannelli in un certo modo per evitare che si ombreggino a vicenda. Anch&#39;io sono un sostenitore dei metodi di inseguimento solare.<br>Saluti,

pchiara
28-01-2006, 14:48
Ciao a tutti<br>volevo ribadire anche qui un aspetto: in italia sul fotovoltaico a pannelli piani possiamo dire ben poco se non acquistare all&#39;estero, assemblare, installare.<br>Su sistemi a media e alta concentrazione invece possiamo ancora dire la nostra visto che il campo e&#39; ancora abbastanza sgombro e cio&#39; che c&#39;e&#39; costa ancora parecchio.<br>Poi il gioco delle ombre e&#39; da tenere in conto ma incide soprattutto sulla superficie totale dell&#39;impianto (e quindi sull&#39;eventuale costo del terreno) e non sull&#39;opera viva.<br>Dimenticavo... e&#39; chiaro che i sistemi ad inseguimento presuppongono un accurato studio del traker per garantire affidabilita&#39; e durata a costi ragionevoli.<br>Tutto qui.<br>Ciao<br><br><span class="edit">Edited by pchiara - 28/1/2006, 14:49</span>

giorgio demurtas
29-01-2006, 19:41
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>Personalmente, per la fattibilit&agrave; preferisco l&#39;energia eolica ho i boicarburi(peccato per l&#39;estetica).</div></div> giusto. Però guarda che come impatto paesagistico (a parti&agrave; di potenza) il fotovoltaico è molto peggio.<br>Bravo sentinella86, i biocarburanti sono il futuro&#33; e ci salveranno dal petrolio. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/smile.gif' alt='smile.gif'> <br><br>L’eolico non ruba spazio al territorio, dove potranno continuare a pascolare gli animali, infatti un generatore eolico della potenza di 1 MW, occupa al suolo una fondazione di appena 10 m di lato, che viene poi ricoperta di terra in modo che possa ricrescere l’erba (mitigazione). <br><br>Un impianto fotovoltaico equivalente, occuperebbe una superficie di 20000 (ventimila) metriquadri, che verrebbero sottratti alle attivit&agrave; precedenti (per esempio pascolo), che dovrebbero essere tenuti liberi dall’erba per poter eseguire la manutenzione all’impianto, con un impatto paesaggistico notevolmente maggiore.<br>Il fotovoltaico installato costa circa 8€/W, un impianto da 1MW costa quindi 8 milioni di €, mentre un generatore eolico di pari potenza costa solo 1 milione di €. L’energia annua prodotta dai due impianti è equivalente, mentre i costi di manutenzione del campo fotovoltaico sono molto maggiori perché è un sistema molto più esteso, vulnerabile (furti, vandalismo, intemperie) e ad alto contenuto tecnologico. <br><br>ciao

31-01-2006, 11:57
Carissimi<br>Un paio di cosette:<br>-L&#39;eolico conviene per un sacco di motivi, ma ci deve essere il vento. Se non c&#39;è vento inutile fare dei calcoli. Dalle mie parti sarebbe un&#39;idiozia parlare di eolico, il sole bene o male spesso c&#39;è.<br>-Il bio carburante per essere prodotto ha bisogno di terreno fertile, mentre per l&#39;eolico ed il Fv vanno benissimo terreni sterili o marginali. In Italia i terreni fertili non si sprecano e anche se ci sono aree a riposo è opportuno che rimangano tali, a rotazione, per impedire l&#39;eccessivo sfruttamento.<br>-L&#39;inseguimento solare mi pare un&#39;ottima cosa, si risparmierebbe, a parit&agrave; di energia, il 30% del carissimo silicio, in cambio di un pò di ferraglia e cemento.<br>-Se badiamo all&#39;aspetto estetico in Italia non si far&agrave; mai nulla.<br>-L&#39;inseguitore non deve essere particolarmente sofisticato, agli effetti pratici basterebbe fare una correzione sui due assi ogni due ore.<br><br>Ciao<br>Tersite

pchiara
31-01-2006, 13:50
x tersite<br>quindi parli di fv senza concentrazione...<br>ma visto che si fa lo sforzo di movimentare il tutto perche&#39; non ridurre la superficie di silicio di 40-100-300 volte con un sistema concentrazione con i fiocchi?<br>Poi c&#39;e&#39; modo di fare qualcosa anche i Italia anziche&#39; comprare gia fatto dai cinesi.<br>Saluti.

31-01-2006, 14:42
Caro pchiara<br><div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> </div><div id='QUOTE' align='left'>quindi parli di fv senza concentrazione..</div></div><br>In prima lettura mi era parso che tu supponesti che io parlassi di fv senza la necessaria attenzione, ma poi ho capito.<br><br>Con il solare a concentrazione non risolvi il problema della movimentazione, anzi lo amplifichi. <br>Sul pannello piano, anche se i raggi ti arrivano inclinati di qualche grado rispetto in massimo teorico succede ben poco.<br>Con quello a concentrazione se il fuoco si forma un pochino spostato dall&#39;area sensibile non capti nulla. Più è spinta la concentrazione e più è necessario essere precisi.<br>Naturalmente se usi un concentratore parabolico lineare (lungo almeno 10 volte l&#39;apertura) l&#39;allineamento su un asse non è così vincolante, rimane comunque indispensabile inseguire con l&#39;altro asse in modo molto preciso.<br>I moduli in silicio hanno delle cadute di rendimento proporzionali alla temperatura. Se porti la temperatura del modulo a 300° probabilmente ricavi molto meno di quello che ti aspetti. Se vai a concentrazioni di 300 volte la temperatura sar&agrave; tale che l&#39;unica attivit&agrave; consentita sar&agrave; di produrre bicchieri e bottiglie.<br>Se riesci ottenere 500° sul fuoco è molto più conveniente metterci una caldaia e far girare una turbina (lo dice Carnot)<br>Valutare anche i "contro" non è peccato<br><br>Ciao<br>Tersite

pchiara
31-01-2006, 15:03
Ciao tersite<br>conosco i problemi legati alla concentrazione: fino a fattori di 20/30 si puo&#39; scambiare verso aria tramite superfici adeguate poi si deve ricorrere a fluidi in movimento per via di flussi termici piu&#39; elevati..<br>Tipicamente le celle tandem o a tripla giunzione hanno efficienza piu&#39; elevate e quindi aiutano.<br>Ma il rapporto di concentrazione limite e&#39; definito normalmente dal dimensionamento dei reofori a bordo della cella proprio per evitare che la tensione ai suoi capi scenda troppo (anche se poi la potenza di uscita continua ad aumentare entro certi limiti ma poi le temperature diventano critiche per la sicurezza dell&#39;impianto).<br>Piu&#39; aumenta la concentrazione e piu&#39; si riduce la superficie della cella.<br>Il limite e&#39; la resistenza termica dell&#39;interfaccia cella scambiatore<br>Di 300 gradi proprio non se ne parla.<br>Chiaro che e&#39; un po&#39; lungo fare qui il discorso completo....<br>Ciao

31-01-2006, 15:47
Caro pchiara<br>Ti dico come ho capito io il sistema.<br>Un m2 di modulo costa 1000€ uno specchio più o meno parabolico da un metro costa 500 €. Se uso 4 moduli piani spendo 4.000 €. Se compro 4 specchi e li concentro in un modulo spendo 3.000 € ed il risultato teorico è lo stesso. Non badare ai numeri, sono lì tanto per capirci.<br>Per intanto devo gi&agrave; aver deciso di fare comunque un inseguimento, altrimenti dovrei considerare anche il costo dell&#39;inseguimento.<br>Il raffreddamento è sicuramente un&#39;altra complicazione, ma per piccoli impianti direi che la cosa non presenta problemi.<br>Se la concentrazione non è troppo spinta (diciamo 1/4) sono convinto che sia una buona soluzione.<br>Per semplicit&agrave; costruttiva direi di optare per concentratori lineari, si risparmia un movimento e la stabilit&agrave; del tutto ne guadagna enormemente. Se il rapporto lunghezza/apertura è alto le perdite sono minime.<br><br>Mi sorprende che questa soluzione, quasi una scoperta dell&#39;acqua calda, non sia propagandata e applicata a dovere.<br>Dov&#39;è l&#39;inghippo?<br><br>Ciao<br>Tersite

pchiara
31-01-2006, 16:16
Hola<br>badando alla semplicita&#39; ed alla facilita&#39; nell&#39;allestimento il modulo piano non ha competitori a scapito di un maggiore costo.<br>I sistemi ad inseguimento anche senza concentrazione sono al momento poco diffusi anche come offerta e probabilmente c&#39;e&#39; ancora una resistenza psicologica verso un oggeeto che si muove e quindi vien visto come piu&#39; delicato e di difficile manutenibilita&#39;.<br>Io comunque, andando sul movimento andrei anche oggi su media concentrazione (40/50 soli) che almeno il gioco valga la candela...<br>Per la concentrazione lineare: hai visto la caustica dove finisce senza inseguimento equatoriale? Concentrazione addio&#33;<br>Ciao<br>

azbvc
21-02-2006, 23:13
Salve a tutti,<br><br>non riesco più a trovare quel post dove si riportava l'inclinazione ottimale media dei pannelli nei tre quadrimestri dell'anno.<br><br>Qualcuno di voi me lo sa indicare?<br><br>Grazie anticipatamente.

zakray12
06-03-2007, 12:39
ciao a tutti<br>ho trovato questo a 200 euro pare che renda 60&#37;<br><a href="http://www.soco.it/it/products/inseguitore_solare--274.html" target="_blank">http://www.soco.it/it/products/inseguitore_solare--274.html</a><br><br>e poi questo schema per autocostruirsi il circuito<br><br><a href="http://web.tiscali.it/i2viu/electronic/rotopan.htm" target="_blank">http://web.tiscali.it/i2viu/electronic/rotopan.htm</a><br><br> pensavo di installare 14-15 pannelli sanyo a terra in giardino per avere 3kw<br>secondo voi si può fare.. se rende gi&agrave; il 40-50&#37; in più non è male spendendo 3000 euro