PDA

Visualizza la versione completa : Abitare in condominio



fil65
27-01-2006, 15:29
Salve a tutti/e sono nuovo del forum, come da titolo io abito in un piccolo condominio ed il mio appartamento è posizionato all&#39;ultimo piano con relativa mansarda. Avendo predisposto l&#39;appartamento con relativa canna fumaria per il posizionamento di un camino chiuso per riscaldare l&#39;appartamento con l&#39;aria calda prodotta dallo stesso, adesso stavo pensando di produrmi anche l&#39;energia tramite un sistema fotovoltaico (spero che si dica in questo modo, il mio lavoro è tutt&#39;altro e purtroppo di questo mondo non ne capisco niente <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' alt='sad.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' alt='sad.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' alt='sad.gif'> ). Adesso arriva il bello, come posso fare con gli altri condomini e se si può costruire senza l&#39;autorizzazione di qualcuno di essi? Per una produzione "familiare" quanto deve essere grande e quanto potrebbe costare? (casa mia è disposta su due piani e la misura complessiva è di circa 150 mq). Grazie per gli eventuali consigli.

28-01-2006, 09:02
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (fil65 @ 27/1/2006, 15:29)</div><div id='QUOTE' align='left'>Salve a tutti/e sono nuovo del forum, come da titolo io abito in un piccolo condominio ed il mio appartamento è posizionato all&#39;ultimo piano con relativa mansarda. Avendo predisposto l&#39;appartamento con relativa canna fumaria per il posizionamento di un camino chiuso per riscaldare l&#39;appartamento con l&#39;aria calda prodotta dallo stesso, adesso stavo pensando di produrmi anche l&#39;energia tramite un sistema fotovoltaico (spero che si dica in questo modo, il mio lavoro è tutt&#39;altro e purtroppo di questo mondo non ne capisco niente <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' alt='sad.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' alt='sad.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/sad.gif' alt='sad.gif'> ). Adesso arriva il bello, come posso fare con gli altri condomini e se si può costruire senza l&#39;autorizzazione di qualcuno di essi? Per una produzione "familiare" quanto deve essere grande e quanto potrebbe costare? (casa mia è disposta su due piani e la misura complessiva è di circa 150 mq). Grazie per gli eventuali consigli.</div></div><br>Per poter utilizzare una parte del tetto condominiale vi deve essere una approvazione dell&#39;assemblea dei condomini.<br>Per una valutazione del costo e del dimensinamento dei pannelli fotovoltaici andrebbero visti i consumi.<br>Se vuoi (ti do del tu), posso darti alcune indicazioni in base ai tuoi consumi.<br>Innanzitutto come mai ti sei orientato verso i pannelli fotovoltaici e non verso il solare termico ?<br>Quali sono i tuoi consumi di energia elettrica e quali quelli di combustibile(metano, GPL) ?<br><br>ciao, se voui mandami pure un MP.<br> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/cool.gif' alt='cool.gif'>

zulu64
04-02-2006, 19:41
<img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/cool.gif' alt='cool.gif'> Adesso non ho voglia di cercarti negli archivi del mio pc le leggi, comunque il discorso del 51% di assemblea condominiale nelle fonti rinnovabili non vale.<br>La legge sull&#39;ambiente da priorita ASSOLUTA anche in condominio, e tuo compito solo per educazione avvertire, altro tuo dovere/limite, e di lasciare lo spazzio necessario perche gli altri condomini POSSANO FARE LA STESSA COSA CHE HAI FATTO TU, la legge mi sembra coretta e morale.<br>Ti faccio un esempio:<br>tetto di 100 metri quadri di un condominio<br>10 condomini divisi in 5 appartamenti<br>necessario a te e tua moglie 20 metri quadri di fotovoltaico<br>evidente che le altre 4 famiglie hanno a loro disposizione 20 metri per fare la stessa cosa.<br>Unico ente che puo bloccarti e la BELLE ARTI, su na villa del 600 e dura che dicano si.<br>Anche il comune puo tentare, ma deve giustificare il perche, e molto bene se vuol vincere. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' alt='w00t.gif'> <br>saluti zulu64 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/rolleyes.gif' alt='rolleyes.gif'>

fil65
05-02-2006, 15:57
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (zulu64 @ 4/2/2006, 19:41)</div><div id='QUOTE' align='left'><img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/cool.gif' alt='cool.gif'> Adesso non ho voglia di cercarti negli archivi del mio pc le leggi, comunque il discorso del 51% di assemblea condominiale nelle fonti rinnovabili non vale.<br>La legge sull'ambiente da priorita ASSOLUTA anche in condominio, e tuo compito solo per educazione avvertire, altro tuo dovere/limite, e di lasciare lo spazzio necessario perche gli altri condomini POSSANO FARE LA STESSA COSA CHE HAI FATTO TU, la legge mi sembra coretta e morale.<br>Ti faccio un esempio:<br>tetto di 100 metri quadri di un condominio<br>10 condomini divisi in 5 appartamenti<br>necessario a te e tua moglie 20 metri quadri di fotovoltaico<br>evidente che le altre 4 famiglie hanno a loro disposizione 20 metri per fare la stessa cosa.<br>Unico ente che puo bloccarti e la BELLE ARTI, su na villa del 600 e dura che dicano si.<br>Anche il comune puo tentare, ma deve giustificare il perche, e molto bene se vuol vincere. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' alt='w00t.gif'> <br>saluti zulu64 <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/rolleyes.gif' alt='rolleyes.gif'></div></div><br>Grazie per la risposta, adesso però mi dovro informare per i costi finali però non sò quale sistema usare e se era il caso di collegare il tutto ad un contatore in uscita (energia in eccesso da rivendere)?<br>Se qualcuno mi s&agrave; dare una dritta? ne sarei più che grato.<br>Grazie per i consigli

zulu64
05-02-2006, 17:53
<img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/dry.gif' alt='dry.gif'> Personalmente torno alla domanda, perche fotovoltaico?<br>Io vendo il termico, ma non do mai per assoluto la mia scelta,e la piu elastica nelle soluzioni di norma, ma non l'assoluta.<br>Devi ponderare bene la tua scelta sulle rinnovabili, potrebbe essere il capotto interno la tua scelta migliore, oppure una ottima caldaia a condesazione, o una pompa di calore.<br>Senza divagare oltre, sono rimasto sul classico, se esponi i tuoi consumi termici e elettrici e il tuo stile di vita( a che orari sei a casa- in quanti siete- fate doccia bagno quante lavatrici o/e lavastiviglie fate), non i cavoli tuoi, ma come vivi, allora vedremo di trovare il compromesso migliore tra soldi spesi e ritorno economico, che corisponde a : - soldi spendi e piu guadagni= meno inquinamento.<br>Questo forum e nato per quello, ridurre 'linquinamento senza svuotare le tasche inutilmente <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' alt='w00t.gif'> <br>Saluti zulu64

fil65
05-02-2006, 18:00
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>CITAZIONE</b> (zulu64 @ 5/2/2006, 17:53)</div><div id='QUOTE' align='left'><img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/dry.gif' alt='dry.gif'> Personalmente torno alla domanda, perche fotovoltaico?<br>Io vendo il termico, ma non do mai per assoluto la mia scelta,e la piu elastica nelle soluzioni di norma, ma non l'assoluta.<br>Devi ponderare bene la tua scelta sulle rinnovabili, potrebbe essere il capotto interno la tua scelta migliore, oppure una ottima caldaia a condesazione, o una pompa di calore.<br>Senza divagare oltre, sono rimasto sul classico, se esponi i tuoi consumi termici e elettrici e il tuo stile di vita( a che orari sei a casa- in quanti siete- fate doccia bagno quante lavatrici o/e lavastiviglie fate), non i cavoli tuoi, ma come vivi, allora vedremo di trovare il compromesso migliore tra soldi spesi e ritorno economico, che corisponde a : - soldi spendi e piu guadagni= meno inquinamento.<br>Questo forum e nato per quello, ridurre 'linquinamento senza svuotare le tasche inutilmente <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/w00t.gif' alt='w00t.gif'> <br>Saluti zulu64</div></div><br>Sai non conosco la differenza tra fotovoltaico e termico <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/cry.gif' alt='cry.gif'> <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/cry.gif' alt='cry.gif'> , per quanto riguarda i consuni ti farò sapere successivamente, ciao e grazie

gattmes
06-02-2006, 14:44
Per "suffragare" quanto detto da zulu64:<br>IL solare termico ti può rendere quasi 10 volte di +&#33;&#33;&#33;&#33;<br>Ovvero a parit&agrave; di dimensioni ottieni moltissimo. Basta pensare che un singolo pannello termico (facciamo 2mt x 0,7mt) può soddisfare le tua esigenze di acqua calda sanitaria per quasi tutti i mesi dell'anno (di da ben oltre 3 kW/h al giorno..contro magari 0,5 di uno fotovoltaico stesse dimensioni&#33;)<br><br>La differenza tra solare termico ed elettrico è la seguente: sebbene tutti e due i sistemi sfruttino il sole come fonte energetica, il solare termico sfrutta appunto il calore che questo può fornire per scaldare un liquido che circola all'interno dei pannelli (questo liquido, a base di antigelo [glicole etilenico], "cede" poi il suo calore all'acqua sanitaria tramite uno scambiatore [serpentina] in un serbatoio [tipo boiler elettrico...] di accumulo]). Nel solare fotovoltaio invece i pannelli sono costituite da tante celle a semiconduttore (silicio...ogni cella è come un diodo) che trasformano la luce (e quindi non il calore) del sole direttamente in energia elettrica. Il rendimento è inoltre notevolmente inferiore. A questo va aggiunto che l'energia è di tipo continuo (come per le pile/batterie) e va generalmente convertita in alternata 230V con un opportuno convertitore elettronico, a sua volta introducente perdite.<br>Se con il solare fotovoltaico si raggiungono raramente rendimenti del 15%, con il termico "acchiappi" valori molto prossimi al 100%.<br>Quindi se non hai gi&agrave; pensato a come scaldare l'acqua è il momento di farlo (ma anche se ci hai gi&agrave; pensato&#33;) dando sicuramente priorit&agrave; al solare termico.<br>Ricorda poi che ....."l'energia" ..che il tuo "collettore" solare ...raccoglie...è sottratta al....TETTO&#33; Vuol dire che in estate hai un po meno potenza da richiedere all'eventuale impianto di condizionamento e che tetto e suoi componenti sono anche più protetti da agenti atmosferici e sole stesso dal pannello che fa da "schermo". In inverno sembrerebbe l'opposto..tuttavia il panello può rappresentare un ulteriore schermo/intercapedine/ecc contro la dispersione termica (dipende) che può in parte compensare lil minore irraggiamento solare verso il tetto (ma di solito è quando manca il sole-notte sera mattino nuvoloso- che fa più freddo..e quindi per me è sempre un vantaggio un pannello sul tetto)...<br>...<br><br><br><br><br><br><hr>
A questo aggiungo che la tecnologia che sta dietro un pannello termico è molto più terra-terra (beh...si lo so ..in linea di principio) rispetto un solare fotovoltaico...nel senso che un pannello termico puoi anche autocostruirlo come ho fatto io o come trovi descritto su <a href='http://www.progettomeg.it' target='_blank'>http://www.progettomeg.it</a> ...mentre un solare fotovoltaico NO..al limite puoi assemblare le celle solari in un pannello..ma queste le devi comprare "gi&agrave; fatte" da chi lavora con i semiconduttori (elettronica)..fare "in casa" una cella fotovoltaica (a giunzione di silicio) sarebbe come farsi in casa i transistor, diodi, microprocessori, et simila....<br>ok?<br><br><span class="edit">Edited by gattmes - 6/2/2006, 14:45</span>

17-03-2006, 11:54
in risposta a zulu64 ricordiamoci però che rimane sempre la possibilit&agrave; del sopralzo con relativo quota d'indennizzo&#33;

marcomato
12-04-2006, 11:18
per quel che riguarda l'installazione su parti comuni mi sia consentito di dissentire...<br><br>il termine CONDOMINIO sta ad indicare un' aggregato di propriet&agrave; private con altre COMUNI-leggasi- di TUTTI.<br><br>Come l'inquilino del primo piano non può mettere i pannelli sul tuo terrazzo, per quanto animato da nobili princìpi altrettanto tu non puoi farlo su un propriet&agrave; comune in barba all' assemblea&#33;<br><br>Quello di lasciare spazio agli altri è solo una cosa di buon senso... ma non ha riscontro alcuno nella regolamentazione del codice civile, in quanto le parti comuni sono indivise per definizione.<br><br>Sai cosa devi fare?<br>1) essere gentile e simpatico con tutti per un bel po'.<br>2) chiedere in assemblea l' USO ESCLUSIVO DEL LASTRICO SOLARE, anche se la propriet&agrave; (nuda) rimane del condominio, te compreso, avrai la piena disponibilit&agrave; dello setesso ( anche per foderarlo di erba sintetica, metterci una piscina gonfiabile, sdraio, dondolo, tavolino e barbeque... <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/dfc03bb62cd39dab6bbb1d4ad6b98a76.gif" alt=";)"> )<br><br>vantaggi per gli altri condomini?<br> in caso di manutenzione-riparazione del lastrico solare i 2/3 saranno a carico tuo come usufruttuario e solo 1/3 a carico del condominio ( te compreso per quota millesimale) inoltre li convinci che durante la manutenzione dei tuoi pannelli ispezionerai l'integrit&agrave; del lastrico stesso, i loro comignoli ed antenne... di modo da prevenire danneggiamenti sul nascere, con gran risparmio e tranquiilit&agrave; di tutti.<br><br>Diciamo che se ad oggi di fatto nessuno "usufruisce" in senso stretto del tetto piano ( ma alla fine si tratta di un tetto piano...vero? ) rifiutare questa offerta servirebbe solo a farti dispetto&#33;<br><br><span class="edit">Edited by marcomato - 12/4/2006, 12:23</span>