PDA

Visualizza la versione completa : Quanto consuma un motore ad H?



ElettroRik
13-02-2006, 09:52
Ciao a tutti.<br>Sono certo che qualcuno ha qualche link sotto mano.<br><br>Devo determinare (più o meno) il consumo specifico (per kWatt) di Idrogeno di un motore a ciclo otto alimentato SOLO ad Idrogeno (senza altri carburanti).<br><br>Chi mi aiuta?<br><br><span class="edit">Edited by ElettroRik - 13/2/2006, 09:53</span>

Spuzzete
13-02-2006, 10:39
Ciao ElettroRik, ti metto <a href='http://www.autoidrogeno.it/' target='_blank'>questo link</a> dove c'è una fiat multipla bipower (benzina + metano) dove l'impianto del metano è stato sostituito da quello ad idrogeno. Non so se è quello che cerchi, ma un'idea sui consumi ce la si può fare..<br><br>Ciao&#33;

lukemon79
13-02-2006, 12:58
<a href='http://www.stanleymeyer.com/WarJ.html' target='_blank'>link</a><br>Prova a vedere questo link... "Part 7", ovviamente&#33;<br>P.S.: a quanto pare il gas d'acqua si può diluire in un rapporto con l'aria da 34:1 a 180:1, modificando il motore però per gestire regimi di compressione più spinti.

Archangel
13-02-2006, 14:57
Se posso intervenire, 1 m3 di idrogeno a 0° e 1 atm sviluppa bruciando 10.800 kJ cioè 10800/3600=3.00 kWh cioè circa 4 CVh. Un motore a ciclo Otto ha un rendimento grosso modo del 25%, il che significa che 1 m3 di idrogeno sviluppa una potenza all'albero di circa 1 CVh.<br><br>Ora un'auto di piccola cilindrata per andare alla velocit&agrave; massima di 150 km/h ha bisogno di circa 50 CV, met&agrave; dei quali per vincere la resistenza dell'aria, che è proporzionale al cubo della velocit&agrave;, met&agrave; per vincere le resistenze di rotolamento e gli attriti interni, che sono proporzionali alla velocit&agrave; (le potenze rispettive sono proporzionali al cubo e al quadrato della velocit&agrave;).<br><br>La stessa auto per andare a 90 km/h a velocit&agrave; costante (90/150=0.6) ha bisogno di una potenza 25*0.6³+25*0.6²=14.4 CV e consumerebbe 14.4 m³/h di idrogeno, cioè 72 litri/h a 200 atm. (i valori sono approssimativi)<br>Una bombola da 80 litri a 200 atm, come quelle del metano, consentirebbe un'autonomia di 1.1 ore cioè di un centinaio di km, a velocit&agrave; costante (di meno se il viaggio comprende accelerazioni e frenate)<br><br>In citt&agrave; i consumi a velocit&agrave; costante sono minori sono necessarie continue riprese, che richiedono molta più potenza per brevi periodi. La potenza media impegnata alla fine è più alta di quella fuori citt&agrave; (tanto è vero che in citt&agrave; si consuma di più che fuori citt&agrave;) e l'autonomia cala.<br>

ElettroRik
13-02-2006, 19:25
<div align='center'><div class='QUOTE_top' align='left'><b>QUOTE</b> (Archangel @ 13/2/2006, 14:57)</div><div id='QUOTE' align='left'>La stessa auto per andare a 90 km/h a velocit&agrave; costante (90/150=0.6) ha bisogno di una potenza 25*0.6³+25*0.6²=14.4 CV e consumerebbe 14.4 m³/h di idrogeno, cioè 72 litri/h a 200 atm. (i valori sono approssimativi)</div></div><br>Grazie, sei stato veramente preciso. <img src='http://img.forumfree.net/html/emoticons/ohmy.gif' alt='ohmy.gif'> <br><br>Quindi, considerando il triplo come potenza effettivamente impiegata in una vettura media, è come dire che consuma 12 litri di H (a pressione Atmosferica) al secondo, giusto?<br><br>E se invece del ciclo otto a combustione si usasse un motore elettrico + Fuel Cell, che rendimento ci sarebbe? <br>E? molto superiore al 25% del ciclo Otto?<br><br><br><span class="edit">Edited by ElettroRik - 13/2/2006, 19:26</span>

Archangel
15-02-2006, 12:16
Le fuel cells per ora arrivano al 40%, anche se teoricamente potrebbero arrivare molto più su.<br>Per ora si limitano a costare parecchio.<br><br>(sì, fanno 12 litri al secondo). Però guarda che potenze dell'ordine di 14.4x3=43.2 cV si usano raramente. In marcia normale una ventina di CV bastano. Certo ogni volta che si frena occorrono più CV per riportarsi alla velocit&agrave; di prima. E' tutta energia in più delle resistenze d'attrito.<br>E' uno dei motivi per cui si stanno sviluppando le auto a motore ibrido, in cui il motore fornisce solo la potenza per la marcia normale mentre le batterie danno la punta di potenza necessaria per le riprese. Così basta un motore più piccolo. Questo è un grosso vantaggi.<br>Addirittura nei sistemi in serie, con trazione solo elettrica e con il motore che carica solo le batterie, il motore può girare a velocit&agrave; quasi costante e si può ottimizzare per avere il massimo di rendimento in quel campo (quello che frega nelle auto è che il povero motore deve funzionare a 1500 come a 6000 giri, a piena ammissione e a farfalla quasi chiusa (altra fonte di perdite) ed è impossibile che abbia buoni rendimenti in tutto il campo).<br><br><span class="edit">Edited by Archangel - 15/2/2006, 12:32</span>